Apple, rimossa l'app omofoba

Cupertino avrebbe ritirato da App Store la contestatissima applicazione che si propone di curare gli omosessuali. Ma si attende ancora un comunicato ufficiale

Roma – La reazione che ci si aspettava dopo la valanga di critiche è arrivata: Apple avrebbe ritirato dal mercato la contestatissima app “anti-gay”.

L’applicazione, in vendita su App Store da più di un mese, ha scatenato polemiche accesissime tra la comunità gay e l’organizzazione cattolica Exodus International , produttore del software: i primi rifiutando in ogni modo l’accostamento tra malattia e omosessualità, i secondi ribadendo la potenziale utilità dell’app.

La comunità LGBT, poi, ha contestato duramente la Mela e il suo CEO, considerati questa volta veicolo di propaganda. E così, dopo ben 146mila firme raccolte in poco tempo per chiedere il ritiro della app, Apple sembra aver ceduto.

Su App Store, infatti, l’applicazione risulta “non più disponibile”, ma non è del tutto chiaro , del resto, se la decisione di Cupertino dipenda strettamente dalle critiche degli ultimi giorni dal momento che l’azienda non ha ancora emesso un comunicato o una dichiarazione ufficiale sul caso.

Per questo motivo le associazioni in difesa dei diritti dei gay sollecitano i cittadini nel proseguire con la raccolta di firme contro un’applicazione i cui sostenitori considerano l’omosessualità come “un problema generato da diverse cause dal quale è possibile liberarsi attraverso il supporto di persone caritatevoli e il potere guaritore di Gesù Cristo”.

L’invito a rimuovere l’applicazione rivolto a Steve Jobs è arrivato anche da parte del dottor Gary Remafedi, direttore del Youth and AIDS Projects, il quale avrebbe accusato Exodus di distorcere le ricerche sull’omosessualità da lui condotte. In una lettera indirizzata a Apple, Remafedi afferma che l’app cita erroneamente la sua ricerca nel tentativo di supportare l’idea secondo cui l’omosessualità potrebbe essere curata e giudicando così il comportamento di Exodus professionalmente ingiurioso e grave.

Da parte sua, l’organizzazione religiosa afferma di non aver in nessun modo tentato di promuovere la cura dall’omosessualità. Secondo Jeff Buchanan, dirigente di Exodus International, “applicazione anti-gay” sarebbe un’etichetta inventata dagli oppositori per portare avanti un’azione propagandistica volta a stigmatizzare il lavoro svolto dalla comunità e provocare l’esito che è sotto gli occhi degli utenti.

Cristina Sciannamblo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • gomez scrive:
    ...ma le posizioni dei posti di blocco..
    ...come se le procurano?Perche' e' tutto li' il problema, se le info sono normalmente a disposizione del pubblico le app sono lecite in quanto non fanno altro che renderle disponibili a tutti in modo piu' comodo(ad esempio: l'elenco autovelox di Torino e' pubblicato sul sitodel Comune, vogliamo vietare una app che le rende disponibiliin modo accessibile anche a chi non ha modo di andare sul sito?)Per evitare i posti di blocco il mafioso col carico di droga manda un chilometro avanti a se' un'auto normale con a bordo un "picciotto" col cellulare (prima usavano i baracchini CB...) che lo avvisa di cambiare strada Ovviamente se le info sono riservate, e quindi sono ottenute illegalmente, allora le app violano la legge (e chi e' responsabile dei dati dovrebbe magari imparare a proteggerli meglio)Mauro
    • Paperoliber o scrive:
      Re: ...ma le posizioni dei posti di blocco..
      Ho finalmente qualcuno che parla con cognizione di causa e non a razzo come sopra, i dati sugli autovelox e le pattuglie sono disponibili sui vari siti comunali, provinciali e della prefettura per legge in quasi tutta Italia, e probabilmente lo sono anche negli USA visto che ci sono delle App che vanno a leggere i dati in quei siti e le riportano sui vari Google Maps dei terminali degli automobilisti, quindi niente di illegale. E' evidente che i posti di blocco che vengono istituiti per beccare dei malviventi in fuga non sono segnalati ma solo quelli per il controllo del traffico.Quindi quei 4 gnucchi di amerigani se vogliono far togliere le informazioni agli automobilisti devono far cambiare le leggi che li rendono pubblici e non chi crea e vende delle App che li leggono dai siti...M aè più facile rompere le scatole ai secondi che cambiere delle leggi.....
  • Pinco Pallino scrive:
    fiammette e fammine a parte...
    C'e' davvero qualcosa che stona, immagino come la prenderei se una cosadel genere avvenisse in italia per posti di blocco e (soprattutto) Autovelox.Lo scopo dei controlli e' preventivo e deterrente o e' economico e punitivo ?Non e' un problema da poco: nel primo caso si al TomTom che segnala gli autovelox, e si a queste App; nel secondo aspettiamoci un proliferare di macchine dei vigili urbani appostate di nascosto per "XXXXXXX" l'automobilista di passaggio...Io sono per la prima.PS: Pipponi apple/antiapple, berlusca/aniberlusca, liberisti/illiberisti e celodurismi vari saranno prontamente ignorati :)
    • Punto scrive:
      Re: fiammette e fammine a parte...
      - Scritto da: Pinco Pallino
      C'e' davvero qualcosa che stona, immagino come la
      prenderei se una cosadel genere avvenisse in
      italia per posti di blocco e (soprattutto)
      Autovelox.

      Lo scopo dei controlli e' preventivo e deterrente
      o e' economico e punitivo
      ?

      Non e' un problema da poco: nel primo caso si al
      TomTom che segnala gli autovelox, e si a queste
      App; nel secondo aspettiamoci un proliferare di
      macchine dei vigili urbani appostate di nascosto
      per "XXXXXXX" l'automobilista di
      passaggio...

      Io sono per la prima.Il problema per i posti di blocco è che non vengono fatti solo per darti la multa se hai la lampadina bruciata o se hai sorpassato dove non dovevi, i posti di blocco vengono istituiti anche per dare la caccia ai delinquenti e il fatto di avere un App che li segnali in anticipo toglie loro tutta l'utilità dato che da la possibilità di evitarli, questo è il grosso problema di quell'App un delinquente non cambierebbe strada in caso di autovelox ma si limiterebbe a non superare il limite diverso è il discorso in caso sapesse che su quel tratto di strada c'è un posto di blocco.
      • Funz scrive:
        Re: fiammette e fammine a parte...
        - Scritto da: Punto
        Il problema per i posti di blocco è che non
        vengono fatti solo per darti la multa se hai la
        lampadina bruciata o se hai sorpassato dove non
        dovevi, i posti di blocco vengono istituiti anche
        per dare la caccia ai delinquenti e il fatto di
        avere un App che li segnali in anticipo toglie
        loro tutta l'utilità dato che da la possibilità
        di evitarliCome pure gli XXXXXXXXX che ti fanno i fari quando c'è una pattuglia...
  • Stefano Lavori scrive:
    Non è la soluzione
    Non ci si può basare su posti di blocco per combattere la guida in stato di ebbrezza. Il problema va sistemato più a monte.
    • la_mamma scrive:
      Re: Non è la soluzione
      è già un ottimo inizio.
    • Funz scrive:
      Re: Non è la soluzione
      - Scritto da: Stefano Lavori
      Non ci si può basare su posti di blocco per
      combattere la guida in stato di ebbrezza. Il
      problema va sistemato più a
      monte.Tipo: se ti pizzicano in stato di ebbrezza via la patente per tre anni. Se in più causi un incidente (anche senza danni) in autobus per sempre.Guidare non è un diritto universale.
      • Punto scrive:
        Re: Non è la soluzione
        - Scritto da: Funz
        Tipo: se ti pizzicano in stato di ebbrezza via la
        patente per tre anni. Se in più causi un
        incidente (anche senza danni) in autobus per
        sempre.
        Guidare non è un diritto universale.Purtroppo per beccarti alla guida in stato di ebrezza ci vogliono i posti di blocco, che diventano inutili, se un App ti dice dove sono e ti permette di evitarli, e qui si torna al problema di un App che non dovrebbe essere consentita.
        • Stefano Lavori scrive:
          Re: Non è la soluzione
          Se sei ubriaco fradicio, dubito tu possa tirare fuori lo smartphone per cercare di capire quale strada evitare
      • krane scrive:
        Re: Non è la soluzione
        - Scritto da: Funz
        - Scritto da: Stefano Lavori

        Non ci si può basare su posti di blocco per

        combattere la guida in stato di ebbrezza. Il

        problema va sistemato più a monte.
        Tipo: se ti pizzicano in stato di ebbrezza via la
        patente per tre anni. Se in più causi un
        incidente (anche senza danni) in autobus per
        sempre.Ecco, iniziamo a metterli questi autobus, soprattutto di notte sulle rotte frequentate; che ad ogni notte bianca organizzata nelle varie citta' i mezzi 4 mezzi pubblici che passano rigurgitano di ragazzi.
        Guidare non è un diritto universale.No, ma ci vogliono alternative e controlli sulle strade stesse, visto che la maggior parte degli incidenti avvengono sempre negli stessi tratti.
  • uno qualsiasi scrive:
    Basta fare i siti invece delle app
    E non potranno bloccarli.
    • la_mamma scrive:
      Re: Basta fare i siti invece delle app
      chi ha l'iphone non può usare i siti.sono da sfigati.
      • panda rossa scrive:
        Re: Basta fare i siti invece delle app
        - Scritto da: la_mamma
        chi ha l'iphone non può usare i siti.
        sono da sfigati.Chi ha l'iphone non si ubriaca: e' gia' troppo inebriato di suo.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Basta fare i siti invece delle app
        - Scritto da: la_mamma
        chi ha l'iphone non può usare i siti.
        sono da sfigati.Chi ha l'iphone non ha il problema di evitare i posti di blocco: non può comprarsi la macchina perchè ha speso i soldi per comprarsi l'iphone, e quindi va a piedi.
    • ephestione scrive:
      Re: Basta fare i siti invece delle app
      chi ha l'iphone non può essere bloccato: il potere dei raggi cosmici di steve lo spinge in avanti anche contro la sua e l'altrui volontà.
  • panda rossa scrive:
    Altra censura in arrivo?
    I presupposti ci sono tutti.Il precedente c'e'.Dobbiamo aspettarci un'altra bella censura fatta cadere dall'alto, perche' qualcuno viene infastidito dal fatto che il cittadino possa avere informazioni?Usate i prodotti di Jobs e sarete liberi di fare quello che vuole lui.
    • Punto scrive:
      Re: Altra censura in arrivo?
      - Scritto da: panda rossa
      I presupposti ci sono tutti.
      Il precedente c'e'.

      Dobbiamo aspettarci un'altra bella censura fatta
      cadere dall'alto, perche' qualcuno viene
      infastidito dal fatto che il cittadino possa
      avere informazioni?Se le informazioni servono a eludere i controlli della polizia e a commettere un reato che mette a rischio la sicurezza delle persone, la censura è un atto dovuto, forse il giorno che perderai un tuo caro semplicemente perché un ubriaco ha potuto evitare un posto di blocco grazie al suo smartphone forse ragionerai in un altro modo.
      Usate i prodotti di Jobs e sarete liberi di fare
      quello che vuole
      lui.Questo problema non riguarda solo Apple ma anche Rim e Android
      • Jacopo Monegato scrive:
        Re: Altra censura in arrivo?
        scusa i velox e i posti di blocco probabili me li segnala anche il navigatore.. non vedo la differenza
        • Punto scrive:
          Re: Altra censura in arrivo?
          - Scritto da: Jacopo Monegato
          scusa i velox e i posti di blocco probabili me li
          segnala anche il navigatore.. non vedo la
          differenzaInfatti io metterei fuorilegge anche quel tipo di segnalazioni
          • Jacopo Monegato scrive:
            Re: Altra censura in arrivo?
            si, perché la legge prevede siano visibili ma il velox fisso lo mettono dietro ad una finta punto in un autosalone (e non serve tu dica allora non correre, è una questione di essere presi in giro qua)
          • Punto scrive:
            Re: Altra censura in arrivo?
            - Scritto da: Jacopo Monegato
            si, perché la legge prevede siano visibili ma il
            velox fisso lo mettono dietro ad una finta punto
            in un autosalone (e non serve tu dica allora non
            correre, è una questione di essere presi in giro
            qua)E invece si tratta proprio di non correre, se esiste un limite va rispettato, si può contestare il limite si può dire che è esageratamente basso per il luogo in cui è posto ma fintanto che esiste va rispettato, e poca differenza fa che ci sia o non ci sia l'autovelox, o vuoi dire che se vedi l'autovelox rispetti il limita mentre se non lo vedi corri a più non posso?
      • panda rossa scrive:
        Re: Altra censura in arrivo?
        - Scritto da: Punto
        - Scritto da: panda rossa

        I presupposti ci sono tutti.

        Il precedente c'e'.



        Dobbiamo aspettarci un'altra bella censura fatta

        cadere dall'alto, perche' qualcuno viene

        infastidito dal fatto che il cittadino possa

        avere informazioni?

        Se le informazioni servono a eludere i controlli
        della polizia e a commettere un reato che mette a
        rischio la sicurezza delle persone, la censura è
        un atto dovuto, forse il giorno che perderai un
        tuo caro semplicemente perché un ubriaco ha
        potuto evitare un posto di blocco grazie al suo
        smartphone forse ragionerai in un altro
        modo.Il problema non e' eludere i controlli.Il problema e' che bisogna farli i controlli.La polizia e' li' per controllare che la legge venga rispettata, e poter vedere da casa mia che ci sono i posti di blocco, mi permette di verificare che la polizia, che pago con le mie tasse, sta lavorando.Il giorno che tu perderai un tuo caro perche' un ubriaco lo ha investito, e non c'era nessuna pattuglia a controllare le strade, tu come ragionerai?

        Usate i prodotti di Jobs e sarete liberi di fare

        quello che vuole

        lui.
        Questo problema non riguarda solo Apple ma anche
        Rim e
        AndroidAndroid non censura le app.
        • Punto scrive:
          Re: Altra censura in arrivo?
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Punto

          - Scritto da: panda rossa


          I presupposti ci sono tutti.


          Il precedente c'e'.





          Dobbiamo aspettarci un'altra bella censura
          fatta


          cadere dall'alto, perche' qualcuno viene


          infastidito dal fatto che il cittadino possa


          avere informazioni?



          Se le informazioni servono a eludere i controlli

          della polizia e a commettere un reato che mette
          a

          rischio la sicurezza delle persone, la censura è

          un atto dovuto, forse il giorno che perderai un

          tuo caro semplicemente perché un ubriaco ha

          potuto evitare un posto di blocco grazie al suo

          smartphone forse ragionerai in un altro

          modo.

          Il problema non e' eludere i controlli.
          Il problema e' che bisogna farli i controlli.
          La polizia e' li' per controllare che la legge
          venga rispettata, e poter vedere da casa mia che
          ci sono i posti di blocco, mi permette di
          verificare che la polizia, che pago con le mie
          tasse, sta lavorando.Certo perché l'uso che ne viene fatto è per sapere che la polizia lavora, non insultare l'intelligenza delle persone, sai benissimo l'uso che viene fatto di un applicazione del genere che è quella di evitare i posti di blocco esattamente come il segnalatore di autovelox serve a farci rallentare solo nel tratto dove ci sono i controlli.I controlli vengono fatti e i posti di blocco vengono istituiti, si può discutere se debbano essere di più ma non se ci debba essere un modo per eluderli
          Il giorno che tu perderai un tuo caro perche' un
          ubriaco lo ha investito, e non c'era nessuna
          pattuglia a controllare le strade, tu come
          ragionerai?E questo cosa centra, le pattuglie non possono essere onnipresenti lo sai bene


          Usate i prodotti di Jobs e sarete liberi di
          fare


          quello che vuole


          lui.

          Questo problema non riguarda solo Apple ma anche

          Rim e

          Android

          Android non censura le app.Il fatto che non censuri non vuol dire che non abbia il problema di un App del genere
          • panda rossa scrive:
            Re: Altra censura in arrivo?
            - Scritto da: Punto
            Certo perché l'uso che ne viene fatto è per
            sapere che la polizia lavora, non insultare
            l'intelligenza delle persone, sai benissimo l'uso
            che viene fatto di un applicazione del genere che
            è quella di evitare i posti di blocco esattamente
            come il segnalatore di autovelox serve a farci
            rallentare solo nel tratto dove ci sono i
            controlli.Quindi mi stai dicendo che tu, che puoi permetterti lo strumento che ti segnala i posti di blocco, ne approfitti viaggiando a 200 per tutta la strada tranne in quel tratto, mentre io che non ce l'ho devo rischiare il multone per 5 km oltre il limite?Bisogna viaggiare rispettando i limiti! Sempre e comunque.E quando lo strumento segnala il blocco si presta un po' piu' di attenzione.
            I controlli vengono fatti e i posti di blocco
            vengono istituiti, si può discutere se debbano
            essere di più ma non se ci debba essere un modo
            per eluderliNon si tratta di eluderli, si tratta di essere informati.

            Il giorno che tu perderai un tuo caro perche' un

            ubriaco lo ha investito, e non c'era nessuna

            pattuglia a controllare le strade, tu come

            ragionerai?

            E questo cosa centra, le pattuglie non possono
            essere onnipresenti lo sai
            benePerche' non dovrebbero esserlo.Siamo sempre nel terzo mondo qua?Prova a vedere come funzionano le cose all'estero, che le pattuglie ci sono e funzionano.
          • Punto scrive:
            Re: Altra censura in arrivo?
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Punto


            Certo perché l'uso che ne viene fatto è per

            sapere che la polizia lavora, non insultare

            l'intelligenza delle persone, sai benissimo
            l'uso

            che viene fatto di un applicazione del genere
            che

            è quella di evitare i posti di blocco
            esattamente

            come il segnalatore di autovelox serve a farci

            rallentare solo nel tratto dove ci sono i

            controlli.

            Quindi mi stai dicendo che tu, che puoi
            permetterti lo strumento che ti segnala i posti
            di blocco, ne approfitti viaggiando a 200 per
            tutta la strada tranne in quel tratto, mentre io
            che non ce l'ho devo rischiare il multone per 5
            km oltre il limite?Propio per questo nessuno dovrebbe poter usare strumenti di quel tipo
            Bisogna viaggiare rispettando i limiti! Sempre e
            comunque.E dove avrei detto il contrario?
            E quando lo strumento segnala il blocco si presta
            un po' piu' di attenzione.Si attenzione ad evitarli. e non solo se sei ubriaco ma anche se magari sei un delinquente che sta scappando o un latitante che si sta spostando sono sicuro che troveranno molto utile sapere in anticipo dove vengono istituiti i posti di blocco, d'altra parte anche loro hanno il diritto di essere informati.

            I controlli vengono fatti e i posti di blocco

            vengono istituiti, si può discutere se debbano

            essere di più ma non se ci debba essere un modo

            per eluderli

            Non si tratta di eluderli, si tratta di essere
            informati.Informati di che che in via Vittorio Veneto all Km20 c'è un posto di blocco in modo che io che sono un delinquente magari ricercato posso girare due traverse prima ed evitare di essere fermato?Se sei una persona onesta che ti frega di sapere se di li a qualche Km troverai un posto di blocco, o forse hai qualcosa da nascondere?


            Il giorno che tu perderai un tuo caro perche'
            un


            ubriaco lo ha investito, e non c'era nessuna


            pattuglia a controllare le strade, tu come


            ragionerai?



            E questo cosa centra, le pattuglie non possono

            essere onnipresenti lo sai

            bene

            Perche' non dovrebbero esserlo.
            Siamo sempre nel terzo mondo qua?
            Prova a vedere come funzionano le cose
            all'estero, che le pattuglie ci sono e
            funzionano.In nessuna parte del mondo la polizia è onnipresente, tranne forse nei paesi con un regime dittatoriale, quanto all'estero non pensare che sia tutto rose e fiori, dimmi un paese che non abbia reati o che non abbia incidenti, se stai pensando ai paesi nordici ti stoppo subito li più che la polizia che funziona esiste un altro tipo di cultura civica che in Italia non esiste
          • panda rossa scrive:
            Re: Altra censura in arrivo?
            - Scritto da: Punto
            Propio per questo nessuno dovrebbe poter usare
            strumenti di quel
            tipo


            Bisogna viaggiare rispettando i limiti! Sempre e

            comunque.

            E dove avrei detto il contrario?Parli di eludere i controlli, quindi presupponi che la gente non rispetti i limiti.

            E quando lo strumento segnala il blocco si
            presta

            un po' piu' di attenzione.

            Si attenzione ad evitarli. e non solo se sei
            ubriaco ma anche se magari sei un delinquente che
            sta scappando o un latitante che si sta spostando
            sono sicuro che troveranno molto utile sapere in
            anticipo dove vengono istituiti i posti di
            blocco, d'altra parte anche loro hanno il diritto
            di essere
            informati.E infatti lo sono. Hanno le segnalazioni di auto, colori e targhe da controllare, che cosa credi?


            I controlli vengono fatti e i posti di blocco


            vengono istituiti, si può discutere se debbano


            essere di più ma non se ci debba essere un
            modo


            per eluderli



            Non si tratta di eluderli, si tratta di essere

            informati.

            Informati di che che in via Vittorio Veneto all
            Km20 c'è un posto di blocco in modo che io che
            sono un delinquente magari ricercato posso girare
            due traverse prima ed evitare di essere
            fermato?Se tu viaggi rispettando le regole della strada non vieni mica fermato.
            Se sei una persona onesta che ti frega di sapere
            se di li a qualche Km troverai un posto di
            blocco, o forse hai qualcosa da
            nascondere?Io non ho niente da nascondere.Se c'e' modo di avere le informazioni, le informazioni vanno date.Tu non ti sei ancora reso conto che stiamo avvicinandoci nell'era dell'informazione totale, dove tutti sanno e condividono.Uno passa, vede il posto di blocco, scatta la foto col telefonino, la mette in rete, tutti i suoi contatti sanno.E vale per i posti di blocco, vale per i cantieri, vale per gli incidenti, per il traffico, per i caselli intasati, per tutto.E questo solo nel campo automobilistico.Tra qualche anno avremo tutte le informazioni condivise in real time.Saremo tutti delle potenziali google cars collegate in rete e tutti potranno vedere attraverso i nostri occhi.E tu sei rimasto al concetto del secolo scorso che sapere dove sta una pattuglia serve solo a chi vuole evitarla... ma aggiornati!
            In nessuna parte del mondo la polizia è
            onnipresente, tranne forse nei paesi con un
            regime dittatoriale, Pensa invece che domani la polizia potra essere onnipresente grazie alla tecnologia e alla collaborazione dei cittadini.
          • Punto scrive:
            Re: Altra censura in arrivo?
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Punto


            Propio per questo nessuno dovrebbe poter usare

            strumenti di quel

            tipo




            Bisogna viaggiare rispettando i limiti!
            Sempre
            e


            comunque.



            E dove avrei detto il contrario?

            Parli di eludere i controlli, quindi presupponi
            che la gente non rispetti i limiti.Tu invece nascondi la testa sotto la sabbia e pensi che in mezzo del genere venga usato solo dagli onesti, a che pro poi dato che se non hanno intenzione di infrangere la legge perché dovrebbero essere interessati a dove è posizionato un posto di blocco.


            E quando lo strumento segnala il blocco si

            presta


            un po' piu' di attenzione.



            Si attenzione ad evitarli. e non solo se sei

            ubriaco ma anche se magari sei un delinquente
            che

            sta scappando o un latitante che si sta
            spostando

            sono sicuro che troveranno molto utile sapere in

            anticipo dove vengono istituiti i posti di

            blocco, d'altra parte anche loro hanno il
            diritto

            di essere

            informati.

            E infatti lo sono. Hanno le segnalazioni di auto,
            colori e targhe da controllare, che cosa
            credi?Ma chi i delinquenti?Ma hai capito cosa ho scritto sopra?



            I controlli vengono fatti e i posti di
            blocco



            vengono istituiti, si può discutere se
            debbano



            essere di più ma non se ci debba essere un

            modo



            per eluderli





            Non si tratta di eluderli, si tratta di essere


            informati.



            Informati di che che in via Vittorio Veneto all

            Km20 c'è un posto di blocco in modo che io che

            sono un delinquente magari ricercato posso
            girare

            due traverse prima ed evitare di essere

            fermato?

            Se tu viaggi rispettando le regole della strada
            non vieni mica fermato.Ma che dici un posto di blocco ti può fermare per un controllo indipendentemente se tu hai commesso un infrazione oppure no, evidentemente viaggi poco in auto se non se mai stato fermato per un controllo

            Se sei una persona onesta che ti frega di sapere

            se di li a qualche Km troverai un posto di

            blocco, o forse hai qualcosa da

            nascondere?

            Io non ho niente da nascondere.
            Se c'e' modo di avere le informazioni, le
            informazioni vanno date.Ma ti rendi conto della stupidaggine che stai dicendo, Quindi se si viene a sapere di una imminente retata della polizia la notizia va data in modo che tutti compresi i delinquenti sappiano cosa fare per evitarla.Aspetta ho capito il tuo ragionamento secondo te i controlli vanno fatti ma siccome può capitare che ti fermino e tu non hai fatto nulla la cosa si trasforma in una perdita di tempo per te quindi ti fa comodo un' App che ti permetta di evitare un posto di blocco, tipico ragionamento da Italiano, va bene tutto basta che non rompano le scatole a me.
            Tu non ti sei ancora reso conto che stiamo
            avvicinandoci nell'era dell'informazione totale,
            dove tutti sanno e condividono.Io mi sono reso conto benissimo e con ciò
            Uno passa, vede il posto di blocco, scatta la
            foto col telefonino, la mette in rete, tutti i
            suoi contatti sanno.E questo tu lo trovi giusto?
            E vale per i posti di blocco, vale per i
            cantieri, vale per gli incidenti, per il
            traffico, per i caselli intasati, per
            tutto.
            E questo solo nel campo automobilistico.Quindi tu mi stai dicendo che i posti di blocco come i cantieri, gli incidenti e i caselli intasati sono una perdita di tempo quindi sapendo prima dove sono uno li evita
            Tra qualche anno avremo tutte le informazioni
            condivise in real time.
            Saremo tutti delle potenziali google cars
            collegate in rete e tutti potranno vedere
            attraverso i nostri occhi.Un grande fratello globale insomma, l'idea è aberrante
            E tu sei rimasto al concetto del secolo scorso
            che sapere dove sta una pattuglia serve solo a
            chi vuole evitarla... ma aggiornati!A no?allora spiegami tu a cosa serve sapere dove sono posizionati i posti di blocco?

            In nessuna parte del mondo la polizia è

            onnipresente, tranne forse nei paesi con un

            regime dittatoriale,

            Pensa invece che domani la polizia potra essere
            onnipresente grazie alla tecnologia e alla
            collaborazione dei cittadini.E un App che segnala in anticipo a chiunque delinquenti compresi i posti di blocco in che modo aiuterebbe la polizia?Dimmi che sono curioso.
          • panda rossa scrive:
            Re: Altra censura in arrivo?
            - Scritto da: Punto
            E un App che segnala in anticipo a chiunque
            delinquenti compresi i posti di blocco in che
            modo aiuterebbe la
            polizia?
            Dimmi che sono curioso.Nello stesso modo in cui la stessa app segnalerebbe in anticipo alla polizia dove stanno i delinquenti e che cosa fanno.
          • Punto scrive:
            Re: Altra censura in arrivo?
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Punto


            E un App che segnala in anticipo a chiunque

            delinquenti compresi i posti di blocco in che

            modo aiuterebbe la

            polizia?

            Dimmi che sono curioso.

            Nello stesso modo in cui la stessa app
            segnalerebbe in anticipo alla polizia dove stanno
            i delinquenti e che cosa fanno.Complimenti questa è la più grossa stupidaggine che potevi scrivere.Ora però rispondi alla domanda che ti ho fatto:Un App che segnala in anticipo a chiunque delinquenti compresi i posti di blocco in che modo aiuterebbe la polizia?è una domanda semplice, siccome ti leggo spesso so che sei una persona intelligente sono sicuro che sei in grado di rispondere senza dire la stupidaggine che hai scritto sopra
          • panda rossa scrive:
            Re: Altra censura in arrivo?
            - Scritto da: Punto
            è una domanda semplice, siccome ti leggo spesso
            so che sei una persona intelligente sono sicuro
            che sei in grado di rispondere senza dire la
            stupidaggine che hai scritto
            sopraAllora, bisogna distinguere tra i posti di blocco che vengono istituiti dopo una rapina per esempio, e quelli sono fatti in modo da isolare tutte le vie di acXXXXX al paese, app o non app.Poi ci sono le telecamere preposte al controllo della velocita'.Adesso in autostrada c'e' il tutor, che calcola la velocita' media, e dicono che qualcosa ha risolto, anche se io di pazzi che vanno a duecento continuo sempre a vederne passare.Poi ci sono le pattuglie, che sono a disposizione della gente che viaggia, e che controllano il traffico, eventualmente intervengono in caso di necessita', incidenti, cose del genere.Quelle che non ci sono mai quando serve!E se ci fosse un'app che mi dice dove sono, e io magari ne avessi bisogno, posso andare da loro.Non limitarti a pensare che le pattuglie stanno in strada solo per dare le multe: per quello ci sono gia' le telecamere, e le telecamere per legge devono essere segnalate da un cartello, quindi l'app sarebbe solo un promemoria in piu': un rinforzo del cartello.
          • Punto scrive:
            Re: Altra censura in arrivo?
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Punto


            è una domanda semplice, siccome ti leggo spesso

            so che sei una persona intelligente sono sicuro

            che sei in grado di rispondere senza dire la

            stupidaggine che hai scritto

            sopra

            Allora, bisogna distinguere tra i posti di blocco
            che vengono istituiti dopo una rapina per
            esempio, e quelli sono fatti in modo da isolare
            tutte le vie di acXXXXX al paese, app o non
            app.E questo chi lo fa l'app?Oppure tu vedi un posto di blocco e prima di segnalarlo e quindi renderlo disponibile sull'app ti fermi e chiedi ai poliziotti perché stanno fermando le auto?
            Poi ci sono le telecamere preposte al controllo
            della velocita'.
            Adesso in autostrada c'e' il tutor, che calcola
            la velocita' media, e dicono che qualcosa ha
            risolto, anche se io di pazzi che vanno a
            duecento continuo sempre a vederne
            passare.E questo cosa centra con il discorso di sapere dove sono i posti di blocco
            Poi ci sono le pattuglie, che sono a disposizione
            della gente che viaggia, e che controllano il
            traffico, eventualmente intervengono in caso di
            necessita', incidenti, cose del genere.Qui non si parla di Pattuglie che girano ma di posti di blocco e tu non sai se stanno controllando il traffico o se stanno cercando qualcuno,Che fai ti fermi e glielo chiedi?.
            Quelle che non ci sono mai quando serve!

            E se ci fosse un'app che mi dice dove sono, e io
            magari ne avessi bisogno, posso andare da
            loro.Certo perché se tu hai bisogno di una pattuglia e hai a disposizione un telefono invece di chiamare il 113 la vai a cercare di persona
            Non limitarti a pensare che le pattuglie stanno
            in strada solo per dare le multe: per quello ci
            sono gia' le telecamere, e le telecamere per
            legge devono essere segnalate da un cartello,
            quindi l'app sarebbe solo un promemoria in piu':
            un rinforzo del cartello.Prima di tutto cosa centrano le telecamere con i posti di bloccoIo so benissimo cosa fanno le pattuglie in strada invece mi sembra che tu lo dimentichi, quando tu dai il vantaggio ad un delinquente di sapere in anticipo dove troverà il posto di blocco, non mi sembra che tu faccia un favore ai poliziotti e sinceramente non fai un favore neanche alle persone oneste.Ti rifaccio la domanda:Un App che segnala in anticipo a chiunque delinquenti compresi i posti di blocco in che modo aiuterebbe la polizia?Ma questa volta rispondimi in modo pertinente altrimenti mi viene da pensare che non sai cosa dire.PS puoi anche dire che forse la tua opinione non aveva tenuto conto di quanto ti ho fatto notare io, non è un disonore cambiare idea quando ci si accorge di aver valutato male ;)
Chiudi i commenti