2002, le DDR riacciuffano le RDRAM

Le memorie DDR sembrano destinate a dominare il mercato, ma la battaglia con le RDRAM sarà ardua. E le SDRAM crollano, ancora


Tokyo (Giappone) – L’incerta sfida fra memorie DDR SDRAM e memorie RDRAM sembra destinata a conoscere fasi alterne. Se negli ultimi mesi, anche grazie al forte appoggio di Intel, la produzione di memorie RDRAM ha superato quella delle avversarie, Elpida, uno dei maggiori produttori asiatici di memorie, ha recentemente affermato che le DDR andranno al sorpasso durante i primi tre mesi del 2002.

Una previsione ben più ottimistica, quella di Elpida, rispetto alle stime fornite qualche mese fa da Infineon: il colosso tedesco ha sostenuto infatti che le memorie DDR avrebbero dominato il mercato a partire dal 2003.

Nonostante il futuro delle DDR appaia dunque roseo, attualmente il mercato legato a queste memorie stenta a decollare, tanto che lo scorso mese Via e AMD, insieme a Micron, hanno iniziato una campagna di incentivazione simile a quella messa in piedi da Intel, per le RDRAM, lo scorso anno, e terminata proprio in questi giorni.

Intel ha infatti annunciato che il prezzo delle RDRAM è ormai talmente basso da rendere superfluo continuare ad applicare gli sconti; inoltre il Pentium 4 può ora contare sul chipset i845 che aggiunge il supporto alle economicissime SDRAM.

E mentre DDR e RDRAM si azzuffano, le vecchie SDRAM PC133 continuano a scendere di prezzo toccando minimi davvero storici: su PriceWatch un modulo da 64 MB costa all’utente finale 5$. Un modulo da 128 MB di DDR PC1600 o 2100 costa invece 17$ contro i 46$ di un modulo RDRAM della stessa taglia.

Nei suoi piani di conquista del mercato delle DRAM, Rambus fa affidamento sulla possibilità di poter scalare molto la sua tecnologia e introdurre sul mercato, nei prossimi quattro anni, moduli di memoria fino a sei volte più veloci degli attuali.

Per non perdere il contatto con Rambus, il consorzio di aziende che si celano dietro allo standard DDR parlano già da tempo di DDR-2, un’evoluzione che dovrebbe portare la banda passante a 4,8 GB/s senza introdurre costi aggiuntivi di produzione. I tempi di sviluppo delle nuove specifiche sembrano però ancora lontani: nel frattempo le memorie DDR, per diffondersi, contano soprattutto sul fattore prezzo e sull’appoggio di AMD e Via.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    QUESTA MICROSFOTT DI MERDA
    FA USCIRE UN WINZOZZ OGNI 2 MESI! MA KI SI CREDONO DI ESSERE! SI DEVONO SOLO NASCONDERE! LINUX RULEZ!!!!!
  • Anonimo scrive:
    fate voi....
    Ricordando lo SPRECO di risorse che tutti i sistemi Microsoft cito una famosa frase pronunciata durante un convegno della Sun:"...così come il mondo ha imparato a sprecare transistor imparerà anche a sprecare larghezza di banda..."
  • Anonimo scrive:
    La banda larga (gli) SERVE!! ...
    ... è come la l'olio di vasellina gente.Eppure non ne fanno mica un mistero,sono intenzioni che M$ sfoggia connotevole leggerezza: vogliono terminalizzareil più possibile l'informatica.Il massimo sarebbe avere totalmente direttamentele applicazioni residenti 100% sui server.Lo spazio disco per dell'utente diverrebbe una roba priva di utilità o quasi.Ecco per magia dilapidati tutti i dubbi e le incertezze, come pure la pirateria del software, il traffico delle crack, le installazioni non autorizzate e così via.Io mi sento di profetizzare questo:da qui in avanti, il diametro del bucio di culo degli utenti sarà direttamente proporzionale alla larghezza di banda di cui l'utente dispone...
    • Anonimo scrive:
      Re: La banda larga (gli) SERVE!! ...
      E non pensi ai vantaggi ?! Vorrebbe dire che si avrebbe sempre a disposizione le ultime versioni dei sw senza dover aspettare i cd, e inoltre anche i bachi verrebbero corretti direttamente sul server senza che l'utente debba eseguire update o service pack !!!
      • Anonimo scrive:
        Re: La banda larga (gli) SERVE!! ...

        E non pensi ai vantaggi ?! Vorrebbe dire che
        si avrebbe sempre a disposizione le ultime
        versioni dei sw senza dover aspettare i cd,
        e inoltre anche i bachi verrebbero corretti
        direttamente sul server senza che l'utente
        debba eseguire update o service pack !!!peccato che anche i dati degli utenti saranno sui server microsoft...ieri ho avuto uno scanning (syn) su 1524 (ingresslock) proveniente da blahblahblah.microsux.com...e l'ip era esatto, registered by mycrosux...e meno male che produce software per la sicurezza...
  • Anonimo scrive:
    La banda dei Larghi
    Se volevate la prova che MicroSoft è una banda, ora l'avete... :))
    • Anonimo scrive:
      Re: La banda dei Larghi

      Se volevate la prova che MicroSoft è una
      banda, ora l'avete... :))ahahahhahahahahahahhahahahahhaha...
  • Anonimo scrive:
    La prossima tappa...
    ...sara quella di avere un S.O. incapace di funzionare bene senza una 10 megabit???????
    • Anonimo scrive:
      Re: La prossima tappa...

      ...sara quella di avere un S.O. incapace di
      funzionare bene senza una 10 megabit???????il sogno di bill e questo: internet che funziona solo con L'ULTIMA versione di windows...e dove non ci sara piu l'username e la password...ma il numero seriale di windows e il numero della carta di credito...e naturalmente non funzionara senza 100000 Terabit di banda (che vendera a caro costo)...
    • Anonimo scrive:
      Re: La prossima tappa...
      Probabilmente la microzot si butterà nel networking, venderà fibre ottiche e i suoi so funzioneranno solo se collegati con le loro cablature...
      • Anonimo scrive:
        Re: La prossima tappa...
        - Scritto da: www
        Probabilmente la microzot si butterà nel
        networking, venderà fibre ottiche e i suoi
        so funzioneranno solo se collegati con le
        loro cablature...Probabilmente? Stanne certo!Ciao.
Chiudi i commenti