Algoritmi sferrati contro l'inquinamento

Fonderanno misurazioni sui gas e modelli climatici, offrendo in cambio previsioni accurate sull'andamento delle concentrazioni di inquinamento

Roma – Consentirà di effettuare previsioni precise sulla qualità dell’aria fondendo i dati delle percentuali di inquinamento con i modelli climatici. È l’algoritmo sviluppato da Rao Kotamarthi , dell’ Argonne National Laboratory , Alexis Zubrow dell’ Università del North Carolina e Li Chen dell’ Università di Bristol .

Controllando l’andamento delle percentuali di inquinanti si è rilevato che anche differenze molto piccole di agenti come ozono o monossido di carbonio – nell’ordine di una o due parti per milione – possono fare la differenza, possono far decidere o meno l’adozione di provvedimenti che riconducano la zona interessata entro le soglie di guardia. “Unendo i dati rilevati dalle sonde con i modelli climatici, possiamo affinare le previsioni”, dice Kotamarthi. “I meteorologi lo fanno già da tempo, ma chi opera nel settore delle analisi chimiche dei gas e degli aerosol se ne sta interessando solo ora”.

Grazie ad una rigorosa analisi matematica e a numerose attività di simulazione, il gruppo ha così messo a punto la soluzione software in grado di compensare tutte le incertezze, sinora lasciate insolute dai tradizionali sistemi di misura.

“Dobbiamo poter generare previsioni esatte sull’ozono, sul monossido di carbonio e altri gas-serra per tutte le applicazioni di misura della qualità dell’aria”, spiega il luminare. “Sinora si è proceduto solo per approssimazioni basate sui semplici dati delle rilevazioni, usandole per tentare una previsione che lascia però dietro di sé troppe incertezze”.

I nuovi modelli sviluppati guardano specificamente agli squilibri del monossido di carbonio, ma secondo gli studiosi saranno presto applicabili anche ad altre concentrazioni pericolose, come quelle di biossido di carbonio e altri gas.

Kotamarthi e Paul Hovland, dell’ANL, hanno anche dato avvio a un progetto finanziato dalla NASA per sviluppare le previsioni con l’aiuto di misure assistite da satellite.

Secondo il gruppo, questo studio potrebbe arrivare a fornire previsioni di scenari climatici a distanza di decadi (di 10 anni in 10 anni) e ciò aiuterebbe molto le autorità di tutti i paesi interessati a pianificare per tempo gli interventi necessari al mantenimento della qualità dell’aria e del clima.

Marco Valerio Principato

( fonte immagine )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • pessimismo e fastidio scrive:
    Perche' non anche...
    Una bella fotografia del maiale a cui appartiene la coscia, così puoi guardarli il muso mentre lo sbrani.
  • Josafat scrive:
    Friuli...
    Il Friuli è piccolo sì, ma perfetta sintesi di buona tradizione e buona innovazione. Ben più europeo del resto d'Italia.
    • dorylinux scrive:
      Re: Friuli...
      @iosafat...il friuli è a statuto speciale, questo dimostra che quando puoi gestire la tua "bottega" senza dover scender a compromessi con una politica di stampo medievale/feudale, energia
      creatività
      buonsenso si esprimono al meglio...(linux)
  • sbavo scrive:
    BONO!!
    non so decidermi tra il Parmail San danieleil Serranodio mio che buoni...godo
    • Peppino o meccanico scrive:
      Re: BONO!!
      - Scritto da: sbavo
      non so decidermi tra

      il Parma
      il San daniele
      il Serrano

      dio mio che buoni...

      godoil Culatello di ZibelloNon e' prosciutto crudo ma un suo "cugino" e in quanto a sapore...
    • rotfl scrive:
      Re: BONO!!
      - Scritto da: sbavo
      non so decidermi tra

      il Parma
      il San daniele
      il Serrano

      dio mio che buoni...

      godoIl Bellota (Pata Negra) e' decisamente superiore a tutti e tre. L'unico problema e' che costa una cifra vergognosa (circa 4 volte piu' di Parma/San Daniele).
      • Peppino o meccanico scrive:
        Re: BONO!!
        - Scritto da: rotfl
        - Scritto da: sbavo............

        Il Bellota (Pata Negra) e' decisamente superiore
        a tutti e tre. L'unico problema e' che costa una
        cifra vergognosa (circa 4 volte piu' di Parma/San
        Daniele).Accidenti a te che te ne esci a freddo con queste notizie!!Adesso dovro' darmi da fare per riuscire ad assaggiare questa prelibatezza...:-)
        • rotfl scrive:
          Re: BONO!!
          - Scritto da: Peppino o meccanico
          - Scritto da: rotfl

          - Scritto da: sbavo
          ............



          Il Bellota (Pata Negra) e' decisamente superiore

          a tutti e tre. L'unico problema e' che costa una

          cifra vergognosa (circa 4 volte piu' di
          Parma/San

          Daniele).

          Accidenti a te che te ne esci a freddo con queste
          notizie!!

          Adesso dovro' darmi da fare per riuscire ad
          assaggiare questa
          prelibatezza...

          :-)All'Esselunga il Bellota credo ci sia (almeno c'era fino a un paio d'anni fa -- non vivo in Italia e non ho avuto modo di controllare negli ultimi tempi). Pero' va tagliato col coltello e il rischio e' di trovare il salumiere dell'Esselunga che non lo sa tagliare (solitamente non sono capaci di tagliarlo abbastanza sottile).
  • sery chi scrive:
    prosciutto taggato
    Ottima segnalazione ed ottima iniziativa, mi permetto di linkarla nell'ambito di un articolo in uscita domani sul mio blog.
Chiudi i commenti