655 milioni gli utenti internet

Questi i dati previsti per fine 2002 dalle Nazioni Unite, che segnalano una crescita del 30 per cento rispetto allo scorso anno. Tutti i dettagli


Roma – La rete cresce e cresce il suo utilizzo in tutto il mondo nonostante le acque tempestose in cui si agita la new economy e le nubi temporalesche che si addensano sull’economia mondiale. Lo afferma un rapporto dell’ UNCTAD (U.N. Conference on Trade and Development) in seno alle Nazioni Unite, un rapporto che prevede alla fine del 2002 che gli utenti internet nel mondo tocchino quota 655 milioni.

Stando all’ “E-Commerce and Development Report”, nonostante le turbolenze economiche nel 2002 il valore complessivo delle merci e dei servizi che vengono transatti sulla rete potrebbe toccare quota 2,3 miliardi di dollari, vale a dire il 50 per cento in più rispetto all’anno precedente. Con prospettive di crescita a 3,9 miliardi entro il 2003.

Il barometro dell’e-commerce sembra dunque segnare bel tempo se si considera che entro il 2006 si prevede che il 18 per cento di tutti gli acquisti effettuati tanto da singoli individui che dalle imprese avverrà proprio via Internet.

Il rapporto segnala anche ottime possibilità per il cosiddetto m-commerce, vale a dire il commercio legato ai device mobili, in primis i telefoni cellulari. Secondo UNCTAD, infatti, nel 2002 il fatturato complessivo dovrebbe arrivare a quota 50 milioni di dollari con ottime prospettive di crescita in tutto il mondo.

Ma lo studio si occupa anche del sistema dei domini e dell’importanza di agevolare lo sviluppo di attività internet soprattutto nei paesi in via di sviluppo, dove i numeri non sono ancora esaltanti.

Se infatti Giappone, Cina e Germania si contendono la palma della maggiore “densità” di accessi internet rispetto alla popolazione, in Africa i progressi sembrano decisamente lenti, sebbene i numeri stiano salendo. Se non si considerano Egitto, Marocco, Tunisia, Kenya e Sudafrica, un africano su 440 ha possibilità di accedere ad internet.

Migliore la situazione in India, dove gli accessi sono saliti del 27,3 per cento rispetto all’anno scorso (e riguardano ora 7 milioni di persone) e in America Latina, Brasile in testa, che ha fatto segnare percentuali di crescita comprese tra il 22 e il 60 per cento rispetto al 2001.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Il paradosso
    ...mi fa specie che questo ragazzo, prodotto di una sottocultura tecnologica, abbia attaccato proprio un suo diritto fondamentale: le elezioni per i rappresentanti scolastici. Se passano leggi antidemocratiche come quelle di Bush é grazie alla sottocultura che diseduca all'esercizio dei propri diritti, del voto, ad iniziare dalla scuola. Ragazzi come questo hanno perso la speranza di poter partecipare al cambiamento delle cose. L'unica risposta istintiva é il vandalismo.Vincent
    • Anonimo scrive:
      Re: Il paradosso
      - Scritto da: Anonimo
      ...mi fa specie che questo ragazzo, prodotto
      di una sottocultura tecnologica, abbia
      attaccato proprio un suo diritto
      fondamentale: le elezioni per i
      rappresentanti scolastici. Se passano leggi
      antidemocratiche come quelle di Bush é
      grazie alla sottocultura che diseduca
      all'esercizio dei propri diritti, del voto,
      ad iniziare dalla scuola. Ragazzi come
      questo hanno perso la speranza di poter
      partecipare al cambiamento delle cose.
      L'unica risposta istintiva é il vandalismo.

      VincentMa che, hai ingoiato Paolo Crepèt?
  • Anonimo scrive:
    Il paese delle libertà...
    Sì, si è così liberi da poter comprare un'arma come niente fosse, e con una bella nevrosi sparare si chi più ci sta sulle scatole in quel momento... e magari si riesce ad avere meno anni di galera di un ragazzino che si è infilato col suo pc dentro chissà quale banca dati...Siamo così alla frutta da pensare di far passare il cracking davanti (in gravità) allo stupro e all'omicidio?...Bel paese libero, sì... così libero che hanno eletto un presidente con una sentenza, invece che con la votazione....:(:(:(:(:(PS qui non è che si sta tanto meglio, eh?
    • Anonimo scrive:
      Re: Il paese delle libertà...
      mi piace questo antiamericanismo accanito che purtroppo hanno gli italiani, mi piace questo sparare a zero su un popolo che finora ha insegnato a vivere ed a far si che varie etnie riescano a coesistere.Sei mai stato in america?sai quali sono i reali problemi o ascolti due giornalisti che col loro modo di fare tipicamente sinistroide schifano quello che loro non riuscirebbero a fare in modo uguale o migliore???complimenti..cmq mi pare che in italia se provi a mettere su una radio ti fai anni di galera, o sbaglio???prima di parlare o scrivere...- Scritto da: Anonimo
      Sì, si è così liberi da poter comprare
      un'arma come niente fosse, e con una bella
      nevrosi sparare si chi più ci sta sulle
      scatole in quel momento... e magari si
      riesce ad avere meno anni di galera di un
      ragazzino che si è infilato col suo pc
      dentro chissà quale banca dati...
      Siamo così alla frutta da pensare di far
      passare il cracking davanti (in gravità)
      allo stupro e all'omicidio?...
      Bel paese libero, sì... così libero che
      hanno eletto un presidente con una sentenza,
      invece che con la votazione....
      :(:(:(:(:(
      PS qui non è che si sta tanto meglio, eh?
      • Anonimo scrive:
        Re: Il paese delle libertà...
        ANTIAMERICANISMO??Mi sembra che quelli che sparano a zero sul popolo, nn in senso figurato......siano proprio quelli che
        finora hanno insegnato a vivere ed a far si che
        varie etnie riescano a coesistere.ogni riferimento all'Irak e all'Afghanistan e' puramente casuale.....p.s. io in america ci sono stato diverse volte......- Scritto da: Anonimo
        mi piace questo antiamericanismo accanito
        che purtroppo hanno gli italiani, mi piace
        questo sparare a zero su un popolo che
        finora ha insegnato a vivere ed a far si che
        varie etnie riescano a coesistere.
        Sei mai stato in america?
        sai quali sono i reali problemi o ascolti
        due giornalisti che col loro modo di fare
        tipicamente sinistroide schifano quello che
        loro non riuscirebbero a fare in modo uguale
        o migliore???

        complimenti..

        cmq mi pare che in italia se provi a mettere
        su una radio ti fai anni di galera, o
        sbaglio???


        prima di parlare o scrivere...



        - Scritto da: Anonimo

        Sì, si è così liberi da poter comprare

        un'arma come niente fosse, e con una bella

        nevrosi sparare si chi più ci sta sulle

        scatole in quel momento... e magari si

        riesce ad avere meno anni di galera di un

        ragazzino che si è infilato col suo pc

        dentro chissà quale banca dati...

        Siamo così alla frutta da pensare di far

        passare il cracking davanti (in gravità)

        allo stupro e all'omicidio?...

        Bel paese libero, sì... così libero che

        hanno eletto un presidente con una
        sentenza,

        invece che con la votazione....

        :(:(:(:(:(

        PS qui non è che si sta tanto meglio, eh?
        • Anonimo scrive:
          Re: Il paese delle libertà...


          mi piace questo antiamericanismo accanito

          che purtroppo hanno gli italiani, mi piace

          questo sparare a zero su un popolo che

          finora ha insegnato a vivere ed a far si
          che

          varie etnie riescano a coesistere.Difatti hanno insegnato a neri, asiatici, italiani e ispanici come convivere coi WASP...da inferiori.Io personalmente credo di non aver imparato nulla dall'america, semmai dai miei genitori, amici ecc...ma non da loro, e poi xchè sempre sinistrorsi quando si critica l'america?TUTTI quelli di destra la portano su un piedistallo?
  • Anonimo scrive:
    Fanno bene gli americani
    Dovrebbero importare anche questo in Italia, oltre alle cretinate come McDonald's e la CocaCola.Un po' di sano repulisti in un mondo informatico che nel nome della liberta' sta scivolando nell'anarchia.Via, voi crackers, hackers o come preferite farvi chiamare: iniziate a fare le cose sul serio.E che, potete solo rompere senza che nessuno si prenda la briga di rompere voi?In GALERA, per SEMPRE.Michele Coppo
    • Anonimo scrive:
      Re: Fanno bene gli americani
      - Scritto da: Michele Coppo
      Dovrebbero importare anche questo in Italia,
      oltre alle cretinate come McDonald's e la
      CocaCola.
      Un po' di sano repulisti in un mondo
      informatico che nel nome della liberta' sta
      scivolando nell'anarchia.
      Via, voi crackers, hackers o come preferite
      farvi chiamare: iniziate a fare le cose sul
      serio.
      E che, potete solo rompere senza che nessuno
      si prenda la briga di rompere voi?
      In GALERA, per SEMPRE.Vedi c'è un piccolo particolare che sfugge evidentemente alle persone che parlano come te in modo reazionario. Il diritto italiano sancisce che la pena debba essere commensurata al danno, ragion per cui ne la galera e nemmeno multe milionarie dovrebbero essere date per reati informatici. E' come far pagare una multa da 3 milioni di euro ad uno che ruba una gallina.Cercate di mettervi in testa nel cervello invece che le multe che paghiamo non sono poi così giuste, chi possiede più denaro infatti dovrebbe pagare di più rispetto ad un povero, in quanto un povero che prende una multa di 100 euro per divieto di sosta per esempio, ha una penalizzazione maggiore di un ricco che prende la stessa ed identica multa da 100 euro. Non solo...il ricco continuerà a parcheggiare in divieto di sosta (poichè per lui la multa equivale a pagare il parcheggio).
      • Anonimo scrive:
        Re: Fanno bene gli americani

        Cercate di mettervi in testa nel cervello
        invece che le multe che paghiamo non sono
        poi così giuste, chi possiede più denaro
        infatti dovrebbe pagare di più rispetto ad
        un povero, in quanto un povero che prende
        una multa di 100 euro per divieto di sosta
        per esempio, ha una penalizzazione maggiore
        di un ricco che prende la stessa ed identica
        multa da 100 euro.
        continuerà a parcheggiare in divieto di
        sosta (poichè per lui la multa equivale a
        pagare il parcheggio). Condivido con te il fatto che ai miliardari una multa da 1000 euro fa un baffo, e non lo trovo giusto. Però questo non vuol dire che al cracker senza un soldo che fa danni per miliardi si dovrebbe dare una multa da 2 euro...Come altri partecipanti a questo forum, anche tu hai la tendenza di rispondere all'autore di un post rivolgendoti a tutta la categoria che egli rappresenterebbe, secondo te. Troverei più giusto che tu ti limitassi a giudicare solo le cose dette dalla singola persona, e nemmeno la persona stessa.Vorrei che tu mi dessi conferma di aver capito che l'ergastolo lo darebbero eventualmente non al cracker da due soldi per una bravata qualunque, ma solo a quello che mette in pericolo la sicurezza della gente (p.es. una spia che penetrasse i sistemi della NSA per vendere informazioni ai nemici USA, o un sabotatore che penetrasse sistemi anche non vitali (sanitari/energetici/trasporti/ecc.) che p.es. in una condizione di emergenza potrebbero non funzionare causando la morte di qualcuno).
        • Anonimo scrive:
          Re: Fanno bene gli americani
          Infatti in italia se non puoi pagare la multa vai dentro per un tot anni e mi pare giusto.Se il ragazzino brufoloso fa del carding per comparsi tonnellate di film porno (mai una volta che si senta di un cracker che coi soldi del carding fa donazioni a qualche ente benefico, sono proprio dei modelli di vita, questi anarchicofinoachemefacomodoemeguardoicazzimia, come molti su questi forum, daltronde) o del nuovo equipaggiamento, tonnellate di droga o che so io e viene beccato è giusto che restituisca i soldi. Siccome non li ha, si deve fare un tot anni di carcere (per vendetta? Si proprio per vendetta, dal'tronde io ho lavorato una vita per far fare la bella vita ad un coglione?) se poi sta dentro per 20 anni perché ha fatto danni per milioni di euro ma chissenfrega. Io sono dell'opinione che se uno fa un reato non esistono attenuanti, tanto meno per quelli informatici che non sono sicuramente fatti sotto stress mentale, ira o stordimento emozionale... Insomma ognuno è artefice del suo futuro sia nel bene che nel male.Cmq non capisco questa vostra voglia di giustificare i cracker. C'è un'infantilismo alla base? O semplicemente un'antimaericanismo dettato dall'indottrinamento che subite girnalmente, miei anarchico-rivoluzionari della domenica? Come al solito sempre a farsi belli quando le cose succedono agli altri e sempre pronti a vendere tutti vostri ideali per un buon posto e soldi a palate... Ne ho conosciuti parecchi come voi nelle mie frequentazioni ai centri sociali (quasi 15 anni ormai) se voi non esistesse non esisterebbero tanti stupidi movimenti pseudorivoluzionari nati dalla mente perversa di qualcuno che punta ad un arrivismo politico. Ma d'altronde i figli di papà che giocno a fare i poveri devono fare questa esperienza per una decina d'annetti prima di fare un "lavoro serio", e in quanto a chi si fa abbindolare... Beh, ve lo meritate. Siate pure di sinistra, sinistroidi o rivoluzionari, di destra, anarchico.fascisti quello che via pare, ma pensate colla vostra testa e smettetela di fare i paladini della libertà sui reati, che tanto si sa che se capita a voi la musica poi cambia...
          • Anonimo scrive:
            dal'tronde
            daltronded'altrondedal'trondeE scriverlo due volte uguale ? Magari anche nel modo giusto ?P.S. Però "dal'tronde" è bellissimo...come ti è venuto in mente ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Fanno bene gli americani
      eccerto ad un cracker gli dai l'ergastolo, e ad un assassino o a uno stupratore che gli fai?
  • Anonimo scrive:
    Complimenti al famosop...
    [CUT]
    ai cracker danno l'ergastolo e ai piloti della
    strage del cermis una medaglia.nessuno ha detto che danno l'ergastolo lo danno a *tutti* i cracker, ma eventualmente solo a *quelli* che mettono gravemente in pericolo delle persone. Chiaro?Vomiti rancore e dai in escandescenza con insulti solo perchè mi hai già inquadrato come traditore verme bla bla... a me piace dialogare civilmente, e ti dico che nei confronti degli USA ho anche tante cose da criticare, mica solo lodi.Questo però non mi autorizza a scatenarmi ferinamente contro chi non la pensa come me, è chiaro?Tratti così tutti quelli con cui non ti trovi d'accordo? A me in verità sembra di essere uno stupido solo perchè ho appena finito di ripondere con impegno ad un altro tuo post. Me lo sarei sinceramente risparmiato dopo la tua rispostaccia.Fiero di aver trattenuto fin qui la mia voglia di risponderti in un tono meno elegante, ti saluto augurandoti di svegliarti domani sereno e riposato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Complimenti al famosop...
      - Scritto da: Fractal
      [CUT]

      ai cracker danno l'ergastolo e ai piloti
      della

      strage del cermis una medaglia.

      nessuno ha detto che danno l'ergastolo lo
      danno a *tutti* i cracker, ma eventualmente
      solo a *quelli* che mettono gravemente in
      pericolo delle persone. Chiaro?ma sei scemo? come cazzo fa' un cracker a mettere in pericolo delle persone? il solo modo e' che dei sistemi da cui dipende la vita di qualcuno siano messi in rete, ma questa e' una cosa talmente assurda che neanche la prendo in considerazione, una persona che mettesse tali sistemi in rete oltre ad essere un pazzo criminale sarebbe complice e responsabile al pari del cracker

      Vomiti rancore e dai in escandescenza con
      insulti solo perchè mi hai già inquadrato
      come traditore verme bla bla... a me piace
      dialogare civilmente, e ti dico che nei
      confronti degli USA ho anche tante cose da
      criticare, mica solo lodi.
      Questo però non mi autorizza a scatenarmi
      ferinamente contro chi non la pensa come me,
      è chiaro?me ne sbatto, qui non si parla di software et similia, si parla di 50 di colonizazzione culturale e pesantissima ingerenza nella politica e in ogni aspetto sociale di una nazione; se sei con loro sei una merda punto e basta.
      Tratti così tutti quelli con cui non ti
      trovi d'accordo? A me in verità sembra dino solo i dementi come te
      • Anonimo scrive:
        Re: Complimenti al famosop...
        - Scritto da: FasmosoPorcoDi3Lettere....
        et similia, si parla di 50 di colonizazzione...50 anni
        • Anonimo scrive:
          Re: Complimenti al famosop...
          - Scritto da: FamosoPorcoDi3Lettere


          - Scritto da: FasmosoPorcoDi3Lettere
          ....

          et similia, si parla di 50 di
          colonizazzione
          ...

          50 annila "colonizazzione" culturale USA halasciato il segno?
      • Anonimo scrive:
        Re: Complimenti al famosop...

        me ne sbatto, qui non si parla di software et
        similia, si parla di 50 di colonizazzione
        culturale e pesantissima ingerenza nella
        politica e in ogni aspetto sociale di una...ecco da bravo, vai a postare su un forum di politica allora...
        • Anonimo scrive:
          Re: Complimenti al famosop...
          e tu vai a fartelo mettere nel culo dall'america traditore, appena ti si sono fatti mi raccomando sputati in faccia da solo.
  • Anonimo scrive:
    Come sempre: troppo sicuri!!
    Questa come altre, non proteggono gli USA dal terrorismo. Basta una nave carica di petrolio fatta affondare vicino alle coste, o uno o due cecchini insospettabili che per settimane tengono la polizia di uno o due stati in allarme rosso (con costi vertiginosi).Idem questa dell'ergastolo ai cracker.Il pericolo e', per contro, di creare qualche disperato che non ha piu' nulla da perdere e che per vendetta fa la ca**ata piu lunga delle mutande.Se mia moglie venisse ergastolata per una ca**ata simile, sfornerei (se fossi hacker) un worm con un payload mortale, come quelli che giravano agli inizi. Un bel FORMAT C: e "muori Sansone con tutti i filistei".Se continueranno a reprimere a questo modo le liberta' individuali succedera' che qualcuno poi si esaspera, e allora non ci sara' echelon che tenga.(tanto se voglio viaggio criptato con algo proprietario e dimmi cosa capiscono quegli spioni degli USA)Ma mi faccino il piacere.
    • Anonimo scrive:
      Re: Come sempre: troppo sicuri!!
      Insomma, il tuo è una specie di ricatto del tipo: o lasciate libera mia moglie di mettere in pericolo persone/computer con le sue bravate informatiche, oppure chiamate in causa anche me ( e la mia famiglia, e tutti i miei parenti, e tutti i boss che conosco) ?Non ti riesce più facile immaginare che se tua moglie si sta buona evita un bel po' di guai a tutti?
    • Anonimo scrive:
      Re: Come sempre: troppo sicuri!!
      Fammi capire per te la libertà individuale passa nel poter far danni ad altre persone e passarla liscia?Non ho parole. Se un cracker causa milioni di dollari di danni (o semplicemente ti prosciuga il conto in banca o che ne so ti manda un worm che ti formatta l'HD e ti cancella la tesi di laurea o un progetto lavorativo a cui stavi lavorando da anni) e non può risarcirteli è giusto che si faccia un tot anni di galera, come succede per tutti gli altri reati che causano danni economici.Cmq se fossi in te io non parlerei di libertà... Anzi se fossi in te starei attento a non incontrarmi di notte in un vicolo buio altrimenti potrei avere la liberta individuale di prenderti a botte e poi mi proclamo un paladino della giustizia e dell'anti-repressione.
  • Anonimo scrive:
    Noi Italiani
    invece daremo un premio ai cracker. Tanto per far vedere che siamo autonomi dagli USA.
    • Anonimo scrive:
      Re: Noi Italiani
      testa di cazzo non si sta' dicendo di non punire i crimini informatici ma di commisurare la pena al reato, e' una cosa che fanno tutte le legislature civili, l'america ha dato per l'ennesima volta prova di incivilta' (i poveri dementi nemmeno capiscono che un sistema come il loro non funziona, hanno un tasso di criminalita' altissimo e le prigioni piene di gente che non sanno piu' dove metterla nonostante pena di morte, e pene severissime)
    • Anonimo scrive:
      Re: Noi Italiani
      oppure diremo che se gli Americani avranno subito gravi danni a perchè un cracker ha sabotato un loro sistema MS, allora se lo meritavano perchè non usavano Linux...
    • Anonimo scrive:
      Re: Noi italiani
      - Scritto da: Alberto
      invece daremo un premio ai cracker. Tanto
      per far vedere che siamo autonomi dagli USA.putroppo mi sa che daremo due ergastoli invece di uno, per far vedere che stiamo scodinzolando al fianco dell'amico americano
  • Anonimo scrive:
    Se...
    ...il cracker non andasse anche a toccare i loro interessi economici non lo cagherebbero neanche di striscio.Che paese del c@zz0 stà diventando l'America.Speriamo non ci trascini nella merda con loro, x questo confido in un unione europea più autosufficiente su tutti i fronti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Se...
      - Scritto da: Viger
      ...il cracker non andasse anche a toccare i
      loro interessi economici non lo cagherebbero
      neanche di striscio.Si, è vero. E anche i ladri non li toccherebbero se non provocassero danni all'economia dei derubati. E probabilmente non toccherebbero nemmeno gli assassini se questi non toccassero la vita di altre persone....
      • Anonimo scrive:
        Re: Se...
        Non hai capito. Ci sono due fronti: uno è quello di dare l'immagine del paese che si cura e protegge il suo popolo e l'altro è proteggere di fatto solo gli interessi dei ricchi. I cracker vengono puniti perché toccano gli interessi delle multinazionali, mentre gli assassini vengono puniti sopratutto per soddistfare il desiderio di vendetta della plebe e quindi per guadagnare voti. Ma non si tratta di giustizia, perché i condannati sono tutti poveri e il 70% di essi ha ucciso un bianco benestante. Il sistema sanitario privato uccide molto di più degli assassini, ma è elogiato invece che condannato. Ora col pretesto del terrorismo riescono a fare e non fare qualsiasi cosa. Ma tu hai mai sentito di qualcuno che è stato ucciso tramite il computer ??? Io vedo che il mondo si sta trasformando in una grande dittatura sotto il dominio dell'impero USA, popolo americano compreso.
        • Anonimo scrive:
          Re: Se...

          Ma tu hai mai sentito di qualcuno che è stato
          ucciso tramite il computer ???Forse che non viviamo in un mondo in cui i computer non controllano sistemi vitali?Ti rendi conto della bestialità che hai detto?Se faccio scontrare due treni perchè riesco a sabotare il computerone della Railways PincoPall, provoco la morte di centinaia di persone e merito l'ergastolo. Vorrei vedere cosa farebbero tutti i giustificazionisti che frequentano questo forum se si trovare su quei due treni...
          • Anonimo scrive:
            Re: Se...
            Pronto?? Ma hai letto ? Se a causa DIRETTA del cracker muore qualcuno allora è omicidio, ma la legge dice che l'ergastolo lo becca se l'azione mette in pericolo le vite. Quel "mette in pericolo" è ampiamente interpretabile. E poi tra ucciedere e mettere in pericolo c'è differenza.
          • Anonimo scrive:
            Re: Se...
            Sono on-line, ho letto e aggiungo un esempio: entro nel sistema informatico della Superstar Bank e trovo un buco nel sistema antincendio. Per dimostrare che io sono bravo e loro sono degli sprovveduti (non usavano Linux!) disattivo l'impianto antincendio. Due ore dopo, scoppia un incendio, muoiono 500 persone.Andrò in galera? E' ovvio che io non volevo uccidere 500 persone. Sono un bravo ragazzo (magari di 30 anni), solo che mi piace giocare coi computer! E' assurdo che mi diano l'ergastolo, vero?
            Io vedo che il mondo si sta trasformando in una
            grande dittatura sotto il dominio dell'impero
            USA, popolo americano compreso.Io vedo che se c'è stata molta libertà sino ad oggi, è stato anche grazie agli USA, e che se qualcuno non l'apprezza o ne abusa, è giusto che gli USA si difendano.
          • Anonimo scrive:
            Re: Se...
            Tratto da "Vola Condor, vola" di Raoul Chiesa...Kevin Mitnick è la punta di un iceberg, a mio parere. E' diventato il capro espiatorio. Gli Usa, le multinazionali, le aziende d'informatiche, vogliono una vittima. Un caso esemplare. Una condanna altrettanto esemplare. Vogliono un esempio, un precedente. Negli Stati Uniti la detenzione media per omicidio colposo è di 3 anni: Kevin è dentro da 4 (questo è stato scritto nel 1999); non ha ancora avuto un processo; il numero dei capi d'imputazione assegnatigli farebbe impallidire Al Capone; è stato messo in isolamento per otto mesi; ci sono migliaia di persone al mondo che lottano per i suoi ideali, ma lui non lo sa; gli è stata rifiutata ogni richiesta di libertà su cauzione; gli furono sequestrati computer, modem, persino la radio: avrebbe potuto modificarla per comunicare con l'esterno, dissero. Se un cracker mette in pericolo delle vite umane è giusto che paghi per le conseguenze delle sue azioni, ma sembra proprio (se tu vuoi negarlo problemi tuoi) che l'accanimento contro i crimini informatici serva sempre di più per proteggere gli interessi economici dell'america e non la salute degli americani.A buon intenditore...
          • Anonimo scrive:
            Re: Se...

            "Vola Condor, vola" di Raoul ChiesaHo letto molto sull'argomento hacking ecc. e mi sembra interessante lo sforzo che molti autori/editori fanno oggi per vendere libri, proponendo tesi affascinanti (se le accetti supinamente sono problemi tuoi). Personalmente penso che Mitnick se la stia cavando con una pena clemente rispetto ai reati che ha commesso.P.S.Questi puzzoni di americani hanno già falsificato il video di un allunaggio, e nascosto all'umanità numerosi contatti extra-terrestri: ti capisco se pensi che ci sia una cospirazione contro Mitnick.
          • Anonimo scrive:
            Re: Se...
            - Scritto da: Fractal

            "Vola Condor, vola" di Raoul Chiesa

            Ho letto molto sull'argomento hacking ecc. e
            mi sembra interessante lo sforzo che molti
            autori/editori fanno oggi per vendere libri,
            proponendo tesi affascinanti (se le accetti
            supinamente sono problemi tuoi).Supino non mi ci metto mai, sono uno che preferisce spezzarsi che piegarsi.Sullo "sforzo" come lo chiami tu di cavalcare la moda dell'argomento hacker sono della stessa opinione, basta andare in libreria e guardarsi in torno per notare il proliferarsi di testi sull'argomento.
            Personalmente penso che Mitnick se la stia
            cavando con una pena clemente rispetto ai
            reati che ha commesso.Sono quasi sicuro che per reati di pedofilia si siano date condanne più miti in America rispetto ai quasi 8 anni di carcere che si è beccato Mitnick.Vogliamo paragonare la gravità dei due crimini, spero proprio di no.
            P.S.

            Questi puzzoni di americani hanno già
            falsificato il video di un allunaggio, e
            nascosto all'umanità numerosi contatti
            extra-terrestri: ti capisco se pensi che ci
            sia una cospirazione contro Mitnick.Se proprio non riesci a notare come gli americani diano sempre più importanza al fattore economico anche in fatto di giustiza, allora pecchi di imparzialità nel giudicarli.Sempre da "Vola Condor, vola"...Oggi, nel 1999, ad alcuni anni di distanza, quello stesso giudice dovrà decidere se le richieste di risarcimento - presentate da multinazionali informatiche e pari ad un totale di ben ottanta milioni di dollari (sì, avete letto bene: hanno chiesto 80.000.000 US$ di danni al Signor Kevin David Mitnick) - dovranno essere soddisfatte o meno. Buona fortuna, giudice Mariana. Le aziende che hanno richiesto il risarcimento sono la Motorola, la Fujitsu, la Nokia, La Sun Microsystems, la Novell, la Nec. Il solo utile netto della Motorola nel 1995 è stato di 22.247.000.000 di dollari. Con che coraggio queste aziende chiedono ottanta milioni di dollari ad un carcerato sotto processo, il quale non ha fatto altro che copiare delle informazioni per propria cultura personale, senza rivenderle, modificarle o distruggerle?La vera domanda è a chi fà paura la libertà delle informazioni?A me no, e a te?
          • Anonimo scrive:
            Re: Se...
            Hai voglia a fare insinuazioni, in fatto di libertà tu sei un privilegiato come lo sono io. Perchè non noti anche gli esempi di limitazione dei diritti umani e della libertà, volgendo a oriente il tuo sguardo lungimirante?Evidentemente mi hai già etichettato come paladino degli USA, forse perchè un giudizio meno frettoloso richiederebbe un po' di elasticità mentale, e tu, come hai detto, sei uno che non si piega, ma preferisce arrivare al punto di rottura.En passant, a me sembra ridicola anche la pena inflitta ai pedofili, mica solo quella assegnata a gravi azioni di cracking e cyberterrorismo. Ma che razza di risposta ti aspettavi, scusa, un condono per questi ultimi?Mitnick non ha violato sistemi solo per spiare (ovvero romanticamente "per difendere il suo diritto di accedere alle informazioni", come usano dire certi sedicenti-sedicenni hacker), ma ha anche operato dei furti belli e buoni. Hai riportato un'informazione non corretta.Quante vite ci salvi con 80M$? Io con quei soldi aiuterei i bimbi che muoiono di fame nel mondo. E li chiederei proprio a Mitnick, se li avesse. Che l'uccellaccio con le sue prodezze abbia mai pensato di aiutare loro?
          • Anonimo scrive:
            Re: Se...
            - Scritto da: Fractal
            Perchè non noti anche gli esempi di
            limitazione dei diritti umani e della
            libertà, volgendo a oriente il tuo sguardo
            lungimirante?Vuoi dire che se esiste qualcosa di peggio allora ci si deve ritenere fortunati ed evitare accuratamente di cercare strade sempre migliori?So di essere fortunato ad essere nato in Italia me vedo questa fortuna scivolarmi via dalle mani ogni giorno di più.
            Evidentemente mi hai già etichettato come
            paladino degli USA...Si devo ammeterlo dalle risposte ti avevo scambiato per un simpatizzante USA, pronto a difenderli qualsiasi cosa facciano, dopo tutto ce ne sono parecchi in giro, sopratutto dopo l'11 settembre.
            En passant, a me sembra ridicola anche la
            pena inflitta ai pedofili, mica solo quella
            assegnata a gravi azioni di cracking e
            cyberterrorismo. Ma che razza di risposta ti
            aspettavi, scusa, un condono per questi
            ultimi?Io non voglio assolutamente che un crimine eseguito attraverso l'utilizzo di tecniche informatiche venga considerato meno grave che se realizzato in altro modo, ma come ho espresso nel mio primo post:"se il cracker non andasse anche a toccare i loro interessi ECONOMICI non lo cagherebbero neanche di striscio."L'inasprimento sempre più delle pene per reati informatici è da ricondurre (IHMO) all'importanza che la tecnologia ha nell'economia dell'America e del mondo, non certo per proteggere la vita dei cittadini, se gli stesse a cuore quella non credi che si darebbero una mossa per evitare che pure i mocciosi si gingillino con armi di tutti i tipi.Se una nazione comincia a considerare necessari i metal-detector alle entrate delle scuole invece che prendere altri provvedimenti per me è da compatire e basta.
            Mitnick non ha violato sistemi solo per
            spiare (ovvero romanticamente "per difendere
            il suo diritto di accedere alle
            informazioni", come usano dire certi
            sedicenti-sedicenni hacker), ma ha anche
            operato dei furti belli e buoni. Hai
            riportato un'informazione non corretta.Indicami dove prendere informazioni più imparziali allora, grazie.
            Quante vite ci salvi con 80M$? Io con quei
            soldi aiuterei i bimbi che muoiono di fame
            nel mondo. E li chiederei proprio a Mitnick,
            se li avesse. Che l'uccellaccio con le sue
            prodezze abbia mai pensato di aiutare loro?Sicuramente non ha mai pensato di dannegiarli per proprio tornaconto economico, altrettanto non andrei a pensare delle grandi multinazionali e dei loro sempre più importanti e prioritari interessi economici, prioritati su tutto o Tyco, Worldcom, Enron non ci hanno insegnato niente?Ripeto benessere e benessere economico non sono la stessa cosa come invece credono e vogliono far credere gli americani.
          • Anonimo scrive:
            Re: Se...
            - Scritto da: Fractal

            "Vola Condor, vola" di Raoul Chiesa

            Ho letto molto sull'argomento hacking ecc. certo certo peccato che nemmeno conosci la differenza tra hacking e cracking, sei solo un ignorante (oppure una merda d'uomo in malafede) mi fai pena
          • Anonimo scrive:
            Re: Se...
            Credi di essere l'unico a conoscere la differenza tra hacking e cracking e di saper 'fiutare' subito chi non la conosce? Hai proprio fatto un buco nell'acqua con me. Mi occupo di sicurezza da un pezzo e sono l'ultima persona con cui ti verrebbe in mente di fare il sottile, sia che il tuo cappello sia bianco o nero. Conosco tutte le sottocategorie di hackers/crackers/lamers/ecc. che la subcultura informatica ha prodotto negli ultimi 20 anni e ho voluto riassumerle in "hackers ecc.". Se non ti piace, vai in pace.
          • Anonimo scrive:
            Re: Se...
            certo certo sei un esperto di sicurezza come no, intanto pero' vatti a dare una ripassata al jargon ignorante
          • Anonimo scrive:
            Re: Se...
            - Scritto da: FamosoPorcoDi3Lettere sei solo
            un ignorante (oppure una merda d'uomo in
            malafede) mi fai penaTu invece sei una persona colta vero? Lo si capisce dal nick che ti sei scelto, oltre che da ciò che scrivi. Hai idea di quanta gente provi pena per te?
          • Anonimo scrive:
            Re: Se...
            non so', pero' so quanta gente si sbatta tua madre (e non e' poca :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Se...
            - Scritto da: Fractal
            Io vedo che se c'è stata molta libertà sino
            ad oggi, è stato anche grazie agli USA, e
            che se qualcuno non l'apprezza o ne abusa, è
            giusto che gli USA si difendano.ma vaffanculo traditore di merda, siamo schiavi dell'america da 50 anni e tu parli di liberta'? o sei un cerebroleso o sei un verme traditore in malafede, ai cracker danno l'ergastolo e ai piloti della strage del cermis una medaglia.
          • Anonimo scrive:
            Re: Se...
            e il sistema antincendio della superstar bank è controllabile via internet? bhe l'ergastolo lo meritano loro a 'sto punto :|
          • Anonimo scrive:
            Re: Se...
            - Scritto da: Fractal

            Ma tu hai mai sentito di qualcuno che è
            stato

            ucciso tramite il computer ???

            Forse che non viviamo in un mondo in cui i
            computer non controllano sistemi vitali?
            Ti rendi conto della bestialità che hai
            detto?esiste una persona cosi' pazza da mettere tali sistemi in rete??? se esiste la prima da carcerare e' quella persona.
          • Anonimo scrive:
            Re: Se...
            Ogni volta che leggo un tuo post, non posso fare a meno di pensare che col tuo nick sei volgare e offensivo, ed è con riluttanza che ti rispondo...E' da molto tempo che, lurkando, da molti tuoi post mi è parso che tu abbia un singolare modo di intendere la sicurezza e la responsabilità di chi vi è preposto, per lo meno in ambito informatico.Per te, chi per ignoranza o negligenza lascia un vistoso 'buco' in un sistema, merita di subire danni oltre che insulti e sberleffi vari. Il problema si concentra tutto nel valutare quanto vistoso sia il suddetto buco e quanto tu sia un bersaglio privilegiato. E a priori. (A posteriori lo sa fare anche il mio cane).Esempio 1:se domani tu venissi investito da un'automobile (gratta pure, prego) potrebbe essere che:1) sia stato un incidente. Capita. Pazienza. Verranno accertate le responsabilità (tue, del conducente, della P.A., dell'ANAS, del costruttore del veicolo, ecc.)2) il tizio alla guida ti sia venuto addosso di proposito (per difendere il suo diritto alla conoscenza della tua consistenza fisica, o perchè pazzo o tuo acerrimo nemico, o perchè la sua fede glielo impone). A proposito, quanti nemici hai? Nessuno? Vabbè, diciamo che io sono un tuo nemico allora.Nel caso 2) io ti darei dello sprovveduto perchè non avresti saputo considerare un "attacco" di autovettura sulla tua porta preferita. Avresti dovuto evitare di uscire di casa oppure utilizzare il sistema sicuro "carrarmato" per spostarti fuori di essa.Esempio 2:Lo stesso ragionamento paranoico lo puoi fare ogni volta che prendi l'aeroplano. L'aereo è un sistema vitale, perchè ti tiene sospeso in aria, e ne può andare di mezzo la tua vita. Perchè allora non sali sull'aereo indossando paracadute, maschera antigas e tuta d'amianto? Sei forse uno sprovveduto e meriti che il destino ne approfitti, magari aiutato da qualcuno?Citazione dalle storie di J.Wolf"J.Wolf la pensava come te. Dopo aver subito un furto nel suo appartamento, si suicidò gettandosi dalla finestra. Non sarebbe successo se fosse vissuto in un bunker." (E non perchè non ci sarebbero state le finestre!)
          • Anonimo scrive:
            Re: Se...
            - Scritto da: Fractal
            Ogni volta che leggo un tuo post, non posso
            fare a meno di pensare che col tuo nick sei
            volgare e offensivo, ed è con riluttanza che
            ti rispondo...1) il mio nick e' il nome di una canzone2) non sono comunque cazzi tuoi3) non ti obbligo io a leggere i miei post ne' tantomeno a rispondermi

            E' da molto tempo che, lurkando, da molti
            tuoi post mi è parso che tu abbia un
            singolare modo di intendere la sicurezza e
            la responsabilità di chi vi è preposto, per
            lo meno in ambito informatico.ti "e' parso"? che figo ora ho anche chi si fa' interprete del mio pensiero, ma vai a fare in culo idiota.
          • Anonimo scrive:
            Re: Se...

            che figo ora ho anche chi si fa' interprete
            del mio pensiero, ma vai a fare in culo idiota.Rassegnati, ci sarà sempre chi cercherà di interpretare il tuo pensiero. Oppure pensi che gli altri ti debbano capire telepaticamente e infallibilmente?Il tuo nick può essere anche il titolo di una favola per bambini, ma io lo trovo offensivo, e evidentemente non sono l'unico. Siccome pensi di essere nel giusto e che siano 'fatti tuoi', non aggiungo altro, solo di andare in pace. Idem, se non ti piace il modo in cui mi esprimo, vai in pace.Se tutti 'dialogassero' come fai tu, ci sarebbero centinaia di guerre per il mondo, non esisterebbe il concetto di diplomazia e forse "sicurezza" vorrebbe dire non essere ammazzati da uno che non la pensa come me appena metto piede fuori di casa.
          • Anonimo scrive:
            Re: Se...
            certo certo ora pero' vai a fartelo mettere nel culo dai tuoi amici americani traditore
  • Anonimo scrive:
    Figli di p...
    #ç@¤¤++è+ americani bas**#òpA Bush l'ergastolo per crimini di guerra no, ai cracker si?E in Italia che ancora diamo al più tre anni per abuso su minore? A quando l'ergastolo per i portscan?
    • Anonimo scrive:
      Re: Figli di p...
      in italia è possibile uccidere 2 bambini travolgendoli con un bmw, scappare, essere ripresi dopo qualche giorno, venire processati dopo qualche anno, beccarsi 6 mesi con la condizionale, un anno di sospensione della patente, e liberi come prima.io non sono d'accordo a mandare in galera i bravi ragazzi che crackano i sistemi, ma quelli che guidano i bmw sì.
      • Anonimo scrive:
        Re: Figli di p...

        io non sono d'accordo a mandare in galera i
        bravi ragazzi che crackano i sistemi, ma quelli
        che guidano i bmw sì.perchè chiami "bravi" i ragazzi (e gli adulti?) che craccano i sistemi?Hai qualcosa contro quelli che guidano BMW oppure contro il marchio stesso? E se a mettere sotto i due bambini fosse un operaio a bordo di una FIAT Panda coi freni mosci? C'è qualcosa che non mi torna nel tuo discorso. Eppure BMW non è americana.... (vuoi vedere che non usano Linux?)
  • Anonimo scrive:
    MA DAI LAMERS!
    si e invece se uccidi i tuoi con un centinaio di coltellate sei fuori in un paio d'anni.... ma mandate a lavorare sta sagra di stronzi !
Chiudi i commenti