AGCOM, 100 Autori su libertà e tutele

L'associazione dei 100 Autori esprime la propria posizione in merito alla delibera dell'Authority: bisogna distinguere tra pirateria e offerta legale delle opere. Intanto, fervono i preparativi per la Notte della Rete

Roma – Impegno a difesa del diritto d’autore, pieno sostegno a ogni strumento che impedisca la pirateria e la diffusione illegale delle opere, impegno a combattere la pirateria attraverso forme di offerta legale: è quanto proclamato dall’Associazione dei 100 Autori in merito all’ acceso dibattito suscitato dalle prospettive con cui AGCOM prevede di affrontare l’enforcement del diritto d’autore.

L’organizzazione che vede raccolti gli autori di cinema e di televisione si colloca, in parte, sulle stesse posizioni espresse da Enzo Mazza, presidente di FIMI, in particolare per quanto concerne la necessità di non confondere la libertà d’accesso alla Rete con l’esigenza di tutelare il diritto d’autore.

A tal proposito, i 100 Autori dell’audiovisivo italiano affermano che “il diritto d’autore è l’unica garanzia di libertà per chi racconta storie con un film, una fiction, un documentario”. Per questo motivo, aggiungono, bisognerebbe impedire a chi lucra sulle opere di continuare ad arricchirsi senza restituire almeno una parte di questi profitti al cinema e alla televisione.

E per ribadire la ferma opposizione all’ormai famigerata delibera dell’Authority, alcuni blogger italiani, artisti, leader politici e cittadini si troveranno a Roma il 5 di luglio, per partecipare alla Notte della Rete , un evento organizzato per discutere e approfondire le questioni attorno a cui ruota il provvedimento. ( C.S. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
    Public Domain Day
    <b
    Public Domain Dayhttp://www.publicdomainday.org </b
    P-)
    • smilzoboboz scrive:
      Re: Public Domain Day
      Cosa dici... ah, tutti in Iran, beh, a parte qualche problemino dittatoriale ci sarebbe da farci un pensierinoBella la mappa al link
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Public Domain Day
      - Scritto da: krane
      Ma se uno aprisse un sito in Gibuti da cui far
      scaricare canzoni con i diritti scaduti
      ???Appunto :)
  • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
    Da cadavere si, in guerra no...
    <i
    ...le opere ricadano nel dominio pubblico dopo 70 anni dalla morte dell'autore (più una proroga per la durata delle due guerre mondiali, periodo in cui il legislatore ha valutato che gli autori non abbiano potuto sfruttare commercialmente le proprie opere)... </i
    In sostanza ci stanno dicendo che un autore può godere commercialmente per le proprie opere per 70 anni mentre è <b
    CADAVERE </b
    , ma non ha potuto goderne da <b
    VIVO </b
    durante la guerra.Quanto sono <b
    RIDICOLI </b
    (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Sta pagliacciata del copyright deve essere <b
    ABOLITA </b
    .P-)
    • Riketto scrive:
      Re: Da cadavere si, in guerra no...
      - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT
      &lt;i&gt; ...le opere ricadano nel dominio
      pubblico dopo 70 anni dalla morte dell'autore
      (pi&#249; una proroga per la durata delle due
      guerre mondiali, periodo in cui il legislatore ha
      valutato che gli autori non abbiano potuto
      sfruttare commercialmente le proprie opere)...
      &lt;/i&gt;


      In sostanza ci stanno dicendo che un autore
      pu&#242; godere commercialmente per le proprie
      opere per 70 anni mentre &#232; &lt;b&gt;
      CADAVERE &lt;/b&gt; , ma non ha potuto goderne da
      &lt;b&gt; VIVO &lt;/b&gt; durante la
      guerra.

      Quanto sono &lt;b&gt; RIDICOLI &lt;/b&gt;
      (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)

      Sta pagliacciata del copyright deve essere
      &lt;b&gt; ABOLITA &lt;/b&gt;
      .

      P-)e tutte le guerre che ci sono state nel frattempo???Spagna, Etiopia, Corea, Vietnam, etc...Pure ai tempi dei Khmer Rossi gli autori non hanno potuto sfruttare commercialmente nulla...Facciamo che il cupirait duri in eterno ("meno un giorno") senno' piangonoAssurdo... se da me viene la guerra mi espropriano pure i 4 mattoni sbrecciati che ho (se va bene) e questi le considerano un'occasione di mancato guadagno...
    • smilzoboboz scrive:
      Re: Da cadavere si, in guerra no...
      Ma no... non hai capito, è un disincentivo all'omicidio.Hai presente quello che voleva tanto gli album di John Lennon, ecco, se gli avessero detto bene come stavano le cose è probabile che non l'avrebbe fatto.PS: ogni frase di questo commento è sarcastica, forse anche il post scrittum
Chiudi i commenti