3 GHz di Xeon quadriprocessore

Intel spara sul mercato dei server a quattro processori Xeon MP, un nuovo modello che incrementa la frequenza di clock e raddoppia la quantità di cache di terzo livello. Il prossimo sarà a 64 bit


Santa Clara (USA) – Nella famiglia di processori di Intel destinata ai server multiprocessore, fa il suo ingresso un nuovo modello di Xeon MP a 3 GHz che, secondo il chipmaker californiano, offre fino al 25% in più di prestazioni rispetto alla precedente versione da 2,8 GHz.

L’incremento di performance è dovuto alla maggiore velocità di clock e, soprattutto, al raddoppio della memoria cache di terzo livello, passata da 2 a 4 MB. Come i suoi più diretti predecessori, anche il nuovo Xeon MP a 3 GHz adotta il core Gallatin a 0,13 micron e una velocità del bus di sistema di 533 MHz.

Gli Xeon MP supportano configurazioni fino a 4 processori, il che li rende adatti, al pari degli Opteron 8xx di AMD , per i server di fascia media e le applicazioni di calcolo intensivo.

L’attuale Xeon multiprocessore non include ancora l’estensione IA-32e a 64 bit annunciata lo scorso mese da Intel. Il primo Xeon dual-processor in grado di macinare codice x86 a 64 bit sarà Nocona , il cui lancio è previsto per il prossimo trimestre, mentre il primo Xeon MP con tale caratteristica sarà Potomac .

Il nuovo chip costa 3.692 dollari in lotti da 1.000 unità. Fra i primi produttori ad adottarlo vi saranno HP, Dell e Unisys. Intel si appresta ad introdurre sul mercato anche delle nuove versioni dello Xeon MP a 2,7 GHz e 2,2 GHz ad un prezzo, rispettivamente, di 1.980 e 1.177 dollari per lotti di 1.000 unità.

Lo scorso ottobre Intel aveva già lanciato sul mercato una versione a 3 GHz dello Xeon dedicata alle workstation e ai server a singolo o doppio processore.

Secondo gli analisti del settore, circa il 90% dei server attualmente introdotti sul mercato sono basati sull’architettura x86; di questi oltre l’85% adotta i chip di Intel. I server con almeno quattro processori incidono per oltre il 56% sul fatturato complessivo registrato nel mercato dei server nel 2003. Nello stesso periodo, i server con il supporto di almeno quattro processori basati sull’architettura di Intel rappresentano il 57% del totale.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • fausto scrive:
    nessun problema.
    ragazzi ma che problema vi state creando...film game etc. non sono prodotti di prima necessitàse questa legge andrà a buon fine e raggiungeranno il loro obiettivoil mercato deciderà il prezzo giusto...se io non posso andare al cinema per vedermi un film se non posso comprare giochi per la console...amen pazienza...sarà il mercato a decidere se abbassare i prezzi o menone farò benissimo a meno..in questo modo non avrò nemmeno internet a casa e l'utonto medio sarà contento perchè avrà sempre accesso a facebook...perchè parliamoci chiaro...internet è cresciuto per due motivo1) perchè si potevano scaricare film ed mp3 2) perchè molti utonti hanno scoperto facebook...mi limiterò a guardare i film che trasmetteranno in tv e se la riempono di pubblicità sarà la migliore occasione per uscire fuori di casa e godermi la vita fuori dalla tv e da internet...
  • Antonio Nozzoli scrive:
    non si puo piu scaricare musica e film
    tanto penso che questo decreto funzionera ben poco contro la crisi dell'cinema e musica,piu nessuno comprera musica e dvd i prezzi sono veramente fuori da ogni logica.molto probabilmente gli abbonati a internet si toglieranno definitivamente da internet e questo vul dire una crisi globale nei confronti di tutte quelle compagnie che forniscono appunto internet.sinceramente spero che l'intero mondo si distacchi da internet io disicuro lo faro se il decreto passa.se i dvd e cd costassero decisamente meno nessuno abrebbe interesse a scaricare vi pare io dico che e una autentica vergogna che ci siano questi prezzi da fuori di testa,oltretutto propio in questo periodo di crisi totale mondiale dell'lavoro.ma lo volete capire si o no che tanto non funzionera mai nessuno comprera mai piu musica e film e ben vi sta e il cinema e la musica muoriranno per sempre affari vostri,io posso anche farne a meno e come me il resto dell'mondo vi pare e cosi finira tutto stupidamente per voler sempre troppo,arragiatevi io non comprero mai ne dvd di film ne cd musicali e non affittero mai piu film cosi tutti gli artisti in generale rimarranno con un pugno di mosche vedrete,sara cosi.
  • Magoo scrive:
    Si si tanto peggio di cosi
    Al posto di fare leggi per salvare la gente che non ha più uno stipendio,salvano i millionari.Perchè non controllate i dottori che fanno le visite private in casa che guadagnano dagli 80 a 200 euro per un'ora.A pensare che un calciatore in italia gudagna tanti soldi,poi che se ne fanno?A pensare che c'è gente che si ammazza di lavoro per 1.200 a l mese.A pensare quanti soldi prendeno i nostri parlamentari.A pensare nella RAI quanti soldi girano per pagare questi presentatori.**********************************************POI LA CRISI LA FANNO A PAGARE NOI CITTADINI**********************************************Svegliatevi ITALIANI**********************************************un povero cittadino Italiano
  • Anarchico Bresci scrive:
    P2p
    Il Berluska vuole colpire gli utenti di internet perchè la sua casa di distribuzione, la "medusa" e la catena di multisale "Galaxi" della moglie sono MOLTO interessati dal fenomeno della diminuzione degli spettatori.Io Mi abbonerò ad un provider straniero e "lorsignori " non potranno farci nulla.
  • hj70 scrive:
    UNITI SI VINCE! DISOBBEDIAMO!!!
    bisogna dissentire in massa, alla proposta di legge contro il libero scambio p2p, oramai è cosa nota, quando si toccano gli interessi di alcune lobi, gestite da poche multinazionali, allora si fa terra bruciata! e si pensa subito ha fare una legge che impedisca il libero scambio su internet, si, perchè scambiarsi liberamente in modo gratuito, file musicali, video ecc., senza alcuno scopo di lucro, ma solo per il gusto di condividere con altri le tue passioni i tuoi hobby, d'altronde e un modo come un altro per esternare se stessi, farsi conoscere e conoscere, sulla rete sfruttando il P2P. No! per la nostra costituzione tutto questo è un reato! mentre non lo è se si fanno pagare ingenti somme di euri, per scaricare da qualche sito commerciale, bidonate di ogni genere. Loro non sono controllati quindi hanno il permesso di inc... ;) gli altri!! propongo di firmare una petizione tutti quanti e di inviarla alle istituzioni preposte. Non lasciare che gli altri decidono senza sentire la nostra opinione, siamo in un paese democratico. Quello che vogliono è la tua indifferenza, la tua totale assenza, disobbediamo; e diciamo tutti in coro No!Ciao a tutti.. e fatevi sentire :D
  • Anonimo scrive:
    copiright internet
    Ciao a tutti,vorrei un'informazione. E' legale, o possibile con pagamenti, mettere in un sito (cioè rendere disponibile per un download), per esempio, degli episodi di un cartone già trasmesso in TV? Oppure c'è da pagare un copiright? Se sì, cosa bisogna fare esattamente?PS: io ho anche sentito dire e letto su alcuni siti che gli episodi sono lì per scopo dimostrativo e che bisogna cancellarli dopo 24 h. E' legale questo?Grazie mille,Lisa
  • Anonimo scrive:
    A KE CI SERVE LA BANDA LARGA
    a ke ci serve la banda "larga" (ci truffano anke su quella che nn è garantita) se il P2P muore?
  • Anonimo scrive:
    DL urbani
    ignaro dell'esistenza di questo decreto legge del 24 marzo 2004, solo ieri ho sentito in televisione che tale decreto esiste ed è " congelato " in attesa di eventuali modifiche e/o approvazioni. il mio dubbio è questo: ma chi ha condiviso film ( stranieri ), da quando è stato emanato il decreto ad oggi, ha commesso illeciti punibili oppure visto che tale decreto è ancora in discussione non ha ancora validità?infine, e scusate la lunghezza, una eventuale multa o chissà quale altra punizione per tali orribili crimini contro l'umanità, indicherà dettagliatamente titoli, lunghezze dei film scambiati, dando una bella botta alla privacy individuale? cortesemente, rispondete!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: DL urbani
      io o solo paura dei spyware, del resto fan c..o io continuo a scaricare e vedremo cosa sucede, comunque sono totalmente contro sta merge di lege, almeno chi la usa per se che non li rompi ............. e giusto di punire queli che vendono!!!, se no a cosa si usa internet, giri solo a guardare cazzate e basta. NON E MICA GIUSTO.by lucky
  • Anonimo scrive:
    il governo dei clown
    piu che di un governo della casa delle liberta e un governo delle liberta mancate oppure concesse a chi ne ha gia troppe mafiosi evasori fiscali e vari delinquentelli.... invece di perseguitare i cittadini pensate a creare posti di lavoro e degli stipendi piu equi vedrete che la gente ne gioverebbe avete le ore contate come governo e volete far vedere tutta la vostra prepotenza e superiorita caro berlusca tuo compare spanolo e caduto tuo cugino bush e in brutte acque le vostre mentalita assolutiste fanno pena .
    • anath scrive:
      Re: il governo dei clown
      - Scritto da: Anonimo
      piu che di un governo della casa delle
      liberta e un governo delle liberta mancate
      oppure concesse a chi ne ha gia troppe
      mafiosi evasori fiscali e vari
      delinquentelli.... invece di perseguitare i
      cittadini pensate a creare posti di lavoro
      e degli stipendi piu equi vedrete che la
      gente ne gioverebbe avete le ore contate
      come governo e volete far vedere tutta la
      vostra prepotenza e superiorita caro
      berlusca tuo compare spanolo e caduto tuo
      cugino bush e in brutte acque le vostre
      mentalita assolutiste fanno pena .Le cazzate e i toni prepotenti sono tipici dei vigliacchi come te, che non hanno neanche il coraggio di firmarsi.Dimmi cosa ha fatto di buono la sinistra in passato e nel presente per le libertà in internet e sulle nuove tecnologie!E magari nel frattempo, studiati un po' di italiano...
  • Anonimo scrive:
    non c'e piu democrazia
    ragazzi facciamo qualcosa ci tolgono tutto,non è possibile...:D
  • dave89 scrive:
    come avere il copiright??
    un'informazione...io voglio pubblicare 1 sito con alcuni miei disegni ma nn so come avere il copiright...se voi lo sapete mandatemi tutte le informazioni possibili alla mia mail (dvarennadesign@hotmail.com ) ve ne sarò molto grato.saluti a tutti.davide
  • Anonimo scrive:
    CADUTO?
    http://www.camera.it/_dati/leg14/lavori/odg/cam/fascicoli/20040331/20040331p4833.htmke dice qui??e voi ke dite? nn credo ai miei okki...SPIEGATEMI!!!!!!:)
    • Anonimo scrive:
      Re: CADUTO?
      Possibile che nessuno SA LEGGERE!!!!Quella è una Pregiudiziale dei DS!!!!Per chi non si intende di lavori parlamentari, è una proposta da votare PRIMA della discussione del Decreto, che se venisse accolta (improbabile) allora boccierebbe sul nascere il decreto così com'è..... ma questo non è ancora avvenuto!Capito ora?
  • Anonimo scrive:
    più soldi alla mafia
    il ragionamento è semplice: Si venderanno sempre + Dvd al mercato dei veri pirati. Purtroppo noi tutti sappiamo che i soldi delle vendite non vanno tutti in tasca a coloro che vendono....E SAPPIAMO TUTTI CHI COPRE QUESTE VENDITE..... CARO MINISTRO, CON QUESTO DECRETO LEI HA FATTO IN MODO CHE NELLE CASSE DELLA MALA, CIRCOLI UNA BELLA SOMMETTA IN +. = + ARMI, = + CRIMINE.... COME MI RISPONDEREBBE A QUESTO?.
  • Anonimo scrive:
    Boicottiamo il cinema dei miliardari!
    I grande Ministri pensano di finanziare solo le loro attività ... il LORO cinema ed il LORO calcio ... ma perchè non finanziate la ricerca sul CANCRO o sulla LEUCEMIA? Forse perchè non avete di questi mali... ma spero che vi vengano presto!!!Guardate in Spagna cosa e' successo; la stessa cosa succederà in Italia; ragazzi facciamoci il culo ....... ; ricordiamoci di quello che hanno fatto quando andiamo a votare; RICORDIAMOCELO bene; non andate a vedere il cinema; non guardate quelle cazzate di programmi per handicappati che trasmettono sulle reti di Medias***; non comprate il decoder digitale; non andate a vedere le partite di calcio e soprattutto disdicete l'abbonamento ADSL; ci basta anche la 56K per navigare e dire quello che pensiamo; ma RICORDATE: FACCIAMOCI UN CULO COSI'; questi VERMI e MENDICANTI la dovranno pagare cara!
  • Anonimo scrive:
    un pensierino al referendum ce lo farei
    "Il referendum abrogativo è disciplinato dall'art.75 della nostra costituzione, si ricorre a questo tipo di referendum per deliberare l'abrogazione parziale o totale di una legge quando lo richiedono cinquecentomila elettori o cinque consigli regionali...." 8)Strano che nessuno abbia pensato a questa eventualità..forse perchè 500mila firme nn sono poche!!Però pensate....a chi giova questo decreto?...o meglio..a chi porterà problemi?? rispondiamo dicendo "un bel po' di gente" se consideriamo il cospiquo numero di utenti..e i provider stessi che oltre al compito arduo di "guardiani", rischiano un pesante taglio sul numero dei contratti adsl (roba da sadici!).Quindi..nel caso il decreto venga tramutato in legge tra poco meno di 2 mesi(sono pessimista purtroppo :( )..legalmente parlando rimarrebbe solo il referendum come ultimo appiglio....vedremo cosa accadrà...:o
    • Anonimo scrive:
      Re: un pensierino al referendum ce lo farei
      Tanto per cominciare darò immediatamente la disdetta a Fastweb, e poi , alle prossime votazioni..........Mario
      • Anonimo scrive:
        Re: un pensierino al referendum ce lo farei
        speriamo che gli provider avrano qualcosa da dire, visto che sarano lori che ne sofrirano di bruto, sto pensando di desdire al alice, se la cosa va avanti lo facio e penso che non sono l'unico che la pensa cosi! by luckyps: intanto scarico e di bruto, vediamo cosa sucede!!!
  • Anonimo scrive:
    differenza tra legge e decreto..
    allora spieghiamo una volta per tutte questa differenza che a tanti e ignota..ogni girno leggo.. ormai e finita il decreto e passato il legge... allora un decreto legge.. quando viene pubblicato sulla gazzetta ufficiale... non diventa legge.. ha solo una validità di 60 giorni (come in questo caso il decreto urbani).. scaduti i 60 giorni.. il decreto viene esaminato dal parlamento.. se e necessaria si fa qualche modifica.. o si lascia invariato.. poi passa al presidente per la firma.. se firma diventa legge... se non firma o tanto meno il parlamento non lo conferma..... basta è finito.. ritornerà tutto come prima... in italia il presidente ha sempre firmato.. tranne per la legge che imponeva l'obbligo del digitale terrestre...sperimao che non firmi neanche sto qua....cmq aspetate a disdire l'ADSL... non si sa mai... avete fede...ciao ;-)
  • Anonimo scrive:
    ma che colpa abbiamo noi
    Mi permetto di sottolineare che sono un assiduo frequentatore della rete, e trovo scandaloso che il mio indirizzo ip possa venir segnalato alle autorità senza ne preavviso ne spiegazioni sull'uso ipotetico del materiale scaricato; in fin dei conti io pago la connessione e le relative tasse per accedere ad un servizio che per sua natura mette il mio pc in connessione con altri pc se io con questi scarico un brano musical o un film e me lo vedo io per questo ho già pagato delle tasse e così il pc dove mi sono connesso, quindi ho già pagato dei diritti. Giusto è colpire chi fa copie di queste e smercia lucrando, ma coloro son da ricercare per strada. Personalmente penso che è un sistema per far entrare soldi allo stato togliendoli dagli utenti più poveri, che trovando comodo poter vedere un film al pc senza potersi permettere il prezzo di un dvd o di cinema trovandolo il file compressi e non sempre ben visibili, si accontenta e scarica. Chi ha i soldi paga il prezzo del biglietto del cinema o il prezzo del dvd e se ne infischia dello scaricare , quindi ritengo ingiusto spiare e punire chi condivide file.     G.P.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma che colpa abbiamo noi
      il discorso è che nel testo del Decreto legge non viene specificato come faranno ad applicare i controlli.La stessa associazione dei Providers italiani si è decisamente preoccupata del compito di guardiani che gli viene demandato.Il fatto è che i providers non hanno strumenti coì sofisticati da filtrare ogni pacchetto trasmesso o ricevuto per vedere cosa contiene (forse perchè non ne avevano bisogno o perchè costano molto) l'unica cosa che sono in grado di fare è discernere traffico dati da traffico audio.Cio comunque non toglie che il p2p come lo abbiamo vissuto fino ad oggi non esisterà più (per ora?: ) e se ora colpiscono per i film ...poi sarà la musica e altro ancora.Vedremo cosa si inventeranno, vedremo se per fare quello che il D.L: Urbani chiede gli isp dovranno ledere il diritto alla privacy....scusate la lunghezzaMefi.
  • Anonimo scrive:
    e mo so azzi!!
    http://www.gazzettaufficiale.it/guri/atto_fs.jsp?sommario=true&service=0&expensive=0&dataGazzetta=2004-03-23&redazione=004G0103&numgu=69&progpag=1&sw1=0&numprov=72 diventa legge domani!!!!!!:'( addio mia cara adsl!
    • Anonimo scrive:
      Re: e mo so azzi!!
      - Scritto da: Anonimo
      www.gazzettaufficiale.it/guri/atto_fs.jsp?som

      diventa legge domani!!!!!!:'( addio mia cara
      adsl!no asd dal 25 viene applicata ma non diventa legge, ora passa alle Camere dove decideranno se trasformarla in legge...un barlume di speranza ancora resiste :| anche se non ci credo molto...ciao(troll)
  • Anonimo scrive:
    cosa sperano di cambiare?
    Non capisco cosa sperano di cambiare con questa legge. Io personalmente scarico i film e altro, vado al cinema, compro dvd e cd musicali. Mi tolgono il p2p, ok! disdico adsl. Ma la mia frequenza di andare al cinema rimane la stessa visto che vado solo a vedere i film che vale la pena di vedere al cinema. La musica idem, compro quelli che mi interessano e che mi fa piacere avere il cd originale, per gli altri, che ascolterò una o due volte, si torna a farsi prestare i cd, o dal marocchino. Sono solo capaci a prendersela con gli utenti e non con chi fa veramente commercio con la pirateria. 2000 euro di multa, neanche se vado a 200km in autostrada è così cara, e lì rischio di ammazzare qualcuno!
  • Anonimo scrive:
    Per quelli che la mettono sul politico..
    Vedo che molti con la solita demagogia criticano il decreto Urbani non con critiche al decreto stesso ma solo per attaccare il governo di centrodestra.Ora a questa moltitudine pongo una domanda:Quel tale che dice spesso " cose di sinistra ", che girotonda ogni volta che le cose vanno ( ai suoi occhi male ), che critica fin dall'inizio di questa legislatura ogni tipo di legge e decreto... come mai in questi giorni non si vede nemmeno in fotografia sui giornali???Chi e' il personaggio misterioso???Nanni " Girotondo " Moretti
    • mottavio scrive:
      Re: Per quelli che la mettono sul politico..
      - Scritto da: Anonimo

      Quel tale che dice spesso " cose di sinistra
      ", che girotonda ogni volta che le cose
      vanno ( ai suoi occhi male ), che critica
      fin dall'inizio di questa legislatura ogni
      tipo di legge e decreto... come mai in
      questi giorni non si vede nemmeno in
      fotografia sui giornali???

      Chi e' il personaggio misterioso???
      Che c'entra Moretti con stà storia? Sei d'accordo col decreto di F..... di P.....? Bravo,.... però se ti scopri in casa o in macchina un cd, una musicassetta o una video cassetta taroccata devi autodenunciarti, pagare l'ammenda e farti mettere con nome e cognome su un quotidiano nazionale e su una rivista del settore.... sono norme fasciste della legge del '41 che F..... di P..... ha ripreso! Bel liberale!!!
      Nanni " Girotondo " Moretti
      • Anonimo scrive:
        Re: Per quelli che la mettono sul politico..
        Se hai inteso bene, mi riferivo a quelli che la mettevano sul politico...Per quanto riguarda Moretti c'entra eccome, e mi riferisco alla sua... " professione ".... e', o non e' parte in causa???Per quanto riguarda il decreto per se, e' ovvio che non sono d'accordo, ma non la metto sul politico per criticarlo, il decreto fa schifo in se'.. non per chi lo ha proposto, tenendo presente che inasprisce una legge gia' in vigore da sempre, non certo inventata su due piedi...
        • mottavio scrive:
          Re: Per quelli che la mettono sul politico..
          - Scritto da: Anonimo
          Se hai inteso bene, mi riferivo a quelli che
          la mettevano sul politico...

          Per quanto riguarda Moretti c'entra eccome,
          e mi riferisco alla sua... " professione
          ".... e', o non e' parte in causa???

          Per quanto riguarda il decreto per se, e'
          ovvio che non sono d'accordo, ma non la
          metto sul politico per criticarlo, il
          decreto fa schifo in se'.. non per chi lo ha
          proposto, tenendo presente che inasprisce
          una legge gia' in vigore da sempre, non
          certo inventata su due piedi... Questo è vero, ma la legge è quella fascista del '41!
          • Anonimo scrive:
            Re: Per quelli che la mettono sul politico..
            Mottavio, che ci vuoi fare??? di dx di sx di centro, sono tutti uguali, basta che non si tocchino le loro saccocce il resto e' fuffa, vedremo come si evolvera' la situazione, ma, come molti hanno detto ed in particolare jessica ( un plauso alla ragazza per come ha scritto la sua lettera aperta ), il p2p e' tutt'altro che di danno alle varie major e case di produzione cinematografiche, anzi un buon veicolo pubblicitario, forse lo capiranno e forse no, ma sicuramente ( napster docet ) morto un p2p... se ne fa un altro ;-)))
    • Anonimo scrive:
      Re: Per quelli che la mettono sul politico..

      Quel tale che dice spesso " cose di sinistra
      ", che girotonda ogni volta che le cose
      vanno ( ai suoi occhi male ), che critica
      fin dall'inizio di questa legislatura ogni
      tipo di legge e decreto... come mai in
      questi giorni non si vede nemmeno in
      fotografia sui giornali???

      Chi e' il personaggio misterioso???

      Nanni " Girotondo " MorettiNon mi pare che Moretti abbia espresso la propria opinione in merito, le uniche voci che si sono sentite sono state quelle delle case di distribuzione (pro D.L.) e delle associazioni ci consumatori (contro) e quelle dei provider (boh, sperano solo di campare).I film italiani, di valore artistico, potevano essere visti anche da chi non li avrebbe sicuramente mai visti in sala e viceversa.
      • Anonimo scrive:
        Re: Per quelli che la mettono sul politico..
        I film di moretti tanto chi cazzo se li copia???Manco aggggratis mio cugggino se li vede!!!:s
        • Anonimo scrive:
          Re: Per quelli che la mettono sul politico..
          - Scritto da: Anonimo
          I film di moretti tanto chi cazzo se li
          copia???
          Manco aggggratis mio cugggino se li vede!!!
          :s...effettivamente...^^'
      • Anonimo scrive:
        Re: Per quelli che la mettono sul politico..
        Appunto... Moretti non si e' espresso per nulla, cioe' latita, ed e' proprio questo che rimarcavo..Lui e' un regista, quindi il decreto lo riguarda interamente ( o quasi ), eppure al contrario di altre volte si e' ben guardato dal fare sentire la sua voce ( di sinistra ?? ), anzi, ha fatto come certi politicanti che per non sporcarsi le mani decidono l'astensione invece che prendere la posizione netta.... vedila come ti pare ma questo e' puro calcolo...Rimango comunque nella posizione principale rivolto al decreto in se, FA SENZA DUBBIO SCHIFO e sicuramente ci saranno conseguenze ( danni collaterali )...
        • Anonimo scrive:
          Re: Per quelli che la mettono sul politico..
          Non lamentatevi quando sarà troppo tardi.Ve lo stanno mett.endo lì e sembra che non ve ne importi nulla....è proprio sulla gente come voi che loro contano.p.s. detto fra noi ...ma siete gay ?
  • Anonimo scrive:
    al primo caso di sanzione....
    al primo caso di sanzione sicuramente disdico l'abbonamento,ma per ora scarico con tutti i 640Kb/s che ho.Il ministro fa paura per la sua ignoranza,e a parte il fatto che perderanno le prossime elezioni,al cinema non ci entrero piu,e certo non mi vedranno comprare cd musicali per 20 euro.Le leggi le faccia chi è competente
    • Anonimo scrive:
      Re: al primo caso di sanzione....
      Semplice, basta non andare più al cinema e non comprare cd musicali,aspettiamo che escano i dvd e ce li masterizziamo(dvd decripter ha vinto la causa contro le case cinematografiche)e in più si disdicono le linee veloci,che a questo punto non servono più a un ca.......volo!!!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: al primo caso di sanzione....
        infatti...e se sperano che usufruiamo della gentile concessione della telecom (passaggio dalla 256 alla 640) per sputtanare soldi in "Rosso Alice" e monate varie...che stiano freschi!Tanto sto "favore" mica lo hanno fatto per noi....tanto x cambiare!Non si scaricherà +? Ok...andrò a noleggiare i dvd all'esselunga e poi me li copio...
  • Anonimo scrive:
    BERLUSCONI NON SCARICA PERCHE:
    • Anonimo scrive:
      Re: BERLUSCONI NON SCARICA PERCHE:
      - Scritto da: Anonimo
      CORDIALI SALUTI FALCE E MARTELLOpassino gli errori di battitura... ma con questa firma ti sei rovinato.non so se odiare di più un fascista che esercita con eleganza o un ignorante che manifesta il proprio camunismo retrogrado.
      • Anonimo scrive:
        Re: BERLUSCONI NON SCARICA PERCHE:
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        CORDIALI SALUTI FALCE E MARTELLO

        passino gli errori di battitura... ma con
        questa firma ti sei rovinato.
        non so se odiare di più un fascista
        che esercita con eleganza o un ignorante che
        manifesta il proprio camunismo retrogrado.soprattutto il "camunismo"
  • Anonimo scrive:
    VERRA' IL GIORNO
  • Anonimo scrive:
    ASSURDO...
    ho parlato con il 187 per avere qualke info in più o meglio direttamente sul decreto urbani...la bella signorina mi ha risposto ke gli album vanno scaricati un po' per volta!!!perchè se scaricati interamente si va contro la legge!!!!!!(nn ha parlato di file video,divx,dvd, o quant'altro..mi ha parlato solo di dl di mp3 illegali se scaricati tutti insieme)...ASSURDOOOO!!!MA KE KAZZO DI GOVERNO!!!!METTETEVI DACCORDO ALMENO!!!!!MI FATE VOMITARE!!!!e cmq se è così,qualkosa ai provider è stato detto di fare ed io nn mi espongo al riskio!!!ma forse kiudono gli okki e fanno finta di niente!!AHHHH scordavo di dirvi ke la bella signorina al tel quando gli ho detto ke nn serviva avere la linea adsl se la privacy andava a farsi fottere...sapete cosa mi ha risposto?!?!signore: LEI HA RAGIONE MA NN CI E' STATO COMUNICATO NIENTE ANKORA DI UFFICIALE!!!!ke dirvi a me viene da ridere.....è da portare a striscia la notizia sta cosa!
    • Anonimo scrive:
      Re: ASSURDO...
      anche te che chiami il 187 pensando di parlare con il governo.... mah
      • Anonimo scrive:
        Re: ASSURDO...
        - Scritto da: Anonimo
        anche te che chiami il 187 pensando di
        parlare con il governo.... mahguarda ke nn ho parlato con il 187 pensando di parlare con il governo!!ho parlato per farvi vedere ke sono i primi a nn sapere o meglio a nn capire una mazza di quello ke sta succedendo...(oppure fanno finta=essere scemi) eh poi se io voglio alcune info su questa cosa,logicamente mi informo dal mio provider!!!!o no!?ma perfavore...
        • Anonimo scrive:
          Re: ASSURDO...
          nn è vero ke la telekom nn ne sa un caz** mi sono trovato un bel file log ke mi riportavi i bad IP.. ci ho trovato l'inferno!! dalla RIA alla TELECOM ... ci spiano..
  • Anonimo scrive:
    Solo cinque parole!
  • Anonimo scrive:
    Dio docet...
    "...e la terra sara' abitata solo dai giusti. I Malvagi DEVONO essere tolti di mezzo."Urbani...Berlusca...VIA!
  • Anonimo scrive:
    Re: Propongo azioni di massa!
    (linux) Non so voi ma io proporrei1. mobilitazione di massa con tanto di corteo fino al Ministero delle Telecomunicazioni2. Ricerca di metodi alternativi tipo p2p anonimi (ES5??) che bipassino il problema dei controlli tramite la criptazione delle transazioniNon credo che la rescissione del contratto con i providers porti a qualcosa di concreto, paradossalmente ciò si tramuterebbe in enormi spese (disattivazioni e attivazioni costano) per gli utenti ma non solo, adducendo come motivazione l'incompletezza del servizio offerto, si ammetterebbe l'uso "illecito", quindi si potrebbe rischiare sanzioni e controlli ugualmente.Come al solito in questo paese si preferisce fare assistenzialismo alle aziende e penalizzazioni delle classi meno forti economicamente, con il conseguente aumento della frattura tra gli stati sociali, come al solito sono più importanti gli interessi economici di alcuni che della massa (vedi l'euro e gli aumenti dovuti alla truffaldinità dei commercianti, la massa soffre e i "forti" godono, è uno scempio).Internet è e sarà sempre uno strumento LIBERO e tale deve rimanere, non riusciranno a bloccarci. Nella peggiore delle ipotesi vi ricordo che esistono degli stati (astalavista insegna) dove le leggi sul copiright sono "leggermente" diverse e credo che pubblicare info su come fare cosa non dovrebbe essere un problemaURBANI in esilio per tradimento della comunità internet
  • Anonimo scrive:
    Sarebbe stato troppo furbo...
    ...se invece di varare decreti così arguti avesse contrattato con qualcuno per far aprire un bell'AMAZON ITALIANO, vero ???Eh sì...Perché dietro si sarebbe celata la conoscenza dei nuovi media, l'analisi di mercato di queste strutture ormai insostituibili ed amate da TUTTI GLI USERS DEL MONDO..Eh sì...Sarebbe stato troppo intelligente concepire una politica del genere per aiutare questo "mercato" che a detta vostra si crogiola nella crisi.Sa, ci sono delle produzioni (sia musicali che cinematografiche) che in Italia non recupero nemmeno pregando in aramaico e mi ritrovo puntualmente costretto a chiedere all'Amazon americano o inglese che, ligi al loro dovere ed alla loro professionalità, mi hanno SEMPRE recapitato il tutto nei tempi DA LORO STABILITI...E' chiaro che mi incupisce non poco notare che magari spendo di + in spese di spedizioni che non in materiale vero e proprio (talvolta), ma la LORO serietà e concretezza in tutti questi anni non l'ho MAI trovata in NIENTE in Italia..A volte, pensi l'assurdo, devo chiedere all'Amazon di importarmi dei dischi italiani rari per poi RISPEDIRLI in Italia a casa mia....Perché ? Semplice.......perché nei negozi nn si trovano e laddove esistano entità italiane disposte a sbattersi per la mia ricerca, mi fanno pagare IL DOPPIO di quanto mi costa tutta questa trafila "italia-usa-italia".Singolare, non trova ?Purtroppo non ho nemmeno un miliardesimo di quanto servirebbe per aprire un servizio del genere qui da noi, ma una cosa ce l'ho : materia grigia attivissima !!!Fossi stato in lei, avrei puntato su quello piuttosto che aiutare gli "amici" coi loro nuovi portali o con i loro nuovi films.Sarebbe riuscito a far entrare nello Stato un quantitativo spropositato di soldi inattesi (pensi solo a tutti gli emigrati desiderosi di restare in contatto ANCHE con la proverbiale ed antica cultura italiana...sono solo QUALCHE MILIONE DI PERSONE), aumentando addirittura l'export e creando VERAMENTE qualche posticino di lavoro in più.Ha preferito agire così.Questioni di scelte.Peccato.Ha scelto il peggio possibile....La prossima volta si faccia aiutare.Da chi è competente, non da chi è arrivista....Auguri
  • Anonimo scrive:
    Leggendo le FAQ di RossoAlice...
    ...nella sezione musica, scopriamo tutte queste belle cose :-----------------------------------------1) Quali sono i requisiti minimi del computer per ascoltare la musica che acquisto?Per ascoltare la musica acquistata occorre verificare di avere :- Windows 98 Second Edition, ME, 2000 o XP installato (se hai Win NT, Win 95 Win 98 prima edizione o Mac non è possibile ascoltarei brani acquistabili in Music Box) - Windows Media Player versione 9.0 o successive (Windows Media Player 9 può essere installata gratuitamente)- Internet Explorer 5.5 o successivi[COMMENTO] :Non solo non è minimamente cagato Linux.........ma parlano (in veste di espertoni) di problemi ANCHE con OS Win vecchi !!!!!!!!!!!-----------------------------------------2) Quali sono i formati dei file che posso comprare?Tutti i file musicali scaricati su Rosso Alice sono in formato WMA, leggibili con Windows Media Player 9[COMMENTO]Non solo potrei tranquillamente NON VOLERE UN WMA, ma soprattutto, non si accenna minimamente alla "qualità" del medesimo file (per altro vedo files da 4 Mb e quindi non mi aspetterei dei vbr fatti con EAC...).E poi, dulcis in fundo, per la mitica PAR CONDICIO (che Brunone Vespa ci spalma sui marroni tutte le notti) si sotiene che il file è leggibile con il WMP............e basta ??? Mmmmmm, avrei preferito una cosa tipo "con lettori wma compatibili, AD ESEMPIO WMP"...)-----------------------------------------3) Cosa posso fare della musica che ho acquistato?Puoi scaricarla sul tuo PC tramite la procedura di download e quindi ascoltarla quando e quante volte vuoi dal tuo PC; puoi masterizzare ogni brano per un massimo di 3 volte e trasferirlo su un device che supporta il formato WMA (sempre per massimo 3 volte).[COMMENTO]Oh, bella ! Volete anche suggerirmi la marca di cd vergine od il modello di autoradio ???E se l'HD mi si rompe/brucia/formatta/virus PRIMA che io abbia potuto masterizzare il file ?Se avessi il cd originale non succederebbe niente, quà perdo tutto invece ....solo che me lo fai pagare secondo le regole del CD ORIGINALE e sicuramente non me lo faresti ri-scaricare...quindi lo dovrei ricomprare.............Mmmmm i dubbi aumentano.....-----------------------------------------4) Come faccio a masterizzare le canzoni su CD?Per masterizzare le canzoni è possibile utilizzare WMP 9 o un altro programma di masterizzazione[COMMENTO]Come ma quà vi siete ricordati la stringa "o un altro programma compatibile" ?????????-----------------------------------------5) Come faccio a scaricare nuovamente un file che ho già scaricato con successo?Il processo di download che è stato portato a termine con successo (cioè compare la scritta ESEGUITO a fianco del brano acquistato) non potrà essere ripetuto in seguito. Se il file scaricato viene erroneamente cancellato dovrà essere acquistato nuovamente.[COMMENTO]Ah ahhhhh.........guarda quà che bell'inghippo : praticamente mi state OBBLIGANDO a spendere altri soldi per masterizzare il/i file/s, a prescindere dalla mia volontà di farlo...altrimenti corro il rischio di pagare questo cd di wma IL DOPPIO di quello che mi costerebbe un CD ORIGINALE...-----------------------------------------6) Perché il sito mi dice che non posso vedere l'evento live?Perché evidentemente ci sono troppi utenti connessi contemporaneamente e sorgono problemi di sovraccarico della rete[COMMENTO]Toh...mettiamo anche le mani avanti su eventuali congestioni della Rete/Servers. Col P2P non c'erano questi problemi, o quantomeno non me li aspetterei da un colosso INFINITAMENTE più grande/ricco/potente di un misero hub/channel.....-----------------------------------------Qualcosa non mi torna.....A parte il fatto che un databse "ricchissimo" è quantomeno opinabile per questione di gusti personali (in fin dei conti con la piccola equazione 4Mb : 1canzone = X : 400.000, se ne ricava un golosissimo 400.000canzoni = 1.6 Tb, risultato quantomeno RIDICOLO parlando in termini di share e di scelta)......dicevo, a parte questo, mi pare che ci siano delle "imposizioni" un po' troppo forzate....A voi la parolaDiffondiamo queste cose...
  • Anonimo scrive:
    Signor Urbani,lei non conosce la rete!
    Signor Urbani,mi rammarica molto quello che si e' inventato in questi suo decreto,si perche' si tratta proprio di questo....ha inventato qualcosa contro internet e i naviganti per cercare di rattoppare chissa' cosa.Vede signor Urbani,lei sicuramente sara' pure un ottimo lavoratore,in fin dei conti lei fa la sua parte per i beni culturali,lei ha scritto sempre fogli,ha sempre vissuto nel mondo teorico delle cose,(la carta appunto) senza sapere minimamente cosa sono le nuove tecnologie,le risorse che offre,le opportunita' di lavoro,e tutto quello che e' internet, lei come fa a presentare un decreto cosi' sprovveduto,cosi' perentorio nella sua inadeguatezza,cosi' colpevolizzante.Un decreto che parla chiaro su quello che pensa e fa il governo a discapito degli utenti.La popolazione non si tratta in questo modo,e' facile colpevolizzare a tappeto comunque di reati difficilmente accertabili,come fa perfino a chiedere ai provider di fare i 'guardiani' degli utenti,vedere cosa fanno,dove vanno,e poi la privacy?? E i provider come fanno ad accettare simili compiti che non li riguardano minimamente?!!!Signor Urbani,inizi a rivedere il suo insensato decreto,non dia i soldi alle major che gia ne hanno tanti,faccia a modo di accettare le nuove tecnologie,non ne abbia paura come una minaccia,all'inizio l'uomo non volava,poi ha volato,ma la cosa sicuramente era molto pericolosa e quindi gli aerei si sono sempre migliorati e ora tutto il mondo li usa e ne trae grandi benefici.Poi si e' andati sulla luna,si e' inventato il telefono,il mondo va avanti e lei lo vuole mandare indientro invece.E' certo giusto che chi crea per il pubblico abbia il diritto di esser riconosciuto anche economicamente ma il suo sembra un modo di colpevolizzare a tutti i costi.Si ha quasi l'impressione che voglia fermare il vento!! Internet e' come il vento....chi riesce a fermare il vento ???! Lei signor Urbani??Su che base i provider dovrebbero iniziare a controllare i movimenti dei loro utenti?? Che diritto hanno di farlo invadendo la privacy??! Quanto sarebbe invece piu' ragionevole,giusto,creare un sistema di vendita legale online con prezzi popolari, o con abbonamenti mensili,per invogliare gli utenti a migrare verso queste nuove soluzioni senza cosi farli sentire 'ladri' ???!Perche' non studia qualcosa che sia pro per tutti invece sempre qualcosa che e' contro a tutti ????UNa soluzione vantaggiosa per l'utente e le major sarebbe un portale di vendita di films,musica e quanto altro di interessante per il grande pubblico,con tariffe flat o per l'utente occasionale una sorta di 'pay per download'.Telecom ha aumentato le bande, gli utenti con offerte economiche simili sarebbero molto invogliati,e nuovi se ne creerebbero sicuramente.La realta internet e' alla sua portata signor Urbani, cosa serve ucciderla, perche' non pensa in questo senso?? Si faccia consigliare da veri esperti del settore,facci aun sondaggio, si informi personalmente, metta daccordo tutti, e tutti la ringrazieranno alla fine.Con rispettoPaolo
  • Anonimo scrive:
    informiamo gli AMICI
    Piccola proposta per ovviare alla mancata informazione da parte dei media sul decreto urbani: apriamo i nostri prg. p2p senza scaricare niente e teniamo in condivisione soltanto un file di testo che informi della situazione i nostri ignari amici, compagni, che con noi condividono file e disgrazie.Non lasciamoli in balia di questi rischi...
  • Anonimo scrive:
    Urbani: il solito politico idiota
  • Anonimo scrive:
    C'è solo da dire 5 parole.....
    ........Italia di oggi fai SCHIFO!
  • Anonimo scrive:
    LOL
    e vai di bustarelle, prosciutti ,salami, culatelliquesta è l'italia di oggi un paese di merda ...
  • Anonimo scrive:
    CHIEDERE INFO PER DISDIRE lADSL CONVIENE
    Dopo aver chiamato ieri per chiedere informazioni sulla disdetta del mio abbonamento adsl, oggi mi hanno chiamato dal mio provider per chiedermi il motivo e per offrirmi uno sconto di 40 euro per il prossimo anno.Io le ho spiegato che disdetto a causa dell'approvazione del decreto legge Urbani che limita la privacy dell'utente oltre a limitare l'uso del peer to peer e quindi rende ingiustificata una spesa di 40 euro al mese per l'adsl.DISDIRE CONVIENE E ATTENTI PERCHE' DOVETE DISDIRE 60 GIORNI PRIMA (ALMENO PER IL MIO PROVIDER) DELLA FINE DELL'ANNO CONTRATTUALE.Fate come me.Cmq, spero che questi non li voterà più nessuno.
    • Anonimo scrive:
      Re: CHIEDERE INFO PER DISDIRE lADSL CONVIENE
      io credo che ci sia ancora qualcuno che voterà ancora questi qui...io no (stanne certo) mai votato destra
    • Anonimo scrive:
      Re: CHIEDERE INFO PER DISDIRE lADSL CONVIENE
      Forse sarà kosi' x il tuo provider ma nn per ALICE :( ekko a voi l'altra fregatura Telekom.. il kontratto alice nn puo' essere disdetto prima di 24 MESI dalla sua attivazione... è critto nelle clausole del contratto stesso!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: CHIEDERE INFO PER DISDIRE lADSL CONVIENE
      spero che farano qualcosa al riguardo, chiedo anche io la disdeta!!!
  • Anonimo scrive:
    Alle prossime elezioni...
    me ne ricorderò di questo caro urbani: mai più il mio voto a voi!!!!!!!!!!!!!!!!PS: Si assumerà anche la responsabilità del fallimento della banda larga dopo aver dato l'incentivo?????????
    • Anonimo scrive:
      Re: Alle prossime elezioni...
      Sai cosa gli può interessare del nostro voto...L'importante è che i ministri del governo hanno già la pensione assicurata e che in questi 3 anni hanno già guadagnato più di te in tutta la tua vita.- Scritto da: Anonimo
      me ne ricorderò di questo caro
      urbani: mai più il mio voto a
      voi!!!!!!!!!!!!!!!!

      PS: Si assumerà anche la
      responsabilità del fallimento della
      banda larga dopo aver dato
      l'incentivo?????????
  • Anonimo scrive:
    pensavo che l'italia ... invece....
    pensavo che l'italia fosse un paese democratico, "moderno, di larghe vedute. evviva, metteremo connessioni a larga banda per tutti, incentivi al progresso.invece le università sono sempre più povere, sempre meno fondi, meno investimenti alla ricerca; alcuni provider nazionali esultano per un adsl (abbiamo raddoppiato la banda!)che in altri paesi è ormai più che superato, e dulcis in fundo, un bel decreto che è di per sè un processo alle intenzioni: come se ogni utente adsl - fibra si fosse abbonato solo per scaricare illegalmente, a priori.scaricare cosa poi? dei film? in bassa qualità?beh che si facciano un esame di coscienza...oggi andare al cinema è aprirsi un conto alla banca del salasso: ricordo quando, non troppi anni fa, andare al cinema costava 7mila lire: adesso come minimo sono 7? (effetto euro direte), ma certe volte si arriva anche a spenderne 10?.. e dieci euro sono quasi 20mila lire! dovrei spendere 20mila lire per andare a vedere dei film che durano 1ora e mezzo e che non so neanche se meritano?in secondo luogo non credo che il p2p danneggi il mercato del cinema, anzi! ne aiuta la diffusione! quanti accessi al giorno hanno i siti che pubblicizzano i film? che rilasciano trailer (gratuiti) per invogliare la gente, screensaver, foto e quant'altro? e sono tutti siti legalissimi, delle stesse case cinematografiche! per non parlare della vendita online.. centinaia di siti vendono migliaia di dvd online (a prezzi anche rincarati), vhs e quant'altro!internet è un veicolo pubblicitario, un canale di diffusione con una potenza enorme.... così facendo si tagliano le gambe da soli!personalmente proprio grazie ad internet, ho iniziato ad apprezzare moltissimi registi/attori poco noti, ho conosciuto la bellezza delle produzioni non americane, italiane, indiane, giapponesi... vado molto più spesso al cinema, e per certi film (tipo Signore degli Anelli) sono andata più volte per ogni episodio, felice di spendere quella barcata di soldi perchè il film lo meritava. certe produzioni (americanate galattiche alla terminator o italianate stile natale-in giro per il mondo) non mi interessavano prima, e non è certo a causa del p2p che non vado al cinema a vederle: non ci andavo prima del p2p, non ci andavo durante il p2p, e non ci andrò in futuro, che il p2p ci sia o meno. la cosa che mi dà più fastidio di questo decreto, è che in qualche modo "legalizza" il controllo del traffico personale su internet: è come se al posto di ogni nickname ci fossero nome cognome e dettaglio del traffico, come se ogni provider fosse autorizzato a leggersi la cronologia di ogni utente: questa per me è una volazione della privacy. perchè devono controllarmi se non sto facendo nulla di male?
  • Anonimo scrive:
    Davvero vergognoso.
    Senza parole.
  • Anonimo scrive:
    italia un governo una schifezza!!!!
    complimenti governanti sarete contenti delle vostre scelte logikamente a vostro favore .....perke qualkuno dovra ingrassarsi o no?.....questa legge urbani non e altro che una conferma su quanto lo stato italiano regredisca anziche progredire.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                     ma poi finiamola di fare di tutt'erba un fascio siamo noi che scarichiamo un film e lo guardiamo a casa seduti tranquilli , o quelli che ne scaricano si 1 solo ma ne fanno 100 copie e li vendono a 5 euro sulle strade a mandare il cinema in rovina?(ammesso che vada in rovina perche dai dati nn mi sembra)
  • Anonimo scrive:
    se non ho capito male
    la cosa riguarda comunque SOLO I FILM e penso di non sbagliare riguardo urbani e la sua compagna invece leggete qua(che guarda un po' sta facendo spot pagati dal governo per il teatro)http://news2000.libero.it/webmagazine/17232.jhtmlcarta canta cicci
    • Anonimo scrive:
      ho capito tutto!!sono furbi!!
      ora capisco perche non ci vogliono piu far scaricare su p2p ,il colosso telecom sta spingendo per il decreto urbani.cosi una volta chiuso il p2p la telecom finalmente prendera' i soldini doppi abbonamento+quello che scarichiandate a vedere punto rosso www.aliceadsl.it scarichi film musica e giochi pensa che figo paghi 70 eurocent per canzone chiamali stupidi....
      • Anonimo scrive:
        Re: ho capito tutto!!sono furbi!!
        ma finiscila! la telecom si para il culo come puo! che c entra rossoalice! hai voglia a solo brani straconosciuti ,il bello dello scaricare e' il trovare brani che nn troveremmo! e rossoalice ha solo quelli che puoi trovare! e poi chi spenderebbe 70 cent o 12 70 per un singolo o album senza copertina o versioni alternative che generalmente il cd singolo offre??? me lo compro nn me lo scarico da alice se devo pagarlo!!!!!!! sai che guadagno ci fanno ,se fossero d accordo con urbani!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Propongo azioni di massa!
    Già fatto!!Speriamo che siano in tanti a farlo... e poi vediamo che succede!
  • Anonimo scrive:
    che fate ora?nn scaricate +?
    sinceramente nn so che fare.......
  • Anonimo scrive:
    CONFERENZA STAMPA 12 MARZO DI URBANI....
    http://www.governo.it/servizi/conferenze/ram/12-03-2004-0930.ramMAH!!!!DD
  • Anonimo scrive:
    A lavorare!!!
    scariconi:D
  • Anonimo scrive:
    Ma andate a lavorare!!!
    Il governo dovrebbe pensare alle cose serie, non al peer to peer... Signori che state nei Palazzi.. avete tutto gratis, guadagnate in un mese quello che guadagno io in un anno...Smettetela!!! andate a lavorare!!!!E comunque il peer to peer non morirà mai, farete una figura di m**** senza ottenere niente. Vi ricordate la guerra agli mp3? PERSA.Spero che il governo capisca che figura da bigotto sta facendo, antico e lontanissimo dalla vere problematiche.A lavorare.
  • mottavio scrive:
    A me piace Giuliano Urbani...
    Lo sò che il titolo non c'entra niente con il contenuto di questo post!;) Volevo solo attrarre al vostra attenzione e invitarvi a firmare la petizione che è partita dal sitohttp://no-urbani.plugs.it . Firmate numerosi. Spero che il collegamento funzioni... :$altrimenti digitate questo indirizzo nella barra del browser8) Ciao, compagni di lotta!:)
  • Anonimo scrive:
    conflitto Major-Telco operator
    C'e' un conflitto tra telco operator (carrier e produttori di equipment) e produttori di contenuti.il P2P illegale aumenta l'uso della banda.con il VOIP la fonia si depauperera' e le varie telecom hanno bisogno di far migrare gli utenti a servizi a canone che aumentino la spesa degli individui.in ultima analisi i telco vogliono vendere film, fare la tv on demand.ma il PC non e' vicino alla TV e si usa da soli, la televisione si guarda in piu' di uno. deve cambiare la architettura delle case, decoder ADSL devono entrare nelle case ed essere attaccati ai TV e la spina del telefono e' lontana dal TV e il wifi e' quasi insufficiente, soprattutto se hai anche un dispositivo bluetooth. tutt'altro che facile.il prezzo del film lo governa chi lo produce e distribuisce (non e' un caso che i megamultisala siano di proprieta' dei produttori). i margini che resteranno alle Telco saranno decisi da loro.fino a quel momento la pirateria conviene ai Telco che' gli fa vendere DSL. non lo fanno per essere paladini della liberta'. Gambardella, lobbysta di telecom Italia lo sa bene e con www.puntoit.org e i suoi amici (chi sa chi sono ?) che lo aiutano, diffondono il verbo ergendosi a paladini della liberta.cui prodest ? telecom. (gli altri ISP sono rivenditori di telecom, quindi alla fine sempre telecom; anche i contributi per il broadband).certo, il broadband e' bello, si scaricano film, musica, software in fretta. ma quanto serve all'economia di un paese ? se anche tutti i 2,8 milioni di "abbonati" ADSL in Italia comprassimo film online, chi ci guadagnerebbe ? l'azienda per cui lavoriamo o per cui lavorano i nostri genitori ? o telecom Italia e le major ?certo non la videoteca e l'edicola sotto casa che ne soffrirebbero significativamente, fino alla chiusura in molti casi, dando un contributo (negativo) alla economia.il problema e' assai complesso.ormai quasi ogni bene acquistato viene prodotto in Cina, la "fabbrica" planetaria.in Italia non abbiamo materie prime, di cosa camperemo ? come pagheremo le pensioni dei nostri genitori ? e come ci faremo le nostre ?c'e' una categoria di beni che non richiedono materie prime, che generano ricchezza e che sono ecologicamente compatibili: i beni immateriali.se non ne viene incentivata la produzione in Italia e difeso il valore, avremo tempi assai cupi. in modo assai piu' importante che in altri settori l'interesse individuale a breve termine (pagare poco un film) contrasta con l'interesse collettivo a medio lungo termine.a livello personale, spiace ammetterlo ma questa e' la situazione.vanno definite politiche che difendano il valore della proprieta' intellettuale e nel contempo vanno attuate politiche che incentivino la produzione di materiale intellettuale in Italia.poi, il mondo non e' bianco o nero, ci sono infiniti grigi e il tempo non e' immediato, ma ci sono periodi di transizione.il prodotto del lavoro intellettuale, come il prodotto di un lavoro fisico, e' un bene; Trasferirne a terzi lo sfruttamento senza il consenso del padrone, e' un furto. (il prodotto di un contadino va tutelato come il prodotto di uno scrittore: rubare un cavolo e' un furto, rubare un testo e' un furto).certo, il copyright e' un concetto obsoleto (cfr. su www.equiliber.org l'articolo sui creative commons) in quanto riduttivo. iniziano ad esistere forme di licensing meno totalizzanti che ben si adattano ad un periodo di transizione. (un cantante puo' decidere di distribiure gratuitamente un brano, per incentivare la presenza a un concerto). queste forme sono contrastate dalle major e dalle organizzazioni tipo la SIAE che cercano di difendere con i denti le loro posizioni costruite quando un modello di distribuzione digitale non era nemmeno immaginabile e pertanto di difendere il principio stesso della loro esistenza.emanare normative che tutelano la proprieta' intellettuale senza incentivare la produzione italiana, serve solo a fare un piacere ad altri paesi. all'economia italiana non serve.ad esempio, incentivare l'uso di open source software implica trasferire una parte del valore dal licensing al supporto tecnico, generando economia e reddito in loco.il broadband fa piacere a livello personale (e a telecom Italia) ma e' controproducente a livello economico per il sistema perche' e' il principale abilitatore del depauperamento dell'unica risorsa di cui dispone il nostro paese (non avendo materie prime).la connettivita' always on ubiqua a banda stretta consente di controllare dispositivi, allarmi, avere info geolocalizzate, gestire frigoriferi, allarmi, videosorveglianza (il "videolento" esiste da sempre), consente di integrare processi aziendali di distrtti economici, di collegare magazzini alla produzione alla vendita, fare elettrocardiogrammi in continuo, ecc. ecc.certo, e' meno "figo", peccato che non mi scarico i film, ma aiuta di piu' il paese.always on e' il cambio di paradigma, non broadband (per inciso, per fare anche videogame online bastano 50 kbps, quello che importa e' la bassa latenza, non la capacita) antipatico, contro gli interessi dei singoli, pero' e' cosi'.per inciso, e' anche l'unico modo per Telecom di non bruciare nel giro di qualche anno i propri ricavi di telefonia con il VOIP on net, ma se ne accorgeranno troppo tardi, perche' anche negoziare i diritti con le major e cenare con Julia Roberts, e' figo...
    • Anonimo scrive:
      Re: conflitto Major-Telco operator

      il broadband fa piacere a livello personale
      (e a telecom Italia) ma e' controproducente
      a livello economico per il sistema perche'
      e' il principale abilitatore del
      depauperamento dell'unica risorsa di cui
      dispone il nostro paese (non avendo materie
      prime).MA VAI A LAVORARE, VA!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: conflitto Major-Telco operator
      Complimenti, bellissimo intervento che darà la stura ad altri commenti: benvengano!!! Però, cortesemente, potresti anche inserire un tuo nickname, in calce ? Altrimenti il tutto diventa un "minestrone" ...Saluti da Taranto==================================Modificato dall'autore il 11/03/2004 15.19.23
      • Anonimo scrive:
        Re: conflitto Major-Telco operator
        Nessun problema, nessun nick.mi chiamo Stefano e la prima volta che ho usato la mail era il 1986...- Scritto da: Arcidiavolo
        Complimenti, bellissimo intervento che
        darà la stura ad altri commenti:
        benvengano!!! Però, cortesemente,
        potresti anche inserire un tuo nickname, in
        calce ? Altrimenti il tutto diventa un
        "minestrone" ...

        Saluti da Taranto

        ==================================
        Modificato dall'autore il 11/03/2004 15.19.23
    • Anonimo scrive:
      Re: conflitto Major-Telco operator
      il prodotto del lavoro intellettuale, come il prodotto di un lavoro fisico, e' un bene; Trasferirne a terzi lo sfruttamento senza il consenso del padrone, e' un furto. (il prodotto di un contadino va tutelato come il prodotto di uno scrittore: rubare un cavolo e' un furto, rubare un testo e' un furto).aggiungi che pure le trattenute in busta paga (senza il consenso del lavoratore) è un furto. Il trasferimento di un file non è un furto, è appunto un trasferimento, magari di qualcuno che il cd l'ha comperato. Sai quanta gente evita di comperare cd bidone (1-2 canzoni sono valide, il resto è spazzatura...) scaricando con il p2p? Ma questo è un altro discorso... Fino a Fini contrario, si mette in galera lo spacciatore non il drogato, quindi è sull'opportunità che il singolo utente ha di usufruire del p2p che bisogna accanirsi, e poi, se un giorno si scoprisse che da una lattina di coca-cola ci ricavi un qualche litro di combustibile che fai, ti fermi ancora alla Q8?
      • Anonimo scrive:
        Re: conflitto Major-Telco operator

        quindi è
        sull'opportunità che il singolo
        utente ha di usufruire del p2p che bisogna
        accanirsi, esatto, non a caso il conflitto e' tra Telco operator e produttori di apparati da un lato e padroni di proprieta' intellettuale dall'altro.la Fortou (moglie dell'amministratore delegato di Vivendi-universal) ha la questione ben chiaravediala da qs. punto di vista:da una parte ci sono: nokia, marconi, alcatel, british Telecom, Telecom Italia, Deutsche telekom, telefonica, ecc. (Europa)dall'altra ci sonoUniversal, Time Warner, news corp, Disney... (America)in europa la produzione mediatica e' minima rispetto agli USA.alla fine la Fortou, a chi da ragione ?i soldi che gli utenti spendono, li facciamo dare ai telco operator che pagano stipendi in europa o ai titolari di diritti che pagano stipendi in USA ?ma non ci sono solo fili, ci sono anche hardware e beni immateriali.l'hardware si produce in asia, il "soft"-ware (beni immateriali) in USA, i fili sono sottoterra e quindi restano in europa.non abbiamo materia prima e il costo del lavoro e' piu' alto di quello dell'asia. dimentichiamoci l'hardware in europa ( a meno della sola progettazione e prototipizzazione, ma se un cinese ruba un progetto (bene immateriale) e produce hardware in cina per i cavoli suoi ? (come Cisco dice che ha fatto la huawey))i fili sono sottoterra e non ce li toglie nessuno (a meno di OPA sulle aziende, che pero' vengono contrastate dai governi) ... dobbiamo metterci a fare soft-ware, la parte immateriale.non basta punire i furti, occorre stimolare la legalita'.non basta prendersela con il drogato, bisogna pagare di piu' le banane alla Colombia...
    • Anonimo scrive:
      Re: conflitto Major-Telco operator
      Stefano, il tuo intervento e' molto stimolante, anche perche' fa vedere le cose da un'altra prospettiva, pero' non credo che la produzione intellettuale in forma di media sia economicamente cosi' strategica.Mi pare una questione di nicchia per l'economia del paese. La proprieta' intellettuale in forma di metodologie, brevetti, esperienza e know-how ecc. mi sembra di gran lunga piu' importante, e queste forme non sono minimamente toccate dal p2p selvaggio. Tutto sommato - in sintesi - lo scambio di musica e film puo' solo far male alle major, anche alla lunga, anche guardando molto lontano. Sono ben altri i prodotti del pensiero che siamo capaci di produrre (e che non si possono scambiare nemmeno con il p2p!).Le economie locali, servizi, terziario, possono essere solo stimolate dallo scambio orizzontale, cosi' come avverra' con la sempre maggiore diffusione dell'opensource, esattamente allo stesso modo. Scaricare aumenta gli orizzonti, forse migliora la cultura e la conoscenza, ma non rende dei geni, non libera dal bisogno di trovare l'esperto.E per quanto riguarda la proprieta' intellettuale e il giusto compenso alle opere di ingegno, non sono a conoscenza di autori la cui vita sia stata rovinata dal p2p, sono convinto che faccia molto piu' danno la politica anacronostica delle major. Due cose dovrebbero cambiare: i prezzi al pubblico e la percentuale che va agli autori. Ovvero: piuttosto cerchiamo un meccanismo che renda davvero "giusto" sia il compenso agli autori sia il costo agli utenti, e che le major la smettano di piangere se i profitti perdono uno zero.Non sono le major il vero motore della creativita'. Rendiamoci conto che sono solo degli intermediari fra chi produce l'opera (l'autore) e chi la consuma (la gente). Eppure si pappano la stragrande maggioranza dei profitti. Certo, essendo attivita' commerciali devono avere dei profitti altrimenti non avrebbero senso di esistere e gli autori non avrebbero i mezzi per produrre, ma ci dev'essere un equilibrio (che oggi non c'e'). Sono dei mostri, degli imperi economici che appena vedono i profitti flettersi gridano allo scandalo morale, ci dicono che stiamo provocando la morte dell'arte e della cultura (!!!) e sguinzagliano avvocati minacciando di mettere tutti in carcere. E' questo il vero scandalo. Non si tratta di difendere l'economia del paese.C'e' poi un aspetto che fin'ora nessuno ha mai citato in questo forum (a mia conoscenza). Il vero pitupi'-addicted scarica montagne di roba e ne vede/ascolta/usa una frazione infinitesima. E' una specie di collezionista che racatta tutto per il solo gusto di averlo, poi se ne dimentica. Vorrei che qualcuno, qualche soggetto al di sopra delle parti facesse una vera, seria, obiettiva analisi dell'impatto economico del peer-to-peer sull'economia e presentasse dei numeri veri, analizzando ogni aspetto, l'economia indotta (cd, masterizzatori, dvd, player, banda, elettronica, PC e periferiche), gli aspetti di marketing diretto e indotto (musica sui giochi, giochi sui film, film sulla musica e sui giochi ecc. ecc.), e arrivasse a dire: il p2p costa X (o rende Y) a questi e questi soggetti. Sono convinto che avremmo delle belle sorprese, e poi forse varrebbe la pena ricominciare a parlarne. Dubito pero' che qualcuno sia in grado di fare questa analisi.Quanto al broad-band, tu ne sai senz'altro piu' di me pero' a me pare che indietro non si torni. Ci sara' il broadband always-on e con bassa latenza perche' intanto le infrastrutture sotto l'impulso (anche) del p2p saranno maturate, non vedo alternative. E su questa rete veloce e finalmente scarica (perche' il p2p calera' man mano che la differenza di potenziale si livellera') viaggeranno finalmente servizi di buona qualita'.(e vissero tutti felici e contenti) :))) ^^^questo per chi non l'ha capito e' un po' canzonatorio.Piero
      • Anonimo scrive:
        Re: conflitto Major-Telco operator

        da un'altra prospettiva, pero' non credo che
        la produzione intellettuale in forma di
        media sia economicamente cosi' strategica.3% del PIL americano. e' tanto.
        dal p2p selvaggio. Tutto sommato - in
        sintesi - lo scambio di musica e film puo'
        solo far male alle major, anche alla lunga,
        anche guardando molto lontano. Sono bene il software.e quasi tutto diventa software.ad esempio, perche' dovrei mandare SMS se posso mandare un messaggio con un instant messenger qualunque dal mio handset java gprs ?perche' devo comprare un navigatore se posso scaricarmelo e montarlo sul mio palmare (prodotto in cina) ?ecc. ecc.estremizzo: o le cose sono prodotte in cina, o sono immateriali. se sono immateriali, sono piratabili.
        Le economie locali, servizi, terziario,
        possono essere solo stimolate dallo scambio
        orizzontale, cosi' come avverra' con la
        sempre maggiore diffusione dell'opensource,
        esattamente allo stesso modo. Scaricareche system integration serve per ascoltare Bruce ?pensa all'OSS come ad un impianto idraulico e all'informatico come all'idraulico.
        E per quanto riguarda la proprieta'
        intellettuale e il giusto compenso alle
        opere di ingegno, non sono a conoscenza di
        autori la cui vita sia stata rovinata dal
        p2p, sono convinto che faccia molto piu'
        danno la politica anacronostica delle major.
        Due cose dovrebbero cambiare: i prezzi al
        pubblico e la percentuale che va agli
        autori. Ovvero: piuttosto cerchiamo un
        meccanismo che renda davvero "giusto" sia il
        compenso agli autori sia il costo agli
        utenti, e che le major la smettano di
        piangere se i profitti perdono uno zero.concordo.W i creative commons.ci si arrivera'. e' inevitabile.i Creative Commons salvano un adeguato compromesso di capra e cavoli.
        Non sono le major il vero motore della
        creativita'. Rendiamoci conto che sono solo
        degli intermediari fra chi produce l'opera
        (l'autore) e chi la consuma (la gente).
        Eppure si pappano la stragrande maggioranza
        dei profitti. Certo, essendo attivita'
        commerciali devono avere dei profitti
        altrimenti non avrebbero senso di esistere e
        gli autori non avrebbero i mezzi per
        produrre, ma ci dev'essere un equilibrio
        (che oggi non c'e'). Sono dei mostri, degli
        imperi economici che appena vedono i
        profitti flettersi gridano allo scandalo
        morale, ci dicono che stiamo provocando la
        morte dell'arte e della cultura (!!!) e
        sguinzagliano avvocati minacciando di
        mettere tutti in carcere. forse un po' eccessivo.vero che si pappano la maggioranza del prezzo di vendita.come in ogni altro bene fisico, forse ad eccezione dei tabacchi.quanto costa in produzione un paio di nike ?e quanto resta al negozio di scarpe sotto casa tua ?l'intermediazione e' importante, ma chi non la vuole perche' non gli serve, non deve essergli imposta.oggi gli e' imposta.i Creative Commons cambiano la distribuzione della ricchezza limando i vantaggi consolidati.dovrei entrare nel merito di come funziano le varie SIAE, SGAE, ecc. in giro per il mondo, ma si complica troppo...
        C'e' poi un aspetto che fin'ora nessuno ha
        mai citato in questo forum (a mia
        conoscenza). Il vero pitupi'-addicted
        scarica montagne di roba e ne
        vede/ascolta/usa una frazione infinitesima.
        E' una specie di collezionista che racatta
        tutto per il solo gusto di averlo, poi se ne
        dimentica. c'entra poco, direi
        Vorrei che qualcuno, qualche soggetto al di
        sopra delle parti facesse una vera, seria,
        obiettiva analisi dell'impatto economico del
        peer-to-peer sull'economia e presentasse dei
        numeri veri, analizzando ogni aspetto,
        l'economia indotta (cd, masterizzatori, dvd,
        player, banda, elettronica, PC e
        periferiche), gli aspetti di marketing
        diretto e indotto (musica sui giochi, giochi
        sui film, film sulla musica e sui giochi
        ecc. ecc.), e arrivasse a dire: il p2p costa
        X (o rende Y) a questi e questi soggetti.
        Sono convinto che avremmo delle belle
        sorprese, e poi forse varrebbe la pena
        ricominciare a parlarne. Dubito pero' che
        qualcuno sia in grado di fare questa
        analisi.esistono studi di questo genere.il valore si sposta dal soft all'hard, e la perdita pesata sulla penetrazione, considerando la % di utenti che possono accedere a queste tech, rispetto al totale, e' alta.nel caso italiano, per massima parte, si spende soldi in + per hw fatto in asia e si spende soldi in - per proprieta' intellettuale fatto in USA.per questo dico che 2 cose vanno fatte: incentivare la produzione di materiale in Italia (e l'OSS aiuta decisamente, come dicevo), limitare i furti.
        Quanto al broad-band, tu ne sai senz'altro
        piu' di me pero' a me pare che indietro nonci conosciamo ? ;-)
        si torni. Ci sara' il broadband always-on e
        con bassa latenza perche' intanto le
        infrastrutture sotto l'impulso (anche) del
        p2p saranno maturate, non vedo alternative.purtroppo hai ragione.e' una politica di salvataggio di medio termine delle TLC che ne implichera' una crisi nel lungo termine.
        E su questa rete veloce e finalmente scarica
        (perche' il p2p calera' man mano che la
        differenza di potenziale si livellera')
        viaggeranno finalmente servizi di buona
        qualita'.purtroppo non e' cosi'.il numero di guasti in attivazione di circuiti dati in Italia e' triplicato in un paio di anni; il numero di quasti in esercizio e' almeno raddoppiato. (molti non avranno problemi, altri avranno gli incubi)certo, e' solo questione della scala dei tempi.non aspettiamoci miglioramenti significativi nel giro dei prossimi 3-5 anni. c'e' un gruppo di lavoro dell'autorita' per le comunicazioni (www.agcom.it) sull'interferenza nello spettro disponibile nel doppino DSL. cominciare a discuterne ed esaminare il problema e' un primo passo necessario.Stefano
    • Anonimo scrive:
      Re: conflitto Major-Telco operator
      Utente non registrato...sei proprio un figo!
  • Anonimo scrive:
    ASSURDO!
    Piuttosto che seguire una direttiva europea, "il deficente" (e tutti sanno a chi mi riferrisco) minaccia di non partecipare + al consiglio dei ministri se la sua proposta non verrà presa seriamente in considerazione dal cdm.... ASSURDO!è assurdo, piuttosto andiamo contro l'europa ma a favore delle maledette major.... ma quanto ci guadagna dalle major se passa la sua proposta??? inizio a pensare che il ns. eroe abbia degli interessi a farlo, xkè non dovrebbe seguire il ragionamento del consigio europeo??
    • JRoger scrive:
      Re: ASSURDO!
      - Scritto da: Anonimo
      inizio a pensare
      che il ns. eroe abbia degli interessi a
      farlo, MA DAI??? MA COSA DICI MAI?!?!?!?!?!?!?!? :DIo glie lo auguro, almeno ci sarebbe una buona (per lui) ragione del suo ridicolo comportamento. Altrimenti non resta altra ipotesi che l'Alzheimer... :p
    • Anonimo scrive:
      Re: ASSURDO!
      Che forse Medusa Video e Mondadori Video abbiano qualcosa a che fare con Ber... ehm.. qualcuno del Governo?
      • Anonimo scrive:
        Re: ASSURDO!
        - Scritto da: Anonimo
        Che forse Medusa Video e Mondadori Video
        abbiano qualcosa a che fare con Ber... ehm..
        qualcuno del Governo?Il sospetto è sicuramente leggittimo... ma in fondo distinguiamo bene il contenuto del decreto che pone come obiettivo primario la persecuzione di chi pirata a scopo di lucro (lo spacciatore).La pena per il pirata casalingo (il consumatore, non lo spacciatore) è limitata ad un'ammenda di 1.500?. Si tratta di una cifra tutto sommato contenuta che non porterebbe nessuno alla rovina e da un certo punto di vista persino tutela il "casalingo", il quale in assenza di leggi specifiche si potrebbe teoricamente a dover pagare ben di più per il risarcimento delle quintalate di giochi, applicativi, film, mp3 che si trovano sicuramente nel suo hard-disk.Quindi possiamo dire che la pena per il consumatore è corretta, commisurata, in linea con la strada indicata dal parlamento europeo.Quello che ha di sconvolgente è le pretesa che siano i provider a fare da gendarmi.e questo centra poco con interessi personali o con le major, USA o nazionali, di destra o di sinistra, di governo o di opposizione (vabbene che Cecchi Gori è in declino, ma non dimentichiamolo completamente ;) )..un consumatore...
  • Anonimo scrive:
    Interessante
    http://www.quintostato.it/archives/000652.html
  • Anonimo scrive:
    petizione http://no-urbani.plugs.it /
    contro la legge urbanihttp://no-urbani.plugs.it /http://no-urbani.plugs.it /http://no-urbani.plugs.it /
  • Anonimo scrive:
    Buone notizie dall'UE,avvisate URBANI
    Da www. repubblica di oggi. "Chi scaricamusicanon saràperseguito"Il Parlamento europeo vota una direttiva che "libera" gli appassionati del "peer-to-peer" e di siti come KaZaA o WinMx. "Bisogna colpire severamente la pirateria, non chi scambia file per uso personale ed è in buona fede Avvisate Urbani se Venerdì prossimo nel Consiglio dei Ministri ripresenterà la minestra riscaldata della scorsa settimana andrà pesantemente in contrasto con le direttive UE.
    • Anonimo scrive:
      Re: Buone notizie dall'UE,avvisate URBANI
      Avvisate anche Ekle, che aspettava Urbani ;)Mamma mia ha sempre più torto quel tipo (troll)Deluso Ekle?- Scritto da: Anonimo
      Da www. repubblica di oggi.

      "Chi scarica
      musica
      non sarà
      perseguito"
      Il Parlamento europeo vota una direttiva che
      "libera" gli appassionati del "peer-to-peer"
      e di siti come KaZaA o WinMx. "Bisogna
      colpire severamente la pirateria, non chi
      scambia file per uso personale ed è
      in buona fede

      Avvisate Urbani se Venerdì prossimo
      nel Consiglio dei Ministri
      ripresenterà la minestra riscaldata
      della scorsa settimana andrà
      pesantemente in contrasto con le direttive
      UE.
  • Anonimo scrive:
    Direct Connect!!!
    Ragazzi, io propongo una cosa, tutti su DC++ e cosi li fottiamo!|!! che ne dite?
    • Anonimo scrive:
      Re: Direct Connect!!!
      dici che funziona?non ci beccano in nessun modo???e che cambia se uso mIRC?
      • Anonimo scrive:
        Re: Direct Connect!!!
        - Scritto da: Anonimo
        dici che funziona?
        non ci beccano in nessun modo???
        e che cambia se uso mIRC?non kambia nulla, se vogliono ci fregano sia se usiamo irc ke se usiamo dc.
        • Anonimo scrive:
          Re: Direct Connect!!!
          Dunque, DC++ a differenza di winmx, nel download ti connetti con l'user da cui vuoi scaricare... come un download Ftp... quindi non possono beccarti in nessun modo... l'unica cosa è che scarseggia di gente... dovrebbero spostarsi tutti quelli di winmx su DC++ allora si che sarebbe un programma con i fiocchi... il cambio nn sarà semplicissimo... bisognerà abituarsi... cmq c'è meno coda, lo posso garantire...
          • Anonimo scrive:
            Re: Direct Connect!!!
            Secondo me dc++ è migliore di Winmx proprio per il fatto che è con meno gente, pochi ma buonissimi!Ci sono le regole e dove ci sono regole la gente (quelli che rompono) non ci sanno stare.Io con dc++ per prendere un film da 700 mb ci metto 6 ore con una comunissima adsl 256.- Scritto da: Anonimo
            Dunque, DC++ a differenza di winmx, nel
            download ti connetti con l'user da cui vuoi
            scaricare... come un download Ftp... quindi
            non possono beccarti in nessun modo...
            l'unica cosa è che scarseggia di
            gente... dovrebbero spostarsi tutti quelli
            di winmx su DC++ allora si che sarebbe un
            programma con i fiocchi... il cambio nn
            sarà semplicissimo...
            bisognerà abituarsi... cmq c'è
            meno coda, lo posso garantire...
          • Anonimo scrive:
            Re: Direct Connect!!!
            Concordo pienamente con te... secondo me è un ottimo programma... anche se winmx non era da meno.. li scaricavo in poco tempo... cmq secondo te passerà sta benedetta legge? e colpirà solo winmx o in generale tutti i programmi di scambio tra utenti?
          • Anonimo scrive:
            Re: Direct Connect!!!
            Mhhhh,sui pregi di direct connect concordo al 100%,ma sulla non tracciabilità(ovvero intercettazioni) ho seri dubbi:non usa crittografia e gli IP degli user li ricavi senza poi troppi problemi. Sulle regole è tassativo e ciò secondo me è un bene,perchè fa fuori le mele marce...MA.....c'è un grosso PROBLEMA:è una rete non serverless,cioè servono utenti che faccian da server i quali sono ancora più facilmente rintracciabili che i singoli utenti.In teoria basta chiudere gli hub e il sistema non va più.Per quanto so non esiste una modalità serverless(senza server) di direct.Comunque fatto salvo tutto ciò e ammesso che non si verifichi nulla di cui sopra ovvero che la rete resti in piedi: un hub gestisce al massimo 5-6000 utenti (i più grossi,ma molto più spesso non più di 1000 o peggio).E' vero che ci sono molti hub ognuno con le sue regole,ma non penso che la rete di direct possa reggere la migrazione totale degli utenti di altri client.A meno che qualcuno con una banda esagerata e un superPC metta su hub mooolto grossi.E poi... più si diventa grossi più è facile essere visti...ovvero se prima winmx era il bersaglio una migrazione sposterebbe il bersaglio su direct e saremmo da capo.E' un idea che si può provare.Ma non ho idea di dove può portare...si rischia dalla padella alla brace!
          • Anonimo scrive:
            Re: Direct Connect!!!
            Ragazzi, non c'è più che da preoccuparsi direi... alla proposta europea hanno detto che chi scarica per uso proprio non può essere ne multato e ne punito... quindi evviva!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Direct Connect!!!
            oo eco una bella notizia!by lucky
    • Anonimo scrive:
      Re: Direct Connect!!!
      controllato pure questolasciate stare a meno che nn avete server con pass
  • Anonimo scrive:
    controlleranno anche IRC?
    anche irc sarà controllato?eppure nessuno condivide..... xcio' non ci dovrebbero essere problemi, o sbaglio?rigrazio anticipatamente le risposte 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: controlleranno anche IRC?
      - Scritto da: Anonimo
      anche irc sarà controllato?
      eppure nessuno condivide..... xcio' non ci
      dovrebbero essere problemi, o sbaglio?

      rigrazio anticipatamente le risposte 8)lascia perdere IRC, che ci sono "gazzelle"
    • Anonimo scrive:
      Re: controlleranno anche IRC?
      e una vita che e gia controllatovedi la fine di ircgate oppure azzurra o altri meno conosciuti
  • Anonimo scrive:
    Proposta (seria)
    Proposta: iTunes sta diventando una realtà, e questo dimostra che c'è chi è disposto a pagare per i contenuti da scaricare; l0unica è che pochi di noi sarebbero disposti a farlo PER OGNI file scaricato, come sul modello sopra citato.E allora perché non istituire una tassa (aargh, parola tabù: ma forse non sarebbe poi tanto male) da pagare preventivamente come un'accisa sulle connessioni a banda larga? Un po' come quella imposta sui supporti di registrazione vergini, che in parte ha calmato le proteste delle majors: seriamente, chi di voi non sarebbe disposto a pagare un 20-30% in più il proprio abbonamento internet (quota da devolvere interamente alla SIAE), avendo come contropartita l'utilizzo LEGALIZZATO del P2P?Direte: cosa vuoi che se ne facciano le majors dei nostri 25 euro al mese? Vi rispondo: più di quanto pensiate, se diventano un introito garantito dalla mensilità e dalle grandi dimensioni del bacino d'utenza!! D'altronde chi non dovesse poter più scaricare non comprerebbe nemmeno, ed è altrettanto dimostrato che lo scambio di divx non ha messo in ginocchio le vendite di DVD (mercato che tende anzi al rialzo).A volte nella storia bisogna saper accettare le congiunture: da una parte non possiamo pretendere di continuare a scaricare indiscriminatamente come quando eravamo quattro gatti, dall'altra l'industria cinemusicale non può non arrendersi al fatto che il P2P non è una piaga estirpabile, ma una tecnologia entrata nel quotidiano.Perché non ho ancora sentito fare una proposta del genere? Purtroppo più per l'avidità senza confini delle majors che per la taccagneria di noi utenti, temo...In ultimo: sarebbe carino se qualcuno facesse un'analisi economica della fattibilità di un progetto come questo, cifre alla mano: cosa che purtroppo io non posso fare, non disponendo di tali cifre!! ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Proposta (seria)

      Tassare la adsl svantaggerebbe chi del p2p
      non importa niente e non scarica,quindi non
      è proponibile.La tassa sui supporti vergini (cui la Consulta non mi risulta abbia posto un veto) esiste e non è ancora stata dimostrata la sua incostituzionalità...Che poi a me quella tassa (e la mia proposta) facciano rabbrividire è un altro paio di maniche: ha un'efficacia che è sì da dimostrare, ma IMHO è di indubbie potenzialità!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Proposta (seria)
      Scusa se te lo chiedo... ma hai una minima idea di quello che tu stai proponendo??Se qualcuno attiva un abbonamento internet a banda larga lo fa per esigenze personali e, indipendentemente dal fatto che pirati o meno musica e film, paga un canone mensile per garantirsi tale servizio. Se la sua attività di pirateria venisse dimostrata sarebbe giusto che venisse punito.Quel che non sarebbe giusto sarebbe proprio creare una tassa da spalmare su tutti gli utenti per rimborsare le major dei mancati guadagni. Perchè mai se non pirato nulla dovrei sborsare dei soldi affinché qualcun altro veda legalizzata la sua fiorente (e redditizia) attività di download di file musicali, film, con la successiva masterizzazione e rivendita?La stessa tassa sui supporti vergini (della quale tu dici che non è stata provata l'incostituzionalità) tratta tutti i cittadini alla stregua di ladri. Che discorso è "Tu compri un CD vergine e potenzialmente sei un pirata"???Lo stesso del "Tu compri un'auto e potenzialmente infrangerai il limite di velocità", quindi perchè insieme all'auto non fanno pagare a tutti una tassa che legalizzi l'eccesso di velocità anziché tartassare me se e quando commetterò l'infrazione?Quello che fa veramente pena del provvedimento di legge che forse verrà introdotto è che tutti saremo schedati, controllati in ogni connessione che esca dai nostri PC, che mi può stare bene solo a patto che ci sia un'indagine della magistratura in corso, non sicuramente ad uso e consumo di un recupero crediti a favore delle major discografiche e cinematografiche e del Governo.Se la pirateria di musica e film ha raggiunto il punto al quale ci troviamo ora è per la maggior parte proprio colpa loro. Cari discografici, per ogni CD venduto l'autore percepisce una percentuale minima del prezzo di vendita, come pure minimi sono i costi di fabbricazione. Se un CD costasse anche solo 10-12euro i guadagni sarebbero comunque garantiti, ma certo non esorbitanti come ora!!! Piratare un CD od un DVD diventerebbe antieconomico; chi comprerebbe un CD pirata a 7 o 8 euro quando con 4 euro in più lo acquisterebbe originale, stampato e non masterizzato, e con tanto di libretto?Allo stesso modo, caro Governo, perchè l'IVA è al 20%? Musica e film non fanno anch'essi cultura? Se la risposta è sì, allora mettiamo l'IVA al 4%. Se la risposta è "come beni di largo consumo ci fa comodo introitare un sacco di soldi di IVA" allora lasciamo perdere....
      • Anonimo scrive:
        Re: Proposta (seria)
        La tua proposta non la trovo accettabile, in quanto, presuppone, uno faccia uso improprio di un qualsiasi bene o servizio abbia o acquisti, solo per il fatto di possederlo.Ti faccio un esempio.Perché non introdurre "un?ennesima" tassa sull?autovettura ad uso famiglia ( categoria M1), visto che, potenzialmente, può essere utilizzata per il trasporto di oggetti non personali o non riconducibili all?uso proprio e familiare e, o, al trasporto di beni non in conto campionario destinati alla vendita?In questo modo potremo compensare i mancati introiti di coloro che operano nel settore del trasporto, oggi in grave difficoltà, e, gli operatori che usano un?autovettura per svolgere il proprio lavoro rispettando gli obblighi connessi.IMHO che questa non sia la giusta via da seguire.
  • Anonimo scrive:
    Vendo,Compro...sono ladro
    Prendiamo il mio caso.Sono abbonato Sky (ormai saranno 3 o 4 anni...prima con tele+), compro cd originali e dvd originali solo di Vasco Rossi (a ognuno il suo) da sempre e non gioco al pc per questione di tempo. Tutto questo p2p escluso.Affianco a questo una connessione adsl per effettuare videoconferenze con parenti sparsi per l'Italia e tanto che mi trovo uso il p2p per scaricare quel che capita. Alla fin della fiera mi ritroverei come il peggior criminale per aver scaricato film dalla qualità pessima (dato che poi cmq me li guardo su sky appena escono...quando escono) che cmq sono da me ugualmente pagati dato che l'abbonamento a Sky Cinema copre il pagamento per quanto mi riguarda del diritto d'autore dei film. Cmq sia sono paragonabile a un ladro?Bah,è una cosa assurda. Secondo me è così.Le major producono i film, li vendono alle distribuzioni e fin qui ok. Inoltre vendono il prodotto dalla porta di dietro a coloro che li vendono a nero (quelli autorizzati solo da loro) così hanno anche un'altra entrata. Ecco allora spiegato il p2p che problemi da. Noi non compriamo più i film a 5 euro da questi tizi a nero per cui hanno un'entrata in meno. Probabilmente non sarete d'accordo con me, ma se avessi un'azienda produttrice di prodotti, piazzerei lo stesso, sia sul mercato pulito, sia in quello sporco (che esiste da quando esiste il Mondo). Major----
    rivenditoreMajor----
    marocchino
  • Anonimo scrive:
    P2P
    http://www.scienzeinfo.it/katanka/musica/A_canzona_ro_cazz.mp3sharatelo
  • Anonimo scrive:
    Ultime News
    Ciao a tutti, avete mica qualche ultima news su questo fattaccio della chiusura di winmx? spero proprio di no io... è possibile che wimanga aperto secondo voi?
  • Anonimo scrive:
    Urbani, io al cinema ci vado...
    Ministro Urbani, forse sbaglierò, ma penso di andare al cinema molto più di lei (con un salario, sicuramente, inferiore al suo). Mi piace andarci con gli amici, mi piace il grande schermo, mi piace l'attenzione che c'è nella sala buia. La crisi del cinema non dipende assolutamente da chi si scarica un Divx dalla rete; io i Divx non li guardo, non mi soddisfa la qualità.la vera crisi dipende dalla scarsa qualità delle opere che si vedono al cinema e sopratutto dal noleggio di VHS/DVD e dalla PayTv; ma per questo i produttori guadagnano parecchi soldi.E allora, ma che c'entra il file sharing con la crisi del cinema?So che le lobby hanno molto potere, ma ogni tanto, potreste pensare anche a chi cerca di quadrare con fatica i conti del mese?.In ogni caso, spero che lei e sopratutto il suo amico e Presidente del Consiglio non veniate mai più eletti.Penso che l'Italia non abbia bisogno di voi (io di sicuro no)
    • Anonimo scrive:
      Re: Urbani, io al cinema ci vado...

      spero che lei e sopratutto il
      suo amico e Presidente del Consiglio non
      veniate mai più eletti.
      Penso che l'Italia non abbia bisogno di voi
      (io di sicuro no)Inutile che tu abbia scritto pensando che Qualcuno come Urbani o Berlusconi possa leggerlo, perchè quella gente lì pensa il computer sia un qualcosa creato dal diavolo, internet un qualcosa che può portare via i loro soldi e il p2p un orco cattivo.Intanto noi siamo perseguibili addirittura penalmente non si sa per aver ucciso chi o cosa,famiglie intere possono essere rovinate non si sa per aver rapinato quale banca e loro in primis insieme alle major che si fanno tanti soldi alla faccia nostra e i pedofili che cmq girano belli tranquilli tra i nostri figli. FATE RIDERE GOVERNI VERGOGNOSI!!!!Siete voi che decidete quanto far male al Mondo...potremmo fare a meno del petrolio ma a nessuno conviene passare all'idrogeno...si fa prima a rubare il petrolio agli iracheni!!!Ci sono tanti altri esempi, ma non conviene farli, a loro non conviene.Chi ci va di mezzo siamo sempre e solo noi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Urbani, io al cinema ci vado...

      La crisi del cinema non dipende
      assolutamente da chi si scarica un Divx
      dalla rete; io i Divx non li guardo, non mi
      soddisfa la qualità.non c'e' nessuna crisi
  • Anonimo scrive:
    lettera aperta al ministro
    Lettera aperta al Ministro UrbaniRiporto una lettera scritta da una ragazza e postata in un forumEgregio signor Ministro, mi accingo a scrivere questa lettera dopo le notizie e gli avvenimenti degli ultimi giorni riguardanti la sua famosa ( o famigerata) bozza di legge che a suo dire dovrebbe combattere la pirateria audiovisiva.Inizio col presentarmi, mi chiamo Jessica, ho 28 anni e lavoro nell?ambito informatico, da circa 10 anni, sono appassionata di musica, film e ovviamente di computer e tecnologia.Non so se mai questa lettera arriverà alla sua attenzione, ma se così dovesse essere la prego di prestarle un minimo di attenzione, in quanto potrebbe chiarirle alcuni punti realmente deboli sulla legge da lei proposta. Non metto in dubbio la sua buona fede e la legittimità di volere proteggere i diritti di autore, quello che metto in dubbio invece sono i metodi che vengono proposti (senza distinzione di ideologia politica).Ho notato la tendenza a volere criminalizzare gli utenti di internet che si scambiano file , protetti da diritti di autore, indicati come i responsabili di gravi perdite di guadagni da parte delle case cinematografiche e discografiche, quando invece le cose sono realmente all?esatto opposto.Esatto, affermo che le notizie in suo possesso (probabilmente le avrà avute da qualche ente che si pregia dati alla mano, di avere le risposte a tutto), sono del tutto errate, in quanto il ?file sharing? (lo scambio di file tra utenti su internet) ha creato non solo posti di lavoro, ma anche ingrassato le stesse tasche di quelle case discografiche e cinematografiche che ora gridano contro il p2p.Prendiamo ad esempio un colosso come la Sony, che produce cd musicali, film, e soprattutto alta tecnologia di consumo.I vertici della sony, come pensano che avrebbero mai venduto le ?vagonate? di masterizzatori , computer, hard disk e quant?altro se non ci fossero stati quei ?criminali? degli scambisti in rete?Senza timore di smentita alcuna posso tranquillamente affermare che il 90% dei clienti + assidui e ?spendaccioni? sono proprio quei privati che si scambiano file, e che di conseguenza acquistano hard disk sempre più capienti, masterizzatori, e supporti vergini al fine di potere poi fare cosa?Ma è così semplice????vedersi un film nel miglior modo possibile (visto che la tecnologia lo permette) , masterizzando spesso film che non sono affatto novità, ma casomai film che sono passati più volte nelle reti tv .La differenza è che invece che vedersi un film interrotto 20 volte da pause pubblicitarie, oltre a vederlo quando si vuole, lo si vede nel suo speldore (e soprattutto senza tagli).Vero anche che tale film, potrebbe essere tranquillamente noleggiato, pagando un prezzo acettabile per il noleggio, ma in realtà così avviene, i film che si trovano in rete sono frutto spesso di copie da originali o da film noleggiati, e per cortesia non incappi nell?errore che un film scambiato 1000 volte in rete, crea danno per 1000 noleggi o vendite, sbagliate, non è affatto così, semplicemente tali film non sarebbero stati noleggiati ne tantomeno acquistati, dato il costo di noleggio e peggio ancora di vendita. Ovviamente avendo la possibilità di averli gratis in rete si crea uno scambio ?dell?inutile?, per spiegarmi meglio, la maggiorparte dei film che vengono scaricati su internet fanno la fine di quella che anni fa era la videocassetta registrata da tv o da paytv messa in uno scaffale ad aumentare l?orgoglio e la collezione di chi la teneva, e che non era affatto incriminata di mancato guadagno da parte dei film/discografici.Piuttosto una legge mirata a criminalizzare chi si scambia GRATUITAMENTE file in rete, porterà ad un notevole AUMENTO della VERA pirateria, semplicemente perché così facendo aumenterete le richieste di vendite di film al mercato nero , andando ad arricchire chi invece di queste cose ne fa grande lucro. Organizzazioni oltretutto che , per quanto il governo combatterà , saranno sempre presenti. (come la droga,la prostituzione,la corruzione e la stupidità) .Un altro punto debole è inoltre la perdita di posti di lavoro a cui dovrà fare fronte, probabilmente ci ha già pensato, ma a chi serviranno mai le linee veloci su internet , se verranno usate per vedersi qualche sito, o per scaricare la posta??.. si faccia dare dati affidabili, noterà che il 90% o più delle famiglie che hanno attivato la dsl (e sono tante), hanno un figlio in casa che ha dai 16 ai 30 anni che è il vero utilizzatore di tale servizio, e che non lo sarà più se la sua legge andrà in porto.Uguale sorte (e li sinceramente gli starebbe ben fatta) avranno gli stessi che vuole proteggere, perché se da un lato venderanno o noleggeranno + film , dall?altro diminuiranno vertiginosamente le vendite di tecnologia di consumo, in quanto non più utilizzabili.Infine?. La barzelletta dei film che girano in anteprima su internet (quelli che fanno arrabbiare più di tutto le grandi produttrici di film)??. assurdo, signor Ministro, provi a scaricarsi un film di quelli, e vedrà quanto di + falso le stanno raccontando.Il perché è semplice, la qualità di tali film è spesso ben meno che mediocre, anzi a volte realmente inguardabile, le poche anteprime ?decenti? arrivano proprio dal mercato nero quello che si arricchisce realmente.E poi come pensare che un film non viene visto perché girà una sorta di parallelo su internet?Ma è l?esatto opposto, io mai ad esempio non sarei andata a vedermi il ?signore degli anelli? se prima non lo avessi visto (male) su un anteprima su internet !!E questo per una buona quantità di film.Concludo dicendo una cosa ovvia ma che va ribadita, a furia di ledere le libertà personali ( e lo scambio di file gratuitamente lo è) vi ritroverete poi a fare i conti con una nicchia di persone che indipendentemente dal credo politico, vi si ritorceranno contro, perché in questa legge non c?è politica, ma solamente la limitazione di una libertà che personalmente ho intenzione di difendere costi quel che costi.Se 10 anni fa una persona che imprestava una cassetta con un film ad un amico fosse stata trattata come un criminale, oggi sarebbe indicata come una limitazione di libertà , ma alla fine , è questo che lei sta facendo??.. fra poco forse di questo passo , non mi stupirei se una volta constatato il flop di questa legge, le case cinematografiche le consigliassero di imporre alle persone di andare al cinema almeno 2 volte la settimana???Mi scuso per eventuali errori sia ortografici che di forma, ma questa lettera nasce dal cuore e non dal portafoglio.Distinti SalutiJessica
    • Anonimo scrive:
      Re: lettera aperta al ministro
      Brava :)Non avrei potuto fare di meglio, hai espresso esattamente il mio pensiero.Spero ardentemente che questa lettera sia letta ed attentamente ponderata dal Min. Urbani, ma ci credo poco.Un salutoAmareggiato da questi politicanti da strapazzo.
      • Anonimo scrive:
        Re: lettera aperta al ministro
        Complimenti per la lettera sono totalmente solidale,prima le cinture di sicurezza,poi i fari accesi, poi la patente a punti, poi i giubbotti arancioni, poi la prova del palloncino......ecc.. senza dilungarmi da 10 anni a questa parte solo doveri e obblighi dal governo ma nessun diritto, dalla lira all'euro 4 anni fa con 2.000.000 di£ come paga vivevi dignitosamente oggi con 1.000 euro (1.936.270 £) fai la fame, eppure la differena sta in 63.630£ e dopo il nostro presidente della repubblica va a dire che non è aumentato niente.....BALLE!!!!Ora l'accanimento su internet prima ti danno il dolce e poi ti dicono che sei diabetico....... W l'Italia.
    • Rey_ scrive:
      Re: lettera aperta al ministro
      Pienamente d'accordo.
      • Anonimo scrive:
        Re: lettera aperta al ministro
        Brava Jessica.
        • Anonimo scrive:
          Re: lettera aperta al ministro
          ;) bravissima jessy , spero ke la legga e anche presto perche' hai tokkato tutti punti che appoggiamo noi del p2p. Tutti pensieri che hai scritto sono i nostri pensieri quindi sono sicuro che la tua lettera è il nostro pensiero comune.
          • Anonimo scrive:
            Re: lettera aperta al ministro
            Si potrebbe mandare una lettera del genere tutti assieme, tanto per far capire a sti politici che ci ritengono dei criminali,che in realtà il p2p è una grande comunità che rema tutta dalla stessa parte e che sopratutto non danneggia nessuno....anzi
          • Anonimo scrive:
            Re: lettera aperta al ministro
            Sono pienamente daccordo con Jessica.Ps. come le droghe leggere.. vietiamole intanto i spacciatori ingrassano.. ma tanto si sa che il governo italiano non azzecca una legge.Raffaele in arte FreddyKrueger
          • Anonimo scrive:
            Re: lettera aperta al ministro
            Quello che Jessica, una ragazza come tante appassionata di bel cinema vuole far notare è l'incredibile paradosso ci si trovi davanti.Da una parte criminalizziamo chi scarica divx, spesso "rippati" da DVD che legalmente si possono prendere a noleggio, dall'altra tutto un settore della tecnologia và avanti grazie a questo scambio di files e grazie alle persone che spendono per avere dei buoni films senza dover pagare nè paytx, nè pubblicità, nè canone RAI.E allora diciamo qlc di + a proposito di questo paradosso.Diciamo che la banda larga è stata una gallina dalle uova d'oro che hanno fatto guadagnare un bel pò di quattrini ai gestori delle linee telefoniche ( Telecom in primis), ai produttori di hardware, ai produttori di supporti ottici, ai produttori di masterizzatori e via dicendo.Per far decollare la banda larga ( e qui si arriva al grottesco-ridicolo) le parole utilizzate + volte sn state "scaricherete fino 10 volte + veloce della normale linea analogica", sullo stesso spot di Alice nel sito si legge "scaricherete film e musica in meno tempo"...queste non sn panzane, queste sono le parole di chi ha speculato e di chi ha nascosto la testa sotto la sabbia, fornendo la tecnologia ma non fornendo i servizi.Secondo lei signor Ministro che cosa dovrei scaricare con la ADSL, + velocemente...la posta, le foto dai siti? Non sò mi dica lei...C'è stata una campagna di informatizzazione, s'è parlato di portare l'Italia al passo dei paesi + tecnologicamente avanzati in materia di IT, di ricerca, sn state posate fibre in tutta Italia, ma per farci cosa dunque?La telecom a 3, TRE anni di distanza parla ora di servizi on-demand, e perchè non poteva pensarci prima? Perchè dire che la musica si scaricava in meno tempo era sufficiente come incentivo ad abbonarsi, e allora io mi chiedo ( dato che si parla di inasprire i provvedimenti contro chi favorisce e consente la diffusione di materiale protetto da diritto d'autore) perchè non dovrebbero essere gli stessi gestori telefonici messi alla gogna insieme agli utenti?Perchè non si chiede lei, insieme a quel branco ( dico branco perchè le masse senza capo nè coda io le chiamo così) di incompetenti di cui lei e tutta la politica si circonda n si chiede come mai un ragazzo di 20 anni faccia uso di programmi per scaricare musica invece di comprarsi un cd al prezzo di 20Euro, cd che se tutto và bene ha la metà di canzoni orecchiabili?!Lei lo sà che negli Stati Uniti, nonostante i vari processi a Kazàa, al ragazzo che per primo ha decriptato il DVD, a Grokster la vendita n è assolutamente diminuita ma invece aumentata per quanto riguardo la musica, sia in cd, sia acquistata online?Lei parla di crisi del cinema e di bisogno di risanamento ma non guarda in casa propria, non guarda ai soldi spesi dallo Stato ( che poi saremmo sempre noi cittadini per inciso) nel cinema, in investimenti sbagliati, in film come Malena di mediocre fattura, in trasmissioni come i reality show che mi fanno vergognare di possedere un televisore, delle fiction che si continuano a fare e che sono un insulto a quello che fu la televisione e quello che sono stati i grandi maestri del cinema.E una parola la voglio spendere anche per tutti quegli organi di informazione ( o meglio disinformazione) che pretendono di descrivere la realtà in cui ci troviamo, fornendo scenari falsi, confondendo terminologie, criminalizzando persone ( vedi i cosiddetti hacker, che se solo sapeste l'origine del termine e le persone a cui si riferisce vi dovreste rimangiare tutto quello che è stato detto), asserendo che il P2P è ILLEGALE ( mentre sn programmi assolutamente legali frutto di programmatori e che si basano spesso sul principio dell'Open Source...questa sì forse è una parola "illegale" all'orecchio delle multinazionali come Microsoft ad esempio) spettacolarizzando catture e arresti magari di ragazzi il cui orrendo crimine è stato quello di vedersi qlc film a scrocco, mentre ci sn persone che rubano i miliardi e se la cavano con gli arresti domicliari: mi fate RIBREZZO.Quello che si vuole ottenere con questa proposta di legge è il panico e la confusione generale perchè questo lo sà benissimo anche lei chi scarica film e canzoni sn milioni di persone, e tra questi milioni ci sono anche i vostri figli, ci sn le forze dell'Ordine, ci sono professionisti, ci sono tutti, e se foste intelligenti sfruttereste questo fantastico strumento qual è internet per diffondere la passione verso il cinema, verso ciò che è cultura, magari a costi ridotti, senza criminalizzare nessuno e perseguendo chi invece della pirateria campa ( e sn sempre le solite organizzazioni criminali).Si documenti signor Ministro, si documenti, e non butti via ciò che può essere invece una risorsa economica per tutto il nostro paese, se sfruttata a dovere.La caccia alle streghe e il Proibizionismo hanno sempre ottenuto l'effetto contrario, la storia insegna.Jacopo aka DioBrando
          • Anonimo scrive:
            Re: lettera aperta al ministro
            D?accordo al 100% con Jessica e Jacopo,il problema che si sta avendo per il cinema e tutto il resto non è certo da imputare alla pirateria informatica ... il problema princiaple è che gli italiani non hanno + una lira.Questo è senza dubbio l'effetto dell'euro - ci sta massacrando e fra i costi e stipendi che ci sono arrivare a fine mese non è facile...il p2p non deve essere etichettato come programma per pirateria ma semplicemente per uno scambio di passioni fra utenti sparsi in tutto il mondo, non si tratta solo di scaricare ma si tratta anche di conoscere persone, fare amicizia, discutere del + e del ? ma ci insegna anche parecchi cose a partire dall?informatica fino ad arrivare al mondo reale.Certo tramite questi programmi detti da molti " inlegali " abbiamo la possibilità di valutare o meno l?acquisto di un cd musicale - l'acquisto di un film e cose di questo tipo .. ma questo credo sia + che giusto, per esempio io non avrei mai i soldi per poter coprire le mie passioni e nel frattempo continuare a campare ...Andiamo a vedere le statistiche di 2 film recentissimi - il signore degli anelli ha incassato parecchio in tutto il mondo (il film di qualità porta la gente al cinema da quello che ho visto), anche il film le barzellette sembra abbia avuto grandi incassi malgrado la sua reale qualità (rimpiango ancora i 7.50 euro di biglietto) eppure sono 2 film facilmente reperibili in rete in questo caso cosa è successo?Com'è possibile non accorgersi dell'abbassamento della qualità in tutti i settori - come si fa a non notare i problemi che sta avendo l'Italia nel commercio?Paghiamo una connessione che costa fior di quattrini e ora ci venite a dire che non possiamo sfruttarla?Prendetevela con chi smercia questa roba ma a noi POPOLO DI INTERNET lasciateci stare e lasciateci stare le nostre passioni.L?anonimo Gatto
    • Anonimo scrive:
      Re: lettera aperta al ministro
      Grande Jessica... Urbani... lasciale la sedia, va!!! Merità molto più di te di occuparla!
    • Anonimo scrive:
      A LAVORARE!!!
      A LAVORARE!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: A LAVORARE!!!
        La verità purtoppo è questa. Saputa e risaputa che alla fine siamo noi (onesti cittadini)a rimetterci.
    • Anonimo scrive:
      Re: lettera aperta al ministro
      Grande Jessicasei un mito per tutti noi.....
    • Merlino62 scrive:
      Re: lettera aperta al ministro
      ciao Jessy sono Orchide@ ti ricordi ?IO e la Gattona(Eva ) siamo con te nessuno meglio di te poteva spiegare una simile ingiustizia bacioni da me dalla tua gattona stelassssaaaaaaaaaaaaaaaaaaa :-))))
    • Anonimo scrive:
      Re: lettera aperta al ministro
      Ottima risposta nei confronti di chi vuole limitare il libero scambio!!Domani sicuramente incrimineranno i bambini che si scambiano le figurine dei calciatori perché calano le vendite delle bustine!!dicono che scaricare film o musica danneggi gli artisti!! Ma qualcuno mi dice perché il prezzo di un CD si aggira oltre i 20??? A me è sempre piaciuto collezionare CD originali..ma con i prezzi in giro non è proprio possibile..dicono che ad esserne penalizzati sono gli artisti..ma in realtà loro percepiscono i cachet di ingaggio a prescindere dalle copie vendute..e inoltre, per una legge di mercato, più un artista è noto (U2, vasco rossi,..etc) più vengono stampati e distribuiti CD..e quindi il prezzo finale all'acquirente dovrebbe essere molto più basso rispetto ad un CD di un artista poco o del tutto sconosciuto..ma paradossalmente avviene l'esatto opposto..artisti che vendono miliono di copie hanno Cd a prezzi molto più alti!!oltretutto la maggiorparte degli introiti dei gruppi o cantanti viene non dalle vendite del loro CD (per la quale vengono pagati in anticipo e a prescindere dal numero di copie vendute) ma dalle partecipazioni radiotelevisive, interviste a mezzo stampa, radio, tv e internet, mercandising (gadget, poster, magliette..) e concerti!! quindi che non rompano le scatolesono a favore dei diritti intellettuali...ma così si esagera!!per quanto riguarda i film....mi piace vedere film in divx comodamente seduto sulla mia poltrona....ma mi piace ancor di più vedere film al cinema....provate a vedere matrix o il signore degli anelli sullo schermo di un PC e poi al cinema...e poi provate ad affermare che è la stessa cosa!! nella mia città riesco ad andare al cinema solo con lo sconto universitari...altrimenti la media del biglietto è di 7-8 ?!!E poi di cosa si lamentano le case di produzione!! Vista la scarsa qualità del 90% (e sono stato buono) dei film in programmazione..si mettano una volta per tutte la mano sulla coscienza (sempre che ancora ce l'abbiano)se devo essere criminalizzato per lo scambio di film o musica...bene...confesso di avere registrato cassette ai miei compagni di scuola al liceo e di averne ricevute registrate..confesso di avere presato videocassette e di averne avute prestate...quello che deve essere criminalizzato è chi lucra su film e musica piratata...non chi scambia liberamente e senza profittoviva il libero scambio!!
    • Anonimo scrive:
      Re: lettera aperta al ministro
      Semplicemente fantastica!!!!Approvo in toto cio' che hai scritto ( scusami il tu ) sei stata davvero ben chiara e dettagliata nell'esposizione della realta' dei fatti e di cio' che invece e' menzognero..Proporrei di trasformare questo post in una mail e di mandarla in quante piu' copie possibili ad un indirizzo piu' vicino al ministro Urbani affinche sia " costretto " a leggerla.Torno ancora a complimentarmi con te , per come hai saputo parlare a nome del 99,9% degli " illegali " della rete.GRAZIE!!!!!!!!!!!!;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: lettera aperta al ministro
      Ministro Urbani, si faccia dare i veri dati sulla pirateria cinematografica...e si faccia dare i veri dati sulle presenze nei cinema (IO AL CINEMA CI SONO SEMPRE ANDATO E SEMPRE CI ANDRO' !!!)...ed infine i veri pirati sono quelli ke masterizzano dvd e poi li fanno vendere strade strade !!! E' a quelli ke dovete dare la caccia e non a ki si, scarica da internet, ma ogni mese paga la sua bella quota di adsl !!!(linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: lettera aperta al ministro
      ciao jessica ti faccio i miei complimenti hai scritto quello che tutti noi popolo della rete pensiamo.siccome sto cercando di organizzare nella mia città un dibattito sul decreto urbani invitando se possibile il garante della privacy rodotàe il sen.fiorello cortiana..gradirei se ogni tanto ti fai sentire sul forum così ti farò sapere circa l'organizzazione di questa iniziativa.ciao
  • Anonimo scrive:
    Se ho letto bene l'altro forum
    sul voto per la direttiva europea, Rutelli ha votato a favore e AN contro........ meditate gente meditate.
    • Anonimo scrive:
      Re: Se ho letto bene l'altro forum
      - Scritto da: Anonimo
      sul voto per la direttiva europea, Rutelli
      ha votato a favore e AN contro........
      meditate gente meditate.Non è cosìEntrambi hanno votato a favore degli emendamenti radicali che non sono passatiPoi ENTRAMBI hanno votato a favore della direttiva
  • Anonimo scrive:
    CASA DELLE LIBERTA'
    Ecco le nuove libertà introdotte dalla casa (del GF o delle libertà?) :-discoteche chiuse -p2p illegale-droghe leggere = droghe pesanti (anzi peggio)-impronte digitali per tutti-sull utero delle donne decidono loro--depenalizzazione del falso in bilancio (in un bel periodo vd parmalat)presto in arrivo : coprifuoco alle 18.30
    • Anonimo scrive:
      Re: CASA DELLE LIBERTA'
      - Scritto da: Anonimo
      Ecco le nuove libertà introdotte
      dalla casa (del GF o delle libertà?)
      :
      -discoteche chiuse
      -p2p illegale
      -droghe leggere = droghe pesanti (anzi
      peggio)
      -impronte digitali per tutti
      -sull utero delle donne decidono loro
      --depenalizzazione del falso in bilancio (in
      un bel periodo vd parmalat)

      presto in arrivo : coprifuoco alle 18.30Il P2P illegale è ciò che stona con tutto il resto.
      • Anonimo scrive:
        Re: CASA DELLE LIBERTA'
        Re: CASA DELLE LIBERTA' di Utente non registrato del 09/03/04 (13:59) - Scritto da: Anonimo
        Ecco le nuove libertà introdotte
        dalla casa (del GF o delle libertà?)
        :
        -discoteche chiuse
        -p2p illegale
        -droghe leggere = droghe pesanti (anzi
        peggio)
        -impronte digitali per tutti
        -sull utero delle donne decidono loro
        --depenalizzazione del falso in bilancio (in
        un bel periodo vd parmalat)

        presto in arrivo : coprifuoco alle 18.30Il P2P illegale è ciò che stona con tutto il resto.---
        si e magari poi non potremo + fare un cazzo ma per favore dai....che governo ridicolo e schifoso
      • Anonimo scrive:
        Senza parole??? NONO SENZA CONTANTI!!!
        ??con la sanzione amministrativa pecuniaria di euro 1500, nonché con la confisca degli strumenti e del materiale e con la pubblicazione del provvedimento su un giornale quotidiano a diffusione nazionale e su di un periodico specializzato nel settore dello spettacolo?? ß oltre a portarmi via 2 mesi di stipendio in denaro me ne portano via altri 2 in attrezzatura e in più mi sputtanano su un giornale??? Ho capito bene!!!! ??La violazione degli obblighi di cui ai commi 4, 5 e 6 è punita con una sanzione amministrativa pecuniaria da 50.000 a 250.000 euro.? ß ma sto qua quanto guadagna al mese per parlare di migliaia di euro come fossero patatine??? Beh forse tutta sta gente non si rende conto che per chi guadagna 900 euro al mese 250000 euro sono 23 anni di lavoro!!!!!!!!!!! tredicesima esclusa e che parlarne con tanta leggerezza è pure un insulto a chi sta 8 ore in fabbrica a sudare e porta a casa cibo per 2 figli!!! Comunque lo sfigato che guadagna 900 euro al mese si deve privare di qualcosa per poter andare al cinema con la famiglia a vedere un film (dalle 8 alle 12 euro a cranio se va bene) o per poter comprare un cd musicale (20 euro tutte) o un programma che gli è utile (100 euro??? Magari?) e forse sarebbe anche disposto a pagare un po? di + la linea dati e avere a disposizione un mini universo libero, facendo in modo di finanziare il cinema e chi è protetto da copyright mensilmente, tramite il proprio gestore adsl, piuttosto che aspettare che telecom o chi per esso metta ondine un sistema di share a pagamento!!! Io ho la passione per la scrittura, ma non scrivo per i soldi, benché scriva per essere letta? quanti tra attori, cantanti o registi guadagna 900 euro al mese??? Forse lo sfigato che cambia la lampadina del set di Cento vetrine quando si brucia? Personalmente il mio contratto adsl con telecom verrà chiuso il giorno che la legge passerà, e quel giorno non credo sarò l?unica a fare ciò, se il ministro Urbani vuole questo, sappia che troverà il dissenso di migliaia di persone che nelle chat dei canali p2p si è fatto una seconda famiglia, ha trovato amici, collaboratori aiutanti e persone da aiutare. Sinceramente non trovo affatto democratico distruggere una comunity, sarebbe più sensato chiedere più denaro a fourfet a tutti gli utenti adsl che chiedere a questi utenti di salutarsi per sempre perché il cinema sta morendo!!! E soprattutto Ma qualcuno crede veramente che stroncando il p2p ne guadagni il cinema???Io di mio scelgo di andare a comprare da un marocchino al bordo di una strada l?album di musica, almeno i soldi li do a un povero cristo e non a uno che insulta la mia sensibilità parlando di migliaia di euro come fossero bruscolini? Oltre tutto i server p2p sono usati anche per sharare immagini, scritti, propri lavori oltre che per le chat, i film e la musica? Ma se io apro un server per il download di soli file personali che mi succede? Mmmh?. Grazie Urbani, grazie davvero per aver permesso la chiusura di server da 1000 2000 3000 user che erano amici prima che scaricatori, server in cui gente inferma nel letto trovava comunque il suo da fare durante le tetre giornate da invalido, in cui ci si scambiava conoscenze, si cresceva apprendendo gli uni dagli altri, unificando l?Italia, l?Europa , il mondo in un?unica splendida comunità!!!! E ti dico questo ?grazie? con un mare di lacrime agli occhi. A presto, sempre che avrò ancora un contratto internet con cui collegarmi!
  • Anonimo scrive:
    Ma vaffanculooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    SIETE COME LORO
    qualche giorno fa avevo scritto: BEI TEMPI QUELLE DELLE BR...CI VOGLIONO LE BOMBE!ovvio che era una provocazione... ora mi chiedo dov'è finita la mia opinione che aldilà del tono irruente esprimeva l'impotenza contro un governo che detiene un monopolio totale e indiscriminato grazie anche a un'opposizione che non esiste?In questo forum non fate altro che parlare di libertà e di proibizionismo... beh tenete sempre presente che la prima libertà da rispettare è quella di espressione!!! IPOCRITIla verità è che vi rode il culo perchè ora dovrete pagare per avere ciò che prima avevate gratis.se vi stesse tanto a cuore la libertà non vi prendereste il disturbo di fare CENSURA... siete come loro!!!vergogna
    • Metallaro scrive:
      Re: SIETE COME LORO
      perchè secondo te è giusto pagare oro della merda che ti spacciano x cioccolata ?non so se ci siamo capitima molte cose non valgono il loro costo ....
  • Anonimo scrive:
    HANNO ROTTO IL C......O
    La tendenza è sempre quella di tutelare i più forti.Questa volta vogliono la guerra.... e guerra avranno. Il web deve restare libero con i pregi e i difetti che ne derivano....la libertà richiede consapevolezza dell'utilizzo; vogliono ridurci ai castighi come deterrente, invece che convincerci con motivazioni plausibili.1) Appena riesco ad avere un po di tempo (sto già scaricando la Debian) migro su gnu/linux quanti più pc riesco, a casa, a lavoro, se riesco convinco gli amici ecc.,(anche se ci sarà da fare le nottate... ) anche se ho licenze Ms, sbatte niente.2) Non compro più NULLA! a parte il cibo lol3) Se sarà, converto la linea Flat in DSL a tempo (non posso ritornare al 56k primitivo)4) Incomicerò a segnalare all'abuse tutti quelli che fanno il port scan a qualsiasi pc che gestisco (anche se so che non serve..) chissà che in mezzo ci sia qualche cacciatore di p2p abusivo.5) Mail agli europalramentari ecc. ecc. come indicato nei precedenti post.Sono sensibili solo ai soldi è lì che bisogna colpire. Magari capissero i discorsi sensati. Invito quanta più gente possibile a fare qualcosa in concreto. Lo scontro è epocale devono smetterla di trattarci come masse decerebrate e incapaci di consapevolezza. E non mi riferisco solo al p2p questa è una buona scusa per iniziare a controllarti anche il buco del .......Vedi Palladium ecc. Vogliono rendere la conoscenza sempre più costosa? è ora di attivarsi....
    • Anonimo scrive:
      Re: HANNO ROTTO IL C......O
      so che esiste il tasto per aggiungere una quota, ma ti quoto tutto, dall'inizio alla fine....http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=558199questo è il mess che sto facendo girare per i canali su cui ho passato 3 anni della mia vita e che nn voglio mi vengano portati via e con me altri 3000 user gridano NOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: HANNO ROTTO IL C......O
      - Scritto da: Anonimo
      La tendenza è sempre quella di
      tutelare i più forti.
      Questa volta vogliono la guerra.... e guerra
      avranno. Il web deve restare libero con i
      pregi e i difetti che ne derivano....la
      libertà richiede consapevolezza
      dell'utilizzo; vogliono ridurci ai castighi
      come deterrente, invece che convincerci con
      motivazioni plausibili.

      1) Appena riesco ad avere un po di tempo
      (sto già scaricando la Debian) migro
      su gnu/linux quanti più pc riesco, a
      casa, a lavoro, se riesco convinco gli amici
      ecc.,
      (anche se ci sarà da fare le
      nottate... ) anche se ho licenze Ms, sbatte
      niente.

      2) Non compro più NULLA! a parte il
      cibo lol

      3) Se sarà, converto la linea Flat in
      DSL a tempo (non posso ritornare al 56k
      primitivo)

      4) Incomicerò a segnalare all'abuse
      tutti quelli che fanno il port scan a
      qualsiasi pc che gestisco (anche se so che
      non serve..) chissà che in mezzo ci
      sia qualche cacciatore di p2p abusivo.

      5) Mail agli europalramentari ecc. ecc. come
      indicato nei precedenti post.

      Sono sensibili solo ai soldi è
      lì che bisogna colpire. Magari
      capissero i discorsi sensati. Invito quanta
      più gente possibile a fare qualcosa
      in concreto. Lo scontro è epocale
      devono smetterla di trattarci come masse
      decerebrate e incapaci di consapevolezza. E
      non mi riferisco solo al p2p questa è
      una buona scusa per iniziare a controllarti
      anche il buco del .......
      Vedi Palladium ecc. Vogliono rendere la
      conoscenza sempre più costosa?
      è ora di attivarsi....sto palladium non sara mai approvato da una magistratura dotata di coscienza , un sistema operativo che ti vuole far usare il pc secondo i suoi parametri... ora persino il software vuole racchiuderrci in una gabbia privandoci di agire secondo nostra coscienza ed usare il pc con liberta', roba da pazzi...per me il progetto morira ' quando si scontrera con la realta'........ anche perche la ms gia una societa' di monopolio non puo permettersi di fare ulteriori passi falsi.
      • Anonimo scrive:
        Re: HANNO ROTTO IL C......O


        Vedi Palladium ecc. Vogliono rendere la

        conoscenza sempre più costosa?

        è ora di attivarsi....
        sto palladium non sara mai approvato da una
        magistratura dotata di coscienza , un
        sistema operativo che ti vuole far usare il
        pc secondo i suoi parametri... ora persino
        il software vuole racchiuderrci in una
        gabbia privandoci di agire secondo nostra
        coscienza ed usare il pc con liberta', roba
        da pazzi...Ragazzi... ma voi avete idea di cosa sia palladium??informatevi...un aiutino per la ricerca di informazioni? ngscb (nome ufficiale del progetto "palladium")
  • Infoiato scrive:
    URBANI MA LA LEGGE SULLA PRIVACY???????
    Ragazzi sono pienamente daccordo con tutti voi, in merito al decreto approvato dal Ministro Urbani, e vorrei fare una bella domandina al Ministro (sempre che sia possibile visto che io insieme a tutti voi gli do lo stipendio per permettergli di approvare certi decreti), MA LA LEGGE SULLA PRIVACY a cosa serve se vuole fare filtrare tutto in rete??????????????????????????????????????????Intanto io incomincerò a disdire FASTWEB come penso molti altri di voi, e poi vedremo come va a finire..............cosa dite, poi faranno degli incentivi per agevolare i contratti a FASTWEB che andrà in bancarotta???????Ha ha ha ha ha ha. Staremo a vedere!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: URBANI MA LA LEGGE SULLA PRIVACY???????
      anke secondo me se si comincia a disdire l'adsl o fastweb etc etc cambiano idearesta il fatto che secondo me il governo è da solo contro noi e gli ISP faranno doppio gioco xè infondo stanno dalla nostra parte siamo noi a dare i soldi!
  • Anonimo scrive:
    P2P
  • Anonimo scrive:
    i protocolli
    utilizzati dai p2p attuali (edonkey, gnutella) etc sono pubblici e facilmente filtrabilipassiamo in massa a MUTE
    • Anonimo scrive:
      Re: i protocolli
      - Scritto da: Anonimo
      utilizzati dai p2p attuali (edonkey,
      gnutella) etc sono pubblici e facilmente
      filtrabili
      passiamo in massa a MUTEMUTE è un'embrione
    • Anonimo scrive:
      Re: i protocolli
      ma non volete capire??? qualsiasi cosa usiate, i log coni file che scaricate alla telecom arriva...arriva anche le pagine che visitate, quello che scrivete anche su questo forum, anche le conversazioni di chat...alla telecom arriva tutto...è inutile che ora cerchiate programmi nuovi in modo che non li conoscano...
      • Anonimo scrive:
        Re: i protocolli
        se il traffico è criptato a 1024 bit anche se l'isp guarda i pakketti dei file che sto scaricando come fa a controllare che effettivamente quello? :P
        • Anonimo scrive:
          Re: i protocolli
          ok, questo e' chiaro, ma non si diceva pure che dovessero segnalare un volume di traffico sospetto? se lo fanno e' inutile criptare. fred benson
  • Anonimo scrive:
    Forzaaaaaaa!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Da che pulpito !!
    Chi scarica software o altro con copyright commetterà reato.OK !Ma da che pulpito viene la predica !!!!Il più pulito c'ha la rogna !!!
  • Anonimo scrive:
    comunisti!
    "è sceso in campo per noi"... "Poteva starsene a cantare su una nave da crociera ed invece è sceso in campo! E l'ha fatto PER NOI":'(Poteva starsi comodamente nelle sue tre miliardi di villesparse per il mondo ma ha preferito occuparsi dell'Italia, per il bene di noi tutti.:'(comunisti:'((Antonio Cornacchione docet)
  • Anonimo scrive:
    Coraggio! Ecco cosa bisogna fare.
    Cosa si può fare?- Criptare i dati per renderli irriconoscibili.- Tunnelizare i protocolli per bypassare eventuali porte bloccate (ma veramente qualcuno vuole uccidere il potenziale di internet bloccando delle porte?). Magari qualcuno potrebbe creare un "general purpose tunneling protocol". Fatevi sotto! - VPN distribuite, criptate con gateways anonymizer per nascondere anche l'IP.- Scaricare costantemente saturando la banda anche con dati inutili (i log andranno a metterli a casa di Urbani).La scena finale di questo film è quella dello scontro epocale sulla bit-tax e la SIAE.Preparati perchè ci sarà bisogno anche di te!
    • Anonimo scrive:
      Re: Coraggio! Ecco cosa bisogna fare.
      - Scritto da: Anonimo
      Cosa si può fare?

      - Criptare i dati per renderli
      irriconoscibili.
      - Tunnelizare i protocolli per bypassare
      eventuali porte bloccate (ma veramente
      qualcuno vuole uccidere il potenziale di
      internet bloccando delle porte?). Magari
      qualcuno potrebbe creare un "general purpose
      tunneling protocol". Fatevi sotto!
      - VPN distribuite, criptate con gateways
      anonymizer per nascondere anche l'IP.
      - Scaricare costantemente saturando la banda
      anche con dati inutili (i log andranno a
      metterli a casa di Urbani).

      La scena finale di questo film è
      quella dello scontro epocale sulla bit-tax e
      la SIAE.

      Preparati perchè ci sarà
      bisogno anche di te!sarebbe utile postare link a chi queste cose non le capisce
  • Anonimo scrive:
    E le tasse sui CD??
    Vi ricordate che già da qualche tempo è stata immessa sui cd-r una tassa per i diritti SIAE?Prima veniva applicata solo sui cd-r audio, e adesso su tutti i supporti di memorizzazione.E se io volessi mettere su cd le foto fatte con la mia digitale? Se volessi masterizzare il film fatto con la mia telecamera? Beh, la risposta è che anche sulle nostre cose più personali la cara SIAE ci si arricchisce lo stesso. Come del resto fa già lo stato con l'IVA.Qui è un "magna magna" generale, forse i soldi stanno davvero finendo e devono trovare continuamente nuovi espedienti per fregarci con altri sistemi.Adesso vogliono assoggettare ai loro sporchi interessi anche il mondo libero di internet, ma come già è stato dimostrato in passato, con la chiusura di Napster sono sorti altri infiniti modi per scambiare i file in rete.Non è con leggi capitaliste e repressive che si risolve il problema, se davvero ne esiste uno.Se non ci permetteranno più di entrare in sistemi di File Sharing, vorrà dire che sorgeranno forum tramite i quali potremo mandarci i file tramite mail, oppure spunteranno fuori indirizzi ftp o http sempre nuovi.voglio essere ottimista, anche stavolta non ce la faranno.In caso contrario correrò il rischio di rimanere deluso e di andare a togliere le ragnatele al mio fidato 56K.Un ottimista
    • Anonimo scrive:
      Questione.......del sign. Urbani
      Secondo me,dovremo dare tutti disdetta ai contratti adsl.Con il passare del tempo la musica non cambia......prima portano gli utenti di internet a passare alle linee super veloci(e hanno permesso di scaricare di tutto,pur di aquisire contratti)ed ora se ne escono con una legge che sancisce il divieto di scaricare anche una......gif. Tornare al vecchio modem.....?? perche no...? tanto la posta elettronica o qualche pagina del web si vedeva ugualmente....:)
  • Anonimo scrive:
    sharate questo
  • Anonimo scrive:
    waste + mute + es5
    cià!alcuni dicono che da un po' non gli va il mulo ... è vero?
    • Anonimo scrive:
      Re: waste + mute + es5
      - Scritto da: Anonimo
      cià!

      alcuni dicono che da un po' non gli va il
      mulo ... è vero?mute è un'embrione
  • Anonimo scrive:
    uauuu
    2500 messaggiiiii
  • Anonimo scrive:
    Arricchimento o impoverimento?
    Il punto è sempre il solito: soldi soldi soldi.Fanno le leggi studiate a tavolino per spillare i soldi ai soliti, sempre ai soliti.E allora dico, vogliono arricchirsi? L'unica arma che abbiamo dalla nostra è dimostrare che siamo capaci di rivoltare la faccia della medaglia a loro scapito. Niente file sharing? allora niente abbonamento adsl. Il resto viene tutto da sè. Un esempio? Per assurdo non avremo più bisogno di torri di Cd vergini, tanto non li masterizzeremo più...già masterizzare, con cosa? tutto l'harware necessario non occorrerà più. Masterizzatori cd e dvd, hard disk capientissimi.Non penso proprio che il giorno dopo la messa al bando del P2P andremo a fare la fila ai negozi di musica per l'ultimo cd.Sono più che convinto che vivremo bene anche senza tutte queste cose e molte altre che mi sono scordato di elencare.Torneremo a registrare su mc le canzoni alla radio, finchè anche essa non verrà ammanettata.A pensare solo alla rimessa economica di tutte le disdette adsl che perverranno presso i propri ISP mi gira la testa.Dunque siamo sicuri che anche stavolta i lor signori l'avranno vinta? Staremo a vedere.
    • Anonimo scrive:
      Re: Arricchimento o impoverimento?
      concordo in pieno,inoltre voglio vedere l'effetto che farà quando cominceranno a colpire ragazzini e le loro famiglie per aver scaricato qualche mp3
    • Anonimo scrive:
      Re: Arricchimento o impoverimento?
      Rimane sempre il problema che alla radio non trasmettono ciò che voglio sentire io; comunque, ho utilizzato questa soluzione per *anni* !Saluti,Piwi
  • Anonimo scrive:
    Modello lettera disdetta
    Spett.le Fastweb/TIN/Infostrada/TiscaliIn data 5/3/2004 era in discussione un Decreto Legge che costringerebbe ogni Provider a "filtrare" qualunque connessione di un proprio utente al fine di impedire la anche potenziale condivisione di materiale portetto da copyright.Considerando questa attribuzione di poteri di "polizia preventiva" ai provider contraria a qualunque norma costituzionale e a qualunque principio di uno Stato di diritto, sono a chiedere, anche io preventivamente, se sia vostra intenzione sottostare, senza protestare fermamente presso le sedi competenti, a questa eventuale normativa.Vi informo sin da ora che in caso di approvazione di tali norme, disdirrei immediatamente il contratto stipulato con Voi; ritengo infatti del tutto inaccettabile che la prevenzione di possibili azioni illegali possa portare al completo controllo dell'attivita' dei Vostri utenti, in spregio a ogni diritto alla riservatezza personale.Data e firma...
  • Anonimo scrive:
    la verità sul perchè vogliono abolire...
  • Anonimo scrive:
    Disdetta
    La mia lettera di disdetta ADSL e' pronta, cosi' come chi ha Fastweb senza limiti e' pronto a trasformarla in Fastweb a consumo, che costa la meta'.Non sto predicando la liberta' di "pirateria", sto dicendo che non mi interessa un abbonamento a un provider che e' costretto a fantomatici filtri, in quanto un Ministro, che non e' e non puo' essere competente, obbedisce CIECAMENTE al desiderio di produttori cinematografici come De Laurentis.Mi dispiace, ma e' l'unica arma che mi resta, e che credo resti a moltissime persone.Oltre a questo, sciopero degli acquisti di cd/dvd...Io ho circa 400 cd originali e 150 film originali.Comincio a sentire e a vedere quelli...
    • Anonimo scrive:
      Re: Disdetta
      quoto in pieno. anch'io ce l'ho pronta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Disdetta
      - Scritto da: Anonimo
      La mia lettera di disdetta ADSL e' pronta,puoi postarla, mi serve come modello.tnx
    • Anonimo scrive:
      Re: Disdetta

      Io ho circa 400 cd originali e 150 film
      originali.Ma se hai 2 MP3 e 2 DivX sei un pericoloso criminale, mica guardano agli originali quando ti entrano in casa!!!Mah...
  • Anonimo scrive:
    ALLORA, CHE FACCIAMO???
    Aspettiamo gli eventi?Quanto tempo abbiamo??Qualcuno ha ventilato l'idea di fare un forum da un'altra parte. Restiamo qui o ci organizziamo diversamente?
    • Anonimo scrive:
      Re: ALLORA, CHE FACCIAMO???
      - Scritto da: Anonimo
      Aspettiamo gli eventi?Quanto tempo abbiamo??
      Qualcuno ha ventilato l'idea di fare un
      forum da un'altra parte. Restiamo qui o ci
      organizziamo diversamente?ci chiniamo a 90°questo è il meglio che riusciamo a fare,ti ricordi la petizione contro l'editoria, non è servita a nulla.
      • Anonimo scrive:
        Re: ALLORA, CHE FACCIAMO???
        L'unica cosa da fare è fare uno sciopero degli acquisti in massa; quello lo sentiranno per forza, che lo vogliano o meno...non sono firme. L'unico problema è organizzarsi per cercare di capire in quanti si è.
        • Anonimo scrive:
          Re: ALLORA, CHE FACCIAMO???
          - Scritto da: Anonimo
          L'unica cosa da fare è fare uno
          sciopero degli acquisti in massa; quello lo
          sentiranno per forza, che lo vogliano o
          meno...non sono firme. L'unico problema
          è organizzarsi per cercare di capire
          in quanti si è.Se lo sciopero durasse 2-3 anni lo sentirebbero.. ma pensi di trovare il modo di convincere 3-4 milioni di italiani, minimo minimo, a non fare pià acquisti per 24/36 mesi ?Come minimo il 70-80% poi lo arresterebbero quando si reca dall'extracomunitario che fa il lavoro a nero per le organizzazioni criminali che vendono le copie per strada, non potendo più usare il P2P...
  • Anonimo scrive:
    la legge e sbagliata
    Pure io sono contro questa legge, che secondo me va contro internet... non capisco da un latto lo stato vuole promuovere internet pian piano aumentando la disponibilita di banda sul territorio, incentivi ecc . D'altra parte con questa legge vorrebbe impedire scambi di file tra utenti,l'utente che fa il download e colpevole, il webmaster idem... scusate ma per quale altro motivo uno si collega alla rete ???? IO uso internet da 5 anni un hobby ,ho passato del tempo a fare siti nel mio piccolo mi sono divertito mi hannno sempre tagliato le gambe, ore e ore a uppare file sulla rete quando l'adsl era solo un sogno spendendo tantissimi soldi.Se il download su internet diventa illegale,beh penso proprio che l'utenza internet che usa p2p e ecc, farà a meno di flat internet non penso che stia più ore ore su internet... sicuramente ci sarà un giro inferiore di soldi. Sono d'accorodo solo sul punto, che questo materiale diventi illegale solo quando usato a scoppi di lucro punite queste persone .... Faccio un attimo di rifessione e mi chiedo come mai adesso tutto quest'interesse per internet ??? quando le flat 56 kb sperivano (ancora adsl non copre tutti) l'utente ha chiesto di essere tutelato tutti hanno diritto a communicare o sbaglio ... ci avete tutelato ??? no!!! bella c...o di italia complimenti un saluto BaffoCarboni
  • Anonimo scrive:
    è inattuabile
    questo decreto è inattuabileUrbani non sa un cazzo di data-logs, non sa che è economicamente impossibile filtrare milioni di gigabyte di traffico giornalieri, non sa che è possibile "tunnellizzare il tutto" e addio filtri, non sa (punto)una cosa sa farla (forse)sa scoparsi la "Ida Di Benedetto?, quella che recita in questi giorni uno spot "pubblicità progresso" a favore del teatro (quello dove lei recita).http://www.liceoartisticoteramo.it/images/divenanzo2002/File0004.jpge cacciare sgarbi perchè scomodo, voi l'avete più visto.
    • Anonimo scrive:
      Re: è inattuabile
      Infatti....metterei dei fitri.... soprattutto se i dati sono criptati (molti programmi p2p stanno incominciando a mettere la criptatura come default)!!!HellGauss
      • Anonimo scrive:
        Re: è inattuabile
        - Scritto da: Anonimo
        Infatti....
        metterei dei fitri.... soprattutto se i dati
        sono criptati (molti programmi p2p stanno
        incominciando a mettere la criptatura come
        default)!!!Cripta quanto ti pare tanto gli ISP non hanno problemi a sapere che sei connesso ad una rete P2P anche senza server i programmi si connettono comunque al sito dei produttori dei programmi e poi chiuderanno una marea di porte ed addio IP pubblico, Fastweb già lo fa questo.Gli ISP sanno esattamente a cosa si connette un utente, non è affatto così impossibile come molti credono.
        • Anonimo scrive:
          Re: è inattuabile
          Se i dati non sono criptati con un meccanismo di chiave asimmetrica, chi te li manda (o quello a cui li stai mandando) deve essere contro di te per incastrarti. Le intercettazioni di terzi sono completamente inutili.Il filesharing può essere anche usato ad esempio per scaricare in maniera efficente l'ultima versione di linux, senza intasare il sito principale, ma distribuendo la banda a più utenti.Quindi il governo (o chi per lui) si troverebbe solo con una grossa mole di dati completamente senza senso. Che ne sanno loro se sto scaricando l'ultimo film uscito o l'ultima versione di linux?Inoltre si stanno sviluppando sistemi di filesharing che garantiscono anche l'anonimato dell'ip, tramite un intelligente meccanismo di redirezione.Date tempo agli sviluppatori di scrivere software adeguati e non ci sarà niente da temere.
        • Anonimo scrive:
          Re: è inattuabile

          Cripta quanto ti pare tanto gli ISP non
          hanno problemi a sapere che sei connesso ad
          una rete P2P anche senza server i programmi
          si connettono comunque al sito dei
          produttori dei programmi e poi chiuderanno
          una marea di porte ed addio IP pubblico,
          Fastweb già lo fa questo.
          Gli ISP sanno esattamente a cosa si connette
          un utente, non è affatto così
          impossibile come molti credono.Non c'entra nulla cio' che hai scritto, è vero, ma non c'entra nulla col fatto che si può scambiare file in modo anonimo x' essere connessi ad un P2P non è illegale a priori. ricordi?E' illegale scambiare file protetti da diritto d'autore, ma essere semplicemente connessi a kazaa e scaricare non è illegale. Il fotto di scaricare qualcosa di criptato che non si sa cos'è, non è perseguibile.
          • Anonimo scrive:
            Re: è inattuabile
            inoltre chi mi assicura che per aver scaricato roba legale,per sbaglio,non mi trovo inquisito?
          • Anonimo scrive:
            Re: è inattuabile
            - Scritto da: Anonimo
            inoltre chi mi assicura che per aver
            scaricato roba legale,per sbaglio,non mi
            trovo inquisito?Nessuno. Qualche magistrato andrà in Tv e/o farà interviste per aver catturato dei pericolosi criminali e dopo un 10 anni di processi, fedina penale sporca, carriera lavorativa andata, reclusione in carcere, migliaia di euro buttati in avvocati forse ti inviteranno in qualche trasmissione per raccontare la tua disavventura e chissà se e quanto ti pagano l'intervista... Ecco come vanno le cose in Italia....Ed il fatto che tutto questo sia un governo di centro destra ad incitarlo e Berlusconi che di vicende con la magistratura schizzoide ne ha vissute e ne vive ancora lascia come minimo perplessi.. Certo, a gente come Urbani poco importa.
          • Anonimo scrive:
            Re: è inattuabile
            I magistrati che c'entrano ?Le leggi mica le fanno loro.Saluti,Piwi
          • Anonimo scrive:
            Re: è inattuabile
            - Scritto da: Anonimo
            I magistrati che c'entrano ?

            Le leggi mica le fanno loro.Come se la applicassero come dovrebbero, eh?Io non faccio che vedere spacciatori, plurpregiudicati, assassini e psicopatici scarcerati e messi in comunità e che vanno in televisione come fossero delle star della Tv.... Eppure le leggi per dare loro la giusta punizione esistono, tuttavia qui si rischia di fare la fine che dovrebbero fare queste persone pericolose se si scambiano delle copie fra amici o si fanno copie senza scopo di lucro... avendo poi comunque gli extracomunitari che vendono sempre e comunque per strada prodotti illegali ed ovviamente a nero, fra cui ovviamente copie di qualsiasi cosa... Ovviamente sono io strano, i magistrati sono perfetti ed i cittadini onesti pagano sempre e comunque fino a restare in mutande perchè hanno finito tutti i soldi...
  • Anonimo scrive:
    Grillo ha sempre ragione...
    Anni fa Bepe Grillo proponeva di pagare il prezzo del cinema in base al costo del film: in pratica, è assurdo spendere 7 euro per un film di 200 milioni di dollari e 7 euro per una porcata di Vanzina da una decina di miliardi della vecchie lire...I comici la sanno sempre lunga.
    • Anonimo scrive:
      Re: Grillo ha sempre ragione...
      - Scritto da: Anonimo
      Anni fa Bepe Grillo proponeva di pagare il
      prezzo del cinema in base al costo del film:
      in pratica, è assurdo spendere 7 euro
      per un film di 200 milioni di dollari e 7
      euro per una porcata di Vanzina da una
      decina di miliardi della vecchie lire...I
      comici la sanno sempre lunga.Anche se in parte un'idea sensata cosa succederebbe se venisse presa alla lettera ? Che vedersi Il Signore Degli Anelli al cinema costerebbe come minimo 30-40 Euro, probabilmente di più, a persona ovviamente e non a famiglia.... Certo, dopo le schifezze di Vanzina costeranno pure 1-2 euro o 50 centesimi ma chi andrebbe più a vedersi i film seri ad alto budget ?Per non dire dei prezzi dei DVD... un DVD di un film costato quanto Il Signore Degli Anelli costerebbe almeno 100 Euro in versione standard e 400 Euro per la versione deluxe con 45 minuti extra, probabilmente pure di più.....Se venisse presa alla lettera una simile proposta si avvererebbe un altro incubo ed il sistema capitalista scomparirebbe completamente, visto che già così è talmente offuscato e corrotto che con i cartelli dei prezzi ne è rimasto ben poco...
      • Anonimo scrive:
        Re: Grillo ha sempre ragione...
        non mi hai capito: si parte da un massimo di 7 euro per l'ingresso del cinema e di 22 euro per un dvd...
        • Anonimo scrive:
          Re: Grillo ha sempre ragione...
          - Scritto da: Anonimo
          non mi hai capito: si parte da un massimo di
          7 euro per l'ingresso del cinema e di 22
          euro per un dvd...Esatto, come si fa per le tasse univesitarie...da "un minimo di" per un film a basso costo, a "un massimo di" per i film più costosi. Basta però che poi non si mettono a fare falsi bilanci come ormai è di moda fare per aumentare il budget di spesa.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grillo ha sempre ragione...
            - Scritto da: Anonimo

            Esatto, come si fa per le tasse
            univesitarie...da "un minimo di" per un film
            a basso costo, a "un massimo di" per i film
            più costosi. Basta però che
            poi non si mettono a fare falsi bilanci come
            ormai è di moda fare per aumentare il
            budget di spesa.ma questo è comunismo!:D
  • Anonimo scrive:
    non solo a fovore della legge
    non ho molte cose da dire in proposito ,io sono solo un povero operaio che si scarica qualche filmetto dal momento che non ho molte possibilita' economiche .pero' sono convinto che questa legge non giovera' neppure a molte industrie quali la TIN etc.io navigo parecchio per svariate chat ma la parola di risposta e sempre quella: se fanno una legge del genere io mi tolgo da internet.l'ho sentita sulle bocche di centinaia di persone quella frase,e sono convinto che da questo dipenderanno anche molti posti di lavoro se cio andasse in porto.non sto parlando perche a me fanno comodo questi programmi P2P ma perche il governo rifletta ulteriormente a proposito dal momento che in tutta europa il P2P e legale.siamo in europa non in italia ,perche l'italia deve essere l'unico stato con questa legge diversa?cmq se cio accadesse da me la grande TIN avra un utente in meno ,ed anche se sono una piccola ed inutile cellula so di non essere la sola .con questo porgo distinti saluti.
  • Anonimo scrive:
    la legge del mercato...
    ...questa è l'unica legge riguardante il p2p e che salverà il p2p. tutto il resto sono solo parole, anche se diventano legge.
  • Anonimo scrive:
    jeeg
    Corri ragazzo laggiùvai cia può fa sulu tucorri in aiuto di tutta la gente della sanitàcorri e va per la stellavola e va su forcellatu che puoi diventare un jeegjeeg va cu chi ta faijeeg va pass nu uaiopass chistu uaio pecchè nun me lanciate e component nennèstong a tre ore nderr cae non me pozz trasformàsti uagliun stann iocann a pallonnda capa miaquando il domani verràinvocherete pietànunn o ra retta a sta cap' e pallonamma i a signa'vola e va sulla fasciacrossa e va tira in portapa girà chesta cap e jeegjeeg va cu chi ta faimiva pass nu uaiopass chistu uaio pecchè nun me lanciate e component nennèsi nun m'arriv a trasformàsta capa mia che fine fanu me iettat rind a munnezzperchè i so jeegmannaggiahttp://utenti.lycos.it/darknessbbb/mp3/Jeeg%20Robot%20napoletano.zip
  • Anonimo scrive:
    Finalmente
    era ora che il governo ci tutelasse, speriamo faccia lo stesso per i bond ParmaCirio
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente
      Tutelare a chi? a voi ricchi delle Major oppure a noi povera gente del popolo?chi ha bisogno di maggiore tutela?Ovviamente voi! scusa!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente
      Si ? E quando inizierà a tutelare il sottoscritto, che, pur muovendosi con i mezzi pubblici, deve respirare tutto il gas di scarico delle automobili ?METTIAMO LE AUTOMOBILI FUORI LEGGE !Saluti,Piwi
    • Pulsar scrive:
      Re: Finalmente
      - Scritto da: Anonimo
      era ora che il governo ci tutelasse,
      speriamo faccia lo stesso per i bond
      ParmaCirioDi cosa, scusa? ti ricordo che non esiste ancora nulla che è stato già deciso, qualcosa cambierà sicuramente, ma nessuno starà zitto sapendo che navigare su Internet sarà come stare nella casa del Grande Fratello, inoltre mettiti almeno un nick, perchè ti firmi come anonimo? hai paura che un paio di migliaia di persone che postano qui vengano a gonfiarti di botte?;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Finalmente
        - Scritto da: Pulsar

        Di cosa, scusa? ti ricordo che non esiste
        ancora nulla che è stato già
        deciso, qualcosa cambierà
        sicuramente, ma nessuno starà zitto
        sapendo che navigare su Internet sarà
        come stare nella casa del Grande Fratello,
        inoltre mettiti almeno un nick,
        perchè ti firmi come anonimo? hai
        paura che un paio di migliaia di persone che
        postano qui vengano a gonfiarti di botte?;)ma scusa qualcuno li avrà pur votati quelli del polo e da sempre sono stati fautori di una politica capitalistica ergo a favore dei ricchi, di cosa vi meravigliate?le elezioni le hanno vinte .... oppure dici che le hanno brogliate?secondo perchè dovrei firarmi per farmi pubblicità ?
        • Pulsar scrive:
          Re: Finalmente
          Vedo che qualcuno non si rende conto, se si lascia che qualcuno faccia una legge che in nome delle major tenga sotto controllo tutta l'utenza di Internet, si rischia molto di più che un semplice controllo, in teoria basta un'interpretazione sbagliata per farti perquisire e pensa se qualcuno si ritrova una seccatura del genere senza aver scaricato nulla di illegale, il risultato sarebbe che la gente potrebbe spaventarsi anche al solo pensiero di navigare.Io penso che una regolamentazione sia una buona cosa, ma una regolamentazione deve tener conto anche degli utenti, non solo delle Major e da ciò che vedo anche in parlamento europeo pensano a noi utenti come a degli oggetti da tenere sotto chiave.C'è bisogno di sensibilizzare sull'argomento, c'è bisogno che si capisca che noi siamo persone e abbiamo dei diritti che vanno rispettati.
          • Anonimo scrive:
            Re: Finalmente
            - Scritto da: Pulsar

            C'è bisogno di sensibilizzare
            sull'argomento, c'è bisogno che si
            capisca che noi siamo persone e abbiamo dei
            diritti che vanno rispettati.in ambito informatico manca qualsiasi forma di sensibilizzare o alfabetizzazione che dir si vogliaesempio concreto: wormmezza-soluzione : campagna di informazione in cui si dica"non aprite allegati di dubbia provenienza"se si attenessero a questo principio le nostre caselle di poste vedrebbero ridursi di un buon 60% in worm.manca un'associazione che difenda internet e ne promuova l'utilizzo corretto (vedi worm).
        • Anonimo scrive:
          Re: Finalmente
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Pulsar



          Di cosa, scusa? ti ricordo che non
          esiste

          ancora nulla che è stato
          già

          deciso, qualcosa cambierà

          sicuramente, ma nessuno starà
          zitto

          sapendo che navigare su Internet
          sarà

          come stare nella casa del Grande
          Fratello,

          inoltre mettiti almeno un nick,

          perchè ti firmi come anonimo? hai

          paura che un paio di migliaia di
          persone che

          postano qui vengano a gonfiarti di
          botte?;)

          ma scusa qualcuno li avrà pur votati
          quelli del polo e da sempre sono stati
          fautori di una politica capitalistica ergo a
          favore dei ricchi, di cosa vi meravigliate?

          le elezioni le hanno vinte .... oppure dici
          che le hanno brogliate?

          secondo perchè dovrei firarmi per
          farmi pubblicità ?Veramente il capitalismo non è a favore dei ricchi ma a favore dei clienti, almeno lo era prima che venisse corrotto negli ultimi 20 anni da un branco di incapaci che ne hanno preso il controllo a livello mondiale burocratizzando i mercati come mai prima nella storia e facendoci piombare in questo sistema medioevale in cui non si pratica un prezzo per vendere alle masse e guadagnare sulla quantità ma si mette il prezzo più alto possibile e si pretende che la polizia obblighi tutti ad acquistare a tale prezzo perchè questi dirigenti inetti non possono permettersi di perdere i loro privilegi e le loro ville conquistate frodando in primis le stesse multinazionali che controllano !
  • Anonimo scrive:
    w il berlusca
  • Anonimo scrive:
    Non capisco...
    Ciampi secondo me non sa neppure cosa sia il file sharing...Ha solo, giustamente, detto che la pirateria e' un fenomeno da combattere.Ma la VERA pirateria, cioe' quella dei mercati neri e dei mafiosi che smerciano tramite i poveri marocchini, non certo i ragazzini che si scambiano i dvx.Basta leggere qui:http://www.lastampa.it/redazione/news_high_tech/archivio/0311/PIRATERIA.aspE' vergognoso che Urbani faccia dire a Ciampi cio' che NON ha detto!E il sospetto che a Urbani interessi piu' farsi amico De Laurentis che fare gli interessi dei cittadini e' molto forte!
  • maciste scrive:
    Qualcuno si muove!
    andate a leggere qui http://www.ipjustice.org/CODE/Cappato_Declaration.html Non servirà a nulla probabilmente ma è già qualcosa, e non mi stupisce che sia stato un radicale a muoversi, questo per coloro che dicono che votare radicale non serve a nulla, tra l'altro gli altri firmatari sono dei seguenti gruppi: verdi, liberali europei (ELDR), popolari europei (EPP), unione europa delle nazioni (UEN) e gruppo sinistra unita europea. Faccio notare che non c'è nessuno del pse...evidentemente erano troppo occupati a criticare il festival di Renis o l'assetto tattico del Milan per potersi occupare di faccende così ridicole.
  • Anonimo scrive:
    Email di protesta al parlamento europeo.
    Riporto un post da un altro forum...L'eurodeputato radicale Marco Cappato ha presentato 5 emendamenti che recepiscono quelli proposti da IP Justice e mirano a restringere il campo di applicazione solo alle infrazioni a fine commerciale. IP Justice (http://www.ipjustice.org/CODE/Cappato_Declaration.html) riporta che le 35 firme necessarie affinchè gli emendamenti siano posti in votazione il 9 marzo sono state fornite dai radicali e da alcuni dei membri dei partiti dei: verdi, liberali europei (ELDR), popolari europei (EPP), unione europa delle nazioni (UEN) e gruppo sinistra unita europea.Ne deduco (la notazione è comunque preliminare e potrà essere confermata solo dal modo in cui voteranno il 9 marzo) che nessun membro del PSE ha firmato gli emendamenti.Comunque, saranno posti in votazione. E già questa è una vittoria, se pensate che in precedenza erano TUTTI d'accordo sull'approvazione del provvedimento così com'è.Il sito IP Justice invita tutti a mandare una email ai propri eurodeputati per chiedere l'accoglimento degli emendamenti Cappato. Non posso che girarvi nuovamente la richiesta, se volete, e proporvi un mio modello di lettera che potete copiare/incollare nel vostro client di posta (niente pagina web automatica stavolta, purtroppo: quella di EFF non funziona più perchè lo staff dell'europarlamento ha bloccato EFF come mittente dopo aver constatato una enorme quantità di messaggi :-)))))La pagina da cui trarre gli indirizzi è questa PAGINA INDIRIZZIDovete cliccare sulla bandiera italiana e poi sul nome del deputato da voi scelto, dove (basso a sinistra) potreste trovare l'email. Alcuni non la indicano. In tal caso fate così:Google----
    inserite nella casella di ricerca "nome_deputato @europarl", ad es. "Giorgio Napolitano @europarl" e vedrete che troverete l'email, salvo casi molto rari. Aprite comunque il sito trovato da google per accertarvi che l'email sia proprio quella e non di un altro col nome simile. Se mandate più email a deputati diversi (più sono meglio è) ricordatevi di sostituire il cognome dopo "On." nell'intestazione. In fondo vanno i vostri dati, meglio se completi di indirizzo.----On. ,Le scrivo per chiedere il suo supporto agli emendamenti proposti dall'on.Cappato alla proposta di direttiva europea sulla Tutela dei Diritti diProprietà Intellettuale la cui votazione è prevista per la sessione plenariadel Parlamento europeo il 9 marzo 2004. Questi emendamenti garantirebberoche la direttiva si concentri solo su coloro che intenzionalmente infrangonoi copyright a scopo commerciale o le cui attività hanno un sostanzialeimpatto commerciale - una modifica cruciale che preserverebbe il principiodi proporzionalità e di giustizia procedurale.Penso che sia importante proteggere i titolari dei diritti dalle infrazionial copyright e dalla contraffazione; tuttavia sono anche convinto che imezzi di protezione devono essere proporzionati alle infrazioni inquestione. La direttiva non distingue adeguatamente coloro che commettonoinfrazioni a fine di commercio e su larga scala dai singoli che senza talfine e senza intenzione violano le norme sulla proprietà intellettuale.Inoltre, la direttiva proposta include una serie di misure di protezione chenon sono riconosciute nelle leggi nazionali di molti Stati membri UE. Questemisure includono gli ordini "Anton Pillar" che giungerebbero a legittimareperquisizioni private da parte dei dententori di diritti, e ingiunzioniMareva atte a congelare conti bancari senza preavviso e senza preventivaudienza e ad ottenere documenti commerciali. Senza un emendamento che limitiil loro utilizzo alle infrazioni e alla contraffazione commerciale e sularga scala, e senza un appropriato controllo giudiziale, sono seriamentepreoccupato che queste misure di protezione possano porre in pericolo ildiritto alla riservatezza dei consumatori europei, frenare l'innovazionetecnologica e generare rilevanti oneri di spesa per gli Internet ServiceProvider, gli operatori dei rete e le piccole aziende.Per favore combatta queste previsioni di protezione troppo zelanti votandogli emendamenti dell'on. Cappato alla direttiva in questione il 9 Marzo2004. Grazie per il suo tempo.Distinti saluti,
    • Anonimo scrive:
      Ecco la pagina indirizzi.
      - Scritto da: Anonimo
      Riporto un post da un altro forum...


      L'eurodeputato radicale Marco Cappato ha
      presentato 5 emendamenti che recepiscono
      quelli proposti da IP Justice e mirano a
      restringere il campo di applicazione solo
      alle infrazioni a fine commerciale. IP
      Justice
      (www.ipjustice.org/CODE/Cappato_Declaration.h
      Ne deduco (la notazione è comunque
      preliminare e potrà essere confermata
      solo dal modo in cui voteranno il 9 marzo)
      che nessun membro del PSE ha firmato gli
      emendamenti.

      Comunque, saranno posti in votazione. E
      già questa è una vittoria, se
      pensate che in precedenza erano TUTTI
      d'accordo sull'approvazione del
      provvedimento così com'è.

      Il sito IP Justice invita tutti a mandare
      una email ai propri eurodeputati per
      chiedere l'accoglimento degli emendamenti
      Cappato. Non posso che girarvi nuovamente la
      richiesta, se volete, e proporvi un mio
      modello di lettera che potete
      copiare/incollare nel vostro client di posta
      (niente pagina web automatica stavolta,
      purtroppo: quella di EFF non funziona
      più perchè lo staff
      dell'europarlamento ha bloccato EFF come
      mittente dopo aver constatato una enorme
      quantità di messaggi :)))))

      La pagina da cui trarre gli indirizzi
      è questa PAGINA INDIRIZZI

      Dovete cliccare sulla bandiera italiana e
      poi sul nome del deputato da voi scelto,
      dove (basso a sinistra) potreste trovare
      l'email. Alcuni non la indicano. In tal caso
      fate così:

      Google----
      inserite nella casella di
      ricerca "nome_deputato @europarl", ad es.
      "Giorgio Napolitano @europarl" e vedrete che
      troverete l'email, salvo casi molto rari.
      Aprite comunque il sito trovato da google
      per accertarvi che l'email sia proprio
      quella e non di un altro col nome simile. Se
      mandate più email a deputati diversi
      (più sono meglio è)
      ricordatevi di sostituire il cognome dopo
      "On." nell'intestazione. In fondo vanno i
      vostri dati, meglio se completi di
      indirizzo.

      ----
      On. ,

      Le scrivo per chiedere il suo supporto agli
      emendamenti proposti dall'on.
      Cappato alla proposta di direttiva europea
      sulla Tutela dei Diritti di
      Proprietà Intellettuale la cui
      votazione è prevista per la sessione
      plenaria
      del Parlamento europeo il 9 marzo 2004.
      Questi emendamenti garantirebbero
      che la direttiva si concentri solo su coloro
      che intenzionalmente infrangono
      i copyright a scopo commerciale o le cui
      attività hanno un sostanziale
      impatto commerciale - una modifica cruciale
      che preserverebbe il principio
      di proporzionalità e di giustizia
      procedurale.

      Penso che sia importante proteggere i
      titolari dei diritti dalle infrazioni
      al copyright e dalla contraffazione;
      tuttavia sono anche convinto che i
      mezzi di protezione devono essere
      proporzionati alle infrazioni in
      questione. La direttiva non distingue
      adeguatamente coloro che commettono
      infrazioni a fine di commercio e su larga
      scala dai singoli che senza tal
      fine e senza intenzione violano le norme
      sulla proprietà intellettuale.

      Inoltre, la direttiva proposta include una
      serie di misure di protezione che
      non sono riconosciute nelle leggi nazionali
      di molti Stati membri UE. Queste
      misure includono gli ordini "Anton Pillar"
      che giungerebbero a legittimare
      perquisizioni private da parte dei
      dententori di diritti, e ingiunzioni
      Mareva atte a congelare conti bancari senza
      preavviso e senza preventiva
      udienza e ad ottenere documenti commerciali.
      Senza un emendamento che limiti
      il loro utilizzo alle infrazioni e alla
      contraffazione commerciale e su
      larga scala, e senza un appropriato
      controllo giudiziale, sono seriamente
      preoccupato che queste misure di protezione
      possano porre in pericolo il
      diritto alla riservatezza dei consumatori
      europei, frenare l'innovazione
      tecnologica e generare rilevanti oneri di
      spesa per gli Internet Service
      Provider, gli operatori dei rete e le
      piccole aziende.

      Per favore combatta queste previsioni di
      protezione troppo zelanti votando
      gli emendamenti dell'on. Cappato alla
      direttiva in questione il 9 Marzo
      2004. Grazie per il suo tempo.


      Distinti saluti,http://wwwdb.europarl.eu.int/ep5/owa/p_meps2.repartition?ilg=EN&iorig=home
    • maciste scrive:
      Re: Email di protesta al parlamento euro
      - Scritto da: Anonimo
      Riporto un post da un altro forum...


      L'eurodeputato radicale Marco Cappato ha
      presentato 5 emendamenti che recepiscono
      quelli proposti da IP Justice e mirano a
      restringere il campo di applicazione solo
      alle infrazioni a fine commerciale. IP
      Justice
      (www.ipjustice.org/CODE/Cappato_Declaration.h
      Ne deduco (la notazione è comunque
      preliminare e potrà essere confermata
      solo dal modo in cui voteranno il 9 marzo)
      che nessun membro del PSE ha firmato gli
      emendamenti.

      Comunque, saranno posti in votazione. E
      già questa è una vittoria, se
      pensate che in precedenza erano TUTTI
      d'accordo sull'approvazione del
      provvedimento così com'è.

      Il sito IP Justice invita tutti a mandare
      una email ai propri eurodeputati per
      chiedere l'accoglimento degli emendamenti
      Cappato. Non posso che girarvi nuovamente la
      richiesta, se volete, e proporvi un mio
      modello di lettera che potete
      copiare/incollare nel vostro client di posta
      (niente pagina web automatica stavolta,
      purtroppo: quella di EFF non funziona
      più perchè lo staff
      dell'europarlamento ha bloccato EFF come
      mittente dopo aver constatato una enorme
      quantità di messaggi :)))))

      La pagina da cui trarre gli indirizzi
      è questa PAGINA INDIRIZZI

      Dovete cliccare sulla bandiera italiana e
      poi sul nome del deputato da voi scelto,
      dove (basso a sinistra) potreste trovare
      l'email. Alcuni non la indicano. In tal caso
      fate così:

      Google----
      inserite nella casella di
      ricerca "nome_deputato @europarl", ad es.
      "Giorgio Napolitano @europarl" e vedrete che
      troverete l'email, salvo casi molto rari.
      Aprite comunque il sito trovato da google
      per accertarvi che l'email sia proprio
      quella e non di un altro col nome simile. Se
      mandate più email a deputati diversi
      (più sono meglio è)
      ricordatevi di sostituire il cognome dopo
      "On." nell'intestazione. In fondo vanno i
      vostri dati, meglio se completi di
      indirizzo.

      ----
      On. ,

      Le scrivo per chiedere il suo supporto agli
      emendamenti proposti dall'on.
      Cappato alla proposta di direttiva europea
      sulla Tutela dei Diritti di
      Proprietà Intellettuale la cui
      votazione è prevista per la sessione
      plenaria
      del Parlamento europeo il 9 marzo 2004.
      Questi emendamenti garantirebbero
      che la direttiva si concentri solo su coloro
      che intenzionalmente infrangono
      i copyright a scopo commerciale o le cui
      attività hanno un sostanziale
      impatto commerciale - una modifica cruciale
      che preserverebbe il principio
      di proporzionalità e di giustizia
      procedurale.

      Penso che sia importante proteggere i
      titolari dei diritti dalle infrazioni
      al copyright e dalla contraffazione;
      tuttavia sono anche convinto che i
      mezzi di protezione devono essere
      proporzionati alle infrazioni in
      questione. La direttiva non distingue
      adeguatamente coloro che commettono
      infrazioni a fine di commercio e su larga
      scala dai singoli che senza tal
      fine e senza intenzione violano le norme
      sulla proprietà intellettuale.

      Inoltre, la direttiva proposta include una
      serie di misure di protezione che
      non sono riconosciute nelle leggi nazionali
      di molti Stati membri UE. Queste
      misure includono gli ordini "Anton Pillar"
      che giungerebbero a legittimare
      perquisizioni private da parte dei
      dententori di diritti, e ingiunzioni
      Mareva atte a congelare conti bancari senza
      preavviso e senza preventiva
      udienza e ad ottenere documenti commerciali.
      Senza un emendamento che limiti
      il loro utilizzo alle infrazioni e alla
      contraffazione commerciale e su
      larga scala, e senza un appropriato
      controllo giudiziale, sono seriamente
      preoccupato che queste misure di protezione
      possano porre in pericolo il
      diritto alla riservatezza dei consumatori
      europei, frenare l'innovazione
      tecnologica e generare rilevanti oneri di
      spesa per gli Internet Service
      Provider, gli operatori dei rete e le
      piccole aziende.

      Per favore combatta queste previsioni di
      protezione troppo zelanti votando
      gli emendamenti dell'on. Cappato alla
      direttiva in questione il 9 Marzo
      2004. Grazie per il suo tempo.


      Distinti saluti,sopra ho scritto un post simile al tuo, chiedo scusa ma non mi ero accorto del tuo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Email di protesta al parlamento euro
        - Scritto da: maciste

        - Scritto da: Anonimo

        Riporto un post da un altro forum...





        L'eurodeputato radicale Marco Cappato ha

        presentato 5 emendamenti che recepiscono

        quelli proposti da IP Justice e mirano a

        restringere il campo di applicazione
        solo

        alle infrazioni a fine commerciale. IP

        Justice


        (www.ipjustice.org/CODE/Cappato_Declaration.h

        Ne deduco (la notazione è
        comunque

        preliminare e potrà essere
        confermata

        solo dal modo in cui voteranno il 9
        marzo)

        che nessun membro del PSE ha firmato gli

        emendamenti.



        Comunque, saranno posti in votazione. E

        già questa è una
        vittoria, se

        pensate che in precedenza erano TUTTI

        d'accordo sull'approvazione del

        provvedimento così com'è.



        Il sito IP Justice invita tutti a
        mandare

        una email ai propri eurodeputati per

        chiedere l'accoglimento degli
        emendamenti

        Cappato. Non posso che girarvi
        nuovamente la

        richiesta, se volete, e proporvi un mio

        modello di lettera che potete

        copiare/incollare nel vostro client di
        posta

        (niente pagina web automatica stavolta,

        purtroppo: quella di EFF non funziona

        più perchè lo staff

        dell'europarlamento ha bloccato EFF come

        mittente dopo aver constatato una enorme

        quantità di messaggi :)))))



        La pagina da cui trarre gli indirizzi

        è questa PAGINA INDIRIZZI



        Dovete cliccare sulla bandiera italiana
        e

        poi sul nome del deputato da voi scelto,

        dove (basso a sinistra) potreste trovare

        l'email. Alcuni non la indicano. In tal
        caso

        fate così:



        Google----
        inserite nella casella di

        ricerca "nome_deputato @europarl", ad
        es.

        "Giorgio Napolitano @europarl" e
        vedrete che

        troverete l'email, salvo casi molto
        rari.

        Aprite comunque il sito trovato da
        google

        per accertarvi che l'email sia proprio

        quella e non di un altro col nome
        simile. Se

        mandate più email a deputati
        diversi

        (più sono meglio è)

        ricordatevi di sostituire il cognome
        dopo

        "On." nell'intestazione. In fondo vanno
        i

        vostri dati, meglio se completi di

        indirizzo.



        ----

        On. ,



        Le scrivo per chiedere il suo supporto
        agli

        emendamenti proposti dall'on.

        Cappato alla proposta di direttiva
        europea

        sulla Tutela dei Diritti di

        Proprietà Intellettuale la cui

        votazione è prevista per la
        sessione

        plenaria

        del Parlamento europeo il 9 marzo 2004.

        Questi emendamenti garantirebbero

        che la direttiva si concentri solo su
        coloro

        che intenzionalmente infrangono

        i copyright a scopo commerciale o le cui

        attività hanno un sostanziale

        impatto commerciale - una modifica
        cruciale

        che preserverebbe il principio

        di proporzionalità e di giustizia

        procedurale.



        Penso che sia importante proteggere i

        titolari dei diritti dalle infrazioni

        al copyright e dalla contraffazione;

        tuttavia sono anche convinto che i

        mezzi di protezione devono essere

        proporzionati alle infrazioni in

        questione. La direttiva non distingue

        adeguatamente coloro che commettono

        infrazioni a fine di commercio e su
        larga

        scala dai singoli che senza tal

        fine e senza intenzione violano le norme

        sulla proprietà intellettuale.



        Inoltre, la direttiva proposta include
        una

        serie di misure di protezione che

        non sono riconosciute nelle leggi
        nazionali

        di molti Stati membri UE. Queste

        misure includono gli ordini "Anton
        Pillar"

        che giungerebbero a legittimare

        perquisizioni private da parte dei

        dententori di diritti, e ingiunzioni

        Mareva atte a congelare conti bancari
        senza

        preavviso e senza preventiva

        udienza e ad ottenere documenti
        commerciali.

        Senza un emendamento che limiti

        il loro utilizzo alle infrazioni e alla

        contraffazione commerciale e su

        larga scala, e senza un appropriato

        controllo giudiziale, sono seriamente

        preoccupato che queste misure di
        protezione

        possano porre in pericolo il

        diritto alla riservatezza dei
        consumatori

        europei, frenare l'innovazione

        tecnologica e generare rilevanti oneri
        di

        spesa per gli Internet Service

        Provider, gli operatori dei rete e le

        piccole aziende.



        Per favore combatta queste previsioni di

        protezione troppo zelanti votando

        gli emendamenti dell'on. Cappato alla

        direttiva in questione il 9 Marzo

        2004. Grazie per il suo tempo.





        Distinti saluti,

        sopra ho scritto un post simile al tuo,
        chiedo scusa ma non mi ero accorto del tuo.L'unione fa la forza :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Email di protesta al parlamento europeo.
      ELENCO INDIRIZZI EUROPARLAMENTARIcercando gli indirizzi degli europarlamentari ho trovato codesta paginaspero sia utilemandiamo tutti le e-mailnon costanno nulla e magari a qualcosa servonoutilizzare i p2p serve e piace a tuttihttp://www.laleva.cc/integratori/lista_europarlamentari.html
      • Anonimo scrive:
        ELENCO INDIRIZZI EUROPARLAMENTARI
        ELENCO INDIRIZZI EUROPARLAMENTARIcercando gli indirizzi degli europarlamentari ho trovato codesta paginaspero sia utilemandiamo tutti le e-mailnon costanno nulla e magari a qualcosa servonoutilizzare i p2p serve e piace a tuttihttp://www.laleva.cc/integratori/lista_europarlamentari.html
  • Anonimo scrive:
    il problema vero sono i soldi
    MINISTERIALE. L'EX COLOMBA PRIMA SCRIVE A BERLUSCONI E POI DISERTA IL CONSIGLIO A PALAZZO CHIGITremonti non vuol pagare i biglietti e Urbani non va più al cinemaNon ha avuto neanche il tempo di gioire per la nomina di Marco Müller alla guida della Mostra del cinema di Venezia (in verità lui avrebbe preferito l'attore Giancarlo Giannini, ma non era aria). Sicché nelle stesse ore in cui il neopresidente della Biennale, Davide Croff, usciva vittorioso dal suo primo Cda ricucendo i vivaci dissensi interni, il ministro Urbani si ritrovava sul tavolo, a via del Collegio romano, il doppio «no» dei colleghi Tremonti e Lunardi. C'erano in ballo, innanzitutto, i finanziamenti straordinari per il cinema d'autore, all'incirca 70 milioni di euro, promessi solennemente dal ministro domenica scorsa sul Messaggero. «Venerdì prossimo (cioè ieri, ndr) chiederò al consiglio dei ministri lo stanziamento per aiutare quei film ?in lista d'attesa? che hanno conquistato il diritto ai finanziamenti statali ma non possono riceverli perché i soldi sono finiti», aveva annunciato Urbani, sicuro di spuntarla. Giovedì pomeriggio, invece, il decreto legge omnibus (cinema, norme anti-pirateria, musica, teatro, lavoratori socialmente utili, Arcus, per un totale di 100 milioni di euro) è stato espunto dall'ordine del giorno su richiesta di Tremonti.Uno sgarbo, al quale il ministro, uomo dedito più alla ?moral suasion? che ai gesti clamorosi, ha risposto puntando i piedi. Prima una lunga lettera riservata all'amico Berlusconi, un ?cahier des doléances? fitto di dati e riflessioni; poi la mossa a sorpresa, anticipata dalle agenzie: «Il ministro ha ritenuto opportuno non partecipare al consiglio dei ministri di oggi per l'inopinata impossibilità di discutere e approvare il decreto legge proposto già una settimana fa». «Urbani e il governo sono in corto circuito», ha subito attaccato Andrea Colasio, della Margherita, cogliendo nella protesta il riflesso di un malessere politico che deborda dalla normale dialettica interna. Certo non sono mesi tranquilli per Urbani, tra la polemica sul «silenzio-assenso», la tribolata gestazione della riforma del cinema, la Vertenza Spettacolo lanciata dall'Agis e l'insidiosa imboscata parlamentare di An che impallinò un mese fa Croff alla commissione Cultura del Senato). Ma, nel portare allo scoperto il disagio trasformandosi da colombo in condor, come ha ironizzato la agenzia Ap-Biscom, Urbani deve aver fatto bene i suoi conti. Tanto è vero che una lunga telefonata di chiarimento con Palazzo Chigi, sotto lo sguardo premuroso di Gianni Letta, ieri pomeriggio avrebbe ridimensionato, ma non risolto, il delicato caso. Naturalmente a via del Collegio romano sono tutti con lui. «Finalmente ha deciso di alzare la voce e di farsi sentire. Basta con questa melina indecente. Non si poteva più andare avanti così», applaude un alto funzionario. E c'è chi ricorda che, nelle sue diverse voci di spesa, il decreto legge non graverebbe sul bilancio dello Stato, trattandosi sostanzialmente di «una partita di giro». Insomma, i fondi per la ?manovrina? di Urbani sarebbero risorse già a disposizione del ministero attraverso il prelievo sul Lotto e altre voci. Il Tesoro, però, non ci sta: oltre a chiedere che quei finanziamenti straordinari siano a rotazione, con una percentuale di prestito, boccia l'ipotesi di un «gratta e vinci» a sostegno del cinema.Come andrà a finire è difficile dirlo. Urbani, pressato dai produttori, dal clima elettorale che già si respira e dall'ombra lunga dei ricorsi al Tar, sembra disposto a non mollare. Deve assolutamente rimettere in moto la macchina del cinema. Premono decine di film sciaguratamente riconosciuti «di interesse culturale nazionale» dalla commissione di centrodestra voluta e poi delegittimata dallo stesso Urbani (non che il centrosinistra si sia comportato meglio applicando la riforma Veltroni del 1997): per la precisione sono 69 fondi di garanzia, solo 22 dei quali hanno ricevuto il via libera della commissione credito essendo in regola sul piano della perizia. E gli altri 47? Restano lì a bagnomaria, e ci si chiede se, una volta sbloccato il finanziamento che non piace a Tremonti, sarà almeno possibile per il ministero rivedere i criteri di spesa, in modo da ridimensionare alcuni appetiti e scoraggiare i progetti più impresentabili.
  • Anonimo scrive:
    udite udite
  • Anonimo scrive:
    aveva ragione sgarbi
    • Anonimo scrive:
      Re: aveva ragione sgarbi
      - Scritto da: Anonimo
      ?Io e Urbani andavamo d?accordo. Per sei
      mesi abbiamo collaborato pienamente. Poi lui
      si è fatto un?amante e il sesso ci ha
      rovinato. C?era questa donna che si
      inginocchiava davanti a lui, ogni tanto
      alzava la testa e gli diceva. ?Ma
      perché fa tutto Sgarbi e tu non fai
      niente? Sembra lui il ministro??.
      Sgarbone fissa sadico Ferrara e Sofri
      junior, lancia un ?peccato che non posso
      dire il nome??. Appena vede un alito di
      sollievo alzarsi dai suoi interlocutori,
      giù la mazzata. ?Se volete sapere il
      nome ve lo dico: Ida Di Benedetto?.
      Giulianone ormai vicino al collasso tenta di
      tamponare con la retorica: ?Questo,
      Vittorio, è un paradosso??. E
      Sgarbone nostro allunga la pedata, la pedata
      definitiva: ?No. Questa è la pura
      verità?.

      Avete notato che ora la "Ida Di Benedetto?
      è sponsorizzata dal ministero dei
      beni culturali (spot visto su raiuno) in una
      pubblicità progresso.

      Se questo è il nostro ministro povera
      Italia.io ho guardato anche la sua filmografia, ha fatto tanti film , ma leggendo la tua supposizzione mi sono focalizzato su questo suo film del 1994............Le buttane (1994) se e come dici te ,e normale che il ministro sia interessato e un artista di spicco e almeno il titolo di questo film e promettente.............lol
  • Anonimo scrive:
    nessun pentimento
    ho votato a destra e non me ne pento.chi ha votato a destra sapeva a cosa andava in contro.pero' devo dire che la SIAE non mi tutela tanto bene come dovrebbe, intanto la mia quota se la prende, ma questo è un altro problema, l'importante è che non scarichiate le mie musiche
    • TPK scrive:
      Re: nessun pentimento
      Non preoccuparti, se i testi dei tuoi brani sono simili ai tuoi post nessuno sara' interessato a scaricare le tue "musiche".
      • Anonimo scrive:
        Re: nessun pentimento
        - Scritto da: TPK
        Non preoccuparti, se i testi dei tuoi brani
        sono simili ai tuoi post nessuno sara'
        interessato a scaricare le tue "musiche".infatti da uno come te che scarica a scrocco...
    • Anonimo scrive:
      Re: nessun pentimento
      - Scritto da: Anonimo
      ho votato a destra e non me ne pento.

      chi ha votato a destra sapeva a cosa andava
      in contro.

      pero' devo dire che la SIAE non mi tutela
      tanto bene come dovrebbe, intanto la mia
      quota se la prende, ma questo è un
      altro problema, l'importante è che
      non scarichiate le mie musichecon il rispetto parlando a me la musica italiana non interessa minimamente , quelle poche canzoni carine spesso non fanno altro che copiare o cmq, prendere spunto, da canzoni straniere famose...... (parlo degli accordi e dei ritornelli piu orecchiabili.....) roba che se davvero la legge sul diritto di autore fosse applicata, vi si rivolterebbe prima contro di voi che contro il p2p..... da come vengono scopiazzati certi accordi e cosi palese ...........saluti.saluti.
      • Anonimo scrive:
        Re: nessun pentimento
        - Scritto da: Anonimo


        con il rispetto parlando a me la musica
        italiana non interessa minimamente , quelle
        poche canzoni carine spesso non fanno altro
        che copiare o cmq, prendere spunto, da
        canzoni straniere famose...... (parlo degli
        accordi e dei ritornelli piu
        orecchiabili.....) roba che se davvero la
        legge sul diritto di autore fosse
        applicata,   vi si
        rivolterebbe prima contro di voi che contro
        il p2p..... da come vengono scopiazzati
        certi accordi e cosi palese ...........
        saluti.
        saluti.noi facciamo musica alternativa e originale e poi in Italia come noi ci sono circa qualche decina di migliaia di band è difficile cha tu abbia ascoltato un nostro pezzo.
        • Anonimo scrive:
          Re: nessun pentimento
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo





          con il rispetto parlando a me la musica

          italiana non interessa minimamente ,
          quelle

          poche canzoni carine spesso non fanno
          altro

          che copiare o cmq, prendere spunto, da

          canzoni straniere famose...... (parlo
          degli

          accordi e dei ritornelli piu

          orecchiabili.....) roba che se davvero
          la

          legge sul diritto di autore fosse

          applicata,   vi si

          rivolterebbe prima contro di voi che
          contro

          il p2p..... da come vengono scopiazzati

          certi accordi e cosi palese ...........

          saluti.

          saluti.

          noi facciamo musica alternativa e originale
          e poi in Italia come noi ci sono circa
          qualche decina di migliaia di band è
          difficile cha tu abbia ascoltato un nostro
          pezzo.infatti, io non ho parlato di voi in quanto gruppo ho solo espresso un mio giudizio la musica italiana non mi piace adoro il cantato in lingua inglese il pop e il rock e nato per esser cantato in inglese, espresso in quella lingua rende di piu.Per quanto riguarda il tuo discorso su scaricate gente...... scaricate....... non credo sia questo il problema, posso ricordarti gruppi come i gemboy, che devono la loro popolarita al p2p in rete sono famosissimi per questo e quindi c'e' anche un modo alternativo per giudicare il p2p, e ci sono altre strade per poter far valere i propri interessi , credo che come te sei vittima della siae, e dei soldi che succhiano le case discografiche per i costi di produzione...... cosi oggi, le persone sono vittime di prezzi cd assurdi, stai pur certo che a chi piace il tuo genere se trova il cd ad un prezzo ragionevole, lo compra eccome.....quindi non vedo problemi in merito.il concetto sembra poco chiaro sono le case discografiche che chiedono miliardi a chi di soldi non ne ha, te per esser pubblicizzato e cmq pagare la distribuzione , il consumatore finale che non puo comprare il prodotto a quei prezzi assurdi....io il problema lo vedo cosi.
          • Anonimo scrive:
            Re: nessun pentimento
            - Scritto da: Anonimo

            ricordarti gruppi come i gemboy, che devono
            la loro popolarita al p2p in rete sonoio adoro i gemboy:D
          • Anonimo scrive:
            Re: nessun pentimento
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            ricordarti gruppi come i gemboy, che
            devono

            la loro popolarita al p2p in rete sono

            io adoro i gemboy:Di gemboy sono l'esempio piu palese di come si puo evitare di esser schiavi delle case discografiche, e al contempo stesso diventare famosi in tutta Italia senza quest'ultime...
        • Anonimo scrive:
          Re: nessun pentimento
          - Scritto da: Anonimo
          noi facciamo musica alternativa e originale
          e poi in Italia come noi ci sono circa
          qualche decina di migliaia di band è
          difficile cha tu abbia ascoltato un nostro
          pezzo.Meno male, dio ti ringrazio per avermi salvato le orecchie.
      • Anonimo scrive:
        Re: nessun pentimento
        ....dammi 3 parole......cuore ...sole .....e amore............ma facci il piacere .........e abbi almeno le palle per firmarti.........Joy
        • Anonimo scrive:
          Re: nessun pentimento
          - Scritto da: Anonimo
          ....dammi 3 parole......cuore ...sole .....e
          amore......
          ......ma facci il piacere ....
          .....e abbi almeno le palle per firmarti.....
          ....Joycon il rispetto parlando a me la musica italiana non interessa minimamente , quelle poche canzoni carine spesso non fanno altro che copiare o cmq, prendere spunto, da canzoni straniere famose...... (parlo degli accordi e dei ritornelli piu orecchiabili.....) roba che se davvero la legge sul diritto di autore fosse applicata, vi si rivolterebbe prima contro di voi che contro il p2p..... da come vengono scopiazzati certi accordi e cosi palese ...........saluti.saluti.
    • Anonimo scrive:
      Re: nessun pentimento
      - Scritto da: Anonimo
      ho votato a destra e non me ne pento.

      chi ha votato a destra sapeva a cosa andava
      in contro.

      pero' devo dire che la SIAE non mi tutela
      tanto bene come dovrebbe, intanto la mia
      quota se la prende, ma questo è un
      altro problema, l'importante è che
      non scarichiate le mie musicheHo votato a destra e MI PENTO!!In quanto al fatto che tutti coloro che hanno votato a destra si aspettassero uno schifo simile, ti sbagli di grosso!
    • Anonimo scrive:
      Re: nessun pentimento
      - Scritto da: Anonimo
      ho votato a destra e non me ne pento.

      chi ha votato a destra sapeva a cosa andava
      in contro.

      pero' devo dire che la SIAE non mi tutela
      tanto bene come dovrebbe, intanto la mia
      quota se la prende, ma questo è un
      altro problema, l'importante è che
      non scarichiate le mie musicheTranquillo che se canti come voti, nessuno ti scaricherà niente.
    • maciste scrive:
      Re: nessun pentimento
      - Scritto da: Anonimo
      ho votato a destra e non me ne pento.se dovessi ripensarci vai a confessarti da Baget Bozzo!
    • Anonimo scrive:
      Re: nessun pentimento
      ragazzi non prendetevela dopotutto se suona come ragiona vuol dire che le suona lui le musiche per le omelie di Baget Bozzo:DCmq chi vota destra non vota Berlusconi perchè il rifiuto del capitalismo, e dunque anche del presidente del consiglio (uso le minuscole a proposito) e dei suoi accoliti fra il quale è presente la SIAE, è prerogative di tutte le correnti politiche sociali e non del Berlusca e Rutelli che sia.Questa legge è solo un altro mostro partorito dalla mente ritardata del solito politico dell'ultim'ora.....
  • Anonimo scrive:
    Guardatelo bene
    http://www.primissima.it/binary/primissima2/primopiano/urbani_img.9169_0249_3.jpg:|
    • Anonimo scrive:
      Re: Guardatelo bene
      è lui o non è lui? è lui o non è lui? è lui o non è lui? cerrrrrto che è lui!!!! :p
    • Anonimo scrive:
      Re: Guardatelo bene
      c'è di peggio:http://www.clarence.com/contents/sport/attualita/archives/images/urbani.jpg:o
    • Anonimo scrive:
      Re: Guardatelo bene
      - Scritto da: Anonimo
      www.primissima.it/binary/primissima2/primopia

      :|Veramente un brutto uomo, molto brutto, oserei dire orrendo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Guardatelo bene
      - Scritto da: Anonimo
      www.primissima.it/binary/primissima2/primopia

      :|Beh, che c'è di strano? Il solito ministro vecchiardo che è rimasto alla macchina a vapore di Cugnot, come ce ne sono tanti in italia (la i minuscola è voluta).Pretendere che certa gente capisca qualcosa di tecnologia è come pretendere che i pesci possano volare...
      • Anonimo scrive:
        Re: Guardatelo bene
        Probabilmente è ancora convinto che i computer siano grandi ancora quanto una casa e facciamo i calcoli con i moltiplicatori e dividendi;)
  • Anonimo scrive:
    Udite udite
    (ANSA) - ROMA, 6 MAR - ''Ora mi aspetto solo e soltanto atti formali. Ovvero l'approvazione del decreto nel prossimo Consiglio dei ministri di venerdi' dopo un confronto in pre-Consiglio. Punto e basta. Non devo discutere nulla con nessuno perche' si tratta di un atto di governo legato a leggi che si riferiscono con estrema precisione alle mie competenze'', afferma nell'intervista al CORRIERE DELLA SERA il ministro dei Beni culturali, Giuliano Urbani, dopo aver disertato il consiglio dei ministri a causa della mancata approvazione del decreto salva-cinema e dopo una telefonata di chiarimento con il premier Silvio Berlusconi. ''Io non chiedo un centesimo in piu' a nessuno, ci sono leggi che mi attribuiscono quei fondi. Ma purtroppo i decreti legge non possono essere varati dal singolo ministro bensi' dal Consiglio''. Per salvare il settore del cinema, che rischia la paralisi ''io - sottolinea Urbani - mi sono mosso per tempo per procurarmi quei soldi. Purtroppo abbiamo ereditato dalla gestione Veltroni-Melandri un fallimento economico: cosa si poteva ottenere se non una bancarotta spendendo in sei anni 1200 miliardi di vecchie lire e ottenendone indietro con la restituzione dei prestiti solo 450? Io devo difendere i settori per i quali mi sono impegnato e ho giurato. E che dire della pirateria on line? Persino il capo dello Stato ci sollecita ad agire, mi pare''. (ANSA). sembra che stia rendendosi paladino del cinema, il difensore...O LECCACULO???
    • Anonimo scrive:
      Re: Udite udite
      • Anonimo scrive:
        Re: Udite udite
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        (ANSA) - ROMA, 6 MAR - ''Ora mi aspetto
        solo

        e soltanto atti

        formali. Ovvero l'approvazione del
        decreto

        nel prossimo

        Consiglio dei ministri di venerdi' dopo
        un

        confronto in

        pre-Consiglio. Punto e basta. Non devo

        discutere nulla con

        nessuno perche' si tratta di un atto di

        governo legato a leggi

        che si riferiscono con estrema
        precisione

        alle mie competenze'',

        afferma nell'intervista al CORRIERE
        DELLA

        SERA il ministro dei

        Beni culturali, Giuliano Urbani, dopo
        aver

        disertato il

        consiglio dei ministri a causa della
        mancata

        approvazione del

        decreto salva-cinema e dopo una
        telefonata

        di chiarimento con il

        premier Silvio Berlusconi.

           ''Io non chiedo un

        centesimo in piu' a nessuno, ci sono
        leggi

        che mi attribuiscono quei fondi. Ma

        purtroppo i decreti legge

        non possono essere varati dal singolo

        ministro bensi' dal

        Consiglio''.

           Per salvare il settore
        del cinema, che

        rischia la paralisi

        ''io - sottolinea Urbani - mi sono
        mosso per

        tempo per

        procurarmi quei soldi. Purtroppo abbiamo

        ereditato dalla

        gestione Veltroni-Melandri un fallimento

        economico: cosa si

        poteva ottenere se non una bancarotta

        spendendo in sei anni 1200

        miliardi di vecchie lire e ottenendone

        indietro con la

        restituzione dei prestiti solo 450? Io
        devo

        difendere i settori

        per i quali mi sono impegnato e ho
        giurato.

        E che dire della

        pirateria on line? Persino il capo dello

        Stato ci sollecita ad

        agire, mi pare''. (ANSA).



        sembra che stia rendendosi paladino del

        cinema, il difensore...O LECCACULO???

        Ma lascialo perdere che è un
        fesso.... scommetti che tra due anni non se
        lo fila più nessuno? Se Berlusconi vuole essere rieletto deve sbattere Urbani fuori ora dal governo e deve togliere i fondi pubblici all'industria dello spettacolo !E' ora che questi signori pieni zeppi di soldi la smettano di usare i soldi delle nostre tasse e tirino fuori quello che hanno preso fino ad ora se vogliono continuare a produrre, oppure che vendano pure le loro attività ai gruppi stranieri privati che gliele comprano, almeno forse produrranno qualcosa degno di nota grazie ad un sistema veramente privato !
        • Anonimo scrive:
          Re: Udite udite
          Parole sante le tue peccato che non si verificheranno mai!Berlusconi e dalla parte dei potenti (in questo caso le indistrie discografiche) quindi urbani resterà al suo posto!!!!Speriamo nelle prossime elezioni!:@
          • Anonimo scrive:
            Re: Udite udite

            Berlusconi e dalla parte dei potenti (in
            questo caso le indistrie discografiche)
            quindi urbani resterà al suo
            posto!!!!

            Speriamo nelle prossime elezioni!

            :@Ancora piu' chiaro : Ha le mani in pasta (come nella maggior parte degli altri settori della cultura (...) e dello spettacolo (...) :@Ciao.
    • Anonimo scrive:
      Re: Udite udite
      - Scritto da: Anonimo
      (ANSA) - ROMA, 6 MAR - ''Ora mi aspetto solo
      e soltanto atti
      formali. Ovvero l'approvazione del decreto
      nel prossimo
      Consiglio dei ministri di venerdi' dopo un
      confronto in
      pre-Consiglio. Punto e basta. Non devo
      discutere nulla con
      nessuno perche' si tratta di un atto di
      governo legato a leggi
      che si riferiscono con estrema precisione
      alle mie competenze'',
      afferma nell'intervista al CORRIERE DELLA
      SERA il ministro dei
      Beni culturali, Giuliano Urbani, dopo aver
      disertato il
      consiglio dei ministri a causa della mancata
      approvazione del
      decreto salva-cinema e dopo una telefonata
      di chiarimento con il
      premier Silvio Berlusconi.
         ''Io non chiedo un
      centesimo in piu' a nessuno, ci sono leggi
      che mi attribuiscono quei fondi. Ma
      purtroppo i decreti legge
      non possono essere varati dal singolo
      ministro bensi' dal
      Consiglio''.
      Per salvare il settore del cinema, che
      rischia la paralisi
      ''io - sottolinea Urbani - mi sono mosso per
      tempo per
      procurarmi quei soldi. Purtroppo abbiamo
      ereditato dalla
      gestione Veltroni-Melandri un fallimento
      economico: cosa si
      poteva ottenere se non una bancarotta
      spendendo in sei anni 1200
      miliardi di vecchie lire e ottenendone
      indietro con la
      restituzione dei prestiti solo 450? Io devo
      difendere i settori
      per i quali mi sono impegnato e ho giurato.
      E che dire della
      pirateria on line? Persino il capo dello
      Stato ci sollecita ad
      agire, mi pare''. (ANSA).

      sembra che stia rendendosi paladino del
      cinema, il difensore...O LECCACULO???Ed Urbani si definisce un liberale capitalista del centro destra ??? Ma dove ? Un vero capitalista non pensa ai finanziamenti dello stato all'economia ma solo ad incentivi e facilitazioni burocratiche e di certo non pensa ad uno stato come la dittatura comunista cinese che può obbligare con le forze dell'ordine i cittadini all'acquisto dei prodotti !Ora se Ciampi fa l'annuncio che tutti devono essere contenti di pagare le verdure a prezzi osceni senza lamentarsi e chi non lo fa va punito perchè l'industria ne risente ecco che gente come Urbani prende e manda la GdF non a perquisire ed arrestare/sanzionare quelli che frodano con i prezzi gonfiati ma le vecchiette che osano lamentarsi per i prezzi alti ! Urbani è tutto fuorchè di centro destra, così come tutti quelli che come lui accettano di buon grado "i complimenti" dei dirigenti incapaci che sono dietro questo schifo !
      • Anonimo scrive:
        Re: Udite udite
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        (ANSA) - ROMA, 6 MAR - ''Ora mi aspetto
        solo

        e soltanto atti

        formali. Ovvero l'approvazione del
        decreto

        nel prossimo

        Consiglio dei ministri di venerdi' dopo
        un

        confronto in

        pre-Consiglio. Punto e basta. Non devo

        discutere nulla con

        nessuno perche' si tratta di un atto di

        governo legato a leggi

        che si riferiscono con estrema
        precisione

        alle mie competenze'',

        afferma nell'intervista al CORRIERE
        DELLA

        SERA il ministro dei

        Beni culturali, Giuliano Urbani, dopo
        aver

        disertato il

        consiglio dei ministri a causa della
        mancata

        approvazione del

        decreto salva-cinema e dopo una
        telefonata

        di chiarimento con il

        premier Silvio Berlusconi.

           ''Io non chiedo un

        centesimo in piu' a nessuno, ci sono
        leggi

        che mi attribuiscono quei fondi. Ma

        purtroppo i decreti legge

        non possono essere varati dal singolo

        ministro bensi' dal

        Consiglio''.

           Per salvare il settore
        del cinema, che

        rischia la paralisi

        ''io - sottolinea Urbani - mi sono
        mosso per

        tempo per

        procurarmi quei soldi. Purtroppo abbiamo

        ereditato dalla

        gestione Veltroni-Melandri un fallimento

        economico: cosa si

        poteva ottenere se non una bancarotta

        spendendo in sei anni 1200

        miliardi di vecchie lire e ottenendone

        indietro con la

        restituzione dei prestiti solo 450? Io
        devo

        difendere i settori

        per i quali mi sono impegnato e ho
        giurato.

        E che dire della

        pirateria on line? Persino il capo dello

        Stato ci sollecita ad

        agire, mi pare''. (ANSA).



        sembra che stia rendendosi paladino del

        cinema, il difensore...O LECCACULO???


        Ed Urbani si definisce un liberale
        capitalista del centro destra ??? Ma dove ?
        Un vero capitalista non pensa ai
        finanziamenti dello stato all'economia ma
        solo ad incentivi e facilitazioni
        burocratiche e di certo non pensa ad uno
        stato come la dittatura comunista cinese che
        può obbligare con le forze
        dell'ordine i cittadini all'acquisto dei
        prodotti !
        Ora se Ciampi fa l'annuncio che tutti devono
        essere contenti di pagare le verdure a
        prezzi osceni senza lamentarsi e chi non lo
        fa va punito perchè l'industria ne
        risente ecco che gente come Urbani prende e
        manda la GdF non a perquisire ed
        arrestare/sanzionare quelli che frodano con
        i prezzi gonfiati ma le vecchiette che osano
        lamentarsi per i prezzi alti !
        Urbani è tutto fuorchè di
        centro destra, così come tutti quelli
        che come lui accettano di buon grado "i
        complimenti" dei dirigenti incapaci che sono
        dietro questo schifo !Urbani non è di Centro Destra? E che significa Centro Destra? Invece di guardare se è di Destra, di Centro o di Sinistra, guardiamo CHI E' e COSA ha fatto/fa. Il cosidetto CentroDestra fin'ora ha fatto SOLO leggi che danno soldi a chi già ne ha, e questa legge sul P2P sarà l'ennesima, non certo la prima.Sua Emittenza (alias Santo Silvio) è riuscito a prendere per il culo buona parte degli italiani, compreso il sottoscritto, visto che, anche se non ho votato lui ho votato cmq a destra. Questa è l'amara verità.Ci ha riempito la testa di tanti sogni, e poi sta facendo praticamente solo quello che serve a lui per salvarsi il c#lo; guardate l'ironia della sorte: uno per non andare finire in galera è diventato presidente del consiglio.... pazzesco!In quanto al liberismo... si, ma fino ad un certo punto. Perchè se lasciassimo fare a certi signori, la maggior parte di noi andrebbe a lavorare 12 ore al giorno in cambio di una ciotola di riso, e con la garanzia di una pedata nel culo appena non gli servi più.Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Udite udite

          In quanto al liberismo... si, ma fino ad un
          certo punto. Perchè se lasciassimo
          fare a certi signori, la maggior parte di
          noi andrebbe a lavorare 12 ore al giorno in
          cambio di una ciotola di riso, e con la
          garanzia di una pedata nel culo appena non
          gli servi più.

          Ciao
          Non ho votato centro-destra come te, ma sottoscrivo al 100% quello che hai scritto !! .:@
    • Anonimo scrive:
      Re: Udite udite
      http://rassegna.governo.it/Testi/060304/0306I0846.PDF
    • Anonimo scrive:
      Re: Udite udite
      Altro che P2P ... questo signore e i suoi predecessori buttano i soldi delle nostre tasse per finanziare film che poi sono fallimenti! Il cinema puo' e deve vivere del mercato non di aiuti, ma come 1200 miliardi in fumo?!? E lui ora ne vuole dare 160 (in lire) per finanziare dei film? Ma dove vive? I film li finaziano i produttori, lo Stato deve pensare a ben altro e questo lo dico anche ai precedenti ministri, ed ai futuri! Se lo Stato la smettesse di interferire con i campi che non gli competono e si concentrasse sulle cose piu' urgenti, finalemente forse l'Italia si rimetterebbe a funzionare!Basta con gli sprechi! Gia' non si contano nella sanita', nella scuola, nelle amministrazioni ed ora viene fuori che si deve finanziare pellicolette d'essai? Il ministero dei beni cultural isi dovrebbe preoccupare dei musei e delle opere d'arte, di assumere custodi che permettano di tenere aperto dalla mattina a notte fonda musei e siti archeologici ... insomma abbiamo il 70% del patrimonio archeologico del pianeta e non riusciamo a farlo fruttare?!?! Dovrebbe essere la nostra piu' grande industria! Hai capito Urbani?!
  • Anonimo scrive:
    Ma perchè sono tutti miliardari???
    E' questa la domanda da porsi.Tutti quelli che lavorano nel mondo dell'industria dello spettacolo sono miliardari:produttori,artisti, case discografiche.E lo sono da sempre.Come mai?E ora si permettono di piangere miseria perchè il P2P li sta rovinando!Io ho spesso sentito parlare di meritocrazia cioè, detto in parole semplici, si acquista una posizione sociale e un benessere economico grazie al merito che si riesce ad ottenere grazie alla propria capacità e impegno.Tuttavia se dopo aver venduto cento mila copie di un solo disco l'artista è già abbastanza ricco da potersi ritirare la meritocrazia dova va a finire?Mi spiego meglio.Mio padre impiegato con titolo di studio si alza tutte le mattine alle 6:45 va al lavoro mangia in mensa torna a casa alle 19:00 dopo essere andato a far la spesa tutti i giorni della sua vita per almeno quarant'anni.Ma alla fine quanto merito in termini economici ottiene, il conto è semplice: moltiplicate uno stipendio medio di 1200 euro e vedete al lordo delle spese se una vita di lavoro stipendiato è sufficiente ad eguagliare i guadagni che derivano da un solo album venduto.Lo avete fatto? Bene allora vi rendete conto che una vita di mio padre di duro lavoro non vale quanto un album venduto da parte di un gruppo di giovinardi senz'arte ne parte.Brutta scoperta!La meritocrazie è andata a finire nel cesso.MIo padre si fa il culo gli altri compongono musica ed hanno centomila volte il "merito " che ha mio padre.Vi sembra giusto.A me no!In tutto questo ci mangiano sopra produttori e tutti gli intermediari che vivono nell'indotto della produzione musicale facendo soldi a palate.A questo punto io credo che sarebbe giusto pagare un cd la cifra che riesce a remunerare il merito dell'artista per la sua arte e produzione.Non il prezzo per farli diventare tutti ricchi! In base a quale principio gli artisti devono essere ricchi e i lavoratori normali dei morti di fame? Lo sapete che venti milioni di italiani sono sull'orlo della nuova povertà?Informatevie lo scoprite.Allora perchè le case discografiche gli artisti e tutti gli altri di questo rutilante mondo devono essere ricchi?Una vita onorevole si ma la ricchezza è un insulto indigeribile alla povertà!La musica è sempre esistita gli artisti anche.Ma l'industria dello spettacolo no.E' una creazione mediatica moderna.E mi fa ridere (o piangere) che dice che lo sharing fara fallire le case discografiche e cinematografiche e quindi non ci sara piu musica ne cinema.L'arte non è industria.Nasce.E l'artista credo debba aspirare ad essere tale non perchè cosi diventa ricco o si scopa le belle donne ma pechè vuole esprimere la propria arte.E questo è uno stimolo talmente forte che per milenni l'uomo l'ha fatto essendo disposto per farlo a morire di fame.I film americani da centinai a di miliardi che l'industria arrichendosi riesce a produrre per la maggior parte sono fantozzianamente delle cagate pazzesche.Invece i film fatti con due soldi ma da veri artisti che si sono venduti anche le mutande per farli sono i veri capolavori.Pensate solo al neorealismo in Italia.L'industria serve a far denaro e per far questo ha fatto prostituire anche l'arte.Se l'industria muore la vera arte rinasce genuina e sponatanea come i primi film muti.E se lo file sharing la farà morire( cosa che temo sia utopica) ben venga!Riflettete domani quando andreta al lavoro per 1200 euro al mese e quei deficienti di sanremo saranno ancora a far baldoria a nostre spese!Un sognatore
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma perchè sono tutti miliardari???
      - Scritto da: Anonimo
      E' questa la domanda da porsi.Tutti quelli
      che lavorano nel mondo dell'industria dello
      spettacolo sono
      miliardari:produttori,artisti, case
      discografiche.E lo sono da sempre.Come mai?E
      ora si permettono di piangere miseria
      perchè il P2P li sta rovinando!Io ho
      spesso sentito parlare di meritocrazia
      cioè, detto in parole semplici, si
      acquista una posizione sociale e un
      benessere economico grazie al merito che si
      riesce ad ottenere grazie alla propria
      capacità e impegno.Tuttavia se dopo
      aver venduto cento mila copie di un solo
      disco l'artista è già
      abbastanza ricco da potersi ritirare la
      meritocrazia dova va a finire?Mi spiego
      meglio.Mio padre impiegato con titolo di
      studio si alza tutte le mattine alle 6:45 va
      al lavoro mangia in mensa torna a casa alle
      19:00 dopo essere andato a far la spesa
      tutti i giorni della sua vita per almeno
      quarant'anni.Ma alla fine quanto merito in
      termini economici ottiene, il conto è
      semplice: moltiplicate uno stipendio medio
      di 1200 euro e vedete al lordo delle spese
      se una vita di lavoro stipendiato è
      sufficiente ad eguagliare i guadagni che
      derivano da un solo album venduto.Lo avete
      fatto? Bene allora vi rendete conto che una
      vita di mio padre di duro lavoro non vale
      quanto un album venduto da parte di un
      gruppo di giovinardi senz'arte ne
      parte.Brutta scoperta!La meritocrazie
      è andata a finire nel cesso.MIo padre
      si fa il culo gli altri compongono musica ed
      hanno centomila volte il "merito " che ha
      mio padre.Vi sembra giusto.A me no!In tutto
      questo ci mangiano sopra produttori e tutti
      gli intermediari che vivono nell'indotto
      della produzione musicale facendo soldi a
      palate.A questo punto io credo che sarebbe
      giusto pagare un cd la cifra che riesce a
      remunerare il merito dell'artista per la sua
      arte e produzione.Non il prezzo per farli
      diventare tutti ricchi! In base a quale
      principio gli artisti devono essere ricchi e
      i lavoratori normali dei morti di fame? Lo
      sapete che venti milioni di italiani sono
      sull'orlo della nuova
      povertà?Informatevie lo
      scoprite.Allora perchè le case
      discografiche gli artisti e tutti gli altri
      di questo rutilante mondo devono essere
      ricchi?Una vita onorevole si ma la ricchezza
      è un insulto indigeribile alla
      povertà!La musica è sempre
      esistita gli artisti anche.Ma l'industria
      dello spettacolo no.E' una creazione
      mediatica moderna.E mi fa ridere (o
      piangere) che dice che lo sharing fara
      fallire le case discografiche e
      cinematografiche e quindi non ci sara piu
      musica ne cinema.L'arte non è
      industria.Nasce.E l'artista credo debba
      aspirare ad essere tale non perchè
      cosi diventa ricco o si scopa le belle donne
      ma pechè vuole esprimere la propria
      arte.E questo è uno stimolo talmente
      forte che per milenni l'uomo l'ha fatto
      essendo disposto per farlo a morire di fame.
      I film americani da centinai a di miliardi
      che l'industria arrichendosi riesce a
      produrre per la maggior parte sono
      fantozzianamente delle cagate
      pazzesche.Invece i film fatti con due soldi
      ma da veri artisti che si sono venduti anche
      le mutande per farli sono i veri
      capolavori.Pensate solo al neorealismo in
      Italia.L'industria serve a far denaro e per
      far questo ha fatto prostituire anche
      l'arte.Se l'industria muore la vera arte
      rinasce genuina e sponatanea come i primi
      film muti.E se lo file sharing la
      farà morire( cosa che temo sia
      utopica) ben venga!Riflettete domani quando
      andreta al lavoro per 1200 euro al mese e
      quei deficienti di sanremo saranno ancora a
      far baldoria a nostre spese!
      Un sognatoreGuarda, se mi vieni a dire che i film italiani sono tanto acculturati, come li hai definiti? Neorealistici... genuini e spontanei ? Bhè, io penso che tu sia più che un sognatore, direi che hai dei seri problemi a definire delle prese per i fondelli come opere d'arte e migliori di film costati il lavoro di migliaia di persone e che tu definisci schifezze solo perchè prodotto del sistema capitalista americano... E' vero che producono anche schifezze ma almeno non vengono di norma finanziate dallo stato ! Ma lo sai che tutti i film italiani sono in pratica finanziati dalle nostre tasse anche di chi come me non li vede i film italiani ? E ti sembra giusto ?Non solo non rischiano nulla questi signori dei loro soldi ma vanno pure a lamentarsi perchè vogliono che la polizia arrivi ad obbligarmi a comprare/affittare la loro spazzatura che hanno prodotto con i miei soldi lavorando, si fa per dire, qualche settimana e mettendo assieme una vera e propria accozzaglia di incompetenti. Non dovrei fare di tutta un'erba un fascio ?Ma a parte i film lo vedi quello che viene trasmesso in Tv ? Tipo "Elisa di Rivombrosa" o "Don Matteo" , tanto per citarne un paio... ma quel che prendi prendi, sono tutti uguali.. recitazione zero, storia zero, qualità artistica zero.. al massimo sembrano delle versioni molto costose delle telenovelas dell'america latina... sai che produzione ! Sarà anche perchè vere scuole di recitazione in Italia non esistono ma principalmente è dovuto al fatto che tutti questi signori se ne fregano di imparare davvero a fare un lavoro che dicono e si vantano di saper fare, si accontentano di ottenere risultati da video amatoriale e recitazioni peggiori delle recite scolastiche perchè tanto hanno i soldi garantiti dalle nostre tasse , ecco perchè !Se rischiassero i loro soldi, se sapessero di poter andare falliti e che nessuno li garantisce allora sì che forse imparerebbero a fare qualcosa e si impegnerebbero un pò per raggiungere dei livelli al pari delle produzioni USA che tanto disprezzi !Ma come mai in Italia secondo te non si producono serie di fantascienza ma solo roba tipo "Natale in India" o schifezze analoghe ?Ovviamente perchè fare un buon film di fantascienza o anche fantasy richiede bravura ed impegno di migliaia di persone anche per vari anni a seconda della produzione.Quando in Italia si produrranno prodotti come "Il Signore degli Anelli" allora potrò darti ragione sul fatto che lavorano queste persone, fino ad allora posso dirti che i produttori italiani devono stare assolutamente zitti perchè quello che producono è così misero che devono essere grati di ogni centesimo che guadagnano, il doppio più grati di quanto devono comunque sempre essere i produttori in USA ed in ogni altra parte del mondo perchè i soldi della gente che gli arrivano nelle tasche li devono rispettare !
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma perchè sono tutti miliardari???
        Sei ignorante a tal punto da non sapere a cosa mi riferisco quando parlo di neorealismo.Il neorealismo è una corrente letteraria ed espressiva del secondo dopo guerra tra i quali spiccano il grande Vittorio de Sica,la Magnani, lo stesso pasolini seppur in epoca leggermente successiva.In questo periodo o i film era spesso autofinanziati ovvero che produceva il film ci metteva i soldi di tasca sua per poter fare il film.Nessuno credeva in loro.Guardati ladri di biciclette e vienimi a raccontare cosa ne pensi.Ovviamente non mi riferivo alla produzione moderna italiana che comunque è produzione spesso ma non sempre di basso livello.Un film americano di alto livello autofinanziato? Clerks di kevin smith.Lui ha venduto la sua collezione di fumetti per pagarselo.E poi i capolavori di kurusawa tipo rashomon sono idee realizzate in proprio dal regista.L'industria del cinema non c'entra niente.E per quanto riguarda il signore degli anelli certo è un ottimo film ma per il 90 % fatto per eccitare il nervo ottico.Spero tu sia solo troppo giovane per aver cosi tanto frainteso il senso delle mia parole.Altrimenti sei troppo ignorante.Oppure troppo stupido e in quest'ultima ipotesi non puoi neppur capire questa mia spiegazione.Auspico che le mia parole vengano lette da qualcuno con un po piu di senno.Il sognatore di prima
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma perchè sono tutti miliardari???
          - Scritto da: Anonimo
          Sei ignorante a tal punto da non sapere a
          cosa mi riferisco quando parlo di
          neorealismo.Il neorealismo è una
          corrente letteraria ed espressiva del
          secondo dopo guerra tra i quali spiccano il
          grande Vittorio de Sica,la Magnani, lo
          stesso pasolini seppur in epoca leggermente
          successiva.In questo periodo o i film era
          spesso autofinanziati ovvero che produceva
          il film ci metteva i soldi di tasca sua per
          poter fare il film.Nessuno credeva in
          loro.Guardati ladri di biciclette e vienimi
          a raccontare cosa ne pensi.Ovviamente non mi
          riferivo alla produzione moderna italiana
          che comunque è produzione spesso ma
          non sempre di basso livello.Un film
          americano di alto livello autofinanziato?
          Clerks di kevin smith.Lui ha venduto la sua
          collezione di fumetti per pagarselo.E poi i
          capolavori di kurusawa tipo rashomon sono
          idee realizzate in proprio dal
          regista.L'industria del cinema non c'entra
          niente.E per quanto riguarda il signore
          degli anelli certo è un ottimo film
          ma per il 90 % fatto per eccitare il nervo
          ottico.Spero tu sia solo troppo giovane per
          aver cosi tanto frainteso il senso delle mia
          parole.Altrimenti sei troppo
          ignorante.Oppure troppo stupido e in
          quest'ultima ipotesi non puoi neppur capire
          questa mia spiegazione.Auspico che le mia
          parole vengano lette da qualcuno con un po
          piu di senno.
          Il sognatore di primaTu sei la prova lampante del motivo per cui in Italia non si riescono a produrre film decenti. Stimolo solo del nervo ottico cosa, il Signore degli Anelli ? Ma hai la più vaga idea di quanto lavoro c'è dietro la realizzazione di quelli che tu definisci semplici stimoli ? Lì sì che serve bravura di centinaia di persone e se non sai fare il lavoro non ci arrivi a quel risultato, cosa che in Italia non è necessario perchè tanto basta o atteggiarsi da saccenti "raffinati e colti" come se recitassero chissà che cosa quando in realtà sono storielle patetiche oppure fare/essere completamente scemi e produrre le classiche volgari commedie all'italiana, ancora più squallide.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma perchè sono tutti miliardari???
            - Scritto da: Anonimo

            Tu sei la prova lampante del motivo per cui
            in Italia non si riescono a produrre film
            decenti. Stimolo solo del nervo ottico cosa,
            il Signore degli Anelli ? Ma hai la
            più vaga idea di quanto lavoro
            c'è dietro la realizzazione di quelli
            che tu definisci semplici stimoli ?
            Lì sì che serve bravura di
            centinaia di persone e se non sai fare il
            lavoro non ci arrivi a quel risultato, cosa
            che in Italia non è necessario
            perchè tanto basta o atteggiarsi da
            saccenti "raffinati e colti" come se
            recitassero chissà che cosa quando in
            realtà sono storielle patetiche
            oppure fare/essere completamente scemi e
            produrre le classiche volgari commedie
            all'italiana, ancora più squallide.Scusa se mi intrometto nella discussione ma temo che, dopo quello che hai scritto a proposito del neorealismo, ( cito : "Neorealistici... genuini e spontanei ?") , tu abbia perso un pò di credibilità nel ruolo d'esperto cinematografico.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma perchè sono tutti miliardari???
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo




            Tu sei la prova lampante del motivo per
            cui

            in Italia non si riescono a produrre
            film

            decenti. Stimolo solo del nervo ottico
            cosa,

            il Signore degli Anelli ? Ma hai la

            più vaga idea di quanto lavoro

            c'è dietro la realizzazione di
            quelli

            che tu definisci semplici stimoli ?

            Lì sì che serve bravura di

            centinaia di persone e se non sai fare
            il

            lavoro non ci arrivi a quel risultato,
            cosa

            che in Italia non è necessario

            perchè tanto basta o atteggiarsi
            da

            saccenti "raffinati e colti" come se

            recitassero chissà che cosa
            quando in

            realtà sono storielle patetiche

            oppure fare/essere completamente scemi e

            produrre le classiche volgari commedie

            all'italiana, ancora più
            squallide.


            Scusa se mi intrometto nella discussione ma
            temo che, dopo quello che hai scritto a
            proposito del neorealismo, ( cito :
            "Neorealistici... genuini e spontanei ?") ,
            tu abbia perso un pò di
            credibilità nel ruolo d'esperto
            cinematografico.Se per te neorealistici sono quei prodotti di bassa qualità e basso impegno che vengono finanziati di norma dalle tasse dei cittadini per via diretta o indiretta attraverso fantomatiche associazioni culturali e che servono solo a far ingrassare i conti di persone che si spacciano per grandi esperti e producono della vera e propria robetta da quattro soldi che viene pompata ad arte attraverso un bombardamento mediatico con vari "esperti" dei settori che ricevono "regalini" ed "incentivi" per incensare questo o quello su una presunta superiorità culturale ed una bravura che non si capisce dove sia visto la qualità infima dei prodotti, allora sì, non capisco nulla io e va bene così. Lascia che i baroni dello spettacolo continuino pure a prendersi i tuoi soldi senza preoccuparsi minimamente di provare davvero a lavorare nella loro vita, per una volta.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma perchè sono tutti miliardari???
            Il genuini e spontanei era riferito ai film muti.Ed è una libera citazione di kurosawa il quale ha affermato che la bellezza di un film sta nel raccontare le cose semplici.Poi cmq preferirei porre fine a questo dibattito sterile e puerile visto che il vero senso della mia dissertazione nessuno l'ha colto.Io mi riferivo sostanzialmente al fatto che non è necessaria un'industria del cinema per produrre un buon film e di questo ce n'è prova in tutta la storia cinematografica.Cosi come non sono necessaria le case discografiche per scrivere una bella canzone.Pensate alla poesia ancora una forma d'arte scevra dalla logica del denaro.Chi scrive lo fa per se stesso e per gli altri e poco o niente c'entrano la fama e il denaro.Se qualcun'altro mi viene a dire che i film itaiani prodotti dai fantomatici soldi dei contribuenti sono delle schifezze prima di scrivere gli consilglio di guardarsi almeno Senso di visconti,la dolce vita di fellini, Ladi di biciclette di de sica.E per la cosi definita commedia all'italiana almeno i mostri e amici miei.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma perchè sono tutti miliardari???
            - Scritto da: Anonimo


            Se per te neorealistici sono quei prodotti
            di bassa qualità e basso impegno che
            vengono finanziati di norma dalle tasse dei
            cittadini per via diretta o indiretta
            attraverso fantomatiche associazioni
            culturali ......Forse così capisci :http://library.thinkquest.org/~28490/data/italiano/f_cinema.htm
    • Anonimo scrive:
      bravo...Sognatore
      Sognatore.....Sante parole...hai coplito in pieno il nocciolo del problema...il grano è troppo poco per ormai sempre piu gente...x quanto riguarda il cinema Italiano attuale :la finestra di fronte è un Capolavoro...penso che concordi.......un saluto Joy
      • Anonimo scrive:
        Concorde
        La finestra di fronte è ottimoma anche l'ora di religione o io non ho paura.Tutti film a basso badget fosse per questi ottimi film i dvd potrebbero costare 7 euro
  • Anonimo scrive:
    Basta ipocrisie
    Per favore smettetela di piangere miseria.Chi usa il p2p non è certo uno straccione, innanzi tutto ha un computer e paga il canone adsl (quanto costa Fast Web?) e se leggete i vari forum in giro vi accorgerete che molti parlano di sofisticati sistemi hi-fi collegati al computer, lettori divx , televisori stereo etc etc....Siamo d'accordo che le major devono abbassare i prezzi perchè la diffusione della cultura è molto più importante dell'arricchimento degli artisti e dell'industria però, per cotersia, non scriviamo c.... a cui non crede nessuno.
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta ipocrisie
      - Scritto da: Anonimo
      Per favore smettetela di piangere miseria.
      Chi usa il p2p non è certo uno
      straccione, innanzi tutto ha un computer e
      paga il canone adsl (quanto costa Fast Web?)
      e se leggete i vari forum in giro vi
      accorgerete che molti parlano di sofisticati
      sistemi hi-fi collegati al computer, lettori
      divx , televisori stereo etc etc....
      Siamo d'accordo che le major devono
      abbassare i prezzi perchè la
      diffusione della cultura è molto
      più importante dell'arricchimento
      degli artisti e dell'industria però,
      per cotersia, non scriviamo c.... a cui non
      crede nessuno.Appunto, smettila pure tu. La maggior parte delle persone si spende tutto in hardware, che non costa poco, e quindi non ha poi molto da potersi permettere per il software che costa il decuplo ed oltre il valore dell'hardware stesso.. è un'assurdità... !
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta ipocrisie
      - Scritto da: Anonimo
      Per favore smettetela di piangere miseria.
      Chi usa il p2p non è certo uno
      straccione, innanzi tutto ha un computer e
      paga il canone adsl (quanto costa Fast Web?)
      e se leggete i vari forum in giro vi
      accorgerete che molti parlano di sofisticati
      sistemi hi-fi collegati al computer, lettori
      divx , televisori stereo etc etc....
      Siamo d'accordo che le major devono
      abbassare i prezzi perchè la
      diffusione della cultura è molto
      più importante dell'arricchimento
      degli artisti e dell'industria però,
      per cotersia, non scriviamo c.... a cui non
      crede nessuno.In parte hai ragione, ma pensa che io questo mese sto decidendo se comprare un hd nuovo oppure unreal tournament 2004 che costa praticamente lo stesso. Solo che il primo è un pezzo di meccanica/elettronica da paura, il secondo è un disco di plastica.A me di scaricare film e mp3 non frega una mazza, storage sprecato per quanto mi riguarda, ma mi chiedo se durante una sessione di multiplayer qualcuno verrà a perquisire casa mia perchè tutto quel traffico generato durante la partita potrebbe essere sospetto.Le "cazzate" come le chiami tu, finchè le scriviamo noi va pure bene, purtroppo le scrivono e le dicono i ministri che è mooooolto peggio. Me ne ricorderò alle prossime elezioni.
      • Anonimo scrive:
        Re: Basta ipocrisie
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Per favore smettetela di piangere
        miseria.

        Chi usa il p2p non è certo uno

        straccione, innanzi tutto ha un
        computer e

        paga il canone adsl (quanto costa Fast
        Web?)

        e se leggete i vari forum in giro vi

        accorgerete che molti parlano di
        sofisticati

        sistemi hi-fi collegati al computer,
        lettori

        divx , televisori stereo etc etc....

        Siamo d'accordo che le major devono

        abbassare i prezzi perchè la

        diffusione della cultura è molto

        più importante dell'arricchimento

        degli artisti e dell'industria
        però,

        per cotersia, non scriviamo c.... a cui
        non

        crede nessuno.

        In parte hai ragione, ma pensa che io questo
        mese sto decidendo se comprare un hd nuovo
        oppure unreal tournament 2004 che costa
        praticamente lo stesso. Solo che il primo
        è un pezzo di meccanica/elettronica
        da paura, il secondo è un disco di
        plastica.
        A me di scaricare film e mp3 non frega una
        mazza, storage sprecato per quanto mi
        riguarda, ma mi chiedo se durante una
        sessione di multiplayer qualcuno
        verrà a perquisire casa mia
        perchè tutto quel traffico generato
        durante la partita potrebbe essere sospetto.

        Le "cazzate" come le chiami tu,
        finchè le scriviamo noi va pure bene,
        purtroppo le scrivono e le dicono i ministri
        che è mooooolto peggio. Me ne
        ricorderò alle prossime elezioni.Il problema è che senza i contenuti l'hardware non si può usare e poichè lo sanno ti vendono i contenuti a prezzi assurdi .. La grossa differenza sta nel fatto che l'industria che produce hardware spende anche 100 volte più di chi produce software, per non parlare di musica o film, e poi mentre l'hardware ci viene venduto a prezzi irrisori grazie ad un mercato veramente libero e con vera concorrenza, i contenuti audio/video e software ci costano moooolto più dell'hardware per via dell'ingordigia di gente che guadagna tanto rischiando poco.. per non parlare poi in Italia che sono pieni zeppi di sovvenzioni statali.. e poi comunque con tutte le tasse pro-associazioni artisti e produttori ovunque sono diventati tutti un pò statali, ci costringono già ora a pagare un mucchio di tasse aggiunte sull'hardware che comunque continua a scendere di prezzo mentre il software e contenuti audio/video non fanno che continuare a salire di prezzo malgrado i costi di produzione non facciano che crollare....
        • Anonimo scrive:
          Re: Basta ipocrisie
          - Scritto da: Anonimo

          Il problema è che senza i contenuti
          l'hardware non si può usare e
          poichè lo sanno ti vendono i
          contenuti a prezzi assurdi .. Si dà il caso che molti non scaricano un film se non ha l'audio stereo perchè se lo vogliono godere sull'impianto home theatre nuovo e comprano dei lettori divx da 300 euro e televisori 16/9 da 40 pollici che costano delle milionate (vecchie lire).Una linea Fast Web costa 60 euro al mese.Fai un pò di conti e vedrai che quelli che usano il P2P non sono solo studenti e disoccupati ma anche molta gente che ne approfitta.
          • Anonimo scrive:
            Re: Basta ipocrisie
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            Il problema è che senza i
            contenuti

            l'hardware non si può usare e

            poichè lo sanno ti vendono i

            contenuti a prezzi assurdi ..

            Si dà il caso che molti non scaricano
            un film se non ha l'audio stereo
            perchè se lo vogliono godere
            sull'impianto home theatre nuovo e comprano
            dei lettori divx da 300 euro e televisori
            16/9 da 40 pollici che costano delle
            milionate (vecchie lire).
            Una linea Fast Web costa 60 euro al mese.
            Fai un pò di conti e vedrai che
            quelli che usano il P2P non sono solo
            studenti e disoccupati ma anche molta gente
            che ne approfitta.
            beh', ma e normale che chi ha posizioni sociali diverse da uno studente e un disoccupato ne approfitti , perche cio non vuol dire esser ricchi.....diamine! al piu puo essere una persona fortunata che lavora , ma con gli stipendi medi di questo stato, non credo che nessuno se la passi granche bene.....io direi che non si puo valutare la ricchezza ,di una persona che lavora, in merito all'acquisto di un lettore divix , ma dipende come questo lettore e stato comprato ......insomma, e un po' come diceva Berlusconi (forse l'unica cosa sensata che ha detto) il commerciante evade le tasse perche alte, e quindi le ritiene moralmente ingiuste , ovvero, trova una sua giustificazione morale nel non pagarle completamente..... E' evidente, che sotto un certo punto di vista ,(escludendo, chi non puo permettersi di pagare un bel nulla ,studenti e disoccupati) chi utilizza il p2p analizzando i prezzi dei prodotti audio - visivi, si sente moralmente nel giusto a scaricarli, anziche comprarli a quei prezzi. Insomma ,come detto,questo stesso discorso puo esser applicato al discorso delle tasse fatto tempo fa dal primo ministro.
          • Anonimo scrive:
            Re: Basta ipocrisie
            - Scritto da: Anonimo

            E' evidente, che sotto un certo punto di
            vista ,(escludendo, chi non puo permettersi
            di pagare un bel nulla ,studenti e
            disoccupati) chi utilizza il p2p analizzando
            i prezzi dei prodotti audio - visivi, si
            sente moralmente nel giusto a scaricarli,
            anziche comprarli a quei prezzi. A sembra un furto anche un lettore divx a 300 euro, soprattutto se lo stesso modello lo trovi in offerta a 99 euro su qualche scaffale di supermercato.Sarei moralmente nel giusto se lo portassi via dal negozio senza pagarlo ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Basta ipocrisie
            ma dai nn farmi ridere, cerca di essere obiettivo.. io ho ancora un vecchio pII con 1 scheda video che nn supporta neanche le t&l, questo xche' con tutti i rincari che ci sono stati grazie al governo sono ridotto all'osso e nn posso permettermi prezzi assurdi x 1 cd musicale che compro magari essendo interessato ad 1 sola canzone e nn a tutta la compilation...la connessione costa! vero ma meno di quanto pensi e con 1 dsl ci faccio molto di piu' che quello che ci faccio con 1 cd musicale e spendento circa lo stesso...parliamo magari della tassa diritti siae su cd che sono costretto a pagare anche se sul cd metto delle mie foto, il filmino del pick-nick o copie dati di lavoro....c'e' ne approfittiamo noi???Smetti di fare il perbenista e guarda in faccia alla realta' sono loro ad approfittarsi in tutti i modi di noi e nn viceversa anche xche' i vari vasco rossi e laura pausini sono pieni di soldi ed io faccio fatica a comprare la frutta.....
          • Anonimo scrive:
            Re: Basta ipocrisie
            - Scritto da: Anonimo
            ma dai nn farmi ridere, cerca di essere
            obiettivo.. io ho ancora un vecchio pII con
            1 scheda video che nn supporta neanche le
            t&l, Cerca di essere obiettivo pure tu.Frequentavi Enkewebsite ?Lì potevi leggere ogni giorno decine di messaggi che commentavano con sdegno le release senza l'audio stereo, vantavano l'acquisto di lettori divx da 300 e passa euro e chiedevano consigli su come collegarli ai loro mega televisoriNon dubito che tu possiedi un vecchio pc e navighi con un contratto adsl economico, io so che molti non si accontenano e spendono quasi 70 euro al mese per FastWeb.Sia ben chiaro, io sono assolutamente d'accordo sull'uso del P2P però i casi sono due o su questo forum scrivono solo persone in difficoltà economica o qualcuno fa il furbo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Basta ipocrisie
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            ma dai nn farmi ridere, cerca di essere

            obiettivo.. io ho ancora un vecchio pII
            con

            1 scheda video che nn supporta neanche
            le

            t&l,

            Cerca di essere obiettivo pure tu.
            Frequentavi Enkewebsite ?
            Lì potevi leggere ogni giorno decine
            di messaggi che commentavano con sdegno le
            release senza l'audio stereo, vantavano
            l'acquisto di lettori divx da 300 e passa
            euro e chiedevano consigli su come
            collegarli ai loro mega televisori
            Non dubito che tu possiedi un vecchio pc e
            navighi con un contratto adsl economico, io
            so che molti non si accontenano e spendono
            quasi 70 euro al mese per FastWeb.
            Sia ben chiaro, io sono assolutamente
            d'accordo sull'uso del P2P però i
            casi sono due o su questo forum scrivono
            solo persone in difficoltà economica
            o qualcuno fa il furbo.Ma guarda che anche chi i soldi li ha non è che può comprarsi tutto a meno di quelli che sono pieni di soldi quanto i produttori stessi che piangono miseria....!L'hardware è già un bell'investimento anche se i soldi li hai. Certo, se hai più soldi spendi più soldi in hardware, ovviamente, ma poi te ne restano comunque meno per il software perchè viene venduto a dei prezzi così alti che comprare il software ed i contenuti audio/video costa decine di volte di più di comprarsi un impianto. E' come se la carta per le fotocopiatrici o le stampanti all'improvviso salisse così tanto di prezzo da non poterti permettere di comprare più di 250 fogli l'anno se hai uno stipendio medio e diciamo un 1000 fogli l'anno se sei di famiglia agiata.. Poi quello con stipendio medio avrà una stampante getto inchiostro da 50 a 150 Euro mentre quello di famiglia agiata avrà una bella laser a colori da 2000 Euro, ma alla fine dei conti entrambi potranno permettersi di stampare solo un piccolo numero di documenti l'anno perchè la materia prima costa uno sproposito... Ovviamente in tal caso avremmo i produttori di carta a piangere miseria e richiedere misure di polizia contro chiunque possa tentare di dare i suoi fogli di carta ad un amico o che qualcuno possa stampare per qualcun altro dei documenti, perchè ognuno dovrebbe stamparsi solo i suoi e non dare i suoi fogli a nessun altro perchè illecito, tutti i fogli verrebbero magari serializzati con il nome dell'acquirente per essere sicuri che non commetta illeciti e tracciare eventuali "abusi"... più o meno sarebbe come il P2P.... Lo stesso discorso vale per il software e contenuti audio/video sull'hardware, come materia prima per il già comunque costoso hardware che è necessario comprare, e che comunque in comparazione costa molto molto meno del software, viene venduto a prezzi così alti da permettere un utilizzo dell'hardware bassissimo ad un utente di famiglia non agiata, minimo per il ceto medio e limitato per quelli agiati esclusi i super ricchi che possono permettersi comunque tanto anche con prezzi alti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta ipocrisie
  • Anonimo scrive:
    The Mentor
    "Adesso questo è il nostro mondo... il mondo dell'elettrone e dello switch, la bellezza del baud. Noi eravamo pronti ad esso, ed è inutile che proviate a confonderci e chiamarlo vostro, ad appropriarvene, a ingozzarvi di cose che vi saranno indigeste. Guardatevi, usate il web come uno spot televisivo, per vendere mortadelle. Siete ridicoli. Noi siamo nati nel cibermondo, siamo suoi fratelli di sangue, abbiamo giurato i suoi patti, respirato i suoi ritmi, abbiamo succhiato i suoi impulsi al posto del latte che non ci avete dato, compreso le sue arti in luogo di quelle che non ci avete spiegato, appreso la sua morale in luogo di quella che ci avete insegnato a parole, infrangendola quando vi faceva comodo, con la scusa che noi siamo ragazzini, tutti uguali, non sappiamo come funziona il mondo. E ora noi sappiamo vivere in esso, ci è più intimo di un fratello, noi vediamo le sue vere potenzialità. Se fosse per noi (se fosse per lui, anche: ha una sua personalità, un organismo quasi vivente, palpitante) esso non costerebbe nulla; ma purtroppo è alimentato solo da approfittatori ingordi. Ed è solo perché ci rifiutiamo di assecondare la vostra smania di assimilarlo nella vostra mentalità capace soltanto di fare soldi da qualsiasi cosa (ringrazio tutte le divinità per avervi impedito di trovare un modo di fare soldi anche sull'aria, che nonostante tutto e con disgusto debbo continuare a condividere con voi) che voi ci chiamate criminali ? "From "The Mentor's Last words" (1986) http://www.fralenuvol.it/parole/racconti/mentor.php
  • Anonimo scrive:
    Urbani, se ci sei batti un colpo...
    (Reuters) - Non si sa ancora cosa succederà in termini di ascolti, ma il Festival di Sanremo almeno un successo se lo porta a casa: quello di aver venduto in meno poco più di 24 ore circa 100 mila copie della compilation che raccoglie i brani sanremesi, contro le 85mila vendute complessivamente dalla raccolta dello scorso anno.mi sembra che qualcuno diceva che il P2P sta per uccidere il mercato musicale...
    • Anonimo scrive:
      Re: Urbani, se ci sei batti un colpo...
      - Scritto da: Anonimo
      (Reuters) - Non si sa ancora cosa
      succederà in termini di ascolti, ma
      il Festival di Sanremo almeno un successo se
      lo porta a casa: quello di aver venduto in
      meno poco più di 24 ore circa 100
      mila copie della compilation che raccoglie i
      brani sanremesi, contro le 85mila vendute
      complessivamente dalla raccolta dello scorso
      anno.

      mi sembra che qualcuno diceva che il P2P sta
      per uccidere il mercato musicale...Alla Ida di Benedetto sicuramente due colpi gliel'ha dati:Dhttp://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=555213
    • Anonimo scrive:
      Re: Urbani, se ci sei batti un colpo...
      Ma dai, chi vuoi che scarichi quella spazzatura ;)Saluti,Piwi
    • Anonimo scrive:
      Re: Urbani, se ci sei ti venga un colpo
      - Scritto da: Anonimo
      (Reuters) - Non si sa ancora cosa
      succederà in termini di ascolti, ma
      il Festival di Sanremo almeno un successo se
      lo porta a casa: quello di aver venduto in
      meno poco più di 24 ore circa 100
      mila copie della compilation che raccoglie i
      brani sanremesi, contro le 85mila vendute
      complessivamente dalla raccolta dello scorso
      anno.facendo mettere in tasca a questa gente1.390.000 - un milione e trecento novanta mila EUROdovrei lavorare solo per 1.158 anni a 1200 euro al mese pereguagliarli o "solo" 278 anni se guadagnassi 5000 euro al mese. Basta non ce la faccio piu' mi fanno troppo pena...
      • Anonimo scrive:
        Re: Urbani, se ci sei ti venga un colpo
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        (Reuters) - Non si sa ancora cosa

        succederà in termini di ascolti,
        ma

        il Festival di Sanremo almeno un
        successo se

        lo porta a casa: quello di aver venduto
        in

        meno poco più di 24 ore circa 100

        mila copie della compilation che
        raccoglie i

        brani sanremesi, contro le 85mila
        vendute

        complessivamente dalla raccolta dello
        scorso

        anno.

        facendo mettere in tasca a questa gente
        1.390.000 - un milione e trecento novanta
        mila EURO

        dovrei lavorare solo per 1.158 anni a 1200
        euro al mese per
        eguagliarli o "solo" 278 anni se guadagnassi
        5000 euro al mese. Basta non ce la faccio
        piu' mi fanno troppo pena...Con 1200 Euro al mese guadagni 1390000 Euro in 96,52 anni, 14400 Euro l'anno.Con 5000 euro al mese guadagni 1390000 Euro in 23,1 anni, 60000 Euro l'anno.Se invece parlassimo di 1 Miliardo e 390 Milioni di Euro allora con 1200 Euro al mese impiegheresti 96527,77 anni se non ho perso qualche zero durante il calcolo....
        • Anonimo scrive:
          Re: Urbani, se ci sei ti venga un colpo


          facendo mettere in tasca a questa gente

          1.390.000 - un milione e trecento
          novanta

          mila EURO...
          Con 1200 Euro al mese guadagni 1390000 Euro
          in 96,52 anni, 14400 Euro l'anno.

          Con 5000 euro al mese guadagni 1390000 Euro
          in 23,1 anni, 60000 Euro l'anno.

          Se invece parlassimo di 1 Miliardo e 390
          Milioni di Euro allora con 1200 Euro al mese
          impiegheresti 96527,77 anni se non ho perso
          qualche zero durante il calcolo....hai perfettamente ragione, avevo calcolato i mesi e non gli anni :-P.... ma considera che 1.390.000 di euro in un anno penso che generino qualche interesse, che ne pensi ?basta un 2% e sono 27.800 euro all'anno solo di interessi
  • Anonimo scrive:
    chissa se capirebbe queste motivazioni
    In tutta onesta leggendo la legge sono sconcertato come questo governo , voglia regolamentare internet........nella legge si parla di scambio di file di utenti da reprimere , ma questo fenomeno illecito non viene analizzato con una certa competenza, molte delle persone che scambiano file via internet sono semplici studenti , disoccupati, e gente con uno stpendio che a malapena arriva a fine mese...... col tutto il rispetto, non hanno soldi per permettersi un cd a 20 euro.... credo che il governo anziche preoccuparsi di queste cose dovrebbe in primis preoccuparsi e riflettere sui seguenti punti :1) stipendi miseri rapportati al costo della vita.2) la disoccupazzione che non permette una vita dignitosa, e non certo e colpa di chi vive in questo stato.3) bisogna pensare sopratutto, che il fenomeno di scambio file, dipende essenzialmente dall'impossibilita economica di gran parte del popolo di far fronte a prezzi di acquisto esorbitanti ,(che in tv si dica che l'euro non ha aumentato i prezzi, il popolo sui suoi stipendi si accorge che i prezzi non so aumentati, ma raddoppiati.........), sono semmai ,le major discografiche che dovrebbero stringere la cinghia abbassando i prezzi, oppure il governo dovrebbe bilanciare gli stipendi col costo della vita, e quanto meno effettuare seri controlli sui prezzi aumentati post lira, era un suo dovere fare cio , io e tanti, non abbiamo visto nessun ribasso ne un controllo , il popolo andrebbe tutelato dal proprio governo, quest'ultimo dovrebbe tutelarci, non sguinsagliarci contro le major che vogliono sempre piu soldi, da chi soldi piu non ne ha .5) considerare che chi non ha soldi non puo cmq ,(anche abolendo lo scambio di file in internet) permettersi un cd a 20 euro.....mi chiedo poi.........:"cosa cambierebbe questa legge ? (considerando i mercatini vari di immigrati ,che ti ripropongono in vendita prodotti come mp3 e video ........direi che morto un papa se ne fa un altro.......( beh', si quando c'e' l'impossibilita economica si fa di tutto)Ora sono molti documenti sono scaricabili da internet dalla moltitudine, anche se non potranno piu esserlo saranno sempre "accessibili" .... credo che una legge di mercato debba esser realistica, e non utopica, se i prezzi non si abbassano la gente non compra, non si puo pensare,ripeto, che sguinsagliando i detective - provider, la gente inizi a comprare..........non ci sono soldi .....6) detto questo, aggiungerei che se un prodotto e valido non c'e' scambio in rete che tenga....... basta vedere gli incassi del film - "IL SIGNORE DEGLI ANELLI".Le major dovrebbero adattarsi ad un mercato in evoluzione, non certo basarsi su leggi restrittive che ,da molti utenti ,sono viste come liberticide ,e che tentano di limitare la privacy e l'utilizzo della rete . Credo che in pochi sarebbero disposti a prolungare e a mantenere un contratto adsl con un provider che controlli il suo cliente, e che e pronto a condannarlo come il peggiore dei criminali, solo perche per suo uso personale scarica una canzone da internet.In questa legge non vedo dove sia la convenienza.........Inoltre, come detto, cio non risolverebbe di per se il problema, visto che i numerosi "mercatini" consentirebbero all'utente della rete di approviggionarsi di tutto cio che scaricava da quest'ultima.Credo che bisogna essere realistici ,in queste cose, si finirebbe col trovarsi difronte a migliaia di disdette che danneggerebbero i provider, d'altronde, a cosa serve forse una linea a fibbra ottica veloce ? a scaricarsi forse la posta elettronica? insomma......si porterebbe un danno enorme ai provider con conseguenti perdite economiche per poi risolvere cosa?( dato che chi non comprava prima ,non comprera dopo), purtroppo, i soldi non ci sono e triste , ma e cosi. A tutti farebbe piacere poter permettersi cd originali ,con tanto di copertina e quant'altro , ma 20 euro sono veramente troppi ,per le condizioni sociali del nostro paese....Beh', a questo punto ci resterebbe soltanto la privazione per raggiungere lo stato di legalita...privazioni su privazioni ,credo che in molti siano stanchi di tutto cio, in molti sono stanchi di esser controllati come i peggiori delinguenti, siamo semplici studenti o disoccupati, gente che con cio che ci offre lo stato vive di stenti ,signor ministro le chiedo se e giusto tutto cio ...i nostri stipendi e la nostra situazione economica non puo piu adattarsi alle esigenze delle major, che chiedono sempre piu soldi, almeno che lo stato non provveda a bilanciare i stipendi col caro euro e a dare seriamente opportunita di lavoro e lavoro per tutti....Sperando che tenga in considerazione quanto detto, la pregrerei di rivedere questa legge , che non aiuta ne le major, e limita e tende ad opprimere la liberta della rete.Posso comprendere che il diritto d'autore va difeso , ma va difeso in primis facendo pressione su chi furbamente sposta il problema delle mancate vendite su lo scambio delle canzoni e films in rete, se i prezzi fossero accessibili ,dalla situazione economica del popolo, dubito che si sarebbe arrivati a tutto cio....... stringere sul popolo e come stringere su chi gia fa abbastanza sacrifici per arrivare a fine mese, per una volta tanto, sara mai possibile difendere chi i soldi non li ha? a discapito di chi nei soldi, vuole solo affogare?.distinti saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: chissa se capirebbe queste motivazioni
      quello che hai scritto è condivisibile .peccato che è come parlare ai sordi.
  • Anonimo scrive:
    ma i fascisti
  • Anonimo scrive:
    La vera epoca del proibizionismo
    Mi sembra di essere tornato ai bar nascosti dietro una parete girevole durante l'epoca del proibizionismo. Con questa storia del P2P hanno davvero straboccato. Ma possibile che non abbiano un cazzo da fare questi pagliacci di ministri oltre a mettere tasse e a far pagare anche l'aria che si respira? Adesso anche per un mp3 ritengono di dover mettere le "tangenti"? Si accaniscono su questa storia del download come se il loro conto in banca fosse in rosso e come se avessero bisogno anche dei 2 fottuti Euro per campare. Mi fa ridere anche il nostro buon Presidente della Repubblica quando dice che dobbiamo aprire gli occhi sui nuovi aumenti a causa della moneta unica....ma sua moglie da quanto tempo è che non va a fare la spesa?? Da quanto tempo non va in un negozio di musica a chiedere un prezzo di una nuova uscita?? Da quanto non si fa fare un preventivo per cambiare l'auto?? Da quanto non paga un affitto?? Siamo tutti bravi a parlare senza rendersi conto eh!E se invece di stare a fare la guerra alle persone che intendono solo risparmiare quei pochi soldi per arrivare alla fine del mese, attingendo arricchimenti culturali dalla rete, se invece di punire con 250.000 sacchi chi li asseconda, se invece di tutta questa lotta al P2P pensassero un pò a limitare la delinquenza QUELLA VERA che piaga il nostro paese. In questo modo, gente, ammazziamo pure, tanto male che ci vada ci danno l'infermità mentale, mentre non ci azzardiamo a scaricare un Divx altrimenti dovremmo farci fare un prestito in banca per pagare la multa!MA PER FAVOREEEEEEEEEE
    • Anonimo scrive:
      Re: La vera epoca del proibizionismo
      Beato te che vai a farti fare preventivi per l'auto nuova ... a casa mia sono tredici anni che in sei persone (io - papà - mamma - sorella - nonno - nonna) andiamo avanti con una Uno non catalitica :'(Mondo infame !Piwi
      • Anonimo scrive:
        Re: La vera epoca del proibizionismo
        la signora ciampi se ne frega di quanto può costare un'auto nuova, tanto ha quella blu (che il blu si intona con tutto) del marito :-) in ogni caso, anche se la comprasse, avrebbe il rimborso gentilmente offerto da noi italiani....come sempre, a rimetterci siamo solo noi, noi che tiriamo a campare con 750 euro al mese, noi che ci arrabattiamo x sopravvivere e pagarci l'affitto, l'università, il cibo... noi che lavoriamo 10 aore al giorno in ufficio e altre 3 o 4 a casa, giusto x arrotondare un pò, noi che dopo tutta una giornata frenetica, dobbiamo ancora trovare le energie x aprire un libro, visto che dopo un mese, ahimè, abbiamo un esame... noi che finiamo di vivere, di uscire, di andare al cinema, di andare a mangiare fuori.saluti a ciampi e signora
  • elias86 scrive:
    ma smettiamola!!!
    Non siamo ridicoli!! E'ovvio che sia presente una pirateria così aggressiva!! I prezzi di DVD e CD musicali sono da capogiro!! Sono in pochi a potersi permettere un cd musicale (di cui magari interessano solo alcuni brani) ed è quindi logico che si cerchino nuove vie per poter ascoltare musica!!
    • Anonimo scrive:
      Re: ma smettiamola!!!
      - Scritto da: elias86
      Non siamo ridicoli!! E'ovvio che sia
      presente una pirateria così
      aggressiva!! I prezzi di DVD e CD
      musicali sono da capogiro!! Sono in
      pochi a potersi permettere un cd musicale
      (di cui magari interessano solo alcuni
      brani) ed è quindi logico che si
      cerchino nuove vie per poter ascoltare
      musica!!quoto e vorrei aggiungere una curiosità, fatta spesso notare: perchè ci sono in commercio così tanti lettori DVD-DIVX da tavolo??? non mi venite a dire che lo usate per convertire il filmino delle vacanze in DivX, masterizzarlo e rivederlo in TV perchè allora anche chi lo dice è in malafede..SI USANO EPR VEDERE IN TV I FILM SCARICATI DAL P2P, ALTRO CHE BALLE!!! Philips, Sony Ecc sono loro che dovrebbero essere condannati per istigazione a delinquere, ma nessuno dice loro nulla...
      • Anonimo scrive:
        Re: ma smettiamola!!!
        Mami spiegate come fanno a controllare che stiamo scaricando un film????????????Spiano i nostri computer?????????Ma è una vergogna spiano su cose private...................................:@
  • vinceremo2002 scrive:
    Assurdo fautori alla legge P2P
    Mi sembra di capire che ci sia gente che approva la legge P2P,molto probabilmente saranno dei figli di papà.Io mi diverto a scaricare film e altro da interne,ho fatto l'abbonamento all'ADSL per cuesto motivo e rimane il principale.Ma vedo che c'è gente che risponde ai miei messaggi,mi critica perchè lui si ritiene piu' intelligente di me,io sono un umile operaio e sono orgoglioso di esserlo e sono orgoglioso di scaricare tutto cuello che è illegale rispettando i limiti.Ora non devo certo prendere lezioni da persone che mi rispondono e principalmente ANONIME, oltretutto persone registrate in cuesto forum, tali persone sono delle merde e non aggiungo altro.ciaodal vostro dri dri
    • Anonimo scrive:
      Re: Assurdo fautori alla legge P2P
      Adesso t'insegno un semplice trucco della retorica :potrai dire anche le cose più giuste del mondo, ma se le dirai in un linguaggio che non è grammaticalmente corretto, o più semplicemente privo del giusto "stile", chi non è d'accordo con te potrà metterti in un angolo solo per quello.Ma, ripeto, è un semplice trucchetto retorico. Chi è intelligente, e ti legge, riesce a cogliere qual'è il tuo pensiero ...Quindi è inutile che t'incazzi.Saluti,Piwi
    • Anonimo scrive:
      Re: Assurdo fautori alla legge P2P
  • Anonimo scrive:
    ok, aspettiamo martedi allora...
    ...e speriamo bene. certo se fossi nato in cina certi problemi li avrei tollerati meglio...:|
  • Pulsar scrive:
    Ecco cosa accadrà
    Il decreto che ha in mente Urbani non passerà, magari sarà rivisto e corretto, magari non ci sarà nemmeno più lui quando verrà riproposto (e non sarebbe una grossa perdita)...Siamo seri, la sensazione che il P2P fosse a rischio permeava già dall'inizio di quest'anno (forse pure un pò prima), magicamente Telecom sorprende gli utenti promettendo una banda 640/256, poco dopo esce fuori la notizia di Alice Rosso e, guarda caso, nello stesso periodo questa proposta (indecente) di legge...Vi è venuto il dubbio che ci sia un intreccio fra queste varie cose? Il silenzio dei Provider non vi dice qualcosa? non mi sembra di aver sentito nemmeno un accenno di protesta da parte dei provider e questo è davvero strano, dato che in tutto questo quelli che rischiano le sanzioni più pesanti sono proprio loro (250.000 ceffoni per chi non se ne fosse accorto).Io dico che sono tutti d'accordo fra di loro, solo non hanno ancora trovato un punto di intesa, a complicargli le cose ci si è messo Urbani, ma naturalmente voi sapete che nessuno vi verrebbe a raccontare la verità, semplicemente verrà fuori quando sarà già tardi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ecco cosa accadrà
      - Scritto da: Pulsar
      Il decreto che ha in mente Urbani non
      passerà, magari sarà rivisto e
      corretto, magari non ci sarà nemmeno
      più lui quando verrà
      riproposto (e non sarebbe una grossa
      perdita)...
      Siamo seri, la sensazione che il P2P fosse a
      rischio permeava già dall'inizio di
      quest'anno (forse pure un pò prima),
      magicamente Telecom sorprende gli utenti
      promettendo una banda 640/256, poco dopo
      esce fuori la notizia di Alice Rosso e,
      guarda caso, nello stesso periodo questa
      proposta (indecente) di legge...Vi è
      venuto il dubbio che ci sia un intreccio fra
      queste varie cose? Il silenzio dei Provider
      non vi dice qualcosa? non mi sembra di aver
      sentito nemmeno un accenno di protesta da
      parte dei provider e questo è davvero
      strano, dato che in tutto questo quelli che
      rischiano le sanzioni più pesanti
      sono proprio loro (250.000 ceffoni per chi
      non se ne fosse accorto).
      Io dico che sono tutti d'accordo fra di
      loro, solo non hanno ancora trovato un punto
      di intesa, a complicargli le cose ci si
      è messo Urbani, ma naturalmente voi
      sapete che nessuno vi verrebbe a raccontare
      la verità, semplicemente verrà
      fuori quando sarà già tardi.E' due giorni che cerco di illustrare la stessa tesi.Leggendo il Corriere della Sera di oggi sembra che la Telecom si sia fatta sentire ed abbia in qualche modo bloccato( per altri motivi lo ha fatto anche Tremonti) il decreto.Di sicuro se il decreto passa così com'è c'è anche lo zampino dei provider, non è possibile che il governo per decreto legge crei un danno così grande alla Telecom senza che questa sappia nulla.
  • Anonimo scrive:
    Inviamo mail di protesta !!!
    Vi posto l'indirizzo e-mail del ministero dei beni culturali ... massacriamoli di proteste !!! ..... prima che facciano una legge che vieta anche la libertà di opinione :-)web@beniculturali.it
    • elias86 scrive:
      Re: Inviamo mail di protesta !!!
      ma cosa vuoi che gliene freghi a quei bastardi?? fanno quello che gli pare lo stesso!! .. vogliono la guerra .. che guerra sia!! però non penso che il popolo del P2P più esperto si lasci fottere da un pezzo di carta quale il decreto!!!P2P 4 EVEEEER!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Inviamo mail di protesta !!!
        - Scritto da: elias86
        ma cosa vuoi che gliene freghi a quei
        bastardi?? fanno quello che gli pare lo
        stesso!! .. vogliono la guerra .. che guerra
        sia!! però non penso che il popolo
        del P2P più esperto si lasci fottere
        da un pezzo di carta quale il decreto!!!

        P2P 4 EVEEEER!!!E perchè secondo te c'è scampo se il decreto viene approvato ?Tutti gli ISP a cui ti colleghi avranno dei complessi filtri con schedati tutti i siti considerati illegali o sospetti ed ogni volta che i loro sistemi individueranno connessioni sospette faranno una verifica dettagliata e nel giro di poche ore ti mandano la GdF a rovinarti la vita !E' questo quello che si prospetta e sarà la fine dell'economia e del settore dell'informatica, sarà un disastro economico di proprozioni incalcolabili...!Per non dire di cosa accadrà quando dovranno andare in tutte le aziende in cui i dipendenti usano P2P ! Per l'occasione faranno ulteriori controlli e chissà quante piccole Parmalat salteranno fuori ... Il problema è che anche se in tal caso sarebbe giusto sanzionare quelle piccole Parmalat per i reati veri, il metodo con ci si arriva è così tanto efficace che gli darà modo di fare un grande scandalo ai magistrati ed avvocati che non aspettano altro assieme ai finanzieri per pavoneggiarsi e rilasciare interviste a pagamento , uno scandalo così grande che colpirà una marea di imprese in pochissimo tempo, praticamente portando il paese ad un livello di guerra civile come l' Argentina o altri paesi dell' america latina... sarà un disastro senza eguali.. e Berlusconi dovrà ringraziare Urbani e quelli che seguono le parole di Ciampi per il grande risultato...
  • Anonimo scrive:
    Incidenza pirateria da Internet 1%
    Riprendo da un comunicato della federazione contro la pirateria musicale del 16/11/2003 http://www.lastampa.it/redazione/news_high_tech/archivio/0311/PIRATERIA.asp"Sempre considerando i dati offerti dalla Federazione contro la pirateria musicale, nel periodo gennaio-ottobre 2003, la pirateria musicale viene praticata per il 78% dei casi da ambulanti, per il 13% delle frequenze da 'privatì, ovvero centrali di masterizzazione per la contraffazione dei marchi, «piccoli imprenditori» della pirateria ecc., per l'8% delle occorrenze dai negozi e per l'1% dalla tipologia compresa nella voce 'internet', che somma casi di pirateria fisica ovvero di cd e dvd generati da internet."Ma insomma se loro dicono che l'incidenza di internet è l' 1%, ma perchè tanto accanimento?L'1% è assolutamente irrilevante.
    • Anonimo scrive:
      Re: Incidenza pirateria da Internet 1%
      perchè è + facile prendere i pesci piccoli (noi) che andare a rischiare la vita per combattere i veri e propri pirati!!!
  • Anonimo scrive:
    E i piccoli artisti?
    Chi non ha un'etichetta o ha un'etichetta troppo piccola per promuovere il gruppo che fa?Il p2p era l'unica via.Piccolo esempio.Xchi li conoscesse i Gemboy (gruppo bolognese) ha da poco un'etichetta. Tutta la precedente produzione era reperibile sui canali p2p (anzi erano loro ad indicarlo come unica via per reperire quel materiale,non essendoci cd prodotti).Il materiale era libero da diritti e liberamente scaricabile(no lucro loro=no tasse siae).Come loro penso ci siano altri(che io non conosco,ma che qlc1altro avrà conosciuto tramite il p2p).Stroncare il p2p vuol dire tagliare le gambe a tutti quelli che un'etichetta nn l'hanno ancora e senza la quale nn potranno mai far nulla in un mondo dove la musica che si ascolta nn è decisa da chi la deve ascoltare,ma da chi la produce.Basti vedere che i nuovi gruppi non nascono dal basso,ma sono progettati a tavolino dall'alto,per suonare certa musica e non altra.C'è da riflettere e molto.
    • Anonimo scrive:
      Re: E i piccoli artisti?
      - Scritto da: Anonimo
      Chi non ha un'etichetta o ha un'etichetta
      troppo piccola per promuovere il gruppo che
      fa?Il p2p era l'unica via.
      Piccolo esempio.
      Xchi li conoscesse i Gemboy (gruppo
      bolognese) ha da poco un'etichetta. Tutta la
      precedente produzione era reperibile sui
      canali p2p (anzi erano loro ad indicarlo
      come unica via per reperire quel
      materiale,non essendoci cd prodotti).Il
      materiale era libero da diritti e
      liberamente scaricabile(no lucro loro=no
      tasse siae).
      Come loro penso ci siano altri(che io non
      conosco,ma che qlc1altro avrà
      conosciuto tramite il p2p).
      Stroncare il p2p vuol dire tagliare le gambe
      a tutti quelli che un'etichetta nn l'hanno
      ancora e senza la quale nn potranno mai far
      nulla in un mondo dove la musica che si
      ascolta nn è decisa da chi la deve
      ascoltare,ma da chi la produce.
      Basti vedere che i nuovi gruppi non nascono
      dal basso,ma sono progettati a tavolino
      dall'alto,per suonare certa musica e non
      altra.
      C'è da riflettere e molto.nfatti i gemboy devono la loro fama al p2p altro che manager sanguisuga.....
  • Anonimo scrive:
    I veri motivi della crisi del cinema
    Secondo me non si rendono conto di una cosa che a me è saltata agli occhi leggendo un'inchiesta di un quotidiano locale della zona in cui abito.Il cinema è in crisi, ma il mercato DVD (che ha oramai soppiantato il VHS) è in espansione.Compresi i videonoleggi(nell'inchiesta si parlava di sale in crisi,ma videonoleggi tranquillamente in affari) per non parlare dell'offerta via satellite che a pochi mesi dall'uscita in sala offre il film in TV ad un prezzo tutto sommato contenuto.Se uno ha un buon impianto home teather la qualità è ottima anche senza andar al cinema). Ma le major guadagnano eccome da DVD e pay TV. Tuttavia espandendo questi canali(competitivi con il cinema per qualità) non possono sperare che il cinema non perda utenza...Mica uno può andare al cinema,prendersi il DVD,guardarsi il film da Sky.Si magari se è un capolavoro si fa,ma per tante cose così così non val la pena.E allora uno sceglie di non andare al cinema(che inoltre vincola a proiezioni in determinati orari,non sempre accessibili visti i ritmi della vita odierna).Dalle olive ci fai l'olio extravergine,poi il vergine,poi le butti.Il cinema non pui spremerlo più di tanto per farci più soldi possibili e poi lamentarti che non ci esce abbastanza olio(scusate la battuta).Il finanziamento pubblico al cinema è un modo per far pagare alla collettività(ovvero le nostre tasse)guai altrui.E poi se un film vale veramente si va al cinema altrimenti no. E' libera scelta. Facessero magari meno film ma di qualità,ridurrebbero le spese e aumenterebbero i guadagni.Il p2p è del tutto marginale rispetto al fenomeno.La qualità del materiale ivi reperibile è peraltro pessima in parecchi casi.Se lo capissero.
    • Anonimo scrive:
      Re: I veri motivi della crisi del cinema
      Sono assolutamente d'accordo che Pay TV e video noleggio incidano sul non andare al cinema.
    • Anonimo scrive:
      Re: I veri motivi della crisi del cinema
      giustissimo e poi io personalmente ritengo una cosa: ci sono film che nn vale la pena di andare a vedere al cinema.... cioè per intenderci io vado al cinema a vedere film d'azione con effetti particolari ma nn andrò mai e poi mi a vedere un film comnico tipo "le barzellette", "natale sul nilo" e copagnia bella perkè sinceramente mi affitto la vhs o il dvd e me lo vedo a casa tranquillamente.....
      • deltree scrive:
        Re: I veri motivi della crisi del cinema
        - Scritto da: Anonimo
        giustissimo e poi io personalmente ritengo
        una cosa: ci sono film che nn vale la pena
        di andare a vedere al cinema.... cioè
        per intenderci io vado al cinema a vedere
        film d'azione con effetti particolari ma nn
        andrò mai e poi mi a vedere un film
        comnico tipo "le barzellette", "natale sul
        nilo" e copagnia bella perkè
        sinceramente mi affitto la vhs o il dvd e me
        lo vedo a casa tranquillamente.....Io neanche e neanche li scarico pirata.Secondo me chi dice che non comprerebbe ma consuma è ipocrita (o è un autolesionista). E cmq per i film esiste il noleggio: con 1 o 2 euro ti porti il DVD/VHS a casa e te lo guardi. A conti fatti costa meno in termini di equipaggiamento bollette varie etc etc rispetto a scaricare il titolo da internet.E sono anche convinto che questa disonestà di fondo è dannosa tanto quanto le speculazioni economiche che molti additano.
    • Anonimo scrive:
      Re: I veri motivi della crisi del cinema
      - Scritto da: Anonimo
      Il p2p è del tutto marginale rispetto
      al fenomeno.Hai perfettamente ragione.Solo che i numeri stanno rapidamente aumentando.Prova a pensare ad un non lontano futuro quando tutti, dico tutti, avranno l'adsl in casa e useranno il p2p.Sarà ancora così marginale?
      • Anonimo scrive:
        Re: I veri motivi della crisi del cinema
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo


        Il p2p è del tutto marginale
        rispetto

        al fenomeno.

        Hai perfettamente ragione.
        Solo che i numeri stanno rapidamente
        aumentando.
        Prova a pensare ad un non lontano futuro
        quando tutti, dico tutti, avranno l'adsl in
        casa e useranno il p2p.
        Sarà ancora così marginale?Ma allora già adesso devono iniziare a sbattere in galera i più o meno amici che si prestano/scambiano copie anche originali.. che differenza c'è ? Mettiamo la polizia per strada e chiunque tenti di cedere un prodotto a qualcuno lo si denuncia? Ogni volta che uno fa una copia poi gli si apre un bel processo di 10 anni, gli si chiedono 300 mila euro di danni e lo si tratta come fosse un terrorista.... così quando riprova a spendere soldi in abbonamenti adsl, corrente elettrica, supporti vergini ci pensa due volte... Ehh! Che bell'aiuto all'economia.. che grande acume e che grandi imprenditori ! :-(
        • Anonimo scrive:
          Re: I veri motivi della crisi del cinema
          perfettamente d'accordo: grandi imprenditori!Finchè le cose vanno bene=soldi in tasca. Quando vanno male= pagano gli altri ;-)La vera questione, secondo me, è che vogliono stroncare internet. Troppa libertà e idee che girano troppo in fretta. Stanno perdendo il controllo!Avevano già abbozzato qualche tempo fa, ora fanno sul serio.Non esiste un vero problema economico. Il fatto più paranoico è che hanno appena speso denaro pubblico per 'favorire' l'espansione di internet a livello domestico (ricordate l'una tantum governativa?) ben sapendo che a livello domestico la quasi totalità delle connessioni è per scaricare qualcosa.Ora si torna indietro.Poi ci sarà qualche contributo statale per i provider in crisi, etc etc.Unico fattore comune=spendere i soldi pubblici per finanziare l'industria privata.A chi giova ditelo voi e ricordatevelo alle prossime votazioni.Ciao a tutti.:@
  • Max3D scrive:
    La dimostrazione che...
    in questo governo non c'e' solo Urbani, che ha pienamente dimostrato di non essere all'altezza di occuparsi dei problemi di internet in italia.http://ilmessaggero.caltanet.it/view.php?data=20040306&ediz=01_NAZIONALE&npag=1&file=CINEMA.xml&type=STANDARDqualcuno con un po' di testa forse c'e' :)eppoi, la speranza e' sempre l'ultima a morire.. :D
    • Anonimo scrive:
      Re: La dimostrazione che...
      un grande!!! quoto e riquoto!!!!! GRANDEEEE!!! :)
    • Anonimo scrive:
      Re: La dimostrazione che...
      - Scritto da: Max3D
      in questo governo non c'e' solo Urbani, che
      ha pienamente dimostrato di non essere
      all'altezza di occuparsi dei problemi di
      internet in italia.

      ilmessaggero.caltanet.it/view.php?data=200403

      qualcuno con un po' di testa forse c'e' :)
      eppoi, la speranza e' sempre l'ultima a
      morire.. :DIl problema è che Cortiana è dei verdi .Nel governo quelle posizioni te le sogni!!
  • Anonimo scrive:
    Re: NO AL P2P UNITI PROTESTIAMO
    - Scritto da: Anonimo
    Tu farai l'università, ma scommetto
    che non studi una materia umanistica e
    tantomeno Lettere...Se vieni "rapito" dallo stile allora ti invito aa leggere il decreto in questione, e' splendido !!!Non un errore grammaticale, nessuna contrazione o incertezza, il tutto fila liscio come l'olio.Gli autori (loro si) evidentemente hanno alle spalle studi umanistici, se non addirittura Lettere.
    • Anonimo scrive:
      Re: NO AL P2P UNITI PROTESTIAMO
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      Tu farai l'università, ma
      scommetto

      che non studi una materia umanistica e

      tantomeno Lettere...

      Se vieni "rapito" dallo stile allora ti
      invito a
      a leggere il decreto in questione, e'
      splendido !!!

      Non un errore grammaticale, nessuna
      contrazione o incertezza, il tutto fila
      liscio come l'olio.
      Gli autori (loro si) evidentemente hanno
      alle spalle studi umanistici, se non
      addirittura Lettere.
      gia io non capisco cosa ti freghi dello stile... troppe volte con lo stile si e saputi affascinare per poi avvindolare milioni di persone .....francamente, allo stile preferisco il pensiero, e i suoi contenuti... che uno sappia scrivere bene non mi interessa moltissimo, (almeno che' non sia palesemente incomprensibile) quello che conta e sempre e cmq, il pensiero.................
    • vinceremo2002 scrive:
      Re: NO AL P2P UNITI PROTESTIAMO
      caro amico è vero non ho fatto luniversita', ma sono un umile operaio e mi spacco il culo per portare a casa la michetta.cuei maiali invece guadagnano miliardi e fanno pagare film e cd musicali a mio modo di vedere troppo.insomma ben venga la pirateria e anzi sono le persone come te che mi invogliano a scaricare ancora d+ciao e a presto
      • Anonimo scrive:
        Re: NO AL P2P UNITI PROTESTIAMO
        - Scritto da: vinceremo2002
        caro amico è vero non ho fatto
        luniversita', ma sono un umile operaio e mi
        spacco il culo per portare a casa la
        michetta.
        cuei maiali invece guadagnano miliardi e
        fanno pagare film e cd musicali a mio modo
        di vedere troppo.
        insomma ben venga la pirateria e anzi sono
        le persone come te che mi invogliano a
        scaricare ancora d+
        ciao e a prestoOk,Siete gia' in due che mi rimproverate, quindi la colpa deve essere mia.Il mio, voleva essere un messaggio ironico (evidentemente non sono riuscito a "trasmetterlo").Quello che volevo dire e' che, se si sceglie di giudicare la "forma" (l'uso corretto della "lingua")allora il decreto di Urbani e' perfetto !!!e non si capirebbe il perche' degli oltre 2000 post.E quindi evidente che il problema non risiedenell'uso piu' o meno "brillante" della lingua, quantopiuttosto nel "messaggio" che la lingua veicola.Era mia intenzione mettere in ridicolonon chi comunica "messaggi", ma chi si rifiutadi leggerli limitandosi a criticare la forma.Insomma: comunichiamo come ce viene !!!e sforziamoci di coglierne il "significato"un salutoandava proprio nella direzione era quindi tutto l'oppostoMa non e' di questo che gli oltre 2000 post si lamentano.quanto del "significato" il fatto di usare una
  • Anonimo scrive:
    è di questo che hanno paura
    la loro paura non è che uno scarichi un film,ma che lo veda e si renda conto che non vale assolutamente il prezzo del biglietto,questo a me è successo almeno nel 90% dei casi.Se passa il decreto facciamo uno sciopero per sei mesi (adsl,acquisti ecc)e vediamo,noi possiamo campare senza di loro non so altrettanto
    • Anonimo scrive:
      Re: è di questo che hanno paura

      Se passa il decreto facciamo uno sciopero
      per sei mesi (adsl,acquisti ecc)
      e vediamo,noi possiamo campare senza di loro
      non so altrettantoperche' 6 mesi ? Io sono 4 anni che non regalo piu' i miei soldi a questa gente e vivo lo stesso.X la musica ascolto la radio, via satellite, via internet e via radio, oltre che riascoltarmi quelli che gia' ho'http://www.shoutcast.com/al cinema non ci vado quasi piu' (2 volte in 4 anni + il noir in festival ma li si entra gratis)
    • Anonimo scrive:
      Re: è di questo che hanno paura
      - Scritto da: Anonimo
      la loro paura non è che uno scarichi
      un film,ma che lo veda e si renda conto che
      non vale assolutamente il prezzo del
      bigliettoIl problema è che quando un film l'hai visto, nel 90% dei casi, anche se ti è piaciuto, non vai certo al cinema a rivederlo.Sicuramente direte tutti che non è vero, che comprate il dvd originale e correte al cinema a pagare il biglietto.Dite pure, non mi convincete.Un altro conto sono le lamentele delle major perchè è tutto da dimostrare che eliminando il p2p si venderebbero più cd o più gente andrebbe al cinema.Probabilmente ci sarebbe solo una più limitata diffusione della cultura e questo è un male.E di questo si dovrebbero preoccupare i politici, dovrebbero capire che non si sta parlando di merce ma di cultura.
      • Anonimo scrive:
        Re: è di questo che hanno paura

        Il problema è che quando un film
        l'hai visto, nel 90% dei casi, anche se ti
        è piaciuto, non vai certo al cinema a
        rivederlo.
        Sicuramente direte tutti che non è
        vero, che comprate il dvd originale e
        correte al cinema a pagare il biglietto.
        Dite pure, non mi convincete.
        Un altro conto sono le lamentele delle major
        perchè è tutto da dimostrare
        che eliminando il p2p si venderebbero
        più cd o più gente andrebbe al
        cinema.
        Probabilmente ci sarebbe solo una più
        limitata diffusione della cultura e questo
        è un male.
        E di questo si dovrebbero preoccupare i
        politici, dovrebbero capire che non si sta
        parlando di merce ma di cultura.Bè il tuo tono mi fa solo ridere, sei tu che non convinci.Io ho visto molte vole il signore degli anelli, l'ho visto anche con la maratona dei 3 film tutti in un botto e il primo l'avevo visto in DVD rip scaricato da DC++...Appena l'ho finito, mi sono detto: " la prossima volta che andro' al cinema, sara' il signore degli anelli".... e alla fine tra tutte e 3 i film saro' tornato al cinema 4 volte.Quindi pensa per te! Io ho la stanza cinema, il proiettore, adoro il cinema e me ne rendo conto che anche se mi scarico un divx non muore nessuno è solo un metodo di promozione.
        • Anonimo scrive:
          Re: è di questo che hanno paura
          - Scritto da: Anonimo


          Quindi pensa per te! Io ho la stanza cinema,
          il proiettore, adoro il cinema e me ne rendo
          conto che anche se mi scarico un divx non
          muore nessuno è solo un metodo di
          promozione.
          Un altro che non ha i soldi per comprarsi gli originali.Ha la stanza cinema con il proiettore.....
        • Anonimo scrive:
          Re: è di questo che hanno paura
          - Scritto da: Anonimo


          Bè il tuo tono mi fa solo ridere, sei
          tu che non convinci.
          Io ho visto molte vole il signore degli
          anelli, l'ho visto anche con la maratona dei
          3 film tutti in un botto e il primo l'avevo
          visto in DVD rip scaricato da DC++...
          Appena l'ho finito, mi sono detto: " la
          prossima volta che andro' al cinema, sara'
          il signore degli anelli".... e alla fine tra
          tutte e 3 i film saro' tornato al cinema 4
          volte.

          Quindi pensa per te! Io ho la stanza cinema,
          il proiettore, adoro il cinema e me ne rendo
          conto che anche se mi scarico un divx non
          muore nessuno è solo un metodo di
          promozione.
          Hai fatto l'esempio di un film che non vedere al cinema è un delitto, è naturale che in quel caso hai pagato il biglietto.Quante volte è successo ?Hai la stanza cinema e il proiettore ? Beato te.Quindi guardi prima i divx con il proiettore poi corri al cinema a pagare anche il bigliettoE sei convinto che questa sia la regola. Mah.
  • Anonimo scrive:
    da Repubblica.it
    "In più, per la gioia del direttore artistico, riscontro lusinghiero anche dalle vendite della compilation sanremese: 180 mila copie in 48 ore, contro le 85 mila dello scorso anno." Al di là delle polemiche, questa è la dimostrazione che se si abbassano i prezzi la domanda cresce. Il cd quest'anno viene venduto in edicola a prezzo moderato. Diciamolo al ministro Urbani.
  • Anonimo scrive:
    Novità
    Dalla lettura del Corriere della Sera di oggi sembra che il decreto non sia passato sia per motivi legati alla copertura finanziaria del decreto (Tremonti ha posto il veto) sia perchè alcuni provider (soprattutto Telecom) hanno manifestato perplessità per le sanzioni a loro carico.Urbani non demorde, ha detto che esige l'approvazione del decreto martedì prossimo ricordando, tra le altre cose, che anche Ciampi ha richiamato, nei suoi discorsi, la necessaria lotta contro la pirateria .
    • Anonimo scrive:
      Re: Novità
      - Scritto da: Anonimo
      Dalla lettura del Corriere della Sera di
      oggi sembra che il decreto non sia passato
      sia per motivi legati alla copertura
      finanziaria del decreto (Tremonti ha posto
      il veto) sia perchè alcuni provider
      (soprattutto Telecom) hanno manifestato
      perplessità per le sanzioni a loro
      carico.
      Urbani non demorde, ha detto che esige
      l'approvazione del decreto martedì
      prossimo ricordando, tra le altre cose, che
      anche Ciampi ha richiamato, nei suoi
      discorsi, la necessaria
      lotta   contro la pirateria .
      se chiudono le porte e mettono filtri alla adsl e sguinsagliano i provider come cani da caccia su noi utenti dubito che Telecom sopravvivera alle disdette in massa dell'adsl diciamocelo francamente ... ma chi potrebbe sopportare di esser pedinati dal proprio provider per aver scaricato un mp3?qui siamo all'assurdo........
    • Anonimo scrive:
      Re: Novità

      Urbani non demorde, ha detto che esige
      l'approvazione del decreto martedìesige ?! altrimenti che fa' ?da le dimissioni ? bene !aspettiamo martedi, e speriamo sia l'ultimo giorno in cui sentiremo parlare di urbani
      • Anonimo scrive:
        Re: Novità
        - Scritto da: Anonimo


        Urbani non demorde, ha detto che esige

        l'approvazione del decreto
        martedì

        esige ?! altrimenti che fa' ?da le
        dimissioni ? bene !
        aspettiamo martedi, e speriamo sia l'ultimo
        giorno in cui sentiremo parlare di urbanigia poi ci basta solo tempo........ alle prossime elezioni ce ne ricorderemo signor ministro delle "liberta'" e ci ricorderemo chiunque voglia ostacolare la liberta del popolo della rete per motivi di interesse economico e per far si di portare soldi a chi di soldi ne ha gia troppi...
    • maciste scrive:
      Re: Novità

      Urbani non demorde, ha detto che esige
      l'approvazione del decreto martedì
      prossimo ricordando, tra le altre cose, che
      anche Ciampi ha richiamato, nei suoi
      discorsi, la necessaria
      lotta contro la pirateria .Ma cosa gli è successo ad Urbani? sembrava un tipo così calmo ed ora è diventato d'improvviso un furetto solo per questo decreto? non credo che possa "esigere" alcunché, nel consiglio dei ministri se ne discute e poi eventualmente si può approvare, modificare o rigettare. Per quanto riguarda Ciampi posso anche essere d'accordo ma lo sa Ciampi che con una legge come questa potrebbero essere ingabbiati milioni di italiani?
      • Anonimo scrive:
        Re: Novità

        Per quanto riguarda Ciampi posso
        anche essere d'accordo ma lo sa Ciampi che
        con una legge come questa potrebbero essere
        ingabbiati milioni di italiani?ma che gliene frega a ciampi... mica lo hanno votato gli italiani a ciampi, che ti aspetti da un ex banchiere ?Si parla male tutti i giorni delle banche e dei banchieri, e poi basta che uno di loro diventi presidente della repubblica per essere una persona a modo ?(( e comunque non ho niente di personale contro ciampi, che reputo miglior presidente di scalfaro ))
        • Anonimo scrive:
          Re: Novità
          - Scritto da: Anonimo

          Per quanto riguarda Ciampi posso

          anche essere d'accordo ma lo sa Ciampi
          che

          con una legge come questa potrebbero
          essere

          ingabbiati milioni di italiani?

          ma che gliene frega a ciampi... mica lo
          hanno votato gli italiani a ciampi, che ti
          aspetti da un ex banchiere ?
          Si parla male tutti i giorni delle banche e
          dei banchieri, e poi basta che uno di loro
          diventi presidente della repubblica per
          essere una persona a modo ?

          (( e comunque non ho niente di personale
          contro ciampi, che reputo miglior presidente
          di scalfaro ))Direi che è ancora più subdolo di Scalfaro.. il che non è certo un pregio...
      • Anonimo scrive:
        Re: Novità
        - Scritto da: maciste


        Urbani non demorde, ha detto che esige

        l'approvazione del decreto
        martedì

        prossimo ricordando, tra le altre cose,
        che

        anche Ciampi ha richiamato, nei suoi

        discorsi, la necessaria

        lotta   contro la
        pirateria .

        Ma cosa gli è successo ad Urbani?
        sembrava un tipo così calmo ed ora
        è diventato d'improvviso un furetto
        solo per questo decreto? non credo che possa
        "esigere" alcunché, nel consiglio dei
        ministri se ne discute e poi eventualmente
        si può approvare, modificare o
        rigettare. Per quanto riguarda Ciampi posso
        anche essere d'accordo ma lo sa Ciampi che
        con una legge come questa potrebbero essere
        ingabbiati milioni di italiani?Probabilmente anche a lui "i complimenti" delle major sono piaciuti molto e non solo ad Urbani.. :-(
        • Anonimo scrive:
          Re: Novità
          - Scritto da: Anonimo

          Probabilmente anche a lui "i complimenti"
          delle major sono piaciuti molto e non solo
          ad Urbani.. :(Non prendetevela con Ciampi che ha detto, giustamente, che la pirateria è un fenomeno che va combattuto.O pensate che sia giusto che la mafia guadagni miliardi di euro l'anno alle spalle del lavoro di altre persone ?Urbani ha usato le sacrosante parole del Presidente e le ha travistate a suo vantaggio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Novità
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            Probabilmente anche a lui "i
            complimenti"

            delle major sono piaciuti molto e non
            solo

            ad Urbani.. :(

            Non prendetevela con Ciampi che ha detto,
            giustamente, che la pirateria è un
            fenomeno che va combattuto.
            O pensate che sia giusto che la mafia
            guadagni miliardi di euro l'anno alle spalle
            del lavoro di altre persone ?
            Urbani ha usato le sacrosante parole del
            Presidente e le ha travistate a suo
            vantaggio.E tu pensi che Ciampi nella sua uscita si stesse riferendo solo alla pirateria vera, quella a scopo di lucro ??Pensi davvero che non sia tutto ben orchestrato ? Ehh, povero ingenuo.E' che sono pure arroganti perchè fanno gli annunci dittatoriali uno dietro l'altro, tutta l'operazione è orchestrata peggio che sotto il regime comunista cinese... questa è la potenza delle "coccole" che gli fanno i dirigenti delle major per far approvare queste leggi anticapitaliste e antidemocratiche....
    • Anonimo scrive:
      Re: Novità
      Immaginatevi se un domani si scopre di qualche bustarella allungata dalle major ...Saluti,Piwi
      • Anonimo scrive:
        Re: Novità
        - Scritto da: Anonimo
        Immaginatevi se un domani si scopre di
        qualche bustarella allungata dalle major ...Si scoprirà solo quando falliranno quelle governate dalle persone più incompetenti che sostengono associazioni quali RIAA,SIAE e MPAA (e corrispettive in altri paesi) che hanno l'unico scopo di far aumentare i prezzi degli originali quanto vogliono.
  • Anonimo scrive:
    non è beffardo
    io non credo che sia una questione di destino....il destino purtroppo su macro-scenari non lo creiamo noi...ma viene imposto in tante piccole cose che alla fine forzano il nostro modo di vivere...questa situazione del p2p è un evidente forzatura culturale che si trasforma in un crack-down economico....se non viene fermato in tempo, darà il via ad una serie di eventi scandalosi e economicamente disastrosi....basta pensare che nello scenario tecnologico, in Italia dobbiamo ancora capire dove e cosa stiamo facendo...queste iniziative di questi burocrati da quattro soldi, portano solo al disfattismo in ogni senso....ma come al solito, il governo anzichè incentivare la crescita economica e culturale, massacra qualsiasi cosa di cui non ha il controllo.
  • Anonimo scrive:
    i vantaggi del decreto....
    1.risparmieremo in costi di connessione2.avremo piu tempo libero da dedicare a altre attività3.in definitiva potremo vivere anche senza il p2p,ma non so se potranno farlo anche:(le maior,la telecom,i provaider ecc).4.inoltre chi mi assicura che scaricando qualcosa anche di legale,per sbaglio,una mattina non mi trovo la G.F. a casa?se teniamo duro non solo morirà il p2p ma anche coloro che per solo scopo economico vogliono spremerci come limoni.
  • Silenx scrive:
    Re: NO AL P2P UNITI PROTESTIAMO
    Be io sono d'accordo l'adsl viene presa nel 95% dei casi x scambiare musica e film ok.. quindi ? dove sta il problema, per me è GIUSTO scambiare , ok io faccio un film amatoriale un filmato lo voglio scambiare in rete .. me lo chiudono? volete che usi i piccioni viaggiatori? pure mio padre che ha 55 anni ha messo l'adsl in ufficio ... per scaricare solo le mail .. no gli serve a ben altro , io penso solo che lo stato sia un gran BUFFONE e la SIAE ancora di +, e cio' si è visto , hanno il potere e chiudono i p2p solo perchè hanno paura ... paura di che ... visto che mangiano soldi uguale sia loro la siae che le case discografiche( vedi aumenti sui supporti ottici CDR CDRW ecc.) .. ciò si è visto con EWS che tutti conoscete sono stati usati come caprio espiatorio ... hanno solo paura e percio' attaccano ... questo comportamento lo hanno gli animali.quindi .. siamo governati da animali?Seconda cosa, mettere dei filtri ai provider? ma che cazzate dicono ... pensano che si scambi solo sui p2p? be usiamo tutti il DCC di IRC come si usava fare anni fa che cambia porta ad ogni connessione ..vediamo come filtrano ... ok fate mettere un filtro , la settimana dopo si userà qualcosa di diverso .... chiudo perchè il discorso è lungo con un bel SOSTENIAMO IL P2P non fatevi intimorire sono solo dei buffoni col potere in mano ... ma voi e noi siamo + intelligenti di coloro che si credono forti perchè hanno il potere.saluti.(linux)
  • Anonimo scrive:
    senza adsl mi faccio sky...
    sono gia abbonato al pacchetto base per vedermi jimmy aggiungo i 9 euri e vedo i 6 canali di cinema anche se non sono appena usciti sono comunque prime visioni e semza pubblicita.(linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: senza adsl mi faccio sky...
      - Scritto da: Anonimo
      sono gia abbonato al pacchetto base per
      vedermi jimmy aggiungo i 9 euri e vedo i 6
      canali di cinema anche se non sono appena
      usciti sono comunque prime visioni e semza
      pubblicita.bravo, continua a dare soldi alle major.Con l'adsl ci fai anche altro, non scarichi solo film da internet.Per quanto mi riguarda hanno finito di vedere i miei soldi.non compro piu' nulla che possa lontanamente dare mezzo centesimo a questa gente
  • Anonimo scrive:
    p2p e musica: qualche riflessione (2)
    (segue da 1)Ecco, un utente p2p che abbia fatto crescere in questo modo -- totalmente illegale, non lo nego -- la sua passione per un certo genere musicale (in questo caso il jazz, ma vanno bene tutti), arriva al punto che se vuole proseguire davvero il suo percorso deve tornare a comprare...Certo di Miles non comprerà più "Kind of Blue", ma il semisconosciuto Live al festival di sarcazzo terme, di Bill Evans non si compra "Portrait in Jazz", ma lo sconosciutissimo "From Left to the Right", ecc. ecc.E soprattutto, incomincia ad acquistare dischi di artisti minori, esordienti, sconosciuti, ormai ha una competenza tale che può rischiare e SA anche rischiare nei suoi acquisti...Il nostro appassionato pirata jazz, se proprio non ritorna pienamente nel legale (un po' utopico, lo ammetto), per lo meno un piede ce lo mette di nuovo, e stabilmente.Certo non compra più né le hit, né gli evergreen, né -- soprattutto -- tutto quello che il marketing gli fa passare come evergreen. E' un utente ormai appassionato e competente che i suoi acquisti li pesa, ma che acquista -- e ritorno al discorso iniziale -- COME PRIMA, se non di più.Ora mi chiedo: tutto questo percorso di formazione -- e mi limito ancora all'ambito musicale -- è possibile con l'attuale regime del mercato discografico?La verità è che soltanto un nababbo può coltivare e aumentare qualitativamente il suo "patrimonio" culturale attingendo unicamente al mercato della musica legale, mentre i più, per mancanza di risorse, si limiteranno appunto, alle hits e agli evergreen. Nessuna crescita, nessun approfondimento.Ma per le major -- naturalmente! -- una garanzia che "quei" dischi -- "Kind of Blue", "Portrait in Jazz" -- verranno sempre acquistati, e dunque un profitto sicuro a rischio praticamente zero.In altri termini con la musica non è possibile fare quello che con la letteratura, la filosofia e le altre discipline si è potuto fare da secoli con il sistema bibliotecario (almeno fino ad oggi e le prospettive anche per la gratuità del prestito bibliotecario sono nerissime).Ossia una disponibilità a costo zero o quasi di una grandissima quantità di materiale, che permetta a ciascuno di accrescere, approfondire e indirizzare consapevolmente i suoi interessi, e che non fa a pugni con lo status di "consumatore", tutt'altro: non lo allontana dall'acquistare testi, saggi, romanzi, ma lo educa a farlo in maniera più oculata e raffinata.O qualcuno si sogna di dire che le biblioteche sono nemiche delle librerie? Tutti (tranne qualche imbecille fanatico della difesa dei diritti d'autori) sono straconvinti che se in biblioteca si andasse di più, anche le librerie ne guadagnerebbero enormenente.Questo con la musica non è possibile farlo.Attenzione: lungi da me il pensare che il p2p sia l'equivalente bello e buono della biblioteca, che sia un sistema giusto così com'è, che in alcuni casi non danneggi veramente le case discografiche.Volevo solo notare come:1) lo stato di illegalità da cui parte un utente p2p può produrre alla fine un suo ritorno alla legalità e un conseguente ritorno economico, seppure per canali differenti, alle major che all'inizio erano state "danneggiate";2) in ogni caso, la disponibilità di attingere a una delle forme espressive più importanti nella nosra cultura -- ossia la musica -- è attualmente gravemente compromessa dal sistema gestito dalle major, ed è del tutto ridicolo attribuire soltanto alla pirateria il vertiginoso aumento dei prezzi dei cd.E' naturale che il p2p venga percepito come un'alternativa, spesso l'unica, a questa "barriera" economico-culturale, e accusarlo di essere un semplice strumento di "scrocco" è francamente riduttivo.Mi scuso per la lunghezza del post, ma mi auguro di avere dato un contributo Eugen
    • Anonimo scrive:
      Re: p2p e musica: qualche riflessione (2)
      - Scritto da: Anonimo
      1) lo stato di illegalità da cui
      parte un utente p2p può produrre alla
      fine un suo ritorno alla legalità e
      un conseguente ritorno economico, seppure
      per canali differenti, alle major che
      all'inizio erano state "danneggiate";Potrebbe essere ma non credo che ci siano statistiche in questo senso.Io credo che le major temino soprattutto il futuro, se il fenomeno del p2p non viene limitato non è lontano il momento in cui una gran parte della popolazione ( e se fosse la totalità???) potrà avere accesso gratuito a musica, film, software e giochi.E' lecito da parte loro preoccuparsi.
      2) in ogni caso, la disponibilità di
      attingere a una delle forme espressive
      più importanti nella nosra cultura --
      ossia la musica -- è attualmente
      gravemente compromessa dal sistema gestito
      dalle major, ed è del tutto ridicolo
      attribuire soltanto alla pirateria il
      vertiginoso aumento dei prezzi dei cd.Sono perfettamente d'accordo con te.Si sono fatti trovare impreparati e non hanno capito che Internet ha creato una nuova forma di distribuzione del prodotto che , abbassando notevolmente i costi, impone una diminuzione dei prezzi.
    • Anonimo scrive:
      Re: p2p e musica: qualche riflessione (2)
      Trovo la tua riflessione....veramente intelligenteOK! Nel complesso internet pare che incida per l'1% della pirateria (bisogna però vedere come lo calcolano questo dato...)Inoltre io penso che le major siano preoccupate soprattutto per:- il calo di vendite di musica usa e getta (spice girls, britney spears e simili)- il crollo di vendite dei cd singoli (in 5 minuti con un 56K chiunque se lo scarica, altro che spendere 6 o 7euro!)- l'attuale generazione di 15-20 anni sta crescendo con la cultura del download, sarà dura riconvertirli e fargli tirare fuori dalle tasche 15/20 euro per cd, anche quando i loro gusti si evolveranno- ...
  • Anonimo scrive:
    p2p e musica: qualche riflessione (1)
    Buongiorno a tutti,premetto che le considerazioni che seguono riguardano solo l'ambito della musica, magari qualcun altro può integrare le mie osservazioni per l'ambito dei film e degli audiovisivi in generale, anche se secondo me in quest'ultimo caso la questione cambia un po'.La cosa che mi lascia VERAMENTE perplesso delle argomentazioni delle major (e di quelli che stanno attaccati alla loro gonnella come Urbani & C.) contro il p2p è la tesi che ci sia una relazione automatica tra download illegale e calo delle vendite.Per quanto riguarda la musica penso che non sia affatto così. Questo però a patto che si voglia uscire dalla semplice e miope equazione (tanto cara alle major) che "un disco scaricato è un disco non comprato". Attenzione: non dico che questa cosa non è vera, anzi mi fanno veramente RIDERE quelli -- e sono tanti quelli che lo hanno scritto su questo forum -- che dicono che di tutti gli album che hanno scaricato poi si sono comprati l'originale... MA PER FAVORE!!!E' del tutto ovvio e naturale che se uno trova in rete un album di buona qualità (diciamo un mp3 a 256 Kbs o superiore, per non dire degli mpc o dei formati lossless), *non* comprerà mai l'originale perché:1) in molti casi la qualità audio è veramente ottima e praticamente indistinguibile dal cd;2) ci sono molti che dei case superfighi, dei booklet con foto e presentazioni varie non gliene frega proprio niente: se hanno la musica si accontentano del disco della coop...Detto questo, quello che le major non vedono (o meglio, non *vogliono* vedere perché le obbligherebbe a un ripensamento totale delle loro strategie di distribuzione) è che nell'utente p2p il mancato guadagno relativo al mancato acquisto *singoli dischi* è spesso compensato da un'enorme estensione delle sue conoscenze e dei suoi interessi, che lo porta, nel peggiore dei casi, ad acquistare per lo meno la STESSA quantità di musica che acquistava prima del p2p (o avrebbe acquistato se il p2p non esistesse proprio).Argomento un po', con un esempio.Un qualsiasi appassionato di jazz trova sulle reti p2p un vero paese delle cuccagna: se però va a vedere l'"offerta" che rimane *stabilmente* disponibile su una qualsiasi piattaforma p2p (mettiamo E-mule), si accorge subito che non è poi così varia e che mediamente di ogni artista disponibili *sempre* ci sono solo gli album più famosi (non parlo delle discografie sia perché non mi sembra che per gli artisti jazz siano disponibili, ma anche negli altri casi riguardano solo i grandi della musica pop, rock, metal, italiana, e poi in certi casi la qualità sonora di questi megapack è veramente paurosa). Certo, al nostro appassionato può capitare il colpo di fortuna di trovare l'album raro o "minore" del grande artista, oppure qualche album di un artista validissimo ma meno celebrato dalla critica: ma (almeno IMHO, smentitemi se volete) è nella natura stessa di una rete p2p che i brani e gli album condivisi maggiormente siano quelli che hanno anche nel mercato "reale" un'importanza e una diffusione maggiore.Qui secondo me scatta l'effetto benefico del p2p. Grazie al p2p infatti io -- poniamo che sia un utente curioso ma del tutto ignaro di jazz -- ho scaricato, che so, "Kind of Blue" di Miles a 320 Kbs e di certo non mi comprerò mai nella vita l'originale. Ergo: perdita secca delle major per quanto riguarda questo disco. Succede però che ascoltando il suo mp3 pirata l'utente curioso e ignorante si innamora di Miles (impossibile resistere :-)), e cerca altri album famosi di Miles. Ammettiamo anche che ne trovi parecchi (anche perché ho scelto come esempio una superstar, ma il discorso secondo me acquista anche più validità, se si tratta di un artista minore): scarico ancora, ottima qualità, non comprerò mai l'originale. Però mi innamoro sempre più di Miles, e poi magari -- da utente sempre più curioso ma un po' meno ignorante di jazz -- di John Coltrane, e di Bill Evans e di Winton Kelly e di tutti quelli che hanno suonato stabilmente con Miles negli album che ho scaricato.Cerco album di ciascuno di questi: ne trovo, certamente, ma magari un po' meno. Cmq - non discuto - altre perdite secche per le major. Ma le mie conoscenze si allargano e la musica jazz mi sta piacendo sul serio. Cerco, assieme ad album sempre più rari di Miles e di tutti quelli che ho citato sopra, album di altri artisti meno noti, che hanno suonato con i suddetti, ma magari in un solo disco, ma cmq la mia conoscenza del jazz ora mi permette di apprezzarli e ormai sono troppo appassionato per non volere ascoltare anche qualche album tutto loro...Trovo? Sì, ma ora va più a fortuna, perché gli utenti che condividono questi album più rari sono sempre meno e magari la qualità disponibile è una sola e non proprio la migliore.Perdita secca delle major? E' da discutere, magari di John McLaughlin o di Horace Parlan il CD originale me lo compro, mi piace troppo (ho IMPARATO a farmelo piacere) per rimanere con una merdina di mp3 a 128.E poi mi avete capito. Andando sempre più avanti (o meglio in *profondità*) l'utente sempre più curioso, anzi ora proprio infoiato di jazz ma MOOOLTO più preparato arriva al punto che....CAZZO, NON TROVO!!!(segue)
  • Anonimo scrive:
    Re: NO AL P2P UNITI PROTESTIAMO
    sono d'accordo. rimaniamo uniti e teniamoci in contatto...
  • Anonimo scrive:
    Ho votato a destra, ma mi vergogno
    Ho votato a destra alle politiche 2001.Gia' mi vergognavo di ammetterlo dopo tutto quello che stanno combinando, ma questa storia del grande fratello su internet che volevano varare ieri (dopo averci gia' tentato prima di natale) e' la goccia che fa traboccare il vaso.E meno male che c'e' la sinistra. Da destra neanche una voce indignata contro queste misure liberticide che volevano varare prima Stanca e poi Urbani, per il piacere di quei porci di discografici e cinematografici, compreso berlusconi.Questi sono gli stessi delle impronte digitali: proprio sono fissati con il controllo totale degli italiani.Ora basta. Mai piu' votero' a destra.Maggiori dettagli? Li ho trovati solo sui giornali di sinistra. Quelli di destra plaudono, naturalmente.http://www.unita.it/index.asp?SEZIONE_COD=HP&TOPIC_TIPO=&TOPIC_ID=33526
    • Anonimo scrive:
      Re: Ho votato a destra, ma mi vergogno
      ti sembra una novita? da che mondo e' mondo la destra e' liberticida...ti risulta nuovo?......io sono di destra ed ho votato a destra...ed ora mi rosico...perche sono un poveraccio come tutti gli altri e mi apriranno il sedere come a tutti gli altri... i vantaggi li hanno avuti solo i "capitalisti" e non la gente comune...ma tante'..mi sta BENE punto....
    • Anonimo scrive:
      Re: Ho votato a destra, ma mi vergogno
      - Scritto da: Anonimo
      Ho votato a destra alle politiche 2001.

      Gia' mi vergognavo di ammetterlo dopo tutto
      quello che stanno combinando, ma questa
      storia del grande fratello su internet che
      volevano varare ieri (dopo averci gia'
      tentato prima di natale) e' la goccia che fa
      traboccare il vaso.

      E meno male che c'e' la sinistra. scusa...ma se fosse al governo Prodi sarebbe forse diverso???? lo sai che è stato il governo d'Alema ad esempio a equiparare i siti internet dove ci sono news a dei giornali e quindi devonoa vere direttori responsabili, redattori ecc.. con buona pace della libertà di stampa????
      • Anonimo scrive:
        Re: Ho votato a destra, ma mi vergogno
        - Scritto da: Anonimo
        .

        scusa...ma se fosse al governo Prodi sarebbe
        forse diverso???? lo sai che è stato
        il governo d'Alema ad esempio a equiparare i
        siti internet dove ci sono news a dei
        giornali e quindi devonoa vere direttori
        responsabili, redattori ecc.. con buona pace
        della libertà di stampa????Cosa centra con il P2P?E sopratutto cosa centra la libertà di stampa?Allora i giornali, obbligati per legge ad avere un direttore, non sono liberi.Mah....
  • Anonimo scrive:
    il decreto p2p
  • Anonimo scrive:
    Considerazioni
    Se davvero il mercato dell'ADSl è un mercato drogato perchè la maggioranza la usa per scaricare musica e film senza pagare una lira (ingiustamente) allora è giusto che ci sia un ridimensionamento.Credo che l'unica soluzione possibile sia un abbonamento di una trentina di euro al mese (da aggiungersi all'abbonamento adsl) per chi usa il P2p senza limite di condivisione.
    • maciste scrive:
      Re: Considerazioni

      Credo che l'unica soluzione possibile sia un
      abbonamento di una trentina di euro al mese
      (da aggiungersi all'abbonamento adsl) per
      chi usa il P2p senza limite di condivisione.è una proposta che è stata ventilata, tuttavia è difficilmente praticabile per una semplice ragione: non si può obbligare anche chi non utilizza il p2p a pagare una cifra simile, inoltre a fronte di un pagamento del genere almeno il reato di condivisione senza fini di lucro dovrebbe essere cancellato altrimenti diventerebbe inutile pagare per poi rischiare comunque.
      • Anonimo scrive:
        Re: Considerazioni
        - Scritto da: maciste

        è una proposta che è stata
        ventilata, tuttavia è difficilmente
        praticabile per una semplice ragione: non si
        può obbligare anche chi non utilizza
        il p2p a pagare una cifra simile, Infatti chi non usa il P2P non dovrebbe pagarla
        inoltre a
        fronte di un pagamento del genere almeno il
        reato di condivisione senza fini di lucro
        dovrebbe essere cancellato altrimenti
        diventerebbe inutile pagare per poi
        rischiare comunque.D'accordissimo.Esisterà un modo legale di scambiarsi file protetti dal diritto d'autore (pagando l'abbonamento) ed un modo illegale che, a quel punto, sarà perfettamente lecito perseguire.
        • maciste scrive:
          Re: Considerazioni
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: maciste




          è una proposta che è stata

          ventilata, tuttavia è
          difficilmente

          praticabile per una semplice ragione:
          non si

          può obbligare anche chi non
          utilizza

          il p2p a pagare una cifra simile,

          Infatti chi non usa il P2P non dovrebbe
          pagarlagià, e se poi chi non la paga si mette a scaricare lo stesso? lo sai cosa succede? succede che controlleranno comunque tutto e tutti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Considerazioni
            - Scritto da: maciste

            già, e se poi chi non la paga si
            mette a scaricare lo stesso? gli va in casa la finanza e gli fa il c....
      • Anonimo scrive:
        Re: Considerazioni
        per la serie come fottere altri soldi impunemente.... concordo con il topic precedente per cio che riguarda la rimozione del reato penale...ma ne sorge un altra questione...ed i diritti d'autore?................................
        • Anonimo scrive:
          Re: Considerazioni
          - Scritto da: Anonimo
          per la serie come fottere altri soldi
          impunemente.... concordo con il topic
          precedente per cio che riguarda la rimozione
          del reato penale...ma ne sorge un altra
          questione...ed i diritti
          d'autore?................................Pagare un abbonamento significa versare denaro destinato a pagare gli autori.
          • Anonimo scrive:
            Re: Considerazioni
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            per la serie come fottere altri soldi

            impunemente.... concordo con il topic

            precedente per cio che riguarda la
            rimozione

            del reato penale...ma ne sorge un altra

            questione...ed i diritti


            d'autore?................................

            Pagare un abbonamento significa versare
            denaro destinato a pagare gli autori.Ed a casa mia i diritti d'autore furono inventati per garantire che l'autore appunto sia l'unico che possa lucrare sulle proprie opere... e non che sia l'unico a poterle distribuire gratis , che in fondo è una forma di pubblicità gratuita.Il punto principale è che utilizzo a fini commerciali per lavoro e vendita devono essere puniti se non leciti perchè è giusto che chi ha prodotto l'opera tragga profitto MA non è giusto richiedere uno stato di polizia perchè tutti i cittadini che vogliono ascoltare una canzone o leggere un libro siano obbligati a pagare o andare in carcere !Allora anche leggere un libro prestato da un amico deve essere considerato reato come il P2P. Le biblioteche devono essere illegali visto che o non si paga o si paga un nulla che non copre certo i costi presunti delle varie associazioni degli autori...
          • Anonimo scrive:
            Re: Considerazioni
            - Scritto da: Anonimo

            Qui non si tratta di pagare qualcosina..
            fosse quello il problema avrebbero
            già istituito al livello mondiale una
            tassa, proposta in USA sia Repubblicani che
            Democratici, per rendere lecito qualsiasi
            download esclusi terrorismo, droghe, armi,
            contrabbando, scopo di lucro, pedofilia.Se per tassa intendi qualcosa di simile ad un abbonamento per l'uso del file sharing io sarei d'accordo
            Invece vogliono portarsi via almeno
            4000-5000 Euro a famiglia all'anno per darti
            la possibilità di vedere/ascoltare
            una versione in bassa qualità e
            naturalmente questo copre un utilizzo medio
            di uno appassionato di qualche genere ma non
            di tutto e non troppo appassionato.... 4000 5000 euro ?Minchia....Sono 250 cd comprati nei negozi a 20 euro a cd.Chi vuole tutti quei soldi ?
  • Anonimo scrive:
    Ma siete sicuri ?
    Continuate a dire che , nel caso in cui l'uso del P2P diventi troppo pericoloso, la Telecom dovrebbe chiudere i battenti perchè riceverebbe migliaia di disdette.Ma siete sicuri, avete dei dati precisi ?Io conosco tante persone che hanno la linea Adsl e non scaricano con il P2P.Vi dirò di più, conosco abbonati Fast Web che non sanno neppure cos'è il file sharing.L'adsl (quando funziona bene) è comoda, paghi una tariffa flat, navighi veloce, puoi stare sempre collegato.Davvero ritornereste al 56 k, magari installando il contatore dei minuti con il terrore di spendere troppo?Mi piacerebbe sbagliarmi ma mi sembra più un vostro sogno che la realtà delle cose.Mah, vedremo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma siete sicuri ?
      certamente il p2p è, ed è stato, una forte spinta per molti a mettere adsl e dintorni.forse più che le disdette di massa alla telecom temono di dover intraprendere i controlli e di incappare in un mucchio di casini.vorrei sapere che differenza c'è tra i bit che arrivano da un sito pirata e quelli che arrivano da download.com dove scarichi contenuti legali magari da un mirror della polinesiase mi sequestrano il pc per niente non è che dopo non gli faccio causa, alla telecom e al magistrato allocco.nel dubbio chiudo tutto e disdico tutto, tanto al cinema non ci torno, tantomeno non trono a comperare cd e dvd.per quanto mi riguarda le case discografiche potrebbero chiudere tutte adesso (ed anche i produttori di film) e non mi cambierebbe assolutamente nulla.urbani dovrebbe mettersi in testa che il cinema non si salva con i finanziamenti, e tantomeno con la repressione, il cinema lo salveranno i produttori quando capiranno che il pubblico apprezza anche la qualità, passi boldi e de sica una volta all'anno, ma se l'offerta non va oltre saranno tempi bui con o senza p2p.saranno ancora più bui senza p2p perchè in molti adesso consumano di più a basso costo (aumentando la cultura di massa, visto che la cultura oggi è solo cinema, tv, viedo giochi e libri dei quotidiani messi in bell'ordine in libreria), e perchè in molti casi il p2p diventa un acceleratore di diffusione dei contenuti, con un certo traino pubblicitario.e poi è indiscutibilmente bello avere sempre a disposizione tutta o quasi la cultura american style .
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma siete sicuri ?
      Si lo so,ma la maggior parte delle persone attiva un collegamento adsl per scaricare.....La massa che usa l'adsl è per il p2p....
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma siete sicuri ?
      """Continuate a dire che , nel caso in cui l'uso del P2P diventi troppo pericoloso, la Telecom dovrebbe chiudere i battenti perchè riceverebbe migliaia di disdette.Ma siete sicuri, avete dei dati precisi ?""""No,non abbiamo dati sicuri!!!.....le tasche vuote si però........
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma siete sicuri ?
      Boh ... io non ho mai abbandonato L @ S ... e tutto ciò che ho scaricato da file sharing non mi è mai rimasto sepolto tra le directories del disco rigido, come capita a *tutti* i miei conoscenti che hanno ADSL o FW.Saluti,Piwi
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma siete sicuri ?
      i primi abbonamenti fw non permettevano di modulare le offerteti prendevi tutto senza limiti e senza sceltal'unico optional era il traffico telefonico tutto incluso per quattro soldi ma dovevi aver sottoscritto l'abbonamento a 10mbse uno sta ore al telefono, all'epoca con fw ci risparmiava anche senza avere in casa il pc
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma siete sicuri ?
      - Scritto da: Anonimo
      Continuate a dire che , nel caso in cui
      l'uso del P2P diventi troppo pericoloso, la
      Telecom dovrebbe chiudere i battenti
      perchè riceverebbe migliaia di
      disdette.
      Ma siete sicuri, avete dei dati precisi ?
      Io conosco tante persone che hanno la linea
      Adsl e non scaricano con il P2P.Io abito in una città del cazzo, la gente non distingue un pc da una frittata di cipolle. Però hanno tutti un pc, un masterizzatore ed una adsl. Non ci capiscono niente insomma, ma gli utenti di winmx e kazaa si sprecano. Io mi ci gioco quello che vuoi, se cominciano a togliere di mezzo il p2p, le adsl spariranno, la gente è pidocchiosa e spilorcia di brutto, se lasciano 30 sacchi al mese alla telecom minimo si devono rifare scaricando 10 volte tanto, è la mentalità italiana che è così, una sorta di "risarcimento dovuto" per aver speso i quattrini sul pc.
  • Anonimo scrive:
    Rinnovo Parlamento Europeo
    Perchè non scriviamo in massa alle singole forze politiche per chiedere quale linea intendono seguire nei confronti del P2P ?Si tratta di un argomento non solo italiano ma comunitario ed a Giugno si vota per il rinnovo del Parlamento .Non è nostro diritto sapere, prima di votare, le opinioni dei singoli partiti in merito alla questione?Propongo di postare le eventuali risposte dei partiti sul forum.
    • mottavio scrive:
      Re: Rinnovo Parlamento Europeo
      - Scritto da: Anonimo
      Perchè non scriviamo in massa alle
      singole forze politiche per chiedere quale
      linea intendono seguire nei confronti del
      P2P ?
      Si tratta di un argomento non solo italiano
      ma comunitario ed a Giugno si vota per il
      rinnovo del Parlamento .
      Non è nostro diritto sapere, prima di
      votare, le opinioni dei singoli partiti in
      merito alla questione?
      Propongo di postare le eventuali risposte
      dei partiti sul forum.Ottima idea: però ricorda che questo governo ha aumentato le tasse sui cd-r dell'8.000 % (ottomila per cento) e che ha emanato il decreto "Grande Fratello"!!:D Inviterei a mandare qualche (?) e-mail di protesta nel sito del Ministero delle Attività Distrutturali!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Rinnovo Parlamento Europeo
        - Scritto da: mottavio

        - Scritto da: Anonimo

        Perchè non scriviamo in massa
        alle

        singole forze politiche per chiedere
        quale

        linea intendono seguire nei confronti
        del

        P2P ?

        Si tratta di un argomento non solo
        italiano

        ma comunitario ed a Giugno si vota per
        il

        rinnovo del Parlamento .

        Non è nostro diritto sapere,
        prima di

        votare, le opinioni dei singoli partiti
        in

        merito alla questione?

        Propongo di postare le eventuali
        risposte

        dei partiti sul forum.

        Ottima idea: però ricorda che questo
        governo ha aumentato le tasse sui cd-r
        dell'8.000 % (ottomila per cento) e che ha
        emanato il decreto "Grande Fratello"!!:D
        Inviterei a mandare qualche (?) e-mail di
        protesta nel sito del Ministero delle
        Attività Distrutturali!!!Il problema è che tutta l' Europa ha aumentato le tasse su richiesta delle major....Non è una questione di schieramento politico, c'è una maggioranza trasversale di schiavi dei dirigenti delle major nella politica che sta distruggendo il libero mercato ed istituendo uno stato di polizia come in Cina per controllare i cittadini ed obbligarli all'acquisto dei prodotti voluti dai nuovi dittatori, i produttori di film e musica...
        • mottavio scrive:
          Re: Rinnovo Parlamento Europeo
          Tranquillo!!! Non è tutta Europa. La Svizzera è in Europa e non ha accettato la normativa europea sulla tutela dei diritti d'autore d'ispirazione hollywoodiana. Così come CloneCd adesso è emigrata dalla Germania ad una isoletta dei Caraibi e continua a fare il suo splendido lavoro, se passa questo cesso di decreto legge sul file sharing possiamo sempre utilizzare provider svizzeri e poi che ci sbattano.....
          • Anonimo scrive:
            Re: Rinnovo Parlamento Europeo
            - Scritto da: mottavio
            Tranquillo!!! Non è tutta Europa. La
            Svizzera è in Europa e non ha
            accettato la normativa europea sulla tutela
            dei diritti d'autore d'ispirazione
            hollywoodiana. Guarda che la Svizzera NON FA PARTE dell'Unione Europea.
          • Anonimo scrive:
            Re: Rinnovo Parlamento Europeo
            E' vero, ma rendiamoci conto che le direttive comunitarie vengono recepite dai singoli stati membri, dopo essere state adattate alle normative locali. L'hanno recepita così perchè faceva comodo, avesse leso diritti personali di berlusconi mettiamo conto... l'avrebbero cambiata di sana pianta!- Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: mottavio

            Tranquillo!!! Non è tutta
            Europa. La

            Svizzera è in Europa e non ha

            accettato la normativa europea sulla
            tutela

            dei diritti d'autore d'ispirazione

            hollywoodiana.
            Guarda che la Svizzera NON FA PARTE
            dell'Unione Europea.
          • Anonimo scrive:
            Re: Rinnovo Parlamento Europeo

            Tranquillo!!! Non è tutta Europa. La
            Svizzera è in Europa e non ha
            accettato la normativa europea sulla tutela
            dei diritti d'autore d'ispirazione
            hollywoodiana.la svizzera "non e' " in europa, ma che gli insegnano ai giovani d'oggi a scuola ?
          • mottavio scrive:
            Re: Rinnovo Parlamento Europeo
            Grazie per il ragazzo! Ovviamente il senso della frase era che la Svizzera non fà parte dell'Unione Europea (come del resto dell'Onu o di qualsiasi altra organizzazione internazionale politica statuale); visto che siete così precisini dovete incominciare a definire "extracomunitari" gli statunitensi e i canadesi...il punto che volevo approfondire, esimi signori anonimi, è un altro: come valutate le nuove normative europee, prone davanti agli aut aut delle multinazionali discografiche e cinematografiche? Di Urbani non val la pena di parlare, poverino...
          • mottavio scrive:
            Re: Rinnovo Parlamento Europeo
            - Scritto da: Anonimo

            Tranquillo!!! Non è tutta
            Europa. La

            Svizzera è in Europa e non ha

            accettato la normativa europea sulla
            tutela

            dei diritti d'autore d'ispirazione

            hollywoodiana.

            la svizzera "non e' " in europa, ma che gli
            insegnano ai giovani d'oggi a scuola ?O brav'uomo, a scuola ci insegnano che la Svizzera fà parte del continente europeo, e non di quello africano, o americano, o asiatico, od oceanico.... Studiala un pò di più tu la geografia... e visto che ci sono guarda che Europa si scrive con la E maiuscola; ovviamente la Svizzera non fà parte dell'unione europea e il senso della frase era che per questo motivo le nuove normative europee sulla tutela del diritto d'autore nel paese elvetico non hanno valore,,,, gli altri che hanno letto il post lo hanno compreso, purtroppo a te ho dovuto spiegarlo, poverino!
  • Anonimo scrive:
    Aspettiamo afasciarci la testa...
    il ritiro del decreto delirante di Urbani significa che qualcuno lo ha convinto a ritirarlo..le sue motivazioni sono molto nebulose...forse qualche dirigente Telecom o Fastweb ha telefonato a Silvio dicendogli incavolato nero che rischiano di perdere migliaia di abbonamenti...quindi è certo che la legge verrà ripresentata ma non certo nella veste attuale, anche perchè alla teelcom non sono mica scemi e sanno che mantenendo lew cose come stanno tanta gente (fessa) sarà convinta ad abbonarsi ai loro P2P a pagamento...si continuerà a lamentarsi che il P2P uccide il cinema e la musica, si continueranno a chiudere i siti perchè "la prevenzione è la migliore cura"..mantenendo le cose come stanno è nel gioco delle major...sputtaneranno sempre più il P2P convincendo col lavaggio delc ervello gli utenti (=noi) che è meglio scaricare film da loro dato che non avranno rischi... meditate gente meditate...arriverà il giorno in cui il P2P che piace a noi morirà di inedia...
    • Anonimo scrive:
      Re: Aspettiamo afasciarci la testa...
      si ma non hai fatto i conti con la cosa principale.........i soldi so poki.....ahimè per tutti........e quanti se lo possono permettere,allo stato attuale,di comprare file a 2 euro l'uno? (te ne accorgi a fine mese che il giocattolino ti costa troppo!).....
  • Anonimo scrive:
    diciamoci la verita...
    Allora iniziamo con un ciao :Pse passa questo decreto ci perdono tutti...1) I provider (ke ci fai, guarda fastweb, con 10 mbit? ci scarichi la posta?)2) le case discografiche (è provato ke ki scarica attraverso il p2p compra cd)3) Il governo (Vedi sopra)4) L'informatizzazione in italia (Mancherebbe il maggior motivo di farsi un'adsl)Secondo voi conviene?
  • Anonimo scrive:
    Altroconsumo
    Un intervento molto interessante :http://www.altroconsumo.it/map/show/266/src/44361.htmInteressante questo passaggio :"Altroconsumo ha chiesto un confronto aperto tra istituzioni, majori discografiche e cinematografiche, internet service providers e consumatori per individuare nuove regole che consentano la creazione di un mercato legale della condivisione di file audiovisivi in rete"Vediamo come va a finire anche se, visto il decreto presentato da Urbani, temo che le istituzioni, le majori discografiche e cinematografiche e internet service providersabbiano già deciso la strada da seguire.
  • Anonimo scrive:
    P2P o DVD/CD originali?
    La domanda è un dilemma...Allora...2 conti in tasca...1 DVD vergine = 3 euro 1 CD Vergine = 0,60 euroPrezzi ovviamenti medi in negozio...1 FILM su DVD anche non recente minimo 20 Euro (ci sono anche quelli a 9,99 dei centri commerciali ma robetta a volte di 200 anni fa'!)1 COMPILATION o ALBUM su CD anche di un cantante di non nota conoscenza minimo 17 Euro...Ora , le multinazionali audiovisive "piangono" dalla mattina alla sera per la pirateria telematica quando poi ti fanno pagare 3 volte e forse piu' le loro "creature"!Non dicessero che la colpa e' del P2P perche' questi prezzi erano gia' alti quando si era ancora con la Lira e li il P2P non era cosi' "avanzato" come adesso...Il guadagno per queste multinazionali audiovisive su ogni singola vendita è esorbitante visto che ogni acquirente paga 3 volte lo stesso prodotto!Aveva ragione Max Gazze' in una sua canzone in cui si incazza dicendo che si è stufato di pagare 2 volte un litro di benzina... be' lo stesso discorso vale per gli utenti telematiciche non sono pirati ma semplici e comuni mortali che scambiano materiale che sara' anche coperto da diritti d'autore ma che non tiene conto dei diritti che ha un singolo utente a non dover loro pagare 3 volte la stessa cosa...L'Adsl se passa questo decreto alla "Sphalman" subiro' un calo di abbonamenti drastico e la Telecom subira' l'onta di un quasi crack economico... Io sono con "Robin Hood"...DD
  • Anonimo scrive:
    nella foresta di sherwood...
    spesso leggo commenti che indicano il p2p come una delle più gravi piaghe dell'età contemporanea. ritengo opportuno che chiunque, prima di esprimere un qualsiasi giudizio, si faccia due conti in testa. e pensi alla situazione in cui siamo in questo momento, non solo in italia, ma nel mondo intero. guardiamoci in faccia. il p2p è senza dubbio l'arma più potente che abbiamo attualmente nelle nostre mani. più potente della politica e di qualsiasi altra cosa. da una parte ci siamo noi, alla deriva governati da disonesti e senza la possibilità di reagire concretamente tramite le vie legali. dall'altra ci sono loro: telecom, governo, case discografiche: gente che dal mio punto di vista pensa solo ai soldi. e mi sembra un enorme errore che in certi discorsi nessuno lo tenga in conto. guardiamoci in faccia! e pensiamo per un attimo al p2p non come fenomeno astratto e decontestualizzato, ma in una cornice globale. io ne vado fiero e spero che non muoia mai. perchè in fondo ci permette, come facevano robin hood e little john, di vivere in una foresta e di rubare ai ricchi, per dare ai poveri.
    • Anonimo scrive:
      Re: nella foresta di sherwood...
      - Scritto da: Anonimo
      spesso leggo commenti che indicano il p2p
      come una delle più gravi piaghe
      dell'età contemporanea. ritengo
      opportuno che chiunque, prima di esprimere
      un qualsiasi giudizio, si faccia due conti
      in testa. e pensi alla situazione in cui
      siamo in questo momento, non solo in italia,
      ma nel mondo intero. guardiamoci in faccia.
      il p2p è senza dubbio l'arma
      più potente che abbiamo attualmente
      nelle nostre mani. più potente della
      politica e di qualsiasi altra cosa. da una
      parte ci siamo noi, alla deriva governati da
      disonesti e senza la possibilità di
      reagire concretamente tramite le vie legali.
      dall'altra ci sono loro: telecom, governo,
      case discografiche: gente che dal mio punto
      di vista pensa solo ai soldi. e mi sembra un
      enorme errore che in certi discorsi nessuno
      lo tenga in conto. guardiamoci in faccia! e
      pensiamo per un attimo al p2p non come
      fenomeno astratto e decontestualizzato, ma
      in una cornice globale. io ne vado fiero e
      spero che non muoia mai. perchè in
      fondo ci permette, come facevano robin hood
      e little john, di vivere in una foresta e di
      rubare ai ricchi, per dare ai poveri.beh tutto sommato c'e' un fondo di verita notevole , e una distribuzione di danaro verso persone che non ne hanno granche a discapito di chi ha gia la pancia stragonfia e vuol avere sempre piu soldi..........e una lotta tra popolo e governanti , tra liberta e stato (oppressore) insomma, il p2p e illegale per chi pretende sempre piu soldi e vuole affogare in quest'ultimi io mi preoccuperei piu dell'illegalita di certi prezzi rapportati agli stipendi odierni, ma questi difendono solo il loro diritto ad avere sempre piu soldi...... se poi si pensa a chi fa le leggi e a chi stabilisce cosa e legale e cosa non e', i conti tornanoa i politici gente che vive costantemente nell'illegalita e che si vota leggi solo per tutelare la loro disonesta da qualsiasi intervento della magistratura...............ma andiamo su............... e poi ci parlano di illegalita'..............
  • Anonimo scrive:
    W Mocha Cream !!
  • Anonimo scrive:
    Memento: suonerie cellulari
    Hanno fatto diventare a pago il trillo del telefono.Volete che non roescano a far fuori il pitupì ?Illusi.Cmq pazientate: dopo il trillo, sentirete il botto. Loro.
  • Anonimo scrive:
    Il destino è beffardo
    Il primo Crackdown è del 1994. Il secondo sarà nel 2004.10 anni di pseudolibertà: poi l'oblìo.Addio
    • Anonimo scrive:
      Re: Il destino è beffardo
      non mi pare abbiano concluso molto con quel crackdown...se sono di nuovo lì per lì per farne un altro (e sono tanti soldi e scocciature) ci sarà pure un motivo. Se continuerà così tra 10 anni ne dovranno fare un altro, ma attenzione: a quel punto saremo TUTTO IL MONDO contro di loro!
  • Anonimo scrive:
    parliamoci chiaro
    parliamoci chiaro...dov'è finita tutta la convenienza per la gia costosissima adsl??? chi vò capì....capisce
    • Anonimo scrive:
      Re: parliamoci chiaro
      infatti.....a conti fatti piu o meno siamo sulle 500 ? all'anno (1 milione delle vecchie lire!) solo per la linea veloce.....mettici l'elettricità.....l'usura e manutenzione del PC(cambio pezzi ecc)......magari qualche cd da masterizzare lo compri.......e se arrivi a 1000 ? sei fortunato......
      • Anonimo scrive:
        Re: parliamoci chiaro
        e difatti io ho già messo in conto, se dovesse accadere qualcosa al p2p, la disdetta dell'abbonamento adsl e il ritorno al 56 k, che per scaricare la posta e visitare siti internet mi andava benissimo. Ma tanto il p2p non morirà MAI!
  • Anonimo scrive:
    Pronto intervento...
    Spero vivamente che questo decreto legge sia solo uno scherzo di pessimo gusto, e che venga presto ritirata la proposta, senza tanto clamore (tanto per evitare brutte figure da parte dei promotori...).Sono daccordo con quelli che affermano che il P2P è un ottimo metodo per provare un prodotto prima di acquistarlo, mettendosi al riparo da bufale travestite da capolavori solo grazie al rivestimento pubblicitario (nel caso dei film) o ad un singolo orecchiabile (nel caso della musica).Ma se tutto ciò dovesse malauguratamente avverarsi, la mia proposta è quella di disdire non solo l'abbonamento ad Alice ADSL, ma di spingersi ancora più in là disdicendo anche il normale abbonamento telefonico, in modo da fornire una prova concreta della forza e determinazione degli utenti della rete, gli unici a rimetterci sempre e comunque in questi casi...Mi spiace solo per quei poveri dipendenti telecom che si troveranno in mezzo alla strada a causa delle "genialate" messe insieme dalla loro azienda e dal governo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Pronto intervento...

      Ma se tutto ciò dovesse
      malauguratamente avverarsi, la mia proposta
      è quella di disdire non solo
      l'abbonamento ad Alice ADSL, ma di spingersi
      ancora più in là disdicendo
      anche il normale abbonamento telefonicoBravo! Torniamo ai segnali di fumo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Pronto intervento...
        "Bravo! Torniamo ai segnali di fumo...."certo che sei annebbiato di brutto!!!...... conta un attimo i telefonini che hai in famiglia.....e poi rispondi......secondo me l'amicodel pronto intervento ha ragione....riflettiamoci..... e facciamolo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Pronto intervento...
      - Scritto da: Anonimo
      Spero vivamente che questo decreto legge sia
      solo uno scherzo di pessimo gusto, e che
      venga presto ritirata la proposta, senza
      tanto clamore (tanto per evitare brutte
      figure da parte dei promotori...).
      Sono daccordo con quelli che affermano che
      il P2P è un ottimo metodo per provare
      un prodotto prima di acquistarlo, mettendosi
      al riparo da bufale travestite da capolavori
      solo grazie al rivestimento pubblicitario
      (nel caso dei film) o ad un singolo
      orecchiabile (nel caso della musica).

      Ma se tutto ciò dovesse
      malauguratamente avverarsi, la mia proposta
      è quella di disdire non solo
      l'abbonamento ad Alice ADSL, ma di spingersi
      ancora più in là disdicendo
      anche il normale abbonamento telefonico, in
      modo da fornire una prova concreta della
      forza e determinazione degli utenti della
      rete, gli unici a rimetterci sempre e
      comunque in questi casi...

      Mi spiace solo per quei poveri dipendenti
      telecom che si troveranno in mezzo alla
      strada a causa delle "genialate" messe
      insieme dalla loro azienda e dal governo.beh e normale che a decreto approvato addio adls e bye bye
  • Anonimo scrive:
    NON HANNO CAPITO NULLA...
    ma mi spiegate perchè continuare a tenere un abbonamento adsl ,(per di piu con una linea velocissima),per poi iniziare a pagare anche tutti sti servizi di "alice rossa"o chicchessia???.....quando poi metti un decoder ed un dvd recorder....e stando comodamente in poltrona.....ti fai il tuo bel DVD che in quanto a qualità coi DivX nn ha nulla da spartire?......se alla telecom pensano che siamo diventati tutti milionari....allora pensano male...anzi cominciassero a preoccuparsi come mantenersi il posto.....porelli......
    • Anonimo scrive:
      Re: NON HANNO CAPITO NULLA...
      - Scritto da: Anonimo
      ma mi spiegate perchè continuare a
      tenere un abbonamento adsl ,(per di piu con
      una linea velocissima),per poi iniziare a
      pagare anche tutti sti servizi di "alice
      rossa"o chicchessia???.....quando poi metti
      un decoder ed un dvd recorder....e stando
      comodamente in poltrona.....ti fai il tuo
      bel DVD che in quanto a qualità coi
      DivX nn ha nulla da spartire?......se alla
      telecom pensano che siamo diventati tutti
      milionari....allora pensano male...anzi
      cominciassero a preoccuparsi come mantenersi
      il posto.....porelli......Finchè ti permetteranno di registrare da satellite comunque perchè anche lì è in arrivo il DRM massiccio per impedire la registrazione, oltre al classico Macrovision analogico.Così di tutti i decoder satellitari con hard-disk che costano 600 Euro la gente che se ne farà ? Li comprerà per farci cosa secondo loro ? Oh certo, ogni volta che vuoi registrare i flussi audio/video sul tuo hard disk il decoder ti chiederà di inserire il tuo numero di carta di credito per pagare un 5-10 euro al giorno per tenerti una copia che non puoi spostare su nessun altro supporto e che si autocancellerà al termine del tempo pagato... Se vuoi "ri-registrarlo" dovrai sborsare altri soldi......Ehhh.. questo è quello a cui mirano questi ciarlatani che si spacciano per grandi dirigenti di multinazionali... da vomito!
  • Anonimo scrive:
    Decreto legge Urbani Anti Telecom
    Secondo il mio modestissimo parere questo decreto legge che il ministro non ha nemmeno presentato (e chissa' quando lo fara' adesso...) vada a discapito soprattutto della Telecom che con Alice sta' attraversando un momento di boom economico non indifferente!Sponsorizzare nel MotoMondiale un campione del mondo credo che COSTI parecchio no???Quindi reputo questa eventuale legge un sicuro DANNO ECONOMICO per la Telecom Italia , molti hanno l'ADSL perche' scaricare velocemente un Mp3 o un qualsiasi altro file sul web fa' gola soprattutto a chi era abituato alla lentissima velocita' di un 56K...Ora mi domando , ma perche' quando si telefona al 187 ( a me è capitato ) e si chiedono info di Alice ti senti dire:- Si scaricano molto velocemente film e mp3... -Allora anche qua c'e' reato?Insomma credo che seppur giusto il discorso di difendere il diritto d'autore io difenderei anche il diritto del semplice utente che alla fine sara' l'unico a rimetterci perche' i veri pirati informatici audiovisivi non li trovi connessi con Alice o Libero o Tiscali ... etc...Non so se mi sono spiegato...Ci rimettono gli utenti e la Telecom paghera' con molte defezioni di abbonamenti Adsl... è garantito...Ai posteri l'ardua sentenza...--DareDevil--
    • Anonimo scrive:
      Re: Decreto legge Urbani Anti Telecom
      - Scritto da: Anonimo
      - Si scaricano molto velocemente film e
      mp3... -I file e gli MP3 che ti venderanno.Non l'hai capito? Il Decreto verrà esaminato la prox settimana, dal 15 Marzo raddoppia la banda, dal 15 Marzo operarà "RossoAlice" x musica e film.1+1+1= 3Semplice,no? Preparati a chiudere tutto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Decreto legge Urbani Anti Telecom
        Hai ragione... ma le perdite (notevoli) di abbonamenti Alice che ci saranno se il decreto diventera' legge??Non oso immaginare quali polli pagheranno 2,5 euro per film in streaming...A questo punto viva il satellitare e la buona vecchia scheda Pinnacle di acquisizione... almeno i DivX te li fai da solo senza P2P... e pagando per cio' che vuoi e non per quello che ti impongono altri...Amen...DD
        • Anonimo scrive:
          Re: Decreto legge Urbani Anti Telecom
          - Scritto da: Anonimo
          Hai ragione... ma le perdite (notevoli) di
          abbonamenti Alice che ci saranno se il
          decreto diventera' legge??Ora come ora non sappiamo come sono andate le cose.Di sicuro il decreto non è passato e potrebbe essere stato per pressione dei provider o per motivi di copertura finanziaria.Forse nei giorni prossimi qualcosa si chiarirà.
  • eremita61 scrive:
    I soliti noti
    Il caro Ministro Urbani nel presentare la norma anti P2P al pubblico ha detto che è per tutelare la produzione cinematografica, stranamente il maggior produttore e distributore cinematografico italiano (Medusa Film) è un certo Berlusconi.Stamattina doveva presentare il provvedimento al consiglio dei Ministri ma non l'hanno voluto speriamo che continuino così.In Italia rischi di più a scaricare un MP3 che a combinare una truffa alla Tanzi.:D
    • Anonimo scrive:
      Re: I soliti noti
      - Scritto da: eremita61
      Il caro Ministro Urbani nel presentare la
      norma anti P2P al pubblico ha detto che
      è per tutelare la produzione
      cinematografica, stranamente il maggior
      produttore e distributore cinematografico
      italiano (Medusa Film) è un certo
      Berlusconi.
      Stamattina doveva presentare il
      provvedimento al consiglio dei Ministri ma
      non l'hanno voluto speriamo che continuino
      così.
      In Italia rischi di più a scaricare
      un MP3 che a combinare una truffa alla
      Tanzi.:DLa cosa ancora più patetica e ridicola è che poi Berlusconi produce film di gente di sinistra che lo insulta con le proprie "opere" (perchè di norma sono schifezze infime dal costo nullo e solo introito e tutto fuorchè capolavori...)
      • Anonimo scrive:
        Re: I soliti noti
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: eremita61

        Il caro Ministro Urbani nel presentare
        la

        norma anti P2P al pubblico ha detto che

        è per tutelare la produzione

        cinematografica, stranamente il maggior

        produttore e distributore
        cinematografico

        italiano (Medusa Film) è un certo

        Berlusconi.

        Stamattina doveva presentare il

        provvedimento al consiglio dei Ministri
        ma

        non l'hanno voluto speriamo che
        continuino

        così.credimi se berlusconi era particolarmente interessato a farlo passare, era gia' decreto legge. Comunque finche non vedro' abortita questa proposta, non abbasso la guardia.E non scordiamoci la bella norma europea x il data retentione quella chiamata enforcement in votazione l'8 marzo all'europarlamento !!!
  • yusaku scrive:
    Telecom:Rosso Alice
    Ecco qui cosa ci sta preparando telecom:Nel canale Cinema sarà disponibile un catalogo iniziale di 200 film che diventeranno circa 1.000 entro il secondo semestre del 2004 e saranno fruibili in modalità streaming. Tutti i navigatori Internet potranno accedere alla videoteca di Rosso Alice gratuitamente fino al 30 aprile. Successivamente il costo dell?abbonamento mensile sarà di 4 o 5 euro a seconda del canale scelto e vi sarà la possibilità di acquistare i singoli titoli della categoria Top movie ad un prezzo che varierà da 2 a 2,5 euro.Interessante sapere i costi...e che i film li potremo vedere solo in streaming...ah che bello.potete trovare l'intero articolo qui:http://tinyurl.com/2tboq
    • Anonimo scrive:
      Re: Telecom:Rosso Alice
      - Scritto da: yusaku
      Ecco qui cosa ci sta preparando telecom:

      Nel canale Cinema sarà disponibile un
      catalogo iniziale di 200 film che
      diventeranno circa 1.000 entro il secondo
      semestre del 2004 e saranno fruibili in
      modalità streaming. Tutti i
      navigatori Internet potranno accedere alla
      videoteca di Rosso Alice gratuitamente fino
      al 30 aprile. Successivamente il costo
      dell?abbonamento mensile sarà di 4 o
      5 euro a seconda del canale scelto e vi
      sarà la possibilità di
      acquistare i singoli titoli della categoria
      Top movie ad un prezzo che varierà da
      2 a 2,5 euro.

      Interessante sapere i costi...e che i film
      li potremo vedere solo in streaming...ah che
      bello.
      potete trovare l'intero articolo qui:
      tinyurl.com/2tboq
      Sarebbe interessante sapere quanto Telecom ha pagato i diritti d'autore di quei film.Non avrà ottenuto un prezzo speciale visto il servizio che si presta a fare a favore delle major ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Telecom:Rosso Alice = Fallimento
        Falliranno. Se sperano di vendere a chi ieri aveva il P2P sono dei pazzi. Agli altri non venderanno mai visti i prezzi e la scarsa qualità.
        • Anonimo scrive:
          Re: Telecom:Rosso Alice = Fallimento
          - Scritto da: Anonimo
          Falliranno. Se sperano di vendere a chi ieri
          aveva il P2P sono dei pazzi. Agli altri non
          venderanno mai visti i prezzi e la scarsa
          qualità.Dipende molto dalla concorrenza.Di sicuro con il P2P non c'è speranza.
          • Anonimo scrive:
            Re: Telecom:Rosso Alice = Fallimento
            - Scritto da: Anonimo
            Dipende molto dalla concorrenza.
            Di sicuro con il P2P non c'è speranza.E scondo te io pago 1,70 euro per scaricarmi una musichetta in formato lossy?no, grazie. non ho scritto "FAVA" in fronte.
          • Anonimo scrive:
            Re: Telecom:Rosso Alice = Fallimento
            in streaming? e kon ke qualita la vogliono fare? 56k? :P
      • Anonimo scrive:
        azzurdo
        http://punto-informatico.it/p.asp?i=47134qui c'e' scritto che sara' uno SHOPPING CENTERbisogna proprio che rendiamo conto
  • Anonimo scrive:
    ULTIMO MESSAGGIO
    Peccato .... ero entusiasta per il fatto che la mia connessione ADSL sarebbe stata più veloce dal 15 di questo mese ... ma credo che da quì a breve darò disdetta :-(.. domanda ... a che serve avere tutta questa velocità se non per scambiarsi file di grosse dimensioni?.... non legittimo la pirateria però in Italia c'è il brutto vizio di far di tutta l'erba un FASCIO (.. chi vuol intendere intenda)......mi sono rotto e mi vergogno di questo governo ..... . : PEOPLE HAVE THE POWER : .
    • Anonimo scrive:
      Re: ULTIMO MESSAGGIO
      - Scritto da: Anonimo

      .. domanda ... a che serve avere tutta
      questa velocità se non per scambiarsi
      file di grosse dimensioni?a guardare i film in streaming di Rosso Alice.
  • Anonimo scrive:
    Una vigliaccata
    Io credo che il decreto sia saltato perchè Tremonti ha dei grossi dubbi sulla copertura finanziaria del provvedimento.Vedrete che verrà ripresentato presto, dubito che si voglia aprire un caso politico proprio in prossimità delle Europee.A me sembra molto strano il silenzio dei provider a fronte di un provvedimento che prevede multe fino a 250.000 euro per chi non controlla i propri utenti.Non sono così sicuro che, come dite in tanti, in Telecom siano disperati perchè prevedono un crollo degli abbonamenti ADSL.In fondo si troverebbero nella piacevole situazione di essere "costretti" dallo Stato a filtrare, spiare e denunciare gli utenti che usano il P2P e nello stesso tempo offrire con servizi a pagamento quegli stessi prodotti che gli utenti si scambiano gratuitamente.Probabilmente nessuno scaricherebbe a pagamento un film quando lo può fare gratuitamente con il P2P ma se l'alternativa non esistesse, se esistesse solo Telecom ?Se ci pensate i provider sono davvero l'unico anello della catena in grado di contenere il fenomeno del file sharing, prova ne sono le cause che hanno coinvolto negli Usa le major contro i provider che non volevano consegnare i nomi degli utenti grandi condivisori.In Italia si supera il problema "costringendo" (?) i provider a sorvegliare gli utenti conservando i log per trenta mesi e nello stesso tempo regalando a loro una parte del bussiness.Vista dal lato delle major una mossa astuta.Vista dal lato degli utenti una vigliaccata.
    • Anonimo scrive:
      Re: Una vigliaccata
      - Scritto da: Anonimo
      Io credo che il decreto sia saltato
      perchè Tremonti ha dei grossi dubbi
      sulla copertura finanziaria del
      provvedimento.
      Vedrete che verrà ripresentato
      presto, dubito che si voglia aprire un caso
      politico proprio in prossimità delle
      Europee.
      A me sembra molto strano il silenzio dei
      provider a fronte di un provvedimento che
      prevede multe fino a 250.000 euro per chi
      non controlla i propri utenti.
      Non sono così sicuro che, come dite
      in tanti, in Telecom siano disperati
      perchè prevedono un crollo degli
      abbonamenti ADSL.
      In fondo si troverebbero nella piacevole
      situazione di essere "costretti" dallo Stato
      a filtrare, spiare e denunciare gli utenti
      che usano il P2P e nello stesso tempo
      offrire con servizi a pagamento quegli
      stessi prodotti che gli utenti si scambiano
      gratuitamente.
      Probabilmente nessuno scaricherebbe a
      pagamento un film quando lo può fare
      gratuitamente con il P2P ma se l'alternativa
      non esistesse, se esistesse solo Telecom ?
      Se ci pensate i provider sono davvero
      l'unico anello della catena in grado di
      contenere il fenomeno del file sharing,
      prova ne sono le cause che hanno coinvolto
      negli Usa le major contro i provider che
      non volevano consegnare i nomi degli utenti
      grandi condivisori.
      In Italia si supera il problema
      "costringendo" (?) i provider a sorvegliare
      gli utenti conservando i log per trenta mesi
      e nello stesso tempo regalando a loro una
      parte del bussiness.
      Vista dal lato delle major una mossa astuta.
      Vista dal lato degli utenti una vigliaccata.Personalmente se devo comprare un film me lo vedo su satellite ad una qualità decente o mi compro i DVD o entrambi. Col cavolo che butto i miei soldi per comprare delle copie di bassa qualità che definire di livello amatoriale sarebbe troppo. Anche avendo 10Mbps di banda tanto difficilmente ti offrirebbero un DVD da scaricare e qualora lo facessero ti costringerebbero a vederlo solo dove vogliono loro con i blocchi del DRM, ti impedirebbero di farne più di una copia (così se si graffia il supporto devi ricomprarla...).E qualora eliminassero i DVD fisici per sostituirli con sola distribuzione online annullando di fatto la proprietà privata di quello che un cliente acquista per ingrassarsi i conti semplicemente non comprerei più neppure un DVD, e ne possiedo almeno 250 originali considerando le uscite "economiche" a 15 euro in edicola e le svendite in offerta, è da molto che non li conto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Una vigliaccata
        - Scritto da: Anonimo

        Personalmente se devo comprare un film me lo
        vedo su satellite ad una qualità
        decente o mi compro i DVD o entrambi. Col
        cavolo che butto i miei soldi per comprare
        delle copie di bassa qualità che
        definire di livello amatoriale sarebbe
        troppo. Non credo che la Telecom abbia fatto gli investimenti che ha fatto, compreso il raddoppio della banda a tutti gli utenti senza l'obbiettivo di guadagnare qualche soldino da questa operazione-Per qualche mese offrirà gratis i film a tutti, poi stringerà il cappio attorno al P2P ed inizierà a vendere i film in streaming a due euro.
        • Anonimo scrive:
          Re: Una vigliaccata
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          Personalmente se devo comprare un film
          me lo

          vedo su satellite ad una qualità

          decente o mi compro i DVD o entrambi.
          Col

          cavolo che butto i miei soldi per
          comprare

          delle copie di bassa qualità che

          definire di livello amatoriale sarebbe

          troppo.


          Non credo che la Telecom abbia fatto gli
          investimenti che ha fatto, compreso il
          raddoppio della banda a tutti gli utenti
          senza l'obbiettivo di guadagnare qualche
          soldino da questa operazione-
          Per qualche mese offrirà gratis i
          film a tutti, poi stringerà il
          cappio attorno al P2P ed inizierà a
          vendere i film in streaming a due euro.E solo gli stupidi se li compreranno. Finchè esisteranno VHS e DVD e Pay Tv su satellite non vedo perchè uno debba buttare soldi su delle versioni di qualità inferiore a prezzi superiori...
          • Anonimo scrive:
            Re: Una vigliaccata
            - Scritto da: Anonimo
            E solo gli stupidi se li compreranno.
            Finchè esisteranno VHS e DVD e Pay Tv
            su satellite non vedo perchè uno
            debba buttare soldi su delle versioni di
            qualità inferiore a prezzi
            superiori... Vedremo.Per quanto riguarda la qualità sono d'accordo dato che si parla di film in streaming.I prezzi non sono assolutamente superiori alle videocassette o alla pay tv.Ti ricordo che l'abbonamento a sky (film) costa sui trenta euro al mese.
          • Anonimo scrive:
            Re: Una vigliaccata
            - Scritto da: Anonimo

            I prezzi non sono assolutamente superiori
            alle videocassette o alla pay tv.
            Ti ricordo che l'abbonamento a sky (film)
            costa sui trenta euro al mese.Veramente noleggiare un dvd dalle mie parti costa 2 euro... non so da voi... cmq una cosa è certa... se passa questa i miei soldi passeranno al provider più economico in italia.. basta che la linea sia up... poi possono darmi pure 1 k al secondo. E di sicuro non voterò più a destra. Troppe ladrate da parte di un governo in cui credevo. E mi scuso con tutti se l'ho votato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Una vigliaccata
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            I prezzi non sono assolutamente
            superiori

            alle videocassette o alla pay tv.

            Ti ricordo che l'abbonamento a sky
            (film)

            costa sui trenta euro al mese.

            Veramente noleggiare un dvd dalle mie parti
            costa 2 euro... non so da voi... cmq una
            cosa è certa... se passa questa i
            miei soldi passeranno al provider più
            economico in italia.. basta che la linea sia
            up... poi possono darmi pure 1 k al secondo.
            E di sicuro non voterò più a
            destra. Troppe ladrate da parte di un
            governo in cui credevo. E mi scuso con tutti
            se l'ho votato.La sinistra non avrebbe fatto certo una legge meno restrittiva, anzi, forse pure peggio visto che gli artisti son quasi tutti di sinistra così come i dirigenti delle major da un bel pò di anni e quindi sarebbero stati più "in sintonia" fra loro... :-(((Il DMCA in USA ha iniziato tutto questo stato di polizia mondiale a favore di dirigenti incapaci delle multinazionali che negli ultimi 12 anni non hanno fatto altro che alzare i prezzi dei prodotti senza ritegno... ed il DMCA fu inventato ed approvato dall'amministrazione di sinistra di Clinton.... Il brutto poi è che quelli di centro destra non la hanno abolita accettando anche loro "i regalini" delle major per lasciarla dove stava... :-((((
    • Anonimo scrive:
      Re: Una vigliaccata
      Ti sbagli e non sai di quanto .Vedi dal 15 marzo tutti o quasi tutti gli isps forniranno ai loro utenti una velocità di navigazione in rete pari a 640/256tradotto in kbps 80 dl / 30 e + in upload .Domanda ... se vuoi visitare un sito a cosa ti servono 80kbps in dl ? Con quella banda ne visualizzi 3000 di siti in contemporanea . Addenda alla domanda iniziale ... ma soprattutto se devi visitare un sito che te ne fai di 30kbps in upload ?Risposta a domanda 1 e domanda 2 . Pacchetto creato per rispondere ad esigenze utenza ... p2p , almeno allo stadio attuale . Quando verrà fuori Rosso Alic? vedrai che l'up non servirà più , tanto i polli sono già nel pollaio e OPS calerà vertiginosamente . Qui scatterà il giro di vite contro il p2p "pirata" , non prima .Se comunque un decreto legge simile a quello teorizzato da Urbani & co dovvesse essere approvato , stai sicuro che prima dei 60 giorni necessari per la conversione in legge da parte del Parlamento non ci sarà più una Telecom Italia , nel senso che non esisterà più nè fisicamente nè tantomeno come valore cartaceo in borsa , se non altro perchè nessun sistema operativo ti consente di visualizzare 3000 siti in contemporanea ;)A buon intenditor poche parole .
      • Anonimo scrive:
        Re: Una vigliaccata
        - Scritto da: Anonimo

        Vedi dal 15 marzo tutti o quasi tutti gli
        isps forniranno ai loro utenti una
        velocità di navigazione in rete pari
        a 640/256
        tradotto in kbps 80 dl / 30 e + in upload .
        E sai quando parte "Rosso Alice"?il 15 Marzo,ma guarda un pò.Dà retta a me, quel decreto è opera di major e provider..
    • Anonimo scrive:
      Re: Una vigliaccata
      amico caro che scrivi minchiate.....l'abbonamento per scaricare a pagamento oltre la bolletta telecoma me lo paghi te?.........hai capito che il grano è finito???....o sei uno di quelli che papà prende la pensione di 3000 ? ???........beh spiacente......mia madre ne prende 440 ? di pensione......!!!e secondo te su 2 milioni di utenti veloci....quanti continueranno a mantenere la linea "per il gusto di farlo"...... apri gli occhi...e poi scrivi......ciao a tutti.....
      • Anonimo scrive:
        Re: Una vigliaccata
        - Scritto da: Anonimo
        amico caro che scrivi
        minchiate.....l'abbonamento per scaricare a
        pagamento oltre la bolletta telecoma me lo
        paghi te?.........hai capito che il grano
        è finito???....o sei uno di quelli
        che papà prende la pensione di 3000 ?
        ???........beh spiacente......mia madre ne
        prende 440 ? di pensione......!!!
        e secondo te su 2 milioni di utenti
        veloci....quanti continueranno a mantenere
        la linea "per il gusto di farlo"...... apri
        gli occhi...e poi scrivi......ciao a
        tutti.....Ma con chi ce l'hai?Continuo a pensare che i provider sono stati avvisati in anticipo e non sono del tutto estranei a questo decreto.Le minchiate le hai scritte tu, soprattutto perchè io lavoro e non ho bisogno di campare sulla pensione dei miei genitori.Anzi, segui il mio consiglio, trovati un bel lavoro anche te così ti stanchi e ti dai una bella calmata.
        • Anonimo scrive:
          Re: Una vigliaccata
          se lavori.....tienitelo stretto cretino perchè prima o poi accusi pure te......vai per strada e apri gli occhi....se continua così altro che argentina..........dove vivi a Babbilonia???
          • Anonimo scrive:
            Re: Una vigliaccata
            - Scritto da: Anonimo
            se lavori.....tienitelo stretto cretino
            perchè prima o poi accusi pure
            te......vai per strada e apri gli
            occhi....se continua così altro che
            argentina..........dove vivi a Babbilonia???Per me sei vittima di un delirio da Lsd...A proposito, come fai a comprarti la droga, rubi dal portafogli della mamma ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Una vigliaccata

          perchè io lavoro e non ho bisogno di
          campare sulla pensione dei miei genitori.beh , oggi trovare lavoro in questa nazione di merda non e facile, raccomandati ed altro la fanno da padrone....credimi, non tutti sono fortunati da avere il loro santo in paradiso e ahi me', l'Italia cosi funziona ....... tra l'altro, fossi in te, non mi bullerei piu di tanto..... cercherei piuttosto di immedesimarmi almeno per un secondo nei mie concittadini piu sfortunati di me, anziche vantarmi nel dire io lavoro e posso spendere te poveraccio vivi ancora con la pensione di tua madre........... l'essere disoccupato non e una scelta in questa nazione , ma purtroppo, e uno stato di fatto....... per chi non ha ne raccomandazioni, ne soldi per corrompere chi di potere............e ti rammento che anche chi lavora non e sicuro c'e' gente che se persino suicidata per aver perso il proprio posto di lavoro dopo molti hanni ..... quindi , quando si entra in merito su questo argomento cercherei di comprendere , ma come al solito chi ha la pancia piena non comprende chi ha la pancia vuota....... Italiani un popolo di saggi............ciao.
    • Anonimo scrive:
      Re: Una vigliaccata
      - Scritto da: Anonimo
      Non sono così sicuro che, come dite
      in tanti, in Telecom siano disperati
      perchè prevedono un crollo degli
      abbonamenti ADSL.
      In fondo si troverebbero nella piacevole
      situazione di essere "costretti" dallo Stato
      a filtrare, spiare e denunciare gli utenti
      che usano il P2P e nello stesso tempo
      offrire con servizi a pagamento quegli
      stessi prodotti che gli utenti si scambiano
      gratuitamente.Si ma io non ho intenzione di farmi venire la gobba tipo Andreotti per vedere un filmaccio squallido nello squallore dello streaming, ma che credono, che in italia hanno tutti il monitor da 50 pollici e la poltrona a tre metri da questo?
  • Anonimo scrive:
    Meno libertà di scambio = Più povertà
    Non bastavano i vari annunci di Microzozz & co., che stanno lavorando sodo (su Palladium) per far si che il prossimo PC che comprerà la maggior parte della gente faccia praticamente solo quello che fa comodo a loro (+ $ nelle loro tasche già strapiene).Ora tocca ai nostri (sigh) politici della Casa delle Libertà (si, libertà loro di fare tutto quello che gli fa comodo.... gli altri, si attacchino al tram!).Potete legiferare come vi pare riguardo al P2P, non cambierete di una virgola la (triste) realtà. Ovverossia, gli italiani che hanno ancora soldi da buttare su putt@nate varie come CD o DVD a 20-30 Euro sono sempre di meno.Un sacco di gente ha perso una parte più o meno grande dei propri soldi con il crollo della borsa, oppure in altri investimenti andati male (Argentina, Parmalat, ecc.). Gli stipendi della gente comune, al contrario di quelli dei politici, non aumentano di 1.000 o più Euro al mese. Continuate a prenderci in giro con la storiella dell'inflazione al 2%, a cui non crede più nessuno.Di soldi in tasca da spendere per stupidaggini ce ne sono sempre meno, e il trend è destinato a peggiorare; la strada che viene tracciata dai nostri politicanti inetti e ladroni è in realtà un vicolo cieco, con scelte politiche miopi in un modo nauseante.L'Italia ha già perso moltissima competitività a livello mondiale, ma non solo non si fa nulla per cercare di rimettere in sesto il sistema, si taglia ulteriormente il già misero finanziamento alle università, ai centri di ricerca, e in generale alla parte del Paese che può portare innovazione vera, necessaria se si vuole restare a livello degli altri paesi. Di gente in gamba ce n'è anche in Italia, ma provate a vedere in quali paesi lavorano le menti italiane più brillanti: Stati Uniti, Inghilterra o altri paesi. Non fraintendetemi, non sono un ammiratore degli USA e simili, tutt'altro. Ma nel settore della ricerca americani, giapponesi, e molti altri paesi sono molto più lungimiranti di noi italiani.I brevetti li fanno negli USA, e poi noi li paghiamo profumatamente ogni volta che facciamo la spesa.Gli stipendi sono sempre più miseri, e il potere d'acquisto della maggior parte della gente è diminuito un bel po'.Si illudono di eliminare la pirateria eliminando il file sharing: illusi! Se avessi i soldi non perderei tempo a scaricare files, mi comprerei direttamente la copia originale, se avesse un prezzo decente. Se un DVD costasse 10 Euro, e un CD 5, le vendite sicuramente aumenterebbero, anche se mi chiedo di quanto, visto che rispetto al passato siamo più poveri, c'è poco da fare. Con tutta la buona volontà di voler acquistare le opere originali, se i soldi non li ho, non li ho e basta.Smetterò di scaricare, ma non comprerò le opere originali ai prezzi attuali; non potendo più scaricare non mi servirà nemmeno più la costosissima Alice (così un bel po' di dipendenti Telekom potranno andare in "vacanza" in maniera definitiva..... mi spiace per loro), ne tantomeno avrò la necessità di acquistare CD o DVD (carissimi, dopo che il Governo del Nanetto Pelato ha aumentato di moltissimo la tassa SIAE).Major, autori, negozianti e chiunque altro non guadagnerà neanche un centesimo da questo scenario, anzi, Telekom e chi vende CD e DVD vergini ci rimetterà pure.Ed io? Ci rimetterò pure io, perchè non potrò più vedere o sentire moltissimi files che si trovano sulle reti P2P e, non potendoli comprare, diventerò più povero dal punto di vista culturale.C'è un sacco di immondizia spacciata per capolavori (sia musicali che cinematografici), in giro, ma fosse anche solo un 10% che merita di essere visto/ascoltato, sarà cmq una perdita per me.Per non parlare dei programmi.... chi si sogna di comprare, per esempio, un pacchetto software che costa milioni di vecchie e care lire? Per me è giusto che vengano puniti coloro che usano programmi piratati per lavoro, perchè non è giusto guadagnare sfruttando il lavoro altrui senza averlo pagato.Ma se uno vuole imparare ad usare un programma che costa milioni (per interesse, passione, o qualsiasi altro motivo personale), che deve fare?LA LIBERTA' DI SCAMBIO DELLE INFORMAZIONI, E DI TUTTO QUELLO CHE SI PUO' DEFINIRE "CULTURA", E' UN FATTORE IMPORTANTISSIMO DELLO SVILUPPO CULTURALE DI UN POPOLO.Ci sono tanti di quei problemi seri in Italia... ne cito qualcuno:1) La distorsione delle informazioni che ci giungono ogni giorno in casa attraverso la TV (principalmente, ma non solo); l'opinione pubblica la costruiscono coloro che muovono i fili dietro, e che ci danno le notizie nei tempi, nei modi e nelle dosi che servono a loro. Un esempio? Prima delle ultime elezioni non si parlava d'altro nei TG di furti, rapine, delitti ad opera di estracomunitari. Sapete quanta gente che conosco si è fatta abbindolare e ha votato a destra? Non solo per questo motivo, per carità, il mio vuole essere solo un esempio, ce ne sono molti altri.2) Una classe di politici inetti che ha portato l'Italia sull'orlo di un pericoloso abisso; e, visti i tempi che corrono, si rischia davvero di sentire prima o poi un "tonfo" di argentina memoria....3) Una redistribuzione del reddito più equa, favorirebbe l'intera nazione. Un esempio: ci sono pensionati che ricevono ogni mese 2.000, 3.000 o più Euro, quando un operaio (che paga con il suo lavoro quelle pensioni d'oro!!!! visto che in Italia c'è solo un immenso buco, ma soldi lo Stato non ne ha) ne riceve 1.000 e anche meno.Non si capisce perchè altre categorie di pensionati debbano sopravvivere con 500 Euro o meno, mentre altri ricevono pensioni da nababbi (considerato cosa guadagna una persona che lavora).4) Una politica seria di sviluppo sostenibile; non c'è un'altra strada percorribile, a meno che qualcuno non pensi di trasferirsi su Marte quando la Terra diventerà invivibile....Gli interessi dei petrolieri e di tutti quelli che gli girano attorno (politici compresi) hanno tutto l'interesse affinchè le cose restino così, ma l'interesse di TUTTI è ben diverso...Mi fermo qui, di problemi ce ne sono di ben più gravi del P2P si o no, ma visto il sito che ci da la possibilità di esprimere le nostre opinioni, è giusto parlare di argomenti più "tecnologici".
  • non registrato scrive:
    Urge riforma costituzionale
    Il decreto legge è un'arma con cui quattro gatti, senza neanche sentire il parlamento, possono legiferare come vogliono, accaparrandosi un potere (quello legislativo) che non gli spetta né compete. E' vero che scade dopo 60 giorni, ma può essere reiterato, anche all'infinito. Quanti decreti legge sono andati avanti di 60 giorni in 60 giorni? E poi alla fine sono stati convertiti in legge quando ormai tutti sono stati messi di fronte al fatto compiuto?Ci vorrebbe una riforma costituzionale con cui finalmente e una volta per tutte, i tre poteri fondamentali siano nettamente separati: i governi non possono legiferare, devono solo eseguire. Non possono intervenire in materia di giustizia, perché questo è compito del potere giudiziario. La giustizia non può intervenire nell'esecutivo, non è suo compito.E così via.
    • Anonimo scrive:
      Re: Urge riforma costituzionale
      Più che altro, bisognerebbe limitare l'utilizzo del d.l. solo ai casi di estremo interesse ed urgenza. Saluti,Piwi
    • Anonimo scrive:
      Re: Urge riforma costituzionale

      Ci vorrebbe una riforma costituzionale con
      cui finalmente e una volta per tutte, i tre
      poteri fondamentali siano nettamente
      separati: i governi non possono legiferare,
      devono solo eseguire. Non possono
      intervenire in materia di giustizia,
      perché questo è compito del
      potere giudiziario. La giustizia non
      può intervenire nell'esecutivo, non
      è suo compito.ma che stai a dire ? I giudici che si fanno le leggi da soli ??
  • Anonimo scrive:
    Decreto: Approfondimenti e novità
    Giro di vite contro il file-sharingdi Luigi ChiarelloMulte salate per gli internet provider che non segnaleranno alle autorità giudiziarie competenti i pirati informatici. Le sanzioni andranno da 50 mila a 250 mila euro e riguarderanno anche i fornitori di programmi e piattaforme file-sharing che sfuggono all'obbligo di indicare i clienti che duplicano illecitamente musica e film su dvd. Ma non è finita. Anche i semplici viaggiatori della rete incorreranno in sanzioni non inferiori a 500 euro se scaricheranno programmi audiovideo pirata. Anche attraverso reti di condivisione di file. Sono queste alcune delle misure d'urgenza per tamponare le scorribande web di cinefili e fans musicali incuranti del diritto d'autore. Una stretta che il ministro per i beni e le attività culturali, Giuliano Urbani, proporrà oggi in consiglio dei ministri e che Palazzo Chigi varerà con decreto legge. Il testo, contro «la diffusione telematica abusiva di materiale audiovisivo», conterrà anche interventi a sostegno delle attività cinematografiche e dello spettacolo.Tratto da Il panorama in reteIl provvedimento, capace di mettere in subbuglio intere web community, colpirà sia le organizzazioni criminali che invadono il mercato con dvd pirata, sia il semplice utente che accede alle reti di condivisione on line per scambiare canzoni e film. Il testo di decreto legge è stato oggetto di una serrata contrattazione tra le associazioni del settore e l'ufficio legislativo dei Beni culturali. L'impostazione normativa viene considerata da molti osservatori rigida. A riguardo molti siti, negli ultimi giorni, hanno messo in evidenza la presa di posizione «anti-proibizionista» del Ced, il comitato per lo sviluppo economico statunitense. Quest'organismo, in un rapporto piuttosto recente sugli strumenti di tutela del diritto d'autore, ha chiosato: «è necessario bilanciare i diritti esclusivi dei detentori di copyright con i diritti degli utenti».Obblighi ai providerLe attività di illecito scambio di file dovranno essere monitorate e limitate dagli internet provider. Come? Creando appositi filtri specializzati capaci di ridurre o minimizzare le attività illecite. Entro il 31 dicembre 2004, un decreto interministeriale definirà i necessari strumenti di filtraggio e i requisiti tecnologici adatti. Eludere un simile obbligo di controllo sui propri utenti costerà ai gestori locali della rete fino a 250 mila euro. E un singolo privato potrebbe, addirittura, incorrere nel reato di favoreggiamento se linka o segnala dal proprio sito un indirizzo da cui acquistare prodotti piratati. La bozza di decreto legge prevede che il semplice utente, «pescato» a scambiare illecitamente video o musica attraverso le reti di condivisione o considerato «reo» di incentivare la proliferazione della pirateria, sarà punito con sanzioni oltre 500 euro. Ma secondo quanto risulta a ItaliaOggi, questa disposizione potrebbe essere ampiamente rimaneggiata in consiglio dei ministri.Dati congelatiUn punto sensibile riguarda il congelamento dei dati di traffico (data retention), necessario alle attività di controllo dei file scambiati in rete. Il testo di Urbani prescrive che i provider dovranno anche conservare i log dei condivisori per 30 mesi, ma il decreto legge n. 354/2003 (denominato Grande Fratello e convertito in legge il 18 febbraio scorso) prevede che i file che documentano le attività dei server possono essere distrutti dopo 24 mesi, sempre che non ricorrano finalità di accertamento e repressione dei reati. In questo caso è previsto un congelamento di altri 24 mesi per l'accertamento e la repressione dei delitti di cui all'articolo 407, comma 2, lettera a) del codice di procedura penale e dei delitti in danno di sistemi informatici o telematici. Segnalazioni dall'esteroToccherà all'Authority per le garanzie nelle comunicazioni raccogliere le segnalazioni di pirateria provenienti dai soggetti publici e privati e dalle forze di polizia di altri stati. Una volta verificata la sussistenza delle violazioni, l'autorità guidata da Enzo Cheli denuncerà l'infrazione alle forze di polizia. Della denuncia sarà avvertito non solo l'utente responsabile della violazione, ma anche il service provider interessato. E anche in questo caso, il fornitore di connettività o servizi telematici che, a seguito di provvedimento dell'autorità giudiziaria, non rivelerà tutte le informazioni in proprio possesso alla polizia (utili per individuare i gestori dei siti incriminati o gli utenti responsabili del download pirata) incorrerà in una multa da 50 mila a 250 mila euro.Inviato da Francesco Mollo, 11:30 AMhttp://www.quintostato.it/archives/000643.html#000643
  • Anonimo scrive:
    Intervento di CORTIANA
    No alla criminalizzazione del P2Pdi Fiorello Cortiana *Oggi il Consiglio dei Ministri non ha discusso, pur essendo all'ordine del giorno, un Decreto Legge per contrastare la diffusione telematica abusiva di materiale audiovisivo, un decreto sbagliato nel merito e nel metodo; Urbani per protesta ha disertato il Consiglio dei Ministri. Forse il Ministro, con questo omaggio ai discografici, pensava più a Sanremo che ai diritti degli utenti della cultura e di internet.La proposta di decreto, che speriamo non sia stata solo rimandata ma cancellata, è sbagliata innanzitutto nel metodo: la settimana prossima il Parlamento europeo vota la cosiddetta direttiva Enforcement, che tratta degli stessi temi; entro pochi mesi ci ritroveremmo a dover modificare il Decreto se non vogliamo una procedura di infrazione dall'Unione. Inoltre sulla parte specifica relativa al mantenimento dei dati internet da parte dei provider il Parlamento, due settimane fa ha bocciato questa proposta nel decreto Grande Fratello: riproporla in un altro Decreto Legge a quindici giorni di distanza è un vero e proprio insulto al Parlamento, tanto che ho già chiesto al Presidente Pera di intervenire per garantire la dignità del Senato.Per quanto riguarda il merito delle proposte riportate dalla stampa, il Decreto prevede che i provider debbano diventare i cani da guardia degli utenti, pena sanzioni severissime: sarebbe come dire che se qualcuno ruba un portafogli su un autobus, il responsabile sarebbe l'autista dell'autobus. E' una proposta inaccettabile. Secondo punto controverso è l'ipotesi di introdurre il reato di favoreggiamento della pirateria solo indicando procedure e tecnologie che potenzialmente consentirebbe di scaricare materiali sottoposti al diritto d'autore. Le major del cinema e i discografici, perlopiù americane, non capiscono che è nato un mercato nuovo legato a internet, come dimostra l'esperienza di I-Tunes di Apple, e chiedono alla politica di bloccare l'innovazione e criminalizzare centinaia di migliaia di cittadini per conservare lo status quo. Meglio sarebbe che lo Stato li aiutasse a innovare e fare ricerca, a fare meglio il proprio mestiere, invece di bloccare il mercato dell'ICT.* Segretario della Commissione Cultura del Senato e presidente dell'intergruppo bicamerale per l'Innovazione Tecnologica
  • Anonimo scrive:
    leggi naziste..
    queste leggi degne del 1938....sono un modo come un'altro per opprimere le masse....visto che internet è l'unico baluardo che combatte ancora questa schiacciante repressione orchestrata dal "grande fratello"....perche' non iniziare a massacrare gli utenti partendo dal p2p??..ma certo, avanti....avanti....poi pero' quando qualche milione di utenti un bel giorno smetterà di pagare gente come Telecom..Fastweb ecc....perchè non avrà piu' soldi e allora giu' crisi...e cosi' via....se pensano di combattere (in questo caso specifico) la pirateria, si sbagliano di grosso!....più repressione=più ribellione...lo insegna il proibizionismo del passato che purtroppo lo si rivede oggi in tante cose....quindi, perche' invece non pensano ad abbassare il costo della musica...il costo dei cd...il costo dei film??.....è ovvio che ad un costo cosi' alto ed ingiustificato, venga fuori una reazione seppur lecita ma sbagliata, cioè copiare.....se ci fossero prezzi bassi, i consumi aumenterebbero a dismisura, azzerando il problema della pirateria....opinione personale....quindi il p2p fa bene ad esistere e a combattere questo schifo.
  • Anonimo scrive:
    SolDI sOlDi
    A momenti pagheremo oltre il canone per collegarci a internet anke le lettere ke digitiamo .Qua vogliono bloccare tutto solo perchè alla fine organizzeranno un modo per scaricare la musica a pagamento ....una canzone 1 euro .......ma noi li fregheremo nn una sola volta ma due ...nn bloccheranno il file sharing ...... o molto probabilmente ci sara un calo degli abbonamenti alle flat o alle connessioni a banda larga...... che storia schifosa!:@:@:@
  • Metallaro scrive:
    mah
    dunque come già ho risposto in altri forum di altri siti.il problema del p2p come dicono alcuni che farebbero bene a togliercelo non è che se mettono filtri nei provider si risolve a qualcosa.. per i motivi che elenco qui sotto:il cinema è in ribasso (quello italiano poi manco esiste +)hanno provato ad aumentare il costo dei cd mah in questo modo uno compra meno cd ma scarica lo stesso...e finisce che uno compra hard disk giganti apposta proprio perchè conviene di +.che il p2p non è una bella cosa lo dico anche io... mah rimane il fatto che anche se riescono a togliercelo... non è che sistemano la cosidetta "crisi del cinema".volete un parere personale... il cinema è in crisi per altri motivi ... se fanno della merda non è poi colpa mia ! se sei appassionato di un genere.... e vai a vedere film del genere che ti piacciono al cinema e rimani deluso del film ... capisco perchè molti non ci vanno + dopo.perchè pagare 7 euro per vedere sempre le solite cose o cose già fatte ?non è che si devono lamentare con noi perchè magari scarichiamo film iper vecchi (che poi sono quelli che si salvano) ... oggi fanno remake di film già fatti ... dario argento che è in ribasso vedi cartaio ... ci provano anche i giapponesi a fare i films horror ---
    ma ne ho visti su dvd originali presi a noleggio e sono rimasto deluso.ne ho visti parecchi di film su dvd presi a noleggio e veramente pochi mi hanno colpito dalla qualità..uno sbaglio che hanno fatto al cinema è quello di togliere la mia categoria ... quella dei fumatori... è + o meno la stessa cosa se nei cinema vi facessero entrare solo se siete vestiti in giacca e cravatta.ma perchè ? scusa io mi vesto come cavolo mi pare ? e non mi fai entrare ? ma che razza di bastardata è ?se hanno messo vietato fumare nei cinema si vede che a molta gente dava fastidio... si guadagna di meno e qualsiasi cosa costa di + che prima (quando c'era la lira) tanto cmq l'euro lo hanno fatto solo per specularci soldi...cioè ci sono pochissime cose che con la nascita dell' euro hanno mantenuto lo stesso prezzo di prima.i cinema a 7 euro + o - sarà aumentato di al max 2000 lire però è una truffa pagare un cd a 15 20 e 25 euro per cd... i dvd poi costano dalle 25 in su quelli nuovi.uhm mi sembrano un pò tantini però dai....quello che vi voglio dire è che cmq il mercato dei dvd e cd dovrebbe essere + aperto a tutti noi.
    • Metallaro scrive:
      Re: mah
      come al solito certa gente interpreta male.quello del fumo è in +comunque mica cerco di stare con i non - fumatori per fargli dispetto apposta perchè so che a loro da fastidioe poi io lo faccio per ripicca sul fatto di non andarci e basta
  • Anonimo scrive:
    Il prossimo livello
    Se il peer to peer viene perseguito, si trasformerà in peer to peer criptato, non perseguibile perchè non si sa cosa si sta trasferendo. Una tecnologia che non era ancora stata portata alle masse.I musicisti innamorati della musica continueranno a suonare, gli imprenditori comprendano che il settore non è più sfruttabile perchè ESAURITO.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il prossimo livello
      - Scritto da: Anonimo
      Se il peer to peer viene perseguito, si
      trasformerà in peer to peer criptato,
      non perseguibile perchè non si sa
      cosa si sta trasferendo. Una tecnologia che
      non era ancora stata portata alle masse.Questo è poco ma sicuro. Ovviamente i provider potranno denunciare chi fa un certo volume di traffico criptato, ma se sono milioni a farlo...
      • Anonimo scrive:
        Re: Il prossimo livello
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Se il peer to peer viene perseguito, si

        trasformerà in peer to peer
        criptato,

        non perseguibile perchè non si sa

        cosa si sta trasferendo. Una tecnologia
        che

        non era ancora stata portata alle masse.

        Questo è poco ma sicuro. Ovviamente i
        provider potranno denunciare chi fa un certo
        volume di traffico criptato, ma se sono
        milioni a farlo...vorrà dire che a quel punto metterano al bando la criptazione...se sono stati capaci di esigere uno "sniffing di internet"...:@sh4d
  • Anonimo scrive:
    telecoma
    ......aspettate che passi la legge......e su 2 MILIONI di utenti adsl vedrete quanti ne rimarranno.....solo le aziende,in pratica l'1% di tutta l'utenza.... fate un po i conti voi 35 ? per 2 milioni, ogni mese? bho?...io nn ci perdo nemmeno tempo......di sicuro voleranno esuberi e licenziamenti alla telecom... beh consoliamoci....qualche major con qualche cantantello col ciuffo colorato starà meglio.....di tante famiglie che si ritroveranno al lastrico.....ciao al bel paese
    • Anonimo scrive:
      Re: telecoma
      - Scritto da: Anonimo
      ......aspettate che passi la legge......e su
      2 MILIONI di utenti adsl vedrete quanti ne
      rimarranno.....solo le aziende,in pratica
      l'1% di tutta l'utenza.... fate un po i
      conti voi 35 ? per 2 milioni, ogni mese?
      bho?...io nn ci perdo nemmeno tempo......di
      sicuro voleranno esuberi e licenziamenti
      alla telecom... beh consoliamoci....qualche
      major con qualche cantantello col ciuffo
      colorato starà meglio.....di tante
      famiglie che si ritroveranno al
      lastrico.....ciao al bel paeseBeh in effetti io non vedo l'ora che passi la legge .Ho già sottomano il telefono e un numero da comporre187 Dimenticavo la chiamata è gratuita :D
    • Anonimo scrive:
      Re: telecoma
      - Scritto da: Anonimo
      ......aspettate che passi la legge......e su
      2 MILIONI di utenti adsl vedrete quanti ne
      rimarranno.....solo le aziende,in pratica
      l'1% di tutta l'utenza.... fate un po i
      conti voi 35 ? per 2 milioni, ogni mese?proprio per questo il P2P non scomparirà anzi...alla telecom lo sanno benissimo che chi si abbon ad Alice lo fa per scaricare film e sono sicurissimo che è stato qualche dirigente Telecom che stamattina o ieri sera ha telefonato al Berlusca dicendogli qualcosa del genere: "Guarda che se passa la legge proposta da Urbani migliaia di persone faranno la disdetta all'abbonamento Alice e chissà quanti nuovi abbonati perderemo. ora poi che stiamo per lanciare la nuova piattaforma P2P a pagamento ferma tutto fino a quando non l'abbiamo lanciata e quando la nostra piattaforma P2P legale sarà consolidata allora farai pure fuori il P2P..."
    • Anonimo scrive:
      Re: telecoma
      La verità è che loro devono eliminare tutto il materiale a disposizione gratis per lanciare quello a pagamento, 2 euro a canzone, e chi è sto scemo ke da 2 euro per una sola canzone? Stessa cosa è successa per loghi e suonerie del cellulari, adesso devo comporre un numero che ti sgama 2 euro a chiamata, e per di più a volte nn va neanke a buon fine... 2 euro (4000 lire) buttate al vento! Tutto è studiato nei minimi particolari per rubarci i soldi, ma io dico:NON CE NE RUBATE GIA' ABBASTANZA CON TASSE O SOVRATTASSE???
  • Anonimo scrive:
    56 Kbps RULESSS!!
    :D:D:p:|;):o:@:@:@
  • Max3D scrive:
    sapete cosa vi dico ?
    sapete cosa vi dico ?.. se passa il decreto.. disdico adsl e navigo col 56ki dvd non li prendo perche' tanto non ho il lettore :Pe aspetto che passino i film su Skyi giochi ... li compro solo quando escono in superofferta a 5?o li danno con le patatine poi vediamo chi e' che ci rimette con sta storia..la siae ? .. DEVE CHIUDERE !:@
  • Anonimo scrive:
    per chi dice che siamo patetici
    http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=552264
  • Anonimo scrive:
    Chi è il discografico?
    Il discografico è un di+... ecco cos'è.Uno che ha fatto fortuna frapponendosi tra un artista ( nel migliore dei casi) e un'acquirente. Ma è anche uno che ha imparato a fare pubblicità. Ma è anche uno che ha imparato a creare miti.Dunque è anche uno che determina la produzione artistica in modo da farla piacere il + possibile.Allora è uno che abitua la gente a mangiare cibo scadente al posto di roba buona.Parlano di concorrenza ingiusta? Ingiusta come mantenere un sistema obsoleto in nome della sua sola sopravvivenza.Perchè non vanno avanti loro invece di tenere indietro gli altri? Perchè non si assumono il rischio di impresa come i venditori fanno? Un esempio... Ricordo Pino Daniele di 12 anni fa... poteva piacere o meno il genere ma era un musicista...Poi Zack il produttore doveva spremere il limone et voilà Un disco ogni anno o forse di +. C'era scritto Pino Daniele ma era solo roba con cui riempire un cd. Ecco chi è il discografico.
  • mottavio scrive:
    Urbani, occupati delle Moniche Levinskji
    Aumento delle tasse sui cd-r dell'8.000% (ottomila per cento), decreto "Grande Fratello" di stampo hitleriano sulle tutte le comunicazioni, repellente decreto contro la libera condivisione... al momento opportuno dovremmo ricordarcene.... Giuliano Urbani, continua a farti spupazzare dalle Moniche Levinskij di turno e lascia stare il file sharing!!!
  • Anonimo scrive:
    famiglie
  • Anonimo scrive:
    Tony Renis contro i discografici!
    Sanremo, da domani la compilation in edicola e nei negozi SAN REMO (Reuters) - Uscirà domani in allegato ad un settimanale -- oltre che nei negozi -- la nuova compilation della 54esima edizione del Festival di Sanremo, con 21 delle 22 canzoni in gara."E' questo il fiore all'occhiello del Festival. Spero che possa avere successo, per dimostrare che si possono ancora vendere i dischi", dice in tono di sfida Tony Renis."Se avrà il successo che spero e che mi auspico, i direttori di quattro grando major della musica dovranno dimettersi", accusa ancora il direttore artistico della manifestazione, facendo riferimento ai componenti della Federazione dell'industria musicale italiana, che quest'anno ha rifiutato di mandare i propri artisti al festival perché sostengono essere diventata una trasmissione inutile, troppo costosa e che non fa piu' vendere dischi."Tranne la Universal, che ha dato dimostrazione di grande intelligenza (aveva aperto le trattative per mandare alcuni ospiti stranieri, ndr), gli altri dovranno fare i bagagli. I loro padroni americani li dovranno cacciare", dice senza tanti mezzi termini."In questi mesi c'è stato un continuo attacco alla musica, agli artisti e questo non lo possiamo accettare".E' già almeno dalla scorsa edizione che la Fimi è in polemica con l'organizzazione del Festival di Sanremo, ma solo quest'anno ha preso una posizione dura, arrivando a non mandare cantanti. Una decisione che si è ripercossa sulle scelte degli artisti in gara e sulle defezioni di molti superospiti, come Victoria Beckham, che proprio ieri ha rinunciato alla partecipazione proprio per questi contrasti.E non è un caso che nella compilation non ci sarà "Guardami negli occhi (prego)" di Paolo Meneguzzi, sotto contratto con la Bmg, che non ha dato l'autorizzazione alla partecipazione nel disco.Renis -- che oggi non si è lasciato toccare dal calo dei dati di ascolto del programma, fermatosi a 10 milioni di spettatori -- dice anche di voler parlare solo di musica, "perche' questo è il compito che mi ha affidato la Rai"."Domattina nelle edicole uscirà la compilation (insieme a Tv Sorrisi e Canzoni, ndr) con tutti gli artisti, tranne una eccezione. Per colpa di una multinazionale becera che non ha dato a Meneguzzi la possibilità di esserci", insiste.La raccolta sarà anche nei negozi di dischi al prezzo lancio di 13,90 euro.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tony Renis contro i discografici!
      Guarda che sono i discografici contro Tony Renis, e la differenza non è da poco...
  • Anonimo scrive:
    Patetici...
    ...anzichè parlare della vera causa,fate tribuna elettorale, per quanto mi riguarda è giusto passi un decreto del genere,in quanto titolare di un attività penalizzata da questo schifo!Sono d'accordo su chi dice che per combattere tutto questo basterebbe abbassare i prezzi...ma cosa ne sapete voi di major e di quello che ruota intorno ?Anzichè mandare fax a FORZA ITALIA perchè nn organizzate uno sciopero contro la SIAE vera causa della tassazione sui supporti? Il problema è che vi fa comodo vedere un film enza muovere il culo da casa...e risparmiare...e magari vendendo anche qualche copia permettendosi qualke extra a fine mese eh ? Meditate gente, siete un popolo di pirati...spero fermamente che vi tolgano il giocattolo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Patetici...
      - Scritto da: Anonimo
      ...anzichè parlare della vera
      causa,fate tribuna elettorale, per quanto mi
      riguarda è giusto passi un decreto
      del genere,in quanto titolare di un
      attività penalizzata da questo
      schifo!Sono d'accordo su chi dice che per
      combattere tutto questo basterebbe abbassare
      i prezzi...ma cosa ne sapete voi di major e
      di quello che ruota intorno ?Anzichè
      mandare fax a FORZA ITALIA perchè nn
      organizzate uno sciopero contro la SIAE vera
      causa della tassazione sui supporti? Il
      problema è che vi fa comodo vedere un
      film enza muovere il culo da casa...e
      risparmiare...e magari vendendo anche
      qualche copia permettendosi qualke extra a
      fine mese eh ? Meditate gente, siete un
      popolo di pirati...spero fermamente che vi
      tolgano il giocattolo...
      ecco un soggetto che ha votato sicuramente il berlusca.bravo
      • Anonimo scrive:
        Re: Patetici...
        ..grazie..si l'ho fatto...questo è un forum informatico, è inutile acchiappare voti qua dentro, lascia fare la politica a chi ne è capace...
      • Anonimo scrive:
        Re: Patetici...


        problema è che vi fa comodo
        vedere un

        film enza muovere il culo da casa...e

        risparmiare...e magari vendendo anche

        qualche copia permettendosi qualke
        extra a

        fine mese eh ? Meditate gente, siete un

        popolo di pirati..


        ecco un soggetto che ha votato sicuramente
        il berlusca.
        bravoSicuramente ha votato il berlusca e sicuramente non gli va bene quello che sta facendo...tanto è colpa dei comunisti. La SIAE è uno dei tanti problemi che porta a maggiorare il prezzo di un cd.Mi chiedo però,perchè pagare tanto gli attori,vivere con festini con magari quello strano nome di cocaparty,con vizi ecc...?Perchè da un po' di tempo a questa parte si vedono nei video solo belle ragazze e basta?La musica fa schifo,lo vuoi capire o no?Vogliono che compriamo della musica a 20 euro per sentire una canzone bella (quella trasmessa alla radio) e le altre 10 che fanno schifo.I film in divx fanno schifo,meglio vederseli al cinema o come me,vedo se sono carini su divx e poi rivederli su sky dato che pago l'abbonamento bel simpaticone. Prima di parlare suddividi le varie classi di pirati. Molti non scaricano per vendere e non scaricano per non andare al cinema o a comrparsi un cd.I cd non li compravo prima e non li scarico adesso.La musica fa schifo, non c'è più arte è solo tette e culi!!! Se a te non vanno bene le cose è grazie a loro, non a noi!!!Telefona al tuo Berlusca, magari ti aiuta con il tuo progetto che non va avanti per colpa nostra, anzi per colpa dei comunisti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Patetici...
      - Scritto da: Anonimo
      ...anzichè parlare della vera
      causa,fate tribuna elettorale, per quanto mi
      riguarda è giusto passi un decreto
      del genere,in quanto titolare di un
      attività penalizzata da questo
      schifo!Sono d'accordo su chi dice che per
      combattere tutto questo basterebbe abbassare
      i prezzi...ma cosa ne sapete voi di major e
      di quello che ruota intorno ?Anzichè
      mandare fax a FORZA ITALIA perchè nn
      organizzate uno sciopero contro la SIAE vera
      causa della tassazione sui supporti? Il
      problema è che vi fa comodo vedere un
      film enza muovere il culo da casa...e
      risparmiare...e magari vendendo anche
      qualche copia permettendosi qualke extra a
      fine mese eh ? Meditate gente, siete un
      popolo di pirati...spero fermamente che vi
      tolgano il giocattolo...Sei un pirata anche tu che frodi i clienti vendendo prodotti su cui c'è un ricarico minimo del 100% grazie all' Euro. Sempre buoni a lamentarvi dei mancati profitti, delle tasse troppo alte ed i prezzi non fanno che salire , eh? Perchè la major vi riducono i margini, vero, poverino ?Hai ragione, i prezzi alti dei prodotti non sono colpa di Forza Italia ma di gente come la SIAE ed i commercianti come te che vendono a prezzi da frode ai clienti !Perchè come minimo un DVD in offerta venduto a 10 Euro voi lo pagate sicuramente 5-6 Euro.. ricaricandoci sopra "solo" 4-5 Euro... capirai,eh? Sai com'è, lo rivendete solo al doppio se vi va male... eh! Ovviamente poi per non parlare dei grossissimi sconti che avete per quantità del venduto...Ne conosco molti di prodotti venduti a prezzi osceni dai commercianti in Italia più che altrove. Vi sono prodotti che in Germania vengono venduti a 5 euro al pubblico ed in Italia costano 19 Euro ... gli stessi identici prodotti.. ma si può ? Ed oltretutto i rivenditori ottengono grossissimi sconti sulla quantità venduta, più ne vendono e meno pagano.. quindi quanto ricaricano in media sul povero cliente finale ? Bhè, diciamo che comprano in media a 2-3 euro al pezzo e li rivendono in media ad un 15-18 euro a seconda della zona in Italia... ohhh.. "solo" il 600% medio di ricarico.. poverini....! Ma poverini... eh già, proprio poveri ladri che si comprano le ville rubando i soldi di cittadini comuni ! Bel modo di frodare i clienti e che non viene minimamente sanzionato per i loschi giri che vi sono dietro e che garantiscono chissà quanti tutori dell'ordine, perchè altrimenti le sanzioni si sprecherebbero !
    • Anonimo scrive:
      Re: Patetici...
      - Scritto da: Anonimo
      ...anzichè parlare della vera
      causa,fate tribuna elettorale, per quanto mi
      riguarda è giusto passi un decreto
      del genere,in quanto titolare di un
      attività penalizzata da questo
      schifo!Sono d'accordo su chi dice che per
      combattere tutto questo basterebbe abbassare
      i prezzi...ma cosa ne sapete voi di major e
      di quello che ruota intorno ?Anzichè
      mandare fax a FORZA ITALIA perchè nn
      organizzate uno sciopero contro la SIAE vera
      causa della tassazione sui supporti? Il
      problema è che vi fa comodo vedere un
      film enza muovere il culo da casa...e
      risparmiare...e magari vendendo anche
      qualche copia permettendosi qualke extra a
      fine mese eh ? Meditate gente, siete un
      popolo di pirati...spero fermamente che vi
      tolgano il giocattolo...
      Questa è un'opinione. In quanto tale hai tutto il diritto di muoverla. Il limite delle tue parole è identico a quello di chi da del venduto o del pirla al politico di turno che in fondo fa il suo lavoro rappresentare qualcuno. Questo limite si chiama qualunquismo. Che Urbani rappresenti una fazione è perfettamente lecito. Che esista una fazione diversa è una fortuna. Si chiama dialettica. Se si porta la discussione solo su un piano fatto di parlamentari vere o presunte lobbies e ministri della repubblica ci si dimentica di analizzare e proporre la faccia buona del p2p. E questa faccia esiste eccome. E' anche la meno approfondita però.
      • Anonimo scrive:
        Re: Patetici...
        Io frodo la gente? Ma tu hai la vaga idea di quanto costi un master da noleggio ? E quali siano le tariffe per noleggiare? Un cd ivato per venderlo mi costa 17?, al pubblico lo metto a 20...ma di questi tempi secondo te cosa sono 3 euro di guadagno dovendo sostenere un affitto e tutte le tasse??Prima di parlare collega il cervello...e mettiti nei panni di chi negli ultimi 10 anni con una famiglia a carico si sta vedendo con la merda fino al collo...Io sono + incazzato di tutti voi contro le major...lo volete capire?PARLATE SENZA SAPERE, OGNI LAVORO DEVE AVERE UNA DIGNITA' ...COL PEER TO PEER SI AMMAZZA IL MERCATO, SI GIOCA SPORCO E AMMAZZATE LA CATEGORIA DEGLI OPERATORI AUDIO-VIDEO!
        • Anonimo scrive:
          Re: Patetici...
          Ma tu hai la vaga idea di
          quanto costi un master da noleggio ? E quali
          siano le tariffe per noleggiare? Un cd ivato
          per venderlo mi costa 17?, al pubblico lo
          metto a 20...E' colpa nostra se a te costa 17 euro? Il cd con la lira costava 20.000 oggi costa 20 euro!!! E' questo il problema. Già quando costava 20.000 Lire si diceva che costava troppo e tutti giù dal marocchino, pensa adesso. Tu hai ragionissimo, ma attento a dare la colpa al p2p.
          Io sono + incazzato di tutti voi contro le
          major...lo volete capire?
          PARLATE SENZA SAPERE, OGNI LAVORO DEVE AVERE
          UNA DIGNITA' ...COL PEER TO PEER SI AMMAZZA
          IL MERCATO, SI GIOCA SPORCO E AMMAZZATE LA
          CATEGORIA DEGLI OPERATORI AUDIO-VIDEO!Parliamo sapendo che chi ci governa è più ladro di tutti gli utenti connessi adesso al p2p e non sta facendo niente per migliorare le vendite, ma solo per peggiorare la qualità di vita degli utenti. Se il cd non lo compro adesso che ho il p2p perchè costa troppo, non lo comprerò nemmeno se mi dovessero togliere il p2p...è chiaro o no?
          • Anonimo scrive:
            Re: Patetici...
            I DVD li compro si ma quelli in offerta a ? 10 e arriverei massimo a ? 13 per una novità perchè è quello che valgono e di cd audio arriverei massimo a ? 8 ma al momento non se ne parla ... accendo la radio e ascolto le migliori .Sono dispiaciuto perchè non contribuisco al vostro guadagno ma purtroppo, siete troppo cari .
        • Anonimo scrive:
          Re: Patetici...
          - Scritto da: Anonimo
          Io frodo la gente? Ma tu hai la vaga idea di
          quanto costi un master da noleggio ? E quali
          siano le tariffe per noleggiare? Un cd ivato
          per venderlo mi costa 17?, al pubblico lo
          metto a 20...ma di questi tempi secondo te
          cosa sono 3 euro di guadagno dovendo
          sostenere un affitto e tutte le tasse??Prima
          di parlare collega il cervello...e mettiti
          nei panni di chi negli ultimi 10 anni con
          una famiglia a carico si sta vedendo con la
          merda fino al collo...io mi ricordo che nel 90-91 compravo CD a 10000-15000 lire; di chi è la colpa die prezzi aumentati a dismisura? dei pirati? allora i masterizzatori CD erano cose da fantascienza che costavano milioni...con chi te la dovresti prendere allora??? ringrazia la SIAE e company...
          Io sono + incazzato di tutti voi contro le
          major...lo volete capire?
          PARLATE SENZA SAPERE, OGNI LAVORO DEVE AVERE
          UNA DIGNITA' ...COL PEER TO PEER SI AMMAZZA
          IL MERCATO, SI GIOCA SPORCO E AMMAZZATE LA
          CATEGORIA DEGLI OPERATORI AUDIO-VIDEO!non si gioca sporco col P2P, SI DIFENDONO I PROPRI DIRITTI CHE LE MAJOR VORREBEBRO DISTRUGGERE!!! stai tranquillo che se un CD costasse 7-8 euro allora ne venderesti a dozzine e saresti tranquillo..
        • Anonimo scrive:
          Re: Patetici...
          riprendendo il discorso il p2p è anke un sitema di chat (mIRC ad esempio).cmq hai ragione ad essere inkazzato...
        • Anonimo scrive:
          Re: Patetici...
          - Scritto da: Anonimo
          Io frodo la gente? Ma tu hai la vaga idea di
          quanto costi un master da noleggio ? E quali
          siano le tariffe per noleggiare? Un cd ivato
          per venderlo mi costa 17?, al pubblico lo
          metto a 20...ma di questi tempi secondo te
          cosa sono 3 euro di guadagno dovendo
          sostenere un affitto e tutte le tasse??Prima
          di parlare collega il cervello...e mettiti
          nei panni di chi negli ultimi 10 anni con
          una famiglia a carico si sta vedendo con la
          merda fino al collo...
          Io sono + incazzato di tutti voi contro le
          major...lo volete capire?
          PARLATE SENZA SAPERE, OGNI LAVORO DEVE AVERE
          UNA DIGNITA' ...COL PEER TO PEER SI AMMAZZA
          IL MERCATO, SI GIOCA SPORCO E AMMAZZATE LA
          CATEGORIA DEGLI OPERATORI AUDIO-VIDEO!Ma per favore ! Ma dove compreresti a 17 per rivendere a 20 ?Commercianti che conosco si lamentano come te ma se poi uno ha accesso ai listini da rivenditore e vede i prezzi a cui possono comprare i prodotti c'è da rabbrividire all'ipocrisia ed alla bassezza morale di chi è solo capace di lamentarsi mentre si fa una barca di soldi ed oltretutto la verità è che la maggioranza dei commercianti italiani evade pure le tasse oltre che compra a prezzi bassi e raddoppia sui clienti come minimo ! Di gente onesta ce ne è sempre meno e l'aumento dovuto all' Euro non se lo è sognato nessuno ma non è l' Euro il vero problema ma la disonestà diffusa dei commercianti che hanno frodato perchè la vendita ed il guadagno è un conto il raddoppiare e triplicare i prezzi un altro !Ricarichi oltre il 50% andrebbero controllati accuratamente perchè non vedo cosa ci sia di diverso dall'usura quando si raddoppiano i prezzi, è una frode bella e buona sugli utenti.Il cervello scollegato ce l'hanno quelli come te che sanno solo lamentarsi e che in verità non rischiano un cavolo di loro, comunque vada si riempono la tasca di soldi senza mai rischiare di rimetterci, poi magari falliscono per altri motivi, per presunta furbizia e giochi sporchi che li mandano al fallimento, come Parmalt dimostra...e nel piccolo succede lo stesso con rare eccezioni.Se una copia d'affitto costa anche 100 Euro non è che passano molti giorni prima di averci guadagnato sopra ben oltre il doppio del prezzo pagato visto che anche il più piccolo negozio che affitta video o giochi ha svariate centinaia di clienti fissi ed occasionali e che i prezzi di affitto non sono di 10-20 centesimi... ma molto, molto più alti.. quindi tutto questo pianto per presunto mancato guadagno lascialo da parte che è meglio ! Non c'è nulla di peggio di chi guadagna tanto e si lamenta facendo il pianto e volendosi dimostrare oltretutto amico mentre ti frega ! Vuoi distinguerti ? Inizia col dimezzare i prezzi e ridurre i tuoi introiti non raddoppiando il prezzo di vendita ma ricaricando solo un 20%-25% sui prodotti e puntando sulla quantità, altrimenti continua a fare quello che oramai fanno tutti in Italia e continua a fare il tuo pianto del coccodrillo, pseudo-imprenditore !
          • Anonimo scrive:
            Re: Patetici...
            Bla bla bla.devo postarti una fattura ?...Tanto tu scarichi e vendi all'amico tuo di banco....che parlo a fare con te?
          • Anonimo scrive:
            Re: Patetici...

            Ma per favore ! Ma dove compreresti a 17 per
            rivendere a 20 ?Da qualsiasi fornitore...
            Commercianti che conosco si lamentano come
            te ma se poi uno ha accesso ai listini da
            rivenditore e vede i prezzi a cui possono
            comprare i prodotti c'è da
            rabbrividire all'ipocrisia ed alla bassezza
            morale di chi è solo capace di
            lamentarsi mentre si fa una barca di soldi
            ed oltretutto la verità è che
            la maggioranza dei commercianti italiani
            evade pure le tasse oltre che compra a
            prezzi bassi e raddoppia sui clienti come
            minimo !Raddoppio ? Tu sei malato...guarda che non siamo al mercato della frutta...devi pagare major,artista,Siae,supporto ma ti rendi conto di quello che dici ?
            Di gente onesta ce ne è
            sempre meno e l'aumento dovuto all' Euro non
            se lo è sognato nessuno ma non
            è l' Euro il vero problema ma la
            disonestà diffusa dei commercianti
            che hanno frodato perchè la vendita
            ed il guadagno è un conto il
            raddoppiare e triplicare i prezzi un altro !Guarda che qui non spendi 10 centesimi di farina per una pasta venduta al pubblico a 1 euro...sveglia ciccio!
            Ricarichi oltre il 50% andrebbero
            controllati accuratamente perchè non
            vedo cosa ci sia di diverso dall'usura
            quando si raddoppiano i prezzi, è una
            frode bella e buona sugli utenti.
            Il cervello scollegato ce l'hanno quelli
            come te che sanno solo lamentarsi e che in
            verità non rischiano un cavolo di
            loro, comunque vada si riempono la tasca di
            soldi senza mai rischiare di rimetterci, poi
            magari falliscono per altri motivi, per
            presunta furbizia e giochi sporchi che li
            mandano al fallimento, come Parmalt
            dimostra...e nel piccolo succede lo stesso
            con rare eccezioni.Vuoi la videoteca? Te la vendo...vediamo se ti fai na barca di soldi...o nn ti fai il culo quanto una barca per il minimo mensile...
            Se una copia d'affitto costa anche 100 Euro
            non è che passano molti giorni prima
            di averci guadagnato sopra ben oltre il
            doppio del prezzo pagato visto che anche il
            più piccolo negozio che affitta video
            o giochi ha svariate centinaia di clienti
            fissi ed occasionali e che i prezzi di
            affitto non sono di 10-20 centesimi... ma
            molto, molto più alti.. quindi tutto
            questo pianto per presunto mancato guadagno
            lascialo da parte che è meglio ! Idem...come sopra...
            Non c'è nulla di peggio di chi
            guadagna tanto e si lamenta facendo il
            pianto e volendosi dimostrare oltretutto
            amico mentre ti frega !
            Vuoi distinguerti ? Inizia col dimezzare i
            prezzi e ridurre i tuoi introiti non
            raddoppiando il prezzo di vendita ma
            ricaricando solo un 20%-25% sui prodotti e
            puntando sulla quantità, altrimenti
            continua a fare quello che oramai fanno
            tutti in Italia e continua a fare il tuo
            pianto del coccodrillo, pseudo-imprenditore
            !Io almeno faccio qualcosa di costruttivo e di serio e professionale...tu cosa fai davanti al pc tutto il giorno a spacciare film agli amici eh ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Patetici...
          - Scritto da: Anonimo
          Io frodo la gente? Ma tu hai la vaga idea di
          quanto costi un master da noleggio ? E quali
          siano le tariffe per noleggiare? Un cd ivato
          per venderlo mi costa 17?, al pubblico lo
          metto a 20...ma di questi tempi secondo te
          cosa sono 3 euro di guadagno dovendo
          sostenere un affitto e tutte le tasse??Prima
          di parlare collega il cervello...e mettiti
          nei panni di chi negli ultimi 10 anni con
          una famiglia a carico si sta vedendo con la
          merda fino al collo...
          Io sono + incazzato di tutti voi contro le
          major...lo volete capire?
          PARLATE SENZA SAPERE, OGNI LAVORO DEVE AVERE
          UNA DIGNITA' ...COL PEER TO PEER SI AMMAZZA
          IL MERCATO, SI GIOCA SPORCO E AMMAZZATE LA
          CATEGORIA DEGLI OPERATORI AUDIO-VIDEO!Tanto non compravo prima del p2p, non compravo durante il p2p, non comprerò dopo il p2p.Per me puoi chiudere bottega anche domani.
    • Anonimo scrive:
      Re: Patetici...
      - Scritto da: Anonimo Il
      problema è che vi fa comodo vedere un
      film enza muovere il culo da casa...e
      risparmiare...e magari vendendo anche
      qualche copia permettendosi qualke extra a
      fine mese eh ? Meditate gente, siete un
      popolo di pirati...spero fermamente che vi
      tolgano il giocattolo...
      il patetico sei tu..io ho votato Forza Italia e sono INCAZZATO A MORTE per essere così sonoramente preso per il culo...io scarico film lameno così non ho sprecato 7 euro al cinema per certi film che fanno schifo! io non li scarico per venderli ma per vedermeli in santa pace.Perchè dovrei pagare 30 euro anche per vecchissimi film su DVD? non lo sai che questa è TRUFFA? meglio che me li scarico e me li guardo una volta, poii lo cancello dal disco..ZAC!!! io ho alcuni film su DVD ma solo quelli epr cui secondo me ne vale la pena...e dì a Silvio che se è stato lui a convincere Urbani a non presentare la legge digli che è stato davvero intelligente perchè ha capito la estrema STRONZATA che un suo ministro stava facendo...
      • Anonimo scrive:
        Re: Patetici...
        piano con le accuse: io ho fastweb ma sai perchè ce l'ho perchè in fin dei conti mi costa come una normale adsl, se non di meno, non di certo per scaricare dai p2p! cosa sceglieresti tu, tra avere tanta banda o poca allo stesso prezzo? con questa banda posso anche permettermi cose come scaricare programmi shareware in brevissimo tempo, ma solo per questo mi chiami pirata??Sinceramente credo che la gente che scarica dai p2p lo faccia perchè ormai sono tutti costretti a tirare la cinghia, visto i rincari avvenuti con l'euro, che però il governo non vuole ammettere! perchè, credi i parlamentari abbiano problemi a pagare 7 euro di entrata al cinema per ogni componente della loro famiglia?? ti ricordo che per una famiglia media 7*8 fa 28 euro.....ti sembrano pochi?ovviamente non potrei mai approvare la vendita di queste opere......cavolo, guadagnare sul lavoro altrui no!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Patetici...
          - Scritto da: Anonimo
          piano con le accuse: io ho fastweb ma sai
          perchè ce l'ho perchè in fin
          dei conti mi costa come una normale adsl, se
          non di meno, non di certo per scaricare dai
          p2p! cosa sceglieresti tu, tra avere tanta
          banda o poca allo stesso prezzo? questa sì che è uan barzelletta..Fastweb costa poco? io ho internet senza limiti a 67 euro al mese e se prendi Tutto senza limiti sono 85 euro al mese..ergo, hai soldi da buttare via se non la usi per scaricare film o giochi...con questa
          banda posso anche permettermi cose come
          scaricare programmi shareware in brevissimo
          tempo, ma solo per questo mi chiami pirata??ma chi ti ha dato del pirata???io no di certo, semmai lo siamo tutti qua dei pirati e questo eprchè coi prezzi spaventosi di CD e DVD ci costringono a fare così...come ho detto prima è una presa per il culo ad esempio pagare 30 euro per il DVD di "L'armata brancaleone" o no??? se costasse 10 euro me lo sarei già comprato di sicuro...invece dato il rpezzo preferisco scaricarlo...
          Sinceramente credo che la gente che scarica
          dai p2p lo faccia perchè ormai sono
          tutti costretti a tirare la cinghia, visto i
          rincari avvenuti con l'euro, che però
          il governo non vuole ammettere!
          perchè, credi i parlamentari abbiano
          problemi a pagare 7 euro di entrata al
          cinema per ogni componente della loro
          famiglia?? ti ricordo che per una famiglia
          media 7*8 fa 28 euro.....ti sembrano pochi?e di nuovo: prima che ho detto io??? che piuttosto di pagare 7 euro per andare a vedere uno schifo di film me lo scarico e me lo vedo...con quei 7 euro preferisoc pagarci una pizza (anche se pure quella è aumentata paurosamente con l'euro)
          ovviamente non potrei mai approvare la
          vendita di queste opere......cavolo,
          guadagnare sul lavoro altrui no!!!se te per OPERA intendi pagare 30 euro epr il DVD di l'armata brancaleone allora non hai capito nulla e ti stanno facendo il lavaggio del cervello..
          • Anonimo scrive:
            Re: Patetici...
            - Scritto da: Anonimo

            questa sì che è uan
            barzelletta..Fastweb costa poco? io ho
            internet senza limiti a 67 euro al mese e se
            prendi Tutto senza limiti sono 85 euro al
            mese..ergo, hai soldi da buttare via se non
            la usi per scaricare film o giochi...
            io prima pagavo 43 euro al mese di adsl, più la bolletta normale...se permetti tra canone telecom (diviso in 2 perchè si pagava una volta ogni 2 mesi) e chiamate verso i telefoni fissi pagavo ben più di 40 euro al mese....
            ma chi ti ha dato del pirata???io no di
            certo, semmai lo siamo tutti qua dei pirati
            e questo eprchè coi prezzi spaventosi
            di CD e DVD ci costringono a fare
            così...come ho detto prima è
            una presa per il culo ad esempio pagare 30
            euro per il DVD di "L'armata brancaleone" o
            no??? se costasse 10 euro me lo sarei
            già comprato di sicuro...invece dato
            il rpezzo preferisco scaricarlo...su questo sono pienamente d'accordo! se i prezzi fossero civili tutti comprerebbero un'opera al posto di cercarla gratuitamente!! in ogni caso trovo sbagliato generalizzare con "chi mette fastweb a 10 o 1.2 mbit lo fa per scaricare materiale illegale"

            e di nuovo: prima che ho detto io??? che
            piuttosto di pagare 7 euro per andare a
            vedere uno schifo di film me lo scarico e me
            lo vedo...con quei 7 euro preferisoc pagarci
            una pizza (anche se pure quella è
            aumentata paurosamente con l'euro)anche qui ti devo dare ragione! infatti non capisco perchè la gente ci tenga così tanto: io non guardo la tv da almeno una settimana, e non vado al cinema da quando è uscito il signore degli anelli 3, forse perchè non sono assuefatto da questa cultura delle star!
            se te per OPERA intendi pagare 30 euro epr
            il DVD di l'armata brancaleone allora non
            hai capito nulla e ti stanno facendo il
            lavaggio del cervello..io intendevo coloro che vendono film scaricati da internet
          • Anonimo scrive:
            Re: Patetici...
            - Scritto da: Anonimo


            io prima pagavo 43 euro al mese di adsl,
            più la bolletta normale...se permetti
            tra canone telecom (diviso in 2
            perchè si pagava una volta ogni 2
            mesi) e chiamate verso i telefoni fissi
            pagavo ben più di 40 euro al mese....e ora quanto? in ogni caso trovo sbagliato
            generalizzare con "chi mette fastweb a 10 o
            1.2 mbit lo fa per scaricare materiale
            illegale"perchè uno in casa 10 Mbit li usa solo per scaricarsi la posta, per vedere il sito sulle abitudini sessuali delle formiche dell'amazzonia o al massimo per scaricare in 2 secondi l'ultima update di Windows XP? mica per scaricare un film in mezz'ora a 700/800 KB/sec, ci mancherebbe altro...
            io intendevo coloro che vendono film
            scaricati da internetsu quello sono pienamente d'accordo...quella è gente da sbattere subito in galera...
          • Anonimo scrive:
            Re: Patetici...

            e ora quanto?ora pago 85 euro al mese, ovvero meno di quanto pagavo con l'adsl!
            perchè uno in casa 10 Mbit li usa
            solo per scaricarsi la posta, per vedere il
            sito sulle abitudini sessuali delle formiche
            dell'amazzonia o al massimo per scaricare
            in 2 secondi l'ultima update di Windows XP?
            mica per scaricare un film in mezz'ora a
            700/800 KB/sec, ci mancherebbe altro...quello che tu fai dipende dalla tua onestà personale, se io spesso navigo, lavoro con internet e ho bisogno di una connessione attiva 24h al giorno e posso pagare 10mbit allo stesso prezzo di 640kbps......ben vengano!meglio abbondare che deficere!
    • Anonimo scrive:
      Re: Patetici...
      1) Il P2P non è solo un mezzo x scaricare film ma anke un mezzo di comunicazione e diffusione non solo di file ma anke di idee2) La qualit