Argentina: piangi per me Blogspot

Si fa di tutta l'erba un fascio: così un milione di blog sono stati bloccati per le condanne di due loro utenti

Roma – L’ordine di un giudice argentino ha avuto l’effetto del battito di ali di una farfalla che causa un tornado: il blocco di due siti ha spinto gli ISP a bloccare l’indirizzo IP 216.239.32.2. Lo stesso utilizzato nel paese dalla piattaforma di blogging di Google Blospot.

Con il risultato che circa un milioni di blog sono stati bloccati .

Tutto è iniziato con la decisione del giudice di chiedere il blocco dei siti leakymails.com e leakymails.blogspot.com , epigoni argentini di Wikileaks. La decisione ha spinto la commissione argentina alle telecomunicazioni a chiedere agli ISP locali di agire per impedire l’accesso ai siti e questi, invece di provvedere al blocco dei singoli URL, hanno bloccato il loro indirizzo IP.

Google ha riferito che di sta cercando di lavorare per ristabilire l’accesso ai blog.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti