Amazon Echo, nulla da nascondere

Il sospettato di un caso di omicidio sceglie di autorizzare le forze dell'ordine a consultare le registrazioni catturate dall'assistente digitale. Amazon vi si era opposta, nel tentativo di proteggere la privacy dell'utente, e il proprio business

Roma – Amazon si era fatta carico di una battaglia per difendere i dati raccolti dai dispositivi della IoT, per non impensierire i potenziali utenti, per non consolidare il sospetto che gli assistenti domestici siano cimici costantemente in ascolto. Aveva rifiutato di aprire i propri archivi cloud alle forze dell’ordine statunitensi, che richiedevano le registrazioni catturate da Amazon Echo per risolvere un caso di omicidio. La battaglia dell’azienda si conclude ora con l’autorizzazione a procedere del proprietario del dispositivo, che ritiene di non aver nulla da nascondere né nulla di cui temere.

Ad avallare le dinamiche che Amazon si era proposta di combattere è stato il principale sospettato, tale James Andrew Bates: era sua l’abitazione di Bentonville, in Arkansas, in cui era stato trovato un conoscente privo di vita, era suo l’assistente domestico Amazon Echo, rivenuto sulla scena del presunto crimine. Secondo le forze dell’ordine il dispositivo avrebbe potuto custodire degli elementi utili per risolvere il caso , con il proprio sistema di microfoni e con le registrazioni, attivate dalla declamazione della parola chiave e stoccate sull’infrastruttura cloud di Amazon: per questo motivo l’azienda era stata chiamata a testimoniare, con la consegna dei dati in proprio possesso.

Amazon aveva però avviato un procedimento per opporsi alle richieste delle forze dell’ordine: l’azienda aveva sostenuto che Echo, con l’ausilio del software di Alexa, è un dispositivo utile a ricercare e ottenere informazioni, diritti protetti dal Primo Emendamento della Costituzione degli Stati Uniti, protetti come dovrebbero essere le tracce lasciate da questa attività, tanto le registrazioni delle richieste rivolte dall’utente a Echo quanto le risposte fornite dal dispositivo. Per tutelare l’utente nel suo esercizio di questi diritti, in modo da scongiurare la sensazione di essere sottoposto ad un controllo pervasivo , che a sua volta influisce sulla libertà con cui sceglierà di esprimersi e di informarsi, soprattutto attraverso strumenti che possano tenere traccia di tutti i suoi comportamenti, Amazon aveva sostenuto che le richieste di dati da parte delle forze dell’ordine dovessero essere giustificate in maniera più solida : l’azienda non avrebbe consegnato le registrazioni a meno che non si fosse dimostrata una connessione fra questi i dati e il caso da risolvere.

A vanificare l’impegno di Amazon nel difendere la riservatezza dei propri utenti, e – nemmeno troppo velatamente – il proprio business della IoT, è stata la decisione dello stesso utente coinvolto nel procedimento: “Poiché il signor Bates è innocente rispetto a tutte le accuse a suo carico – hanno riferito i suoi legali – ha autorizzato il rilascio agli inquirenti di ogni registrazione del suo Amazon Echo”.

Il legale di Bates ha fornito anticipazioni riguardo alle registrazioni catturate dal dispositivo e consegnate alle forze dell’ordine: si tratterebbe di chiacchiere private e irrilevanti fra conoscenti. Chiacchiere probabilmente inutili a chiarire la posizione del sospettato, chiacchiere che con ogni probabilità ogni proprietario di un assistente domestico vorrebbe rimanessero confinate all’intimità delle mura domestiche.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Skywalker scrive:
    Potranno abbassare l'IVA
    Quando potrò legalmente regalare il mio ebook, venderlo al mercatino dell'usato in piazza, stamparne fino al 10% a mia scelta, lasciarlo in eredità ai miei nipoti, in forma anonima ed in modo indipendente dalla volontà o meno dei "Detentori dei Diritti".Fino ad allora, non sono libri, ma servizi.
  • Claudio Pierantoni scrive:
    Rilanciamo i consumi
    Aboliamo l'IVA
    • jimmy joe scrive:
      Re: Rilanciamo i consumi
      - Scritto da: Claudio Pierantoni
      Aboliamo l'IVAsi dai aboliamola.................ecco abolita !! (geek)
    • crgvhtrc scrive:
      Re: Rilanciamo i consumi

      Aboliamo l'IVACosì incrementiamo gli utili delle multinazionali su cui non si pagano tasse. Gli Apple fan saranno felici, i cittadini che devono compensare il buco nei conti dello stato un po' meno.
      • tonino scrive:
        Re: Rilanciamo i consumi
        E' la burocrazia che dovrebbe essere ridotta ai livelli americani.I costi della burocrazia in italia sono immensi, non importa se cartacea o elettronica.Sono immensi anche i costi che si pagano in qualità della vita, come la possibilità di aprire una impresa che si scontra contro mille ostacoli, addirittura in crescita.Senza contare le arrabbiature e le perdite di tempo e di denaro.Togliendo burocrazia e corruzione politica (che ricordiamolo ci costa circa 40 miliardi l'anno), si potrebbero abbassare le tasse, generando un circolo virtuoso.Ma questo è un paese di babbei, che si fanno schiacciare governare da furboni privi di scrupoli, e quanto ho scritto è pura utopia.
        • iRoby scrive:
          Re: Rilanciamo i consumi
          Cheeeee ma dove le hai trovate tutte le cazzate che hai scritto?Tutta la burocrazia e i latrocini costano al massimo 6 miliardi annui.Quelli che costano di più sono i trattati MES e Fiscal Compact che ci impongono un prelievo tra i 43-53 miliardi all'anno.La mia fonte è la Ragioneria di Stato.La tua fonte qual'è per le inesattezze che hai scritto?[img]http://www.byoblu.com/wp-content/uploads/CostiPoliticaVSCeLoChiedeLEUROPA490.jpg [/img]
        • uyjtvbghy scrive:
          Re: Rilanciamo i consumi
          - Scritto da: tonino
          E' la burocrazia che dovrebbe essere ridotta ai
          livelli
          americani.
          I costi della burocrazia in italia sono immensi,
          non importa se cartacea o
          elettronica.
          Sono immensi anche i costi che si pagano in
          qualità della vita, come la possibilità di aprire
          una impresa che si scontra contro mille ostacoli,
          addirittura in
          crescita.
          Senza contare le arrabbiature e le perdite di
          tempo e di
          denaro.
          Togliendo burocrazia e corruzione politica (che
          ricordiamolo ci costa circa 40 miliardi l'anno),
          si potrebbero abbassare le tasse, generando un
          circolo
          virtuoso.
          Ma questo è un paese di babbei, che si fanno
          schiacciare governare da furboni privi di
          scrupoli, e quanto ho scritto è pura utopia.Si, la burocrazia va ridotta. Ma mettere questo in relazione con l'IVA è semplice benaltrismo. Se si parla di spese dello stato ognuno può sottolineare quelle che gli fanno più comodo. Quanto costa la sanità? Quanto costa correggere i conti dell'INPS ogni anno? Tra contributi pensionistici e contributi dello stato le pensioni assorbono il 16% del PIL. Di spazio per il benaltrismo ce n'è tanto.
      • iRoby scrive:
        Re: Rilanciamo i consumi
        Madonna quante inesattezze di macroeconomia che hai scritto!
  • Canna Rossa scrive:
    tutto liBBBero
    Tutto libbbero, tutto a scrocco. A noi l' IVA ci fa un baffo! P2P Forever! [img]http://www.brianzapopolare.it/sezioni/societa/assets/20040221_roma_corteo_antiproibizionistico_400x266.jpg[/img]
    • ... scrive:
      Re: tutto liBBBero
      [img]http://images2.corriereobjects.it/methode_image/2014/02/26/Politica/Foto%20Gallery/08-renzibean_8_MGzoom.jpg?v=20140227130253[/img]
  • CELOKIEDELE UROPPA scrive:
    SE CELO KIEDE L'EUROPPA è GIUSTO!
    CE LO KIEDE L'EUROPPA, CE LO KIEDE LA MERKEL, CE LO KIEDONO I MERKATI, DOBBIAMO AFFARLO PEFFORZA!!!!!! IO VOLIO PACARE LIVA PIU' ALTA!!! VI PRECO, FATEMI PACARE LIVA PIU' ALTA!!! LA MAESTRA DICEVA SEMPRE KE DOBBIAMO FARE KUELLO CHE CI KIEDE L'EUROPPA!!!! ORA VOLETE PURE METTE IN DUPPIO KUELLO CHE DICE LA MAESTRA???!!!!CE LO KIEDE L'EUROPPA!!! CE LO KIEDE L'EUROPPA!!! CE LO KIEDE L'EUROPPA!!! CE LO KIEDE L'EUROPPA!!! CE LO KIEDE L'EUROPPA!!! LO KIEDE L'EUROPPA!!! CE LO KIEDE L'EUROPPA!!!
    • Namecess scrive:
      Re: SE CELO KIEDE L'EUROPPA è GIUSTO!
      Fai più ridere quanto fai il fascio, coglione.
      • fascio scrive:
        Re: SE CELO KIEDE L'EUROPPA è GIUSTO!
        Ridi ridi, che noi "fasci" stiamo vincendo elezioni e referendum ovunque. Per davvero, non solo nei tuoi incubi. E proprio oggi, non negli anni '30.[img]http://mediad.publicbroadcasting.net/p/shared/pmp/styles/x_large/pmpshared/201607/5c5ac12b-f56c-4846-912a-29c9eab0c11e.jpg[/img][img]http://www.slate.com/content/dam/slate/blogs/moneybox/2015/08/16/donald_trump_on_immigration_build_border_fence_make_mexico_pay_for_it/483208412-real-estate-tycoon-donald-trump-flashes-the-thumbs-up.jpg.CROP.promo-xlarge2.jpg[/img][img]http://www.nationalvanguard.org/wp-content/uploads/2015/07/Orban.jpg[/img]Che avevi da dire? No scusa, non ho mica capito...[img]http://cdn.playbuzz.com/cdn/38fe2d24-d7c9-443c-8bba-a46bfc7d88ee/9e2569b8-8af4-4ee8-a0a4-b94439925dbd.jpg[/img]
        • ... scrive:
          Re: SE CELO KIEDE L'EUROPPA è GIUSTO!
          Se ti può (s)consolare in Francia hanno appena finito di silurare la Le Pen (troll2).
          • silurante scrive:
            Re: SE CELO KIEDE L'EUROPPA è GIUSTO!
            - Scritto da: ...
            Se ti può (s)consolare in Francia hanno appena
            finito di silurare la Le PenSi vede che non l'hanno silurata abbastanza, perchè è prima nei sondaggi:https://en.wikipedia.org/wiki/Opinion_polling_for_the_French_presidential_election,_2017#March_2017Per l'occidente si apre una decade molto interessante. 8)
          • silurante scrive:
            Re: SE CELO KIEDE L'EUROPPA è GIUSTO!
            - Scritto da: silurante
            - Scritto da: ...

            Se ti può (s)consolare in Francia hanno appena

            finito di silurare la Le Pen

            Si vede che non l'hanno silurata abbastanza,
            perchè è prima nei
            sondaggi:
            https://en.wikipedia.org/wiki/Opinion_polling_for_

            Per l'occidente si apre una decade molto
            interessante.
            8)O magari un Ventennio... 8) 8) 8)
          • non sparar cassate scrive:
            Re: SE CELO KIEDE L'EUROPPA è GIUSTO!
            Non spariamo cazzate:http://www.ilfoglio.it/esteri/2017/03/09/news/elezioni-in-francia-macron-supera-le-pen-gia-al-primo-turno-dice-un-sondaggio-124398/E la fonte è pure di destra...Consolati con il candidato antieuropeista olandese:http://www.linkiesta.it/it/article/2017/03/06/olanda-al-voto-il-nazionalismo-ha-gia-vinto-anche-se-perde/33458/P.S: il ventennio lo stiamo vivendo adesso facendo i tirapiedi della Germania esattamente come accadde all' epoca del Musso.
          • fascio scrive:
            Re: SE CELO KIEDE L'EUROPPA è GIUSTO!
            - Scritto da: non sparar cassate
            Non spariamo cazzate:

            http://www.ilfoglio.it/esteri/2017/03/09/news/elez
            Io i sondaggi li ho linkati TUTTI. Tu uno solo , TUTTI gli altri la danno in vantaggio, inclusi altri due usciti ieri. Voi europeisti state facendo la fine dei negri sui barconi. 8)
    • joe scrive:
      Re: SE CELO KIEDE L'EUROPPA è GIUSTO!
      lavori anche te nel campo del porno?
  • dio scrive:
    porco
    ma porca di quella puttana troia bastarda, ieri giornata di merda, oggi giornata di merda... vaffanculo, so già come sarà domani...
    • Pinuccio e Biagio scrive:
      Re: porco
      Scrivere stronzate qui non migliora di certo le cose. Le stronzate falle come noi nella turca...
      • dio scrive:
        Re: porco
        bravo coglione bastardo, fai pure lo spiritoso... a me intanto il lavoro (finchè c'è) va di merda, la saluta inizia ad andare a puttane e la vita sociale non l'ho mai avuta... quindi dio cazzo porco, risparmiami le tue stronzate.
        • pinuccio scrive:
          Re: porco
          pinuccio in ogni posto che va sente puzza di cacca, ma non capisce mai di chi è la colpa
          • biagio scrive:
            Re: porco
            é colpa di biagio che precede sempre pinuccio lasciando in giro ricordini marroni e puzzolenti.
          • dio scrive:
            Re: porco
            ma puttana zoccola di quella lercia di vostra madre che spompina i cammelli, dio cristo andate affanculo merde schifose del cazzo.
  • jaguarissim o scrive:
    Pago due volte per cosa?
    Iniziassero a regalare l'e-book corrispondente con l'acquisto di un libro cartaceo, poi discutiamo di quello che volete. Parassiti.
    • Amazoz scrive:
      Re: Pago due volte per cosa?
      Col ca**o, ti tieni il libro cartaceo e tanti auguri con la fotocopiatrice, troppo comoda le versione digitale.
      • iRoby scrive:
        Re: Pago due volte per cosa?
        Molti testi tecnici se compri il cartaceo hai diritto all'ebook.All'estero penso sia pressoché la norma.
        • ... scrive:
          Re: Pago due volte per cosa?
          - Scritto da: iRoby
          Molti testi tecnici se compri il cartaceo hai
          diritto
          all'ebook.Io al massimo ci trovo il link ad un sito striminzito con quattro informazioni del menga.

          All'estero penso sia pressoché la norma.Penso?!?! Che vuol dire penso? Se hai dei dati a supporto della tua tesi bene, altrimenti risparmiaci certe affermazioni.
          • Marco scrive:
            Re: Pago due volte per cosa?
            Esiste Kindle matchbook...ma non in Italia...qui è solo per la musica.
          • ... scrive:
            Re: Pago due volte per cosa?
            Potevi evitarti la figura di palta restando in silenzio e invece:"For thousands of qualifying books, your past, present, and future print-edition purchases now allow you to buy the Kindle edition for $2.99 or less."Cioè, devo pagare 2.99, a quel punto mi compro direttamente la versione digitale e mi rispario il salasso della versione cartacea...
          • iRobby scrive:
            Re: Pago due volte per cosa?
            Sei quel coglione di iRobby in incognito? HAHAHAHAAHAH bella figura di merda!
          • Il fuddaro scrive:
            Re: Pago due volte per cosa?
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: iRoby

            Molti testi tecnici se compri il cartaceo hai

            diritto

            all'ebook.

            Io al massimo ci trovo il link ad un sito
            striminzito con quattro informazioni del
            menga.




            All'estero penso sia pressoché la norma.

            Penso?!?! Che vuol dire penso? Se hai dei dati a
            supporto della tua tesi bene, altrimenti
            risparmiaci certe
            affermazioni. Si, esistono ed è così per diversi editori che vendono in lingua english.Ci vuole davvero poco... basta googlare. Se non fosse che non voglio fare pubblicità ad editori che hanno speculato e speculano ancora oggi su documenti di vitale importanza per alcuni ambiti, te li sbatterei in monitor! (geek)
          • iRoby scrive:
            Re: Pago due volte per cosa?
            In questo forum ci sono ritardati mentali e ignoranti.Gli devi provare ogni cosa che dici. Con link, documenti, foto.Mai che avessero un minimo di cultura per cui conoscere queste cose.Ma anche pigrizia e stupidità da non sapere aprire Google e guardare un attimo.Però per scrivere e romperti le palle il tempo lo trovano.E la maggior parte della gente è ridotta in questo stato, non solo qui.
          • memoria scrive:
            Re: Pago due volte per cosa?
            - Scritto da: iRoby
            In questo forum ci sono ritardati mentali e
            ignoranti.
            Gli devi provare ogni cosa che dici. Con link,
            documenti,
            foto.

            Mai che avessero un minimo di cultura per cui
            conoscere queste
            cose.

            Ma anche pigrizia e stupidità da non sapere
            aprire Google e guardare un
            attimo.

            Però per scrivere e romperti le palle il tempo lo
            trovano.

            E la maggior parte della gente è ridotta in
            questo stato, non solo
            qui.ti sei dimenticato complottisti, paranoici, deus ex machina, quelli che hanno la verità in tasca, tutta persone da portare in prima linea per fargli capire come funzionano le cose
          • iRoby scrive:
            Re: Pago due volte per cosa?
            Quelli che hai nominato sono le stesse persone che ho nominato io.Gente intelligente e di cultura, raramente è ciò che hai scritto.
  • lettore scrive:
    Unione degli Ebeti
    Sostanzialmente questa sentenza è un'incentivo fiscale alla deforestazione, e un disincentivo di analoga misura alla modernità, probabilmente per fare un favore all'editoria tradizionale che fa quotidianamente propaganda europeista. Ringraziamo la UE di ricordarci, in ogni piccola cosa, quanto sia sporca e lobbistica.
    • kngyknpim scrive:
      Re: Unione degli Ebeti
      - Scritto da: lettore
      Sostanzialmente questa sentenza è un'incentivo
      fiscale alla deforestazione,Quanta ignoranza.Carta e cartone consumati dagli imballaggi sono una quantità enorme rispetto a quella consumata dai libri. Senza contare tutti gli altri usi della carta.
      • ... scrive:
        Re: Unione degli Ebeti
        - Scritto da: kngyknpim
        - Scritto da: lettore

        Sostanzialmente questa sentenza è
        un'incentivo

        fiscale alla deforestazione,

        Quanta ignoranza.
        Carta e cartone consumati dagli imballaggi sono
        una quantità enorme rispetto a quella consumata
        dai libri.Un cartone amazon peserà sì e no un decimo di un libro di 500 pagine, forse meno. E tra l'altro la carta degli imballaggi è sempre riciclata.
        Senza contare tutti gli altri usi della carta.Pulirsi il di-dietro con le scemenze che scrivi, oltre che con la bandiera UE?
        • kngyknpim scrive:
          Re: Unione degli Ebeti


          Un cartone amazon peserà sì e no un decimo di un
          libro di 500 pagine, forse meno. E tra l'altro la
          carta degli imballaggi è sempre riciclata.
          Ma davvero sei tanto coglione da credere che gli imballaggi siano usati solo per i libri?
          • ... scrive:
            Re: Unione degli Ebeti
            - Scritto da: kngyknpim



            Un cartone amazon peserà sì e no un decimo di un

            libro di 500 pagine, forse meno. E tra l'altro
            la

            carta degli imballaggi è sempre riciclata.



            Ma davvero sei tanto coglione da credere che gli
            imballaggi siano usati solo per i
            libri?Qui si sta parlando di libri, non dei cartoni usati per confezionare la frutta o gli attrezzi da bricolage, che si userebbero comunque (e continuano ad essere di carta riciclata). Europiddino, povera ameba: ma che minchia speravi di dimostrare? :-o
      • lettore scrive:
        Re: Unione degli Ebeti
        - Scritto da: kngyknpim
        - Scritto da: lettore

        Sostanzialmente questa sentenza è
        un'incentivo

        fiscale alla deforestazione,

        Quanta ignoranza.
        Carta e cartone consumati dagli imballaggi sono
        una quantità enorme rispetto a quella consumata
        dai libri.Quale sarebbe il nesso col mio post? Quindi siccome si usano gli imballaggi per altri oggetti (che tra l'altro sono riciclabili, come t'ha fatto notare trepunti), allora tanto vale tirare giù qualche foresta in più per i libri?
        • ... scrive:
          Re: Unione degli Ebeti
          - Scritto da: lettore
          - Scritto da: kngyknpim

          - Scritto da: lettore


          Sostanzialmente questa sentenza è

          un'incentivo


          fiscale alla deforestazione,



          Quanta ignoranza.

          Carta e cartone consumati dagli imballaggi
          sono

          una quantità enorme rispetto a quella
          consumata

          dai libri.

          Quale sarebbe il nesso col mio post? Quindi
          siccome si usano gli imballaggi per altri oggetti
          (che tra l'altro sono riciclabili, come t'ha
          fatto notare trepunti), allora tanto vale tirare
          giù qualche foresta in più per i
          libri?No, è che siccome è piddino, allora deve difendere la UE. Per dire, se la UE difendesse i pedofili o l'isis, allora lo farebbe anche lui.Vent'anni di cura prodi-veltroni-bersani-renzi producono questi risultati.
  • ... scrive:
    morte dell'editoria.
    un amico mi ha offerto TUTTE le pubblicazioni Mondadori su una chiavetta USB gratis
    • iRoby scrive:
      Re: morte dell'editoria.
      Col mulo tiri giù qualcosa come 40.000 libri tra saggi e letteratura.E sono esclusi tutti i testi tecnici.
      • Pensieroso scrive:
        Re: morte dell'editoria.

        Col mulo tiri giù qualcosa come 40.000 libri tra
        saggi e
        letteratura.
        E sono esclusi tutti i testi tecnici.la media e' di 2 libri letti ogni anno, il librofilo se li compra in libreria e sa tutto dei suoi autori, le donne leggono molto piu' degli uomini
        • Izio01 scrive:
          Re: morte dell'editoria.
          - Scritto da: Pensieroso

          Col mulo tiri giù qualcosa come 40.000 libri tra

          saggi e

          letteratura.

          E sono esclusi tutti i testi tecnici.

          la media e' di 2 libri letti ogni anno, il
          librofilo se li compra in libreria e sa tutto dei
          suoi autori, le donne leggono molto piu' degli
          uominiE non ci sono più le stagioni di una volta, e si stava meglio quando si stava peggio, e ai tuoi tempi la gente aveva i valori.Conosco una lettrice che DIVORA libri a decine, ma siccome non li compra in libreria, non rientra nella tua definizione. Ritenta.Anzi, lascia pur perdere, che è meglio.
          • Pensieroso scrive:
            Re: morte dell'editoria.
            - Scritto da: Izio01
            - Scritto da: Pensieroso


            Col mulo tiri giù qualcosa come 40.000
            libri
            tra


            saggi e


            letteratura.


            E sono esclusi tutti i testi tecnici.



            la media e' di 2 libri letti ogni anno, il

            librofilo se li compra in libreria e sa
            tutto
            dei

            suoi autori, le donne leggono molto piu'
            degli

            uomini

            E non ci sono più le stagioni di una volta, e si
            stava meglio quando si stava peggio, e ai tuoi
            tempi la gente aveva i
            valori.
            Conosco una lettrice che DIVORA libri a decine,
            ma siccome non li compra in libreria, non rientra
            nella tua definizione. Ritenta.Anzi, lascia pur
            perdere, che è
            meglio.basta fare un minimmodi ricerca http://www.repubblica.it/cultura/2016/01/06/news/istat_cultura_teatri_musei-130704290/
          • iRoby scrive:
            Re: morte dell'editoria.
            E ricerchi che cosa, le statistiche di Repubblica l'Espresso?
          • scettico scrive:
            Re: morte dell'editoria.
            - Scritto da: iRoby
            E ricerchi che cosa, le statistiche di Repubblica
            l'Espresso?portaci quelle di donchisciotte che sono er top !!
          • Izio01 scrive:
            Re: morte dell'editoria.
            - Scritto da: Pensieroso
            - Scritto da: Izio01

            - Scritto da: Pensieroso



            Col mulo tiri giù qualcosa come 40.000

            libri

            tra



            saggi e



            letteratura.



            E sono esclusi tutti i testi tecnici.





            la media e' di 2 libri letti ogni anno, il


            librofilo se li compra in libreria e sa

            tutto

            dei


            suoi autori, le donne leggono molto piu'

            degli


            uomini



            E non ci sono più le stagioni di una volta, e si

            stava meglio quando si stava peggio, e ai tuoi

            tempi la gente aveva i

            valori.

            Conosco una lettrice che DIVORA libri a decine,

            ma siccome non li compra in libreria, non
            rientra

            nella tua definizione. Ritenta.Anzi, lascia pur

            perdere, che è

            meglio.

            basta fare un minimmodi ricerca

            http://www.repubblica.it/cultura/2016/01/06/news/iDove direbbe che "il librofilo se li compra in libreria e sa tutto dei suoi autori"?
        • ... scrive:
          Re: morte dell'editoria.
          Tu devi essere ricchione.
    • gyjbftvt scrive:
      Re: morte dell'editoria.
      - Scritto da: ...
      un amico mi ha offerto TUTTE le pubblicazioni
      Mondadori su una chiavetta USB
      gratisVista la mafia che controlla Mondadori non mi sembra una cosa grave.Purtroppo neanche la cultura è libera in Italia.
    • bradipao scrive:
      Re: morte dell'editoria.
      - Scritto da: ...
      un amico mi ha offerto TUTTE le pubblicazioni
      Mondadori su una chiavetta USB gratisIl punto è che anche quando i libri erano solo di carta, quello che pagavi non era il contenuto, ma la capacità dell'editore di stamparli e tu di riceverne una copia.Ora che non è più possibile far pagare questo aspetto, dovrebbe cambiare il modello di business. E non cercare artifici tecnici per reiterarlo.
      • iRoby scrive:
        Re: morte dell'editoria.
        Ah beh si faranno fare microSD da 512KB apposta per fornire un supporto fisico di qualche tipo e ribadire la loro insostituibilità.Vorrebbero sostituire tassisti, lavoratori di ogni genere con il progresso tecnologico. Ma loro multinazionali parassitacce, non vogliono proprio fallire sotto i colpi del progresso.Vedi la Tre che considera ancora il fax tecnologia moderna per obbligarti a usarlo per le comunicazioni importanti."Multa di 300mila euro di AgCom a H3G-3 Italia: l'utente che protesta non riesce a parlare con un operatore e la voce automatica gli chiede di spedire un fax."
        • bradipao scrive:
          Re: morte dell'editoria.
          Tutti quelli che hai descritto sono casi in cui un soggetto fa sempre più fatica a far valere la sua "rendita di posizione", cioè il farsi pagare più per una qualche esclusiva, che non per il servizio che fornisce.- Scritto da: iRoby
          Ah beh si faranno fare microSD da 512KB apposta
          per fornire un supporto fisico di qualche tipo e
          ribadire la loro
          insostituibilità.

          Vorrebbero sostituire tassisti, lavoratori di
          ogni genere con il progresso tecnologico. Ma loro
          multinazionali parassitacce, non vogliono proprio
          fallire sotto i colpi del
          progresso.

          Vedi la Tre che considera ancora il fax
          tecnologia moderna per obbligarti a usarlo per le
          comunicazioni
          importanti.

          "Multa di 300mila euro di AgCom a H3G-3 Italia:
          l'utente che protesta non riesce a parlare con un
          operatore e la voce automatica gli chiede di
          spedire un
          fax."
      • Izio01 scrive:
        Re: morte dell'editoria.
        - Scritto da: bradipao
        - Scritto da: ...

        un amico mi ha offerto TUTTE le pubblicazioni

        Mondadori su una chiavetta USB gratis

        Il punto è che anche quando i libri erano solo di
        carta, quello che pagavi non era il contenuto, ma
        la capacità dell'editore di stamparli e tu di
        riceverne una copia.

        Ora che non è più possibile far pagare questo
        aspetto, dovrebbe cambiare il modello di
        business. E non cercare artifici tecnici per
        reiterarlo.Vero, gli editori sono degli strozzini - ma la gente non è che sia meglio.Ho comprato di recente una tetralogia di Rudy Rucker pagandola una cifra ridicola, soldi che ho speso molto volentieri. Poi mi sono detto: perché non cimentarmi a leggere la trilogia di Neuromante, stavolta in lingua inglese per apprezzarla appieno? Detto fatto, cerco gli ebook relativi, e costano più dell'equivalente cartaceo, 7 euro per un libro uscito trent'anni fa e senza nemmeno una traduzione di mezzo. Quei soldi non li ho spesi.Però poi cerco una app sul Play Store e vedo un sacco di gente che si lamenta del costo: spende 99 centesimi e ritiene di aver acquistato un bene di lusso e si aspetta questo o quello. Oppure non vuole spendere nemmeno quei 99 centesimi ma si lamenta della presenza degli annunci pubblicitari nella versione free.Ok cambiare il modello di business, ok capire che il mondo è andato avanti, ma è necessario che la gente capisca anche che il lavoro va retribuito. Quando i prezzi sono bassi, non dovrebbe essere così difficile convincere le persone a passare da canali legali.
        • Il fuddaro scrive:
          Re: morte dell'editoria.
          - Scritto da: Izio01
          - Scritto da: bradipao

          - Scritto da: ...


          un amico mi ha offerto TUTTE le
          pubblicazioni


          Mondadori su una chiavetta USB gratis



          Il punto è che anche quando i libri erano
          solo
          di

          carta, quello che pagavi non era il
          contenuto,
          ma

          la capacità dell'editore di stamparli e tu di

          riceverne una copia.



          Ora che non è più possibile far pagare questo

          aspetto, dovrebbe cambiare il modello di

          business. E non cercare artifici tecnici per

          reiterarlo.

          Vero, gli editori sono degli strozzini - ma la
          gente non è che sia
          meglio.
          Ho comprato di recente una tetralogia di Rudy
          Rucker pagandola una cifra ridicola, soldi che ho
          speso molto volentieri. Poi mi sono detto: perché
          non cimentarmi a leggere la trilogia di
          Neuromante, stavolta in lingua inglese per
          apprezzarla appieno? Detto fatto, cerco gli ebook
          relativi, e costano più dell'equivalente
          cartaceo, 7 euro per un libro uscito trent'anni
          fa e senza nemmeno una traduzione di mezzo. Quei
          soldi non li ho
          spesi.
          Però poi cerco una app sul Play Store e vedo un
          sacco di gente che si lamenta del costo: spende
          99 centesimi e ritiene di aver acquistato un bene
          di lusso e si aspetta questo o quello. Oppure non
          vuole spendere nemmeno quei 99 centesimi ma si
          lamenta della presenza degli annunci pubblicitari
          nella versione
          free.
          Ok cambiare il modello di business, ok capire che
          il mondo è andato avanti, ma è necessario che la
          gente capisca anche che il lavoro va retribuito.
          Quando i prezzi sono bassi, non dovrebbe essere
          così difficile convincere le persone a passare da
          canali
          legali.Quella da te descritta è la 'gente formata e modellata' da quei signori che prendono le decisioni ai tavoli delle riunioni nelle suddette aziende demoniache.
          • scettico scrive:
            Re: morte dell'editoria.
            - Scritto da: Il fuddaro
            Quella da te descritta è la 'gente formata e
            modellata' da quei signori che prendono le
            decisioni ai tavoli delle riunioni nelle suddette
            aziende
            demoniache.tu si che hai capito todos
          • Il fuddaro scrive:
            Re: morte dell'editoria.
            - Scritto da: scettico
            - Scritto da: Il fuddaro

            Quella da te descritta è la 'gente formata e

            modellata' da quei signori che prendono le

            decisioni ai tavoli delle riunioni nelle
            suddette

            aziende

            demoniache.

            tu si che hai capito todosTu invece si che sai impersonare molti utenti....... e tutti esprimono il meglio del meglio.
    • Il fuddaro scrive:
      Re: morte dell'editoria.
      - Scritto da: ...
      un amico mi ha offerto TUTTE le pubblicazioni
      Mondadori su una chiavetta USB
      gratisRingrazialo. (rotfl)
    • caccia gli script scrive:
      Re: morte dell'editoria.
      - Scritto da: ...
      un amico mi ha offerto TUTTE le pubblicazioni
      Mondadori su una chiavetta USB
      gratisMio cuggino mi ha dato un HD con tutti i segreti del mondo
  • iRoby scrive:
    Libri liberi
    Il libro è potenzialmente una delle poche opere dell'uomo che potrebbe reggersi economicamente da solo.Cioè è uno strumento che porta giovamento se è un saggio, o emozioni se è un romanzo, e si sviluppa un legame con l'autore.Con la facilità dei nuovi mezzi di pagamento è tanto facile e immediato per un lettore pagare direttamente l'autore del libro elettronico. Proprio in virtù di quel legame che si è creato tra autore e lettore.Basterebbe un bel QRCode sulla seconda di copertina, o meglio in fondo, quando lo si è letto tutto. Finita la lettura se è piaciuto si clicka sul link o si punta con lo smartphone il QR e si manda la donazione all'autore.Non è un caso che piattaforme di auto-editoria come Amazon stiano avendo un boom.Ho visto autori che con 4 romanzetti in italiano e poi tradotti in inglese hanno una rendita di quasi 400 euro al mese tramite Amazon. La maggior parte provenienti dall'estero.Per questo mi sono iscritto anch'io come autore e sto scrivendo un paio di libri che credo avranno veramente successo nei rispettivi settori a cui sono indirizzati. Soprattutto le versioni in inglese. L'Itaglia è un brutto paese pieno di brutta gente e quindi non vale la pena pubblicare per gli "itagliani".
    • Pietro scrive:
      Re: Libri liberi
      - Scritto da: iRoby" e
      sto scrivendo un paio di libri che credo avranno
      veramente successo nei rispettivi settori a cui
      sono indirizzati. Soprattutto le versioni in
      inglese."senza meccanismi di promozione (delle case editrici) dell'esistenza di quei libri se ne accorgeranno solo in 4 gatti.
      • iRoby scrive:
        Re: Libri liberi
        Hhmmm si, no, ni.Amazon nel suo ecosistema fa promozione.Si può fare una community di scrittori come ci sono le community di programmatori su github, sourceforge ecc.Una piattaforma open. Che diventerà un punto di riferimento per gli autori come anche i lettori. Diventerà famosa come Wikipedia.
        • Pietro scrive:
          Re: Libri liberi
          - Scritto da: iRoby
          Hhmmm si, no, ni.
          Amazon nel suo ecosistema fa promozione.perché i libri poi li vende e quindi ci guadagna.
          Si può fare una community di scrittori come ci
          sono le community di programmatori su github,
          sourceforge
          ecc.no serve una community di lettori
          Una piattaforma open. Che diventerà un punto di
          riferimento per gli autori come anche i lettori.
          Diventerà famosa come
          Wikipedia.rimane il problema di remunerare giustamente gli autori, come si dice: per niente neanche il cane muove la coda.
          • Il fuddaro scrive:
            Re: Libri liberi
            - Scritto da: Pietro
            - Scritto da: iRoby

            Hhmmm si, no, ni.

            Amazon nel suo ecosistema fa promozione.

            perché i libri poi li vende e quindi ci guadagna.


            Si può fare una community di scrittori come ci

            sono le community di programmatori su github,

            sourceforge

            ecc.

            no serve una community di lettori


            Una piattaforma open. Che diventerà un punto di

            riferimento per gli autori come anche i lettori.

            Diventerà famosa come

            Wikipedia.

            rimane il problema di remunerare giustamente gli
            autori, come si dice: per niente neanche il cane
            muove la
            coda.Quello divrebbero farlo gli EDITORI invece di tenersi la pappa tutta per loro e dando le briciole ai rispettivi autori, ma dagli interventi che di solito posti si capisce che non sai mai dove risiede la verità o se ci sia pure.
          • scettico scrive:
            Re: Libri liberi
            - Scritto da: Il fuddaro
            Quello divrebbero farlo gli EDITORI invece di
            tenersi la pappa tutta per loro e dando le
            briciole ai rispettivi autori, ma dagli
            interventi che di solito posti si capisce che non
            sai mai dove risiede la verità o se ci sia
            pure.le tue verità hanno il colore di quelle di biagio e pinuccio
          • Il fuddaro scrive:
            Re: Libri liberi
            - Scritto da: scettico
            - Scritto da: Il fuddaro

            Quello divrebbero farlo gli EDITORI invece di

            tenersi la pappa tutta per loro e dando le

            briciole ai rispettivi autori, ma dagli

            interventi che di solito posti si capisce che
            non

            sai mai dove risiede la verità o se ci sia

            pure.

            le tue verità hanno il colore di quelle di biagio
            e
            pinuccioRipeto: Mentre le tue hanno UNA sola cosa in comune, quelle di appartenere al ... quello demenziale, al scettico, al nomignolo uscito al momento che esprimono tutti la stessa cacca non il solo colore di quella fatta da biagio e pinuccio che tra l'altro sono i tuoi amichetti creati da te stesso OMME' de MERDA', non de cartone!Saluti. E a non risentirci.(rotfl)
      • panda rossa scrive:
        Re: Libri liberi
        - Scritto da: Pietro
        - Scritto da: iRoby
        " e

        sto scrivendo un paio di libri che credo avranno

        veramente successo nei rispettivi settori a cui

        sono indirizzati. Soprattutto le versioni in

        inglese."

        senza meccanismi di promozione (delle case
        editrici) dell'esistenza di quei libri se ne
        accorgeranno solo in 4
        gatti.E quei 4 gatti ne parleranno ad altri 4 gatti, i quali a loro volta ad altri 4 gatti, e in una decina di passaggi tutti gli interessati ne verranno a conoscenza.Questo perche' quei libri sono scritti bene e godono dell'interesse di chi li legge.A differenza della robaccia commerciale che viene pesantemente spinta dalla pubblicita', senza la quale neppure quei 4 gatti...
        • iRoby scrive:
          Re: Libri liberi
          Mi hai fatto venire in mente capolavori editi da Mondadori di Fabio Volo.Non stai vivendo se non sai di vivereSono sempre stato una persona malinconica con la vocazione di essere una persona allegraLei era lemozione della mia giornataCiò che dai è tuo per sempreHo pensato che se unemozione la senti, conviene viverlaE impari quanto sia bella e grandiosa la semplicitàVorrei che anche nella vita e non solo in strada ci fossero i segnali, per sapere quando proseguire, quando girare o quando dare la precedenzaMa la più idiota di tutte, proprio da caduta di pal..pebre è questa meraviglia:«Ho letto da qualche parte che il vero motivo per cui si sono estinti i dinosauri è perché nessuno li accarezzava.Bisogna sperare che l'uomo non faccia lo stesso stupido errore con le donne.»
          • bradipao scrive:
            Re: Libri liberi
            - Scritto da: iRoby
            Mi hai fatto venire in mente capolavori editi da
            Mondadori di Fabio Volo.Come mi hanno fatto notare, questi libri hanno grande successo perchè comprati da chi di solito non legge libri. Comprano l'autore, non il contenuto.
        • Il fuddaro scrive:
          Re: Libri liberi
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Pietro

          - Scritto da: iRoby

          " e


          sto scrivendo un paio di libri che
          credo
          avranno


          veramente successo nei rispettivi
          settori a
          cui


          sono indirizzati. Soprattutto le
          versioni
          in


          inglese."



          senza meccanismi di promozione (delle case

          editrici) dell'esistenza di quei libri se ne

          accorgeranno solo in 4

          gatti.

          E quei 4 gatti ne parleranno ad altri 4 gatti, i
          quali a loro volta ad altri 4 gatti, e in una
          decina di passaggi tutti gli interessati ne
          verranno a
          conoscenza.

          Questo perche' quei libri sono scritti bene e
          godono dell'interesse di chi li
          legge.

          A differenza della robaccia commerciale che viene
          pesantemente spinta dalla pubblicita', senza la
          quale neppure quei 4
          gatti...E sottolineamolo e gente che quando lo vuole quel libro dell'autore x, lo paga senza battere ciglio!!
      • Izio01 scrive:
        Re: Libri liberi
        - Scritto da: Pietro
        - Scritto da: iRoby
        " e

        sto scrivendo un paio di libri che credo avranno

        veramente successo nei rispettivi settori a cui

        sono indirizzati. Soprattutto le versioni in

        inglese."

        senza meccanismi di promozione (delle case
        editrici) dell'esistenza di quei libri se ne
        accorgeranno solo in 4 gatti.Ma infatti ho praticamente smesso di leggere l'offerta del giorno dle Kindle. A parte che i prezzi sono saliti, prima trovavi libri a 99 centesimi, ora il prezzo è almeno il doppio, ma poi ho capito che spesso e volentieri sono romanzetti scritti dal ragioniere o dalla commessa, che sperano di arrotondare lo stipendio.Ok, qualsiasi autore è partito da zero, ma il mio tempo è prezioso e la gente scrive mediamente male, quindi preferisco essere più selettivo.
        • iRoby scrive:
          Re: Libri liberi
          Ti piacerà quello che sto scrivendo io...A tempo debito lo pubblicherò.Mi piacerebbe pubblicarlo contemporaneamente alla mia laurea in neuroscienze, se riuscirò a laurearmi regolare...
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Libri liberi
            - Scritto da: iRoby
            Ti piacerà quello che sto scrivendo io...
            A tempo debito lo pubblicherò.

            Mi piacerebbe pubblicarlo contemporaneamente alla
            mia laurea in neuroscienze, se riuscirò a
            laurearmi
            regolare...Spero non sia un libro tipo "vegani VS nuovo ordine mondiale" :D
          • iRoby scrive:
            Re: Libri liberi
            I miei non sono libri per persone così limitate come molti forumisti di P.I.Uno sarà sulla vita di persone con problemi neurologici o psichiatrici, le difficoltà a riconoscerli, il loro cercare di mimetizzarsi tra i "normali" e fare danni assurdi facendosi mette incinta, o mettendo incinta, vivendo con mamma e papà fino a età avanzata. Le violenze in famiglia e le conseguenze per i figli e i nipoti. Le bulimie, le dipendenze da droghe, alcool e gioco d'azzardo.Su come si può e si deve riconoscere queste persone prima che sia troppo tardi. Il come aiutarle.O se proprio ci si vuole costruire una relazione, il come riuscire a tenerla in piedi nonostante i problemi.Sembra una cosa triste, ma garantisco che c'è un 20% di popolazione che vive in queste condizioni.L'altro è un libro su tuning, elaborazioni, e altre cose interessanti per chi è appassionato del settore.Altri saranno dispense tecniche, interesseranno solo a delle nicchie.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Libri liberi
            Certo che tu gli scherzi non li sai riconoscere, eh ? :D
          • giggio scrive:
            Re: Libri liberi
            - Scritto da: Sg@bbio
            Certo che tu gli scherzi non li sai riconoscere,
            eh ?
            :Deh ?
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Libri liberi
            Certo che tu gli scherzi non li sai riconoscere, eh ? :D
          • giggio scrive:
            Re: Libri liberi
            - Scritto da: Sg@bbio
            Certo che tu gli scherzi non li sai riconoscere,
            eh ?
            :Daaahhh..
          • Il fuddaro scrive:
            Re: Libri liberi
            - Scritto da: iRoby
            I miei non sono libri per persone così limitate
            come molti forumisti di
            P.I.

            Uno sarà sulla vita di persone con problemi
            neurologici o psichiatrici, le difficoltà a
            riconoscerli, il loro cercare di mimetizzarsi tra
            i "normali" e fare danni assurdi facendosi mette
            incinta, o mettendo incinta, vivendo con mamma e
            papà fino a età avanzata. Le violenze in famiglia
            e le conseguenze per i figli e i nipoti. Le
            bulimie, le dipendenze da droghe, alcool e gioco
            d'azzardo.
            Su come si può e si deve riconoscere queste
            persone prima che sia troppo tardi. Il come
            aiutarle.
            O se proprio ci si vuole costruire una relazione,
            il come riuscire a tenerla in piedi nonostante i
            problemi.

            Sembra una cosa triste, ma garantisco che c'è un
            20% di popolazione che vive in queste
            condizioni.

            L'altro è un libro su tuning, elaborazioni, e
            altre cose interessanti per chi è appassionato
            del
            settore.

            Altri saranno dispense tecniche, interesseranno
            solo a delle
            nicchie.Sul primo sarebbe bastato il titolo: Il macaco e la sua psiche. (rotfl)
          • iRoby scrive:
            Re: Libri liberi
            - Scritto da: Il fuddaro
            Sul primo sarebbe bastato il titolo: Il macaco e
            la sua psiche. (rotfl)I meccanismi dei brand e quelli degli sport sono stati studiati dalle neuroscienze.Per i fanatici del brand i meccanismi sono identici a quelli dei fanatici religiosi.Per i fanatici degli sport i meccanismi sono identici ai drogati.Lo sport da assuefazione e permette di non pensare.E con meccanismi intendo che sotto una risonanza magnetica funzionale osservando oggetti come quelli Apple o una partita di calcio, si illuminano e interagiscono aree del cervello identiche a quelle che lavorano nei fanatici religiosi (per il brand) o i tossici (per gli sport).
          • ... scrive:
            Re: Libri liberi
            - Scritto da: iRoby
            Mi piacerebbe pubblicarlo contemporaneamente alla
            mia laurea in neuroscienze, se riuscirò a
            laurearmi regolare...Se perdessi meno tempo su PI ci riusciresti ;)
  • panda rossa scrive:
    Il drm va tassato pesantemente!
    La corte di giustizia europea fa bene a respingere le lusinghe dei lobbisti.Il DRM non merita alcuna iva agevolata: va tassato pesantemente.Un ebook non e' un libro.Al di la' del mero contenuto, un libro e' un oggetto con la sua natura, la sua storia, le sue caratteristiche del tutto assenti nel corrispondente digitale, ma soprattutto un libro e' LIBERO, cosa che il suo corrispondente digitale non e' e non vogliono che sia.Quindi IVA salata!
    • bradipao scrive:
      Re: Il drm va tassato pesantemente!
      - Scritto da: panda rossa
      La corte di giustizia europea fa bene a
      respingere le lusinghe dei lobbisti.
      Il DRM non merita alcuna iva agevolata: va
      tassato pesantemente.Sono d'accordo. Tanto più che qualsiasi IVA agevolata non adrebbe a ridurre i prezzi al consumatore, ma solo ad aumentare i profitti.Per definizione il libro dovrebbe avere formato OPEN e senza DRM.
      • panda rossa scrive:
        Re: Il drm va tassato pesantemente!
        - Scritto da: bradipao
        - Scritto da: panda rossa

        La corte di giustizia europea fa bene a

        respingere le lusinghe dei lobbisti.

        Il DRM non merita alcuna iva agevolata: va

        tassato pesantemente.

        Sono d'accordo. Tanto più che qualsiasi IVA
        agevolata non adrebbe a ridurre i prezzi al
        consumatore, ma solo ad aumentare i
        profitti.Specifichiamo meglio: i profitti degli intermediari parassiti.Perche' neanche un centesimo in piu' finirebbe nelle tasche degli autori.
        Per definizione il libro dovrebbe avere formato
        OPEN e senza
        DRM.Esatto.A quel punto sarebbe esattamente come un libro, con in piu' tutti i vantaggi del digitale per le analisi del testo e le ricerche.
        • Benissimo scrive:
          Re: Il drm va tassato pesantemente!
          Ah ecco, niente protezioni, e gli autori dei libri dovrebbero regalarti tutto, perchè al centro sociale t'hanno spiegato che è giusto così. Evidentemente anche il giudice rincoglionito che ha emesso la sentenza ha frequentato lo stesso centro, del resto se lavora per la UE o è un mafioso o è un coglione.
          • panda rossa scrive:
            Re: Il drm va tassato pesantemente!
            - Scritto da: Benissimo
            Ah ecco, niente protezioni, e gli autori dei
            libri dovrebbero regalarti tutto, perchè al
            centro sociale t'hanno spiegato che è giusto
            così. Evidentemente anche il giudice
            rincoglionito che ha emesso la sentenza ha
            frequentato lo stesso centro, del resto se lavora
            per la UE o è un mafioso o è un
            coglione.Pere con mele: un classico del forum di PI.Si sta dicendo che e' giusto e sacrosanto far pagare l'iva per un servizio che non e' un libro.Che cosa c'entra il fatto che l'autore mi fa avere una copia omaggio?
          • Benissimo scrive:
            Re: Il drm va tassato pesantemente!
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Benissimo

            Ah ecco, niente protezioni, e gli autori dei

            libri dovrebbero regalarti tutto, perchè al

            centro sociale t'hanno spiegato che è giusto

            così. Evidentemente anche il giudice

            rincoglionito che ha emesso la sentenza ha

            frequentato lo stesso centro, del resto se
            lavora

            per la UE o è un mafioso o è un

            coglione.

            Pere con mele: un classico del forum di PI.

            Si sta dicendo che e' giusto e sacrosanto far
            pagare l'iva per un servizio che non e' un
            libro.Ah no? Quindi una canzone presa da iTunes non è una canzone, perchè non sta su un vinile? C'erano i vinili al centro sociale? (rotfl)
          • panda rossa scrive:
            Re: Il drm va tassato pesantemente!
            - Scritto da: Benissimo
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Benissimo


            Ah ecco, niente protezioni, e gli autori
            dei


            libri dovrebbero regalarti tutto, perchè al


            centro sociale t'hanno spiegato che è
            giusto


            così. Evidentemente anche il giudice


            rincoglionito che ha emesso la sentenza ha


            frequentato lo stesso centro, del resto se

            lavora


            per la UE o è un mafioso o è un


            coglione.



            Pere con mele: un classico del forum di PI.



            Si sta dicendo che e' giusto e sacrosanto far

            pagare l'iva per un servizio che non e' un

            libro.


            Ah no? Quindi una canzone presa da iTunes non è
            una canzone, perchè non sta su un vinile? C'erano
            i vinili al centro sociale?
            (rotfl)E una mela presa dall'albero allora?Si sta parlando di ebook.Vuoi restare in tema o sei qui per trollare?
          • Benissimo scrive:
            Re: Il drm va tassato pesantemente!
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Benissimo

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: Benissimo



            Ah ecco, niente protezioni, e gli
            autori

            dei



            libri dovrebbero regalarti tutto,
            perchè
            al



            centro sociale t'hanno spiegato
            che
            è

            giusto



            così. Evidentemente anche il
            giudice



            rincoglionito che ha emesso la
            sentenza
            ha



            frequentato lo stesso centro, del
            resto
            se


            lavora



            per la UE o è un mafioso o è un



            coglione.





            Pere con mele: un classico del forum di
            PI.





            Si sta dicendo che e' giusto e
            sacrosanto
            far


            pagare l'iva per un servizio che non e'
            un


            libro.





            Ah no? Quindi una canzone presa da iTunes
            non
            è

            una canzone, perchè non sta su un vinile?
            C'erano

            i vinili al centro sociale?

            (rotfl)

            E una mela presa dall'albero allora?E se tua madre cagava oro, facevi il gioielliere? Le canzoni sono opere tutelate dal diritto d'autore, esattamente come i libri. Ed esattamente come i libri, oggi vengono vendute in formato sia digitale che fisico. Il controesempio è perfettamente razionale e coerente.Brutta roba essere cresciuti al centro sociale, vero? :-o
          • Gino il Contadino scrive:
            Re: Il drm va tassato pesantemente!
            Se la mela prova a prenderla dal mio albero oltre al pomo si porta a casa anche una fucilata in mezzo alle chiappe!
          • ... scrive:
            Re: Il drm va tassato pesantemente!
            - Scritto da: Benissimo
            Brutta roba essere cresciuti al centro sociale,
            vero? :-oPanda cresciuto? (rotfl) Bella battuta
          • Il fuddaro scrive:
            Re: Il drm va tassato pesantemente!
            - Scritto da: Benissimo
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Benissimo


            Ah ecco, niente protezioni, e gli autori
            dei


            libri dovrebbero regalarti tutto, perchè al


            centro sociale t'hanno spiegato che è
            giusto


            così. Evidentemente anche il giudice


            rincoglionito che ha emesso la sentenza ha


            frequentato lo stesso centro, del resto se

            lavora


            per la UE o è un mafioso o è un


            coglione.



            Pere con mele: un classico del forum di PI.



            Si sta dicendo che e' giusto e sacrosanto far

            pagare l'iva per un servizio che non e' un

            libro.


            Ah no? Quindi una canzone presa da iTunes non è
            una canzone, perchè non sta su un vinile? C'erano
            i vinili al centro sociale?
            (rotfl)Pare di no! Ma pare che tu sei un coglione, quello pare di si! E sembra che dalla puzza che emani sei molto vicino al PD .
          • Benissimo scrive:
            Re: Il drm va tassato pesantemente!
            - Scritto da: Il fuddaro
            - Scritto da: Benissimo

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: Benissimo



            Ah ecco, niente protezioni, e gli autori

            dei



            libri dovrebbero regalarti tutto, perchè
            al



            centro sociale t'hanno spiegato che è

            giusto



            così. Evidentemente anche il giudice



            rincoglionito che ha emesso la sentenza
            ha



            frequentato lo stesso centro, del resto
            se


            lavora



            per la UE o è un mafioso o è un



            coglione.





            Pere con mele: un classico del forum di PI.





            Si sta dicendo che e' giusto e sacrosanto far


            pagare l'iva per un servizio che non e' un


            libro.





            Ah no? Quindi una canzone presa da iTunes non è

            una canzone, perchè non sta su un vinile?
            C'erano

            i vinili al centro sociale?

            (rotfl)

            Pare di no! Ma pare che tu sei un coglione,
            quello pare di si! E sembra che dalla puzza che
            emani sei molto vicino al PD
            .No caro, hai proprio cannato l'orientamento politico, ma di brutto però.Il tuo invece mi sa che l'ho imbroccato al 100%: <b
            cesso sociale. </b
            [img]http://m.memegen.com/2w399c.jpg[/img]
          • Izio01 scrive:
            Re: Il drm va tassato pesantemente!
            - Scritto da: Benissimo
            Ah ecco, niente protezioni, e gli autori dei
            libri dovrebbero regalarti tutto, perchè al
            centro sociale t'hanno spiegato che è giusto
            così. Evidentemente anche il giudice
            rincoglionito che ha emesso la sentenza ha
            frequentato lo stesso centro, del resto se lavora
            per la UE o è un mafioso o è un coglione.Un libro lo presti. Un ebook no.Dopo averlo letto, un libro lo puoi rivendere o regalare. Un ebook no.Un libro ha dei costi logistici superiori. Un ebook costa il 70% in meno come distribuzione (dipende in realtà dalla tiratura).Mia mamma mi regalò un libro del 19° secolo, e ce l'ho ancora, anche se nel frattempo ho cambiato la libreria. Passerà poi ai miei eredi. Un ebook rimane legato al primo proprietario.L'unico coglione qui è chi ha il coraggio di sostenere che un ebook e un libro siano la stessa cosa.
          • Benissimo scrive:
            Re: Il drm va tassato pesantemente!
            - Scritto da: Izio01
            - Scritto da: Benissimo

            Ah ecco, niente protezioni, e gli autori dei

            libri dovrebbero regalarti tutto, perchè al

            centro sociale t'hanno spiegato che è giusto

            così. Evidentemente anche il giudice

            rincoglionito che ha emesso la sentenza ha

            frequentato lo stesso centro, del resto se
            lavora

            per la UE o è un mafioso o è un coglione.

            Un libro lo presti. Un ebook no.
            Dopo averlo letto, un libro lo puoi rivendere o
            regalare. Un ebook
            no.
            Un libro ha dei costi logistici superiori. Un
            ebook costa il 70% in meno come distribuzione
            (dipende in realtà dalla
            tiratura).
            Mia mamma mi regalò un libro del 19° secolo,
            e ce l'ho ancora, anche se nel frattempo ho
            cambiato la libreria. Passerà poi ai miei eredi.
            Un ebook rimane legato al primo
            proprietario.

            L'unico coglione qui è chi ha il coraggio di
            sostenere che un ebook e un libro siano la stessa
            cosa.Ciccio, il 99.9% dei libri vengono venduti per leggerli, cartacei o digitali che siano. Se poi la tua trisnonna aveva un libro raro buon per te, in quel caso il valore dipende dal fatto che si tratti di pezzo d'antiquariato, non da ciò che c'è scritto. Infine, se mi presti il tuo Kindle di Amazon anch'io potrò leggere i tuoi libri digitali, quindi il tuo esempio non regge proprio.Se poi sei contento di pagare più tasse perchè così disincentivi le protezioni digitali, allora non stupirti se altri ti danno del coglione.
          • Izio01 scrive:
            Re: Il drm va tassato pesantemente!
            - Scritto da: Benissimo
            - Scritto da: Izio01

            - Scritto da: Benissimo


            Ah ecco, niente protezioni, e gli autori
            dei


            libri dovrebbero regalarti tutto, perchè al


            centro sociale t'hanno spiegato che è
            giusto


            così. Evidentemente anche il giudice


            rincoglionito che ha emesso la sentenza ha


            frequentato lo stesso centro, del resto se

            lavora


            per la UE o è un mafioso o è un coglione.



            Un libro lo presti. Un ebook no.

            Dopo averlo letto, un libro lo puoi rivendere o

            regalare. Un ebook

            no.

            Un libro ha dei costi logistici superiori. Un

            ebook costa il 70% in meno come distribuzione

            (dipende in realtà dalla

            tiratura).

            Mia mamma mi regalò un libro del 19°
            secolo,

            e ce l'ho ancora, anche se nel frattempo ho

            cambiato la libreria. Passerà poi ai miei eredi.

            Un ebook rimane legato al primo

            proprietario.



            L'unico coglione qui è chi ha il coraggio di

            sostenere che un ebook e un libro siano la
            stessa

            cosa.

            Ciccio, il 99.9% dei libri vengono venduti per
            leggerli, cartacei o digitali che siano.E c'è comunque un sacco di gente che li presta ad amici e parenti, non lo sapevi?
            Se poi
            la tua trisnonna aveva un libro raro buon per te,
            in quel caso il valore dipende dal fatto che si
            tratti di pezzo d'antiquariato, non da ciò che
            c'è scritto. Infine, se mi <b
            presti </b
            il tuo
            Kindle di Amazon anch'io potrò leggere i tuoi
            libri digitali, quindi il tuo esempio non regge
            proprio.
            GENIO, col cartaceo ti posso prestare UN libro senza darti TUTTA la mia libreria. Se ti presto il mio Kindle, io non posso usarlo per leggere nulla. Se ti presto un volume, posso comunque leggere tutti gli altri.Se non vedi la differenza, sei cieco - o più probabilmente lavori in campo editoriale.
            Se poi sei contento di pagare più tasse perchè
            così disincentivi le protezioni digitali, allora
            non stupirti se altri ti danno del coglione.Gli sconti sulle tasse vanno nelle tasche dei voraci editori, o credi forse che si tradurrebbero in un abbassamento del prezzo di copertina?Se quelli che mi danno del coglione hanno il tuo QI, me ne vanto.
          • Benissimo scrive:
            Re: Il drm va tassato pesantemente!
            - Scritto da: Izio01
            - Scritto da: Benissimo

            - Scritto da: Izio01


            - Scritto da: Benissimo



            Ah ecco, niente protezioni, e gli
            autori

            dei



            libri dovrebbero regalarti tutto,
            perchè
            al



            centro sociale t'hanno spiegato
            che
            è

            giusto



            così. Evidentemente anche il
            giudice



            rincoglionito che ha emesso la
            sentenza
            ha



            frequentato lo stesso centro, del
            resto
            se


            lavora



            per la UE o è un mafioso o è un
            coglione.





            Un libro lo presti. Un ebook no.


            Dopo averlo letto, un libro lo puoi
            rivendere
            o


            regalare. Un ebook


            no.


            Un libro ha dei costi logistici
            superiori.
            Un


            ebook costa il 70% in meno come
            distribuzione


            (dipende in realtà dalla


            tiratura).


            Mia mamma mi regalò un libro del
            19°

            secolo,


            e ce l'ho ancora, anche se nel
            frattempo
            ho


            cambiato la libreria. Passerà poi ai
            miei
            eredi.


            Un ebook rimane legato al primo


            proprietario.





            L'unico coglione qui è chi ha il
            coraggio
            di


            sostenere che un ebook e un libro siano
            la

            stessa


            cosa.



            Ciccio, il 99.9% dei libri vengono venduti
            per

            leggerli, cartacei o digitali che siano.

            E c'è comunque un sacco di gente che li presta ad
            amici e parenti, non lo
            sapevi?


            Se poi

            la tua trisnonna aveva un libro raro buon
            per
            te,

            in quel caso il valore dipende dal fatto che
            si

            tratti di pezzo d'antiquariato, non da ciò
            che

            c'è scritto. Infine, se mi <b
            presti
            </b
            il
            tuo

            Kindle di Amazon anch'io potrò leggere i tuoi

            libri digitali, quindi il tuo esempio non
            regge

            proprio.



            GENIO, col cartaceo ti posso prestare UN libro
            senza darti TUTTA la mia libreria. C'arrampichiamo sugli specchi? Peccato non ci sia la faccina ad hoc .
            Se ti presto
            il mio Kindle, io non posso usarlo per leggere
            nulla. Se ti presto un volume, posso comunque
            leggere tutti gli
            altri.E sarebbe per questo motivo che uno dovrebbe pagare il 22% di IVA invece del 4? Te l'hanno spiegato al centro sociale che mettere in comune è bello?
            Se non vedi la differenza, sei cieco - o più
            probabilmente lavori in campo
            editoriale.No, molto semplicemente non sono uscito da un centro sociale, e ritengo che non sia tuo "diritto" scopiazzarti i libri. E gli editori (tradizionali) sono contenti di questa sentenza.

            Se poi sei contento di pagare più tasse
            perchè

            così disincentivi le protezioni digitali,
            allora

            non stupirti se altri ti danno del coglione.

            Gli sconti sulle tasse vanno nelle tasche dei
            voraci editori, o credi forse che si
            tradurrebbero in un abbassamento del prezzo di
            copertina?
            Se quelli che mi danno del coglione hanno il tuo
            QI, me ne
            vanto.Vai in giro a dire che sei contento di pagare l'iva maggiorata sui libri digitali, e vedrai che tra sorrisini ed insulti espliciti, ti toccherà "vantarti" ogni volta che lo dici a qualcuno.
          • Izio01 scrive:
            Re: Il drm va tassato pesantemente!
            - Scritto da: Benissimo
            - Scritto da: Izio01

            - Scritto da: Benissimo


            - Scritto da: Izio01



            - Scritto da: Benissimo




            Ah ecco, niente protezioni, e gli

            autori


            dei




            libri dovrebbero regalarti tutto,

            perchè

            al




            centro sociale t'hanno spiegato

            che

            è


            giusto




            così. Evidentemente anche il

            giudice




            rincoglionito che ha emesso la

            sentenza

            ha




            frequentato lo stesso centro, del

            resto

            se



            lavora




            per la UE o è un mafioso o è un

            coglione.







            Un libro lo presti. Un ebook no.



            Dopo averlo letto, un libro lo puoi

            rivendere

            o



            regalare. Un ebook



            no.



            Un libro ha dei costi logistici

            superiori.

            Un



            ebook costa il 70% in meno come

            distribuzione



            (dipende in realtà dalla



            tiratura).



            Mia mamma mi regalò un libro del

            19°


            secolo,



            e ce l'ho ancora, anche se nel

            frattempo

            ho



            cambiato la libreria. Passerà poi ai

            miei

            eredi.



            Un ebook rimane legato al primo



            proprietario.







            L'unico coglione qui è chi ha il

            coraggio

            di



            sostenere che un ebook e un libro
            siano

            la


            stessa



            cosa.





            Ciccio, il 99.9% dei libri vengono venduti

            per


            leggerli, cartacei o digitali che siano.



            E c'è comunque un sacco di gente che li presta
            ad

            amici e parenti, non lo

            sapevi?




            Se poi


            la tua trisnonna aveva un libro raro buon

            per

            te,


            in quel caso il valore dipende dal fatto
            che

            si


            tratti di pezzo d'antiquariato, non da ciò

            che


            c'è scritto. Infine, se mi <b

            presti

            </b
            il

            tuo


            Kindle di Amazon anch'io potrò leggere i
            tuoi


            libri digitali, quindi il tuo esempio non

            regge


            proprio.






            GENIO, col cartaceo ti posso prestare UN libro

            senza darti TUTTA la mia libreria.

            C'arrampichiamo sugli specchi? Peccato non ci sia
            la faccina <i
            ad
            hoc </i
            .
            CHI si arrampica sugli specchi? (rotfl)Tu presti tutta la tua libreria, quando ti chiedono un libro? Tu non puoi più leggere niente, quando lo fai?Ma LOL, vai pure avanti a renderti ridicolo, ravvivi il pomeriggio.

            Se ti presto

            il mio Kindle, io non posso usarlo per leggere

            nulla. Se ti presto un volume, posso comunque

            leggere tutti gli

            altri.

            E sarebbe per questo motivo che uno dovrebbe
            pagare il 22% di IVA invece del 4? Te l'hanno
            spiegato al centro sociale che mettere in comune
            è bello?
            No, perché un ebook è un SERVIZIO e non un BENE. Lo capiscio ci vuole il disegnino? Già, ci vuole il disegnino.

            Se non vedi la differenza, sei cieco - o più

            probabilmente lavori in campo

            editoriale.

            No, molto semplicemente non sono uscito da un
            centro sociale, e ritengo che non sia tuo
            "diritto" scopiazzarti i libri. E gli editori
            (tradizionali) sono <b
            contenti </b
            di questa
            sentenza.
            E se mi mostri dove io avrei parlato di scopiazzare, magari ti darò anche ragione. Fino ad allora, strawman argument.



            Se poi sei contento di pagare più tasse

            perchè


            così disincentivi le protezioni digitali,

            allora


            non stupirti se altri ti danno del
            coglione.



            Gli sconti sulle tasse vanno nelle tasche dei

            voraci editori, o credi forse che si

            tradurrebbero in un abbassamento del prezzo di

            copertina?

            Se quelli che mi danno del coglione hanno il tuo

            QI, me ne vanto.

            Vai in giro a dire che sei contento di pagare
            l'iva maggiorata sui libri digitali, e vedrai che
            tra sorrisini ed insulti espliciti, ti toccherà
            "vantarti" ogni volta che lo dici a
            qualcuno.No no, quelli che non sono minus habens smettono di sorridereappena gli spiego che il libro che oggi pagano 9,99 euro, con l'IVA abbassata lo pagheranno ancora 9,99 euro perché l'editore alzerà i prezzi. In compenso i soldi che vanno in tasca all'editore invece che in quelle dello stato, andranno recuperati mediante altre tasse, che cascheranno su di noi. O credi che ciò che esce da una parte non debba entrare da un'altra?L'unico che è contento di essere cornuto e mazziato, sei tu. E ragli felice, perché non te ne rendi nemmeno conto.
          • Benissimo scrive:
            Re: Il drm va tassato pesantemente!
            - Scritto da: Izio01

            No, molto semplicemente non sono uscito da un

            centro sociale, e ritengo che non sia tuo

            "diritto" scopiazzarti i libri. E gli editori

            (tradizionali) sono <b
            contenti
            </b
            di
            questa

            sentenza.



            E se mi mostri dove io avrei parlato di
            scopiazzare, magari ti darò anche ragione. Fino
            ad allora, strawman
            argument.E' il sottinteso di tutte le povere argomentazioni di chi vuole disperatamente convincere altri che pagare il 22% di IVA è meglio del 4. Senza riuscirci, ovviamente.





            Se poi sei contento di pagare più
            tasse


            perchè



            così disincentivi le protezioni
            digitali,


            allora



            non stupirti se altri ti danno del

            coglione.





            Gli sconti sulle tasse vanno nelle
            tasche
            dei


            voraci editori, o credi forse che si


            tradurrebbero in un abbassamento del
            prezzo
            di


            copertina?Ah sì? L'han detto al Centro Sociale Cultura Libbbbera-P2P ?


            Se quelli che mi danno del coglione
            hanno il
            tuo


            QI, me ne vanto.



            Vai in giro a dire che sei contento di pagare

            l'iva maggiorata sui libri digitali, e
            vedrai
            che

            tra sorrisini ed insulti espliciti, ti
            toccherà

            "vantarti" ogni volta che lo dici a

            qualcuno.

            No no, quelli che non sono minus habens smettono
            di sorridereappena gli spiego che il libro che
            oggi pagano 9,99 euro, con l'IVA abbassata lo
            pagheranno ancora 9,99 euro perché l'editore
            alzerà i prezzi. Si sta dimostrando un po' dura dimostrare che pagare il 22% è meglio del 4, vero?(rotfl) (rotfl)
            In compenso i soldi che vanno in
            tasca all'editore invece che in quelle dello
            stato, andranno recuperati mediante altre tasse,
            che cascheranno su di noi. O credi che ciò che
            esce da una parte non debba entrare da
            un'altra?Ehhhhh??! (rotfl) (rotfl)
            L'unico che è contento di essere cornuto e
            mazziato, sei tu. Perchè voglio pagare il 4% invece del 22? E invece tu sei sveglio perchè vuoi fare l'opposto? Dai, prova a spiegare 'sta "teoria" nel mondo reale, fuori da questo sito. c(rotfl) (rotfl)
          • Izio01 scrive:
            Re: Il drm va tassato pesantemente!
            - Scritto da: Benissimo
            - Scritto da: Izio01



            No, molto semplicemente non sono uscito da
            un


            centro sociale, e ritengo che non sia tuo


            "diritto" scopiazzarti i libri. E gli
            editori


            (tradizionali) sono <b
            contenti

            </b
            di

            questa


            sentenza.






            E se mi mostri dove io avrei parlato di

            scopiazzare, magari ti darò anche ragione. Fino

            ad allora, strawman

            argument.

            E' il sottinteso di tutte le povere
            argomentazioni di chi vuole disperatamente
            convincere altri che pagare il 22% di IVA è
            meglio del 4. Senza riuscirci,
            ovviamente.
            No bello mio, leggi un po' qua:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4375161&m=4375539#p4375539e poi TACI.







            Se poi sei contento di pagare più

            tasse



            perchè




            così disincentivi le protezioni

            digitali,



            allora




            non stupirti se altri ti danno
            del


            coglione.







            Gli sconti sulle tasse vanno nelle

            tasche

            dei



            voraci editori, o credi forse che si



            tradurrebbero in un abbassamento del

            prezzo

            di



            copertina?

            Ah sì? L'han detto al Centro Sociale <i
            Cultura
            Libbbbera-P2P </i
            ?
            Al centro sociale io non ci vado. Magari ci vanno i tuoi familiari.Leggi un po' qua:https://www.altroconsumo.it/hi-tech/tablet-e-computer/news/iva-sugli-ebook



            Se quelli che mi danno del coglione

            hanno il

            tuo



            QI, me ne vanto.





            Vai in giro a dire che sei contento di
            pagare


            l'iva maggiorata sui libri digitali, e

            vedrai

            che


            tra sorrisini ed insulti espliciti, ti

            toccherà


            "vantarti" ogni volta che lo dici a


            qualcuno.



            No no, quelli che non sono minus habens smettono

            di sorridereappena gli spiego che il libro che

            oggi pagano 9,99 euro, con l'IVA abbassata lo

            pagheranno ancora 9,99 euro perché l'editore

            alzerà i prezzi.

            Si sta dimostrando un po' dura dimostrare che
            pagare il 22% è meglio del 4, vero?
            (rotfl) (rotfl)
            No, è facilissimo, ti ripeto il link a scanso di equivoci:https://www.altroconsumo.it/hi-tech/tablet-e-computer/news/iva-sugli-ebook"Dal 1° gennaio liva sugli ebook è finalmente uguale a quella dei libri di carta. Ma dopo anni di battaglia, <b
            ora che le tasse sui libri elettronici sono scese dal 22% al 4%, gli Editori non abbassano i prezzi e si intascano tutti i benefici della riduzione </b
            "Di nuovo, leggi e sparisci dopo la figura di melma.

            In compenso i soldi che vanno in

            tasca all'editore invece che in quelle dello

            stato, andranno recuperati mediante altre tasse,

            che cascheranno su di noi. O credi che ciò che

            esce da una parte non debba entrare da

            un'altra?

            Ehhhhh??! (rotfl) (rotfl)



            L'unico che è contento di essere cornuto e

            mazziato, sei tu.

            Perchè voglio pagare il 4% invece del 22? E
            invece tu sei sveglio perchè vuoi fare l'opposto?
            Dai, prova a spiegare 'sta "teoria" nel mondo
            reale, fuori da questo sito. c(rotfl)
            (rotfl)Direi che per oggi ti ho sbuddanato abbastanza, con dati reali.E ridi, ridi, tanto non hai ancora capito che le hai prese.
          • Benissimo scrive:
            Re: Il drm va tassato pesantemente!
            - Scritto da: Izio01
            No bello mio, leggi un po' qua:
            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4375161&m=437
            e poi TACI.Usi i tuoi post come fonte? (rotfl) (rotfl)









            Se poi sei contento di
            pagare
            più


            tasse




            perchè





            così disincentivi le
            protezioni


            digitali,




            allora





            non stupirti se altri ti
            danno

            del



            coglione.









            Gli sconti sulle tasse vanno
            nelle


            tasche


            dei




            voraci editori, o credi forse
            che
            si




            tradurrebbero in un
            abbassamento
            del


            prezzo


            di




            copertina?



            Ah sì? L'han detto al Centro Sociale
            <i

            Cultura

            Libbbbera-P2P </i
            ?



            Al centro sociale io non ci vado. Magari ci vanno
            i tuoi
            familiari.
            Leggi un po' qua:
            https://www.altroconsumo.it/hi-tech/tablet-e-compuBene, Altroconsumo è incazzata con gli editori (e con chiunque altro nel pianeta). Quindi? <b
            Quattro è meglio o peggio di ventidue? </b
            Ma soprattutto: lo sai che ciò significa - vista la sentenza - che l'Italia potrebbe essere <b
            sanzionata dalla UE per aver abbassato l'IVA? </b
            E tu immagino che ti schiererai con la UE, perchè è meglio pagare di più, giusto?! (rotfl) (rotfl)




            Se quelli che mi danno del
            coglione


            hanno il


            tuo




            QI, me ne vanto.







            Vai in giro a dire che sei
            contento
            di

            pagare



            l'iva maggiorata sui libri
            digitali,
            e


            vedrai


            che



            tra sorrisini ed insulti
            espliciti,
            ti


            toccherà



            "vantarti" ogni volta che lo dici a



            qualcuno.





            No no, quelli che non sono minus habens
            smettono


            di sorridereappena gli spiego che il
            libro
            che


            oggi pagano 9,99 euro, con l'IVA
            abbassata
            lo


            pagheranno ancora 9,99 euro perché



            In compenso i soldi che vanno in


            tasca all'editore invece che in quelle
            dello


            stato, andranno recuperati mediante
            altre
            tasse,


            che cascheranno su di noi. O credi che
            ciò
            che


            esce da una parte non debba entrare da


            un'altra?



            Ehhhhh??! (rotfl) (rotfl)






            L'unico che è contento di essere
            cornuto
            e


            mazziato, sei tu.



            Perchè voglio pagare il 4% invece del 22? E

            invece tu sei sveglio perchè vuoi fare
            l'opposto?

            Dai, prova a spiegare 'sta "teoria" nel mondo

            reale, fuori da questo sito. c(rotfl)

            (rotfl)

            Direi che per oggi ti ho sbuddanato abbastanza,
            con dati
            reali.Chi e che cosa avresti <i
            sbuddanado </i
            , eccettuate le vocine che hai in testa? <i
            "Pagare 22 è meglio di 4, pagare 22 è meglio di 4..." </i
            (rotfl) (rotfl)
            E ridi, ridi, tanto non hai ancora capito che le
            hai
            prese.Ah sì? Quindi hai dimostrato che pagare 22 è meglio che 4? (rotfl) (rotfl)
          • Izio01 scrive:
            Re: Il drm va tassato pesantemente!
            - Scritto da: Benissimo

            Ah sì? Quindi hai dimostrato che pagare 22 è
            meglio che 4? (rotfl)
            (rotfl)Riassumiamo.1. Mi hai accusato di essere un piratone, io ti ho risposto con un mio post in cui critico chi scarica a sbafo. Tu non hai capito il concetto e chiedi con un sorriso beota: "Usi i tuoi post come fonteeeeh???"2. Ti ho DIMOSTRATO, con tanto di link, che abbassando l'IVA, gli ebook costano la stessa cifra. Non è teoria, E' GIA' SUCCESSO in ITALIA, in pratica l'IVA ribassata è solo un aiutino di stato agli editori. E tu, sempre col sorriso bovino: "Pagare ventiduehh è meglio che pagaqre quattrooohhh?". Non vuoi capire che tu continui a pagare ventidue, ma li paghi agli editori anziché allo stato.Conclusione: sei un troll, e CI GODO a saperti incazzato per la decisione dell'UE. Perché al momento le cose vanno come auspico io, e tu mastichi fiele. Buon maalox, per me la discussione si chiude qui :)
          • panda rossa scrive:
            Re: Il drm va tassato pesantemente!
            - Scritto da: Izio01
            Conclusione: sei un troll, e CI GODO a saperti
            incazzato per la decisione dell'UE. Perché al
            momento le cose vanno come auspico io, e tu
            mastichi fiele. Buon maalox, per me la
            discussione si chiude qui
            :)Quando dopo una legge o una sentenza c'e' qualcuno che si incazza, e' segno inconfutabile che quella legge o sentenza e' giusta e sacrosanta.
          • Benissimo scrive:
            Re: Il drm va tassato pesantemente!
            - Scritto da: panda rossa
            Quando dopo una legge o una sentenza c'e'
            qualcuno che si incazza, e' segno inconfutabile
            che quella legge o sentenza e' giusta e
            sacrosanta.Disse l'ebete uscito dai centri sociali. <i
            CULTURA LIBBBERA, P2P LIBBBERO, RESIST KAPITALISM, VIVA L'IVA MAGGIORATA! </i
            [img]http://m.memegen.com/2w399c.jpg[/img]
          • Benissimo scrive:
            Re: Il drm va tassato pesantemente!
            - Scritto da: Izio01
            - Scritto da: Benissimo



            Ah sì? Quindi hai dimostrato che pagare 22 è

            meglio che 4? (rotfl)

            (rotfl)

            Riassumiamo.

            1. Mi hai accusato di essere un piratone, io ti
            ho risposto con un mio post in cui critico chi
            scarica a sbafo. Tu non hai capito il concetto e
            chiedi con un sorriso beota: "Usi i tuoi post
            come
            fonteeeeh???"

            2. Ti ho DIMOSTRATO, con tanto di link, che
            abbassando l'IVA, gli ebook costano la stessa
            cifra. Non è teoria, E' GIA' SUCCESSO in ITALIA,
            in pratica l'IVA ribassata è solo un aiutino di
            stato agli editori. E tu, sempre col sorriso
            bovino: "Pagare ventiduehh è meglio che pagaqre
            quattrooohhh?". Non vuoi capire che tu continui a
            pagare ventidue, ma li paghi agli editori anziché
            allo
            stato.Hai "dimostrato" cosa? Che <b
            ALTROCONSUMO </b
            dice che gli editori sono brutti e cattivi? E quelli del <i
            commercio equo e solidale </i
            invece che dicono? E le ONG per gli immigrati? E il Papa? <b
            Ma quindi pagare il 22% è meglio o peggio del 4? </b
            (rotfl) (rotfl)
            Conclusione: sei un troll, e CI GODO a saperti
            incazzato per la decisione dell'UE. Perché al
            momento le cose vanno come auspico ioLui gode a pagare più tasse! (rotfl)(rotfl)[img]http://m.memegen.com/2w399c.jpg[/img]
          • panda rossa scrive:
            Re: Il drm va tassato pesantemente!
            - Scritto da: Benissimo
            E' il sottinteso di tutte le povere
            argomentazioni di chi vuole disperatamente
            convincere altri che pagare il 22% di IVA è
            meglio del 4. Senza riuscirci,
            ovviamente.Le povere argomentazioni si chiamano SENTENZA DELLA CORTE EUROPEA.
          • Benissimo scrive:
            Re: Il drm va tassato pesantemente!
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Benissimo


            E' il sottinteso di tutte le povere

            argomentazioni di chi vuole disperatamente

            convincere altri che pagare il 22% di IVA è

            meglio del 4. Senza riuscirci,

            ovviamente.

            Le povere argomentazioni si chiamano SENTENZA
            DELLA CORTE
            EUROPEA.Quindi dobbiamo pagare il 22% invece del 4 perchè <b
            <i
            ce lo chiede l'europa </i
            </b
            ? Questa sarebbe la tua argomentazione? E tu magari sei pure contento?[img]http://m.memegen.com/2w399c.jpg[/img]
          • Amazoz scrive:
            Re: Il drm va tassato pesantemente!
            Confermo: è proprio un coglione.
          • panda rossa scrive:
            Re: Il drm va tassato pesantemente!
            - Scritto da: Benissimo
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Benissimo




            E' il sottinteso di tutte le povere


            argomentazioni di chi vuole
            disperatamente


            convincere altri che pagare il 22% di
            IVA
            è


            meglio del 4. Senza riuscirci,


            ovviamente.



            Le povere argomentazioni si chiamano SENTENZA

            DELLA CORTE

            EUROPEA.

            Quindi dobbiamo pagare il 22% invece del 4 perchè
            <b
            <i
            ce lo chiede l'europa
            </i
            </b
            ? Io continuo a pagare l'iva del 4, visto che non so che cosa farmene del DRM.
            Questa sarebbe la tua
            argomentazione? E tu magari sei pure
            contento?

            [img]http://m.memegen.com/2w399c.jpg[/img][img]http://cdn.meme.am/cache/instances/folder980/47332980.jpg[/img]
          • giaguarevol issimevolm ente scrive:
            Re: Il drm va tassato pesantemente!
            - Scritto da: panda rossa
            Io continuo a pagare l'iva del 4, visto che non
            so che cosa farmene del
            DRM.Si vede che lui invece sa cosa farci.Personalmente avrei dei suggerimenti su dove potrebbe metterselo... @^ @^
          • Benissimo scrive:
            Re: Il drm va tassato pesantemente!
            - Scritto da: panda rossa
            Io continuo a pagare l'iva del 4, visto che non
            so che cosa farmene del
            DRM.Ahhhhhh ecco! Quindi il differenziale IVA serve a finanziare le protezioni, mica se lo prende lo Stato! Se non ci fosse il lucchetto, almeno potresti mettere tutto in rete aggratis, e l'editore sarebbe contento, ergo ti farebbe pagare MENO! Giusto??![img]http://m.memegen.com/0zkg6b.jpg[/img]
          • Il fuddaro scrive:
            Re: Il drm va tassato pesantemente!
            - Scritto da: Benissimo
            - Scritto da: Izio01

            - Scritto da: Benissimo


            Ah ecco, niente protezioni, e gli autori
            dei


            libri dovrebbero regalarti tutto, perchè al


            centro sociale t'hanno spiegato che è
            giusto


            così. Evidentemente anche il giudice


            rincoglionito che ha emesso la sentenza ha


            frequentato lo stesso centro, del resto se

            lavora


            per la UE o è un mafioso o è un coglione.



            Un libro lo presti. Un ebook no.

            Dopo averlo letto, un libro lo puoi rivendere o

            regalare. Un ebook

            no.

            Un libro ha dei costi logistici superiori. Un

            ebook costa il 70% in meno come distribuzione

            (dipende in realtà dalla

            tiratura).

            Mia mamma mi regalò un libro del 19°
            secolo,

            e ce l'ho ancora, anche se nel frattempo ho

            cambiato la libreria. Passerà poi ai miei eredi.

            Un ebook rimane legato al primo

            proprietario.



            L'unico coglione qui è chi ha il coraggio di

            sostenere che un ebook e un libro siano la
            stessa

            cosa.

            Ciccio, il 99.9% dei libri vengono venduti per
            leggerli, cartacei o digitali che siano. Se poi
            la tua trisnonna aveva un libro raro buon per te,
            in quel caso il valore dipende dal fatto che si
            tratti di pezzo d'antiquariato, non da ciò che
            c'è scritto. Infine, se mi presti il tuo
            Kindle di Amazon anch'io potrò leggere i tuoi
            libri digitali, quindi il tuo esempio non regge
            proprio.

            Se poi sei contento di pagare più tasse perchè
            così disincentivi le protezioni digitali, allora
            non stupirti se altri ti danno del
            coglione.Ecco quindi è confermato , sei COGLIONE di gran pregio visto che non riesci a cogliere le differenze ENORMI tra le due cose. Libri ed servizi DIGITALI, per l'appunto Ebooks, che tu non comprendi, o fai finta di non comprendere per convenienza.
          • Joe Tornado non loggato scrive:
            Re: Il drm va tassato pesantemente!

            Un ebook rimane legato al primo
            proprietario.So quest'unica cosa, mi permetto di contraddirti : ho files in formati PDF, Djvu, CBR, CBZ, etc, che sono stati replicati alla nausea ;)
    • Pensieroso scrive:
      Re: Il drm va tassato pesantemente!
      - Scritto da: panda rossa
      La corte di giustizia europea fa bene a
      respingere le lusinghe dei
      lobbisti.
      Il DRM non merita alcuna iva agevolata: va
      tassato
      pesantemente.

      Un ebook non e' un libro.
      Al di la' del mero contenuto, un libro e' un
      oggetto con la sua natura, la sua storia, le sue
      caratteristiche del tutto assenti nel
      corrispondente digitale, ma soprattutto un libro
      e' LIBERO, cosa che il suo corrispondente
      digitale non e' e non vogliono che
      sia.

      Quindi IVA salata!Altra rivoluzione digitale fallita del crollo della vendita di ebook si era gia' parlatoSecondo il tuo ragionamento i libri digitali devono essere venduti in piccole cartuccie come quelle della nintendo ds oppure una come scheda di memoria im modo da vincolarlo a qualcosa di fisico ma devi creare uno standard universalmente accettato, l'unica cosa che ho visto e' una lotta senza quartiere tra piattaforme per prendersi la fetta piu' grossa Il prezzo di stampa incide solo per il 5% sul prezzo di vendita l'unico vantaggio delle cartuccia si otterrebbe solo in libri illustrati a colori e di grosso formato la cui stampa e' molto piu' costosa ma perdi allo stesso tempo il valore aggiunto e la bellezza di questi pubblicazioni
      • panda rossa scrive:
        Re: Il drm va tassato pesantemente!
        - Scritto da: Pensieroso
        - Scritto da: panda rossa

        La corte di giustizia europea fa bene a

        respingere le lusinghe dei

        lobbisti.

        Il DRM non merita alcuna iva agevolata: va

        tassato

        pesantemente.



        Un ebook non e' un libro.

        Al di la' del mero contenuto, un libro e' un

        oggetto con la sua natura, la sua storia, le sue

        caratteristiche del tutto assenti nel

        corrispondente digitale, ma soprattutto un libro

        e' LIBERO, cosa che il suo corrispondente

        digitale non e' e non vogliono che

        sia.



        Quindi IVA salata!

        Altra rivoluzione digitale fallita del crollo
        della vendita di ebook si era gia'
        parlato

        Secondo il tuo ragionamento i libri digitali
        devono essere venduti in piccole cartuccie come
        quelle della nintendo ds oppure una come scheda
        di memoria im modo da vincolarlo a qualcosa di
        fisico No, non hai capito.Quella cosa che dici tu, la cartuccia, la scheda di memoria, come la leggo?Un libro lo compro, lo apro, lo leggo. E' fine a se stesso, non occorre altro. Al massimo degli occhiali, ma nel caso e' un limite mio, non certo del libro.La cartuccia invece necessita da parte mia uno strumento: non e' fine a se stessa.
        ma devi creare uno standard
        universalmente accettato, l'unica cosa che ho
        visto e' una lotta senza quartiere tra
        piattaforme per prendersi la fetta piu'
        grossaFrega niente della lotta che fanno.A me interessa il risultato.Mi vendi qualcosa che apro e leggo, allora e' un libro.Mi vendi altro, che richiede altro, non e' un libro.
        Il prezzo di stampa incide solo per il 5% sul
        prezzo di venditaNon credo proprio, visto che la differenza di prezzo tra libri su carta economica e libri su carta pregiata e' sensibilmente diversa, e anche la copertina rigida incide ben piu' del 5%.Se fosse solo il 5% non esisterebbero le edizioni economiche, ti pare?
        l'unico vantaggio delle
        cartuccia si otterrebbe solo in libri illustrati
        a colori e di grosso formato la cui stampa e'
        molto piu' costosa ma perdi allo stesso tempo il
        valore aggiunto e la bellezza di questi
        pubblicazioniQuindi anche qui e' meglio il cartaceo.
      • Izio01 scrive:
        Re: Il drm va tassato pesantemente!
        - Scritto da: Pensieroso

        Il prezzo di stampa incide solo per il 5% sul
        prezzo di vendita l'unico vantaggio delle
        cartuccia si otterrebbe solo in libri illustrati
        a colori e di grosso formato la cui stampa e'
        molto piu' costosa ma perdi allo stesso tempo il
        valore aggiunto e la bellezza di questi
        pubblicazioniLa stampa forse, ma trasporto, magazzinaggio, costi di giacenza, eccetera, incidono molto di più.Ho letto un articolo che spiegava come i "poveri editori" guadagnino meno soldi dalla vendita di un ebook rispetto a quella di un libro convenzionale, e a parte i dati poco attendibili, dimentica che la dimensione del mercato conta pure qualcosa! Guadagni meno sulla singola copia, ma se vendi cento volte tanto il numero di copie, ci guadagni lo stesso - ma loro vogliono la botte piena e la moglie ubriaca, e quindi voilà: ebook che costano più dei libri cartacei.Io spero che gli editori abbassino le pretese e si accontentino di meno soldi a copi, in cambi di un volume maggiore. Spero che la gente apprezzi il cambiamento e compri invece di scaricare. Spero anche di vincere la Lotteria Americana senza aver comprato un biglietto, e di ricevere focose attenzioni da Jessica Alba. Ho come l'impressione che niente di tutto questo succederà :)
    • Izio01 scrive:
      Re: Il drm va tassato pesantemente!
      - Scritto da: panda rossa
      La corte di giustizia europea fa bene a
      respingere le lusinghe dei lobbisti.
      Il DRM non merita alcuna iva agevolata: va
      tassato pesantemente.

      Un ebook non e' un libro.
      Al di la' del mero contenuto, un libro e' un
      oggetto con la sua natura, la sua storia, le sue
      caratteristiche del tutto assenti nel
      corrispondente digitale, ma soprattutto un libro
      e' LIBERO, cosa che il suo corrispondente
      digitale non e' e non vogliono che sia.

      Quindi IVA salata!+1
    • panda rincoglion ito scrive:
      Re: Il drm va tassato pesantemente!
      - Scritto da: panda rossa
      La corte di giustizia europea fa bene a
      respingere le lusinghe dei
      lobbisti.
      Il DRM non merita alcuna iva agevolata: va
      tassato
      pesantemente.

      Un ebook non e' un libro.
      Al di la' del mero contenuto, un libro e' un
      oggetto con la sua natura, la sua storia, le sue
      caratteristiche del tutto assenti nel
      corrispondente digitale, ma soprattutto un libro
      e' LIBERO,IL CA*ZO! Metti in piedi una stamperia poi ne riparliamo.
      cosa che il suo corrispondente
      digitale non e' e non vogliono che
      sia.

      Quindi IVA salata!Sei tu che paghi l' iva deficiente.
      • Izio01 scrive:
        Re: Il drm va tassato pesantemente!
        - Scritto da: panda rincoglion ito
        - Scritto da: panda rossa


        cosa che il suo corrispondente

        digitale non e' e non vogliono che

        sia.



        Quindi IVA salata!

        Sei tu che paghi l' iva deficiente.https://www.altroconsumo.it/hi-tech/tablet-e-computer/news/iva-sugli-ebook"Dal 1° gennaio liva sugli ebook è finalmente uguale a quella dei libri di carta. Ma dopo anni di battaglia, ora che le tasse sui libri elettronici sono scese dal 22% al 4%, <b
        gli Editori non abbassano i prezzi e si intascano tutti i benefici della riduzione </b
        ".Chi è il deficiente?
        • ... scrive:
          Re: Il drm va tassato pesantemente!
          TU che continui a comprarli idiota.
          • Izio01 scrive:
            Re: Il drm va tassato pesantemente!
            - Scritto da: ...
            TU che continui a comprarli idiota.Valuto costi e benefici, come per ogni cosa, perché per me il mondo non è diviso in bianco e nero. Poi decido di volta in volta.Di sicuro non apprezzo chi si fa scudo di presunti alti motivi per andare a sbafo.
      • Il fuddaro scrive:
        Re: Il drm va tassato pesantemente!
        - Scritto da: panda rincoglion ito
        - Scritto da: panda rossa

        La corte di giustizia europea fa bene a

        respingere le lusinghe dei

        lobbisti.

        Il DRM non merita alcuna iva agevolata: va

        tassato

        pesantemente.



        Un ebook non e' un libro.

        Al di la' del mero contenuto, un libro e' un

        oggetto con la sua natura, la sua storia, le sue

        caratteristiche del tutto assenti nel

        corrispondente digitale, ma soprattutto un libro

        e' LIBERO,

        IL CA*ZO! Metti in piedi una stamperia poi ne
        riparliamo.


        cosa che il suo corrispondente

        digitale non e' e non vogliono che

        sia.



        Quindi IVA salata!

        Sei tu che paghi l' iva deficiente.Qua non si stà parlando di cosa converrebbe di più al consumatore l'iva al 22% o al 4%, ma cosa ne deriva dalla compera di un libro cartaceo, o di uno digitale. Con la copia cartacea il libro ne faccio l'uso che voglio e quando voglio.Mentre con l'ebook, mi obbligano a fruirlo su qualcosa che io potrei anche non avere, o non aver voglia di comperare. E col DRM su tali 'libri' mi forzano la mano a leggerli su dispositivi che impongono loro gli editori, come vedi le differenze sono abissali, se le si vogliono vedere, altrimenti si è in malafede!
        • Amazoz scrive:
          Re: Il drm va tassato pesantemente!
          - Scritto da: Il fuddaro
          - Scritto da: panda rincoglion ito

          - Scritto da: panda rossa


          La corte di giustizia europea fa bene a


          respingere le lusinghe dei


          lobbisti.


          Il DRM non merita alcuna iva agevolata: va


          tassato


          pesantemente.





          Un ebook non e' un libro.


          Al di la' del mero contenuto, un libro e' un


          oggetto con la sua natura, la sua storia, le
          sue


          caratteristiche del tutto assenti nel


          corrispondente digitale, ma soprattutto un
          libro


          e' LIBERO,



          IL CA*ZO! Metti in piedi una stamperia poi ne

          riparliamo.




          cosa che il suo corrispondente


          digitale non e' e non vogliono che


          sia.





          Quindi IVA salata!



          Sei tu che paghi l' iva deficiente.

          Qua non si stà parlando di cosa converrebbe di
          più al consumatore l'iva al 22% o al 4%,Qui stiamo parlando del fatto che al panda fotte seggiola dell' iva perchè lui scarica dal mulo!
          ma cosa
          ne deriva dalla compera di un libro cartaceo, o
          di uno digitale. Con la copia cartacea il libro
          ne faccio l'uso che voglio e quando
          voglio.E comprati il cartaceo e non ci rompere i mattoni.

          Mentre con l'ebook, mi obbligano a fruirlo su
          qualcosa che io potrei anche non avere, o non
          aver voglia di comperare.Come sopra! Compra un videogame, un film in dvd, quel tazzo che ti pare senza avere l' hardware adeguato per la fruizione, poi vai in giro a rompere i mattoni. Come minimo ti internano.
          E col DRM su tali
          'libri' mi forzano la mano a leggerli su
          dispositivi che impongono loro gli editori,Nessuno ti obbliga, alza le terga e vai in libreria a comprare la versione cartacea.
          come
          vedi le differenze sono abissali,La gente compra uguale, come la mettiamo (rotfl)?
          se le si
          vogliono vedere, altrimenti si è in
          malafede!In malafede ci sei tu, desideroso di ricevere una copia digitale aggratisse.
        • ... scrive:
          Re: Il drm va tassato pesantemente!
          - Scritto da: Il fuddaro
          ne faccio l'uso che voglio e quando voglio.Con l'ebook è ancora più facile e lo sai benissimo
          Mentre con l'ebook, mi obbligano a fruirlo su
          qualcosa che io potrei anche non avere, o non
          aver voglia di comperare. Questa è una tua scelta, ma un libro digitale è eterno il cartaceo no.E non farmi perder tempo a spiegarti il perché ...
          'libri' mi forzano la mano a leggerli su
          dispositivi che impongono loro gli editoriNo, come sopra puoi benissimo stampartelo se ne senti la necessità
          • panda rossa scrive:
            Re: Il drm va tassato pesantemente!
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Il fuddaro

            ne faccio l'uso che voglio e quando voglio.
            Con l'ebook è ancora più facile e lo sai benissimo


            Mentre con l'ebook, mi obbligano a fruirlo su

            qualcosa che io potrei anche non avere, o non

            aver voglia di comperare.
            Questa è una tua scelta, ma un libro digitale è
            eterno il cartaceo
            no.
            E non farmi perder tempo a spiegarti il perché ...No, no, perdiamolo pure il tempo, che io ti posso provare il contrario.Libri del 1500 sono ancora perfettamente fruibili.Libri con la tecnologia precedente di quella di Gutemberg pure.Anche alcune tavolette scolpite, risalenti agli antichi egizi sono tuttora leggibili.Mentre i tuoi ebook eterni sono totalmente dipendenti dall'esistenza e buon funzionamento dei server che li ospitano.Domani amazon chiude, e con essa tutti gli ebook che hai pagato.

            'libri' mi forzano la mano a leggerli su

            dispositivi che impongono loro gli editori
            No, come sopra puoi benissimo stampartelo se ne
            senti la
            necessitàNo che non posso stamparlo: il DRM lo vieta!
          • giaguarevol issimevolm ente scrive:
            Re: Il drm va tassato pesantemente!
            - Scritto da: panda rossa
            No che non posso stamparlo: il DRM lo vieta!ecco la parola magica!Basta eliminarlo e il problema è risolto! 8)
      • giaguarevol issimevolm ente scrive:
        Re: Il drm va tassato pesantemente!
        - Scritto da: panda rincoglion ito
        IL CA*ZO! Metti in piedi una stamperia poi ne
        riparliamo.Si una stamperia di bit!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • coglionazzo scrive:
        Re: Il drm va tassato pesantemente!
        10100111000011100010110011011001111Senti tutte le volte che la stamperia di bit vede un tuo post esce questa roba!Che sarà?Hint :83=1010011=Svai avanti tu che a me scappa da ridere!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Il fuddaro scrive:
      Re: Il drm va tassato pesantemente!
      - Scritto da: panda rossa
      La corte di giustizia europea fa bene a
      respingere le lusinghe dei
      lobbisti.
      Il DRM non merita alcuna iva agevolata: va
      tassato
      pesantemente.

      Un ebook non e' un libro.
      Al di la' del mero contenuto, un libro e' un
      oggetto con la sua natura, la sua storia, le sue
      caratteristiche del tutto assenti nel
      corrispondente digitale, ma soprattutto un libro
      e' LIBERO, cosa che il suo corrispondente
      digitale non e' e non vogliono che
      sia.

      Quindi IVA salata!E soprattutto è un EBOOK! Qualcosa di ELETTRONICO!! Un Libro, definito tale e uno con pagine e copertina cartacea.
Chiudi i commenti