Bahrein, arrestato moderatore di forum

Le autorità lo ritengono responsabile per i commenti diffamanti postati da alcuni utenti sull'emiro Hamad bin Isa Al-Khalifa bin Sulman Al-Khalifa, che guida il paese

Manama (Bahrein) – Viene considerato un tremendo delitto accusare con vivacità il monarca del Bahrein, paese che grazie al gas naturale e al petrolio si colloca tra i più ricchi della penisola arabica. Un delitto tale da portare alla prigione persino chi quei commenti non ha proferito né scritto.

Tale è infatti la situazione di Ali Abdel Iman, il gestore del sito Bahrainonline.org , uno spazio web interamente dedicato alla discussione tra utenti sui temi più diversi. Utenti del sito avrebbero pubblicato alcuni commenti piuttosto pesanti sull’emiro Hamad bin Isa Al-Khalifa bin Sulman Al-Khalifa (nella foto) e Abdel Iman è stato arrestato.

L’avvocato del webmaster ha spiegato che il suo cliente si professa innocente ed ha intenzione di controbattere alle accuse. Ciò nonostante, viste le leggi del paese, dovrà rimanere in carcere almeno 15 giorni. Con lui anche due studenti, moderatori del forum, il cui destino giudiziario appare ancora incerto sebbene le accuse contro di loro non si differenzino da quelle lanciate contro il webmaster.

Il Sovrano del Bahrein Quella che qui da noi può sembrare una inedita confusione nell’attribuzione delle responsabilità, in Bahrein rappresenta un terreno sul quale la normativa è ancora ben lungi dall’esprimersi con chiarezza, rendendo quindi il procedimento appena avviato un caso-chiave sui diritti digitali nel paese.

Va detto che non è la prima volta che le autorità del Bahrein usano la mano dura contro certe pubblicazioni in rete: nel 2002 furono chiusi numerosi siti che secondo il Governo propagandavano bugie. Un’operazione di censura che a suo tempo causò numerose quanto vane proteste.

Secondo Reporters sans frontières ci si trova dinanzi all’ennesimo caso di aggressione alla libertà di espressione. L’organizzazione internazionale dei giornalisti ha chiesto che venga al più presto rivista l’attuale legge sulla stampa che avrebbe contribuito ad inguaiare i gestori del sito. Secondo quella legge, chiunque può dire ciò che pensa ma solo se “non mina la fede islamica, l’unità del popolo o la persona del monarca, e non fomenta divisioni e comportamenti settari”. Per i colpevoli è prevista una pena detentiva fino ad un massimo di 15 anni di carcere.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ottima iniziativa del garante
    Ottima iniziativa del garante. Così chi vuole pubblica tutti i suoi dati, chi no ha la possibilità di mettere solo cognome, nome e telefono DI CASA (senza indirizzo, cosa ora obbligatoria).Nuovo elenco molto più flessibile, per quanto mi riguarda pubblicherò volentieri il cellulare che do ai miei amici, poi se noterò che in troppi rompono le scatole si può tranquillamente tornare indietro l'anno successivo.
  • Anonimo scrive:
    Cattivoni!
    Beh se al Garante da fastidio come gestiscono gli operatori la cosa cominci a asparare belle multone pesanti e conquei soldi paghi una campagna.Il fatto di dire loro "kattivoni".... di sicuro lascia il tempo che trova.Mauro
  • danieleNA scrive:
    e-mail e pubblicità
    vorrei inserire un mio indirizzo e-mail.Però non mi è chiaro se il blocco della pubblicità riguarda anche la e-mail o solo telefonate e corrispondenza cartacea.Credo che le e-mails non siano protette, ma se qualcuno ne sa qualcosa.Grazie.
    • Anonimo scrive:
      Re: e-mail e pubblicità
      - Scritto da: danieleNA
      vorrei inserire un mio indirizzo e-mail.
      Però non mi è chiaro se il blocco della
      pubblicità riguarda anche la e-mail o solo
      telefonate e corrispondenza cartacea.
      Credo che le e-mails non siano protette, ma se
      qualcuno ne sa qualcosa.

      Grazie.per l'invio di pubblicitaà via e-mail il titolare del trattamento deve chiedere un consenso informato preventivo.quindi la pubblicazione dell'indirizzo non ha alcun valore per la pubblicitaà .
  • Anonimo scrive:
    Si stanno vendendo pure gli italiani
    I dati, i nomi e gli indirizzi degli italiani facevano gola a molti, e adesso lo stato se li è venduti alle multinazionali. Dopo i monumenti storici e i parchi, ormai non restano molte altre manovre di salvataggio. A quando la vendita diretta del nostro didietro?
    • Anonimo scrive:
      Re: Si stanno vendendo pure gli italiani
      i nomi e gli indirizzi di tutti gli italiani sono liberamente consultabili sugli elenchi elettorali di tutti i comuni già da anni...
      • Anonimo scrive:
        Re: Si stanno vendendo pure gli italiani
        - Scritto da: Anonimo
        i nomi e gli indirizzi di tutti gli italiani sono
        liberamente consultabili sugli elenchi elettorali
        di tutti i comuni già da anni...e anche la misura del didietro?
        • Anonimo scrive:
          Re: Si stanno vendendo pure gli italiani
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          i nomi e gli indirizzi di tutti gli italiani
          sono

          liberamente consultabili sugli elenchi
          elettorali

          di tutti i comuni già da anni...

          e anche la misura del didietro?... alcune sono già note, dovresti saperlo
      • Anonimo scrive:
        Re: Si stanno vendendo pure gli italiani
        - Scritto da: Anonimo
        i nomi e gli indirizzi di tutti gli italiani sono
        liberamente consultabili sugli elenchi elettorali
        di tutti i comuni già da anni...Non è vero. le liste elettorali sono consultabili solo per determinati scopi--
        elettorali.
        • Anonimo scrive:
          Re: Si stanno vendendo pure gli italiani
          - Scritto da: Anonimo
          Non è vero. le liste elettorali sono consultabili
          solo per determinati scopi--
          elettorali.Certo, certo, e li consultava anche la marmotta mentre incartava la cioccolata (per vendere la cioccolata per corrispondenza).
    • Anonimo scrive:
      Re: Si stanno vendendo pure gli italiani
      Ma che dici? Se non vuoi non compare niente dei tuoi dati. Puoi addirittura non far comparire neppure il tuo indirizzo (cosa che prima non si poteva).Io trovo molto utile la cosa, visto che mi fa piacere pubblicare uno dei miei cellu così che chi ha perso il mio numero lo ritrovi!(PS: sarebbe bello poter scrivere anche quando essere contattati, tipo ore pasti, o solo al giovedi sera, ecc., devo proporlo al garante)!
  • Anonimo scrive:
    e se il modulo non viene compilato ?
    Ma se una persona non compila nè spedisce il modulo, cosa succede ?il nominativo viene incluso o meno nell'elenco ?
    • Anonimo scrive:
      Re: e se il modulo non viene compilato ?
      - Scritto da: Anonimo
      Ma se una persona non compila nè spedisce il
      modulo, cosa succede ?
      il nominativo viene incluso o meno nell'elenco ?non vale silenzio assenzo
      • Anonimo scrive:
        Re: e se il modulo non viene compilato ?
        Dall'informativa Telecom: "... se non rispondera' entro 60 giorni,Lei verra' inserito nei nuovi elenchi ......solo se il Suo nome compare gia' nei vecchi elenchi". E mi sembra RAGIONEVOLE.Quello che non e' chiarissimo e' SE finisco in questo caso PER DEFAULT anche tra i possibili destinatari di pubblicita' (dovrebbero valere fantomatiche scelte fatte al momento del contratto e probabilmente seminascoste da caratteri di stampa nanometrici):Io a scanso di equivoci ho spedito il modulo con la RINUNCIA ALLA PUBBLICITA' bene in evidenza.- Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Ma se una persona non compila nè spedisce il

        modulo, cosa succede ?

        il nominativo viene incluso o meno nell'elenco ?

        non vale silenzio assenzo
        • Anonimo scrive:
          Re: e se il modulo non viene compilato ?
          - Scritto da: Anonimo
          Dall'informativa Telecom: "... se non rispondera'
          entro 60 giorni,Lei verra' inserito nei nuovi
          elenchi ......solo se il Suo nome compare gia'
          nei vecchi elenchi".
          E mi sembra RAGIONEVOLE.am me non sembra ragionevole perche' il diritto è nuovo e la magigore difesa si ottiene con la rinuncia, quindi il default dovrebbe essere NON PUBBLICARE.rino
          • Anonimo scrive:
            Re: e se il modulo non viene compilato ?

            am me non sembra ragionevole perche' il diritto è
            nuovo e la magigore difesa si ottiene con la
            rinuncia, quindi il default dovrebbe essere NON
            PUBBLICARE.
            rinoil senso dell'utilità del telefono non deve essere perso di vista per colpa dei markettari del cavolo.rinunciate alla pubblicità espressamente, ma pensateci prima di farvi togliere dall'elenco o di desiderare che migliaia di persone anziane ignare diventino irreperibili...
          • Anonimo scrive:
            Re: e se il modulo non viene compilato ?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Dall'informativa Telecom: "... se non
            rispondera'

            entro 60 giorni,Lei verra' inserito nei nuovi

            elenchi ......solo se il Suo nome compare gia'

            nei vecchi elenchi".

            E mi sembra RAGIONEVOLE.
            am me non sembra ragionevole perche' il diritto è
            nuovo e la magigore difesa si ottiene con la
            rinuncia, quindi il default dovrebbe essere NON
            PUBBLICARE.
            rinoSempre a lamentarsi eh?
      • Anonimo scrive:
        Re: e se il modulo non viene compilato ?
        E invece il diritto cilive spiega bene che CHI tace NON dice NIENTE.
  • Anonimo scrive:
    Bell'articolo
    Chiaro, preciso, utile, non tendenzioso, ma non so chi lo ha scritto, mi ha colpito che ho cercato subito l'autore, ma non c'è ( o non lo trovo? )Perché non fate firmare tutti gli articoli?Francesco
    • Anonimo scrive:
      Re: Bell'articolo
      - Scritto da: Anonimo
      Chiaro, preciso, utile, non tendenzioso, ma non
      so chi lo ha scritto, mi ha colpito che ho
      cercato subito l'autore, ma non c'è ( o non lo
      trovo? )E' un'articolo sulla privacy, e lui ci tiene.
Chiudi i commenti