Basta un Cliq per comprare musica

Radio interattive che consentono di scoprire il titolo di una canzone. E di acquistarla. Per ora soltanto sui cellulari del Regno Unito

Roma – “Trasformare gli ascoltatori in acquirenti”. Si riassume così l’idea dietro a Cliq , un’applicazione sviluppata dalla britannica UBC Media , che ha già riscosso diversi consensi presso gli addetti ai lavori.

cliq Il modello di business è piuttosto semplice: al pubblico radiofonico capita di ascoltare un brano particolarmente accattivante durante la programmazione, ma non sempre è possibile risalire all’autore o al titolo della canzone. Mediante un apposito software, Cliq fornisce tutti i dettagli sulla canzone in onda , assieme alle informazioni sui cinque brani precedenti. Con solo un altro clic l’ascoltatore può anche procedere all’acquisto del brano.

Per il momento il tutto funziona solo via cellulare, mediante una piccola applet Java da scaricare su un telefonino compatibile, ma entro l’estate faranno la loro comparsa sul mercato delle radio digitali che integreranno il software. Questo nuovo tipo di terminali trasformerà il concetto stesso di apparecchio radiofonico: da ricevente a ricetrasmittente, grazie ad una antenna WiFi integrata che verrà impiegata per accedere via Internet ai servizi interattivi.

Ma non finisce qui. Per il momento con Cliq si vende musica, spiega il CEO di UBC Media Simon Cole, ma in futuro le emittenti radiofoniche potranno veicolare qualsiasi prodotto attraverso la piattaforma: sullo schermo dei ricevitori potrebbero essere mostrate magliette, spille e ogni altro tipo di merchandising collegato ad un artista o un gruppo, tutti acquistabili attraverso un semplice clic.

Per ora, gli ascoltatori dovranno accontentarsi delle hit dei loro idoli. Il costo delle canzoni è di 1,25 sterline (circa 1,65 euro), un prezzo superiore a quello praticato dall’iTunes Store – che ha già avviato collaborazioni per offrire analoghi servizi . Il pagamento avviene scalando l’importo dal credito del cellulare.

Dal lancio, avvenuto lo scorso mese , ben ventuno emittenti hanno già firmato un contratto per utilizzare il servizio, e gli affari per il momento sembrano andare per il meglio: sono già oltre 13 milioni i potenziali clienti solo nel Regno Unito.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • JohnnyY scrive:
    MANTELLINI diventa lo zero che contesta!
    Caro Mantellini,invece di perder tempo a filosofeggiare sulla metafisica della comunicazione in rete... avresti fatto meglio ad alzarti dalla tua poltrona comoda comoda davanti al tuo PC e fare qualcosa di positivo per la tua città, per la tua vita, per gli altri esseri umani che ti stanno intorno o addirittura, pensa un po', anche per te stesso. Se i grillini si perdono nei numeri delle risposte del blog, tu ti perdi nel numero di questioni di PI. Da quel che dici traspare il solito atteggiamento che ho già visto nei modi usati dai fanatici di Comunione e Liberazione (e varie sette politiche simili):- lanci il sasso, nascondi la mano;- giudichi tutto e tutti, ma nessuno può giudicare te;- non tolleri chi non è o non pensa come te;- esprimi idee intrise di bigottismo fino alla nausea, te la prendi con le persone come Beppe Grillo ed i fangrilli, o grillini che dir si voglia, perchè sono persone che passano all'azione, mentre tu poltrisci nelle TUE pigre e comode verità che chissà chi o cosa ti ha messo in mente! Non mi stupirei, visto il tuo pensiero, se tu fossi un Cattolico osservante, magari di destra quasi estrema, col babbuccio borghesotto, il portafogli rigonfio e con l'ultimo modello di cellulare... Di solito a persone simili danno fastidio coloro i quali si lamentano perché le cose no vanno e si attivno per cambiarle. Chi scrive è un laureando in Giurisprudenza; non credere, quindi, che le mie parole siano state lo sfogo di di un emarginato o di un poveraccio. Peccato non aver il tempo di terminare...In conclusione, caro Mantellini, facci sapere se sei un cittadino attivo, facci sapere quali meriti ti autorizzano a criticare Beppe Grillo ed i grillini, e soprattutto non sprecare byte preziosi per critiche generiche con i soliti luoghi comuni: critica un fatto, un'azione, un evento determianto. Altrimenti il tuo esprimerti serve solo a noi tutti per ricordarci che siamo in una democrazia in quanto TUTTI, MA PROPRIO TUTTI TUTTI, HANNO IL DIRITTO DI ESPIMERSI!!Evviva Grillo e i Fangrilli!Abbasso i bigotti, i falsi, i pigri e simili...!!JohnnyY dall'Abruzzo
    • Morpheu5 scrive:
      Re: MANTELLINI diventa lo zero che contesta!
      Non è che una laurea conferisca tutta questa saggezza, in definitiva. Massimo ha tanto diritto di criticare chi gli pare quanto te di criticare chi ti pare, a differenza che lui non fa la scimmia che urla più forte per farsi rispondere dalle altre scimmie.
  • Silvione scrive:
    Stavo pensando...
    Essendo disoccupato da un po', se mi metto a parlar male di Grillo in giro, proprio ora che ha rivolto l'attenzione sui mezzi d'informazione, forse rimedio il tesserino da publicista e un contrattino con qualche testata di rilievo.Per chi non se ne fosse accorto, e' in atto una campagna di reclutamento per trovare e assoldare gente in grado di seminare voci contrarie ad ogni livello contro Grillo o personaggi analoghi, pericolosi perche' uniscono un buon grado di verita' ad un buon grado di credibilita' ed a una platea sufficientemente grande.Chi ha un blog conosciuto, o una testata giornalistica, non deve far altro che palesare la propria disponibilita' a ricevere quei trenta denari in cambio di frecciatine qua e la', o altro, e l'affare e' fatto.Mantelli', se mo' ti offendi hai la coda di paglia. Non sto dicendo a te, pero' mi hai certamente scatenato l'ispirazione.Forse in questo momento, e almeno fino ad una settimana dopo il prossimo V-Day, sara' opportuno per non perdere in credibilita' dare solo notizie certe su Grillo, non editoriali vaghi che non aggiungono nulla di tangibile ma che si prestano bene ad interpretazioni.Alcuni fatti su Grillo e i Grillini, in poche righe e facilmente estrapolabili dalla dattilogorrea precedente:Grillo a volte sbaglia e qualche cazzata la dice, soprattutto in campo tecnico e soprattutto durante gli spettacoli. Per il momento sembra piu' l'effetto dello stress e della fretta e sono portato a definirli errori in buona fede.Fra i grillini, in massima parte evidentemente puliti e spontaneamente dedicati alla causa, gira comunque gente strana, mischiati nella folla alla ricerca di opportunita' di business e non esattamente puliti come dovrebbero.Per fare un esempio, comune ahime' anche a PI, ogni tanto risaltano fuori gli scientologisti alla ricerca di polli da spennare e mascherati da onlus varie dal nome innocuo e dalla missione apparentemente nobile (proteggere i bambini, ecc.). Finora, pero', sarei portato a pensare che simili presenze strane siano dovute semplicemente all'iniziativa dei suddetti personaggi, notoriamente alla ricerca di qualunque opportunita', non dei grillini o dello stesso Grillo che si vuole circondarsi di gente simile.
    • Silvione scrive:
      Re: Stavo pensando...

      ... o dello stesso Grillo che si vuole circondarsi ...Ma pero' a me la mia madre mi aveva imparato che fosse molto piu' migliore assai se io mi circonderei di un libro di grammatica!Sorry, la fretta!
  • FabioZ scrive:
    Complimenti per l'articolo
    Bene l'articolo. Ha colto il piede d'Achille del Grillo e sollevato gli umori da tifoseria dei grillini.E' più che altro un articolo tecnico, dell'internet, ma ben fatto davvero. Complimenti.Se non lo capite, evitate almeno di commentare :o)
  • Diego Marchi scrive:
    Iniziative
    Con Grillo si è aperto un movimento che potrebbe anche essere indipendente da Grillo stesso. Condividiamo delle idee e questo ci accomuna.Sono un "grillino" ma non mi sembra di essermi perso nella rete o essere sceso in piazza senza fare nulla. Con il nostro gruppo abbiamo un sacco di iniziative e gruppi di lavoro su questo o quell'argomento abbracciando le idee di grillo e usandole come ispirazione per il prossimo passo da fare.A testimonianza di ciò, inviterei la gente ad andare sui forum dei meetup per vedere le iniziative in corso e cercare le (poche) notizie sulla rete che riguardano le iniziative perseguite dai "grillini".C'è da dire che non tutti coloro che hanno simpatia per grillo sono anche attivi e agiscono solo da sostenitori, ma questo è normale.Sul fatto dell'intervista resto basito quanto voi, mi dispiace che grillo non abbia accettato l'intervista aperta, anche perchè non sarebbe la prima volta che affronta un dibattito. Non riesco a vederne le ragioni ma spero ci siano.
  • RNiK scrive:
    Mantellini=Grillo e personefatti
    1 - Mantellini=Grillo I casi sono due: o non ho capito cosa ha scritto Mantellini oppure Mantellini ha scritto un articolo dove critica MantelliniGrillo . :|(newbie)Tra le varie "accuse" (passatemi il termine) che Mantellini muove a Grillo (ed indirettamente ai grillini) c'è quello dell' unidirezionalità dei flussi di informazioni/opinioni. In pratica una rete a stella (http://en.wikipedia.org/wiki/Star_network) con al centro Grillo che irradia il Grillo-pensiero e tutt'intorno i nodi che lo replicano verso altri nodi sempre più esterni.???Mi viene un dubbio... vado a vedere...!!!...Dubbio confermato! :(Mantellini = Grillo! :|Si perché se si guarda su Punto Informatico sono decine gli articoli che Mantellini ha scritto, per un totale di migliaia di commenti . Eppure... Eppure non ho mai trovato dei commenti di risposta/rifiuto/plauso/ecc... di Mantellini stesso! Non ho mai trovato neppure degli articoli di rettifica/chiarimento/risposta di Mantellini a tutti i suoi commentatori! Ecco il perché associo Mantellini a Grillo, entrambi fungono da centrostella .*** 2 - personefatti Mi chiedo se sia una "tradizione" tutta italiana quella di ritenere che chi parla di un fatto ed il fatto stesso siano elementi che godono della proprietà commutativa (http://it.wikipedia.org/wiki/Operazione_commutativa). [*]La cosa vale in particolare per Grillo ed il Grillo-pensiero . Funziona così:- se si ritiene Grillo sia OK (affidabile, onesto, informato, libero, ecc..) allora TUTTO quello che dice/scrive Grillo è vero, giusto, indiscutibile, ecc...- se si ritiene che Grillo sia KO (inaffidabile, poco trasparente, disinformato, maleducato, intollerante, ecc...) allora TUTTO quello che dice/scrive Grillo è falso, sbagliato, approssimativo, volgare, ecc...Quindi, ecco che quando Grillo attacca lo status-quo dell'informazione in Italia i giornalisti iniziano a discutere/commentare... Grillo stesso (e NON discutono/commentano lo status-quo dell'informazione in Italia :@). Come risultato si perde di vista il nocciolo della questione. :(*** [*] Questo vale soprattutto quando si vuole attaccare/screditare/nascondere il fatto stesso.*** NdR - Il sottoscritto: 1. Non è un "grillino" . 2. Non crede né alla "santità" di Grillo né alla sua "onniscenza" né alla sua "infallibilità" . 3. Ritiene ci sia troppo hype intorno alle sparate di Grillo.
    • calorbianco scrive:
      Re: Mantellini=Grillo e personefatti

      Si perché se si guarda su Punto Informatico sono
      decine gli articoli che Mantellini ha
      scritto, per un totale di migliaia di
      commenti . Eppure... Eppure non ho mai trovato
      dei commenti di risposta/rifiuto/plauso/ecc... di
      Mantellini stesso! Non ho mai trovato neppure
      degli articoli di rettifica/chiarimento/risposta
      di Mantellini a tutti i suoi commentatori! Guarda che ti sbagli. Un commento sotto il 3d "La rotella del mouse" peraltro anche interessante (il commento di Guglielmo Gentile), c'e' ed e' datata 14 gennaio.Per gli altri articoli non saprei.Certo se leggi bene i commenti per il 90% sono difese senza argomentazioni di Grillo e buona parte del restante sono trollate, e' normale, anche nel blog di grillo e' cosi' solo che lui nemmeno risponde a post "sensati" di critica...Per carita' sono fatti suoi solo che fa tanto V.I.P. ai MIEI occhi. Riguardo alla questione della mancata intervista, beh, secondo me ha fatto bene, solo che IO avrei gradito che ne discutesse con chi lo segue, tutto qui, allargando la questione a tutti i suoi sostenitori o meno.
    • anonimo scrive:
      Re: Mantellini=Grillo e personefatti
      - Scritto da: RNiK
      1 - Mantellini=Grillo
      Mantellini = Grillo! :|

      Si perché se si guarda su Punto Informatico sono
      decine gli articoli che Mantellini ha
      scritto, per un totale di migliaia di
      commenti . Eppure... Eppure non ho mai trovato
      dei commenti di risposta/rifiuto/plauso/ecc... di
      Mantellini stesso! Non è vero, mantellini risponde ai commenti, saltuariamente su PI (anche su questo articolo), più frequentemente sul suo blog. Ma questo non è assolutamente la critica rivolta a grillo, mantellini non credo voglia indicare che Grillo deve rispondere ai commenti ai suoi post, sono troppi e nella maggior parte dei casi di insulti o comunque poco costruttivi. Cosa più importante Mantellini instaura un dialogo con altri blogger, instaura confronti su diverse tematiche alla maniera del web 2.0, cosa che grillo non ha mai fatto.
      - se si ritiene Grillo sia OK (affidabile,
      onesto, informato, libero, ecc..) allora TUTTO
      quello che dice/scrive Grillo è vero, giusto,
      indiscutibile,
      ecc...
      - se si ritiene che Grillo sia KO (inaffidabile,
      poco trasparente, disinformato, maleducato,
      intollerante, ecc...) allora TUTTO quello che
      dice/scrive Grillo è falso, sbagliato,
      approssimativo, volgare,
      ecc...
      Se cerchi tra i commenti (quelli che secondo te mantellini non fa), sopresa sorpresa scoprirai che mantellini SEPARA le due cose. Mi secca fare il portavoce di un altro, però forse conviene leggersi per bene cosa uno scrive e le eventuali puntuallizzazioni prima di fare una sparata.
      (e NON discutono/commentano
      lo status-quo dell'informazione in Italia :@).
      Come risultato si perde di vista il nocciolo
      della questione.Ognuno discute di quello che gli pare. Parlare dei difetti comunicativi di grillo non esclude che si possa parlare anche di altro. Il voler indicare sempre altro come nocciolo della questione (questo non è importante, è ben altro quello che conta) è uno dei classici fuochi artificiali che si usano per non voler rispondere nello specifico, e si chiama BENALTRISMO. I politici sono bravissimi ad usarlo, da quello che vedo leggendo questo forum anche molte persone comuni.
      • RNiK scrive:
        Re: Mantellini=Grillo e personefatti
        - Scritto da: anonimo
        - Scritto da: RNiK

        1 - Mantellini=Grillo

        Mantellini = Grillo! :|



        Si perché se si guarda su Punto Informatico sono

        decine gli articoli che Mantellini ha

        scritto, per un totale di migliaia di

        commenti . Eppure... Eppure non ho mai
        trovato

        dei commenti di risposta/rifiuto/plauso/ecc...
        di

        Mantellini stesso!

        Non è vero, mantellini risponde ai commenti,
        saltuariamente su PI (anche su questo articolo),
        più frequentemente sul suo blog. Ma questo non è
        assolutamente la critica rivolta a grillo,
        mantellini non credo voglia indicare che Grillo
        deve rispondere ai commenti ai suoi post, sono
        troppi e nella maggior parte dei casi di insulti
        o comunque poco costruttivi. Cosa più importante
        Mantellini instaura un dialogo con altri blogger,
        instaura confronti su diverse tematiche alla
        maniera del web 2.0, cosa che grillo non ha mai
        fatto.
        UHMMM...Si, effettivamente guardando meglio ho individuato anch'io dei commenti di Mantellini sul forum di PI. Probabilmente la mia sensazione iniziale era sbagliata. :(

        - se si ritiene Grillo sia OK (affidabile,

        onesto, informato, libero, ecc..) allora TUTTO

        quello che dice/scrive Grillo è vero, giusto,

        indiscutibile,

        ecc...

        - se si ritiene che Grillo sia KO (inaffidabile,

        poco trasparente, disinformato, maleducato,

        intollerante, ecc...) allora TUTTO quello che

        dice/scrive Grillo è falso, sbagliato,

        approssimativo, volgare,

        ecc...



        Se cerchi tra i commenti (quelli che secondo te
        mantellini non fa), sopresa sorpresa scoprirai
        che mantellini SEPARA le due cose. Mi secca fare
        il portavoce di un altro, però forse conviene
        leggersi per bene cosa uno scrive e le eventuali
        puntuallizzazioni prima di fare una
        sparata.
        Qui non ti seguo. Mantellini, nel suo commento scrive: "...non ho mai inteso provare a giudicare la galassia Grillo per cio' che attiene ai contenuti che propone e nemmeno piu' di tanto per "come" li propone..." . Quindi Mantellini separa i contenuti dai modi e, come ho scritto prima, invece di concentrarsi sui primi filosofeggia sui secondi.(newbie)

        (e NON discutono/commentano

        lo status-quo dell'informazione in Italia :@).

        Come risultato si perde di vista il nocciolo

        della questione.

        Ognuno discute di quello che gli pare. Parlare
        dei difetti comunicativi di grillo non esclude
        che si possa parlare anche di altro. Il voler
        indicare sempre altro come nocciolo della
        questione (questo non è importante, è ben altro
        quello che conta) è uno dei classici fuochi
        artificiali che si usano per non voler rispondere
        nello specifico, e si chiama BENALTRISMO. I
        politici sono bravissimi ad usarlo, da quello che
        vedo leggendo questo forum anche molte persone
        comuni.Qui non sono d'accordo. Anzi, direi che abbiamo opinioni opposte . Io dico che non focalizzarsi sul nocciolo della questione ma discutere invece di quello che ci sta attorno (modo di esprimere il fatto, il soggetto che lo fa ed eventualmente quando lo fa) significa sviare l'attenzione .Tu dici che fissarsi sul nocciolo della questione mettendo in secondo piano ciò che gli sta attorno significa fare benaltrismo .Io rimango della mia idea. :-o
        • anonimous scrive:
          Re: Mantellini=Grillo e personefatti

          - Scritto da: RNiK
          Io rimango della mia idea.Bene, il tuo tempo in questa conversazione s'è esaurito allora.Dimenticavo, il tuo modo di scrivere (con grassetti e sottolineati) è osceno.
          • RNiK scrive:
            Re: Mantellini=Grillo e personefatti
            - Scritto da: anonimous

            - Scritto da: RNiK

            Io rimango della mia idea.

            Bene, il tuo tempo in questa conversazione s'è
            esaurito
            allora.
            Ah, davvero?? Non sapevo tu fossi l'amministratore del forum di Punto Informatico. :pCon quella frase intendevo dire che le tue motivazioni non erano state sufficienti a farmi cambiare idea. Forse così si capisce meglio il concetto che volevo esprimere.In generale non mi ritengo un "fondamentalista di idee" , mi sembra di essere abbastanza aperto al confronto.
            Dimenticavo, il tuo modo di scrivere (con
            grassetti e sottolineati) è
            osceno.Strano. In generale i lettori apprezzano l'uso dei tag HTML perché aumentano la leggibilità ed aiutano ad identificare le varie sfumature del discorso. ;)
  • cla scrive:
    Non capisco perché ...
    Debba essere obbligato a concedere inteviste a tutti i media che l'hanno boicottato per anni, giornali, tv ecc ... repubblica è schiava dei suoi padroni (politici) così come lo è "Il Giornale", nessuna differenza, se non per la tiratura, si vede dall'aumento della quantità di gossip pubblicata ultimamente per nascondere il collasso del governo in carica che i giornalisti dell'Espresso sostengono.Ora, secondo i giornalisti, Grillo dovrebbe essere "Obbligato" a scattare sull'attenti perché giornalisti, legati a doppio filo con il potere (vedi caso saccà) gli vogliono fare delle domande.Il problema è che i giornalisti si occupano di "grillo" e non di quello che Grillo dice, che è invece il succo della questione.My 2 cents.
  • Masso Elisi scrive:
    le offese costruttive degli anonimi
    Rispondere a tono a cosa di preciso?Mantellini parla di trasparenza..ma nel suo articolo non si capisce nemmeno cosa sta chiedendo o cosa sta imputando a Beppe quindi il primo a non applicarla è lui.Non ha concesso l'intervista al giornalista dell'espresso e sceglie accuratamente i canali in cui diffondere i suoi messaggi?Cosa c'è di male in questo dal momento che il messaggio principale che vuole diffondere in questo periodo è l'asservimento alle logiche di potere dei media tradizionali in Italia e la necessità di smascherare e smantellare la loro sudditanza verso lobbies finanziarie e gruppi politici.Che senso avrebbe rilasciare l'unica intervista a un settimanale che pubblica 9 volte su 10 tette e culi in copertina?Gli unici canali che si è scelto sono il blog in Internet e i gruppi Meetup ai quali ci si puo iscrivere in ogni capoluogo italiano per frequentare le riunioni e dialogare portando avanti delle iniziative per coinvolgere e informare la gente su quello che proprio i media tradizionali nascondono.
    • anonimo scrive:
      Re: le offese costruttive degli anonimi
      - Scritto da: Masso Elisi
      Rispondere a tono a cosa di preciso?
      Mantellini parla di trasparenza..ma nel suo
      articolo non si capisce nemmeno cosa sta
      chiedendo o cosa sta imputando a Beppe quindi il
      primo a non applicarla è
      lui.Mantellini parla di un tutt'altro tipo di trasparenza. Non è la cripticità del linguaggio quella su cui si è focalizzato Mantellini, ma si è soffermato sul processo informativo.
      Non ha concesso l'intervista al giornalista
      dell'espresso e sceglie accuratamente i canali in
      cui diffondere i suoi messaggi?Cosa c'è di male
      in questo dal momento che il messaggio principale
      che vuole diffondere in questo periodo è
      l'asservimento alle logiche di potere dei media
      tradizionali in Italia e la necessità di
      smascherare e smantellare la loro sudditanza
      verso lobbies finanziarie e gruppi
      politici.Che parla della rivoluzione del web, dell'interattività del web, di incapacità dei politici nel confrontarsi con le persone e poi lo sfrutta come mezzo di comunicazione unidirezionale, senza possibilità di confronto. Esattamente come fanno tv, giornali e tutti gli altri mezzi di comunicazione di massa. E non lasciatevi ingannare dal fatto che ogni tanto pubblica qualche email, la modalità comunicativa non cambia, e non a caso questi trucchetti vengono utilizzati anche da tv (talk show, interviste, casi umani) e giornali (le più o meno numerose rubriche di lettere al direttore/esperto/personaggio) per far sembrare simmetrica la comunicazione, quando questa non lo è.Il web, in particolare quello 2.0 (anche se a me sembrava ci fosse più confronto agli albori del web, vedi usenet), e la democrazia si basano sul CONFRONTO.
      Che senso avrebbe rilasciare l'unica intervista a
      un settimanale che pubblica 9 volte su 10 tette e
      culi in copertina?Questi sono i fuochi artificiali di come non vuole rispondere sul merito delle cose.
      media tradizionali
      nascondono.Peccato che quando vorrebbero mostrare si rifiuta l'incontro (rivolto a Grillo questo, non ai componenti dei singoli meetup)
      • snem scrive:
        Re: le offese costruttive degli anonimi
        Può essere vero, ma i contenuti non sono gli stessi. Grillo sul suo blog tratta temi molto importanti ma che i giornali e le tv trattano marginalmente (si dirà: non è vero! portando un raro esempio di inchiesta giornalistica o il lavoro di Report.) In più ci sono più proposte di soluzioni sul suo blog che nelle milioni di chiacchiere fatte in tv e sui giornali. Giuste o sbagliate, tocca ai singoli deciderlo. Ma se i singoli non sono informati su cosa decidono. E se poi sono anche malinformati?
  • anonimo scrive:
    Grillini = canea urlante
    Possibile che nessuno riesce rispondere a tono a Mantellini (forse uno o due, ma sono eccezioni) ma si devono tirare di mezzo vday, politici, governo, pi, l'invidia di mantellini, complotti, alieni e servizi segreti, tutte cose bellissime ma che non c'entrano nulla con quanto esposto in questo articolo?
    • Osa scrive:
      Re: Grillini = canea urlante
      Sinceramente l'ho letto con molta attenzione. Ciò che ha fatto Beppe Grillo è stato quello di tentare di focalizzarsi sui problemi di una società e di uno stato che non è molto in forma. Quello che attualmente sta ottenendo è in realtà è molto poco...Diffonde l'uso di Skype o quant'altro, spiega che certe cose fanno male, ma quando parlava di auto che inquinavano poco, ha provato, magari con il WWF o i Verdi a cercare di fare una fabbrica di automobili che fossero maggiormente ecocompatibili? Non so se l'ha fatto, ma quel che è importante dell'articolo credo non è il focalizzarsi su Grillo, che se vogliamo è una riproposizione dei Girotondini o dei primi anni della Lega Nord, cioè un atto di protesta verso lo stato delle cose che non funzionano, ma il fatto che se qualcosa non va fatto, bisogna trovare anche la giusta soluzione.PS: ho trovato ridicolo il fatto che a Grillo sia dato il dono dell'infallibilità.Al V-day ha alzato un po' troppo i toni, se non vi ricordate, fatto di cui si è scusato anche...Quello che lui cerca di comunicare a mio avviso è il fatto di usare la testa e non fare che le scelte calino dall'alto...
  • Tano scrive:
    Usiamo il cervello
    Scusate tanto,ma proprio non riesco a capire i giornalisti o chi scrive degli articoli contro Grillo, come fate a dire che il movimento dei "grillini" è antidemocratico, come fate a definirvi cultori dell'informazione quando l'informazione, quella vera, non la fate.Io dico una cosa, i politici sbagliano come sbagliamo anche noi nel nostro quotidiano o nel nostro lavoro, però ogni volta che noi sbagliamo, paghiamo sempre; quindi noi si chiede che ad ogni loro sbaglio, paghino loro, e non che dobbiamo pagare sempre e solo noi.Noi affermiamo anche che le decisioni non vanno prese senza considerare il parere dei cittadini d'Italia.Io affermo che i politici non sono i sovrani d'Italia, ma dovrebbero essere servitori dell'Italia e degli italiani.E i giornalisti dovrebbero scrivere le verità sui scandali della politica italiana e fare denunce e indagini per far si che le verità vengano a galla e per poter spazzare via questo marciume.Fanno tutto questo? NOQuindi nel nostro piccolo, facciamo noi l'informazione che dovrebbero fare loro. A me piacerebbe stare tutte le sere con mia moglie e mio figlio a casa, magari a vedere una trasmissione telegiornalistica che denuncia questo o quel politico che ha fatto il furbo, invece tocca sentire le stesse stupidate di sempre, e io, insieme a tante altre persone, che crediamo nella vera democrazia, ci incontriamo e discutiamo delle iniziative da prendere per poter far sentire la voce e il volere dei cittadini.Cosa che i giornalisti non fanno, o che comunque danno pochissimo spazio nei loro quotidiani o trasmissioni televisive.Ho 43 anni e non sono più un ragazzino (sigh!),e quando lo ero c'era più umanità di ora, dove c'è solo egoismo e interesse. Usate tutti un cervello se l'avete, non pensate solo a ciò che v'interessa, ma pensate che i nostri figli e nipoti, se continuiamo così, un domani non ce l'avranno nemmeno.Saluti
  • Neuro scrive:
    Ma non bastava solo il "finale"?
    Io capisco che qualcosa si doveva pur scrivere, altrimenti si sarebbe detto che "scrivete sempre le stesse cose voi giornalisti?", però diciamocelo, solo il finale è "il messaggio dell'autore".Ora che abbiamo appreso il senso dell'articolo, vorrei capire, ma chi pensate siano i "grillini" o "casta grillo" o altre fregnacce simili, se non la gente comune? Posso, inoltre assicurarle, caro Mantellini, che le energie verranno largamente convogliate e usate al meglio il 25 aprile prossimo.
  • Bastard Inside scrive:
    Grillo ha sempre ragione
    No, un attimo, mi sono confuso, non era Grillo, ma non riesco a ricordare a chi fosse riferito questo slogan coniato da Longanesi... O)
  • Irto scrive:
    Mantellini usa la platea di PI
    Cosa c'entra questa opinione assolutamente personale di Mantellini con PI?Oltretutto il direttore editore di questa testata non dimostra di essere proprio d'accordissimo con Mantellini... http://pipda.wordpress.com/2008/01/14/manco-2-cents/Caro PI,sei proprio obbligato ad ospitare tutte le settimane i "contrappunti" di una persona che, benche' lucida e intelligente e spesso anche pungente, ti sfrutta per trasmettere opinioni personali forse non condivisibili?
    • anonimo scrive:
      Re: Mantellini usa la platea di PI
      - Scritto da: Irto
      Cosa c'entra questa opinione assolutamente
      personale di Mantellini con
      PI?
      Nuovo di PI, vero?
      Oltretutto il direttore editore di questa testata
      non dimostra di essere proprio d'accordissimo con
      Mantellini...

      http://pipda.wordpress.com/2008/01/14/manco-2-cent
      I casi sono tre:- non hai ben capito cosa ha scritto Mantellini- non hai ben capito cosa ha scritto PDA- entrambiMagari poi PDA è in disaccordo sul serio con Mantellini, di certo non lo puoi dire dal messaggio che hai linkato poiché riguarda tutt'altro.
    • Bastard Inside scrive:
      Re: Mantellini usa la platea di PI
      Cioè, secondo te Mantellini, anziché esprimere le proprie opinioni dovrebbe esprimere quelle di qualcun altro? E' così che si fanno gli editoriali ora? E De Andreis dovrebbe licenziare e assumere in base alle opinioni dei dipendenti o aspiranti tali?
  • er_Gius scrive:
    Sinceramente mi fanno paura.
    Sono un lettore appassionato del Blog di Beppe da tempo, abbonato a Cacao del mitico Dario Fo e amante del giornalismo libero e indipendente.Ma devo dire che molti post sono spaventosi. Io sono abituato a pensare con la mia testa, ed è forse questa mia iper criticità ( chiamatela pure diffidenza ) che mi porta a non fidarmi mai. O meglio, prima di prendere qualcosa per vero mi piace pensarci un pò sù.Ma la cosa spaventosa è l'idolatria incondizionata che non permette replica. E mi riferisco a chi difende a spada tratta il modo di pensare di Beppe senza avere una stilla di dubbio. Accidenti ragazzi, ma questa persona allora è perfetta. E' unica e irraggiungibile.E' Dio.Qualsiasi critica muove folle spaventose come nelle peggiori avvisaglie dei totalitarismi. Bisogna fare molta attenzione.Ripeto, apprezzo molto quello che ho IMPARATO dal blog di Beppe e che continuo a imparare, ma non ammetto il NON diritto di replica e la discussione aperta. Non è sintomo di democrazia.
    • snem scrive:
      Re: Sinceramente mi fanno paura.
      Completamente daccordo, aggiungerei che il mio disprezzo va verso chi accusa Grillo a priori, su qualunque tema, senza fornire controesempi dei suoi errori, deviando l'attenzione verso la forma volgare piuttosto che sulla sostanza delle sue argomentazione.
      • esatto scrive:
        Re: Sinceramente mi fanno paura.
        Mantellini dice semplicemente che, secondo lui, Grillo non fa un uso corretto del suo blog. Lo usa come se fosse una normale tv e dato che non risponde mai, viene il dubbio che non legga neanche i post che lasciano gli utenti.Intorno a Grillo ci sono troppi tifosi/fan che seguono cecamente ciò che dice invece di analizzare e scartare le sciocchezze.
        • snem scrive:
          Re: Sinceramente mi fanno paura.
          A parte il fatto che Mantellini non lo dice tanto semplicemente, ma forse sono io a non capirlo, come va usato un blog? Credo lo decida chi lo scrive. Una carica istituzionale ha il dovere di rispondere (e lasciamo stare se lo fa e come lo fa). Come si fa poi a rispondere a migliaia di commenti giornalieri non lo so. Il dubbio che non legga i commenti o le lettere che gli arrivano dovresti togliertelo se pensi che molti dei suoi post riportano per intero lettere che gli arrivano di normali cittadini (il caso della mamma che non riceve aiuti sanitari sufficienti per la figlia è un esempio, ma ce ne sono molti).Sono daccordo che ci sono persone tifose/fans senza senso critico, ma non per questo gli argomenti di Grillo devono essere giudicati. Non è sua responsabilità, anche se l'antipatia ricade su di lui. E poi anche i partiti hanno i loro fanatici, interessati o meno, e non per questo gli si toglie il diritto di voto. Questo problema secondo me si combatte con l'istruzione (formazione culturale) e l'informazione: la prima da gli strumenti per giudicare, la seconda i fatti da giudicare. E poi sono fiducioso che anche la rete verrà utilizzata nel migliore dei modi...
  • mik.fp scrive:
    Loss of language Mante...
    Mero loss of language. Noi della rete ti diciamo: bravo. Loro della TV ti dicono: non capisci un cazzo. E' relativismo culturale.
  • The_GEZ scrive:
    Giornalisti ?
    Ciao a TUTTI !Allora tanto per non fare un torto a nessuno citerò il forbitissimo Alessandro Gilioli e dirò che ...I GIORNALISTI HANNO UNA PAURA FOTTUTA DI BEPPE GRILLOE questo articolo di Martellini in perfetto stile "giornalismo all' italiana*" ne è la prova lampante, senza se e senza ma.*mai uno che dica "Grillo sbaglia perchè ..." solo tante belle cariche a testa bassa sul "vaffanculo", la piazza che è ANTIDEMOCRATICA (!!!) ecc..Ah, dimenticavo, che pena, non pensavo che anche PI srebbe caduto così in basso ...
    • anonimo scrive:
      Re: Giornalisti ?
      - Scritto da: The_GEZ
      Ciao a TUTTI !

      Allora tanto per non fare un torto a nessuno
      citerò il forbitissimo Alessandro Gilioli e dirò
      che
      ...

      I GIORNALISTI HANNO UNA PAURA FOTTUTA DI BEPPE
      GRILLO
      Non mi sembra che Alessandro Giglioli abbia avuto tanta paura da evitare il confronto.
      • The_GEZ scrive:
        Re: Giornalisti ?
        Ciao anonimo !
        Non mi sembra che Alessandro Giglioli abbia avuto
        tanta paura da evitare il
        confronto.??????????????????????????????????????????????????Hai letto le pseudodomande che avrebbe voluto porre ?Grillo ha fatto benissimo a non cadere in quella che era una palese trappola mediatica, tra l' altro così mal concepita che se ne sarebbe accorto anche un bambino di 5 anni ... morto. Blaterate tutti di "confronto" senza sapere neppure cosa voglia dire, ci fosse stato uno, dico uno che avesse spiegato ESATTAMENTE dove Grillo sbaglia e MAGARI fare proposte alternative, no, non sia mai a noi danno fastidio le persone che dicono "Vaffa!", il falso in bilancio, la corruzione, gli sprechi statali, i finanziamenti all' inquinamento sono buoni e sani e chi li contesta è un terrorista oppure "non è questo il modo" ... e quale sarebbe ? Boh ?Il confronto non deve per forza essere faccia a faccia, come quelle buffonate dei politici sotto elezioni.Qualcuno vuole confrontarsi, ok, prendiamo il V-Day i 3 punti proposti sono chiari e semplici, non sono perfetti ?Sicuramente !Sono migliorabili ?Probabilmente !Che si discuta su questo allora e non sul "Vaffa !"
        • anonimo scrive:
          Re: Giornalisti ?
          - Scritto da: The_GEZ
          Ciao anonimo !


          Non mi sembra che Alessandro Giglioli abbia
          avuto

          tanta paura da evitare il

          confronto.

          ??????????????????????????????????????????????????
          Hai letto le pseudodomande che avrebbe voluto
          porre
          ?
          Grillo ha fatto benissimo a non cadere in quella
          che era una palese trappola mediatica, tra l'
          altro così mal concepita che se ne sarebbe
          accorto anche un bambino di 5 anni ...
          morto.
          Certo, tutto un complotto mediatico, comunque ti ricordo che le domande sono sempre lecite, il non rispondervi denota solo la volontà di non confrontarsi.Ad aver ragione sui monologhi sono buoni tutti (non con l'efficacia di grillo, ma è un altro discroso), mentre a rispondere a domande di altri ce la fai solo se le tue argomentazioni sono solide.
  • FinalCut scrive:
    Anche la Gabanelli è dalla parte di Gril
    Anche la Gabanelli (love) è dalla parte di Grillo e dei V-Day[img]http://www.veja.it/uploads/Cronaca.e.informazione/REPORT.jpg[/img]Questo vorrà dire pur qualcosa...(linux)(apple)
    • anonimo scrive:
      Re: Anche la Gabanelli è dalla parte di Gril
      - Scritto da: FinalCut

      Questo vorrà dire pur qualcosa...
      Certo, vorrà dire che Beppe Grillo ha ragione sempre e comunque.
      • FinalCut scrive:
        Re: Anche la Gabanelli è dalla parte di Gril


        Questo vorrà dire pur qualcosa...



        Certo, vorrà dire che Beppe Grillo ha ragione
        sempre e
        comunque.Come fa ad averla lui se vuoi averla sempre e solo tu... (newbie)
        • anonimo scrive:
          Re: Anche la Gabanelli è dalla parte di Gril
          - Scritto da: FinalCut


          Questo vorrà dire pur qualcosa...






          Certo, vorrà dire che Beppe Grillo ha ragione

          sempre e

          comunque.


          Come fa ad averla lui se vuoi averla sempre e
          solo tu...
          (newbie)Tu non conosci nulla di me ma hai già usato il termine "sempre" che non mi appartiene.
          • FinalCut scrive:
            Re: Anche la Gabanelli è dalla parte di Gril
            - Scritto da: anonimo


            Certo, vorrà dire che Beppe Grillo ha ragione


            sempre e


            comunque.





            Come fa ad averla lui se vuoi averla sempre e

            solo tu...

            (newbie)

            Tu non conosci nulla di me ma hai già usato il
            termine "sempre" che non mi
            appartiene.strano perché hai iniziato tu a dirlo per primo...
          • anonimo scrive:
            Re: Anche la Gabanelli è dalla parte di Gril
            - Scritto da: FinalCut
            - Scritto da: anonimo



            Certo, vorrà dire che Beppe Grillo ha
            ragione



            sempre e



            comunque.








            Come fa ad averla lui se vuoi averla sempre e


            solo tu...


            (newbie)



            Tu non conosci nulla di me ma hai già usato il

            termine "sempre" che non mi

            appartiene.

            strano perché hai iniziato tu a dirlo per primo...Non è da tutti capire il sarcasmo
          • Ivan scrive:
            Re: Anche la Gabanelli è dalla parte di Gril
            Non facciamo lo stesso errore di chi combattiamo tanto. Non è corretto scrivere e/o solo pensare che Grillo ha sempre "ragione". Io lo seguo da molto tempo, lo ringrazio per il servizio quasi unico in Italia, appoggio spesso e volentieri le sue battaglie, ma sempre ragionando con la mia testa.Dovremmo farlo tutti!Inoltre ritengo che fare queste affermazioni metta sotto una luce sbagliata tutto il movimento, ci fa sembrare dei pecoroni e noi non lo siamo!!!
          • anonimo scrive:
            Re: Anche la Gabanelli è dalla parte di Gril
            - Scritto da: Ivan
            Non facciamo lo stesso errore di chi combattiamo
            tanto. Non è corretto scrivere e/o solo pensare
            che Grillo ha sempre "ragione". Io infatti non ho mai pensato nulla di questo. Il messaggio che non si è capito è:in che modo l'approvazione della Gabanelli per il V-Day può dire/non dire qualcosa a proposito della problematica sollevata da Mantellini?
          • Importuno scrive:
            Re: Anche la Gabanelli è dalla parte di Gril
            - Scritto da: anonimo
            - Scritto da: Ivan

            Non facciamo lo stesso errore di chi combattiamo

            tanto. Non è corretto scrivere e/o solo pensare

            che Grillo ha sempre "ragione".

            Io infatti non ho mai pensato nulla di questo. Il
            messaggio che non si è capito
            è:
            in che modo l'approvazione della Gabanelli per il
            V-Day può dire/non dire qualcosa a proposito
            della problematica sollevata da
            Mantellini?Si definisce come "fonte autorevole". Nella media pesata una Gabanelli vale migliaia di Mister X anche se, razionalmente pensando, non dovrebbe.
          • anonimo scrive:
            Re: Anche la Gabanelli è dalla parte di Gril
            - Scritto da: Importuno
            - Scritto da: anonimo

            - Scritto da: Ivan


            Non facciamo lo stesso errore di chi
            combattiamo


            tanto. Non è corretto scrivere e/o solo
            pensare


            che Grillo ha sempre "ragione".



            Io infatti non ho mai pensato nulla di questo.
            Il

            messaggio che non si è capito

            è:

            in che modo l'approvazione della Gabanelli per
            il

            V-Day può dire/non dire qualcosa a proposito

            della problematica sollevata da

            Mantellini?

            Si definisce come "fonte autorevole". Nella media
            pesata una Gabanelli vale migliaia di Mister X
            anche se, razionalmente pensando, non
            dovrebbe.Fonte autorevole per cosa? Cosa c'entra quello che ha detto la Gabanelli con quanto ha scritto Mantellini? Te lo dico io: nulla.
  • Bottarella alla Bottà scrive:
    Molti purtroppo non sono grillini...
    ...ma GRILLOTI!!! (troll2)(troll3)(troll1)(troll4) O) :D
    • anonimo scrive:
      Re: Molti purtroppo non sono grillini...
      - Scritto da: Bottarella alla Bottà
      ...ma GRILLOTI!!!
      (troll2)(troll3)(troll1)(troll4) O)
      :DPer me si dovrebbero chiamare grillioti
  • Paolo Immaginare scrive:
    Non oso immagin. un articolo più inutile
    Parole sibilline, evocatrici di nefasti presagi, sembrano scritte dal direttore Mazza, quello che paventava Grillo come fomentatore di terrorismo.Davvero pensare che Punto Informatico sia caduto così in basso mi sembra difficile.Pessimo articolo, non da editare ma da "cestinare".
  • Masso Elisi scrive:
    Qualcuno ha capito l'articolo?
    Il giornalista Gilioli dell'Espresso vuole fare un intervista a Beppe Grillo.Il signor Grillo dice di si poi dice no.Il giornalista Gilioli fa lo stesso un articolo sull'atteggiamento "supponente" di Grillo.Mantellini in quest'articolo critica l'atteggiamento "supponente" di Grillo.1a considerazione:Il giornalista Gilioli ha scritto la sua versione sulla verità dell'intervista.Il giornalista Gilioli lavora per un editore che ha tutto l'interesse a strumentalizzare la vicenda.2a considerazione:Mantellini monta questo articolo partendo dal presupposto che la versione di Gilioli sia "vera".L'unica cosa sicuramente vera è che Grillo ha rifiutato l'intervista3a considerazione:uno dei pilastri del teorema di Grillo sulla "società dell'informazione" in Italia è che quasi tutti i giornalisti sono asserviti alle logiche e agli interessi dei loro editori.Quelli non asserviti vengono relegati in ruoli e spazi di nicchia per renderli inoffensivi.Quelli di cui è riconosciuto il talento, il valore e il coraggio vengono o screditati con vere e proprie campagne diffamatorie o eliminati fisicamente.Ora Mantellini dovrebbe spiegare a tutti noi che senso ha dialogare con un canale, con un veicolo...che necessariamente inquina,deforma,altera o falsifica il messaggio che vuoi comunicare.Pensare che i giornali diano disinteressatamente uno spazio e un palco a chi vuole rivoltare le regole del gioco per farli scomparire e rinascere è un utopia.Ah Mantelli'...hai fatto un articolo sul valore assoluto del contraddittorio sempre e comunque (scusa ma che contraddittorio è se poi l'intervista viene montata e distorta ad uso e consumo?)Sull'importanza dei mezzi di comunicazione tradizionale?Sull'amico Gilioli che dovrebbe essere il fiore da estrarre?Scusa...ma non eri il primo a difenderere la trasparenza?La semplicità è alla base della trasparenza.......e tu con questo articolo sei più criptico dei pizzini...
  • Talpa anonima scrive:
    E' tutto un complotto
    Fidatevi, ho informazioni riservate sui retroscena di questo articolo. E' tutto un trappolone per deligittimare Grillo ed i suoi lettori. Fa parte di un piano più ampio di controffensiva alle iniziative mediatiche. Un articolo di qua, un servizio di là, un sedicente esperto intervistato ancora più in là.... comunque il peggio deve ancora arrivare, verrà a breve creata ad arte un nuova figura mediatica che dovrà raccogliere consensi dall'attuale target di Grillo. Ve lo faranno sembrare come amico, non in contrapposizione a lui, ma sarà solo un'illusione.La guerra mediatica è appena iniziata, occhi bene aperti
    • Tsukishiro Yukito scrive:
      Re: E' tutto un complotto
      - Scritto da: Talpa anonima
      Fidatevi, ho informazioni riservate sui
      retroscena di questo articolo. E' tutto un
      trappolone per deligittimare Grillo ed i suoi
      lettori. Fa parte di un piano più ampio di
      controffensiva alle iniziative mediatiche. Un
      articolo di qua, un servizio di là, un sedicente
      esperto intervistato ancora più in là....
      comunque il peggio deve ancora arrivare, verrà a
      breve creata ad arte un nuova figura mediatica
      che dovrà raccogliere consensi dall'attuale
      target di Grillo. Ve lo faranno sembrare come
      amico, non in contrapposizione a lui, ma sarà
      solo
      un'illusione.

      La guerra mediatica è appena iniziata, occhi bene
      apertiNo, non è vero, non fidatevi!!La verità ve la dico io!!E' Grillo che fa parte del complotto! Me l'ha detto David Icke in sogno stanotte, mi è comparso assieme a Madre Teresa e Adolf Hitler!!Ma non temete! A breve aboliremo il signoraggio, sveleremo il mistero delle scie chimiche, giustizieremo gli illuminati rettiliani e nel mondo nuovo che costruiremo TUTTI potranno vincere SEMPRE al superenalotto... peccato che così saranno vincite di pochi euro...
    • Bastard Inside scrive:
      Re: E' tutto un complotto
      E' tutto vero! Sarà Guido Angeli, che farà fallire il V-Day II lanciando in contemporanea il P-Day, cioè il "Provare per credere"-Day!!! :o :o :o :o :o :o :| :| :| :| :| :p
  • Lorenzo D'Amelio scrive:
    Parlare di lui per non scrivere notizie
    Chissà perchè si filosofeggia alla grande su personaggi come Beppe Grillo e non su quanto invece dice e denuncia. Credo che l'importanza delle cose dovrebbe essere invertita, caro Massimo.
    • anonimo scrive:
      Re: Parlare di lui per non scrivere notizie
      - Scritto da: Lorenzo D'Amelio
      Chissà perchè si filosofeggia alla grande su
      personaggi come Beppe Grillo e non su quanto
      invece dice e denuncia. Credo che l'importanza
      delle cose dovrebbe essere invertita, caro
      Massimo.Questo giornale si occupa di tecnologia, Internet e comunicazione (su internet). Mantellini ha criticato il modo di comunicare di Grillo, se vuoi ribattere sul tema fallo, se no a volte denota maggiore classe stare zitti.
    • Murdock scrive:
      Re: Parlare di lui per non scrivere notizie
      A dire il vero biasima i grillini, non Grillo
  • giorgio scrive:
    Bella provocazione
    Eccomi, adesso ci sono pure io.Ciao a tutti persone a cui piace grillo e a chi non piace, tutti insieme appassionatamente ;)
  • anonimo scrive:
    avete perso un lettore
    per la seconda volta avete cancellato quello che ho scritto!!!!!!!
  • anonimo scrive:
    avete perso un lettore
    prima ho scritto un commento perchè è stato cancellato?cmq ho scritto che avete perso un lettore non solo per questo articolo ma per una serie di articoli che raccontano solo cagate, cmq questa è la conferma che fate schifo.
  • giuseppe d'andrea scrive:
    la rete di beppe
    sig mantellini si faccia un giro da un'altra parte che fa più figura. sbaglio o gli piacerebbe gestire un blog con tante persone che condividono le sue idee. io credo che beppe grillo lo capisce chi ogni giorno va a leggere come me il suo post.
    • anonimo scrive:
      Re: la rete di beppe
      - Scritto da: giuseppe d'andrea
      sig mantellini si faccia un giro da un'altra
      parte che fa più figura. sbaglio o gli piacerebbe
      gestire un blog con tante persone che condividono
      le sue idee. io credo che beppe grillo lo capisce
      chi ogni giorno va a leggere come me il suo
      post.Siamo al delirio. Ora chi critica alcune cose relative a beppe grillo ha l'invidia del pene. Tra un po' leggero commenti con scritto "specchio riflesso", poi dei semplici GNE GNE GNE.Intanto di rispondere a tono non se ne parla.
  • unoqualunqu e scrive:
    Grillo è anticipazione del cambiamento
    -Il blog di beppegrillo è un esperimento ben riuscito ma piuttosto basilare d'uso della rete. Fossi un comico con il suo stile, lo farei anch'io per raccogliere gli spunti dalla gente. Cosa che i nostri politici non sanno fare.-Grillo, come lui dice è un comico, fa da parafulmine, il resto è un'antenna che raccoglie le opinioni e Wordpress non va oltre. Meet-up e le raccolte di firme tradizionali sopperiscono alla mancanza su web di strumenti puù sofisticati di aggregazione di proposte e idee e in soldoni di democrazia partecipata.-I superficiali che analizzano con gli occhi del passato il blog di Grillo vedono solo un'accozzaglia di insulti e l'emergere della sua persona. Grillo si è solo prestato a fare da casella postale, probabilmente per suo vantaggio, ma se lasciasse il Blog tutto andrebbe avanti lo stesso.-Il problema è che la Politica comunica a senso unico: detta ai giornali cosa noi dobbiamo pensare e poi fa i sondaggi per vedere se abbiamo capito. TUTTO QUESTO E' FINITO PER SEMPRE. Chi non capisce il cambiamento causato dalla rete alla formazione dell'opinione pubblica e alla partecipazione attiva e vi si oppone sarà spazzato via.-Non parlo di rivoluzioni sanguinose. C'è spazio per qualcuno illuminato che possa operare il cambiamento all'interno dei partiti, per media e giornalisti che non siano servi e finalmente rilancino gli umori del Paese Reale.
  • unoqualunqu e scrive:
    Grillo è solo una anticipazione d
    -Il blog di beppegrillo è un esperimento ben riuscito ma piuttosto basilare d'uso della rete. Fossi un comico con il suo stile, lo farei anch'io per raccogliere gli spunti dalla gente. Cosa che i nostri politici non sanno fare.-Grillo, come lui dice è un comico, fa da parafulmine, il resto è un'antenna che raccoglie le opinioni e Wordpress non va oltre. Meet-up e le raccolte di firme tradizionali sopperiscono alla mancanza su web di strumenti puù sofisticati di aggregazione di proposte e idee e in soldoni di democrazia partecipata.-I superficiali che analizzano con gli occhi del passato il blog di Grillo vedono solo un'accozzaglia di insulti e l'emergere della sua persona. Grillo si è solo prestato a fare da casella postale, probabilmente per suo vantaggio, ma se lasciasse il Blog tutto andrebbe avanti lo stesso.-Il problema è che la Politica comunica a senso unico: detta ai giornali cosa noi dobbiamo pensare e poi fa i sondaggi per vedere se abbiamo capito. TUTTO QUESTO E' FINITO PER SEMPRE. Chi non capisce il cambiamento causato dalla rete alla formazione dell'opinione pubblica e alla partecipazione attiva e vi si oppone sarà spazzato via.-Non parlo di rivoluzioni sanguinose. C'è spazio per qualcuno illuminato che possa operare il cambiamento all'interno dei partiti, per media e giornalisti che non siano servi e finalmente rilancino gli umori del Paese Reale.
  • Fai il login o Registrati scrive:
    PI senza più utenti
    Gli utenti di PI, va a finire, che sono proprio gli stessi utenti che seguono Grillo... Consiglio a PI di non criticarlo troppo perché altrimenti, se i grillini o i non-grillini che però seguono Grillo, fanno uno sciopero continuando a visitare PI ma con AdBlock installato; mi sa che PI finisca sul lastrico.....(nolove)Saluti...(geek)
  • Bevilo scrive:
    Insabbiare la reazione
    Ritengo che l'Italia sia qualcosa di strano e pauroso. Non che sia troppo convinto delle esagerazioni di Beppe Grillo, ma E' ATTUALMENTE L'UNICA REAZIONE AD UN PAESE IN COMPLETO DECLINO: CULTURALE, ECONOMICO, SOCIALE. Ora, non è possibile che se una persona reagisce e si incazza viene tacciata di qualunquismo e demagogia. Il problema di questo paese è proprio questo: nessuno si incazza. E se qualcuno lo fa, lo fa con chi si incazza.State infognando le uniche possibilità di redimere questo paese, criticando, insabbiando, diffamando le uniche persone che stanno facendo qualcosa per cambiare. Apprezzo il gesto di Grillo. E quello di molti altri come lui che invece di scrivere alrticoli inutili e stupidi cercano qualche spiaraglio....Ennesima delusione di questo paese, questo articolo.
    • Amhul scrive:
      Re: Insabbiare la reazione
      Ora, non è
      possibile che se una persona reagisce e si
      incazza viene tacciata di qualunquismo e
      demagogia. Il problema di questo paese è proprio
      questo: nessuno si incazza. E se qualcuno lo fa,
      lo fa con chi si
      incazza.Succede anche il contrario però.Uno si incazza perchè uno (non dico chi) fa demagogia e dice di avere un blog che invece è un altoparlante ed ecco che cercano di affondarlo...
    • unoqualunqu e scrive:
      Re: Insabbiare la reazione
      Perfino il Presidente Napolitano ha detto che noi italiani sbagliamo a essere pessimisti e si è messo a fare la pubblicità dell'italia a noi italiani. Ma come, lui che dovrebbe rappresentarci che non si riconosce in noi italiani e ci critica? Per me gli italiani sono molto più avanti dei loro politici che gli dicono di stare allegri ("sempre allegri bisogna stare che il nostro piangere fa male al re fa male al ricco e al cardinale diventan tristi se noi piangiam") stanno già spremendo la pustola...
    • anonimo scrive:
      Re: Insabbiare la reazione
      Mantellini non ha tacciato grillo di qualunquismo, non l'ha infangato e non l'ha insultato. Pensare il contrario equivale a mio avviso ad avere le fette di prosciutto sugli occhi e non essere obiettivi. Mantellini ha fatto delle critiche puntuali e non generiche a grillo e ai suoi tifosi. Le critiche sono sempre legittime, chi è incapace di accettarle non credo abbia l'autorevolezza sufficiente per cambiare alcunché dei meccanismi democratici di una nazione.
    • anonimo scrive:
      Re: Insabbiare la reazione
      Ora, non è
      possibile che se una persona reagisce e si
      incazza viene tacciata di qualunquismo e
      demagogia. Il problema di questo paese è proprio
      questo: nessuno si incazza. E se qualcuno lo fa,
      lo fa con chi si
      incazza.
      Per questo dobbiamo ringraziare la cara morale cattolica, che ci dice che dobbiamo sempre essere buoni e politicamente corretti. Con il risultato di essere subdolamente controllati dal potere.
  • Guglielmo Gentile scrive:
    La rotella del mouse
    Caro Massimo,La tua analisi è interessante. Non ti nascondo di nutrire anch'io, e credo anche molti altri, alcuni dubbi sulla "trasparenza" del fenomeno Grillo. E, pur avendo io stesso partecipato al V-day ed avendo fatto circolare svariate volte molteplici informazioni nate da quel blog, di reputare il tifo da stadio che caratterizza i suoi seguaci un fenomeno tipicamente italiano e spesso irrazionale.Ma vengo al punto: Grillo ha una serie di meriti indubbi: il primo è quello di aver dato ampio respiro ad alcuni pensieri "nascosti" della società, e di aver consentito un'ampia diffusione degli stessi. La pericolosità di questi pensieri ha spesso costretto l'establishment a bollarli come "antipolitica" o "demagogia" quando spesso non lo erano e non lo sono.Più che fare riferimento a una generazione di blogger dalle "pigrizie pantofolaie" (giudizio severo di cui non si capisce l'origine, oltre che la fondatezza: anzi... i Grillini sembrano alquanto operosi !) lui fa riferimento ad una intera classe sociale rimasta digiuna di informazioni, prima ancora che di valori. Non è la nostra giovane rete il problema, ma l'obsoleto sistema di distribuzione delle informazioni sul quale è andato a innestarsi.E' evidente a tutti quelli che hanno seguito Grillo che ci sono delle strategie di comunicazione: ma è giusto che sia così. Il contenuto de V day erano tre punti programmatici molto chiari (giusti o sbagliati che fossero); il "claim" della campagna di comunicazione era "vaff...". Ma questo sono sicuro che lo sai bene. Non confonderti, quindi, quando analizzi il fenomeno: il vaff... è lo slogan per attirare l'attenzione: i contenuti sono altri. Se ti confondi, fai come Riotta, che si confonde spesso (e che pare andasse al Bilderberg, o come diavolo si chiama, per essere più informato e confondersi meno !).Grillo non ha rilasciato un'intervista a L'Espresso ? C...i suoi ? Non ha solidarizzato sulla censura a Luttazzi (cosa a mio avviso assai più grave) ? C...i suoi ! Ha "venduto" sul suo blog Di Pietro con i risultati che il politico ci abitua a vedere, e nessuno gliene ha chiesto conto ? C....i suoi !E' libero di farlo, insomma, e di adottare le strategie di comunicazione che ritenga più efficaci. Del resto, i temi di lotta da lui individuati, sono, a mio avviso per lo più corretti ed importanti, quindi... a me sta bene.Insomma: nel panorama melmoso al quale il nostro paese ci abitua, questo tipo di critiche mi sembrano un po' strumentali: come se in una Napoli invasa dalla diossina dei falò di immondizia, ci si preoccupasse di far rispettare il divieto di fumo nei locali pubblici: certo, hai ragione, fumare è vietato...il rispetto della legge... però...Per quanto riguarda l'accusa di inadeguatezza rispetto al nuovo medium che utilizza, cosa ti devo dire ? Forse hai ragione, ma le stesse cose si potrebbero dire del tuo blog, con gli indirizzi mail in chiaro nei commenti. Ma sarebbe un'accusa risibile, non certo sui contenuti che esponi, e per i quali, a scanso di equivoci, ci tengo a dire di apprezzarti e stimarti.In conclusione: è il sistema che è vecchio, non gli strumenti adottati all'interno del sistema. Vuoi sapere se si rinnoverà ? Io non credo. Di solito è l'economia, è il lavoro dell'uomo, la causa del rinnovamento, non uno strumento di comunicazione.Vuoi sapere se sono contento del fenomeno Grillo ? Sì, sono contento, anche se la prudenza mi obbliga a verificare qualunque informazione, prassi che dovrebbe essere comune a tutti i lettori, soprattutto in rete.Vuoi sapere cosa penso del tuo punto di vista ? Credo che sia parziale, che non tenga conto della situazione del paese con ancora i piedi nell'800 e due dita nel ventunesimo secolo. Tu guardi le due dita, e non ti piace il mouse che cliccano: dici che la rotella è sporca, che non c'è il tappetino.Con immutata stimaGuglielmo
    • freddy scrive:
      Re: La rotella del mouse
      Totalmente d'accordo.
    • LaNberto scrive:
      Re: La rotella del mouse
      - Scritto da: Guglielmo Gentile
      Caro Massimo,
      Grillo non ha rilasciato un'intervista a
      L'Espresso ? C...i suoi ? Non ha solidarizzato
      sulla censura a Luttazzi (cosa a mio avviso assai
      più grave) ? C...i suoi ! Ha "venduto" sul suo
      blog Di Pietro con i risultati che il politico ci
      abitua a vedere, e nessuno gliene ha chiesto
      conto ? C....i suoi
      !Mantellini critica l'approccio di grillo alla rete? c...i suoi?PI riempito di fanatici incapaci di andare oltre il dogmatismo? c...i di PI?chiedere conto a grillo delle cazzate che fa? c...i di chi?
    • picchiatello scrive:
      Re: La rotella del mouse
      - Scritto da: Guglielmo Gentile
      Vuoi sapere cosa penso del tuo punto di vista ?
      Credo che sia parziale, che non tenga conto della
      situazione del paese con ancora i piedi nell'800
      e due dita nel ventunesimo secolo. Tu guardi le
      due dita, e non ti piace il mouse che cliccano:
      dici che la rotella è sporca, che non c'è il
      tappetino.

      Con immutata stima

      GuglielmoIo, senza dubbio piu' cattivo di Te , dico che e' volutamente parziale atto cioe' a far generare un disporso senza senso tra chi e' pro e contro Grillo.Per dare una ragione a questo guazzabuglio dobbiamo, come giustamente hai scritto, far leva sulle informazioni che ci vengono dai blog e non sullla loro paternità di scrittura.Voler conoscere alcuni aspetti della quotidianità italiana non presa in nessun conto dai giornalisti e dalla tv italiana senza dubbio e' a favore di Grillo, come del resta di altri blog.
    • Massimo Mantellini scrive:
      Re: La rotella del mouse
      - Scritto da: Guglielmo Gentile
      Caro Massimo,


      Ma vengo al punto: Grillo ha una serie di meriti
      indubbi: il primo è quello di aver dato ampio
      respiro ad alcuni pensieri "nascosti" della
      società, e di aver consentito un'ampia diffusione
      degli stessi. La pericolosità di questi pensieri
      ha spesso costretto l'establishment a bollarli
      come "antipolitica" o "demagogia" quando spesso
      non lo erano e non lo
      sono.

      Più che fare riferimento a una generazione di
      blogger dalle "pigrizie pantofolaie" (giudizio
      severo di cui non si capisce l'origine, oltre che
      la fondatezza: anzi... i Grillini sembrano
      alquanto operosi !) lui fa riferimento ad una
      intera classe sociale rimasta digiuna di
      informazioni, prima ancora che di valori. Non è
      la nostra giovane rete il problema, ma l'obsoleto
      sistema di distribuzione delle informazioni sul
      quale è andato a
      innestarsi.

      E' evidente a tutti quelli che hanno seguito
      Grillo che ci sono delle strategie di
      comunicazione: ma è giusto che sia così. Il
      contenuto de V day erano tre punti programmatici
      molto chiari (giusti o sbagliati che fossero); il
      "claim" della campagna di comunicazione era
      "vaff...". Ma questo sono sicuro che lo sai bene.
      Non confonderti, quindi, quando analizzi il
      fenomeno: il vaff... è lo slogan per attirare
      l'attenzione: i contenuti sono altri. Se ti
      confondi, fai come Riotta, che si confonde spesso
      (e che pare andasse al Bilderberg, o come diavolo
      si chiama, per essere più informato e confondersi
      meno
      !).

      Grillo non ha rilasciato un'intervista a
      L'Espresso ? C...i suoi ? Non ha solidarizzato
      sulla censura a Luttazzi (cosa a mio avviso assai
      più grave) ? C...i suoi ! Ha "venduto" sul suo
      blog Di Pietro con i risultati che il politico ci
      abitua a vedere, e nessuno gliene ha chiesto
      conto ? C....i suoi
      !

      E' libero di farlo, insomma, e di adottare le
      strategie di comunicazione che ritenga più
      efficaci. Del resto, i temi di lotta da lui
      individuati, sono, a mio avviso per lo più
      corretti ed importanti, quindi... a me sta
      bene.
      Insomma: nel panorama melmoso al quale il nostro
      paese ci abitua, questo tipo di critiche mi
      sembrano un po' strumentali: come se in una
      Napoli invasa dalla diossina dei falò di
      immondizia, ci si preoccupasse di far rispettare
      il divieto di fumo nei locali pubblici: certo,
      hai ragione, fumare è vietato...il rispetto della
      legge...
      però...

      Per quanto riguarda l'accusa di inadeguatezza
      rispetto al nuovo medium che utilizza, cosa ti
      devo dire ? Forse hai ragione, ma le stesse cose
      si potrebbero dire del tuo blog, con gli
      indirizzi mail in chiaro nei commenti. Ma sarebbe
      un'accusa risibile, non certo sui contenuti che
      esponi, e per i quali, a scanso di equivoci, ci
      tengo a dire di apprezzarti e
      stimarti.

      In conclusione: è il sistema che è vecchio, non
      gli strumenti adottati all'interno del sistema.
      Vuoi sapere se si rinnoverà ? Io non credo. Di
      solito è l'economia, è il lavoro dell'uomo, la
      causa del rinnovamento, non uno strumento di
      comunicazione.
      Vuoi sapere se sono contento del fenomeno Grillo
      ? Sì, sono contento, anche se la prudenza mi
      obbliga a verificare qualunque informazione,
      prassi che dovrebbe essere comune a tutti i
      lettori, soprattutto in
      rete.
      Vuoi sapere cosa penso del tuo punto di vista ?
      Credo che sia parziale, che non tenga conto della
      situazione del paese con ancora i piedi nell'800
      e due dita nel ventunesimo secolo. Tu guardi le
      due dita, e non ti piace il mouse che cliccano:
      dici che la rotella è sporca, che non c'è il
      tappetino.

      Con immutata stima

      GuglielmoCaro Guglielmo,sinceramente non mi permetto di fare analisi sullo stato del paese. Non certo su PI. E guarda non credo di averle nemmeno fatto sullo stato di Beppe Grillo. Da quando Grillo cavalca la rete Internet ho scrito solo due pezzi al riguardo (quello di oggi e' il secondo) ed in entrambi, volutamente, anche per limiti miei, non ho mai inteso provare a giudicare la galassia Grillo per cio' che attiene ai contenuti che propone e nemmeno piu' di tanto per "come" li propone. A me interessa "l'occasione persa Grillo" (cosi' a me pare) per cio' che attiene alle dinamiche comunicative mediate dalla rete. Sono piuttosto daccordo con molte delle cose che scrivi ma mi spiace che, al di la' di meriti e demeriti, la prima mobilitazione significativa che riguarda in parte la rete italiana sia stata cosi' gestita. Poi su Grillo e sui suoi claim o sullo stato dell'informazione in italia ognuno di noi manterra' immagino il proprio parere. Che pero' con il contrappunti di oggi non c'entra molto.saluti
      • snem scrive:
        Re: La rotella del mouse
        - Scritto da: massimo mantellini

        Caro Guglielmo,

        sinceramente non mi permetto di fare analisi
        sullo stato del paese. Non certo su PI. E guarda
        non credo di averle nemmeno fatto sullo stato di
        Beppe Grillo. Da quando Grillo cavalca la rete
        Internet ho scrito solo due pezzi al riguardo
        (quello di oggi e' il secondo) ed in entrambi,
        volutamente, anche per limiti miei, non ho mai
        inteso provare a giudicare la galassia Grillo per
        cio' che attiene ai contenuti che propone e
        nemmeno piu' di tanto per "come" li propone. A me
        interessa "l'occasione persa Grillo" (cosi' a me
        pare) per cio' che attiene alle dinamiche
        comunicative mediate dalla rete. Sono piuttosto
        daccordo con molte delle cose che scrivi ma mi
        spiace che, al di la' di meriti e demeriti, la
        prima mobilitazione significativa che riguarda in
        parte la rete italiana sia stata cosi' gestita.
        Poi su Grillo e sui suoi claim o sullo stato
        dell'informazione in italia ognuno di noi
        manterra' immagino il proprio parere. Che pero'
        con il contrappunti di oggi non c'entra
        molto.

        saluti
        A me interessa "l'occasione persa Grillo" (cosi' a me
        pare) per cio' che attiene alle dinamiche
        comunicative mediate dalla rete.Non capisco quale sia l'"occasione persa" visti i risultati delle iniziative di Grillo. Quali erano le sue speranze?Nel suo articolo parla di "un flusso di ritorno" ("Ma tutto questo baraccone rimane uno spreco formidabile se non crea un flusso di ritorno."). Di cosa si tratta? Cosa dovevano fare le persone più di quello che hanno fatto? Quali sono le differenze con gli altri mezzi di comunicazione? Hanno per caso un "flusso di ritorno" qualunque cosa significhi? Vorrei degli esempi se è possibile."Le parole sono importanti" "La terza ragione per cui in rete le parole sono importanti è che se tu non dai loro il giusto peso e se non sei pronto a cambiare idea quando è il caso, un sacco di gente capirà chi sei, e smetterà di darti ascolto (questo magari in un mondo perfetto, ma almeno un po' è così). E questa è un'altra faccenda seria da considerare."Ma Lei ha considerato il lato positivo, quando le parole sono davvero importanti, cioè quando esprimono ragioni difficilmente opinabili? Un "sacco di gente capirà chi sei", giudicherà e continuerà ad ascoltarti, a prendere ispirazione, a continuare il tuo pensiero. Nel suo articolo sembra che chi scrive in rete non abbia i mezzi, con pensieri non propri, e che siano solo una cassa di risonanza di altri. E' lo stesso pregiudizio che alcuni (autodefiniti) intellettuali affibiano al volgo, al popolo dei bar. Così pensando, e dando a credere, si discredita nella massa anche chi ha un valore, ammazzando le sue idee senza possibilità di esame. Facciamo giudicare ai singoli. Se lo fanno male è un problema più culturale che dei mezzi con il quale si informano.
        ma mi spiace che, al di la' di meriti e demeriti, la
        prima mobilitazione significativa che riguarda in
        parte la rete italiana sia stata cosi' gestita.Come avrebbe voluto fosse stata gestita? Qual'è la sua proposta? Se condivide le idee, o se vuole incidere nel sociale con le sue, perchè non pianifica Lei stesso una "mobilitazione" in rete? Dopo aver giudicato le sue proposte sarò felice di seguirla se è il caso. Facile criticare i progetti, ben più difficile è fornire soluzioni migliori.
        Poi su Grillo e sui suoi claim o sullo stato
        dell'informazione in italia ognuno di noi
        manterra' immagino il proprio parere.Già, qual'è il suo parere? Visto che non analizza il fenomeno Grillo, perchè lo prende come esempio nella sua analisi?Afferma che:
        Quindi, per finire, la Trasparenza è una virtù. Che si può
        praticare o non praticare. Quello che è certo è che non
        essere trasparenti in rete usando gli strumenti della rete
        è piuttosto complicato. Ed infatti Beppe non è che ti stia
        riuscendo benissimo. ...e qui giudica, ma non fornisce esempi. Si appella ad un astratto concetto di trasparenza, affermando che in rete non si può essere trasparenti (ma le parole non restano in rete?).
        Anche se forse a te i risultati continuano a sembrare
        formidabili. Anche se magari non è solo colpa tua ma anche
        di quelli vicino a te che ti spiegano (male) cos'è
        Internet e come va usata.Perchè solo e sempre la parte negativa? Possibile che nessuno possa spiegare (bene) cos'è internet e come va usata? A parte che internet è uno strumento, mentre lei mi sembra accenni ai contenuti "in internet". Il suo discorso si può estendere a qualsiasi strumento ("ti spiegano (male) cos'è (strumento a caso) e come va usato/a"), e risulta astratto.
        Essere trasparenti significa estendere agli altri i propri
        valori (sempre che questi valori abbiano merito per
        attecchire altrove), significa giocare la carta della
        modernità fuori dai trucchi del "pentapartito" (chiedo
        scusa, quelli di una certa età come me trovano la parola
        "pentapartito" perfetta per raccontare una decadenza dei
        costumi che viene da molto lontano). Essere trasparenti
        significa comprendere che nel grande rumore digitale
        generato da migliaia di voci sovrapposte che discutono del
        medesimo problema si deve saper estrarre il fiore. Quando
        c'è e se c'è. E che rinunciare a cercarlo è un atto di
        superbia in grado di rispedirti in un flash a "Te lo do io
        il Brasile".Davvero significa questo essere trasparenti? Qui si fanno solo riferimenti a supposti limiti del fenomeno Grillo per poi terminare con la battuta facendo riferimento al passato "artistico" di Grillo. E meno male che ha affermato di non pretendere di analizzare il fenomeno Grillo!
        Che pero' con il contrappunti di oggi non c'entra
        molto.Dovrebbe prendere in considerazione il numero di commenti e le domande degli utenti di PI per scrivere di nuovo sul tema, chiarificandoci le idee. Perchè anche io non ho ben chiaro il tema del suo articolo, che una volta letto, alimenta dubbi sulle sue buone intenzioni.Cordiali saluti
  • Ricky scrive:
    Parole in rete...alla fine rendono?
    Me lo chiedo da un po...Sul blog di Grillo si fanno tante discussioni ma a stento vedo qualche risultato.Quello che posso dire e' che da quando il blog di Grillo ha aperto i battenti sono venuto a conoscenza di tante realta' che non sapevo da collezzionare con quelle di cui sapevo.Sempre piu' materiale per aumentare la mia gia' poca stima del genere umano.Ma alla fine cosa e' cambiato?A ben vedere sembra che nemmeno una decina di VDAY servirebbero a risollevare le sorti di questo martoriato paese.E quindi? Cosa ci manca per riguadagnare una sorta di "dignita'" e di tirarci su le maniche per sistemare questo abominio che ci troviamo innanzi?Manca l'anima...in questi anni ci hanno succhiato l'anima e adesso siamo proprio dei "bamboccioni" ma non come li intende il politico fuori dal mondo.Siamo flosci, assuefatti al sistema,privi di reazioni apprezzabili.ZOMBIE modellati dalla televisione che ogni tanto si incazzano ma non fanno altro che bruciare piu' ossigeno.Mantellini, anche i tuoi discorsi non cambiano il mondo...non cambiano nemmeno chi ti sta' vicino.Ma e' un bene che tu li possa esternare.Questo fa Grillo e se ne prende bonus/malus.E,nonostante tutto, ha fatto piu' lui di molti altri anche se poi alla fine magari sara' solo una bolla di sapone.Certo e'che continuare come stiamo continuando adesso non va' bene,forse cambiare strada migliorera' le cose.Nonostante la storia porti esempi chiari di quale ruolo abbia il POPOLO e di quale chi lo COMANDA...
    • calorbianco scrive:
      Re: Parole in rete...alla fine rendono?

      Nonostante la storia porti esempi chiari di quale
      ruolo abbia il POPOLO e di quale chi lo
      COMANDA...Se poi ci metti che il popolo si infama l'un l'altro senza possibilita' di confronto serio e sereno (come fossi tu o io il tronchettone) non stupisce come siamo ridotti. Il vero rinascimento sta nel saper dialogare.
  • anonimo scrive:
    Complimenti per il coraggio
    Ora Mantellini sarà messo nella lista dei cattivi-venduti-schiavidelpotere-viscidi dai tifosi di grillo.
  • picchiatello scrive:
    Articolo inutile
    Al pari di tanti altri che vedono sempre il vicino , o megli quello che non e' nelle classifiche wikio, quello che non va ai party milanesi, quello che non e' nel grande gotha dei soliti 4-5 internet-giornalisti ( che si scambiano le non notizie) con almeno 20 anni di non lavoro alle spalle un qualcosa di "esterno alla rete".Spiacente Sig. Mantellini , Lei ci sta convincendo sempre meno con questi sermoni ( oserei dire piu' salmoni) che vanno sempre contro e proponendo sempre meno; se i grillini sono un fenomeno da "baraccone" Lei sa bene si esauriranno, se Grillo e' il diavolo in persona sa bene che il movimento si esaurirà anche perche' nel nostro paese c'e' il Vaticano che tiene la da ogni tentazione terrena.Sarebbe bello riuscire a scrivere qualche articolo su quello che questo governo sta non facendo, sulle nuove leggi restrittive in merito alle libertà della rete italiana, sui link ai giornali che ancora non possiamo fare...ma tutto questo passa in secondo piano a Grillo ed ai mali che i grillini stanno "facendo";Riprovi sarà piu' fortunato il testo dell'articolo sta facendo stadere quello che per me era un punto di riferimento nella rete italia: PI.
    • LaNberto scrive:
      Re: Articolo inutile
      alla luce di quello che hai scritto su mantellini: ma te allora vieni su PI solo per trollare. Gli articoli non li leggi proprio.
    • Amhul scrive:
      Re: Articolo inutile
      Forse prima dovresti leggere il testo di quello che commenti. Così eh dico come consiglio.
  • Luca scrive:
    Presuntuoso
    Non riesco ad avere un parere diverso su quanti affollano la rete con i loro commenti quotidiani su qualsiasi cosa. Come si può descrivere colui che si sente capace di commentare qualsiasi fatto quotidianamente.Stupido e presuntuoso.Stupido perché così facendo dimostra da tempo di non capire che senza un approfondimento senza il tempo per una riflessione che non sia banale e senza la possibilità di osservare dall'interno le questioni trattate, egli non può aggiungere nulla di nuovo, oltre alla propria opinione che vale quanto quella altrui.Il valore aggiunto è quello dato dai fatti, non dalle opinioni.Non è la sede che lo ospita a sbagliare; Punto Infomatico per la qualità dell'informazione che offre non vale nulla: è un semplice ripetitore, un aggregatore di notizie.Per scrivere qualcosa che valga il mio tempo, Mantellini e gli altri senza uno scopo nella vita diverso dall'apparire (e non importa come), dovrebbero decidere a cosa dedicarsi, scrivendo al tempo stesso di meno.Io non vivo per apparire, ho di meglio da fare nella mia unica e breve esistenza, Grillo e i suoi collaboratori pubblicano un prodotto editoriale migliore di molti e soprattutto hanno altro da fare nella vita.Mantellini no, e non se ne darà mai pace, rimanendo sine die un disperato.
  • Carlo C. scrive:
    Non guardare le statistiche, dammi retta
    Lasciale perdere le statistiche sui blog più visti.Lasciali perdere i ranking dei blog.Lascia stare technorati e gli altri.che poi ti fanno fare questi articoli...dammi retta
    • anonimo scrive:
      Re: Non guardare le statistiche, dammi retta
      - Scritto da: Carlo C.
      Lasciale perdere le statistiche sui blog più
      visti.
      Lasciali perdere i ranking dei blog.
      Lascia stare technorati e gli altri.

      che poi ti fanno fare questi articoli...

      dammi rettaNon capsico la questione. Non mi risulta che consenso sia sinonimo di verità o ragione.
  • lowres scrive:
    Grillo distruggeva i computer sul palco
    Durante i sui spettacoli, prendeva a mazzate un computer in scena e predicava con i suoi consueti toni di chi ti sta rivelando la verità nascosta che tu non hai capito, che Internet ci avrebbe resi tutti scemi.Succedeva nel 2001, io lavoravo già da tempo per il web e mi incazzavo come una bestia per tanta ignoranza e superficialità. Secondo me se lo ricorda bene anche Mantellini.Oggi Grillo fa i milioni attraverso il suo blog, fatto con i computer e con Internet.E a leggere le valanghe di commenti sul suo blog, oggi penso che, si, forse Beppe Grillo aveva ragione.
    • MeMedesimo scrive:
      Re: Grillo distruggeva i computer sul palco
      l'anno scorso a uno dei suoi spettacoli ha detto che gli uomini si differenziano dagli animali pperche hanno il pollice opponibile. ma gli internetauti non lo usano usano solo l'indice click click......questo per dire che anche grillo le sue cazzate le dice ma non va di certo attaccato cosi per non aver voluto GIUSTAMENTE rispondere a certe domande idiote.
      • Olmo scrive:
        Re: Grillo distruggeva i computer sul palco

        questo per dire che anche grillo le sue cazzate
        le dice ma non va di certo attaccato cosi per non
        aver voluto GIUSTAMENTE rispondere a certe
        domande
        idiote."I giornali sono morti o sono ancora capaci di produrre buoni dossier?""Quale giornalista, a suo parere, è meritorio ed è escluso dalle critiche che muove alla casta dei giornalisti?"Proprio domande idiote, sì.Cattivissime. Ignobili.Bravo Grillo, bella prova.Bravi Amici di Grillo. Grande prova di autonomia di pensiero.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Grillo distruggeva i computer sul palco
          non ti viene l'idea che magari la storia sia inventata propio quando Grillo ha detto che il prossimo V-day sara dedicato all'informazione ?
          • Olmo scrive:
            Re: Grillo distruggeva i computer sul palco
            - Scritto da: Sgabbio
            non ti viene l'idea che magari la storia sia
            inventata propio quando Grillo ha detto che il
            prossimo V-day sara dedicato all'informazione
            ?Oh yes. Il complotto.
          • Olmo scrive:
            Re: Grillo distruggeva i computer sul palco
            - Scritto da: Sgabbio
            non ti viene l'idea che magari la storia sia
            inventata propio quando Grillo ha detto che il
            prossimo V-day sara dedicato all'informazione
            ?Un complotto ordito da L'Espresso. Settimanale menzionato più volte da Grillo, per i suoi dossier (basta fare una ricerca sul suo blog con la chiave Espresso per sincerarsi che L'Espresso è una delle più utilizzate fonti di Grillo).Che faccia una smentita.Che faccia almeno un commento.O che approfitti per rispondere comunque a quelle domende.Sai cosa accadrà, invece?Tacerà. Confidando sul fatto che sovrapponendo a questa storia nuove invettive, il suo popolo si dimenticherà presto.Ma voi, chiedetegli. Scrivete.Io ho scritto non meno di 10 mail (forse scomode) a Grillo. Non ha mai risposto.
          • LaNberto scrive:
            Re: Grillo distruggeva i computer sul palco
            no, non mi viene in mente.
          • The_GEZ scrive:
            Re: Grillo distruggeva i computer sul palco
            Ciao LaNberto !
            no, non mi viene in mente.Tranquillo, nessuno ha mai pensato che sarebbe successo, specialmente notando lo "spessore" dei tuoi post.
          • LaNberto scrive:
            Re: Grillo distruggeva i computer sul palco
            figuriamoci, è che il mio spessore si adatta all'interlocutore.
    • ANON scrive:
      Re: Grillo distruggeva i computer sul palco
      - Scritto da: lowres
      Durante i sui spettacoli, prendeva a mazzate un
      computer in scena e predicava con i suoi consueti
      toni di chi ti sta rivelando la verità nascosta
      che tu non hai capito, che Internet ci avrebbe
      resi tutti
      scemi.Ancora con stà storiaE' anni che Beppe ne parla e fa vedere lo spezzone ai suoi spettacoli. Si chiama "autocritica", ma mi sa che da queste parti nemmeno si conosce....
  • calorbianco scrive:
    Ho letto tutti i post O_o
    Ho letto tutti i post e l'idea che mi sono fatto e' che per prima cosa l'articolo non mi sembra particolarmente virulento nei confronti di Grillo o dei suoi sostenitori. E' un'opinione completamente libera che HO SCELTO di leggere. La condivido in parte, seppure mi da un po' sui nervi il tono un pelo compiaciuto.Premetto che quasi sicuramente andro' al prossimo V-Day, nonostante il paragone con il "partito dell'uomo qualunque" per me non sia molto distante con cio' che penso riguardo al "movimento", cio' non significa che ritenga il movimento negativo.Ritengo Grillo un ottimo giornalista i cui articoli leggo con interesse. Trovo invece odioso il fatto che Grillo, nel suo Blog, non abbia mai a cuore di far sentire la sua voce all'interno dei commenti. In questo lo vedo un po' simile ai giornalisti veri e propri che danno la notizia ma non si "mescolano".Altra cosa che detesto e' il tifo da stadio. "o sei con lui o contro di lui" mi sembra una mentalita' allineata completamente ai tempi moderni di Bush e company, e' il vero cancro dell'informazione moderna.
    • ANON scrive:
      Re: Ho letto tutti i post O_o
      - Scritto da: calorbianco
      Ritengo Grillo un ottimo giornalista E hai già cannato....
      • calorbianco scrive:
        Re: Ho letto tutti i post O_o
        - Scritto da: ANON
        - Scritto da: calorbianco


        Ritengo Grillo un ottimo giornalista

        E hai già cannato....Beh, IO posso argomentare dicendo che il vero buon giornalista da notizie (ovvero riporta fatti comprovati) ai suoi lettori o utenti. Non credo che nel suo blog Grillo abbia le aspirazioni di far sapere chi sia lui, quanti figli ha, dove e' stato per le vacanze, quale sia il posto migliore per andare a mangiare a genova ecc...Credo che le uniche persone che lo definiscono un blogger o un comico siano solo le persone che vogliono screditarlo. Stessa cosa dicasi per Travaglio.
        • ANON scrive:
          Re: Ho letto tutti i post O_o
          - Scritto da: calorbianco
          - Scritto da: ANON

          - Scritto da: calorbianco




          Ritengo Grillo un ottimo giornalista



          E hai già cannato....

          Beh, IO posso argomentare dicendo che il vero
          buon giornalista da notizie (ovvero riporta fatti
          comprovati) ai suoi lettori o utenti.Per lavoro, ne riceve compenso, ha uno stipendio, un contratto (magari free-lance) per qualche testateGrillo no
          Credo che le uniche persone che lo definiscono un
          blogger o un comico siano solo le persone che
          vogliono screditarlo. Stessa cosa dicasi per
          Travaglio.Travaglio scrive su molte testate. Cosa c'entra?Vedi, la tua è la tipica visione limitata ai vecchi mezzi di informazione: o sei di così o sei cosà...
          • calorbianco scrive:
            Re: Ho letto tutti i post O_o

            Per lavoro, ne riceve compenso, ha uno stipendio,
            un contratto (magari free-lance) per qualche
            testate
            Grillo noAllora, volendo essere precisi Grillo si guadagna da vivere con i suoi spettacoli in cui fa informazione e io lo reputo un giornalista a tutti gli effetti, tanto piu' che durante i suoi spettacoli snocciola dati e mostra grafici...
    • calorbianco scrive:
      Re: Ho letto tutti i post O_o
      - Scritto da: Fabio Scia
      Non è che no difende Grillo perché è dalla sua
      parte... è l'altra parte che è indifendibile Ma LOOOL.....Stai dicendo che ci sono DUE parti...Ripeto: per me Beppe Grillo non ha bisogno di essere difeso da nessuno, magari ha bisogno che le sue argomentazioni vengano dibattute da tutti; sia da coloro che lo trovano "antipatico" sia da coloro che invece ne fanno una bandiera. Dire: "Signor tizio, lei non capisce un cazzo e per favore vada a fare in culo e si informi ecc...", beh, sinceramente se fossi una persona subdola che detesta Grillo sarei il primo a esprimermi cosi'.Io stimo Grillo come una persona intelligente e coraggiosa, che ha le sue idee politiche e si batte per la verita' e la giustizia, cose che nemmeno mantellini possa (nemmeno mi sembra lo abbia fatto) mettere in discussione.Che pero' i suoi mezzi e le sue idee non siano criticabili, beh, e' un altro paio di maniche...
    • LaNberto scrive:
      Re: Ho letto tutti i post O_o
      e due. al terzo post identico vinci la bambolina?
  • uomo comune scrive:
    Sono d'accordo
    Concordo pienamente.Grillo ha costruito una grande opportunità, ma non è più in grado di gestirla. E' un comico, devo dire che mi sta molto simpatico, ho comprato i sui DVD e sono d'accordo con l'80% di quello che dice. Ma è un comico; non ci possiamo aspettare che diventi un politico o un capopopolo.I nostri politici sono il vero problema, ma forse andiamo fuori tema...
  • Fabio Scia scrive:
    Quando il saggio indica la luna...
    Quando il saggio indica la luna... lo stolto guarda il dito... e gli italiani che si sentono furbi le stelle.Nessuno è infallibile. Tanto meno un comico.Ma in un Paese che proprio in questi giorni annega nella sua stessa merda, gestito da politici accattoni che sono riusciti a trasformare una metafora in squallida realtà, ci sono ancora sofisti che avvertono dei pericoli della Rete?!Come se nella stampa italiana uno leggesse la realtà dei fatti. Come se i giornalisti italiani andassero mai a verificare una notizia o una velina. Come se i media nazionali pur di non smentirsi non trasformassero mai bufale in notizie sensazionali.Come se per entrare in una redazione non servisse una zampata in culo con tutte e due le scarpe.Ma avete mai letto i cognomi dei giornalisti del Tg5? del Corriere?E quelli, con tutti i Santi da ringraziare, dovrebbero essere più attendibili di Grillo o della rete?Oppure devo spegnere Internet ed accendere il Tg1, così da rasserenarmi che anche questa domenica un Papa, che assomiglia al cattivo di Guerre Stellari, ha fatto il suo solito, inutile, farsesco appello alla Pace?
    • Codello scrive:
      Re: Quando il saggio indica la luna...

      E quelli, con tutti i Santi da ringraziare,
      dovrebbero essere più attendibili di Grillo o
      della
      rete?Ma io questo, qui, non l'ho letto. E' che estremizziamo tutto quindi se io ti dico metti che Grillo non mi piace del tutto allora vuol dire che sono dalla parte dei giornalisti. Questo secondo me è il pericolo numero uno, vedere tutto in bianco e nero. E fa comodo a quelli là.
      • Tsukishiro Yukito scrive:
        Re: Quando il saggio indica la luna...
        - Scritto da: Codello

        E quelli, con tutti i Santi da ringraziare,

        dovrebbero essere più attendibili di Grillo o

        della

        rete?

        Ma io questo, qui, non l'ho letto. E' che
        estremizziamo tutto quindi se io ti dico metti
        che Grillo non mi piace del tutto allora vuol
        dire che sono dalla parte dei giornalisti. Questo
        secondo me è il pericolo numero uno, vedere tutto
        in bianco e nero. E fa comodo a quelli
        là.Grillo è uno dei primi a estremizzare e fomentare la logica del "chi non è con me è contro di me".Qualcuno si ricorda che fine ha fatto Robespierre?...
  • anonimo scrive:
    avete perso un lettore
    ci tenevo a dirvi che avete perso un lettore. non solo per questo articolo ma per un sacco di articoli che publicate ultimamente che raccontano solo cagate.vaffanculo!!!!!!!
  • TLH scrive:
    I CONTENUTI DEL V-DAY
    Allora vogliamo parlare ancora di Grillo o dei contenuti del V-Day del 25 Aprile?Noi, CITTADINI ITALIANI, (non grillini), protestiamo contro la stampa e il giornalismo al servizio dei politici, contro i finanziamenti ai giornali, i telegiornali truccati, etc.. etc..!!
    • Codello scrive:
      Re: I CONTENUTI DEL V-DAY
      - Scritto da: TLH
      Allora vogliamo parlare ancora di Grillo o dei
      contenuti del V-Day del 25
      Aprile?

      Noi, CITTADINI ITALIANI, (non grillini),
      protestiamo contro la stampa e il giornalismo al
      servizio dei politici, contro i finanziamenti ai
      giornali, i telegiornali truccati, etc..
      etc..!!Ma non credo che sia sbagliato o qualcuno lo contesti. Ma è vero che se non dialoghi ti tiri un po' fuori. Ti metti li' con un megafono e urli. Magari serve boh.
      • Mi scoccio di loggare scrive:
        Re: I CONTENUTI DEL V-DAY
        - Scritto da: Codello
        Ma non credo che sia sbagliato o qualcuno lo
        contesti. Ma è vero che se non dialoghi ti tiri
        un po' fuori. Ti metti li' con un megafono e
        urli. Magari serve
        boh.In una manifestazione ( perche' il V-Day è una manifestazione ), non cerchi dialogo o confronto.Stai manifestando il tuo DISSENSO contro il sistema che si è venuto a creare ( nel primo V-Day al mondo politico, e nel secondo V-Day al mondo dell'informazione ).Quindi non e' che "cerchi di instaurare un rapporto con i politici o con l'informazione", ma stai gridando loro che se non cambiano mentalità, tra poco verranno esiliati tutti.Per questo (penso), Grillo non dialoga.Perche' lui non cerca di "mediare", vi sta solo dicendo che "lui" ( e molti come lui ) si sono stufati di questi sistemi ed e' giunta l'ora di cambiare.Lui ci ha messo la faccia, ma da questo suo gesto, e' nato un movimento che appoggia le sue idee che vanno oltre la bandiera politica o il credo religioso.
  • rospo scrive:
    no PI, non cedere al lato oscuro
    PI tu sei (dovresti essere) un giornale tematico che tratta di informatica, la cosa dovrebbe finire li, ma.....Che schifo questo Mantellini che attacca indirettamente la persona (Grillo e tutti i meetup) facendo viscidamente strisciare il suo metodo sopra la nebbia di parole del tipo: "la rete di qui, la rete di la, e le parole sono importanti, e le parole vanno pensate"....Come al solito questi giornalisti sono schifosi e viscidi.Il "bellarticolo" di Mantellini parla di tutto tranne di cio di cui si dovrebbe veramente parlare ovvero dei CONTENUTI del blog id Grillo.Fosse Grillo o Mantellini o Vattelapesca a scrivere delle truffe miliardarie o a scoperchiare pentole puzzolenti o a parlare di chiari coinvolgimenti mafiosi dello stato, a noi non interesserebbe affatto.A noi interessano i contenuti delle notizie non chi li scrive.Ma ovviamente Il Bravo Mantellini attacca lo scrittore perchè è tutto ciò che è capace di fare.L'uomo lo puoi pubblicamente screditare finchè c'è qualcuno (PI, l'espresso, ..) che te lo lascia fare.Mantellini la prossima volta prova a fre il giornalista vero, ci sono vere notizie che ti aspettano, notizie che fanno male a coloro che ti pagano, noi ti aspettiamo se vorrai scavalcare il muro noi saremo pronti ad ascoltarti e a difenderti conto i Mantellini che verranno.L'indagine giornalistica è morta, ma ora tanti lo sanno e i giornalisti stanno insorgendo. Il quadro comincia a delinearsi...Forse tutto sta iniziando a funzionare.
    • TLH scrive:
      Re: no PI, non cedere al lato oscuro
      Non so se te ne sei accorto, ma ultimamente i giornalisti e affini preferiscono trattare di temi alla "Porta a Porta" che insistono su tematiche frivole per spostare l'attenzione dai veri problemi del paese. E' come se domani arrestassero un noto politico e "Porta a Porta" parlasse della diffusione della cioccolata nel sud europeo.Analogamente, questi "giornalisti" parlano ora di Grillo e della sua vita, cercando di togliere l'attenzione dai contenuti del V-Day: si cerca di screditare Grillo, non perchè interessi tanto farlo, ma perchè cosi i media parleranno della figura di Grillo e i "grillini" staranno tutto il tempo ad impegnarsi a cercare di "assistere" Grillo ribattendo e ribattendo ai tentativi di discredito. Cosi i veri contenuti del V-Day se ne andranno pian piano scivolando nel dimenticatoio. Capito come funziona il giornalismo?
      • rospo scrive:
        Re: no PI, non cedere al lato oscuro
        si l'ho capito, come l'hai capito tu.Ma chi ce l'ha fatto capire? Grillo, alla faccia di Mantellini.Il fatto che venga screditato è un fattore positivo, vuol dire che Grillo sta iniziando a fare male sul serio.La potente arma di Grillo è il fatto di comunicare attraverso un media atipico, non lottizzato, non censurato.Noi dobbiamo cercare di portare al blog di Grillo il maggior numero di persone possibili, cosicchè qualsiasi altra cosa dicano i vari Mantellini, Vespa, Metana e tutti gli altri, sia immediatamente riconoscibile e additata da tutti come 'presa per il culo' bella e buona.E' l'unica soluzione possibile, far sapere a tutti cosa si nasconda dietro i sorrisoni a 45 denti dei nostri giornalisti in tivvù e dietro le allegoriche svianti parole dei giornalisti cartacei.Qualcosa sta effettivamente succedendo, è evidente.
        • anonimo01 scrive:
          Re: no PI, non cedere al lato oscuro

          Qualcosa sta effettivamente succedendo, è
          evidente.ragazzi, si chiama PNL ed esiste da anni ;)sono felice che qualc'uno se ne sia accorto da solo, senza che io deva andare per i forum a predicare (e poi mi prendete per pazzo)... (occhio però alla Pillola Rossa (matrix-cit): una volta scoperte certe cose...)
    • Codello scrive:
      Re: no PI, non cedere al lato oscuro

      Il "bellarticolo" di Mantellini parla di tutto
      tranne di cio di cui si dovrebbe veramente
      parlare ovvero dei CONTENUTI del blog id
      Grillo.Io mi sbaglierò ma mi pare che il problema sia che se vuoi parlare dei contenuti con Grillo lui invece non ne parla. O accetti quelli che sono o nisba. Il che come dicevo ad un altro magari va pure bene, magari uno con il megafono ad un lato della strada che dice fanculo tutti serve. Forse eh. Magari ha un senso evitare il dialogo. Io una risposta di Grillo sui commenti del suo blog non l'ho mai letta.
      • rospo scrive:
        Re: no PI, non cedere al lato oscuro
        - Scritto da: Codello

        Io mi sbaglierò ma mi pare che il problema sia
        che se vuoi parlare dei contenuti con Grillo lui
        invece non ne parla. O accetti quelli che sono o
        nisba. Il che come dicevo ad un altro magari vaVedi, questo evidenzia come il nostro percepire il "dialogo democratico" sia corrotto.Ormai mettiamo tutto nel calderone della democrazia, ci mettiamo i dialoghi gli insulti le trasmissioni tv stile portaporta.Tutto andrebbe discusso in nome della democrazia e chiunque si sotttragga al dialogo è un sovversivo anti democratico.Questo è quello che ci vogliono far dire.Ma qui siamo ben oltre, siamo arrivati ad un punto che è Grillo il colpevole di sottrarsi al dialogo piuttosto che Mantellini ad infamare il nome di un cittadino usando per di più un mezzo di diffusione sovvenzionato da sponsor non del tutto superpartes e soprattutto ad essere pagato come articolista (presumo).Grillo sblogga notizie che, altrimenti, noi non avremmo MAI potuto sapere, solo per questo dovrebbe ricevere il Pulitzer, ed invece siamo a discutere di 'falsa democrazia'.Ci si dovrebbe incazzare come delle bestie solo leggendo l'1% di quello che c'è scritto sul blog di Grillo.Ma torniamo a tema, tieni sempre presente alcune cose:a) Grillo non viene pagato per scrivere ciò che scriveb) Il Vday di Bologna se l'è finanziato da soloc) Grillo da voce (nei suoi post) a persone che sono normalmente censurated) Grillo viene puntalmente querelatoe) Grillo è bandito dalle tv italianef) Si deve passare da un Blog di un comico per sapere (per esempio) che i "termovalorizzatori" sono un business per la criminalità organizzata e bastaE se dopo tutto ciò ti viene in mente la frase "Grillo così fa spettacolo e fa numero nei suoi spettacoli e fa pagare l'ingresso..." allora non fai altro che evidenziare quando ormai siamo 'corrotti' nel nostro stesso pensiero, e non sappiamo più valutare dove sia la differenza fra "corretto" e "corrotto".
    • Dario Chiusso scrive:
      Re: no PI, non cedere al lato oscuro
      - Scritto da: rospo
      PI tu sei (dovresti essere) un giornale tematico
      che tratta di informatica, la cosa dovrebbe
      finire li,
      ma.....

      Che schifo questo Mantellini che attacca
      indirettamente la persona (Grillo e tutti i
      meetup) facendo viscidamente strisciare il suo
      metodo sopra la nebbia di parole del tipo: "la
      rete di qui, la rete di la, e le parole sono
      importanti, e le parole vanno
      pensate"....

      Come al solito questi giornalisti sono schifosi e
      viscidi.
      Il "bellarticolo" di Mantellini parla di tutto
      tranne di cio di cui si dovrebbe veramente
      parlare ovvero dei CONTENUTI del blog id
      Grillo.
      Fosse Grillo o Mantellini o Vattelapesca a
      scrivere delle truffe miliardarie o a
      scoperchiare pentole puzzolenti o a parlare di
      chiari coinvolgimenti mafiosi dello stato, a noi
      non interesserebbe
      affatto.
      A noi interessano i contenuti delle notizie non
      chi li
      scrive.

      Ma ovviamente Il Bravo Mantellini attacca lo
      scrittore perchè è tutto ciò che è capace di
      fare.
      L'uomo lo puoi pubblicamente screditare finchè
      c'è qualcuno (PI, l'espresso, ..) che te lo
      lascia
      fare.

      Mantellini la prossima volta prova a fre il
      giornalista vero, ci sono vere notizie che ti
      aspettano, notizie che fanno male a coloro che ti
      pagano, noi ti aspettiamo se vorrai scavalcare il
      muro noi saremo pronti ad ascoltarti e a
      difenderti conto i Mantellini che
      verranno.


      L'indagine giornalistica è morta, ma ora tanti lo
      sanno e i giornalisti stanno insorgendo. Il
      quadro comincia a
      delinearsi...


      Forse tutto sta iniziando a funzionare.
  • rock3r scrive:
    sono...
    ...perfettamente d'accordo. Grillo (di cui ho visto uno spettacolo lo scorso anno, e al contrario di quasi tutti quelli che lo fanno mi sono poi documentato sulle affermazioni che ha fatto) è spesso approssimativo e talvolta - diciamo così - tendenzioso, tira acqua al suo mulino spesso semplificando troppo le questioni; ne è un esempio il wimax, campagna giusta e sacrosanta che però come è stata esposta sembra permettere miracoli ("una sola antenna può dare connettività a banda larga ad intere città", vero fino ad un certo punto; la banda è quella che è, se la si divide in 10 è larga, se la si divide in 1000 è un 56k)
  • Matteo B scrive:
    Sono d'accordo
    Un forum sul sito di Grillo ci starebbe bene, d'accordo, ma questo articolo fa solo una polemica che se non è insulsa è strumentale.
  • asd! scrive:
    Vediamo cosa c'è dietro...
    Date un'occhiata qua per vedere chi c'è dietro Grillo e perchè non tocca mai alcuni temi...http://www.disinformazione.it/beppe_grillo.htmSaluti!
    • Olmo scrive:
      Re: Vediamo cosa c'è dietro...

      http://www.disinformazione.it/beppe_grillo.htmGrazie del link
    • TLH scrive:
      Re: Vediamo cosa c'è dietro...
      Ancora una volta: ma chi se ne frega. Io vado al V-Day e protesto per il TEMA TRATTATO, non perchè me l'ha detto Grillo. Per me il V-Day lo poteva organizzare anche berlusconi ma se trattava dello stesso tema ci andavo lo stesso e manifestavo. E cosi credo anche quasi tutti gli altri futuri partecipanti.Quindi è inutile sprecare le forze per screditare Grillo o dargli addosso, ognuno ha i suoi scheletri nell'armadio, non cambia niente. Ciò che conta sono i CITTADINI INCAZZATI non Grillo.
      • il castigator e scrive:
        Re: Vediamo cosa c'è dietro...
        - Scritto da: TLH
        Ancora una volta: ma chi se ne frega. Io vado al
        V-Day e protesto per il TEMA TRATTATO, non perchè
        me l'ha detto Grillo.quoto , e' scontato continuare a ripeterlo ma evidentemente i giornalisti non sanno piu' a che santo votarsi e si attaccano a tutto.
      • Codello scrive:
        Re: Vediamo cosa c'è dietro...
        - Scritto da: TLH
        Ancora una volta: ma chi se ne frega. Io vado al
        V-Day e protesto per il TEMA TRATTATO, non perchè
        me l'ha detto Grillo. Anche io ci andrò come già sono stato al primo VDay. E ci vado con orgoglio pur sapendo che ovviamente non servirà a molto o probabilmente a nulla proprio come quello precedente.
        • il castigator e scrive:
          Re: Vediamo cosa c'è dietro...

          Anche io ci andrò come già sono stato al primo
          VDay. E ci vado con orgoglio pur sapendo che
          ovviamente non servirà a molto o probabilmente a
          nulla proprio come quello
          precedente.perche' dici cosi'? Il vday e' servito a prendere coscienza della nostra forza e ha dato una scossa alla politica imbalsamata e arroccata sui privilegi.Non era mai successo nella storia della repubblica che 350.000 persone non supportate dai media si riunissero per depositare firme a favore di qualcosa ritenuto universalmente sacrosanto. Berlusconi non ha potuto che commentare "non capisco come una persona priva di potere economico sia riuscito a farlo" A questo punto sono curioso di vedere cosa succedera' il 25 aprile e come i vari riotta e feccia varia tratteranno la cosa
          • Codello scrive:
            Re: Vediamo cosa c'è dietro...

            perche' dici cosi'? Il vday e' servito a prendere
            coscienza della nostra forza e ha dato una scossa
            alla politica imbalsamata e arroccata sui
            privilegi.Forse è vero ma io c'ero andato per cambiare una legge e invece... :(
          • ANON scrive:
            Re: Vediamo cosa c'è dietro...
            - Scritto da: Codello

            Forse è vero ma io c'ero andato per cambiare una
            legge e invece...
            :(Se leggi sul blog, le firme sono state consegnate ed è cominciato l'iter di analisi per una eventuale legge
    • ANON scrive:
      Re: Vediamo cosa c'è dietro...
      - Scritto da: asd!
      http://www.disinformazione.it/beppe_grillo.htm
      Aspetta che smetto di ridere....Mancano solo gli Illuminati di Baviera e l'Ordonation
  • antonino scrive:
    vittimismo da "pentapartito"
    eco dimostrato il giornalismo contro cui si scontra la "rete di grillo": quello che non sa nemmeno cosa ha davanti.si perchè se mm avesse guardato bene avrebbe saputo dell'esistenza dei cosiddetti meetup che sono dei gruppi che si organizzano indipendentemente da grillo e che lavorano e si incontrano fisicamente sul territorio (e assicuro che ce ne sono tanti) e discutono seriamente, al di fuori dagli slogan e dai commenti postati nel blog di grillo.è abbastanza ovvio che i fenomeni umani (dal fenomeno grillo al fenomeno partito politico x) vengano seguiti più o meno intensamente: c'è quello che se ne disinteressa completamente, c'è quello che ascolta e commenta e infine c'è quello che partecipa attivamente. tutto ciò per dimostrare che non c'è nulla di fine a se stesso perchè se dovessimo pensare così allora il ragionamento sarebbe valido per tutto (dal corriere della sera ai partiti politici ad addiopizzo etc.).e mi permetto di dire che non sono assolutamnete d'accordo.
  • TLH scrive:
    Cominciamo cosi..
    Cominciamo con lo scrivere la biografia di questo Massimo Mantellini su wikipedia.. magari in fondo ci aggiungiamo "ebbe paura dei grillini e del V-Day, tanto da tentare di screditarli con vari articoli sul suo blog."
    • Tsukishiro Yukito scrive:
      Re: Cominciamo cosi..
      - Scritto da: TLH
      Cominciamo con lo scrivere la biografia di questo
      Massimo Mantellini su wikipedia.. magari in fondo
      ci aggiungiamo "ebbe paura dei grillini e del
      V-Day, tanto da tentare di screditarli con vari
      articoli sul suo
      blog."Siamo già arrivati alle liste di proscrizione?E il Comitato di Salute Pubblica, quando lo fate?
      • LaNberto scrive:
        Re: Cominciamo cosi..
        e la gogna in piazza? vogliamo la gogna!
      • anonimo scrive:
        Re: Cominciamo cosi..
        - Scritto da: Tsukishiro Yukito
        - Scritto da: TLH

        Cominciamo con lo scrivere la biografia di
        questo

        Massimo Mantellini su wikipedia.. magari in
        fondo

        ci aggiungiamo "ebbe paura dei grillini e del

        V-Day, tanto da tentare di screditarli con vari

        articoli sul suo

        blog."

        Siamo già arrivati alle liste di proscrizione?Ma questo è uno dei metodi preferiti da Grillo, come dare torto ad un suo seguace se si mette a fare le liste dei buoni e dei cattivi?
        E il Comitato di Salute Pubblica, quando lo fate?
  • il castigator e scrive:
    giglioli la "checca isterica"
    Giglioli, il giornalista dell'espresso e' stato ufficialmente rinominato dalla rete la "checca isterica".Segue una ricostruzione del modus operandi di giglioli protagonistiG.C.I (giglioli checca isterica)/P.N (personaggio noto) ATTO PRIMO (e ultimo)C.G.I. salve vorrei farle quest'intervista perche' sa sono..P.N. MA CHI CA**O SEI? Sto facendo la spesa mavaffanc..C.G.I. dicevo vorrei farvi due domande perche'P.N. ma che ca**o vuoi? ma vattene va.. se non te ne vai ti mando addosso i caniC.G.I senta io sono un giornalista e le sto facendo un favore, risponda a queste domande P.N. m'hai rotto il ca.. mandami queste ca... di domande via email e se sono intelligenti rispondo basta che te ne vai aff...C.G.I (invia le domande)P.N. (ste domande fanno veramente cag... e io che c'ho pure perso tempo) DIRECT-TO-TRASH C.G.I. su l'espresso e vari media online, P.N. RIFIUTA l'INTERVISTA!!!!! P.N. TEME IL CONTRADDITTORIO!! Da qui il soprannome di checca isterica a giglioli , io direi che se l'e' meritato il 25 aprile sara' anche per lui
    • cazzabubbol a scrive:
      Re: giglioli la "checca isterica"
      e quand'e' che vi ci mandate un poco anche voi?
    • Beddi scrive:
      Re: giglioli la "checca isterica"
      E invece, purtroppo, chi rifiuta il confronto o la discussione rinuncia all'unico strumento di validazione o verifica delle proprie idee (e di quelle altrui). A quel punto assume forse che le proprie idee siano verità assolute, e queste perdono ogni valore
  • bilop scrive:
    hai dimenticato questo...
    Nessuno ti garantisce, in rete, la corrispondenza fra firma e autore reale. A me hanno inserito un commento a mio nome, tanto per dire. Quindi, escluso il sito personale a tuo nome e quelli firmati con pgp (ragionevolmente con autore certo), ogni parola che leggi in rete puo' essere sconfessata.E poi siamo tutti adulti, se Tizio non ci piace piu', possiamo leggere Caio. E' gia' successo altre volte e non mi sembra il caso di stigamtizzare l'evento come se fosse una tragedia. La Trasparenza e' auspicabile, ma non e' obbligatoria. Semplicemente ci saranno delle conseguenze da gestire.ciao
  • Giannello scrive:
    Sono infondate le ragioni dei Grillini.
    Buona parte delle critiche che leggo in questi commenti sono del tono "anche voi siete giornalisti" i giornalisti fanno schifo, ecc. E nessuno scende nel merito delle questioni sollevate da Mantellini.Eppure non ho letto da nessuna parte che Mantellini è giornalista. Anzi, dubito lo sia. Come non lo è il 99% della gente che scrive su Punto Informatico (manco il suo direttore lo è).Non mi sembrano argomenti molto validi, questi, anzi: sono la dimostrazione che buona parte dei "grillini" adora insultare a vanvera senza perdere più di cinque secondi a DOCUMENTARSI e a cercare le FONTI.
    • TLH scrive:
      Re: Sono infondate le ragioni dei Grillini.
      A guarda, le fonti non mancano sicuramente, anzi. Basta leggersi "La Casta" o approfondire sulla Rete.
      • Giannello scrive:
        Re: Sono infondate le ragioni dei Grillini.
        Forse non hai capito. Sono convinto anche io che ci sia una casta. Ma credo anche che sia Mantellini, sia Punto Informatico ne siano fuori in quanto non hanno nulla a che fare né con l'albo dei giornalisti, né col mondo dei finanziamenti.Non sono giornalisti.Controbattere dicendo "sei un giornalista" è una scioccezza.
        • carpigjan scrive:
          Re: Sono infondate le ragioni dei Grillini.
          Io non ho controbattuto dicendo "sei un giornalista.."Io ho controbattuto dicendo che l'articolo di Mantellini era contro Grillo ma senza spiegare il perchè...Perchè è male uno che indaga e informa e finalmente da spazio ad altri che indagano e informano..Non mi importa se Mantellini è o non è giornalista, ma l'articolo mi sembra scritto più per antipatia che per fatti e prove concrete.carpigjan
  • TLH scrive:
    Strategie giornalistiche
    Qui si è perso il concetto principale. E' ovviamente è tutto fatto ad arte e apposta dai giornali e dal potere per cercare di spostare, come al solito, il nucleo del problema.BEPPE GRILLO NON C'ENTRA NIENTE. Il V-Day sarà dei cittadini, migliaia di migliaia di cittadini scontenti dell'informazione asservita al potere politico.E questi cittadini che protestano possono anche non c'entrare niente con Beppe Grillo, possono essere totalmente in disaccordo con i suoi stili e il suo modo di descrivere i fatti.Il potere e l'informazione politicizzata in questo periodo stanno tentando di far credere che chi protesta son solo "grillini" e non cittadini incazzati che vogliono cambiare le cose.Ma non è cosi!
  • non c'`e scrive:
    Per quanto può valere .
    Grazie !Ottimo articolo ... e gran dose di masochismo, visto i commenti che arriveranno.Ma quando vi vuole ci vuole, finalmente dopo mesi e mesi ... qualcuno che si interroga se questo modo di vedere Internet come "cosa nostra", se la censura in nome della libertà sia comunque e sempre oro colato.Gran parte delle battaglie di Grillo sono condivisibili, quelle sull'energia, sui giornali e sulla moralizzazione della politica ... e chi non condividerebbe queste battaglie ? Ma se per una volta non sei d'accordo su una opinione, su un modo di portarle avanti o pensi che la scelta di delegare tutto ad un "Vaffa" sia sprecare un argomento importante ? Capita di non essere d'accordo, perché esistono anche momenti in cui non c'è nulla da scrivere e non bisognerebbe scrivere nulla, ma si scrive, perché nell'e.marketing il ferro va mantenuto caldo.Ricordo che qualcuno (che aveva avuto il torto di esprimere garbatamente le proprie opinioni opposte "documentandole" ) si lamentò e gli fu anche risposto tra le righe ... "questo è uno spazio Privato e togliamo i commenti che vogliamo ...". Caspita vien da dire ... pensavo fosse un BLOG !!!C'è una questione assurda dietro questo modo di ragionare, che arriva alla ridicolizzazione della replica.Ho visto decine di volte, Grillo insultare con argomenti parzialmente corretti e parzialmente pretestuosi (come l'aspetto fisico), personalità altolocate insistendo ripetutamente per avere una risposta, come se l'obiettivo fosse proprio quello ottenere una replica e farsi pubblicità o non ottenerla e dirsi vittima.Il top si raggiunge quando poi per caso la replica arriva e leggendola si capisce in quali punti del Grillo Pensiero facenno acqua. Ecco partire l'insulto o la sorpresa... : Pensate ha risposto a me che sono un comico ....Forse ti ha risposto perché lo hai tirato in causa no ? Forse ti ha risposto anche troppo gentilmente perché vorrebbe un dibattito civile.Se non si riesce a sostenere un dibattito democratico, forse sarebbe meglio non insegnare la democrazia ... Forse ecco ... invece che autoironia (che è facile la sanno fare tutti ) bisognerebbe qualche volta imparare a fare autocritica !Tutti facciamo cappellate, sono solo due le Entità infallibili, uno sta nell'alto dei cieli e l'altro stava qualche anno fa a Palazzo Chigi.Ma fare autocritica, vorrebbe dire ammettere di sbagliare e ammettere di sbagliare, vuol dire non poter più eleggersi a giudice "affanculista" (si perché qualcuno potrebbe anche pensare ... ma perché non ci vai anche tu qualche volta ?) e soprattutto ti fa vendere qualche DVD in meno.Quindi avanti con la politica in cassetta e a cassetta, così ci guadagniamo tutti, anche un po' la casta che mi sa che ha un po` più paura di un bel pezzo satirico di Guzzanti (Corrado .. non Paolo) che di un "vaffa" di Grillo.
    • Tom scrive:
      Re: Per quanto può valere .
      Per me il merito di Grillo non sta tanto in quello che dice ma nel poter leggere commenti come il tuo.Ok le cose stanno così, nessuno è un santo e allora ?Cosa facciamo ci diamo al qualunquismo o proviamo per una volta a fare uno sforzo per migliorarci ?
      • non c'`e scrive:
        Re: Per quanto può valere .

        Ok le cose stanno così, nessuno è un santo e
        allora
        ?

        Cosa facciamo ci diamo al qualunquismo o proviamo
        per una volta a fare uno sforzo per migliorarci
        ?Il punto è proprio questo, se vuoi migliorare le cose, l'unico modo per farlo è far crescere chi ti sta intorno.Il metodo della maieutica (satira) è il migliore, fare in modo che la gente pensi con la propria testa, con argomenti solidi, come faceva Grillo molti anni fa, quando veniva censurato e colpito per le sue idee.È vero che Grillo ormai assomiglia ad Aristofane, usa un po` di satira e molto sfottò, per fare comizi come Aristofane, contro Socrate senza il cui pensiero la satira non sarebbe mai esistita.Un Guzzanti che mi fa Bertinotti, Prodi o Sgarbi è mille volte più provocatorio e significativo che un vaffanculo gridato in piazza, se vuoi fare ragionare la gente.Non condivido pienamente le affermazioni di Mantellini sui grillini e mi fa piacere che siano un movimento di persone che vogliono cambiare le cose.È proprio questo che mi fa incazzare il fatto che Grillo che vale molto meno di tanti suoi sostenitori, usando le regole del Marketing, invece di esaltare le qualità oggettive di pensiero, proporre strategie intelligenti rischiando di perdere qualche "compratore", si pone come guida spirituale "CON TANTO DI BOLLINO" di un movimento basato sulla logica del semplice "Vaffanculo".Quello che fa incazzare e che mi ha fatto incazzare al punto che ho lasciato la lettura del blog (che quotidianamente consultavo) è che la rabbia è la voglia di cambiare è stata inscatolata e strumentalizzata per creare un fenomeno mediatico molto poco rivoluzionario con tanto di Avatar, un qualcosa che assomiglia ad un fenomeno di fanatismo, più che ad un movimento popolare.Che senso ha un movimento popolare in cui se sei d'accordo al 100% va bene se non lo sei allora "vaffanculo" ... in cui uno è politico quando gli fa comodo e poi si nasconde dietro alle parole : "sono solo un comico".La direzione che ha preso il blog ha due spiegazioni : o Grillo non ha capito cosa ha per le mani, o l'ha capito benissimo e ci gioca a piacere, come se fosse roba sua.Mi spiace ma quando un milione di persone legge i tuoi commenti, non è più roba tua, è di tutti ... anche di quelli che non ti leggono e anche di quelli che mandi a "Fare in Culo".
  • Aldo Funicelli scrive:
    aldo.funicelli@virgilio.it
    I Grillini sono persone che fanno, a differenze di altre pesone che dicono e pontificano su internet.Manifestazioni, comitati, liste civiche ...I Grillini e Grillo, usano la rete. Non sono la rete, ne mai si sono posti come tali.Chi ha portato la gente in piazza, per il parlamento pulito? I giornalisti o Grillo?Chi ha parlato di Telecom, Parmalat, inquinamento degli inceneritori, Skype, quando ancora non erano notizie apparse sui giornali?
    • anonimo scrive:
      Re: aldo.funicelli@virgilio.it
      Mantellini :P
    • Giannello scrive:
      Re: aldo.funicelli@virgilio.it
      Punto Informatico. :p
    • MeMedesimo scrive:
      Re: aldo.funicelli@virgilio.it
      che titolo arguto... asd
    • esatto scrive:
      Re: aldo.funicelli@virgilio.it
      - Scritto da: Aldo Funicelli
      I Grillini sono persone che fanno quello che dice grillo , a differenze
      di altre pesone che dicono e pontificano su
      internet.
      Manifestazioni, comitati, liste civiche ...
      I Grillini e Grillo, usano la rete. Non sono la
      rete, ne mai si sono posti come
      tali.
      Chi ha portato la gente in piazza, per il
      parlamento pulito? I giornalisti o
      Grillo?
      Chi ha parlato di Telecom, Parmalat, inquinamento
      degli inceneritori, Skype, quando ancora non
      erano notizie apparse sui
      giornali? Corretto :p
  • Tom scrive:
    T U T T A I N V I D I A
    Mantellini, adesso con questo post aspetto di vederti ospitato su svariati giornali e trasmissioni televisive, perchè chi meglio di un sedicente esperto di internet può controbattere Grillo sul suo stesso terreno.Trovo veramente inutile alimentare lo scontro perchè alla fine, nel mondo dell'informazione, come nel mondo in generale, siamo tutti vittime e carnefici.
  • Olmo scrive:
    Il fronte dell'uomo qualunque
    Nel '44 Guglielmo Giannini, commediografo e giornalista, fondò un movimento, il "Fronte dell'uomo qualunque", il cui motto era "Smettete di romperci le scatole" che ebbe un enorme successo: solo un anno dopo la fondazione, la testata con l'omonimo titolo (antesignano dei blog di oggi) aveva una tiratura di 850.000 copie (più dei simpatizzanti del V-Day).Giannini era contrario al regime dei partiti e proponeva la non rieleggibilità dei politici.Nacquero spontaneamente in tutta Italia gruppi di cittadini ed attivisti chiamati "Amici dell'uomo qualunque"La storia è interessante: Giannini finì per dare vita ad un partito politico. Alle elezioni del '46 il movimento ottenne 1.211.956 voti per poi finire, tristemente, con l'avvicinamento alla Democrazia Cristiana e alla progressiva e inesorabile perdita di fiducia da parte dei partecipanti.Il termine "qualunquismo" viene da questa vicenda.Un approfondimento lo trovate su Wikipediahttp://it.wikipedia.org/wiki/Fronte_dell%27Uomo_QualunqueCiao. Andate (andiamo) avanti, cercando di non ripetere gli errori del passato.In bocca!
  • John McEnroe scrive:
    Chapeau
    Sono anni che penso che la gente si riempia la bocca e le form per postare solo perché è comodamente possibile. Ma perché parlare se non c'è senno in quel che si dice? Si va solo contro, ci si aggrega al resto, non si discute intelligentemente e soprattutto non si arriva a fare veramente nulla. Tutto resta fine a se stesso.Parlare non è discutere, inveire non è dissentire e postare commenti ormai è diventato come scrivere sui muri slogan sempre uguali.Speriamo che dopo la rivoluzione del web 2.0 arrivi anche il buon senso 2.0.
  • pasquale cacazza scrive:
    Ecco il giornalista Mantellini
    eheh.. che bello vedere le prime reazioni del futuro V-day dedicato proprio ai giornalisti.. tanta paura di rimanere soli eh? ahaha.. credo che sia venuto il momento di chiudere con punto-informatico, sisi.. e siccome per il cartaceo l'unico problema che si pone oggigiorno e come faremo poi a lavare i vetri.. per PI non si pone... oltre l'informazione che non c'è non serve a nulla.pasquale cacazza.
    • cazzabubbol a scrive:
      Re: Ecco il giornalista Mantellini
      ah ah ah hahpena
    • Irto scrive:
      Re: Ecco il giornalista Mantellini
      - Scritto da: pasquale cacazza
      eheh.. che bello vedere le prime reazioni del
      futuro V-day dedicato proprio ai giornalisti..
      tanta paura di rimanere soli eh? ahaha.. credo
      che sia venuto il momento di chiudere con
      punto-informatico, sisi.. e siccome per il
      cartaceo l'unico problema che si pone oggigiorno
      e come faremo poi a lavare i vetri.. per PI non
      si pone... oltre l'informazione che non c'è non
      serve a
      nulla.

      pasquale cacazza.Beato te, Pasquale Cacazza, che non capisci un cavolo... mi chiedo solo come fa uno come te a leggere gli articoli di PI.Be', in effetti dimostri di non capirli... per cui mi chiedo cosa ci fai qui. MAH.
  • Nilok scrive:
    Ciao....ma chi sei?
    Ciao,capisco la tua necessità di fare "outing", di confessarti in pubblico o semplicemente di cercare di risparmiare i soldi per pagare qualcuno che ti ascolti....ma chi sei?Come mai PI ti da uno spazio per fare sfoggio delle tue elucubrazioni?Niente da dire....ognuno può pensarla come vuole....ma scusa la mia ignoranza....ma chi sei?Credo che, sprecare due righe per farsi conoscere da quelli che come me non hanno la più pallida idea di chi tu sia, contribuirebbe a quella "trasparenza" alla quale sembra che tu dia così importanza.Pensa che sono così "ottuso" e consoc ocsì poco il linguaggio forbito che, non ho capito bene di che cosa vorresti "parlare": del passaparola di Internet? del fatto di essere trasparenti? o di Beppe Grillo?A presto.Nilokhttp://informati.blog.tiscali.it/http://it.youtube.com/Nilok1959
    • Olmo scrive:
      Re: Ciao....ma chi sei?

      Niente da dire....ognuno può pensarla come
      vuole....ma scusa la mia ignoranza....ma chi
      sei?Informati. Basta scrivere Massimo Mantellini su Google. Non è difficile.
      Pensa che sono così "ottuso" e consoc ocsì poco
      il linguaggio forbito che, non ho capito bene di
      che cosa vorresti "parlare": del passaparola di
      Internet? del fatto di essere trasparenti? o di
      Beppe
      Grillo?Parla di questo:http://gilioli.blogautore.espresso.repubblica.it/2008/01/09/lintervista-mai-fatta-a-beppe-grillo/
      • Nilok scrive:
        Re: Ciao....ma chi sei?
        ...che dire?...GRAZIE.Anche se sono ottuso...ora SI' che so CHI E'!.........CiaoNilok
        • Olmo scrive:
          Re: Ciao....ma chi sei?

          Anche se sono ottuso...ora SI' che so CHI E'!Ok. Nessun commento, però, sul http://gilioli.blogautore.espresso.repubblica.it/2008/01/09/lintervista-mai-fatta-a-beppe-grillo ?
    • LaNberto scrive:
      Re: Ciao....ma chi sei?
      - Scritto da: Nilok o novellino di PI, ma una cercata con google no?
    • anonimo scrive:
      Re: Ciao....ma chi sei?
      Nuovo qui su PI, vero?
    • esatto scrive:
      Re: Ciao....ma chi sei?
      Scusa ma tu chi sei perchè io non ti conosco...
  • isaia panduri scrive:
    Controffensiva
    E' difficile non farsi prendere dal sospetto che articoli come questo o come quello dell'Espresso non siano una sorta di controffensiva nei confronti di un personaggio scomodo e che ormai apertamente sta attaccando una casta (perché l'Ordine è di fatto una corporazione fuori dal tempo) che sostanzialmente decide l'agenda del nostro paese.Insinuare il dubbio è uno dei meccanismi più efficaci, nella demolizione mediatica di qualcuno e poiché, come tutti sanno, se cerchi bene tutti hanno qualcosa che non è mai del tutto limpido (a cominciare dal Papa), il compito non è affatto difficile.Una controffensiva però è una mossa difensiva, in definitiva.Personalmente, ritengo che Grillo conosca i suoi limiti e quando dice che "non da il meglio di se in queste cose" è perché in fondo conosce il proprio modo di fare comunicazione (o intrattenimento, o quello che è) e sa cosa si rischi a scendere (o salire, non ha importanza) al livello dei suoi antagonisti. Metti Grillo per tre serate di seguito a Porta a Porta e ti diventa un signor nessuno, in mezzo a esperti di Cogne e soubrette di dubbia morale. Perché come sanno i vari Vespa e accoliti (anche Santori e Floris) parla abbastanza a lungo di qualcosa e dopo un po' quel qualcosa perde quasi tutto il proprio senso.Infine, ovviamente hai tutto il diritto di scrivere quello che pensi di Grillo, ma nondimeno la sensazione che sia una difesa permane.
    • anonimo scrive:
      Re: Controffensiva
      - Scritto da: isaia panduri
      E' difficile non farsi prendere dal sospetto che
      articoli come questo o come quello dell'Espresso
      non siano una sorta di controffensiva nei
      confronti di un personaggio scomodo e che ormai
      apertamente sta attaccando una casta Si certo, è tutto un complotto :s
  • Il grillino. scrive:
    Pantofolai?
    Vedi di non giudicare chi non conosci, ebefrenico, che quelli che tu definisci patetici pantofolai, hanno fatto molto fino ad ora, e senza il tuo aiuto (gruppi meet-up, raccolte firme).
    • anonimo grillino scrive:
      Re: Pantofolai?
      Come dire si butta avanti per non cadere indietro... ma vai.. vai... per favore... vi nascondete dietro la netiquette ma qui si sta cercando di cambiare, con o senza di voi. L'Ialia ha un cancro e sono quei "pantofolai" che dicono: "Ma che avete da gridare, siete dei maleducati, smettetela!". alla gente che urlando "Diamoci da fare! Sta crollando per crollare il monte Toc!" (http://it.wikipedia.org/wiki/Diga_del_Vajont)
  • The Lich scrive:
    Non sono "un grillino", ma..
    Ma non mi sembra giusto criticare _solamente_ Grillo. Mantellini potrebbe accanirsi anche contro tutte le altre opinioni sulla rete, ma chissà perchè, ha scelto come tantissimi altri solo Grillo.Sarà che il comico punta il dito su posti scomodi, ma almeno non fa la solita figura di merda dei giornalisti italiani, ovvero quella di guardare solo chi indica, e _mai_ il punto indicato.PS: non fate altro che dargli ragione con questi articoli inutili.
    • LaNberto scrive:
      Re: Non sono "un grillino", ma..
      - Scritto da: The Lich
      Ma non mi sembra giusto criticare _solamente_
      Grillo. Mantellini potrebbe accanirsi anche
      contro tutte le altre opinioni sulla rete, ma
      chissà perchè, ha scelto come tantissimi altri
      solo
      Grillo.
      O sei un lettore occasionale di PI o sei in mala fede. I pezzi di Mantellini coprono e hanno coperto un'infinità di soggetti diversi. Il fatto che stavolta voglia dire la sua (che faccio anche mia) su Grillo ti dà fastidio? pazienza.
      Sarà che il comico punta il dito su posti
      scomodi, ma almeno non fa la solita figura di
      merda dei giornalisti italiani, ovvero quella di
      guardare solo chi indica, e _mai_ il punto
      indicato.

      PS: non fate altro che dargli ragione con questi
      articoli
      inutili.forse un po' di discussioni vi farebbe comodo a voi talebani
    • Codello scrive:
      Re: Non sono "un grillino", ma..
      - Scritto da: The Lich
      Ma non mi sembra giusto criticare _solamente_
      Grillo. Mantellini potrebbe accanirsi anche
      contro tutte le altre opinioni sulla rete, ma
      chissà perchè, ha scelto come tantissimi altri
      solo
      Grillo.Me lo sono chiesto ma vedo anche che non c'è altri che hanno questa popolarità questa conoscibilità diciamo. E non ce ne sono molti altri che non dialogano con nessuno no? Mi pare proprio di no.
  • anonimo scrive:
    mah
    Capisco che probabilmente anche punto informatico usufruisca dei contributi statali e si caghi in mano per il prossimo v-day.. ma.... boh...grillini non l'avete inventato voi giornalisti ?
  • xWolverinex scrive:
    Caro M.M. una sola domanda, anzi no...
    Le ha lette lei le domande che lo pseudo giornalista ha "rivolto" a Grillo ?Vorrei fargliene anche un altra, ha fatto caso ai "banali" PS del "giornalista" al suo stesso articolo ? Ad esempio quando dice che senza soldi pubblici non esisterebbero giornali come l'Internazionale... salvo poi specificare che il direttore dell'Internazionale gli ha scritto dicendo che soldi pubblici non ne prendono... Siamo realisti. Sparare contro grillo e' un modo per vedersi il proprio nome pubblicato in copertina. Torniamo alla domanda iniziale... se ha letto le domande che il giornalista ha porto a grillo, mi indici quale delle domande non era passibile di strumentalizzazione o mala interpretazione con le tecnice "classiche" a cui queste "perle" di "giornalisti" ci hanno abituati. Ah.. dimenticavo... dei "grillini" non ha capito nulla. http://www.forum.rai.it/index.php?s=5e426d41959ce4275283cbc1796b96e8&showtopic=188923&f=194
    • Olmo scrive:
      Re: Caro M.M. una sola domanda, anzi no...
      - Scritto da: xWolverinex
      Le ha lette lei le domande che lo pseudo
      giornalista ha "rivolto" a Grillo
      ?
      Io sì. E tu?E non ti senti offeso che Grillo non voglia darti quelle risposte e che pretenda solo comunicazioni a senso unico?
      • xWolverinex scrive:
        Re: Caro M.M. una sola domanda, anzi no...

        Io sì. E tu?Io anche, e non ci vedo nulla di nuovo o idee che grillo non abbia gia' chiaramente espresso.
        E non ti senti offeso che Grillo non voglia darti
        quelle risposte e che pretenda solo comunicazioni
        a senso unico?Offeso? Grillo e' un essere umano e quindi e' libero di rispondere o meno. Non e' un giornalista. Non e' un politico. Non e' ne un gota ne tantomeno un dio. Non e' infallibile. Mi avrebbe fatto piacere una sua risposta? Non so, non mi avrebbe cambiato nulla. Si sa' cosa pensa sull'argomento. Grillo evita il "confronto"? Un confronto io lo vedo piu' "live" che "in differita" a botta e risposta tra blog. La cosa che invece risulta chiara e' che anche un emerito sig. nessuno finisce sull'homepage di repubblica e l'espresso quando parla di grillo. Ma come mai si accorgono ora di grillo se queste cose le dice dagli anni 80 ?
        • Olmo scrive:
          Re: Caro M.M. una sola domanda, anzi no...

          La cosa che invece risulta
          chiara e' che anche un emerito sig. nessuno
          finisce sull'homepage di repubblica e l'espresso
          quando parla di grillo.Un attimo, non capisco. Non era un merito di Grillo di aver dato voce ai tanti "signor nessuno" inascoltati? Cioè, me e te? Ora che uno di quei signor nessuno (tra l'altro, è un signor nessuno per te che hai un'unica fonte di informazione,evidentemente..) gli pone delle domande, lui risponde "No, grazie: le domande me le faccio da solo" voi comunque inneggiate? Ti giuro, non capisco davvero la logica..
          Ma come mai si accorgono ora di grillo se queste
          cose le dice dagli anni 80
          ?Sei tu che sei venuto a saperlo solo da Grillo, perché evidentemente non sei abituato ad informarti. Riconosco moltissimi meriti a Grillo, ma se leggesi l'Internazionale, Left, Espresso, Manifesto, LeMonde, Indymedia scopriresti che i casi Mastella, Pacifico, Parmalat, Telecom sono stati scoperti da giornalisti che poco hanno a che fare con Grillo. Grillo ha fatto da grancassa e, per quelli come te che hanno come unica fonte il suo blog, appare come il vendicatore mascherato, unico detentore di onestà e verità.Mi spiace per voi che avete scoperto Travaglio solo grazie a Grillo, ma Travaglio e molti altri giornalisti validi come lui esistono da un pezzo. Travaglio lavorava che Montanelli era ancora vivo. E siete così accecati che arrivate a sostenere che il caso Mastella è stato denunciato da Grillo (mentre è stata opera di uno dei vostri odiati giornlisti dell'Espresso). Contenti voi...
          • xWolverinex scrive:
            Re: Caro M.M. una sola domanda, anzi no...

            Un attimo, non capisco. Non era un merito di
            Grillo di aver dato voce ai tanti "signor
            nessuno" inascoltati? Cioè, me e te? Ora che uno
            di quei signor nessuno (tra l'altro, è un signor
            nessuno per te che hai un'unica fonte di
            informazione,evidentemente..) gli pone delle
            domande, lui risponde "No, grazie: le domande me
            le faccio da solo" voi comunque inneggiate? Ti
            giuro, non capisco davvero la
            logica..Ohh fly. Ecco qua' lo stile "manipolatorio" delle informazioni a cui vi ha abituato la tv. Prendere una frase ed estrapolarla dal contesto. Un conto e' dire che grillo faccia da grancassa alla gente comune, un conto e' dire che un giornalista X che scrive a una platea di potenziali milioni di persone parlando di grillo arriva sulla pagina principale. Tu e io possiamo dire quello che vogliamo di grillo, nessuno ci si calcolera' mai. Un giornalista che scrive su Repubblica, Espresso, Internazionale, fa' un articoletto su grillo e Zac... diventa "famoso".
            Sei tu che sei venuto a saperlo solo da Grillo,
            perché evidentemente non sei abituato ad
            informarti. Negli anni 80 avevo 5 anni... quindi ero piu' impegnato a giocare con i lego e big jim. Se non avessi avuto internet queste cose non le avrei MAI sapute aspettando i canali tradizionali.
            Riconosco moltissimi meriti a Grillo,
            ma se leggesi l'Internazionale, Left, Espresso,
            Manifesto, LeMonde, Indymedia scopriresti che i
            casi Mastella, Pacifico, Parmalat, Telecom sono
            stati scoperti da giornalisti che poco hanno a
            che fare con Grillo. Chi ha mai detto che Grillo abbia "Scoperto" i casi che tu citi?
            Grillo ha fatto da grancassa
            e, per quelli come te che hanno come unica fonte
            il suo blog, appare come il vendicatore
            mascherato, unico detentore di onestà e
            verità.Ahhhh ma quanto ci sguazzate con "voi che vi informate solo sul suo blog". Ma quanto non avete capito un beneamato caSSo :)
            Mi spiace per voi che avete scoperto Travaglio
            solo grazie a Grillo, ma Travaglio e molti altri
            giornalisti validi come lui esistono da un pezzo.
            Travaglio lavorava che Montanelli era ancora
            vivo. Mah come tu hai speculato su di me, posso farlo anche io... dai non fare su quello informato... avrai 11 anni e parli per sentito dire. Neanche sai chi era Montanelli.
            E siete così accecati che arrivate a
            sostenere che il caso Mastella è stato denunciato
            da Grillo (mentre è stata opera di uno dei vostri
            odiati giornlisti dell'Espresso). Contenti
            voi...Ma dove ? Chi sostiene cosa ?
          • Olmo scrive:
            Re: Caro M.M. una sola domanda, anzi no...

            Un giornalista che scrive su Repubblica,
            Espresso, Internazionale, fa' un articoletto su
            grillo e Zac... diventa "famoso".:) Non ho sostenuto fosse famoso. Ma ripeto che non è un "signor nessuno". E, ripeto: non ami gli ipse dixit; se una serie di domande è interessante, ignobile è non rispondere trincerandosi dietro a prsunti complotti. E' triste e puzza di qualunquista. Resta il fatto che tutti si discute per giorni sul perché e il percome, ma quelle domande sono rimaste senza risposta. Esattamente come le domande della Annunziata a Berlusconi. Paradossalmente, con la medesima motivazione "Le dico io cosa domandarmi".http://www.youtube.com/watch?v=p249qHrvUrQ
            Ma dove ? Chi sostiene cosa ?L'ho letto, qui sul forum. Non da te, evidentemente.
      • NeC scrive:
        Re: Caro M.M. una sola domanda, anzi no...
        A si? Scusa, le puoi postare? Non nella forma di prosa che ha dato il giornalista dell'espresso, thanks.
        • Olmo scrive:
          Re: Caro M.M. una sola domanda, anzi no...
          - Scritto da: NeC
          A si? Scusa, le puoi postare? Non nella forma di
          prosa che ha dato il giornalista dell'espresso,
          thanks."Gli chiedo ad esempio se non ritiene che i giornali e la Rete possano convivere, visto che la tivù non ha ucciso la radio.Se non crede che grazie alla loro buona salute economica molti giornali possano fare anche ottime inchieste, e gliene elenco alcune di questo e di altri giornali. Gli faccio lesempio di Mastella, su cui diversi giornali hanno fatto inchieste ampiamente riprese dallo stesso Grillo nel suo blog.Gli chiedo dunque se non pensa che sia sbagliato mettere sullo stesso piano i quotidiani di partito inesistenti che prendono soldi direttamente dallo Stato e i giornali veri - magari perfino utili al dibattito sociale e al controllo sulla politica - che hanno solo detrazioni postali e contributi per la carta.Gli chiedo se è consapevole che con labolizione totale e indistinta delle provvidenze probabilmente morirebbero voci come il Manifesto o come lInternazionale, su cui lui stesso scrive una pagina ogni settimana, e gli chiedo se questo secondo lui sarebbe un passo in avanti per la nostra società.Gli chiedo perché nel discorso di Capodanno ha esaltato come ultimi giornalisti liberi Biagi e Montanelli contrapponendoli a tutti gli altri, visto che anche Biagi e Montanelli scrivevano sui grandi giornali secondo lui servi e di casta.Gli chiedo se in questo suo condannare senza eccezioni i giornali e i giornalisti ce nè qualcuno che salverebbe, che secondo lui non fa parte della casta.Gli chiedo se considera parte della casta anche quelle migliaia di giornalisti sottopagati e precari che ormai lavorano in gran parte delle redazioni.Gli chiedo come può dire che tutti i giornalisti sono casta, visto che la grandissima parte di loro ha come unico privilegio il biglietto gratis ai musei, e per il resto si paga come tutti gli altri comuni mortali la casa, il cinema, il treno, lautobus, il biglietto allo stadio e così via.Già che ci sono, gli chiedo perché non risponde mai agli altri blog, visto che predica i blog come mezzo di comunicazione dellavvenire."Offensive queste domande? Mi sembrano molto chiare e legittime.
          • xWolverinex scrive:
            Re: Caro M.M. una sola domanda, anzi no...
            Sono domande dove "imbocca" le risposte. E ovviamente evidenzia solo gli aspetti negativi. E inoltre incappa in errori come quello de l'Internazionale. Considera poi "la casta" solamente in base ai privilegi che "avrebbe"... quindi quella dei "giornalisti" non sarebbe tale in quanto "sono precari" e come unico privilegio hanno "il biglietto al museo".. dimenticando ad esempio la considerazione del convivente al pari del coniuge dopo 3 anni di convivenza... quindi :METTE in bocca risposte negativeOMETTE aspetti negativi
          • Olmo scrive:
            Re: Caro M.M. una sola domanda, anzi no...

            Sono domande dove "imbocca" le risposte. Uh uh! Il compito di un giornalista è di fare domande scomode. Come le domande che Luttazzi avrebbe voluto fare a Berlusconi. Come le domande che Grillo avrebbe voluto fare a certi politicanti. Che Grillo rispondesse. Aveva perfino al garanzia di poter revisionare l'articolo prima della sua stampa. Siamo arrivati al punto che Grillo risponde solo alle domande preconfezionate da lui scelte e selezionate? Come Fini con Vespa?
            METTE in bocca risposte negative
            OMETTE aspetti negativiObiezioni che tu stai egregiamente condicendo. E che Grillo ha accuratamente evitato di affrontare.La mia domanda è semplicissima: perché? Perché risposte che tu puoi darmi sul forum di PI Grillo ha rifiutato, opponendo un "se volete pubblicarmi, le domande me le scrivo io"?Dai, sincero sincero: è l'atteggiamento che Grillo apprezza negli altri? Che tu apprezzi in Grillo?
          • LaNberto scrive:
            Re: Caro M.M. una sola domanda, anzi no...
            - Scritto da: Olmo

            Sono domande dove "imbocca" le risposte.
            La mia domanda è semplicissima: perché? Perché
            risposte che tu puoi darmi sul forum di PI Grillo
            ha rifiutato, opponendo un "se volete
            pubblicarmi, le domande me le scrivo
            io"?
            Una sola: non è in grado di sostenere un dibattito.
          • Olmo scrive:
            Re: Caro M.M. una sola domanda, anzi no...

            Una sola: non è in grado di sostenere un
            dibattito.Il dubbio è questo. Bubbio che Grillo potrebbe fugare facilmente. Ma non ce n'è bisogno. I suoi fan non vedono il problema.
          • anonimo scrive:
            Re: Caro M.M. una sola domanda, anzi no...
            - Scritto da: LaNberto
            - Scritto da: Olmo


            Sono domande dove "imbocca" le risposte.


            La mia domanda è semplicissima: perché? Perché

            risposte che tu puoi darmi sul forum di PI
            Grillo

            ha rifiutato, opponendo un "se volete

            pubblicarmi, le domande me le scrivo

            io"?



            Una sola: non è in grado di sostenere un
            dibattito. Quoto tutto.
          • xWolverinex scrive:
            Re: Caro M.M. una sola domanda, anzi no...

            Uh uh! Il compito di un giornalista è di fare
            domande scomode. Come le domande che Luttazzi
            avrebbe voluto fare a Berlusconi. Come le domande
            che Grillo avrebbe voluto fare a certi
            politicanti. Che Grillo rispondesse. Aveva
            perfino al garanzia di poter revisionare
            l'articolo prima della sua stampa. Siamo arrivati
            al punto che Grillo risponde solo alle domande
            preconfezionate da lui scelte e selezionate? Come
            Fini con
            Vespa?Scusami, ma tu stai paragonando persone con DOVERI istituzionali, ad un COMICO.

            METTE in bocca risposte negative

            OMETTE aspetti negativi

            Obiezioni che tu stai egregiamente condicendo. E
            che Grillo ha accuratamente evitato di
            affrontare.Forse, e dico forse, non sono nel suo cranio, e' proprio per questi aspetti che non ha risposto. Un conto e' fare una domanda, un conto e' fare una domanda suggerendo una visione della domanda "positiva", quindi negando la tesi esposta nella domanda si diventerebbe "i cattivi". Credo che anche se avesse risposto punto per punto, ci saremmo ritrovati sempre qui a discutere delle sue risposte.
            La mia domanda è semplicissima: perché? Perché
            risposte che tu puoi darmi sul forum di PI Grillo
            ha rifiutato, opponendo un "se volete
            pubblicarmi, le domande me le scrivo
            io"?Vedi sopra.
            Dai, sincero sincero: è l'atteggiamento che
            Grillo apprezza negli altri? Che tu apprezzi in
            Grillo?Avrei apprezzato piu' avesse risposto, certo, come tutti credo. Ma sono anche dell'idea che la figura di un COMICO e quella di un POLITICO non siano neanche lontanamente paragonabili.. quindi il discorso "grillo non ha risposto cosi' come non rispondono i politici" non sta' ne in cielo ne in terra. Non credi ?
          • LaNberto scrive:
            Re: Caro M.M. una sola domanda, anzi no...
            - Scritto da: xWolverinex
            Scusami, ma tu stai paragonando persone con
            DOVERI istituzionali, ad un COMICO.Allora, se ogni volta che non sapete cosa rispondere vi trincerate dietro il COMICO, grillo faccia il cmico invece che il capopolo. Un minimo di responsabilità, che cavolo!
          • xWolverinex scrive:
            Re: Caro M.M. una sola domanda, anzi no...
            - Scritto da: LaNberto
            - Scritto da: xWolverinex


            Scusami, ma tu stai paragonando persone con

            DOVERI istituzionali, ad un COMICO.

            Allora, se ogni volta che non sapete cosa
            rispondere vi trincerate dietro il COMICO, grillo
            faccia il cmico invece che il capopolo. Un minimo
            di responsabilità, che
            cavolo!Questo e' il risultato di avere dei politici che fanno i comici e dei giornalisti che fanno i lecchini. Si pretende che un comico faccia il politico. Mi sembra che io sto' rispondendo e io non posso rispondere per Grillo. E comunque dire che grillo fa' il "capopopolo" dimostra che non hai capito nulla ne di grillo ne dei ragazzi dei meetup, e neanche hai sentito quello che dice. Quindi informati prima
          • Olmo scrive:
            Re: Caro M.M. una sola domanda, anzi no...

            Mi sembra che io sto' rispondendo e io
            non posso rispondere per Grillo.
            Certo che no. Potresti aggiungere: che caduta di stile, per Grillo, glissare le domande scomode.
            Quindi informati primaPS. Io ho partecipato al VDay. Ma preferisco comunque la trasparenza. Difetto mio.
          • xWolverinex scrive:
            Re: Caro M.M. una sola domanda, anzi no...

            Certo che no. Potresti aggiungere: che caduta di
            stile, per Grillo, glissare le domande
            scomode.Non sono scomode, sono strumentali, vedi sotto.
            PS. Io ho partecipato al VDay. Ma preferisco
            comunque la trasparenza. Difetto
            mio.Se preferisci la trasparenza dovresti capire la differenza tra una "domanda" e una "risposta imboccata". Vedi alla voce "Vespa".
          • Olmo scrive:
            Re: Caro M.M. una sola domanda, anzi no...

            Se preferisci la trasparenza dovresti capire la
            differenza tra una "domanda" e una "risposta
            imboccata". Vedi alla voce
            "Vespa".Ripeto. COSA diavolo c'è di sconveniente nel domandare"Signor Grillo, crede che i giornali siano ancora in grado di realizzare buoni dossier o pensa che il giornalismo sia morto?" "Quale giornalista secondo la sua opinione non rientra nelle categorie da lei denunciate?" "TV e giornali posso coesistere?" "Ci spiega in quale modo Biagi e Montanelli, iscritti all'albo e stipendiati da quotidiani, non rientrano nella categoria da lei descritta e, anzi, siano da considerarsi "gli ultimi giornalisti liberi"?"Perché, davvero: se QUESTE sono domande che prefigurano un complotto ai danni di Grillo, significa aver perso completamente il senso del dialogo.Ti prego, mi spieghi PERCHE' queste domande non sono legittime? Perché sarebbero imboccate? Sono una trappola? Ma vi rendete conto che siete arrivati al complottismo?
          • LaNberto scrive:
            Re: Caro M.M. una sola domanda, anzi no...
            - Scritto da: xWolverinex
            Questo e' il risultato di avere dei politici che
            fanno i comici e dei giornalisti che fanno i
            lecchini. Si pretende che un comico faccia il
            politico. Mi sembra che io sto' rispondendo e io
            non posso rispondere per Grillo.
            o bravo. a me invece sembra che Grillo faccia pesantemente politica, poi si trinceri dietro il "comico" per evitare il contraddittorio.

            E comunque dire che grillo fa' il "capopopolo"
            dimostra che non hai capito nulla ne di grillo ne
            dei ragazzi dei meetup, e neanche hai sentito
            quello che dice.SOno abbastanza informato e giudico in base a quello che vedo.PS. Fa e sto si scrivono senza accento né apostrofo, né invece si crive con l'accento. Se sapete doi politicacome di ortografia siamo a posto vai...


            Quindi informati prima
          • Olmo scrive:
            Re: Caro M.M. una sola domanda, anzi no...

            Un conto e' fare una domanda, un conto e' fare
            una domanda suggerendo una visione della domanda
            "positiva", quindi negando la tesi esposta nella
            domanda si diventerebbe "i cattivi". Non capisco, aiutami.Cosa c'è di irriverente, offensivo, subdolo nel domandare1. "Grillo, lei nel suo discorso di Capodanno ha elogiato come ultimi giornalisti liberi Biagi e Montanelli contrapponendoli a tutti gli altri come appartenenti ad una casta. Visto che Biagi e Montanelli scrivevano sui grandi giornali secondo lei servi e di casta, vuole chiarirci la differenza?"2. Grillo, quale giornalista a suo parere è meritorio di essere salvato dalle accuse che lei muove?3. Lei crede che ad oggi i giornali siano ancora in grado di produrre buone inchieste?Ma siamo impazziti? Ma sono domande che NON si possono fare? Sono domande così scomode che un personaggio che muove milioni di persone si può rifiutare di rispondervi, gridando al complotto contro di lui?
            anche se avesse risposto punto per punto, ci
            saremmo ritrovati sempre qui a discutere delle
            sue
            risposte.Bene, no? Dove sarebbe il problema?
            Avrei apprezzato piu' avesse risposto, certo,
            come tutti credo. Ma sono anche dell'idea che la
            figura di un COMICO e quella di un POLITICO non
            siano neanche lontanamente paragonabili.. quindi
            il discorso "grillo non ha risposto cosi' come
            non rispondono i politici" non sta' ne in cielo
            ne in terra. Non credi
            ?No, non credo. Perché Grillo ha toccato un tema interessantissimo, validissimo, che ha trovato molto credito. Ha mosso delle coscienze, ha sollevato un problema. Per poi mostrare al mondo di essere solo interessato a quanto questo giovava al suo blog. Ed ora rischia di mettere il dubbio in alcuni che avesse solo l'interesse a cavalcare l'onda.Ma come? Proprio ora che un vero dibattito, perfino sulle pagine di settimanali letti da centinaia di migliaia di persone poteva essere affrontato, lui grida al "fate tutti schifo" e uccide il dibattito? Peggio: dice, pronto a rispondere, ma le domande le decido io. One man show.
          • xWolverinex scrive:
            Re: Caro M.M. una sola domanda, anzi no...
            saro' rapido anche perche' questo forum non si presta molto a thread lunghi. vediamo le "domande" poste e dove stavano i vari "trucchi" o "manipolazioni" del giornalista. "Gli chiedo ad esempio se non ritiene che i giornali e la Rete possano convivere, visto che la tivù non ha ucciso la radio." soggetto: attualita' della carta stampatatrucco: paragonare due situazioni incompatibili Se non crede che grazie alla loro buona salute economica molti giornali possano fare anche ottime inchieste, e gliene elenco alcune di questo e di altri giornali. Gli faccio lesempio di Mastella, su cui diversi giornali hanno fatto inchieste ampiamente riprese dallo stesso Grillo nel suo blog. soggetto: le inchieste sono frutto del finanziamentosottigliezza: ANCHE ottime inchieste Gli chiedo dunque se non pensa che sia sbagliato mettere sullo stesso piano i quotidiani di partito inesistenti che prendono soldi direttamente dallo Stato e i giornali veri - magari perfino utili al dibattito sociale e al controllo sulla politica - che hanno solo detrazioni postali e contributi per la carta. soggetto apparente: finanziamenti a giornali di partiti "veri" e "farlocchi"trucco: parlare di "finanziamenti" a giornali "farlocchi" e "detrazioni" a giornali "veri". Gli chiedo se è consapevole che con labolizione totale e indistinta delle provvidenze probabilmente morirebbero voci come il Manifesto o come lInternazionale, su cui lui stesso scrive una pagina ogni settimana, e gli chiedo se questo secondo lui sarebbe un passo in avanti per la nostra società. soggetto: scomparsa di testate storiche.trucco: mente sapendo di mentire Gli chiedo perché nel discorso di Capodanno ha esaltato come ultimi giornalisti liberi Biagi e Montanelli contrapponendoli a tutti gli altri, visto che anche Biagi e Montanelli scrivevano sui grandi giornali secondo lui servi e di casta. soggetto: giornalismo liberotrucco: associare "giornalismo libero" alla "testata", quindi "testate libere" e "testate non libere". Gli chiedo se in questo suo condannare senza eccezioni i giornali e i giornalisti ce nè qualcuno che salverebbe, che secondo lui non fa parte della casta. soggetto: opinione personaletrucco: anche volendi non avrebbe potuto elencare tutti coloro considera "liberi", quindi se si fosse "dimenticato" di qualcuno con cuo magari "collabora" gli avrebbero dato al volo del fazioso Gli chiedo se considera parte della casta anche quelle migliaia di giornalisti sottopagati e precari che ormai lavorano in gran parte delle redazioni. soggetto: qualunquismo, fanno tutti parte della casta?trucco: tentativo di contraddizione con "schiavi moderni", strumentalizzabile. Gli chiedo come può dire che tutti i giornalisti sono casta, visto che la grandissima parte di loro ha come unico privilegio il biglietto gratis ai musei, e per il resto si paga come tutti gli altri comuni mortali la casa, il cinema, il treno, lautobus, il biglietto allo stadio e così via. soggetto: qualunquiesmo, fanno tutti parte della casta? (x2)trucco: collegare "la casta" semplicemente ai "privilegi" quando il discorso e' ben piu' profondo di alcuni privilegi marginali. dimentica poi ad esempio almeno un altro diritto che hanno, e che "i comuni mortali" no Già che ci sono, gli chiedo perché non risponde mai agli altri blog, visto che predica i blog come mezzo di comunicazione dellavvenire." soggetto: perche' non rispondetrucco: mente sapendo di mentireCi credo che a domande del genere non ha risposto, conoscendo la natura "sanguigna" di grillo.
          • Olmo scrive:
            Re: Caro M.M. una sola domanda, anzi no...

            "Gli chiedo ad esempio se non ritiene che i
            giornali e la Rete possano convivere, visto che
            la tivù non ha ucciso la
            radio."
            soggetto: attualita' della carta stampata
            trucco: paragonare due situazioni incompatibiliIncompatibili?Trucco? Trucco per arrivare a cosa?E cosa diavolo ci vuole, al limite, a rispondere "Vede, lei mi parla di due situazioni incompatibili, perché bla bla bla"
            Se non crede che grazie alla loro buona salute
            economica molti giornali possano fare anche[..]
            soggetto: le inchieste sono frutto del
            finanziamento
            sottigliezza: ANCHE ottime inchiesteDunque? E la risposta dove sarebbe?
            Gli chiedo dunque se non pensa che sia
            sbagliato mettere sullo stesso piano i quotidiani
            soggetto apparente: finanziamenti a giornali di
            partiti "veri" e
            "farlocchi"
            trucco: parlare di "finanziamenti" a giornali
            "farlocchi" e "detrazioni" a giornali
            "veri".Bravo, Esatto. E' una distinzione necessaria! Che Grillo evita di fare, perché probabilmente è più efficace e demagogico fare accuse generalizzate, che non richiedono distinguo ed approfondimenti. Qui il giornalista invitava ad entrare nel dettaglio. Perché, converrai, l'indegno Il Campanile di Mastella (che esiste unicamente per racimolare finanziamenti) non è l'Espresso. E' una domanda che avrei fatto anche io. Per capire se le legittime accuse di Grillo siano incondizionate o circostanziate. Un'ottima occasione per il pubblico di entrare nel merito della questione. Cosa c'è di sbagliato in questa domanda? Dove sarebbe lo sporco trucco? Ma VI SPAVENTANO LE DOMANDE?
            Gli chiedo se è consapevole che con
            labolizione totale e indistinta delle
            provvidenze probabilmente morirebbero voci come
            il Manifesto o come lInternazionale, su cui lui
            stesso scrive una pagina ogni settimana, e gli
            chiedo se questo secondo lui sarebbe un passo in
            avanti per la nostra
            società.
            soggetto: scomparsa di testate storiche.
            trucco: mente sapendo di mentireHa sbagliato su l'Internazionale. Non su Il Manifesto. Che infatti sta conducendo da anni un accorato appello per non morire. Ed in ogni modo, la domanda è chiarissima e pertinente. Quale sia l'opinione di Grillo poteva interessare. L'implicita risposta "Siete tutti uguali" è insufficiente. E qualunquista.
            Gli chiedo perché nel discorso di Capodanno ha
            esaltato come ultimi giornalisti liberi Biagi e
            Montanelli contrapponendoli a tutti gli altri,
            visto che anche Biagi e Montanelli scrivevano sui
            grandi giornali secondo lui servi e di
            casta.
            soggetto: giornalismo libero
            trucco: associare "giornalismo libero" alla
            "testata", quindi "testate libere" e "testate non
            libere".Non direi. Secondo la tesi di Grillo: giornalista-stipendiato-da-testata = giornalista-non-libero.Il giornlista non sta asserendo che quelle testate siano libere: chiede PERCHE', secondo quali criteri Biagi e Montanelli E NON ALTRI siano da considerarsi liberi.Sarebbe curioso domandarlo anche agli Amici di Grillo. Sperando in una risposta differente da "Perché l'ha detto Grillo". Per esempio: per te, perché?
            Gli chiedo se in questo suo condannare senza
            eccezioni i giornali e i giornalisti ce nè
            qualcuno che salverebbe, che secondo lui non fa
            parte della
            casta.
            soggetto: opinione personale
            trucco: anche volendi non avrebbe potuto elencare
            tutti coloro considera "liberi", quindi se si
            fosse "dimenticato" di qualcuno con cuo magari
            "collabora" gli avrebbero dato al volo del
            faziosoUh, che fatica! Meglio mantenere corta la lista, così resta in mente ai suoi lettori del blog. Biagi, Montanelli, Travaglio. Il resto, tutto un fascio.Ti rendi conto che la domanda era: "Quali altri?" Scandalosa! Una domanda da non fare! Complotto, complotto!
            Gli chiedo se considera parte della casta
            anche quelle migliaia di giornalisti sottopagati
            e precari che ormai lavorano in gran parte delle
            redazioni.
            soggetto: qualunquismo, fanno tutti parte della
            casta?
            trucco: tentativo di contraddizione con "schiavi
            moderni",
            strumentalizzabile.Non mi sembra. Il giornalista cerca semplicemente di chiarire quanto generalizzata ed indiscriminata sia la critica di Grillo. Si presuppone che l'appartenenza ad una Casta comporti dei privilegi. La domanda è "Laddove sia evidente che il soggetto sia vessato più che privilegiato, ritiene comunque valida la sua critica?"Di nuovo, una richiesta di approfondimento scomoda. Da evitare. Scandalosa. Queste domande non s'hanno da fare. Che Grillo si scriva le domande da se'.
            soggetto: qualunquiesmo, fanno tutti parte della
            casta?
            trucco: collegare "la casta" semplicemente ai
            "privilegi" quando il discorso e' ben piu'
            profondo di alcuni privilegi marginali. dimentica
            poi ad esempio almeno un altro diritto che hanno,
            e che "i comuni mortali"
            noDifficile rispondere in modo pertinente? L'unica strada era tacere?
            Ci credo che a domande del genere non ha
            risposto, conoscendo la natura "sanguigna" di
            grillo.Opinione rispettabilissima.Io vedo che tu hai risposto. E Grillo è fuggito. Furbescamente.
          • LaNberto scrive:
            Re: Caro M.M. una sola domanda, anzi no...
            la sagra della paranoia
          • tonicopi scrive:
            Re: Caro M.M. una sola domanda, anzi no...
            Alt, intervengo su quest'ultima tua affermazione. Grillo non è più solo un comico. E anche un POLITICO. Eccome!!! E come POLITICO nasce già COMICO come sanno essere molti politici.Una cosa tutta da ridere....
          • Olmo scrive:
            Re: Caro M.M. una sola domanda, anzi no...
            Un'ultima cosa: vista la presunta ovvietà delle domande, mi sapresti dire quali sarebbero state le ovvie risposte (così ovvie da non meritare nemmeno di essere date?).Se hai tempo e voglia, naturalmente. Le domande le trovi al post precedente. A me resta la voglia di sapere come Grillo avrebbe risposto: ho stima in Grillo e l'assenza di comunicazione e contraddittorio è frtustrante.
          • xWolverinex scrive:
            Re: Caro M.M. una sola domanda, anzi no...
            Io non sono grillo, quando ho un attimo di tempo posso darti le "mie" risposte, editero' questo post
          • xWolverinex scrive:
            Re: Caro M.M. una sola domanda, anzi no...
            Errore-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 gennaio 2008 13.57-----------------------------------------------------------
          • The_GEZ scrive:
            Re: Caro M.M. una sola domanda, anzi no...
            Ciao Olmo !
            Offensive queste domande? Mi sembrano molto
            chiare e
            legittime. CHIARE E LEGITTIME ?! Sono la cosa più tendenziosa che io abbia mai visto ! Un gran bel VERGOGNA al cubo al tizio (non posso e non voglio definirlo giornalista) che a pensato un obrobrio simile.Praticamente scrive delle risposte con alla fine il punto di domanda ed in totale "ONE WAY" !!!!Parte dal presupposto che Grillo stia sbagliando tutto ed invece di chiedere PERCHE' sta facendo quello che fa ... gli chiede di giustificarsi !!!!
      • rospo scrive:
        Re: Caro M.M. una sola domanda, anzi no...
        Vedete cosa succede?Siete andati avanti più di 3 ore a rimbeccarvi l'uno contro l'altro sostenendo poi alla fine le solite cose.In fin dei conti sia Mantellini che Grillo dovrebbero avere a cuore l'informazione (sopratutto Mantellini che ne fa la sua professione mentre Grillo è pur sempre un comico).Quello a cui l'articolo mirava è palesemente ciò che è successo: ci si scanna fra di noi su un tema che NON c'entra nulla con i contenuti di cui si dibatte.Dividi et impera.Mantellini quelle domande le faccia piuttosto ai vari berlusconi, prodi, fassino, mastella, ..... altro che...Giornalista di ste par di palle.E noi non dividiamoci, è quello che vogliono.
        • esatto scrive:
          Re: Caro M.M. una sola domanda, anzi no...
          - Scritto da: rospo
          Vedete cosa succede?
          Siete andati avanti più di 3 ore a rimbeccarvi
          l'uno contro l'altro sostenendo poi alla fine le
          solite
          cose.
          In fin dei conti sia Mantellini che Grillo
          dovrebbero avere a cuore l'informazione
          (sopratutto Mantellini che ne fa la sua
          professione mentre Grillo è pur sempre un
          comico).

          Quello a cui l'articolo mirava è palesemente ciò
          che è successo: ci si scanna fra di noi su un
          tema che NON c'entra nulla con i contenuti di cui
          si
          dibatte.
          Dividi et impera.

          Mantellini quelle domande le faccia piuttosto ai
          vari berlusconi, prodi, fassino, mastella, .....
          altro
          che...
          Giornalista di ste par di palle.


          E noi non dividiamoci, è quello che vogliono.Scusa ma non esiste una democrazia in cui tutti abbiano le stesse opinioni. E' l'utopia dipinta da Marx e mi pare che non abbia avuto tanto successo.La critica che muove Mantellini è più che legittima.Non so se hai notato che Puntoinformatico si occupa (sorpresa :$) di informatica. Quindi non c'è niente di strano se critica l'utilizzo che Grillo fa del suo blog, e non è strano nemmeno che non entri nel merito delle opinioni di Grillo, che non sono infatti il punto di partenza dell'articolo.
  • carmelo lanzafame scrive:
    raccolta monnezza
    Riguuardo la raccolta monnezza i tedeschi (come dicono i giornali e la televisione)fanno la raccolta differenziata e usano gli inceneritori da molti anni per cui hanno piu' esperienza di noi italiani , prendiamo esempio da loro !
    • Non Pervenuto scrive:
      Re: raccolta monnezza
      - Scritto da: carmelo lanzafame
      Riguuardo la raccolta monnezza i tedeschi (come
      dicono i giornali e la televisione)fanno la
      raccolta differenziata e usano gli inceneritori
      da molti anni per cui hanno piu' esperienza di
      noi italiani , prendiamo esempio da loro
      !In tutto il Nord Italia si effettua con successo la raccolta differenziata da 1998.An Sud non so, a Napoli sicuramente no.ora, dato che la raccdiff è obbligatoria per legge Europea, mi vien da chiedermi:Ma in tutti questi anni, dov'erano i signori organizzatori dei mondezzai e pure liberi cittadini che altro non devono fare che metettere carta di qua, metalli di la e umido altrove? (troppo difficile?)E tutti i soldi Europei/Italiani/Regionali/Comunali che sono pervenuti a tal scopo (come a tutti i comuni, del resto), dove diavolo sono finiti?hanno la mondezza?troppo poca ancora, quando se la ritroveranno fino in casa forse muoveranno il culo.hanno proprio rotto con 'sta storia... :@
    • anonimo scrive:
      Re: raccolta monnezza
      - Scritto da: carmelo lanzafame
      Riguuardo la raccolta monnezza i tedeschi (come
      dicono i giornali e la televisione)fanno la
      raccolta differenziata e usano gli inceneritori
      da molti anni per cui hanno piu' esperienza di
      noi italiani , prendiamo esempio da loro
      !Al nord già si fa. Sull'uso degli inceneritori alla maniera tedesca, io sono favorevolissimo, tu però vallo a spiegare a Grillo, contro gli inceneritori senza se e senza ma
      • innominato scrive:
        Re: raccolta monnezza
        - Scritto da: anonimo
        Al nord già si fa. Sull'uso degli inceneritori
        alla maniera tedesca, io sono favorevolissimo, tu
        però vallo a spiegare a Grillo, contro gli
        inceneritori senza se e senza
        maMa che ci vuoi fare.Per Grillo ad esempio una centrale a turbogas ha un'efficienza del 55%.Nella centrala a turbogas più vicina a casa non si arriva al 50% nonostante sia stata da poco potenziata e rimodernata (prima l'efficienza era intorno al 40%).Però nel mondo perfetto di grillo turbogas = 55%Partendo da presupposti di parte è facile dimostrare quasi tutto (un po' come l'epopea di falsità di Grillo vs Nucleare).
  • grilletto sparato scrive:
    wtf
    E' facile cercare di cavalcare l'onda di chi è già in auge in cerca di una facile popolarita'parlando contro
  • remo scrive:
    delusione
    Quando ho letto la storia dell'intervista a grillo sono rimasto molto deluso. Mi aspettavo che fosse piu' coerente con le sue idee, ma evidentemente mi sono sbagliato a giudicarlo.
    • TLH scrive:
      Re: delusione
      E tu credi a questi giornalisti? Ti pare che loro siano coerenti con le loro idee? Ti do un suggerimento: invece di credere a tutto quello che leggi, attivati in prima persona per cercare e verificare le informazioni. Altrimenti finirai per prendere buoni gli editti di Riotta e Mazza.
    • ANON scrive:
      Re: delusione
      - Scritto da: remo
      Quando ho letto la storia dell'intervista a
      grillo sono rimasto molto deluso. Mi aspettavo
      che fosse piu' coerente con le sue idee, ma
      evidentemente mi sono sbagliato a
      giudicarlo.Scusa, che senso ha, secondo te, criticare i giornalisti schierati e poi farsi intervistare da loro?
  • os user scrive:
    grillo spaventa i giornalisti
    i giornalisti sono riusciti a far ammazzare enzo tortora, a nascondere i problemi del paese con i fatti di cronaca, a proteggere persino gente che fa il testimone di nozze ad un mafioso ma proprio non riescono ad infangare la reputazione di grillo, si arrovellano da mesi, le provano tutte ma non capiscono che ormai e' tardi per loro. Il V-Day del 25 aprile calera' come una mannaia sulla testa di giornalisti asserviti al potere, che sopravvivono solo grazie a contributi versati da tutti noi e che grazie a questi contributi hanno fatto schivolare l'italia tra i paesi del terzo mondo quanto a liberta' di stampa.E' tempo di voltare pagina.
    • Gino Tubi scrive:
      Re: grillo spaventa i giornalisti
      Penso che da qui al 25 aprile ne leggeremo delle belle sul conto di Grillo. Questo perchè la data si sta avvicinando e la strizza si fa avanti.Per come la vedo io, il fatto di considerare il colorato modo di dire le cose di Grillo e non quello che dice, è il solo modo che questi giornalisti (se vogliamo titolarli così) hanno di denigrare Grillo. Non posso pensare nemmeno per un secondo che questi personaggi, intelligenti come sono, vedano solo questo lato del discorso di Grillo e non il contenuto, abbastanza palese tra l'altro.Non ho sentito una sola cosa che confuti i fatti esposti da Grillo. E' stato tutto sapientemente coperto dalle polemiche sulle parolacce, fatto ad arte, direi quasi.E' preoccupante, non vi pare ?
      • TLH scrive:
        Re: grillo spaventa i giornalisti
        No, bisogna capire che Grillo è SEPARATO dal V-Day.Come lui stesso ha detto, in un video pubblicato su YouTube, lui presta la faccia ma i movimenti dei meet-up sono autonomi. Se domani si scoprisse che Grillo fosse un mafioso il V-Day ci sarebbe lo stesso, in forza di questa autonomia! Che è anche l'unica cosa che ci serve per ripararci da questi attacchi su Grillo.
    • Olmo scrive:
      Re: grillo spaventa i giornalisti

      E' tempo di voltare pagina.I giornalisti sono anche quelli che hanno firmato,documentato e realizzato i dossier su Mastella che Grillo ha poi fatto sue.
      • roberts pierre scrive:
        Re: grillo spaventa i giornalisti
        - Scritto da: Olmo

        E' tempo di voltare pagina.

        I giornalisti sono anche quelli che hanno
        firmato,documentato e realizzato i dossier su
        Mastella che Grillo ha poi fatto
        sue.marco travaglio e' un giornalista freelancer e in quanto tale non puo' essere imbavagliato o al soldo di una testata specifica, e' un caso a se' , un po' come i giornalisti freelancer di report che preparano e poi vendono i servizi a rai3.
        • Olmo scrive:
          Re: grillo spaventa i giornalisti

          marco travaglio e' un giornalista freelancer e in
          quanto tale non puo' essere imbavagliato o al
          soldo di una testata specifica.Che c'entra Travaglio? Il dossier su Mastella è dell'Espresso, gruppo Repubblica. Firmato da Marco Lillo. Travaglio non c'entra proprio niente.Non è che siete troppo informati, eh. Temo che avere un'unica fonte di informazioni non sia esattamente salutare.Comunque, Travaglio è tesserato esattamente come gli altri giornalisti. Ovvero, secondo la vostra visione, è un membro della temibile casta. Come Luttazzi, del resto. Ed è stato eccome "imbavagliato" ad un unico giornale. Leggiti la sua biografia.
          • Olmo scrive:
            Re: grillo spaventa i giornalisti

            Ed è stato eccome
            "imbavagliato" ad un unico giornale. Per esempio, ha un contratto con Repubblica, sul quale scrive una rubrica quotidiana. Ed uno con l'Unità. Ma capisco che leggendo solo il blog di Grillo non tutti siano così informati.
    • Tsukishiro Yukito scrive:
      Re: grillo spaventa i giornalisti
      - Scritto da: os user
      i giornalisti sono riusciti a far ammazzare enzo
      tortoraPerché Grillo non è forcaiolo, noooo!!Un campione del garantismo, Grillo!!Basta leggere i suoi post in cui sbraita contro i "delinquenti", mettendo nello stesso calderone rom, romeni e stranieri di ogni colore. Calderoli lo invidierebbe.Grillo è l'infame che ha tirato fuori la tristissima leggenda (perché è una leggenda) secondo cui gli zingari "rubano i bambini".La stessa accusa che per secoli è stata mossa contro primi cristiani, poi eretici, streghe ed ebrei.I risultati li conosciamo.Grillo è un irresponsabile che cavalca la tigre di un malcontento che avrà anche le sue ragionate ragioni, ma rischia di muoversi, incontrollabile, verso direzioni imprevedibili e nefaste.Peccato che l'inquisitore, quando gioca col fuoco, rischia di bruciarsi egli stesso. Ma nel frattempo i roghi hanno già bruciato sin troppe persone.
  • anonimo scrive:
    articolo fuori dal mondo
    Il blog di beppe grillo è il primo esempio di sito internet (in italia) in concorrenza diretta con i grandi giornali (che ricordiamo sono TUTTI sostenuti dalle lobbies economiche).Quindi vuol dire che si pone come alternativa nella formazione delle opinioni, in antitesi ad un giornalismo italico ormai morente (basta vedere il numero sempre minore di copie vendute) e alla catena delle grandi famiglie imprenditoriali italiane.In breve il giornalismo italiano è morto da molti anni, e grillo non ha fatto niente altro che recuperare un po' di quella tradizione da giornalismo di inchiesta che dalle nostre parti è sempre stato il più delle volte dimenticato e messo in un angolo.Il punto quindi è che Grillo oggi come oggi ha più credibilità di un ezio mauro qualsiasi, e questo a lorsignori iscritti all'albo (una cosa ridicola tipicamente italiana) da evidentemente fastidio.Che beppe grillo poi non utilizzi al meglio il proprio blog, che non favorisca "tecnicamente" il dialogo fra i suoi "seguaci", beh può essere certamente vero.Ma vuoi mettere la soddisfazione di veder starnazzare i giornalai delle grandi testate, che ancora hanno la presunzione di doverci formare anzichè informare?
    • Olmo scrive:
      Re: articolo fuori dal mondo

      Ma vuoi mettere la soddisfazione di veder
      starnazzare i giornalai delle grandi testate, che
      ancora hanno la presunzione di doverci formare
      anzichè
      informare?Ok. Ma qual è la tua posizione sul Grillo che rifiuta un'intervista ed un contraddittorio?
      • Ah ah scrive:
        Re: articolo fuori dal mondo
        - Scritto da: Olmo

        Ma vuoi mettere la soddisfazione di veder

        starnazzare i giornalai delle grandi testate,
        che

        ancora hanno la presunzione di doverci formare

        anzichè

        informare?

        Ok. Ma qual è la tua posizione sul Grillo che
        rifiuta un'intervista ed un
        contraddittorio?E' una mia opinione, ma già fa fatica a scrivere qualcosa senza esagerare o venir fuori con qualche sparata, figurarsi se riesce a tenere testa a qualcuno (tipo Vespa) che tenta di fargli lo sgambetto in tutti i modi...Non capisco poi perchè dovrebbe farlo, contasse qualcosa nella politica..
        • Olmo scrive:
          Re: articolo fuori dal mondo

          E' una mia opinione, ma già fa fatica a scrivere
          qualcosa senza esagerare o venir fuori con
          qualche sparata, figurarsi se riesce a tenere
          testa a qualcuno (tipo Vespa) che tenta di fargli
          lo sgambetto in tutti i
          modi...Vero. Però Vespa era il personaggio meno adatto da citare: è un giornalista accomodante, uno abituato a farsi dire dai politici quali domande fare e quali non fare.http://dailymotion.alice.it/related/6416932/video/x3svw4_intercettazione-telefonica-di-bruno_newshttp://ilmioweb.wordpress.com/2008/01/13/intercettazione-bruno-vespa-e-salvatore-sottile-e-la-trasmissione-porta-a-porta-audio-e-testo/Vespa: ProntoSottile: Bruno!?! SalvatoreVespa: Ehi!Sottile: Senti comè strutturata la trasmissione?Vespa: Niente dipende da voiSottile: No, aspettaVespa: Gliela strutturiamo, gliela confezioniamo addosso
          • Ah ah scrive:
            Re: articolo fuori dal mondo
            Capisco perchè vogliono bloccare le intercettazioni. Cosi' almeno quando mentono qualcuno potrebbe crederci.Ho citato Vespa come caso peggiore, non che Mentana e co sia meglio.
      • www scrive:
        Re: articolo fuori dal mondo
        - Scritto da: Olmo
        Ok. Ma qual è la tua posizione sul Grillo che
        rifiuta un'intervista ed un
        contraddittorio?Suvvia non è così difficile capirlo: Grillo rifiuta un'intervista in TV perchè è contro la TV!!Sono i detrattori di Grillo a rifiutare il confronto perchè voglio giocare solo "in casa" cioè sulla TV controllabile e "tagliabile" a loro piacimento. Grillo ha invitato più volte i politici ad eventi e conferenze dove lui partecipava ma nessuno è mai venuto... chissà come mai...
        • Olmo scrive:
          Re: articolo fuori dal mondo
          - Scritto da: www
          - Scritto da: Olmo

          Ok. Ma qual è la tua posizione sul Grillo che

          rifiuta un'intervista ed un

          contraddittorio?

          Suvvia non è così difficile capirlo: Grillo
          rifiuta un'intervista in TV perchè è contro la
          TV!!
          Ma cazzo, ma almeno informatevi!L'intervista non sarebbe stata in TV ma su un settimanale (l'Espresso). Grillo ha rifiutato l'intervista solo perché pretendeva di poter scrivere un testo senza dover rispondere a domande, dettando cioè, senza contraddittorio, quel che voleva dire. Ovvero: ok, pubblicatemi, ma niente domande, non voglio rispondere, non voglio confronti. Se volete pubblicarmi, decido io quali domande farmi.Ma almeno lo hai letto l'articolo di cui si parla?http://gilioli.blogautore.espresso.repubblica.it/2008/01/09/lintervista-mai-fatta-a-beppe-grillo/Una delle conseguenze del fenomeno Grillo è proprio quella denunciata dall'articolo di Mantellini. Lo spirito critico e la coscienza politica è stata delegata a Grillo. Che viene letto e consumato con la stessa bovinità con cui prima si bevevano le notizie del TG. Bel passo avanti.
          • www scrive:
            Re: articolo fuori dal mondo
            Ammetto che non avevo capito che il tuo post si riferiva parlava dell'articolo dell'espresso, mi sembrava più generico, ma leggendo il link che hai citato la storia non mi sembra proprio uguale a come la riporti tu: i 2 si erano accordati per una serire di domande da rispondere via mail, poi Grillo semplicemente ci ha ripensato, non vedo dove sta la cosa strana... primo: chi ci garantisce che le domande siano esattamente quelle che ha riportato Gilioli sul suo post? secondo: come fa Grillo a fidarsi che le risposte non sarebbero state tagliate/manipolate, in fondo è una cosa che i nostri cari giornalisti fanno di continuo... figurati quando si parla contro di loro... si fa presto a promettere, soprattutto quando non c'e' nulla di scritto... Grillo è furbo ed ha fatto bene a ripensarci!Grillo fa benissimo a portare avanti questa "crociata" contro l'informazione asservita senza avere nulla a che fare con essa (siano TV o qualsiasi tipo di rivista/giornale) sarebbe un po' come combattere i guerrafondai con le armi, invece lui ha capito che bisogna presentare una vera alternativa, vuole dimostrare che l'informazione si potrebbe benissimo fare via internet, ce la farà? non lo so, ma è sulla strada giusta.
          • Italiano Vero scrive:
            Re: articolo fuori dal mondo
            Leggo quotidianamente il blog di Grillo e ho partecipato (firmando, anche se con qualche piccolissimo dubbio, nella speranza che qualcosa si muova) al V-Day. Ma questa della mancata intervista non l'ho capita: se il giornalista ha veramente spedito quelle domande, secondo me, la cosa giusta che doveva fare Grillo era pubblicare la mail (previa consenso del mittente) con tanto di mail di risposta. Così che, se il giornale avesse pubblicato qualcosa di diverso, si poteva comunque controllare su entrambi i "siti" e farsene un'opinione.Se invece non le ha spedite o sono totalmente differenti, il mutismo di Grillo su questo fatto è strano. Basterebbe un commento sul blog in risposta, niente di più niente di meno (anche solo 2 righe, mica dee sempre fare un tema!)Questa cosa mi lascia un po' perplesso, come altre battaglie che ha condotto che non mi hanno sempre convinto in toto (anche se trovo + credibile lui di uno che dice che bisogna fare sacrifici, ma con alle spalle un bel castello dorato che non si sogna neanche di mettere in discussione).Personalmente preferisco agire nel mio piccolo, ad esempio per l'ecologia (raccolta differenziata anche se per trovare i bidoni separati devo fare 1/2Km e me li porto dietro quando vado al lavoro, utilizzo di lampade a risparmio nella quasi totalità della casa, prossimo utilizzo di acqua comunale anzichè da bottiglie di plastica, etc.). Le rivoluzioni non si fanno da soli, ma se nessuno nel suo piccolo non fa mai niente aspettando la massa, non si cambierà mai nulla.
    • Blackstorm scrive:
      Re: articolo fuori dal mondo
      - Scritto da: anonimo
      Il blog di beppe grillo è il primo esempio di
      sito internet (in italia) in concorrenza diretta
      con i grandi giornali (che ricordiamo sono TUTTI
      sostenuti dalle lobbies
      economiche).In realtà non è ne il primo, ne l'ultimo. E' solo il più evidente.
      Quindi vuol dire che si pone come alternativa
      nella formazione delle opinioni, in antitesi ad
      un giornalismo italico ormai morente (basta
      vedere il numero sempre minore di copie vendute)
      e alla catena delle grandi famiglie
      imprenditoriali
      italiane.A me pare che continuino a vendere bene. Specie perchè anche i giornali hanno siti.
      In breve il giornalismo italiano è morto da molti
      anni, e grillo non ha fatto niente altro che
      recuperare un po' di quella tradizione da
      giornalismo di inchiesta che dalle nostre parti è
      sempre stato il più delle volte dimenticato e
      messo in un
      angolo.E quando lo facevano anonimi bloggers, come mai nessuno se li filava?
      Il punto quindi è che Grillo oggi come oggi ha
      più credibilità di un ezio mauro qualsiasi, e
      questo a lorsignori iscritti all'albo (una cosa
      ridicola tipicamente italiana) da evidentemente
      fastidio.Insomma. Che abbia più credibilità di certi giornalisti sarà anche vero, ma che ne ha meno di altri è altrettanto vero.
      Che beppe grillo poi non utilizzi al meglio il
      proprio blog, che non favorisca "tecnicamente" il
      dialogo fra i suoi "seguaci", beh può essere
      certamente
      vero.E allora non serve a niente il fatto che stia "scalzando", a tuo dire i quotidiani. Assolutamente a nulla. Perchè devo finire ignorato anche leggendo il blog di Grillo, quando posso fare la stessa cosa col, per dire, Corriere della sera, o con La stampa?
      Ma vuoi mettere la soddisfazione di veder
      starnazzare i giornalai delle grandi testate, che
      ancora hanno la presunzione di doverci formare
      anzichè
      informare?Eh, beh, che scopo nobile apprezzare Grillo perchè fa starnazzare i giornalisti.
      • anonimo scrive:
        Re: articolo fuori dal mondo

        A me pare che continuino a vendere bene. Specie
        perchè anche i giornali hanno
        siti.A te "pare" è una valutazione del tutto soggettiva.E' un dato di fatto che giornali come repubblica e corriere vendano assai meno rispetto a qualche anno fa. Come pure è un dato di fatto che ci sono parecchi giornali che camapano solo grazie ai contributi pubblici e di partito. In un'economia libera e concorrenziale sarebbero morti da un pezzo. O un giornale campa delle copie che vende o si chiuda, come succede in tutti i paesi civili di questo mondo.

        E quando lo facevano anonimi bloggers, come mai
        nessuno se li
        filava?e quindi?

        Insomma. Che abbia più credibilità di certi
        giornalisti sarà anche vero, ma che ne ha meno di
        altri è altrettanto
        vero.tipo? dai qualche nome...che già mi sta venendo un bel sorriso...

        E allora non serve a niente il fatto che stia
        "scalzando", a tuo dire i quotidiani.
        Assolutamente a nulla. Perchè devo finire
        ignorato anche leggendo il blog di Grillo, quando
        posso fare la stessa cosa col, per dire, Corriere
        della sera, o con La
        stampa?serve forse al fatto che da voce a opinioni che non trovano spazio nei mezzi di informazione tradizionale. Ti pare poco? Il fatto che poi un blog, tecnicamente, mostri dei limiti con tutti i lettori che ha...beh...non è certo colpa sua.
        Eh, beh, che scopo nobile apprezzare Grillo
        perchè fa starnazzare i
        giornalisti.E' una grande, immensa soddisfazione. Ebbene si. Perché mette all'indice l'odiosa e perdente attitudine pedagogica delle nostre classi dirigenziali. Giornalisti o politici che siano. E' una cosa che DEVE FINIRE, perché non siamo né imbecilli né bambini che devono essere imboccati. Ed è la ragione profonda per cui continuiamo ad avere un tetto pubblicitario alla rai (che impedisce di spezzare il duopolio rai-mediaset) e un giornalismo pecoreccio che non fa inchiesta. E' una questione di libertà.
      • www scrive:
        Re: articolo fuori dal mondo
        - Scritto da: Blackstorm
        In realtà non è ne il primo, ne l'ultimo. E' solo
        il più
        evidente.è il primo blog italiano (e uno dei primi al mondo) come numero di accessi giornalieri, è un dato inconfutabile, cerca un po' in rete se vuoi la conferma.
        A me pare che continuino a vendere bene. Specie
        perchè anche i giornali hanno
        siti.guarda questo interessante articolo per avere un cofronto sulla popolarità dei siti dei giornali in confronto al blog di grillohttp://www.980km.com/blogosfera/technorati-e-la-classifica-dei-giornali.html
        E quando lo facevano anonimi bloggers, come mai
        nessuno se li
        filava?semplice: il blog di grillo è il più famoso per 2 motivi: 1) Grillo era già famoso anche prima, 2) dice delle cose sensate. Il resto è tutto merito del passaparola, dell'incazzatura degli italiani, dell'incapacità dei politici, della "ladroneria" degli imprenditori, ecc.
        Eh, beh, che scopo nobile apprezzare Grillo
        perchè fa starnazzare i
        giornalisti.Personalmente trovo divertente vedere disonesti e leccaculi che hanno paura! E' esilarante vedere come si costruiscono servizi e notizie esclusivamente per diffamare una persona come grillo, ce ne sono vari esempi su youtube, forse potevano funzionare 20-30 anni fa quando la gente era ignorante, ma ormai i "furbetti" dell'informazione hanno i giorni contati :)Ovviamente non tutti i giornalisti sono così, mi spiace per i pochi "onesti" ma c'e' necessità di fare pulizia... e sicuramente gli onesti riusciranno ad emergere ugualmente in futuroVDay 2 - 25 aprile!!!
  • klaudio kubuntu scrive:
    Chiedete a grillo del signoraggio...
    come da titolo chiedete a grillo del signoraggio e lo vedrete scappare con la coda tra le gambe..simpatico miliardario berlusconiano(vedi le pubblicità sul suo blog...)
    • rioka scrive:
      Re: Chiedete a grillo del signoraggio...
      In che senso? Nel senso che Grillo non sa alcunche' del signoraggio? O nel senso che ripetera' le leggende che si sono diffuse in rete negli ultimi 2-3 anni?
      • Non Pervenuto scrive:
        Re: Chiedete a grillo del signoraggio...
        leggende?Dimostrare: link, fonti! troppo facile sennò caro mio
        • rioka scrive:
          Re: Chiedete a grillo del signoraggio...

          Dimostrare: link, fonti! troppo facile sennò caro
          mioUn paio per cominciare... se poi hai voglia di studiare di piu', basta chiedere ;)La cassazione, con la sentenza 16751 a sezioni riunite del 21 luglio 2006, ha affermato che la Banca dItalia "non è una società per azioni di diritto privato, bensì un istituto di diritto pubblico secondo lespressa indicazione dellarticolo 20 del R.D. del 12 marzo 1936 n.375"Qui trovi tutte le cifre (relazione al bilancio 2006)http://www.bancaditalia.it/pubblicazioni/relann/rel06/rel06it/bilancio/rel06_19_amm_bilancio.pdf
          • Tom scrive:
            Re: Chiedete a grillo del signoraggio...

            La cassazione, con la sentenza 16751 a sezioni
            riunite del 21 luglio 2006, ha affermato che la
            Banca dItalia "non è una società per azioni di
            diritto privato, bensì un istituto di diritto
            pubblico secondo lespressa indicazione
            dellarticolo 20 del R.D. del 12 marzo 1936
            n.375"Quella sentenza è terribile.In parole povere dice che la magistratura non può fare niente contro le decisioni dello stato.Se lo stato vuole comprare il valore dei soldi e farcelo pagare può farlo.Viviamo già in un mondo virtuale, altro che Second Life.
          • klaudio kubuntu scrive:
            Re: Chiedete a grillo del signoraggio...
            www.signoraggio.com ...non aggiungo altro, altro che sentenze...
    • xWolverinex scrive:
      Re: Chiedete a grillo del signoraggio...
      - Scritto da: klaudio kubuntu
      come da titolo chiedete a grillo del signoraggio
      e lo vedrete scappare con la coda tra le
      gambe..simpatico miliardario berlusconiano(vedi
      le pubblicità sul suo
      blog...)Madonna che ansia sto' signoraggio.Se non sapete NULLA del perche', almeno chiedetelo al vostro caro Sandro Pascucci. Chiedetegli perche' c'e' questa "censura" sul blog di beppe, chiedetegli anche perche' Luttazzi GRAZIE AL CARO PASCUCCI chiuse il suo blog due anni or sono. Se le cose non le sai... SALLE ! (cit.)
    • www scrive:
      Re: Chiedete a grillo del signoraggio...
      - Scritto da: klaudio kubuntu
      come da titolo chiedete a grillo del signoraggio
      e lo vedrete scappare con la coda tra le
      gambe..simpatico miliardario berlusconiano(vedi
      le pubblicità sul suo
      blog...)grillo ha parlato più volte del signoraggio, basta scrivere "grillo signoraggio" su youtube, concordo che non sia una delle sue "lotte" principali, ma ne ha parlato più volte
  • Blackstorm scrive:
    Domanda per Mantellini
    Ho apprezzato molto il tuo articolo. Però ho una domanda, o meglio un'obiezione da farti. Tu dici:"le "vostre" parole in rete possono seguire il corso dei "vostri" pensieri (nella speranza che i vostri pensieri non restino ogni volta incrollabili e immutati di fronte a tutte le intemperie). E se si tratta di una opzione nuova e formidabile, perché non seguirla? Correggere un post nel quale si sono scritte stupidaggini si può, perché non farlo?"Ma, ti chiedo io, perchè editare? Perchè non aggiungere, invece di modificare o cancellare le parole? Perchè non aggiungere un update dei pensieri, o, come fanno molti, racchiudere la frase che si vuole cambiare fra gli appositi tag per far apparire il testo barrato? Perchè non mostrare l'evoluzione del proprio pensiero? E' una cosa, penso, di cui andare fieri. Qualcuno disse una volta che solo gli stupidi non camibiano idea. Ma questo non vuol dire, secondo me, rinnegare quello che si è detto. Si tratta di un percorso di crescita. Cambiare idea vuol dire essere abbastanza maturi da riconoscere i propri errori. E secondo me, non c'è niente di male a lasciare anche i pensieri precedenti. La timeline è lì, basta seguirla.
  • rossi scrive:
    Non ho capito molto...
    Questo è il tipico esempio di troppe parole usare per esprimere concetti semplici.Tuttavia come spesso succede volendo usare troppe parole si rischia di scrivere delle cazzate, come in questo caso."Provate invece a riscrivere un articolo del Corriere della Sera di ieri, per capire cosa intendo (intendo dire, andando a recuperare le copie vendute e sostituendole pazientemente una ad una), vi accorgerete che è assai più complicato. Su Internet invece spesso si può fare."Piccolo particolare non so se volutamente trascurato e che cambia completamente il "dove vuole andare a parare" chi ha scritto l'articolo è che:-i giornali una volta scritti vanno a finire al macero come carta riciclata, le uniche copie sono quelle detenute dai siti dei vari giornali o al massimo in qualche biblioteca che tiene giornali molto vecchi e comunque sono scritti da una sola persona.-le parole su internet come giustamente si afferma sono si modificabili ed acquistano significato e vengono recepite solo se sono ritenute valide da molti, ma vengono anche rielaborate e rese disponibili *facilmente* da tutti.Detto questo a differenza di altri non ho ben capito se questo post sia pro o contro beppe grillo. Ma non ho ben capito che significa essere contro grillo: ha forse qualche potere particolare? Si è candidato alle elezioni? Recepisce risorse economiche da chi non lo ascolta?
    • Cognosco scrive:
      Re: Non ho capito molto...

      Detto questo a differenza di altri non ho ben
      capito se questo post sia pro o contro beppe
      grillo. Purtroppo sei abituato a pensare in questi termini, bianco nero, pro e contro. Molto, molto limitante. Molto molto televisivo, molto molto tipico.
  • anonimo veneziano scrive:
    hanno paura
    Hanno paura, i giornalisti, hanno una paura matta. E dopo lo smerdamento dei politici si inizia a scoprire lo scandalo del mondo dell'informazione, che a dir la verità non è cosa nemmeno troppo sconosciuta. Che però Punto Informatico se la facesse con la casta dei giornalisti mi ha sopreso, cosa spinge questa mite testata a fare ragionamenti da testa di cavolo? L'articolo di cui sopra mi è sembrata una brutta copia delle più oscure elucubrazioni di Giuseppe D'Avanzo, in più si ha la pretesa di dimostrare che dall'altra parte del monitor siamo tutti scemi. L'informazione è quella cosa che racconta i fatti separati dalle opinioni. Le opinioni sappiamo essere capaci di farcele pure noi.Un bel vaffa a Punto Informatico ci sta tutto, questa volta.
    • Mandati scrive:
      Re: hanno paura
      - Scritto da: anonimo veneziano
      Hanno paura, i giornalisti, hanno una paura
      matta. E dopo lo smerdamento dei politici si
      inizia a scoprire lo scandalo del mondo
      dell'informazione, che a dir la verità non è cosa
      nemmeno troppo sconosciuta. Che però Punto
      Informatico se la facesse con la casta dei
      giornalisti mi ha sopreso, cosa spinge questa
      mite testata a fare ragionamenti da testa di
      cavolo? L'articolo di cui sopra mi è sembrata una
      brutta copia delle più oscure elucubrazioni di
      Giuseppe D'Avanzo, in più si ha la pretesa di
      dimostrare che dall'altra parte del monitor siamo
      tutti scemi. L'informazione è quella cosa che
      racconta i fatti separati dalle opinioni. Le
      opinioni sappiamo essere capaci di farcele pure
      noi.
      Un bel vaffa a Punto Informatico ci sta tutto,
      questa
      volta.Ad essere sincero sono sorpreso anche io. Sono anche andato a leggermi l'articolo dell'espresso, e non è che ci volesse molto a capire perchè Grillo non ha voluto rispondere.Per la paura del confronto? Ma non fatemi ridere. Quel giornalista, grandissimo ipocrita, sa benissimo perchè gli è stata rifiutata una risposta. Probabilmente faceva meglio a mandarlo a quel paese subito, senza promettergli un beneamato.Davvero un pessimo articolo, per quello che leggo abitualmente su PI. E secondo me dovreste anche vergognarvi.
      • Olmo scrive:
        Re: hanno paura

        Ad essere sincero sono sorpreso anche io. Sono
        anche andato a leggermi l'articolo dell'espresso,
        e non è che ci volesse molto a capire perchè
        Grillo non ha voluto
        rispondere.Di grazia, e perché? Io non ho capito perché NON rispondere. Mi interessa la tua spiegazione..
    • Olmo scrive:
      Re: hanno paura
      - Scritto da: anonimo veneziano
      Hanno paura, i giornalisti, hanno una paura
      matta. In questa vicenda mi sembra che ad aver paura sia stato Grillo, tanto da negare legittime risposte che sarebbero state dovute NON ad un giornalista, ma ai lettori. Cioè a noi. A me e a te.
  • carpigjan scrive:
    Grillo non è un dio, ma xe contestarlo?
    Trovo questo articolo di una stupidità mostrousa..PI scrive di tecnologia.. non vale anche per PI lo stupido discorso per cui è più difficile cambiare un giornale stampato piuttosto che uno online etc. etc ??Inoltre non ha senso.. cioè si capisce che è in negativo nei confronti di grillo ma non è chiaro il perchè...vabè..Per il resto, Grillo non è un dio, è semplicemente uno che per profitto (e credo non ci sia niente di male) lavora, studia e indaga per informare gli italiani su come vanno realmente le cose.Inoltre in quasi tutti i suoi interventi, da spazio e visibilità a vecchie interviste tv, indagini di giornalisti, vecchi dossier e porta alla luce un sacco di informazioni volutamente offuscate da tutti gli organi di informazione pagati e al servizio dei potenti.Io credo che abbia un pò il ruolo che avevano i giullari nell'antichità i quali sotto le vesti di buffoni raccontavano al popolo quella che era la verità. (chi conosce la storia di pasquino a roma e le pasquinate contro il potere papale?)Io credo che Grillo oltre a denunciare e a fare monologhi, non "farà" mai nulla in prima persona, cioè non scenderà in politica.. e fa bene.Perchè è dimostrato che in questo paese le persone oneste vengono "bruciate" dal sistema, vedi De Magistris o chi per lui...Meglio qualcuno (ma non c'è solo Grillo, non dimentichiamolo, anzi Grillo costantemente fa riferimento ad altre persone) che piano piano informi e renda più coscienziose le masse, rendendolo capaci di capire ciò che accada intorno a loro e non si facciano fare il lavaggio del cervello da tv e giornali.Per quanto riguarda l'intervista per l'espresso, beh quella gente lo ha ignorato per anni e ora che Grillo sta pubblicando le cifre dei contributi che i giornali si prendono per essere schivi dei potenti e sta per fare un v-day contro l'informazione di questo paese, lo vanno a cercare....Io penso sia stato fin troppo gentile..Io penso che in un paese normale non si avrebbe tanta paura di un Grillo che scrive sul suo blog, che fastidio da? perchè contestarlo e criticarlo?Oppure da fastidio a tanti perchè tanti hanno la coscienza sporca???
    • Mauri scrive:
      Re: Grillo non è un dio, ma xe contestarlo?
      Concordo in pieno tutto il commento!
    • Tucacincill à - scrive:
      Re: Grillo non è un dio, ma xe contestarlo?
      Quotissimo!Finalmente un commento intelligente.
    • Marco scrive:
      Re: Grillo non è un dio, ma xe contestarlo?
      Ottimo commento, condivido in pieno
    • LaNberto scrive:
      Re: Grillo non è un dio, ma xe contestarlo?
      - Scritto da: carpigjan
      Trovo questo articolo di una stupidità mostrousa..
      Per quanto riguarda l'intervista per l'espresso,
      beh quella gente lo ha ignorato per anni e ora
      che Grillo sta pubblicando le cifre dei
      contributi che i giornali si prendono per essere
      schivi dei potenti e sta per fare un v-day contro
      l'informazione di questo paese, lo vanno a
      cercare....
      Io penso sia stato fin troppo gentile..Se leggessi l'Espresso invece che il blog di grillo e basta, sapresti che negli ultimi tre anni almeno questa testata (che attualmente è forse l'unica a pubblicare vere inchieste giornalistiche) ha seguito spessissimo Grillo e le sue polemiche con articoli piuttosto precisi e per nulla di parte (al tempo anche io leggevo il blog di grillo e potevo fare in confronti).
  • beppeloggia scrive:
    Grillo è un prodotto di intrattenimento
    Come tutti gli artisti Beppe ha bisogno di un palco, di lavoratori (che ovviamente paga) e i lavoratori hanno bisogno di dire che loro fanno parte dello staff di Grillo.Quelli informatizzati sono iscritti nel suo forum e alcuni di questi diventano dei "grillendenti" sostenendo, in modo sistematico, tutte le tematiche del giorno e inflammano qualsiasi utente che osa ridire a grillo anche solo che fa demagogia.Inoltre Beppe sostiene una fazione politica ben precisa (chi è grilliano sa bene qual'è) e questo gli crea delle amicizie politiche.Questo genera un meccanismo "domino" anche tra i semplici fan, che diventano per così dire dei "power-fan" (o semplicemente degli "sfegatati") che qualsiasi cosa punti il dito di Grillo loro inveiscono come una folla da stadio (e molti politici simpatizzano, di facciata, proprio per accaparrarsi quegli specifici voti).Ovviamente Grillo ha bisogno di lavorare (far spettacolo) ma non può avere scoop tutti i giorni, ma ha bisogno di mantenere viva la sua impronta di denuncia; a volte però forzando il tiro, pur di aizzare la folla, denuncia i fatti in maniera non esatta (basti pensare ai famosi ricercatori dell'oscilloscopio sequestrato e dei biscotti della mulino bianco). Io ho gettato già da tempo la spilletta di fan, ma non mi sembrava il caso di venire qui e mandare semplicemente grillo alla sua festa, piuttosto vorrei che che quei power-fan, che prendono le sue battute per oro colato, cominciassero ad approfondire i suoi argomenti per constatare quantomeno la fondatezza e l'esattezza. Grillo, a differenza di un giornalista, non ha bisogno di essere preciso nei suoi monologhi (è pur sempre un comico...). Non nutro invece speranze sugli organizzatori dei meetup che sono dei veri e propri organizzatori di eventi (un po' come gli organizzatori di fiere) per cui non si può parlar male di chi trova un modo originale per guadagnare la pagnotta: una cosa che non si dice spesso ad esempio, per gli eventi che vengono organizzati e patrocinati da comitati e comuni, è che questi ultimi "pagano" per avere questi "portavoce" di grillo. Inoltre gli organizzatori sono sempre molto politicizzati e spesso mirano a "entrare" in politica (è sempre una buona pubblicità nel curriculum e potrebbe aprire le porte di qualche partito locale).Insomma, il mondo di grillo è bello, non perchè è vario, ma perchè produce lavoro e prosperità; all'apparenza non c'è niente di male, peccato che c'è gente che quando lo vede crede di essere di fronte alla soluzione di tutti i mali invece che a un semplice spettacolo teatrale. L'effetto è lo stesso di un fan di Blob: il programma di rai3 non ha di per sè difetti tecnici, ma battendo sempre sugli stessi chiodi gli spettatori finiscono per "accettare" quello che vedono (dato che è una cosa naturale e istintiva), credendo ad esempio che Berlusconi prima dice una cosa e subito dopo un'altra (a volte addirittura con dei tagli di frase); la stessa preoccupazione la si può avere per gli spettacoli di grillo. Gli inceneritori ad esempio inquinano e senza di quelli la spazzatura si accumulerebbe nel lungo termine: a questo punto arriva grillo che con due battute ti dice che questi inceneritori (o rigassificatori) fanno male e non servono, e tutti ripetono in coro. Eliminare i rigassificatori significherebbe non affrontare il problema dello smaltimento e rimandare il problema alle nuove generazioni. Gli inceneritori sono come le discariche, servono ma nessuno le vuole a casa propria. Ma grillo ha la coscienza pulita perchè il suo è spettacolo, i grilliani invece?P.S.: non sono dello staff di grillo ma lavoro con comuni e organizzatori, quindi sò come funzionano queste cose.
    • rossi scrive:
      Re: Grillo è un prodotto di intrattenimento
      - Scritto da: beppeloggia[CUT]
      Gli
      inceneritori ad esempio inquinano e senza di
      quelli la spazzatura si accumulerebbe nel lungo
      termine: a questo punto arriva grillo che con due
      battute ti dice che questi inceneritori (o
      rigassificatori) fanno male e non servono, e
      tutti ripetono in coroTu per affermare questo evidentemente non hai letto nessuno dei link citati da grillo sugli effetti degli inceneritori.L'ultimo dell'ARPA del Piemonte, quindi non certo un tizio anonimo che si nasconde dietro qualche interesse economico.
      Eliminare i
      rigassificatori significherebbe non affrontare il
      problema dello smaltimento e rimandare il
      problema alle nuove generazioni.I rigassificatori? Sei informato come pinocchio!In germania ne hanno 3, in italia vorrebbero finire di costruirne 15, anche un deficiente capirebbe che è solo per fare gli interessi di qualche potente che si spinge verso i rigassificatori (che non riuscirebbero mai ad entrare a regime visto il numero di navi necessarie a rifornirli).Senza contare il fatto che poi sono stati progettati del "vecchio tipo", non con il solo attracco in alto mare e tubo che porta a terra, ma con buona parte della struttura a terra.
      Gli inceneritori
      sono come le discariche, servono ma nessuno le
      vuole a casa propria. Ma grillo ha la coscienza
      pulita perchè il suo è spettacolo, i grilliani
      invece?Grilliano sarai tu e tua sorella. Non mi sono mai sentito "discepolo" di qualcuno, ma se una persona tra tante cazzate ne dice una buona non mi metto a dire che la cosa è cattiva solo perché l'ha detta lui.
      P.S.: non sono dello staff di grillo ma lavoro
      con comuni e organizzatori, quindi sò come
      funzionano queste
      cose.Si, sono mafiosi, in genere, lo so anch'io ma non cambiare discorso adesso. Guardiamo i fatti e chi ci guadagna in certe scelte.
      • nessuno.itaca scrive:
        Re: Grillo è un prodotto di intrattenimento
        per costruire una celle di silicio si deve partire da un seme di silicio portato a 1600 °C. Il rendimento delle celle (in origine pari al max al 20%) decade ogni decade di un 10% quindi non è un buon investimento in termini energetici complessivi.Infine se tutti consumassero tanta energia quanto quella sua... ha infatti installato a casa sua una potenza pari a quella di 6 famiglie medie italiane.Basta pendere dalle labbra di quest'uomo.Data la mia formazione (sono un ing. informatico), preferirei che una persona prima di parlare si documenti a livello tecnico e fornisca dei dati certi e oggettivi.
        • www.aleksfa lcone.org scrive:
          Re: Grillo è un prodotto di intrattenimento
          - Scritto da: nessuno.itaca
          Vorrei ricordare le varie "ecoballe" di Grillo:
          1) auto a idrogeno
          2) rifiuto del nucleare
          3) energia fotovoltaica
          Data la mia formazione (sono un ing.
          informatico), preferirei che una persona prima di
          parlare si documenti a livello tecnico e fornisca
          dei dati certi e oggettivi.Non sono ingegnere, ma solo informatico. D'altronde nemmeno ho presente cosa dice Grillo sugli argomenti che hai indicato. Non sono un suo lettore.Ho delle posizioni su tali argomentio che dipendono esclusivamente dal fatto che ho cercato di documentarmi per quanto possibile.Sono d'accordo sulla improponibilità della propulsione a idrogeno con la tecnologia attuale. Ma non (sol)tanto sull'estrazione della materia prima: è plausibile che si possano sviluppare tecnologie meno inquinanti, anche se oggi non sono disponibili. Tempo fa ho scritto per una rivista un articolo sul fenomeno dell'oxygen depletion che potrebbe verificarsi in seguito ad un massiccio utilizzo di idrogeno come combustibile, riducendo la percentuale di ossigeno nell'atmosfera.Non mi convincono affatto, invece, le spinte per adottare nuovamente l'energia nucleare. I progetti allo studio sono estremamente costosi, probabilmente già vecchi al momento di una messa in opera. La costruzione e l'avvio di tutti i reattori a regime richiederebbero diversi anni, aumentando i costi in modo imprevedibile prima di poter cominciare a rientrare delle spese. Ovviamente gran parte dei costi iniziali saranno coperti dallo Stato con i fondi stanziati per lo sviluppo di 'energie alternative' negli ultimi anni. E non ho citato i costi di gestione e manutenzione, diverse volte più costosi di altri tipi di centrali. E poi c'è la questione delle scorie radioattive, molto ridotte rispetto alle vecchie centrali, è vero, ma che sono comunque un problema, visto che non si è ancora trovata una soluzione per quelle delle due centrali atomiche dismesse dopo il referendum del 1988.Tutto ciò rende il rapporto costi/benefici per l'energia nucleare, a mio parere, pendente dalla parte del no.Ma anche se fosse sì, le riserve mondiali di uranio sono scarse, ed al ritmo attuale di consumo potrebbe durare forse meno del petrolio. Una stima del 2005 in uno studio dell'Enel indicava non più di 50 anni.La tecnologia fotovoltaica è ancora improponibile per scarsa efficienza e costi che sarebbero forse superiori a quelli per la costruzione di una centrale nucleare equivalente, anche se i costi di manutenzione sarebbero molto inferiori.D'altra parte la tecnologia del solare termico, invece, potrebbe consentire già oggi un notevole risparmio di gas per riscaldamento. Soprattutto con i pannelli parabolici a concentrazione, che possono produrre energia a basso costo. Io penso che la direzione da intraprendere da subito sia quella del risparmio energetico, in Italia possibile almeno fino ad un 40% solo con interventi tecnici sugli edifici: quel che in Germania è obbligatorio per legge per costruzioni e ristrutturazioni sarebbe un ottimo inizio.L'uso combinato, poi, di solare termico, eolico e delle biomasse, consentirebbe di limitare ancora il fabbisogno energetico da soddisfare con combustibili fossili. Non è questo il luogo per scrivere un trattato sull'argomento, ma credo di aver chiarito il mio pensiero.
          • nessuno.itaca scrive:
            Re: Grillo è un prodotto di intrattenimento
            quoto in gran parte il tuo intervento. Non mi trovi daccordo sulle centrali nucleari. A parte il fatto che esistono progetti quali quello di Rubbia per centrali con produzione di scorie a emivita breve con decadimento della radioattività molto più veloce di quelle "normali", le nuove tendenze sono per la costruzione di centrali in caverne (stile laboratori del gran sasso, nelle quali conservare anche le scorie. Lo strato di roccia fornisce una consistente protezione in caso di fughe radioattive e in caso di attentati. Per il resto non posso che essere daccordo con te. Personalmente ho pannelli solari termici sin dal 1979 (li ha installati mio padre e mio zio). Qualche anno fa li ho sostituiti con nuovi pannelli più efficienti. Parlando con il fornitore, sono rimasto stupito dal fatto che lavora molto di più in germania e francia rispetto all'italia, nonostante le migliori condizioni di irraggiamento.In ultimo vorrei dire che effettivamente bisogna cambiare prima le proprie abitudini e poi permettersi di fare i blog-predicatori.
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: Grillo è un prodotto di intrattenimento
            - Scritto da: nessuno.itaca
            A parte il fatto che esistono progetti quali quello di
            Rubbia per centrali con produzione di scorie a
            emivita breve con decadimento della radioattività
            molto più veloce di quelle "normali"Sto seguendo gli studi di Rubbia, mi sembrano molto interessanti, almeno per quanto ho potuto capire dalle pubblicazioni.Si tratta, però, appunto, di studi. Sappiamo entrambi quale sia la distanza, in termini di tempo, tra il laboratorio e l'applicazione 'in produzione'.
            sono rimasto stupito dal fatto che
            lavora molto di più in germania e francia
            rispetto all'italia, nonostante le migliori
            condizioni di irraggiamento.A me ha stupefatto anche il 25% del fabbisogno energetico danese garantito dagli impianti eolici.
            In ultimo vorrei dire che effettivamente bisogna
            cambiare prima le proprie abitudini e poi
            permettersi di fare i blog-predicatori.Ma parlarne, magari, può aiutare.PS: finalmente un civile scambio di idee... cominciavo a disperare :-D
    • non c'`e scrive:
      Re: Grillo è un prodotto di intrattenimento
      Allora la risposta è semplice :A ) Se sei un politico ti devi prendere la responsabilità della gente che mandi "Affanculo", devi aprire la strada al dialogo con gli altri e non devi dire che sei un comico per difenderti.B ) Se sei un comico non usi la tua popolarità per proporre leggi scritte da altri e in parte discutibili, non proponi le liste civiche con bollino e stupidaggini simili.C ) Se sei un politico e un comico contemporaneamente allora potresti diventare un ottimo presidente del consiglio.
  • anonimo scrive:
    I GRILLINI SONO TIFOSI
    CdO. E i commenti nel forum dopo pochissimo tempo dalla pubblicazione dell'articolo me lo confermano.(anonimo)
    • anonimo scrive:
      Re: I GRILLINI SONO TIFOSI
      hahaha, perché i repubblichini e i corrierini no eh?
    • xWolverinex scrive:
      Re: I GRILLINI SONO TIFOSI
      - Scritto da: anonimo
      CdO. E i commenti nel forum dopo pochissimo tempo
      dalla pubblicazione dell'articolo me lo
      confermano.(anonimo)Ecco un altro che non ha capito una beneamata fava :(
    • Ah ah scrive:
      Re: I GRILLINI SONO TIFOSI
      Bravo, se ti danno dello stronzo tu non replichi, come no.
      • Codello scrive:
        Re: I GRILLINI SONO TIFOSI
        - Scritto da: Ah ah
        Bravo, se ti danno dello stronzo tu non replichi,
        come
        no.Ma dove è scritto "stronzo"?
  • Pierpaolo Z. scrive:
    Ecco un altro che non ha capito niente
    Mantellini il tuo articolo è completamente inutile, ti sei comportato come uno dei tanti giornalisti di tv e giornali. E menomale che siamo su Internet, per un attimo mi sembrava di leggere il Corriere della sera!Tu, come chiunque parli male di Grillo, trascuri completamente quelli che sono i contenuti di cui parla Grillo, che sono la cosa fondamentale!Grillo o Travaglio o tantissimi giornalisti e personaggi LIBERI svegli e intelligenti indicano con il dito il cielo e voi giornalisti o presunti tali, direi piuttosto addormentati, anzicchè guardare il cielo guardate il dito!!!Una sola parola:PATETICI!!!!!!!!!!
    • pippopluto scrive:
      Re: Ecco un altro che non ha capito niente
      - Scritto da: Pierpaolo Z.
      Mantellini il tuo articolo è completamente
      inutile, ti sei comportato come uno dei tanti
      giornalisti di tv e giornali. E menomale che
      siamo su Internet, per un attimo mi sembrava di
      leggere il Corriere della
      sera!

      Tu, come chiunque parli male di Grillo, trascuri
      completamente quelli che sono i contenuti di cui
      parla Grillo, che sono la cosa
      fondamentale!

      Grillo o Travaglio o tantissimi giornalisti e
      personaggi LIBERI svegli e intelligenti indicano
      con il dito il cielo e voi giornalisti o presunti
      tali, direi piuttosto addormentati, anzicchè
      guardare il cielo guardate il
      dito!!!

      Una sola parola:
      PATETICI!!!!!!!!!!leva la citazione da filosofo di strada al tuo post e resta solo il discorso pro-grillo. Cioe' nulla.
    • anonimo scrive:
      Re: Ecco un altro che non ha capito niente
      - Scritto da: Pierpaolo Z.
      Tu, come chiunque parli male di Grillo, trascuri
      completamente quelli che sono i contenuti di cui
      parla Grillo, che sono la cosa
      fondamentale!
      A parte la classica generalizzazione da "noi contro voi" (...come chiunque parli male di Grillo...), i contenuti si valorizzano tramite discussione degli stessi, cosa che Grillo non è troppe volte disposto a fare. Vedi articolo di Panorama a cui accennava Mantellini. La critica ad una parte dei lettori di Grillo, quelli che Mantellini chiama "Grillini", invece è molto arguta. Queste persone devono ancora capire come funziona Internet, in particolare il web 2.0. Loro lo concepiscono più o meno come una TV con i commenti, che è ciò che fa Grillo: una comunicazione uno-a-molti nella sostanza, tale e quale al mezzo televisivo (o radiofonico, o alla carta stampata). Non risponde ai commenti, non li riprende (se non alla maniera televisiva), non si confronta con altri blog, eccetera.
      • esatto scrive:
        Re: Ecco un altro che non ha capito niente
        - Scritto da: anonimo
        - Scritto da: Pierpaolo Z.


        Tu, come chiunque parli male di Grillo, trascuri

        completamente quelli che sono i contenuti di cui

        parla Grillo, che sono la cosa

        fondamentale!



        A parte la classica generalizzazione da "noi
        contro voi" (...come chiunque parli male di
        Grillo...), i contenuti si valorizzano tramite
        discussione degli stessi, cosa che Grillo non è
        troppe volte disposto a fare. Vedi articolo di
        Panorama a cui accennava Mantellini.


        La critica ad una parte dei lettori di Grillo,
        quelli che Mantellini chiama "Grillini", invece è
        molto arguta. Queste persone devono ancora capire
        come funziona Internet, in particolare il web
        2.0. Loro lo concepiscono più o meno come una TV
        con i commenti, che è ciò che fa Grillo: una
        comunicazione uno-a-molti nella sostanza, tale e
        quale al mezzo televisivo (o radiofonico, o alla
        carta stampata). Non risponde ai commenti, non li
        riprende (se non alla maniera televisiva), non si
        confronta con altri blog,
        eccetera.E' quella la rimostranza giusta posta dall'articolo, d'altronde finchè non ha scoperto di poterlo usare per i propri scopi (lodevoli e non), non sapeva nemmeno cos'era internet. Come leggevo in un altro thread Grillo è un pò come un calciatore o una rockstar con i suoi fans, che anche stecca non sono disposti ad ammetterlo.Tra l'altro, perchè i giornalisti dovrebbero avere paura di Grillo? L'informazione, non solo in Italia, è sempre abbastanza di parte e quella che fa Grillo non fa eccezzione. Prendiamo ciò che di buono ci da e non turiamoci il naso quando sbaglia.
  • Nome e cognome scrive:
    caro Mantellini
    ho letto con attenzione il tuo articolo, ma non sono riuscito a capire dove vuoi arrivare a parare, non ti piace la volgarita' ? ti piacciono le rettifiche o meglio se modifiche su blog altrui ? insomma devi essere piu' diretto, spiegarti meglio altrimenti i tuoi giri di parole finiscono per sembrare tanto simili al gergo politichese in cui ugualmente si riesco a capire mai il punto del discorsoforse conosci la grammatica della rete, ma non sei un gran comunicatore, spero che il Beppe sia piu' capace di me' nell'interpretare il tuo scritto, altrimenti so gia' dove ti manda ...
    • Anonymous scrive:
      Re: caro Mantellini
      Devono ancora capire che una dei punti di forza di Grillo è che non si perde in arzigoggolature scritte e bei paroloni, bensì, è diretto e pratico.Dal V-Day, in poi, tutti si son sempre più impegnati nel far ritornare il popolo bue, nell'idiozia e torpore mentale, rincitrullendoli su quel che Grillo aveva detto, quando, il tale è stato chiarissimo.I giornalisti, ovviamente, han fatto del loro meglio, scodinzolando dietro i loro padroni pieni di soldi. Questa è l'Italia, altro che fuffa e certi commenti idioti stile Anti-Politica ed altre maniche di buffoni fanatici che han posto all'angolo chi ha seguito Grillo, sproloquiando alla grande e dicendo che l'unico sistema è quello di schierarsi o a destra o a sinistra. Quella è gente che non capisce un tubo secondo me, ma cavalca solo l'onda del momento, tanto per avere un pò di notorietà.Idem per tutti i siti Anti-Grillo. Gente che butta mer*a contro il tale, senza dimostrare, con i fatti, che sta sbagliando. Chiunque è capace di aprire un sitaruccolo da strapazzo, con un blog, scrivere che Grillo è un pirla e basta. Dimostrate il perchè, come lui ha dimostrato che l'Italia và male, andando nell'euro-parlamento, istituendo il v-Day ecc. Quel comportamento, da critico d'arte, che critica a caso, secondo quel che più piace a lui, per simpatie ed antipatie, è una presenza soltanto che inutile.
      • Beddi scrive:
        Re: caro Mantellini
        (newbie)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 gennaio 2008 10.20-----------------------------------------------------------
      • www.aleksfa lcone.org scrive:
        Re: caro Mantellini
        - Scritto da: Anonymous
        Devono ancora capire che una dei punti di forza
        di Grillo è che non si perde in arzigoggolature
        scritte e bei paroloni, bensì, è diretto e
        pratico.Come tutti i dittatori della storia.
        Dal V-Day, in poi, tutti si son sempre più
        impegnati nel far ritornare il popolo bueTutti chi? E questi tutti non sono forse anche loro parte del popolo? E se qualcuno non è d'accordo è bue? Oppure un censuratore? Il dissenso è proibito? Che differenza c'è, allora, con chi tenterebbe di zittirlo?
        rincitrullendoli su quel che Grillo aveva detto,
        quando, il tale è stato chiarissimo.Ma rifiuta il confronto per chiarirlo. Molto poco chiaro.
        I giornalisti, ovviamente, han fatto del loro
        meglio, scodinzolando dietro i loro padroni pieni
        di soldi.Fatti, esempi, articoli, non affermazioni generiche prive di fondamento. Potrei affermare che i giornalisti mirano a riportare la verità dove un ex-comico ha insinuato dubbi e paura. Chi potrebbe smentire? L'ex-comico ed i suoi fedeli?E sarebbe serio?
        Questa è l'Italia, La frase più idiota di chi non è in grado di discutere seriamente. Che accidenti vuol dire?
        altro che fuffa e certi commenti idioti stile
        Anti-Politica ed altre maniche di buffoni fanatici
        che han posto all'angolo chi ha seguito GrilloAllo stesso modo chi segue Grillo appare spesso come buffone fanatico. Ma nulla di tutto ciò è un'argomentazione seria.A parte il fatto che anti-politica è esattamente l'atteggiamento di Grillo e dei suoi fedeli.
        sproloquiando alla grande e dicendo che l'unico
        sistema è quello di schierarsi o a destra o a sinistra.Chi lo dice?
        Quella è gente che non capisce un tubo secondo
        me, ma cavalca solo l'onda del momento, tanto per
        avere un pò di notorietà.Opinione personale, che io potrei avere su di te, su Grillo e tutta la baracca. E non avrebbe meno valore della tua.
        Idem per tutti i siti Anti-Grillo. Gente che
        butta mer*a contro il tale, senza dimostrare, con
        i fatti, che sta sbagliando. Nemmeno tu dimostri che non sbaglia. E neanche lui stesso, rifiutando interviste.
        Chiunque è capace di aprire un sitaruccolo da strapazzoMeglio così. O ti da fastidio che la gente possa esprimersi?
        scrivere che Grillo è un pirla e basta.
        Dimostrate il perchè.Ma anche no. Posso pensarlo e basta, non è lecito?
        come lui ha dimostrato che l'Italia và male, andando
        nell'euro-parlamento, istituendo il v-Day ecc.Cioè se parli in un posto affollato, allora le tue tesi sono dimostrate? Se organizzi le manifestazioni allora hai senz'altro ragione?
        Quel comportamento, da critico d'arte, che
        critica a caso, secondo quel che più piace a lui,
        per simpatie ed antipatie, è una presenza
        soltanto che inutile.Ci mancherebbe che il critico si esprimesse secondo il gusto degli altri. Grillo sul suo sito critica quello che non gli piace, evitando di farlo su ciò che gli conviene, è libero di farlo così come chiunque altro. L'idea differente, il dissenso è SEMPRE utile. Il pensiero unico è sempre pericoloso.Il tuo commento ne è la riprova.
  • Nome e cognome scrive:
    Articolo che non capisco...
    ...cioè: qual'è il succo di tutto questo articolo!?Che questo commento che sto' scrivendo rimarrà pubblicato per anni!? Beh, che grande novità... mi serviva un articolo per saperlo e per comprendere le (nulle)conseguenze che questo mi comporta adesso.Poi non ho capito la storia su Grillo... è un attacco di gelosia o che altro?A chi piace grillo, lo segue; a chi non piace "cambia canale"(cioè sito web)... Non trovo proprio nessun problema, forse è lei Mantellini che non ha capito come funziona Internet.bye :)
    • anonimo scrive:
      Re: Articolo che non capisco...

      Che questo commento che sto' scrivendo rimarrà
      pubblicato per anni!? Beh, che grande novità...
      mi serviva un articolo per saperlo e per
      comprendere le (nulle)conseguenze che questo mi
      comporta
      adesso.Nulle conseguenze non direi, hai mai provato a cercare nome e cognome dei tuoi colleghi di lavoro su Google? Hai mai cercato un nickname su Google per vedere su quali altri forum o siti è registrato? Pensa se la tua azienda si mettesse a cercare informazioni su di te, perchè vogliono "farti del male"...
    • Cognosco scrive:
      Re: Articolo che non capisco...

      ...cioè: qual'è il succo di tutto questo
      articolo!?Te lo traduco io dai. Che Grillo usa la rete come un altoparlante e che rifiuta il dialogo con cui invece potrebbe essere molto più forte.
      Che questo commento che sto' scrivendo rimarrà
      pubblicato per anni!? Beh, che grande novità...
      mi serviva un articolo per saperlo e per
      comprendere le (nulle)conseguenze che questo mi
      comporta
      adesso.Sì è vero non hai capito. Vedi sopra la mia traduzione, HIH! (Hope it helps)
      Non trovo proprio nessun problema, forse è lei
      Mantellini che non ha capito come funziona
      Internet.Ma no dai ammetti che non hai capito l'articolo e poi dici questa cosa. Mi crolla, lei mi crolla.
      • ANON scrive:
        Re: Articolo che non capisco...
        - Scritto da: Cognosco

        ...cioè: qual'è il succo di tutto questo

        articolo!?

        Te lo traduco io dai. Che Grillo usa la rete come
        un altoparlante e che rifiuta il dialogo con cui
        invece potrebbe essere molto più
        forte.
        Probabilmente a Beppe NON interessa essere più forte....
        • www.aleksfa lcone.org scrive:
          Re: Articolo che non capisco...
          - Scritto da: ANON
          Probabilmente a Beppe NON interessa essere più
          forte....Ma vendere quante più copie possibile dei suoi spettacoli.
  • claudio scrive:
    Non sono daccordo
    Il V-Day a smosso quasi mezzo milione di persone in tutta Italia e raccolto oltre 300 mila firme per una proposta di legge in un solo giorno (nessuno ha mai raccolto così tanto in poco tempo, per fare un esempio, per permettere la candidatura de "la roa nel pugno" dovevano raccogliere 500 firme in 60 giorni e ci sono riusciti pelo pelo), tutto senza nessun aiuto da parte di televisioni nazionali e quotidiani, il che mi sembra molto strano: una manefestazione così grande che non ha suscitato nessun interesse da parte dei media col la maggior penetrazione, allora michiedo, perché?Porbabilmente perché Grillo è un personaggio scomodo per il potere, e ha impedito "suggerendo" ai vaari editori di non fargli pubblicità, e allora visto che non ne posso più di questo potere forse è meglio seguirlo!I "Grillini" come vengono chiamati, nascono a metà del 2005, dopo 6 mesi erano poco + di 1'000 dopo un anno 10'000, oggi dopo 2 anni e mezzo sono quasi 100'000, probabilmente divenetranno 1 milione entro qualche anno e se 70'000 hanno portato 500.000 persone in piazza da sole, cosa faranno 1 milione?I "Grillini" poi non hanno fatto solo il V-Day, ma continuamente lavorano tutti i giorni per fare giusta informazione e provano a risolvere piccoli problemi, hanno per esempio creato una rete in diverse citta emilioromagnole che consiste nell'accompagnare in bicicletta i bambini alle elementari bloccando il traffico, impedita la privatizzazione della distribuzione dell'acqua civile in campania, lottano contro la centrale a carbone di civitavecchia o contro le diverse costruzioni sparse su tutto il territorio degli inceneritori a recupero energetico (detti dai giornalisti temovalorizzatori per dare un significato diverso, visto che la parola inceneritore è considerato un male), e tante altre piccole cose.Non è il popolo che deve aver paura dei governanti, ma sono i governanti che devono aver paura del popolo, e se si va avanti così accadrà davvero, fra pochi hanni neanche servirà più beppe grillo, la rete sarà talmente grande che non avranno più bisogno di un catalizzatore, al massimo continuerà la necessità di avere dei fornitori di informazione reale e non alterata, oggi ci affidiamo soprattutto e purtroppo ai comici (Grillo, Fratelli Guzzanti ecc) ma gia alcuni giornalisti si stanno facendo avanti prima con Travaglio, poi con Gomez e ultimamente con i due autori de "La Casta" e questi sono sicuro aumenteranno.Quando un giorno il V-DayX porterà in piazza 4 o 5 milioni di persone, vedrete che i politici o accetteranno le richieste della popolazione o dovranno tutti dimettersi, anche per che, sappiamo che i criminali sono dovunque, e prendendo 5 milioni di persone a caso quanti ce ne saranno che quando la mente non basta più passeranno alle mani? Non sto minacciando niente, ma in Francia dove si incazzano più facilemte di rivoluzioni ne hanno fatte 5!
  • anonimo scrive:
    OT: il forum
    Utilizzando il forum ho notato la lentezza bestiale nei caricamenti con Firefox quando ci sono molti thread. Non è che si può caricare di default i thread chiusi, così uno clicca sul + solo se gli interessa la discussione? Può aiutare ad accelerare il tutto? La news di ieri su KDE4 è inagibile per il tempo di caricamento mostruoso.
    • Nome e cognome scrive:
      Re: OT: il forum
      - Scritto da: anonimo
      Utilizzando il forum ho notato la lentezza
      bestiale nei caricamenti con Firefox quando ci
      sono molti thread. Non è che si può caricare di
      default i thread chiusi, così uno clicca sul +
      solo se gli interessa la discussione? Può aiutare
      ad accelerare il tutto? La news di ieri su KDE4 è
      inagibile per il tempo di caricamento
      mostruoso.è vero che è un po' lento il forum della precedente notizia su KDE4. Pero' il mio PC ci mette solo 4-5 per aprire le pagine, anche se nel frattempo firefox si "blocca" (per poi sbloccarsi e far funzionare tutto normalmente...). Quindi il problema deve essere il tuo PC... magari è ora di cambiarlo :)
      • FinalCut scrive:
        Re: OT: il forum
        - Scritto da: Nome e cognome
        - Scritto da: anonimo

        Utilizzando il forum ho notato la lentezza

        bestiale nei caricamenti con Firefox quando ci

        sono molti thread. Non è che si può caricare di

        default i thread chiusi, così uno clicca sul +

        solo se gli interessa la discussione? Può
        aiutare

        ad accelerare il tutto? La news di ieri su KDE4
        è

        inagibile per il tempo di caricamento

        mostruoso.

        è vero che è un po' lento il forum della
        precedente notizia su KDE4. Pero' il mio PC ci
        mette solo 4-5 per aprire le pagine, anche se nel
        frattempo firefox si "blocca" (per poi sbloccarsi
        e far funzionare tutto normalmente...). Quindi il
        problema deve essere il tuo PC... magari è ora di
        cambiarlo
        :)con un MacMini è Safari su Leopard funziona tutto senza problemi, su Opera come andrà?(linux)(apple)
      • anonimo scrive:
        Re: OT: il forum
        - Scritto da: Nome e cognome
        - Scritto da: anonimo

        Utilizzando il forum ho notato la lentezza

        bestiale nei caricamenti con Firefox quando ci

        sono molti thread. Non è che si può caricare di

        default i thread chiusi, così uno clicca sul +

        solo se gli interessa la discussione? Può
        aiutare

        ad accelerare il tutto? La news di ieri su KDE4
        è

        inagibile per il tempo di caricamento

        mostruoso.

        è vero che è un po' lento il forum della
        precedente notizia su KDE4. Pero' il mio PC ci
        mette solo 4-5 per aprire le pagine, anche se nel
        frattempo firefox si "blocca" (per poi sbloccarsi
        e far funzionare tutto normalmente...). Quindi il
        problema deve essere il tuo PC... magari è ora di
        cambiarlo
        :)Oddio non è proprio dell'anteguerra, è un Sempron 2600+ SocketA, 1GB DDR400. E' l'unico sito che ci mette così tanto, per il resto la navigazione è spedita. Comunque mi tiene la CPU al 100% per tutto il tempo, su KDE4 sono 36 secondi, con IE 4 sec. Penso ci sia qualcosa in FF.
  • Gulp scrive:
    Primo: Grillo ha una paura ....
    Primo: Grillo ha una paura fottuta del confronto.preso dal link dell'espresso quanto sopra.....però a Rozzano non mi sembra che ci sia andato qualche giornalista a confrontarsi....casomai chi ha avuto paura del confronto è stato Trochetti...che quel giorno non si sentiva bene,tipo cacarella che veniva per non andare a scuola sapendo di essere interrogato....chi è che ha paura del confronto?
    • Anonymous scrive:
      Re: Primo: Grillo ha una paura ....
      - Scritto da: Gulp
      Primo: Grillo ha una paura fottuta del confronto.

      preso dal link dell'espresso quanto
      sopra.....però a Rozzano non mi sembra che ci sia
      andato qualche giornalista a
      confrontarsi....casomai chi ha avuto paura del
      confronto è stato Trochetti...che quel giorno non
      si sentiva bene,tipo cacarella che veniva per non
      andare a scuola sapendo di essere
      interrogato....chi è che ha paura del
      confronto?Confrontare un idiota, che ha una schiera di idioti lobotomizzati che gli darebbero ragione, anche se il tale dicesse che li stà fregando liberamente, è inutile. Questo non fà altro che buttare nel letame tutte le buone idee ed i buoni propositi, i quali passerebbero in cattiva luce solo perchè un gruppo di pecoroni pagati, con evidenti interessi, si mette a belare e a censurare (vedi cos'è successo in TV). Guarda caso, invece, quando si bersaglia il VIP di turno (che è tutta una messinscena), tutti là a fare gli CSI ed i Dr.House di turno, per spaccare il capello in 4.
      • Anonymous scrive:
        Re: Primo: Grillo ha una paura ....
        Da notare che, la storia del additare il tale, facendolo apparire in cattiva luce, è una delle cause del perchè in Italia ci sono ancora i politici che conosciamo tutti, al potere. Quando loro dicono di essere furbi ed intelligenti, è vero e lo continuano a dimostrare, visto che han rimbambito tutti.Poi, sono bellissimi quelli che frecciano i politici, danno loro degli incapaci e poi quand'è ora di farsi avanti e vengono pigliati uno ad uno, per vedere se hanno le palle di dire la verità e di difendere le loro idee, si tirano indietro, campando scuse idiote del tipo che non vogliono esser corrotti pure loro dalla mafia (ROTFL), o aggirando i discorsi quasi si fossero improvvisamente rimangiati quanto detto sui politici ed, in quel momento, fossero stati riabilitati tutti, a pieni voti, come migliori menti per guidare il paese.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Primo: Grillo ha una paura ....
      Per non parlare che nessuno nel giorno del V-day aveva parlato di tale evento....
    • The_GEZ scrive:
      Re: Primo: Grillo ha una paura ....

      sopra.....però a Rozzano non mi sembra che ci sia
      andato qualche giornalista a
      confrontarsi....casomai chi ha avuto paura del
      confronto è stato Trochetti...che quel giorno nonCosa che a questo particolarmente "ispirato" (da chi, vorrei sapere IO) Martellini è ... come dire ... sfuggita.Normalmente apprezzo gli articoli di Martellini, ma questo sinceramente mi ha lasciato senza parole mi sembrava di leggere vari "pensatori" tipo Filippo Facci & C.
      • www.aleksfa lcone.org scrive:
        Re: Primo: Grillo ha una paura ....
        - Scritto da: The_GEZ

        casomai chi ha avuto paura del

        confronto è stato Trochetti...
        Cosa che a questo particolarmente "ispirato" (da
        chi, vorrei sapere IO) Martellini è ... come dire
        ... sfuggita.L'articolo non ha nulla a che vedere con 'Tronchetti'. Non c'è alcun motivo di confrontare alcunché. Se io rubo non sono meno ladro perché l'ha fatto anche qualcun altro.
        Normalmente apprezzo gli articoli di Martellini,
        ma questo sinceramente mi ha lasciato senza
        parole Perché?
        • Gulp scrive:
          Re: Primo: Grillo ha una paura ....
          - Scritto da: www.aleksfa lcone.org
          - Scritto da: The_GEZ


          casomai chi ha avuto paura del


          confronto è stato Trochetti...



          Cosa che a questo particolarmente "ispirato" (da

          chi, vorrei sapere IO) Martellini è ... come
          dire

          ... sfuggita.

          L'articolo non ha nulla a che vedere con
          'Tronchetti'. Non c'è alcun motivo di confrontare
          alcunché. Se io rubo non sono meno ladro perché
          l'ha fatto anche qualcun
          altro.
          l'articolo parla di Grillo che ha paura di confrontarsi,se ha avuto il coraggio chiamiamolo così di andare a Rozzano ,non ha certo paura di un giornalista.casomai la paura reale è che pubblichi un articolo distorto.Concedere un'intervista ora è meglio portarsi almeno due testimoni,registrare il tutto e depositarlo dal notaio,sarebbe il modo per vedere pubblicato quanto detto e non quello che si inventa l'intervistatore.

          Normalmente apprezzo gli articoli di Martellini,

          ma questo sinceramente mi ha lasciato senza

          parole

          Perché?
  • Tsukishiro Yukito scrive:
    Prevedo l'invasione...
    Prevedo l'invasione di torme di "grillini" ululanti alla difesa spassionata ma soprattutto a senso unico del loro idolo supremo...Da parte mia non aggiungo altro, ma invito tutti a riflettere sulla fine della Fattoria degli animali di Orwell:Gli animali fanno la rivoluzione guidati dai maiali, ma alla fine i maiali diventano dei nuovi padroni, tali e quali agli uomini.A buon intenditor...
    • anonimo scrive:
      Re: Prevedo l'invasione...

      a riflettere sulla fine della Fattoria degli
      animali di
      OrwellHo pensato alla stessa cosa :(
      • FinalCut scrive:
        Re: Prevedo l'invasione...
        - Scritto da: anonimo

        a riflettere sulla fine della Fattoria degli

        animali di

        Orwell
        Ho pensato alla stessa cosa :(complimenti ottimo FUD, peccato però che le tre leggi d'iniziativa popolare che Beppe ha presentato al parlamento lo estrometterebbero di fatto dalla possibilità di candidarsi alle elezioni (perché Beppe non è incensurato).Per conto mio se si presentasse non lo voterei mai per il semplice fatto che mi sentirei preso per il sedere dai suoi precedenti discorsi.Con la fattoria del animali potete anche smettere di giocarci, che oramai è tardi e i bimbi buoni vanno a letto...(linux)(apple)
        • *vale* scrive:
          Re: Prevedo l'invasione...
          - Scritto da: FinalCut
          Con la fattoria del animali potete anche smettere
          di giocarci, che oramai è tardi e i bimbi buoni
          vanno a
          letto...

          (linux)(apple)Non sono d'accordo. Il messaggio di alcuni libri e' sempre valido, a prescindere dal tempo trascorso. Magari si (ri)leggessero di piu' questo e altri libri. Sarebbe forse piu' difficile "fare i maiali"...
          • FinalCut scrive:
            Re: Prevedo l'invasione...
            - Scritto da: *vale*
            - Scritto da: FinalCut


            Con la fattoria del animali potete anche
            smettere

            di giocarci, che oramai è tardi e i bimbi buoni

            vanno a

            letto...



            (linux)(apple)

            Non sono d'accordo. Il messaggio di alcuni libri
            e' sempre valido, a prescindere dal tempo
            trascorso.E chi ha messo in dubbio la validità del messaggio di Orvell, ci mancherebbe!Io ho precisato che in questo caso il "maiale" vuole una legge che gli renda impossibile (in quanto non incensurato) una sua elezione in parlamentoGrillo non dice, abbasso i politici votate me!Grillo dice, abbasso i politici votate facce nuove!
            Magari si (ri)leggessero di piu' questo e altri
            libri. Sarebbe forse piu' difficile "fare i
            maiali"...I maiali di Orwell stanno in parlamento e si definiscono la "seconda repubblica"Quello più importante viene chiamato da Grillo: "truffolo" ;)quello meno popolare ha il soprannome di un insaccato...(linux)(apple)
          • innominato scrive:
            Re: Prevedo l'invasione...
            - Scritto da: FinalCut
            Grillo non dice, abbasso i politici votate me!

            Grillo dice, abbasso i politici votate facce
            nuove!Veramente dico.Abbasso i politici, votate facce nuove, in particolare quelle che vi dico io con le mie (mezze a voler essere generosi) verità.
          • FinalCut scrive:
            Re: Prevedo l'invasione...
            - Scritto da: innominato
            - Scritto da: FinalCut

            Grillo non dice, abbasso i politici votate me!



            Grillo dice, abbasso i politici votate facce

            nuove!

            Veramente dico.
            Abbasso i politici, votate facce nuove, in
            particolare quelle che vi dico io con le mie
            (mezze a voler essere generosi)
            verità.finche le sue verità sono queste 3 sottoscritte, mi sta pure bene:http://151.1.253.1/vaffanculoday/documenti/volantino_vday_1.pdftu cosa proponi invece? Truffolo lo psiconano o il Mortadellone nazionale?(linux)(apple)
        • www.aleksfa lcone.org scrive:
          Re: Prevedo l'invasione...
          - Scritto da: FinalCut
          Con la fattoria del animali potete anche smettere
          di giocarci, che oramai è tardi e i bimbi buoni
          vanno a letto...Complimenti per la cultura!Così Orwell sarebbe per bambini, eh?
    • Daniel scrive:
      Re: Prevedo l'invasione...
      Qui in italia non c'è più nemmeno la rivoluzione perchè l'hanno messa fuorilegge..sei un brigatista se ti ribelli.La differenza dal romanzo di Orwell sta nel fatto che qui i maiali si siedono direttamente al potere (grazie alle loro leggi ad hoc) senza neanche la fatica di aizzare la folla.
      • canna bis scrive:
        Re: Prevedo l'invasione...
        ci vorrebbe un nuovo 68 con tanto di fasci e brigatisti, per sistemare le cose qui in Italia,o un bel 69 con una strafika bionda... per non pensarci nemmeno!
        • Giacomo scrive:
          Re: Prevedo l'invasione...
          - Scritto da: canna bis
          ci vorrebbe un nuovo 68 con tanto di fasci e
          brigatisti, per sistemare le cose qui in
          Italia,
          o un bel 69 con una strafika bionda... per non
          pensarci
          nemmeno!ahahahah sei il mio idolo! Bellissima!
        • Get Real scrive:
          Re: Prevedo l'invasione...
          I 68ini di ieri ora stanno al governo. Sono loro che hanno distrutto per sempre ogni speranza di cambiare le cose.Ed è logico: chi se non un rivoluzionario sa come impedire future rivoluzioni? Conosce i meccanismi, sa come fermarti. E lo fa.
      • LaNberto scrive:
        Re: Prevedo l'invasione...
        - Scritto da: Daniel
        Qui in italia non c'è più nemmeno la rivoluzione
        perchè l'hanno messa fuorilegge..sei un
        brigatista se ti
        ribelli.perché? negli altri paesi fare una ribellione è un diritto sancito per legge? ma dove vi informate? su Geppo?
        • Sgabbio scrive:
          Re: Prevedo l'invasione...
          Ribellarsi, non vuol dire fare una lotta armata ed uccidere le persone. Hai presente il presidio pacifico della val susa ? Ecco persone e sindaci compresi che protestavano contro la costruzione dell'alta velocità, lo stato italiano ha risposto con i manganalli, usando la scusa "ci sono degli anarchici insurrezionalisti in quella protesta".... Questo è un esempio.
          • LaNberto scrive:
            Re: Prevedo l'invasione...
            ringraziate i manganellatori sponsorizzati da AN e FI. La legge però non c'entra nulla. Quella non è ribellione, è protesta civile. e chi bastona le proteste civili non lo fa a norma di legge, ma a norma di altro.
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: Prevedo l'invasione...
            - Scritto da: Sgabbio
            Ribellarsi, non vuol dire fare una lotta armata
            ed uccidere le persone. Nemmeno la 'rivoluzione' è necessariamente armata. Ma è fuorilegge in quanto sovvertimento dell'ordine in favore di un nuovo ordine.
      • www.aleksfa lcone.org scrive:
        Re: Prevedo l'invasione...
        - Scritto da: Daniel
        Qui in italia non c'è più nemmeno la rivoluzione
        perchè l'hanno messa fuorilegge..sei un
        brigatista se ti ribelli.Ci mancherebbe pure...Una rivoluzione, in quanto rivoluzione, E' fuorilegge.
        La differenza dal romanzo di Orwell sta nel fatto
        che qui i maiali si siedono direttamente al
        potere Cioè esattamente come nel romanzo.
  • ANALyzer scrive:
    Standing ovation
    Complimenti Mantellini, hai espresso molto chiaramente concetti su cui mi trovo completamente d'accordo!Mi viene da dire che il web si sta evolvendo verso il 2.0, ora tocca agli utenti!
    • pippopluto scrive:
      Re: Standing ovation
      incredibilmente un barlume di intelligenza a volte brilla ancora su PI... Grazie Mantellini
    • Kxx scrive:
      Re: Standing ovation
      Io sono stupido... ma che è sto web 2.0?
    • Beddi scrive:
      Re: Standing ovation
      http://it.wikipedia.org/wiki/Web_2.0-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 gennaio 2008 10.10-----------------------------------------------------------
  • Tenore scrive:
    Storie!
    Diciamo che è da un pò che lorsignori fanno a gara sputtanarlo:Direi che Beppe fa benissimo a non stare al loro gioco!Il che non vuol dire che mi trovi sempre d'accordo con lui, ma sovente coglie proprio nel segno...
    • Beddi scrive:
      Re: Storie!
      E invece, purtroppo, chi rifiuta il confronto o la discussione rinuncia all'unico strumento di validazione o verifica delle proprie idee (e di quelle altrui). A quel punto assume forse che le proprie idee siano verità assolute, e queste perdono ogni valore
      • Henry scrive:
        Re: Storie!
        - Scritto da: Beddi
        E invece, purtroppo, chi rifiuta il confronto o
        la discussione rinuncia all'unico strumento di
        validazione o verifica delle proprie idee (e di
        quelle altrui). A quel punto assume forse che le
        proprie idee siano verità assolute, e queste
        perdono ogni
        valoreCe lo vedi un giornalista riportare parola per parola l'intervento dell'intervistato? :) :)Sai con quali titoloni assurdi avrebbero strumentalizzato le parole di Beppe Grillo?Ha fatto bene a non accettare, non è, quello della carta stampata, un mezzo DEMOCRATICO, per fare un confronto.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Storie!
          Basta vedere come riportano i fatti di cronaca nera per capire la qualità di certi giornalisti.
          • picchiatello scrive:
            Re: Storie!
            - Scritto da: Sgabbio
            Basta vedere come riportano i fatti di cronaca
            nera per capire la qualità di certi
            giornalisti.Io userei piu' il termine-aggettivo "inventato" di sana pianta.....per gli articoli di gran parte dei giornalisti.Poi ricordiamolo che l'editore ha gran peso in questo senso.Da quando per alcuni Grillo e' diventato "il male" della rete italiana' e' comodo proporre articoli senza neanche riportare un post dal blog di Grillo, come in questo caso.....mantellini perla di inquisiti ? no !mantellini parla di ecomafie ? no !mantellini parla del lavoro nero in italia ? no !ma allora che articolo su Grillo vogliono "riportare" se non viene riconosciuto nessun aspetto del blog ?
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: Storie!
            - Scritto da: picchiatello
            Io userei piu' il termine-aggettivo "inventato"Io userei di più una grammatica prima di scrivere.
            per gli articoli di gran parte dei giornalisti.Non credo tu conosca nemmeno 'gran parte' dei giornali.
            Poi ricordiamolo che l'editore ha gran peso in
            questo senso.Quale senso? L'invenzione? L'articolo? Il giornalista?
            per alcuni Grillo e' diventato "il male" della
            rete italiana' Per chi? Fai un esempio? Oppure l'hai solo sentito dire? E' comodo indicare supposizioni e dicerie e spacciarle per verità assolute.
            e' comodo proporre articoli senza neanche riportare
            un post dal blog di Grillo, come in questo caso...Perché dovrebbe essere proposto un post di Grillo? Non si può scrivere senza citare il 'maestro'? Bell'esempio di democrazia...
            mantellini perla di inquisiti ? no !
            mantellini parla di ecomafie ? no !
            mantellini parla del lavoro nero in italia ? no !Mantellini parla di Grillo e dei lettori del suo blog. E' facile da capire, basta leggere!
            ma allora che articolo su Grillo vogliono
            "riportare" se non viene riconosciuto nessun
            aspetto del blog?Grillo non è il suo blog. Detto questo, cosa intendi dire, che non è possibile alzare critiche? E' proprio l'argomento dell'articolo. Il tuo stesso commento mostra la correttezza dell'impostazione.
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: Storie!
            - Scritto da: Sgabbio
            Basta vedere come riportano i fatti di cronaca
            nera per capire la qualità di certi
            giornalisti.Basta vedere come il meccanico mi ha cambiato il filtro del gasolio per capire la qualità di certi meccanici.Che senso ha il tuo intervento?
        • LaNberto scrive:
          Re: Storie!
          quanta pusillanimità
      • The_GEZ scrive:
        Re: Storie!
        Ciao Beddi !
        E invece, purtroppo, chi rifiuta il confronto o
        la discussione rinuncia all'unico strumento di
        validazione o verifica delle proprie idee (e di
        quelle altrui). A quel punto assume forse che le
        proprie idee siano verità assolute, e queste
        perdono ogni
        valoreMi definisci "confronto" e/o "discussione" ?Un esempio di questo "confronto" quale sarebbe il faccia a faccia Berlusconi-Prodi prima delle elezioni con domande (e risposte) preparate 3 settimane prima ?Il giornalismo in italia praticamente è inesistente e Grillo sa che concedere una intervista vole dire niente di più niente di meno che tirarsi una mazzata negli zebedei, visto e considerato quello che poi ne salterebbe fuori.
        • Beddi scrive:
          Re: Storie!
          - Scritto da: The_GEZ
          Mi definisci "confronto" e/o "discussione" ?
          Un esempio di questo "confronto" quale sarebbe il
          faccia a faccia Berlusconi-Prodi prima delle
          elezioni con domande (e risposte) preparate 3
          settimane prima
          ?Ovviamente no. La discussione è lo strumento tramite cui due persone confrontano le proprio idee, argomentandole, verificandone la validità, sia delle proprie che delle altrui. E in tv ci sono addirittura trasmissioni che provano ad avvicinarsi a questo concetto (http://www.confronti.rai.it) solo che, ovviamente, interessa a pochi.
          Il giornalismo in italia praticamente è
          inesistente e Grillo sa che concedere una
          intervista vole dire niente di più niente di meno
          che tirarsi una mazzata negli zebedei, visto e
          considerato quello che poi ne salterebbe
          fuori.Assumendo che in italia non ci sono giornalisti che sanno fare i giornalisti fai prima di tutto un errore e poi non lasci spazio ad alcuna via di scampo: ti consiglierei di lasciare l'italia.Nel caso in questione, dovremmo anche sentire la versione di grillo, ma da quanto leggo su http://gilioli.blogautore.espresso.repubblica.it/2008/01/11/dubbi-certezze-e-liberta penso che beppe poteva almeno fare un tentativo, se voleva valorizzare le sue idee. Ora, grillo ha semplicemente fatto una scelta, purtroppo, di immagine, perchè «non so, io non do il mio meglio in queste cose» essendo che «Io sono un monologhista»
        • www.aleksfa lcone.org scrive:
          Re: Storie!
          - Scritto da: The_GEZ
          Mi definisci "confronto" e/o "discussione"?Per esempio argomentare le proprie obiezioni. Per i dettagli ti consiglio un buon dizionario.
          Un esempio di questo "confronto" quale sarebbe il
          faccia a faccia Berlusconi-Prodi prima delle
          elezioni con domande (e risposte) preparate 3
          settimane prima?Che cosa c'entra? E' evidente che davvero non conosci il significato di 'confronto e/o discussione'.
          Il giornalismo in italia praticamente è
          inesistente Per questo sei così disinformato?
          Grillo sa che concedere una
          intervista vole dire niente di più niente di meno
          che tirarsi una mazzata negli zebedei, visto e
          considerato quello che poi ne salterebbe fuori.Te l'ha detto lui, o leggi nel pensiero?Non può essere semplicemente che magari non voleva rispondere a domande 'scomode'?Non può essere, invece, che gli riesce faticoso il confronto con lettori diversi da quelli del suo blog?Pensaci, finché sei in tempo.
  • anonimo grillino scrive:
    Alla beppe grillo maniera:
    a Mantellini ma, detta alla grillesca maniera, non vedi di andare a fare un giro lungo il tuo deret... V-day 25 aprile (con o senza Beppe Grillo! Non sono i singoli a fare le rivoluzioni!)
    • Beddi scrive:
      Re: Alla beppe grillo maniera:
      Vero!
    • Balau scrive:
      Re: Alla beppe grillo maniera:
      Sono i grillini come te che stanno dando l'immagine sbagliata di cui Mantellini parla (nel modo sbagliato): I "vaffa" vanno argomentati e non buttati là. Stai togliendo significato alla protesta. Stai danneggiando Grillo dicendo che stai facendo "alla maniera di Grillo" quando poi scrivi solo un insulto gratuito. Pensaci un po'.
      • anonimo grillino scrive:
        Re: Alla beppe grillo maniera:
        Se avesse detto qualcosa di sensato gli avrei risposto a tono... Le cavolate che ha scritto se le poteva pure risparmiare... Sono pure e semplici OPINIONI PERSONALI... Un giornalista non deve scrivere opinioni ma FATTI! lo so che il concetto di FATTO è difficile da comprendere...Mantellini NON HA Organizzato il VDAYMantellini NON HA Parlato della ParmalatMantellini NON DENUNCIA Che il sistema Bancario Italiano è la maggiore causa dei danni economici a questo paeseMantellini NON DENUNCIA che ci sono dei condannati per vari reati all'interno del parlamentoMantellini NON DENUNCIA lo stato di Telecom Consore e TronchettiMantellini, Seduto sulla sua bella sedia, si permette il lusso di dare dei "Pantofolai" a gente che si da da fare per cercare di MIGLIORARE questo paese...Un VAFFA, se lo merita e come!
        • LaNberto scrive:
          Re: Alla beppe grillo maniera:
          Mantellini scrive di altro, da anni, con competenza, pacatamente.Questa volta aha commenatato l'uso che Grillo e i grillini fanno del suo blog, con competenza, pacatamente.
        • Balau scrive:
          Re: Alla beppe grillo maniera:
          E' più o meno questo che intendevo.Quello che hai scritto ora ha molto più valore di quello che hai scritto prima. Per me è bene spiegare sempre ciò che si scrive per non essere confusi con persone che parlano e non pensano ai fatti.
        • innominato scrive:
          Re: Alla beppe grillo maniera:
          - Scritto da: anonimo grillino
          Mantellini, Seduto sulla sua bella sedia, si
          permette il lusso di dare dei "Pantofolai" a
          gente che si da da fare per cercare di MIGLIORARE
          questo
          paese...Ma parla dei grillini?Cercano di migliorare il paese?LOOOLMa soprattutto Grillo può migliorare il paese?ancora più LOOOOLCome disse qualcuno con ironia molto migliore della mia Grillo è un eiaculatore precoce di populismo.E il populismo, caro amico, non ha mai migliorato proprio niente.Fra 10 anni vi ritroverete a gridare nelle piazze "è sceso in campo per voi" e allora io non potrò che ridermela di gusto (anzi, già me la rido anche adesso, per lo meno fintanto che non leggo i commenti alla quotidiana cazzata di Grillo).
        • www.aleksfa lcone.org scrive:
          Re: Alla beppe grillo maniera:
          - Scritto da: anonimo grillino
          Se avesse detto qualcosa di sensato gli avrei
          risposto a tono...
          Le cavolate che ha scritto se le poteva
          pure risparmiare...
          Mantellini NON HA Organizzato il VDAY
          Mantellini NON HA Parlato della Parmalat
          Mantellini NON DENUNCIA Che il sistema Bancario
          Italiano è la maggiore causa dei danni economici
          a questo paese
          Mantellini NON DENUNCIA che ci sono dei
          condannati per vari reati all'interno del
          parlamento
          Mantellini NON DENUNCIA lo stato di Telecom
          Consore e TronchettiMantellini NON E' Beppe Grillo. E dunque?
          Mantellini, Seduto sulla sua bella sedia, si
          permette il lusso di dare dei "Pantofolai" a
          gente che si da da fare per cercare di MIGLIORARE
          questo paese...
          Un VAFFA, se lo merita e come!Questo è l'esempio pratico di ciò che è descritto nell'articolo. Chi usa il mezzo di comunicazione nuovo senza novità. Senza migliorare il livello della discussione. Se critichi il guru, meriti di essere mandato... dove sappiamo. Se ti permetti una critica, allora le tue parole non sono 'sensate', per cui non meriti risposte 'a tono'.Insomma, attacchi senza argomentazione.E' la prova provata che le tesi dell'articolo sono corrette.
  • gigi latrottola scrive:
    ma che cavolo dici
    ma cha cavolo dici?
  • FinalCut scrive:
    Molto rumore per nulla
    E bravo Mantellini, tanto rumore per dire cosa?Che Beppe Grillo ti sta antipatico? che trovi stupidi i "Grillini"?Dalla serie: "belli i commenti sul mio forum ma quando cominciano a non piacermi più allora forse sarebbe meglio fare altro"?Che magari in qualità di "giornalista" il prossimo V-Day ti spaventa forse un poco?Il male del popolo italiano è che ne grida troppo pochi di Vaffa alla classe politica altrimenti ci saremmo liberati di questi signori molto prima....In Italia è iniziata un lunga guerra contro l'informazione e bisogna decidere da quale parte ci si trova:http://www.beppegrillo.it/casta-giornali.php(linux)(apple)
    • FinalCut scrive:
      Re: Molto rumore per nulla

      In Italia è iniziata un lunga guerra contro
      l'informazione e bisogna decidere da quale parte
      ci si
      trova:
      scusate, volevo precisare "contro l'informazione asservita al potere politico "(linux)(apple)
      • Sgabbio scrive:
        Re: Molto rumore per nulla
        Bhe, se lui è onoesto nel suo lavoro non credo che dovrebbe tanto temere il prossimo V-day.Come ho detto nel primo topic, dopo il V-day i TG e i giornali hanno cominciato a sgreditare e travisare, basta vedere la storia dei Grillini che è tutta una invenzione giornalistica, infatti sono stati loro i primi ad usare questo termine. Per non parlare di come alcuni TG sono arrivati pure al ridicolo con certe uscite. Come studio aperto che non sa la differenza tra una lista civica e una lista politica.... Per non parlare di editoriali di certi direttori che mi hanno lasciato basito...quello del TG2 in primis.E palese che la stampa asservita gli vada addosso, basta vedere quando TG1 ha parlato dell'articolo del New York times che parlava della situazione dell'italia, cosa ha fatto Riotta...Dunque, Grillini è una parola coniata dai giornalisti dopo il V-day, gli stessi giornalisti cercano di far passare Beppe Grillo come l'ideatore e il conduttiero quando in realtà non è cosi. L'ho ha detto più volte lui spiegando cosa sono i meetup e affini.
    • Legge e Ordine scrive:
      Re: Molto rumore per nulla

      In Italia è iniziata un lunga guerra contro
      l'informazione e bisogna decidere da quale parte
      ci si
      trova:

      http://www.beppegrillo.it/casta-giornali.php

      (linux)(apple)Sicuramente non da quella del forcaiolo Grillo.I giornali fanno schifo e si dovrebbe abolire l'ordine dei giornalisti.Ma Grillo, col suo blog blindato, è davvero così differente?
      • Sgabbio scrive:
        Re: Molto rumore per nulla
        hmm Blindato ? Non mi sembra che sia come quello di MaxFrassi che ha limitato il postare dei commenti.......
        • eullallà scrive:
          Re: Molto rumore per nulla
          si bravo, non è nemmeno il blog di Pollari o Polla.Ma questo ridimensiona qualcosa?
          • Sgabbio scrive:
            Re: Molto rumore per nulla
            A casa mia il concetto di blindato e molto diversa da come ha detto il tizio sopra è dire che il blog di beppe grillo, lo sia, mi fa un tantino ridere. Io come esempio ho portato il paragone con il blog di Massimiliano frassi che ha praticamente tolto la possibilità di commentare... fai un pò te.
      • FinalCut scrive:
        Re: Molto rumore per nulla
        - Scritto da: Legge e Ordine

        In Italia è iniziata un lunga guerra contro

        l'informazione e bisogna decidere da quale parte

        ci si

        trova:



        http://www.beppegrillo.it/casta-giornali.php



        (linux)(apple)

        Sicuramente non da quella del forcaiolo
        Grillo.
        I giornali fanno schifo e si dovrebbe abolire
        l'ordine dei
        giornalisti.
        Ma Grillo, col suo blog blindato, è davvero così
        differente?Cioè sarebbe a dire che Giovanni Falcone con la sua blindatissima scorta ti stava sulle O.o e che alla fine si credeva solo un pallone gonfiato?Ragiona su una cosa, Grillo ha pestato talmente tanta cacca (Telecom, Parmalat, Rifiuti, Politica) in questi anni che se scoprisse il fianco per un solo istante lo farebbero flambè.L'alternativa a Grillo in Italia è questo signore qui....[yt]77epvX1EhQ0[/yt](linux)(apple)
        • laSorgente scrive:
          Re: Molto rumore per nulla
          ahahahah Sgarbi, grandissimo! Sono indeciso su chi sia il più comico tra lui e Grillo
        • eullallà scrive:
          Re: Molto rumore per nulla
          sulla logica del meno peggio abbiamo già dato, grazie
        • Luca scrive:
          Re: Molto rumore per nulla
          ah gia'... chissà cosa ne pensano i grillini che hanno venduto le fiat a 4 euro percheì il comico ci faceva le sue sparate e poi se le sono viste volare a 20 euro... Si, tra tutte le cavolate che spara qualcuna la imbrocca, ma e' solo un comico, che non fa nemmeno piu' tanto ridere.Per quanto riguarda la "libertà di post", avere un blog dove tutti possono commentare ma non ricevere MAI riposta e' cosi' diverso da quelli chiusi?La libertà quindi e' poter dire qualcosa a nessuno che la legge piuttosto che non poterla dire?IMO sono esattamente la stessa cosa, se espongo un'idea e' perche' voglio un contraddittorio
      • rover scrive:
        Re: Molto rumore per nulla
        E' peggio!
      • picchiatello scrive:
        Re: Molto rumore per nulla
        - Scritto da: Legge e Ordine
        Ma Grillo, col suo blog blindato, è davvero così
        differente?quale blog non e' blindato ? no parche' quasi tutti i blog italiani sono blindati ...... parlano sempre le stesse paersone se qualcosa va male ti dicono che e' lo spamfilter che fa cazzate.Non volendo difendere Grillo , anche i "giornalisti" che gli vanno "contro" ( e non propongono ninete segno che il paese per loro va bene cos'i' com'e') non sono un esempio di trasparenza di gestione dei siti.Sono pochi quelli che ti rispondono e mi sempre che ultimamente la grande maggioranza che fa un articolo non hanno la benche' minima voglia di approfondire con i lettori quale sia il loro pensiero.....Al di la di tutto la scuola che ha usato la stesso Grillo e' la stessa che viene usata da questi signori solo che Grillo ha capito quali sono i temi da trattare ( o da amplificare) mentre questi signori parlano ancora di tavoli della microsoft che funzionano solo con la carta di credito.
    • Stephan scrive:
      Re: Molto rumore per nulla
      saremo diversi, ma da quello che ho capito l'articolo voleva solo criticare (e anche costruttivamente, IMHO) la differenza tra parole e fatti riguardo l'uso della rete da parte di Beppe Grillo."Tutto" qua.
      • Viveride scrive:
        Re: Molto rumore per nulla
        Portare in piazza 300 mila persone e decine di altre iniziative. Questi sono fatti. Concedere un'intervista che sarebbe stata ritoccata, manipolata e riutilizzata sembra così rilevante? Un'intervista non è nulla, è la mera ostentazione di un immagine che verrà filtrata e patinata su qualche carta igienica. Scrivere non risolve nulla. Fare sì.
        • LaNberto scrive:
          Re: Molto rumore per nulla
          - Scritto da: Viveride
          Concedere un'intervista che sarebbe stata
          ritoccata, manipolata e riutilizzata sembra così
          rilevante? Un'intervista non è nulla, è la mera
          ostentazione di un immagine che verrà filtrata e
          patinata su qualche carta igienica.santa pazienza, cosa tocca sentire!
          • Sgabbio scrive:
            Re: Molto rumore per nulla
            Io credo soltanto che sia una storia inventata quella della mancata intervista....a mio semplice parere ovviamente.
          • LaNberto scrive:
            Re: Molto rumore per nulla
            io pesno di no, o grillo avrebbe smentito (almeno questo...)
        • Stephan scrive:
          Re: Molto rumore per nulla
          Continuo a non capire cosa ci sia di sbagliato o di offensivo/lesivo/indegno nell'articolo di Mantellini.
    • Anonymous scrive:
      Re: Molto rumore per nulla

      Il male del popolo italiano è che ne grida troppo
      pochi di Vaffa alla classe politica altrimenti ci
      saremmo liberati di questi signori molto
      prima....
      Stesso discorso di prima. Siccome in Italia conta la figura e come appari, i giornalisti son messi là a buttare mer*a contro il tizio scomodo di turno. Tanto, quando la sua reputazione è rovinata dal nulla (perchè tutte queste ciance sono il NULLA e basta), nessuno se lo guarderà più Grillo, anche se avesse l'idea folgorante più giusta del millenio. Questo modo di fare è pari ad un disco rotto che ripete sempre le stesse note.
    • canna bis scrive:
      Re: Molto rumore per nulla

      Il male del popolo italiano è che ne grida troppo
      pochi di Vaffa alla classe politica altrimenti ci
      saremmo liberati di questi signori molto
      prima....

      In Italia è iniziata un lunga guerra contro
      l'informazione e bisogna decidere da quale parte
      ci si
      trova:

      http://www.beppegrillo.it/casta-giornali.php

      (linux)(apple)... forse Mantellini voleva dire che gli italiani son tutti "vaffà" e niente arrosto, e chi leggerà blog come quello di Beppe tra 10 anni penserà: "ma a che servivano tutti questi vaffanculo se poi non hanno fatto un bel cazzo di niente, né Grillo né i grillini per risolvere alcunché?"Io spero non sia così, ma... il rischio c'è!
      • Giacomo scrive:
        Re: Molto rumore per nulla

        hmm Blindato ? Non mi sembra che sia come quello di
        MaxFrassi che ha limitato il postare dei commenti.......Nel Blog di Grillo non serve limitare i post. Ce ne sono talmente tanti (troppi) che un post si perde fra tutti gli altri. Quindi ogni post diventa inutile secondo me.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Molto rumore per nulla
          Ma non è blindato il suo blog lo stesso. Caso mai si può dire che i sistema dei commenti tipico dei blog, non vanno bene per grandi discussioni. Un Forum è più gestibile.
    • sdfgdsfg scrive:
      Re: Molto rumore per nulla
      - Scritto da: FinalCut
      Che magari in qualità di "giornalista" il
      prossimo V-Day ti spaventa forse un
      poco?
      Mantellini di mestiere fa il radiologo, cosa dovrebbe temere da grillo?
      • FinalCut scrive:
        Re: Molto rumore per nulla
        - Scritto da: sdfgdsfg
        - Scritto da: FinalCut

        Che magari in qualità di "giornalista" il

        prossimo V-Day ti spaventa forse un

        poco?



        Mantellini di mestiere fa il radiologo, cosa
        dovrebbe temere da
        grillo?mmmm... un radiologo che scrive sul Sole24Ore?http://www.mantellini.it/about.htmEvviva linformazione itagliana!(linux)(apple)
  • anonimo scrive:
    BEPPE SI, BEPPE NO
    Bene o male, il Beppe è l'unico che smuove un po' di persone. Con la politica che ci ritroviamo...Adesso però mi leggo la notizia.
    • Sgabbio scrive:
      Re: BEPPE SI, BEPPE NO
      A me sta storia dell'intervista non concessa mi lascia dei dubbi. Dopo il V-day la stampa ha fatto a gara su chi lo sputtanava meglio.Comunque la Parola "Grillini" è una invenzione Giornalistica.
      • El Diablo scrive:
        Re: BEPPE SI, BEPPE NO
        - Scritto da: Sgabbio
        A me sta storia dell'intervista non concessa mi
        lascia dei dubbi. Dopo il V-day la stampa ha
        fatto a gara su chi lo sputtanava
        meglio.Esatto ;)
        • Pinco Pallone scrive:
          Re: BEPPE SI, BEPPE NO
          - Scritto da: El Diablo
          - Scritto da: Sgabbio

          A me sta storia dell'intervista non concessa mi

          lascia dei dubbi. Dopo il V-day la stampa ha

          fatto a gara su chi lo sputtanava

          meglio.

          Esatto ;)credevo fossero i tizi che si fermano spesso all'autogrill...
        • Massimo Del Bene scrive:
          Re: BEPPE SI, BEPPE NO
          Concordo.E ora i giornalisti,prossimo obbiettivo di Beppe,stanno cercando lo sputtanamento preventivo in attesa del prossimo V-Day,mandando avanti degli emeriti sconosciuti,qualificantesi come "giornalisti".Ed e' solo l'nizio.
      • Anonymous scrive:
        Re: BEPPE SI, BEPPE NO
        - Scritto da: Sgabbio
        A me sta storia dell'intervista non concessa mi
        lascia dei dubbi. Dopo il V-day la stampa ha
        fatto a gara su chi lo sputtanava
        meglio.

        Comunque la Parola "Grillini" è una invenzione
        Giornalistica.Ad occhio e croce come gli Hacker che son brutti, sporchi e cattivi insomma.
    • anonimo scrive:
      Re: BEPPE SI, BEPPE NO
      Bellissimo l'articolo, d'accordissimo su tutta la linea.Mi viene da spammare per tutto il giorno il link sul blog di beppe hihihi
      • El Diablo scrive:
        Re: BEPPE SI, BEPPE NO
        Spammalo pure,vediamo se risponde ;)- Scritto da: anonimo
        Bellissimo l'articolo, d'accordissimo su tutta la
        linea.
        Mi viene da spammare per tutto il giorno il link
        sul blog di beppe
        hihihi
        • anonimo scrive:
          Re: BEPPE SI, BEPPE NO
          - Scritto da: El Diablo
          Spammalo pure,vediamo se risponde ;)

          - Scritto da: anonimo

          Bellissimo l'articolo, d'accordissimo su tutta
          la

          linea.

          Mi viene da spammare per tutto il giorno il link

          sul blog di beppe

          hihihiUrka m'hanno bloccato l'ip! Ma che antispam hanno?? :|
          • Sgabbio scrive:
            Re: BEPPE SI, BEPPE NO
            si vede che dopo quelli che spammavano fino all'inverosimile la storia del signoraggio nel blog, avranno preso delle contro misure...prova con un proxy.
        • Alibabà scrive:
          Re: BEPPE SI, BEPPE NO
          - Scritto da: El Diablo
          Spammalo pure,vediamo se risponde ;)Ma figurati se risponde. Non mi pare che risponda mai a nessuno.
          • rover scrive:
            Re: BEPPE SI, BEPPE NO
            Grillo non ama il contraddittorio, ama il monologo. Farsi le domande solo quelle che gli piacciono, ovvio) e darsi le risposte.Direi l'antitesi della democrazia.Comq ha detto recentemente qualcuno: se il futuro è rappresentato da Grillo e dalla Brambilla meglio tenerci i politici attuali.Sono d'accordo.
          • bah scrive:
            Re: BEPPE SI, BEPPE NO
            io no invece
Chiudi i commenti