Apple aggiorna iOS e difende iPhone 6

Cupertino prova a smontare la vicenda Bendgate: solo 9 i casi documentati di smartphone piegati dall'uso. Risolto anche il problema incontrato dall'aggiornamento del sistema operativo mobile

Roma – Apple ha rilasciato iOS 8.0.2, l’aggiornamento del suo sistema operativo che dovrebbe risolvere i problemi causati dal precedente tentativo di upgrade . Cupertino è stata costretta a ritirare iOS 8.0.1 a poche ore dal suo rilascio, e a fornire una guida per riportare i melafonini alla precedente versione del sistema operativo, a causa di alcuni conflitti che facevano smettere di funzionare il TouchID dei dispositivi e la connessione telefonica. Apple si è scusata per l’accaduto.

iOS 8.0.2 dovrebbe ora risolvere questi problemi ed i più piccoli problemi riscontrati da iOS 8.0: problemi di compatibilità con keyboard di parti terze (una delle novità di questa release), bug delle app HealthKit e problemi di accesso di alcune app alla Libreria Foto. Non ufficialmente, peraltro, sembra essere stato trovato un capro espiatorio : Josh Williams, manager di medio livello responsabile della qualità dello sviluppo del software mobile iOS era anche responsabile del controllo di qualità della mappe nel 2012, quando Apple è stata costretta a scusarsi per la bassa qualità nelle informazioni geolocalizzate fornite ai suoi utenti, tra etichette sbagliate sui luoghi d’interesse e pianificazioni stradali fuorvianti.

Acqua sul fuoco , inoltre, è stata gettata da Apple su un’altra delle situazioni che l’avevano vista in quest’ultima settimana in difficoltà sul fronte comunicativo: il cosiddetto Bendgate , che puntava il dito contro gli iPhone 6 Plus accusati di assumere una strana piega se sottoposti a normali compiti quotidiani (come sare in tasca all’utente una giornata intera), coinvolge per ora ufficialmente solo 9 clienti .

Questa occasione è stata peraltro sfruttata da Apple per mostrare alcune delle prove cui vengono sottoposti i dispositivi prima di essere immessi sul mercato : “test della seduta”, in cui delle macchine simolano il tipo di sforzo che deve sostenere un dispositivo tenuto in tasca da un utente che si siede su una superficie morbida, il “test sulla flessibilità”, in cui tre diversi punti sono sottoposti ad un peso massimo di 25kg ed il “test per la torsione”, in cui iPhone viene sottoposto ad una forza per deformarlo attorno al proprio asse verticale.


Sotto i colpi di questi test e di altre centinaia di prove di resistenza sarebbero passati 30mila dispositivi tra iPhone 6 e iPhone 6 Plus, convincendo Apple della bontà del design prima del lancio sul mercato. In ogni caso, fanno sapere da Cupertino , chi dovesse avere problemi con un Melafonino curvo potrà rivolgersi agli Apple Store per valutare come procedere caso per caso (ed eventualmente ottenere un esemplare sostitutivo).

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti