Apple: Lala chiude a maggio

La piattaforma appena acquistata chiude i battenti: all'orizzonte iTunes.com? Rhapsody e Spotify alla finestra, gli utenti pure

Roma – Da quando è stato confermato l’acquisto di Lala, servizio streaming musicale, da parte di Apple, si è iniziato a speculare sulle sue possibili intenzioni. Ora la prima mossa di Cupertino è stato annunciare la chiusura della piattaforma.

Sul sito è apparso il comunicato: il servizio ha smesso di accettare nuovi utenti e quelli attualmente registrati potranno collegarsi fino al 31 maggio, giorno in cui Lala.com chiuderà i battenti . Eventuali crediti inutilizzati saranno convertiti in credito iTunes (o sarà possibile richiedere un rimborso).

All’orizzonte molte ipotesi: come la possibilità di vedere “iTunes.com” ovvero una nuova versione Web del negozio musicale digitale di maggior successo, eventualmente arricchito da offerte streaming. Oppure lo sviluppo di una versione cloud based di iTunes. Si parla inoltre, come suggerirebbe il nuovo orientamento mobile di Apple, di un’offerta musicale ad hoc per esempio per iPhone.

Si pensa, in ogni caso, a come possa Apple sfruttare le potenzialità dell’esperimento portato avanti dalla piattaforma appena acquistata, integrata con i contenuti di iTunes Store e con le sue capacità marketing.

In attesa delle novità e delle strategie di Cupertino anche i diretti concorrenti come Rhapsody e Spotify, che potrebbero rischiare scontrandosi con i numeri di iTunes, soprattutto se questi dovessero riversarsi con lo stesso ordine di grandezza nel settore streaming.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • AuufTHnohU scrive:
    XkUwpIrHDMFusmF
    http://www.homeofcarolinacirclemall.com/crestor.htm crestor 6541 http://www.homeofcarolinacirclemall.com/robaxin.htm robaxin best price 8(( http://www.foodieindenial.com/lopressor.html buy lopressor in usa qbx http://www.gihberkeley.org/evista.html evista 34898
  • utonto scrive:
    Strano...
    Veramente in sociologia i gradi erano già 5!Ovvero in una catena formata da 5 persone è sicuro che si arrivi a conoscere persone anche importanti...Empiricamente testato con le lettere cartacee negli usa degli anni '60 e mi meraviglia che su twitter sia lo stesso numero!
    • dubito scrive:
      Re: Strano...
      "Empiricamente testato con le lettere cartacee negli usa degli anni '60"No. L'esperimento di Milgram che citi riguarda 6 gradi, come l'esperimento di erdos, msn, ecc...
      • utonto scrive:
        Re: Strano...
        Sicuro?Io non mi riferivo affatto a ordini superiori che influenzano!Bensì alla cerchia degli amici e quindi alla possibilità che magari tuo cugino conosca il presidente del consiglio!Presa una svista tra Psicologia sociale, che studia il comportamento, con Sociologia, che studia, tra le altre cose, i gruppi e le loro sfere d'influenza!Comunque ammetterai che se negli anni 60, con lettere normali, l'effetto era di avere molti "nodi-persone" che permettevano di ampliare le proprie conoscenze anche a persone influenti è quasi impossbile che oggi twitter ne richieda 5.Anche se , bisogna dirlo, non è che gli amici di twitter possano paragonarsi a quelli veri.Infatti ieri sera ho aggiunto ai miei amici Obama ma non è che sia mio amico...
Chiudi i commenti