Avviso ai naviganti: Nokia avanti tutta

La finlandese risponde al navigatore GPS di Google per Android offrendo gratuitamente il servizio per i suoi smartphone. Con l'obiettivo di trasformare i servizi in commodity

Roma – Nokia ha annunciato che offrirà gratuitamente sui propri smartphone un servizio di navigazione satellitare: si chiama Ovi Maps e verrà preinstallato dal marzo 2010 su tutti i nuovi Nokia dotati di GPS. Nel frattempo è già possibile scaricarlo gratuitamente dal sito , ma solo per i modelli N97 Mini, 5800 XpressMusic, 5800 navigation edition, E52, E55, E72, 5230, 6710 navigator, 6730 classic e X6. Per l’ N97 vi è ancora qualche problema di compatibilità software su cui Nokia ha dichiarato però di star lavorando.

Arriva così la risposta dell’azienda finlandese al servizio offerto da Google per Android. Nokia aveva già un’applicazione navigatore per i suoi utenti, ma il servizio era a pagamento: il suo viaggio in questo settore era d’altronde iniziato nel 2008 con l’ acquisizione per 8,1 miliardi di dollari della società di mappatura digitale Navteq. E il nuovo esordio di Ovi Maps sarà internazionale: non si limiterà agli Stati Uniti come il servizio offerto da Mountain View, ma sarà predisposto da subito per operare in 74 paesi e in 46 lingue. Ha inoltre un altro vantaggio: funzionerà offline, mentre il navigatore di Google ha necessità di connessione e prevede solo per i percorsi già selezionati un sistema di salvataggio cache che permette di non restare a metà strada in caso di assenza di linea.

Oltre alle indicazioni satellitari, Ovi Maps avrà ha disposizione contenuti extra, come alcune informazioni in collaborazione con le guide Michelin e Lonely Planet, 6mila POI, e sarà inoltre possibile caricare le mappe direttamente sull’apparecchio, così da non aver costi aggiunti nel caso di viaggi all’estero. Fornirà inoltre (almeno in 10 paesi) info traffico e avvisi di limiti di velocità. Inoltre ai pedoni indicherà scorciatoie attraverso i parchi o le zone pedonali di oltre 100 città. Nokia ha inoltre rilasciato le API per permettere a terzi di studiare il servizio. A loro la scelta su come distribuire poi le eventuali applicazioni sviluppate.

La strategia di Nokia è spingere le vendite legando gli apparecchi a servizi appetibili, per mantenere per sé un’ampia fetta del mercato. Per rendere conveniente la scelta occorre che le vendite degli apparecchi aumentino tanto da compensare le mancate entrate generate dalla vendita del servizio di navigazione, fino a oggi la principale voce tra le entrate del settore servizi.

La prima risposta all’annuncio della finlandese è stata la perdita di borsa da parte di TomTom del 3,5 per cento. Tero Ojanper, vicepresidente esecutivo di Nokia, esprimendo la propria soddisfazione per l’annuncio, ha poi sottolineato tutti i vantaggi dell’offerta finlandese rispetto a quella di Mountain View, affermando la maggiore efficienza della sua offerta e l’esordio, tenendo fede al motto aziendale connecting people , già in 74 paesi. Ha inoltre previsto che fornitori di banda larga e WiFi esprimerano la loro preferenza nei confronti del loro navigatore che, dal momento che è in grado di lavorare offline, non appesantirà la Rete come l’analogo di Google. E anche su di loro si baserà da oggi in poi la strategia di vendita di Nokia.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Roberto Cantella scrive:
    facebook
    Ho tentato diverse volte di togliere la mia iscrizione con relative foto da facebook, ma non c'è stato niente da fare, basta andare nel sito e mettere la solita password e ti ritrovi ancora tutto esattamente come quando ti sei cancellato!Ma non c'è proprio niente o nessuno che controlli e dia delle regole sulla privacy a questo tipo di social network?Io non ho niente da nascondere, ma i dati e le foto sono le mie e se tolgo il consenso alla divulgazione di questi dati loro devono, anzi, sono obbligati a toglierli dal sito!
  • martino sacchi scrive:
    ok, ma come facciamo a esserne sicuri?
    Anch'io temo che le cose siano così come dice l'intervista, perché rientra perfettamente nella logica capitalistica, ma come facciamo a esserne ASSOLUTAMENTE sicuri? :-)martino sacchi
  • erik scrive:
    commento
    sapendo questo (certo, lo immaginavamo, non siamo nati ieri) si può utilzzare fb con attenzione e intelligenza, non affidando alla piattaforma dati compromettenti, sensibili, riservati ecc...Un uso discreto e intelligente.
  • Gg4u scrive:
    http://www.rumpus.net/ ?"??""?
    Caro punto informaticohttp://www.rumpus.net/ è un dominio in vendita... che raccontate?
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: http://www.rumpus.net/ ?"??""?
      è un complotto! :Dhttp://therumpus.net/2010/01/conversations-about-the-internet-5-anonymous-facebook-employee/ ;)
  • Massimilian o Scorza scrive:
    e allora?
    Ciò che viene pubblicato su facebook diventa - per sua natura appunto - pubblico: poco importa se FB salva e archivia queste informazioni sul db. FB è l'antitesi della privacy...chi ne fa un uso inconsapevole e ignorante ne paga le conseguenze, ma questo è indipendente da ciò che FB salva e archivia...e cosa pensavate, che avendo a disposizioni milioni di informazioni personali su gusti e abitudini, i big dell'industria non ne avrebbero approfittato? Ma non è certo una novità, quello che è certo è che non fa male e non nuoce gravemente alla salute. E' ciò che non si viene a sapere, che può nuocere.
  • Guglielmo Rinaldini scrive:
    Facebook deviata
    Nei giorni scorsi io (che non sono ebreo) e molti amici ebrei compreso il console onorario di Israele a Milano siamo stati avvicinati da un falso profilo, coinvolti nostro malgrado in una serie di diffamazioni che costui (si presentava come una donna ma era evidentemente un uomo, perdipiù ignorante e del sud Italia)spargeva ad arte per mettere uno contro l'altro, infine il colpo di grazia, la probabile segnalazione falsa di molestie a nostro danno e l'immediato (!!!) intervento di cancellazione dell'account da parte di Facebook. Sono mesi che faccio segnalazioni vere su "Brigate Rosse" (Gruppo su Facebook), "Uccidiamo Berlusconi" (idem), profili falsi di Berlusconi e altro e sono sempre li, qualcuno fa una falsa segnalazione contro di me e dentro Facebook un responsabile da identificare (evidentemente vicino a qualche servizio deviato italiano come il sismi-aise) immediatamente chiude gli account a tanti di noi. L'azione eversiva di terrorismo telematica si è svolta contro ebrei e uomini di destra e soprattutto atlantisti. Sospetto di Rinascita Balcanica e dei loro amici nel vecchio KGB serbo e nei cossighiani terzisti del Sismi-Aise. Trovo questi reati da galera e andremo fino in fondo.
    • krane scrive:
      Re: Facebook deviata
      - Scritto da: Guglielmo Rinaldini
      Nei giorni scorsi io (che non sono ebreo) e molti
      amici ebrei compreso il console onorario di
      Israele a Milano siamo stati avvicinati da un
      falso profilo, coinvolti nostro malgrado in una
      serie di diffamazioni che costui (si presentava
      come una donna ma era evidentemente un uomo,
      perdipiù ignorante e del sud Italia)spargeva ad
      arte per mettere uno contro l'altro, infine il
      colpo di grazia, la probabile segnalazione falsa
      di molestie a nostro danno e l'immediato (!!!)
      intervento di cancellazione dell'account da parte
      di Facebook. Sono mesi che faccio segnalazioni
      vere su "Brigate Rosse" (Gruppo su Facebook),
      "Uccidiamo Berlusconi" (idem), profili falsi di
      Berlusconi e altro e sono sempre li, qualcuno fa
      una falsa segnalazione contro di me e dentro
      Facebook un responsabile da identificare
      (evidentemente vicino a qualche servizio deviato
      italiano come il sismi-aise) immediatamente
      chiude gli account a tanti di noi. L'azione
      eversiva di terrorismo telematica si è svolta
      contro ebrei e uomini di destra e soprattutto
      atlantisti. Sospetto di Rinascita Balcanica e dei
      loro amici nel vecchio KGB serbo e nei
      cossighiani terzisti del Sismi-Aise. Trovo questi
      reati da galera e andremo fino in fondo.Ho cercato il nome con cui ti sei firmato su google ed e' uscito : http://etleboro.blogspot.com/2008/09/la-schizofrenia-di-guglielmo-rinaldini.html
  • qqqqqqq scrive:
    consapevole
    FB è un'altro strumento per conoscere e farsi conoscere.La voglia di molti di ottenere un posto al sole, di essere riconosciuti e ricordati, passa anche da Internet e dai social network.Quindi lasciare tracce può essere una cosa voluta e cercata.Tanto quando saremo morti probabilmente, dopo poco tempo, nessuno si ricorderà di Noi stessi, nella maggior parte dei casi.
  • MaxDeiv scrive:
    Inconsapevole
    Da tranquillo utente Facebook: "Certo, immagino rimanga tutto di me da qualche parte ... e quindi?".
  • Cavallo Pazzo scrive:
    Positivo!
    Almeno le nostre generazioni lasceranno un'eredità storica molto profonda e realistica alle generazioni delle generazioni che verranno. E la storia non sarà solo fatta dai capricci di qualche re o imperatore o aristocratico o ricollegata alle guerre e ai delitti. La storia potrà finalmente essere fatta dalla gente comune. E i figli dei figli potranno vedere chi era e cosa faceva il nonno del nonno e, avere una maggiore considerazione di se e delle proprie radici. Ecco servita l'era dell'informazione globale digitale, piaccia o non piaccia, questo farà evolvere la nostra civiltà ad una velocità impressionante.
  • FoxMulder scrive:
    FACEBOOK = FBI !
    E voi state tutti auto-compilandovi il dosier...
  • cDaInOe scrive:
    DI0 CAN3 D10 P0rC0
    C4CCA CUL0 F16A 7E77E CA220 S3SS0 TR01A
    • Non Registrato scrive:
      Re: DI0 CAN3 D10 P0rC0
      - Scritto da: cDaInOe
      C4CCA CUL0 F16A 7E77E CA220 S3SS0 TR01ASi confermo, la penso anche io cosi....
  • Francesco DEP scrive:
    Vero
    Sono un "osservatore" di facebook. Hai perfettamente ragione, la gente (non del settore) non ha la più pallida idea di cosa c'è dietro i server di facebook e come queste info potrebbero in futuro essere utilizzate.Condivido!
  • andrea trentini scrive:
    alternative?
    a facebook intendo, ce ne sono?l'ideale sarebbe un social network open e distribuito...
  • Fai il login o Registrati scrive:
    lista degli amici pubblica a tutti
    non dimenticate nemmeno che con l'ultimo aggiornamento della privacy di facebook (che pessimo aggiornamento, poi) TUTTI i vostri amici che avete in lista sapranno quali amici avete nella vostra lista.... anche quello che conoscete a malapena che avete in lista saprà quali sono i vostri amici, e chissa che altro
    • Funz scrive:
      Re: lista degli amici pubblica a tutti
      - Scritto da: Fai il login o Registrati
      non dimenticate nemmeno che con l'ultimo
      aggiornamento della privacy di facebook (cheAggiornamento in peggio, infatti...
      pessimo aggiornamento, poi) TUTTI i vostri amici
      che avete in lista sapranno quali amici avete
      nella vostra lista.... anche quello che conoscete
      a malapena che avete in lista saprà quali sono i
      vostri amici, e chissa che
      altroGuarda che era così anche da prima, a meno che tu lo disabilitassi esplicitamente.Il fatto è che adesso gli estranei possono vedere di te decisamente più cose di prima, a meno che tu non lo disabiliti esplicitamente.
  • eheheh scrive:
    anche le email
    tutti noi abbiamo vari account e-mail e anche se scarichiamo le e-mail localmente nessuno ci garantisce che i server dei provider non ne tengano una copia per anni e anni e anni
  • Claudio scrive:
    Usa facebook per...
    Mi son letto tutti i 152 commenti all'articolo e ho trovato quello di ullala (quello che finisce in POVERI NOI) il più mirato. La considerazione di fondo è che FB e compagnia bella facciano sempre un uso responsabile dei loro DB questo per poter tutelare tutti. La paranoia di esserci o non esserci regge poco, se ti vogliono "incastrare" un profilo te lo creano al volo i "personaggi" che vogliono metterti fuori gioco.Un vita senza tracce eletttoniche è impossibile: banche dati in comuni, istituti di credito, forze dell'ordine, tudor in autostrada, telecamere in città, carta di credito, uso e tracciabilità del telefono cellulare, abbonamenti a pay tv, scanner in aeroporto, biglietti sulle navi, navigazioni in internet.Chi dice che non usa facebook per la privacy, o perché i suoi dati sono sensibili, deve tenere in considerazione tutte queste "piccole violazioni quotidiane".Facebook è una struttura per fare - affari d'oro - e avere DB per profilare i futuri "consumatori".Come sempre vincerà il mercato con la sua frammentazione... FB è moda, è il nuovo e come ogni novità prima o poi cederà quote... Poi è ovvio che se la grande G e FB dovessero davvero divenire le uniche piattaforme ecc. ecc.Vedremo.
  • claugo scrive:
    la memoria di facebook
    Ogni giorno che passa ci rendiamo conto di quanto la tecnologia sia un arma a doppio taglio, e non parlo solo di internet. Il problema è come uscirne, o difendersi. Spegnere tutto, computer, telefonini, carte di credito, tessere magnetiche,è impossibile e inattuabile.Il punto è sempre lo stesso... da quando l'uomo è nato la sua sete di potere e di guadagno sono aumentati in modo esponenziale, e questo influirà sempre su qualsiasi cosa l'uomo potrà creare. Sicuramente non è su questo pensiero che mi metto il cuore in pace e accetto quello che succede, ma è molto difficile contrastare questo tipo di speculazione.Io comunque non sono un utente di facebook, anzi non l'ho mai sopportato, come non sopporto le chat, twitter, netlog, ecc. ecc...La cosa più allarmante di tutto questo ambaradam è che gli studi applicati a questo tipo di informazioni, immettono sul mercato, e nella testa delle persone, cose alle quali è sempre più difficile dire di no, o diventa impossibile non esserne coinvolti anche indirettamente.Il cappio si stringe inesorabilmente al collo, e sinceramente credo che tutti, o quasi, ne siano consapevoli... Manca l'alternativa.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 gennaio 2010 21.37-----------------------------------------------------------
  • Pizza e Mandolino scrive:
    Facebook serve...
    C'e una grossa parte di umanita' a cui facebook e' indispensabile.Io li compatisco, ma tant'e'... sono tanti, e non si vergognano.Io conosco un tizio, questo lavora per "un ente statale"......e questo si vanta senza troppi problemi di quante informazioni riesce a collezionare, non visto, sul suo PC riguardo le persone che sono "collegate a quall'ente".Bah!Probabilmente non si controlla il mondo da facebook ne oggi ne mai, ma se potessi scegliere, vorrei volentieri aver acXXXXX anch'io a tutte le informazioni che il mondo inputa in facebook. Le userei altrettanto volentieri per XXXXXXX meglio che posso quelli che mi stanno sui c0glioni, creargli problemi, farli divorziare, facilitargli un esaurimento nervoso, fargli perdere il lavoro...C'e' solo l'imbarazzo della scelta, una volta che si ha acXXXXX alle informazioni...Perche' ne ferisce sempre piu' la lingua che la spada, oggi piu' ieri, domani piu' di oggi.
  • WIKYTJO scrive:
    Sospensione da facebook
    Mi ero iscritto su facebook, e tutte le domande ke ponevo sui vari forum lefacevo anke li copiaincollandole ai miei contatti, mi hanno sospeso per que-sto!!!!!!!! Io sono ignorante e non so a ki rivolgermi, ora col web possoessere in contatto con esperti vari a cui kiedere, e a mia volta dare la miaopinione e raccontare mie esperienze vissute, ora dopo aver kiarito la miaposizione sono in attesa di essere riammesso o in alternativa iscrivermi daaltre parti, su myspace.com ho dovuto reiscrivermi di nuovo e tra 1 domandae l'altra devono passare 7 giorni!!!!!!!! Non è lungo detto periodo?Indicatemi altri siti simili, grazie
  • Alexander Liveriero scrive:
    Facebook
    Come commentare?non mi sorprende per nulla che un Network come facebook conservi gli archivi dei post vari, è nell'essenza stessa del social network, quelli pubblicati sono dati che gli utenti VOGLIONO condividere.Come reagirebbe se in seguito ad un guasto in una server farm tot utenti perdessero i loro post? vi sarebbe un'insurrezione...Altro discorso è l'eventuale utilizzo "fraudolento" dei dati, loro diffusione al di fuori dei "termini di utilizzo" accettati al momento dell'iscrizione (che pochissimi leggono...) e questo vale per tutte le comunità online google, virgilio, etc etcAnche in una banca, per fare un esempio, alcuni impiegati possono accedere a dati ben più importanti di ciò che si pubblica online, ma nessuno se ne preoccupa, la telecom? Tiscali? sono tutti nel mirino allora?Allora l'unica difesa è: NON UTILIZZARE ALCUN COMPUTER CONNESSO AD INTERNETo utilizzare solo computer all'interno di reti TOR e non essere iscritti ad alcun sito o portale...Forse la cura è peggiore del male, tanto la data retention esisteva già prima dei computers...Bisogna vigilare, si, sull'uso illecito dei nostri dati ed avere strumenti legislativi a tutela dell'utenza (che mancano ora) ma la paranoia non mi sembra una risposta razionale,Saluti a tutti!Alexander
  • ullala scrive:
    Povero Cala e poveri noi
    Caro Cala,di solito ti leggiamo in 4, lo sai tu e lo sappiamo tutti.Questa mattina ho visto un numero "esagerato" di commenti sul tuo articolo.Mi sono detto...Strano... che sarà sucXXXXX?Leggo...Un mare di gente che ti da del paranoico, un mare che dice chissenefrega (quando va bene)...A parte l'inutiltà di fare dei post per dire chissenefrega... ma pazienza...La vedo grigia, caro Cala.Sai perchè?Perchè tu ti becchi del paranoico e con te chi la pensa come te, tra cui il sottoscritto, (e passi) ma il problema è che tu scrivevi (nelle tue intenzioni) probabilmente a dei cittadini.... ma ti hanno risposto invece dei "consumatori"...La differenza la sai vero?La vedo grigia...Povero cala!e Poveri NOI!
    • Marco scrive:
      Re: Povero Cala e poveri noi
      non so gli altri, ma io non do del paranoico a nessuno. anzi, sono io il primo ad esserlo, e sono convinto di esserlo a ragion veduta.quello che dico è che non mi voglio vergognare e non mi voglio far mettere paura per quello che penso, per le mie preferenze sessuali, religiose, politiche, etc.internet è un mezzo di comunicazione importantissimo.se nessuno lo usa per scambiarsi idee, esperienze e informazioni è peggio che darla vinta al "grande fratello".
      • ullala scrive:
        Re: Povero Cala e poveri noi
        - Scritto da: Marco
        non so gli altri, ma io non do del paranoico a
        nessuno. anzi, sono io il primo ad esserlo, e
        sono convinto di esserlo a ragion
        veduta.

        quello che dico è che non mi voglio vergognare e
        non mi voglio far mettere paura per quello che
        penso, per le mie preferenze sessuali, religiose,
        politiche,
        etc.

        internet è un mezzo di comunicazione
        importantissimo.
        se nessuno lo usa per scambiarsi idee, esperienze
        e informazioni è peggio che darla vinta al
        "grande
        fratello".Non è questo infatti il problema quello che conta è che gli altri sappiano quello che TU decidi di comunicare, il problema sussiste quando non sei TU a decidere cosa comunicare ma qualcuno a cui tu hai dato dei dati per altri scopi che non sono quelli di raccontarli al mondo!I dati non sono mica tutti uguali!Ci sono quelli che tu VUOI che siano pubblici, quelli che tu vuoi conoscere in esclusiva e quelli che tu vorresti comunicare solo ad alcuni.Di questo si parla.Non si parla di quello che TU (non altri) decidi che può o deve essere pubblico!Si parla della TUA libertà di decidere cosa è pubblico e cosa non lo è tra quello che ti riguarda personalmente!Si parla insomma di un tuo diritto non di una tua limitazione alla libertà di comunicare quello che ti pare!
        • Marco scrive:
          Re: Povero Cala e poveri noi
          ho capito, e sono d'accordo.forse sensibilizzare sul tema sarebbe meglio che indicare un mostro.
          • ullala scrive:
            Re: Povero Cala e poveri noi
            - Scritto da: Marco
            ho capito, e sono d'accordo.

            forse sensibilizzare sul tema sarebbe meglio che
            indicare un
            mostro.Dove lo hai letto?Nei mie post no di certo!Forse potresti chiederti (dato che non ho parlato di mostri) se hai davvero capito quello che volevo dire?Può essere che io mi sia spiegato male, per carità..Se è così non hai che da chiedere... sono disposto risponderti come meglio posso.Ma ti prego non mettermi in bocca cose che non ho mai detto e pensato!Grazie.
          • Marco scrive:
            Re: Povero Cala e poveri noi
            io credo invece di averti capito.il problema che hai posto l'ho capito.non c'è bisogno di attaccarsi alle parole. evidentemente il tuo primo discorso con finale in "poveri noi" l'ho interpretato un po' troppo pessimista.ho usato mostri per dire che forse c'era un'esagerazione e che forse la situazione si poteva migliorare.ho cercato di migliorare un po' l'umore di quel "poveri noi".:)
    • harvey scrive:
      Re: Povero Cala e poveri noi
      Probabilmente perche' da consumatori si vuol comunicare che invece di indignarsi, aver paura, spalare XXXXX, ecc ecc. basta accendere il cervello e sapere cosa dare in pasto a FBQualsiasi cosa metti su internet lo tengono? Basta non mettere dati sensibili, ci vuole tanto?Magari conviene parlare di cose che si conoscono
      • ullala scrive:
        Re: Povero Cala e poveri noi
        - Scritto da: harvey
        Probabilmente perche' da consumatori si vuol
        comunicare che invece di indignarsi, aver paura,
        spalare XXXXX, ecc ecc. basta accendere il
        cervello e sapere cosa dare in pasto a
        FB

        Qualsiasi cosa metti su internet lo tengono?
        Basta non mettere dati sensibili, ci vuole
        tanto?

        Magari conviene parlare di cose che si conosconoQui nessuno "spala XXXXX" (almeno non io) cosa "dare in pasto a FB" francamente non è un mio problema io già ho deciso cosa dargli in pasto:Assolutamente NULLA!E questo chiude il discorso tra me e FB senza nessuna pala e senza nessun problema!Il discorso resta aperto invece con le politiche e le regole di conservazione e trattamento dei dati che si trovano in rete, quello che io vorrei (e non fa certo danno a te) è che i dati "ramazzati" n modo non esplicito e senza un rapporto contrattuale di qualche forma non fossero utilizzabili (in modo individuale e non aggregato) senza il consenso esplicito del "titolare" di tali dati.Tutto molto semplice e senza bisogno di riferirsi a bisogni corporali (XXXXX) di dubbio interesse per chiunque!Chiaro così?
    • MeX scrive:
      Re: Povero Cala e poveri noi
      vedi? adesso hai capito perché ha scritto "Facebook" ;)
      • ullala scrive:
        Re: Povero Cala e poveri noi
        - Scritto da: MeX
        vedi? adesso hai capito perché ha scritto
        "Facebook"
        ;)No sei tu che non sai leggereE' un pezzo che te lo scrivoMa evidententemente (data la premessa) e' inutile.Lunga vita e prosperita'
        • MeX scrive:
          Re: Povero Cala e poveri noi

          No sei tu che non sai leggerese so scrivere so leggere, al massimo fatico a comprenderti (ma potrebbe pure essere colpa di come scrivi no?)
          E' un pezzo che te lo scrivocosa?
          Ma evidententemente (data la premessa) e' inutile.
          Lunga vita e prosperita'altrettanto come non direbbe un Vulcaniano
          • ullala scrive:
            Re: Povero Cala e poveri noi
            - Scritto da: MeX

            No sei tu che non sai leggere

            se so scrivere so leggere, al massimo fatico a
            comprenderti (ma potrebbe pure essere colpa di
            come scrivi
            no?)Va bene allora mettila in codesto modo il punto è che a volte succedono errori... o cose che "sembrano errori".... e che in certe circostanze possono essere deleteri...Purtroppo anche qui si parla di FB...Ma varrebbe lo stesso se si trattasse di un altro servizio: http://arstechnica.com/web/news/2010/01/facebook-att-play-fast-and-loose-with-user-authentication.ars


            E' un pezzo che te lo scrivo

            cosa?Che non sai leggere!Vedi che ho ragione?


            Ma evidententemente (data la premessa) e'
            inutile.

            Lunga vita e prosperita'

            altrettanto come non direbbe un VulcanianoSi va bene lunga... ecc... A proposito (non c'entra nulla) ma vedo che fai del tuo meglio per non farmi preoccupare...(sai a quale post mi riferisco)e per questo devo ringraziarti. ;)... come dicevo ... ah si... e prosperità...
          • MeX scrive:
            Re: Povero Cala e poveri noi

            Va bene allora mettila in codesto modo il punto è
            che a volte succedono errori... o cose che
            "sembrano errori"....

            e che in certe circostanze possono essere
            deleteri...
            Purtroppo anche qui si parla di FB...
            Ma varrebbe lo stesso se si trattasse di un altro
            servizio:

            http://arstechnica.com/web/news/2010/01/facebook-a"What apparently happened here was an unfortunate interaction of some kind between Facebook's user authentication system and the way AT&T runs its mobile data network. "...quindi?Io ti ho solo risposto che il numero di commenti ricevuti é perché l'articolo tratta di Facebook
            Che non sai leggere!
            Vedi che ho ragione?dal tuo punto di vista ;)
            Si va bene lunga... ecc...
            A proposito (non c'entra nulla) ma vedo che fai
            del tuo meglio per non farmi
            preoccupare...
            (sai a quale post mi riferisco)figurati se mi ricordo di che post stai parlando!Sii esplicito :)
          • ullala scrive:
            Re: Povero Cala e poveri noi
            - Scritto da: MeX

            Va bene allora mettila in codesto modo il punto
            è

            che a volte succedono errori... o cose che

            "sembrano errori"....



            e che in certe circostanze possono essere

            deleteri...

            Purtroppo anche qui si parla di FB...

            Ma varrebbe lo stesso se si trattasse di un
            altro

            servizio:




            http://arstechnica.com/web/news/2010/01/facebook-a

            "What apparently happened here was an unfortunate
            interaction of some kind between Facebook's user
            authentication system and the way AT&T runs its
            mobile data network.
            "

            ...quindi?Sono sfortunati!No?:)

            Io ti ho solo risposto che il numero di commenti
            ricevuti é perché l'articolo tratta di
            Facebook


            Che non sai leggere!

            Vedi che ho ragione?

            dal tuo punto di vista ;)E da quale altrimenti?


            Si va bene lunga... ecc...

            A proposito (non c'entra nulla) ma vedo che fai

            del tuo meglio per non farmi

            preoccupare...

            (sai a quale post mi riferisco)

            figurati se mi ricordo di che post stai parlando!
            Sii esplicito :)Quello dove ero preoccupato per aver avuto una opinione su qualcosa che era identica alla tua
          • MeX scrive:
            Re: Povero Cala e poveri noi


            ...quindi?
            Sono sfortunati!
            No?
            :)chi AT&T? perché dall'articolo sembra piú colpa di AT&T che di FB

            dal tuo punto di vista ;)
            E da quale altrimenti?quello del tuo interlocutore per esempio ;)
            Quello dove ero preoccupato per aver avuto una
            opinione su qualcosa che era identica alla
            tuaahhhhh eh si, sennó chi tiene alte le impressions di PI? :D
          • ullala scrive:
            Re: Povero Cala e poveri noi
            - Scritto da: MeX


            ...quindi?

            Sono sfortunati!

            No?

            :)

            chi AT&T? perché dall'articolo sembra piú colpa
            di AT&T che di
            FBEggià come dire che in realtà applicando i cookies alla "verizone at&t" non succede la stessa cosa con un normale browser?La "colpa è di chi casualmente" ha trovato il baco?suddai sii serio!certo...certo... ettari di server e poi col telefenino ti mando in crash!ma andiamoooo!



            dal tuo punto di vista ;)

            E da quale altrimenti?

            quello del tuo interlocutore per esempio ;)Ma come se ti ho appena ringraziato perchè non abbiamo lo stesso punto di vista! ;)


            Quello dove ero preoccupato per aver avuto una

            opinione su qualcosa che era identica alla

            tua

            ahhhhh eh si, sennó chi tiene alte le impressions
            di PI?
            :Dvabene adesso basta però che sennò ti prende la ruppolite!Lunga vita....
          • MeX scrive:
            Re: Povero Cala e poveri noi

            Eggià come dire che in realtà applicando i
            cookies alla "verizone at&t" non succede la
            stessa cosa con un normale
            browser?
            La "colpa è di chi casualmente" ha trovato il
            baco?
            suddai sii serio!
            certo...certo... ettari di server e poi col
            telefenino ti mando in
            crash!
            ma andiamoooo!quindi la tua teoria é che un exploit usato dall'FBI in combutta con AT&T?
            Ma come se ti ho appena ringraziato perchè non
            abbiamo lo stesso punto di
            vista!
            ;)ah... ma lo sai che non so leggere :P
            vabene adesso basta però che sennò ti prende la
            ruppolite!
            Lunga vita....non pensavo fosse contagiosa!
          • ullala scrive:
            Re: Povero Cala e poveri noi
            - Scritto da: MeX

            Eggià come dire che in realtà applicando i

            cookies alla "verizone at&t" non succede la

            stessa cosa con un normale

            browser?

            La "colpa è di chi casualmente" ha trovato il

            baco?

            suddai sii serio!

            certo...certo... ettari di server e poi col

            telefenino ti mando in

            crash!

            ma andiamoooo!

            quindi la tua teoria é che un exploit usato
            dall'FBI in combutta con
            AT&T?Vedi quando dico che non sai leggere?1) Io ti ho fornito un link, con una notizia su un incidente...La notizia (e l'incidente) è un fatto.La ipotesi del coinvolgimento FBI è una ipotesi (o se credi una teoria)2) Il fatto è riferito e riscontrabile, la teoria invece è di Ars Tecnica o perlomeno è lei che la riferisce3) Io non ho espresso opinioni sulla teoria salvo che le "colpe" stanno sicuramente di chi non ha preso (o non ha voluto farlo) le giuste e DOVEROSE misure e che il "crack" se così lo vogliamo chiamare è da bambini... (il che rende estremamente poco credibile il "craccato" che dispone di ettari di server e risorse non da poco) e fino a qui stiamo ai fatti.Il resto ce lo ha messo Ars Tecnica.La tua domanda va quindi rivolta a ars tecnica (non a me).


            Ma come se ti ho appena ringraziato perchè non

            abbiamo lo stesso punto di

            vista!

            ;)

            ah... ma lo sai che non so leggere :PE continui a confermare questa MIA (non di ars tecnica) teoria che resta la sola (in questo post) su cui mi assumo responsabilità.


            vabene adesso basta però che sennò ti prende la

            ruppolite!

            Lunga vita....

            non pensavo fosse contagiosa!Non si sa mai!Io comunque ti ho avvisato.
          • MeX scrive:
            Re: Povero Cala e poveri noi
            tu non sposi "esplicitamente" la teoria complottista... peró la tieni sempre li con il beneficio del dubbio...e secondo me é di nuovo il classico esempio di come per il solo fatto che sia coinvolta FB fa subito notizia ed attira i complottisti a fare le loro pippe mentali
  • sxs scrive:
    Re: E chissenefrega!

    sei tu, no? proprio tu... quello che non si
    vergogna di sestesso,
    no?
    ... o no?Grande!
  • pcologo scrive:
    C'è di molto peggio
    Non mi pare che ci sia da scandalizzarsi. Come sa chi ha lavorato nell'informatica, gli amministratori dei database, volendo, possono leggere tutti i dati, a meno che non ci siano precise policy che li proteggano, che vengono applicate raramente. Penso che l'utenza sia più preoccupata del fatto che vengano letti i dati relativi alla propria salute, alla propria situazione penale, ecc.ecc. che alal "data retention" dei messaggini di Facebook.
    • ullala scrive:
      Re: C'è di molto peggio
      - Scritto da: pcologo
      Non mi pare che ci sia da scandalizzarsi. Come sa
      chi ha lavorato nell'informatica, gli
      amministratori dei database, volendo, possono
      leggere tutti i dati, a meno che non ci siano
      precise policy che li proteggano, che vengono
      applicate raramente. Penso che l'utenza sia più
      preoccupata del fatto che vengano letti i dati
      relativi alla propria salute, alla propria
      situazione penale, ecc.ecc. che alal "data
      retention" dei messaggini di
      Facebook.Ah ecco mancava il "benaltrista"... adesso il quadro è completo!
      • pcologo scrive:
        Re: C'è di molto peggio
        Intendevo solo dire che se ci vogliamo per forza preoccupare, e secondo me è inutile, e io non mi preoccupo, non è sui dati di Facebook che dovremmo farlo.
        • ullala scrive:
          Re: C'è di molto peggio
          - Scritto da: pcologo
          Intendevo solo dire che se ci vogliamo per forza
          preoccupare, e secondo me è inutile, e io non mi
          preoccupo, non è sui dati di Facebook che
          dovremmo
          farlo.Si.. si ... ho capito c'è "ben altro"... non sono mica sordo...Il problema è che se non ti preoccupi "neppure" di FB o di chi ha in consegna le tue mail (il tuo provider, google ecc.) è poco probabile che tu ti preoccupi anche del "ben altro".Personalmente, sbaglierò, cerco di prestare attenzione e di "non aver bisogno di fidarmi".Se ti do una informazione puoi essere sicuro che:1) Volevo (aka era mio interesse) che fosse pubblica.2) oppure te la do solo se qualcuno (ad esempio la legge) mi ha abbligato a farlo... in questo secondo caso mi adopero per sapere chi la tiene e se la tiene con requisiti accettabili di sicurezza e con quali policy.Da cittadino poi mi adopero perchè le volte che sono obbligato a dare informazioni personali siano (per legge) ridotte al minimo!Non è complicato, basta prestare attenzione.Dire che c'è "ben altro" non aiuta nessuno purtroppo capita a molti di svegliarsi "pentiti" un bel giorno.. quando si scopre che "quella certa cosa che sembrava di poca o nessuna importanza" è irreversibilmente fuori dal tuo controllo e altri decidono per te.Basta pensarci 2 secondi.
          • pcologo scrive:
            Re: C'è di molto peggio

            Il problema è che se non ti preoccupi "neppure"
            di FB o di chi ha in consegna le tue mail (il tuo
            provider, google ecc.) è poco probabile che tu ti
            preoccupi anche del "ben
            altro".Sono parzialmente d'accordo, dipende dal ruolo che occupi o intendi occupare nella società. Siccome io (sottoscritto) non conto nulla, non me ne importa nulla. Chi ha altri ruoli, può avere la sua entry su Facebook con cui sproloquiare allegramente con gli amici rendendomi simpatico o antipatico (come forse sto facendo ora), crittare la Posta, ecc., ma se ci sono altri enti che detengono dati riservati (che so, ho subito un intervento al cuore) a mia insaputa vorrei che non fossero leggibili senza la mia autorizzazione. Sbaglio?Ciao, Carlo.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 gennaio 2010 14.54----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 gennaio 2010 14.55-----------------------------------------------------------
          • ullala scrive:
            Re: C'è di molto peggio
            - Scritto da: pcologo
            non fossero leggibili senza la mia
            autorizzazione.
            Sbaglio?
            No non sbagli, perlomeno non in questo.Fermo restando il tuo diritto a rendere pubblico di te quanto TU vuoi che sia pubblico, e altrettanto che resti privato quello che TU vuoi che resti tale (o che perlomeno non diventi pubblico a tua insaputa).Quello che davvero mi piace meno di ciò che hai detto è "non conto nulla".Permettimi è proprio su questo che non siamo davvero daccordo!Io penso che TU conti e penso di contare io pure, quello che cerco di dirti (nel mio piccolo) è semplicemente di stare attento perchè tanto più penserai di non contare nulla e tanto meno conterai davvero!Saluti
      • harvey scrive:
        Re: C'è di molto peggio
        - Scritto da: ullala
        Ah ecco mancava il "benaltrista"... adesso il
        quadro è
        completo!Veramente il benaltrista sei più te.Qua si parla di prioritàPerche' fa tanto scandalo una cosa come FB, dove puoi tranquillamente decidere cosa mettere e se iscriverti, e non si parla di cose che sono obbligatorie e ci sono dati sensibili?Secondo me e' solo moda. Oramai FB e' importante e fa figo dire di non essere iscritto e che tutti quelli iscritti sono dei cretini
        • ullala scrive:
          Re: C'è di molto peggio
          - Scritto da: harvey
          - Scritto da: ullala

          Ah ecco mancava il "benaltrista"... adesso il

          quadro è

          completo!


          Veramente il benaltrista sei più te.

          Qua si parla di priorità

          Perche' fa tanto scandalo una cosa come FB, dove
          puoi tranquillamente decidere cosa mettere e se
          iscriverti, e non si parla di cose che sono
          obbligatorie e ci sono dati
          sensibili?

          Secondo me e' solo moda. Oramai FB e' importante
          e fa figo dire di non essere iscritto e che tutti
          quelli iscritti sono dei
          cretiniE dove lo hai letto ?Nei mei post no di sicuroNell'articolo del Cala neppure!Forse sarebbe bene domandarsi se non è un altro il problema che si è cercato di porre!Fossi in te ci penserei...A meno che tu non voglia sostenere di conoscere meglio di me il senso di ciò che volevo dire e ho detto.Nessuno dice o ha detto che non si possa usare FB forse però conviene chiedersi se hanno politiche pubbliche e controllabili sul trattamento dei dati e quali impegni si assumuno (o non si assumono)Almeno uno può farsi una idea... di cosa può essere disposto (a proprio insindacabile giudizio) a concedere e cosa no!È solo questione di chiarezza, siccome io non credo che ne FB ne Google ne altri che fanno questi "mestieri" siano dame di carità (e spero non lo creda neppure tu) forse interessa sapere che uso "commerciale" di tali dati viene fatto e se sono aggregati (non individuali) oppure no...Chiarezza, e quindi possibilità di scelta, al posto di dubbio e incertezza e nessuna spiegazione... è tutto molto semplice!Quanto al fatto che qualcuno sia cretino o meno stai pur certo che è più probabile che si giudichi quel che dice e scrive più che l'iscrizione a FB o altro.Per me francamente che tu (e altri) siate o meno iscritti a FB non mi riguarda e non vedo perchè dovrebbe riguardarmi.Quello che mi riguarda è che ci sia per tutti (e quindi anche per me) la possibilità di avere chiarezza (pubblica e trasparente) sull'uso dei dati (miei e di altri) che FB piuttosto che Pippo Pluto o Paperino dovessero fare una volta che ne siano in possesso e che non ne vengano in possesso altri a mia insaputa.Tutto qui.
  • contribuisc a scrive:
    Re: E chissenefrega!
    - Scritto da: Ekleptical
    Tutto quello che scrivo e
    carico sono io! E di me stesso non mi
    vergogno!E' proprio questo il punto. Ogni cosa che fai, le tue abitudini, i tuoi gusti, con chi ti rapporti, cosa scrivi ai tuoi interlocutori, quali sono gli argomenti e le parole chiave nelle discussioni che fai con loro, a che ora ti connetti, da dove, che aspetto hai, se piaci o non piaci, se hai sucXXXXX oppure no in base a quello che pensi e alla tua faccia.Il tuo indirizzo di posta, di casa e numero di telefono, completano il profilo.Questo fanno, non è un concetto difficile da capire.Se hai deciso di svendere la tua privacy, diciamo pure chi se ne frega.La mia, di certo non la regalo a facebook.Buon divertimento su FB (rotfl)
  • contribuisc a scrive:
    Tutto vero!
    E' tutto verissimo, ma la risposta comune è: "chi se ne frega, non ho nulla da nascondere".Ma poi molti di loro si lamentano della cassetta postale sempre piena di pubblicità espresamentre indirizzata a loro, chiamate a raffica dai più disparati call-center.Un comportamento classico dell'italiota medio internetizzato , che prima agisce, poi forse pensa, ma non arriverà mai a capire che tutto ha un prezzo.Facebook non è gratis, ma è un concetto troppo difficile da afferrare.
    • sxs scrive:
      Re: Tutto vero!

      Facebook non è gratis, ma è un concetto troppo
      difficile da afferrare.Credo sia uno dei servizi piu' costosi in assoluto...
  • monnalisa monamour scrive:
    avere rotto le castagne con la privacy
    Avere rotto le castagne con la privacy in piazza.Se temete la vostra insignificante incolumità, non postate, non iscrivetevi da nessuna parte , non condividete, non uscite di casa nemmeno.... insomma non mettetevi in gioco e rimanete rintanati e sconnessi come topi XD
  • monnalisa monamour scrive:
    Fb è una piazza!
    Fb è una piazza , chi è cosi XXXXXXXXXX da non capirlo... merita di essere sXXXXXXXto, proprio come funziona in piazza. Il mal capitato la prossima volta starà ben attento a quel che pubblica (rendere pubblico per chi si è scordato il significato di questa parola). Auto Disciplina o si finisce per essere vittima di pettegolezzi come nei paesini XD
  • afiorillo scrive:
    Solite lagne
    Quindi, tutto si riduce ai "messaggi cancellati"? Tutto qui, il problema? Nella vita reale, uno prima di aprire bocca (generalmente) pensa, sapendo che quel che dice non potrà essere "cancellato" una volta detto, avrà sempre delle conseguenze.È una questione di responsabilità, che online è più che altro una chimera.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 gennaio 2010 08.00-----------------------------------------------------------
  • LuNa scrive:
    tutti lo fanno
    Vi porto un esempio, Google MAPS su cellulari.Questo programmino, funziona con il GPS ed è appiccicato ai server di Google per le info in real time.Chi mi assicura, che non c'e' una "master password" che dice a google CHI SONO, dove sono, a che ora ci sono, in quali negozi entro, dove mi fermo, dove vado in giro, con chi (earth mi può vedere in faccia, teoricamente, in qualsiasi momento) e quasi quasi persino perchè.tutti lo fanno.
  • yoda___ scrive:
    secondo me
    il progetto facebook è questoimmaganizzare più informazioni disponibilidopodichè gli utenti anni dopo arriveranno a chiedere e pagare a facebook di rimuovere i dati sensibili su di loroun enorme ricatto di massa insomma
  • Nez scrive:
    che novità...
    e pensate che google non faccia lo stesso con gMail, gDocs e tutti i suoi servizi...?
    • quota scrive:
      Re: che novità...
      - Scritto da: Nez
      e pensate che google non faccia lo stesso con
      gMail, gDocs e tutti i suoi
      servizi...?quanto è vero, hai solo sbagliato il soggettohttp://punto-informatico.it/2792606/PI/News/microsoft-wga-tribunale-senza-class-action.aspxnon è gmail ma microsoftWindows è da evitare come la peste, tutto quello che scrivi e fai è tracciato e spedito a ms
      • CCC scrive:
        Re: che novità...
        - Scritto da: quota
        - Scritto da: Nez

        e pensate che google non faccia lo stesso con

        gMail, gDocs e tutti i suoi

        servizi...?

        quanto è vero, hai solo sbagliato il soggetto
        http://punto-informatico.it/2792606/PI/News/micros
        non è gmail ma microsoft
        Windows è da evitare come la peste, tutto quello
        che scrivi e fai è tracciato e spedito a
        msquanto sei illuso...edire che basterebbe sforzarzi e cercare di informarsi un po'...thò... non nuovissimo ma una lettura sempre utile:http://ippolita.net/7.html(google IS evil)
  • poiuy scrive:
    FB... e non solo!
    Ci sono vari problemi legati al futuro e alla privacy.- Il primo fatto è che se tu ignori i social network, loro non ignorano te.Basta avere degli amici che li frequentano e tu, senza saperlo, inizi a farne parte. Ci sono le mie foto su facebook, ma io non sono iscritto...- Le tessere dei supermercati servono per sapere esattamente cosa consumi normalmente. Questo è un esempio fuori dai social network.- Autostrada: si sta andando verso sistemi di tracking... già i cellulari fanno da navigatori, aspettatevi che in futuro queste info verranno salvate.- Conti bancari... la vostra situazione economica è ben chiara per alcuni... la speranza che altri non vi possano accedere...Questi sistemi non sono ancora coordinati tra di loro, ma unite tutte le informazioni e avrete un quadro di una persona decisamente dettagliato (e il rischio è che sia anche decisamente forviante...)
    • MeX scrive:
      Re: FB... e non solo!

      Basta avere degli amici che li frequentano e tu,
      senza saperlo, inizi a farne parte. Ci sono le
      mie foto su facebook, ma io non sono
      iscritto...anche se non hai il computer i tuoi amici si scambiano le foto via email, anche se tu non hai il computer.
      - Le tessere dei supermercati servono per sapere
      esattamente cosa consumi normalmente. Questo è un
      esempio fuori dai social
      network.ma il supermercato non SA cosa consumi TU.Il supermercato sa che il 10% compra carne di pollo e l'80% di manzo.
      - Autostrada: si sta andando verso sistemi di
      tracking... già i cellulari fanno da navigatori,
      aspettatevi che in futuro queste info verranno
      salvate.lo spero! cosí se provochi un incidente mortale ti prendono subito!La strada é un luogo pubblico.
      - Conti bancari... la vostra situazione economica
      è ben chiara per alcuni... la speranza che altri
      non vi possano
      accedere...se nessuno ci potesse accedere non potresti avere un conto in banca, a meno che tu non ti faccia una banca.
      Questi sistemi non sono ancora coordinati tra di
      loro, ma unite tutte le informazioni e avrete un
      quadro di una persona decisamente dettagliato (e
      il rischio è che sia anche decisamente
      forviante...)non é possibile farlo (non da 4 ragazzini o 3 dipendenti curiosi) quindi ti stai preoccupando del nulla.
      • potere ai DBA scrive:
        Re: FB... e non solo!

        ma il supermercato non SA cosa consumi TU.
        Il supermercato sa che il 10% compra carne di
        pollo e l'80% di
        manzo.Il mio supermercato sa ESATTAMENTE cosa consumo, ed infatti mi segnala determinate offerte via sms (probabilmente non li manda solo a me, ma tutti quelli profilati come me)
        non é possibile farlo (non da 4 ragazzini o 3
        dipendenti curiosi) quindi ti stai preoccupando
        del
        nulla.Ti contraddici da solo... non è possibile farlo per 4 ragazzini... è (sarà) possibile farlo per qualche decina di professionisti.
        • MeX scrive:
          Re: FB... e non solo!
          ma a nessuno interessa sapere cosa TU consumi, interessa solo che il loro software mandi l'SMS corretto!Non penso che ti abbiano chiesto carta di identità e foto per farti la tessera al supermercato!Anche Amazon mi manda le offerte via email di una precisione totale, ma non è che questo significa che i dipendenti di Amazon sanno chi sono e cosa mi piace / posseggo veramente
  • Anlan scrive:
    Considerazioni sull'intervista
    Chi ha letto l'intervista originale in inglese secondo me deve porsi delle domande.1. Anonimità dell'intervistataFrancamente mi sembra proprio un volersi nascondere dietro un dito. Se le policy di sicurezza e riservatezza messe in piedi da Facebook non sono un mucchio di carta straccia ... mi sembra piuttosto improbabile che l'intervistata possa rendersi "anonima" semplicemente chiedendo di occultare il suo nome. La visita dell'intervistatore (a quanto dice lui) è stata tracciata e se riescono a fare 2 + 2 non ci mettono molto a capire chi era l'accompagnatrice che poi ha spiattellato tutto davanti a un paio di birre. Con buona pace dell'intervistata "che vuole mantenere il lavoro".2. Master Password, Switch Login e databaseIndipendentemente dal fatto che queste "feature" siano utilizzabili o meno solo dall'interno della rete degli uffici Facebook, si tratta comunque di soluzioni tecniche plausibili e facilmente implementabili. Per quanto riguarda la raccolta dei dati in database mi sembra che l'averlo sottolineato suoni quanto meno lapalissiano. Non credo che nessuno immagini l'ipotesi in cui memorizzino tutto in plain-text files sparsi ad-cazzum.3. NumeriNon ho strumenti oggettivi per contestare i numeri proposti ma valori di 7-8mila server per datacenter (anche se fossero virtuali) e la fissazione in snapshot dell'intera base dati con frequenza oraria ... mi sembra francamente eccessiva.4. Hyper PHPLa dissertazione sulle differenze tra un linguaggio di scripting ed uno che permetta la generazione di un binario compilato è, sotto il profilo squisitamente tecnico, risibile. Probabilmente l'intervistata si occupa d'altro e non è un tecnico: propone quindi dei "sentito dire" nemmeno compresi troppo bene. Tuttavia l'esistenza di queste inesattezze non depone a favore di una complessiva veridicità del "documento".5. OvvietàChiunque abbia una ancorchè minima conoscenza del funzionamento di computer e programmi non può fare a meno di considerare come tutte le "clamorose dichiarazioni" rilasciate dall'intervistata siano una serie di ovvietà. I dati, per forza, vengono memorizzati per il solo fatto che devono poter essere riproposti più e più volte. Qualsiasi dato memorizzato può poi essere aggregato e incrociato con altri dati.In fondo non è Facebook che intrinsecamente viola la privacy dei suoi utenti: il problema vero è negli utenti che "volontariamente" mettono in vetrina poca o tanta parte della loro "vita" (se ne hanno una).
    • MeX scrive:
      Re: Considerazioni sull'intervista
      OTTIMO POST!- Scritto da: Anlan
      Chi ha letto l'intervista originale in inglese
      secondo me deve porsi delle
      domande.

      1. Anonimità dell'intervistata
      Francamente mi sembra proprio un volersi
      nascondere dietro un dito. Se le policy di
      sicurezza e riservatezza messe in piedi da
      Facebook non sono un mucchio di carta straccia
      ... mi sembra piuttosto improbabile che
      l'intervistata possa rendersi "anonima"
      semplicemente chiedendo di occultare il suo nome.
      La visita dell'intervistatore (a quanto dice lui)
      è stata tracciata e se riescono a fare 2 + 2 non
      ci mettono molto a capire chi era
      l'accompagnatrice che poi ha spiattellato tutto
      davanti a un paio di birre. Con buona pace
      dell'intervistata "che vuole mantenere il
      lavoro".

      2. Master Password, Switch Login e database
      Indipendentemente dal fatto che queste "feature"
      siano utilizzabili o meno solo dall'interno della
      rete degli uffici Facebook, si tratta comunque di
      soluzioni tecniche plausibili e facilmente
      implementabili.

      Per quanto riguarda la raccolta dei dati in
      database mi sembra che l'averlo sottolineato
      suoni quanto meno lapalissiano. Non credo che
      nessuno immagini l'ipotesi in cui memorizzino
      tutto in plain-text files sparsi
      ad-cazzum.

      3. Numeri
      Non ho strumenti oggettivi per contestare i
      numeri proposti ma valori di 7-8mila server per
      datacenter (anche se fossero virtuali) e la
      fissazione in snapshot dell'intera base dati con
      frequenza oraria ... mi sembra francamente
      eccessiva.

      4. Hyper PHP
      La dissertazione sulle differenze tra un
      linguaggio di scripting ed uno che permetta la
      generazione di un binario compilato è, sotto il
      profilo squisitamente tecnico, risibile.
      Probabilmente l'intervistata si occupa d'altro e
      non è un tecnico: propone quindi dei "sentito
      dire" nemmeno compresi troppo bene. Tuttavia
      l'esistenza di queste inesattezze non depone a
      favore di una complessiva veridicità del
      "documento".

      5. Ovvietà
      Chiunque abbia una ancorchè minima conoscenza del
      funzionamento di computer e programmi non può
      fare a meno di considerare come tutte le
      "clamorose dichiarazioni" rilasciate
      dall'intervistata siano una serie di ovvietà. I
      dati, per forza, vengono memorizzati per il solo
      fatto che devono poter essere riproposti più e
      più volte. Qualsiasi dato memorizzato può poi
      essere aggregato e incrociato con altri
      dati.

      In fondo non è Facebook che intrinsecamente viola
      la privacy dei suoi utenti: il problema vero è
      negli utenti che "volontariamente" mettono in
      vetrina poca o tanta parte della loro "vita" (se
      ne hanno
      una).
  • Anonimo scrive:
    Buonsenso
    Prima di condividere qualcosa su FB fatevi sempre la domanda: sono disposto ad accettare il fatto che chiunque possa vedere cio' che sto per postare? Se la risposta e' si' (come e' in molti casi) andate avanti, altrimenti no.Non mi sembra molto difficile... Se i vostri amici fanno la stessa cosa siete a posto.Esempio pratico:Andreste a dire al vostro capo: "ieri sera ho prosciugato tutti i pub della zona e ho un hangover che mi permette a malapena di tenere gli occhi aperti eppure sono venuto comunque in ufficio a rubarmi una giornata di stipendio"? No? Ecco allora evitate di postarlo su FB.
    • poiuy scrive:
      Re: Buonsenso

      Se i vostri amici fanno la stessa cosa siete a posto.Qui è il problema.Io non sono su facebook, ma le mie foto si... che fare? Per me non è un problema, ma se lo fosse?
      • Anonimo scrive:
        Re: Buonsenso
        Chiedi ai tuoi amici di non mettere tue foto su FB. O magari di fartele vedere prima di postarle.
      • gerry scrive:
        Re: Buonsenso
        - Scritto da: poiuy
        Io non sono su facebook, ma le mie foto si... che
        fare? Per me non è un problema, ma se lo
        fosse?Così non lo risolvi. Mi sembrano le vecchie diatribe legate a usenet, in cui persone pretendevano che post diffamatori sui NG fossero fatti sparire dopo che avevano fatto il giro del mondo ed erano stati replicati su migliaia di server.Non è fattibile fermare un dato una volta inserito, perché il computer è nato per ricordarlo quel dato non per dimenticarlo.
    • MeX scrive:
      Re: Buonsenso
      se sai che su FB c'é il tuo capo non lo scrivi, perché sai che scirverlo su FB equivale a scriverglielo per email.Inoltre, se arrivi dopo una seratona in ufficio l'alitazza, le occhiaie e la mancanza di brillantezza per tutta la giornata sono piú significative di un post su FaceBookPer questo su FB non mi metto a sparlare di amici / conoscenti / colleghi ma mi limito a condividere cose che so che possono essere condivise in FB, é tutto li il punto, usare gli strumenti che hai con coscienza.
    • harvey scrive:
      Re: Buonsenso
      - Scritto da: Anonimo
      Esempio pratico:
      Andreste a dire al vostro capo: "ieri sera ho
      prosciugato tutti i pub della zona e ho un
      hangover che mi permette a malapena di tenere gli
      occhi aperti eppure sono venuto comunque in
      ufficio a rubarmi una giornata di stipendio"? No?
      Ecco allora evitate di postarlo su
      FB.Non ci sarebbe nessun problema :DTra l'altro, appena arrivato in ufficio mi direbbe subito: "ma caxxo hai fatto!"ps: ma avete tutti dei capi amici su FB che non si fanno mai i caxxi loro?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 gennaio 2010 10.35-----------------------------------------------------------
    • Antonio Lo Nardo scrive:
      Re: Buonsenso
      Il punto non è l'utilizzo che TU fai delle informazioni su di te, ma quello che ALTRI possono fare.Tu puoi anche non pubblicare le foto della tua sbronza, ma qualche tuo amico sprovveduto sì.
  • zofone scrive:
    "master password..
    ...che funziona solo sotto la rete interna dei dipendenti di facebook".Se lo citate, almeno scrivete tutta la frase. Creare allarmismi per script kiddies mi sembra eccessivo.
  • massi scrive:
    Quante paranoie!
    qualsiasi attività su internet, e non solo, è ben tracciabile;Non si tratta nemmeno di aver fiducia o meno, ma ogni sistema dove vengono salvati dei dati è da considerarsi poco sicuro se siamo pervasi da paranoia tecnologica
    • Guge scrive:
      Re: Quante paranoie!
      E' esattamente questo il problema:Io metto un commento sul blog di una squadra di calcio di amatori? sono rintracciabile.Scrivo un commento a un articolo del Corriere della Sera? sono rintracciabile.Scrivo questo commento? sono rintracciabile.Il pericolo dovuto a Facebook è che le informazioni inserite sono molte e potenzialmente molto sensibili.Ma è un pericolo comune a TUTTO il cosiddetto Web 2.0E' accaduto che un post anonimo su un blog dell'opposizione di un piccolo comune di 2000 abitanti sia stato indagato dalla polizia postale per aver detto "Ladro" al sindaco.Con tanto di individuazione dell'IP e indagini del caso.Meditate prima di trollare a caso
    • guerriglia scrive:
      Re: Quante paranoie!
      bisogna essere molto giovani e molto stupidi per pensare che a 50 anni vorrai far sapere tutto, ma proprio tutto di quello che hai fatto a 20
  • Mauro scrive:
    Saggezza ???
    http://it.wikipedia.org/wiki/Knowledge_managementDati -
    Informazioni -
    Conoscenza -
    SaggezzaTanti dati, tante informazioni, tanta conoscenza.Poi se li useranno in modo saggio, non si sà.Sicuramente saggio per il loro portafoglio.
  • MeX scrive:
    l'importante...
    è che amici hai (veri non in FB) e cosa condividi in FB tutto il resto sono paranoie insensate come ha detto qualcuno più su secondo voi un dipendente Google non può leggere la vostra posta? o il ragazzino allo sportello della banca sapere quanti soldi hai e quanto paghi d'affitto al mese? o di mutuo?
    • rido per non piangere scrive:
      Re: l'importante...
      Vero, diciamo che usare FB come molti fanno significa proprio "andarsela a cercare".
    • Eretico scrive:
      Re: l'importante...
      - Scritto da: MeX
      è che amici hai (veri non in FB) e cosa condividi
      in FB tutto il resto sono paranoie insensate
      come ha detto qualcuno più su secondo voi un
      dipendente Google non può leggere la vostra
      posta? o il ragazzino allo sportello della banca
      sapere quanti soldi hai e quanto paghi d'affitto
      al mese? o di mutuo?Vero, ma della posta elettronica e della banca non ne puoi fare a meno. Di FB si.
      • MeX scrive:
        Re: l'importante...
        quindi molto peggio la situazione delle banche e dei provider di mail ;)
        • Eretico scrive:
          Re: l'importante...
          - Scritto da: MeX
          quindi molto peggio la situazione delle banche e
          dei provider di mail
          ;)Certo. Però quelli sono un male necessario... purtroppo.FB, invce, non è assolutamente necessario se non a Zuckemberg o come diavolo si chiama.
          • MeX scrive:
            Re: l'importante...
            quindi dove sta il problema? nessuno ti obbliga ad usarlo, se lo usi nessuno ti obbliga a scriverci cose personali.Quindi ripeto, il problema non é certo FB
          • Guge scrive:
            Re: l'importante...
            Assolutamente vero.Quanto allo stupirsi che i dati rimangono su un database anche dopo cancellati. Beh mi fa ridere.Comunque avviene ovunque venga applicata una cancellazione logica invece che fisica.E da quel che so la cancellazione logica si usa dappertutto.Tutto sta nel capire CHI può avere acXXXXX a queste informazioni: il gran.dott.figl.putt. Amministatore di Sistema o qualunque segretaria o programmatore curioso?E, da quel che si evince dall'articolo, anche UNA sola persona è una persona di troppo?
          • Eretico scrive:
            Re: l'importante...
            Vero nessuno ti obbliga ad utilizzarlo, ma nessuno obbliga quelli di FB a tenersi i tuoi dati (sensibili o meno). Se decido di cancellare il account da FB, FB DEVE RIMUOVERE i miei dati e non limitarsi ad annullarli logicamente. Perchè non hanno nessuno motivi per tenerseli a meno di non rivenderli o utilizzarli per loro tornaconto.Al contrario delle banche od altri entità, anche statali, che sono costretti, per tutta una serie motivi più che giustificati, a tenerseli. In questo caso il problema si sposta su chi può accedere a queste informazioni e a che livello e per farne cosa.
          • MeX scrive:
            Re: l'importante...
            se la cancellazione dell'account avviene involontariamente? se avviene perché qualcuno ha bucato il mio account?Se la polizia postale vuole recuperare dei dati? se mi serve recuperare un backup?Non "cancellare" definitiamente é pratica comune, perché é sempre meglio non cancellare se puoi permetterti di tenere dati... parlo da un punto di vista tecnico anche.Ad esempio se devono implementare delle novitá o nuovi algoritmi per profilazione delle pubblicitá etc etc... magari sperimentano proprio sui profili cancellati dagli utentiInoltre ogni profilo in FB é pesantemnte intrecciato con gli altri, puó essere anche un modo per velocizzare alcune query od operazioni nella fruizione di FB per chi era collegato a un contatto che si é cancellato.
          • Eretico scrive:
            Re: l'importante...
            - Scritto da: MeXSenza polemica eh che mi sembri un tipo a posta ma... ;)
            se la cancellazione dell'account avviene
            involontariamente? se avviene perché qualcuno ha
            bucato il mio account?Se parli di FB... Amen.
            Se la polizia postale vuole recuperare dei dati?Da FB ?
            se mi serve recuperare un backup?Da FB ?
            Non "cancellare" definitiamente é pratica comune,
            perché é sempre meglio non cancellare se puoi
            permetterti di tenere dati... parlo da un punto
            di vista tecnico anche.Questo potrebbe anche essere vero in altre realtà, ma non in un social network.
            Ad esempio se devono implementare delle novitá o
            nuovi algoritmi per profilazione delle pubblicitá
            etc etc... magari sperimentano proprio sui
            profili cancellati dagli utentiBe puoi sempre creare uno script che ti genere degli utenti fittizzi e su questi testare i tuoi algoritmi. Sai quante volte l'ho dovuto fare ?
            Inoltre ogni profilo in FB é pesantemnte
            intrecciato con gli altri, puó essere anche un
            modo per velocizzare alcune query od operazioni
            nella fruizione di FB per chi era collegato a un
            contatto che si é cancellato.Be questo dipende da come sono organizzati i dati. Detto per inciso se vai per INNER JOIN di sicuro certe informazioni le perdi. Se utilizzi delle LEFT O RIGHT JOIN la cosa dovrebbe funzionare ugualmente. Sempre se testi i valori nulli.
          • MeX scrive:
            Re: l'importante...

            Se parli di FB... Amen.dipende, magari ci sono conversazioni a cui tengo o foto che avevo solo li per esempio...

            Se la polizia postale vuole recuperare dei dati?

            Da FB ?si ci sono anche precedenti in cui il cambio di stato in FB è stato preso in considerazione come prova in tribunale.

            se mi serve recuperare un backup?

            Da FB ?se ha FB serve
            Questo potrebbe anche essere vero in altre
            realtà, ma non in un social
            network.perchè?
            Be puoi sempre creare uno script che ti genere
            degli utenti fittizzi e su questi testare i tuoi
            algoritmi. Sai quante volte l'ho dovuto fare
            ?sai quanto funzionano meglio se lo usi su dati realmente creati da esseri umani?
            Be questo dipende da come sono organizzati i
            dati. Detto per inciso se vai per INNER JOIN di
            sicuro certe informazioni le perdi. Se utilizzi
            delle LEFT O RIGHT JOIN la cosa dovrebbe
            funzionare ugualmente. Sempre se testi i valori
            nulli.dovrebbe, potrebbe, quindi potrei aver ragione pure io no?
          • gerry scrive:
            Re: l'importante...
            - Scritto da: Eretico
            Se decido di cancellare
            il account da FB, FB DEVE RIMUOVERE i miei dati e
            non limitarsi ad annullarli logicamente. Ragazzi, internet esiste da più di 20 anni, ormai dovremmo sapere come funziona.Una volta immesso un dato è risibile pensare di averne il controllo, non è questione di FB, Gmail, Telecom o vattellapesca.Ci sono le replicazioni, i backup, i DB distribuiti, gli snapshot e c'è sempre un sacco di gente che ci può mettere le mani sopra.La gente deve imparare questa semplice cosa: è meglio se ci pensi due volte prima di mettere in rete qualcosa di cui potresti pentirti. Punto e basta.
          • Eretico scrive:
            Re: l'importante...
            - Scritto da: gerry
            La gente deve imparare questa semplice cosa: è
            meglio se ci pensi due volte prima di mettere in
            rete qualcosa di cui potresti pentirti. Punto e
            basta.Su questo non ci piove.
      • harvey scrive:
        Re: l'importante...
        - Scritto da: Eretico
        Vero, ma della posta elettronica e della banca
        non ne puoi fare a meno.Ti fai un server di postaTieni i soldi in casa sotto il cuscino
    • fabianope fabianope scrive:
      Re: l'importante...
      ciao, MeX- Scritto da: MeX
      è che amici hai (veri non in FB) e cosa condividi
      in FB tutto il resto sono paranoie insensatecondivido
      come ha detto qualcuno più su secondo voi un
      dipendente Google non può leggere la vostra
      posta? o il ragazzino allo sportello della banca
      sapere quanti soldi hai e quanto paghi d'affitto
      al mese? o di
      mutuo?ecco, qui invece faccio un distinguo.il ragazzino la rata del mutuo probabilmente (sicuramente) me la vede quando vuole...ma la posta....ho qualche dubbio: se ad es. ti spedisco un messaggio cifrato con la TUA chiave pubblica (es. PGP)?certo, la root entra nel server di posta ed apre il tuo mbx...ma vede solo "segnacci"....:=)))se invece volevi dire una cosa del tipo "la gente crede che la sua mailbox sia sicura perche' per loggarsi deve usare la pw"...beh, qui invece ti do' ragione.ciao,fabianope (non loggato, per dimenticanza...:=)))
      • markoer scrive:
        Re: l'importante...
        - Scritto da: fabianope fabianope[...]
        il ragazzino la rata del mutuo probabilmente
        (sicuramente) me la vede quando vuole...ma la
        posta....ho qualche dubbio: se ad es. ti spedisco
        un messaggio cifrato con la TUA chiave pubblica
        (es. PGP)?E come faresti di grazia a cifrare un messaggio in gmail o yahoo mail? a meno di non usare un programma esterno, scomodissimo, ed ovviamente perdi tutte le feature di ricerca.Quindi non credo che lo faccia nessuno.Cordiali saluti
    • ullala scrive:
      Re: l'importante...
      - Scritto da: MeX
      è che amici hai (veri non in FB) e cosa condividi
      in FB tutto il resto sono paranoie insensate
      come ha detto qualcuno più su secondo voi un
      dipendente Google non può leggere la vostra
      posta? o il ragazzino allo sportello della banca
      sapere quanti soldi hai e quanto paghi d'affitto
      al mese? o di
      mutuo?Dunque, sapere quanto hai su un conto e' diverso da sapere quanti soldi haiE.. no google non puo' leggere la tua posta puo' al massimo leggere quella che passa da li, se e quando ci passa, il mio server e-mail, sta in casa mia (comunque).Tutto dipende da te.E proprio questo e'il punto!Si sceglie, se lo si fa consapevolmente e' una scelta, se lo si fa senza rendersi conto del come e del perche' e' da povero XXXXX!Non ci vuole molto a capirlo, poi ognuno faccia le sue scelte, ma almeno sapendo prima cosa gli costa (in un caso come nell'altro).Semplice no?
      • MeX scrive:
        Re: l'importante...

        Dunque, sapere quanto hai su un conto e' diverso
        da sapere quanti soldi
        haisapere cosa faccio o chi sono in FB é DIVERSO da sapere chi sono nella vita reale!Facebook ogni tanto mi suggerisce di riprendere i contatti con mia moglie fai te :)
        E.. no google non puo' leggere la tua posta puo'
        al massimo leggere quella che passa da li, se e
        quando ci passa, il mio server e-mail, sta in
        casa mia
        (comunque).certo, perché Google non puó in nessuno modo vero loggarsi alla tua mailbox? o leggere i messaggi direttamente dal server?
        Tutto dipende da te.
        E proprio questo e'il punto!
        Si sceglie, se lo si fa consapevolmente e' una
        scelta, se lo si fa senza rendersi conto del come
        e del perche' e' da povero
        XXXXX!esatto! ma il problema non é che esiste FB é che esistono i XXXXX!
        Non ci vuole molto a capirlo, poi ognuno faccia
        le sue scelte, ma almeno sapendo prima cosa gli
        costa (in un caso come
        nell'altro).
        Semplice no?se lo usi coscentemente non ti costa nulla.
        • ullala scrive:
          Re: l'importante...
          - Scritto da: MeX

          Dunque, sapere quanto hai su un conto e' diverso

          da sapere quanti soldi

          hai

          sapere cosa faccio o chi sono in FB é DIVERSO da
          sapere chi sono nella vita
          reale!Dipende e dipende da te!

          Facebook ogni tanto mi suggerisce di riprendere i
          contatti con mia moglie fai te
          :)Certo segui pure i consiglidi fb


          E.. no google non puo' leggere la tua posta puo'

          al massimo leggere quella che passa da li, se e

          quando ci passa, il mio server e-mail, sta in

          casa mia

          (comunque).

          certo, perché Google non puó in nessuno modo vero
          loggarsi alla tua mailbox? o leggere i messaggi
          direttamente dal
          server?quale e' la parte di casa mia e mio server che non hai capito?


          Tutto dipende da te.

          E proprio questo e'il punto!

          Si sceglie, se lo si fa consapevolmente e' una

          scelta, se lo si fa senza rendersi conto del
          come

          e del perche' e' da povero

          XXXXX!

          esatto! ma il problema non é che esiste FB é che
          esistono i
          XXXXX!E questo giustifica un comportamento da XXXXX inconsapevole?E perche?


          Non ci vuole molto a capirlo, poi ognuno faccia

          le sue scelte, ma almeno sapendo prima cosa gli

          costa (in un caso come

          nell'altro).

          Semplice no?

          se lo usi coscentemente non ti costa nulla.Pensare costa, scegliere, e agire scientemente, costa.Rinunciare a farlo e' gratis, ma credere che sia per questo conveniente e' da poveri XXXXX.
          • ullala scrive:
            Re: l'importante...
            - Scritto da: MeXnel caso non ti fosse chiaro "mavalavala" sono sempre io col nik cambiato "ad-hoc" a mo di commento (ironico) del tuo post!
          • harvey scrive:
            Re: l'importante...
            Azz, e io credevo che fosse per un problema di privacy così da non far capire chi eri veramente....
          • MeX scrive:
            Re: l'importante...

            Beh!
            supongo che sia per questi utili consigli che ti
            è indispensabile
            FB!
            No?chi ha detto che mi é indispensabile? vedo che non hai argomentazioni al riguardo ;)
            Dipende caro mio dipende!
            Da a chi scrivo e cosa scrivo.
            E sopratutto da quanto l'argomento è riservato.si ma se scrivi a uno che ha la casella su Gmail?
            Di sicuro non dipendo ne da google ne da libero
            per la mail ne per il DNS ne per altre bubbole di
            questo
            tipo...si ma tutti gli altri (o buona parte) delle persone a cui ti interfacci si, quindi le tue informazioni vengono poi depositate sempre e comunque su server che non controlli
            E non costa (in termini monetari) nulla!
            Costa solo un poco di conoscenza.se vivi a casa di mamma e non paghi la bolletta si, non ti costa nulla!
            Chi ha a cuore la propria indipendenza (non sono
            certo il solo) si comporta
            identicamente.identicamente... :|
            Certo per chi pende dalla bocca altrui è
            difficile da
            capire!che bocca? capire cosa? che interagisci con migliaia di altri server e le tue informazioni sono cmq "in rete" ?
            quale è la parte di consapevolezza che proprio
            non riesci a
            capire?
            Non hai (come tuo solito) risposto alla mia
            domanda.
            Possibile che tu non riesca a resistere alla
            tentazione di inventarti non solo le risposte ma
            anche le
            domande?almeno non mi invento i personaggi ullala :)
            Nessuno ha denigrato fb (come al solito te la
            canti e te la suoni) il Cala (e anche nel suo
            piccolo il sottoscritto) dice solo "stai attento
            a quello che fai" e usa gli strumenti che hai a
            disposizione preoccupandoti di capirli e di
            mettere in atto le giuste contromisure che ti
            consentano di scegliere CONSAPEVOLMENTE cosa vale
            la pena (e cosa non) tenere "nel tuo
            cortile".ah quindi FB lo usa solo nel titolo perché va di moda?
            La cosa più facile non è necessariamente la
            migliore
            Ripeto è semplice.
            Prova a leggere invece che inventare!
            Magari ti riesce di rispondere a tono!le tue argomentazioni sono proprio come chi urla a squarciagola "mavalavala"
          • ullala scrive:
            Re: l'importante...
            - Scritto da: MeX

            Beh!

            supongo che sia per questi utili consigli che ti

            è indispensabile

            FB!

            No?

            chi ha detto che mi é indispensabile? vedo che
            non hai argomentazioni al riguardo
            ;)Vedo che continui a far finta di non capire per non pagare dazio..Ironia... questa sconosciuta!


            Dipende caro mio dipende!

            Da a chi scrivo e cosa scrivo.

            E sopratutto da quanto l'argomento è riservato.

            si ma se scrivi a uno che ha la casella su Gmail?Se decido che "posso farlo" lo faccio se decido che non "posso farlo" mi è facile fargli un account sul mio server o dirgi di indicarmi una casella che lui ritiene "sicura".Cosa c'è di complicato?Inoltre vorrei ricordarti quello che hai scritto e ti sei misteriosamente scordato!Ovvero:"chi impeddisce a google di loggarsi sul (pure remotamente come se non bastasse) sul server"e non dovrei fare ironia?il mavalavala è proprio il minimo sindacale!


            Di sicuro non dipendo ne da google ne da libero

            per la mail ne per il DNS ne per altre bubbole
            di

            questo

            tipo...

            si ma tutti gli altri (o buona parte) delle
            persone a cui ti interfacci si, quindi le tue
            informazioni vengono poi depositate sempre e
            comunque su server che non
            controlliè il bello della rete (che tu non capirai mai) ciascuno sceglie!non GOOGLE o chi altro sceglie!La rete sono io NON GOOGLE e neppure FB!La rete c'era (e ci sarà) con o senza GOOGLE e con o senza FB!Ma senza di me e senza di te (e gli altri) la rete non c'è ne ci sarà.Io non ho bisogno di loro, loro invece hanno bisogno di me!Se ti sfugge questo piccolo dettaglio ti è sfuggito tutto!


            E non costa (in termini monetari) nulla!

            Costa solo un poco di conoscenza.

            se vivi a casa di mamma e non paghi la bolletta
            si, non ti costa
            nulla!Costa esattamente quello che costa a te usare GMAIL!Non un centesimo di più!Bolletta compresa!E in più a MIA disposizione e controllo!


            Chi ha a cuore la propria indipendenza (non sono

            certo il solo) si comporta

            identicamente.

            identicamente... :|Identicamente e consapevolmente!Certo quali impedimenti ha a farlo di grazia?


            Certo per chi pende dalla bocca altrui è

            difficile da

            capire!

            che bocca? capire cosa? che interagisci con
            migliaia di altri server e le tue informazioni
            sono cmq "in rete"
            ?Ci sono quelle che io decido di metterci, altre sono solo per alcuni, e altre ancora per nessuno.Quali lo decido sempre solo io!Non Google, non FB e non altri!Si chiama consapevolezza e scelta!


            quale è la parte di consapevolezza che proprio

            non riesci a

            capire?

            Non hai (come tuo solito) risposto alla mia

            domanda.

            Possibile che tu non riesca a resistere alla

            tentazione di inventarti non solo le risposte ma

            anche le

            domande?

            almeno non mi invento i personaggi ullala :)eggià preferisci le scimmie o i serial televisivi..Che ci vuoi fare anche quella è questione di scelte!


            Nessuno ha denigrato fb (come al solito te la

            canti e te la suoni) il Cala (e anche nel suo

            piccolo il sottoscritto) dice solo "stai attento

            a quello che fai" e usa gli strumenti che hai a

            disposizione preoccupandoti di capirli e di

            mettere in atto le giuste contromisure che ti

            consentano di scegliere CONSAPEVOLMENTE cosa
            vale

            la pena (e cosa non) tenere "nel tuo

            cortile".

            ah quindi FB lo usa solo nel titolo perché va di
            moda?Lo usa come esempio e ne ha fatti altri sul "cloud" e non "cloud" o su google e MS...Ma, ripeto, tu leggi o fai finta?Dove sta il passaggio di "denigrazione" di FB lo puoi citare?


            La cosa più facile non è necessariamente la

            migliore

            Ripeto è semplice.

            Prova a leggere invece che inventare!

            Magari ti riesce di rispondere a tono!

            le tue argomentazioni sono proprio come chi urla
            a squarciagola
            "mavalavala"Infatti valavala è l'ultima cosa che ti dico non vale la pena di proseguire oltre!
          • MeX scrive:
            Re: l'importante...

            Vedo che continui a far finta di non capire per
            non pagare
            dazio..
            Ironia... questa sconosciuta!ah eri ironico ma dunque concordi con me che FB non sa nulla di più di quello che IO decido di fargli sapere.
            Se decido che "posso farlo" lo faccio se decido
            che non "posso farlo" mi è facile fargli un
            account sul mio server e il tuo server è sempre online anche quando ti va giù la ADSL?Il tuo server è inattaccabile dall'esterno?Nel momento in cui metti un'informazione in rete, questa, DI FATTO non è più sicura.(non dirmi che hai il server in hosting/housing che sennò non ha senso proprio!)
            o dirgi di indicarmi una
            casella che lui ritiene
            "sicura".e qui torni a fidarti di altri...
            Cosa c'è di complicato?nulla, ma è più semplice usare gmail ;)
            Inoltre vorrei ricordarti quello che hai scritto
            e ti sei misteriosamente
            scordato!
            Ovvero:
            "chi impeddisce a google di loggarsi sul (pure
            remotamente come se non bastasse) sul
            server"sul LORO server genio!Possono accedere al messaggio di posta anche senza accedere al tuo account! (account di GMAIL ovviamente!)
            e non dovrei fare ironia?
            il mavalavala è proprio il minimo sindacale!forse dovresti leggere con più attenzione! ;)
            è il bello della rete (che tu non capirai mai)
            ciascuno
            sceglie!
            non GOOGLE o chi altro sceglie!
            La rete sono io NON GOOGLE e neppure FB!
            La rete c'era (e ci sarà) con o senza GOOGLE e
            con o senza
            FB!
            Ma senza di me e senza di te (e gli altri) la
            rete non c'è ne ci
            sarà.esatto, ma gli altri usano altri server, altri servizi, e se tu comunichi con loro, automaticamente e inevitabilmente di esponi a terzi.Inoltre, quando mandi il tuo messaggio dal tuo server ad un altro mica ci arriva col teletrasporto!
            Io non ho bisogno di loro, loro invece hanno
            bisogno di
            me!nessuno ha bisogno di un individuo
            Se ti sfugge questo piccolo dettaglio ti è
            sfuggito
            tutto!missà che è sfuggito a te il fatto che se sei in Internet le tue informazioni sono condivise.
            Costa esattamente quello che costa a te usare
            GMAIL!perché? non devo tenere acceso il computer di notte per ricevere email
            Non un centesimo di più!
            Bolletta compresa!
            E in più a MIA disposizione e controllo!bello.E quando sei fuori casa il tuo server fa anche push sul tuo cellulare? (per esempio!)E se ti staccano la corrente mentre sei un mese in vacanza perdi un mese di email? figo! ;)Oppure hai a casa un generatore a diesel, una connesione rindondata e un backup?
            Identicamente e consapevolmente!
            Certo quali impedimenti ha a farlo di grazia?leggi sopra, se tutti facessero i lamer come te mezza internet sarebbe giù ;)
            Ci sono quelle che io decido di metterci, altre
            sono solo per alcuni, e altre ancora per
            nessuno.
            Quali lo decido sempre solo io!
            Non Google, non FB e non altri!
            Si chiama consapevolezza e scelta!e invece secondo te io sono obbligato a mettere in rete cose che non voglio? Google se non scrivo email dopo 10 giorni mi manda un dipendente a casa a chiedermi perchè non scrivo messaggi?
            eggià preferisci le scimmie o i serial
            televisivi..
            Che ci vuoi fare anche quella è questione di
            scelte!cos'hai contro le scimmie?I serial televisivi sono un male di per se? ah aspetta scommetto che tu ti fai il tuo serial televisivo con la tua telecamera e lo salvi sul tuo server!
            Lo usa come esempio e ne ha fatti altri sul
            "cloud" e non "cloud" o su google e
            MS...
            Ma, ripeto, tu leggi o fai finta?
            Dove sta il passaggio di "denigrazione" di FB lo
            puoi
            citare?il fatto che sia un'intervista anonima di un dipendente di FB che dice cose non comprovate su cui viene scritto un articolo tu come lo definisci?
            Infatti valavala è l'ultima cosa che ti dico non
            vale la pena di proseguire
            oltre!spero che almeno tu non sia brutto come lui! ;)
          • ullala scrive:
            Re: l'importante...
            - Scritto da: MeX
            e il tuo server è sempre online anche quando ti
            va giù la
            ADSL?e cosa pensi che succeda e va giù l'ADSL? ;)Su diccelo!Sono curioso di sentirlo!Perdo la mail?Sicuro? davvero?Spiegaci cosa succede!Da quello che dici è più che evidente che non lo sai!oppure spiega e smentiscimi...Se ti riesce!(rotfl)Dai almeno questa tua trollata sarà servita a qualcuno ... dai facci "cultura"...(rotfl)(rotfl)(rotfl)
            Il tuo server è inattaccabile dall'esterno?
            Nel momento in cui metti un'informazione in rete,
            questa, DI FATTO non è più
            sicura.Cosa vuole dire "in rete"?No perchè sai per me "rete" significa solo ed esclusivamente trasporto!Il resto è applicazione, server, client, storage... ecc..Ma non RETE!la Rete sei tu, e le informazioni stanno dove tu le metti non "in rete".comunque...Mai persa una mail!E mai bucato il server e sono molti anni (dal 94) ... probabilmente prima che tu conoscessi il concetto di Internet che è il server di mail è mio.Internet non è "magia" non è google e non è neanche un gioco o una moda fighetta.
            (non dirmi che hai il server in hosting/housing
            che sennò non ha senso
            proprio!)Vedi che non sai leggere!Quale è la parte di casa mia che non hai capito?
            e qui torni a fidarti di altri...Sai se parli con qualcuno di qualcosa devi (è tautologico) fidarti di lui riguardo a quello di cui gli stai parlando.Questo è vero anche senza rete (e senza google) oper te è una novità

            Cosa c'è di complicato?

            nulla, ma è più semplice usare gmail ;)Pìù semplice è diverso da meglio!ed è pure diverso da più utile!ed è ancora diverso da più semplice per me.ed è ancora diverso da "come decido consapevolmente io".Non ci arrivi proprio?

            sul LORO server genio!Sul loro server leggono (al limite e se non sono cifrati) i messaggi che ho mandato ai LORO clienti mica i miei GENIO!e neppure quelli che ho mandato ad altri server (compresi quelli che vanno a TANTA gente che ha un suo server) hai una idea di quanti siano i server e-mail al mondo?o credi che la e-mail sia nata con google o hotmail?Credi che google (o qualcun altro al mondo che non sia io) sia in grado di tracciare tutta la mia corrispondenza?(rotfl)(rotfl)Magari la tua forse...La mia no di certo!
            Possono accedere al messaggio di posta anche
            senza accedere al tuo account! (account di GMAIL
            ovviamente!)

            forse dovresti leggere con più attenzione! ;)Vuoi la frase virgolettata così fai la tua solita figura da troll?
            esatto, ma gli altri usano altri server, altri
            servizi, e se tu comunichi con loro,
            automaticamente e inevitabilmente di esponi a
            terzi.Gli altri non sei tu... per questo sono altri!Tu hai il vizio di misurare tutto col tuo metro!Internet invece ha il "metro giusto" per ciascuno di noi.Basta volerlo.Ripeto ti risulta che google e hotmail siano gli unici server al mondo?O che nessuno abbia un mail server (individui aziende ecc..) in proprio?Lo sai quanti milioni sono i server e-mail (googla e trovi il numero... approssimato largamente per difetto) non hai idea come al solito di cosa parli.
            Inoltre, quando mandi il tuo messaggio dal tuo
            server ad un altro mica ci arriva col
            teletrasporto!Potrebbe se ci fosse..La rete può usare tutto qualunque sistema di comunicazione (cifrato e non) radio (anche un CB) cellulari, fili, wireless, satelliti, piccioni, fionde con palline di carta e quanto altro tu possa immaginare!Per questo quando nessun altro mezzo funziona la rete invece trova la strada..Come la trovò a Kobe come la ha trovata ad Haiti (quando tutto il resto non funzionava), pensa che uno di un altra isola (mio amico) ha parlato con un suo zio (ad haiti) via skype 10 minuti dopo la prima scossa e mi ha mandato pure il filmatino fatto fatto da suo zio con la cam.E tutto quello che aveva lo zio era una radio amatoriale in una baracca (per sua fortuna di legno) e delle celle solari sul tetto della baracca (li la corrente non arrivava già prima del terremoto).
            nessuno ha bisogno di un individuoSbagliato, Internet è fatta di INDIVIDUI!più di un miliardo e mezzo, ma pur sempre individui, e il bello è che nessuno può dire (a priori) chi a bisogno di chi.Si può (e scusa se è poco) decidere di parlare o condividere e in che modo farlo.
            missà che è sfuggito a te il fatto che se sei in
            Internet le tue informazioni sono
            condivise.Ripeto le informazioni sono trasportate dalla rete se sono o meno condivise e con chi lo decidi tu!Sempre che tu ne sia (e purtroppo non è il tuo caso)


            Costa esattamente quello che costa a te usare

            GMAIL!

            perché? non devo tenere acceso il computer di
            notte per ricevere
            emailVolendo (sai spiegare il perchè?) neppure io... ma non credo che i 15 watt di picco del mio (router server) facciano poi una grande differenza!Sulla mia bolletta ;)
            bello.
            E quando sei fuori casa il tuo server fa anche
            push sul tuo cellulare? (per
            esempio!)Se e quando credo si! oppure semplicemente mi ci connetto col mio account.come IO decido...
            E se ti staccano la corrente mentre sei un mese
            in vacanza perdi un mese di email? figo!
            ;)Be sai pagando la bolletta... prima o dopo riparte... ti ripeto dal 94 mai persa una mail!E tu quante ne hai perse (magari senza saperlo?).Pensa che ci tengo persino un forum sul mio serverello!Nessuno ha mai perso un messaggio!
            Oppure hai a casa un generatore a diesel, una
            connesione rindondata e un
            backup?Beata ignoranza (o inconsapevolezza)!
            leggi sopra, se tutti facessero i lamer come te
            mezza internet sarebbe giù
            ;)Quelli che fanno come me la rete la tengono in piedi o credi che ad haiti ci sia andata google a mandare il messaggio per il mio amico!Beata ignoranza!
            e invece secondo te Google se non scrivo
            email dopo 10 giorni mi manda un dipendente a
            casa a chiedermi perchè non scrivo
            messaggi?No il TUO (non il mio) problema è che non potresti fare altrimenti sono io che posso decidere di usare o meno GOOGLE o un server non mio o il mio a mio esclusivo piacimento NON TU!

            Dove sta il passaggio di "denigrazione" di FB lo

            puoi

            citare?

            il fatto che sia un'intervista anonima di un
            dipendente di FB che dice cose non comprovate su
            cui viene scritto un articolo tu come lo
            definisciEsattamente così! una intervista anonima con un dipendente di FB!Quello che è dichiaratamente!Non quello che vorrei immaginare o interpretare!Non è "semplice"?Non ti piacciono le cose "semplici"?
          • MeX scrive:
            Re: l'importante...
            vedo che non hai molto altro da fare che accudire il tuo server casalingo ;)Non capisco la lista delle tue supposizioni sul mio conto quelli che si credono dei geni per avere un server di posta e credono di essere degli "hacker" e di avere server inattaccabili e di poter mandare messaggi segreti come 007 prima o poi, fanno una brutta fine, o vengono semplicemente derisi ;)Hai una visione di Internet un po' romantica e anacronistica.
          • ullala scrive:
            Re: l'importante...
            - Scritto da: MeX
            Hai una visione di Internet un po' romantica e
            anacronistica.Possibile (ma poco probabile), ma quello che io vedo è comunque la rete quello che tu vedi non è la rete è quello che alcuni (poco disinteressatamente) ti raccontano.Fa una certa differenza!E non è sul piano del romanticismo!Quanto al mio server non ti preoccupare non è un problema tuo!Casomai devi preoccuparti di quelli che usi tu (e di cui non sai nulla).Mi pare più che sufficiente!
          • MeX scrive:
            Re: l'importante...
            non capisco perchè tu sia convinto che mi basi su quello che mi viene raccontato pensare che il tuo server sia più sicuro del server di gmail (dal punto di vista di stabilità/performance/sicurezza informatica) è davvero un po' presuntuoso.Dal punto di vista della "privacy" di sicuro è lecito avere più dubbi su gmail che sul tuo server, questo supponendo che il tuo server sia lo stato dell'arte della sicurezza che sia impenetrabile e che le tue comunicazioni (di cui tieni alla riservatezza) passino sempre e solo da server che conoschi inacessibili a terzi e che i destinatari facciano un uso corretto delle informazioni date, cosa che ripeto, mi sembra più un romanzo di fantainformatica.
          • ullala scrive:
            Re: l'importante...
            - Scritto da: MeX
            non capisco perchè tu sia convinto che mi basi su
            quello che mi viene raccontato pensare che il
            tuo server sia più sicuro del server di gmail
            (dal punto di vista di
            stabilità/performance/sicurezza informatica) è
            davvero un po'
            presuntuoso.Affatto è un dato di fatto dato che lo gestisco io per I MIEI interessi è un fatto non di presunzione ma semplicemente di scopo!Il mio scopo è MIO non di google!Mi spiace ma la presunzione non c'entra proprio nulla!

            Dal punto di vista della "privacy" di sicuro è
            lecito avere più dubbi su gmail che sul tuo
            server, questo supponendo che il tuo server sia
            lo stato dell'arte della sicurezza che sia
            impenetrabile e che le tue comunicazioni (di cui
            tieni alla riservatezza) passino sempre e solo da
            server che conoschi inacessibili a terzi e che i
            destinatari facciano un uso corretto delle
            informazioni date, cosa che ripeto, mi sembra più
            un romanzo di
            fantainformatica.No vedi continui a non renderti conto non c'entra nulla la sicurezza "intrinseca del server" (che va comunque curata come cureresti quella del tuo PC anzi molto meno dato che c'è praticamente molto meno di cui occuparsi essendo pochissime le cose che fa rispetto ad un comune pc) ne tantomeno quello che fanno i terzi quando parli con loro, dato che questo, vale per qualunque comunicazione compresa quella verbale.La differenza principale è che (te lo ripeto) nessuno al mondo è in grado di ricostruire le mie comunicazioni (tranne me) perchè non passano da un unico punto! (evidentemente questo non ti è chiaro proprio dal punto di vista tecnico) e inoltre io non HO nessun bisogno ne di gmail ne di nessuno che non sia il sottoscritto per comunicare...In realtà non ne hai bisogno neppure tu, la vera differenza è che io lo so e tu no!La vera differenza è che tu pensi che gmail sia gratis e io so che non lo è.La vera differenza è che tu pensi da consumatore e suddito e io da cittadino.
          • MeX scrive:
            Re: l'importante...
            io uso tre account di posta diversi, il mio computer è usato anche da mia moglie ergo quello che google "presume" delle mie sessioni è solo un "bel pasticcio"Sulla maggiore difficoltà della ricostruzione delle tue conversazioni sono d'accordo, io mi riferivo più semplicemente al semplice messaggio, questo penso abbia generato la maggior incomprensione
          • harvey scrive:
            Re: l'importante...
            - Scritto da: ullala
            è il bello della rete (che tu non capirai mai)
            ciascuno
            sceglie!
            non GOOGLE o chi altro sceglie!
            La rete sono io NON GOOGLE e neppure FB!Mi dispiace distruggere la tua enorme autostima, ma te non sei nulla.La rete e' ben altro. Se FB o GOOGLE chiudessero, moltissima gente se ne accorgerebbe. Se te smetti di accedere a internet, nessuno se ne accorgerebbe
            La rete c'era (e ci sarà) con o senza GOOGLE e
            con o senza
            FB!
            Ma senza di me e senza di te (e gli altri) la
            rete non c'è ne ci
            sarà.Quindi ricapitoliamo:- una azienda tra le 10 più importanti del mondo non conta nulla- tu, un individuo come miliardi, conti tantissimo, perche' se domani decidi di andartene, se ne andranno tutti?Ti ripeto, hai troppa autostima.....
            Io non ho bisogno di loro, loro invece hanno
            bisogno di
            me!Come a una banca svizzera ha bisogno di te.....
          • MeX scrive:
            Re: l'importante...
            anche se lo pubblico su FB quindi il punto è FB o il fatto che faccio un video delle mie prestazioni e lo diffondo?
          • ullala scrive:
            Re: l'importante...
            - Scritto da: MeX
            anche se lo pubblico su FB quindi il punto è FB
            o il fatto che faccio un video delle mie
            prestazioni e lo
            diffondo?Se ti va di farlo perchè no!Il problema non è quello il problema ce lo hai se non hai modo di farti il video e tenertelo per te o per te e chi vuoi tu esclusivamente!
          • MeX scrive:
            Re: l'importante...
            esatto.Ma se presto la cassetta all'amico per farlglielo vedere, o lo metto in rete pensando che tanto nessuno che conosco mi riconoscerà etc etc mi sono già messo nei guai.L'unico modo per essere certi che un'informazione non venga diffusa senza controllo e non comunicarla a NESSUNO.Una volta che lo dici anche solo al tuo migliore amico ti stai esponendo ad un rischio, perchè l'unico modo per controllare un'informazione e non condividerla.Per questo, per quanti precauzioni tu prenda se diffondi (a te piace più il termine trasporti) informazioni in rete ti esponi ad un rischio, calcolato, minimo tutto quello che vuoi, ma sei sempre e comunque esposto.
          • ullala scrive:
            Re: l'importante...
            - Scritto da: MeX
            esatto.

            Ma se presto la cassetta all'amico per farlglielo
            vedere, o lo metto in rete pensando che tanto
            nessuno che conosco mi riconoscerà etc etc mi
            sono già messo nei
            guai.

            L'unico modo per essere certi che un'informazione
            non venga diffusa senza controllo e non
            comunicarla a
            NESSUNO.

            Una volta che lo dici anche solo al tuo migliore
            amico ti stai esponendo ad un rischio, perchè
            l'unico modo per controllare un'informazione e
            non
            condividerla.

            Per questo, per quanti precauzioni tu prenda se
            diffondi (a te piace più il termine trasporti)
            informazioni in rete ti esponi ad un rischio,
            calcolato, minimo tutto quello che vuoi, ma sei
            sempre e comunque
            esposto.Non hai idea di cosa sia una rete che altro si può dire?
          • MeX scrive:
            Re: l'importante...
            che se viaggi con un furgone blindato sulla rete autostradale sei meno sicuro che a lasciarne il contenuto in un bunker.
          • Eretico scrive:
            Re: l'importante...
            - Scritto da: MeX
            anche se lo pubblico su FB quindi il punto è FB
            o il fatto che faccio un video delle mie
            prestazioni e lo diffondo?Mah a dire il vero la mia era una battuta.Comunque direi la seconda. Poi che mezzo usi per diffonderlo, FB o mySpace o P2P o il porta a porta (non la trasmissione) ecc, sono affari tuoi.Il problema che alludo e che tu ed altri non volete o non riuscite a capire è che un social network NON è tenuto a fare data retention. Tutto qua. Se lo fa è perchè hanno in mente di far fruttare a loro vantaggio (monetario) le tue informazioni o il tuo (ed altri) profilo. Questo senza che a te non venga riconosciuto nulla. In cambio ti danno quattro servizietti banali. Mi sembra che come ritorno non sia un granchè. Ma loro, grazie a te e tanti altri fanno miliardi alla faccia vostra. Penso di essere stato chiaro no ?. Ma tu cosa fai nella vita, beneficenza ?
          • MeX scrive:
            Re: l'importante...
            ma infatti su FB non pubblico certo poesie o testi di canzoni...Che si tengano quanto vogliono le foto fatte con il cellulare e le quattro XXXXXXXtine che scrivo ognitanto agli amici...
          • Nome e cognome scrive:
            Re: l'importante...
            - Scritto da: mavalavala

            e di mettere in atto le giuste contromisure che ti
            consentano di scegliere CONSAPEVOLMENTE cosa vale
            la pena (e cosa non) tenere "nel tuo
            cortile".
            Paranoico...sicuramentedopo la "diatriba" com Mex, paranoico e ....[yt]mMwhrDFBr1c[/yt]
  • ullala scrive:
    riuscite a capirlo?
    Per capire capisco ma purtroppo non ho mai usato facebook come dire, chi usa fb non capisce per definizione, altrimenti, non lo userebbero.Tu comunque la buona volontà, per avvertirli ce la hai messa. Ma io mi faccio poche illusioni sul fatto che possa bastare, caro Cala.
  • G,G scrive:
    La verità è che di te, di me...
    ...non gliene frega un XXXXX a nessuno!sai che gliene frega a FB se mi taggo in una foto in cui mi faccio una canna, se mando un link di youporn ad un mio amico, se la mia ragazza mi manda un immagine in cui è nuda (bhe forse questo si ;-)Tu non sei speciale! Tu sei solo la canticchiante e danzante XXXXX delluniverso!tengono i dati in un database? dove avrebbero dovuti tenerli? in un garage?I database possono essere interrogati? noooooooo che scoperta! FB serve per comunicare con il mondo?secondo voi il vostro provider della posta elettronica la vostra posta dove la tiene? secondo voi i suoi dipendenti (non tutti ovviamente) non possono accedere alla vostra casella senza la password? PS. io ho un profilo su FB e ho il livello di privacy impostato a minimo (profilo e foto visibili)
    • rido per non piangere scrive:
      Re: La verità è che di te, di me...
      Contento tu (rotfl) beata l'ignoranza
      • Flavio scrive:
        Re: La verità è che di te, di me...
        Ignoranza di chi? La tua.Ha detto solo cose vere. Da che mondo è mondo, qualunque sito deve avere un database per contenere dei dati. Se i dati non fossero nei database, come farebbero ad essere mostrati sul sito?
    • zuzzurro scrive:
      Re: La verità è che di te, di me...
      - Scritto da: G,G
      ...non gliene frega un XXXXX a nessuno!
      La penso come te: in effetti QUALUNQUE cosa finisca in rete DOVUNQUE sia può essere abusata in questo modo... e quando ti dicono "no, non è vero" sono solo chiacchiere "obbligate" dalla situazione o da qualche legge inutile tipo quella sulla privacy (inutile per il semplice fatto che il rispettarla è solo una questione di "superficie").Esempio: qualche anno fa una mia ex compagna che lavora per $provider&telefonia facendosi allegramente i c*zzi suoi ha cercato quanti "pinco pallo" erano registrati sul db e mi ha scritto... pertanto: quale novità c'è appunto nel dire "se interrogano il database vedono cosa ho scritto"??? :S
      • markoer scrive:
        Re: La verità è che di te, di me...
        Infatti. E pensa agli amministratori di SMSC ed MMSC, che grasse risate che si fanno ogni giorno...Cordiali saluti
    • Dr. Foobar scrive:
      Re: La verità è che di te, di me...

      ...non gliene frega un XXXXX a nessuno!
      Tu non sei speciale! Tu sei solo la canticchiante
      e danzante XXXXX
      delluniverso!puoi anche essere una canticchiante XXXXX, resta il fatto che a qualcuno gliene frega moltissimo di te. Per la precisione, a chi ti vede come un cliente.E' ovvio che non gliene frega un XXXXX a nessuno di vedere la tua foto in cui ti scaccoli, ma all'editore interessera' moltissimo quali sono gli ultimi libri che hai letto, al venditore di formaggio interessera' il fatto che sei diventato fan del grana padano, al venditore di materiale XXXXX interessera' sapere che scrivi solo in gruppi di discussione gay. E allora sarai il canticchiante e danzante consumatore dell'universo.
      • G,G scrive:
        Re: La verità è che di te, di me...
        bhe se il problema deve essere essere uno 0.000000000001% in una statistica, o il ritrovarmi delle pubblicità mirate quando navigo, sinceramente non mi importa più di tanto, anche perché uso adblock.
  • Vegeta90 scrive:
    allarmismi
    Quanti complottismi... a me Facebook piace e mi diverto, perché volerci per forza vedere qualcosa di male?
    • Shiba scrive:
      Re: allarmismi
      - Scritto da: Vegeta90
      Quanti complottismi... a me Facebook piace e mi
      diverto, perché volerci per forza vedere qualcosa
      di
      male?Cambierai idea quando la tua morosa vedrà la foto con la tua lingua in bocca ad un altra ragazza postata dai tuoi amici. :D
      • quota scrive:
        Re: allarmismi
        - Scritto da: Shiba
        - Scritto da: Vegeta90

        Quanti complottismi... a me Facebook piace e mi

        diverto, perché volerci per forza vedere
        qualcosa

        di

        male?

        Cambierai idea quando la tua morosa vedrà la foto
        con la tua lingua in bocca ad un altra ragazza
        postata dai tuoi amici.
        :DDagli ultimi resoconti di cronaca sembra che scambiarsele con i telefonini sia molto piu pervasivo.Non serve fb per questo
        • Shiba scrive:
          Re: allarmismi
          - Scritto da: quota
          Dagli ultimi resoconti di cronaca sembra che
          scambiarsele con i telefonini sia molto piu
          pervasivo.
          Non serve fb per questoDa quel che risulta a me invece è sucXXXXX questo e altro, qualche XXXXX si è pure fatto licenziare a causa degli amici cretini su Facebook.
          • Guge scrive:
            Re: allarmismi
            Se non è iscritto a FB e il suo capo sì è uguale...
          • Shiba scrive:
            Re: allarmismi
            Appunto, sta tutto nell'evitare Facebook come la peste. Ed evitare la gente che ti conosce che ha Facebook.
      • Flavio scrive:
        Re: allarmismi
        Se devi mettere la lingua in bocca ad una allora non stai con una ragazza
    • uffaaaaaaaa a scrive:
      Re: allarmismi
      - Scritto da: Vegeta90
      Quanti complottismi... a me Facebook piace e mi
      diverto, masochista? bontà tua...
      perché volerci per forza vedere qualcosa
      di male?forse perché C'E' qualcosa di male?tu invece perché vuoi tapparti per forza gli occhi?
      • quota scrive:
        Re: allarmismi
        - Scritto da: uffaaaaaaaa a
        forse perché C'E' qualcosa di male?
        tu invece perché vuoi tapparti per forza gli
        occhi?Scusa l'ignoranza e l'incapacità di entrare nei tuoi pensieri reconditi.Puoi portarci qualche prova reale di quanto affermi?Perche capisco che sei giovane e sei cresciuto in un regime semitotalitario, ma non capisco come mai su 1001 social networks esistenti ti scagli cosi contro FB.E' un'azienda che pensa al business e bontà nostra il business siamo noi. E' lo stesso discorso di telecom, dopo aver passato gli ip di alcuni utenti che scaricavano, il putiferio è stato cosi grande e le persone che chiedevano la dismissione dell'abbonamento cosi a valanga che non solo non l'hanno piu fatto ma sono passati alle vie legali contro chi l'ha richiesto per raccomandata e non per vie giudiziarie.Yahoo contro i dissidenti cinesi gli ha creato un botto pazzesco.FB contro chi? Al momento contro nessuno (a meno che tu non abbia prove a discapito e ti pregherei di scrivercele cosi da convincerci senza alcuna ombra di dubbio)Nel momento in cui FB dovesse vendere dissidenti al governo cinese sarebbe una azienda del valore di zero, non credo che questo sia lo scopo di alcuna azienda orientata al business
        • rido per non piangere scrive:
          Re: allarmismi
          FB porta all'egocentrismo esasperato, alla competitività di avere sempre piu' "falsi" amici, e alla perdita dei veri valori umani.Non ci vuole un genio per capire che FB potrebbe (dico potrebbe) essere buono se usato MOLTO poco.A sto punto non conviene usare una chat o un programma di IM (Jabber, etc) classico, e ci si trova fuori al bar e in giro tra amici come ai vecchi tempi?A quanto sembra a certe persone importa piu' spiaccicare la propria foto osè su FB, e rimanere superficiale nel resto. Contenti loro...
          • Flavio scrive:
            Re: allarmismi
            La colpa è delle persone, e non di Facebook. Sono le persone che si comportano così, non Facebook che le fa comportare così. Facebook è uno strumento messo a disposizione di esseri umani. Chi vuole, lo usa, chi non vuole, non lo usa.
        • CCC scrive:
          Re: allarmismi
          - Scritto da: quota
          - Scritto da: uffaaaaaaaa a

          forse perché C'E' qualcosa di male?

          tu invece perché vuoi tapparti per forza gli

          occhi?

          Scusa l'ignoranza e l'incapacità di entrare nei
          tuoi pensieri
          reconditi.
          Puoi portarci qualche prova reale di quanto
          affermi?
          Perche capisco che sei giovane e sei cresciuto in
          un regime semitotalitario, ma non capisco come
          mai su 1001 social networks esistenti ti scagli
          cosi contro
          FB.
          E' un'azienda che pensa al business e bontà
          nostra il business siamo noi.

          E' lo stesso discorso di telecom, dopo aver
          passato gli ip di alcuni utenti che scaricavano,
          il putiferio è stato cosi grande e le persone che
          chiedevano la dismissione dell'abbonamento cosi a
          valanga che non solo non l'hanno piu fatto ma
          sono passati alle vie legali contro chi l'ha
          richiesto per raccomandata e non per vie
          giudiziarie.

          Yahoo contro i dissidenti cinesi gli ha creato un
          botto
          pazzesco.

          FB contro chi? Al momento contro nessuno (a meno
          che tu non abbia prove a discapito e ti pregherei
          di scrivercele cosi da convincerci senza alcuna
          ombra di
          dubbio)
          Nel momento in cui FB dovesse vendere dissidenti
          al governo cinese sarebbe una azienda del valore
          di zero, non credo che questo sia lo scopo di
          alcuna azienda orientata al
          businessscusa ma... l'articolo lo hai letto o scrivi i commenti così, tanto per fare?
    • rido per non piangere scrive:
      Re: allarmismi
      Lol l'ingenuità dei giovanissimi (e a giudicare dal tuo nome, ci sei pienamente dentro in questa categoria).Aspetta 5-10 anni, poi vediamo come è stato bello disseminare le tue informazioni per mezza internet :P
    • Thepassenge r scrive:
      Re: allarmismi
      - Scritto da: Vegeta90Mi sono fermato al nickname...
    • markoer scrive:
      Re: allarmismi
      Il problema non è in Facebook (probabilmente utile per dire ai tuoi amici che vai a giocare a calcetto o altre menate) ma il fatto che la gente non si renda conto di come funzioni, e del fatto che loro possano molto facilmente ricostruire la tua vita e le tue attività, volendo.Non sono d'accordo con Calamari sul fatto che ci si debba astenersi dall'utilizzarlo. Ma è bene rendersi conto di cosa implichi.Francamente sono d'accordo con chi dice che ci sono situazioni in cui la privacy è molto, molto più a rischio che in Facebook, dove certamente nessuna persona sana di mente posterà informazioni confidenziali.Cordiali saluti
    • harvey scrive:
      Re: allarmismi
      Perche' molti hanno paura di cosa la gente potrebbe pensare se condividi un "Demotivational Posters" oppure ti potrebbero arrestare se condividi l'ultima vignetta su berlusconi (il governo vigila)Si vede che hanno tanta paura di cosa potrebbe fare il loro cervello, che non vogliono rischiare e non si inscrivono
  • bubba scrive:
    ecco a cosa porta facebook...
    Rumpus: Whats the most bizarre?Employee: I found a fake account created from Berkeley that used the profile picture and information from the brother of one of my very good friends. We looked up the guy who created the original profile, and he had never ever heard of him, never ever met him, obviously had never seen him. But this guy had evidently added him as a friend, and sadly he accepted it, but literally stole all of this guys information, created a fake account, and was communicating with himself from the fake account. He was writing on his wall and posting back to the other persons wall. We found out the guy actually had about fifteen fake accounts that he created, stealing other users pictures and information to create the accounts, and was actually communicating back and forth with himself. Just to try to make himself appear cool, I guess?Rumpus: Thats a really sad display of humanity.ahhah extra LOL... :
  • maurizio carena scrive:
    e non solo FB
    il problema della privacy violata e' sacrosanto e stupisce come la maggioranza degli stessi netizen, anche giovani, non si ponga il problema. Forse perche' non si conosce la storia. Comunque lo stesso problema si presenta usando il software proprietario. sappiamo bene quanti sporovveduti (absit injuria verbis) usano ancora explorer e si fanno prendere per il XXXX da bill gates con le sue backdoors e i suoi DRM. Pensandoci bene, poi, direi che il principale spione e' lo stato. Mi pare che in Italia ci siano dieci milioni di persone schedate, s-c-h-e-d-a-t-e, su cui il potere accumula e conserva informazioni a loro (nostra) insaputa. Tutto sommato la pervasivita'totalitaria e la bulimica data retention di FB, che pure trovo agghiaccianti, mi spaventano meno di quelle dei governativi. Se non altro FB mi offre un servizio. Questo stato da terzo mondo in cui mi tocca vivere non mi offre nemmeno quello, anzi mi fa solo XXXXXXXre. comunque bel pezzo. da meditare...
    • jessica scrive:
      Re: e non solo FB
      - Scritto da: maurizio carena
      il problema della privacy violata e' sacrosanto e
      stupisce come la maggioranza degli stessi
      netizen, anche giovani, non si ponga il problema.
      Forse perche' non si conosce la
      storia.
      Comunque lo stesso problema si presenta usando
      il software proprietario. sappiamo bene quanti
      sporovveduti (absit injuria verbis) usano ancora
      explorer e si fanno prendere per il XXXX da bill
      gates con le sue backdoors e i suoi
      DRM.
      Pensandoci bene, poi, direi che il principale
      spione e' lo stato. Mi pare che in Italia ci
      siano dieci milioni di persone schedate,
      s-c-h-e-d-a-t-e, su cui il potere accumula e
      conserva informazioni a loro (nostra)
      insaputa.
      Tutto sommato la pervasivita'totalitaria e la
      bulimica data
      retention
      di FB, che pure trovo agghiaccianti, mi
      spaventano meno di quelle dei governativi. Se non
      altro FB mi offre un servizio. Questo stato da
      terzo mondo in cui mi tocca vivere non mi offre
      nemmeno quello, anzi mi fa solo
      XXXXXXXre.
      comunque bel pezzo. da meditare...Questo stato da terzo mondo ti garantisce libertà la cui conquista è costata la vita a molti.Ciò che possiamo fare è ricordarlo a chi non lo sa (es. giovani)o lo trascura, facendo riflettere anche loro su queste nostre considerazioni.Possiamo inoltre supportare, anche finanziariamente chi difende la privacy in rete http://www.torproject.org/donate.html.it .Possiamo inoltre dargli un link a questa rubrica, per cui colgo l'occasione per ringraziare Marco e punto informatico.Saluti a tuttijessica onion
      • quota scrive:
        Re: e non solo FB
        - Scritto da: jessica
        Questo stato da terzo mondo ti garantisce libertà
        la cui conquista è costata la vita a
        molti.Chi rinuncia alla libertà per raggiungere la sicurezza, non merita né la libertà né la sicurezza (Benjamin Franklin)Dovresti uscire ogni tanto perche mi sa che passi troppo tempo sul PC ultimamente, dagli anno 20 ad oggi sono cambiate parecchie cose e oggi parlare di libertà in italia è particolarmente utopistico (come parlare di sicurezza d'altro canto)
    • white head scrive:
      Re: e non solo FB
      E con tutti questi spioni tu ancora scrivi dei commenti nei blog... attento!
      • quota scrive:
        Re: e non solo FB
        - Scritto da: white head
        E con tutti questi spioni tu ancora scrivi dei
        commenti nei blog...
        attento!Questo è un forum non un blog
  • Eretico scrive:
    Sospetto
    " Voi utenti o famuli di Facebook, riuscite a capirlo? "Bella domanda.Mi sà di no e anche se fosse ho l'atroce sospetto che non gliene importi poi molto se non per niente. Sempre fedeli alla regola "tanto non ho nulla da nascondere".Comunque c'era da immagirsela una situazione di questo tipo. Almeno io c'ero arrivato da un bel pezzo. Basta accedere un pò il cervellino.P.S.Sarebbe interesante poter leggere l'articolo in italiano.
    • Marco scrive:
      Re: Sospetto
      "Sempre fedeli alla regola "tanto non ho nulla da nascondere"."be', sì.per me la regola è fondamentalmente quella.anche io mi sono sempre chiesto: "e se queste informazioni venissero utilizzate da altri?"la successiva domanda mi risulta essere: "in che modo e a che scopo usare quelle informazioni?"quello che non voglio far sapere non lo pubblico certo su facebook.conoscono la mia faccia, il mio giro di amicizie e di parenti.ma è naturale che quando interagisci con le persone (anche nel mondo "fisico") queste finiscano per conoscerti. ed è probabile che di alcune cose vengano a conoscenza anche persone che tu non conosci.in rete ovviamente il tutto è dilatato e moltiplicato, ma questo e il bello/brutto della rete.sarò limitato in quanto a fantasia, ma non mi viene in mente niente di estremamente negativo nell'uso sensato dei social networks.e dire che sono uno sempre sul ciglio della paranoia.
      • Pollo scrive:
        Re: Sospetto
        Hai paragonato l'uso dei tuoi dati fatto da Facebook (o da Google) a quello che farebbe una qualuncue persona che ti possa coscere nel mondo reale.Ma se invece di una persona fosse un algoritmo progettato per lo scopo X, a questo punto raggiungere lo scopo X o capire se lo scopo X con te puo' funzionare (puo' essere attuato) e' un gioco da ragazzi con tutta mole di dati che puo' essere analizzata e che ti riguarda. Anche dati indiretti: pensa alla cerchia dei tuoi amici e alle correlazione che ci puo' essere fra loro e te, per esempio tu puoi anche non dire (o lasciare traccia) dei tuoi "gusti" cinematografici, ma se le tracce le lasciano i vari tuoi amici allora con buone probabilita' si possono ragionevolmente (il ragonemolmente e' un algoritmo a stabilirlo, che puo' essere perfezionanto con tempo) conoscere anche i tuoi di "gusti".Altra cosa che no hai tenuto in considerazione e' il tempo, ovvero, puo' essere che questi tuoi dati possano trovare "un uso" fra (per esempio) 3 anni per una finalita' che ora tu neanche immagini.In sostanza sono informazioni che ti riguardano ma che non puoi' gestire e quindi non sono piu' realmente tue, pertanto non puoi neanche cancellarle dalla memoria di un server nel momento che vorrai farlo.
        • echoesp1 scrive:
          Re: Sospetto

          Altra cosa che no hai tenuto in considerazione e'
          il tempo, ovvero, puo' essere che questi tuoi
          dati possano trovare "un uso" fra (per esempio) 3
          anni per una finalita' che ora tu neanche
          immagini.Esempio stupidissimo a prova di scimmia: sono uno scout ed ovviamente me ne vanto, ho gli amici tutti iscritti al fan club scout, ecc ecc ecc...Ad oggi tutto bene; poi fra 3 anni succede qualcosa e chi è scout è un delinquente (scusatemi scout, non ce l'ho con voi!). Tutti a dire "mai stato scout, assolutamente!". Ma guardando indietro (che oggi significa non consultare i libri di storia ma interrogare i database) ecco i simpatizzanti venire fuori.Si, sono consapevole del ridicolo esempio, ma non fermiamoci allo scout, pensiamo allo schema di ragionamento da applicare.In tutto ci vuole del criterio e la soluzione perfetta non esiste, ma non capisco ancora perchè ci si inkazza se ti chiamano al telefono a casa per i sondaggi e si minaccia "chi ti ha dato il mio numero, io ti denuncio!" e poi al primo social network ogni pensiero, kazzata, idea, viene spiattellata.Un grosso MAH.
        • Emanuele scrive:
          Re: Sospetto
          Vivete la vita ragazzi, più fuori che su facebook... questo è il mio consiglio!io sono registrato, mantengo contatti, leggo e posto stupidaggini, alla fine è uno svago, certo lo sapevo ancora quando mi sono iscritto che tutto resta, ma appunto non ho nulla da nascondere!E' palese che questo "data retention" abbia fini principalmente commerciali, ma allora stà a no dividere lo svago dal prenderla in quel posto.... parlando di algoritmi X che dovrebbero sottomertci!!!Accendiamo la mente e utilizziamo le cose se ci va, perchè no? ovvio stiamo sempre attenti a non farci XXXXXXX...A me personalmente di quello che ci fà Facebook con i miei dati non mi interessa, i dati sensibili miei sono reperibili cmq come di ognuno di noi!Se si vuole essere paranoici dovreste sapere che in google come in yahoo ci sono stuole di personaggi che dicono di occuparsi di inderizzi "IP"... ovvero controllano come si comportano gli utenti su internet, da che provider si collegano su che indirissi di posta accedono... insomma se si ha paura del controllo beh lo si è già anche senza facebook...Indi per cui inutile fasciarci la testa con troppe congetture, che siano vere o no che ci possiamo fare?? sovvertire il mondo con l'anarchia?
      • Anon scrive:
        Re: Sospetto

        conoscono la mia faccia, il mio giro di amicizie
        e di
        parenti.
        ma è naturale che quando interagisci con le
        persone (anche nel mondo "fisico") queste
        finiscano per conoscerti. ed è probabile che di
        alcune cose vengano a conoscenza anche persone
        che tu non
        conosci.Solo questo? Probabilmente conoscono anche il tuo pensiero, orientamento politico, gusti personali, dove hai passato le vacanze, dove abiti..."Conoscono" non mi piace, come termine, non c'è un soggetto. Facciamo un breve elenco di chi potrebbe accedere a queste informazioni:- Il tuo capo (e chi glielo spiega che quella sera avevi bevuto così tanto, proprio quando il giorno dopo c'era quell'importante riunione?)- Il tuo Stato, quindi Silvio, le Banche, società di marketing, editoriali e chissà cos'altro (chissà se te lo concedono quel prestito, ora che hanno scoperto che sei iscritto al gruppo "uccidiamo di risate berlusconi")- La polizia (credi che se sei iscritto al gruppo "legalizziamo la maria" non abbiano qualche sospetto sulle tue abitudini?)- ...Questi sono semplici esempi.. Ci sono casi in cui la questura è tenuta (se non obbligata) ad investigare su di te, e facebook può essere usato molto facilmente per avere informazioni su di te
        sarò limitato in quanto a fantasia, ma non mi
        viene in mente niente di estremamente negativo
        nell'uso sensato dei social
        networks.
        e dire che sono uno sempre sul ciglio della
        paranoia.Spero di averti aiutato a vederci meglio allora :)E non dire che non inserisci almeno qualcuna di quelle informazioni, non ci credo. Usare Facebook senza fornire quelle informazioni equivale a non usarlo.. Non c'è un uso sensato dei social network, perchè non hanno un senso..
        • G,G scrive:
          Re: Sospetto

          - Il tuo capo (e chi glielo spiega che quella
          sera avevi bevuto così tanto, proprio quando il
          giorno dopo c'era quell'importante
          riunione?)Se il mio capo spia la mia vita privata, preferisco essere licenziato che continuare a lavorare per lui
          - Il tuo Stato, quindi Silvio, le Banche, società
          di marketing, editoriali e chissà cos'altro
          (chissà se te lo concedono quel prestito, ora che
          hanno scoperto che sei iscritto al gruppo
          "uccidiamo di risate
          berlusconi")Non credo che lo Stato abbia bisogno di FB per fare queste cose...
          - La polizia (credi che se sei iscritto al gruppo
          "legalizziamo la maria" non abbiano qualche
          sospetto sulle tue
          abitudini?)qui sarebbe interessante vedere quante carceri bisogna costruire per arrestare tutti quelli iscritti a quei gruppi, sicuramente anche un ampia cerchia dei loro amici saranno a conoscenza delle loro abitudini, sono complici!
          Questi sono semplici esempi.. Ci sono casi in cui
          la questura è tenuta (se non obbligata) ad
          investigare su di te, e facebook può essere usato
          molto facilmente per avere informazioni su di
          te è per quello che lo uso, per far si che gli altri abbiano informazioni su di me!

          sarò limitato in quanto a fantasia, ma non mi

          viene in mente niente di estremamente negativo

          nell'uso sensato dei social

          networks.

          e dire che sono uno sempre sul ciglio della

          paranoia.

          Spero di averti aiutato a vederci meglio allora :)
          E non dire che non inserisci almeno qualcuna di
          quelle informazioni, non ci credo. Usare Facebook
          senza fornire quelle informazioni equivale a non
          usarlo.. Non c'è un uso sensato dei social
          network, perchè non hanno un
          senso..Sarò pazzo o visionario, ma se si prende la strada giusta, forse, in un giorno non troppo lontano la gente potrebbe riuscire ad essere più libera, e non ci sarà più bisogno di una doppia morale.una relativa alle cose che faccio ed una relativa alle cose che dico di fare!
          • pippO scrive:
            Re: Sospetto

            Sarò pazzo o visionario, ma se si prende la
            strada giusta, forse, in un giorno non troppo
            lontano la gente potrebbe riuscire ad essere più
            libera, e non ci sarà più bisogno di una doppia
            morale.No, un martire ;)
        • MeX scrive:
          Re: Sospetto
          io sono per la legalizzazione della maria ma non l'ho mai consumata / acquistata / venduta in vita mia, quindi che indaghino pure
          • harvey scrive:
            Re: Sospetto
            - Scritto da: MeX
            io sono per la legalizzazione della maria ma non
            l'ho mai consumata / acquistata / venduta in vita
            mia, quindi che indaghino
            pureE perchè dovrebbero indagare?Mica stai facendo nessun reato....E' come se domani facessero il referendum per la legalizzazione e chi vota si gli perquisiscono casa :D
          • MeX scrive:
            Re: Sospetto
            ragionavo per assurdo
          • Alexander Liveriero scrive:
            Re: Sospetto

            E' come se domani facessero il referendum per la
            legalizzazione e chi vota si gli perquisiscono
            casa
            :DE' di questo che bisogna aver paura, come sanno chesa ho votato io al referendum??
        • echoesp1 scrive:
          Re: Sospetto

          Scusa la domanda veramente idiota, ma tu credi
          che lo stato/polizia indaghi sui sospetti su
          fb?La risposta è sì! E te l'ha data proprio l'attuale Ministro Maroni ed il caso della madonnina tirava a Berlusconi.
          • quota scrive:
            Re: Sospetto
            - Scritto da: echoesp1

            Scusa la domanda veramente idiota, ma tu credi

            che lo stato/polizia indaghi sui sospetti su

            fb?

            La risposta è sì! E te l'ha data proprio
            l'attuale Ministro Maroni ed il caso della
            madonnina tirava a
            Berlusconi.Ignoranza mia, mi spieghi perche non ne so nulla?
          • harvey scrive:
            Re: Sospetto
            - Scritto da: echoesp1
            La risposta è sì! E te l'ha data proprio
            l'attuale Ministro Maroni ed il caso della
            madonnina tirava a
            Berlusconi.La polizia indaga su tutte le cose illegali. Se lo fai su FB o al bar e' indifferente. La legge va applicata pure su FB, visto che non e' il mondo dei balocchi Se poi la gente e' stupida, e' giusto che ne subisca le conseguenze, magari prima di far male a qualcuno
        • Ekleptical scrive:
          Re: Sospetto
          - Scritto da: Anon
          - Il tuo capoIl mio capo è fra i miei amici su Facebook!!!Come peraltro responsabili dell'ufficio risorse umane della mia azienda...
          (e chi glielo spiega che quella
          sera avevi bevuto così tanto, proprio quando il
          giorno dopo c'era quell'importante
          riunione?)Se sei XXXXX, non è colpa di Facebook!
          - Il tuo Stato, quindi Silvio, le Banche, società
          di marketing, editoriali e chissà cos'altroLa mia mail ce l'ha pure lo spazzino del quartiere, probabilmente. La do in giro senza problemi.
          (chissà se te lo concedono quel prestito, ora che
          hanno scoperto che sei iscritto al gruppo
          "uccidiamo di risate
          berlusconi")Non ho bisogno di prestiti e l'unica cosa che interessa alla banca è che tu possa dargli indietro i soldi. Sai a chi frega qualcosa che odi Berlusconi. Peraltro, oltre ad essere iscritto ad n gruppi anti-Berlusconi, io ho la tessera del PD e mi faccio ogni tanto banchetti e volantinaggi di partito! Io non mi nanscondo. Il mio pensiero è sempre esplicito.
          - La polizia (credi che se sei iscritto al gruppo
          "legalizziamo la maria" non abbiano qualche
          sospetto sulle tue
          abitudini?)Addirittura!!! E quindi?L'altro giorno ho scritto un messagio infoiato di apologia della canna. (Ribadisco, col capo e risorse umani amici in FB! e quindi?)
          Questi sono semplici esempi.. Ci sono casi in cui
          la questura è tenuta (se non obbligata) ad
          investigare su di teMa va là.Non siamo mica a Cuba. Casomai dovesse diventare una dittatura, me ne vado sulle montagne col fucile...quello no che non lo scriverei su FB, effettivamente, te lo concedo! :D
          Non c'è un uso sensato dei social
          network, perchè non hanno un
          senso..Ne hanno eccome: ci si diverte un sacco!
        • Marco scrive:
          Re: Sospetto
          rispondo qui a te ma ho letto anche tutte le altre idee sull'utilizzo del data retention.è vero che "conoscono" (scusa se uso questa parola, è che non la voglio fare troppo lunga. facciamo che ci intendiamo sul significato) le mie abitudini.mettiamo pure che sappiano che sono andato al cinema a vedere il film X, sicuramente sanno anche che sono grillodipietrista, che passo le vacanze al mare e tante altre cose.il fatto è che a me non turba affatto che lo sappiano o che possano farci delle statistiche di marketing (uso adblock+, e le pubblicità che non filtro semplicemente non le guardo nemmeno).mi guardo bene dal riferire a chi mi rivolgo per comprare il grammo d'erba che fumo una volta alla settimana. non lo scrivo su facebook allo stesso modo in cui non ne parlo al telefono.il mio capo mi fa le pippe fintanto che sul lavoro faccio il mio dovere.gli algoritmi che "mi studiano" non mi tangono, perché non vivo la vita seguendo il mainstream che potrebbe influenzarmi.giorni fa leggevo, proprio qui su PI, che ci sono i flash-coockies che tengono traccia delle mia scorrazzate per la rete al di fuori del mio computer.quello che volgio dire è che, chi non vuole lasciare tracce, in rete non ci deve proprio mettere piede.se mi lasciassi intimorire farei il gioco di chi la rete la odia.
        • Alexander Liveriero scrive:
          Re: Sospetto
          Se c'è anche il minimo
          sospetto che tu possa essere squilibrato, il
          questore semplicemente non ti concede il porto
          d'armi.Questa è bella! l'esempio non calza vista la mole di squilibrato con regolare porto d'armi viene da pensare che solo loro ce l'hanno!!!infatti una persona ragionevole NON chiede il porto d'armi!per il resto penso questo:Se si è contrari o non convinti non usate i social network, ma nemmeno usate il cellulare (il gestore sa, registra, e legge ogni singolo messaggio sms, abitudini di viaggio etc) oppure usateli sapendo che "le forze oscure" sanno comunque già molto più su di noi di quanto siamo disposti ad ammettere.CiaoAlexander
      • CCC scrive:
        Re: Sospetto
        - Scritto da: Marco[...]
        sarò limitato in quanto a fantasia, ma non mi
        viene in mente niente di estremamente negativo
        nell'uso sensato dei social
        networks.prioprio nessun amico in cina o iran?o qualche conoscente che lavora alla C1A o FB1 o robette simili, magari anche nostrane?
        • quota scrive:
          Re: Sospetto
          - Scritto da: uffaaaaaaaa a
          basta esserci: ed essere amico di un amico di un
          conoscente
          di...Scusa questa è paranoia di paranoia di paranoia, partendo dalla teoria dei 7 livelli tu sei amico di amico di amico di amico di un centinaio di killer e qualche migliaio di mafiosi.Se fossi in te andrei a denunciarmi
          • Marko scrive:
            Re: Sospetto
            Bah anche a mio parere sono più paranoie che altro. Certo, se ti iscrivi a gruppi tendenziosi, pubblichi migliaia di informazioni personali e intime e ovvio che non sia il massimo...questo sta alla tua intelligenza. Ma se FB lo usi solo per pubblicare le foto delle tue vacanze, fare gli auguri di compleanno e mandare un messaggio ogni tanto a qualche amico che non senti cosa vuoi che sia. Ok può darsi che riescano anche a capire i miei gusti, ma tanto meglio: mi arriverà pubblicità più consona al mio modo di pensare, e alla fine non potrà che tornarmi utile. Tanto sta cosa è sempre esistita: anche per posta o telefono ti arriva pubblicità mirata, e non mi pare sia mai morto nessuno per questo...
          • nessuno scrive:
            Re: Sospetto
            - Scritto da: Marko
            Bah anche a mio parere sono più paranoie che
            altro. Certo, se ti iscrivi a gruppi tendenziosi,
            pubblichi migliaia di informazioni personali e
            intime e ovvio che non sia il massimo...questo
            sta alla tua intelligenza. Ma se FB lo usi solo
            per pubblicare le foto delle tue vacanze, fare
            gli auguri di compleanno e mandare un messaggio
            ogni tanto a qualche amico che non senti cosa
            vuoi che sia. Ok può darsi che riescano anche a
            capire i miei gusti, ma tanto meglio: mi arriverà
            pubblicità più consonaGiusto, pensala solo in termini pubblicitari (a parte che comunque la pubblicità meno arriva e meglio è, a meno che tu non sia masochista).Ipotizziamo che questo bel governo, dopo aver privatizzato gli uffici di collocamento (Agenzie interinali) e la protezione Civile (Protezione Civile SpA) decida a piccoli passi di privatizzare anche il proficuo settore della Salute.Una volta che tale proXXXXX sarà portato a termine ovviamente al cittadino non resterà altro che farsi una assicurazione sanitaria.da qualche anno però il Pinco Pallino ha un account Facebook dove parla più o meno liberamente con i suoi amici delle sue abitudini e preferenze culinarie e sportive.Al moneto della stipula dell' assicurazione, la Safe Secure SpA sguinzaglia il suo algoritmo, che come un fedele segugio riporta eventuali dati "interessanti" che ha trovato negli archivi dei S.N. e in base anche a questi deciderà se assicurarlo o meno e la relativa tariffa.magari le sue abitudini potrebbero essere anche completamente cambiate (magari ha smesso di fumare) ma chi glielo spiega alla Safe Secure SpA?al mio modo di pensare, e
            alla fine non potrà che tornarmi utile. Tanto sta
            cosa è sempre esistita: anche per posta o
            telefono ti arriva pubblicità mirata,- Mi ricordo che 20 anni fa ne esisteva molta di meno, e devo dirti che la cosa non mi dava fastidio, anzi....
            e non mi
            pare sia mai morto nessuno per
            questo...- Deve per "forza far morire" per essere evitata?
          • quota scrive:
            Re: Sospetto
            - Scritto da: nessuno
            Giusto, pensala solo in termini pubblicitari (a
            parte che comunque la pubblicità meno arriva e
            meglio è, a meno che tu non sia
            masochista).Giusto ma se vuoi usufruire gratuitamente di alcuni servizi allora inizia a pagarne il costo per intero.
            Al moneto della stipula dell' assicurazione, la
            Safe Secure SpA sguinzaglia il suo algoritmo, che
            come un fedele segugio riporta eventuali dati
            "interessanti" che ha trovato negli archivi dei
            S.N. e in base anche a questi deciderà se
            assicurarlo o meno e la relativa
            tariffa.E' evidente che non conosci la sezione investigativa, non ha bisogno di FB, tu lasci cosi tante traccie nel mondo reale senza neanche accorgertene che neanche poi immaginartelo.Basta controllarti il bancomat e il codice fiscale e sanno tutto di tutto senza andare a scomodare FB.Per farlo tra l'altro dovrebbero necessariamente avere accordi con FB stesso che in un caso del genere chiuderebbe subito
            - Mi ricordo che 20 anni fa ne esisteva molta di
            meno, e devo dirti che la cosa non mi dava
            fastidio,
            anzi.... Non avevi nulla gratis, se andavi a lavorare all'estero non ti restava che scrivere una lettera per stare in contatto e sperare di avere una risposta in 2 3 mesi, si si tutto bello ma il mondo cambia e io vorrei stare al passo con i tempi piuttosto che lamentarmi che una volta stavo meglio
          • nessuno scrive:
            Re: Sospetto
            - Scritto da: quota
            - Scritto da: nessuno

            Giusto, pensala solo in termini pubblicitari (a

            parte che comunque la pubblicità meno arriva e

            meglio è, a meno che tu non sia

            masochista).

            Giusto ma se vuoi usufruire gratuitamente di
            alcuni servizi allora inizia a pagarne il costo
            per
            intero.non ho detto di eliminarla totalmente.Ti sei mai chiesto di tutta la pubblicità che vedi in giro quanta effettivamente serve per pagare il servizio e quanta poi va ad arrichire le tasche di coloro che non si accontentano mai?Se hai un po di intelligenza riusciresti a capire che di pubblicità ne servirebbe molto meno di quella che si vede in giro, se il mezzo fosse giustificato dal ripagare in modo equo il servizio.Una decina di anni orsono ero iscritto a molti forum di discussione gratuiti, nei quali era presente un cinquatesimo della pubblicità che vedi oggi


            Al moneto della stipula dell' assicurazione, la

            Safe Secure SpA sguinzaglia il suo algoritmo,
            che

            come un fedele segugio riporta eventuali dati

            "interessanti" che ha trovato negli archivi dei

            S.N. e in base anche a questi deciderà se

            assicurarlo o meno e la relativa

            tariffa.

            E' evidente che non conosci la sezione
            investigativa, non ha bisogno di FB, tu lasci
            cosi tante traccie nel mondo reale senza neanche
            accorgertene che neanche poi
            immaginartelo.
            Basta controllarti il bancomat e il codice
            fiscale e sanno tutto di tutto senza andare a
            scomodare
            FB.
            Per farlo tra l'altro dovrebbero necessariamente
            avere accordi con FB stesso che in un caso del
            genere chiuderebbe
            subitoMica te li vengono a dire pubblicamente gli accordi che ci sono sotto.per quanto riguarda il bancomat al massimo possono sapere dove e quando ho prelevato una certa quantità di denaro, non di certo molte cose sulle mie abitudini che invece in un S.N. è molto facile reperire.


            - Mi ricordo che 20 anni fa ne esisteva molta
            di

            meno, e devo dirti che la cosa non mi dava

            fastidio,

            anzi....

            Non avevi nulla gratis,- i sacchetti della spesa del supermercato erano gratis, adesso si pagano- alla RAI facevano pochissima pubblicità solo "fuori" dai programmi, adesso te la rifilano ongi 5 minuti e ti paghi pure il canone sempre + salato.
            se andavi a lavorare
            all'estero non ti restava che scrivere una
            lettera per stare in contatto e sperare di avere
            una risposta in 2 3 mesi, si si tutto bello ma il
            mondo cambia e io vorrei stare al passo con i
            tempi piuttosto che lamentarmi che una volta
            stavo
            meglioe che c' entra questo, io non sto parlando di eliminare internet, ma di farne un uso + intelligente.
          • Marco scrive:
            Re: Sospetto
            - Scritto da: nessuno
            Al moneto della stipula dell' assicurazione, la
            Safe Secure SpA sguinzaglia il suo algoritmo, che
            come un fedele segugio riporta eventuali dati
            "interessanti" che ha trovato negli archivi dei
            S.N. e in base anche a questi deciderà se
            assicurarlo o meno e la relativa
            tariffa.
            magari le sue abitudini potrebbero essere anche
            completamente cambiate (magari ha smesso di
            fumare) ma chi glielo spiega alla Safe Secure
            SpA?voglio sperare che in questo ipotetico futuro esistano ancora gli esami medici per verificare il tuo effettivo stato di salute.
        • CCC scrive:
          Re: Sospetto
          [...]
          Bello che su questo argomento chi ne sa di più è
          sempre che non l'ha mai
          utilizzato.

          A occhio una delle due affermazioni non è vera"a occhio"... hai bisogno di un oculista
        • harvey scrive:
          Re: Sospetto
          - Scritto da: uffaaaaaaaa a
          mi sa che ancora non hai capito come funziona
          f...

          basta esserci: ed essere amico di un amico di un
          conoscente
          di...Allora campa di più chi non lavora e sta sempre a casa?Sai, un collega di collega, oppure andare in un bar dove e' stato un dissidente....
Chiudi i commenti