Anonymous all'assalto di Bank of America

Operazione in stile Wikileaks, con documenti rilasciati online. Al centro la questione dei mutui USA. E riparte anche Operation Payback, con i discografici statunitensi sotto DDoS

Roma – Anonymous ha rilasciato una serie di email ottenute da un ex-dipendente di Bank of America : in esse si delineerebbe il tentativo della banca di nascondere informazioni relative a pignoramenti.

Dopo la minaccia di Wikileaks alle banche, è Anonymous a sparare il primo colpo in quello che potrebbe essere il nuovo fronte della guerra delle divulgazioni di documenti riservati online. Un membro di Anonymous ha dichiarato che sarebbe un modo per attirare l’attenzione sui comportamenti illeciti degli istituti : “Il modo in cui funziona il sistema è fatto per ingannare l’uomo medio”.

Protagonista del tentativo di insabbiamento sarebbe Balboa Insurance , unità acquistata da Bank of America nel 2008 e impegnata con alcune forme di coperture assicurative su mutui.

Le email risalgono a novembre scorso e sembrerebbero mettere il luce conversazioni tra impiegati di Balboa che si accordano per alterare le registrazioni su alcuni documenti per non farne corrispondere alcuni a specifici prestiti . In pratica veniva cancellato il numero di riferimento del prestito in oggetto.

Un portavoce di Bank of America ha confermato l’autenticità delle email ma ha detto che i documenti non hanno a che fare con i pignoramenti. E dal momento che si parla di eliminazione di alcune immagini, vi è anche la possibilità che si tratti di un’operazione di manutenzione.

A rendere più complicata la situazione il fatto che l’impiegato autore della delazione afferma di essere stato precedentemente attaccato dal suo ex datore di lavoro, oggetto di mobbing, licenziato e addirittura accusato di terrorismo . Inoltre lo scorso mese Bank of America ha raggiunto un accordo per vendere Balboa all’australiana QBE per 700 milioni di dollari (con un passivo di 1,2 miliardi di dollari).

Il sito su cui i documenti sono stati originariamente pubblicati non risulta al momento raggiungibile, anche se sono apparsi vari mirror.

Intanto continua l’ operazione Payback di Anonymous: è stato condotto un altro attacco DDoS , rivendicato dal gruppo di hacktivisti, stavolta contro il sito del collettore di diritti di proprietà intellettuale Broadcast Music Incorporated ( BMI ).

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Funz scrive:
    Coi 300 milioni...
    ...che stanno buttando via per cercare di far fallire i referendum sgraditi, chissà quante belle cose ci si potrebbero fare.Pure col miliardozzo all'anno che spendiamo per finanziare i partiti e i loro giornali...E pure con i 29 miliarducci per comprare i caccia dagli americani...E pure con tutto quello che hanno già speso per il ponte inutile sullo Stretto...Fortuna che non hanno ancora stanziato un euro per idiozie come il nucleare...
    • Sgabbio scrive:
      Re: Coi 300 milioni...
      ma se dico che il nucleare è sicuro nonostante quel che sta succedendo in giappone, che ha spinto molti stati a rivedere le loro politiche sul nucleare.
  • pippO scrive:
    i rischi per la privacy?
    Evidentemente wikileaks non ha insegnato proprio niente!
    • pampa scrive:
      Re: i rischi per la privacy?
      E già, è meglio lasciare stare le cose come stanno. Con i processi che vanno i prescrizione e le intercettazioni sui giornali. Anzi proibiamo le intercettazioni così abbiamo risolto tutti i problemi (ai mafiosi).La privacy è un problema da affrontare seriamente, non un pretesto per lasciare andare tutto a rotoli.
      • pippO scrive:
        Re: i rischi per la privacy?
        - Scritto da: pampa
        La privacy è un problema da affrontare
        seriamente, non un pretesto per lasciare andare
        tutto a
        rotoli.E tu affideresti un problema SERIO a questo governo???
        • pampa scrive:
          Re: i rischi per la privacy?
          - Scritto da: pippO
          E tu affideresti un problema SERIO a questo
          governo???è il governo che ci siamo scelti :(.L'informatizzazione della giustizia, arrivati a questo punto, non è più rinviabile. Lo stato sta fermo la mafia no.Io vedo la trasparenza introdotta da Wikileaks come un fatto molto positivo.
          • pippO scrive:
            Re: i rischi per la privacy?
            - Scritto da: pampa
            - Scritto da: pippO

            E tu affideresti un problema SERIO a questo

            governo???

            è il governo che ci siamo scelti :(.Io, no
            L'informatizzazione della giustizia, arrivati a
            questo punto, non è più rinviabile. Lo stato sta
            fermo la mafia
            no.Il problema è che attualmente coincidono...
            Io vedo la trasparenza introdotta da Wikileaks
            come un fatto molto
            positivo.Anch'io, ma non mi sembra la trasparenza, vedi nuove centrali nucleari, un tema centrale per questo governo.
          • pampa scrive:
            Re: i rischi per la privacy?
            - Scritto da: pippO
            - Scritto da: pampa...

            è il governo che ci siamo scelti :(.

            Io, no
            Il meccanismo delle elezioni è unico. Tutti noi italiani (anche chi non ha votato o ha votato contro) abbiamo scelto questo questo governo. L'italia non ne ha un altro....

            stato e mafia...
            Il problema è che attualmente coincidono...Cerchiamo di essere ottimisti, magari possono avere qualche punto in comune. Se portiamo innovazione tecnologica nel sistema giudiziario magari si riesce a migliorare la situazione.
            ... vedi nuove centrali nucleari, un tema centrale per
            questo governo.Questo è un altro discorso, come la riforma del sistema giudiziario del resto. Qui stiamo parlando solo della digitalizzazione del sistema giudiziario. Io sono scettico, però prendiamoli sul serio facciamo in modo che la facciano davvero.Lasciate stare le intercettazioni e automatizzate il sistema delle notifiche agli avvocati.
          • nome e cognome scrive:
            Re: i rischi per la privacy?
            - Scritto da: pampa
            - Scritto da: pippO

            - Scritto da: pampa
            ...


            è il governo che ci siamo scelti :(.



            Io, no


            Il meccanismo delle elezioni è unico. Tutti noi
            italiani (anche chi non ha votato o ha votato
            contro) abbiamo scelto questo questo governo.
            L'italia non ne ha un
            altro.
            ...http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2006/04_Aprile/12/scatoloni.shtmlhttp://www.polisblog.it/post/499/breaking-news-presunti-brogli-elettorali-nel-voto-degli-italiani-all%E2%80%99estero-sarebbe-coinvolto-il-senatore-marcello-dell%E2%80%99utrihttp://www.corriere.it/cronache/10_febbraio_23/gdf-rete-riclaclaggio_814c6c20-204a-11df-a848-00144f02aabe.shtml
  • devil64 scrive:
    Ma che belle parole ...
    Digitalizzo tutto, brucio tutto e ... cancello tutto.In un attimo la giustizia si velocizza.Ecco il trucco.Impunità per pochi e processi per nessuno.Giudici, Magistrati etc a CASA!!!!ehehehehhe
Chiudi i commenti