13 febbraio, udienza utenti contro Wind

Ne informano i consumatori


Roma – Alle 11 del prossimo 13 febbraio presso il Tribunale Civile di Roma (Sezione IX) si terrà la prima udienza della causa intentata da un gruppo di utenti internet del provider-operatore Wind stretti nell’iniziativa “LiberiamoSogno” che si muovono con il supporto di Federconsumatori.

Al centro della protesta ci sono le politiche contrattuali e tariffarie di Wind-Infostrada di cui si parla nel sito che coordina la protesta e le iniziative legali: InternetMonitor.it

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Omnitel ingiusta
    Ho attivato da 30 giorni la "tariffa one" coi punti omni One (195L/min + iva sempre verso qualsiasi numero italiano) ed ecco la fregatura: spendete tutti poco!!! Così ho accumulato punti per niente...NB: Con la quantità di traffico che faccio io (meno di 10?/mese) la differenza con questa promozione è zero?....Grazie Omnitel!Bleah
    • Anonimo scrive:
      Re: Omnitel ingiusta
      - Scritto da: Anonimo
      Ho attivato da 30 giorni la "tariffa one"
      coi punti omni One (195L/min + iva sempre
      verso qualsiasi numero italiano) ed ecco la
      fregatura: spendete tutti poco!!! Così ho
      accumulato punti per niente...
      NB: Con la quantità di traffico che faccio
      io (meno di 10?/mese) la differenza con
      questa promozione è zero?....
      Grazie Omnitel!
      Bleahbeh scusa ma sei stupido te a fare una tariffa del genere gia' che chiami cosi' poco..non ti conviene.poi che la abbiano anche gli altri e' un altro discorso!!
  • Anonimo scrive:
    E' giusto
    E' giusto che i gestori possano mettere le antenne dove servono, sono stufo di prendere male, avere posti completamente scoperti o canali saturi per colpa delle poche antenne. Qui in Italia tutti mettono i bastoni tra le ruote, i comuni,le regioni, i comitati cittadini che con la raccolta delle firme impediscono la corretta realizzazione della rete di telefonia mobile, però tutti nel frattempo vogliono telefonare, vogliono avere il telefono pronto nelle emergeze e si incavolano se non funziona. Ci sono sempre state cose molto più dannose per la salute (tralicci dell'alta tensione, ripetitori televisivi, ecc) eppure nessuno ha mai fatto polemiche. Ben venga se il legislatore fà in modo di semplificare la burocrazia per l'installazione di antenne, tra l'altro in Italia vi è un limite di emissione molto inferiore rispetto agli altri paesi.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' giusto
      Penso che se ti installasero un'antenna davanti alla finestra di camera non saresti più della stessa opinione...saluti
  • Anonimo scrive:
    Anche peggio...
    Altro che Gambassi Terme! A Vimercate (MI), dove secondo il piano regolatore le nuove costruzioni non possono superiori i 3 piani, H3G ha cominciato a costruire un'antenna alta 33 metri, come un palazzo di 11 piani!!!Il tutto a pochi passi dal centro storico della frazione di Oreno, oltre che a poche decine di metri da un asilo infantile.Se anche non ci si preoccupasse delle emissioni, mi dite cosa ci fa una mostruosità simile nel bel mezzo di un paesino di provincia???Un'antenna parabolica al massimo deturpa il tetto di una casa, ma questa cosa diventerà un autentico insulto paesaggistico.
    • Anonimo scrive:
      Re: Anche peggio...

      Un'antenna parabolica al massimo deturpa il
      tetto di una casa, ma questa cosa diventerà
      un autentico insulto paesaggistico.l'insulto paesaggistico ok.il fatto che in deroga ai piani urbanistici questi possano fare come vogliono ok.Ma io avrei molta meno paura di un'antenna che di un qualsiasi capannone con il tetto ancora imbottito di amianto...il problema e' che in italia nessuno CABLA.Sottoterra si puo' passare, ma costa.., allora facciamo tutto per aria con i piloni, le antenne e le parabole
      • Anonimo scrive:
        Re: Anche peggio...
        anche le trasmissioni via satellite captate con una antenna parabolica o quelle via etere captate dall'antenna di casa ricevono micronde e sono pericolese solo trasmettere il più possibile via cavo aiuterebbe, comuqnue tra tutti i provider telecom è sempre quella che spara oltre i limiti di legge enesusno el dice nulla omnitel da sempre trasmette a norma di legge e la gente si lamente che il segnale è basso io ho il ripetitore telecome vicino a casa preferirei avere quello omnitel
  • Anonimo scrive:
    Brescia: il comune sui GSM dei cittadini
    Anche a Bresciawww.comune.brescia.it
  • Anonimo scrive:
    TIM installa le antenne dove vuole
    Come al solito, dopo la politica, anche la magistratura amm.va appoggia l'ex (?) monopolista.Se Tizio deve tirare sù un muro, subito arrivano vigili, asl, cazzi e mazzi a contarti i peli del culo; se a piantare un pilone di 7 metri o più è Telecom Italia allora va tutto bene..... e può fare quello che vuole.............Bel paese sì........... Siamo SUDDITI, altrochè.Che vadano affanculo.Moderatore, mi censurerai, lo so; ma te a quel paese non ti mando.......... :-D
    • Anonimo scrive:
      Re: TIM installa le antenne dove vuole
      concordo pienamente !!!
      • Anonimo scrive:
        Re: TIM installa le antenne dove vuole
        anche io...... e a questo punto non mi stupisco che ci sia qualcuno che li butta giu...
    • Anonimo scrive:
      Re: TIM installa le antenne dove vuole
      - Scritto da: Anonimo
      Certo....tu mica hai soldi per pagarti fior
      di avvocati! Il problema qui non sono gli avvocati. Il problema è:1) La legge;2) Chi la applica;E non dite "Berlusconi" perchè la normativa al riguardo è stata approvata dal governo Prodi.
      • carlobassetti scrive:
        TIM (... e gli altri pure)

        E non dite "Berlusconi" perchè la normativa
        al riguardo è stata approvata dal governo
        Prodi.BEEEEEEEEEEEEEE. RISPOSTA SBAGLIATA.Tutto questo è il famigerato DECRETO GASPARRI che permette ampi spazi di deroga sia agli strumenti urbanistici sovraordinati sia a quelli attuativi (compresi i regolamenti edilizi). E nonostante io non sia simpatizzante berluscones (anzi sono antipatizzante) il decreto in questione ha permesso l'accelerazione dell'implementazione UMTS, permettendo a H3G di partire in questi giorni (cosa che solo 4 mesi fa pareva impossibile).L'esempio di 3 tra l'altro dimostra che questa deregulation di fatto è cavalcabile non solo da mamma telecom ma dagli operatori tlc in genere. E se devo dirla tutta a me va bene così. E' possibile che ci possono avvelenare con le emissioni delle fabbriche (chimiche ad esempio) e poi facciamo gli schizzinosi con qualche W/m3. Ricordo che l'Italia ha limiti di legge ben inferiori a quelli considerati satndard internazionali. Cosa comporta questo? Antenne meno potenti = più antenne. Il problema è a mio avviso paesaggistico: tra antenne tv, padelle satellitari, antinne TACS, antenne GSM, antenne UMTS i nostri tetti paiono delle foreste post-industriali.Se almeno cablassero e vietassero contemporaneamente parabole e antenne tv...
        • Anonimo scrive:
          Re: TIM (... e gli altri pure)
          - Scritto da: carlobassetti
          BEEEEEEEEEEEEEE. RISPOSTA SBAGLIATA.

          Tutto questo è il famigerato DECRETO
          GASPARRI che permette ampi spazi di deroga
          sia agli strumenti urbanistici sovraordinati
          sia a quelli attuativi (compresi i
          regolamenti edilizi). Scusa, ma mica me lo sono inventato. La normativa base esisteva già al tempo di D'Alema. Mica l'hanno tirata fuori dal cilindro. Che poi siano intervenuti decreti di modifica, non è certo nuova. In questo paese ongi 3 mesi cambia roba....
          • NeutrinoPesante scrive:
            Re: TIM (... e gli altri pure)
            - Scritto da: Anonimo

            Scusa, ma mica me lo sono inventato. La
            normativa base esisteva già al tempo di
            D'Alema. Mica l'hanno tirata fuori dal
            cilindro. Che poi siano intervenuti decreti
            di modifica, non è certo nuova. In questo
            paese ongi 3 mesi cambia roba....I fatti sono questi:1) Al tempo del governo precedente il gestore non poteva installare se non aveva le autorizzazioni.2) Adesso il gestore puo' fare quello che vuole, anche in deroga ai piani urbanistici.Ognuno poi giudichera' la cosa positiva o negativa a seconda del suo punto di vista.Saluti
Chiudi i commenti