Assoprovider: nessun cambiamento dopo Open Access

L'associazione dei piccoli provider, nella nuova realtà creata da Telecom Italia per la gestione della rete d'accesso non vede alcuna novità positiva

Roma – Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa diffuso da Assoprovider , in cui l’associazione commenta l’introduzione di Open Access.

Assoprovider si augura che la questione dello Scorporo della rete Telecom non si chiuda con Open Access, una furba trovata di Telecom Italia che approfitta del vuoto politico per proporre una falsa soluzione al problema della concorrenza nel mercato italiano delle TLC.

Open Access non è Open Reach, come ha sottolineato Franco Bernabè, amm.re delegato di Telecom Italia; lo stile inglese, d’altronde, non è mai piaciuto a tutti i corpi dirigenti che si sono alternati nell’incumbent.

Open Access non è la separazione con una società ad hoc della rete, l’unica che consentirebbe un reale controllo dell’accesso alle risorse, ivi inclusi la parità di costo, bensì un bel maquillage senza possibilità di riscontro nei conti e nei bilanci di una società dedicata solo al “service” degli operatori.

Quello che più ci ha lasciato perplessi sono state le prime dichiarazioni di Agcom, che sembravano accantonare l’impegno per un intervento netto e risolutivo e ritenere Open Access una risposta sufficiente alla mancanza di concorrenza in Italia, dimenticando l’ultimativa sentenza A351 del 2005 dell’Authority per la Concorrenza ed il Mercato, allora capeggiata dal Prof. Tesauro, che condannava Telecom Italia per “abuso di posizione predominante, concorrenza sleale e pratiche predatorie sul mercato delle telco”.

Per fortuna è intervenuta la Commissione europea a smorzare i toni idilliaci che si respiravano in Italia, constatando che Open Access non è sufficiente e ribadendo la superiorità del modello inglese di Ofcom; così anche Calabrò ha fatto timidamente marcia indietro nelle sue ultime dichiarazioni, prendendo tempo per valutare quanto sia appropriata la soluzione proposta.

Ci auguriamo quindi che non si finisca per accantonare un serio progetto di separazione della rete a favore di un’operazione “all’italiana”: in Telecom Italia cambiamo compagine societaria, dirigenza, strutture interne, e quindi, gattopardianamente , “Cambiamo tutto per non cambiare nulla!”.

Assoprovider

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • cina stato invasore scrive:
    e se non bastasse il buonsenso3
    ma qui le discussioni vengono bloccate in continuazione???:-)rispondendo sia a Suricato che al primo post di Federico maudj80 dico che tutta la mia arringa discorsiva voleva essere apolitica e apartitica. Lo dico giusto per chiarezzafederico maudj80 ha scritto:
    "senza contare che gli italioti sono gli unici al mondo in
    maggioranza a non saper parlare l'Inglese)"ho capito nel resto del tuo discorso il tuo "significato" di Italioti, lo accetto ma comunque non lo condivido.Per essere gli unici a non saper parlare inglese, non sono daccordo con te. Tutti i popoli latini (spagnoli, francesi, italiani etc) hanno difficoltà nell'imparare l'inglese, nonostante sia una lingua che ha una grammatica e una sintassi molto più semplice della nostrafederico maudj80 ha scritto:
    "non ti rendi conto che l'italia è il paese attualmente
    quasi Più Degradato Culturalmente ed Economicamente
    dell'Europa oggi"qua siamo off-topic, cmq rispondendoti qua e su tutto il resto del tuo discorso, nella sostanza concordo con te, il problema è la miriade di fattori che partecipano, o che influenzano almeno, tale nostro risultato a cui siamo giunti.federico maudj80 ha scritto:
    "rispondo a "cina stato invasore" (che tra l'altro non ha
    specificato neanche il suo nick pare...)"ho usato questo nick per enfetizzare il tema della discussione che era incentrato sulla Cina che ha occupato il Tibetfederico maudj80 ha scritto:
    "La scuola italiana è messa male perché non si studia
    quasi più per niente, e non solo alcune cose ma quasi
    niente in generale"generalizzando è vero, però io personalmente ho sempre studiato, sono uscito con 100/100 dalle superiori e ora sto completando gli studi universitari con buoni voti.Che tanti non studiano è vero, però semplicemente perchè sono loro a non volerlo :-(A me stesso non fa impazzire l'idea di dover passare le giornate sui libri, ma se lo faccio e l'ho sempre fatto in passato è perchè ne riconoscevo l'utilità e l'importanza.Il problema è questo: chi insegna a dei ragazzini l'utilità e l'importanza di studiare?? in generale i genitori, ma se questi non lo fanno o non è sufficente???federico maudj80 ha scritto:
    "ciò per colpa della classe docente che è in maggioranza
    Ignorante soprattutto di Didattica e non sa come
    contrastare l'Influsso Nolto Negativo della tv e del
    Commercio e dell'Esteriorità sui giovani...."tanti docenti non sono effettivamente in grado di poter contrastare e formare i giovani di oggi. E' anche vero che hanno poco che possono fare.... una volta i professori ti insegnavano l'educazione dandoti le bacchettate sulle mani, ora non possono neanche più dirti una parola di traverso che poi arrivano i genitori del ragazzo (che può essere anche un criminale ma viene sempre difeso dai genitori) e questi denunciano il professore...E comunque il primo problema dei docenti è che non riescono proprio a tenere più la disciplina in una classe, ma la disciplina a tali giovani deve essere impartita dai genitori (che non devono fare scarica-barile sulla scuola)Quindi gran parte del problema parte della famiglia.Sulla televisione, beh SI!!! sta abbassando di brutto il nostro grado culturale :-(federico maudj80 ha scritto:
    ...i prof universitari si sentono dei Padri Eterni e non
    spiegano nulla e poi trattano con fare Dispotico gli
    studenti e inoltre sono Molto Ignoranti di tutta
    l'Evoluzione anche nella loro stessa materia"uhm, questo discorso è molto soggettivo e dipende dalle esperienze personali. In parecchi casi è vero. Nel mio caso, io studio ingegneria informatica all'università di Roma3, e devo dire che i professori che ho avuto sono mediamente dei bravi professori. Quelli delle materie informatiche (quindi più specializzanti) poi sono tutti bravissimi e aggiornati.Poi ho avuto qualcuno che ha fatto eccezione e un paio che si sentono "padri eterni" come dicevi tu, ma il grado complessivo è molto buono. Però sono consapevole che in tante altre facoltà la situazione è quella da te descritta:-(che dire.....speriamo che la situazione cambierà in meglio giusto? la mia università è abbastanza nuova con professori mediamente giovani, speriamo che il rinnovamento porterà miglioramentifederico maudj80 ha scritto:
    "sono lo stato che spende maggiormente al mondo in Ricerca
    e Studio, e poi ignori che la maggioranza sono Studiosi
    Stranieri che loro si accaparrano con i Soldi, molti di
    quegli Studiosi sono proprio Italiani, e molti altri vanno
    lì da tutto il mondo"sono daccordo totalmente con te su questo punto.Noi in Italia dovremmo spendere molti meno soldi in politica (la politica italiana è la più costosa a livello europeo) e dedicare tutti i soldi che si riescono a risparmiare alla ricerca e sviluppo. Sarebbe un progetto a lungo termine, ma non si può pensare di cambiare una situazione cosi decadente in poco tempo.federico maudj80 ha scritto:"Insomma condivido in parte quel che dici tu e in parte quel che dice il tuo detrattore, è ovvio che tra di voi c'è stato una grosso fraintendimento"no no nessun fraintendimento, lui ha capito perfettamente quello che dicevo io, ed io ho capito perfettamente quello che NON ha risposto lui :-). Abbiamo due punti di vista estremamente diversi, anche se lui, a parte offendere, non è che abbia poi detto molto....federico maudj80 ha scritto:
    "dovuto in gran parte al fatto che non conoscete l'uno la
    realtà dell'altro e neanche la vostra reciproca, e poi
    pretendete di giudicarvi tra di voi, che è Sbagliatissimo
    ovviamente."è vero, la realtà cinese non la conosco. La "mia reciproca" la conosco ma non è questo il punto: il tema era l'occupazione della Cina sul Tibet. Per il detrattore è leggittima per via di tante vicende storiche passate che secondo lui giustificano tale azione.Mettiamola con un esempio: tu in passato mi hai fatto un grave torto, allora io per questo sono giustificato a rubarti la casa e a buttarti fuori con la forza?Ebbene la mia azione sarebbe comunque illegale, giusto?conclusione: la Cina ha invaso il Tibet =
    l'occupazione è illeggittima!!!federico maudj80 ha scritto:
    "Usare termini offensivi è sempre Deleterio"è stato solo lui ad usarli, probabilmente perchè non è in grado di sostenere i suoi discorsi e le sue tesi (ma quali???)federico maudj80 ha scritto:"ma spesso scappano o vorrebbero scappare quando è Grave l'Ira data dal fatto che la controparte ignora ciò che noi vorremmo farle capire."il problema che descrivi tu è di una persona che non sa esprimere i propri concetti a causa delle sue carenze lessicali e di linguaggio.. qua la situazione però è diversa: il detrattore non ha avuto difficoltà a spiegarmi un qualcosa che voleva dirmi, ma proprio non ha risposto a nessuna domanda e comunque il suo problema è che lui vorrebbe dire: "se in passato ci sono state vicende per cui io ritengo che tu hai fatto un torto a me, allora io sono giustificato a rubarti la casa"
  • cina stato invasore.. . scrive:
    e se non bastasse il buon senso2......
    proseguo la discussione conclusasi con la risposta del "Il Detrattore" qua visto che là sono state bloccate le risposte.....effettivamente la censura esiste anche qua :-(Io sono sempre contrario a qualunque tipo di censura visto che è usata solo per imporrea breve metto il testo di risposta al "il detrattore" visto che nell'altra discussione mi è stato impedito di proseguire....
    • cina stato invasore.. . scrive:
      Re: e se non bastasse il buon senso2......
      - Scritto da: Il Detrattore
      mon dieu.

      non pensavo la scuola di stato italiota avesse
      toccato il fondo del barile fino a sto
      punto.la scuola italiana non è messa bene, ma per ben altri motivi non certo perchè non si studiano i fatti che tu dici andrebbero studiati Occhiolino
      ci rendiamo conto che qui c'e' gente a cui non
      hanno fatto studiare manco la Guerra dei Boxer
      ???
      e il tizio qui sopra che risponde con non
      chalance che lui alla propaganda non ci crede e
      la gente si deve fare una propria opinione e
      altre cazzate che manco sto a
      citare.1- gravissimo vé che in Italia non si studia la guerra dei Boxer.........un cileno potrebbe dirmi lo stesso su una loro guerra di 300-400 anni fa e perchè no anche un senegalese dirmi lo stesso su una guerra tribale di 600-700 anni fa...........tu invece conosci tutti i fatti storici di tutto il mondo vero??? sei un gran genio lo sapevo...2- Io non ho detto che non credo alla propaganda, anzi ho anche ammesso che viene fatta figurati....ho detto e rileggi bene il mio testo (mi auguro che oltre ad aver imparato bene la sintassi della lingua italiana tu abbia capito qualcosa anche sulla semantica perchè per il momento non mi sembra sia così) che i miei giudizi non si fanno influenzare dalla propaganda e sta all'intelligenza di tutti non farsi influenzare, e quando si hanno tali premesse allora non si può manipolare più di tanto il pensiero..... si può manipolare solo il pensiero degli stolti, e quelli purtroppo in quota parte ci sono sempre in ogni tempo e in ogni luogo.3- tua citazione: "e altre cazzate che non sto a citare"già eri offensivo finora utilizzando un tono inappropriato e sicuramente fuori luogo, qui poi hai mostrato tutta la tua cultura e la tua intelligenza di dialogo.Tra l'altro tu rispondi sempre offendendo e criticando, ma mai rispondendo alle domande che vengono fatte (p.s. mi sono letto anche altre discussioni con tuoi interventi e sempre lo stesso tuo atteggiamento); prova a rispondere alle domande prima di offendere e magari qualcuno che crede a quello che dici lo trovi.......purtroppo si sa che quando uno non risponde è perchè non sa cosa dire, probabilmente perchè è stato colto in fallo, giusto?? Occhiolino
      ma rendersi conto della ENORME ignoranza sua no
      eh
      ?continui ad offendere. Mi rivolgo a chiunque dovesse leggere: fateci caso e quelli che più spesso se ne escono con questo tipo di frasi: "renditi conto di quanto sei ignorante" etc etc così come ha fatto il detrattore con me, sono proprio coloro che avrebbero meno credito per parlareA buon intenditore poche parole....Parlando del mio background, le mie conoscenze non sono certo assolute e non posso sapere tutto, ma penso di aver una cultura sicuramente superiore alla tua visto che sei capace solo di offendere Occhiolino
      come si puo' aprir bocca sulla cina se neppure si
      e' sentito nominare della guerra dei boxer, della
      rivolta dei TaiPing, di Sun YatSen, di Cixi, di
      Zhou Enlai, e ovviamente di Mao Zedong, che mi
      inorridisce solo pensare cose questi italioti ne
      possono mai sapere in
      merito...tu usi il termine "italioti" come dispreggiativo di un popolo e di una cultura, che sebbene negli ultimi 50 anni ha un pò lasciato a desiderare, ha un patrimonio culturale, letterario, artistico inferiore a nessuno.....se fossi in te farei ben attenzione a quello che dici perchè così la figura del fesso la stai facendo te
      e poi pretendi che qualcuno non disprezzi quello che tu dici???io ho espresso e difeso sempre la mia opinione, che poi non è solo la mia ma di parecchie persone che condividono le mie stesse radici culturali..... se tu disprezzi questo vuol dire che disprezzi chiunque abbia una sua opinione diversa dalla tua, quindi sei chiaramente in linea con l'atteggiamento del governo di Pechino che agisce come dittatura e disprezza chi la pensa diversamente... è per "quelli" come te che scoppiano le guerre e vanno a morire i poveracci che non c'entrano niente.....
      gli avranno insegnato nelle scuole italiote che
      perfino l'italia sabauda aveva una concessione a
      Shanghai e TianJin tuttora visitabile con museo
      etc?potrei dire che le cavolate le scrivi tu, ma invece ti rispondo che nei nostri libri di testo scolastici tutti i fatti storici vengono visti sempre con grande critica, e autocritica quando si parla della storia italiana.L'Italia è patria tra le altre cose di diversi eccellenti storici, e qualunque cosa riportata su un libro di storia cerca di perseguire il concetto di oggettività. Tu piuttosto avrai studiato su libri che fanno indottrinamento politico, e i danni mentali di tale indottrinamento sono ora visibili nel testo che tu scriviPrendi nota del comportamento del tuo concittadino Zheng con cui ho avuto un ottimo scambio di idee, non solo c'è sempre stato rispetto su qualunque opinione ma alla fine siamo giunti alla conclusione che non si deve "difendere a spada tratta"..... e quello che tu stai facendo e senza argomentazioni o risposte, ma solo con offese e insulti
      pazzesco.
      qua siamo messi peggio degli americani che
      studiano con gli esami fatti con le
      crocette.io sono sempre stato contrario al sistema di studio americano, non sanno quasi nulla di storia come di tante altre materie.....però c'è da ammettere che nonostante queste loro carenze culturali la maggior parte di scienziati e ricercatori sono americani....quindi un qualcosa che funziona c'è. Probabilmente perchè proprio per il fatto che non si può sapere tutto, trascurano la culturale generale per far specializzare gli indirizzi di studio.... è opinabile come idea (io stesso sono contrario) ma indubbiamente funziona e frutta
      ecco il risultato di 60 anni di capitalismo e di
      egemonia angloamerikana sulla
      penisolavedi, questa è una tua opinione che non condivido ma comunque non vado ad offenderti come fai tu, semplicemente perchè vivo tranquillo del fatto di non aver mai subito un'egemonia angloamericana Occhiolinopoi vabbè, pure se tu l'avessi letto sul tuo libro di storia cinese (con l'ipotesi che in esso c'è l'indottrinamento del tuo governo e/o la sua propaganda) avrebbero dovuto scrivere al più "egemonia americana" perchè gli inglesi non c'hanno mai filato Occhiolinop.s. perchè ti sei imparato la nostra lingua "italiota" visto che ci disprezzi tanto???p.s.s. per "imparato" intendo dire nella sintassi, perchè come ho già detto della semantica non hai ancora capito nulla
      • Suricato scrive:
        Re: e se non bastasse il buon senso2......
        - Scritto da: cina stato invasore.. .
        - Scritto da: Il Detrattore

        ecco il risultato di 60 anni di capitalismo e di

        egemonia angloamerikana sulla

        penisola

        vedi, questa è una tua opinione che non condivido
        ma comunque non vado ad offenderti come fai tu,
        semplicemente perchè vivo tranquillo del fatto di
        non aver mai subito un'egemonia angloamericana
        Occhiolino
        poi vabbè, pure se tu l'avessi letto sul tuo
        libro di storia cinese (con l'ipotesi che in esso
        c'è l'indottrinamento del tuo governo e/o la sua
        propaganda) avrebbero dovuto scrivere al più
        "egemonia americana" perchè gli inglesi non
        c'hanno mai filato
        OcchiolinoTra l'altro l'italia è una delle più rosse tra gli occidentali, basta vedere x quanti anni ha governato la sinistra italiana senza contare che ci sono zone rosse per eccellenza (vedi bologna e l'emilia romagna in genere)
        • Federico maudj80 scrive:
          Re: e se non bastasse il buon senso2......
          Ma dove vivi??? Bologna da qualche anno ormai si è "scurita" e ora semmai è rosso-nera (fonte numerosi amici che vivono a Bologna oggi), se l'italia è tra le più rosse allora la Finlandia in primis con l'Olanda, il Belgio, la Germania, la Danimarca, la Svezia e la Norvegia e la Spagna poi che sono??? sono delle Super-Nove di un Rosso Accecante??? ma non ti rendi conto che l'italia è il paese attualmente quasi Più Degradato Culturalmente ed Economicamente dell'Europa oggi, se escludiamo le new entries Imbarazzanti come turchia e albania??? Poi gli economisti non si spiegano come mai l'italia non cresca economicamente... e grazie al c***o, se c'è Ignoranza Totale Generalizzata (basta guardare le recenti statistiche scolastiche e fenomeni recenti come quello dell'Università la Sapienza di Roma, per citare solo alcuni banalissimi esempi, senza contare che gli italioti sono gli unici al mondo in maggioranza a non saper parlare l'Inglese) non ci sarà neanche modo di saper trovare come crescere Economicamente, la Concorrenza nel mondo capitalista è Assetata e lo Sviluppo Culturale è la Base per quello Economico, ovvio che allora le aziende italiane/italiote rimarranno indietro e conseguentemente sul lastrico. Una sola persona con tantissimi soldi o poche persone tali NON POTRANNO MAI risolvere problemi che interessano milioni di persone, dove ognuno è parte di un tutto e se ognuno sbaglia allora il tutto fa Schifo, con buona pace della persona con i suoi tantissimi soldi che vorrebbe a parole risolvere i problemi che ovviamente non dipendono da lui e che quindi lui non può e non potrà mai risolvere.L'Ignoranza e l'Inconsapevolezza conseguente sono le cose più ORRENDE dell'essere umano.Visto che navighi su Internet almeno, a differenza di moltissimi altri tuoi della tua parte politica (tanto si capisce come la pensi o lo si intuisce...), cerca di Informarti per Bene e vai ad Approfondire quanto più ti è possibile sul maggior numero di fonti svariate possibili, e poi trai le conclusioni, se davvero hai qualche barlume di dubbio che oggi il mondo non sia poi così Roseo come pensa forse la maggior parte della gente che vive per l'Esteriorità e per il Commercio....Eppure le Tragedie e le Ingiustizie sempre Peggiori e sempre Crescenti sono sotto gli occhi di tutti già solo in tv...bisogna proprio aver le fette di letame sugli occhi della Coscienza per non accorgersene oppure ormai se ne è fatto il callo a furia di sentirle e vederle e l'Indifferenza Più Totale si è fatta largo, come evidentemente accade infatti.
      • Federico maudj80 scrive:
        Re: e se non bastasse il buon senso2......
        rispondo a "cina stato invasore" (che tra l'altro non ha specificato neanche il suo nick pare...)

        la scuola italiana non è messa bene, ma per ben altri motivi non certo perchè non si studiano i fatti che tu dici andrebbero studiati Occhiolino.La scuola italiana è messa male perché non si studia quasi più per niente, e non solo alcune cose ma quasi niente in generale, ciò per colpa della classe docente che è in maggioranza Ignorante soprattutto di Didattica e non sa come contrastare l'Influsso Nolto Negativo della tv e del Commercio e dell'Esteriorità sui giovani. Nelle scuole italiane i prof sono ancora scribacchini con carta e penna mentre altrove si fa tutto con i computer, i prof universitari si sentono dei Padri Eterni e non spiegano nulla e poi trattano con fare Dispotico gli studenti e inoltre sono Molto Ignoranti di tutta l'Evoluzione anche nella loro stessa materia, l'Aggiornamento Professionale e Didattico è "una cosa che si mangia" forse in italia...

        ...che i miei giudizi non si fanno influenzare dalla propaganda e sta all'intelligenza di tutti non farsi influenzare, e quando si hanno tali premesse allora non si può manipolare più di tanto il pensiero..... si può manipolare solo il pensiero degli stolti, e quelli purtroppo in quota parte ci sono sempre in ogni tempo e in ogni luogo.Sono d'Accordissimo, ma considera che gli Stolti sono in Maggioranza oggi nel mondo secondo recenti statistiche, c'è un grossissimo Divario sia di Intelligenza sia di Ricchezza Economica oggi nel mondo, non è tutto basso il livello, la media è alta, ma sono i pochissimi Super Ricchi Economicamente o Super Intelligenti a far alzare la media. Figurati che il fatto è talmente balzato all'opinione pubblica DI CHI SI INFORMA che i Korn ci hanno anche fatto un brano e un video recentemente, chiamato "Evolution".

        tu usi il termine "italioti" come dispreggiativo di un popolo e di una cultura, che sebbene negli ultimi 50 anni ha un pò lasciato a desiderare, ha un patrimonio culturale, letterario, artistico inferiore a nessuno.....Lui è evidente che usa il termine italioti, che uso sempre anche IO stesso che sono Italiano (per fortuna o purtroppo), riferendosi alla Maggioranza del popolo italiano appunto, non infatti alla sua Degna Cittadinanza, quella che nelle Persone dei Migliori Scienziati e Studiosi del mondo hanno portato l'Italia alla suo Grande Patrimonio Culturale che poi dopo classicamente ognuno vorrebbe farsi proprio, un po' come dire che noi siamo i Più Forti del Mondo a Calcio e invece lo è solo la Nazionale di Calcio Italiana, che noi siamo i Più Colti e invece lo sono solo i vari Scienziati, Studiosi, Inventori, Poeti, Matematici, Attori, Autori, Registi, Pittori, Scultori, Architetti, Letterati, Musicisti, Opinionisti, Giuristi, Filosofi e così via che hanno LORO reso l'Italia così rinomata Culturalmente, e che nella loro Vita sono stati spesso ampiamente criticati ed emarginati dalla società dominante che poi si è voluta dopo prendere tutti i meriti della loro Cultura, come dire "cornuti e mazziati", cioè non solo hanno avuto la Peggio in Vita poi dopo hanno pure dovuto condividere la loro Cultura con il dominio pubblico, con la maggioranza della gente, proprio coloro che non li capivano e li hanno maltrattati antecedentemente, che se ne sono voluti prendere l'appannaggio e il merito come Identità Culturale Generale.Un po' come dire "armiamoci e partite"... con la differenza che loro sono "partiti" e poi la maggioranza della gente si è voluta sentire "armata" ingiustamente ovviamente.Appunto invece, il paese ha lasciato a desiderare perché queste Persone da sempre emarginate dalla società dominante non hanno MAI voluto avere gran ché a che fare con le istituzioni convenzionali altrimenti forse il paese non sarebbe andato così Male, ma non lo hanno fatto proprio perché le istituzioni sono soltanto La Più Grande Forma di Ipocrisia esistente al mondo e che rappresentano solo il teatrino dei Giochi/Gioghi del Potere dei Despoti sulla maggioranza della gente; ovvio allora che quelle Persone che rendono Davvero Degno l'Essere Umano, che tanto oggi apprezziamo, non hanno mai voluto immischiarsi in tali Meschinità.

        però c'è da ammettere che nonostante queste loro carenze culturali la maggior parte di scienziati e ricercatori sono americani....quindi un qualcosa che funziona c'è. Probabilmente perchè proprio per il fatto che non si può sapere tutto, trascurano la culturale generale per far specializzare gli indirizzi di studio.... è opinabile come idea (io stesso sono contrario) ma indubbiamente funziona e frutta...e grazie al cavolo che frutta, stanno sfondati di Soldi loro, in gran parte per le risorse energetiche di cui impongono poi l'uso a tutto il pianeta a totale LORO beneficio ovviamente, sono lo stato che spende maggiormente al mondo in Ricerca e Studio, e poi ignori che la maggioranza sono Studiosi Stranieri che loro si accaparrano con i Soldi, molti di quegli Studiosi sono proprio Italiani, e molti altri vanno lì da tutto il mondo, e spesso se sono statunitensi hanno però origini straniere in famiglia. Si sa che gli statunitensi di origine statunitense da sempre sono in maggioranza la Feccia della Feccia della società mondiale, basta anche vedere solo il banalissimo esempio di quanto sono Ridicoli nelle immagini che i telegiornali ci propongono su di loro, sembrano quasi dei Primati (le scimmie in pratica), ci fanno vedere quotidianamente in tv su di loro cose Assurde anche in Italia per la maggiorana degli italioti, come ad esempio l'esempio Macroscopico delle loro manifestazioni politiche propagandistiche e come fanno politica in generale loro.Insomma condivido in parte quel che dici tu e in parte quel che dice il tuo detrattore, è ovvio che tra di voi c'è stato una grosso fraintendimento dovuto in gran parte al fatto che non conoscete l'uno la realtà dell'altro e neanche la vostra reciproca, e poi pretendete di giudicarvi tra di voi, che è Sbagliatissimo ovviamente.Usare termini offensivi è sempre Deleterio ma spesso scappano o vorrebbero scappare quando è Grave l'Ira data dal fatto che la controparte ignora ciò che noi vorremmo farle capire.
  • trikketrakk e scrive:
    Re: Ascoltatemi !
    un notebook senza sistema operativo a quanto lo vendete?
  • Zheng Qiao Zhi scrive:
    Re: Ascoltatemi !

    Zheng Qiao Zhi,
    tu vivi a pechino, e pechino è un gran bel posto
    pieno di cultura. Ma non è la
    cina.Probabilmente mi stai confondendo con il detrattore. Niente di male, ci mancherebbe.Cmq la mia casa e' nel Liaoning, non a Pechino. Ok, a meno di 1000Km da Pechino (e' una piccola distanza per i cinesi).Per lavoro, comunque, e' da agosto che mi trovo in America. Piccola curiosita': nel paese dove vivo, per tutto il mese scorso c'e' stato il coprifuoco.Lo sceriffo di Contea ha decretato il coprifuoco a causa del fatto che 3 ragazze erano state uccise con armi da fuoco. In pratica, se venivi fermato dopo l'1 di notte, passavi il resto della notte agli arresti.Beh, questa e' stata una bella novita' per uno come me che viene da un Paese "dove non c'e' liberta'": come ben sai, nonostante Pechino abbia 15 milioni di abitanti, si puo' andare a qualsiasi ora del giorno o della notte in qualsiasi via/vicolo, che sia centro o periferia, sicuro che non capita nulla...Mi sono ovviamente domandato quale tipo di liberta' si voglia esportare
    • Garibaldi la sa lunga scrive:
      Re: Ascoltatemi !
      Hai ragione ancora una volta.Certe zone degli stati uniti non sono certo un esempio di democrazia. Tutt'altro discorso vale per la west coast o per il nord che ben poco hanno a che spartire con il centro e il sud degli usa. Quasi due mondi diversi.E' vero. Pechino, così come quasi tutto il resto della Cina è un posto sicuro (a parte la famigerata stazione di shenzhen e certi posti a guangzhou che fanno concorrenza ai quartieri più disastrati di napoli, e bisogna avere cento occhi altrimenti ti ritrovi derubato in men che non si dica).Io sono solo a 3000 km da pechino dato che me ne sto nella tiepida kunming (quest'anno un po' meno del solito a dire il vero).
      • Federico maudj80 scrive:
        Re: Ascoltatemi !
        Cari Compagni Cinesi,sappiamo Bene che l'Ideologia Politica alla quale almeno nominalmente ed ufficialmente aderisce la Cina è quella Giusta, ma appunto sono invece i modi in cui la praticano che la Snaturano del tutto e la rendono molto Peggiore quasi di quella tradizionale classica popolare convenzionale (leggi "destra" per gli italiani) soprattutto per quanto è avvenuto classicamente e storicamente nel secolo scorso sin dall'inizio della storia del Comunismo praticamente, ciò è dovuto evidentemente alla fortissima Ignoranza storica e classica durissima a diminuire della maggioranza della cittadinanza mondiale; dove c'è Ignoranza ovviamente non può essere compresa la Massima Razionalità della nostra Ideologia e allora pur di farla rimanere in atto la si arriva a snaturare fino a renderla l'opposto praticamente di quanto essa voleva essere nell'intenzione facendola così diventare nè più nè meno che robaccia Immonda come quella classica tradizionale convenzionale che l'essere umano ha conosciuto dagli albori della sua esistenza sul pianeta.L'unica soluzione credo sia promuovere al Massimo la Libera Conoscenza e la Libera Formazione Culturale, e così forse prima o poi lo stato Cinese si ritroverebbe a non dover censurare più nulla avendo finalmente Cittadini Consapevoli di come si Vive secondo il Buon Senso Comune e la Massima Razionalità, rimanendo sulla stessa parte Politica ma ovviamente finalmente quella Vera ed Autentica e non quella Snaturata che il governo Cinese si sente costretto ad applicare. Sperando che davvero il governo Cinese sia in Buona Fede ovviamente, altrimenti forse ciò non sarebbe di suo gradimento.Potrebbero iniziare col promuovere Bene Internet, ovviamente nella sua forma più Pura e Libera/Open, e la Cultura Open, l'Ecologia e le Energie Rinnovabili, visto che a loro farebbero molto comodo per quanto sono numerosi i loro Cittadini (inoltre credo che consumino moltissimo olio di semi all'anno viste le loro tradizioni culinarie, tutto olio che produrrebbe altrettanto BioDiesel), potrebbero forse davvero raggiungere l'Autarchia Economica e l'Indipendenza Totale da petrolio e derivati (l'ONU non potrebbe che essere contenta, se davvero ancora è Autentica e non è eventualmente invece già una organizzazione pro-forma ormai invece totalmente PRO-Usa (...e Getta)), insomma potrebbero davvero avere l'Opportunità di rendersi nel tempo la Vera Alternativa alla Imbarazzante (dico Imbarazzante per non usare termini eccessivamente offensivi che sarei spinto ad usare in privato...) cultura Commerciale Capitalista statunitense che evidentemente fa da cultura predominante nello scenario mondiale e che vorrebbe Imporsi e rendersi l'Unica cultura esistente sul pianeta (date uno sguardo a "The New American Century"). E' una Grandissima Opportunità e Possibilità di Progresso per l'Essere Umano, questa che potrebbe avere la nuova Cina oggi, ma chissà se sapranno sfruttarla e capire innanzitutto di poterlo fare, e chissà poi se davvero vorranno farlo.Per quanto riguarda le dichiarazioni di zio Billaccio invece, se guardiamo a quanto in gamba è stato nel prevedere il FLOP Totale della sua Xbox, della successiva versione 360 e della suo ultimo peto chiamato Vista, beh allora significa che forse questa è l'ennessima previsione molto molto Errata. Prepariamoci a tempi Durissimi d'ora in poi soprattutto qui in Italia, ma anche nel resto del mondo ovviamente, dico io...
    • robolo scrive:
      Re: Ascoltatemi !
      Ti rispondo qua perché l'altro commento è bloccato...dove hai visto che ci sono 60.000.000 di italiani all'estero??? Veri italiani (che hanno la cittadinanza) credo che siano intorno ai due milioni e mezzo
  • monte rone scrive:
    detto da uno che voleva...
    .. abbracciare ed estendere internet con tanto di iconcina di microsoft network sul desktop
  • G F scrive:
    Hanno censurato anche Topolino!
    http://www.repubblica.it/2008/02/sezioni/esteri/paperino-cina/paperino-cina/paperino-cina.html
    • Commissario Politico scrive:
      Re: Hanno censurato anche Topolino!
      A piena ragione, direi: i personaggi Disney sono un bieco plagio capitalista degli impareggiabili originali di Croda, Mitri Dimitri e il cane Hugo! (cylon)
  • paoloholzl scrive:
    Censura e Cina
    Leggo nei post che in Cina in realtà la censura di fatto non esiste.Non sono d'accordo,non tanto perché abbia esperienza in merito quanto perché continue prese di posizione ufficiali la giustificano nel nome della 'identità culturale' e tanti altri discutibili principi educativi, questo mi basta come conferma.Sul fatto che sia poi sempre più facile aggirarle sono assolutamente convinto, concordo sul fatto che tentare di imbrigliare le idee sia sempre e comunque una 'battaglia persa'.Un giorno i Russi hanno scoperto tante favole che venivano loro raccontate, e se i cinesi scoprissero altrettanto?Prima o poi la verità verrà a galla, in quel momento non vorrei essere nei panni di chi ha raccontato balle (a suo dire a fin di bene) per una vita.Fossi nei dirigenti cinesi punterei tutto sulla trasparenza, il rischio che si accumulino troppi scheletri negli armadi (al di la di presunte buone intenzioni), rende la loro apertura sempre più pericolosa.
    • anonymous scrive:
      Re: Censura e Cina
      - Scritto da: paoloholzl
      Leggo nei post che in Cina in realtà la censura
      di fatto non esiste.e chi lo nega ? solo che ognuno dovrebbe pensare prima alla propria democrazia e libertà e spesso l'interesse per quelle altrui maschera interessi economici e geopolitici di istituzioni terze e le persone che ragionano non si imbarcano in crociate per conto e guadagno altruie siccome di censura ce n'è abbastanza anche quì (benchè condotta com mezzi meno autoritari), governi guerrafondai e multinazionali monopoliste non hanno autorità morale per ergersi a paladini delle libertà altrui
      Non sono d'accordo,non tanto perché abbia
      esperienza in merito quanto perché continue prese
      di posizione ufficiali la giustificano nel nome
      della 'identità culturale' e tanti altri
      discutibili principi educativi, questo mi basta
      come conferma.basta ricordare che le convinzioni non sono fatti che le misure restrittive rivendicate dal governo cinese come modi per proteggere l' identità culturale riguardavano argomenti come porno e videogames violenti censurati anche da noi, seppure in altra misura
      Sul fatto che sia poi sempre più facile aggirarle
      sono assolutamente convinto, concordo sul fatto
      che tentare di imbrigliare le idee sia sempre e
      comunque una 'battaglia
      persa'.sono completamente d'accordo
      Un giorno i Russi hanno scoperto tante favole che
      venivano loro raccontate, e se i cinesi
      scoprissero altrettanto?
      Prima o poi la verità verrà a galla, in quel
      momento non vorrei essere nei panni di chi ha
      raccontato balle (a suo dire a fin di bene) per
      una vita.già un giorno i russi hanno scoperto le favole che gli raccontava il loro governo quando stavano male e soggetti ad un regime molto autoritario, poi hanno creduto a quelle che gli raccontava l'occidente e si sono impoveriti di più mentre le loro risorse prendevano la via dell'estero e gli oppositori erano ancora più sotto torchio e noi, quando scopriremo le favole che ci raccontano (a fin dibene, per proteggerci da droga,terrorismo e pedofilia, certo) ? o pensi che quello sia tutto vangelo?
      Fossi nei dirigenti cinesi punterei tutto sulla
      trasparenza, il rischio che si accumulino troppi
      scheletri negli armadi (al di la di presunte
      buone intenzioni), rende la loro apertura sempre
      più pericolosa.meno male che ci sei tu a dargli consiglicerto, solo i loro armadi sono pieni di scheletri, solo loro devono puntare sulla trasparenza, gli altri già lo fanno, e di puntare alla trasparenza non lo consigli al governo italiano che copre la vicenda delle rendition ?o a quello usa sul numero e nome dei detenuti a guantanamo ? ci hai pensato che in occidente per legge se qualcuno è dichiarato presunto terrorista (e senza prove) puo accadergli di peggio di quello che in cina può succedere a un dissidente ?
  • Guybrush scrive:
    Re: Ascoltatemi !
    Mah... se quello che dici e' vero allora Bill e' solo in ritardo: quanto "prevede" sta gia' accadendo.GT
  • Zheng Qiao Zhi scrive:
    A parte le belle parole
    Sembra che non si conosca minimamente la realta' cinese e si parli per luoghi comuni.C'e' il vantaggio di poter dire, un giorno: "Hai visto che avevo ragione? Non potevano continuare all'infinito a censurare, Internet non si ferma".Occorrerebbe entrare in almeno un Internet cafe' cinese. Almeno uno. Poi si parla
    • Il Detrattore scrive:
      Re: A parte le belle parole
      io non vedo alcuna censura in cina.senza offesa verso voi occidentali ma di BBC, wikipedia, e blogspot ne posso fare benissimo a meno e alla peggio un qualunque proxy, magari un proxy cgi sfigatissimo, tanto funzionano tutti, questa "censura" e' scavalcabile anche da un bambino, persino usando degli url-redirect di giornali famosi funziona tutto.il 100% dei siti che uso funziona benissimo e anche molto veloce.non ricordo un solo sito italiano censurato incina tranne l'innominabile as--news.it concludendo, non vedo il problema per microsoft, qui il 99% dei pc gira su windows, che poi siano copie originali e' un altro discorso...sul mio Lenovo mi hanno dato un Vista Home originale comunque (in cinese) e su richiesta mi hanno installato XP in inglese da un dvd Lenovo scritto a penna...Il Detrattore,Pechino
      • anonymous scrive:
        Re: A parte le belle parole
        - Scritto da: Il Detrattore
        io non vedo alcuna censura in cina.sono d'accordo se aggiungi "perlomeno non più che in ogni altro paese occidentale"purtroppo non tutti gli occidentali si rendono conto che chiudere un sito scomodo con i militari o mandandoci la finanza con una scusa oppure fare una causa milardaria a un giornalista per farlo licenziare anzichè sottoporlo a fermo è la stessa cosa, cambiano solo i metodi ma non la sostanza e che gli interessi delle istituzioni occidentali riguardo a tali aspetti dei cosiddetti "stati canaglia" sono solo coperture per scopi economici e politici
        • diegoitaliait scrive:
          Re: A parte le belle parole
          - Scritto da: anonymous
          - Scritto da: Il Detrattore

          io non vedo alcuna censura in cina.

          sono d'accordo se aggiungi
          "perlomeno non più che in ogni altro paese
          occidentale"

          purtroppo non tutti gli occidentali si rendono
          conto che chiudere un sito scomodo con i militari
          o mandandoci la finanza con una scusa oppure fare
          una causa milardaria a un giornalista per farlo
          licenziare anzichè sottoporlo a fermo è la stessa
          cosa, cambiano solo i metodi ma non la sostanza e
          che gli interessi delle istituzioni occidentali
          riguardo a tali aspetti dei cosiddetti "stati
          canaglia" sono solo coperture per scopi economici
          e
          politici1. allora posso essere d'accordo con il fatto che troppo spesso e facilmente si utilizza questa ipocrisia degli stati canaglia.Ma la differenza tra la Cina o qualunque altro stato dittatoriale e un paese democratico stà nel fatto, che un Marco Travaglio o un Luttazzi si possono difendere dalle accuse ed inoltre hanno diritto a 3 gradi di processo prima che vengano condanati anche solo a pagare una cifra esorbitante.In Cina (parlo della Cina perchè è l'oggetto della discussione ma ripeto anche in altri paesi) questo non è possibile, se la polizia politica ti inchioda con false accuse sono cacchi tuoi e basta, (vedasi blogger incarcerato grazie a Yahoo!).Certo ci sono tanti abusi e tante ingiustizie, ma mi spiace ricordare ai più che questo non è il paese delle meraviglie, ma anche così io mi posso permettere di dissentire dalle tue idee e lo stesso farai tu o chi per te, senza per questo nascondersi o temere che la polizia lo metta in cella per due anni.Scusate ma mi sembrava doveroso mettere i puntini sulle i
      • G F scrive:
        Re: A parte le belle parole
        - Scritto da: Il Detrattore
        io non vedo alcuna censura in cina.
        Forse hai le fette di prosciutto sugli occhi.
  • kattle87 scrive:
    E se non bastasse il buon senso
    a impedire la censura, ci penserà l'ennesimo cow-boy presidente americano con una bella guerra santa preventivauffa... testo nn fa il barrato :(
    • cina stato invasore scrive:
      Re: E se non bastasse il buon senso
      beh, la cina se la meriterebbe pure, ma non certo per la censura(questi eventualmente sono cavoli loro):bensì perchè sono uno STATO INVASORE ed OPPRESSORE in Tibet e Taiwan.......
      • AtariLover scrive:
        Re: E se non bastasse il buon senso
        Ok per il Tibet, ma mi pare che Taiwan sia ancora indipendente, sebbene in continuo conflitto con la repubblica popolare, o mi sono persa qualcosa? :|
        • cina stato invasore scrive:
          Re: E se non bastasse il buon senso
          infatti parlavo di stato cinese "invasore" (per quanto riguarda il Tibet) e "oppressore" (per quanto riguarda Taiwan).Ora ho difficoltà a fornire link che trattano i fatti in maniera esaustiva, quindi mi limito ad un banale link a wikipedia:http://it.wikipedia.org/wiki/Taiwanin particolare leggere "Situazione Geopolitica"
          • Zheng Qiao Zhi scrive:
            Re: E se non bastasse il buon senso
            - Scritto da: cina stato invasore
            infatti parlavo di stato cinese "invasore" (per
            quanto riguarda il Tibet) e "oppressore" (per
            quanto riguarda
            Taiwan).
            Ora ho difficoltà a fornire link che trattano i
            fatti in maniera esaustiva, quindi mi limito ad
            un banale link a
            wikipedia:
            http://it.wikipedia.org/wiki/Taiwan
            in particolare leggere "Situazione Geopolitica"L'articolo che hai citato per quanto riguarda Taiwan non parla di alcune cose:1 - Taiwan e' sempre stata, e sempre sara', una provincia cinese. Lo dicono i taiwanesi stessi, perche' e' cosi' che essi si considerano. Provare per credere.2 - Sembra che manchi ancora una cosa: e' bene ricordare che Chiang Kai-shek aveva governato la Cina con un sistema clientelare che ha portato tutto il Paese alla fame. In casa mia, per esempio, si sono mangiate le cortecce e le foglie degli alberi poiche' non c'era nient'altro. In altre famiglie si sono fatte bollire le imbottiture dei cuscini.I generali di Chiang Kai-shek, invece, potevano godere di harem e concubine private e vivere nel lusso.A seguito della sua sconfitta da parte dei comunisti, Chiang Kai-shek si e' rifugiato a Taiwan, fondando un suo stato e chiedendo protezione agli Stati Uniti.Questa protezione e' stata accordata immediatamente, a tempo di record. Questo e' quanto.E' un po' come se avessero protetto immediatamente e senza batter ciglio i fondatori della Repubblica di Salo' in Italia, anni or sono. Non e' andata proprio cosi', tant'e' vero che poi Mussolini e' finito appeso per i piedi in Piazzale Loreto, a Milano. Sbaglio qualcosa?Come si sarebbero sentiti gli italiani se una superpotenza avesse offerto protezione ai repubblichini? L'avresti vissuto come uno schiaffo? Un'oppressione? Fai i tuoi conti.3 - La comunita' internazionale continua ad ignorare che i taiwanesi hanno chiesto, mediante pubblica votazione, di essere riannessi alla Cina. E' il popolo che chiede di tornare nel loro stato.Sembra che i risultati di dette votazioni siano stati messi a tacere. Per esempio, Punto Informatico (nota testata giornalistica a favore del rispetto dei diritti umani e della legalita') non ne ha fatto cenno.Eppure si continua a parlare di oppressione cinese nei confronti di Taiwan. La decisione di restare separati non appartiene piu' al popolo. Come la mettiamo?
          • uffa scrive:
            Re: E se non bastasse il buon senso
            - Scritto da: cina stato invasore
            infatti parlavo di stato cinese "invasore" (per
            quanto riguarda il Tibet) e "oppressore" (per
            quanto riguarda
            Taiwan).
            Ora ho difficoltà a fornire link che trattano i
            fatti in maniera esaustiva, quindi mi limito ad
            un banale link a
            wikipedia:
            http://it.wikipedia.org/wiki/Taiwan
            in particolare leggere "Situazione Geopolitica"la situazione è molto più complessa: ci sono state varie fusioni e annessioni credo dal 1400 fra cina e tibet, addirittura il primo conflitto fu dichiarato dal tibet alla cina e in un primo tempo la gente comune diserto' la resistenza promossa dalla cia e dal fratello dell'allora dalai lama contro le guardie rosse perche' stavano meglio sotto il regime cinese che sotto la teocraziain ogni caso allora uk stato invasore (le falkland non sono precisamente nella manica) francia stato invasore (guarda cosa succede in costa d'avorio) usa stato invasore (l'iraq non è precisamente sull'atlantico e poi vogliamo parlare dei pellerossa ?)noi non abbiamo fatto un bel lavoro in albania nè in libia o in abissinia prima che ci sbattessero fuori, poi mi sembra che anche le alture del golan non siano sotto il controllo dello0 stato di appartenenza, mi sembra che anche il libano sia stato aggreditovogliamo poi parlare delle aggressioni al di fuori del mandato onu o delle basi militari all'estero ?ecco allora mi spieghi perche' solo la cina da fastidio ?
          • Zheng Qiao Zhi scrive:
            Re: E se non bastasse il buon senso
            - Scritto da: cina stato invasore ed oppressore
            le vostre risposte sono soggettive come possono
            essere le mie........ il problema è questo:
            distinguere cosa è oggettivo e cosa è
            soggettivo.D'accordissimo
            a lui chiedo come mai tanti suoi concittadini
            cinesi sono "fuggiti" (sempre che mi sia concesso
            dirlo) dal loro beneamato "Paese". Poi lui stesso
            vive in Italia; mi chiedo: se il suo "Paese" è
            buono e giusto, perchè non vive più
            lì???1 - non vivo in Italia;2 - la domanda la potrei rivolgere a te: stando ai dati diffusi dal governo italiano, dispersi nel mondo ci sono circa 60 milioni di italiani.Lo ripeto: 60 milioni di italiani! Praticamente un'altra Italia. La domanda, a questo punto, e' rivolta a te? Come mai questa diaspora, questa fuga dal "BelPaese"?
            ;-) La domanda è più provocatoria che altro, non
            prendertela a maleAssolutamente. Non e' una provocazione a vuoto ;)
            CUT
            Ed ora... perchè la Cina invece è considerata
            invasore e censore??? perchè l'opinione pubblica
            evidentemente la pensa così, dove l'opinione
            pubblica non sono io (ovviamente) ma la
            stra-grande maggioranza delle persone.Scusa, ma qui perdi. Se fai questo discorso, allora devi riconoscere che quasi un miliardo e mezzo di persone (leggi: un miliardo e mezzo) la pensa diversamente.Non dimenticare della relazione 80-20: l'80% delle risorse e' in mano al 20% della popolazione mondiale.Sei nato dalla parte giusta del mondo, ma non parlare di cosa pensa il resto del mondo. Sei in minoranza.Cosa pensa il resto del mondo? Mio figlio frequenta le scuole inglesi, e sui suoi libri di testo non ho mai visto una parola sulla guerra dei boxer. Fra l'altro, nemmeno sui testi italiani.I cinesi considerano oppressori ed invasori 8 nazioni, fra cui l'Italia.Anche questo e' soggettivo. Mettiamola cosi': alcune nazioni hanno invaso la Cina, o cmq creato protettorati.Si potrebbe ricambiare il favore. Ci si potrebbe accontentare dell'Emilia Romagna, almeno per un centinaio d'anni.Per quanto riguarda il resto, ovviamente il post e' gia' fin troppo lungo e quindi non me la sento di allungarlo ancora di piu'.Sul Tibet ti hanno gia' risposto.Fra parentesi, e' noto (almeno al restante 80% della popolazione) che il Tibet fa gola alle potenze coloniali, USA in primis. Sarebbe una base strategica per il controllo del territorio eccellente.La geografia (che non e' soggettiva) dice che quello e' uno dei punti, nel mondo, che e' in assoluto piu' distante dal mare.Siccome l'arma vincente di questo ultimo secolo e' stata la portaerei (come gli italiani ben sanno, visto che gli USA hanno proibito ad Italia e Germania di averne una) risulta difficile portarne una in Tibet, localita' cosi' vicina ad interessi petroliferi e minerari.La polemica sul Tibet, quindi, non puo' non apparire strumentale, non credi?Non pensi che, sebbene in Cina ci sia censura, ce ne sia anche in Europa? In aggiunta, non credi che ci sia una "bella manipolazione del consenso" dalle tue parti?
          • Il Detrattore scrive:
            Re: E se non bastasse il buon senso
            e' inutile.noi che in cina veniamo derisi e la gente crede a emilio fede.il caso del tibet e' emblematico, la disinformazione in merito tocca livelli mai visti prima.addirittura ci sono molti atei che fanno gli anticlericali da salotto per anni ma se si parla del d.lama lo chiamano "sua santita'" con il massimo rispetto...un bel giorno andranno in cina e si renderanno conto di quante stronzate hanno detto.un po' come gli atlantisti e i filoamericani nostrani che non sono mai stati in america e credono che sia l'eldorado.blaterino pure, tanto qui con 1.3 miliardi di persone nessuno ha le palle di romperci i coglioni.Il DetrattorePechino
          • cina stato invasore ed oppressore scrive:
            Re: E se non bastasse il buon senso
            - Scritto da: Il Detrattore
            e' inutile.

            noi che in cina veniamo derisi e la gente crede a
            emilio
            fede.ecco qua mi stai offendendo :-) a quel pallonaro di Emilio Fede ci crederai tu ok??

            il caso del tibet e' emblematico, la
            disinformazione in merito tocca livelli mai visti
            prima.uhm mi spieghi su quale sito devo andare o quale libro devo leggere per acquisire la giusta "informazione"??? oppure sotto quali occhi devo vedere la vicenda???

            addirittura ci sono molti atei che fanno gli
            anticlericali da salotto per anni ma se si parla
            del d.lama lo chiamano "sua santita'" con il
            massimo
            rispetto...perchè non andrebbe rispettato???

            un bel giorno andranno in cina e si renderanno
            conto di quante stronzate hanno
            detto.quanti anni bisogna stare in cina per rendersene conto??

            un po' come gli atlantisti e i filoamericani
            nostrani che
            non sono mai stati in america e credono che sia
            l'eldorado.uhm quindi in cina ci sono i filoamericani??? interessante.... cmq io non sono filoamericano (giusto per precisare).
            blaterino pure, tanto qui con 1.3 miliardi di
            persone nessuno ha le palle di romperci i
            coglioniah ecco, grande argomentazione, rispondendo per le rime direi: "peccato che con le armi moderne basta uno dietro ad una macchina che schiaccia un bottone per far fuori le 1,3 miliardi di persone...". In passato l'America e l'Europa magari l'avrebbe anche fatto ma per fortuna di tutti al giorno d'oggi c'è un poco più di buonsenso.... (me lo auguro)
          • cina stato invasore ed oppressore scrive:
            Re: E se non bastasse il buon senso

            allora devi riconoscere che quasi un miliardo e
            mezzo di persone (leggi: un miliardo e mezzo) la
            pensa
            diversamentesi si lo riconosco, di questi quanti sono Cinesi? 800 milioni o 1 miliardo? della restante cifra ci vogliamo mettere parecchi anti-americani o comunque popoli anti-occidentali??? il fatto è sempre lo stesso, la soggettività. Io non sono né cinese, né filo-americano (anzi spesso sono anti-americano su diversi fatti) né ho interessi di alcun genere e la penso così semplicemente perchè il mio background culturale, etico e morale mi porta a pensarla così come la pensa gran parte dell'opinione pubblica occidentale. Parte di questa opinione pubblica viene mossa da chi ha interessi di parte ma non sono così stupido da ignorare ciò e se la penso così non è per via della loro subliminazione mentale (la propaganda la fanno tutti, è innegabile).
            Non dimenticare della relazione 80-20: l'80%
            delle risorse e' in mano al 20% della popolazione
            mondialeè e sarà sempre così :-( anche in Cina ci sono i capitalisti... anzi, forse in realtà la forbice sulla percentuale è ancora più netta........
            Sei nato dalla parte giusta del mondo, ma non
            parlare di cosa pensa il resto del mondo. Sei in
            minoranza.io non penso di essere nato nella parte giusta del mondo, qualora ne esista una (e dubito fortemente di ciò). Comunque queste 3 tue righe sono estramente contraddittorie sia tra loro che con le tue argomentazioni :-)Sorvolo perchè suppongo tu abbia voluto dire qualcosa cercando di sintetizzare il più possibile e di fatto non hai espresso la tua vera opinione.
            Cosa pensa il resto del mondo? Mio figlio
            frequenta le scuole inglesi, e sui suoi libri di
            testo non ho mai visto una parola sulla guerra
            dei boxer. Fra l'altro, nemmeno sui testi
            italiani.ammetto che di questa guerra dei boxer non ne sapevo nulla, così ho letto questa pagina (non so quanto sia affidabile):http://www.tuttocina.it/Tuttocina/storia/boxer.htmTratta anche del colonialismo, beh non ho alcun problema a dire che durante il colonialismo tutti gli stati europei erano invasori ed oppressori. Noi italiani sul libro di testo di storia leggiamo che l'Italia ha invaso la Libia e l'Eritrea (tra l'altro con più costi che guadagni, soliti fessi italiani eheh), non che ha portato in questi due posti libertà, pace, democrazia, ricchezza etc etcquindi la nostra autocritica la sappiamo fare quando serve..... per quanto riguarda la guerra dei boxer, converrai con me che in un libro di storia delle superiori non si possono analizzare tutti i fatti storici di tutto il mondo ma si studia principalmente la storia del proprio paese, in secondo luogo quella del proprio continente, e solo come appendice quella degli altri continenti con priorità i fatti più a carattere mondiale. Poi l'Italia ha così tanta storia propria che naturalmente va a discapito di quella di altri paesi che viene fatta studiare di meno. Pensa che sono andato in gemellaggio in svezia quando andavo alle superiori e mi sono stupito perchè i svedesi(esperti conoscitori di lingue) non studiano quasi per niente storia (la storia svedese è molto scarna e snobbano quasi totalmente la storia degli altri paesi). Eppure bisogna ammettere che i svedesi hanno una società molto migliore di tantissimi altri paesi (sia occidentali che orientali)
            I cinesi considerano oppressori ed invasori 8
            nazioni, fra cui
            l'Italia.già, noi siamo oppressori di noi stessi :-(Però non credo che la Cina si riferisce a questo..... forse perchè abbiamo un contigente militare in afghanistan ed uno in Iraq (quest'ultimo tra l'altro ritirato e l'altro con grande probabilità non gli verrà rinnovato il finanziamento viste le polemiche che ci sono sempre state su queste due missioni)?i nostri soldati sono andati in "missione di pace" solo per cercare di calmare le acque in posti dove anche i bambini dovevano stare con un fucile tra le mani.... poi per il resto io sono stato da sempre personalmente contrario a tali missioni come tanti italiani (qua credo che il pensiero si divida 50% contro 50%).
            Anche questo e' soggettivo. Mettiamola cosi':
            alcune nazioni hanno invaso la Cina, o cmq creato
            protettorati.
            Si potrebbe ricambiare il favore. Ci si potrebbe
            accontentare dell'Emilia Romagna, almeno per un
            centinaio
            d'anni.ti riferisci soprattutto a Hong Kong suppongo :-)questo punto vallo ad argomentare con gli inglesi... io poi ricordo quando al telegiornale dicevano di Hong Kong che veniva resa alla Cina ed ero stato contento della notizia, avevo circa 15 anni e anche in quel contesto consideravo l'Inghilterra un invasore di un territorio altrui ;-)Analizzando a freddo direi che su qualcosa la Cina c'ha anche guadagnato però: gli è stata restituita una città in forte crescita economica e probabilmente parte del boom dell'economia cinese è partito proprio da là, dall'acquisizione di una nuova consapevolezza e di nuove conoscenze.
            Per quanto riguarda il resto, ovviamente il post
            e' gia' fin troppo lungo e quindi non me la sento
            di allungarlo ancora di
            piu'.scusami, effettivamente ho scritto troppo :-(
            Sul Tibet ti hanno gia' risposto.
            Fra parentesi, e' noto (almeno al restante 80%
            della popolazione) che il Tibet fa gola alle
            potenze coloniali, USA in primis. Sarebbe una
            base strategica per il controllo del territorio
            eccellente.
            La geografia (che non e' soggettiva) dice che
            quello e' uno dei punti, nel mondo, che e' in
            assoluto piu' distante dal
            mare.
            Siccome l'arma vincente di questo ultimo secolo
            e' stata la portaerei (come gli italiani ben
            sanno, visto che gli USA hanno proibito ad Italia
            e Germania di averne una) risulta difficile
            portarne una in Tibet, localita' cosi' vicina ad
            interessi petroliferi e
            minerari.
            La polemica sul Tibet, quindi, non puo' non
            apparire strumentale, non
            credi?beh, la stai strumentalizzando anche tu parlando di interessi geopolitici, militari etc etcma ai tibetani non ci pensi??? loro se ne fregano di tutto questo, vorrebbero solo avere il proprio territorio sovrano per vivere in pace e coltivare il loro orticello. Se c'è un popolo, e credo sia l'unico, che è veramente al di fuori di tutti questi interessi meschini e immorali è proprio il popolo tibetano, e noi vogliamo distruggere anche questo?
            Non pensi che, sebbene in Cina ci sia censura, ce
            ne sia anche in Europa? In aggiunta, non credi
            che ci sia una "bella manipolazione del consenso"
            dalle tue
            parti?come già detto ogni tanto tentano con la subliminazione mentale e la propaganda, però naturalmente abbiamo così tanti strumenti di informazione e tant'altro che solo chi vuole avere gli occhi foderati di prosciutto si beve tutto.Sta all'intelligenza delle persone farsi un'opinione e quindi farsi la propria soggettività di pensiero. Quando questa converge in massa c'è poco da manipolare.....
          • Zheng Qiao Zhi scrive:
            Re: E se non bastasse il buon senso
            Stiamo andando un po' oltre. Non che mi dispiaccia avere una discussione con una persona come te, che sa ben argomentare il suo pensiero ed e' rispettoso di quello altrui.Intendiamoci, l'ho riconosciuto e ti ringrazio di questo. Spero che tu possa dire altrettanto di me.Purtroppo in queste discussioni si e' costretti ad estremizzare le cose. Ammetto che il tuo nick mi ha infastidito, e non poco, cosi' come spesso infastidiscono gli articoli di PI scritti in questo modo.Potrei evitare di leggerli, e' vero. Ma cio' non toglie che chiunque abbia un minimo di esperienza delle "cose cinesi" non possa non provare fastidio.Evito di allungare nuovamente il thread. Cmq ben capirai che non voglio difendere a spada tratta la Cina od il suo operato. Vorrei solo far capire che occorrerebbe avere piu' equilibrio, altrimenti si rischia di vedere il fuscello altrui e non la nostrana trave.Cmq se rileggi il mio (purtroppo lungo) post, ti accorgerai che non ho scritto alcuna contraddizione.
          • cina stato invasore scrive:
            Re: E se non bastasse il buon senso
            - Scritto da: Zheng Qiao Zhi
            Stiamo andando un po' oltre. Non che mi
            dispiaccia avere una discussione con una persona
            come te, che sa ben argomentare il suo pensiero
            ed e' rispettoso di quello
            altrui.
            Intendiamoci, l'ho riconosciuto e ti ringrazio di
            questo. Spero che tu possa dire altrettanto di
            me.si si la considerazione è reciproca e quando è così uno scambio di vedute fa sempre bene

            Purtroppo in queste discussioni si e' costretti
            ad estremizzare le cose. Ammetto che il tuo nick
            mi ha infastidito, e non poco, cosi' come spesso
            infastidiscono gli articoli di PI scritti in
            questo modo.eheh, chi scrive gli articoli di P.I. non si degna di rispondere ai commenti degli utenti (o forse lo fanno senza firmarsi).Il mio nick era volontariamente provocatorio, quando si vuole muovere un pò di coscienze e comunque aprire un dibattito bisogna sempre dare una scossa iniziale altrimenti la gente ignora ;-)
            Evito di allungare nuovamente il thread. Cmq ben
            capirai che non voglio difendere a spada tratta
            la Cina od il suo operato. Vorrei solo far capire
            che occorrerebbe avere piu' equilibrio,
            altrimenti si rischia di vedere il fuscello
            altrui e non la nostrana
            trave.mi trovi daccordissimo, ci vuole equilibrio e non si deve nè accusare totalmente ne difendere a spada tratta....anzi, usando tue parole,direi che bisogna cercare di vedere più la "nostrana trave" che il "fuscello altrui" perchè solo così ci si può migliorarep.s. ma è un modo di dire cinese?
            Cmq se rileggi il mio (purtroppo lungo) post, ti
            accorgerai che non ho scritto alcuna
            contraddizioneper me si contraddicevano solo quelle 3 righe che ti avevo sottolineato, per il resto il tuo pensiero filava liscio.Se confermi anche quelle 3 righe, il mio concetto di contraddizione è dovuto ovviamente alla diversa linea di pensiero e quindi riassumibile nello scambio di opinioni già avuto finora quindi non c'è da aggiungere nulla ;-)p.s. Ora che ci saranno le Olimpiadi in Cina, mi auguro proprio che saranno delle belle Olimpiadi e che permetteranno un maggiore scambio interculturale
          • Il Detrattore scrive:
            Re: E se non bastasse il buon senso
            mon dieu.non pensavo la scuola di stato italiota avesse toccato il fondo del barile fino a sto punto.ci rendiamo conto che qui c'e' gente a cui non hanno fatto studiare manco la Guerra dei Boxer ???e il tizio qui sopra che risponde con non chalance che lui alla propaganda non ci crede e la gente si deve fare una propria opinione e altre cazzate che manco sto a citare.ma rendersi conto della ENORME ignoranza sua no eh ?come si puo' aprir bocca sulla cina se neppure si e' sentito nominare della guerra dei boxer, della rivolta dei TaiPing, di Sun YatSen, di Cixi, di Zhou Enlai, e ovviamente di Mao Zedong, che mi inorridisce solo pensare cose questi italioti ne possono mai sapere in merito...gli avranno insegnato nelle scuole italiote che perfino l'italia sabauda aveva una concessione a Shanghai e TianJin tuttora visitabile con museo etc ?pazzesco.qua siamo messi peggio degli americani che studiano con gli esami fatti con le crocette.ecco il risultato di 60 anni di capitalismo e di egemonia angloamerikana sulla penisola.
          • cina stato invasore.. . scrive:
            Re: E se non bastasse il buon senso
            - Scritto da: Il Detrattore
            mon dieu.

            non pensavo la scuola di stato italiota avesse
            toccato il fondo del barile fino a sto
            punto.la scuola italiana non è messa bene, ma per ben altri motivi non certo perchè non si studiano i fatti che tu dici andrebbero studiati ;-)
            ci rendiamo conto che qui c'e' gente a cui non
            hanno fatto studiare manco la Guerra dei Boxer
            ???
            e il tizio qui sopra che risponde con non
            chalance che lui alla propaganda non ci crede e
            la gente si deve fare una propria opinione e
            altre cazzate che manco sto a
            citare.1- gravissimo vé che in Italia non si studia la guerra dei Boxer.........un cileno potrebbe dirmi lo stesso su una loro guerra di 300-400 anni fa e perchè no anche un senegalese dirmi lo stesso su una guerra tribale di 600-700 anni fa...........tu invece conosci tutti i fatti storici di tutto il mondo vero??? sei un gran genio lo sapevo...2- Io non ho detto che non credo alla propaganda, anzi ho anche ammesso che viene fatta figurati....ho detto e rileggi bene il mio testo (mi auguro che oltre ad aver imparato bene la sintassi della lingua italiana tu abbia capito qualcosa anche sulla semantica perchè per il momento non mi sembra sia così) che i miei giudizi non si fanno influenzare dalla propaganda e sta all'intelligenza di tutti non farsi influenzare, e quando si hanno tali premesse allora non si può manipolare più di tanto il pensiero..... si può manipolare solo il pensiero degli stolti, e quelli purtroppo in quota parte ci sono sempre in ogni tempo e in ogni luogo.3- tua citazione: "e altre cazzate che non sto a citare"già eri offensivo finora utilizzando un tono inappropriato e sicuramente fuori luogo, qui poi hai mostrato tutta la tua cultura e la tua intelligenza di dialogo.Tra l'altro tu rispondi sempre offendendo e criticando, ma mai rispondendo alle domande che vengono fatte (p.s. mi sono letto anche altre discussioni con tuoi interventi e sempre lo stesso tuo atteggiamento); prova a rispondere alle domande prima di offendere e magari qualcuno che crede a quello che dici lo trovi.......purtroppo si sa che quando uno non risponde è perchè non sa cosa dire, probabilmente perchè è stato colto in fallo, giusto?? ;-)
            ma rendersi conto della ENORME ignoranza sua no
            eh
            ?continui ad offendere, tu sei il classico esempio di persona da bar di periferia. Mi rivolgo a chiunque dovesse leggere: fateci caso e quelli che più spesso se ne escono con questo tipo di frasi: "renditi conto di quanto sei ignorante" etc etc così come ha fatto il detrattore con me, sono proprio coloro che avrebbero meno credito per parlareA buon intenditore poche parole....Parlando del mio background, le mie conoscenze non sono certo assolute e non posso sapere tutto, ma penso di aver una cultura sicuramente superiore alla tua visto che sei capace solo di offendere ;-)
            come si puo' aprir bocca sulla cina se neppure si
            e' sentito nominare della guerra dei boxer, della
            rivolta dei TaiPing, di Sun YatSen, di Cixi, di
            Zhou Enlai, e ovviamente di Mao Zedong, che mi
            inorridisce solo pensare cose questi italioti ne
            possono mai sapere in
            merito...tu usi il termine "italioti" come dispreggiativo di un popolo e di una cultura, che sebbene negli ultimi 50 anni ha un pò lasciato a desiderare, ha un patrimonio culturale, letterario, artistico inferiore a nessuno.....se fossi in te farei ben attenzione a quello che dici perchè così la figura del fesso la stai facendo te
            e poi pretendi che qualcuno non disprezzi quello che tu dici???io ho espresso e difeso sempre la mia opinione, che poi non è solo la mia ma di parecchie persone che condividono le mie stesse radici culturali..... se tu disprezzi questo vuol dire che disprezzi chiunque abbia una sua opinione diversa dalla tua, quindi sei chiaramente in linea con l'atteggiamento del governo di Pechino che agisce come dittatura e disprezza chi la pensa diversamente... è per i cretini come te (concedetemi questa offesa ma ci voleva proprio)che scoppiano le guerre e vanno a morire i poveracci che non c'entrano niente.....
            gli avranno insegnato nelle scuole italiote che
            perfino l'italia sabauda aveva una concessione a
            Shanghai e TianJin tuttora visitabile con museo
            etc?potrei dire che le cazzate le scrivi tu, ma invece ti rispondo che nei nostri libri di testo scolastici tutti i fatti storici vengono visti sempre con grande critica, e autocritica quando si parla della storia italiana. L'Italia è patria tra le altre cose di diversi eccellenti storici, e qualunque cosa riportata su un libro di storia cerca di perseguire il concetto di oggettività. Tu piuttosto avrai studiato su libri che fanno indottrinamento politico, e i danni mentali di tale indottrinamento sono ora visibili nel testo che tu scriviPrendi nota del comportamento del tuo concittadino Zheng con cui ho avuto un ottimo scambio di idee, non solo c'è sempre stato rispetto su qualunque opinione ma alla fine siamo giunti alla conclusione che non si deve "difendere a spada tratta"..... e quello che tu stai facendo e senza argomentazioni o risposte, ma solo con offese e insulti
            pazzesco.
            qua siamo messi peggio degli americani che
            studiano con gli esami fatti con le
            crocette.io sono sempre stato contrario al sistema di studio americano, non sanno quasi nulla di storia come di tante altre materie.....però c'è da ammettere che nonostante queste loro carenze culturali la maggior parte di scienziati e ricercatori sono americani....quindi un qualcosa che funziona c'è. Probabilmente perchè proprio per il fatto che non si può sapere tutto, trascurano la culturale generale per far specializzare gli indirizzi di studio.... è opinabile come idea (io stesso sono contrario) ma indubbiamente funziona e frutta
            ecco il risultato di 60 anni di capitalismo e di
            egemonia angloamerikana sulla
            penisolavedi, questa è una tua opinione che non condivido ma comunque non vado ad offenderti come fai tu, semplicemente perchè vivo tranquillo del fatto di non aver mai subito un'egemonia angloamericana ;-)poi vabbè, pure se tu l'avessi letto sul tuo libro di storia cinese (con l'ipotesi che in esso c'è l'indottrinamento del tuo governo e/o la sua propaganda) avrebbero dovuto scrivere al più "egemonia americana" perchè gli inglesi non c'hanno mai filato ;-)p.s. perchè ti sei imparato la nostra lingua "italiota" visto che ci disprezzi tanto???p.s.s. per "imparato" intendo dire nella sintassi, perchè come ho già detto della semantica non hai ancora capito nulla
          • cina stato invasore.. . scrive:
            Re: E se non bastasse il buon senso
            - Scritto da: Il Detrattore
            mon dieu.

            non pensavo la scuola di stato italiota avesse
            toccato il fondo del barile fino a sto
            punto.la scuola italiana non è messa bene, ma per ben altri motivi non certo perchè non si studiano i fatti che tu dici andrebbero studiati Occhiolino
            ci rendiamo conto che qui c'e' gente a cui non
            hanno fatto studiare manco la Guerra dei Boxer
            ???
            e il tizio qui sopra che risponde con non
            chalance che lui alla propaganda non ci crede e
            la gente si deve fare una propria opinione e
            altre cazzate che manco sto a
            citare.1- gravissimo vé che in Italia non si studia la guerra dei Boxer.........un cileno potrebbe dirmi lo stesso su una loro guerra di 300-400 anni fa e perchè no anche un senegalese dirmi lo stesso su una guerra tribale di 600-700 anni fa...........tu invece conosci tutti i fatti storici di tutto il mondo vero??? sei un gran genio lo sapevo...2- Io non ho detto che non credo alla propaganda, anzi ho anche ammesso che viene fatta figurati....ho detto e rileggi bene il mio testo (mi auguro che oltre ad aver imparato bene la sintassi della lingua italiana tu abbia capito qualcosa anche sulla semantica perchè per il momento non mi sembra sia così) che i miei giudizi non si fanno influenzare dalla propaganda e sta all'intelligenza di tutti non farsi influenzare, e quando si hanno tali premesse allora non si può manipolare più di tanto il pensiero..... si può manipolare solo il pensiero degli stolti, e quelli purtroppo in quota parte ci sono sempre in ogni tempo e in ogni luogo.3- tua citazione: "e altre cazzate che non sto a citare"già eri offensivo finora utilizzando un tono inappropriato e sicuramente fuori luogo, qui poi hai mostrato tutta la tua cultura e la tua intelligenza di dialogo.Tra l'altro tu rispondi sempre offendendo e criticando, ma mai rispondendo alle domande che vengono fatte (p.s. mi sono letto anche altre discussioni con tuoi interventi e sempre lo stesso tuo atteggiamento); prova a rispondere alle domande prima di offendere e magari qualcuno che crede a quello che dici lo trovi.......purtroppo si sa che quando uno non risponde è perchè non sa cosa dire, probabilmente perchè è stato colto in fallo, giusto?? Occhiolino
            ma rendersi conto della ENORME ignoranza sua no
            eh
            ?continui ad offendere, tu sei il classico esempio di persona da bar di periferia. Mi rivolgo a chiunque dovesse leggere: fateci caso e quelli che più spesso se ne escono con questo tipo di frasi: "renditi conto di quanto sei ignorante" etc etc così come ha fatto il detrattore con me, sono proprio coloro che avrebbero meno credito per parlareA buon intenditore poche parole....Parlando del mio background, le mie conoscenze non sono certo assolute e non posso sapere tutto, ma penso di aver una cultura sicuramente superiore alla tua visto che sei capace solo di offendere Occhiolino
            come si puo' aprir bocca sulla cina se neppure si
            e' sentito nominare della guerra dei boxer, della
            rivolta dei TaiPing, di Sun YatSen, di Cixi, di
            Zhou Enlai, e ovviamente di Mao Zedong, che mi
            inorridisce solo pensare cose questi italioti ne
            possono mai sapere in
            merito...tu usi il termine "italioti" come dispreggiativo di un popolo e di una cultura, che sebbene negli ultimi 50 anni ha un pò lasciato a desiderare, ha un patrimonio culturale, letterario, artistico inferiore a nessuno.....se fossi in te farei ben attenzione a quello che dici perchè così la figura del fesso la stai facendo te
            e poi pretendi che qualcuno non disprezzi quello che tu dici???io ho espresso e difeso sempre la mia opinione, che poi non è solo la mia ma di parecchie persone che condividono le mie stesse radici culturali..... se tu disprezzi questo vuol dire che disprezzi chiunque abbia una sua opinione diversa dalla tua, quindi sei chiaramente in linea con l'atteggiamento del governo di Pechino che agisce come dittatura e disprezza chi la pensa diversamente... è per i cretini come te (concedetemi questa offesa ma ci voleva proprio)che scoppiano le guerre e vanno a morire i poveracci che non c'entrano niente.....
            gli avranno insegnato nelle scuole italiote che
            perfino l'italia sabauda aveva una concessione a
            Shanghai e TianJin tuttora visitabile con museo
            etc?potrei dire che le cazzate le scrivi tu, ma invece ti rispondo che nei nostri libri di testo scolastici tutti i fatti storici vengono visti sempre con grande critica, e autocritica quando si parla della storia italiana.L'Italia è patria tra le altre cose di diversi eccellenti storici, e qualunque cosa riportata su un libro di storia cerca di perseguire il concetto di oggettività. Tu piuttosto avrai studiato su libri che fanno indottrinamento politico, e i danni mentali di tale indottrinamento sono ora visibili nel testo che tu scriviPrendi nota del comportamento del tuo concittadino Zheng con cui ho avuto un ottimo scambio di idee, non solo c'è sempre stato rispetto su qualunque opinione ma alla fine siamo giunti alla conclusione che non si deve "difendere a spada tratta"..... e quello che tu stai facendo e senza argomentazioni o risposte, ma solo con offese e insulti
            pazzesco.
            qua siamo messi peggio degli americani che
            studiano con gli esami fatti con le
            crocette.io sono sempre stato contrario al sistema di studio americano, non sanno quasi nulla di storia come di tante altre materie.....però c'è da ammettere che nonostante queste loro carenze culturali la maggior parte di scienziati e ricercatori sono americani....quindi un qualcosa che funziona c'è. Probabilmente perchè proprio per il fatto che non si può sapere tutto, trascurano la culturale generale per far specializzare gli indirizzi di studio.... è opinabile come idea (io stesso sono contrario) ma indubbiamente funziona e frutta
            ecco il risultato di 60 anni di capitalismo e di
            egemonia angloamerikana sulla
            penisolavedi, questa è una tua opinione che non condivido ma comunque non vado ad offenderti come fai tu, semplicemente perchè vivo tranquillo del fatto di non aver mai subito un'egemonia angloamericana Occhiolinopoi vabbè, pure se tu l'avessi letto sul tuo libro di storia cinese (con l'ipotesi che in esso c'è l'indottrinamento del tuo governo e/o la sua propaganda) avrebbero dovuto scrivere al più "egemonia americana" perchè gli inglesi non c'hanno mai filato Occhiolinop.s. perchè ti sei imparato la nostra lingua "italiota" visto che ci disprezzi tanto???p.s.s. per "imparato" intendo dire nella sintassi, perchè come ho già detto della semantica non hai ancora capito nulla
Chiudi i commenti