Apple, addio allo stagista del jailbreaking

La Mela saluta lo smanettone Nicholas Allegra, assoldato nello scorso anno dopo il suo lavoro sul sito JailbreakMe. Comex non ha risposto ad una email di riconferma del suo tirocinio

Roma – Si aggirava nei corridoi dell’ Infinite Loop , assoldato da Apple per un periodo di tirocinio nel quartier generale di Cupertino. Il giovane smanettone Nicholas Allegra – meglio noto come Comex – dovrà ora tornare ai suoi studi alla Brown University , salutato dal colosso californiano per una banale dimenticanza burocratica .

Lo stesso Allegra ha infatti confermato via Twitter di non aver risposto alla missiva elettronica inviata dai responsabili della Mela per il rinnovo del suo tirocinio . “Dalla scorsa settimana, dopo circa un anno, non sono più associato ad Apple”, si legge in un cinguettio di Comex .

Allegra era stato reclutato dal gigante di Cupertino dopo il lavoro svolto nel sito JailbreakMe , piattaforma che trasforma in un gioco da ragazzi il jailbreaking dei dispositivi mobile della Mela . Non avendo risposto alla missiva di conferma del tirocinio, Comex dovrà tornare agli studi , non più intenzionato a proseguire il lavoro su iOS. (M.V.)

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • FDG scrive:
    Mi pare ci sia un po' di confusione
    Un conto è il plug-in per le Applet, che fanno bene a rimuovere, un'altro è Java, la cui responsabilità dello sviluppo su OS X è passata ad Oracle. Dove sarebbe la volonta di Apple di uccidere java? Forse le applet? Ah, va beh, stiamo parlando un malato terminale ;)
  • LOL scrive:
    Secondo me ha fatto bene.
    Apple una volta tanto secondo me ha fatto un cosa giusta, è inutile aiutare gli utenti a tenere aggiornato il bucherellato Java tramite l'Apple Software Update, se puoi non lo usano o non sanno nemmeno cosa sia. A chi ne ha bisogno fa come fanno tutti gli utenti dei PC: se lo installa per conto suo e morta là.
    • Giuda scrive:
      Re: Secondo me ha fatto bene.
      - Scritto da: LOL
      Apple una volta tanto secondo me ha fatto un cosa
      giusta, è inutile aiutare gli utenti a tenere
      aggiornato il bucherellato Java tramite l'Apple
      Software Update, se puoi non lo usano o non sanno
      nemmeno cosa sia. A chi ne ha bisogno fa come
      fanno tutti gli utenti dei PC: se lo installa per
      conto suo e morta
      là.anche io sono contento che lo abbia fatto, quando era apple a controllare java su osx era un panico continuo, hanno anche beccato virus gli utenti per colpa del java di apple, botnet di osx per colpa del java fatto da apple e aggiornamenti dopo mesi di differenza dagli aggiornamenti ufficiali, almeno in questo modo dimostra che non capisce una mazza di software e fa scaricabarile, brava apple
      • stelvio scrive:
        Re: Secondo me ha fatto bene.
        perché invece non danno una mano alla versione open, contriuendo ad allargare la base del progetto
        • FDG scrive:
          Re: Secondo me ha fatto bene.
          - Scritto da: stelvio
          perché invece non danno una mano alla versione
          open, contriuendo ad allargare la base del
          progettoChe io sappia ai tempi del porting di java su osx qualcosa del loro lavoro era confluito nella versione ufficiale di java. Non so se c'è in openjdk.
    • bancai scrive:
      Re: Secondo me ha fatto bene.
      - Scritto da: LOL
      Apple una volta tanto secondo me ha fatto un cosa
      giusta, è inutile aiutare gli utenti a tenere
      aggiornato il bucherellato Java tramite l'Apple
      Software Update, se puoi non lo usano o non sanno
      nemmeno cosa sia. A chi ne ha bisogno fa come
      fanno tutti gli utenti dei PC: se lo installa per
      conto suo e morta
      là.a un mio amico con windows ho lasciato java attivo solo su explorer "da usare solo con il modello unico dell'agenzia delle entrate"
      • collione scrive:
        Re: Secondo me ha fatto bene.
        è sempre un piacere notare come la PA italiana sia costantemente indietronel 2012 usano ancora gli applet java o, in alternativa, activexbella schifezza!!ci vorrebbe qualcuno che gli spiegasse il significato dell'acronimo AJAX
        • FinalCut scrive:
          Re: Secondo me ha fatto bene.
          - Scritto da: collione
          è sempre un piacere notare come la PA italiana
          sia costantemente
          indietro

          nel 2012 usano ancora gli applet java o, in
          alternativa,
          activex

          bella schifezza!!

          ci vorrebbe qualcuno che gli spiegasse il
          significato dell'acronimo
          AJAXCi vorrebbe qualcuno che gli spiegassi il significato di "lotta alla corruzione", "meritocrazia" e un altro paio di cosette, tutto il resto seguirebbe naturale.
          • tucumcari scrive:
            Re: Secondo me ha fatto bene.
            - Scritto da: FinalCut
            - Scritto da: collione

            è sempre un piacere notare come la PA
            italiana

            sia costantemente

            indietro



            nel 2012 usano ancora gli applet java o, in

            alternativa,

            activex



            bella schifezza!!



            ci vorrebbe qualcuno che gli spiegasse il

            significato dell'acronimo

            AJAX

            Ci vorrebbe qualcuno che gli spiegassi il
            significato di "lotta alla corruzione",
            "meritocrazia" e un altro paio di cosette, tutto
            il resto seguirebbe
            naturale.Non c'è nulla da spiegare lo sanno perfettamente... ma.... non c'è peggior sordo di chi non vuole sentire.
          • crumiro scrive:
            Re: Secondo me ha fatto bene.
            Sante parole.
        • iFart scrive:
          Re: Secondo me ha fatto bene.
          - Scritto da: collione
          è sempre un piacere notare come la PA italiana
          sia costantemente
          indietro

          nel 2012 usano ancora gli applet java o, in
          alternativa,
          activex

          bella schifezza!!

          ci vorrebbe qualcuno che gli spiegasse il
          significato dell'acronimo
          AJAXNella PA sanno benissimo cos'è ll'AJAX. Leggono tutti la Gazzetta dello Sport.
        • Aragorn scrive:
          Re: Secondo me ha fatto bene.
          Eccoci alla sagra del qualunquismo!!!!Evitando di discutere di tutti i problemi della PA italiana, non è affatto vero che si usano ancora Applet e non Web Application, chiaramente in tutti i progetti nuovi. Ma parli per esperienza diretta o per sentito dire? A parte che cmq le Applet non si usano praticamente da 5-6 anni, al massimo si usa Java Web Start quando si preferisce utilizzare applicazioni native alle Web Application (la stessa cosa che si fa su iPhone e Android).Il problema è che tanta PA utilizza ancora software di vecchio e fintanto che non si riesce a rinnovarlo occorre mantenere la retrocompatibilità delle macchine.
        • FDG scrive:
          Re: Secondo me ha fatto bene.
          - Scritto da: collione
          è sempre un piacere notare come la PA italiana
          sia costantemente indietroA me è stato spiegato che una volta che arrivano ad una soluzione funzionante difficilmente la cambiano. Perché? Ora sembra che non abbiano soldi e quindi non sono propensi a spendere (hanno speso troppo nel passato?). Poi, mi aspetto che nel momento in cui decidano di fare qualcosa siano un po' farragginosi.Però sarebbe interessante sentire qualcuno che ci ha lavorato.
    • ... scrive:
      Re: Secondo me ha fatto bene.
      come sempre, Apple fa bene, gli altri fanno male... poi che siano le stesse azioni non fa niente.
      • collione scrive:
        Re: Secondo me ha fatto bene.
        apple fa bene a rimuovere gli elementi che non intende manuteneremi ricorda tanto la storia della jvm di microsoft, la più bacata della storiase non c'hai voglia di gestire la sicurezza di un prodotto, almeno lo levi e pacepoi c'è da notare che i java applet sono molti e sepolti da anni ( ok, tranne per la perennemente obsoleta PA italiana )
        • Burbero scrive:
          Re: Secondo me ha fatto bene.
          - Scritto da: collione
          apple fa bene a rimuovere gli elementi che non
          intende
          manutenere

          mi ricorda tanto la storia della jvm di
          microsoft, la più bacata della
          storia

          se non c'hai voglia di gestire la sicurezza di un
          prodotto, almeno lo levi e
          pace

          poi c'è da notare che i java applet sono molti e
          sepolti da anni ( ok, tranne per la perennemente
          obsoleta PA italiana
          )Due cose...1) pensa a quanto sono costati quegli applets, pensa a quanto *esageratamente* sono costati. Sei sicuro che sia una buona idea dare mano libera agli stessi che hanno in passato abbracciato activeX e senza alcun contegno hanno permesso che il "valore" del lavoro fatto sui quei programmi, cioé i dati, venisse relegato a formati proprietari ed alla totale assenza di api di comunicazione degli stessi?2) Come gestisci la firma digitale tramite un sito web?
          • atem scrive:
            Re: Secondo me ha fatto bene.
            - Scritto da: Burbero
            2) Come gestisci la firma digitale tramite un
            sito
            web?via fax no? :$
          • Burbero scrive:
            Re: Secondo me ha fatto bene.
            - Scritto da: atem
            - Scritto da: Burbero

            2) Come gestisci la firma digitale tramite un

            sito

            web?
            via fax no? :$oppure per posta ordinaria. ;)
          • t a n y s t r o p h e u s scrive:
            Re: Secondo me ha fatto bene.

            2) Come gestisci la firma digitale tramite un
            sito
            web?Lavorando nella PA e dovendo fare "firme digitali" piuttosto spesso, fino a poco tempo fa si usava un lettore di smart card piu` applet java per l'autenticazione.Funzionava abbastanza bene, ma per me che uso Linux l'applet non ha mai funzionato (non riconosceva l'hardware della smart card).Ora per ottenere la stessa funzionalita` si usa un sito normalizzimo, no ajax, e l'autenticazione viene fatta con un codice univoco ricevuto via SMS per ogni "firma".Essendo solo utente di questo sistema, quindi non designer ne` tantomeno manager, non so se sia il sistema piu` economico/efficiente/multipiattaforma, ma almeno si passa per "tecnologie" consolidate, vedi siti web "tradizionali" e sms.
          • Burbero scrive:
            Re: Secondo me ha fatto bene.
            - Scritto da: t a n y s t r o p h e u s

            2) Come gestisci la firma digitale tramite un

            sito

            web?

            Lavorando nella PA e dovendo fare "firme
            digitali" piuttosto spesso, fino a poco tempo fa
            si usava un lettore di smart card piu` applet
            java per
            l'autenticazione.
            Funzionava abbastanza bene, ma per me che uso
            Linux l'applet non ha mai funzionato (non
            riconosceva l'hardware della smart
            card).Oh Gesù... si chiama ESSE3? Il sistema più odiato... da tutta Italia?Non solo Linux, ma anche il mac aveva diversi problemi, al punto che alcuni che conosco hanno dovuto acquistare parallels e XP (sì certo...) solo per poter mettere la firma digitale sui verbali d'esame.
            Ora per ottenere la stessa funzionalita` si usa
            un sito normalizzimo, no ajax, e l'autenticazione
            viene fatta con un codice univoco ricevuto via
            SMS per ogni
            "firma".Ok, si chiama ESSE3, l'identikit corrisponde.
            Essendo solo utente di questo sistema, quindi non
            designer ne` tantomeno manager, non so se sia il
            sistema piu`
            economico/efficiente/multipiattaforma, ma almeno
            si passa per "tecnologie" consolidate, vedi siti
            web "tradizionali" e
            sms.Eh no... è proprio lì il punto. - PRIMA- - si è speso per distribuire macchinette del cavolo, con driver spesso obsoleti anche su windows, scarsamente compatibili rispetto ad altri sistemi, ma vendute a caro prezzo. - si è buttato tempo, e quindi denaro per istruire gli utenti del sistema all'uso della smart card, con una procedura di sblocco dei codici che aveva qualcosa di "deviato" rispetto alla mente di chi l'ha architettata.In particolare questo punto è rilevante, perché il tempo preteso contro la disponibilità di chi fa un altro mestiere, pregiato e qualificato per altro, è una spesa ENORME.- ad un certo punto, col sistema che stava (finalmente) andando a regime, ci si è accorti che le smart card avevano una scadenza ed andavano pagati i rinnovi dei certificati. Quindi si è deciso di abbandonare quel metodo.- POI -Una persona normale a questo punto potrebbe pensare... vabé hanno limitato l'acXXXXX dei docenti alle reti locali, magari facendo un binding dell'IP dato che le università hanno IP statici a iosa, ed impostato un paranoico sistema di password mono-uso, inviate rigorosamente all'e-mail del docente. EH NO! E dove sarebbe la scroccata e lo spreco di soldi pubblici? Gli intermediari locali (?) e le compagnie telefoniche non le facciamo ingrassare nemmeno un po? Ed ecco l'invenzione dell'SMS inviato all'utente.Questa è follia, è insulto della realtà in cui verte il sistema universitario italiano, dai professori, ai ricercatori, ai dipendenti, alle matricole iscritte al primo anno di corso. E forse non è nemmeno il caso peggiore che si potrebbe trovare se andassimo a cercare nei tanti comuni ed enti dello stato.
Chiudi i commenti