A Parma i giovani scelgono con l'e-vote

Nuovo esperimento di democrazia elettronica della Provincia di Parma che grazie alle nuove tecnologie coinvolge i giovani in alcune scelte pubbliche

Parma – Potrà essere facilmente adattato ed utilizzato da altre istituzioni locali il sistema di voto elettronico messo a punto dalla Provincia di Parma per stimolare la partecipazione dei cittadini, in particolare dei giovani, alle decisioni di interesse pubblico. Un progetto che non è unico nel suo genere ma che delinea, dicono i promotori, quanto si può già fare in tema di e-democracy , con la speranza di arrivare a decisioni condivise e consapevoli da un numero più elevato di persone.

Il voto ha un valore consultivo e in questo caso i giovani di Collecchio, Colorno e Fidenza sono coinvolti dalla Provincia di Parma per esprimersi il 18 e 19 ottobre sui destini di uno skate Park, di una Sala multifunzionale e di un “Forum giovani”.

Secondo i promotori dell’iniziativa, la procedura e le tecnologie scelte garantiscono unicità e segretezza del voto . “Il principale problema delle votazioni on line indette da enti locali – spiega una nota – è quello di raccogliere in modo certo e segreto il parere dei cittadini su argomenti importanti della vita amministrativa, senza raggiungere il grado di complicazione che è attualmente richiesto in Italia per il voto elettronico attraverso l’uso della firma digitale dell’avente diritto al voto”.

La soluzione prevede “il controllo sul computer attraverso l’assegnazione di un IP statico o la creazione di VPN , oltre all’identificazione del votante tramite username e password. Naturalmente, per garantire la segretezza del voto, si procede al disaccoppiamento del voto dal votante attraverso un sistema dedicato”.

Il progetto, che rientra nell’iniziativa “Pa.ì.S. ? Partecipa il Sociale”, una sperimentazione di un anno di sistemi di e-democracy a cui partecipa il CNIPA e il ministero all’Innovazione nella Pubblica Amministrazione, prevede la gestione online di tutte le operazioni . All’interno del sito dedicato sono previste pagine web con i quesiti di voto e l’accesso alla votazione.

In questo modo il voto è delocalizzato ma può essere effettuato solo da postazioni abilitate, ossia presidiate a garanzia che il votante si trovi da solo e non sia influenzato nella propria scelta da altri. L’ordine dell’identificazione dei votanti è disgiunto dall’ordine dei voti, in modo da evitare che sia associato ad un nome la preferenza espressa, il tutto con un sistema crittografico che presidia cifratura e decifrazione dei voti. “Ad ogni voto espresso – spiega la nota – la password dell’avente diritto verrà inibita per non permettere un secondo voto; al termine del processo di votazione il notaio attiverà con la sua chiave privata il decrittaggio e il conteggio dei voti”.

“È un passo concreto e importante verso la democrazia partecipativa – ha dichiarato ieri, alla presentazione del sistema, l’assessore alle Politiche sociali della Provincia, Tiziana Mozzoni – che coinvolge direttamente i giovani nelle decisioni delle amministrazioni pubbliche. Ci sembra un utilizzo efficace delle nuove tecnologie; il sistema messo a punto per queste votazioni, grazie anche alla facilità d’uso ed alla flessibilità, potrà infatti essere utilizzato da altre realtà territoriali per favorire la partecipazione attiva dei cittadini”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ECCO IL WEB 2.0
    Blog;Social Network;iPod;Capelli rasta;camicia fuori dai pantaloni ed occhiali dal bordo nero ("togliatti style");canna sulla mano sx e copia del manifesto/unità/repubblica sulla dx;OS Piumato inside !!! (OSX o qualsiasi distro piumata)no grazie(win)(win)
    • Anonimo scrive:
      Re: ECCO IL WEB 2.0

      no grazie

      (win)(win)
      hai ragione meglio uno schifoso monopolio che da4 anni a questa parte (da Explorer 4 ad oggi) ha bloccatodi fatto che il web si sviluppasse ulteriorementenon chiedo molto mi sarebbe piaciuto poter disporre di PGN, JPG200, OpenGL, CSS2, W3C senza dover impazzire tra plugin e incopatibilità made in M$...bei ricordi quando ogni anno ad ogni nuova majorrelease di Netscape il web rivoluzionava se stesso...
  • Anonimo scrive:
    Windows user migra davvero
    Sono un Windows user (pagante) sin dalla versione 3.0, ma piuttosto in disaccordo con alcune delle scelte di Microsoft, dopo un annetto di rinvii ho deciso di migrare a Linux. Troverei comunque ridicolo che qui partissero le solite trollate, dato che al lavoro continuerò con Win (e la sua sostituzione non si pone nemmeno).Parto con una migrazione soft, installando (o cercando di installare) Debian su un vecchio portatile (Celeron 2800, 512M RAM, 40G HD), so che m'inca**erò, tipo per il driver del winmodem, ma partiamo..intento vorrei fare alcune domande:1) Su una macchina del genere conviene che installi l'ultima release? o è meglio la penultima?2) Quali sono i siti di riferimento migliori della comunità Debian?3) C'è qualche differenza sostanziale che un programmatore (hobbistico) C e assembly si trova ad affrontare usando compilatori in Linux?4) Le partizioni NTFS vengono riconosciute automaticamente? e con quale affidabilità?5) Pur scegliendo Linux per motivi 'ideologici', e considerando estremamente belli ed eleganti i concetti di codice aperto e evoluzione caotica (non tanto il kernel, sarebbe stato meglio HURD, ma vabbé..), bisogna ammettere che Linux esteticamente è piuttosto bruttino. Certo su kde-look.org o linucs.org ci sono begli esempi, ma nell'insieme lasciano sempre un'impressione di non coeso e non curato, insomma niente al livello di Vista o MacOS X..o no? C'è qualcuno che voglia postare qualche immagine?Ringrazio in anticipoVi leggerò domani sera col pinguino (spero!)
    • Anonimo scrive:
      Re: Windows user migra davvero


      5) Pur scegliendo Linux per motivi 'ideologici',

      e considerando estremamente belli ed eleganti i

      concetti di codice aperto e evoluzione caotica

      (non tanto il kernel, sarebbe stato meglio HURD,

      ma vabbé..), bisogna ammettere che Linux

      esteticamente è piuttosto bruttino. Certo su

      kde-look.org o linucs.org ci sono begli esempi,

      ma nell'insieme lasciano sempre un'impressione
      di

      non coeso e non curato, insomma niente al
      livello

      di Vista o MacOS X..o no? C'è qualcuno che
      voglia

      postare qualche

      immagine?Anche io ti consiglio di partire con una derivata di Debian per il Desktop, come Ubuntu, con Gnome, che l'ho installata con successo su un portatile da 300mhz Pentium II e 128 mega di ram!!!! Anche senza "mascherarla" da altri sistemi Gnome è molto carino così come è!Oltre a Ubuntu/KUbuntu ti posso consigliare Freespire http://freespire.org/ con le schermate che trovi qui http://wiki.freespire.org/index.php/Screenshots è veramente molto facile per chi proviene dal mondo Win ed è anche essa derivata da Debian. Dovrebbe risolvere anche alcuni problemi di driver particolari.... Buona migrazione!!!!!(linux)(linux)(linux)(linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: Windows user migra davvero

      intanto vorrei fare alcune
      domande:Vedi che cosa magnifica sono i LUG (linux user groups), in grado di organizzare qualcosa di meraviglioso e complesso come il Linux Day in ormai 104 città italiane! Ti consiglio senza dubbio di iscriverti al lug più vicino e porre a nche a loro queste domande. E forse troverai anche qualcuno che ti aiuterà direttamente nell'installazione...

      1) Su una macchina del genere conviene che
      installi l'ultima release? o è meglio la
      penultima?Anch'io ti indirizzo ad Ubuntu, sebbene abbia sempre usato debian. E' ottima per cominciare ed estremamente simile a debian, quindi in qualsiasi momento puoi fare lo switch e passare a debian.
      2) Quali sono i siti di riferimento migliori
      della comunità
      Debian?http://it.debian.org, no?
      3) C'è qualche differenza sostanziale che un
      programmatore (hobbistico) C e assembly si trova
      ad affrontare usando compilatori in
      Linux?
      4) Le partizioni NTFS vengono riconosciute
      automaticamente? e con quale
      affidabilità?In sola lettura è OK al 100%. Il problema viene quando devi scrivere... purtroppo non sono informato, non vedo una ntfs dal 2003 :)
      5) Pur scegliendo Linux per motivi 'ideologici',
      e considerando estremamente belli ed eleganti i
      concetti di codice aperto e evoluzione caotica
      (non tanto il kernel, sarebbe stato meglio HURD,
      ma vabbé..), bisogna ammettere che Linux
      esteticamente è piuttosto bruttino. Certo su
      kde-look.org o linucs.org ci sono begli esempi,
      ma nell'insieme lasciano sempre un'impressione di
      non coeso e non curato, insomma niente al livello
      di Vista o MacOS X..o no? C'è qualcuno che voglia
      postare qualche
      immagine?http://www.kde-look.org/content/preview.php?preview=1&id=8692&file1=8692-1.jpg&file2=&file3=&name=Baghira&PHPSESSID=beebe660143e289a4f5e1f5a36159b7chttp://www.gnome-look.org/content/preview.php?preview=1&id=42755&file1=42755-1.jpg&file2=42755-2.png&file3=42755-3.png&name=Murrine++GTK2+Cairo+Engine
    • Anonimo scrive:
      Re: Windows user migra davvero


      non coeso e non curato, insomma niente al
      livello

      di Vista o MacOS X..o no? C'è qualcuno che
      voglia

      postare qualche

      immagine?

      Kde carrozzato da MacOs X, con tanto di docker e
      trasparenze!
      http://baghira.sourceforge.net/pix/big_OS_Clone30. :| :| :| :| oddio che obbrobio... a parte il fondo del desktop non ha nulla aceh spartire con OS X(apple)
  • Anonimo scrive:
    Sistemi operativi e politica
    IMHOChi associa un sistema operativo a un partito politico e' proprio un cretino.IMHO
    • Anonimo scrive:
      Re: Sistemi operativi e politica
      - Scritto da:
      IMHO

      Chi associa un sistema operativo a un partito
      politico e' proprio un
      cretino.

      IMHO
      ingenuo
      • Anonimo scrive:
        Re: Sistemi operativi e politica
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        IMHO



        Chi associa un sistema operativo a un partito

        politico e' proprio un

        cretino.



        IMHO


        ingenuoquotohttp://gilean.medusanetwork.com
        • Giambo scrive:
          Re: Sistemi operativi e politica
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          IMHO





          Chi associa un sistema operativo a un partito


          politico e' proprio un


          cretino.





          IMHO




          ingenuo

          quoto

          http://gilean.medusanetwork.comO spammi ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Sistemi operativi e politica
      - Scritto da:
      IMHO

      Chi associa un sistema operativo a un partito
      politico e' proprio un
      cretino.

      IMHO
      Ti prego, non offendere i cretini
      • Anonimo scrive:
        Re: Sistemi operativi e politica
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        IMHO



        Chi associa un sistema operativo a un partito

        politico e' proprio un

        cretino.



        IMHO



        Ti prego, non offendere i cretiniGià non li offendere che qui sul forum di PI c'è il raduno dei retini 365 giorni all'anno.....
    • Anonimo scrive:
      La distro per ogni partito!!!
      - Scritto da:
      IMHO

      Chi associa un sistema operativo a un partito
      politico e' proprio un
      cretino.

      IMHO
      Vogliamo una distro per ogni partito!!!!Subito!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    paradosso open source
    ci sono 2 categorie di persone.A: programmatore open source. Passa la sua giornata a produrre e migliorare tool di cui un lavoratore può aver bisogno (esempio ipotetico Visual Open Source IDE completo di sviluppo per applicazioni web)B:venditore di servizi ossia colui che usa l'ipotetico Visual Open Source (da ora VOS) per fare il sito di E-Commerce al cliente.Ora: B guadagna quando il sito è completo. Quindi penso che dedicherà la sua giornata lavorativa al sito E-Commerce.A non guadagna (VOS è gratuito). Deve quindi trovare altre fonti. Queste possono essere:1)assistenza2)docenza3)donazioninel caso 1) A ti prepara il modulo pinco. Ipotizzando che abbia una bella clientela lui dovrà limitare lo sviluppo di VOS. Rientrerà nel caso di B, più tempo passa a fare assistenza e più guadagna ma contemporaneamente meno avanza VOS. il caso 2) è simile.il terzo è l'unico che gli fornirà motivazioni per continuare.Altra considerazione: B ha l'idea di aggiungere a VOS il nuovo tool Visual Open DB (VODB). Il tempo necessario per fare lo sviluppo è lungo. Può quindi fermarsi a guadagnare per lavorare a VODB o chiedere aiuto agli altri. Ma economicamente alle aziende converrà diminuire la propria produttività per fare il VODB? Considerando che se un dipendente perde un giorno di lavoro sono tra tasse e tutto 200/300 euro (all'estero ancora di più) converrà economicamente sacrificare 2000 euro per partecipare allo sviluppo? Non converrà che qualcuno altro ci pensi risparmiandosi il denaro ed avendo il software gratuito?In conclusione: secondo il modello economico globale che convenienza ha una azienda a:1)consumare risorse per un prodotto che altri concorrenti avranno gratis?2)consumare risorse per un prodotto che di per se non darà denaro diretto?al di là del vantaggio di avere il codice (utile per una stretta cerchia di utenza) se io domani mi apro una azienda open source, quanto mi conviene sviluppare VOS e quanto invece mi conviene usare VOS per guadagnare soldi?Non conviene invece che un gruppo di aziende di comune accordo collaborino tra di loro (capita ad esempio nelle aziende di videogiochi dove più piccole aziende si fanno motori e tool in comune ma dietro alla carta che assicura l'investimento)Se non avete risposte serie evitate di darle
    • Anonimo scrive:
      Re: paradosso open source
      Beh vedi di ampliare un po' le tue vedute:esempio: B configura e cura l'installazione di Nagios per una banca e qualora la banca desideri moduli ad hoc B commissiona il lavoro ad A che ha come referenza la collaborazione allo sviluppo di Nagios su soureforge.A e B ci guadagnano un bel po' di soldi.Fai tu...
      • Anonimo scrive:
        Re: paradosso open source
        - Scritto da:
        Beh vedi di ampliare un po' le tue vedute:

        esempio:

        B configura e cura l'installazione di Nagios per
        una banca e qualora la banca desideri moduli ad
        hoc B commissiona il lavoro ad A che ha come
        referenza la collaborazione allo sviluppo di
        Nagios su
        soureforge.

        A e B ci guadagnano un bel po' di soldi.

        Fai tu...in questo caso però il gruppo sourgeforce interromperà per fare il modulo aggiuntivo e quindi si rientra nel caso che il gruppo sourgeforce avrà maggiori vantaggi a fare un prodotto scarno per fare le personalizzazioni quando servono. Per fare i soldi il gruppo A dovrà comportarsi come B. Poi il gruppo A è composto da tutti gli utenti, chi chiamare? Uno dei tanti suppongo, possibilmente il più vicino alla propria sede. Se il gruppo B si trova a Roma ed il progetto è americano sarà un programmatore di Roma ad essere chiamato, non il "titolare del progetto" in america. Il programmatore di Roma sarà assunto per quella modifica ma sarebbe equivalente a farlo rientrare nel gruppo B. Il programmatore di Roma (per semplicità Mario) non avrà interesse a migliorare il prodotto una volta assunto, lo avrà soltanto quando non avrà il lavoro. Mario alternerà il proprio tempo tra lavoro (retribuito) e sourgeforce (non retribuito) stando attento a non fare aggiunte che potrebbero chiedergli di fare (se la fa gratis su sourgeforce non lo chiameranno). Non è un problema facile da risolvere, ci sono parecchi buchi che fanno in modo che gli autori del progetto che passano più tempo sul progetto saranno anche quelli che con meno possibilità vedranno ingressi economici se non donazioni. E se facciamo donazioni tanto vale vendere il prodotto con codice aperto disponibile solo al cliente. L'open source è un buon sistema ma non con le regole attuali visto che le ore investite su un progetto sono bruciate. Infatti gli unici progetti che vanno avanti sono quelli finanziati (donazioni) mentre altri utilizzano solo il frutto di questo lavoro (Suse).
        • Anonimo scrive:
          Re: paradosso open source
          Dimentichi che la licenza GPL obbliga a rilasciare i sorgenti delle aggiunte così come si è preso i sorgenti. Il software alla fine si arricchisce comunque.
          • Anonimo scrive:
            Re: paradosso open source
            - Scritto da:
            Dimentichi che la licenza GPL obbliga a
            rilasciare i sorgenti delle aggiunte così come si
            è preso i sorgenti. Il software alla fine si
            arricchisce
            comunque.
            non hai capito proprio nulla del discorso. Neanche una virgola. Il problema è un altro:può un sistema di sviluppo basarsi sul principio che il software di cui hai bisogno cammina se ci dedichi tempo ma dedicandoci tempo tu riduci la tua produttività? Che centra la GPL. Parlavamo di aggiunta di moduli. Se il cliente ha bisogno che firefox faccia comparire una finestra con le farfalle da chi andrà? Dal creatore di un modulo simile che vive a new york o da un programmatore nella stessa città? Leggete bene per favore, se è troppo difficile ve lo spieghiamo
    • Anonimo scrive:
      Re: paradosso open source
      Non ti si può dar torto!Il vero problema è che molti guardano all'open source come un sistema alternativo in cui poter trovare lo spazio che non sembra esistere tra i vari colossi del settore.La figura del singolo programmatore che produce qualcosa è ormai un ricordo del passato.Il problema è che non sussistono le condizioni per creare un'impresa che possa reggersi su tali prodotti, ma solo sui servizi. Chiunque di noi investisse in tale software, anziché un vantaggio competitivo otterrebbe il rafforzamento della propria concorrenza, che risparmiati i soldi da destinare allo sviluppo, disporrebbe di maggiori risorse per la propria affermazione commerciale.A volte certe cose sono evidenti a tutti tranne a quanti, in nome di una ideologia sbagliata che fa' a pugni pure con il significato delle parole, non vogliono proprio vederle.Per i progetti amatoriali o comunque gratuiti, la possibilità di cooperare è una grande risorsa, in ambito commerciale è incompatibile con le necessità imprenditoriali.Certo per alcuni che non rierscono ad essere scelti, rimarrà l'unica strada, quella autoreferenziale!
      • Anonimo scrive:
        Re: paradosso open source
        - Scritto da:
        Non ti si può dar torto!

        Il vero problema è che molti guardano all'open
        source come un sistema alternativo in cui poter
        trovare lo spazio che non sembra esistere tra i
        vari colossi del
        settore.

        La figura del singolo programmatore che produce
        qualcosa è ormai un ricordo del
        passato.

        Il problema è che non sussistono le condizioni
        per creare un'impresa che possa reggersi su tali
        prodotti, ma solo sui servizi. Chiunque di noi
        investisse in tale software, anziché un vantaggio
        competitivo otterrebbe il rafforzamento della
        propria concorrenza, che risparmiati i soldi da
        destinare allo sviluppo, disporrebbe di maggiori
        risorse per la propria affermazione
        commerciale.

        A volte certe cose sono evidenti a tutti tranne a
        quanti, in nome di una ideologia sbagliata che
        fa' a pugni pure con il significato delle parole,
        non vogliono proprio
        vederle.

        Per i progetti amatoriali o comunque gratuiti, la
        possibilità di cooperare è una grande risorsa, in
        ambito commerciale è incompatibile con le
        necessità
        imprenditoriali.

        Certo per alcuni che non rierscono ad essere
        scelti, rimarrà l'unica strada, quella
        autoreferenziale!infatti io penso che un modello sostenibile sia quello di dedicare risorse alla consulenza ed avere un team interno più piccolo che in collaborazione con altre aziende produca un prodotto in comproprietà, anche se magari non centra nulla con la propria attività.Magari una azienda che fa applicazioni web potrebbe investire un programmatore in un progetto di ingegneria. 100 aziende 100 programmatori e si fa il prodotto. Tenere un programmatore fermo non è un problema ed in caso il progetto vada bene ci sarebbe un buon rientro (prodotti enormi come i videogiochi che costano 10ine di milioni di dollari non comprendono quasi mai più di 100 persone, figuriamoci altri progetti più semplici). Se va bene si è creato un prodotto che può vendere a livello internazionale, se va male si ha perso poco denaro. Questa mi pare open e collaborazione
        • djnaro scrive:
          Re: paradosso open source

          quello di dedicare risorse alla consulenza ed
          avere un team interno più piccolo che in
          collaborazione con altre aziende produca un
          prodotto in comproprietà, anche se magari non
          centra nulla con la propria
          attività.Se non c'entra nulla con la propria attività, credo, si potrebbe perdere l'elemento fondamentale dell'open source che è la motivazione personale. Senza parlare della specializzazione estrema che, spesso e volentieri, è alla base della qualità dei prodotti.
          Magari una azienda che fa applicazioni web
          potrebbe investire un programmatore in un
          progetto di ingegneria. 100 aziende 100
          programmatori e si fa il prodotto. Tenere un
          programmatore fermo non è un problema ed in caso
          il progetto vada bene ci sarebbe un buon rientroCredo sia utopistico pensare che le aziende si possano mettere insieme se non per fare cartelli (comunque solo in settori molto ricchi). Consorzi o cooperative sono per gente che ha qualcosa in comune, qui parliamo di tifoserie informatiche...Inoltre, conoscendo gli imprenditori, ti direbbero:A) Ricerca e sviluppo sono per i ricchi (piccole e medie imprese non hanno fondi da destinare e tutta la forza lavoro deve essere concentrata sulla produzione)B) Ognuno ha il proprio orticello da coltivare.C) Quelli che operano nel tuo stesso settore si chiamano concorrenti e non puoi creare con loro gli strumenti che useranno per fregarti.Chi ha una mentalità più aperta non condivide queste cose ma purtroppo chi pensa ai soldi ha un solo chiodo fisso: il profitto (possibilmente immediato).
          (prodotti enormi come i videogiochi che costano
          10ine di milioni di dollari non comprendono quasi
          mai più di 100 persone, figuriamoci altri
          progetti più semplici). Se va bene si è creato un
          prodotto che può vendere a livello
          internazionale, se va male si ha perso poco
          denaro. Questa mi pare open e
          collaborazionePurtroppo l'open source è troppo simile al volontariato per immaginarlo direttamente remunerativo. Ci si deve inventare qualcosa di "perverso"Se non hai i mezzi e vuoi contare qualcosa devi "fare gruppo"A voler essere utopistici, penso che si potrebbe creare un sistema di rating, tipo gli " infokudos " :) , che vengono dati dai gruppi di sviluppo (in base a punteggi prestabiliti) a coloro che apportano le maggiori risorse personali ai progetti e sono spendibili in vantaggi, sia informatici che non: graduatorie per assunzioni, borse di studio, azioni di società e così via...Così ognuno opererebbe nel proprio settore e saprebbe che i suoi sforzi serviranno a qualcosa ...Purtroppo gli infokudos non sono direttamente monetizzabili per problemi fiscali o di diritto del lavoro ma, se il sistema funziona, si può pensare di spingerli politicamente o a livello di sindacati. Ma questa sarebbe fantascienza...L'argomento è interessante ma devo scappare che mi aspettano gli amici.
      • Anonimo scrive:
        Re: paradosso open source
        Veramente all'estero è pieno di piccoli produttori di shareware scritti da 1 a 10 programmatori a seconda della complessità del progetto.- Scritto da:
        Non ti si può dar torto!

        Il vero problema è che molti guardano all'open
        source come un sistema alternativo in cui poter
        trovare lo spazio che non sembra esistere tra i
        vari colossi del
        settore.

        La figura del singolo programmatore che produce
        qualcosa è ormai un ricordo del
        passato.

        Il problema è che non sussistono le condizioni
        per creare un'impresa che possa reggersi su tali
        prodotti, ma solo sui servizi. Chiunque di noi
        investisse in tale software, anziché un vantaggio
        competitivo otterrebbe il rafforzamento della
        propria concorrenza, che risparmiati i soldi da
        destinare allo sviluppo, disporrebbe di maggiori
        risorse per la propria affermazione
        commerciale.

        A volte certe cose sono evidenti a tutti tranne a
        quanti, in nome di una ideologia sbagliata che
        fa' a pugni pure con il significato delle parole,
        non vogliono proprio
        vederle.

        Per i progetti amatoriali o comunque gratuiti, la
        possibilità di cooperare è una grande risorsa, in
        ambito commerciale è incompatibile con le
        necessità
        imprenditoriali.

        Certo per alcuni che non rierscono ad essere
        scelti, rimarrà l'unica strada, quella
        autoreferenziale!
    • Anonimo scrive:
      Re: paradosso open source
      - Scritto da:
      ci sono 2 categorie di persone.
      A: programmatore open source. Passa la sua
      giornata a produrre e migliorare tool di cui un
      lavoratore può aver bisogno (esempio ipotetico
      Visual Open Source IDE completo di sviluppo per
      applicazioni
      web)
      B:venditore di servizi ossia colui che usa
      l'ipotetico Visual Open Source (da ora VOS) per
      fare il sito di E-Commerce al
      cliente.

      Ora:
      B guadagna quando il sito è completo. Quindi
      penso che dedicherà la sua giornata lavorativa al
      sito
      E-Commerce.

      A non guadagna (VOS è gratuito). Deve quindi
      trovare altre fonti. Queste possono
      essere:
      1)assistenza
      2)docenza
      3)donazioni

      nel caso 1) A ti prepara il modulo pinco.
      Ipotizzando che abbia una bella clientela lui
      dovrà limitare lo sviluppo di VOS. Rientrerà nel
      caso di B, più tempo passa a fare assistenza e
      più guadagna ma contemporaneamente meno avanza
      VOS.

      il caso 2) è simile.
      il terzo è l'unico che gli fornirà motivazioni
      per
      continuare.

      Altra considerazione:
      B ha l'idea di aggiungere a VOS il nuovo tool
      Visual Open DB (VODB). Il tempo necessario per
      fare lo sviluppo è lungo. Può quindi fermarsi a
      guadagnare per lavorare a VODB o chiedere aiuto
      agli altri. Ma economicamente alle aziende
      converrà diminuire la propria produttività per
      fare il VODB? Considerando che se un dipendente
      perde un giorno di lavoro sono tra tasse e tutto
      200/300 euro (all'estero ancora di più) converrà
      economicamente sacrificare 2000 euro per
      partecipare allo sviluppo? Non converrà che
      qualcuno altro ci pensi risparmiandosi il denaro
      ed avendo il software
      gratuito?

      In conclusione: secondo il modello economico
      globale che convenienza ha una azienda
      a:
      1)consumare risorse per un prodotto che altri
      concorrenti avranno
      gratis?
      2)consumare risorse per un prodotto che di per se
      non darà denaro
      diretto?

      al di là del vantaggio di avere il codice (utile
      per una stretta cerchia di utenza) se io domani
      mi apro una azienda open source, quanto mi
      conviene sviluppare VOS e quanto invece mi
      conviene usare VOS per guadagnare
      soldi?
      Non conviene invece che un gruppo di aziende di
      comune accordo collaborino tra di loro (capita ad
      esempio nelle aziende di videogiochi dove più
      piccole aziende si fanno motori e tool in comune
      ma dietro alla carta che assicura
      l'investimento)

      Se non avete risposte serie evitate di darledopo anni a chiedermi perchè mai tutti i miei amici amanti di linux e dell'open source non guadagnano mai un cazzo e cazzeggiano tristemente tutto il giorno, ho capito una cosa: il timore verso microsoft e le altre poche software house che dominano alcuni settori cruciali del software ha innescato la follia open source, una specie di autodifesa informaticaquesta è la vera spiegazione di tutto, checchè ne dicano gli stessi amanti open sourcetra l'altro è noto in psicanalisi che un essere umano può commettere qualsiasi gesto di follia se il suo stress supera qualsiasi limite tollerabileallo stesso modo è ad esempio possibile giustificare i kamikaze islamici o gli eroi di guerral'open source esaurirà la sua forza man mano si creeranno nuovi equilibri, non solo nel mondo degli os, ma anche nella grafica, negli authoring e negli standard
      • Anonimo scrive:
        Re: paradosso open source
        sono l'autore del post.Smettila, stiamo facendo una discussione seria, vorrei per la prima volta vedere un topic con un senso, non fare il trollone o come si dice da queste parti. Esprimi le tue idee motivandole e senza offendere nessuno per favore
        • Anonimo scrive:
          Re: paradosso open source
          - Scritto da:
          sono l'autore del post.
          Smettila, stiamo facendo una discussione seria,
          vorrei per la prima volta vedere un topic con un
          senso, non fare il trollone o come si dice da
          queste parti. Esprimi le tue idee motivandole e
          senza offendere nessuno per
          favoreguarda che non volevo proprio offendere nessunoho voluto semplicemente osservare la problematica da una prospettiva più ampia e ho notato che l'open source è un movimento che nasce dalla forza di difesa e reazione che è intrinsico nell'uomo e che può fargli compiere gesti irrazionali, come ad esempio lavorare gratis sperando nelle personalizzazioni
          • Anonimo scrive:
            Re: paradosso open source
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            sono l'autore del post.

            Smettila, stiamo facendo una discussione seria,

            vorrei per la prima volta vedere un topic con un

            senso, non fare il trollone o come si dice da

            queste parti. Esprimi le tue idee motivandole e

            senza offendere nessuno per

            favore

            guarda che non volevo proprio offendere nessuno

            ho voluto semplicemente osservare la problematica
            da una prospettiva più ampia e ho notato che
            l'open source è un movimento che nasce dalla
            forza di difesa e reazione che è intrinsico
            nell'uomo e che può fargli compiere gesti
            irrazionali, come ad esempio lavorare gratis
            sperando nelle
            personalizzazionibastava dirlo così ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: paradosso open source
        Hai scritto assolutamente una castroneria.L'opensource è esistito prima ancora che nascessero aziende come Micro$oft.Quando i ricercatori ed hacker del MIT ed altri istituti e aziende in silicon valley condividevano sorgenti per collaborare o mostrare la loro bravura non esisteva ancora nessuna azienda che deteneva quel mercato e contro cui difendersi.Anzi i sorgenti del software facevano parte dell'hardware venduto come con un robot programmabile ti danno gli strumenti base per programmarlo e poi con la tua creatività lo istruisci per farti fare il caffè.L'opensource è il figlio di quell'epoca e al cuore del movimento ci sono questo genere di individui, che platonicamente (come nell'antica accademia) provavano, cercavano, inventavano nel loro campo di appartenenza.Poi col tempo ci si sono aggiunte persone con finalità diverse, anche aziende. Ma questa non è la regola.Se tu leggessi un pochino di più, e avessi fatto studi classici o scientifici ti saresti accorto che la condivisione della conoscenza è una cosa insita nella natura umana. E questo va a cozzare contro la mercificazione dell'informazione che è un male del nostro tempo ed una forzatura tutta americana del nuovo mercato e del volere per forza privatizzare, proteggere e speculare sull'informazione in ogni sua forma, software compreso naturalmente.
        • Anonimo scrive:
          Re: paradosso open source
          mi sa che vivi nelle favolette ed hai fatto esempi errati. Dare il software per il robot, tu vendi il robot, non il software. IBM ha convenienza nell'open, vende l'hardware, non il software. Poi te parli di cultura fatta gratuitamente. Sei mai stato una settimana in un gruppo di ricerca, vera ricerca non quella che vedi in televisione. Ore ed ore a smazzare dati, fare calcoli, ragionare. Servono ore ed ore, non basta la giornata lavorativa. Per fare cultura, che sia musica, software, scienza o quello che ti pare serve tempo, tempo che una persona non ha perchè deve andare a lavorare e deve passare tutto il giorno a fare quello che il tuo capo vuole. Torni a casa e che fai? Ti metti al computer? Sei stanco, hai moglie, figli. Si e no trovi in una settimana 5-6 ore. Che ci fai?Gli studiosi dell'accademia o i grandi del passato erano ricchi amico bello. I romani chiamavano ozio l'attività intellettuale in opposizione al lavoro. Ed oziavano i ricchi patrizi, non i plebei. Gli stessi artisti rinascimentali si facevano pagare a peso d'oro il loro lavoro. Ieri davano un documentario: la bellissima cappella sistina è stata fatta su commissione del papa, che pagava. Anche in passato quindi la cultura richiedeva soldi che o avevi o ti venivano dato. Anche oggi la ricerca ha bisogno di soldi, non esistono ricercatori professionisti non pagati. Ma davvero credi che con il lavoro di studenti universitari che non sanno programmare (vai a lavorare, vedrai che quello che ti credi di sapere non è nulla) o di gente che ha si è no un'ora la sera possa portare avanti un progetto complesso? I bellissimi software che tu vedi sono tutti pagati da IBM, Sun. La domanda iniziale voleva appunto ragionare sull'effettiva convenienza di una azienda medio piccola di dedicare programmatori all'open ma stipendiandoli. Mettere cioè un programmatore in pausa dalle attività redditizie per farlo lavorare ad un progetto open. IBM non ha problemi a creare un progetto a cui dedicare uno zoccolo duro di esperti aiutati da volontari. Ma se parti con l'idea di iniziare un software e sperare che centinaia di gente super professionista ti aiuti lascia perdere, è una battaglia persa. Tu stesso mollerai quando e se andrai a lavorare. Di solito queste idee vengono quasi sempre a gente che non lavora e non capisce l'impegno economico che serve
          • Anonimo scrive:
            Re: paradosso open source
            A volte stento a credere che esistano ancora persone capaci di analisi così serie, stavolta pero devo congratularmi per la chiarezza e la lucidità.Basta cn le favole e cerchiamo di guardare in faccia la realtà; anche coloro che vendono prodotti open sono giunti alle stesse conclusioni, dunque cercano l'unico cliente che in questo paese può fornire il capitale necessario: la Pubblica Ammistrazione.Quando paga pantalone è sempre gratis!
          • Anonimo scrive:
            Re: paradosso open source
            - Scritto da:
            A volte stento a credere che esistano ancora
            persone capaci di analisi così serie, stavolta
            pero devo congratularmi per la chiarezza e la
            lucidità.

            Basta cn le favole e cerchiamo di guardare in
            faccia la realtà; anche coloro che vendono
            prodotti open sono giunti alle stesse
            conclusioni, dunque cercano l'unico cliente che
            in questo paese può fornire il capitale
            necessario: la Pubblica
            Ammistrazione.

            Quando paga pantalone è sempre gratis!esattamente. Il voler dire : facciamo software per il bene del mondo è un concetto che non esiste, è contrario alla natura degli esseri viventi. L'open è un modello economico e più lo analizzo e più vedo che è a favore solo alle aziende grandi e soprattutto che non vendono software. Perchè per fare software servono professionisti. Chi gira su sourgeforce non è molto spesso idoneo a fare software. Il fatto che ad oggi non abbia mai trovato una documentazione o uno schema delle classi ne è una riprova. Il software cresce disordinato e non va bene. Open Office, Firefox, Linux, hanno gruppi di gente pagata da enti che hanno bisogno del software (vedi IBM). Gli hobbisti gli controllano i bug e gli aggiungono qualche estensione per fare qualche cretinata in più. Open Office non sarebbe quello che è adesso se l'avessero fatto veramente degli hobbisti.
          • Anonimo scrive:
            Re: paradosso open source
            - Scritto da:
            Il voler dire : facciamo software per il bene del
            mondo è un concetto che non esiste, è contrario
            alla natura degli esseri viventi.Vivi in un mondo triste. I tuoi genitori non ti hanno mai regalato niente per Natale ? Non hai mia ricevuto un favore ? Mai fatta beneficenza ?
            Chi gira su
            sourgeforce non è molto spesso idoneo a fare
            software.Conosci tutti gli sviluppatori personalmente ? O forse hai spulciato tutti i sorgenti ?Ora ho capito: Hai fatto un'analisi comparata con progetti closed-source !
            Il fatto che ad oggi non abbia mai
            trovato una documentazione o uno schema delle
            classi ne è una riprova.Comprati un paio di occhiali :D !
            Open Office non sarebbe quello che è adesso
            se l'avessero fatto veramente degli
            hobbisti.Hai sbagliato esempio: OpenOffice era un prodotto "closed" poi aperto da SUN. E la qualità si è moltiplicata !E che mi dici di tutti gli altri progetti ? Il Kernel di Linux, Apache, KDE, Jabber, Postgre, ...
          • Anonimo scrive:
            Re: paradosso open source

            Vivi in un mondo triste. I tuoi genitori non ti
            hanno mai regalato niente per Natale ? Non hai
            mia ricevuto un favore ? Mai fatta beneficenza
            ?se cominci a buttarla sul sentimentale possiamo finirla qui.
            Conosci tutti gli sviluppatori personalmente ? O
            forse hai spulciato tutti i sorgenti
            ?
            Ora ho capito: Hai fatto un'analisi comparata con
            progetti closed-source
            !lavoro in questo settore da tempo e percentualmente un prodotto iniziato da una azienda chiusa ha maggiori possibilità di raggiungere uno stato finale nel breve periodo. Non parlo per sentito dire
            Comprati un paio di occhiali :D !dammi il link ai documenti di open office o di firefox, può darsi che sbaglio.
            Hai sbagliato esempio: OpenOffice era un prodotto
            "closed" poi aperto da SUN. E la qualità si è
            moltiplicata
            !questo è un altro strano fenomeno: il software abbandonato diventa open. Mi ricordo ai tempi dell'università il professore di Economia applicata all'informatica ci parlava della produttività relativa ad un progetto (non necessariamente software). O si fanno i soldi o si cerca di uccidere la concorrenza a costo di perdere soldi. Comunque Open Office è spinto da grandi enti, per questo cammina
            E che mi dici di tutti gli altri progetti ? Il
            Kernel di Linux, Apache, KDE, Jabber, Postgre,
            ...spinti dalla grandi multinazionali. Sono tutti software di cui IBM, Sun ed altri hanno bisogno quindi mandano cospicue donazioni affinchè continuino e dedicano loro stessi risorse in questi termini.Finora mi hai dato ragione a parte il sentimentalismo iniziale che potevi risparmiare sinceramente.
          • Giambo scrive:
            Re: paradosso open source
            - Scritto da:
            lavoro in questo settore da tempo e
            percentualmente un prodotto iniziato da una
            azienda chiusa ha maggiori possibilità di
            raggiungere uno stato finale nel breve periodo.
            Non parlo per sentito
            direDati ?

            Comprati un paio di occhiali :D !
            dammi il link ai documenti di open office o di
            firefox, può darsi che
            sbaglio.http://development.openoffice.org/http://wiki.services.openoffice.org/wiki/Main_Pagehttp://www.mozilla.org/support/http://www.mozilla.org/docs/end-user/http://www.mozilla.org/community/

            Hai sbagliato esempio: OpenOffice era un
            prodotto

            "closed" poi aperto da SUN. E la qualità si è

            moltiplicata

            !
            questo è un altro strano fenomeno: il software
            abbandonato diventa open.StarOffice era abbandonato ?
            Comunque Open Office è spinto da
            grandi enti, per questo
            camminaOpenOffice non e' l'unico progetto open-source. Anzi, e' un progetto piuttosto anomalo.

            E che mi dici di tutti gli altri progetti ? Il

            Kernel di Linux, Apache, KDE, Jabber, Postgre,

            ...
            spinti dalla grandi multinazionali. O lo dimostri o sei un gran bugiardo.
            Sono tutti software di cui IBM, Sun ed altri
            hanno bisogno quindi mandano cospicue donazioni
            affinchè continuino e dedicano loro stessi
            risorse in questi
            termini.Non e' vero, tu menti.
          • Anonimo scrive:
            Re: paradosso open source

            http://www.mozilla.org/support/
            http://www.mozilla.org/docs/end-user/
            http://www.mozilla.org/community/questa sarebbe la documentazione del progetto?Questa è la guida di utilizzo, non di sviluppo.
            OpenOffice non e' l'unico progetto open-source.
            Anzi, e' un progetto piuttosto
            anomalo.non lo è ma una cosa strana che ho notato è che tutti quelli che vanno avanti sono stranamente strategici per certe aziende.
            O lo dimostri o sei un gran bugiardo.io vedo uno strano logo della SUN nella pagina di OpenOffice. Guarda, io ho scritto:IBM finanzia linuxda qui puoi leggere, ce ne sono parecchie.E' ovvio che vengono finanziati, è normale. IBM gli dà il contentino e loro continuano a dedicarci tempo. Ma dai, ma che siamo bambini che ce lo devono mettere scritto sui cartelli. A parte che è chiaramente scritto anche.Comunque non ti preoccupare, quando andrai a lavore imparerai anche te queste cose (se già lavori invece è grave abbastanza)
          • Anonimo scrive:
            Re: paradosso open source
            - Scritto da:
            non lo è ma una cosa strana che ho notato è che
            tutti quelli che vanno avanti sono stranamente
            strategici per certe aziende.Mah... visto che apparentemente dai un'impostazione economica alla tua analisi, perche' sarebbe strano?Mi sembra semplicemente ovvio che progetti strategici per certe aziende vengano finanziati dalle stesse.
          • Anonimo scrive:
            Re: paradosso open source
            - Scritto da:
            - Scritto da:


            non lo è ma una cosa strana che ho notato è che

            tutti quelli che vanno avanti sono stranamente

            strategici per certe aziende.

            Mah... visto che apparentemente dai
            un'impostazione economica alla tua analisi,
            perche' sarebbe
            strano?
            Mi sembra semplicemente ovvio che progetti
            strategici per certe aziende vengano finanziati
            dalle
            stesse.decine di righe di commenti e si finisce così. Fare conversazioni serie è impossibile.Ma andatevene a quel paese
          • Anonimo scrive:
            Re: paradosso open source
            - Scritto da:
            decine di righe di commenti e si finisce così.
            Fare conversazioni serie è impossibile.
            Ma andatevene a quel paese(rotfl) (rotfl) (rotfl)Su su prenditi la camomillina...
          • Giambo scrive:
            Re: paradosso open source
            - Scritto da:

            Mi sembra semplicemente ovvio che progetti

            strategici per certe aziende vengano finanziati

            dalle

            stesse.
            decine di righe di commenti e si finisce così.
            Fare conversazioni serie è impossibile.
            Ma andatevene a quel paeseLOL, quando voi trolloni siete messi con le spalle al muro, reagite spesso cosi' :DNon uno straccio di risposta, non un minimo tentativo di continuare a supportare una tesi campata in'aria ... Ma solo irati insulti e un infantile addio :)
          • Anonimo scrive:
            Re: paradosso open source

            Noto con dispiacere che hai evitato di rispondere
            ai miei dubbi sulle tue insinuazioni (Cospicue
            donazioni di IBM e SUN), ne devo dedurre che sei
            veramente un gran bugiardo
            ?ti ho detto scrivi su google IBM finanzia linux o sourgeforcevedrai i link che saltano.IBM, Sun e tutte queste finanziano i progetti che a loro interessano per non farli morire. Possibile che quando vi fa comodo dormite. Con Bill Gates vedete tutto con l'open no?Comunque come browser uso OperaIBM è l'azienda è la principale finanziatrice di progetti open e di linux.Senza contare poi le varie manifestazioni, gare e premi. Forse dormite non lo so.Ce ne sono a migliaia di riferimenti, anche come incentivi alle universitàhttp://www.umich.edu/news/index.html?Releases/2005/Apr05/r042605acontinua a dormire. PS, tu non lavori ne come analista, ne come programmatore ne come sistemista.Non sparare idiozie
          • Giambo scrive:
            Re: paradosso open source
            - Scritto da:

            Noto con dispiacere che hai evitato di
            rispondere

            ai miei dubbi sulle tue insinuazioni (Cospicue

            donazioni di IBM e SUN), ne devo dedurre che sei

            veramente un gran bugiardo

            ?
            ti ho detto scrivi su google IBM finanzia linux
            o sourgeforce
            vedrai i link che saltano.Facciamo un passo indietro:[code]
            E che mi dici di tutti gli altri progetti ? Il
            Kernel di Linux, Apache, KDE, Jabber, Postgre,
            ...spinti dalla grandi multinazionali.Sono tutti software di cui IBM, Sun ed altri hanno bisogno quindi mandano cospicue donazioni affinchè continuino e dedicano loro stessi risorse in questi termini.[/code]Queste tue affermazioni su google proprio non le ho trovate. Non e' che mi daresti una mano :) ?
            IBM è l'azienda è la principale finanziatrice di
            progetti open e di
            linux.Questo e' tutto da dimostrare, e mi sto' stufando di chiederti qualcosa di piu' concreto delle tue fantasiose affermazioni.
            Senza contare poi le varie manifestazioni, gare e
            premi.Fonte ? Link ? Qualcosa che lo dimostri ?
            Ce ne sono a migliaia di riferimenti, anche come
            incentivi alle
            universitàFonte ? Link ? Qualcosa che lo dimostri ?
            http://www.umich.edu/news/index.html?Releases/2005[code][an error occurred while processing this directive][/code]
            continua a dormire. Tu continua a fare affermazioni prive di fondamento.
            PS, tu non lavori ne come analista, ne come
            programmatore ne come
            sistemista.Non e' vero, sei un bugiardo.
            Non sparare idiozieTu sei un bugiardo, di tutto quello che hai affermato non hai portato uno straccio di prova.
          • Anonimo scrive:
            Re: paradosso open source

            Fonte ? Link ? Qualcosa che lo dimostri ?


            http://www.umich.edu/news/index.html?Releases/2005bugiardo, il link funziona. Sei un falsonehttp://www.lugroma.org/contenuti/eventi/LinuxDay2005/sponsor, SUN, in basso insieme ad HP per un evento che è il linux day 2005 a Romasei un falsoneSun, IBM e soci stanno dietro a tutto ciò che riguarda il mondo open source
          • Giambo scrive:
            Re: paradosso open source
            - Scritto da: http://www.lugroma.org/contenuti/eventi/LinuxDay20

            sponsor, SUN, in basso insieme ad HP per un
            evento che è il linux day 2005 a
            Roma... a Roma, appunto ...
            sei un falsone
            Sun, IBM e soci stanno dietro a tutto ciò che
            riguarda il mondo open
            sourceNon e' vero. Per esempio dietro ai miei progetti non ci sono ;)Ma sono pronto a rimangiarmi quel che ho detto quando mi porterai la dimostrazione che (Cito) "Sun, IBM e soci stanno dietro a tutto ciò che riguarda il mondo open source"
          • Anonimo scrive:
            Re: paradosso open source
            - Scritto da: Giambo

            - Scritto da:
            http://www.lugroma.org/contenuti/eventi/LinuxDay20



            sponsor, SUN, in basso insieme ad HP per un

            evento che è il linux day 2005 a

            Roma

            ... a Roma, appunto ...


            sei un falsone

            Sun, IBM e soci stanno dietro a tutto ciò che

            riguarda il mondo open

            source

            Non e' vero. Per esempio dietro ai miei progetti
            non ci sono
            ;)
            Ma sono pronto a rimangiarmi quel che ho detto
            quando mi porterai la dimostrazione che (Cito)
            "Sun, IBM e soci stanno dietro a tutto ciò
            che riguarda il mondo open
            source"ahahah "dimostrami che IBM e SUN finanziano tutto il mondo open source" ahahahahaha.Vai su tutti i progetti open che conosci, ci sono in molti la pagina sponsor (e trovi le aziende private che finanziano) e poi vai su Careers (assunzioni, ossia pagamenti di stipendi ossia soldi che entrano in aziende che rilasciano software gratis ed hanno la label "donazioni").Sei ridicolo, ora io dovrei mettermi a girare tutti i milioni di progetti Open che sono ancora vivi e portare prove? Che succede se poi esiste un progetto su 100000 non finanziato? Non vale la mia tesi?
          • Anonimo scrive:
            Re: paradosso open source

            ahahah "dimostrami che IBM e SUN finanziano tutto
            il mondo open source"
            ahahahahaha.
            Vai su tutti i progetti open che conosci, ci sono
            in molti la pagina sponsor (e trovi le aziende
            private che finanziano) e poi vai su Careers
            (assunzioni, ossia pagamenti di stipendi ossia
            soldi che entrano in aziende che rilasciano
            software gratis ed hanno la label
            "donazioni").
            Sei ridicolo, ora io dovrei mettermi a girare
            tutti i milioni di progetti Open che sono ancora
            vivi e portare prove? Che succede se poi esiste
            un progetto su 100000 non finanziato? Non vale la
            mia tesi?
            beh, magari milioni no, si e no saranno una decinae poi ci sono loghi sun, IBM e simili dappertutto segno che il mondo industriale controlla l'open source
          • Giambo scrive:
            Re: paradosso open source
            - Scritto da:
            segno che il mondo industriale controlla l'open
            sourceNon sono riuscito a trovare neppure un logo nei "top-projects" di sourceforge, tanto per fare un'esempio. Che strano, eh :) ?Chissa' che risorse deve avere questo "mondo industriale" per controllare migliaia di progetti open-source (rotfl) !
          • Anonimo scrive:
            Re: paradosso open source
            - Scritto da: Giambo

            - Scritto da:


            segno che il mondo industriale controlla l'open

            source

            Non sono riuscito a trovare neppure un logo nei
            "top-projects" di sourceforge, tanto per fare
            un'esempio. Che strano, eh :)
            ?
            Chissa' che risorse deve avere questo "mondo
            industriale" per controllare migliaia di progetti
            open-source (rotfl)
            !http://www2.autistici.org/bakunin//books/onf.pdfpagina 983. Tra i finanziatori di Sourceforge.net, il portale della Va Software Corporation,troviamo anche IBM.ahahah
          • Giambo scrive:
            Re: paradosso open source
            - Scritto da:
            3. Tra i finanziatori di Sourceforge.net, il
            portale della Va Software
            Corporation,
            troviamo anche IBM.Stai scherzando vero ? E' come dire che Dell mi controlla perche' uso un Inspiron 9100 :|O come dire che CISCO controlla tutto Internet perche' gran parte dell'infrastruttura si basa sui suoi routers ...Prova ad aprire un progetto su sourceforge, poi dimmi se i "man in black" di IBM vengono a bussare alla tua porta :D
          • Anonimo scrive:
            Re: paradosso open source
            - Scritto da: Giambo

            - Scritto da:


            3. Tra i finanziatori di Sourceforge.net, il

            portale della Va Software

            Corporation,

            troviamo anche IBM.

            Stai scherzando vero ? E' come dire che Dell mi
            controlla perche' uso un Inspiron 9100
            :|
            O come dire che CISCO controlla tutto Internet
            perche' gran parte dell'infrastruttura si basa
            sui suoi routers
            ...
            Prova ad aprire un progetto su sourceforge, poi
            dimmi se i "man in black" di IBM vengono a
            bussare alla tua porta
            :Dno, semmai tu controlli Dell perchè paghi e quindi come consumatore influenzi le strategie economiche di dell. IBM da finanziatore può quindi influenzare a proprio piacimento il comportamento dei progetti decidendone la vita o la morte. Non da sola, ci sono anche le altre.ti risparmio ulteriori figureringrazia, chiudila qui
          • Giambo scrive:
            Re: paradosso open source
            - Scritto da:
            IBM da finanziatore può
            quindi influenzare a proprio piacimento il
            comportamento dei progetti decidendone la vita o
            la morte.No, il progetto non le appartiene.Come il progetto e' nato e si e' svilupapto senza IBM, cosi' puo' continuare a fare. Forse verra' rallentato, ma molto difficilmente morira'.Sempre che sia vera la tua teoria che IBM controlli tuuuuuti i progetti di sourceforge ;)
            Non da sola, ci sono anche le
            altre.Seeee, il complotto mondiale :D
            ti risparmio ulteriori figure
            ringrazia, chiudila qui(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: paradosso open source
            - Scritto da: Giambo

            - Scritto da:


            IBM da finanziatore può

            quindi influenzare a proprio piacimento il

            comportamento dei progetti decidendone la vita o

            la morte.

            No, il progetto non le appartiene.
            Come il progetto e' nato e si e' svilupapto senza
            IBM, cosi' puo' continuare a fare. Forse verra'
            rallentato, ma molto difficilmente
            morira'.
            Sempre che sia vera la tua teoria che IBM
            controlli tuuuuuti i progetti di sourceforge
            ;)


            Non da sola, ci sono anche le

            altre.

            Seeee, il complotto mondiale :D


            ti risparmio ulteriori figure

            ringrazia, chiudila qui

            (rotfl)http://foundation.gnome.org/ma IBM è proprio generosa, ohibò nokia, e Sunle aziende sono diventate generose.
          • Giambo scrive:
            Re: paradosso open source
            - Scritto da:
            http://foundation.gnome.org/

            ma IBM è proprio generosa, ohibò nokia, e Sun
            le aziende sono diventate generose.Gira voce che i presidenti si incontrino tutte le notti di luna piena in un posto segreto per decidere il futuro dell'Open Source.Per ora hanno preso il totale controllo di Gnome (Non fatevi ingannare dalla scritta "The Advisory Board has no decision-making authority" !!!), ma la conquista totale dei progetti open-source e' vicina :D !
          • Giambo scrive:
            Re: paradosso open source
            - Scritto da:
            ahahah "dimostrami che IBM e SUN finanziano tutto
            il mondo open source"
            ahahahahaha.
            Vai su tutti i progetti open che conosci, ci sono
            in molti la pagina sponsor (e trovi le aziende
            private che finanziano) e poi vai su Careers
            (assunzioni, ossia pagamenti di stipendi ossia
            soldi che entrano in aziende che rilasciano
            software gratis ed hanno la label
            "donazioni").Devo farlo io ? Non tocca a te l'onere della dimostrazione ?Avanti, su, se sei convinto delle tue affermazioni avrai fatto delle ricerche prima, cosa ci vuole a postare qui i risultati ?
            Sei ridicolo, ora io dovrei mettermi a girare
            tutti i milioni di progetti Open che sono ancora
            vivi e portare prove?Evidentemente si. In caso contrario la tua affermazione non ha valore :)
            Che succede se poi esiste
            un progetto su 100000 non finanziato? Non vale la
            mia tesi?Mi pare lapalissiano. Dovevi pensarci prima di affermare che tutti i progetti opensource sono finanziati da IBM&Co. :D !
          • Anonimo scrive:
            Re: paradosso open source

            Mi pare lapalissiano. Dovevi pensarci prima di
            affermare che tutti i progetti opensource sono
            finanziati da IBM&Co. :Daccidenti mi hai fregato, un mio amico ha messo su sourgeforce una controllo che quando lo clicchi fa il rumore di un peto, accidenti non l'ha finanziato IBM, ho perso hai vinto
          • Anonimo scrive:
            Re: paradosso open source
            - Scritto da:

            Mi pare lapalissiano. Dovevi pensarci prima di

            affermare che tutti i progetti opensource sono

            finanziati da IBM&Co. :D

            accidenti mi hai fregato, un mio amico ha messo
            su sourgeforce una controllo che quando lo
            clicchi fa il rumore di un peto, accidenti non
            l'ha finanziato IBM, ho perso hai
            vintohttp://www2.autistici.org/bakunin//books/onf.pdfpagina 983. Tra i finanziatori di Sourceforge.net, il portale della Va Software Corporation,troviamo anche IBM.
          • Anonimo scrive:
            Re: paradosso open source
            http://www.kde.org/support/thanks.phpsotto, IBM e tante tante aziende industriali.IBM finanzia Mozilla: c'è una pagina careers, quindi assumono, ci sono stipendi che pagano.Ma non dovevano essere gli impiegati che tornando a casa dal lavoro organizzavano e creavano? Non avevi detto che ero bugiardo nel dire che giravano perchè c'erano soldi dietro e quindi gente che lo fa a tempo pieno come lavoro?
          • Giambo scrive:
            Re: paradosso open source
            - Scritto da:
            http://www.kde.org/support/thanks.php

            sotto, IBM e tante tante aziende industriali.
            IBM finanzia Vai avanti cosi', magari riuscirai pure a dimostrare che finanziano la famosa lista di sourceforge che ho postato taaaaanto tempo fa :)E magari riuscirai pure a dimostrare che (Cito) "Sun, IBM e soci stanno dietro a tutto ciò che riguarda il mondo open source"
            Ma non dovevano essere gli impiegati che tornando
            a casa dal lavoro organizzavano e creavano? Se sei convinto che IBM e SUN possano permettersi di finanziare tutti gli sviluppatori Open Source, allora la discussione scade nel ridicolo :)
            Non
            avevi detto che ero bugiardo nel dire che
            giravano perchè c'erano soldi dietro e quindi
            gente che lo fa a tempo pieno come
            lavoro?E continuo ad affermarlo: Bugiardo ! Non e' portando come esempio OpenOffice o Mozilla che puoi includere la miriade di progetti Open Source esistenti.
          • Gatto Selvaggio scrive:
            [OT] Che spasso sti post!
            Con risposte open source non puoi competere con questi trolloni pagati dalla Microsoft.
          • Giambo scrive:
            Re: [OT] Che spasso sti post!
            - Scritto da: Gatto Selvaggio
            Con risposte open source non puoi competere con
            questi trolloni pagati dalla
            Microsoft.Urka, ma allora c'e' qualcuno che legge oltre me e il mio stambo interlocutore :| ;)!
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] Che spasso sti post!
            - Scritto da: Giambo

            - Scritto da: Gatto Selvaggio

            Con risposte open source non puoi competere con

            questi trolloni pagati dalla

            Microsoft.

            Urka, ma allora c'e' qualcuno che legge oltre me
            e il mio stambo interlocutore :|
            ;)!http://www2.autistici.org/bakunin//books/onf.pdfpagina 983. Tra i finanziatori di Sourceforge.net, il portale della Va Software Corporation,troviamo anche IBM.
          • Gatto Selvaggio scrive:
            Re: [OT] Che spasso sti post!

            3. Tra i finanziatori di Sourceforge.net, il
            portale della Va Software
            Corporation,
            troviamo anche IBM.E ciò implicherebbe che IBM finanzia tutti i progetti di Sourceforge.Che salame che sono: il mio CMS, se lo mettevo su Sourceforge IBM finanziava anche me.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] Che spasso sti post!
            - Scritto da: Gatto Selvaggio

            3. Tra i finanziatori di Sourceforge.net, il

            portale della Va Software

            Corporation,

            troviamo anche IBM.

            E ciò implicherebbe che IBM finanzia tutti i
            progetti di
            Sourceforge.

            Che salame che sono: il mio CMS, se lo mettevo su
            Sourceforge IBM finanziava anche
            me.peeeeeeeeeeeeeerdente
          • Gatto Selvaggio scrive:
            Re: [OT] Che spasso sti post!
            Ah già, ma il mio CMS è closed source.
          • Gatto Selvaggio scrive:
            Re: [OT] Che spasso sti post!
            Ci sono capitato per caso, fa morire dalle risate.Guarda il banner in cima alla pagina (se è lo stesso che vedo io): stai parlando con l'analista finito inglobato nella palla.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 ottobre 2006 20.09-----------------------------------------------------------
          • Giambo scrive:
            Re: [OT] Che spasso sti post!
            - Scritto da: Gatto Selvaggio
            Ci sono capitato per caso, fa morire dalle risate.Grazie :)
            Guarda il banner in cima alla pagina (se è lo
            stesso che vedo io): stai parlando con l'analista
            finito inglobato nella
            palla.Purtroppo non lo vedo: Il mio Firefox (Controllato da SUN) grazie a adblock (finanziato da IBM) e adblock-filterset (Sovvenzionato da HP) ha bloccato la pubblicita' ;)
          • Gatto Selvaggio scrive:
            Re: [OT] Che spasso sti post!

            Purtroppo non lo vedo: Il mio Firefox
            (Controllato da SUN) grazie a adblock (finanziato
            da IBM) e adblock-filterset (Sovvenzionato da HP)
            ha bloccato la pubblicita'
            ;)Ah. C'è un omino-IBM in camicia bianca e cravatta che cerca di fare qualche strano rito con una sfera di cristallo, e ci finisce dentro. Quale sarebbe il messaggio, non l'ho capito e non ho voglia di saperlo.
          • Giambo scrive:
            Re: [OT] Che spasso sti post!
            - Scritto da: Gatto Selvaggio
            Quale
            sarebbe il messaggio, non l'ho capito e non ho
            voglia di
            saperlo."Opensorciari, vi controlliamo. Voi sarete assimilati, la resistenza e' inutile. E smettetela di prendere in giro l'anonimo acrobata su Punto Informatico !"Ach :| !
          • Gatto Selvaggio scrive:
            Re: [OT] Che spasso sti post!
            Non so se l'hai notato, ma tutte ste aziende che controllano l'open source fan parte dell'Aspen Institute!
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] Che spasso sti post!
            - Scritto da: Giambo

            - Scritto da: Gatto Selvaggio


            Quale

            sarebbe il messaggio, non l'ho capito e non ho

            voglia di

            saperlo.

            "Opensorciari, vi controlliamo. Voi sarete
            assimilati, la resistenza e' inutile. E
            smettetela di prendere in giro l'anonimo acrobata
            su Punto Informatico
            !"

            Ach :| !l'open source è meno libero di quanto pensate. Senza il supporto monetario di queste aziende non avreste linux, openoffice, Gnome, KDE, Firefox, Sourgeforce.
          • Gatto Selvaggio scrive:
            Re: [OT] Che spasso sti post!

            l'open source è meno libero di quanto pensate.
            Senza il supporto monetario di queste aziende non
            avreste linux, openoffice, Gnome, KDE, Firefox,
            Sourgeforce.Cacchio, tifavo per il Nuovo Ordine Mondiale senza saperlo!In parte è vero, ma senza l'apporto delle grandi aziende quei progetti troverebbero altri canali di finanziamento, o lo sviluppo rallenterebbe, ma non morirebbe.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] Che spasso sti post!
            - Scritto da: Gatto Selvaggio

            l'open source è meno libero di quanto pensate.

            Senza il supporto monetario di queste aziende
            non

            avreste linux, openoffice, Gnome, KDE, Firefox,

            Sourgeforce.

            Cacchio, tifavo per il Nuovo Ordine Mondiale
            senza
            saperlo!

            In parte è vero, ma senza l'apporto delle grandi
            aziende quei progetti troverebbero altri canali
            di finanziamento, o lo sviluppo rallenterebbe, ma
            non
            morirebbe.fallo rallentare un altro pò
          • Anonimo scrive:
            Re: paradosso open source

            Vai avanti cosi', magari riuscirai pure a
            dimostrare che finanziano la famosa lista di
            sourceforge che ho postato taaaaanto tempo fa
            :)
            E magari riuscirai pure a dimostrare che (Cito)
            "Sun, IBM e soci stanno dietro a tutto ciò
            che riguarda il mondo open
            source"ormai stai facendo la figura dell'ignorante. Vuoi dimostrare che ho torto perchè esiste un software open non finanziato? Va bene, prenditi la ragione per quel che me ne frega
            E continuo ad affermarlo: Bugiardo ! Non e'
            portando come esempio OpenOffice o Mozilla che
            puoi includere la miriade di progetti Open Source
            esistenti.tu sei un malato di menteio lo dico ancora una volta:IBM e SUN controllano tutto il mondo open source, come? controllando i progetti chiave, http://www2.autistici.org/bakunin//books/onf.pdfscaricati questo, pagina 88 del pdfvarco: «cooperate on standars, compete on solution»è il motto della IBM, una delle principali imprese che investenellOpen Source.sta investendo, spende denaro? Muove soldi?bohbasta hai vinto ho torto l'open source vive per merito dei tanti fedeli nel mondo
          • Giambo scrive:
            Re: paradosso open source
            - Scritto da:
            ormai stai facendo la figura dell'ignorante. Vuoi
            dimostrare che ho torto perchè esiste un software
            open non finanziato?Mi pare ovvio. Tu hai fatto un'affermazione avventata e sto' cercando di fartelo capire :)
            Va bene, prenditi la ragione per quel che me ne
            fregaGrazie :) Potevi farlo anche prima, non e' che perdevi la faccia di meno ;)
            tu sei un malato di menteEcco, ora passiamo agli insulti ...
            scaricati questo, pagina 88 del pdf
            varco: «cooperate on standars, compete on
            solution»
            è il motto della IBM, una delle principali
            imprese che
            investe
            nellOpen Source.IBM investe nell'open source, e' chiaro.Ma arrivare ad affermare che controlli tutto l'open source mi pare veramente fantasia !
            basta hai vinto ho torto l'open source vive per
            merito dei tanti fedeli nel
            mondoCome del resto ha fatto per anni prima che IBM e soci investissero i loro milioni ;)
          • Giambo scrive:
            Re: paradosso open source
            - Scritto da:
            Per fare cultura, che sia
            musica, software, scienza o quello che ti pare
            serve tempo, tempo che una persona non ha perchè
            deve andare a lavorare e deve passare tutto il
            giorno a fare quello che il tuo capo vuole. La persona in questione potrebbe semplicemente applicare le sue conoscenze acquisite durante lo studio o sul posto di lavoro nel tempo libero.C'e' chi guarda i reality, c'e' chi va allo stadio e c'e' chi nel tempo libero sviluppa :)Oppure organizza "La più grande iniziativa tecnologica italiana" ;)
            Ma davvero credi che
            con il lavoro di studenti universitari che non
            sanno programmare (vai a lavorare, vedrai che
            quello che ti credi di sapere non è nulla) o di
            gente che ha si è no un'ora la sera possa portare
            avanti un progetto complesso?Hai qualche altra teoria ?
            I bellissimi
            software che tu vedi sono tutti pagati da IBM,
            Sun.Non e' vero, pero' sono disposto a crederti se per ognuno dei progetti di sourceforge mi porti la provi di quel che hai detto ;)
            La domanda iniziale voleva appunto ragionare
            sull'effettiva convenienza di una azienda medio
            piccola di dedicare programmatori all'open ma
            stipendiandoli. Mettere cioè un programmatore in
            pausa dalle attività redditizie per farlo
            lavorare ad un progetto open.Guardala cosi': Il programmatore deve in ogni caso sviluppare il prodotto. Se poi questo e' rilasciato con licenza open, che cosa cambia per la ditta ?
            Ma se parti
            con l'idea di iniziare un software e sperare che
            centinaia di gente super professionista ti aiuti
            lascia perdere, è una battaglia persa.Eppure e' successo, e ben piu' di una volta.
            Di solito
            queste idee vengono quasi sempre a gente che non
            lavora e non capisce l'impegno economico che
            serveQuindi, secondo te il software open e' o stato pagato da IBM e SUN, oppure e' stato sviluppato da singoli disoccupati ?
          • Anonimo scrive:
            Re: paradosso open source

            La persona in questione potrebbe semplicemente
            applicare le sue conoscenze acquisite durante lo
            studio o sul posto di lavoro nel tempo
            libero.
            C'e' chi guarda i reality, c'e' chi va allo
            stadio e c'e' chi nel tempo libero sviluppa
            :)
            Oppure organizza "La più grande iniziativa
            tecnologica italiana"
            ;)tempo completamente insufficiente. Poi secondo te anche il più altruista dei programmatori dopo essere stato fuori casa 10 ore, stanco, affamato con il figlio che vorresti vedere crescere, una moglie che ti vuole bene e con altri interessi esterni all'informatica può dedicare tutto il suo tempo libero a questo? Da analista informatico poi ti posso assicurare che su un progetto bisogna metterci le mani meno persone possibili in ogni punto perchè se un software passa da una mano all'altra senza documentazione e senza sapere cosa aveva in testa chi ha iniziato viene una schifezza che non hai idea. In molti casi cambiare il progettista durante lo sviluppo significa perdere tanto tempo per capire cosa aveva in testa.
            Non e' vero, pero' sono disposto a crederti se
            per ognuno dei progetti di sourceforge mi porti
            la provi di quel che hai detto
            ;)facci un giro, la quantità di progetti abbandonata da anni o che prosegue con un aggiornamento ogni 6 mesi non si conta. Ciò che cammina è ciò che ha dietro IBM che caccia i soldi. Poi esistono sempre le eccezioni ma non si può vivere di quelle.
            Guardala cosi': Il programmatore deve in ogni
            caso sviluppare il prodotto. Se poi questo e'
            rilasciato con licenza open, che cosa cambia per
            la ditta
            ?molto, moltissimo. Il programmatore non sviluppa quasi mai prodotti. Quasi tutti creano soluzioni per il cliente o per la propria azienda. Prendi una banca. C'è il gruppo di programmatori che crea il DB (che dipende dai servizi offerti dalla banca), crea i programmi (e c'è quello che gestisce le buste paghe, quello che aggiorna i conti correnti dei clienti, quello che fa gli inserimenti) etc. Non sono prodotti. Quando poi sviluppa prodotti deve fare questo calcolo: il venduto mi farà rientrare dei costi di sviluppo (ossia programmatori pagati)? Capita spesso che la versione 1 del prodotto non è sufficiente, ci vuole la versione 2. Ma se la 2 la tira fuori una seconda azienda inizia a diventare un pò difficile. Non è egoismo o altro. Sono soldi, si tratta di raggiungere un equilibrio e l'analisi a cui sono giunto è che nel modello open source fa più soldi chi aspetta che siano gli altri a fare il prodotto.Leggiti su wikipedia l'equilibrio di Nash (presente Beatifull Mind) ed il paradosso dei prigionieri.
            Quindi, secondo te il software open e' o stato
            pagato da IBM e SUN, oppure e' stato sviluppato
            da singoli disoccupati
            ?è stato sviluppato in parte da IBM , incrementato da professionisti e rovinato da disoccupati e studenti. I progetti che partono in questa maniera diventano vero software. Il software che parte dal disoccupato si blocca. Gira su sourgeforce, è un cimitero.
          • Anonimo scrive:
            Re: paradosso open source
            - Scritto da:
            io infatti dicevo che quelli che hanno successo
            sono quelli
            finanziati.Ma non e' questo il punto!Quanto: hanno successo perche' sono finanziati, o sono finanziati perche' hanno successo? :p
          • Anonimo scrive:
            Re: paradosso open source

            Non e' vero che sono finanziati, continui a
            mentire.http://www.umich.edu/news/index.html?Releases/2005/Apr05/r042605auna tra le mille. Sai usare il browser?
            Giochiamo a chi ce l'ha piu' lungo :D ?ahahah, analista informatico sarebbe sparare lungo? Domani lo dico ai miei colleghi così si inchineranno davanti a me e mi chiameranno signore del mondo. Analista informatico significa lavorare effettivamente nel settore con stipendi normali ma non da fame.
            Forse per questa ragione tutti gli italiani (Io
            non lo sono) si lamentano che la situazione e' da
            terzo mondo ;)
            ?anche all'estero è così. La maggior parte delle attività non sviluppano prodotti che finiscono nelle scatole o si possono installare con un installer. La maggior parte delle attività sono creazione o aggiornamento di applicativi specifici per il cliente. Per dire, una cosa a caso: alitalia ha bisogno di un software che permetta all'addetto di inserire i moduli di pagamento per eventuali rimborsi. Si fa l'applicazione (oggi solitamente web) collegata ad un DB (integrato con quelli esistenti o completamente nuovo) e tutti i dipendenti dal portale aziendale accedono. Questo è un esempio di quello che si fa. Poi ci sono i più fortunati che fanno applicazioni da scaffale ma è la minoranza, soprattutto in Italia.
            Se faccio un programma di ottimizzazione del
            portafiglio per la banca XYZ (Non posso fare nomi
            !) lo posso usare anche per la banca ZYX ? La
            risposta e' si. E pensa un po, una fetta di
            questo prodotto e'
            open-source.Da questa frase si vede che non hai mai fatto delle vere applicazioni aziendali. Cliente ha esigente molto diverse. Il massimo che si ricicla sono quelle classi per stampare report in pdf, excell o per fare connessioni al DB che tutti si portano dietro in penne usb o hd portatili. Quello che si trova su sourgeforce è più indicato magari all'ingegneria o alle applicazioni da scaffale. Io su sourgeforce non ho mai trovato nulla che si avvicinasse a quello che mi serviva. Si trovano i gestionali ma io non lavoro a quelli
            Spiega, spiega. Portami la dimostrazione delle
            panzane che racconti in questo forum :D
            !!ti ho detto vai su google e poi come faccio a spiegarti ciò che hai davanti agli occhi.
          • Giambo scrive:
            Re: paradosso open source
            - Scritto da:

            Non e' vero che sono finanziati, continui a

            mentire.
            http://www.umich.edu/news/index.html?Releases/2005

            una tra le mille. Sai usare il browser?L'hai detto: Uno su mille. Ora continua e dimostra la tua prima affermazione per i rimanenti "n" software ;)

            Giochiamo a chi ce l'ha piu' lungo :D ?
            ahahah, analista informatico sarebbe sparare
            lungo? Domani lo dico ai miei colleghi così si
            inchineranno davanti a me e mi chiameranno
            signore del mondo. Analista informatico significa
            lavorare effettivamente nel settore con stipendi
            normali ma non da
            fame.Stai forse affermando che io non lavoro nel settore o che ho uno stipendio da fame ?Ci sonosciamo cosi' bene :) ?

            Se faccio un programma di ottimizzazione del

            portafiglio per la banca XYZ (Non posso fare
            nomi

            !) lo posso usare anche per la banca ZYX ? La

            risposta e' si. E pensa un po, una fetta di

            questo prodotto e'

            open-source.
            Da questa frase si vede che non hai mai fatto
            delle vere applicazioni aziendali.Eggia', certo, come no, tu sai tutto e le tue affermazioni sono sempre correlate da ferree dimostrazioni (rotfl)

            Spiega, spiega. Portami la dimostrazione delle

            panzane che racconti in questo forum :D

            !!
            ti ho detto vai su google e poi come faccio a
            spiegarti ciò che hai davanti agli
            occhi.Come no, ora tocca a me dimostrare le tue affermazioni :D !Ma va' la' :D !
          • Anonimo scrive:
            Re: paradosso open source
            http://www2.autistici.org/bakunin//books/onf.pdfpagina 983. Tra i finanziatori di Sourceforge.net, il portale della Va Software Corporation,troviamo anche IBM.
          • Anonimo scrive:
            Re: paradosso open source
            - Scritto da:
            http://www2.autistici.org/bakunin//books/onf.pdf

            pagina 98

            3. Tra i finanziatori di Sourceforge.net, il
            portale della Va Software
            Corporation,
            troviamo anche IBM.
            Io ho un progetto su Sourceforge.net ma da IBM non ho mai visto un centesimo :-o
    • Kirisuto scrive:
      Re: paradosso open source
      Penso che non esista la "risposta unica" alle tue domande.A finanziare l'open source ci possono guadagnare diverse categorie:1) produttori hardware, avranno lo svantaggio che la soluzione non sarà esclusiva per la loro piattaforma, ma possono finanziare specificamente grossi miglioramenti su parti del SW che pur restando open source, girino così come sono in maniera ottimale sul loro HW, ma magari necessitino di una radicale riscrittura per girare sull'HW concorrente, poi c'è anche una sorta di bilanciamento, il produttore HW finanzia il progetto open, ma ci guadagna, oltre al lavoro che ha pagato, anche lavoro volontario e testing di hobbisti che non avrebbero molto interesse a lavorare gratis su piattaforme che non diano loro altrettanta libertà1a) produttori hardware, specificamente periferiche, guadagnando soprattutto sulla vendita di periferiche, accessori e consumabili, possono avere interesse ad ampliare il mercato, per piccola che sia la fetta in più, se basta rilasciare specifiche sufficienti a scrivere un driver open source, il gioco vale la candela2) fornitori di servizi e/o di soluzioni personalizzate: la comune base open source permette loro di standardizzare il lavoro e di avere più possibilità di reperire programmatori che appena assunti abbiano già un minimo di preparazione e non vadano formati da zero, due cose che possono ridurre un po' i costi, mentre il fatto di fornire servizio e personalizzazione ad hoc per il cliente finale rende innocuo il fatto di basarsi sull'open source, il core business è un qualcosa che non può essere copiato pari pari3) soluzioni miste basate su SO open source e librerie open source, ma LGPL o simili potrebbero aiutare piccole SW house closed source a svicolarsi dalla morsa di concorrenti più grandi, spostandosi su un terreno dove finora alcune grandi aziende quasi puramente SW hanno mostrato di non volersi addentrare4) qualcuno che voglia minare alle fondamenta l'attuale mondo del SW closed source e sulle macerie costruire un nuovo mondo SW dove siano annullate le attuali rendite di posizione5) in parte per gli stessi motivi del punto 4, ex grandi aziende SW una volta potenti e fiorenti, ora sul punto di essere travolte dalla concorrenza, potrebbero voler fare il loro canto del cigno donando codice ed eventuali risorse finanziarie ancora disponibili a una possibile nemesi storica del loro nemico... come disse Sansone nei suoi ultimi minuti di vita?
  • Anonimo scrive:
    www.linux.it irraggiungibile?
    Sono l'unico a non poter raggiugere tale sito??Sembra un problema di risoluzione DNS.Qualcuno me lo conferma?
  • Anonimo scrive:
    Ma le aziende ci sono?
    Scusate ci sono anche delle aziende che mostrano le loro soluzioni?Sono sempre restato affascinato dalla possibilità di usare linux come proposta dai miei clienti, ma mi è poco chiara la meccanica commerciale.Ciao ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma le aziende ci sono?
      - Scritto da:
      Scusate ci sono anche delle aziende che mostrano
      le loro
      soluzioni?

      Sono sempre restato affascinato dalla possibilità
      di usare linux come proposta dai miei clienti, ma
      mi è poco chiara la meccanica
      commerciale.

      Ciao ciaosemplice: tu gli dici che linux è gratis e non ha virus. Loro ci credono e gli fai una migrazione di 200 postazioni. Poi dopo qualche mese dicono che si trovano male e li riporti a windows. Doppio incasso
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma le aziende ci sono?
      - Scritto da:
      Scusate ci sono anche delle aziende che mostrano
      le loro
      soluzioni?

      Sono sempre restato affascinato dalla possibilità
      di usare linux come proposta dai miei clienti, ma
      mi è poco chiara la meccanica
      commerciale.

      Ciao ciaoLINUX E' UN SISTEMA OPERATIVO FATTO DA HACKER E PER GLI HACKER E NESSUNO DEVE AZZARDARSI A SPORCARLO DI PUZZOLENTI SOLDI OCCIDENTALI E PROFITTO CAPITALISTICO :@MA PRESTO VE NE RENDERETE CONTO, LINUX E L'OPEN SOURCE PENETRERANNO NELLA VOSTRA VITA E CHI NON LO ACCETTERA' SI FARA' TANTO MALE IL CULO, MA SARA' TROPPO TARDI, IL DRAGASACCOCCE DI REDMOND E GLI SPARAGESTIONALI VB WC CLOSED SARANNO GIA' STORIALINUX AVVICINATI, NOI SIAMO QUI(linux)(linux)(linux)(linux)(linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma le aziende ci sono?
      - Scritto da:
      Scusate ci sono anche delle aziende che mostrano
      le loro
      soluzioni?

      Sono sempre restato affascinato dalla possibilità
      di usare linux come proposta dai miei clienti, ma
      mi è poco chiara la meccanica
      commerciale.

      Ciao ciaoTralasciando risposte ai soliti cretini.... Le aziende in genere le trovi al LinuxWorld Expo, una manifestazione che fanno a Milano verso aprile/maggio se nn erro. Raramente le aziende Linux partecipano ai Linux Day, a meno che non sono aziende locali del territorio, in quanto la manifestazione viene organizzata dalle associazioni ed ha carattere territoriale....
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma le aziende ci sono?
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Scusate ci sono anche delle aziende che mostrano

        le loro

        soluzioni?



        Sono sempre restato affascinato dalla
        possibilità

        di usare linux come proposta dai miei clienti,
        ma

        mi è poco chiara la meccanica

        commerciale.



        Ciao ciao


        Tralasciando risposte ai soliti cretini.... Le
        aziende in genere le trovi al LinuxWorld Expo,
        una manifestazione che fanno a Milano verso
        aprile/maggio se nn erro. Raramente le aziende
        Linux partecipano ai Linux Day, a meno che non
        sono aziende locali del territorio, in quanto la
        manifestazione viene organizzata dalle
        associazioni ed ha carattere
        territoriale....Leggi : manifestazione dei centri sociali che blaterano la parolina magica Linux per essere "per il business solidale" ... ehhh!
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma le aziende ci sono?
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Scusate ci sono anche delle aziende che
          mostrano


          le loro


          soluzioni?





          Sono sempre restato affascinato dalla

          possibilità


          di usare linux come proposta dai miei clienti,

          ma


          mi è poco chiara la meccanica


          commerciale.





          Ciao ciao





          Tralasciando risposte ai soliti cretini.... Le

          aziende in genere le trovi al LinuxWorld Expo,

          una manifestazione che fanno a Milano verso

          aprile/maggio se nn erro. Raramente le aziende

          Linux partecipano ai Linux Day, a meno che non

          sono aziende locali del territorio, in quanto la

          manifestazione viene organizzata dalle

          associazioni ed ha carattere

          territoriale....

          Leggi : manifestazione dei centri sociali che
          blaterano la parolina magica Linux per essere
          "per il business solidale" ...
          ehhh!Ecco le cosidette "risposte dei soliti cretini". Bravo!!!!! Bravo!!!! Soddisfatto??!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma le aziende ci sono?
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Scusate ci sono anche delle aziende che
          mostrano


          le loro


          soluzioni?





          Sono sempre restato affascinato dalla

          possibilità


          di usare linux come proposta dai miei clienti,

          ma


          mi è poco chiara la meccanica


          commerciale.





          Ciao ciao





          Tralasciando risposte ai soliti cretini.... Le

          aziende in genere le trovi al LinuxWorld Expo,

          una manifestazione che fanno a Milano verso

          aprile/maggio se nn erro. Raramente le aziende

          Linux partecipano ai Linux Day, a meno che non

          sono aziende locali del territorio, in quanto la

          manifestazione viene organizzata dalle

          associazioni ed ha carattere

          territoriale....

          Leggi : manifestazione dei centri sociali che
          blaterano la parolina magica Linux per essere
          "per il business solidale" ...
          ehhh!Leggi: risposta cretina! Ehh!
  • eagleone scrive:
    Windows Day???
    Io sono uno degli organizzatori di un LD, per tutti i trolloni che sparano a zero contro questa manifestazione, dovete sapere che è svolta da appassionati volontari, che non guadagnano un centesimo, anzi, spesso ci mettono del loro anche economicamente, e vi assicuro che l'organizzare un'iniziativa come questa non è semplice e richiede parecchio tempo, e tutto questo per la condivisione della conoscenza come è nello spirito Open Source e per far conoscere questo SO e tutto quello che ci gira intorno, poi se interessa ok, altrimenti amici come prima, uno è libero di usare Windows,"il cugino" Mac, o ciò che gli più aggrada, e ci mancherebbe altro, non vogliamo di certo evangelizzare nessuno, anzi, tendiamo e isolare coloro che fanno di questo SO e dell'Open Source una religione da imporre!!!Però, per i numerosi utenti Windows, anzichè star qua a trollare, e visto che molti criticano tanto la qualità di ciò che si trova ai LD, perchè non organizzano anche loro un Windows Day? O sarebbe meglio chiamarlo il "Cracking Day", visto che come ti avvicini ad un gruppetto di utenti Windows che discutono tra loro una volta su due se non di più parlano di come sviare i controlli del loro Windows craccato, di dove trovare programmi craccati, e altri argomenti "estremamente legali" di questo genere?E poi, la finite di sparare a zero contro noi linari e poi ogni tre per due chiamarci per farci sistemare i mille problemi dei vostri PC con il vostro efficientissimo Windows?! ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Windows Day???
      - Scritto da: eagleone
      Io sono uno degli organizzatori di un LD, per
      tutti i trolloni che sparano a zero contro questa
      manifestazione, dovete sapere che è svolta da
      appassionati volontari, che non guadagnano un
      centesimo, anzi, spesso ci mettono del loro anche
      economicamente, e vi assicuro che l'organizzare
      un'iniziativa come questa non è semplice e
      richiede parecchio tempo, e tutto questo per la
      condivisione della conoscenza come è nello
      spirito Open Source e per far conoscere questo SO
      e tutto quello che ci gira intorno, poi se
      interessa ok, altrimenti amici come prima, uno è
      libero di usare Windows,"il cugino" Mac, o ciò
      che gli più aggrada, e ci mancherebbe altro, non
      vogliamo di certo evangelizzare nessuno, anzi,
      tendiamo e isolare coloro che fanno di questo SO
      e dell'Open Source una religione da
      imporre!!!

      Però, per i numerosi utenti Windows, anzichè star
      qua a trollare, e visto che molti criticano tanto
      la qualità di ciò che si trova ai LD, perchè non
      organizzano anche loro un Windows Day? O sarebbe
      meglio chiamarlo il "Cracking Day", visto che
      come ti avvicini ad un gruppetto di utenti
      Windows che discutono tra loro una volta su due
      se non di più parlano di come sviare i controlli
      del loro Windows craccato, di dove trovare
      programmi craccati, e altri argomenti
      "estremamente legali" di questo
      genere?

      E poi, la finite di sparare a zero contro noi
      linari e poi ogni tre per due chiamarci per farci
      sistemare i mille problemi dei vostri PC con il
      vostro efficientissimo Windows?!
      ;)E' inutile, stai parlando ai muri.La verità è che un coordinamento in contemporanea in 90 città accogliendo migliaia di visitatori se lo possono solo sognare. A meno che non sia MS a finanziare una serie di workshop per la scuola e la pubblica amministrazione mandando il suo PR di turno a fare il solito teatrino delle falsità.
      • Anonimo scrive:
        Re: Windows Day???
        - Scritto da:

        E' inutile, stai parlando ai muri.
        La verità è che un coordinamento in contemporanea
        in 90 città accogliendo migliaia di visitatori se
        lo possono solo sognare. A meno che non sia MS a
        finanziare una serie di workshop per la scuola e
        la pubblica amministrazione mandando il suo PR di
        turno a fare il solito teatrino delle
        falsità.è vero, noi winari senza soldini non cantiamo messa, non siamo mica dei bravi e volenterosi ragazzi come voi...e poi c'è chi si può permettere di cazzeggiare 12 mesi l'anno, chi invece no
        • Anonimo scrive:
          Re: Windows Day???
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          E' inutile, stai parlando ai muri.

          La verità è che un coordinamento in
          contemporanea

          in 90 città accogliendo migliaia di visitatori
          se

          lo possono solo sognare. A meno che non sia MS a

          finanziare una serie di workshop per la scuola e

          la pubblica amministrazione mandando il suo PR
          di

          turno a fare il solito teatrino delle

          falsità.

          è vero, noi winari senza soldini non cantiamo
          messa, non siamo mica dei bravi e volenterosi
          ragazzi come
          voi...

          e poi c'è chi si può permettere di cazzeggiare 12
          mesi l'anno, chi invece
          noE certo voi grandi lavoratori.... Lo vedi con chi gente stiamo interloquendo? Solo insulti sapete sparare.... Bravi, complimenti, clap clap clap
        • gian_d scrive:
          Re: Windows Day???
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          E' inutile, stai parlando ai muri.

          La verità è che un coordinamento in
          contemporanea

          in 90 città accogliendo migliaia di visitatori
          se

          lo possono solo sognare. A meno che non sia MS a

          finanziare una serie di workshop per la scuola e

          la pubblica amministrazione mandando il suo PR
          di

          turno a fare il solito teatrino delle

          falsità.

          è vero, noi winari senza soldini non cantiamo
          messa, non siamo mica dei bravi e volenterosi
          ragazzi come
          voi...Ragazzo? si, me lo direbbe mio nonno se fosse ancora vivo

          e poi c'è chi si può permettere di cazzeggiare 12
          mesi l'anno, chi invece
          noCAZZEGGIARE?IO SONO UNO DEI CANTINARI, UNO CHE CAZZEGGIANDO STA FACENDO RISPARMIARE QUALCHE CENTESIMO DELLA TUA SUDATISSIMA IRPEF (MI SONO ARRIVATE LE GOCCE DI SUDORE, OSTIA) USANDO GNU LINUX NELLA MIA SCUOLA INVECE DI FAR PAGARE ALLO STATO (CIOE', A TE?) LA SOLITA MAZZETTA LEGALIZZATA AD UNA MULTINAZIONALE STRANIERA.Se preferisci che smetta di cazzeggiare non c'è problema: io guadagnerò tempo libero da usare per i cacchi miei, tu sei disposto a devolvere una quota della tua IRPEF (ammesso che la paghi...) per proseguire nello status quo?
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows Day???
            - Scritto da: gian_d

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            E' inutile, stai parlando ai muri.


            La verità è che un coordinamento in

            contemporanea


            in 90 città accogliendo migliaia di visitatori

            se


            lo possono solo sognare. A meno che non sia
            MS
            a


            finanziare una serie di workshop per la
            scuola
            e


            la pubblica amministrazione mandando il suo PR

            di


            turno a fare il solito teatrino delle


            falsità.



            è vero, noi winari senza soldini non cantiamo

            messa, non siamo mica dei bravi e volenterosi

            ragazzi come

            voi...

            Ragazzo? si, me lo direbbe mio nonno se fosse
            ancora
            vivo





            e poi c'è chi si può permettere di cazzeggiare
            12

            mesi l'anno, chi invece

            no

            CAZZEGGIARE?
            IO SONO UNO DEI CANTINARI, UNO CHE CAZZEGGIANDO
            STA FACENDO RISPARMIARE QUALCHE CENTESIMO DELLA
            TUA SUDATISSIMA IRPEF (MI SONO ARRIVATE LE GOCCE
            DI SUDORE, OSTIA) USANDO GNU LINUX NELLA MIA
            SCUOLA INVECE DI FAR PAGARE ALLO STATO (CIOE', A
            TE?) LA SOLITA MAZZETTA LEGALIZZATA AD UNA
            MULTINAZIONALE
            STRANIERA.sei un comunista arrapato dai capelli fino alla punta dei piedicome se il problema dell'italia fosse in generale quello di pagare un prodotto estero, qualunque esso siaallora gli usa sono degli stupidi a preferire il vino e l'abbigliamento italiano, visto che entrambi li producono ugualmente nel loro territorio

            Se preferisci che smetta di cazzeggiare non c'è
            problema: io guadagnerò tempo libero da usare per
            i cacchi miei, tu sei disposto a devolvere una
            quota della tua IRPEF (ammesso che la paghi...)
            per proseguire nello status
            quo?
            le tue teorie sono obsolete come l'armata rossaaggiornati e capirai perchè oggi siamo nel fosso
          • longinous scrive:
            Re: Windows Day???

            sei un comunista arrapato dai capelli fino alla
            punta dei
            piediE tu un troll, il che è peggio, perchè uno di essere comunista può anche smettere, te invece resti troll
            come se il problema dell'italia fosse in generale
            quello di pagare un prodotto estero, qualunque
            esso
            siaNo, il problema è che si strapaga un prodotto estero senza motivo. Hey, perchè non spendi tutti i tuoi soldi per comprarti un ciclotrone a rate?Tanto che ti frega? Non è mica un problema.
            allora gli usa sono degli stupidi a preferire il
            vino e l'abbigliamento italiano, visto che
            entrambi li producono ugualmente nel loro
            territorioSei lievemente fuori tema e stai utilizzando un paragone che non regge.Il tema è: usare qualcosa di gratuito che ti può far imparare qualcosa o qualcosa si estremamente costoso che ti insegna a fare click su avanti ed entrambe le scelte cadono su prodotti stranieri, quindi dov'è il problema del made in italy qua?
            le tue teorie sono obsolete come l'armata rossaLe tue frasi sono fatte come i parlamentari
            aggiornati e capirai perchè oggi siamo nel fossoTi prego, pendo dalle tue labbra.Spiegami, perchè io fin'ora ero convinto che fossimo nel fosso perchè si erano sprecatre risorse invece di investire oculatamente, ma devo essere un rosso di merda che non capisce un razzo!Quindi ti prego, dimmela tu la verità!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 ottobre 2006 17.01-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: Windows Day???
            - Scritto da:

            - Scritto da: gian_d



            - Scritto da:





            - Scritto da:







            E' inutile, stai parlando ai muri.



            La verità è che un coordinamento in


            contemporanea



            in 90 città accogliendo migliaia di
            visitatori


            se



            lo possono solo sognare. A meno che non sia

            MS

            a



            finanziare una serie di workshop per la

            scuola

            e



            la pubblica amministrazione mandando il suo
            PR


            di



            turno a fare il solito teatrino delle



            falsità.





            è vero, noi winari senza soldini non cantiamo


            messa, non siamo mica dei bravi e volenterosi


            ragazzi come


            voi...



            Ragazzo? si, me lo direbbe mio nonno se fosse

            ancora

            vivo









            e poi c'è chi si può permettere di cazzeggiare

            12


            mesi l'anno, chi invece


            no



            CAZZEGGIARE?

            IO SONO UNO DEI CANTINARI, UNO CHE CAZZEGGIANDO

            STA FACENDO RISPARMIARE QUALCHE CENTESIMO DELLA

            TUA SUDATISSIMA IRPEF (MI SONO ARRIVATE LE GOCCE

            DI SUDORE, OSTIA) USANDO GNU LINUX NELLA MIA

            SCUOLA INVECE DI FAR PAGARE ALLO STATO (CIOE', A

            TE?) LA SOLITA MAZZETTA LEGALIZZATA AD UNA

            MULTINAZIONALE

            STRANIERA.

            sei un comunista arrapato dai capelli fino alla
            punta dei
            piedi

            come se il problema dell'italia fosse in generale
            quello di pagare un prodotto estero, qualunque
            esso
            sia

            allora gli usa sono degli stupidi a preferire il
            vino e l'abbigliamento italiano, visto che
            entrambi li producono ugualmente nel loro
            territorio




            Se preferisci che smetta di cazzeggiare non c'è

            problema: io guadagnerò tempo libero da usare
            per

            i cacchi miei, tu sei disposto a devolvere una

            quota della tua IRPEF (ammesso che la paghi...)

            per proseguire nello status

            quo?



            le tue teorie sono obsolete come l'armata rossa

            aggiornati e capirai perchè oggi siamo nel fossoAh ah ah, che risposte dementi che dai, sei peggio di Zelig.... cazzate a raffica!!!!! Vaiii!!!!! :D :D :D :D :D
          • gian_d scrive:
            Re: Windows Day???
            - Scritto da:

            - Scritto da: gian_d



            - Scritto da:





            - Scritto da:







            E' inutile, stai parlando ai muri.



            La verità è che un coordinamento in


            contemporanea



            in 90 città accogliendo migliaia di
            visitatori


            se



            lo possono solo sognare. A meno che non sia

            MS

            a



            finanziare una serie di workshop per la

            scuola

            e



            la pubblica amministrazione mandando il suo
            PR


            di



            turno a fare il solito teatrino delle



            falsità.





            è vero, noi winari senza soldini non cantiamo


            messa, non siamo mica dei bravi e volenterosi


            ragazzi come


            voi...



            Ragazzo? si, me lo direbbe mio nonno se fosse

            ancora

            vivo









            e poi c'è chi si può permettere di cazzeggiare

            12


            mesi l'anno, chi invece


            no



            CAZZEGGIARE?

            IO SONO UNO DEI CANTINARI, UNO CHE CAZZEGGIANDO

            STA FACENDO RISPARMIARE QUALCHE CENTESIMO DELLA

            TUA SUDATISSIMA IRPEF (MI SONO ARRIVATE LE GOCCE

            DI SUDORE, OSTIA) USANDO GNU LINUX NELLA MIA

            SCUOLA INVECE DI FAR PAGARE ALLO STATO (CIOE', A

            TE?) LA SOLITA MAZZETTA LEGALIZZATA AD UNA

            MULTINAZIONALE

            STRANIERA.

            sei un comunista arrapato dai capelli fino alla
            punta dei
            piedi

            come se il problema dell'italia fosse in generale
            quello di pagare un prodotto estero, qualunque
            esso
            sia

            allora gli usa sono degli stupidi a preferire il
            vino e l'abbigliamento italiano, visto che
            entrambi li producono ugualmente nel loro
            territorio




            Se preferisci che smetta di cazzeggiare non c'è

            problema: io guadagnerò tempo libero da usare
            per

            i cacchi miei, tu sei disposto a devolvere una

            quota della tua IRPEF (ammesso che la paghi...)

            per proseguire nello status

            quo?



            le tue teorie sono obsolete come l'armata rossa

            aggiornati e capirai perchè oggi siamo nel fossoPerché tiri in ballo la politica? Carenza di argomentazioni?
          • longinous scrive:
            Re: Windows Day???
            no, il suo è un attacco di trollosità cronica acutizzata.non perdere tempo con lui, prof!
        • eagleone scrive:
          Re: Windows Day???
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          E' inutile, stai parlando ai muri.

          La verità è che un coordinamento in
          contemporanea

          in 90 città accogliendo migliaia di visitatori
          se

          lo possono solo sognare. A meno che non sia MS a

          finanziare una serie di workshop per la scuola e

          la pubblica amministrazione mandando il suo PR
          di

          turno a fare il solito teatrino delle

          falsità.

          è vero, noi winari senza soldini non cantiamo
          messa, non siamo mica dei bravi e volenterosi
          ragazzi come
          voi...

          e poi c'è chi si può permettere di cazzeggiare 12
          mesi l'anno, chi invece
          noSiamo solo persone che hanno una passione, la portano avanti e a cui piace condividerla con altri, non c'è nessuna finalità di andare a cantare messa, se cercassi queste cose farei del volontariato per aiutare persone che ne hanno bisogno, non mischiare le cose!Sul cazzeggiare, non trollare e basati su fatti che conosci, quanto ho scritto si basa su fatti reali e non trollate come le tue che vogliono dipingere chi utilizza Linux come un nerd che non ha altro da fare nella vita che il ricompilare il kernel in continuazione! ;)E adesso, se permetti, vado fuori a cazzeggiare un po io, saluti a tutti...
    • Anonimo scrive:
      Re: Windows Day???
      Condivido perfettamente la prima parte del tuo post. Hai ragione a difendere quello che fai.Nella seconda parte però spari anche tu contro gli altri (magari per autodifesa ma non è un'attenuante!).Di gente ignorante in giro ce ne tanto linux o windows che sia e fine.E comunque il togliere di virus e i spyware dai pc domestici non è che ti renda tanto onore secondo me! :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Windows Day???

        E comunque il togliere di virus e i spyware dai
        pc domestici non è che ti renda tanto onore
        secondo me!
        :-)C'è gente che lo fa per mestiere.
      • eagleone scrive:
        Re: Windows Day???
        - Scritto da:
        Condivido perfettamente la prima parte del tuo
        post. Hai ragione a difendere quello che
        fai.

        Nella seconda parte però spari anche tu contro
        gli altri (magari per autodifesa ma non è
        un'attenuante!).

        Di gente ignorante in giro ce ne tanto linux o
        windows che sia e
        fine.

        E comunque il togliere di virus e i spyware dai
        pc domestici non è che ti renda tanto onore
        secondo me!
        :-)Ti ringrazio dell'approvazione della prima parte del mio post, sulla seconda parte ti dirò che sarei io il primo ad essere contento se fossi smentito, ma purtroppo è una triste realtà.Sono daccordo con te che gli ignoranti ci sono da tutte le parti, però considera che generalmente chi usa Linux ha un minimo di interesse per l'informatica, se gli dici cos'è un firewall lo sa, e così per altre cose che in teoria tutti dovrebbero sapere, la stessa cosa purtroppo non la noto negli utenti Windows, lascia perdere l'utenza media di coloro che frequentano questo sito, magari ci saranno tanti trolloni ma la media come interesse verso l'informatica è abbastanza alta, al di là del SO usato.Ovviamente sto parlando di utenti casalinghi....Un'ultima cosa, io non sono un informatico di professione, non considero un onore ripulire e risistemare i PC di altre persone, ma è un piacere che faccio ad un numero ristrettissimo di amici, se però dovessi dare la mia disponibilità tutte le sere le passerei a casa di conoscenti per questi motivi, ma preferisco fare cose più interessanti e non togliere il guadagno a coloro che queste cose le fanno per lavoro.Ciao.
    • Anonimo scrive:
      Re: Windows Day???
      - Scritto da: eagleone
      Io sono uno degli organizzatori di un LD...
      ...tutto questo per la
      condivisione della conoscenza come è nello
      spirito Open Source e per far conoscere questo SOma quanto sono bravi e religiosi questi ragazzi dell'open source! :$
      • longinous scrive:
        Religione?

        ma quanto sono bravi e religiosi questi ragazzi
        dell'open source!
        :$Hey, basta con gli insulti!Religioso io?Nemmeno se mi si presentasse la religione del manec de l'ombrela: maià, bèer e fa nà la canéla!(trad: manico dell'ombrello: mangiare, bere e far andare il pise**o)(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Windows Day???

      E poi, la finite di sparare a zero contro noi
      linari e poi ogni tre per due chiamarci per farci
      sistemare i mille problemi dei vostri PC con il
      vostro efficientissimo Windows?! Ma chi ve se schioppa !
      • eagleone scrive:
        Re: Windows Day???
        - Scritto da:


        E poi, la finite di sparare a zero contro noi

        linari e poi ogni tre per due chiamarci per
        farci

        sistemare i mille problemi dei vostri PC con il

        vostro efficientissimo Windows?!

        Ma chi ve se schioppa !Presentati e argomenta i tuoi intervanti trollone.
    • Anonimo scrive:
      Re: Windows Day???
      perchè non
      organizzano anche loro un Windows Day? O sarebbe
      meglio chiamarlo il "Cracking Day", visto che
      come ti avvicini ad un gruppetto di utenti
      Windows che discutono tra loro una volta su due
      se non di più parlano di come sviare i controlli
      del loro Windows craccato, di dove trovare
      programmi craccati, e altri argomenti
      "estremamente legali" di questo
      genere?

      E poi, la finite di sparare a zero contro noi
      linari e poi ogni tre per due chiamarci per farci
      sistemare i mille problemi dei vostri PC con il
      vostro efficientissimo Windows?!
      ;)Bravo, eri partito bene, hai terminato come un troll qualsiasi.Ritenta, la prossima volta andrà meglio.
      • eagleone scrive:
        Re: Windows Day???
        - Scritto da:
        perchè non

        organizzano anche loro un Windows Day? O sarebbe

        meglio chiamarlo il "Cracking Day", visto che

        come ti avvicini ad un gruppetto di utenti

        Windows che discutono tra loro una volta su due

        se non di più parlano di come sviare i controlli

        del loro Windows craccato, di dove trovare

        programmi craccati, e altri argomenti

        "estremamente legali" di questo

        genere?



        E poi, la finite di sparare a zero contro noi

        linari e poi ogni tre per due chiamarci per
        farci

        sistemare i mille problemi dei vostri PC con il

        vostro efficientissimo Windows?!

        ;)


        Bravo, eri partito bene, hai terminato come un
        troll
        qualsiasi.
        Ritenta, la prossima volta andrà meglio.No caro mio, un troll sarai tu, tanto per iniziare datti un'identità come faccio io prima di postare, poi, quanto ho scritto non è purtroppo una trollata ma una triste realtà, anzi, ti dirò che spesso sembro io che ho tutto software originale ad essere considerato in negativo perchè non ho da vantarmi di quanto sono furbetto ad avere da uindous a fotosciop a mille altri programmi senza sborsare un centesimo!Guarda, mi spiace, ma la media degli utenti Windows casalinghi sono orientati su questa musica, forse proporre un'alternativa dove puoi trovare programmi per i quali spendi poco o niente e ti danno una buona qualità è un reato?Spero proprio di no.... ;)
        • Type R scrive:
          Re: Windows Day???
          Ma smettetela! Un pubblico non vi applaudirebbe di certo!Alfa
          • eagleone scrive:
            Re: Windows Day???
            Complimenti per l'intervento costruttivo! ;) beta
          • longinous scrive:
            Re: Windows Day???
            Non so te, ma io problemi di personalità multiple non ne ho ancora, quindi se parli con me parla al singolare, primo.Secondo, stavo dando una spiegazione retorica (per il fatto che già la sapeva, ma sapere di non essere il solo a pensare certe cose aiuta) a egaleone, non tenendo un comizio.Terzo, se non hai niente da dire, ti chiedo per favore di non venire a dirlo a me.Grazie per l'attenzione, Type R, e a risentirci a quando avrai qualcosa di costruttivo da dire
        • eagleone scrive:
          Re: Windows Day???
          Sottoscrivo quanto dici Longinous, aggiungo che spesso come gli dici che usi Linux ti vedono come un possibile hacker, ma nel senso cattivo (cracker), ad esempio tempo fa andando a lavorare in una ditta nuova e parlando con un paio di appassionati di informatica, questi iniziarono a tempestarmi di domande su varie cose che di certo legali non sono, introdurti in un sistema (illegalmente e/o senza il consenso del proprietario del sistema), come scrivere un crack, ecc, ecc, una volta appurato però che io anche se sapevo farle quelle cose non ne avevo la minima intenzione, hanno perso l'interesse nei miei confronti...Voglio precisare per l'ennesima volta che quanto esprimo sugli utenti Windows è quanto rilevo da moltissimi utenti casalinghi, per quanto riguarda utenti professionisti, o anche casalinghi ma con una vera passione per l'informatica, spesso si instaura una buona discussione, spesso costruttiva, poi ognuno continuerà ad usare ciò che più gli aggrada, come è giusto che sia! ;) Poi, purtroppo concordo con te nel dire che per molti costoso==alto valoreeconomico==basso valorema una delle finalità del LD è proprio far capire alla gente che in Linux e in quello che ci gira intorno c'è una alternativa a quanto già conoscono, ma un'alternativa valida, non un ripiego, uno dei compiti principali è spiegare perchè viene proposto tanto software gratis o a basso prezzo, da notare che c'è anche tanto software a pagamento che gira su Linux, e costa come quanto costerebbe per altri SO, basta prendere i test ai programmi che vengono fatti sulle varie riviste specializzate per appurare questa cosa, perciò non è tutto gratis come molti pensano, comunque, anche per ciò che è gratuito, viene spiegato che è così per una filosofia di mercato differente, a partire dal kernel, prodotto nell'OSDL, che è sì gratuito e liberamente scaricabile, ma perchè OSDL è un consorzio delle principali aziende informatiche del pianeta, a parte MS, che hanno deciso di unirsi nel supporto alla produzione del cuore di Linux (anzi, se volessimo mettere i puntini sulle i sarebbe Linux stesso, ma stiamo parlandone genericamente come SO e non come kernel, dovremmo dire GNU/Linux, ma.. ci capiamo comunque! :) ) in modo da poterlo poi utilizzare per il proprio business, spiegando così che è un concetto collaborativo che va al di là dei limiti canonici di un'azienda, limiti seppur molto ampi nel caso di aziende particolarmente grandi.Si cerca di dare la consapevolezza di un'alternativa a ciò che la massa conosce, poi ognuno sceglie la sua strada, come è giusto che sia! ;)Il discorso potrebbe essere complesso e allungherebbe ulteriormente questo già lungo post, ma per finire rimarco con una punta di amarezza la tendenza di molti che potrebbero usare per quello che devono fare anche su Windows programmi quali OpenOffice, Gimp, e altri ancora, ma non lo fanno perchè fa più figo essere "il furbetto", poter dire di avere gratuitamente programmi di centinaia o addirittura di migliaia di euro!Posso tra virgolette capire colui che deve usare ad esempio Photoshop, è uno stundente spiantato, non riesce a fare quello che dovrebbe con Gimp e alla fine ce l'ha craccato, ma quello che usa Photoshop per fare due ritocchini due volte all'anno a due foto, e anche Gimp sarebbe abbondantemente sovradimensionato per quell'uso, beh, quest'ultimo non è un figo, è un disonesto nel vero senso della parola, punto! ;) Ciao :)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 ottobre 2006 13.23-----------------------------------------------------------
        • Anonimo scrive:
          Re: Windows Day???

          No caro mio, un troll sarai tuSei partito prendendotela contro i trolloni e hai finito come il peggiore di uno di loro.Ci lavoro quotidianamente su linux, non ho nulla contro chi propone software open, ho molto contro i tifosi sfegatati. forse proporre un'alternativa dove puoi
          trovare programmi per i quali spendi poco o
          niente e ti danno una buona qualità è un
          reato?

          Spero proprio di no.... ;)

          E ti ho mai detto qualcosa? :
    • Anonimo scrive:
      Re: Windows Day???
      ciao a tutti
  • Anonimo scrive:
    Concentrato di luoghi comuni...
    Non se ne può più...- Linux non appartiene ad alcuna corrente politica (da leggere: basta con questa storia dei comunisti, siete patetici)- Non è un dato di fatto che chi usa Windows sia un utonto- Non è un dato di fatto che chi usa Linux sia un nerd- Non è un dato di fatto che chi usa Linux sia più intelligente di chi usa Windows- Non è un dato di fatto che chi sviluppa in VB produce solo mondezza- Non è un dato di fatto che chi sviluppa e/o lavora su Linux venga sfruttato e faccia la famee questi esempi nascono dopo aver letto si e no una decina di post a caso... pensa un po' cosa potrebbe uscire a leggerli tutti... ho paura solo a pensarlo.Basta con questi discorsi da "bar dello sport", o peggio ancora, da "io ce l'ho più lungo"... non se ne puo' proprio più.Grazie per l'attenzione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Concentrato di luoghi comuni...
      - Scritto da:
      Non se ne può più...

      - Linux non appartiene ad alcuna corrente
      politica (da leggere: basta con questa storia dei
      comunisti, siete
      patetici)
      - Non è un dato di fatto che chi usa Windows sia
      un
      utonto
      - Non è un dato di fatto che chi usa Linux sia un
      nerd
      - Non è un dato di fatto che chi usa Linux sia
      più intelligente di chi usa
      Windows
      - Non è un dato di fatto che chi sviluppa in VB
      produce solo
      mondezza
      - Non è un dato di fatto che chi sviluppa e/o
      lavora su Linux venga sfruttato e faccia la
      fame

      e questi esempi nascono dopo aver letto si e no
      una decina di post a caso... pensa un po' cosa
      potrebbe uscire a leggerli tutti... ho paura solo
      a
      pensarlo.

      Basta con questi discorsi da "bar dello sport", o
      peggio ancora, da "io ce l'ho più lungo"... non
      se ne puo' proprio
      più.

      Grazie per l'attenzione.spero che tu possa contare anche su alcuni dati di fatto, che tu abbia un'opinione, e che tu abbia quel minimissimo di coraggio per esprimerla
  • Anonimo scrive:
    quanti galeotti con vista 3d !!
    ecco l'entusiasmante eula della nuova schifezza di redmond per la comunità di sodomiti vinari:http://www.tweakness.net/index.php?topic=3030http://www.doxaliber.it/le-nuove-incredibili-restrizioni-della-licenza-di-vista/218complimenti belli grossi e ben piantati fino al nero, come piacciono a voi
  • Anonimo scrive:
    [ot]ecco la licenza galera di VISTA
    http://www.doxaliber.it/le-nuove-incredibili-restrizioni-della-licenza-di-vista/218#more-218ora scegliete se preferite la galera o la libertà
    • Anonimo scrive:
      Re: [ot]ecco la licenza galera di VISTA
      - Scritto da:
      http://www.doxaliber.it/le-nuove-incredibili-restr
      ora scegliete se preferite la galera o la libertà :-o
      • Anonimo scrive:
        Re: [ot]ecco la licenza galera di VISTA
        - Scritto da:

        - Scritto da:


        http://www.doxaliber.it/le-nuove-incredibili-restr

        ora scegliete se preferite la galera o la
        libertà

        :-osi si sbadiglia, beh ognuno è libero di andare in galera o meno, tu probabilmente ci vuoi andare e lo meriteresti pure, se consideriamo la quantità di software pirata e video pirata presente nel tuo pc..... :D :D :D :D
        • Anonimo scrive:
          Re: [ot]ecco la licenza galera di VISTA
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:





          http://www.doxaliber.it/le-nuove-incredibili-restr


          ora scegliete se preferite la galera o la

          libertà



          :-o

          si si sbadiglia, beh ognuno è libero di andare in
          galera o meno, tu probabilmente ci vuoi andare e
          lo meriteresti pure, se consideriamo la quantità
          di software pirata e video pirata presente nel
          tuo pc..... :D :D :D
          :DInvece chi usa Linux non utilizza mai programmi P2P e Torrent... eh? Ehhh!
          • Anonimo scrive:
            Re: [ot]ecco la licenza galera di VISTA
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:









            http://www.doxaliber.it/le-nuove-incredibili-restr



            ora scegliete se preferite la galera o la


            libertà





            :-o



            si si sbadiglia, beh ognuno è libero di andare
            in

            galera o meno, tu probabilmente ci vuoi andare e

            lo meriteresti pure, se consideriamo la quantità

            di software pirata e video pirata presente nel

            tuo pc..... :D :D :D

            :D


            Invece chi usa Linux non utilizza mai programmi
            P2P e Torrent... eh?
            Ehhh!Non certo per scaricare programmi pirata visto che tutto quello che ci serve lo troviamo nelle nostre distribuzioni in maniera perfettamente legale, eh? Ehhhhh!
          • Anonimo scrive:
            Re: [ot]ecco la licenza galera di VISTA
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:







            - Scritto da:














            http://www.doxaliber.it/le-nuove-incredibili-restr




            ora scegliete se preferite la galera o la



            libertà







            :-o





            si si sbadiglia, beh ognuno è libero di andare

            in


            galera o meno, tu probabilmente ci vuoi
            andare
            e


            lo meriteresti pure, se consideriamo la
            quantità


            di software pirata e video pirata presente nel


            tuo pc..... :D :D :D


            :D





            Invece chi usa Linux non utilizza mai programmi

            P2P e Torrent... eh?

            Ehhh!

            Non certo per scaricare programmi pirata visto
            che tutto quello che ci serve lo troviamo nelle
            nostre distribuzioni in maniera perfettamente
            legale, eh?
            Ehhhhh!te piace er gratisss, eeehhhh!?!?!?
          • Anonimo scrive:
            Re: [ot]ecco la licenza galera di VISTA

            te piace er gratisss, eeehhhh!?!?!?Certo se è anche legale, mica sono tutti ******** come te.... EEEHHHHHHH! :D
        • Anonimo scrive:
          Re: [ot]ecco la licenza galera di VISTA
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:





          http://www.doxaliber.it/le-nuove-incredibili-restr


          ora scegliete se preferite la galera o la

          libertà



          :-o

          si si sbadiglia, beh ognuno è libero di andare in
          galera o meno, tu probabilmente ci vuoi andare e
          lo meriteresti pure, se consideriamo la quantità
          di software pirata e video pirata presente nel
          tuo pc..... :D :D :D
          :Dtoh guarda sento già il tintinnio di manette, mentre tu te la ridi di goduria :-o
          • Anonimo scrive:
            Re: [ot]ecco la licenza galera di VISTA

            toh guarda sento già il tintinnio di manette,
            mentre tu te la ridi di goduria
            :-oSe venise applicata la legge non sbadiglieresti come un imbecille....
  • Anonimo scrive:
    certo molto meglio
    andare a vedere ballmer che, sudato come un maiale, gioca a fare la scimmia gridando "DEVELOPERS! DEVELOPERS!DEVELOPERS!" e a farsi (tra virgolette) sputare addosso ogni volta che arriva la fatidica "PERS!"
  • Anonimo scrive:
    la solita marchetta ad ils
    come da oggetto
  • Anonimo scrive:
    LinuxGay
    Sono andato l'altro anno al linuxgay. Ho trovato 4 maschi vestiti da nerd sadomaso. Ho avuto paura di perdere la mia integrità morale. Io non ci torno più : : :
  • Anonimo scrive:
    Opensorcini
    Opensorcini, ma ce l'avete renato zero per testimonial?(rotfl)(rotfl)
  • Anonimo scrive:
    La fiamma delle nuove tecnologie...
    "La sesta edizione del Linux Day 2006 accenderà la fiamma delle nuove tecnologie, di Linux e del software libero[...]"e linux e l'open source me le definisci "le nuove tecnologie"?a PI, ma che ti sei bevuto nelle ultime settimane, il sangria di stallman?Linux esiste dal 1991 e ha un kernel monolitico, sebbene aggiornato in modo modulare con hacking della peggio specieL'open source, lo dice pure stallman, esiste dapprima del closed, ovvero da almeno 40 annisveglia! Ma per cosa ci avete preso, per brufoloni cantinari? ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: La fiamma delle nuove tecnologie...

      e linux e l'open source me le definisci "le nuove
      tecnologie"?

      a PI, ma che ti sei bevuto nelle ultime
      settimane, il sangria di
      stallman?

      Linux esiste dal 1991 Hai ragione ! E che dire dei calcolatori elettronici ? Roba dell'anteguerra !!!
      • Anonimo scrive:
        Re: La fiamma delle nuove tecnologie...
        - Scritto da:


        e linux e l'open source me le definisci "le
        nuove

        tecnologie"?



        a PI, ma che ti sei bevuto nelle ultime

        settimane, il sangria di

        stallman?



        Linux esiste dal 1991

        Hai ragione ! E che dire dei calcolatori
        elettronici ?


        Roba dell'anteguerra !!!
        infatti erano chiamati calcolatori elettronici e non computer
        • Anonimo scrive:
          Re: La fiamma delle nuove tecnologie...

          infatti erano chiamati calcolatori elettronici e
          non
          computerehm... lo sai cosa significa computer, vero?
    • Anonimo scrive:
      hai raggione, queste sono le NTech!
      - Scritto da:
      "La sesta edizione del Linux Day 2006 accenderà
      la fiamma delle nuove tecnologie, di Linux e del
      software
      libero[...]"

      e linux e l'open source me le definisci "le nuove
      tecnologie"?

      a PI, ma che ti sei bevuto nelle ultime
      settimane, il sangria di
      stallman?

      Linux esiste dal 1991 e ha un kernel monolitico,
      sebbene aggiornato in modo modulare con hacking
      della peggio
      specie

      L'open source, lo dice pure stallman, esiste
      dapprima del closed, ovvero da almeno 40
      anni

      sveglia! Ma per cosa ci avete preso, per
      brufoloni cantinari?
      ;)vero, le nuove tecnologie sono ben altre,per es vista dalla cella informatica in 3d:http://www.doxaliber.it/le-nuove-incredibili-restrizioni-della-licenza-di-vista/218http://www.tweakness.net/index.php?topic=3030certo che voi se non ve lo mettono grande e grosso non siete felici ! complimenti....
  • Anonimo scrive:
    Commenti seri no?
    ... come da oggetto... : : :
    • Anonimo scrive:
      Re: Commenti seri no?
      - Scritto da:
      ... come da oggetto... : : :No, ma sono adeguati alla serietà della notizia.
      • Anonimo scrive:
        Re: Commenti seri no?
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ... come da oggetto... : : :

        No, ma sono adeguati alla serietà della notizia.Complimenti alla redazione, sarebbe OT questo messaggio? Tu poi non meriti risposte....
    • Anonimo scrive:
      Re: Commenti seri no?
      - Scritto da:
      ... come da oggetto... : : :ennesima festicciola dove si mangia, si beve e ci si diverte con il pc.Organizzata da chi poi?
      • Anonimo scrive:
        Re: Commenti seri no?
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ... come da oggetto... : : :
        ennesima festicciola dove si mangia, si beve e ci
        si diverte con il
        pc.
        Organizzata da chi poi?Eccone un'altro....
    • Anonimo scrive:
      Re: Commenti seri no?
      - Scritto da:
      ... come da oggetto... : : :CI si diverte come al linux day
      • Anonimo scrive:
        Re: Commenti seri no?
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ... come da oggetto... : : :

        CI si diverte come al linux daye ci si spara la maria, of course :$
    • Anonimo scrive:
      Re: Commenti seri no?
      - Scritto da:
      ... come da oggetto... : : :Allora..Non sono mai andato a un LinuxDay seppur frequenti un LUG da circa sei mesi. In questo tempo ho imparato a conoscere Linux e l'OpenSource da un'altro punto di vista, molto più pratico. Ho conosciuto gente con le mie stesse passioni e ho partecipato ai loro incontri e manifestazioni.Il linux day lo vedo sia come un tributo al celebre sistema operativo, ma anche come tentativo di far conoscere alla gente le varie sfacettature dell'informatica "casalinga" che riguarda la nostra vita quotidiana.
  • Anonimo scrive:
    e saranno open sorci verdi ......
    Come da titolo
  • Anonimo scrive:
    La più grande iniziativa tecnologica...
    ...italiana?ahahahahahahaha(rotfl)(rotfl)(rotfl)che dire, adoro lo spirito di PI
    • Fidech scrive:
      Re: La più grande iniziativa tecnologica
      - Scritto da:
      ...italiana?

      ahahahahahahaha

      (rotfl)(rotfl)(rotfl)

      che dire, adoro lo spirito di PI
      In effetti non l'ho capita neanch'io...
      • Anonimo scrive:
        Re: La più grande iniziativa tecnologica
        - Scritto da: Fidech

        - Scritto da:

        ...italiana?



        ahahahahahahaha



        (rotfl)(rotfl)(rotfl)



        che dire, adoro lo spirito di PI


        In effetti non l'ho capita neanch'io...conosci qualche altra iniziativa che coinvolga contemporaneamente alleno 100 citta' italiane?
        • Anonimo scrive:
          Re: La più grande iniziativa tecnologica
          - Scritto da:

          - Scritto da: Fidech



          - Scritto da:


          ...italiana?





          ahahahahahahaha





          (rotfl)(rotfl)(rotfl)





          che dire, adoro lo spirito di PI




          In effetti non l'ho capita neanch'io...

          conosci qualche altra iniziativa che coinvolga
          contemporaneamente alleno 100 citta'
          italiane?avete pure il coraggio di insistere?questo titolo di oggi è una vergogna per l'italia (con tutto rispetto per chi ha organizzato il linux day) e un bella caduta di stile per PI
          • Anonimo scrive:
            Re: La più grande iniziativa tecnologica
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da: Fidech





            - Scritto da:



            ...italiana?







            ahahahahahahaha







            (rotfl)(rotfl)(rotfl)







            che dire, adoro lo spirito di PI






            In effetti non l'ho capita neanch'io...



            conosci qualche altra iniziativa che coinvolga

            contemporaneamente alleno 100 citta'

            italiane?

            avete pure il coraggio di insistere?

            questo titolo di oggi è una vergogna per l'italia
            (con tutto rispetto per chi ha organizzato il
            linux day) e un bella caduta di stile per
            PIa me sembra che sia tu ad insistere senza peraltro portare argomenti; ripeto: conosci un'altra iniziativa che coinvolga almeno 100 citta' italiane? Se non la conosci allora il titolo di PI e' corretto
          • Anonimo scrive:
            Re: La più grande iniziativa tecnologica
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da: Fidech







            - Scritto da:




            ...italiana?









            ahahahahahahaha









            (rotfl)(rotfl)(rotfl)









            che dire, adoro lo spirito di PI








            In effetti non l'ho capita neanch'io...





            conosci qualche altra iniziativa che coinvolga


            contemporaneamente alleno 100 citta'


            italiane?



            avete pure il coraggio di insistere?



            questo titolo di oggi è una vergogna per
            l'italia

            (con tutto rispetto per chi ha organizzato il

            linux day) e un bella caduta di stile per

            PI

            a me sembra che sia tu ad insistere senza
            peraltro portare argomenti; ripeto: conosci
            un'altra iniziativa che coinvolga almeno 100
            citta' italiane? Se non la conosci allora il
            titolo di PI e'
            correttol'installazione delle nuove antenne umts nel 2003 interessarono molto più di 100 cittàe il digitale terrestre? (andato comunque a malora)e vola con internet?cosa è la più grande iniziativa tecnologica italiana?ho fatto alcuni esempi banali ma potrei continuare con discorsi più seri legati alla fisica, all'astronomia e all'industria spazialeil titolo è fuorviante, mio caro, forse per attirarsi la simpatia e le visite di molti utenti linuxcome puoi parlare della più grande iniziativa tecnologica italiana se alla fine non è altro che un'installation partybye ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: La più grande iniziativa tecnologica
            in effetti manifestazione era maggiormente indicato di iniziativa(linux)
          • Anonimo scrive:
            Re: La più grande iniziativa tecnologica
            - Scritto da:
            l'installazione delle nuove antenne umts nel 2003
            interessarono molto più di 100
            città

            e il digitale terrestre? (andato comunque a
            malora)

            e vola con internet?

            cosa è la più grande iniziativa tecnologica
            italiana?

            ho fatto alcuni esempi banali ma potrei
            continuare con discorsi più seri legati alla
            fisica, all'astronomia e all'industria
            spaziale
            Ma che bravo! tutte iniziative finanziate però! Ma lo sai o no che il linux day è organizzato tutto da volontari? Lo sai o no? visto che sei così colto dovresti saperlo!mark_century_2000
          • Anonimo scrive:
            Re: La più grande iniziativa tecnologica

            Ma che bravo! tutte iniziative finanziate però!
            Ma lo sai o no che il linux day è organizzato
            tutto da volontari? Lo sai o no? visto che sei
            così colto dovresti
            saperlo!
            non vuol dire nulla.Se ti scrivo "gimp, il più grande programma di grafica" dico una cahata.SE aggiungo a programma "open source" allora..."La più grande iniziativa volontaristica" ha senso...o anche "la più grande manifestazione" mi sembra corretta
    • Anonimo scrive:
      Re: La più grande iniziativa tecnologica
      Ne conosci una più grande per località e/o gruppi e/o persone coinvolte in un fine settimana?Saresti così gentile da dirmi quale sarebbe?
      • Anonimo scrive:
        Re: La più grande iniziativa tecnologica
        - Scritto da:

        Ne conosci una più grande per località e/o gruppi
        e/o persone coinvolte in un fine
        settimana?
        Saresti così gentile da dirmi quale sarebbe?ok ok, tu e PI mi avete convinto: il linux day 2006 è LA PIU' GRANDE INIZIATIVA TECNOLOGIA di tutta la storia dell'umanità svoltasi nella penisola italica, che mente umana ricordi! p)
  • Anonimo scrive:
    ma che balls questo linux
    saranno almeno 10 anni che sentoche linux fara' il culo a windows...che il futuro e' opensourcebla bla bla....ma la dura realta la conoscete tutti.se poi volete organizzare una giornata dove 200 nerd si riuniscono e iniziano a compilare i programmi a linea di codice ben venga.ma lasciate il lavoro alle persone serie.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma che balls questo linux
      Saresti tu quello serio?(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: ma che balls questo linux
        Cavolo 200 persone c'eravamo l'anno scorso solo al Linix Day organiazzatop dal lug della mia città... mi sa che hai dimenticato qualche "0" ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: ma che balls questo linux
        - Scritto da:
        Saresti tu quello serio?
        (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
        (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Eh come no non lo vedi come è serio? Serio come il culo di una vacca....
    • Gatto Selvaggio scrive:
      Re: ma che ballmer questo
      (troll)
    • Guybrush scrive:
      Re: ma che balls questo linux
      - Scritto da:
      saranno almeno 10 anni che sento
      che linux fara' il culo a windows...

      che il futuro e' opensource
      bla bla bla....


      ma la dura realta la conoscete tutti.

      se poi volete organizzare una giornata dove 200
      nerd si riuniscono e iniziano a compilare i
      programmi a linea di codice ben
      venga.

      ma lasciate il lavoro alle persone serie.
      SIC, come disse una volta D. Moore in "Soldato Jane".Ogni alternativa che si oppone a M$ e' sempre bene accetta.E sembrerebbe che Vista sara' proprio quel cerbero che tutti temono.
      GT
    • Anonimo scrive:
      Re: ma che balls questo linux
      - Scritto da:
      saranno almeno 10 anni che sento
      che linux fara' il culo a windows...

      che il futuro e' opensource
      bla bla bla....Gia'!Il ritornello della canzone l'ho sentito alla nausea.Il 2001 sarà l'anno di Linux!Il 2002 sarà l'anno di Linux!Il 2003 sarà l'anno di Linux!Il 2004 sarà l'anno di Linux!Il 2005 sarà l'anno di Linux!Il 2006 sarà l'anno di Linux![ad libitum]
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: ma che balls questo linux
        Uso Windows dal 1990, la mitica versione 3.0, ancora semplicemente GUI e non sistema operativo (c'erano i vari DOS MS ma non solo...). Fino al 2002 non ho mai comprato un software originale, quelli che ho avuto me li hanno regalati le riviste, es. OS2 (mai installato) e varie versioni di Linux, che in alcuni casi ho installato o provato in versione Live. Per comodità continuo ad utilizzare Windows ora la versione XP, l'unica da me regolarmente acquistata (era premontato sul PC, per un problema di fatturazione avevo fretta, e non avevo voglia di litigare con il negoziante x un centinaio di euro).Penso che fra 3-4 anni quando si porrà in modo serio la necessità di cambiare sistema tuttavia dovrò passare al Pinguino, già adesso trovo molto fastidiosa la politica di MS sugli aggiornamenti pur avendo XP originale, ma pensare di utilizzare un sistema operativo che in Background autoverifica la propria originalità, potendo decidere di bloccarsi se secondo lui ne esistono le condizioni, in grado di aprire delle backdoor (immagino non gestibili da un buon firewall software) x terzi che possano verificare il contenuto del mio PC e l'implementazione di tecniche sofisticate di DRM (TC)...Quindi quando cambierò PC: 1. mi terrò il centinaio di euro (comprerò più ram o un processore più veloce ecc...)2. Installerò Linux ed eventualmente conserverò XP in dual boot per il tempo necessario ad impratichirmi.Come me faranno molti utenti, non perchè tifosi di un sistema operativo, ma perchè pigri per natura saranno obbligati a una migrazione sicuramente faticosa, con la certezza di trovare in tempi ragionevoli sotto Linux il software a loro necessario. Quanto tempo credete ci metteranno le varie software house specializzate in programmi di sprotezione/copia a passare a Linux, se i loro programmi non potranno più funzionare sotto Vista?Quindi temo che abbiano ragione i Linari, presto saremo costretti a passare a Linux, a meno che microsoft non si rimangi le varie schifezze DRM compliant di cui ha infarcito Vista... cosa possibilissima se una fetta ampia dell'utenza dovesse incominciare ad utilizzare il Pinguino
    • Anonimo scrive:
      Re: ma che balls questo linux
      - Scritto da:

      ma lasciate il lavoro alle persone serie.
      http://www.aiutopc.com/forums/viewtopic.php?topic=1329&forum=3si certo come no?
      • xWolverinex scrive:
        ROTFLROFGKFLGOTOYLOL
        (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) Sono questi gli espertoni ? Mi capitò un problema simile.Formattai per circa 4 volte e per tutte e 4 le volte non riuscivo a vedere i filmati non capivo perché.Poi capii che dipendeva dai driver della scheda video.Fai attenzione a installare quelli giusti, ad esempio, i driver di Xp professional e quelli di Xp media center sono diversi e qeullo potrebbe aver causato l'errore. A me almeno l'errore era quello.Ma riesci a visualizzare altri files video?e su altri computer i files si vedono?Oltretutto prova con VLC media player, che è un'ottimo lettore universale.lo scarichi da internet, cerca su google. (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: ma che balls questo linux

        http://www.aiutopc.com/forums/viewtopic.php?topic=E nessuno lo aiuta sto povero diavolo?
        • Anonimo scrive:
          Re: ma che balls questo linux
          - Scritto da:


          http://www.aiutopc.com/forums/viewtopic.php?topic=

          E nessuno lo aiuta sto povero diavolo?Windows è così facile che non hai bisogno di aiuto
          • Anonimo scrive:
            Re: ma che balls questo linux
            - Scritto da:

            - Scritto da:





            http://www.aiutopc.com/forums/viewtopic.php?topic=



            E nessuno lo aiuta sto povero diavolo?

            Windows è così facile che non hai bisogno di aiutoma tu chi sei, la bambina scema che ha imparato a leggere con vord ? come mai parli come una pubblicità per cerebrolesi ?
          • Anonimo scrive:
            Re: ma che balls questo linux
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:









            http://www.aiutopc.com/forums/viewtopic.php?topic=





            E nessuno lo aiuta sto povero diavolo?



            Windows è così facile che non hai bisogno di
            aiuto
            ma tu chi sei, la bambina scema che ha imparato a
            leggere con vord ? come mai parli come una
            pubblicità per cerebrolesi
            ?Certo che a prendere sul serio il sarcasmo...
        • Anonimo scrive:
          Re: ma che balls questo linux
          - Scritto da:


          http://www.aiutopc.com/forums/viewtopic.php?topic=

          E nessuno lo aiuta sto povero diavolo?È che di solito gli si dice formatta e reinstalla, ma lui lo fa già una volta alla settimana...
      • Anonimo scrive:
        Re: ma che balls questo linux
        Ma che t'aspetti da uno così ? Guarda la minchiata che ha scritto in firma :)
    • Anonimo scrive:
      Re: ma che balls questo linux
      E dove sta scritto che la tua presenza e' richiesta o necessaria?Resta nel tuo brodo e torna a lavorare, visto che sei l'unico qui che lo fa.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma che balls questo linux
      - Scritto da:
      saranno almeno 10 anni che sento
      che linux fara' il culo a windows...

      che il futuro e' opensource
      bla bla bla....


      ma la dura realta la conoscete tutti.

      se poi volete organizzare una giornata dove 200
      nerd si riuniscono e iniziano a compilare i
      programmi a linea di codice ben
      venga.

      ma lasciate il lavoro alle persone serie.Stiamo aspettando di vederne una fare commenti seri su PI... purtroppo anche questa volta è stato un nulla di fatto...
    • Anonimo scrive:
      Re: ma che balls questo linux
      post semplicemente ridicolo... :)
  • Anonimo scrive:
    [OT] Windows day!
    Ragazzi, sto organizzando il Windows Day, per contrastare la continua supremazia di quei s***ti linari. Non se ne può più di gente che impesta le strade con "La cattedrale e il bazaar" in mano e nell'altra un CD di Ubuntu gratis. Peggio della peggior setta! Solo una setta religiosa poteva tirare in ballo le cattedrali parlando di informatica!Ebbene, mi sono stancato!Ho tirato su un gruppo di super esperti Windows, in grado di configuare 2345 driver di schede-madri-video-audio-&-mouse su Win95-98-ME-2000-XP-Vista. Si anche Vista, perché anche se non è ancora uscito in versione ufficiale, noi abbiamo già installato e reinstallato almento 200 volte le versioni beta e RC.Inoltre abbiamo la conoscenza completa e suprema di 7810 software applicativi diversi (di cui la metà sono antivirus-antitrojan-antidialer-antianti e firewall), li sappiamo configuare a pallino perchè l'abbiamo fatto centinaia di volte a tutti gli amici e conoscenti. I soliti imbranati che dopo 20 anni di esperienza con Windows non sanno come fare il bordo ad una casella Excel e si beccano tutti i virus che passano per la rete.. In cambio del nostro lavoro gratuito, MS ci ha già eretto un monumento a Redmond, in una piazzetta interna, un piccolo monumento, dimenticato dai più: un persona anonima con il volto celato, sotto una iscrizione in tutte le lingue del mondo recita "Al Paladino Ignoto Installatore Configuratore MIOCUGGINO, strenuo difensore del dominio Microsoft, lavoratore indefesso e instancabile, ultimo e più valoroso baluardo contro l'avanzata dei sistemi open. Molti dei nostri miliardi di dollari di guadagni li dobbiamo a Te. Bill Gates riconoscente pose."Chi si vuole aggregare a noi?
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] Windows day!
      SPero che tu cambi idea Su WINdows e la politica da rapina della MS in generale...acculturati va....http://www.tweakness.net/index.php?topic=3030
      • Anonimo scrive:
        Re: [OT] Windows day!
        - Scritto da:
        SPero che tu cambi idea Su WINdows e la politica
        da rapina della MS in generale...acculturati
        va....

        http://www.tweakness.net/index.php?topic=3030Vabbè... e arrivare a leggere fino in fondo ?
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] Windows day!
      - Scritto da:
      Ragazzi, sto organizzando il Windows Day, per
      contrastare la continua supremazia di quei
      s***ti linari. Non se ne può più di gente
      che impesta le strade con "La cattedrale
      e il bazaar" in mano e nell'altra un CD di
      Ubuntu gratis. Peggio della peggior setta!
      Solo una setta religiosa poteva tirare in
      ballo le cattedrali parlando di informatica!(rotfl)
      Ebbene, mi sono stancato!
      Ho tirato su un gruppo di super esperti
      Windows, in grado di configuare 2345 driver
      di schede-madri-video-audio-&-mouse su
      Win95-98-ME-2000-XP-Vista. Si anche Vista,
      perché anche se non è ancora uscito in
      versione ufficiale, noi abbiamo già
      installato e reinstallato almento 200
      volte le versioni beta e RC.Fico: se vi porto il Pc mi installate Vista gratis !!! Voglio la versione server, grazie.
      In cambio del nostro lavoro gratuito, MS ci ha
      già eretto un monumento a Redmond, in una
      piazzetta interna, un piccolo monumento,
      dimenticato dai più: un persona anonima con il
      volto celato, sotto una iscrizione in tutte le
      lingue del mondo recita "Al Paladino Ignoto
      Installatore Configuratore MIOCUGGINO, strenuo
      difensore del dominio Microsoft, lavoratore
      indefesso e instancabile, ultimo e più
      valoroso baluardo contro l'avanzata dei
      sistemi open.Buono, ma se invece ti iscrivevi ai forum di MSDN e ti mettevi gratuitamente a fare da helpdesk online, invece della statua potevi vincere un viaggio in USA per una festa di una settimana tutto pagato, che microsoft mette in pailio ogni anno per un 100 di persone. Aereo della flotta microsoft, con discoteca, in partenza dall'inghilterra.
      Molti dei nostri miliardi di dollari di
      guadagni li dobbiamo a Te. Bill Gates
      riconoscente pose."
      Chi si vuole aggregare a noi?Io, no: non vorrei venire denunciato per uso abusivo del nome; pero' vengo a farmi installare Vista aggratis.
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] Windows day!
      - Scritto da:
      Ragazzi, sto organizzando il Windows Day, per
      contrastare la continua supremazia di quei s***ti
      linari. Non se ne può più di gente che impesta le
      strade con "La cattedrale e il bazaar" in mano e
      nell'altra un CD di Ubuntu gratis. Peggio della
      peggior setta! Solo una setta religiosa poteva
      tirare in ballo le cattedrali parlando di
      informatica! (rotfl)
      I soliti imbranati che
      dopo 20 anni di esperienza con Windows non sanno
      come fare il bordo ad una casella Excel e si
      beccano tutti i virus che passano per la rete..
      Ahime qui ti devo dare ragione... :|
      un piccolo monumento,
      dimenticato dai più: un persona anonima con il
      volto celato, sotto una iscrizione in tutte le
      lingue del mondo recita "Al Paladino Ignoto
      Installatore Configuratore MIOCUGGINO, strenuo
      difensore del dominio Microsoft, lavoratore
      indefesso e instancabile, ultimo e più valoroso
      baluardo contro l'avanzata dei sistemi open.
      Molti dei nostri miliardi di dollari di guadagni
      li dobbiamo a Te. Bill Gates riconoscente
      pose." :D ecco da dove saltavano fuori i soldi per la donazione ai poveri africani fatta da Bill e sua moglie!
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] Windows day!
      - Scritto da:
      Ragazzi, sto organizzando il Windows Day, Sei lo stesso di prima ??? Stiamo ancora aspettando che tu ci dica dove e quando !
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] Windows day!

      Ragazzi, sto organizzando il Windows Day, per
      contrastare la continua supremazia di quei s***ti
      linari.ottimo, dimmi dove: io vorrei un vista pro e un office 2007 installati, regolari e a gratisp.s. ho un p2 233 con 128mbramciao, e fatti sentire al piu presto per dirci dove
      • Anonimo scrive:
        Re: [OT] Windows day!
        - Scritto da:

        Ragazzi, sto organizzando il Windows Day, per

        contrastare la continua supremazia di quei
        s***ti

        linari.
        ottimo, dimmi dove: io vorrei un vista pro e un
        office 2007 installati, regolari e a
        gratis
        p.s. ho un p2 233 con 128mbram

        ciao, e fatti sentire al piu presto per dirci doveMa queste ironie idiote non solo non fanno ridere... ma non le capite nemmeno fra di voi!
        • Giambo scrive:
          Re: [OT] Windows day!
          - Scritto da:
          Ma queste ironie idiote non solo non fanno
          ridere... ma non le capite nemmeno fra di
          voi!Non applicare il tuo metro al resto del mondo: Se non ti ha fatto ridere perche' non l'hai capita, non deve per forza essere cosi' anche per gli altri ;) !
    • Anonimo scrive:
      ULTIMORA !!! TROVATA SEDE !!!
      gli interessati possono telefonareal fantastico nr verde 199-4545532.343333e, dopo una breve e informale regolarizzazione dei prodotti cheattualmente usano sui loro pc, sarannoinvitati al prestigitigioso:WINDOWS VISTA DAY !!!!!si potrà accedere presentandoall'entrata bollettino postale di avvenutopagamento delle licenze dei suddetti prodotti.intervenite numerosi !!!! vi aspettiamo a bizzeffe !!!
    • eagleone scrive:
      Re: [OT] Windows day!
      - Scritto da:
      Ragazzi, sto organizzando il Windows Day, per
      contrastare la continua supremazia di quei s***ti
      linari. Non se ne può più di gente che impesta le
      strade con "La cattedrale e il bazaar" in mano e
      nell'altra un CD di Ubuntu gratis. Peggio della
      peggior setta! Solo una setta religiosa poteva
      tirare in ballo le cattedrali parlando di
      informatica!

      Ebbene, mi sono stancato!

      Ho tirato su un gruppo di super esperti Windows,
      in grado di configuare 2345 driver di
      schede-madri-video-audio-&-mouse su
      Win95-98-ME-2000-XP-Vista. Si anche Vista, perché
      anche se non è ancora uscito in versione
      ufficiale, noi abbiamo già installato e
      reinstallato almento 200 volte le versioni beta e
      RC.
      Inoltre abbiamo la conoscenza completa e suprema
      di 7810 software applicativi diversi (di cui la
      metà sono
      antivirus-antitrojan-antidialer-antianti e
      firewall), li sappiamo configuare a pallino
      perchè l'abbiamo fatto centinaia di volte a tutti
      gli amici e conoscenti. I soliti imbranati che
      dopo 20 anni di esperienza con Windows non sanno
      come fare il bordo ad una casella Excel e si
      beccano tutti i virus che passano per la rete..


      In cambio del nostro lavoro gratuito, MS ci ha
      già eretto un monumento a Redmond, in una
      piazzetta interna, un piccolo monumento,
      dimenticato dai più: un persona anonima con il
      volto celato, sotto una iscrizione in tutte le
      lingue del mondo recita "Al Paladino Ignoto
      Installatore Configuratore MIOCUGGINO, strenuo
      difensore del dominio Microsoft, lavoratore
      indefesso e instancabile, ultimo e più valoroso
      baluardo contro l'avanzata dei sistemi open.
      Molti dei nostri miliardi di dollari di guadagni
      li dobbiamo a Te. Bill Gates riconoscente
      pose."

      Chi si vuole aggregare a noi?Mitico!!!!! Mi hai letto nel pensiero (vedi topic con il titolo simile).Ciao MIOCUGGINO! ;) :D
  • pikappa scrive:
    per gli amanti di Vista...
    http://www.techweb.com/wire/software/193300234"The first user of the software may reassign the license to another device one time. If you reassign the license, that other device becomes the "licensed device," reads the license for Windows Vista Home Basic, Home Premium, Ultimate, and Business. In other words, once a retail copy of Vista is installed on a PC, it can be moved to another system only once."Cioè cambio una volta scheda madre e poi devo ricomprarmi vista? carinoElsewhere in the license, Microsoft forbids users from installing Vista Home Basic and Vista Home Premium in a virtual machine. "You may not use the software installed on the licensed device within a virtual (or otherwise emulated) hardware system," the legal language reads. Vista Ultimate and Vista Business, however, can be installed within a VM.Questo per mettere i bastoni tra le ruote agli utenti linux e Mac che non vogliono il dual boot, quanto meno bisogna farli pagare di piùVista Home Basic, at $199 for a full version and $99 for an upgrade, and Vista Home Premium ($239/$159), are the two most-affordable retail editions of the operating system scheduled to appear on store shelves in January 2007. Sono a buon mercato vedoAncorahttp://blogs.zdnet.com/Bott/?p=156But I have yet to see anyone point out one significant change in retail licensing terms. Think you can transfer that retail license to any machine you want? Think again. In Section 2, "Installation and Use Rights," the text reads: Before you use the software under a license, you must assign that license to one device (physical hardware system). That device is the "licensed device."Sections 15 and 16, "Reassign to Another Device," and "Transfer to a Third Party," are new. You can go read the exact terms for yourself. The sort version is that you may "reassign the license to another device one time" or "make a one time transfer of the software, and this agreement, directly to a third party." [emphasis added]That limitation on retail licenses is a remarkable change. Previously, a retail license could be removed from one computer and reinstalled on another with no limits. Now, you get to reinstall one time and one time only.I looked at the license agreement for Windows XP Professional (PDF) for comparison's sake. The difference is interesting. Section 1, "Grant of License," says, "You may install, use, access, display and run one copy of the Product on a single computer, such as a workstation, terminal or other device ("Workstation Computer"). Section 4, "Transfer," describes what you can do with the underlying license: Internal. You may move the Product to a different Workstation Computer. After the transfer, you must completely remove the Product from the former Workstation Computer. Transfer to Third Party. The initial user of the Product may make a one-time transfer of the Product to another end user.With a retail version of Windows XP, there are no restrictions on the number of times you can transfer the software from one computer to another in your household or office. That's about to change for the worse in Vista, with only one lifetime transfer allowed. It makes the outrageous price difference between retail and OEM copies even more difficult to justify.Will this affect a lot of people? Not really. Those most likely to be affected are hobbyists who constantly rebuild, replace, and upgrade systems. Presumably, the new two-machine limit will be enforced by Windows Product Activation.Peccato che una buona fetta di utilizzatori di windows siano videogiocatori che cambiano pc 2 vlte l'annoI wonder why this change didn't make it into a press release?chissà come mai questo non viene detto
    • Anonimo scrive:
      Re: per gli amanti di Vista...
      Vedo che sei madrelingua inglese. LOL
      • Anonimo scrive:
        Re: per gli amanti di Vista...
        - Scritto da:
        Vedo che sei madrelingua inglese. LOLqua è tutto in ITAhttp://www.tweakness.net/index.php?topic=3030
    • TADsince1995 scrive:
      Re: per gli amanti di Vista...
      In poche parole io spendo 200 euro per sto Vista, lo installo sul mio pc attuale, ancora piuttosto potente, l'anno prossimo mi va di cambiare pc e posso farlo. Ma una seconda volta non potrei farlo? :| :| :|E tutto ciò per quale inimmaginabile motivo? Che gliene frega a Microsoft se io sono un hardcore gamer e mi compro un pc nuovo ogni 6 mesi, una volta che gli ho versato la mia quota?E, soprattutto, se io formatto tutto e riinstallo Vista, come fa il sistema operativo appena installato su un HD vuoto, a capire che quella è la seconda volta che viene installato e su un HW diverso? Chiaramente l'unico modo per farlo è quello di memorizzare nei server di redmond delle informazioni sul mio hardware, legate al numero della licenza.E qui siamo ai limiti della legalità.TAD
  • Anonimo scrive:
    Ben venga Linux se MS fa questo!!!!!!
    http://www.tweakness.net/index.php?topic=3030Roba da incentivare ancor più il software libero...nonchè la pirateria ai lor danni!!!!!sono pazzi!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ben venga Linux se MS fa questo!!!!!
      Up...!!!!!Signori guardate che la cosa è seria nonchè allarmante....anche per molte aziende IMHO!!!! ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ben venga Linux se MS fa questo!!!!!
      - Scritto da:
      http://www.tweakness.net/index.php?topic=3030

      Roba da incentivare ancor più il software
      libero...nonchè la pirateria ai lor
      danni!!!!!

      sono pazzi!!!no, scommettono sulla cialtroneria della gente con ottime probabilità di spuntarla
      • Anonimo scrive:
        Re: Ben venga Linux se MS fa questo!!!!!
        Scommettono sull'incapacità della comunità linara di stare unita al di fuori della festicciola annuale e sanno di poterlo fare...
  • Anonimo scrive:
    selezionate la modalità:
    selezionate la modalità in basso a destra nella tray: 'scendi dalla croce!'come vedete qua l'opzione permette di attivare numerosi widget..http://tinyurl.com/ocq23
  • Anonimo scrive:
    grazie delle rosicate vinari utonti
    purtroppo per voi persino in italia gli studenti dei corsi di ingegneria informatica sputano sulle schifezze del vostro amato padrone, di fronte al quale siete eternamente alla pecora, e sono appassionati di linux al 90%rosicate e sucate, poi tornate a 90%poi rosicate e sucate, in modo ricorsivo e patetico
    • Anonimo scrive:
      Re: grazie delle rosicate vinari utonti
      - Scritto da:
      purtroppo per voi persino in italia gli studenti
      dei corsi di ingegneria informatica sputano sulle
      schifezze del vostro amato padronePoi arrivano in azienda (generalmente assolutamente impreparati) e si accorgono che il mondo è del tutto diverso! Meno religione e più preparazione!
      • Anonimo scrive:
        Re: grazie delle rosicate vinari utonti
        semmai sono le aziende a essere impreparate, se usano un sistema costoso e inefficiente; purtroppo spesso a capo delle aziende c'e' gente che ne capisce meno dell'ultima ruota del carro.. bella italia!
      • Anonimo scrive:
        Re: grazie delle rosicate vinari utonti

        Poi arrivano in azienda (generalmente
        assolutamente impreparati) e si accorgono che il
        mondo è del tutto diverso!


        Meno religione e più preparazione!
        Io lavoro per una delle più grandi aziende di servizi ITC d'Italia e qui se provi a nominare Windows ti licenziano.
        • Anonimo scrive:
          Re: grazie delle rosicate vinari utonti
          Questa cazzata è fantastica.MITO
          • Anonimo scrive:
            Re: grazie delle rosicate vinari utonti
            - Scritto da:
            Questa cazzata è fantastica.
            MITOpeccato che sia reale in parte. Anch'io lavoro per una azienda (probabilmente la + avanzata tecnologicamente in italia)a livello europeo e i due mondi convivono tranquillamente.Il problema di molti qua dentro è che vedono la "loro" realtà che si rispecchia nelle piccole/medie aziende ( parlo di 10/500 utenti). Ma con i grandi numeri non è così. Per fortuna (sennò non lavorerei :$ :$ )
    • Anonimo scrive:
      Re: grazie delle rosicate vinari utonti
      - Scritto da:
      purtroppo per voi persino in italia gli studenti
      dei corsi di ingegneria informatica sputano sulle
      schifezze del vostro amato padrone, di fronte al
      quale siete eternamente alla pecora, e sono
      appassionati di linux al
      90%
      rosicate e sucate, poi tornate a 90%
      poi rosicate e sucate,
      in modo ricorsivo e patetico[img]http://www.vocinelweb.it/faccine/cartelli/70.gif[/img]
    • MandarX scrive:
      Re: grazie delle rosicate vinari utonti

      purtroppo per voi persino in italia gli studenti
      dei corsi di ingegneria informatica sputano sulle
      schifezze del vostro amato padrone, ehm gli ingegneri informatici sono semplici utenti
  • Anonimo scrive:
    Una sinistra schifosa!
    Insomma la sinistra sta facendo cose peggiori della vecchia destra!Non sta producendo materiale con licenze libere, non sta combattendo la censura in rete, non sta facendo un bel niente! Solo una finanziaria rovina-poveri che come sempre incula la stragrande maggioranza di persone :(Bisognera' votare un po piu a sinistra allora... ad un bertinotti che quasi non esiste piu' :(
    • Anonimo scrive:
      Re: Una sinistra schifosa!
      - Scritto da:
      Bisognera' votare un po piu a sinistra allora...
      ad un bertinotti che quasi non esiste piu'
      :(Attento che se voti troppo a sinistra scivoli e cadi per terra.
    • Anonimo scrive:
      Re: Una sinistra schifosa!
      Sei così gentile da spiegarmi cosa c'entra?
    • Anonimo scrive:
      Re: Una sinistra schifosa!
      - Scritto da:
      Insomma la sinistra sta facendo cose peggiori
      della vecchia
      destra!

      Non sta producendo materiale con licenze libere,
      non sta combattendo la censura in rete, non sta
      facendo un bel niente!

      Solo una finanziaria rovina-poveri che come
      sempre incula la stragrande maggioranza di
      persone
      :(

      Bisognera' votare un po piu a sinistra allora...
      ad un bertinotti che quasi non esiste piu'
      :(Ok tutto, ma cazzo ci azzecca con Linux....pirlotto
      • Anonimo scrive:
        Re: Una sinistra schifosa!
        Trovami un utente linux che non sia un punkabestia/comunista/disoccupato/ignorante
        • Anonimo scrive:
          Re: Una sinistra schifosa!
          - Scritto da:
          Trovami un utente linux che non sia un
          punkabestia/comunista/disoccupato/ignoranteIo sono responsabile del personale in un'azienda che in Emilia-Romagna da' lavoro a circa 200 persone. Visto il ruolo che ricopro, non potrei mai e neppure ci terrei a presentarmi agghindato da punk, per quanto posso garantisco il mio appoggio ad AN ed evidentemente non sono né disoccupato né ignorante, tanto che non mi permetterei mai di giudicare un'individuo da cosa usa nel computer.E tu? Quali sono le tue referenze?
    • Anonimo scrive:
      Re: Una sinistra schifosa!
      - Scritto da:
      Insomma la sinistra sta facendo cose peggiori
      della vecchia
      destra!

      Non sta producendo materiale con licenze libere,
      non sta combattendo la censura in rete, non sta
      facendo un bel niente!ci sono cose ben più importanti da sistemare che i programmi
      Solo una finanziaria rovina-poveri che come
      sempre incula la stragrande maggioranza di
      persone
      :(ma se non altro fa pagare qualcosa anche ai signori , allergici come sempre alle tasse
      Bisognera' votare un po piu a sinistra allora...ottima idea. condivido
      ad un bertinotti che quasi non esiste piu'
      :(vabbè, sai che perdita. un vetusto comunista-in-cashmere-frequentatore-dei-salotti-alti in meno.
  • Anonimo scrive:
    il punto
    premessa: non tifo, ho win su alcuni pc, e linux in altri.dato di fatto: molti user anonimi stanno riempiendo i post con commenti superfluialtro dato di fatto: il linux day è comunque un evento che riesce a raccogliere/organizzare un cospicuo numero di persone, è da lodare anche solo per l'idea, e se non piace amen, nessuno è obbligato ad andarci, secondo me va visto come una giornata in cui far conoscenza di altri utenti, senza aspettarsi di trovare qualche guru, poi magari ci si può imbattere, ma non è quello il sensoMagari ce ne fossero di queste iniziative in campo windows..
    • Anonimo scrive:
      Re: il punto
      - Scritto da:
      premessa: non tifo, ho win su alcuni pc, e linux
      in
      altri.
      dato di fatto: molti user anonimi stanno
      riempiendo i post con commenti
      superflui
      altro dato di fatto: il linux day è comunque un
      evento che riesce a raccogliere/organizzare un
      cospicuo numero di persone, è da lodare anche
      solo per l'idea, e se non piace amen, nessuno è
      obbligato ad andarci, secondo me va visto come
      una giornata in cui far conoscenza di altri
      utenti, senza aspettarsi di trovare qualche guru,
      poi magari ci si può imbattere, ma non è quello
      il
      senso

      Magari ce ne fossero di queste iniziative in
      campo
      windows..Quoto e straquoto... qui invece pare che l'unica cosa che abbondi è la massa di imbecilli.... (linux)(linux)(linux) Se ci fosse una manifestazione del genere per Win ci andrei comunque, perché non bisogna avere il prosciutto davanti agli occhi come tutti quelli che hanno postato finora!
  • Anonimo scrive:
    La più grande iniziativa tecnologica...
    Se questa è la più grande iniziativa tecnologica italiana ora si spiega perchè siamo così indietro...
    • Anonimo scrive:
      Re: La più grande iniziativa tecnologica
      - Scritto da:
      Se questa è la più grande iniziativa tecnologica
      italiana ora si spiega perchè siamo così
      indietro...Lo stesso mio pensiero. L'iniziativa è anche lodevole ma se è la più grande allora siamo veramente messi male!
    • Anonimo scrive:
      Re: La più grande iniziativa tecnologica
      - Scritto da:
      Se questa è la più grande iniziativa tecnologica
      italiana ora si spiega perchè siamo così
      indietro...Conosci altre "iniziative" portate avanti con o SENZA soldi, basate sul VOLONTARIATO o meno, dettate da una PASSIONE, che coinvolgano un CENTINAIO di citta' CONTEMPORANEAMENTE nello stesso giorno?SE la risposta e' si ok, altrimenti TACI :***
      • Anonimo scrive:
        Re: La più grande iniziativa tecnologica
        - Scritto da:

        SE la risposta e' si ok, altrimenti TACI :***

        voi linari, sempre a voler far tacere gli altri, se la gente vi conoscesse almeno il 10% di quanto vi conosciamo noi, sicuramente rimarreste 4 gatti e 4 canne a compilar kernel durante la "più grande iniziativa tecnologica italiana" (rotfl)
        • Giambo scrive:
          Re: La più grande iniziativa tecnologica
          - Scritto da:
          se la gente vi conoscesse almeno il 10% di quanto
          vi conosciamo noi, sicuramente rimarreste 4 gatti
          e 4 canne a compilar kernel durante la "più
          grande iniziativa tecnologica italiana"
          (rotfl)Fortunatamente al mondo non c'e' cosi' tanta ignoranza, e la prova e' proprio nel titolo di questo thread ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: La più grande iniziativa tecnologica
            - Scritto da: Giambo

            - Scritto da:


            se la gente vi conoscesse almeno il 10% di
            quanto

            vi conosciamo noi, sicuramente rimarreste 4
            gatti

            e 4 canne a compilar kernel durante la "più

            grande iniziativa tecnologica italiana"

            (rotfl)

            Fortunatamente al mondo non c'e' cosi' tanta
            ignoranza, e la prova e' proprio nel titolo di
            questo thread
            ;)Già, purtroppo tanta gente si fa le canne come voi.
          • Giambo scrive:
            Re: La più grande iniziativa tecnologica
            - Scritto da:
            Già, purtroppo tanta gente si fa le canne come
            voi.Voleva essere un'insulto :) ? Io lo prenderei come slogan: "Chi si fa le canne crea la piu' grande iniziativa tecnologica italiana !" ;) !
      • Anonimo scrive:
        Re: La più grande iniziativa tecnologica
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Se questa è la più grande iniziativa tecnologica

        italiana ora si spiega perchè siamo così

        indietro...
        Conosci altre "iniziative" portate avanti con o
        SENZA soldi, basate sul VOLONTARIATO o meno,
        dettate da una PASSIONE, che coinvolgano un
        CENTINAIO di citta' CONTEMPORANEAMENTE nello
        stesso
        giorno?

        SE la risposta e' si ok, altrimenti TACI :***Passione ? "volontariato" ? Sì, politicizzato di sinistra in cui di volontario non cìè nulla e di soldi ne girano tanti spacciati per no profit.
        • Anonimo scrive:
          Re: La più grande iniziativa tecnologica
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Se questa è la più grande iniziativa
          tecnologica


          italiana ora si spiega perchè siamo così


          indietro...

          Conosci altre "iniziative" portate avanti con o

          SENZA soldi, basate sul VOLONTARIATO o meno,

          dettate da una PASSIONE, che coinvolgano un

          CENTINAIO di citta' CONTEMPORANEAMENTE nello

          stesso

          giorno?



          SE la risposta e' si ok, altrimenti TACI :***

          Passione ? "volontariato" ? Sì, politicizzato di
          sinistra in cui di volontario non cìè nulla e di
          soldi ne girano tanti spacciati per no
          profit.Bugiardo
        • longinous scrive:
          Re: La più grande iniziativa tecnologica
          accidenti, devo essermi perso un pezzo della storia, perchè io uso linux, ma non sono di sinistra e i soldi non mi arrivano sotto banco.Sarà mica un ca22ata quella che hai scritto?
          • Alucard scrive:
            Re: La più grande iniziativa tecnologica
            - Scritto da: longinous
            accidenti, devo essermi perso un pezzo della
            storia, perchè io uso linux, ma non sono di
            sinistra e i soldi non mi arrivano sotto
            banco.
            Sarà mica un ca22ata quella che hai scritto?Mannò lo sanno tutti che linux in realtà è sponsorizzato da Prodi e dal PDCI. O forse no? Se linux fosse davvero simbolo di comunismo perché ora che ci sono rossi al governo non vengono sostituiti tutti i win delle PA?
          • longinous scrive:
            Re: La più grande iniziativa tecnologica
            Perchè sarebbe una mossa intelligente, quindi si andrebbe nel paradosso dell'autoreferenzialità! (quello dell' "io mento sempre")Non possono coesistere le cose!(p.s. il primo che mi da del politicamente schierato gli stacco le gambe a morsi... cordialmente, ovviamente!)
    • Anonimo scrive:
      Re: La più grande iniziativa tecnologica
      - Scritto da:
      Se questa è la più grande iniziativa tecnologica
      italiana ora si spiega perchè siamo così
      indietro...grande! (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: La più grande iniziativa tecnologica
      - Scritto da:
      Se questa è la più grande iniziativa tecnologica
      italiana ora si spiega perchè siamo così
      indietro...conosci qualche altra iniziativa che coinvolga contemporaneamente almeno 100 citta' italiane?Il linuxday e' oggettivamente la pu' grande iniziativa tecnologica che vien fatta in Italia
    • Anonimo scrive:
      Siamo messi male, ma perchè sputare...
      - Scritto da:
      Se questa è la più grande iniziativa tecnologica
      italiana ora si spiega perchè siamo così
      indietro...Esatto, siamo indietro. SMAU è morto soffocato nella sua presunzione, le aziende si rifugiano spesso nella sposorizzazione di iniziative finalizzate al marketing, non certo alla cultura, e alcune università si son trovate così bene a far l'azienda che si sono scapicollate sulla strada dei convegni con politici che fanno passerella elettorale dicendo cose fuori contesto, che non capiscono o a cui non credono (non tutti, ma troppo spesso IMHO), oppure organizzano seminari costosi con cui ripagarsi i buffet.Le iniziative culturali e diffuse scarseggiano, quindi a questa Linux Day volontaria non mi sembra il caso di sputare addosso, anche se immagino abbia eventi buoni ed altri meno.Chi sa migliorare le cose, stranamente, non scende spesso in campo. Ecco perchè tanti sono tifosi insultanti sugli spalti e pochi atleti a sudare nel fango. (anonimo)
  • Anonimo scrive:
    L'altro anno al linux day
    Porto il portatile a configurare e dopo tre ore che ci smanettano dei quindicenni brufolosi torno a casa con il portatile formattato che non parte :@ :@ Alle conferenze perdevano 15 minuti per far funzionare linux con il videoproiettore poi passavano a windows
    • Anonimo scrive:
      Beato te...
      - Scritto da:
      Porto il portatile a configurare e dopo tre ore
      che ci smanettano dei quindicenni brufolosi torno
      a casa con il portatile formattato che non parte
      :@ :@ Alle conferenze perdevano 15 minuti per far
      funzionare linux con il videoproiettore poi
      passavano a
      windowsBeato te che sei tornato a casa col portatile... il mio ce l'hanno ancora loro...
    • Anonimo scrive:
      Re: L'altro anno al linux day
      ..e io mi ricordo la loro insofferenza quando dopo DUE ORE che non riuscivano nemmeno a far partire debian sul mio Vaio (nuovo)..io ero prima paziente, poi ho suggerito di lasciar perdere, ma quando ho visto quegli occhietti pieni di frustrazione quasi isterica li ho lasciati con un bel "tranquilli se non parte, tanto appena a casa ci penso con XP in 10'.."
      • Anonimo scrive:
        Re: L'altro anno al linux day
        - Scritto da:
        ..e io mi ricordo la loro insofferenza quando
        dopo DUE ORE che non riuscivano nemmeno a far
        partire debian sul mio Vaio (nuovo)..io ero prima
        paziente, poi ho suggerito di lasciar perdere, ma
        quando ho visto quegli occhietti pieni di
        frustrazione quasi isterica li ho lasciati con un
        bel "tranquilli se non parte, tanto appena a casa
        ci penso con XP in
        10'.."Io invece l'anno scorso ho conosciuto due sfigati che si erano stufati del loro Xp, ma non volevano sbattersi a lettere 4 righe messe in croce ed usare la testiera......gli ho ignorati completamente, visto che non sanno usare un PC...Lo dico perchè chi non sa fare andare un PC (con qualunque sistema, anche Linux), è meglio che vada a spalar merda!
        • Alucard scrive:
          Re: L'altro anno al linux day
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          ..e io mi ricordo la loro insofferenza quando

          dopo DUE ORE che non riuscivano nemmeno a far

          partire debian sul mio Vaio (nuovo)..io ero
          prima

          paziente, poi ho suggerito di lasciar perdere,
          ma

          quando ho visto quegli occhietti pieni di

          frustrazione quasi isterica li ho lasciati con
          un

          bel "tranquilli se non parte, tanto appena a
          casa

          ci penso con XP in

          10'.."

          Io invece l'anno scorso ho conosciuto due sfigati
          che si erano stufati del loro Xp, ma non volevano
          sbattersi a lettere 4 righe messe in croce ed
          usare la
          testiera...

          ...gli ho ignorati completamente, visto che non
          sanno usare un
          PC...

          Lo dico perchè chi non sa fare andare un PC (con
          qualunque sistema, anche Linux), è meglio che
          vada a spalar
          merda!Detta così mi sembra esagerata ma in fondo in fondo la penso anche io come te anche perché molti non è che non lo sanno far andare ma non vogliono farlo. Forse perché essere "bravi" al pc è sinonimo di sfigato (non sempre ma nei casi più eccessivi di truzzagine si), o forse perché si considera il pc come una macchinetta del caffè, mah.
        • Anonimo scrive:
          Re: L'altro anno al linux day
          - Scritto da:
          Lo dico perchè chi non sa fare andare un PC (con
          qualunque sistema, anche Linux), è meglio che
          vada a spalar
          merda!Ho giusto un paio di portatili Toshiba dove non sono riuscito a far andare decentemente nessuna versione di Linux! Vuoi provare?
          • Anonimo scrive:
            Re: L'altro anno al linux day
            - Scritto da:


            Ho giusto un paio di portatili Toshiba dove non
            sono riuscito a far andare decentemente nessuna
            versione di Linux! Vuoi
            provare?

            E tu non prendere portatili Toshiba che non fanno girare Linux. Che te ne fai di un hardware che non è capace di far girare altro che Win, quando ne puoi avere uno che può far girare tutti e due gli OS? Cercane uno compatibile, e vai sereno: prima di comprarne uno, informati. Non è difficile: se vuoi metterci Linux, trovati un portatile adatto, se non ti interessa, prendi quel che ti pare: ma se non ti interessa, di che ti lamenti?
          • Anonimo scrive:
            Re: L'altro anno al linux day
            - Scritto da:

            - Scritto da:





            Ho giusto un paio di portatili Toshiba dove non

            sono riuscito a far andare decentemente nessuna

            versione di Linux! Vuoi

            provare?





            E tu non prendere portatili Toshiba che non fanno
            girare Linux. Che te ne fai di un hardware che
            non è capace di far girare altro che Win, quando
            ne puoi avere uno che può far girare tutti e due
            gli OS? Cercane uno compatibile, e vai sereno:
            prima di comprarne uno, informati.

            Non è difficile: se vuoi metterci Linux, trovati
            un portatile adatto, se non ti interessa, prendi
            quel che ti pare: ma se non ti interessa, di che
            ti
            lamenti?Cioè? Fammi capire, devo comprare un hardware apposta per Linux? Ma tu sei matto!
          • Anonimo scrive:
            Re: L'altro anno al linux day
            Mah.. a parte che ho installato linux pure su un Portegè R200, ma visto che alcuni produttori di Hw non forniscono i driver per linux, ti scegli un Hw che sia il + supportato possibile e sei felice. Non ti piace la cosa? protesta con i produttori di Hw... Non è che il mio Windows Xp vede la scheda Raid della promise appena installato, idemo per la scheda audio.. idem per il controller ethernet.. idem per il controller Sata secondario. Cheffaccio? mi incazzo con Bill xè non ci ha messo i driver?.
          • Anonimo scrive:
            Re: L'altro anno al linux day
            No, continua a comprare hardware fatto apposta per windows.
          • Anonimo scrive:
            Re: L'altro anno al linux day
            - Scritto da:
            Cioè? Fammi capire, devo comprare un hardware
            apposta per Linux? Ma tu sei
            matto!Generalmente, uno che deve fare un certo lavoro (che sia privato, azienda, professionista, gamer, quel che vuoi), si fa un'idea dei software che vuole o deve usare e poi compra l'hardware adatto per far girare il software che gli serve.In informatica, è il software ad essere lo strumento di lavoro: l'hardware è il supporto fisico di cui il software ha bisogno per girare.Non so, per esempio: se faccio il fotografo e decido che voglio fare una serie di lavori particolari con formati panoramici, mi informo e poi magari vado a prendere una macchina fotografica rotante. Generalmente si fa così. Non è che uno entra in un negozio, prende un oggetto a caso, scopre che è una macchina fotografica e decide di diventare fotografo, no?Poi, magari, è vero, in ambito consumer le cose vanno così: uno entra in un negozio, compra il portatile che gli viene rifilato, poi torna a casa e si lamenta se non riesce a installare certi software. Però è consumismo e basta.Poi: se vuoi far girare Mac OSX, andrai o no a prendere un hardware Mac, o pretendi di farlo girare sul Toshiba solo perché l'hai comprato?Secondo me, non sono matto: ma non è che io e pochi altri facciamo così, adeguiamo il nostro hardware al software che ci interessa, ma la maggior parte della gente fa così. Non so, un che vuol giocare con il nuovo "AmmazzaliTuttiQueiBruttiCattivi" e scopre che ha bisogno di una scheda grafica nuova e di un joystick, ti pare che non schizzi in negozio a prendere scheda e joystick? Ci va, e veloce, mica sta lì a lamentarsi che "AmmazzaliTutti" non gli gira sul Toshiba, no?
          • Anonimo scrive:
            Re: L'altro anno al linux day
            - Scritto da:

            - Scritto da:





            Ho giusto un paio di portatili Toshiba dove non

            sono riuscito a far andare decentemente nessuna

            versione di Linux! Vuoi

            provare?





            E tu non prendere portatili Toshiba che non fanno
            girare Linux. Che te ne fai di un hardware che
            non è capace di far girare altro che Winnon è toshiba il problema ma quella minchiata di software hobbistico chiamato linux che fa tanto hype sui banchi di scuola @^
          • Anonimo scrive:
            Re: L'altro anno al linux day

            il problema ma quella minchiata di
            software hobbistico chiamato linux che fa tanto
            hype sui banchi di scuola
            @^e io che pensavo fosse semplicemente un problema di driver. Piuttosto, mi dai un link alla tua tesi di laurea (immagino, visto le tue indubbie capacita, sia quantomeno un microkernel funzionale) per poterci dare un'occhiata?
          • Anonimo scrive:
            Re: L'altro anno al linux day
            - Scritto da:
            non è toshiba il problema ma quella minchiata di
            software hobbistico chiamato linux che fa tanto
            hype sui banchi di scuola
            @^E chi dice che Toshiba sia il problema?Il problema è che se vuoi usare Linux ti trovi un portatile dove gira (e non è che ci voglia tanto).Se invece Linux non ti piace, non ti interessa, non te ne frega, non lo vuoi, bene lo stesso, compra quello che vuoi e sii felice: ma perché starne a discutere? Perché lamentarsi se un sistema operativo che non ti interessa non gira sul tuo computer? Sul mio PC non gira AmigaOS, e non mi interessa AmigaOS: ti pare che passo il tempo a lamentarmi perché AmigaOS non gira sul mio PC?Comunque, Linux minchiata e Windows tantobbello: vuoi provare a reinstallare Windows su un Sony Vaio VGN-TX2HP dopo che la procedura (fallata) di creazione del disco di ripristino è andata a monte? Accomodati. Io ci ho passato due settimane, e ancora non va il BlueTooth. "Designed for ...."Bah!
          • Anonimo scrive:
            [OT] Bluetooth su Windows
            - Scritto da:

            Comunque, Linux minchiata e Windows tantobbello:
            vuoi provare a reinstallare Windows su un Sony
            Vaio VGN-TX2HP dopo che la procedura (fallata) di
            creazione del disco di ripristino è andata a
            monte? Accomodati. Io ci ho passato due
            settimane, e ancora non va il BlueTooth.
            "Designed for
            ...."
            Bah!Non che HP sia tanto meglio, bollini Windows su computer e chiavetta bluetooth, ma solo alla terza marca di chiavetta ha iniziato a comunicare senza troppi conflitti con i driver Windows :@(e l'ultimo aggiornamento di Win, si è mangiato il driver della chiavetta e ho dovuto ricominciare)
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] Bluetooth su Windows
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            Comunque, Linux minchiata e Windows tantobbello:

            vuoi provare a reinstallare Windows su un Sony

            Vaio VGN-TX2HP dopo che la procedura (fallata)
            di

            creazione del disco di ripristino è andata a

            monte? Accomodati. Io ci ho passato due

            settimane, e ancora non va il BlueTooth.

            "Designed for

            ...."

            Bah!
            Non che HP sia tanto meglio, bollini Windows su
            computer e chiavetta bluetooth, ma solo alla
            terza marca di chiavetta ha iniziato a comunicare
            senza troppi conflitti con i driver Windows
            :@
            (e l'ultimo aggiornamento di Win, si è mangiato
            il driver della chiavetta e ho dovuto
            ricominciare)Esistono degli hotfix pre-SP3 per XP.
          • Anonimo scrive:
            Re: L'altro anno al linux day
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            non è toshiba il problema ma quella minchiata di

            software hobbistico chiamato linux che fa tanto

            hype sui banchi di scuola

            @^

            E chi dice che Toshiba sia il problema?
            Il problema è che se vuoi usare Linux ti trovi un
            portatile dove gira (e non è che ci voglia
            tanto).
            Se invece Linux non ti piace, non ti interessa,
            non te ne frega, non lo vuoi, bene lo stesso,
            compra quello che vuoi e sii felice: ma perché
            starne a discutere? Perché lamentarsi se un
            sistema operativo che non ti interessa non gira
            sul tuo computer? Sul mio PC non gira AmigaOS, e
            non mi interessa AmigaOS: ti pare che passo il
            tempo a lamentarmi perché AmigaOS non gira sul
            mio
            PC?

            Comunque, Linux minchiata e Windows tantobbello:
            vuoi provare a reinstallare Windows su un Sony
            Vaio VGN-TX2HP dopo che la procedura (fallata) di
            creazione del disco di ripristino è andata a
            monte? Accomodati. Io ci ho passato due
            settimane, e ancora non va il BlueTooth.
            "Designed for
            ...."
            Bah!Si vede che non sai cosa fai. Disco di ripristino ? Si fanno le immagini degli OS. Con $50 compri Acronis TrueImage 9 e fai le immagini di tutti gli OS.
          • FDG scrive:
            Re: L'altro anno al linux day
            - Scritto da:
            Veramente bastavano 5 minuti e una telefonata
            all'assistenza.Quando ti armi con le minchiate avverti prima che ci abbassiamo.
          • Anonimo scrive:
            Re: L'altro anno al linux day Mac
            - Scritto da:

            - Scritto da:





            Ho giusto un paio di portatili Toshiba dove non

            sono riuscito a far andare decentemente nessuna

            versione di Linux! Vuoi

            provare?





            E tu non prendere portatili Toshiba che non fanno
            girare Linux. Che te ne fai di un hardware che
            non è capace di far girare altro che Win, quando
            ne puoi avere uno che può far girare tutti e due
            gli OS? Cercane uno compatibile, e vai sereno:
            prima di comprarne uno, informati.
            Se vuoi aprire ulteriormente le possibilità, prenditi un Mac con Intel e ci installi quello che vuoi. (La soluzione migliore però è prima di fare una spesa conoscere cosa vuoi farne).
          • pane@rita scrive:
            Re: L'altro anno al linux day
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            Lo dico perchè chi non sa fare andare un PC (con

            qualunque sistema, anche Linux), è meglio che

            vada a spalar

            merda!

            Ho giusto un paio di portatili Toshiba dove non
            sono riuscito a far andare decentemente nessuna
            versione di Linux! Vuoi
            provare?volentieri.modello?e, ovviamente, il canonicoda dove dgt?:D
          • eagleone scrive:
            Re: L'altro anno al linux day
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            Lo dico perchè chi non sa fare andare un PC (con

            qualunque sistema, anche Linux), è meglio che

            vada a spalar

            merda!

            Ho giusto un paio di portatili Toshiba dove non
            sono riuscito a far andare decentemente nessuna
            versione di Linux! Vuoi
            provare?

            E io da dove ti sto rispondendo?!Sul mio portatile Toshiba Linux (Slackware) gira meglio che l'XP che ho nell'altra partizione e che oramai è arruginito per il non uso!E basta con ste trollate che Linux non gira su questo o su quell'altro, oramai con gli ultimi kernel lo fai girare anche sul tostapane!
          • Anonimo scrive:
            Re: L'altro anno al linux day

            Ho giusto un paio di portatili Toshiba dove non
            sono riuscito a far andare decentemente nessuna
            versione di Linux! Vuoi
            provare?Dipende da cosa vuoi fargli fare...Se vuoi te lo metto a posto io ma ti costa 200Euro all'ora.
    • leone2000 scrive:
      Re: L'altro anno al linux day
      - Scritto da:
      Porto il portatile a configurare e dopo tre ore
      che ci smanettano dei quindicenni brufolosi torno
      a casa con il portatile formattato che non parte
      :@ :@ bene, così quest'anno puoi evitare d'andarci, nessuno ha bisogno di te!
      • Anonimo scrive:
        Re: L'altro anno al linux day
        - Scritto da: leone2000

        - Scritto da:

        Porto il portatile a configurare e dopo tre ore

        che ci smanettano dei quindicenni brufolosi
        torno

        a casa con il portatile formattato che non parte

        :@ :@

        bene, così quest'anno puoi evitare d'andarci,
        nessuno ha bisogno di
        te!LOL allora dichiaratelo che non è una manifestazione per tutti ma solo per quattro nerd sfigati(rotfl)(rotfl)(rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: L'altro anno al linux day

          LOL allora dichiaratelo che non è una
          manifestazione per tutti ma solo per quattro nerd
          sfigati(rotfl)(rotfl)(rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: L'altro anno al linux day
          ..infatti!! Dovevi vederlo lo sfigatone due sabati fa cercare di spiegare ad una tipa che conosco che nel mondo c'è davvero l'Oscuro Signore, e che si tratta di Bill Gates, e che windows fa schifo e che se lo usi è perchè sei deficiente (SIC!!!), e i buoni eroi valorosi sono Luke Skywalker, Sergey Brin e i Linari, e che win e tutte le 'sue' applicazioni in reltà non servono a niente perchè, ora, c'è linux....lei non ha chiamato la neuro per pietà, ma ha continuato a sfottermi da allora per la gente che le presento..
          • Anonimo scrive:
            Re: L'altro anno al linux day
            - Scritto da:
            ..infatti!! Dovevi vederlo lo sfigatone due
            sabati fa cercare di spiegare ad una tipa che
            conosco che nel mondo c'è davvero l'Oscuro
            Signore, e che si tratta di Bill Gates, e che
            windows fa schifo e che se lo usi è perchè sei
            deficiente (SIC!!!), e i buoni eroi valorosi sono
            Luke Skywalker, Sergey Brin e i Linari, e che win
            e tutte le 'sue' applicazioni in reltà non
            servono a niente perchè, ora, c'è
            linux..

            ..lei non ha chiamato la neuro per pietà, ma ha
            continuato a sfottermi da allora per la gente che
            le
            presento..(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl) Mandalo a pupe e secchioni che è perfetto(rotfl)(rotfl)
        • leone2000 scrive:
          Re: L'altro anno al linux day
          - Scritto da:
          LOL allora dichiaratelo che non è una
          manifestazione per tutti ma solo per quattro nerd
          sfigati(rotfl)(rotfl)(rotfl)si, ok, hai ragione.
        • Anonimo scrive:
          Re: L'altro anno al linux day
          - Scritto da:

          - Scritto da: leone2000



          - Scritto da:


          Porto il portatile a configurare e dopo tre
          ore


          che ci smanettano dei quindicenni brufolosi

          torno


          a casa con il portatile formattato che non
          parte


          :@ :@



          bene, così quest'anno puoi evitare d'andarci,

          nessuno ha bisogno di

          te!

          LOL allora dichiaratelo che non è una
          manifestazione per tutti ma solo per quattro nerd
          sfigati(rotfl)(rotfl)(rotfl)E' una manifestazione per TUTTI quelli che rispettano anche le idee degli altri, per chi è educato, per chi vuole conoscere qualcosa di nuovo. Quindi non per te....
    • Anonimo scrive:
      Re: L'altro anno al linux day
      - Scritto da:
      Porto il portatile a configurare e dopo tre ore
      che ci smanettano dei quindicenni brufolosi torno
      a casa con il portatile formattato che non parte
      :@ :@ Alle conferenze perdevano 15 minuti per far
      funzionare linux con il videoproiettore poi
      passavano a
      windowsOttima per i gonzi
      • Anonimo scrive:
        Re: L'altro anno al linux day
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Porto il portatile a configurare e dopo tre ore

        che ci smanettano dei quindicenni brufolosi
        torno

        a casa con il portatile formattato che non parte

        :@ :@ Alle conferenze perdevano 15 minuti per
        far

        funzionare linux con il videoproiettore poi

        passavano a

        windows

        Ottima per i gonziPeccato che è vera
        • Anonimo scrive:
          Re: L'altro anno al linux day
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Porto il portatile a configurare e dopo tre
          ore


          che ci smanettano dei quindicenni brufolosi

          torno


          a casa con il portatile formattato che non
          parte


          :@ :@ Alle conferenze perdevano 15 minuti per

          far


          funzionare linux con il videoproiettore poi


          passavano a


          windows



          Ottima per i gonzi

          Peccato che è veraNon mi permetterei mai di mettere in dubbio le tue autorevoli affermazioni
  • Anonimo scrive:
    Sveglia linarini..
    ..fuor dalle cantine, messer Linux fa il rubacuor!
    • Anonimo scrive:
      Re: Sveglia linarini..
      - Scritto da:
      ..fuor dalle cantine, messer Linux fa il rubacuor!Ah a proposito, lo sai vero che con Vista se non paghi la licenzuccia esce una messagebox che ti avvisa che non hai ancora sganciato la grana.Niente Aero, porello... uno spende 1000 per una configurazione Quad SLI per poi non poter vedere le finestrine roteare garrule sullo schermo !
      • Anonimo scrive:
        Re: Sveglia linarini..
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ..fuor dalle cantine, messer Linux fa il
        rubacuor!



        Ah a proposito, lo sai vero che con Vista se non
        paghi la licenzuccia esce una messagebox che ti
        avvisa che non hai ancora sganciato la
        grana.

        Niente Aero, porello... uno spende 1000 per una
        configurazione Quad SLI per poi non poter vedere
        le finestrine roteare garrule sullo schermo
        !Eh sì per pagare 99 di licenza OEM o 129 di upgrade morirò dissanguato...
    • Anonimo scrive:
      Aiuto, soffoco!
      - Scritto da:
      ..fuor dalle cantine, messer Linux fa il rubacuor!Oddio non la sto smettendo più di ridere a rileggere il testo di questa trollata! Aiutatemi, soffoco dalle risate!10+ all'anonimo autore!
      • Anonimo scrive:
        Re: Aiuto, soffoco!
        ..eppure è ottimista, non dice NELLE cantine, dove linux resterà, bensì FUORI..ed è per questo che è una trollata....non soffocare e torna a far girare il cubo..
        • TheLoneGunman scrive:
          Re: Aiuto, soffoco!
          - Scritto da:
          ..eppure è ottimista, non dice NELLE cantine,
          dove linux resterà, bensì FUORI..ed è per questo
          che è una
          trollata..Allora deve essere proprio una trollata enorme, di proporzioni bibliche...
          ..non soffocare e torna a far girare il cubo..Non gira più, si è rotto il giroscopio interno della scheda video: probabilmente la tua aura di trollaggine l'ha confuso.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 ottobre 2006 01.36-----------------------------------------------------------
    • Super_Treje scrive:
      Re: Sveglia linarini..
      - Scritto da:
      ..fuor dalle cantine, messer Linux fa il rubacuor!Pagare windows vista e' come dire : ok non capisco un cavolo di informatica allora se mi vendono me**da ben presentata posso credere che sia formaggio :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Sveglia linarini..
        e vai col solito luogo comune - windows=ignoranza informatica..chissà domani quanti se ne sentiranno in queste adunate linare..qui gli sfigatoni si riempiranno di pacche sulle spalle, leveranno alte le loro trollate, si esalteranno come bestie e poi eccitati se ne torneranno a casa..e il mondo, mai accortosi di loro, il 14/10 continuerà tale e quale
        • Anonimo scrive:
          Re: Sveglia linarini..
          - Scritto da:
          e vai col solito luogo comune - windows=ignoranza
          informatica..chissà domani quanti se ne
          sentiranno in queste adunate linare..qui gli
          sfigatoni si riempiranno di pacche sulle spalle,
          leveranno alte le loro trollate, si esalteranno
          come bestie e poi eccitati se ne torneranno a
          casa..e il mondo, mai accortosi di loro, il 14/10
          continuerà tale e
          quale (troll2)
        • Alucard scrive:
          Re: Sveglia linarini..
          - Scritto da:
          e vai col solito luogo comune - windows=ignoranza
          informatica..chissà domani quanti se ne
          sentiranno in queste adunate linare..qui gli
          sfigatoni si riempiranno di pacche sulle spalle,
          leveranno alte le loro trollate, si esalteranno
          come bestie e poi eccitati se ne torneranno a
          casa..e il mondo, mai accortosi di loro, il 14/10
          continuerà tale e
          qualebwahahahhahahaun giorno sarebbe bello fare un meeting tra i troll di PI. Già immagino winari contro macachi, poi arrivano i linari e fanno fuori entrambi (rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: Sveglia linarini..
        - Scritto da: Super_Treje
        Pagare windows vista e' come dire : ok non
        capisco un cavolo di informatica allora se mi
        vendono me**da ben presentata posso credere che
        sia formaggio
        :DDirei che se dici che Vista è solo me**da ben presentata allora ricadi nella categoria.Comunque te ne accorgerai entro pochi mesi.
    • Anonimo scrive:
      Odoardo Linaro?
      :D :D :D
  • Anonimo scrive:
    Sarebbe questa ?
    I linariLa più grande iniziativa tecnologica italiana :D :D :D :D :Dma va a .....
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarebbe questa ?
      - Scritto da:
      I linari
      La più grande iniziativa tecnologica italianaAssolutamente. Che altre iniziative tecnologiche ci sono in Italia? I workshop della Microsoft? (rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: Sarebbe questa ?
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        I linari

        La più grande iniziativa tecnologica italiana

        Assolutamente. Che altre iniziative tecnologiche
        ci sono in Italia? I workshop della Microsoft?
        (rotfl)(rotfl)(rotfl)siiii c'è Microsoft che presenta in anteprima le meravigliose novità di Windows 2010...dice tuttavia che il 98% delle nuove funzionalità verrà introdotto solo con il Service Pack 1 nel 2012-13 almeno. (rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: Sarebbe questa ?
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          I linari


          La più grande iniziativa tecnologica italiana



          Assolutamente. Che altre iniziative tecnologiche

          ci sono in Italia? I workshop della Microsoft?

          (rotfl)(rotfl)(rotfl)


          siiii c'è Microsoft che presenta in anteprima le
          meravigliose novità di Windows
          2010...

          dice tuttavia che il 98% delle nuove funzionalità
          verrà introdotto solo con il Service Pack 1 nel
          2012-13 almeno.
          (rotfl)Invidia!
    • Tyltyl scrive:
      Re: Sarebbe questa ?
      - Scritto da:
      I linari
      La più grande iniziativa tecnologica italiana

      :D :D :D :D :D

      ma va a .....Sai organizzare di meglio? Sì? No? Proponi O)
      • Anonimo scrive:
        No, sarebbe questa.
        - Scritto da: Tyltyl

        - Scritto da:

        I linari

        La più grande iniziativa tecnologica italiana



        :D :D :D :D :D



        ma va a .....

        Sai organizzare di meglio? Sì? No? Proponi O)Sì, una riunione in una grossa cantina a ricompilare kernels e a sorseggiare un prosecco stagionato a base di dvd di installazione di redhat.
        • Super_Treje scrive:
          Re: No, sarebbe questa.
          - Scritto da:

          - Scritto da: Tyltyl



          - Scritto da:


          I linari


          La più grande iniziativa tecnologica italiana





          :D :D :D :D :D





          ma va a .....



          Sai organizzare di meglio? Sì? No? Proponi O)

          Sì, una riunione in una grossa cantina a
          ricompilare kernels e a sorseggiare un prosecco
          stagionato a base di dvd di installazione di
          redhat.Per il prosecco vengo, per il resto compila tu e compilalo pure per me che non ho voglia e faccio fare tutto a yumex :DMeglio tanto vino per il momento :PP.S. : Qualcuno lo porta al sud quel buon grappino che fanno in trentino ???? (geek)
          • Anonimo scrive:
            Re: No, sarebbe questa.
            - Scritto da: Super_Treje
            - Scritto da:

            - Scritto da: Tyltyl


            - Scritto da:



            I linari



            La più grande iniziativa tecnologica



            italiana



            :D :D :D :D :D



            ma va a .....


            Sai organizzare di meglio? Sì? No? Proponi O)

            Sì, una riunione in una grossa cantina a

            ricompilare kernels e a sorseggiare un prosecco

            stagionato a base di dvd di installazione di

            redhat.
            Per il prosecco vengo, per il resto compila tu e
            compilalo pure per me che non ho voglia e faccio
            fare tutto a yumex
            :D
            Meglio tanto vino per il momento :PVengo anche io: un po' di prosecco lo bevo volentieri.Ok, noi siamo pronti, il tipo che diceva che era cosi' facile deve solo dirci dove e quando...
            P.S. : Qualcuno lo porta al sud quel buon
            grappino che fanno in trentino ????
            (geek)Magariiii siii
        • Anonimo scrive:
          Re: No, sarebbe questa.
          - Scritto da:
          - Scritto da: Tyltyl

          - Scritto da:


          I linari


          La più grande iniziativa tecnologica italiana


          :D :D :D :D :D


          ma va a .....

          Sai organizzare di meglio? Sì? No? Proponi O)
          Sì, una riunione in una grossa cantina a
          ricompilare kernels e a sorseggiare un prosecco
          stagionato a base di dvd di installazione di
          redhat.Io ci sto e porto anche buon formaggio, che con il vinello ci sta sempre bene...Allora dove ? Quando ? La cantina ce la metti tu ?
        • Anonimo scrive:
          Re: No, sarebbe questa.
          - Scritto da:
          - Scritto da: Tyltyl

          - Scritto da:

          Sai organizzare di meglio? Sì? No? Proponi O)
          Sì, una riunione in una grossa cantina a
          ricompilare kernels e a sorseggiare un prosecco
          stagionato a base di dvd di installazione di
          redhat.Allora ???? Stiamo ancora aspettando date e luogo !!!
          • Anonimo scrive:
            Re: No, sarebbe questa.
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            - Scritto da: Tyltyl


            - Scritto da:


            Sai organizzare di meglio? Sì? No?


            Proponi O)

            Sì, una riunione in una grossa cantina a

            ricompilare kernels e a sorseggiare un

            prosecco stagionato a base di dvd di

            installazione di redhat.
            Allora ???? Stiamo ancora aspettando date e
            luogo !!!Sai come sono i winari: vogliono fare tutto facile, poi quando e' ora di fare le cose veramente una schermata blu e via a scappare...
    • Anonimo scrive:
      MA FINITELA!!!!
      - Scritto da:
      I linari
      La più grande iniziativa tecnologica italiana

      :D :D :D :D :D

      ma va a .....
      ....di rompere i c0gl1on1 e statevene a casa se non vi va bene, sempre a rosicare e a criticare...
      • Anonimo scrive:
        Re: MA FINITELA!!!!
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        I linari

        La più grande iniziativa tecnologica italiana



        :D :D :D :D :D



        ma va a .....




        ....di rompere i c0gl1on1 e statevene a casa se
        non vi va bene, sempre a rosicare e a
        criticare...rosicare? :D
        • Anonimo scrive:
          Re: MA FINITELA!!!!
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          I linari


          La più grande iniziativa tecnologica italiana





          :D :D :D :D :D





          ma va a .....








          ....di rompere i c0gl1on1 e statevene a casa se

          non vi va bene, sempre a rosicare e a

          criticare...
          rosicare? :Dgià ma soprattuto rompere i coglioni....
        • Anonimo scrive:
          Re: MA FINITELA!!!!
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          I linari


          La più grande iniziativa tecnologica italiana





          :D :D :D :D :D





          ma va a .....








          ....di rompere i c0gl1on1 e statevene a casa se

          non vi va bene, sempre a rosicare e a

          criticare...
          rosicare? :DCerto, pensa che tutti piangano perchè non possono "andare a farsi due canne in compagnia" con i bravi comunisti proLinux.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarebbe questa ?
      Vai allo SMAU allora, quello e' il massimo a cui puoi aspirare.
  • Anonimo scrive:
    AH Linari riserva indiana
    AH AH AH AH AH
    • Anonimo scrive:
      Re: AH Linari riserva indiana
      - Scritto da:
      AH AH AH AH AHuna riserva indiana che non sta a formattare ogni tre mesi e deframmentare ogni tre giorni come te. ReiserFS rulez !
      • Anonimo scrive:
        Re: AH Linari riserva indiana
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        AH AH AH AH AH


        una riserva indiana che non sta a formattare ogni
        tre mesi e deframmentare ogni tre giorni come te.
        ReiserFS rulez
        !NTFS continuerà ad essere sviluppato in una ditta, reiserfs dalla gattabuia AH AH AH
        • Tyltyl scrive:
          Re: AH Linari riserva indiana
          - Scritto da:
          NTFS continuerà ad essere sviluppato in una
          dittaOddio spero proprio che non continuino, per quanto si frammenta...
          • Anonimo scrive:
            Re: AH Linari riserva indiana

            Oddio spero proprio che non continuino, per
            quanto si
            frammenta...Ma chi se ne importa, anzi meglio. Il troll windowsauro continuerà a godere quasi sessualmente nel vedere la propria macchina rallentare inesorabilmente col passare dei giorni, gli altri un pochino più furbi già vedono la differenza...
          • Anonimo scrive:
            Re: AH Linari riserva indiana

            Il troll
            windowsauro continuerà a godere quasi
            sessualmente nel vedere la propria macchina
            rallentare inesorabilmente col passare dei
            giorniE il cacciavitaro avrà sempre lavoro da fare e potrà spacciarsi per sistemista Windows ed "esperto di compIuter"
        • Anonimo scrive:
          Re: AH Linari riserva indiana

          NTFS continuerà ad essere sviluppato in una
          ditta, reiserfs dalla gattabuia AH AH
          AHfatto sta che NTFS dopo due settimane s'ingarbuglia e devi stare a deframmentarlo. Contento te.
          • Super_Treje scrive:
            Re: AH Linari riserva indiana
            - Scritto da:

            NTFS continuerà ad essere sviluppato in una

            ditta, reiserfs dalla gattabuia AH AH

            AH

            fatto sta che NTFS dopo due settimane
            s'ingarbuglia e devi stare a deframmentarlo.
            Contento te.
            Io mi accontento di XFS, se devo scrivere su NTFS ci scrivo e me ne sbatto di windows.Sul fatto che ti possono capitare incompetenti, beh scusatemi se ve lo dico io li ho incontrati DOVUNQUE !!!Certo se vai ai raduni di freebsd o netbsd o openbsd o quelli di aix beh direi che + sali di qualita' meno ignorantoni ti possono capitare sott'occhio.Se vai in quelli di microsoft, tranne il povero cristo che sa' veramente come funziona windows e come deve fare per farlo funzionare a dovere, gli altri possono tutti andare a zappare :D
          • Anonimo scrive:
            Re: AH Linari riserva indiana
            - Scritto da: Super_Treje
            Certo se vai ai raduni di freebsd o netbsd o
            openbsd o quelli di aix beh direi che + sali di
            qualita' meno ignorantoni ti possono capitare
            sott'occhio.
            Se vai in quelli di microsoft, tranne il povero
            cristo che sa' veramente come funziona windows e
            come deve fare per farlo funzionare a dovere, gli
            altri possono tutti andare a zappare
            :DE' uno dei side effects di avere il 97% del mercato: ci sono molti incompetenti. Ma la parte positiva è che ci sono molti utilizzatori, device, software, documentazione, ecc. ecc.
      • Anonimo scrive:
        Re: AH Linari riserva indiana

        reiserFS rulez !reiserfs non viene usato di df neppure da opensuseho conosciuto personalmente hans reiser un anno e mezzo fa e mi fece un'ottima impressione in quanto venne a gratis a fare una conferenza sulla situazione dei brevetti sw in usa sotto la famigerata legge che si vorrebbe introdurre in uepurtroppo in questi giorni abbiamo saputo che sua moglie russa è morta assassinata a oakland dove abitavano e che tra gli indagati c'è anche luiauguri hans !!
    • Anonimo scrive:
      E tu chi sei?
      - Scritto da:
      AH AH AH AH AHE tu chi sei, Pocahontas?
      • Anonimo scrive:
        Re: E tu chi sei?
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        AH AH AH AH AH

        E tu chi sei, Pocahontas?AH AH AH il generale cluster
        • TheLoneGunman scrive:
          Re: E tu chi sei?
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          AH AH AH AH AH



          E tu chi sei, Pocahontas?


          AH AH AH il generale clusterIl generale Windows Compute Cluster 2003?Mica era una trollata, era una battuta.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 ottobre 2006 13.48-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      anche a te schiavinaro
      - Scritto da:
      AH AH AH AH AHahahahauuauau, anche se non si capisce per cosa, forse per la centesima marketta alla pecora hahahah!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Gli espertoni
    "Linux Day sarà anche l'occasione per chi già opera con Linux e software libero di approfondire le ultime novità di settore, discutendone con altri esperti e sperimentando insieme possibili soluzioni."...ma chi sono questi esperti?...al LinuxDay dell'anno scorso a cui sono andato io, c'erano un gruppo di universitari incapaci, che ripetevano il discorso che si erano preparati... manco avranno saputo la differenza tra KB e MB... blah!!Infatti hanno sparato una serie di caga*e mostruose che io e un mio amico stavamo morendo dal ridere...Per fortuna, almeno, al secondo tentativo sono riusciti a compilare Apache...E non voglio fare molti commenti su quando hanno provato ad usare il g++ (almeno potevano fare delle prove a casa...), il sorgente che hanno scritto mi ha fatto capire come sia sprofondata la qualità delle nostre università......
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli espertoni
      (troll1)
    • TADsince1995 scrive:
      Re: Gli espertoni
      Io ci sono andato l'anno scorso. Mi ha colpito la quantità di gente che c'era, onestamente nemmeno io me l'aspettavo...Le tipologie erano molto varie. Si passava dal tipico nerd occhialuto e spocchioso che neanche ti rivolgeva la parola, a persone disponibilissime, simpatiche e anche preparate con cui si chiaccherava e ci si scambiava opinioni con piacere. C'era persino un signore ultrasettantenne che portò il suo portatile per farsi installare ubuntu...In definitiva un pomeriggio passato piacevolmente. Quest'anno penso ci tornerò.TAD
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli espertoni
        - Scritto da: TADsince1995
        Io ci sono andato l'anno scorso. Mi ha colpito la
        quantità di gente che c'era, onestamente nemmeno
        io me
        l'aspettavo...

        Le tipologie erano molto varie. Si passava dal
        tipico nerd occhialuto e spocchioso che neanche
        ti rivolgeva la parola, a persone
        disponibilissime, simpatiche e anche preparate
        con cui si chiaccherava e ci si scambiava
        opinioni con piacere. C'era persino un signore
        ultrasettantenne che portò il suo portatile per
        farsi installare
        ubuntu...

        In definitiva un pomeriggio passato
        piacevolmente. Quest'anno penso ci
        tornerò.

        TADma tu sei cascato bene... :) "è solo fortuna!" :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Gli espertoni

          ma tu sei cascato bene... :) "è solo fortuna!" :Dnon è solo fortuna, si trova gente in gamba, poi è chiaro che la mamma degli incapaci è sempre incinta.Io sono andato una volta al linux day e, nonostante la scarsità di mezzi a disposizione, è stata una bella esperienza.Molto, molto ma molto più interessante di certi seminari all'università con i commerciali della Microsoft che recitano il mantra aziendale...
        • Anonimo scrive:
          Re: Gli espertoni
          - Scritto da:
          ma tu sei cascato bene... :) "è solo fortuna!" :Danche l'amico dell'amico del cugino di uno che non ricordo il nome era andato al Linux Gay e rammentava che c'è l'hanno tutti piccolo(rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli espertoni
        Questo clichè del settantenne-con-portatile-voglioso-di-linux l'ho già sentito una decina di volte, quindi basta con 'sta caz**ta..
        • TheLoneGunman scrive:
          Re: Gli espertoni
          - Scritto da:
          Questo clichè del
          settantenne-con-portatile-voglioso-di-linux l'ho
          già sentito una decina di volte, quindi basta con
          'sta
          caz**ta..Si narra che ogni linux day dei morti si risveglino dalla tomba solo per farsi configurare ubuntu per rilevare la lapide USB.Paura, eh?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 ottobre 2006 01.33-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli espertoni
            Si l'ho sentito..pare che anche Dante nell'Inferno riferisse che "quand'anco i forconi si spuntano / e la lava è già tutta via / i diavoli al peggio ricorrono / e 'l peccator il cubo girar dovrìa"
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli espertoni

            Si narra che ogni linux day dei morti
            si
            risveglino dalla tomba solo per
            farsi configurare ubuntu per rilevare
            la lapide USB.

            Paura, eh?ROTFL
        • TADsince1995 scrive:
          Re: Gli espertoni
          - Scritto da:
          Questo clichè del
          settantenne-con-portatile-voglioso-di-linux l'ho
          già sentito una decina di volte, quindi basta con
          'sta
          caz**ta..Ti giuro che non è una cazzata, non sono il tipo da fomentare leggende metropolitane. La prossima volta porto la macchina fotografica.TAD
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli espertoni
            - Scritto da: TADsince1995

            - Scritto da:

            Questo clichè del

            settantenne-con-portatile-voglioso-di-linux l'ho

            già sentito una decina di volte, quindi basta
            con

            'sta

            caz**ta..

            Ti giuro che non è una cazzata, non sono il tipo
            da fomentare leggende metropolitane. La prossima
            volta porto la macchina
            fotografica.

            TADOcchio che potresti avere brutte sorprese fotografandolo... tipo trovarti la foto di un portatile sospeso nell'aria
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli espertoni
            Non sarai tu, ma questo genere di storielle (il nonno tennolloggico, il nerd & la nerda, il Grande Esperto dei Miei Zebedei, etc.) li sento ogni volta dai miei conoscenti linari..mai poi che li abbia visti di persona..e allora ho capito che si tratta di quel genere di note di colore che i linari si raccontano tra di loro per nominare il sogno impossibile, "ma allora linux è proprio per tutti!"..in genere al LinuxDay trovo i soliti 4 gatti, 80.000 brufoli, e 0 cromosomi xx..
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli espertoni
            - Scritto da:
            in genere al LinuxDay trovo i soliti 4 gatti,
            80.000 brufoli, e 0 cromosomi
            xx..Ma i brufoli li hai contati per bene? Giurerei di averne visti 80.001.
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli espertoni

            in genere al LinuxDay trovo i soliti 4 gatti,
            80.000 brufoli, e 0 cromosomi
            xx..Io no. Trovo gente di tutti tipi, dal ragazzo al vecchio, dall'insegnante al dirigente. E si che non vivo in culo al mondo. Ovviamente dipende da città a città, ma nella mia (caso unico?) i linari sono molti, in gamba, e simpaticissimi (e soprattutto con molti cromosomi XX...)
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli espertoni
            - Scritto da:


            in genere al LinuxDay trovo i soliti 4 gatti,

            80.000 brufoli, e 0 cromosomi

            xx..

            Io no. Trovo gente di tutti tipi, dal ragazzo al
            vecchio, dall'insegnante al dirigente. E si che
            non vivo in culo al mondo. Ovviamente dipende da
            città a città, ma nella mia (caso unico?) i
            linari sono molti, in gamba, e simpaticissimi (e
            soprattutto con molti cromosomi
            XX...)Si ma senza la conta esatta dei brufoli non si può comparare un bel niente.
          • Nerchioforo scrive:
            Re: Gli espertoni
            Ovviamente dipende da
            città a città, ma nella mia (caso unico?) i
            linari sono moltinon direi sia un caso: anche qui al linux day i linarofili sembrano un po' più dei soliti 4 gatti: certo, poi nei giorni a venire devi sottrarre quelli che erano lì per turismo, quelli che "tanto ho win in dual boot!", i truzzetti "ahò c'ho linuccs!So'n'drago!", etc.
            in gamba,no ti prego - le capacità sono distribuite normalmente in ogni popolazione..
            e simpaticissimi specie quando cercano di ficcare linux in qualsiasi discorso, incuranti delle occhiate dubbiose delle tipe..
            (e soprattutto con molti cromosomi
            XX...)domani vado a caccia di chimere
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli espertoni

            non direi sia un caso: anche qui al linux day i
            linarofili sembrano un po' più dei soliti 4
            gatti: certo, poi nei giorni a venire devi
            sottrarre quelli che erano lì per turismo, quelli
            che "tanto ho win in dual boot!", i truzzetti
            "ahò c'ho linuccs!So'n'drago!",
            etc.E' vero, comunque non parlavo dei linari presenti al linux day, ma anche quelli diciamo ormai consolidati, che si trovano in sede (Si, hanno una sede!)
            no ti prego - le capacità sono distribuite
            normalmente in ogni
            popolazione..beh...
            specie quando cercano di ficcare linux in
            qualsiasi discorso, incuranti delle occhiate
            dubbiose delle
            tipe..Non è vero. Allora il cromosoma XY è in minoranza in LUG... è vero. Come sono in minoranza in moltri altri posti (vedi molte donne ai workshop aziendali tu...?) Però la componenete femminile non manca e, dalle mie parti, i linari sanno giostrarsele bene e nn parlare soolo di linux....
            domani vado a caccia di chimerebuona caccia!
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli espertoni

            Non è vero. Allora il cromosoma XY è in minoranza
            in LUG... è vero. y è quello machile perchè la gambetta della x per trasformarsi in y è andata da un'altr parte
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Gli espertoni

            in genere al LinuxDay trovo i soliti 4 gatti,
            80.000 brufoli, e 0 cromosomi
            xx..Veramente qualche ragazza c'era. Certo, sono in minoranza è chiaro... Magari erano solo le ragazze di qualche partecipante che si era fatto accompagnare.TAD
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli espertoni
            - Scritto da:
            in genere al LinuxDay trovo i soliti 4 gatti,
            80.000 brufoli, e 0 cromosomi
            xx..Beh, probabilmente se uno pretende di andare ad un Linux Day per beccare fig^Wcromosomi xx è un po' sfigatello di suo, no?
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli espertoni
            ..e sarebbe comunque meglio del cantinarello che considera la passerinWcromosomi XX una pericolosa distrazione dalla Grande Missione di Salvare il Mondo installando Linux..
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli espertoni
            - Scritto da:
            ..e sarebbe comunque meglio del cantinarello
            che considera la passerinWcromosomi XX una
            pericolosa distrazione dalla Grande Missione
            di Salvare il Mondo installando Linux..He ??? Chi ???Link ???
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli espertoni

            He ??? Chi ???

            Link ???Link?? LINK???..ma è una battuta, coglione, che link ci vuole??..Ma tutti bamba voi linari, eh?
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli espertoni
            sempre meglio che andare ad un stand della Microsoft a vedere un portatile con tanto di antivirus.. antispyware, (uno con 3 installati prego) ... e lo so... se vuole reggere online una giornata senza di quelli.. nada :p
          • mmiki scrive:
            Re: Gli espertoni

            in genere al LinuxDay trovo i soliti 4 gatti,
            80.000 brufoli, e 0 cromosomi
            xx..in generale penso che a qualsiasi riunione informatica la percentuale di xx sia piuttosto bassa..come pretendere di vedere tanti uomini a uno "Chanel Day" più o meno..
          • leone2000 scrive:
            Re: Gli espertoni
            - Scritto da:

            in genere al LinuxDay trovo i soliti 4 gatti,
            80.000 brufoli, e 0 cromosomi
            xx..e allora stattene a casa, no?
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli espertoni
            Non sei stato all'OpenEXP di Cerea a Verona. Allo stand di Joomla! il CMS php più diffuso c'erano 2-3 ragazze molto belle e simpatiche. Anche il LugVR aveva due belle ragazze...
        • Anonimo scrive:
          Re: Gli espertoni
          - Scritto da:
          Questo clichè del
          settantenne-con-portatile-voglioso-di-linux l'ho
          già sentito una decina di volte, quindi basta Mio padre ne ha solo 65. Tolto Win e installato ubuntu, è un anno che non rompe gli zebedei.ciaoFilippo B.
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli espertoni
        Scusate "il vecchietto con il portatile che si vuole installare linux" l'ho già sentita...Non e' che sia una leggenda metropolitana o è il solito utente linux che passa il suo tempo a installare e reinstallare le distribuzioni in funzione della moda e di quello che gli consiglia l'amico "genio dei computer" al bar?Saluti
        • Alucard scrive:
          Re: Gli espertoni
          - Scritto da:
          Scusate "il vecchietto con il portatile che si
          vuole installare linux" l'ho già
          sentita...

          Non e' che sia una leggenda metropolitana o è il
          solito utente linux che passa il suo tempo a
          installare e reinstallare le distribuzioni in
          funzione della moda e di quello che gli consiglia
          l'amico "genio dei computer" al
          bar?

          SalutiE se in realtà è un vecchietto padre/zio/nonno di qualche linaro brufoloso ed è costretto a farlo?O magari lo pagano (troll)(troll)Scherzo (troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)
    • Angelone scrive:
      Re: Gli espertoni
      - Scritto da:
      ...ma chi sono questi esperti?...al LinuxDay
      dell'anno scorso a cui sono andato io, c'erano un
      gruppo di universitari incapaci, che ripetevano
      il discorso che si erano preparati... manco
      avranno saputo la differenza tra KB e MB...
      blah!!
      Infatti hanno sparato una serie di caga*e
      mostruose che io e un mio amico stavamo morendo
      dal
      ridere...Perchè al posto di stare li a morire dal ridere non ti proponi col tuo amichetto come relatore questa volta?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 ottobre 2006 01.08-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli espertoni

      ...ma chi sono questi esperti?...al LinuxDay
      dell'anno scorso a cui sono andato io, c'erano un
      gruppo di universitari incapaci, che ripetevano
      il discorso che si erano preparati... ... e quindi da un caso particolare ne deduci che tutti i LD d'Italia sono presentati da degli incapaci.Complimenti !
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli espertoni
        Qua i veri incapaci sono chi ha scritto l'articolo, un esempio di inettutidine totale mannaggia quella madonna bastarda;ergo,oramai tutte le riviste sono inaffidabili,chissà perchè chi è veramente esperto non partecipa ai LUG,nessuno li conosce,mna bensi sono conosciuti dai dirigenti di azienda vedi Kutaragi e luis Gartner.Vabbè
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli espertoni
      - Scritto da:
      "Linux Day sarà anche l'occasione per chi già
      opera con Linux e software libero di approfondire
      le ultime novità di settore, discutendone con
      altri esperti e sperimentando insieme possibili
      soluzioni."

      ...ma chi sono questi esperti?...al LinuxDay
      dell'anno scorso a cui sono andato io, c'erano un
      gruppo di universitari incapaci, che ripetevano
      il discorso che si erano preparati... manco
      avranno saputo la differenza tra KB e MB...
      blah!!
      Infatti hanno sparato una serie di caga*e
      mostruose che io e un mio amico stavamo morendo
      dal
      ridere...

      Per fortuna, almeno, al secondo tentativo sono
      riusciti a compilare
      Apache...
      E non voglio fare molti commenti su quando hanno
      provato ad usare il g++ (almeno potevano fare
      delle prove a casa...), il sorgente che hanno
      scritto mi ha fatto capire come sia sprofondata
      la qualità delle nostre
      università......Hai perfettamente ragione. Ma purtroppo sono in pochi a vedere la realtà, si lasciano abbindolare da gruppi di gente pompata e cannata come quelli che hai visto tu che entrano nelle aziende per raccomandazione.
    • FDG scrive:
      Re: Gli espertoni
      - Scritto da:
      E non voglio fare molti commenti su quando hanno
      provato ad usare il g++Ma cos'è, il linguaggio della Galbusera?Ma LOL!!!Almeno studia meglio prima di fare il troll.(troll2)
      • pippo75 scrive:
        Re: Gli espertoni
        Mi intrometto

        E non voglio fare molti commenti su quando hanno

        provato ad usare il g++

        Ma cos'è, il linguaggio della Galbusera?se non sbaglio per G++ si intende il compilatore Gnu C++.ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Gli espertoni
          - Scritto da: pippo75
          Mi intrometto



          E non voglio fare molti commenti su quando
          hanno


          provato ad usare il g++



          Ma cos'è, il linguaggio della Galbusera?

          se non sbaglio per G++ si intende il compilatore
          Gnu
          C++.


          ciaohttp://www.cs.utah.edu/dept/old/texinfo/gcc/gppFAQ.html
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli espertoni
        - Scritto da: FDG
        - Scritto da:


        E non voglio fare molti commenti su quando hanno

        provato ad usare il g++

        Ma cos'è, il linguaggio della Galbusera?

        Ma LOL!!!

        Almeno studia meglio prima di fare il troll.

        (troll2)l'unico troll qui sembri tu.... informati prima di sparare caz*ate...
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli espertoni
      Chissà perché colgo una punta di invidia nel tuo inutile sparlare...Pensi di avere una vita più piena e interessante tu con quella mera porcheria commerciale di windows?Linux non è un comune prodotto commerciale, è un qualcosa che appartiene a tutti, e tra tutti c'è qualcuno che lo ama particolarmente e che lo sente suo e vuole dare il suo contributo a diffonderlo, migliorarlo, ecc.Tu cosa fai nella tua "utile" vita a parte venire qui a sfottere altra gente e la sua passione?
  • Anonimo scrive:
    Cagliari non fè linux day
    Qualcuno sa perchè nella lista non è presente cagliari?
    • Anonimo scrive:
      Re: Cagliari non fè linux day
      - Scritto da:
      Qualcuno sa perchè nella lista non è presente
      cagliari?e ti lamenti?
      • Anonimo scrive:
        Re: Cagliari non fè linux day
        sai cosa è il CRS4 ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Cagliari non fè linux day
          - Scritto da:
          sai cosa è il CRS4 ?Ma cosa vuoi che sappia, probabilmente poppava ancora dal biberon quando all'Alberti smanettavano sulla Slackware grazie al CRS4.
    • Anonimo scrive:
      Re: Cagliari non fè linux day
      - Scritto da:
      Qualcuno sa perchè nella lista non è presente
      cagliari?Siamo in parecchi che non possiamo partecipare quest'anno e l'anticipo al 28 ottobre ci ha letteralmente spiazzato.Cmq c'è un gruppo che ci sta lavorando.
      • Anonimo scrive:
        Re: Cagliari non fè linux day
        mi dispiace se serve una mano ...
        • Anonimo scrive:
          Re: Cagliari non fè linux day
          vogliamo il linux day anche a Cagliari!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Cagliari non fè linux day
            - Scritto da:
            vogliamo il linux day anche a Cagliari!!!Tanto basta un spazio piccolo piccolo @^
          • Anonimo scrive:
            Re: Cagliari non fè linux day
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            vogliamo il linux day anche a Cagliari!!!
            Tanto basta un spazio piccolo piccolo @^no,non stavamo parlando del tuo cervello!
        • Anonimo scrive:
          Re: Cagliari non fè linux day
          - Scritto da:
          mi dispiace
          se serve una mano ...Mani ne servono parecchie, sono in pochi a lavorarci perché molti di noi non possono partecipare. Serve aiuto per preparare talk, demo, per la vigilanza e la manovalanza, ecc.Se vuoi dare una mano sarai bene accetto.Quello di Cagliari è sempre stato uno dei Linux Day più grossi, ma quest'anno è proprio sfigato
          • Anonimo scrive:
            Re: Cagliari non fè linux day
            volentieri datemi un contatto
          • Anonimo scrive:
            Re: Cagliari non fè linux day
            - Scritto da:
            volentieri datemi un contattoscrivi a Gian_d
          • Anonimo scrive:
            Re: Cagliari non fè linux day

            Quello di Cagliari è sempre stato uno dei Linux
            Day più grossi, ma quest'anno è proprio
            sfigato..e quindi è proprio quello giusto per linux! @^
          • Anonimo scrive:
            Re: Cagliari non fè linux day
            - Scritto da:

            Quello di Cagliari è sempre stato uno dei Linux

            Day più grossi, ma quest'anno è proprio

            sfigato

            ..e quindi è proprio quello giusto per linux! @^Sei venuto?
          • Anonimo scrive:
            Re: Cagliari non fè linux day
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            Quello di Cagliari è sempre stato uno dei
            Linux


            Day più grossi, ma quest'anno è proprio


            sfigato



            ..e quindi è proprio quello giusto per linux!
            @^

            Sei venuto?è semplicemente il solito troll che non ha nulla da fare XD
          • Anonimo scrive:
            Re: Cagliari non fè linux day
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:



            Quello di Cagliari è sempre stato uno dei

            Linux



            Day più grossi, ma quest'anno è proprio



            sfigato





            ..e quindi è proprio quello giusto per linux!

            @^



            Sei venuto?
            è semplicemente il solito troll che non ha nulla
            da fare
            XDMa no, il "sei venuto?" era riferito al godimento per aver postato la battuta
          • Anonimo scrive:
            Re: Cagliari non fè linux day
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:




            Quello di Cagliari è sempre stato uno dei


            Linux




            Day più grossi, ma quest'anno è proprio




            sfigato







            ..e quindi è proprio quello giusto per
            linux!



            @^





            Sei venuto?

            è semplicemente il solito troll che non ha nulla

            da fare

            XD

            Ma no, il "sei venuto?" era riferito al godimento
            per aver postato la
            battutagià probabilmente solo così può venire.... :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D
  • Anonimo scrive:
    -- Gestionali Linux --
    E' la chiave di volta. Considerando che praticamente l'unico tipo di software fatto in italia è questo, se si affermassero seriamente dei gestionali Linux open source sarebbe davvero un enorme passo avanti per la diffusione di linux e del software libero e finalmente ci libereremmo pian piano dei gestionaliVB, sostituendoli con soluzioni solide e multipiattaforma.
    • Anonimo scrive:
      Re: -- Gestionali Linux --
      - Scritto da:
      E' la chiave di volta. Considerando che
      praticamente l'unico tipo di software fatto in
      italia è questo, se si affermassero seriamente
      dei gestionali Linux open source sarebbe davvero
      un enorme passo avanti per la diffusione di linux
      e del software libero e finalmente ci libereremmo
      pian piano dei gestionaliVB, sostituendoli con
      soluzioni solide e
      multipiattaforma.basta con questa storia dei gestionali. Ma dove li vedi tutti sti gestionali. Io vedo solo applicativi web, .net o java che siano. Se poi quelli me li chiami gestionali sappi che i programmi nelle intranet aziendali sono la quasi totalità del software sviluppato oggi nel mondo. Andate a lavorare ed aprite gli occhi, vedrete la differenza
      • Anonimo scrive:
        Re: -- Gestionali Linux --

        sappi che i programmi nelle intranet aziendali
        sono la quasi totalità del software sviluppato
        oggi nel mondo.E io che stavo dicendo!?! Quegli applicativi, se invece di essere fatti in quel dannato Visual Basic only Windows fossero fatti in Java o C++/gtk o, se proprio non se ne può fare a meno, in C#/gtk# oggi gli utenti potrebbero scegliere di usare Linux come sistema operativo per il lavoro di ogni giorno. E oltretutto ciò gli permetterebbe di farsi ladrare di meno dal dragasaccocce...
        Andate a lavorare ed aprite gli
        occhi, vedrete la
        differenzaE' proprio perchè passo di azienda in azienda e vedo sti dannati gestionaliVB, riconoscibili in un nanosecondo, alcuni neanche gli cambiano l'icona, lasciandogli quella tipica di un progetto in VB...
        • Anonimo scrive:
          Re: -- Gestionali Linux --

          E io che stavo dicendo!?! Quegli applicativi, se
          invece di essere fatti in quel dannato Visual
          Basic only Windows fossero fatti in Java o
          C++/gtk o, se proprio non se ne può fare a meno,oh mio dio, senti questo. Visual basic only? ahahah. Ma ancora peggio C++/gtk. Ma da quanto tempo sei disoccupato?
          in C#/gtk# oggi gli utenti potrebbero scegliere
          di usare Linux come sistema operativo per il
          lavoro di ogni giorno. E oltretutto ciò gli
          permetterebbe di farsi ladrare di meno dal
          dragasaccocce...furbone, l'applicativo gira su server e poi lo usi su tutti i browser dell'azienda, li fanno sotto windows perchè per aziende medio grandi conviene microsoft economicamente.
          E' proprio perchè passo di azienda in azienda e
          vedo sti dannati gestionaliVB, riconoscibili in
          un nanosecondo, alcuni neanche gli cambiano
          l'icona, lasciandogli quella tipica di un
          progetto in
          VB...a parte gli scherzi, fai i gestionali client VB da azienda in azienda? se vuoi un consiglio buttati su ASP.Net o JSP, buttati su Sharepoint, buttati sui palmari, sulla progettazione dei DB al limite ma esci da quel giro. Farai solo la fame a 1000 euro al mese mentre le medie se lavori in enti seri sono superiori ai 1500 (se hai 5-6 anni di esperienza puoi arrivare anche a 1800 fisso o 2800 a progetto).
          • Anonimo scrive:
            Re: -- Gestionali Linux --
            Chi lavora in Linux e/o *nix solitamente sviluppa applicazioni web (è classico Apache/PHP/MySQL) o sistemi di rete (mail servers etc etc...) o gestione di reti aziendali.E' una realtà economica (nel senso che fa girare soldi). E' da tenere in considerazione.Solo perchè un chiunque si trova bene (e sono gentile!) ad usare ASP.NET e JSP o Visual Basic perchè non si vuole sbattere ad imparare strumenti poco comodi, ma estremamente potenti......sto parlando di librerie grafiche serie (nomino solo le xlibs), linguaggi potenti ed estensibili (come PHP, Python, Ruby, LISP, scripting), GTK+ e Qt, GCC, autoconf, automake, libtool, VIM, GDB... il tutto farcito da un sistema stabile e personalizzabile (e qui dipende tutto da quello che sta davanti al computer...)...solo perchè un chiunque fa una certa cosa, non vedo perchè dovrei farla io!!! Ma siete matti? Riesco a fare quello che voglio come voglio, e faccio scelte corrette visto i risultati... ed io uso Linux (anche sul desktop di casa, e gira che è una favola!).Di certo, se scegliessi di usare certi metodi di sviluppo, vuol dire che ho proprio toccato il fondo... fortunatamente questo momento non è ancora arrivato!
          • Anonimo scrive:
            Re: -- Gestionali Linux --
            - Scritto da:
            Di certo, se scegliessi di usare certi metodi di
            sviluppo, vuol dire che ho proprio toccato il
            fondo... fortunatamente questo momento non è
            ancora
            arrivato!Di certo non hai mai veramente usato ASP.NET 2 o JSF! Meglio... la tua minore produttività come quella degli altri ci rende ancora più concorrenziali!
          • Anonimo scrive:
            Re: -- Gestionali Linux --

            Di certo non hai mai veramente usato ASP.NET 2 o
            JSF! Meglio... la tua minore produttività come
            quella degli altri ci rende ancora più
            concorrenziali!Non siamo in concorrenza, visto che non sviluppo applicazioni web......ma se proprio devo scegliere preferirei utilizzare JSP, almeno il codice è interpretabile da vari web servers (invece da legarmi completamente a IIS).
          • Anlan scrive:
            Re: -- Gestionali Linux --
            - Scritto da:
            ...ma se proprio devo scegliere preferirei
            utilizzare JSP, almeno il codice è interpretabile
            da vari web servers (invece da legarmi
            completamente a
            IIS).ASP .NET 2.0 gira tranquillo su Linux.Vedi progetto MONO.
          • Anonimo scrive:
            Re: -- Gestionali Linux --
            - Scritto da: Anlan

            - Scritto da:

            ...ma se proprio devo scegliere preferirei

            utilizzare JSP, almeno il codice è
            interpretabile

            da vari web servers (invece da legarmi

            completamente a

            IIS).

            ASP .NET 2.0 gira tranquillo su Linux.
            Vedi progetto MONO.Ma che dici ? Ne gira una minima parte con tanti problemi. .NET è per Windows non per Unix. Gli hack per farne girare dei pezzi sono ridicoli.
          • Anonimo scrive:
            Re: -- Gestionali Linux --
            - Scritto da:
            Chi lavora in Linux e/o *nix solitamente sviluppa
            applicazioni web (è classico Apache/PHP/MySQL) o
            sistemi di rete (mail servers etc etc...) o
            gestione di reti
            aziendali.

            E' una realtà economica (nel senso che fa girare
            soldi). E' da tenere in
            considerazione.

            Solo perchè un chiunque si trova bene (e sono
            gentile!) ad usare ASP.NET e JSP o Visual Basic
            perchè non si vuole sbattere ad imparare
            strumenti poco comodi, ma estremamente
            potenti...

            ...sto parlando di librerie grafiche serie
            (nomino solo le xlibs), linguaggi potenti ed
            estensibili (come PHP, Python, Ruby, LISP,
            scripting), GTK+ e Qt, GCC, autoconf, automake,
            libtool, VIM, GDB... il tutto farcito da un
            sistema stabile e personalizzabile (e qui dipende
            tutto da quello che sta davanti al
            computer...)

            ...solo perchè un chiunque fa una certa cosa, non
            vedo perchè dovrei farla io!!! Ma siete matti?
            Riesco a fare quello che voglio come voglio, e
            faccio scelte corrette visto i risultati... ed io
            uso Linux (anche sul desktop di casa, e gira che
            è una
            favola!).

            Di certo, se scegliessi di usare certi metodi di
            sviluppo, vuol dire che ho proprio toccato il
            fondo... fortunatamente questo momento non è
            ancora
            arrivato!al cliente non gli frega della tua "potenza", a lui servono cose, nel 99% frescacce, e le vuole subito e funzionanti. Se tu dici "ma io uso linux, mi ci vuole più tempo", lui ti dice "allora usa windows". Anche il framework .Net è molto potente (librerie refrection, codedom, l'interop sono tra i namespace più interessanti) ma si usano le basi (controlli windows o asp, array, liste e database praticamente cretinate). L'abilità si vede nel lato progettuale (analisi e progettazione db). Il resto è robetta. Saper solo programmare, java, net o C che sia non conta nulla, è più importante saper analizzare la situazione, tanto quello che serve si impara in 2 giorni. Puoi essere un grande programmatore ma se ti metto davanti lo schema di un db con più di 20 tabelle e non ci capisci nulla è meglio che cambi mestiere. Poi ci sono sempre le eccezioni
          • Anonimo scrive:
            Re: -- Gestionali Linux --

            al cliente non gli frega della tua "potenza", a
            lui servono cose, nel 99% frescacce, e le vuole
            subito e funzionanti. Se tu dici "ma io uso
            linux, mi ci vuole più tempo", lui ti dice
            "allora usa windows". Anche il framework .Net è
            molto potente (librerie refrection, codedom,
            l'interop sono tra i namespace più interessanti)
            ma si usano le basi (controlli windows o asp,
            array, liste e database praticamente cretinate).
            L'abilità si vede nel lato progettuale (analisi e
            progettazione db). Il resto è robetta. Saper solo
            programmare, java, net o C che sia non conta
            nulla, è più importante saper analizzare la
            situazione, tanto quello che serve si impara in 2
            giorni. Puoi essere un grande programmatore ma se
            ti metto davanti lo schema di un db con più di 20
            tabelle e non ci capisci nulla è meglio che cambi
            mestiere. Poi ci sono sempre le
            eccezioniPer quanto riguarda che al cliente non gli frega niente, hai perfettamente ragione...... ma sul fatto che se usi un sistema alternativo ci metti di più in termini di tempo non sono d'accordo. Penso che i tempi siano più che equiparabili...Per esempio sviluppo applicazioni video/videowall. Le macchine che utilizzo hanno dalle 4 alle 16 schede grafiche (schede VGA con 4 GPU): nel caso uso Linux, il sistema non presenta problemi nel lungo periodo; nel caso uso Windows, il sistema "disinstalla" i driver video ogni mese... certo, non è mica colpa di Windows, ma dei driver che abbiamo a disposizione......e come hai detto, al cliente se ne frega... se il PC non funziona ogni mese, cosa vuoi che gli consigli? Poi, se l'utente si lamenta delle mie scelte, non c'è problema! Mi pagherà l'assistenza ogni mese... uomo avvisato?Come hai ben detto, l'importante è fare le scelte giuste.Quello che voglio dire è che non è necessario infossarsi su particolari tecnologie... ho sentito di software houses che rivendono lo stesso software a 30000 soltanto perchè è stato convertito in .NET.Ora, chi programma sa che se riscrivi il software (e qui ce ne sarebbe tanto da discutere sul riscrivere) introduci bug e qualt'altro... infatti sono sempre dietro a patchare ogni settimana nil software: ti sembra corretto? A me pare poco professionale (ma... eppure... usano .NET!).
          • Anonimo scrive:
            Re: -- Gestionali Linux --

            Per quanto riguarda che al cliente non gli frega
            niente, hai perfettamente
            ragione...

            ... ma sul fatto che se usi un sistema
            alternativo ci metti di più in termini di tempo
            non sono d'accordo. Penso che i tempi siano più
            che
            equiparabili...

            Per esempio sviluppo applicazioni
            video/videowall. Le macchine che utilizzo hanno
            dalle 4 alle 16 schede grafiche (schede VGA con 4
            GPU): nel caso uso Linux, il sistema non presenta
            problemi nel lungo periodo; nel caso uso Windows,
            il sistema "disinstalla" i driver video ogni
            mese... certo, non è mica colpa di Windows, ma
            dei driver che abbiamo a
            disposizione...

            ...e come hai detto, al cliente se ne frega... se
            il PC non funziona ogni mese, cosa vuoi che gli
            consigli? Poi, se l'utente si lamenta delle mie
            scelte, non c'è problema! Mi pagherà l'assistenza
            ogni mese... uomo
            avvisato?

            Come hai ben detto, l'importante è fare le scelte
            giuste.
            Quello che voglio dire è che non è necessario
            infossarsi su particolari tecnologie... ho
            sentito di software houses che rivendono lo
            stesso software a 30000 soltanto perchè è stato
            convertito in
            .NET.

            Ora, chi programma sa che se riscrivi il software
            (e qui ce ne sarebbe tanto da discutere sul
            riscrivere) introduci bug e qualt'altro...
            infatti sono sempre dietro a patchare ogni
            settimana nil software: ti sembra corretto? A me
            pare poco professionale (ma... eppure... usano
            .NET!).tu allora sei una rara eccezione. Io invece:progettoparla con il clientescrivi documentazionefai il DBscrivi il softwarenel mentre di questo trova i consulenti (molti incapaci, tra cui ingegneri con il cv falso), fagli capire cosa devono fare, correggi le caxxate che fanno.Con .net ci ho guadagnato parecchio nell'ultima fase e visual studio mi aiuta non poco quando a fine progetto si è come al solito in ritardo
          • xWolverinex scrive:
            Re: -- Gestionali Linux --
            Per fortuna ci sono clienti cosi' e pseudo programmatori come te che si accontentano di fare le fregnacce. Almeno quando poi il cliente si rende conto delle porcate che hai fatto va' da gente seria. Che puo' chiedere il doppio.E io quadagno :) In fondo gli inetti posso ringraziarli :D "Puoi essere un grande programmatore ma se ti metto davanti lo schema di un db con più di 20 tabelle e non ci capisci nulla è meglio che cambi mestiere. Poi ci sono sempre le eccezioni"La roba che serve la impari in due giorni? Uno che fa' il programmatore che non sa' basi di dati? E' per questo che l'informatica va' a puttane in italia. Perche' c'e' gente che ritiene che "in 2 giorni si impara tutto" e che l'importante sia rifilare al cliente una ciofechetta nel minor tempo possibile. Gente cosi' andasse a lavorare in un campo non farebbe un soldo di danno. E comunque fa' guadagnare i professionisti seri. Quindi fate quasi comodo., tranne per il fatto che vi sentite dei "grandi" quando invece uno che crede che in 2 giorni si "sa' tutto" e' semplicemente un PIRLAPS: Un VERO Analista Programmatore non si fa' problemi a lavorare sull'una o sull'altra piattaforma. Una buona analisi ti permette di scrivere OVUNQUE. Beh certo se sei convinto che in 2 giorni sai tutto quello che devi sapere non saprai neanche di cosa sto' parlando, ma non e' un problema mio.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 ottobre 2006 11.17-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: -- Gestionali Linux --
            Quoto al 100%
          • longinous scrive:
            Re: -- Gestionali Linux --
            Un mio collega è andato a fare un "corso" su Access di (udite, udite!) ben due giorni...Mi chiedo ancora cosa possa aver imparato sui database che non sappia io dopo che ho letto un libro di introduzione a PHP e MySQL!
          • Anonimo scrive:
            Re: -- Gestionali Linux --
            Mah, io penso che se hai buone basi su dati, abilità di analisi, algoritmi e paradigmi strutturati e OO, poi il linguaggio non sia molto importante, e che si può impararne uno nuovo anche in solo 1-2 settimane.Certo non si potrà partecipare a concorsi di obfuscated code, ma mettere su un gestionalino sì.
      • xWolverinex scrive:
        Re: -- Gestionali Linux --
        Perche'... un gestionale non puo' essere su web/intranet ? dove sta' scritto ?
    • Anonimo scrive:
      Re: -- Gestionali Linux --
      Gestionali, programmi di grafica, di cad... la lista degli illustri assenti è lunga sotto il pinguino ma la chiave di volta non è la loro prosenza in quanto sarebbero solamente la conseguenza di un'altro punto cruciale.Per lo meno a lv commerciale bisogna creare una base standard diffusa così chi vuole programmare programmi commerciali su linux ha la certezza matematica (o certificata se vi piace tanto la parola) di non essere limitato alla sola distribuzione sulla quale ha sviluppato il tutto.Facciamo sto favore alle software house e vedrete che linux in meno della metà del tempo raddoppierà se non triplicherà i propri utenti con tutto quelle che ne conseguirà. Continuiamo invece a smenarcela con la pura anarchia e tra 10 linux day saremo ancora qui a dire bello pinguino, simpatico il pinguino ma devo lavorare quindi uso windoz...
      • Anonimo scrive:
        Re: -- Gestionali Linux --
        - Scritto da:
        Gestionali, programmi di grafica, di cad... la
        lista degli illustri assenti è lunga sotto il
        pinguino ma la chiave di volta non è la loro
        prosenza in quanto sarebbero solamente la
        conseguenza di un'altro punto
        cruciale.
        Per lo meno a lv commerciale bisogna creare una
        base standard diffusa così chi vuole programmare
        programmi commerciali su linux ha la certezza
        matematica (o certificata se vi piace tanto la
        parola) di non essere limitato alla sola
        distribuzione sulla quale ha sviluppato il
        tutto.non penso sia questo il problema.Vedi il caso di maya (tra l'altro sviluppato da autodesk che tu m'insegni essere la stessa casa di uno noto software il cui porting è ambito) certificato per alcune distro e che gira poi su tutte.Il porting fra una distro el'altra è spesso un problema ingigantito e, imho, non è ciò che scoraggia il porting windows-linux lsb o non lsb.
        • Anonimo scrive:
          Re: -- Gestionali Linux --
          Si ma vedi il punto è che l'alias ha certificato e quindi testato e basato tutti i suoi conti su quelle 2/3 distro. Maya oltretutto è un programma professionale dalla licenza molto costosa quindi non necessita fondamentalmente di raggiungere tutti ovunque, può anche permettersi di raggruppare la gente sotto poche distro su determinate workstation (una volta c'erano le sgi con irix ora ci sono pc con wildcat e determinate distro linux). Il fatto che poi giri non ufficialmente anche su altri sistemi non cambia molto nei conti della Alias.Se già mi vai a prendere un programma d'uso più comune dove la licenza non la paghi a rate come l'auto vedrai che questa giungla del "l'ho testato su pinco pallo linux e funziona" diventerà una realtà insostenibile e questo va combattuto.
          • Anonimo scrive:
            Re: -- Gestionali Linux --

            Se già mi vai a prendere un programma d'uso più
            comune dove la licenza non la paghi a rate come
            l'auto vedrai che questa giungla del "l'ho
            testato su pinco pallo linux e funziona"
            diventerà una realtà insostenibile e questo va
            combattuto.photoshop, autocad per citare i più ambiti costano cifre comparabili a maya complete.Ripeto il problema non è tanto nelle migliaia di distro né nelle poche distro lsb (che peraltro, saranno anche 5, ma coprono gran parte del mercato professionale lato gnu-linux)
          • Anonimo scrive:
            Re: -- Gestionali Linux --
            Le distro lsb copriranno anche gran parte del mercato professionale ma finora se ti guardi intorno non è che la cosa si senta molto.
          • Anonimo scrive:
            Re: -- Gestionali Linux --
            - Scritto da:
            Le distro lsb copriranno anche gran parte del
            mercato professionale ma finora se ti guardi
            intorno non è che la cosa si senta
            molto.perchè infatti, come ho detto nel primo post, il problema del porting è solo minimamente influenzato dalla frammentazione delle distro
          • Anonimo scrive:
            Re: -- Gestionali Linux --
            Se fosse veramente così mi spiace dirlo ma dopo 8 anni che la si canta che linux può competere ad armi pari con windoz nei vari supermercati e mediaworld ci sarebbero poco due scafali di materiale (tra sw, vg e hardware) dedicati solo a linux o cmq ufficialmente compatibili (nel senso che sta scritto sulla scatola) con questo e non solo limitati ad una distro o una serie ma a tutte. Purtroppo questa condizione non s'è ancora verificata quindi c'è poco da fare, o ci si sforza di cambiare questo limite o non ci sarà mai uno scontro alla pari tantomeno una vittoria del pinguino in altri ambiti che non siano server
    • Anonimo scrive:
      Re: -- Gestionali Linux --
      - Scritto da:
      E' la chiave di volta.mosaico su wine gira perfettamente.O in alternativa mosaico web o come diavolo si chiama
    • Anonimo scrive:
      Re: -- Gestionali Linux --
      - Scritto da:
      E' la chiave di volta. Considerando che
      praticamente l'unico tipo di software fatto in
      italia è questo, se si affermassero seriamente
      dei gestionali Linux open source sarebbe davvero
      un enorme passo avanti per la diffusione di linux
      e del software libero e finalmente ci libereremmo
      pian piano dei gestionaliVB, sostituendoli con
      soluzioni solide e
      multipiattaforma.ti fanno così tanto fastidio i gestionaliVB?abbiamo LE PALLE PIENE del vostro odio contro tutti, che dio possa fulminarvi :@ps. non sono uno sparagestionali vb e manco phpe oltre tutto sono fermamente convinto che tutte le galline open source che urlano da stanotte a questa news non sarebbe in grado manco di mettere su uno stampa fatture decente, qualunque sia la piattaforma os
      • Anonimo scrive:
        Re: -- Gestionali Linux --
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        E' la chiave di volta. Considerando che

        praticamente l'unico tipo di software fatto in

        italia è questo, se si affermassero seriamente

        dei gestionali Linux open source sarebbe davvero

        un enorme passo avanti per la diffusione di
        linux

        e del software libero e finalmente ci
        libereremmo

        pian piano dei gestionaliVB, sostituendoli con

        soluzioni solide e

        multipiattaforma.

        ti fanno così tanto fastidio i gestionaliVB?

        abbiamo LE PALLE PIENE del vostro odio contro
        tutti, che dio possa fulminarvi
        :@

        ps. non sono uno sparagestionali vb e manco php

        e oltre tutto sono fermamente convinto che tutte
        le galline open source che urlano da stanotte a
        questa news non sarebbe in grado manco di mettere
        su uno stampa fatture decente, qualunque sia la
        piattaforma
        osmagari li sapessero fare. Sai quante volte ho visto ingegneri informatici agli stage davanti a gestionalini e perdersi?Senza l'editor visuale si perdono, gli chiedi di aprire una connessione sul db e passano 2 ore tra prove e google.Poi parlano di linux, ma fatemi il favore
      • Anonimo scrive:
        Re: -- Gestionali Linux --

        e oltre tutto sono fermamente convinto che
        tutte le galline open source che urlano da
        stanotte a questa news non sarebbe in grado
        manco di mettere su uno stampa fatture
        decente, qualunque sia la piattaformaGRANDE !!!finalmente.e, cosa ancora più grave, non saprebbero fare una fattura neppure neppure in excel ! Figurati parlare di contabilità.Parlano Parlano Parlano...
      • Anonimo scrive:
        Re: -- Gestionali Linux --
        Um. Odio e chiacchiere. Il tuo post ne e' un esempio perfetto.
      • Anonimo scrive:
        Re: -- Gestionali Linux --

        ti fanno così tanto fastidio i gestionaliVB?Tutte le volte che devo mettere le mani nei sorgenti di gestionali scritti in VB c'e' da mettersi le mani nei capelli.Chissa' perche' il 90% del codice dei gstionali VB fa cagare ed e' un'accozzaglia di bug tenuta insieme con o sputo...
        tutti, che dio possa fulminarvi Altrettanto...
        • Anonimo scrive:
          Re: -- Gestionali Linux --
          - Scritto da:


          ti fanno così tanto fastidio i gestionaliVB?

          Tutte le volte che devo mettere le mani nei
          sorgenti di gestionali scritti in VB c'e' da
          mettersi le mani nei
          capelli.

          Chissa' perche' il 90% del codice dei gstionali
          VB fa cagare ed e' un'accozzaglia di bug tenuta
          insieme con o
          sputo...



          tutti, che dio possa fulminarvi

          Altrettanto...te lo dico io:i gestionali VB non sono il prodotto principale delle aziende informatiche. Le aziende mandano i programmatori dai clienti, poi finisce l'attività, stanno qualche settimana in sede e lo mettono sul gestionale VB6, poi riparte e ne arriva un altro. Poi prendono lo studentello laureato e lo mettono in stage. Passano 2 anni ed il gestionale ha visto più programmatori lui di clienti una prostituta. Come pretendi che diventa quel coso? Metti un programmatore serio a dirigere, vedrai la differenza ma il programmatore in gamba sta sempre fuori dal cliente, fa fare più soldi
          • Anonimo scrive:
            Re: -- Gestionali Linux --
            È anche colpa di M$ e dei suoi strumenti se un cacciavitaro scrosta-stampanti e scaccola-virus si crede di poter fare il programmatore.E il mercato si riempie di questi pseudo-programmatori pagati con un piatto di pasta.
  • Anonimo scrive:
    pare di stare alla festa dell'unità
    non se ne può più
    • Anonimo scrive:
      Re: pare di stare alla festa dell'unità
      io sono di destra uso linux e non indosso l'eschimoe seguo linux day da anni .........apriti la mente
      • Anonimo scrive:
        Re: pare di stare alla festa dell'unità
        - Scritto da:
        io sono di destra uso linux e non indosso
        l'eschimo
        e seguo linux day da anni .........apriti la mentele cose sono 2: o sei di sinistra per farti sfruttare o sei di destra per sfruttare i muli.Non vedo alternative
        • Anonimo scrive:
          Re: pare di stare alla festa dell'unità
          condivido solo il "non vedo"
        • Anonimo scrive:
          Re: pare di stare alla festa dell'unità
          Te invece di quale corrente sei? Quella delle pecore? Ma stai zitto... :(
          • Anonimo scrive:
            Re: pare di stare alla festa dell'unità
            - Scritto da:

            Te invece di quale corrente sei? Quella delle
            pecore?

            Ma stai zitto... :(io sono della corrente di non farsi sfruttare e di pagare chi merita. L'open non paga chi merità e fa arricchire gentaglia che invece di pagare qualche programmatore aspetta che il software gli arrivi bello da sourgeforce per prendere qualche tirocinante universitario con la falsa speranza di assumerlo. Intanto chi si è fatto il mazzo su quel software non ha preso un euro.Siete solo dei pidocchiosi
          • Anonimo scrive:
            Re: pare di stare alla festa dell'unità

            L'open non paga chi merità e fa arricchire
            gentaglia che invece di pagare qualche
            programmatore aspetta che il software gli arrivi
            bello da sourgeforce per prendere qualche
            tirocinante universitario con la falsa speranza
            di assumerlo. Intanto chi si è fatto il mazzo su
            quel software non ha preso un
            euro.chi fa software libero non s'e' fatto il mazzo, s'e' divertito, e' questo il bello. lo fanno per passione e sono contenti di condividere i loro risultati.ciao ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: pare di stare alla festa dell'unità

            chi fa software libero non s'e' fatto il mazzo,
            s'e' divertito, e' questo il bello. lo fanno per
            passione e sono contenti di condividere i loro
            risultati.

            ciao ciaoche bello, i bambini si divertono e gli adulti fanno i soldini.Viscidi sfruttatori che non siete altro.
          • Anonimo scrive:
            Re: pare di stare alla festa dell'unità

            che bello, i bambini si divertono e gli adulti
            fanno i
            soldini.
            Viscidi sfruttatori che non siete altro.fortunatamente esiste per gli "adulti" l'opzione di finanziare i programmatori liberi, per evitare il rischio di rimanere senza software coi "bambini" che non hanno tempo da dedicargli. insomma, e' nel loro interesse quindi non mi pare poi tanto fuori dal mondo.
          • Anonimo scrive:
            Re: pare di stare alla festa dell'unità
            - Scritto da:

            che bello, i bambini si divertono e gli adulti

            fanno i

            soldini.

            Viscidi sfruttatori che non siete altro.

            fortunatamente esiste per gli "adulti" l'opzione
            di finanziare i programmatori liberi, per evitare
            il rischio di rimanere senza software coi
            "bambini" che non hanno tempo da dedicargli.
            insomma, e' nel loro interesse quindi non mi pare
            poi tanto fuori dal
            mondo.vergonatevi. Finchè vi lavorano gratis gli dite grazie, poi se vi servono gli mollate 2 spicci e state bene un anno. Meglio la nike, almeno ai bambini che cucivano le scarpe i soldi glieli dava.Che schifo, spero te lo faccia anche il tuo capo
          • Anonimo scrive:
            Re: pare di stare alla festa dell'unità
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            che bello, i bambini si divertono e gli adulti


            fanno i


            soldini.


            Viscidi sfruttatori che non siete altro.



            fortunatamente esiste per gli "adulti" l'opzione

            di finanziare i programmatori liberi, per
            evitare

            il rischio di rimanere senza software coi

            "bambini" che non hanno tempo da dedicargli.

            insomma, e' nel loro interesse quindi non mi
            pare

            poi tanto fuori dal

            mondo.
            vergonatevi. Finchè vi lavorano gratis gli dite
            grazie, poi se vi servono gli mollate 2 spicci e
            state bene un anno. Meglio la nike, almeno ai
            bambini che cucivano le scarpe i soldi glieli
            dava.
            Che schifo, spero te lo faccia anche il tuo capoSai che ti dico? Và a lavorare e non rompere gli zebedei, buffone!
          • Anonimo scrive:
            Re: pare di stare alla festa dell'unità
            Ma lascialo perdere.. si vede che è un programmatore Vibbi..
          • Anonimo scrive:
            Re: pare di stare alla festa dell'unità
            - Scritto da:
            Ma lascialo perdere.. si vede che è un
            programmatore
            Vibbi..vibbi ce lo dici a soretae comunque sono sicuro che tu il vibbi neanche lo sai usare.Tanto siete tutti studentelli in preda ad ideali comunisti.Me ne capitano parecchi come voi
          • Anonimo scrive:
            Re: pare di stare alla festa dell'unità
            - Scritto da:
            Tanto siete tutti studentelli in preda ad ideali
            comunisti.
            Me ne capitano parecchi come voisi... e tutti ti fanno mangiare i sorci verdi se sono queste le risposte che dai loro :P
          • Anonimo scrive:
            Re: pare di stare alla festa dell'unità
            Che community :S
          • Anonimo scrive:
            Re: pare di stare alla festa dell'unità
            Questa se la cioca con "La legge è uguale per tutti".Sei il mio nuovo idolo!
          • longinous scrive:
            Re: pare di stare alla festa dell'unità
            "Perle ai porci"al porco, in questo caso... è uno solo.
        • Anonimo scrive:
          Re: pare di stare alla festa dell'unità
          - Scritto da:

          le cose sono 2: o sei di sinistra per farti
          sfruttare o sei di destra per sfruttare i
          muli.
          Non vedo alternativeSolo un consiglio.... kill e la fiacciamo finita -.-
      • Anonimo scrive:
        Re: pare di stare alla festa dell'unità
        - Scritto da:
        io sono di destra uso linux e non indosso
        l'eschimo
        e seguo linux day da anni .........apriti la menteNon seguo linux day, ma sono di destra anch'io, e uso linux, unix, bsd, MacOS e una varietà di sw libero con le licenze più disparate anni e anni.E a ingegneria c'è una caterva di estimatori dell'OSS che tutto è tranne che di SX.
        • Anonimo scrive:
          Re: pare di stare alla festa dell'unità
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          io sono di destra uso linux e non indosso

          l'eschimo

          e seguo linux day da anni .........apriti la
          mente
          Non seguo linux day, ma sono di destra anch'io, e
          uso linux, unix, bsd, MacOS e una varietà di sw
          libero con le licenze più disparate anni e
          anni.
          E a ingegneria c'è una caterva di estimatori
          dell'OSS che tutto è tranne che di
          SX....ehm, direi che è tutto, anche di sx...
    • Anonimo scrive:
      Re: pare di stare alla festa dell'unità
      - Scritto da:
      non se ne può piùCHECCACCIA NERA!!
    • Anonimo scrive:
      Re: pare di stare alla festa dell'unità
      Non offendere, alle feste dell'unità soprattutto quelle nel nord est si mangiano cevapcici favolosi. Ai linux day invece conviene andarci rasati se non si vuole portare indietro qualche ricordino...
    • Anonimo scrive:
      Re: pare di stare alla festa dell'unità
      - Scritto da:
      non se ne può piùIo sono di destra e vado alle feste dell'Unità a mangiare la salamella.Quali problemi ti crea una festa? A me nessuno.
      • Anonimo scrive:
        Re: pare di stare alla festa dell'unità
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        non se ne può più

        Io sono di destra e vado alle feste dell'Unità a
        mangiare la
        salamella.
        Quali problemi ti crea una festa? A me nessuno.Se la destra ha perso è colpa anche tua che hai finanziato i comunisti mangiando la salamella! Vergogna :@ :@ :@
        • Anonimo scrive:
          Re: pare di stare alla festa dell'unità
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          non se ne può più



          Io sono di destra e vado alle feste dell'Unità a

          mangiare la

          salamella.

          Quali problemi ti crea una festa? A me nessuno.

          Se la destra ha perso è colpa anche tua che hai
          finanziato i comunisti mangiando la salamella!
          Vergogna :@ :@
          :@Se mangiava avesse mangiato la mortadella sarebbe stata tutta un'altra cosa.
        • Anonimo scrive:
          Re: pare di stare alla festa dell'unità
          - Scritto da:
          Se la destra ha perso è colpa anche tua che hai
          finanziato i comunisti mangiando la salamella!
          Vergogna :@ :@
          :@I soldi non c'entrano. Quest'anno la destra avrebbe perso anche contro topo gigio.
          • Anonimo scrive:
            Re: pare di stare alla festa dell'unità
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Se la destra ha perso è colpa anche tua che hai

            finanziato i comunisti mangiando la salamella!

            Vergogna :@ :@

            :@

            I soldi non c'entrano. Quest'anno la destra
            avrebbe perso anche contro topo
            gigio.ma cosa mi dici mai!! :@ :@ :@
    • markoer scrive:
      Re: pare di stare alla festa dell'unità
      - Scritto da:
      non se ne può piùUn tempo si mangiave bene a poco, alla festa dell'unità. Peccato, i tempi cambiano...
    • Anonimo scrive:
      Re: pare di stare alla festa dell'unità
      - Scritto da:
      non se ne può piùMa di che non se ne può più? Che cosa c'è che non ti va bene nella tua squallida vita? Non sei mica obbligato ad andarci a certe manifestazioni se non ne hai voglia....
      • Anonimo scrive:
        Re: pare di stare alla festa dell'unità
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        non se ne può più

        Ma di che non se ne può più? Che cosa c'è che non
        ti va bene nella tua squallida vita? Non sei mica
        obbligato ad andarci a certe manifestazioni se
        non ne hai
        voglia....a me danno fastidio i testimoni di geova che cercano di convinvermi a passare alla loro fede. Idem con linux, è un martellamento
        • Anonimo scrive:
          Re: pare di stare alla festa dell'unità
          - Scritto da:
          - Scritto da:

          - Scritto da:


          non se ne può più

          Ma di che non se ne può più? Che cosa c'è che

          non ti va bene nella tua squallida vita? Non

          sei mica obbligato ad andarci a certe

          manifestazioni se non ne hai voglia....
          a me danno fastidio i testimoni di geova che
          cercano di convinvermi a passare alla loro fede.
          Idem con linux, è un martellamentoMa se linux non ti interessa perche' vai nei forum che ne parlano ?Probabilmente il problema e' solo che sei talmente poco abituato ad avere alternative che quando te le offrono ti spaventi.
          • Anonimo scrive:
            E il Microsoft Tour?
            Nessuno ti martella, né ti vengono a suonare alla porta, né sei costretto a sparare cazzate nei forum in cui se ne parla solo per denigrare e rompere le palle. Sono iniziative che vengono fatte e chi vuol partecipare si reca in un posto e lo fa. Vogliamo parlare del Tour di Windows Vista? Che comunque io rispetto al contrario di te.... perché come i Linux Day, nessuno mi obbliga ad andarci:http://www.microsoft.com/italy/lancio/roadshow/default.mspx
            Ma se linux non ti interessa perche' vai nei
            forum che ne

            parlano ?Ci viene per attaccar briga è ovvio!
        • Anonimo scrive:
          Re: pare di stare alla festa dell'unità
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          non se ne può più



          Ma di che non se ne può più? Che cosa c'è che
          non

          ti va bene nella tua squallida vita? Non sei
          mica

          obbligato ad andarci a certe manifestazioni se

          non ne hai

          voglia....

          a me danno fastidio i testimoni di geova che
          cercano di convinvermi a passare alla loro fede.

          Idem con linux, è un martellamentoa noi sembra che in questo caso sei venuto tu a rompere...se non ti interessava linux non avresti cliccato sulla notizia del linux day..la verità è che non hai nulla da fare nell'arco della giornata e quindi vuoi divertirti a fare il trollazzo
          • Anonimo scrive:
            Re: pare di stare alla festa dell'unità
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:



            non se ne può più





            Ma di che non se ne può più? Che cosa c'è che

            non


            ti va bene nella tua squallida vita? Non sei

            mica


            obbligato ad andarci a certe manifestazioni se


            non ne hai


            voglia....



            a me danno fastidio i testimoni di geova che

            cercano di convinvermi a passare alla loro fede.



            Idem con linux, è un martellamento
            a noi sembra che in questo caso sei venuto tu a
            rompere...se non ti interessava linux non avresti
            cliccato sulla notizia del linux day..la verità è
            che non hai nulla da fare nell'arco della
            giornata e quindi vuoi divertirti a fare il
            trollazzoGià, non deve ricompilare il kernel e modificare file di configurazione a mano per far partire un'applicazione che non si compila per dipendenze di librerie non risolte...
          • Giambo scrive:
            Re: pare di stare alla festa dell'unità
            - Scritto da:
            Già, non deve ricompilare il kernel e modificare
            file di configurazione a mano per far partire
            un'applicazione che non si compila per dipendenze
            di librerie non
            risolte...Sono anni che non mi capita una situazione del genere ... Potresti spiegare meglio, sono curioso :) ...
Chiudi i commenti