Analisi/ Gli RFID nella PA italiana

Il braccio informatico del Governo, il CNIPA, vuole valutare e sperimentare gli RFID nei processi della Pubblica Amministrazione, dagli uffici agli ospedali, dai musei alle mense. Ecco perché


Roma – Il CNIPA (Centro Nazionale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione) ha avviato un’iniziativa per valutare, nell’ambito delle tecnologie AIDC (Automatic Identification and Data Capture), la fattibilità di progetti RFID orientati al miglioramento della Pubblica Amministrazione (PA).

Per questo scopo ha costituito un gruppo di studio finalizzato a definire i vari aspetti tecnici e normativi che riguardano l’uso di questa tecnologia e a definire le iniziative sperimentali in questo campo.

L’RFID non è attualmente diffuso nella PA, ma i suoi impieghi potenziali possono essere particolarmente significativi, per esempio per la gestione documentale, per la gestione di beni patrimoniali e culturali, e per la tracciabilità alimentare in strutture sanitarie pubbliche.

Il fine del CNIPA, dunque, in un paese nel quale non mancano le società specializzate nel settore RFID che operano anche a livello internazionale, sarà dunque quello di promuovere l’impiego di queste tecnologie nella PA attraverso la valorizzazione del patrimonio di conoscenza nazionale che caratterizza le aziende di settore e di guidare e supportare le PA nella conoscenza e nell’impiego dell’RFID. SU queste premesse, nel primo semestre del 2006 si terrà un convegno di studio nel corso del quale saranno presentati i risultati delle audizioni.

Valutiamo più attentamente le motivazioni che hanno spinto il CNIPA verso l’RFID e l’impatto che queste tecnologie avranno nella PA.

Quotidianamente assistiamo a fatti (o misfatti) che in una società moderna andrebbero ritenuti inaccettabili: i dati forniti dallo stesso CNIPA per l’ambito sanitario parlano di 52.000 errori clinici nel 2005 (il 60% dovuto ad inefficienze, il 27% ad errori di dosaggio o scambio di farmaci, e il restante a diverse cause tra cui l’errata individuazione del paziente); molti casi di mense di caserme, scuole, ospedali dove sono serviti cibi di non sicura provenienza, scaduti o peggio adulterati; tempi biblici per l’elaborazione o la ricerca di una pratica; beni culturali che restano stipati in magazzini dimenticati nei sottoscala dei musei.

Solo la lungimiranza di alcuni amministratori in settori di nicchia, nel passato, ha permesso l’adozione di tecniche e tecnologie innovative per la riduzione degli errori, dei tempi e quindi dei costi, rendendo alcune parti della PA piccole isole felici più efficienti. Attualmente, questo dislivello tra i settori della PA non è più accettabile, sia per garantire un servizio paritario ad ogni cittadino, sia perchè il costo non è più sostenibile da un’economia in continua accelerazione e concorrenza con i mercati asiatici.

L’orientamento primario del CNIPA è quello di ridurre i costi della PA fornendo servizi sempre più innovativi e di qualità. Da un documento dello stesso CNIPA traspare l’idea che l’evoluzione tecnologica di ambienti ERP-CRM integrati con la tecnologia RFID possa portare a grandi innovazioni nella PA in quanto questa tecnologia permette di orientarsi verso:
– la tracciabilità di beni: nel flusso di controllo, per l’autenticazione, per la sicurezza, per l’archiviazione.
– la percezione dei bisogni delle persone: agire sulla base delle loro preferenze, desideri, necessità, salute e benessere.

Il ruolo del CNIPA è anche quello di evitare gli sprechi in direzioni di ricerca che evitino facili entusiasmi derivati da troppo frettolose analisi di mercato o da piani di fattibilità basati su stime illusorie. Per meglio incasellare questa attività analiticamente, il CNIPA spezza le attività strategiche di ricerca in sei fasi ben definite che attraverso un percorso graduale porta alla scelta sull’adozione o meno di una tecnologia. Allo stato, il CNIPA sulla tecnologia RFID si posiziona ancora nella primissima fase.

Coinvolgendo attivamente parti importanti della PA come il Ministero dell’Economia e delle Finanze, il Senato, il Ministero della Difesa, le ASL, la Scuola Superiore della PA ed il Poligrafico, il CNIPA ha ipotizzato le linee di azione necessarie per strutturare dei progetti atti alla riqualificazione della PA mediante la tecnologia RFID, suddividendoli in due categorie: applicazioni consolidate che possono essere implementate sin da subito ed applicazioni sperimentali che necessitano delle fasi di studio-prototipazione-verifica dei risultati.

Tra le applicazioni consolidate troviamo il “controllo accessi”, i “sistemi di pagamento”, la “gestione delle Biblioteche”, l'”identificazione e controllo animali di allevamento”. Queste applicazioni sono ormai di uso comune: il controllo accessi mediante tesserini RFID è all’ordine del giorno in molte realtà industriali; i sistemi di pagamento (carte di credito dei circuiti Visa e Mastercard) a breve conterranno il “chippettino” RFID per divenire senza contatto; la gestione delle biblioteche è una realtà come in Biblioteca Lancisiana a Roma (sistema Pergamon); l’identificazione degli animali di allevamento è un’applicazione ormai nota (ad esempio i veterinari applicano dei transponder 14443A agli animali domestici, opzionalmente al classico tatuaggio).

Le idee derivate dall’auditing effettuato dal gruppo di studio per le applicazioni sperimentali invece sono quelle che presumibilmente daranno grandi opportunità alla PA per ridurre i costi e rendere efficace la sua azione, come ad esempio:
– Per l’ambito sanitario: l’adozione di sistemi di tracciabilità per pazienti attraverso l’uso del bracciale elettronico, l’adozione di strumenti e procedure nuove come il carrello intelligente per i farmaci o lo scaffale intelligente, il tracking dei tessuti per trapianti, delle cartelle cliniche, delle sacche o bocce di sangue per trasfusioni, delle apparecchiature di pregio (defibrillatori, monitor parametrici, respiratori, ecc…), dei farmaci.
– Per l’ambito alimentare: l’adozione dei sistemi di tracciabilità alimentare associati ad un sistema di tracking dei pasti per mense di ospedali, scuole, caserme.
– Per l’ambito di archiviazione delle pratiche amministrative: l’adozione di sistemi di tracciabilità delle pratiche e dei faldoni attraverso l’uso di scaffali intelligenti e varchi di associazione tra chi “lavora la pratica” e le “pratiche prelevate” dall’archivio. Riqualificazione degli archivi mediante la riclassificazione degli stessi per unità fisiche con lo standard internazionale ISAD(G).
– Per la gestione del patrimonio culturale: l’adozione di sistemi di identificazione dei reperti archeologici o delle opere d’arte per migliorare lo stoccaggio del materiale non collocato in spazi museali, oltre la conoscenza in tempo reale della collocazione del patrimonio stesso.

E’ evidente che se l’uso dell’RFID nei progetti sperimentali dimostrerà la sua efficacia con una riduzione dei costi o con un aumento della qualità delle prestazioni erogate, il processo di innovazione che sta portando la PA verso l’uso della tecnologia RFID subirà un’accelerazione: questo determinerà, di conseguenza, anche un sempre maggiore impatto sul nostro stile di vita quotidiano. Ad esempio, in futuro potrebbe diventare finalmente possibile conoscere lo stato delle nostre pratiche semplicemente visitando un certo sito web.

Corrado Patierno

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    L'oste e il vino
    Symantec si è accorta che andando a chiedere all'oste se il vino è buono, non sempre quest'ultimo dice la verità...
  • Anonimo scrive:
    Disinformazione
    Se avete letto bene l'articolo alla fine c'è scritto:"Per ottenere lo stesso risultato con Windows, gli esperti di Symantec hanno dovuto applicare tutte le patch di sicurezza rilasciate fino a quel momento da Microsoft".Che razza di test può essere quello in cui linux e windows vengono attaccati nella condizione di assenza di patch? Il confronto va fatto con tutte le patch applicate.
    • mda scrive:
      Re: Disinformazione
      - Scritto da: Anonimo
      Se avete letto bene l'articolo alla fine c'è
      scritto:
      "Per ottenere lo stesso risultato con Windows,
      gli esperti di Symantec hanno dovuto applicare
      tutte le patch di sicurezza rilasciate fino a
      quel momento da Microsoft".

      Che razza di test può essere quello in cui linux
      e windows vengono attaccati nella condizione di
      assenza di patch? Il confronto va fatto con tutte
      le patch applicate.Leggi bene !Anno fatto uno storico dei problemi che ADESSO sono corretti dalla Microsoft.Capisci ?Tra un anno faranno la storia dei problemi di adesso che verranno corretti in un anno.Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Disinformazione
        - Scritto da: mda
        Anno fatto uno storico dei problemi che ADESSO
        sono corretti dalla Microsoft.
        Capisci ?tu non hai capito invece che il test lo hanno fatto senza applicare le patch che già erano disponibili.
    • Anonimo scrive:
      Re: Disinformazione
      - Scritto da: Anonimo
      Se avete letto bene l'articolo alla fine c'è
      scritto:
      "Per ottenere lo stesso risultato con Windows,
      gli esperti di Symantec hanno dovuto applicare
      tutte le patch di sicurezza rilasciate fino a
      quel momento da Microsoft".

      Che razza di test può essere quello in cui linux
      e windows vengono attaccati nella condizione di
      assenza di patch? Il confronto va fatto con tutte
      le patch applicate.Gia', ma mettiti nei panni dell'utonto che si e' appena installato windows dal CD, quindi in modalita' NON PATCHATA.Dopodiche' deve collegarsi alla rete per scaricarsi le patches...E nel frattempo che si scarica le patches, si ritrova suo malgrado installati virus, trojans e merdaccia varia.Che naturalmente resta anche dopo la patch, e che ripartira' automaticamente ad ogni riavvio del sistema coi privilegi di administrator...
  • Anonimo scrive:
    Disinformazione
    Se avete letto bene l'articolo alla fine c'è scritto:"Per ottenere lo stesso risultato con Windows, gli esperti di Symantec hanno dovuto applicare tutte le patch di sicurezza rilasciate fino a quel momento da Microsoft".Che razza di test può essere quello in linux e windows vengono attaccati nella condizione di assenza di patch? Il confronto va fatto con tutte le patch applicate.
    • mda scrive:
      Re: Disinformazione
      - Scritto da: Anonimo
      Se avete letto bene l'articolo alla fine c'è
      scritto:
      "Per ottenere lo stesso risultato con Windows,
      gli esperti di Symantec hanno dovuto applicare
      tutte le patch di sicurezza rilasciate fino a
      quel momento da Microsoft".

      Che razza di test può essere quello in linux e
      windows vengono attaccati nella condizione di
      assenza di patch? Il confronto va fatto con tutte
      le patch applicate.Risposto prima leggi il post precedente !
  • Anonimo scrive:
    Firefox - Internet Explorer: 2-23 bug
    Dal sito Secunia.com:Internet Explorer 6 (http://secunia.com/product/11/)"Microsoft Internet Explorer 6.x with all vendor patches installed and all vendor workarounds applied, is currently affected by one or more Secunia advisories rated Highly critical.[...]Currently, 23 out of 93 Secunia advisories, are marked as "Unpatched" in the Secunia database".Firefox 1.x (http://secunia.com/product/4227/)"Mozilla Firefox 1.x with all vendor patches installed and all vendor workarounds applied, is currently affected by one or more Secunia advisories rated Less critical"[...]Currently, 2 out of 27 Secunia advisories, are marked as "Unpatched" in the Secunia database.Credo non esistano software esenti da bug (o vulnerabilità), i programmatori sono pur sempre degli esseri umani e quindi "imperfetti".Il problema non è nemmeno la quantità di vulnerabilità scoperte (comunque elevate: ben 93 per explorer!); alcune vulnerabilità sono note da anni e risultano non corrette o corrette solo in parte.Ma i programmatori di Explorer non si pongono problemi... Certo, rimuovere bug significa ore di lavoro per il controllo del codice e test di controllo sulla patch (non è la prima volta che una patch corregge un problema, ma ne introduce un altro). La vulnerabilità verrà risolta (forse) se ci saranno virus o malware in grado di sfruttare tale vulnerabilità, magari resa pubblica da mesi e con relativo codice di exploit. Insomma, quando è già tardi. Una storia già sentita...Un'ultima cosa: uso sia Explorer (poco) che Firefox.Explorer 6 (tralasciando la versione 7 in versione beta) per essere "sicuro" richiede l'installazione di una decina di patch alcune delle quali del peso, per una sola patch, anche di 3 MB!L'installazione di Firefox pesa (per pc) 4.9 Mb!Per chi è costretto ancora ad usare un modem 56k direi che è un pregio non da poco...
    • Anonimo scrive:
      Re: Firefox - Internet Explorer: 2-23 bu
      guarda bene la gravità di quelle 23 falle in IE, e ti accorgerai che sono stupidaggini.
      • Anonimo scrive:
        Re: Firefox - Internet Explorer: 2-23 bu
        - Scritto da: Anonimo
        guarda bene la gravità di quelle 23 falle in IE,
        e ti accorgerai che sono stupidaggini. leggi bene il messaggio che hai postato e ti accorgerai che sono stupidaggini :D :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Firefox - Internet Explorer: 2-23 bu

        guarda bene la gravità di quelle 23 falle in IE,
        e ti accorgerai che sono stupidaggini. Non mi sembra! Alcune sono classificate come critiche... anche risalenti al 2003!Espressioni del tipo: "execute arbitrary code" non sono molto rassicuranti!Ad ogni modo non è un buon motivo per evitare di correggere delle vulnerabilità (e 23 sono tante!), che possono diventare ancora più pericolose una volta che vengono pubblicati gli exploit.
        • Anonimo scrive:
          Re: Firefox - Internet Explorer: 2-23 bu
          - Scritto da: Anonimo
          Non mi sembra! Alcune sono classificate come
          critiche... anche risalenti al 2003!
          Espressioni del tipo: "execute arbitrary code"
          non sono molto rassicuranti!se leggi bene, riguarda un controllo activex .ocx che non è presente in windows e non più supportato. Sarebbe come se una libreria dll vecchia e buggata fosse considerata tale per l'eternità quando non è più usata da nessuno; per di più quell'ocx non fa parte di windows.
          • Anonimo scrive:
            Re: Firefox - Internet Explorer: 2-23 bu
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Non mi sembra! Alcune sono classificate come

            critiche... anche risalenti al 2003!

            Espressioni del tipo: "execute arbitrary code"

            non sono molto rassicuranti!

            se leggi bene, riguarda un controllo activex .ocx
            che non è presente in windows e non più
            supportato. Sarebbe come se una libreria dll
            vecchia e buggata fosse considerata tale per
            l'eternità quando non è più usata da nessuno; per
            di più quell'ocx non fa parte di windows.Non ne sono sicuro. Mi pare di aver capito che è un componente di Visual Studio firmato Microsoft che può essere installato di nascosto attraverso Internet Explorer. Tra l'altro riguarda gli ActiveX, spesso sfruttati per essere veicoli per l'installazione di dialer a insaputa dell'utente, ActiveX che per fortuna verranno ridimensionati con Internet Explorer 7.Comunque non voglio polemizzare sulle singole vulnerabilità (ce ne sarebbero altre: "compromise a user's system", "conduct phishing attacks").Il fatto su cui volevo riflettere è sulla quantità di vulnerabilità e sulla rapidità con cui vengono rilasciati gli aggiornamenti. Sulla pericolosità si può anche discutere, resto dell'opinione che una falla considerata moderatamente critica qualche anno fa potrebbe diventare più seria oggi. La sicurezza di un software può offrire è molto importante e non deve essere trascurata, soprattutto se gli utenti che usano tale software sono milioni.Finora i dati danno ragione a Firefox, aspetto una risposta della Microsoft con Explorer 7 (per XP, e gli altri S.O. precedenti?)Saluti
          • Anonimo scrive:
            Re: Firefox - Internet Explorer: 2-23 bu
            - Scritto da: Anonimo
            Non ne sono sicuro. Mi pare di aver capito che è
            un componente di Visual Studio firmato Microsoft
            che può essere installato di nascosto attraverso
            Internet Explorer.
            Tra l'altro riguarda gli
            ActiveX, spesso sfruttati per essere veicoli per
            l'installazione di dialer a insaputa dell'utente,
            ActiveX che per fortuna verranno ridimensionati
            con Internet Explorer 7.- E' di una vecchia versione di visual basic- Quel componente activex deve prima passare la protezione di IE6 che ti chiede se lo vuoi installare. Con IE6 SP2 a meno che non sei superutonto non può installarsi, perchè ti compare un mega avvertimento.- Occorre inoltre un programma exe installato sul computer locale dell'utente che sia in grado di utilizzare quell'activex, altrimenti anche se l'activex è buggato, non può essere utilizzato- Se anche microsoft rilasciasse una versione aggiornata di quell'activex, la versione buggata rimarrebbe
          • Anonimo scrive:
            Re: Firefox - Internet Explorer: 2-23 bu
            - Scritto da: Anonimo
            Il fatto su cui volevo riflettere è sulla
            quantità di vulnerabilità e sulla rapidità con
            cui vengono rilasciati gli aggiornamenti. Le nuove build di firefox escono con cadenza superiore a 1 o 2 mesi. E ogni volta nelle release notes sono segnalate tante falle di sicurezza corrette. Quindi il tempo di rilascio di una patch da parte di Mozilla non è poi così diverso dalle patch mensili di sicurezza fornite da Microsoft.
    • Anonimo scrive:
      Re: Firefox - Internet Explorer: 2-23 bu
      - Scritto da: Anonimo
      Explorer 6 (tralasciando la versione 7 in
      versione beta) per essere "sicuro" richiede
      l'installazione di una decina di patch alcune
      delle quali del peso, per una sola patch, anche
      di 3 MB!
      L'installazione di Firefox pesa (per pc) 4.9 Mb!
      Per chi è costretto ancora ad usare un modem 56k
      direi che è un pregio non da poco...le patch per IE le devi mettere comunque, perchè con IE vengono aggiornate anche le librerie di sistema che gestiscono l'html in Windows.
      • Anonimo scrive:
        Re: Firefox - Internet Explorer: 2-23 bu

        le patch per IE le devi mettere comunque, perchè
        con IE vengono aggiornate anche le librerie di
        sistema che gestiscono l'html in Windows.Vero. Purtroppo Internet Explorer è integrato con il sistema operativo (con relativi problemi di sicurezza).E se io volessi disinstallare Internet Explorer perchè non lo uso e per evitare le relative vulnerabilità? é quasi impossibile!
        • Anonimo scrive:
          Re: Firefox - Internet Explorer: 2-23 bu
          - Scritto da: Anonimo
          Vero. Purtroppo Internet Explorer è integrato con
          il sistema operativo (con relativi problemi di
          sicurezza).
          E se io volessi disinstallare Internet Explorer
          perchè non lo uso e per evitare le relative
          vulnerabilità? é quasi impossibile!Perchè non è la stessa cosa sul MacOS e su Linux? Il browser web di Mac e i vari pannelli di controllo del Mac usano le stesse librerie per visualizzare i link e le pagine html. La stessa cosa in linux con kde e gnome. Senza quelli, non vedi html, non hai i pannelli di controllo realizzati con pagine html, ecc.
          • Anonimo scrive:
            Re: Firefox - Internet Explorer: 2-23 bu

            La stessa
            cosa in linux con kde e gnome. Senza quelli, non
            vedi html, non hai i pannelli di controllo
            realizzati con pagine html, ecc.Bugia.
          • Anonimo scrive:
            Re: Firefox - Internet Explorer: 2-23 bu
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            Vero. Purtroppo Internet Explorer è integrato

            con il sistema operativo (con relativi

            problemi di sicurezza).

            E se io volessi disinstallare Internet Explorer

            perchè non lo uso e per evitare le relative

            vulnerabilità? é quasi impossibile!
            Perchè non è la stessa cosa sul MacOS e su
            Linux?Ovviamente No.
            Il browser web di Mac e i vari pannelli di
            controllo del Mac usano le stesse librerie per
            visualizzare i link e le pagine html. La stessa
            cosa in linux con kde e gnome. Senza quelli,
            non vedi html, non hai i pannelli di controllo
            realizzati con pagine html, ecc.Kde o Gnome !!! Io che uso Xfce non esisto :'( e non ho Niente di Kde o Gnome installato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Firefox - Internet Explorer: 2-23 bu

      Explorer 6 (tralasciando la versione 7 in
      versione beta) per essere "sicuro" richiede
      l'installazione di una decina di patch alcune
      delle quali del peso, per una sola patch, anche
      di 3 MB!
      L'installazione di Firefox pesa (per pc) 4.9 Mb!
      Per chi è costretto ancora ad usare un modem 56k
      direi che è un pregio non da poco...senza contare l'upgrade incrementale che ti consente di aggiornare il browser con pacchetti di 600KB, e di tenere sempre aggiornate le estensioni scaricando pochi KB
      • Anonimo scrive:
        Re: Firefox - Internet Explorer: 2-23 bu
        - Scritto da: Anonimo

        Explorer 6 (tralasciando la versione 7 in

        versione beta) per essere "sicuro" richiede

        l'installazione di una decina di patch alcune

        delle quali del peso, per una sola patch, anche

        di 3 MB!

        L'installazione di Firefox pesa (per pc) 4.9 Mb!

        Per chi è costretto ancora ad usare un modem 56k

        direi che è un pregio non da poco...

        senza contare l'upgrade incrementale che ti
        consente di aggiornare il browser con pacchetti
        di 600KB, e di tenere sempre aggiornate le
        estensioni scaricando pochi KBNon male, vero?
      • Anonimo scrive:
        Re: Firefox - Internet Explorer: 2-23 bu
        - Scritto da: Anonimo
        senza contare l'upgrade incrementale che ti
        consente di aggiornare il browser con pacchetti
        di 600KB, e di tenere sempre aggiornate le
        estensioni scaricando pochi KBgli update incrementali ci sono anche per IE, quando viene rilasciata un patch per IE.
        • If...then scrive:
          Re: Firefox - Internet Explorer: 2-23 bu
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          senza contare l'upgrade incrementale che ti

          consente di aggiornare il browser con pacchetti

          di 600KB, e di tenere sempre aggiornate le

          estensioni scaricando pochi KB

          gli update incrementali ci sono anche per IE,
          quando viene rilasciata un patch per IE.Non sempre. Principalmente i service pack (SP1 e SP2)
          • Anonimo scrive:
            Re: Firefox - Internet Explorer: 2-23 bu
            - Scritto da: If...then
            Non sempre. tutte le patch Microsoft è da più di 1 anno che sono incrementali.
  • Anonimo scrive:
    I troll LINARI sono scatenati!
    Strano che dopo la news di BUG-untu nessuno si fa vivo su quell'articolo, e si sono rifugiati tutti qui a trollare contro ms, billgheits, il sistema...Linaro linaro=new Linaro();linaro.setCodaDiPaglia(true);linaro.setTrollingMode("on");
    • Anonimo scrive:
      Re: I troll LINARI sono scatenati!
      - Scritto da: Anonimo
      Strano che dopo la news di BUG-untu nessuno si fa
      vivo su quell'articolo, e si sono rifugiati tutti
      qui a trollare contro ms, billgheits, il
      sistema...
      Linaro linaro=new Linaro();
      linaro.setCodaDiPaglia(true);
      linaro.setTrollingMode("on");A me sembrano i soliti troll che attaccano tutto e tutti, ma probabilmente tu lo sai meglio di me.
    • Anonimo scrive:
      Re: I troll LINARI sono scatenati!
      - Scritto da: Anonimo
      Strano che dopo la news di BUG-untu nessuno si fa
      vivo su quell'articolo, e si sono rifugiati tutti
      qui a trollare contro ms, billgheits, il
      sistema...

      Linaro linaro=new Linaro();
      linaro.setCodaDiPaglia(true);
      linaro.setTrollingMode("on");Mi dispiace deluderti. Anche sulla news di Ubuntu ci sono reazioni. In ogni caso la news non è una notizia negativa, anzi, è la prova che un bug di gravità rilevante viene corretto in tempi che la nostra cara M$ se li sogna...
    • Anonimo scrive:
      Re: I troll LINARI sono scatenati!
      - Scritto da: Anonimo
      Strano che dopo la news di BUG-untu nessuno si fa
      vivo su quell'articolo, e si sono rifugiati tutti
      qui a trollare contro ms, billgheits, il
      sistema...

      Linaro linaro=new Linaro();
      linaro.setCodaDiPaglia(true);
      linaro.setTrollingMode("on");La differenza è che, mentre i bugs di linux vengono corretti subito, qui uno dei lecchini dello zio bill è costretto ad ammettere che il software microzozz fa cagare....Ormai a credere nella superiorità M$ siete rimasti in tre: Zio Bill, Scimmiapuzzona e tu.
      • Anonimo scrive:
        Re: I troll LINARI sono scatenati!
        Intanto Linux (dai e dai) non è più inviolabile, perfetto, magico e alla via così! Fra un po' (cioè quando tutto diventerà più complesso e intercorrelato e "appetibile" dalla concorrenza) si allungheranno anche i tempi del rilascio di patch e correzioni... e finalmente affiorerà la realtà (al di là di insulti, tecnicismi, sbruffonate e cazzeggi vari): non esiste nessun sistema "superiore" ad un altro, dipende dal tempo, dalle intenzioni, dalle motivazioni (anche economiche) che vengono impiegati per attaccare un sistema. E adesso dagli con gli insulti al solito "utonto" che non capisce nulla, sciorinate le vostre "competenze" per dimostrare ciò che volete: il tempo è sempre un galantuomo, aspetteremo sulla sponda del fiume...
        • Anonimo scrive:
          Re: I troll LINARI sono scatenati!

          il tempo è sempre un galantuomo,
          aspetteremo sulla sponda del fiume...E aspetta, aspetta.
  • jooliaan scrive:
    ROTFL
    (troll2) maddai... (troll3)
  • Anonimo scrive:
    Chi ha orecchie per intendere...
    "...hanno dovuto applicare tutte le patch di sicurezza rilasciate fino a quel momento da Microsoft". Ergo: se vengono correttamente applicate le patch di Windows il sistema è altrettanto "resistente" di Linux.E adesso continuate pure con la solita zuppa: Linux è comunque meglio perchè..., Windows fa schifo perchè...
    • Giambo scrive:
      Re: Chi ha orecchie per intendere...
      - Scritto da: Anonimo
      Windows fa schifo perchè..."La società afferma che un sistema con Windows XP Professional è rimasto inviolato solo per un'ora, Windows 2000 per un'ora e 17 minuti e Windows Server 2003 per un tempo lievemente più lungo. Al contrario, i sistemi operativi Red Hat Enterprise Linux 3 e SuSE Linux 9 Desktop non sono mai stati compromessi durante il mese e mezzo di test."Che schifo :p ...
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi ha orecchie per intendere...
        In che anno sono usciti Suse Desktop 9 e Red Hat Enterprise 3?
        • Giambo scrive:
          Re: Chi ha orecchie per intendere...
          - Scritto da: Anonimo
          In che anno sono usciti Suse Desktop 9 e Red Hat
          Enterprise 3?2003. Quindi ?==================================Modificato dall'autore il 14/03/2006 17.20.34
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi ha orecchie per intendere...
            - Scritto da: Giambo
            - Scritto da: Anonimo

            In che anno sono usciti Suse Desktop 9 e Red Hat

            Enterprise 3?

            2003. Quindi ?Quindi un sistema (di cui sono disponibili i sorgenti) e in giro ormai da anni, e' molto piu' stabile e sicuro di un sistema piu' recente (e quindi sulla carta piu' evoluto).
          • Giambo scrive:
            Re: Chi ha orecchie per intendere...
            - Scritto da: Anonimo


            In che anno sono usciti Suse Desktop 9 e Red
            Hat


            Enterprise 3?



            2003. Quindi ?

            Quindi un sistema (di cui sono disponibili i
            sorgenti) e in giro ormai da anni, e' molto piu'
            stabile e sicuro di un sistema piu' recente (e
            quindi sulla carta piu' evoluto).Anche Windows Server 2003 e' in giro dal 2003, il secondo Service Pack si XP di quand'e' ? E l'ultimo di Windows 2000 ?Sul fratto che i sorgenti aiutino, non ho mai avuto dubbi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi ha orecchie per intendere...
            - Scritto da: Anonimo
            Quindi un sistema (di cui sono disponibili i
            sorgenti) e in giro ormai da anni, e' molto piu'
            stabile e sicuro di un sistema piu' recentema che stai a dir?
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi ha orecchie per intendere...
      in tenda, gli altri in roulotte.stra ROTFL
  • Anonimo scrive:
    SAFARI-ZZATEVI
    Passare a mac ed usate safari: di meglio non c'è!
    • Anonimo scrive:
      Re: SAFARI-ZZATEVI
      - Scritto da: Anonimo
      Passare a mac ed usate safari: di meglio non c'è!il mac e' male il mac e' drm quando non esisteva ancora il drm, e ora che esiste e' anche peggio.il mac costa, il mac e' usato solo da un 5% di chi usa un computer, il mac usa formati tutti suoi.il mac non lo voglio Manco A Carnevale
      • Anonimo scrive:
        Re: SAFARI-ZZATEVI
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Passare a mac ed usate safari: di meglio non
        c'è!

        il mac e' male il mac e' drm quando non esisteva
        ancora il drm, e ora che esiste e' anche peggio.
        il mac costa, il mac e' usato solo da un 5% di
        chi usa un computer, il mac usa formati tutti
        suoi.
        il mac non lo voglio Manco A Carnevalequando ancora si chiamava konqueror, tutti a dire che merda
        • Anonimo scrive:
          Re: SAFARI-ZZATEVI
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Passare a mac ed usate safari: di meglio non

          c'è!



          quando ancora si chiamava konqueror, tutti a dire
          che merdaIo uso Mac e dico che safari (rispetto a Opera o Camino) è merda (anche se lo sto usando adesso)
        • Anonimo scrive:
          Re: SAFARI-ZZATEVI

          quando ancora si chiamava konqueror, tutti a dire
          che merdapure konqueror fa cagare
    • Anonimo scrive:
      Re: SAFARI-ZZATEVI
      - Scritto da: Anonimo
      Passare a mac ed usate safari: di meglio non c'è!MacOS X, quante patch ti sei messo questa settimana?
      • Anonimo scrive:
        Re: SAFARI-ZZATEVI
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Passare a mac ed usate safari: di meglio non
        c'è!

        MacOS X, quante patch ti sei messo questa
        settimana?Windows XP, quante patch ti sei messo questa settimana?Risposta 1: Nessuna perché MS le rilascerà tra due anni, intanto mi tengo le falle aperte.Risposta 2: Nessuna perché sono utonto, ho XP pirata e non so come fare ad aggiornare.
  • mda scrive:
    cosa ?
    La Symantec che lavora "abbracciato" alla Microsoft, praticamente con la Norton (del gruppo Symantec ora) erano "culo e camicia" (addirittura Peter Norton aveva fatto alcune utility per MS/DOS e Windows e MS-OS/2, poi integrate) dice che un prodotto Microsoft fa schifo ?Come se nel reparto ingegneria di un azienda dicesse che il prodotto della ditta è schifoso ! Allora ..... è vero che tutti abbandonano la barca che affonda ! @^.
    • uguccione500 scrive:
      Re: cosa ?
      Beh, che affonda non saprei, ma che fa acqua dappertutto sicuro! ihihihih! POVERO ZIO BILLO! AHAHAHAHAHHAH!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: cosa ?
      Certo! Ti vendono winzozz dicendoti che è il migliore... poi cambia idea è dice che se lo vuoi sicuro devi sborsare 70 euri all'anno per nolegiiare il sig. Norton che ti tiene d'occhio il PC mentre non sei in casa
    • Anonimo scrive:
      Re: cosa ?

      Allora ..... è vero che tutti abbandonano la
      barca che affonda !Oppure si sono accorti che il loro calcolo sul quale sia il browser piu' sicuro era un'offesa all'intelligenza.Infatti hanno diviso la classifica in due gironi:Il girone dei bug riconosciuti dal vendor e quello dei bug scoperti e basta.Ovviamente il primo girone è fatto proprio perche' l'azienda e culo e camicia con MS. In tale girone IE non sarà sempre ed imprescindibilmente il vicitore.
  • rock and troll scrive:
    ah ah Explobug!
    altro che software sicuro!!sempre piu' bug...sempre piu' patches!!non che mozilla stia meglio pero'....Microsoft, dove vuoi andare oggi!
    • frizzo scrive:
      Re: ah ah Explobug!
      - Scritto da: rock and troll
      altro che software sicuro!!sempre piu'
      bug...sempre piu' patches!!

      non che mozilla stia meglio pero'....

      Microsoft, dove vuoi andare oggi!magari ci fossero patch!il problema non sono i buchi,ma il fatto che vengono corretti con ritardo allucinante!ed intanto la gente paga!non si asspetta 1 mese per (quando va bene)per sfruttare 1 falla.
      • mda scrive:
        Re: ah ah Explobug!
        - Scritto da: frizzo

        - Scritto da: rock and troll

        altro che software sicuro!!sempre piu'

        bug...sempre piu' patches!!



        non che mozilla stia meglio pero'....



        Microsoft, dove vuoi andare oggi!
        magari ci fossero patch!il problema non sono i
        buchi,ma il fatto che vengono corretti con
        ritardo allucinante!ed intanto la gente paga!
        non si asspetta 1 mese per (quando va bene)per
        sfruttare 1 falla.Soprattutto perchè dire una falla su explorer porta solo grane, (è successo) vedi avvocato M$ in alcuni casi .Mentre su mozilla no, anzi !Allora su rete (anonime) trovi tantissimi falle per cracker su IE, mentre su Mozilla no !Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: ah ah Explobug!
          Non ho mai sentito un comunista parlare male di Bertinotti...chissà perchè?
          • mda scrive:
            Re: ah ah Explobug!
            - Scritto da: Anonimo
            Non ho mai sentito un comunista parlare male di
            Bertinotti...chissà perchè?cosa centra ?(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)
      • Anonimo scrive:
        Re: ah ah Explobug!
        - Scritto da: frizzo
        magari ci fossero patch!il problema non sono i
        buchi,ma il fatto che vengono corretti con
        ritardo allucinante!ed intanto la gente paga!
        non si asspetta 1 mese per (quando va bene)per
        sfruttare 1 falla.se per te correggere una falla per Mozilla in tempo breve è attendere mediamente dai 2 a 3 mesi, il tempo di una nuova build...
  • mosfet scrive:
    Sono felice di essere un pinguino....
    Ragazzi e da mesi che uso solo suse comprata dalla novell .Sono felice di aver comprato un prodotto completo e sicuro con 64 euro la suse 10.0.Il mio primo linux comprato e continuo su questa strada aspettero ...per la mia prossima suse magari una 10.3.Mentre avevo pagato windows xp professional oem 154 euro..solo il sistema operativo.Faccio tutto con la suse ...e di piu'..Che vuoi di piu' dalla vita...I DRM in meno.Ciao
    • pippo75 scrive:
      Re: Sono felice di essere un pinguino...
      - Scritto da: mosfet
      Ragazzi e da mesi che uso solo suse comprata
      dalla novell .
      Sono felice di aver comprato un prodotto completo
      e sicuro con 64 euro la suse 10.0.volevo chiederti una cosa, nella versione completa di suse ho sentito dire che c'e' un editor video.e' vero? come e' ?esporta in mpg1/2 ?grazie
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono felice di essere un pinguino...
      Si, se scrivi a macchina e navighi su internet è perfetto (ma per quello andava bene anche il primo MS DOS) ...- Scritto da: mosfet
      Ragazzi e da mesi che uso solo suse comprata
      dalla novell .
      Sono felice di aver comprato un prodotto completo
      e sicuro con 64 euro la suse 10.0.
      Il mio primo linux comprato e continuo su questa
      strada aspettero ...per la mia prossima suse
      magari una 10.3.
      Mentre avevo pagato windows xp professional oem
      154 euro..solo il sistema operativo.
      Faccio tutto con la suse ...e di piu'..
      Che vuoi di piu' dalla vita...I DRM in meno.
      Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono felice di essere un pinguino...
        - Scritto da: segaiolo
        Si, se scrivi a macchina e navighi su internet è
        perfetto (ma per quello andava bene anche il
        primo MS DOS) ...Come ??? Microsoft dice che ci vuole almeno un P800 con scheda 3D !!!!Minimo minimo he !! :|
        - Scritto da: mosfet

        Ragazzi e da mesi che uso solo suse

        comprata dalla novell .

        Sono felice di aver comprato un prodotto

        completo e sicuro con 64 euro la suse

        10.0. Il mio primo linux comprato e

        continuo su questa strada aspettero... Per

        la mia prossima suse magari una 10.3.

        Mentre avevo pagato windows xp

        professional oem 154 euro..solo il

        sistema operativo.

        Faccio tutto con la suse ...e di piu'..

        Che vuoi di piu' dalla vita...I DRM in meno.

        Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono felice di essere un pinguino...
        - Scritto da: segaiolo
        Si, se scrivi a macchina e navighi su internet è
        perfetto (ma per quello andava bene anche il
        primo MS DOS) ...Infatti MS-DOS aveva un ottimo stack tcp/ip... il primo win95 poi.. "Internet? è solo una moda passeggera"
  • Anonimo scrive:
    C.V.D.
    insomma c'è poco di cui parlare cari utenti windows...Per un utente incapace che non si cura del sistema..è più sicuro con GNU/Linux che con windows.
    • Anonimo scrive:
      Re: C.V.D.
      - Scritto da: Anonimo
      insomma c'è poco di cui parlare cari utenti
      windows...
      Per un utente incapace che non si cura del
      sistema..è più sicuro con GNU/Linux che con
      windows.che differenza c'è tra aggiornare ogni 3 mesi linux e scaricare le patch quando escono?
      • Anonimo scrive:
        Re: C.V.D.
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        insomma c'è poco di cui parlare cari utenti

        windows...

        Per un utente incapace che non si cura del

        sistema..è più sicuro con GNU/Linux che con

        windows.
        che differenza c'è tra aggiornare ogni 3 mesi
        linux e scaricare le patch quando escono? rileggi il mio post. non sviare.io parlo dell'utente non curante del sistema che non fa aggiornamenti.In questo caso GNU/Linux è più sicuro. Per quello di cui hai risposto che non c'entra ci sono 2 cose:- le falle su Linux vengono corrette molto prima (anche ore a volte) non passano 1 -2 mesi come su sistemi Microsoft.- che motivo c'è di aggiornare linux quando posso scaricare e installare gli aggiornamenti appena sono disponibili?
        • Anonimo scrive:
          Re: C.V.D.

          - che motivo c'è di aggiornare linux quando posso
          scaricare e installare gli aggiornamenti appena
          sono disponibili?perchè con linux puoi e windows no?
          • Anonimo scrive:
            Re: C.V.D.
            no, con windows devi aspettare il secondo marteedi del mese o qualcosa del genere
          • Anonimo scrive:
            Re: C.V.D.
            - Scritto da: Anonimo

            - che motivo c'è di aggiornare linux quando
            posso

            scaricare e installare gli aggiornamenti appena

            sono disponibili?
            perchè con linux puoi e windows no?
            no scusa avevo interpretato male la tua frase"che differenza c'è tra aggiornare Linux ogni 3 mesi etc"la differenza nell'uscita di una patch è comunque fondamentale
        • Anonimo scrive:
          Re: C.V.D.

          io parlo dell'utente non curante del sistema che
          non fa aggiornamenti.
          In questo caso GNU/Linux è più sicuro. non penso proprio.per suse 9 ci sono 138 security advisorhttp://secunia.com/product/2467/problemi di sicurezza, risolti tramite update, ma se gli update non li fai sei comunque aperto come un colapasta.Non ha sensop dire linux e' piu' sicuro di windows, oppure no.E' piu' sicuro, di norma, per 2 motivi :1- e' possibile impostare ed usare un utente senza privilegi di rott, quindi in caso di problemi non e' in grado di danneggiare completamente il sistema.2- viene aggiornato piu' rapidamente rispetto ad altri sistemi operativi.Se ne deduce che se :1- si usa root come utente abituale (e ci sono distribuzioni o utenti che lo fanno)2- non si fanno gli updatelinux non e' sicuro, come non lo e' windows non aggiornato
          • Giambo scrive:
            Re: C.V.D.
            - Scritto da: Anonimo
            non penso proprio.
            per suse 9 ci sono 138 security advisor
            http://secunia.com/product/2467/

            problemi di sicurezza, risolti tramite update, ma
            se gli update non li fai sei comunque aperto come
            un colapasta.Solo sei hai _quei_ programmi installati.Non dimentichiamoci che una distribuzione Linux comprende diversi GB di materiale, contro qualche MB scarso di Windows
            linux non e' sicuro, come non lo e' windows non
            aggiornatoVabbeh, vallo a dire te alla Symantec:"La società afferma che un sistema con Windows XP Professional è rimasto inviolato solo per un'ora, Windows 2000 per un'ora e 17 minuti e Windows Server 2003 per un tempo lievemente più lungo. Al contrario, i sistemi operativi Red Hat Enterprise Linux 3 e SuSE Linux 9 Desktop non sono mai stati compromessi durante il mese e mezzo di test."
          • mda scrive:
            Re: C.V.D.
            - Scritto da: Giambo

            - Scritto da: Anonimo


            non penso proprio.

            per suse 9 ci sono 138 security advisor

            http://secunia.com/product/2467/



            problemi di sicurezza, risolti tramite update,
            ma

            se gli update non li fai sei comunque aperto
            come

            un colapasta.

            Solo sei hai _quei_ programmi installati.
            Non dimentichiamoci che una distribuzione Linux
            comprende diversi GB di materiale, contro qualche
            MB scarso di Windows
            Veramente sono solo programmi aggiuntivi, il disco base è uno solo in Linux, addirittura lo puoi ottimizzare per un dischetto da 1.44 Mb.Ovvero tonnellate di cose che non hai in windows !Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: C.V.D.


            non penso proprio.

            per suse 9 ci sono 138 security advisor

            http://secunia.com/product/2467/



            problemi di sicurezza, risolti tramite update,
            ma

            se gli update non li fai sei comunque aperto
            come

            un colapasta.

            Solo sei hai _quei_ programmi installati.
            Non dimentichiamoci che una distribuzione Linux
            comprende diversi GB di materiale, contro qualche
            MB scarso di Windowsquali programmi ? tipo il programma "kernel" con la sua decina di advisory ? sono sicuro che tu fai girare linux senza installare questo inutile pacchetto
          • Giambo scrive:
            Re: C.V.D.
            - Scritto da: Anonimo

            Solo sei hai _quei_ programmi installati.

            Non dimentichiamoci che una distribuzione Linux

            comprende diversi GB di materiale, contro
            qualche

            MB scarso di Windows

            quali programmi ?Una dozzina di text editor, qualche manciata di browser, decine di mediaplayer ... Ma tu Linux proprio non lo conosci, neh ?
            tipo il programma "kernel" con la sua decina di
            advisory ?Solo una decina ? Mica male ... Pensa se (Ipotesi assurda) avessi fossi obbligato ad installare pure una GUI, un WebBrowser e un mediaplayer :D !
      • Anonimo scrive:
        Re: C.V.D.
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        insomma c'è poco di cui parlare cari utenti

        windows...

        Per un utente incapace che non si cura del

        sistema..è più sicuro con GNU/Linux che con

        windows.
        che differenza c'è tra aggiornare ogni 3 mesi
        linux e scaricare le patch quando escono? La cosa importante che non capite, e che in winzozz ci sono solo tappa buchi in linux quando aggiorni hai soprattutto software di nuova versione migliorato con nuove funzionalità etc etc.Un consiglio provatelo ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: C.V.D.
          - Scritto da: Anonimo
          La cosa importante che non capite, e che in
          winzozz ci sono solo tappa buchi in linux quando
          aggiorni hai soprattutto software di nuova
          versione migliorato con nuove funzionalità etc
          etc.Mi dispiace, ma purtroppo anche Linux vive di rattoppi continui. Una della più grandi critiche al kernel è proprio quella di essere ormai diventato una grande accozzaglia di rattoppi. Certo ciò non gli impedisce di funzionare bene, ma a ficcarci dentro il naso non credo proprio sia come vedere una "nuova versione".Comunque la vera cosa importante che tutti voi non capite, è che tra Windows e Linux non c'è un vincitore. Ognuno è migliore in ambiti diversi.Se un utente non capisce ciò, è solo perché è portato ad essere fazioso.
          • mda scrive:
            Re: C.V.D.
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            La cosa importante che non capite, e che in

            winzozz ci sono solo tappa buchi in linux quando

            aggiorni hai soprattutto software di nuova

            versione migliorato con nuove funzionalità etc

            etc.

            Mi dispiace, ma purtroppo anche Linux vive di
            rattoppi continui. Una della più grandi critiche
            al kernel è proprio quella di essere ormai
            diventato una grande accozzaglia di rattoppi.
            Certo ciò non gli impedisce di funzionare bene,
            ma a ficcarci dentro il naso non credo proprio
            sia come vedere una "nuova versione".

            Comunque la vera cosa importante che tutti voi
            non capite, è che tra Windows e Linux non c'è un
            vincitore. Ognuno è migliore in ambiti diversi.
            Se un utente non capisce ciò, è solo perché è
            portato ad essere fazioso.BallePura Propaganda Microsoft ! Pochi bla bla vogliamo le prove !
      • Giambo scrive:
        Re: C.V.D.
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        insomma c'è poco di cui parlare cari utenti

        windows...

        Per un utente incapace che non si cura del

        sistema..è più sicuro con GNU/Linux che con

        windows.
        che differenza c'è tra aggiornare ogni 3 mesi
        linux e scaricare le patch quando escono? L'aggiornamento di Linux ti aggiorna _tutto_ il sistema, _tutti_ i programmi, aggratis.
    • Anonimo scrive:
      Re: C.V.D.

      Per un utente incapace che non si cura del
      sistema..è più sicuro con GNU/Linux che con
      windows.Guarda, ti quoterei in toto se solo Linux fosse così semplice da usare come Windows. Ci sto mettendo tutta la mia volontà: ho ripreso in mano Linux dopo 5 anni, ho montato ubuntu, configurato a mano il server x, aggiustati i pacchetti e configurato la rete con ndiswrapper, e posso dirti che per un utonto è ancora troppo.
      • Anonimo scrive:
        Re: C.V.D.
        - Scritto da: Anonimo

        Per un utente incapace che non si cura del

        sistema..è più sicuro con GNU/Linux che con

        windows.

        Guarda, ti quoterei in toto se solo Linux fosse
        così semplice da usare come Windows. Ci sto
        mettendo tutta la mia volontà: ho ripreso in mano
        Linux dopo 5 anni, ho montato ubuntu, configurato
        a mano il server x, aggiustati i pacchetti e
        configurato la rete con ndiswrapper, e posso
        dirti che per un utonto è ancora troppo.io seguo www.ubuntu-it.orgHo visto tanti tanti "utonti" insistere per voler imparare.Ce l'han fatta basta volerlo.Il problema spesso è di natura psicologica per come si è abituati a fare le cose.Ci son sicuramente distribuzioni più userfriendly.Vedi Suse Mandriva e Linspire.


        CON HW COMPATIBILE
      • Anonimo scrive:
        Re: C.V.D.
        da quando in qua c'è bisogno di fare tutte quelle configurazioni per ubuntu? le uniche cose un po' difficili sono le partizioni, per il resto l'impostazione della rete è standard (anche con windows verrebbero richieste le medesime cose) e il resto è rappresentato dalla scelta di lingua/layout tastiera/fuso orario...al massimo dopo ti chiedono di impostare un utente e qualche cazzatina in più, di certo non quanto hai detto...
        • Anonimo scrive:
          Re: C.V.D.
          - Scritto da: Anonimo
          da quando in qua c'è bisogno di fare tutte quelle
          configurazioni per ubuntu? le uniche cose un po'
          difficili sono le partizioni, per il resto
          l'impostazione della rete è standard (anche con
          windows verrebbero richieste le medesime cose) e
          il resto è rappresentato dalla scelta di
          lingua/layout tastiera/fuso orario...intanto su ubuntu non mi riconosce/configura la rete e relativa eth0 (8139 realtek normale normale), mentre su suse/mandriva/fedora funziona da subito
      • Anonimo scrive:
        Re: C.V.D.
        - Scritto da: Anonimo
        Guarda, ti quoterei in toto se solo Linux fosse
        così semplice da usare come Windows. Ci sto
        mettendo tutta la mia volontà: ho ripreso in mano
        Linux dopo 5 anni, ho montato ubuntu, configurato
        a mano il server x, Il server grafico e' andato su da solo, poiche' mi ha riconosciuto la scheda video....quindi appena installato il sistema ero gia' bello che pronto a partire in modalita' grafica
        aggiustati i pacchetti Ma che pacchetti devi aggiustare ?????
        e configurato la rete con ndiswrapper,E usare l'apposita interfaccia grafica per configurare il tutto era troppo facile ????
        e posso
        dirti che per un utonto è ancora troppo.Mi sa che ti sei solo complicato la vita tu
      • Anonimo scrive:
        Re: C.V.D.
        - Scritto da: Anonimo

        Per un utente incapace che non si cura del

        sistema..è più sicuro con GNU/Linux che con

        windows.

        Guarda, ti quoterei in toto se solo Linux fosse
        così semplice da usare come Windows.Facile che cosa?Ma lo hai mai aperto tu il regedit?Ci hai mai capito qualcosa di tutte quelle chiavi, sezioni, robaccia?Ma vuoi mettere un bel file di configurazione in formato testo?E vogliamo parlare di batches?Hai mai scritto un batch per windows?I programmi windows per linea di comando sono rimasti davvero pochi: tutto interfaccia, tutto pulsanti e icone...Documentazione zero!
        Ci sto
        mettendo tutta la mia volontà: ho ripreso in mano
        Linux dopo 5 anni, ho montato ubuntu, configurato
        a mano il server x, aggiustati i pacchetti e
        configurato la rete con ndiswrapper, e posso
        dirti che per un utonto è ancora troppo.Perche' su windows credi che sia piu' semplice?Non hai sentito le bestemmie che ho tirato un paio di settimane fa per installare su win un emulatore X?E per configurare la rete di windows, per smistare efficacemente pacchetti, e impostare o escludere porte, mi sai dire da che parte si comincia?E meno male che e' piu' facile.Guarda che usare il computer non vuole solo dire lanciare il solitario e giocarci, sai...
    • Anonimo scrive:
      Re: C.V.D.
      - Scritto da: Anonimo
      insomma c'è poco di cui parlare cari utenti
      windows...
      Per un utente incapace che non si cura del
      sistema..è più sicuro con GNU/Linux che con
      windows.Un utonto è pericoloso con qualsiasi Os gli metti davanti !Per curarsi di Windows Xp occorre disabilitare una marea di servizi ,altro che patch bacate di zio Bill , e soprattutto utilizzare un browser alternativo ad Internet Explorer !
      • Anonimo scrive:
        Re: C.V.D.
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        insomma c'è poco di cui parlare cari utenti

        windows...

        Per un utente incapace che non si cura del

        sistema..è più sicuro con GNU/Linux che con

        windows.
        Un utonto è pericoloso con qualsiasi Os gli metti
        davanti !
        Per curarsi di Windows Xp occorre disabilitare
        una marea di servizi ,altro che patch bacate di
        zio Bill , e soprattutto utilizzare un browser
        alternativo ad Internet Explorer !l'analisi di Symantec dice che un sistema Linux non patchato resiste.. a differenza di un sistema windows :P
        • Anonimo scrive:
          Re: C.V.D.

          l'analisi di Symantec dice che un sistema Linux
          non patchato resiste.. a differenza di un sistema
          windows :PSara' anche che quei sistemi sono usciti qualche anno dopo i rispettivi microsoft ?
          • Giambo scrive:
            Re: C.V.D.
            - Scritto da: Anonimo
            Sara' anche che quei sistemi sono usciti qualche
            anno dopo i rispettivi microsoft ? SuSE Linux 9 Desktop e Windows Server 2003 sono entrambi del 2003
      • mda scrive:
        Re: C.V.D.
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        insomma c'è poco di cui parlare cari utenti

        windows...

        Per un utente incapace che non si cura del

        sistema..è più sicuro con GNU/Linux che con

        windows.
        Un utonto è pericoloso con qualsiasi Os gli metti
        davanti !Basta con la questa scusa stupida, "le casseforti vengono scassinate ma è da scemi lasciare i soldi incustoditi".Un utonto o un utente è più sicuro con Linux è basta !Ciao
Chiudi i commenti