140 milioni di dollari per XP

Redmond dovrà risarcire un'azienda del Michigan per un brevetto sull'attivazione di XP e Office 2003. Coinvolta anche Autodesk

Roma – Microsoft dovrà sborsare circa 115 milioni di dollari per risarcire z4 Technology , azienda semisconosciuta con sede nel Michigan, detentrice di una serie di brevetti collegati alla registrazione del software tramite codice di autorizzazione. La procedura con doppia password, come quella adottata da Windows XP e Office 2003, violerebbe tali brevetti.

Questa volta per BigM sembrerebbe non esserci scampo: si trattava del processo d’appello presso una corte federale, giunto dopo una prima condanna e un ricorso per illegittimità respinto . Con le stesse motivazioni è stata confermata anche la condanna di Autodesk , che tuttavia se la cava con un risarcimento di 18 milioni. Oltre ai 115, MS dovrà tirarne fuori altri 25 per l’aggravante “violazione dolosa”.

Microsoft ha già fatto sapere che la decisione del tribunale non avrà alcuna conseguenza per Windows Vista e Office 2007. Inoltre, neppure XP e Office 2003 dovranno subire alcuna modifica tecnica. ( L.A. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti