A rischio certi antivirus McAfee

Scoperta una falla nel motore di scansione antivirus di McAfee che potrebbe essere sfruttata dai cracker per penetrare sui PC degli utenti. Nessun problema per chi ha aggiornato i software


Roma – Un componente alla base di molti software antivirus venduti da McAfee contiene una vulnerabilità che, in certe circostanze, può mettere a serio rischio la sicurezza di un computer.

Il problema è causato da un bug nel motore di scansione antivirus di McAfee, e per la precisione nel codice che si occupa di decodificare i file compressi in formato LHA. Secunia , che ha classificato il livello di pericolosità della falla come “highly critical”, ha spiegato che il baco “può essere sfruttato per generare un buffer overflow creando un file LHA fatto in un certo modo”.

Il problema interessa un lungo elenco di prodotti firmati McAfee, dagli antivirus consumer VirusScan agli antivirus lato server GroupShield. In una nota, McAfee ha tuttavia spiegato che le versioni vulnerabili del proprio motore antivirus sono state sostituite con una versione corretta, l’attuale 4400, già a partire dallo scorso dicembre: dovrebbero dunque essere al riparo da sorprese coloro che, in questo arco di tempo, si sono avvalsi della funzionalità di aggiornamento automatico inclusa in tutti gli antivirus della storica società americana.

La vulnerabilità è stata scoperta da Internet Security Systems (ISS), la stessa società che ha di recente scovato altre falle simili nei prodotti antivirus di Symantec (si veda qui ), F-Secure (si veda qui ) e Trend Micro: anche in questi casi il problema consisteva nella non corretta gestione di alcuni formati di file compressi (UPX e ARJ). Questo tipo di falle sono in genere contenute in librerie sviluppate da terze parti, e spesso condivise anche da altri software: tali componenti rappresentano un anello sempre più debole per i prodotti di sicurezza.

L’advisory di ISS si trova qui , mentre McAfee ha pubblicato una FAQ sul problema (in italiano) qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    RE: mi fanno ridere
    In risposta al thread "mi fanno ridere", che essendo riservato ai soli utenti registrati mi è precluso:------------------------------------------------------Ma allora il processo a 90nm non risolve nulla, anzi aumenta i consumi in caso di processore in idle, ho capito bene?Dove posso ottenere maggiori informazioni su questo aspetto?
  • awerellwv scrive:
    mi fanno ridere...
    Intel che dichiara guerra ai watt... mi fa ridere perche' gli stessi core prescott sprecano (anche in IDLE) almeno 20 watt di dispersiobne energetica perche' i loro transistor sono troppo piccoli e la corrente passa lo stesso... anche quando non dovrebbe passare... 20 watt di dispersione energetica sembrano pochi, ma se fosse contenuta anceh solo in italia avremmo bisogno di qualche centrale elettrica (a pieno regime) in meno...ho parlato dei core prescott, ma anche i Dothan non sono da meno, infatti anche loro sprecano a vuoto almeno 10 watt costanti... se dovete prendere un centrino o un Pentium mobile prendete un intel pentium M con core banias dato che e' a processo produttivo di 130 nanometri e la dispersione energetica e' ridotta veramente all'osso (e le batterie ringraziano)...
    • save scrive:
      Re: mi fanno ridere...
      ma tu o cotone lo sai quanto sono 130 nm? adesso i processi produttivi sono a 14 idiota, un notebook in risparmio energetico consuma 1 watt non 10... ma vai a cagare
  • Madder scrive:
    È davvero così importante
    È davvero così importante avere un dual core con prestazioni da desktop in un portatile ? Penso che per le applicazioni di office e poco altro, sia più che sufficiente un processore a 600 mhz (o anche meno), ben sfruttato. In fin dei conti, che io sappia, le applicazioni che sfruttano la potenza dei processori attuali sono i giochi e le applicazioni di video editing e rendering. Probabilmente non sono applicazioni da notebook ! Comunque è la mia "two cents opinion"Madder
    • Anonimo scrive:
      Re: È davvero così importante

      È davvero così importante avere un dual core con
      prestazioni da desktop in un portatile ? Imho no, però sempre imho la questione è diversa, e cioè che le macchine desktop attuali non sono sfruttabili per le applicazioni di intrattenimento verso cui vogliono spingerle, troppa produzione di calore, troppo rumore oppure gran spese per impianti di raffreddamento fantascientifici che mal si conciliano, per costi e ingombro, con un media center.Inoltre anche se ci sono appassionati che accettano questi oneri il muro termico è troppo vicino, con gli attuali design delle cpu, per pensare di poter continuare a crescere in questo modo... anche il mito della litografia più fine è stato sfatato abbondantemente come da sempre sostiene chi sa fare una botta di conti (si ridurranno anche le energie in gioco ma anche la superficie attraverso sui di dissipano è diminuita quadraticamente).Quindi imho battere su design più performanti per cpu portatili è la strada che pagherà in futuro, consentendo di derivarne cpu energeticamente efficienti anche per i desktop, in grado di assicurare un ragionevole margine di crescita senza dovere apportare pezze al progetto ogni sei mesi come sui p4...Poi, in effetti per la maggior parte degli utilizzi queste prestazioni non servono (anche io uso un P-M @600MHz), ma è assai semplice (e assai conveniente ;) per i rivenditori) che un utente si scontri con il desiderio di maggiore velocità quando prova per sfizio a montare un filmino, a fare il rendering di un disegno 3d o a giochicchiare con un nuovo megagioco consigliato dal ns famoso cuggino!E dovendo creare/anticipare i desideri più costosi degli utenti i produttori non possono che guardare con interesse a cpu in grado di servirli in silenzio ed economia ma con potenze esagerate quando serve...
      • Anonimo scrive:
        Re: È davvero così importante
        - Scritto da: gio74web

        È davvero così importante avere un dual core con

        prestazioni da desktop in un portatile ?
        Imho no, però sempre imho la questione è diversa,
        e cioè che le macchine desktop attuali non sono
        sfruttabili per le applicazioni di
        intrattenimento verso cui vogliono spingerle,
        troppa produzione di calore, troppo rumore oppure
        gran spese per impianti di raffreddamento
        fantascientifici che mal si conciliano, per costi
        e ingombro, con un media center.
        Inoltre anche se ci sono appassionati che
        accettano questi oneri il muro termico è troppo
        vicino, con gli attuali design delle cpu, per
        pensare di poter continuare a crescere in questo
        modo... anche il mito della litografia più fine è
        stato sfatato abbondantemente come da sempre
        sostiene chi sa fare una botta di conti (si
        ridurranno anche le energie in gioco ma anche la
        superficie attraverso sui di dissipano è
        diminuita quadraticamente).
        Quindi imho battere su design più performanti per
        cpu portatili è la strada che pagherà in futuro,
        consentendo di derivarne cpu energeticamente
        efficienti anche per i desktop, in grado di
        assicurare un ragionevole margine di crescita
        senza dovere apportare pezze al progetto ogni sei
        mesi come sui p4...
        Poi, in effetti per la maggior parte degli
        utilizzi queste prestazioni non servono (anche io
        uso un P-M @600MHz), ma è assai semplice (e assai
        conveniente ;) per i rivenditori) che un utente
        si scontri con il desiderio di maggiore velocità
        quando prova per sfizio a montare un filmino, a
        fare il rendering di un disegno 3d o a
        giochicchiare con un nuovo megagioco consigliato
        dal ns famoso cuggino!
        E dovendo creare/anticipare i desideri più
        costosi degli utenti i produttori non possono che
        guardare con interesse a cpu in grado di servirli
        in silenzio ed economia ma con potenze esagerate
        quando serve...Guarda , addirittura con un processore K6-400 Mhz , 512 di Ram ci fai girare Windows Xp o Linux a seconda cosa ci vogliate far girare!
    • Anonimo scrive:
      Re: È davvero così importante
      Io uso da anni i portatili perchè faccio il pendolare. Io sono bel felice che qualcuno pensi di mettere in un portatile la potenza tipica di un fisso (con maggiore qualità solitamente).Come al solito ognuno pensa al proprio praticello :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: È davvero così importante
      Per il 90% delle persone forse è così. Se sei però uno sviluppatore e devi creare applicazioni che giraranno poi su server, utilizzando per lo sviluppo il tuo notebook (il 90% dei consulenti informatici fa così...) allora avere un sistema dual processor è l'unico modo perché accadano alcune race-conditions in un tempo accettabile.Una volta misi in produzione un'applicazione server pesantemente multithreded che aveva supportato 1g di carico simulato sul mio notebook, ma appena messa su un dual processor è miseramente crashata: ovviamente c'era un errore però se avessi avuto un dual processor con me, mi si sarebbe presentato subito.
    • Anonimo scrive:
      Re: È davvero così importante
      Uso il mio portatile per sviluppare con linux e vmware... non mi farebbe schifo un processore dual core... Tante volte mi capita di simulare un server di un cliente sul portatile...Ciao!
  • Anonimo scrive:
    E' inutile...
    ... tanto ormai l'Intel non vincerà più il campionato, AMD è troppo avanti :D
    • Anonimo scrive:
      Re: E' inutile...
      - Scritto da: Anonimo
      ... tanto ormai l'Intel non vincerà più il
      campionato, AMD è troppo avanti :DAMD si ferma a tre quarti di campionato.
      • awerellwv scrive:
        Re: E' inutile...
        - Scritto da: Anonimo

        AMD si ferma a tre quarti di campionato.
        AMD e' protetta da mama IBM... anche se non ufficialmente...
    • Anonimo scrive:
      Re: E' inutile...
      - Scritto da: Anonimo
      ... tanto ormai l'Intel non vincerà più il
      campionato, AMD è troppo avanti :Devidentemente non sei informato sulle attuali ripartizioni del mercato delle CPU
  • Anonimo scrive:
    Intel .....
    Intel dato che ci sei fai la guerra ai watt anche nel desktop! 8-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Intel .....
      - Scritto da: Anonimo
      Intel dato che ci sei fai la guerra ai watt anche
      nel desktop!
      8-)Così forse regaliamo meno soldi a enel & c.
    • Anonimo scrive:
      Re: Intel .....
      - Scritto da: Anonimo
      Intel dato che ci sei fai la guerra ai watt anche
      nel desktop!
      8-)Esatto: voglio una scheda madre per Pentium M dual-core anche per desktop!
    • Anonimo scrive:
      Re: Intel .....
      Io vorrei un Athlon 64 dual core a basso consumo per desktop.Ma anche un Pentium dual core a basso consumo per desktop mi andrebbe bene
Chiudi i commenti