ADSL, da qui a gennaio 4 i nuovi comuni coperti

Sul sito web di Telecom Italia viene aggiornata la pagina sulla pianificazione della copertura ADSL, ferma a settembre. Da novembre a gennaio solo 4 i comuni interessati


Roma – Con una certa sorpresa alcuni lettori di Punto Informatico hanno appreso dell’aggiornamento della pagina dedicata da Telecom Italia ad un argomento che interessa tantissimi: l’ampliamento della copertura ADSL.

La pagina, sembrata a lungo “morta”, riportando soltanto dati relativi ai passati mesi estivi, da qualche tempo riporta nuovi dati che comprendono la pianificazione tra novembre 2002 e gennaio 2003.

In questi mesi sono 4 i comuni nei quali si prevede verranno attivate nuove centraline “ADSL-compatibili” e, in particolare: Cisterna di Latina (Roma), Arezzo, San Marino e per ultimo Viareggio.

Sicuro è l’interesse per gli abitanti di questi comuni – almeno di chi vive nelle aree coperte dalle centraline – ma sono in molti a chiedersi perché a dicembre non sia pianificata alcuna novità e, soprattutto, come mai in tre mesi “bollenti” per la crescita dell’ADSL in Italia siano solo 4 i comuni di cui quella pagina prevede la (parziale) copertura.

Guardando le date si dovrebbe dedurre che da oggi al prossimo gennaio verrà attivata una sola centralina.

La speranza di qualcuno tra coloro che hanno scritto a PI è che la pagina sia in sé sbagliata, non contenga cioè tutti i dati. O che ancora una volta non sia aggiornata. A questo punto c’è chi si attende da Telecom Italia un chiarimento viste le numerose dichiarazioni dell’azienda sull’incessante lavoro di aumento della copertura ADSL sul territorio.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Se cliccassimo sui banner ...
    Invece no .. continuo a leggere consigli sui migliori metodi per non visualizzare i banner, per ammazzare i popup .. ecc ecc.e alla fine non si vuol pagare niente!!!Quanti di voi cliccano sui banner, anche solo per cortesia ad un sito ??Fatevi un calcolo .. se ogni volta che accedessimo ad un sito clikkeremmo sul banner non avremmo più POPUP, non avremmo piu DIALER, non avremmo più SITI A PAGAMENTO ecc ecc...Invece no ... si continua a dire "NON CLICCATE SUL BANNER" .. non sia mai !!!Io, dal canto mio, ogni volta che entro su PI dò una kliccatina che a me non costa nulla .. ma che per PI è rilevante!!!La qualità si paga .. e la stiamo pagando .. troppo duramente .. ma la stiamo pagando !!! azzAppoggio l'editore di qualche post fa ... o piazzi i dialer o muori di fame!A me la mia concessionaria mi ha proposto 500.000 LIRE per 3 milioni di impression su banner!Fate voi!Un saluto a tutti
    • Anonimo scrive:
      Re: Se cliccassimo sui banner ...
      - Scritto da: Anonimo
      Invece no .. continuo a leggere consigli sui
      migliori metodi per non visualizzare i
      banner, per ammazzare i popup .. ecc ecc.
      e alla fine non si vuol pagare niente!!!...Purtroppo il problema non è questo.Le aziende con il numero di visite sui loro siti non ci fanno nulla; questi dovrebbero essere solo un mezzo x aumentare il fatturato, e non il fine in sè stesso.Più che cliccare sui banner, occorrerebbe poi effettivamente acquistare i prodotti. Ed è qui che casca l'asino... :-)AnonimAttila Xihar
    • LockOne scrive:
      Re: Se cliccassimo sui banner ...
      - Scritto da: Anonimo
      Quanti di voi cliccano sui banner, anche
      solo per cortesia ad un sito ??io non clicco sui banner per essere cortese. io clicco sui banner che mi interessano. cioe' a dire, che destano la mia attenzione.ve lo volete ficcare in testa che e' il contenuto che ha senso?lo vedi quel banner lassu' di active network?? mi interessava, lo cliccai tempo fa, ora utilizzo una connessione free ad active network su un portatile. ha guadagnato PI, guadagna active network, io sono soddisfatto. se ci fosse stato un banner che mi prometteva loghi e suonerie, col fischio. chiaro il concetto? e' la sostanza che fa la differenza, non la forma.altro che cortesia.
  • Anonimo scrive:
    DIALER ADULTI MA NON SOLO!
    Io penso che i dialer siano un bel modo per offrire servizi ad alto contenuto... non per questo sono una truffa, ma soltanto bisognerebbe curare di piu i contenuti dei suddetti...se invece di pagare un programma tipo frontpage o norton vi proponessero una connessione totale di 40 euro con tanto di licenza non sarebbe un buon servizio??
  • Anonimo scrive:
    UN INFINITO GRAZIE AI DIALERS
    Ciao Ragazzi.Sono l'editore di un sito che grazie ai dialers oggi ancora esiste ancora. Cosi come tantissimi altri portalini e portaloni.Il ns. portale ha un audience di qualche milione di page view ed oltre 320.000 utenti unici. Con una utenza ben profilata. Sapete quanto ci ha fatto fatturare una delle piu' grandi (e furbe) concessionarie di pubblicita? 10.000.000 lit. nel 2001. E noi eravamo tra quelli che nel network raccoglievano di piu', tra i siti di medio audience. Ma la concessionaria continuava a fare fatturati miliardari. Ma di questo parliamo un'altra volta.Io credo che non sia sbagliata la forma di pagamento, ma i contenuti offerti, di bassa qualita' e orientati esclusivamente verso i ragazzini, che non badano ai costi perche' tanto paga papa'.Ebay e' un portale unico nel suo genere con un brand ben definito e puo' permettersi tali rinunce. Comunque i fatturati sui dialers (quelli su loghi e suonerie) si sono notevolmente attenuati e l'interesse e' notevolmente in calo. Quindi complimenti ad ebay per il coraggio; ma state certi che dietro c'e' una bella operazione di marketing.Ma un editore, che non sia Ebay o comunque non di quel livello, che fa chiude il proprio progetto editoriale perche' ha la puzza la naso? Se l'unica cosa che il mercato di propone e' questa (attualmente) cosa fai? Dici : io sono un sito di qualita' e non accetto i dialers. E poi alla fine dell'anno chiudi?A voi l'ardua sentenza!!!!!!!!!Ciao!
    • Anonimo scrive:
      Re: UN INFINITO GRAZIE AI DIALERS
      Ma tu la parola "coscienza" sai cosa significa?ps. quanti anni hai?
      • LockOne scrive:
        Re: UN INFINITO GRAZIE AI DIALERS
        - Scritto da: Anonimo
        Ma tu la parola "coscienza" sai cosa
        significa?ma perche' mai, dai: ha ragione. senza i dialer chiudevano.questo avrebbe significato, per lui, andare a lavorare davvero. magari a zappare la terra. renditi conto, non e' una cosa che si possa tollerare facilmente, se usi termini tipo "brand".
        • Anonimo scrive:
          Re: UN INFINITO GRAZIE AI DIALERS
          Ciao,sono l'editore senza .... coscienza.Cerchero' di rispondere a tutti.Cominciamo a dire che noi abbiamo inserito, oltre al costo e durata della chiamata, anche di non utilizzare eccessivamente il servizio per evitare bollette telefoniche troppo alte (quanti altri siti lo hanno fatto?)Io non so cosa facciate voi per vivere, ma io faccio il consulente per una multinazionale, gestisco dal punto editoriale un portale, ed una azienda agricola. Lavoro 20 ore al giorno (nel senso che dormo 4 ore a notte) e faccio lavorare tante persone.Probabilmente se lavorassi la terra lavorerei di meno.Sapere utilizzare parole come brand, profilazione, etc., etc., etc., e specialmente metterle in pratica significa adoperarsi per evitare che anche in futuro l'unica fonte di revenue (fatturati) siano dialers o cose simili.Io in qualita' di imprenditore ho il dovere, verso i miei soci, i miei finanziatori e la mia famiglia di trovare qualunque modo legale (e i dialers lo sono), per far sopravvivere la mia azienda. Se vive l'azienda, vive l'imprenditore e vivono i suoi impiegati;vedi caso F.I.A.T. (ma quelli sono veramente imbroglioni).Volete scommettere che in futuro i dialers avranno una grande diffusione per servizi a valore veramente aggiunto, ma con prezzi molto piu' bassi?Ai posteri l'ardua sentenza e ... a voi altri posting.Ciao!P.S.:Noi il Business plan lo abbiamo scritto 5 anni, quando si parlava di banner venduti a 80/120 lit. e lo abbiamo riscritto secondo le nuove esigenze del mercato!Ciao!
          • LockOne scrive:
            Re: UN INFINITO GRAZIE AI DIALERS
            - Scritto da: Anonimo
            noi abbiamo inserito,
            oltre al costo e durata della chiamata,
            anche di non utilizzare eccessivamente il
            servizio per evitare bollette telefoniche
            troppo alte complimenti. chissa' come mai tutte le volte che si parla di dialer arriva a incensarli chi ne fa un uso corretto. ma insomma, la vogliamo capire che il problema non sono i dialer "buoni"?? che poi pure quelli, a mio modo di vedere, intrappolano ugualmente l'utente sprovveduto. la cui colpa e', appunto, essere sprovveduti. non sta all'editore senza coscienza, ovviamente, provvedere.
            Sapere utilizzare parole come brand,
            profilazione, etc., etc., etc., e
            specialmente metterle in pratica significa
            adoperarsi per evitare che anche in futuro
            l'unica fonte di revenue (fatturati) siano
            dialers o cose simili.quindi i dialer sono male?e comunque, saro' limitato, ma non capisco bene come il corretto utilizzo di termini merceologici, ed il conseguente lavoro che produrrebbe, ci eviti in futuro l'uso dei dialer. mah.
            Io in qualita' di imprenditore ho il dovere,
            verso i miei soci, i miei finanziatori e la
            mia famiglia di trovare qualunque modo
            legale (e i dialers lo sono), per far
            sopravvivere la mia azienda. a questo punto tutti si sono fatti un'idea. io me la sono fatta.
            Volete scommettere che in futuro i dialers
            avranno una grande diffusione per servizi a
            valore veramente aggiunto, ma con prezzi
            molto piu' bassi?vada per la scommessa. se vinci tu, prometto di usare il termine brand una volta a settimana, nella mia corrispondenza commerciale. se vinco io, prometti di zapparmi l'orto (scrivo brand sulla zappa). mi pare equo.
    • Anonimo scrive:
      Re: UN INFINITO GRAZIE AI DIALERS
      Senti un po'... qui non si parla di servizi a pagamento "normali" (in fin dei conti, se uno vuole pagare per vedere un paio di tette sono cavoli suoi :-)) ma di truffe belle e buone. Se non lo fossero mi devi dire allora perchè queste "associazioni benefiche" che ti mantengono il sito sono tutte registrate nei famigerati paradisi fiscali. Perciò tu, che ospiti questi banner, sei colpevole quanto loro. Chi fa il palo non viene graziato perchè non partecipa "attivamente" alla rapina...
      • Anonimo scrive:
        Re: UN INFINITO GRAZIE AI DIALERS
        Non so se tu sai cosa siano le tasse... io lo so perché le pago (e non è divertente). In Italia si pagano molte più che in quasi tutti i paesi civilizzati. In effetti ciò che conta non è l'effettiva percentuale da pagare di tasse sul reddito, ma il rapporto tra ciò che si paga con le tasse e ciò che si ottiene. In un paese dove paghi il doppio delle tasse di molti altri paesi (non paradisi fiscali), è possibile avere un scuola che fa pena, gli ospedali da schifo, le strade rotte e il doppio dei parlamentari degli stati uniti? Ora, dimmi perché uno se ne ha la possibilità non deve mettere la proprio sede in un paradiso fiscale?
    • Anonimo scrive:
      Re: UN INFINITO GRAZIE AI DIALERS
      E' sbagliato il modo in cui si è affrontato il mondo internet.Ci si è buttati a pesce sul web, senza pensare al possibile ritorno.Abbiamo centinaia di portalini e portaloni che costano, ma che in realtà offrono contenuti di valore miserrimo. E nessuno che spende per i contenuti, si preferisce spendere milioni per software e dipendenti che ti realizzano qualche obrobrio in flash. Dall'altra parte invece abbiamo siti personali dalla grafica orripilante, ma con contenuti di valore enorme.Si doveva spendere di più sulla ricerca tecnologica: il famigearto metodo di micropagamenti (tipo: visualizzo una pagina web e pago mezzo centismo di euro) che veniva sbandierato come l'obiettivo principe della ricerca, dov'è?Adesso, o si paga a scatola chiusa per contenuti di dubbio valore, oppure bisogna rasseganrsi ad avere un mercato che lega indissolubilmente il fornitore della connettività al fornitore dei contenuti.
  • Anonimo scrive:
    E' un modo bizzarro di pagare...
    C'è chi dice che i dialer sono un buon metodo di pagamento...Ma non vi sembra un metodo quanto meno bizzarro far addebitare il costo di un servizio sulla bolletta del telefono?Ma che, se vado a fare la spesa al supermercato il conto me lo addebitano sulla bolletta del gas?Se vado a fare benzina pago a fine mese sulla bolletta della luce?Se poi consideriamo la percentuale -altissima- che si prende il "carrier" tramite il quale il dialer chiama (il quale carrier rigirerà poi i soldi all'erogatore del "servizio" nella modalità detta "a babbo morto"), è chiaro che i dialer si prestano esclusivamente alla fornitura di servizi "ad alto valore aggiunto"; dove l'alto valore aggiunto sono i soldi del malcapitato cliente...No, dico, scherziamo?!?
    • Anonimo scrive:
      Re: E' un modo bizzarro di pagare...
      - Scritto da: Anonimo
      C'è chi dice che i dialer sono un buon
      metodo di pagamento...
      Ma non vi sembra un metodo quanto meno
      bizzarro far addebitare il costo di un
      servizio sulla bolletta del telefono?
      Ma che, se vado a fare la spesa al
      supermercato il conto me lo addebitano sulla
      bolletta del gas?
      Se vado a fare benzina pago a fine mese
      sulla bolletta della luce?E' un metodo comodissimo e geniale....Nel paesi nordici il pargheggio si paga con un SMS e l'adebbito avviene sulla scheda telefonica !!!Durante l'alluvione del Nord e il terremoto di SAn Giuliano in Molise si poteva fare l'offerta tramite SMS e l'addebbito era sulla scheda telefonica...Siamo lì... E' lo stesso principio...Il metodo di pagamento utilizzato dal dialer è comodissimo, soprattutto in n paese dove non si usa la carte di credito come nei paesi anglosassoni.Peccato che manchi un pochino di trasparenza....Si dovrebbe lavorare molto su questo aspetto: dare i dialer solo a fornitori conosciuti e trasparenti (un op' come si fa con gli SMS premium), con obbligo di segnalazioni e con contenuti certificati...
      • Anonimo scrive:
        Re: E' un modo bizzarro di pagare...
        - Scritto da: Anonimo
        Il metodo di pagamento utilizzato dal dialer
        è comodissimo, soprattutto in n paese dove
        non si usa la carte di credito come nei
        paesi anglosassoni.No dico, scherzi?????????? Nei paesi anglosassoni non si usa la carta di credito?Mai stato in USA? Se fai acquisti per più di 50$ in contanti pensano che sei un assassino che non vuole lasciare tracce...E poi, come fa ad essere un ottimo metodo di pagamento?E quello che si prende la società telfonica?
    • Anonimo scrive:
      Re: E' un modo bizzarro di pagare...
      Secondo me è invece un ottimo metodo di pagamento senza la paura che il tuo numero della carta di credito venga rubato. Tu sai quanto spendi al minuto per il servizio offerto, e chi lo ha fornito è sicuro di avere i suoi soldi (molto meglio del mondo reale ;-). E' un sistema che potrebbe rivoluzionare internet se fosse usato con giudizio (prezzi onesti per intendersi). Altro che carta di credito e balle varie. Purtroppo qualcuno ha pensato diversamente...
  • Anonimo scrive:
    facessero tutti così
    mi hanno costretto per sicurezza a usare 2 pc: uno col modem e l'altro per navigare connessi con 2 schede di rete.quando arriva il dialer (anche dallo spam in automatico) esce una finestrina con scritto "modem non connesso o non configurato correttamente" o cose del genere, alla facciaccia loro, ehehehehehehe
    • Anonimo scrive:
      Re: facessero tutti così
      Risparmiavi i soldi di un PCdi due schede di rete , del cavo di rete, e di chi ti ha configurato il sistemasemplicemente settando il tuo Outlook ExCess un po megliol'ac-Cesso remoto un po meglio ed InterDet Explorer un po meglioo meglio ancora cambiando il sistema operativocon una bella distribuzione LinuxByezSilvie Vartan
Chiudi i commenti