Acer, a fine mese è Iconia Tab A500

Il nuovo tablet è uno dei primi a scommettere su Android Honeycomb. Sarà disponibile dalla fine del mese ad un prezzo piuttosto competitivo

Roma – Si avvicina il giorno del debutto statunitense ed europeo per gli Acer Iconia Tab, nuovi dispositivi multi-touch del gruppo taiwanese, proposti come vera e propria alternativa ai netbook. Il modello A500 , Android 3.0 venduto a prezzo concorrenziale, sarà disponibile nei negozi già dalla fine di aprile.

Il tablet Iconia A500 è equipaggiato con un SoC dual-core Nvidia Tegra 250 da 1Ghz, display capacitivo da 10.1 pollici (1280×800), 1GB di RAM, slot per microSD (fino a 32GB), uscita video HDMI, Micro USB, Bluetooth 2.1, giroscopio, batteria da 3250 mAh, fotocamera frontale (2 Megapixel) e posteriore (5 Megapixel).

Per quanto riguarda la memoria interna (Flash NAND) destinata al salvataggio dei dati si parla di due versioni distinte, da 16 e 32 gigabyte. A livello estetico il tablet si presenta con un case di color alluminio lucido e dimensioni nella norma: lo spessore è di 13.3 millimetri mentre il peso si aggira sui 700 grammi. Rispetto a iPad, in sostanza, cede nelle dimensioni ma lo sopravanza per risoluzione e memoria RAM.

Alcuni dei nuovi dispositivi mobile proposti da Acer utilizzeranno Windows 7 ma il sistema operativo scelto per gestire l’A500 è Android 3.0. Il tablet in questione, già disponibile sul mercato cinese, è quindi uno dei primi a puntare su Honeycomb: viene venduto con diverse applicazioni pre-installate, come il software media-sharing Clear.fi , ma deve scaricare l’apposito aggiornamento per poter visualizzare i contenuti Flash.

L’A500 sarà inizialmente disponibile in versione WiFi. A quanto pare, per la connessione 3G bisognerà attendere l’uscita del modello apposito (A501) che costerà esattamente cento euro in più. In America è possibile prenotare il tablet dalla catena Best Buy ma anche sugli store italiani sono già iniziati i pre-ordini. Per il momento si parla solamente della versione 32GB venduta a 499 euro, ma nel catalogo Acer c’è anche il modello 16GB proposto all’invitante prezzo di 449 euro.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • bubba scrive:
    ecco direi che fa il paio con
    l'articolo su Report :) O meglio sui miei commenti all'articolo (che non condivido molto). Phorm in buona fede e tutti a casa amici come prima(solo dopo che sono stati beccati)? Ma quando mai ... quello era un brutale robusto sistema di profilazione non autorizzato dagli utenti (ma dai committenti si)... Fa il paio con l'articolo su Report nel senso che nella trasmissione si parlava dei pericoli e del valore della profilazione, e l'articolista ha trovato il servizio troppo 'cattivo' e 'sensazionalistico'. Io credo invece che sia un tasto da battere fortemente in TV, visto che milioni di teste di legno usano facebook & affini senza criterio alcuno. Peggio ancora se i servizi sono ultrainvasivi senza contraltare alcuno ,com'era phorm.
Chiudi i commenti