Avanza il retrocomputing all'italiana

Una nuova manifestazione a Varese celebra il primo computing, quello degli albori e quello che ha segnato la storia dell'informatica, introducendo l'era digitale. Una manifestazione-evento-mostra

Roma – L’appuntamento di “Varese Retrocomputing 2003” è per il 27 aprile per una mostra-incontro-expo-manifestazione, un evento che pone al centro quello che sta diventando qualcosa di più solido e interessante di una moda, la passione per il cosiddetto “retrocomputing”, cioè per i sistemi che hanno fatto la storia del computing.

“In una fase di veloce evoluzione che caratterizza il mondo dell’informatica, con la conseguente precoce obsolescenza degli strumenti relativi – spiegano gli organizzatori della manifestazione – il retrocomputing si propone di rivalutare, recuperandoli anche nel funzionamento, i computer di un’epoca ormai mitica, con l’obiettivo di farli conoscere a coloro che si sono avvicinati solo di recente all’informatica”.

“Varese Retrocomputing” consentirà ai novellini dell’informatica di conoscere chi si è gingillato con quei device che hanno rappresentato i primi vagiti dell’era digitale, dallo Spectrum al Commodore passando per una Stazione di realtà immersiva basata su un Crimson Silicon Graphics per arrivare alle Sun SparcStation. Per chi questi strumenti ha usato, naturalmente, sarà ghiotta l’occasione di ripercorrere tappe così significative.

Clive Sinclair L’idea è quella di condensare in poche ore le tematiche generali del retrocomputing, per scoprire ad esempio computer innovativi che sul mercato sono scomparsi quasi subito o fare un tuffo nel passato a riscoprire quei sistemi, come ad esempio i computer Commodore e Sinclair (Clive Sinclair nella foto), tramite i quali intere generazioni hanno scoperto l’informatica.

Il tutto è condito da una esposizione dei “retro computer” più interessanti e dal fatto che l’evento è ospitato dal Museo Elettronico di Varese. L’appuntamento è per il 27 aprile alle 14,30 a Varese Villa Toeplitz (dependance) via G.B. Vico, 46 – località S. Ambrogio. Tutte le info sono qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti