Aruba, nuovo country manager

Santo De Stefano avrà il compito di gestire l'area business nella sede di Roma dell'azienda

Roma – Nuovo country manager per Aruba Networks Italia. A poca distanza di tempo dall’apertura della nuova sede romana della società, è stato chiamato a ricoprire tale ruolo Santo De Stefano, il cui compito sarà quello dello sviluppo e del coordinamento del settore business rivolto all’utenza nei settori pubblico, telecomunicazioni, educazione e grandi imprese.

De Stefano vanta una carriera decennale, maturando una profonda conoscenza del mercato delle grandi imprese, ha lavorato come senior account manager in Cisco Systems e territory manager per Motorola.

“Grazie al lavoro svolto a fianco dei nostri partner di canale, abbiamo raggiunto importanti traguardi nel settore pubblico e dell’educazione. Ora vogliamo andare oltre ed estendere questi risultati anche agli altri settori nel mercato italiano” ha dichiarato De Stefano.

“Il mercato italiano offre ad Aruba nuove opportunità di crescita. I nostri successi a oggi conseguiti hanno visto necessaria l’apertura di un ufficio dedicato che possa assistere in modo appropriato i nostri clienti locali”- ha dichiarato Karim Boumrane, sales director mediterranean europe di Aruba. “Il nuovo ufficio a Roma ci permetterà di essere sempre allineati con le esigenze del mercato italiano, di sviluppare ulteriormente le relazioni con i nostri clienti e far conoscere a un pubblico molto più ampio i benefici delle nostre soluzioni mobili”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • lMostro scrive:
    Cracker vs Hacker
    Grazie per avere specificato che un personaggio del genere e un cracker e non un hacker come avrebbe detto la maggior parte dei giornali (e non)...
    • Burp scrive:
      Re: Cracker vs Hacker
      - Scritto da: lMostro
      Grazie per avere specificato che un personaggio
      del genere e un cracker e non un hacker come
      avrebbe detto la maggior parte dei giornali (e
      non)...Io i cracker li mangio col prosciutto.
  • cognome scrive:
    In USA
    Negli usa gli avrebbero dato 10 anni, 10000 dollari di multa e dopo la prigione 5 anni di libertà vigilata senza poter usare un computer!!
    • iSoSores scrive:
      Re: In USA
      Infatti gli USA, su certe cose come questa, non sono per niente un ente statale che meriti di essere definito "democratico".e con USA intendo esclusivamente gli Stati Uniti, non tutto il nord America in generale compreso il Canada; quello sì che è uno Stato ben più serio...
    • Burp scrive:
      Re: In USA
      - Scritto da: cognome
      Negli usa gli avrebbero datoIn italia:ne avrebbero detto peste e corna sui giornali per una settimana, peste e corna ai telegiornali per due giornilo avrebbero invitato a parlare con un magistrato e l'avrebbero intervistato all'uscita del colloquionon avrebbe fatto un giorno di galerane avrebbero ri-parlato per questo per un giorno sui giornali e per uno giorno su qualche telegiornaleavrebbe rilasciato in tempi diversi 3 interviste "esclusive" ad altrettanti giornalacci tipo "gente", "stop", "novella 2000"sarebbe apparso in un paio di trasmissioni tvavrebbe scritto un librosi sarebbe trombato una velina o equivalenti
  • infame scrive:
    la differenza...
    ...tra la Cina e l'Italia: in Cina i delinquenti vanno in carcere, in Italia in parlamento.
  • MDC scrive:
    Solo un appunto
    5000 yuan in Cina non sono poroprio una cifra simbolica, sul cambio sono circa 625 ed ok, ma in cina è come fosserò 5000 qui, visto che là si guadagna sui 1000 yuan al mese. Solo un appunto.
    • Nicola scrive:
      Re: Solo un appunto
      Bravo, precisazione doverosa...!
    • 0verture scrive:
      Re: Solo un appunto
      Solo un appunto #2Va bene che sono sotto periodo olimpico quindi vogliono far vedere al mondo che sono civili ed evoluti, ma con un figlio di put.... che si permette di rubare i soldi destinati a della gente (tanta gente) che ha vissuto una tragedia come quel terremoto, avrebbero dovuto fare uno strappo alla regola e piantargli una pallottola tutt'altro che simbolica in mezzo agli occhi.Questo senza contare il blocco che ha provocato al sito che, se veniva utilizzato per effettuare comunicazioni d'emergenza (tipo comunicare in tempo reale eventuali persone sepolte ancora da recuperare o informazioni rapide agli sfollati) è rimasto bloccato causando magari anche altre morti.Una bestia, un porco, non merita alcuna pietà e tanto meno punizioni simboliche, tranne un bel taglio della capa da piantare su un bastone con un cartello appeso su come finisce certa gentaglia.
    • battagliacom scrive:
      Re: Solo un appunto
      infatti,mi sembrava troppo poco la cifra da pagare, avevo immaginato quello ceh hai detto tu,purtroppo non sapevo quanto guadagnavano mediamente in Cina,e non potevo controllare.
    • old cracker scrive:
      Re: Solo un appunto
      NO.625 euri sono 2 mesi di salario medio a Pechino o Shanghai.
Chiudi i commenti