Antitrust: giù il fisso-mobile

L'Autorità garante del mercato invia all'Autorità delle TLC il proprio parere: i ribassi stabiliti nei giorni scorsi non sono sufficienti. E avanza nuove proposte


Roma – Dopo la riduzione delle tariffe fisso-mobile stabilita dal Garante TLC , contro cui Vodafone ha presentato ricorso presso il TAR, è ora la volta dell’ Antitrust : secondo il garante del mercato occorre attuare un’ulteriore riduzione.

Come indicato nel parere inviato all’Agcom, il Garante per la concorrenza ritiene che un prezzo di 10 centesimi sarebbe più “realmente orientato ai costi”, di quanto non sia il costo di 12,10 stabilito per TIM e Vodafone.

La considerazione del Garante per la Concorrenza parte dal presupposto che il provvedimento di riduzione delle tariffe sia “indispensabile ad assicurare un’offerta più concorrenziale dei servizi di comunicazione mobile nell’ambito di un contesto, quale quello italiano, caratterizzato da un elevatissimo tasso di sviluppo e da una struttura industriale che, oltre ad essere altamente concentrata, appare connotata da un grado di integrazione verticale dei gestori di rete particolarmente pronunciato e peculiare nel panorama europeo”.

L’Antitrust sottolinea inoltre che le tariffe praticate attualmente “presentano un consistente scostamento rispetto alla media europea dei prezzi di terminazione sulle medesime reti” e che occorre adottare al più presto una metodologia contabile “di tipo Long Run Incremental Costs (LRIC) che consenta di eliminare contabilizzazioni di costi non pertinenti, quali i costi commerciali degli operatori mobili”.

Dal momento che i “servizi di terminazione” vengono erogati attraverso la tecnologia GSM, il garante non ritiene corretto che i costi di reti e licenze includano l’ammortamento dei costi implicati dall’implementazione della tecnologia UMTS e su queste basi motiva le proprie considerazioni.

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    WiMax
    Come al solito le innovazioni dipendono dall'iniziativa dei privati investitori, mai da telecom: il nostro caro monopolista si limita ad investire (poco!) solo dove c'è una convenienza commerciale dimenticando che l'Italia è (o forse dovrebbe essere) un paese democratico dove tutti hanno gli stessi diritti e pari opportunità. Direi che è pietoso che vengano riesumate connessioni 56 k flat a prezzi stracciati ma che danno anche risultati da schifo se confrontati con le caratteristiche di una rete creata per la banda larga. Speriamo bene ....
    • giko scrive:
      Re: WiMax
      beh, cmq se vai nell'altro thread cè chi si lamenta che qualche privato pretenda anche di guadagnare dalla sperimentazione. Come se la banda larga e le apparecchiature fossero gratis ... mahSono pienamente d'accordo con te, l'iniziativa privata è, in molti casi, l'unica alternativa. Ma d'altra parte anche telecom è un'azienda privata che fa i suoi calcoli e i suoi ragionamenti e se decide che li non li conviene andare .... non ci va' e basta.Una volta c'era una cosa che si chiamava servizio universale, ma è da un paio d'anni che non esiste
      • Anonimo scrive:
        Re: WiMax
        - Scritto da: giko
        beh, cmq se vai nell'altro thread cè chi si
        lamenta che qualche privato pretenda anche di
        guadagnare dalla sperimentazione. Come se la
        banda larga e le apparecchiature fossero gratis
        ... mahCredo che tu abbia frainteso, apposta o mento oppure interessato o meno oppure per qualche altro motivo questo lo sai solo tu, oltre non aver obbiettivamente e esattamente ripostato quanto invece risulta essere stato scritto nel post e nel thread che tu citi.Non e' affatto vero ed e' falso che "se vai nell'altro thread cè chi si lamenta che qualche privato pretenda anche di guadagnare dalla sperimentazione." (anche se in nessuna sperimentazione si ha fine di "guadagnare" su essa stessa) bensi' vi e' scritto tutt'altro.Rileggi il post ed evita di aggiungere qua e la' del tuo.Ciao
  • Anonimo scrive:
    E i costi?
    Dei costi non se ne parla. Perchè se questo wimax costa 50 euro o più, se lo può permettere solo l'utenza professionale e quindi inutile per tutti gli altri.
    • Anonimo scrive:
      Re: E i costi?
      - Scritto da: Anonimo
      Dei costi non se ne parla. Perchè se questo wimax
      costa 50 euro o più, se lo può permettere solo
      l'utenza professionale e quindi inutile per tutti
      gli altri.In genere le sperimentazoni sono gratuite
      • Anonimo scrive:
        Re: E i costi?
        se ho ben capito 256/128 25eu + minimo 3 di modem + iva + 60 di attivazionequindi diciamo che per andare a 30 K per tre mesi ci vogliono 144+ivami sa rimango in umts ancora un po'...
  • Anonimo scrive:
    Che strano ...
    ... che commercializzino tranquillamente connettivita' internet wireless visto e considerato che a tutt'oggi non e' possibile per legge neppure per chi autorizzato ISP e neppure per chi ha licenza. Anche se avesse la licenza sperimentale essa non prevede che la connettivita' debba essere fatta pagare agli utenti che partecipano alla sperimentazione.Eppure risulta che sia autorizzato con autorizzazione ISP del 11/04/2001 e alla 467/2000 e non altro e pertanto essendo autorizzati come tanti altri ISP.Eppure: http://www.videobank.it/VbADSL.aspChe strano.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che strano ...
      Sono un cliente che ha partecipato alla sperimentazione fino a sei mesi fa eppure non mi hanno fatto pagare il servizio di connettivita ho solo pagato il noleggio degli apparati.Adesso è arrivata l'Adsl a casa mia, ma non posso fare altro che rigraziare chi mi ha fatto sentire un po meno emarginato.
      • giko scrive:
        Re: Che strano ...
        - Scritto da: Anonimo
        Sono un cliente che ha partecipato alla
        sperimentazione fino a sei mesi fa eppure non mi
        hanno fatto pagare il servizio di connettivita ho
        solo pagato il noleggio degli apparati.
        Adesso è arrivata l'Adsl a casa mia, ma non
        posso fare altro che rigraziare chi mi ha fatto
        sentire un po meno emarginato.Infatti, la "formula" di solito è quella, non ti fanno pagare la connettività ma gli apparati, in questo modo si supera l'empasse del concetto di sperimentazione "gratuita". Cmq non ci vedo nulla di male, purchè non ci si approfitti del fatto che nella zona non ci sono fornitori alternativi .. d'altra parte la banda costa per tutti anche agli sperimentatori.
        • Anonimo scrive:
          Re: Che strano ...
          - Scritto da: giko

          - Scritto da: Anonimo

          Sono un cliente che ha partecipato alla

          sperimentazione fino a sei mesi fa eppure non
          mi

          hanno fatto pagare il servizio di connettivita
          ho

          solo pagato il noleggio degli apparati.

          Adesso è arrivata l'Adsl a casa mia, ma non

          posso fare altro che rigraziare chi mi ha fatto

          sentire un po meno emarginato.

          Infatti, la "formula" di solito è quella, non ti
          fanno pagare la connettività ma gli apparati, in
          questo modo si supera l'empasse del concetto di
          sperimentazione "gratuita".Pero', ad esempio su: http://www.videobank.it/VbADSL2-wl.asp?srv=vb2-wl64e' palese che il costo della connettivita', che non dovrebbe essere fatta pagare in sede di licenza sperimentale, e' separata dal costo di noleggio degli apparati. Per cui in sintesi che in pratica propongono i servizi con pagamento sia della connettivita' e a parte sia per quanto riguarda il noleggio.So solo che in certe zone del Nord una cosa simile avrebbe mosso l'intero dipartimento della Polizia Postale con seguente sequestro.
          Cmq non ci vedo nulla di male, purchè non ci si
          approfitti del fatto che nella zona non ci sono
          fornitori alternativi .. d'altra parte la banda
          costa per tutti anche agli sperimentatori.Su questo sarei anche d'accordo come d'altra parte sono d'accordo sul fatto che il wi-fi doveva da tempo essere di libero uso sempre in rispetto dei 20db come d'altra parte sono altresi' d'accordo che da tempo doveva essere anche di libero uso anche per, e specialmente, per i piccoli ISP come dall'altra, come tutti sappiamo, invece cio' non lo e' ancora e questo palesemente per fare un "favore" ai soliti "grassi" operatori se non a chi ha posizione "universale"Ma in ogni caso, ritornando all'oggetto, ripeto trovo strano che cosi' apertamente essi propongono detti servizi nel modo che nella forma sopra "linkata" mentre in altre zone la sola proposta sul sito web, sebbene avendo le stesse autorizzazioni e licenze, tale ha e avrebbe mosso un intero dipartimento.Che forse ci sono piu' Italie? :-)Ciao
  • EzRider scrive:
    Satellite? hummm....
    Una cosa che mi sono sempre chiesto è come fare a connettere i punti di accesso WiMax al "backbone".Se c'è connessione "cablata" (che nelle zone senza ADSL significa nella centrale Telecom) al backbone.....allora si può anche implementare l'ADSL.....Questa sperimentazione sembra avere trovato la soluzione ideale: il satellite.Purtroppo, a mio parere, il satellite non è la soluzione ideale, infatti introduce una latenza (ritardo) eccessiva che impedisce (o limita pesantemente) alcuni usi della banda larga, come ad esempio VoIP, online gaming e tanti altri.La speranza è che grazie al successo di questo tipo di sperimentazioni si possa poi finanziare un collegamento cablato dei punti di accesso....sperem.....EzRider
    • Anonimo scrive:
      Re: Satellite? hummm....
      La linea ADSL (per sua natura) non arriva a più di 4-5KM dalla centrale... Per cui anche se l'hotspot WiMAX è coperto, non è detto che a 50KM arrivi anche la linea cablata...Inoltre i vari operatori che forniranno il servizio difficilmente useranno l'ADSL per connettere la centralina WiMAX (troppo lenta e inaffidabile).Quasi tutti useranno SHDSL, HDSL o altri tipi di collegamanto (magari una dorsale wireless a banda larga....)CiaoGabriele MaoretSERSIS
  • Anonimo scrive:
    Spero alcune cose
    1) che utilizzino questa tecnologia anche al nord2) che non la utilizzino solo per i grossi centri (come del resto hanno fatto sino ad oggi col wifi)3) che finalmente si crei una vera concorrenza tra operatori telefonici, eliminando il problema dell'ultimo miglio.Nel frattempo, torno al mio ces*o di 56k e aspetto. :@Ma si sa... chi vive sperando... Maledetto tronchetto della felicità :@ :@ :@
    • Anonimo scrive:
      Re: Spero alcune cose
      Tanto noi del nord , gente che si fa il culo anche con 2 lavori, siamo destinati a prenderla sempre in quel posto, per colpa della democrazia, perchè se su 10 persone 9 decidono democraticamente che 1 sola persona deve lavorare per mantenere tutti, a quello gli tocca e gli altri godono, e la democrazia funziona.
      • Anonimo scrive:
        9 --
        da siciliano posso dire che siete tutti e due minchia
      • Anonimo scrive:
        5 --
        • Anonimo scrive:
          Re: Spero alcune cose
          bla bla bla bla... quando l'ignoranza dilaga... cerca vere giustificazioni per la tua insoddifazione... non hai la più pallida idea di come si vive al sud...
          • DarkDirtyDwarf scrive:
            Re: Spero alcune cose
            - Scritto da: Anonimo
            bla bla bla bla... quando l'ignoranza dilaga...
            cerca vere giustificazioni per la tua
            insoddifazione... non hai la più pallida idea di
            come si vive al sud...Fino a qualche anno fa' (diciamo nell'era pre-euro) al nord si stava effettivamente molto meglio che al sud (ovviamente e' un opinione personale).Al momento pero' la crisi italiana si e' estesa anche al nord (io vivo nel nord est e una crisi come questa non s'era mai vista qui, dove si trovava un buon lavoro in mezza giornata) e l'insofferenza dei "polentoni" sta' nel fatto che non sono previsti aiuti per il nord mentre vengono tutt'ora profusi incentivi per il mezzogiorno (che ovviamente non arrivano alla popolazione, ma ai solit furbi).Un esempio su tutti: la ricerca (il camnpo in cui lavoro).Ci sono molti finanziamenti al sud (ovviamente per coloro che sono ammanicati con amici altolcati) mentre ad esempio Elettra (il sincrotrone in cui lavoro), una struttura con una lunga storia di ricerca ad alto livello che la rende ufficialmente una societa' di interesse nazionale, e' da un paio di anni che rischia il tracollo per mancanza di fondi tanto che i capi gruppo (come il mio) hanno deciso di andare al sud (Lecce, Catanzaro) dove c'e' ancora movimento di soldi per la ricerca.E' ovvio che uno che vive al nord che legge del Wi-Max in sicilia non puo' fare altro che storcere il naso e pensare al solito politico corrotto che ha degli interessi personali nel progetto mentre preferirebbe, una volta tanto, che certe cose (un po' come per il wireless che su queste stesse pagine si leggeva di sperimentazioni -ma solo al sud-) venissero fatte "quassu'".Ad ogni modo e' forse proprio questo il momento di mettere da parte il banale campanilismo "nord versus sud" e cercare di fare fronte comune per tentare di salvare questa nave che affonda che e' l'Italia.
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero alcune cose
            i politici corrotti ci sono solo al sud?Un altro minchia!
          • DarkDirtyDwarf scrive:
            Re: Spero alcune cose
            - Scritto da: Anonimo
            i politici corrotti ci sono solo al sud?
            Un altro minchia!Leggi bene: "Pensa al solito politico corrotto".Non ho scritto che ci sono solo al Sud.Anzi. Basta vedere le gare d'appalto. Tutte le ditte medio grandi qui al nord sanno benissimo che e' tutto opreparato a priori, bando compreso.Alle volte lo stesso bando e' compilato dalla ditta che vincera' (ricordo di una volta in cui c'era un bando in formato word e cliccando sulle proprieta' del file compariva in bella mostra come autore il nome della ditta che avrebbe poi vinto quell'appalto).Cavolo, ho chiuso il messaggio dicendo che e' ora di smettere di fare campanilismo ed ecco che qualcuno pensa che lo stia alimentando.
          • FDG scrive:
            Re: Spero alcune cose
            - Scritto da: DarkDirtyDwarf
            Cavolo, ho chiuso il messaggio dicendo che e' ora
            di smettere di fare campanilismo ed ecco che
            qualcuno pensa che lo stia alimentando.Purtroppo è uno stupido antagonismo che riscalda gli animi e che soprattutto distorce lo sguardo dai veri problemi.Tral'altro nell'articolo non si parla di finanziamenti pubblici ma di una collaborazione di un privato con l'Università di Catania e la Protezione Civile. Collaborazioni di questo genere dovrebbero esser considerate normali. Certo, una cosa del genere comporta sempre un investimento da parte dello stato nella speranza di ottenere risultati utili. Ma è una cosa diversa dall'assunzione di migliaia di lavoratori in enti pubblici a scopo clientelare, cosa che vent'anni fa dalle mie parti era la normalità.
      • Anonimo scrive:
        Re: Spero alcune cose
        - Scritto da: Anonimo
        Tanto noi del nord , gente che si fa il culo
        anche con 2 lavori, siamo destinati a prenderla
        sempre in quel posto, per colpa della democrazia,
        perchè se su 10 persone 9 decidono
        democraticamente che 1 sola persona deve lavorare
        per mantenere tutti, a quello gli tocca e gli
        altri godono, e la democrazia funziona.mamma mia, sei ingiusto, anche io sono del norditalia, ma del nord sviluppato intendo: qui arriva l'ADSL, me la godo vedessi come si viaggia bene a 4Mbps, non come da voi comuni del quarto mondo, costretti a fare la fame con un 56k che va a 28.800 baud....Qua la democrazia funziona, ma è ovvio che sia così, è nel quarto mondo come da voi che non funziona... finiamola anche coi due lavori, se tutto va bene andrai ancora a scuola, mantenuto...
        • Anonimo scrive:
          9 --
        • Anonimo scrive:
          Re: Spero alcune cose

          mamma mia, sei ingiusto, anche io sono del
          norditalia, ma del nord sviluppato intendo: qui
          arriva l'ADSL, me la godo vedessi come si viaggia
          bene a 4Mbps, non come da voi comuni del quarto
          mondo, costretti a fare la fame con un 56k che va
          a 28.800 baud....
          sei un povero sciocco, perchè non hai alcun merito per avere la centrale coperta: è pura questione di FORTUNA, e quindi abbassa la cresta che non ti sei guadagnato un bel niente.
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero alcune cose
            - Scritto da: Anonimo


            mamma mia, sei ingiusto, anche io sono del

            norditalia, ma del nord sviluppato intendo: qui

            arriva l'ADSL, me la godo vedessi come si
            viaggia

            bene a 4Mbps, non come da voi comuni del quarto

            mondo, costretti a fare la fame con un 56k che
            va

            a 28.800 baud....



            sei un povero sciocco, perchè non hai alcun
            merito per avere la centrale coperta: è pura
            questione di FORTUNA, e quindi abbassa la cresta
            che non ti sei guadagnato un bel niente.Non apprezzi l'ironia quando la vedi :) ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Spero alcune cose
          scusa ma io sono della sicilia e precisamente di mazara del vallo, e da me l'adsl arriva e non sono del quarto mondo e vedessi come si viaggia bene qui a 4 mbps!
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero alcune cose
            - Scritto da: Anonimo
            scusa ma io sono della sicilia e precisamente di
            mazara del vallo, e da me l'adsl arriva e non
            sono del quarto mondo e vedessi come si viaggia
            bene qui a 4 mbps!Si immagino, il post precedente aveva come unica pretesa quella di sottolineare l'assurdità del commento sulla democrazia e il norditalia.
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero alcune cose
            - Scritto da: Anonimo
            scusa ma io sono della sicilia e precisamente di
            mazara del vallo, e da me l'adsl arriva e non
            sono del quarto mondo e vedessi come si viaggia
            bene qui a 4 mbps!heilà finalmente un trapanese su questo sito...metti il sito della nostra provincia...c'è una bella novità sotto l'aspetto connettività ;)
  • Anonimo scrive:
    ...
    ma vergognatevi con i soldi pubblici (cioè NOSTRI) fate le sperimentazioni del 4G che qua al nord da noi non c'è ancora l'adsl...ma andate a lavorare!!
    • Anonimo scrive:
      Re: ...
      sì, è quello che pensavo anch'io.Ma lo sospettavo ancora mesi fa. E' ovvio, che come hanno reso disponibile adsl a macchia di leopardo, renderanno disponibile wimax a macchia di leopardo. E magari lo faranno arrivare in zone già coperte da adsl.Massì, vive l'italie.E teniamoci il nostro catorcio di 56k, che tra 3-4 anni riuscirà a scaricare a malapena la posta, se si va avanti così.
    • Anonimo scrive:
      9 --
    • Anonimo scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Anonimo
      ma vergognatevi con i soldi pubblici (cioè
      NOSTRI) fate le sperimentazioni del 4G che qua al
      nord da noi non c'è ancora l'adsl...ma andate a
      lavorare!!Anch'io lavoro e pago le tasse ma abito al sud : mi devo vergognare ??
Chiudi i commenti