23andMe e il genoma, arrivano i risultati

Le prime risposte alle richieste di analisi del DNA. Colore degli occhi, antenati, tendenze, reazioni alle sostanze più disparate. La privacy? Molti dubitano, ma ormai è fatta

Roma – Per un pugno di dollari – 999 per l’esattezza 23andMe , il progettone di analisi genetica a domicilio , comincia a dare frutti: pur senza dispensare alcun monito, dai suoi responsi traspare molto, moltissimo su chi vi si sottopone , come Michael Arrington di Techcrunch .

Michael ha potuto scorrazzare in schermate dense di dati. Le informazioni disponibili sono le più disparate. Ad esempio ha potuto conoscere qualcosa in più riguardo al proprio gene che governa la reazione all’alcool: se può dissimulare l’ubriachezza è grazie al fatto che questo gene gli consente di non assumere una colorazione rossa quando si lascia andare a qualche bicchierino di troppo.

Ma non finisce qui: si potranno conoscere dettagli sul proprio cerume, si saprà se si percepiscono gli odori in linea con la media delle persone, si avranno conferme sul colore dei propri occhi. Si disporrà di tantissimi altri particolari ma nessun allarmismo, nessuna previsione sulle eventuali possibilità di contrarre malattie gravi o disfunzioni invalidanti.

Si tratta in ogni caso di un patrimonio informativo estremamente dettagliato e, di conseguenza, altrettanto delicato: c’è chi vede in questo test il rischio di conseguenze poco desiderabili sul posto di lavoro, come c’è chi teme , in caso di una malaugurata “fuga di notizie”, gravi ripercussioni sull’esito di contratti di assicurazione sulla salute. Non manca, già da tempo, chi è perplesso sotto il profilo delle eventuali ripercussioni sulla privacy.

Il mercato , dunque, è ormai aperto e, nel frattempo, ulteriori dobloni si aggiungono a quelli di Mountain View per finanziare ricerche sulla decodifica di 100mila genomi umani.

Marco Valerio Principato

Un referto di 23andMe

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • La soluzione scrive:
    tunnell ssh
    http://www.ptlug.org/wiki/Howto_SSH_Tunnel
    • ciao darwin scrive:
      Re: tunnell ssh

      http://www.ptlug.org/wiki/Howto_SSH_TunnelPer poter sfruttare la tecnica del tunnel SSH sono necessari i seguenti requisiti: Un client SSH installato sul proprio PC dal quale ci stiamo connettendo.La domanda quindi e':Come installare un client SSH su di un computer senza avere i diritti di Amministratore????Grazie delle risposte!
      • LordAzuzu scrive:
        Re: tunnell ssh
        Beh, esiste Putty, un noto client telnet/ssh, senza installazione, singolo eseguibile, che puoi trovare facilmente sul web. Provalo ;)
  • asd scrive:
    Ma come fanno?
    A farsi beccare? ci vuole tanto a far sparire le tracce sul proprio PC? ci sono n-tool che eliminano le tracce di navigazione. Un po di furbizia no eh? :D
    • krane scrive:
      Re: Ma come fanno?
      - Scritto da: asd
      A farsi beccare? ci vuole tanto a far sparire le
      tracce sul proprio PC? ci sono n-tool che
      eliminano le tracce di navigazione. Un po di
      furbizia no eh?
      :DE le tracce nel proxy ?Un po' di furbizia fa bene, ma credersi furboni e invece non esserlo e' deleterio.
    • trikketrakk e scrive:
      Re: Ma come fanno?
      probabilmente li beccano "sul fatto" con la manina dentro al pantalone..ed io che avevo sempre pensato hce i famosi"cubicles" ameregani fossero fati apposta per la pippa al lavoroooooooooooooooma quanto pregiudizio esiste usl porno..considerando che milioni di famiglie ci campano,oramai negli usa e rimasto solo il porno per sopravvivere con la reteIn Porn We Trust !!
  • antonio scrive:
    TheDailyWTF
    Mi ricorda questo fumetto:http://thedailywtf.com/Articles/111-Some-Surfing.aspx
  • Mark scrive:
    Anche il datore di lavoro considera...
    Anche il datore di lavoro considera la tua auto come suo bene aziendale: "già che sei di strada... vai in quel posto con la tua auto a ritirare..."Il dipendente si deve valutare per gli obiettivi che raggiunge, non per quanto fintamente sta con gli occhi fissi davanti alle carte da lavorare.
    • Vimeritatet utto scrive:
      Re: Anche il datore di lavoro considera...
      Certo anche per quelli che NON raggiunge con relative e SERIE conseguenze, mica col posto assicurato a prescindere.
  • cla scrive:
    Tagli al personale mascherati
    Ma figurati se licenzio una persona del mio staff (che mi è costata in formazione, messa in produzione, acquisizione delle competenze necessarie a lavorare nella mia realtà ecc ecc ecc) solo perché si guarda siti porno, chatta con gli amici o scrive cazzate in e-mail, anzi, già 8 ore davanti al PC sono alienanti, se non c'é neanche la possibilità di fare un giretto tra la gnocca ... (e lo dico da colui che gli stipendi li paga ...)La scusa è che licenziando in questo modo:- Non li fai passare come tagli al personale- Non negozi con il sindacato- Non hai remore morali a buttare in mezzo alla strada una personaMy 2 centsCla
    • Mark scrive:
      Re: Tagli al personale mascherati
      Quoto in pieno!E' la classica scusa per mandare a casa qualcuno senza avere rogne e aggirare la legge.
    • next scrive:
      Re: Tagli al personale mascherati
      Se accumoli premi c'è l'orgia di fine anno!
    • Vimeritatet utto scrive:
      Re: Tagli al personale mascherati
      Che immensa falsità, scommetto che non paghi gli stipendi di nessuno.Io ho potuto invece tranquillamente constatare che, passando a controllare spesso e volentieri, i progetti giungevano a termine nei tempi dovuti (tutt'altro che frenetici)Se invece controllavo di soppiatto era una festa di chat, visite a siti, non necessariamente porno, commenti su forum e compagnia cantante, e i ritardi si SPRECAVANO.E lo sapete BENISSIMO che è così.Qualcuno mi spiega perchè dovresti essere PAGATO per chattare?Qualcuno mi spiega come si fa a fare del lavoro SERIO se ogni 2 minuti devi rispondere ai tuoi contatti in chat? Qualcuno mi spiega perchè in ogni altro lavoro, dove non hai accesso a internet, sei tenuto a farti 8 ore di impegno reale, mentre se hai il monitor davanti allora noooo, per carità, è alienante, cazzeggio giustificato?Eccola qua l'italietta dei furbi, non c'è mica bisogno di scomodare i politici.
      • cla scrive:
        Re: Tagli al personale mascherati
        Trovo quantomeno irrispettoso che tu metta in dubbio quello che scrivo senza conoscermi. Abbiamo comunque un concetto diverso di italietta, ad esempio per me l'Italetta sono imprenditori che raginonano da "padroni mezzadri" come nel 1800 che si lamentano che le risorse umane, sottopagate e generalmente Junior venduti al costo di Senior al cliente e non sanno lavorare per obiettivi perché nessuno li ha motivati in tal senso.A prestoClaudio Erbawww.docebo.com
  • Pier scrive:
    anvedi... !
    Io leggo "Punto Informatico" esclusivamente in orario di lavoro sul PC aziendale... dite che non durero' poi molto?
  • THE FAB scrive:
    E basta
    Ma per favore smettetela co sto 'terrorismo'...
  • Nilok scrive:
    E così mi licenzieranno prestissimo...
    Ave.Ragà...qualcuno ha un lavoro da propormi?Mi sa che presto ne avrò bisogno.... :| :| :| :|A prestoNilok
Chiudi i commenti