Ask Jeeves, retromarcia sul naturaltech

Nata come motore per fornire risposte a chi pone domande con un linguaggio naturale, oggi l'azienda deve tornare sui propri passi abbracciando, guarda un po', sistemi alla Google


Roma – Era riuscito a conquistare l’interesse dei media fin dal suo apparire diversi anni fa, ma oggi il colosso del “sapere online”, il singolarissimo motore Ask Jeeves, deve fare i conti con l’emergere di tecnologie alternative e funzionali, come quelle del rivale Google.

Ask Jeeves ha dunque annunciato una nuova versione del proprio sito che si basa su un nuovo design del motore, un design che pone in secondo piano l’interfaccia storica del sito, quella che consentiva di ottenere risposte rilevanti a domande poste al motore con un linguaggio spontaneo e discorsivo, definito “natural language”.

L’idea del nuovo sito è quello di aumentare la precisione dei risultati delle ricerche potendo poi proporre ai propri inserzionisti anche la possibilità di inserire “link segnalati” nelle pagine dei risultati.

La nuova situazione l’ha descritta a Computerwire Daniel Read, product manager dell’azienda, secondo cui “nel passato abbiamo concentrato molte delle nostre energie sulla ricerca a linguaggio naturale, qualche volta a spese della ricerca in sé”. L’idea, dunque, sarebbe quella di fornire “un motore di ricerca più intuitivo”.

Le modifiche vanno dunque nella direzione di come vengono selezionati i risultati e le rilevanze di ciascuno di essi; un lavoro che viene affidato all’algoritmo proprietario Teoma e a tutta una serie di indici e database di terze parti che il sistema utilizza per offrire risultati.

Nel pieno delle grandi manovre dei motori di ricerca sono in molti a chiedersi quanti di questi grandi player del settore sapranno superare il loro periodo più difficile, contrassegnato dall’avanzata che appare inarrestabile proprio di Google.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    che fare
    ok, sta cosa non ci sta bene..e cosa possiamo fare ?neanche la guerra in iraq ci stava bene , abbiamo fatto le manifestazioni, e cosa abbiamo ottenuto ?se al governo ci fosse stata la sinistra ( ma poi, quale sinistra..)pensate che sarebbe andata diversamente ?la domanda da porsi è : CHI CAVOLO BISOGNA VOTARECHE LA PENSI COME UNO DI NOI, CHE ABBIA DEL BUONSENSO E CHE LO DIMOSTRI QUANDO SERVE ?di fiducia_zero
    • Anonimo scrive:
      Re: che fare
      credo nessuno, chi ha un minimo di poteretende a farlo crescere, o quantomeno aconservarlocontrollare le nuove tecnologie significaavere un potere enormenessuno di quelli che voteremo al poterelo lascerà stare
  • Anonimo scrive:
    minority... minorati mentali!
    Siamo noi i minorati se accetteremo senza colpo ferire tali mostruosita'. Il mondo raccontato da spilberg non e' affatto nel futuro!hola crack
    • Anonimo scrive:
      Re: minority... minorati mentali!
      a giudicare dal numero di post mi pare che non freghi niente a nessuno... io comunque quando succedera' (xche' fessi come siamo prima o poi succedera' anche qui) sto pensando gia' di andare in giro con la maschera da carnevale del berlusca...- Scritto da: Anonimo
      Siamo noi i minorati se accetteremo senza
      colpo ferire tali mostruosita'. Il mondo
      raccontato da spilberg non e' affatto nel
      futuro!

      hola crack
      • Anonimo scrive:
        Re: minority... minorati mentali!

        a giudicare dal numero di post mi pare che
        non freghi niente a nessuno... il problema è il solito: c'é poco fare...siamo fondamentalmente stupidi e pigri,finché non accadrà qualcosa di veramenteeclatante nessuno muoverà un dito
    • Anonimo scrive:
      Re: minority... minorati mentali!
      e quando capiterà sarà fantastico...
      • Anonimo scrive:
        Re: minority... minorati mentali!
        - Scritto da: Anonimo
        e quando capiterà sarà fantastico...cosa? prenderlo nel gufo?
Chiudi i commenti