Apple: gli accessori in vendita su Amazon sono quasi tutti falsi

Cupertino intraprende un'azione legale nei confronti del venditore Mobile Star che opera sull'e-commerce di Bezos. L'accusa, fra l'altro, è di avere proseguito l'attività di vendita illegale su Groupon nonostante la revoca del mandato

Roma – Apple ha avviato un’azione legale nei confronti di un venditore, Mobile Star, accusato di avere violato i propri diritti e il proprio marchio vendendo accessori contraffatti su Amazon e Groupon . Inoltre, la casa della mela ha affermato che molti degli accessori per dispositivi Apple venduti come originali su Amazon sono in realtà falsi. L’azione riguarda nello specifico gli adattatori USB 5 Watt venduti da Mobile Star, come riportato dal documento della U.S. District Court per il distretto della California citato da Apple. L’azienda di Cupertino ritiene che i prodotti siano non soltanto falsi, ma potenzialmente dannosi, dal momento che presentano problemi di insufficiente isolamento, ovvero possiedono spazi troppo esigui fra i circuiti ad alta e bassa tensione.

Adattatore Usb da 5 watt originale Apple

La scoperta della vendita di accessori contraffatti con il marchio Apple da parte di Mobile Star è avvenuto nell’ambito di una regolare azione di contrasto delle falsificazioni. L’azienda lo denuncia in una nota, dove si dice che negli ultimi nove mesi sono stati acquistati “oltre 100 iPhone, dispositivi di alimentazione Apple e cavi come originali” attraverso il programma Fulfillment by Amazon rilevando che il 90 per cento di questi prodotti sono falsi .

Nonostante Apple abbia subito contattato Amazon intimando la revoca dei privilegi di vendita a Mobile Star, quest’ultima ha continua a infrangere la legge, nella fattispecie, vendendo dieci prodotti Apple falsi attraverso Groupon lo scorso dicembre. Più di recente, un investigatore della Apple è stato in grado di acquistare EarPods e cavi falsi tramite una vendita diretta, sebbene Mobile Star avesse già ricevuto un monito da Apple sulle sue attività illegali.

Come compensazione dei danni subiti, Apple chiede 2 milioni di dollari per la violazione del marchio e fino a 150 mila dollari per ogni violazione dei diritti .
“Apple fa grandi sforzi per combattere la distribuzione e la vendita di prodotti contraffatti con il proprio marchio – si legge nella denuncia. “A dispetto di questi sforzi, i falsi di prodotti Apple continuano a circolare su Amazon.com”. Ciò, secondo l’azienda di Cupertino, costituisce una minaccia alla sicurezza dei consumatori, poiché tali prodotti potrebbero surriscaldarsi, incendiarsi o rilasciare pericolose scariche elettriche.

La risposta di Amazon non si è fatta attendere. Attraverso il portavoce Aaron Toso ha affermato: “Amazon ha adottato tolleranza zero contro la vendita di prodotti contraffatti sul proprio sito. Lavoriamo a stretto contatto con i produttori e i marchi, perseguendo con forza chi contravviene alle leggi”.

Pierluigi Sandonnini

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • xx tt scrive:
    Cyberattacchi Yankee, dice la NSA
    x i giornalisti che abbiano voglia di informarsi un attimo, consiglio di ascoltare questo alto papavero NSA:http://www.zerohedge.com/news/2016-10-22/nsa-whistleblower-us-intelligence-worker-likely-behind-dnc-leaks-not-russia"During an interview on Aaron Kleins Sunday radio program, former high-ranking NSA intelligence official-turned-whistleblower, William Binney, discussed the alleged Russian involvement in our elections, suggesting the cyber attack against the DNC may not have originated from the Russian government. Instead, Binney says, a disgruntled U.S. intelligence worker is likely behind the breach."
  • frolich scrive:
    cetrioli
    Coglionazzi, sono anni che la menano per gli attacchi cinesi, ma dato che ormai sono cinesi-dipendenti si guardano bene dal fare troppe storie, giusot qualcosa di facciata.Ora che la loro economia fa schifo, l'egemonia mondiale sta diminuendo a rotta di collo, alcuni stati vogliono secessionarsi e il malcontento della gente si staalzando, si creano un bel nemico conosciuto.E il resto del mondo deve pagare queste scelte.Non sono gli americani i pirla, sono i loro governanti psicopatici a fare questi casini, ma la gente non ha scelta.Un po' come in itaglia.
  • costantini307@hotmail.com scrive:
    che razza di articolo
    ma come si fa a pubblicare un articolo pieno zeppo di :sembrerebbe,si mormora , si tratterebbe , si sarebbe......mah!sembrerebbe che io abbia passato una notte di sesso con una non precisata modella afrofrancoamericana , in un non meglio qualificato hotel!ma che cavolo di notizie sono!! questa è propaganda politica bella e buona per far apparire putin il cattivo di turno
    • ... scrive:
      Re: che razza di articolo
      - Scritto da: costantini307@hotmail.com
      ma come si fa a pubblicare un articolo pieno
      zeppo di:

      sembrerebbe,si mormora , si tratterebbe , si
      sarebbe......mah!

      ma che cavolo di notizie sono!!Evidentemente non hai ancora capito che l'articolista non può sbilanciarsi se non ci sono prove solide a supporto dello sbilanciamento in un senso o nell'altro.
      sembrerebbe che io abbia passato una notte di
      sesso con una non precisata modella
      afrofrancoamericana , in un non meglio
      qualificato hotel!Se gli indizi puntano in quella direzione, ma non si hanno prove schiaccianti, allora è corretto dire le cose come le hai dette.
  • paperoga scrive:
    teste di bogumillo
    LinkedIn si complimenta per l'operazione?Quei co@§ionazzi che si sono fatti fregare i dati di milioni di utenti, e hanno pagato con un niente, ed ora vanno a gonfie vele grazie a utonti senza memoria e senza spina dorsale?Che manica di imbecilli.
  • obama bin putin scrive:
    sconfitti mondiali
    Ebbravi gli americani, stanno riuscendo a fare incazzare la russia, tutto per compensare l'incapacità a gestire i problemi interni.Siamo nelle mani di pochi politici senze scrupoli (in ogni 'schieramento') che manipolano le masse per i propri scopi.L'unica cosa che posso dire con certezza è che da questa storia ne usciremo tutti sconfitti.
Chiudi i commenti