AMD rafforza la presenza in Cina

Apre un nuovo quartier generale


Pechino (Cina) – AMD ha annunciato l?apertura di un nuovo quartier generale a Pechino, in Cina. Il nuovo headquarter di AMD gestirà le operazioni dell?azienda in Cina, Hong Kong e Taiwan e avrà il compito di fare in modo che tutte le attività di AMD nell?area siano allineate con le esigenze del mercato locale.

“L’apertura del nuovo headquarter AMD a Pechino aiuterà a velocizzare lo sviluppo e la fornitura di nuovi prodotti AMD in una delle più importanti aree di business a livello globale, nonché uno dei mercati tecnologici più dinamici del mondo”, ha dichiarato Hector Ruiz, chairman e CEO di AMD.
“L?headquarter cinese di AMD si occuperà delle operazioni in Cina, Hong Kong e Taiwan, coordinando e consolidando le risorse all’interno di questi mercati così differenti, in modo da favorire l’ulteriore crescita e sviluppo di AMD nell’intera regione dell’Asia-Pacifico”, ha aggiunto Karen Guo, corporate vice president di AMD, e president e general manager di AMD (China) Co. Ltd. “Questo aiuterà AMD ad ampliare ulteriormente le proprie partnership locali, a sviluppare prodotti e servizi customizzati e a migliorare significativamente le propria offerta tecnologica per offrire ai clienti e agli utenti finali dell’intera regione maggiore opportunità di scelta”.

Lo scorso marzo AMD ha ricevuto l’autorizzazione a costruire un secondo impianto di fabbricazione back-end allo stato dell’arte presso l’area Suzhou Industrial Park. In maggio ha annunciato la costituzione a Pechino di una holding a capitale straniero, AMD China Co. Ltd., che permetterà all’azienda di ampliare la propria presenza all’interno del Paese. L’azienda ha inoltre allargato la propria presenza nella regione attraverso una serie di lanci di prodotto e alleanze con importanti OEM e multinazionali come Lenovo, Founder, Thunis, Dawning, IBM, HP e Sun.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    parole, parole, parole.....
    http://www.mozillaitalia.org/thunderbird/faq.html#q2.2«No. Netscape WebMail e Hotmail usano protocolli proprietari. .........»
  • Anonimo scrive:
    Sentirla parlare di standard aperti
    .....non può che far piacere.Ma non crediamo a microsoft, comunque se racconta palle significa che va sempre + veloce verso il suicidio.Stiamo comunque a vedere.
    • Terra2 scrive:
      Re: Sentirla parlare di standard aperti

      Ma non crediamo a microsoft, comunque se
      racconta palle significa che va sempre +
      veloce verso il suicidio.
      Stiamo comunque a vedere.Io mi fido di chi:a) antempone i fatti alle chiacchiereb) mantiene le promesseSe ti risulta che ms abbia mai fatto almeno una delle due cose...
  • Anonimo scrive:
    MrReset ha più notizie.
    Lascio i link ad un blog, che ha coperto queste notizie già giovedì. Il bello è che l'ho scoperto da un commento sulla sicurezza qui su PI...http://misterreset.blogspot.com/2004/09/in-diretta-da-linuxworld-trascrivo.htmlhttp://misterreset.blogspot.com/2004/09/xml-il-futuro-non-pi-parole-abbiamo-un.htmlhttp://misterreset.blogspot.com/2004/09/su-xml-sistema-informatico-standard.html
    • Terra2 scrive:
      Re: MrReset ha più notizie.
      - Scritto da: Anonimo
      Lascio i link ad un blog, che ha coperto
      queste notizie già giovedì. Il
      bello è che l'ho scoperto da un
      commento sulla sicurezza qui su PI...MrReset... già il nome è tutto un programma per uno che si fida di quelle banfate...Personalmente, visti i precedenti ai limiti dell'ostruzionismo criminale, permettere alla microsoft di avere a che fare con la nostra pubblica amministrazione (e con i suoi standard), sarebbe peggio che dare a Giovanni Brusca un lavoro da bidello in un asilo.
      • Anonimo scrive:
        Re: MrReset ha più notizie.
        - Scritto da: Terra2

        - Scritto da: Anonimo

        Lascio i link ad un blog, che ha coperto

        queste notizie già
        giovedì. Il

        bello è che l'ho scoperto da un

        commento sulla sicurezza qui su PI...

        MrReset... già il nome è tutto
        un programma per uno che si fida di quelle
        banfate...
        che c'entra il nome?Mi sembra uno dei pochi siti seri ed obiettivi. Comunque ci si trova un sacco di info che da altre parti, istituzionali non si trovano. Non è il massimo, ma non è male.E anchi'io l'ho scoperto da poco leggendo il forum di PI.Per Microsoft, non bisogna fidarsi, ma se aderisce agli standard, si deve misurare con linux, ma al tempo stesso linux si può misurare con Microsoft ad armi pari.Ad esempio, il nostro senato è passato a Linux, poi è down un'ora sì e un'ora no... Qui bisogna che tutti ci si rimbocchi le maniche per dare una vera opportunità a Linux.CiaoAndrea
  • Terra2 scrive:
    il dono della sintesi
    Una valida risposta alle affemazioni del portavoce microsoft potrebbe essere fornita dal sottostante documento:http://www.thestone.it/file%20del%20mese/Trio%20Medusa.zipPoche parole che riescono prodigiosamente a sintetizzare ciò che pensavo gli estimatori dell'open source riguardo alle chiecchiere di Pierluigi Del Pino.
  • Anonimo scrive:
    e' della scuola di Ballmer
    Questo qui spara c****te a raffica. Proprio come Ballmer il braccio destro di Bill, che addirittura ha dichiarato una cosa e il suo esatto contrario nell'arco di 24ore (non ho il rif. ma l'ho letto qui su PI).E la campagna di Ballmer contro l'open source e la GPL (paragonata al demonio) che secondo lui minerebbero l'intero sistema economico mondiale ....Bleaaahh!!Ma che li stanno ad ascoltare a fare?!?!Questi si sentono liberi di parlare come piu' gli piace, che sia vero o falso poco gli importa.Comunque, questo qui, da come le spara grosse, deve essere uno pezzo da 90 in M$.
  • Terra2 scrive:
    "Timeo danaos...
    ...et dona ferentes"Tradotto dal latino significa:"quando la microsoft ti porta dei fiori,di solito finiscono per decorare la tua lapide"... "Microsoft ha una posizione aperta e trasparente sul tema del pluralismo informatico..." E da quando... da stamattina?Questo vuole dire che la comunità openoffice.org avrà a disposizione tutte le specifiche per esportare ed importare i formati di msoffice?Le sorprese sono finite o devo aspettarmi che dopodomani la ms fornisca al mondo le prove della reale esistenza di Babbo Natale? "Non necessariamente però, come spesso si è soliti pensare, un prodotto di derivazione open source supporta anche standard aperti" Peccato che altrettanto spesso, si sia soliti pensare anche che i prodotti di derivazione closed source non supportino assolutamente gli standard aperti!Se la microsoft sapesse produrre software, essattamente come sa "mentire spudoratamente" il winXP potrebbe essere installato su un Vic20 (e senza appesantirlo).Avessi sentito una registrazione di Martin Borman che diceva di essere un grande estimatore della comunita omosessuale di colore, l'avrei giudicata più sincera ed attendibile.==================================Modificato dall'autore il 27/09/2004 2.15.28
  • Mechano scrive:
    Bosco o broccoletti
    Come la pubblicita' dell'esselunga quelle di M$ sarannobugie o astro-balle?Mamma mia che puzza di propaganda che sento. Mamma mia che faccia di bronzo, anzi che faccia come il cu£o...!Una manifestazione importante per il mondo Linux, ma soprattutto che in questa edizione avra' di sicuro una maggiore visibilita' e maggiore interesse in assoluto rispetto alle precedenti edizioni sia da parte di pubbliche amministrazioni che da aziende di tutte le dimensioni.Un crescente interesse specie da parte di soggenti che sono in procinto di abbandonare M$, e cosa ti fa M$? Manda i suoi rappresentanti piu' convincenti (leggasi piu' paraculisti) a dichiarare che l'apertura e l'interoperabilita' l'hanno inventata loro.Si perche' da quelle parole sembra che quest'azienda siano secoli che lotta contro l'ingiustizia dei formati chiusi e dell'obscurity su API e protocolli.Spero solo che dopo tanti anni almeno le aziende che hanno bisogno dell'IT e ci spendono perche' e' cruciale per il loro business, si siano accorte che non si puo' credere sempre ad ogni promessa che puntualmente non viene mantenuta dalla M$.--Ciao. Mr. Mechano
    • Anonimo scrive:
      Re: Bosco o broccoletti
      - Scritto da: Mechano


      Si perche' da quelle parole sembra che
      quest'azienda siano secoli che lotta contro
      l'ingiustizia dei formati chiusi e
      dell'obscurity su API e protocolli.
      "Microsoft - ha anche dichiarato Dal Pino - guarda al mondo open source con estrema attenzione e ne ha colto importanti aspetti positivi, come la possibilità di incoraggiare modelli aperti di collaborazione tra la comunità di sviluppatori e tra gli attori del mercato. L'iniziativa Shared Source..."Evidentemente non sei abituato a leggere prima di sparare le tue solite buffonateEh si... cadi sempre più in basso caro Mechano, speriamo che non sia mai tu a decidere le sorti di linux o windows in futuro
      • Anonimo scrive:
        Re: Bosco o broccoletti
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Mechano





        Si perche' da quelle parole sembra che

        quest'azienda siano secoli che lotta
        contro

        l'ingiustizia dei formati chiusi e

        dell'obscurity su API e protocolli.



        "Microsoft - ha anche dichiarato Dal Pino -
        guarda al mondo open source con estrema
        attenzione e ne ha colto importanti aspetti
        positivi, come la possibilità di
        incoraggiare modelli aperti di
        collaborazione tra la comunità di
        sviluppatori e tra gli attori del mercato.
        L'iniziativa Shared Source..."

        Evidentemente non sei abituato a leggere
        prima di sparare le tue solite buffonateIl punto è proprio questo, non basta leggere che MS dica qualcosa quando poi puntualmente vediamo come si comporti sempre nel solito modo.Le buffonate sono quelle di MS, non di Mechano...
  • Anonimo scrive:
    Per la redazione...
    Ho fatto un commento forse un po' colorito, anche perchè in tutta franchezza la notizia in questione, nella sua surrealità, si prestava assai bene, ma di certo non sono trasceso nel linguaggio e non mi sembra di aver violato la privacy. Il commento è stato spostato all'istante non nel forum degli OT, dove tutto sommato ci sarebbe stato bene, ma addirittura in quello delle X-rosse......Poco fa ho voluto rileggere la notizia e cosa mi trovo ? Un bel banner con scritto "Scegli Microsoft Windows XP con Service Pack 2" (tralascio per decenza l'accenno ai worm e ai pirati informatici...).Ora mi chiedo... non è che le tre cose (notizia, banner e rimozione del mio post) sono strettamente correlate ?Ora non mi resta che aspettare per vedere quanto tempo passerà prima che questo post seguirà la strada dell'altro...P.S. Evitate di rispondere che dire "Cosa si è fumato questo" è lesivo della dignità della persona, perchè altrmenti vi inviterei a leggere più spesso i post sul forum a tema libero...
    • Anonimo scrive:
      Re: Per la redazione...
      - Scritto da: Anonimo...
      ma di certo non sono trasceso nel linguaggio
      e non mi sembra di aver violato la privacy.Ovviamente mi riferivo alla policy e non alla privacy...
      • Anonimo scrive:
        Re: Per la redazione...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo
        ...Ah... mi sono riletto ancora la notizia... indubbiamente per fare certe affermazioni bisogna aver fumato qualche cosa di molto pesante. Che piaccia o meno alla redazione di Punto Informatico....
    • Anonimo scrive:
      Re: Per la redazione...
      - Scritto da: Anonimo
      ...Poco fa ho voluto rileggere la notizia e
      cosa mi trovo ? Un bel banner con scritto
      "Scegli Microsoft Windows XP con Service
      Pack 2" (tralascio per decenza l'accenno ai
      worm e ai pirati informatici...).E' da un po' di tempo, diciamo da fine estate che anche io ho notato una maggiore severita' o forse dovrei dire un cambiamento dei criteri secondo i quali un post o un intero thread viene "censurato" con una X rossa o spostato tra OT e troll.La cosa strana pero' e' data dal fatto che spesso il post o l'intero thread non viene spostato per il linguaggio colorito.A volte non sembra neppure esserci un criterio o questo e' molto variabile. E' come se si dessero il cambio piu' persone con metri differenti, e che una di queste sembra essere una donna un po' severa e di scarsa indulgenza.Capisco che sia giusto non far decadere i forum del sito fino al livello che ha raggiunto questa estate, e riprenderli un po'. Ma molte censure puzzano un po' troppo di clientelismo od opportunismo...Riguardo ai banner di M$ che ti sono capitati, beh quelli sembrano avere una cadenza casuale, ma sono certamente segno che quell'azienda paga e molto, quindi non gradira' tanto essere sputtanata di continuo nei forum, e dopo gli astroturfer probabilmente adesso e' passata all'intimidazione o alla minaccia di dirottare altrove i suoi cospiqui "emolumenti" pubblicitari.
      • Anonimo scrive:
        Re: Per la redazione...
        - Scritto da: Anonimo
        E' da un po' di tempo, diciamo da fine
        estate che anche io ho notato una maggiore
        severita' o forse dovrei dire un cambiamento
        dei criteri secondo i quali un post o un
        intero thread viene "censurato" con una X
        rossa o spostato tra OT e troll.Te lo spiego io il criterio, spero tu legga presto questo mio messaggio prima che venga spostato.Ecco su punto-informatico non esiste la freedom of speech. Esiste la "libertà di parola che piace a loro". Così hanno fatto apposta un forum chiamato "OT e dei Troll". Troll è una definizione un po' vaga, fra l'altro uno può scrivere cose inerenti all'articolo, non offendere nessuno, non essere volgare ed essere lo stesso considerato da molti un troll. E' questa una buona ragione per spostare il suo messaggio?Inoltre c'è l'opzione del "forum x rosse" se c'è la parolaccina nel testo.Loro ti dicono: "eh ma non siamo dei censori! noi mica lo cancelliamo il messaggio! Lo spostiamo!"Un po' come se Stalin ti dicesse: "ma no caro tu puoi esprimere liberamente le tue opinioni a voce alta! Ma lo farai in questa cella 2 metri per 2 dove non ti sente nessuno".
  • Slurpolo scrive:
    Sono curioso
    Non necessariamente però, come spesso si è soliti pensare, un prodotto di derivazione open source supporta anche standard aperti Caro Pierluigi Dal Pino, sono curioso: mi faresti un solo esempio di prodotto open source che supporti standard non aperti?Mi accontenterei anche della spiegazione di come sia possibile, con un programma open source, usare uno standard chiuso.E infine vorrei un commento sull'uso degli standard aperti applicato ai programmi di word processing.Con comodo, eh?==================================Modificato dall'autore il 26/09/2004 22.22.43
    • Alessandrox scrive:
      Ah bella anche questa...
      "È infatti importante precisare - ha affermato il dirigente Microsoft - che uno standard aperto è caratterizzato da specifiche tecniche che definiscono regole di comportamento condivise e supportate a livello di mercato e non ha nulla a che fare con il modello di sviluppo utilizzato per implementare tale standard..."Qui' o non capisce o fa finta di non capire...standard aperto è caratterizzato da specifiche tecniche APERTE, per definizione, cioe' PRIVE DI ROYALTIES, NON COPERTE DA BREVETTO, di pubblico dominio... in buona sostanza FREE. Partendo dalla SUA definizione e applicandola alla lettera allora anche i formati di office sarebbero aperti...- Scritto da: Slurpolo
      Non necessariamente però, come
      spesso si è soliti pensare, un
      prodotto di derivazione open source supporta
      anche standard aperti
      Caro Pierluigi Dal Pino, sono curioso: mi
      faresti un solo esempio di prodotto open
      source che supporti standard non aperti?
      Mi accontenterei anche della spiegazione di
      come sia possibile, con un programma open
      source, usare uno standard chiuso.
      E infine vorrei un commento sull'uso degli
      standard aperti applicato ai programmi di
      word processing.
      Con comodo, eh?Piu' che altro ci vuole una bella faccia di Bronzo a fare certe affermazioni al LinuxWorld Expo,immagino e facce dei presenti...Shpalmen!Shpalmen!C'e' un bel lavoro per te!
  • Anonimo scrive:
    Office
    Ma non volevano chiudere il formato dei file di office? Impedendo così l'apertura dei documenti in programmi non micro$oft.Ma forse quando avevano questa intenzione non c'erano alternative valide, gratuite e libere (open office).;)Ah dimenticavo!Vorrei aprire una piccola polemica con quelli che pensano che l'open source faccia perdere posti di lavoro.Ma sapete quanta gente è a spasso (o quanti posti di lavoro non sono mai stati creati) perchè la micro$oft schiaccia i suoi concorrenti sul nascere facendoli spesso fallire o riducendoli ai minimi termini. Di questo non si parla mai.La filosofia del software libero è l'unica via per battere o almeno limitare lo strapotere micro$oft. Lo hanno capito anche i concorrenti di m$.Chissà quando le aziende di software capiranno che è meglio un concorrente (debole) che un concorrente fallito!Le aziende fallite potrebbero rilasciare il codice con licenza GPL e poi chi li ferma più.Scusate sono uscito un pò fuori tema, ma avevo bisogno di sfogarmi: voglio poter scegliere.CiaoPS. Chi se lo ricorda Lotus 123?
  • sandcreek scrive:
    Una svolta?
    Cercherei di prendere del buono dalle parole del manager, perche' le dichiarazioni rappresentano in buona parte una svolta. Al di fuori delle parrocchie, auguriamoci che alle parole seguano i fatti!!
  • Elwood_ scrive:
    sono sicuro installo winzozz....
    E la service pack2E sono sicuro che non mi funzionera' piu' niente, o almeno non sono sicuro, che buona parte di quello che mi funzionava prima, non funzionera' adesso.(mi scusi P.I. per la citazione presa dalla pubblicita')Cosa? aperta hai protocolli?Buhahahahahahhah!Ma che bella barzelletta. Dei protocolli e degli standard la Microsoft se ne e' sempre strafregata, basta vedere lo standard Posix, del suo vecchio NT.Ballmer e il suo gruppo de minchiate, ne racconta sempre piu' grosse.Interoperabilita' un concetto sconosciuto a casa de Bill Gates.Basta vedere le volte che i sistemisti Linux sputano sangue quando esce una nuova versione di winzozz per far funzionare Samba.Pinocchiate. Ballmer senti il fiato al collo eh?Non ti preoccupare il fiato al collo di linux lo senterai sempre piu' forte!Microsoft... alle minchiate che dite non ci crede piu' nessuno. Elwood==================================Modificato dall'autore il 26/09/2004 15.40.26
  • Anonimo scrive:
    Ma questo cosa si è fumato ?!?!?!?!?!?
  • Anonimo scrive:
    non raccontarci balle
    i tuoi capi hanno spalato merda sull'opensource fino all'altro giorno e continuano a fare porcate per metterci all'angolo cambiando le leggi e pilotando i produttori software e hardware.Che faccia di bronzo.... Vi insegnamo come fare informatica da 20 anni e vi facciamo ricerca tutto il santo giorno e in cambio ci date calci nel culo. Vai a nasconderti.
Chiudi i commenti