Apple si assicura PowerPC fino al 2008

L'azienda della mela si assicura la fornitura dei vecchi processori per altri tre anni: la transizione ai modelli Intel potrebbe subire ritardi


San Francisco (USA) ? Apple ha più volte confermato che dal 2007 la sua intera linea PC integrerà processori Intel X86, ma secondo le ultime indiscrezioni qualche incertezza permane. Un documento ? pubblico ? della U.S. Securities and Exchange Commission ha svelato un contratto fra l’azienda di Cupertino e Semiconductor Inc. per la fornitura di processori Power PC fino al 2008. Questa potrebbe essere considerata una mossa preventiva, volta a tamponare eventuali ritardi nella transizione.

IBM , infatti, con i processori PowerPC ha già dimostrato sul campo di avere qualche problema nella gestione degli ordini e della produzione. Freescale era stata affiancata proprio per annullare questo genere di incognite.

Il timore che il passaggio possa dimostrarsi più traumatico del previsto permane; i processori PowerPC vengono utilizzati ormai da 15 anni, passare ad Intel è una rivoluzione copernicana.

D.d.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    forza ragazzi!
    avanti così,silvio.
  • Anonimo scrive:
    Che tristezza!
    Si vede proprio che il lavoro per gli umanisti è diminuito ancora di più. Ora si mettono pure a parlare di informatica. Che tristezza!
    • Anonimo scrive:
      Re: Che tristezza!
      - Scritto da: Anonimo
      Si vede proprio che il lavoro per gli umanisti è
      diminuito ancora di più. Ora si mettono pure a
      parlare di informatica. Che tristezza!Si vede proprio che il lavoro all'interno del tuo cervello è diminuito ancora di più. Ora si mette pure a parlare di informatica. Che tristezza!
      • Anonimo scrive:
        Re: Che tristezza!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Si vede proprio che il lavoro per gli umanisti è

        diminuito ancora di più. Ora si mettono pure a

        parlare di informatica. Che tristezza!

        Si vede proprio che il lavoro all'interno del tuo
        cervello è diminuito ancora di più. Ora si mette
        pure a parlare di informatica. Che tristezza!non posso che concordare con l'ultimo commentatore.questa, primo commentatore, non è che la scelta degli umanisti di usare gli attuali mezzi. Eccellenti mezzi, i mezzi del tuo tempo.ho conosciuto un autore eccellente in un blog, che pubblica in creative commons ... e mi sto informando sui costi di pubblicazione cartacea, io, un pinco pallino.Sono un esperto informatico? Sono un editore di lunga fama?No, ma attraverso questi mezzi ho scoperto che la gente fa questo da un sacco di tempo, gente normale, chi scrive, chi paga, chi pubblica, fottendosene dei grandi nomi e poi magari diventando parte di questi.Io ho solo scoperto qualcosa e qualcuno ha creato questa cosa, con un nuovo mezzo; fine.
        • lookee scrive:
          Re: Che tristezza!

          ho conosciuto un autore eccellente in un blog,
          che pubblica in creative commons ... e mi sto
          informando sui costi di pubblicazione cartacea,
          io, un pinco pallino.ti consiglio di valutare LULU:http://www.lulu.com
          • Anonimo scrive:
            5 --
          • Anonimo scrive:
            Re: Che tristezza!
            - Scritto da: lookee


            ho conosciuto un autore eccellente in un blog,

            che pubblica in creative commons ... e mi sto

            informando sui costi di pubblicazione cartacea,

            io, un pinco pallino.

            ti consiglio di valutare LULU:
            http://www.lulu.com
            si tengono una percentuale sul MIO libro dopo che me lo sono pagato!!!!non esiste.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che tristezza!
            - Scritto da: lookee


            ho conosciuto un autore eccellente in un blog,

            che pubblica in creative commons ... e mi sto

            informando sui costi di pubblicazione cartacea,

            io, un pinco pallino.

            ti consiglio di valutare LULU:
            http://www.lulu.com
            Grazie lookee, sito davvero interessante.CGA
Chiudi i commenti