Ach! Non mi tolgono l'ISDN

Ci ho provato ma sono ancora mesi che aspetto, col telefono malfunzionante e un ISDN che rimane lì


Web – Tempo addietro ho fatto la richiesta dell’ISDN in prova gratuita per 6 mesi. Dopo una lunga attesa, vengono a casa mia infine i tecnici di una ditta (imprecisata) che ha in appalto questo tipo di lavori “a dare un’occhiata”, poi tornano con tutta calma e mi montano, finalmente, l’agognata borchia.

Dopo un periodo di malfunzionamento iniziale, condito da sopralluoghi di tecnici Telecom, inizia a funzionare. Dalla prima bolletta, però, mi accorgo che qualcosa non va, non capisco bene una storia di “rimborsi e detrazioni varie dal canone che viene, sì conteggiato, ma verrà detratto ecc. ecc”. Mi decido, allora, dopo appena tre mesi, a comunicare alla Telecom che li ringrazio molto, ma questa offerta non fa per me. Faccio la disdetta via fax, come mi consigliano loro e mi accerto che la segnalazione di richiesta di cessazione del servizio sia stata correttamente acquisita. Che vengano pure a ripristinare il sistema telefonico allo stato iniziale, cioè in RTG. Faceva parte dell’offerta, questa possibilità, è un mio diritto, no?

Non sento più nessuno e nessuno si presenta o mi contatta in nessun modo e nel frattempo, l’ISDN è ancora attiva… Boh!? Ma quando verranno questi tecnici?

Passano i mesi (mesi!) ed un bel, anzi, un brutto giorno, mi si guasta il telefono. All’improvviso, la mia linea resta isolata. Caspita, penso, si è svegliata la Telecom e mi avrà riportato la linea in RTG, alla buonora! Faccio una segnalazione al 187, perché il 183 risulta inaccessibile, a meno che uno non campi di rendita e non abbia un cavolo da fare tutto il giorno.

Dopo due giorni senza telefono, si presenta un tecnico, gentilissimo devo dire, e mi spiega dopo i dovuti controlli che l’ISDN è ancora attiva eccome! Il guasto risiede dal mio impianto (e come si sarà prodotto, visto che nessuno, oltre ai tecnici Telecom e della famosa altra ditta ci ha mai messo le mani? Boh?). Dico allora al tecnico che a questo punto si potrebbe cogliere l’occasione per ripristinare finalmente il vecchio sistema che è più affidabile, mi pare. Il tecnico mi dà ragione e fa tutta una serie di telefonate al suo caposervizio del momento spiegando cosa succede e chiedendo a sua volta istruzioni.

La risposta? Non si può fare la rimozione della borchia, per la quale è deputata l’altra ditta. Questa ditta, mi spiega con un po’ di vergogna, deve prima ripristinare l’impianto mal funzionante e poi, solo poi, può procedere con la rimozione dello stesso. E’ il colmo!

Faccio presente che la richiesta di cessazione del servizio è ben antecedente alla segnalazione del guasto ma niente da fare! Sono irremovibili. Telefono allora al 187 di nuovo ed espongo la situazione. “Caro signore – mi rispondono – lei ha ragione, ma purtroppo, noi lavoriamo così.. facciamo un sollecito alla ditta, questo è il massimo che possiamo fare…”

Caspita, penso, qui c’è qualcosa che non va: con che criterio si “deve” riparare una cosa che si dovrebbe, invece, dismettere? E poi, ma come, la Telecom ha non so quanti dipendenti “cassaintegrati” e si permette il lusso di pagare una ditta esterna per fare un lavoro che potrebbe fare benissimo da sola? Qui c’è qualcosa che non quadra.

Sì, vabbè, direte voi? ma la morale? La morale è che io, per telefonare ho un filo volante bianco e rosso dall’anticamera alla camera mia e aspetto la “Premiata” Ditta!

Marcello Pasquale

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Non sono mai troppi
    Concordo sui timori di eventuali scan disc di durata infinita (magari i produttori software si ingegneranno atrovare algoritmi più veloci), ma dire che all'utente domestico non serviranno mai 1000 GB è un eresia.Il mio primo Pc era nel 1990 un 386 a 25 Mhz con ben 2 Mb di Ram e 40 Mb di HD. Se non sbaglio oggi il taglio medio/piccolo di un Hd è 40 Gb (1000 volte tanto)e 128/256 Mb ( 64/128 volte tanto) sta diventando lo standard di Ram. Pensare che nel 1995 pagai per 16 schifosi Mb di ram £ 1.400.000.Anzi già (ma tanto stiamo parlando di tecnologie che vedranno la commercializzazione fra 3 - 4 anni) adesso volendo utilizzare un Pc come videoregistratore digitale 1000 Gb non sono poi così tanti.Meditate gente, meditate
    • Anonimo scrive:
      Re: Non sono mai troppi
      - Scritto da: Zaghi Fabio
      Concordo sui timori di eventuali scan disc
      di durata infinita (magari i produttori
      software si ingegneranno atrovare algoritmi
      più veloci), ma dire che all'utente
      domestico non serviranno mai 1000 GB è un
      eresia.
      Il mio primo Pc era nel 1990 un 386 a 25 Mhz
      con ben 2 Mb di Ram e 40 Mb di HD. Se non
      sbaglio oggi il taglio medio/piccolo di un
      Hd è 40 Gb (1000 volte tanto)e 128/256 Mb (
      64/128 volte tanto) sta diventando lo
      standard di Ram.Concordo pienamente
      Pensare che nel 1995 pagai
      per 16 schifosi Mb di ram £ 1.400.000.
      Anzi già (ma tanto stiamo parlando di
      tecnologie che vedranno la
      commercializzazione fra 3 - 4 anni) adesso
      volendo utilizzare un Pc come
      videoregistratore digitale 1000 Gb non sono
      poi così tanti.Infatti, per un uso veramente completo del pc 1 Terabyte di storage non è molto....Tra film, giolchi, filmati e cazzate varie 1 Terabyte vola via in un attimo!
      • Anonimo scrive:
        Re: Non sono mai troppi
        Concordo anche io, in un futuro in cui si riescaad offrire la possibilita' di manipolaregrosse quantita' di dati multimedialinon ci sono dubbi, serviranno tera e tera di HD ma anche interfacce molto veloci percaricare in memori (tanta memoria...) i grossifile e ovviamente processori molto potenti,fino ad ora i PC in commercio morirebberofanno ridere in confronto a quello che ci vorrebbeper fare certe cose, parlo anche di grosse simulazioni, all'universita' certe volte mi toccaaspettare una settimana! (e alle volte si riempe l'hd e me lo prendo....
    • Anonimo scrive:
      Re: Non sono mai troppi
      .....quando si affermera' il formato HDTV anche nelle telecamere amatoriali e non si vorranno usare algoritmi di compressione per archiviare i propri video
  • Anonimo scrive:
    Ma il backup??? 2000CD o 100DVD???
    Ma come lo fanno il backup di sta roba???In sei giorni??Bah!!!Io ho ancora 10 Gb di dischi mooooolto spazio libero...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma il backup??? 2000CD o 100DVD???
      - Scritto da: apaella
      Ma come lo fanno il backup di sta roba???
      In sei giorni??

      Bah!!!

      Io ho ancora 10 Gb di dischi mooooolto
      spazio libero...Semplice.Quando è in vendita, ne compri duee ne fai uno il backup dell'altro...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma il backup??? 2000CD o 100DVD???

        Semplice.
        Quando è in vendita, ne compri due
        e ne fai uno il backup dell'altro...Io preferiso assegnare quote disco agli utenti... cosi le loro cazzate se le cancellano, se poi e' il disco aziendale ad essere cosi grosso allora... forse ci sta bene
  • Anonimo scrive:
    Il nuovo Win "Utont Edition"
    Ne occupera' piu' di meta' con i sistemi anti utonto, tranquilli :)
  • Anonimo scrive:
    E se fai ScanDisk ???
    Se si spegne male il PC e ti tocca fare ScanDisk devi aspettare almeno 4 ore prima di poter riprendere a lavorare...
    • Anonimo scrive:
      Re: E se fai ScanDisk ???
      - Scritto da: Zappod
      Se si spegne male il PC e ti tocca fare
      ScanDisk devi aspettare almeno 4 ore prima
      di poter riprendere a lavorare...Beh, il problema non si pone perché la decrepita FAT32 non potrebbe gestire un mostro simile.
      • Anonimo scrive:
        Re: E se fai ScanDisk ???
        - Scritto da: filesystem

        Beh, il problema non si pone perché la
        decrepita FAT32 non potrebbe gestire un
        mostro simile. A essere sincero, io l'unica cosa che trovo dibuono in DOS/Windows è il file system. Non èmassimamente efficiente, però non ha nessunproblema critico. Non perde dati, se lo si usaragionevolmente.La FAT32 non è poi tanto decrepita.Oggi sarebbe assurdo puntare su una FAT64,o comunque su un file system interamente a 64 bit,perché i registri della CPU sono comunque 32 bit,e quindi valori a 64 bit rallenterebbero ilsistema a limiti intollerabili. SHLD, SHRD alposto di SHL e SHR... 10 cicli al posto di 1.Per non parlare di tutte le variabili a 32 bitche contengono il numero di cluster...Comunque, in 32 bit puoi mettere valori da zeroa 2 alla 32esima, meno 1. Cioè da zero a4,295,967,295. Quattro miliardi di clusters da64 Kb ciascuno, valore ancora del tuttoaccettabile, indizzerebbero 256 mega-terabytes.E Per dividere in quattro miliardi di clustersun disco da 1 Tb come quello, basterebberoclusters di 512 bytes... figurati un po', cioèl'esatta dimensione di un settore standard.
    • Anonimo scrive:
      Re: E se fai ScanDisk ???
      in effetti un hd del genere credo sia fortemente consigliato partizionarlo alla grande (specialmente se c gira sopra win).
  • Anonimo scrive:
    E le partizioni?
    Che partizioni dovrei fare per ottimizzare l'allocazione di cluster? Per i piccoli files lo spazio fisico occupato sarebbe enorme? Potrei trovarmi a digitare ' Z: ' sul DOS, eh,eh...Bah...
    • Anonimo scrive:
      Re: E le partizioni?
      Da quello che so la massima cluster size per NTFS 5.0 (ad esempio) e' 64KB per qualsiasi partizione sopra i 32GB. ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: E le partizioni?
      piu che altro servirebbero piu di 4 partizioni primarie senza boot manager...- Scritto da: Bluex
      Che partizioni dovrei fare per ottimizzare
      l'allocazione di cluster? Per i piccoli
      files lo spazio fisico occupato sarebbe
      enorme? Potrei trovarmi a digitare ' Z: '
      sul DOS, eh,eh...

      Bah...
    • Anonimo scrive:
      Re: E le partizioni?
      Metti Reiser e utilizza dimensioni variabili. ANche se forse con 32 Mb di file di log non indirizza tutto il disco, non so, non ho fatto il conto.
  • Anonimo scrive:
    E se si rompe?
    Gia adesso se si rompesse il mio disco perderei 15GB di dati (ok, ogni tanto faccio il backup su cd, ma la cosa è un pò lunga), figuriamoci se si rompe un disco da 1000GB, mi suicidio all'istante! e come caspita fai a mantenere un backup di un mostro simile? ti tocca usare due dischi in mirroring?
    • Anonimo scrive:
      Re: E se si rompe?
      E se si rompe lo cambi.... come hai sempre fatto tu e tutti noi.Se pensi che il tuo attuale disco da 15GB e' gia' 1000 volte piu' potente dei primi dischi da 15MB degli anni ottanta... anche allora se si rompevano si perdevano, tra un mare di lacrime, tutti i dati preziosi storati e all'epoca non avevamo i CD-WR per fare i backup.E poi i sistemi di fault tolerance sono fatti apposta per farci dormire sonni un po' piu' tranquilli.Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: E se si rompe?
        - Scritto da: sabbione
        E poi i sistemi di fault tolerance sono
        fatti apposta per farci dormire sonni un po'
        piu' tranquilli.Certo: mi è capitato di installare del software su un serverone di un Ente pubblico. Un aggeggio NT alto come un armadio quadriprocessore con 4 giga di ram e sottosistema RAID da dieci dischi.Peccato che si è rotto l'unico controller SCSI che pilotava TUTTI i dischi e i dati se li sono persi comunque!!! Poi non avevano neanche un backup e questa è un'altra storia (io ce l'avevo) però se ti deve capitare ti capita... FB6
    • Anonimo scrive:
      Re: E se si rompe?
      Mi trovi daccordo! Secondo me diski di tali dimensioni nn avranno molto seguito, a meno ke il prezzo nn sia elevato (al limite lo spazio resta inutilizzato e ki se ne frega). Io credo ke il futuro (presto accessibile a basso prezzo) dell'arkiviazione sia sulla masterizzazione DVD, molto + semplice e funzionale ma soprattutto + affidabile se si usano supporti d qualità e facendo una doppia copia dei dati vitali.Una volta x tutte: l'arkiviazione in lungo periodo dei dati su hd nn è affidabile! Ci vuole sempre un backup x nn doversi poi trovare a piangere lacrime d coccodrillo!- Scritto da: dalamar
      Gia adesso se si rompesse il mio disco
      perderei 15GB di dati (ok, ogni tanto faccio
      il backup su cd, ma la cosa è un pò lunga),
      figuriamoci se si rompe un disco da 1000GB,
      mi suicidio all'istante! e come caspita fai
      a mantenere un backup di un mostro simile?
      ti tocca usare due dischi in mirroring?
      • Anonimo scrive:
        Re: E se si rompe?
        perchè non scrivere come una persona normale invece che usare tutte quelle k e abbreviazioni varie?Guarda che mica stai spedendo un SMS!
      • Anonimo scrive:
        Re: E se si rompe?
        - Scritto da: WireleZZ
        Mi trovi daccordo! Secondo me diski di tali
        dimensioni nn avranno molto seguito,mi ricorda un po' "640K sono piu` che sufficientianche per le esigenze future ..."SalutiAndrea
        • Anonimo scrive:
          Re: E se si rompe?
          Intendevo per l'uso domestico (ma a quanto pare nn l'ho scritto) e nn quello professionale! 1000 giga x arkiviare mp3, video e gioki mi sembano eccessivi, e comunque se è x il lungo periodo (nn credo ke gli mp3 li scariki, ascolti e cancelli) è molto + affidabile un supporto masterizzato.- Scritto da: Andrea

          - Scritto da: WireleZZ

          Mi trovi daccordo! Secondo me diski di
          tali

          dimensioni nn avranno molto seguito,

          mi ricorda un po' "640K sono piu` che
          sufficienti
          anche per le esigenze future ..."

          Saluti
          Andrea
  • Anonimo scrive:
    puah....
    già le stampanti facevano cagare e ancora lo fanno, figuriamoci questi hard disk.Non la biasimo proprio la Canon!!Mi ha sfiduciato completamente!!ByezMr.Forever
Chiudi i commenti