Beats, Apple acquisisce a suon di musica

Acquisito il produttore di accessori audio, insieme al suo servizio di streaming Beats Music. Che per ora coesisterà in parallelo all'offerta di Apple

Roma – Apple ha annunciato l’ acquisizione per un totale di 3 miliardi di dollari di Beats, produttore di cuffie che trovano già spazio sugli scaffali di Apple Store, e dell’omonima piattaforma di streaming musicale.

Prima anticipata e poi data per saltata , l’operazione si è chiusa ora ufficialmente e porterà alla conclusione delle operazioni entro la fine del prossimo trimestre finanziario.

A non far parte dell’affare, invece, Ammunition, azienda di design che finora si occupava di progettare le cuffie e gli speaker prodotti da Beats e che ora ha annunciato la conclusione della collaborazione.

“La musica è una parte così importante delle nostre vite e ha un posto speciale nel cuore di Apple”, ha detto Tim Cook. Anche le voci sui possibili problemi generati dalle figure sopra le righe dei fondatori di Beat, Jimmy Iovine e il cantante hip hop Dr. Dre, sembrano ora del tutto fuorvianti: “Sono pionieri della musica, artisti ed imprenditori”, ha detto il CEO di Apple.

Certo, resta da vedere come il loro stile possa (se sarà previsto) integrarsi con gli ingegneri di Cupertino: Tim Cook ha riferito che saranno dipendenti Apple al 100 per cento.

Per quanto attiene l’integrazione di Beats, per il momento sembra che il servizio di streaming Beats Music sarà gestito in parallelo con la sua offerta iTunes . Si tratterà, insomma, di offrire un servizio alternativo in attesa di capire come il mercato della musica online si trasformerà.

Per ora l’app iOS del servizio di streaming di Beats, che è ancora disponibile anche per Android e Windows Phone e sembra destinata a rimanere, ha esteso il periodo di prova di altri 14 giorni ed ha abbassato il costo dell’abbonamento annuale da 119,88 dollari a 99,99 (mentre il costo mensile è rimasto di 9,99 dollari).

Dal 2015, inoltre, potrebbero sorgere problemi per HP derivanti dall’operazione: Beats offre tra il 15 ed il 20 per cento della musica ospitata sui dispositivi venduti da HP e l’accordo che li lega scadrà, appunto, il prossimo anno.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Marco Ravich scrive:
    Riforma del canone radiotelevisivo
    E se invece di finanziare "i Pacchi" trasformassimo RaiWay - che, guarda caso, vogliono invece vendere - in una bella rete 4G pubblica (visto che ci siamo "giocati" Telecom) ?100/anno non sarebbero nemmeno così tanti...
  • greywolf44 scrive:
    Raie Web
    Prima come consigliere Rai (98-2002) con delega ai nuovi media, e poi come AD di Rainet (2003-2008), ho contribuito a costruire tutti gli asset della Rai in quest'area. L'ho fatto dopo una attenta attività di benchmark con i broadcaster internazionali intenti ad affrontare la tematica. Senza delibere cogenti del CdA, ho convinto negli anni reti e testate a rivolgersi al centro di competenza di Rainet per le proprie attività web visti i vantaggi che ne traevano. Ho lasciato Rainet nel 2008 con oltre 450 siti gestiti centralmente e con già 7 canali di web tv pubblicati su Rai.tv con 30 milioni di video caricati. Ho concluso io il primo accordo con Google, con lo scopo di eliminare il problema delle pirateria e offrire al mondo i contenuti Rai. L'attule gestione ha pensato bene, invece, di chiudere Rainet (che procurava pure vantaggi fiscali come società partecipata) e prendere decisioni autarchiche semplicemente antistoriche, ritornando all'errore da manuale di considerare il web come un mezzo di promozione delle programmazione televisiva! Oscillando all'opposto con un sito come quello di RaiNews24...che richiede uno scroll di oltre un metro, proprio nell'era dell'information overload...!Mah...che dire? Inoltre ci si propone di ricavare chissà cosa da contenuti non creati apposta con la sintassi del web, dimenticando che - come raccontano le aziende - per anni il venditore medio della Sipra ha offerto loro la tv scontata, la radio superscontata e, sopra il pacchetto, il web come regalo!Auguriiiii!
  • ... scrive:
    ABOLIRE IL CANONE RAI
    ABOLIRE IL CANONE RAI!
  • yellowdog scrive:
    terzo mondo
    Terzo mondo tv per un paese rovinata
  • Nome e cognome scrive:
    Peccato
    Che dall'estero tutto va a scatti con pause di caricamento impossibiliRTE spagnola, trasmette dai suoi portali in streaming, dirette e quant'altro con qualità HD senza perdita di segnale e fluido.La Rai mette video di qualità indecente e che passa per mille filtri prima di essere usufruitaPeccato...
  • iRoby scrive:
    Esce dal tubo ed entra in Linux
    Da qualche tempo gli sviluppatori di Gnome Totem hanno fatto un accordo con la Rai per l'accesso ai video da Linux.http://www.lffl.org/2014/02/gnome-video-312-arriva-il-supporto-per.htmlSpettacolare per la ricerca negli archivi senza passare da browser e plugin bacati.
    • bubba scrive:
      Re: Esce dal tubo ed entra in Linux
      - Scritto da: iRoby
      Da qualche tempo gli sviluppatori di Gnome Totem
      hanno fatto un accordo con la Rai per l'accesso
      ai video da
      Linux.

      http://www.lffl.org/2014/02/gnome-video-312-arriva

      Spettacolare per la ricerca negli archivi senza
      passare da browser e plugin
      bacati.whoa... vediamo in quanto tempo verra' abbandonato ... gh. :)(cmq sono stupito che gli omini Rai conoscano Gnome ..)
      • Leguleio scrive:
        Re: Esce dal tubo ed entra in Linux

        (cmq sono stupito che gli omini Rai conoscano
        Gnome
        ..)Gli omini Rai sono il corrispettivo catodico dell'omino Michelin? [img]http://www.comicom.it/wp-content/uploads/2013/09/15369_Bibendum_is_zen.jpg[/img]
  • Fabio B scrive:
    Meraviglia...
    Cominciamo col dire che è da parecchio tempo che guardo la rai col pc piuttosto che col televisore (per le malelingue: il canone lo paghiamo lo stesso, da bravi cittadini), e ho sempre notato che il canale youtube è sempre stato un po' indietro rispetto al portale della rai per quanto riguarda i contenuti. Era comodo però quando il portale rai usava Silverlight anche per metterci dentro le gif, il cui supporto per Linux lascia molto a desiderare... Adesso però i video me li visualizza benissimo, quindi va bene così per me :) Rimane che è un peccato, ma potremo sopravvivere :)E sinceramente non mi sembra così caotico il sito della rai... dovrebbero giusto migliorare il motore di ricerca, cosa che richiede un effort minimo :)
    • sentinel scrive:
      Re: Meraviglia...
      - Scritto da: Fabio B
      Cominciamo col dire che è da parecchio tempo che
      guardo la rai col pc piuttosto che col televisore
      (per le malelingue: il canone lo paghiamo lo
      stesso, da bravi cittadini), sbagli alla grande:http://www.federconsumatoribologna.it/wp/canone-rai-e-computer-si-deve-pagare.html
    • evviva scrive:
      Re: Meraviglia...
      - Scritto da: Fabio B
      Cominciamo col dire che è da parecchio tempo che
      guardo la rai col pc piuttosto che col televisore
      (per le malelingue: il canone lo paghiamo lo
      stesso, da bravi cittadini)...Non paga per la fruizione del servizio, si paga in quanto proprietari di un sintonizzatore. Sei proprietario di un televisore? Allora paghi, anche se lo usi solo per giocare alla playstation e della tv non te ne sbatte più nulla da 10 anni.
  • Nome e cognome scrive:
    perchè la rai?
    Negli Stati Uniti non esiste un canale televisivo pubblico, eppure l'informazione funziona (a mio parere) meglio che in Italia. Quindi perchè ESISTE la Rai? Magari perchè serve come stipendificio e come serbatoio di voti?"A pensar male si fa peccato ma spesso ci si indovina." (cit). ;)
    • Leguleio scrive:
      Re: perchè la rai?

      Negli Stati Uniti non esiste un canale televisivo
      pubblico, eppure l'informazione funziona (a mio
      parere) meglio che in Italia.Negli Stati uniti prima della timida riforma Obama non esisteva nemmeno un servizio sanitario pubblico. Chi voleva essere curato pagava. Gli altri in mezzo alla strada fra i reietti.Idem l'Università: esistono università statali, in alcuni degli Stati perlomeno, ma sono gestite in tutto e per tutto come enti privati. Se hanno lottato per rendersi indipendenti da una monarchia dall'altra parte dell'oceano un motivo ci sarà.
      Quindi perchè ESISTE la Rai? La Rai inizialmente, parlo degli anni dal 1954 al 1960, e pure la radio dal 1934, faceva pochissima informazione, giusto il telegiornale e il giornale radio. Del resto un'emittente pubblica non nasce mica per l'informazione.
      • Nome e cognome scrive:
        Re: perchè la rai?
        - Scritto da: Leguleio
        Negli Stati uniti prima della timida riforma
        Obama non esisteva nemmeno un servizio sanitario
        pubblico. Chi voleva essere curato pagava. Gli
        altri in mezzo alla strada fra i
        reietti.Scusa, ma che diamine c'entra?
        Idem l'Università: esistono università statali,
        in alcuni degli Stati perlomeno, ma sono gestite
        in tutto e per tutto come enti privati.
        Se hanno lottato per rendersi indipendenti da una
        monarchia dall'altra parte dell'oceano un motivo
        ci sarà.Idem.

        Quindi perchè ESISTE la Rai?

        La Rai inizialmente, parlo degli anni dal 1954 al
        1960, e pure la radio dal 1934, faceva pochissima
        informazione, giusto il telegiornale e il
        giornale radio.

        Del resto un'emittente pubblica non nasce mica
        per
        l'informazione.Allora a che serve? L'educazione si insegna (o si dovrebbe insegnare)a scuola, mentre per l'intrattenimento ci sono i canali privati che, per inciso, sono gratuiti. Quindi?
        • Leguleio scrive:
          Re: perchè la rai?


          Negli Stati uniti prima della timida riforma

          Obama non esisteva nemmeno un servizio sanitario

          pubblico. Chi voleva essere curato pagava. Gli

          altri in mezzo alla strada fra i

          reietti.

          Scusa, ma che diamine c'entra?Era per far capire che Paese che vai, usanza che trovi. I confronti vanno fatti tenendo a mente questo adagio.Là il pubblico è malvisto, il privato no.Esistono anche carceri private, figurati.


          Quindi perchè ESISTE la Rai?



          La Rai inizialmente, parlo degli anni dal 1954
          al

          1960, e pure la radio dal 1934, faceva
          pochissima

          informazione, giusto il telegiornale e il

          giornale radio.



          Del resto un'emittente pubblica non nasce mica

          per

          l'informazione.

          Allora a che serve? A intrattenere e a far passare il tempo.Ad avvertire di calamità naturali.A premiare i concorrenti dei quiz con gettoni d'oro.
          L'educazione si insegna (o si
          dovrebbe insegnare)a scuola, mentre per
          l'intrattenimento ci sono i canali privati che,
          per inciso, sono gratuiti.Fino al 1976 non c'erano, in Italia le emittente private erano vietate dalla legge.Il concetto di "servizio pubblico" va ben oltre l'informazione. C'è anche quella, sia chiaro (mentre una tv privata può benissimo fare a meno di un tg suo) ma non c'è solo quello.
    • bubba scrive:
      Re: perchè la rai?
      - Scritto da: Nome e cognome
      Negli Stati Uniti non esiste un canale televisivo
      pubblico,questo dove l'hai letto, su topolino? il meccanismo di funzionamento non e' sovrapponibile direttamente a quelle europee, ma esistono eccome. il syndacation piu' famoso e' la PBS.
    • Sg@bbio scrive:
      Re: perchè la rai?
      In altri stati esiste la TV di stato, eh ?
    • Izio01 scrive:
      Re: perchè la rai?
      - Scritto da: Nome e cognome
      Negli Stati Uniti non esiste un canale televisivo
      pubblico, eppure l'informazione funziona (a mio
      parere) meglio che in Italia.

      Quindi perchè ESISTE la Rai? Magari perchè serve
      come stipendificio e come serbatoio di
      voti?

      "A pensar male si fa peccato ma spesso ci si
      indovina." (cit).
      ;)Indipendentemente dal fatto che in USA esista o meno la TV pubblica, un partito che promettesse di cancellare quel serbatoio di raccomandati legati a doppio filo a questa o a quella forza politica, e quindi le spese immani che ci tocca sorbire per mantenerli, avrebbe buone chance di ottenere il mio voto.
      • Aleb scrive:
        Re: perchè la rai?
        In Grecia hanno dovuto chiudere il servizio pubblico, quindi puoi ancora sperare! :D
        • MicroShit Supporter scrive:
          Re: perchè la rai?
          In Grecia, il motivo principale per la chiusura d'imperio (non voglio spingermi a dire l'unico) e' che la TV pubblica era l'unica che riportava abbastanza regolarmente notizie "sgradite" al governo e questo si ritrovava costantemente s.pu.tt.ana.to e costretto al recupero con risultati, il piu' delle volte, esilaranti.Te lo dico perche' lo so ;)
          • Leguleio scrive:
            Re: perchè la rai?

            In Grecia, il motivo principale per la chiusura
            d'imperio (non voglio spingermi a dire l'unico)
            e' che la TV pubblica era l'unica che riportava
            abbastanza regolarmente notizie "sgradite" al
            governo e questo si ritrovava costantemente
            s.pu.tt.ana.to e costretto al recupero con
            risultati, il piu' delle volte,
            esilaranti.
            Te lo dico perche' lo so ;)Saprai anche che la tv pubblica greca ha riaperto:http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/08/05/grecia-riapre-tv-di-stato-giornalisti-con-contratti-fino-a-4-mesi/677473/Fra i motivi della riapertura, una causa in corso da parte dei sindacati che sarebbe stata molto probabilmente vinta. Insomma, anche se chiudessero la Rai, come molti auspicano, non è garantito che sia per sempre.
    • Aleb scrive:
      Re: perchè la rai?
      - Scritto da: Nome e cognome
      Negli Stati Uniti non esiste un canale televisivo
      pubblicoPBS = Public Broadcasting System
  • stronzolo scrive:
    Ahi!
    Corro subito a salvarmi Tapparella con Elio e Santana a Taratatà ;)
  • cognome e nome scrive:
    ma quei 700.000 euro
    adesso da dove salteranno fuori?
    • Leguleio scrive:
      Re: ma quei 700.000 euro

      adesso da dove salteranno fuori?Dal canone di abbonamento. Forse la RAI spera di racimolare cifre importanti attraverso la pubblicità contestuale dei video, ma si illude. Sono briciole.
      • 2014 scrive:
        Re: ma quei 700.000 euro
        - Scritto da: Leguleio

        adesso da dove salteranno fuori?

        Dal canone di abbonamento.
        Forse la RAI spera di racimolare cifre importanti
        attraverso la pubblicità contestuale dei video,
        ma si illude. Sono
        briciole.E perché lasciarle a Google?
        • Leguleio scrive:
          Re: ma quei 700.000 euro



          adesso da dove salteranno fuori?



          Dal canone di abbonamento.

          Forse la RAI spera di racimolare cifre
          importanti

          attraverso la pubblicità contestuale dei
          video,

          ma si illude. Sono

          briciole.
          E perché lasciarle a Google?Perché Google ha un'infrastruttura come Youtube che funziona e ha utenti potenziali da tutto il mondo, il portale dei video Rai lo conoscono in pochi e non ci giurerei che regge ai picchi di accesso.
        • Izio01 scrive:
          Re: ma quei 700.000 euro
          - Scritto da: 2014
          - Scritto da: Leguleio


          adesso da dove salteranno fuori?



          Dal canone di abbonamento.

          Forse la RAI spera di racimolare cifre
          importanti

          attraverso la pubblicità contestuale dei
          video,

          ma si illude. Sono

          briciole.

          E perché lasciarle a Google?Perché il costo di qualsiasi cosa sia statale è almeno di un ordine di grandezza superiore al valore di mercato. Quindi se incasseranno briciole dalla pubblicità, noi spenderemo briciole x 10 con la scusa di mantenere online i contenuti (e foraggiare i soliti <s
          ig </s
          noti).
          • 2014 scrive:
            Re: ma quei 700.000 euro
            - Scritto da: Izio01
            - Scritto da: 2014

            - Scritto da: Leguleio



            adesso da dove salteranno fuori?





            Dal canone di abbonamento.


            Forse la RAI spera di racimolare cifre

            importanti


            attraverso la pubblicità contestuale dei

            video,


            ma si illude. Sono


            briciole.



            E perché lasciarle a Google?

            Perché il costo di qualsiasi cosa sia statale è
            almeno di un ordine di grandezza superiore al
            valore di mercato. Quindi se incasseranno
            briciole dalla pubblicità, noi spenderemo
            briciole x 10 con la scusa di mantenere online i
            contenuti (e foraggiare i soliti <s
            ig
            </s

            noti).Ma adesso ci pensa renzie :D
      • trullo scrive:
        Re: ma quei 700.000 euro
        li recupera con 10 minuti di pubblicità in un giorno 700.0000http://www.raipubblicita.it/it/raipubblicita/tv/listini.html
  • Pantagru scrive:
    rai.tv non funziona sempre bene

    Rai.tv ... funziona molto bene ...Stiamo parlando di un servizio allo
    stato dell'arte che funziona ed è aggiornato in maniera tempestivaRecentemente ho fatto parecchie ricerche nel sito Rai e vi assicuro che è stupendo ma tremendamente CAOTICO. Non c'è una logica nella classificazione, molti video si ritrovano solo dopo parecchi passi di ricerca.Per esempio, magari dalla pagina dedicata alla descrizione di una trasmissione mancano i link verso le registrazioni di quella trasmissione.E ogni tanto qualche video non parte.A parte ciò, ultimamente hanno mascherato bene i file video originari, per cui scaricarli è diventato impossibile (salvo conoscendo qualche trucco che io ignoro).-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 maggio 2014 12.54-----------------------------------------------------------
  • sisko212 scrive:
    E' solo un altro modo...
    Per avere il controllo sul canone... vuoi vedere Rai ? paga il canone !Altri metodi, youtube compreso non sono contemplati.Ad ogni modo, solo una banda di inetti avrebbe optato per usare un formato proprietario come silverlight...
    • MicroShit Supporter scrive:
      Re: E' solo un altro modo...

      Ad ogni modo, solo una banda di inetti avrebbe
      optato per usare un formato proprietario come
      silverlight...Una banda di inetti o di moooooooooolto interessati.-Scusi dotto' ma e' buono questo silvercoso?-Ma ceerrrrrrto che e' buono! Buonissimo! Ecco, guardi dentro questa <b
      busta </b
      , ci $ono tutti quei dettagli tecnici che ci aveva chiesto e le intere$$ano tanto, e mi saluti tanto la signora...I pro$$imi dettagli tecnici, come d'accordo, al suo rientro dal viaggio in Thailandia che la nostra azienda si pregia di offrirle.
  • Diego Favareto scrive:
    Silverlight
    Concordo che si debba abbandonare Silverlight. Occorre passare a HTML5 e standard validi su qualunque device.
  • unaDuraLezione scrive:
    Come datore di lavoro
    contenuto non disponibile
  • ... scrive:
    no, perche' "cancellati"?
    scusate, si fa uno scriuppettillo del cavolo che batte tutta youtube e importa i filmati che interessano da youtube al portale rai... sono gia' li, perche' rifare tutto da capo? ah, gia, il cognato da sistemare, la ditta del nipote da foraggiare, la moglie da assumere come supervisore dei consulenti... gia', gia'.
  • trullo scrive:
    rai.tv non funziona con linux
    complimenti..., rai.tv non funziona con linux e altri sistemi operativi, se passano tutto su rai.tv spero buttino via quella merda di silverlight. (che tra l'altro funziona male anche con windows, mi è capitato varie volte di non riuscire a vedere tutto un programma perchè dopo circa 1 ora smette di funzionare)
    • anverone99 scrive:
      Re: rai.tv non funziona con linux
      - Scritto da: trullo
      complimenti..., rai.tv non funziona con linux e
      altri sistemi operativi, se passano tutto su
      rai.tv spero buttino via quella merda di
      silverlight.Io vedo tutto da un pezzo su linux. Sarai mica rimasto indietro??
      • krane scrive:
        Re: rai.tv non funziona con linux
        - Scritto da: anverone99
        - Scritto da: trullo

        complimenti..., rai.tv non funziona con linux e

        altri sistemi operativi, se passano tutto su

        rai.tv spero buttino via quella merda di

        silverlight.
        Io vedo tutto da un pezzo su linux. Sarai mica
        rimasto indietro??A me scatticchia, ho provato ieri a vedere il tg e ogni tot secondi si blocca per qualche decimo di sec.Invece quello su canale 5 completo richiede un plughin, le notizie singole si vedono... (Uso debian)
    • quindi scrive:
      Re: rai.tv non funziona con linux
      Passa a Windows e ti passa la paura :D
      • Nauseato scrive:
        Re: rai.tv non funziona con linux
        - Scritto da: quindi
        Passa a Windows e ti passa la paura :DMi....iii.... che IDEA...Magari passre a win 8, vero, cambiando HW, spendendo a cuor leggero per vedere (meglio? forse) poi che cosa? a si, il portalone RAI in Silver Light, quale sublime opportunità!
      • iRoby scrive:
        Re: rai.tv non funziona con linux
        Windows? Bleaahh che schifo!!!
      • MicroShit Supporter scrive:
        Re: rai.tv non funziona con linux
        - Scritto da: quindi
        Passa a Windows e ti passa la paura :De ti viene la diarrea! (rotfl)
      • Esperrto scrive:
        Re: rai.tv non funziona con linux
        - Scritto da: quindi
        Passa a Windows e ti passa la paura :D... ma ti viene la diarrea a spruzzo! :D
    • Alvaro Vitali scrive:
      Re: rai.tv non funziona con linux
      La RAI è passata a FlashPlayer già da qualche mese (per le dirette e per RAI Replay); attualmente, solo l'archivio storico è ancora in Silverlight, ma penso che lo convertiranno nei prossimi mesi.Pure alla RAI si sono accorti che Silverlight non lo usa più nessuno.Non che FlashPlayer sia molto meglio, ma almeno è multi-piattaforma.
    • iRoby scrive:
      Re: rai.tv non funziona con linux
      Guarda che da un po' c'è un componente per Gnome Totem che accede direttamente agli archivi. Molto meglio che su altri sistemi operativi.http://www.lffl.org/2014/02/gnome-video-312-arriva-il-supporto-per.html
  • Leguleio scrive:
    Niente più video RAI antichi
    " stando così le cose, dal 1° giugno saranno rimossi tutti i video dalla piattaforma e sarà chiesta la rimozione di quelli presenti su altri canali ."SGRUNT!Un sacco di spettacoli del passato cancellati da un colpo di spugna. Video musicali come questi dubito che abbiano interesse a metterli sul loro portale:http://tinyurl.com/nrf5dn8http://tinyurl.com/cutgmr5
    • panda rossa scrive:
      Re: Niente più video RAI antichi
      - Scritto da: Leguleio
      " <I
      stando così le cose, dal 1° giugno saranno
      rimossi tutti i video dalla piattaforma e sarà
      chiesta la rimozione di quelli presenti su altri
      canali </I
      ."

      SGRUNT!
      Un sacco di spettacoli del passato cancellati da
      un colpo di spugna.Che vuoi farci? E' la legge.Non e' certo lamentandosi su un forum che si cambiano le cose.
      • Leguleio scrive:
        Re: Niente più video RAI antichi


        " <I
        stando così le cose, dal 1°
        giugno
        saranno

        rimossi tutti i video dalla piattaforma e
        sarà

        chiesta la rimozione di quelli presenti su
        altri

        canali </I
        ."



        SGRUNT!

        Un sacco di spettacoli del passato
        cancellati
        da

        un colpo di spugna.

        Che vuoi farci? E' la legge.Cosa c'entra la legge? Qui la RAI ha cambiato atteggiamento perché la pagavano troppo poco.A Google son pidocchi.
        • tommasocrociera scrive:
          Re: Niente più video RAI antichi
          Nel senso che la normativa permette alla RAI di spazzare qualsiasi video caricato da altri utenti c'entra e come la legge
          • Leguleio scrive:
            Re: Niente più video RAI antichi

            Nel senso che la normativa permette alla RAI di
            spazzare qualsiasi video caricato da altri utenti
            c'entra e come la
            leggeIn quel senso sì. Solo che è la legge che c'era anche prima, non è cambiata nel frattempo. Youtube avverte chiaramente di caricare solo video di cui si possiedono i diritti, quindi gli utenti non vengono presi alla sprovvista se i loro video RAI spariscono.
          • panda rossa scrive:
            Re: Niente più video RAI antichi
            - Scritto da: Leguleio

            Nel senso che la normativa permette alla RAI
            di

            spazzare qualsiasi video caricato da altri
            utenti

            c'entra e come la

            legge

            In quel senso sì.
            Solo che è la legge che c'era anche prima, non è
            cambiata nel frattempo. Youtube avverte
            chiaramente di caricare solo video di cui si
            possiedono i diritti, quindi gli utenti non
            vengono presi alla sprovvista se i loro video RAI
            spariscono.L'utente che carica il video non subisce alcun danno: lui la sua copia del video ce l'ha in locale.Il danno lo subiscono tutti gli altri, quelli che vorrebbero accedere per esempio ad antichi video musicali non altrimenti reperibili.Per questo il cloud e' il male: tutti dovrebbero conservare una copia locale di quello di cui vogliono fruire.Un video remoto puo' sparire improvvisamente dalla sera alla mattina, per un guasto tecnico, o per le bizze di qualche funzionario che ha scoperto che la moglie gli ha messo le corna e allora sfoga la sua repressione ordinando la rimozione dei video.Chi se n'e' fatta una copia a suo tempo rispondera' <i
            "facendo col cul trombetta" </i
            come scrisse il Poeta. Gli altri si attaccano.
          • anverone99 scrive:
            Re: Niente più video RAI antichi
            - Scritto da: panda rossa
            L'utente che carica il video non subisce alcun
            danno: lui la sua copia del video ce l'ha in
            locale.

            Il danno lo subiscono tutti gli altri, quelli che
            vorrebbero accedere per esempio ad antichi video
            musicali non altrimenti
            reperibili.Si ma vengono tolti da youtube.. c'e' mica solo quello!Poco tempo e ritroveremo tutto (e di piu') su altri portali.
        • krane scrive:
          Re: Niente più video RAI antichi
          - Scritto da: Leguleio


          " <I
          stando così le cose, dal


          giugno

          saranno


          rimossi tutti i video dalla piattaforma
          e

          sarà


          chiesta la rimozione di quelli presenti
          su

          altri


          canali </I
          ."





          SGRUNT!


          Un sacco di spettacoli del passato

          cancellati

          da


          un colpo di spugna.



          Che vuoi farci? E' la legge.

          Cosa c'entra la legge? Qui la RAI ha cambiato
          atteggiamento perché la pagavano troppo
          poco.
          A Google son pidocchi.La legge glie lo consente, se hai qualcosa da dire fai un comitato e protesta.
          • Leguleio scrive:
            Re: Niente più video RAI antichi

            La legge glie lo consente, se hai qualcosa da
            dire fai un comitato e
            protesta.Già fatto.A me basta lo SGRUNT del primo commento. Non ho bisogno di accumulare centinaia di commenti che girano sempre attorno alla stessa ossessione, senza concludere niente. Non mi interessa giocare al "piccolo contestatore".
          • krane scrive:
            Re: Niente più video RAI antichi
            - Scritto da: Leguleio

            La legge glie lo consente, se hai qualcosa da

            dire fai un comitato e

            protesta.
            Già fatto.
            A me basta lo SGRUNT del primo commento. Non ho
            bisogno di accumulare centinaia di commenti che
            girano sempre attorno alla stessa ossessione,
            senza concludere niente. Non mi interessa giocare
            al "piccolo contestatore".Tu sai giocare solo alla piccola mestrina tempera punte ai porcospini.
      • ... scrive:
        Re: Niente più video RAI antichi
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Leguleio

        " <I
        stando così le cose, dal 1°
        giugno
        saranno

        rimossi tutti i video dalla piattaforma e
        sarà

        chiesta la rimozione di quelli presenti su
        altri

        canali </I
        ."



        SGRUNT!

        Un sacco di spettacoli del passato
        cancellati
        da

        un colpo di spugna.

        Che vuoi farci? E' la legge.
        Non e' certo lamentandosi su un forum che si
        cambiano le
        cose.questa stronxissima frase mi ricorda qualc.... ahhhh ho capito! :D :D :D :D
  • evilripper scrive:
    Nuovo portale
    son proprio curioso di vedere come realizzeranno il nuovo portale, spero non lo faranno appoggiandosi a quella porcheria di silverlight di microsoft. I contenuti(anche se di pessima qualità) della tv pubblica dovrebbero essere di pubblico dominio e fruibili da tutti a prescindere dal sistema operativo. Stranamente hanno deciso di farlo proprio quando ci sono i mondiali. :)
    • quota scrive:
      Re: Nuovo portale
      La rai ha un accordo capestro con MS quindi possono usare solo quello e niente altro... Tra l'altro MS ha avvertito tutti che lo sviluppo di silverlight è stato interrotto e il supporto finirà fra qualche anno.... tutti tranne la rai evidentemente che continua ad usarlo pesantemente... questo significa che per i vari parenti, dei soliti noti, fra qualche anno intascheranno milioni e milioni di euro degli italiani per poter riconvertire tutti i loro video attraverso le solite azienducole di fantasia!!Ci saranno intere generazioni, di parenti dei soliti noti, che potranno vivere di rendita alla faccia nostra per questa furbata, ricordandoci che google già convertiva in diversi formati automaticamente :(- Scritto da: evilripper
      son proprio curioso di vedere come realizzeranno
      il nuovo portale, spero non lo faranno
      appoggiandosi a quella porcheria di silverlight
      di microsoft. I contenuti(anche se di pessima
      qualità) della tv pubblica dovrebbero essere di
      pubblico dominio e fruibili da tutti a
      prescindere dal sistema operativo. Stranamente
      hanno deciso di farlo proprio quando ci sono i
      mondiali.
      :)
      • Leguleio scrive:
        Re: Nuovo portale

        La rai ha un accordo capestro con MS quindi
        possono usare solo quello e niente altro... Tra
        l'altro MS ha avvertito tutti che lo sviluppo di
        silverlight è stato interrotto e il supporto
        finirà fra qualche anno.... Mi dai un link a questo annuncio?
        • Garson Pollo scrive:
          Re: Nuovo portale
          ad inizio maggio è stato confermata la cessazione del supporto entro il 2021 (questo significa resumibilmente che lo sviluppo della piattaforma cesserà a breve)http://support.microsoft.com/lifecycle/?LN=en-us&c2=12905
          • Leguleio scrive:
            Re: Nuovo portale

            ad inizio maggio è stato confermata la cessazione
            del supporto entro il 2021 (questo significa
            resumibilmente che lo sviluppo della piattaforma
            cesserà a
            breve)

            http://support.microsoft.com/lifecycle/?LN=en-us&cBe', fra Quota che dice che "il supporto finirà fra qualche anno" e la notizia del termine del 12 ottobre 2021 per Silverlight 5 esiste una gradazione. Mancano ancora 7 anni abbondanti.
    • Alvaro Vitali scrive:
      Re: Nuovo portale
      - Scritto da: evilripper

      son proprio curioso di vedere come realizzeranno
      il nuovo portale, spero non lo faranno
      appoggiandosi a quella porcheria di silverlight
      di microsoft.Già da qualche mese la RAI è passata a FlashPlayer per le Dirette e per RAI Replay; purtroppo, l'archivio storico è ancora in Silverlight.
Chiudi i commenti