Bing: ce la possiamo fare

Oltre 5 miliardi sono già stati spesi da Microsoft per rilanciare il settore delle operazioni Web. Ma le perdite non fanno disperare Redmond

Roma – Oltre cinque miliardi di dollari spesi negli ultimi quattro anni e nessuna intenzione di rallentare: sono i dati di Microsoft relativi al comparto delle operazioni Web e le intenzioni dichiarate dal capo divisione Yusuf Mehdi. In attesa che il mercato (e la Rete) gli dia ragione.

Nel frattempo i profitti derivanti dall’advertising online sono diminuiti del 2 per cento (per un totale di 516 milioni di dollari) e il guadagno in quote di mercato è stato solo del 3 per cento (ma non a scapito di Google, che anzi sembra aver ancora guadagnato terreno).

Le perdite miliardarie finora registrate non hanno però tolto l’ottimismo a Microsoft per quanto riguarda l’avventura del business online: il nuovo anno inizia, d’altronde, con l’approssimarsi della conclusione di un importante accordo sull’advertising online con Yahoo!. “Appena implementeremo l’affare con Yahoo! diventeremo il n. 2 per l’advertising” chiarisce Mehdi.

Per il momento Microsoft detiene la terza posizione con il 10,7 per cento del mercato dei motori di ricerca, molto dietro rispetto al 65 per cento di Google e al 17,3 per cento di Yahoo!, suo prossimo socio in affari. Seconda e terza, insieme, puntano a raggiungere il 30 per cento del mercato della ricerca online: una cifra che nelle speranze dei due attori dovrebbe costituire un bottino più che interessante.

E questa fetta di mercato, secondo Mehdi, può rendere molto di più di quanto finora speso. “È ancora presto – ha dichiarato – abbiamo ancora molta strada da fare prima di raggiungere quello che ritengo essere il nostro obiettivo”.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Luca scrive:
    Streaming!
    Mi pare che dall'articolo non emerga il punto centrale: MPEG LA ha deciso di non introdurre *nuove* royalties sui flussi in streaming (e solo per quelli gratuiti). Per distribuire i codec bisogna comunque pagare.BTW, nessuno già si ricorda più quello che è sucXXXXX con MP3?
    • Ignorante scrive:
      Re: Streaming!
      Personalmente, forse non l'ho mai saputo...sarei curioso, puoi illuminarmi?Da quanto ne so (e potrei sbagliarmi) anche MP3 è un po come h264, nel senso che non è free, e che i detentori dei brevetti possono chiedere royality; non so se le hanno chieste, a chi (produttori di HW, produttori di SW, altri, tu, io:)
      • Sgabbio scrive:
        Re: Streaming!
        infatti chiedono delle royalty, però mi sembra che esisteva una gabbola per aggirare la cosa, infatti esiste il LAME che è un codec open source e gratuito (usato pure da parecchi software).
      • Ignorante scrive:
        Re: Streaming!
        Interessante.Speriamo di non fare la stessa fine con i video, allora!
    • ruppolo scrive:
      Re: Streaming!
      - Scritto da: Luca
      BTW, nessuno già si ricorda più quello che è
      sucXXXXX con
      MP3?Ma se la maggior parte della gente pensa che sia standard e free?
  • Kyashan scrive:
    Ah Maruccia hai toppato non citando...
    ...il fatto che Google ha acquistato la ON2,azienda che sviluppa codec software e che in particolare ha creato il VP8,un codec che a parità di qualità del H.264 pare che occupi il 40% di banda in meno!Google potrebbe decidere proporre il SUO vp8 come standard per l'html 5...http://www.on2.com/index.php?599http://www.hwupgrade.it/news/software/google-compra-on2-societa-leader-nello-sviluppo-di-codec-per-la-compressione-video_29796.htmlhttp://www.ossblog.it/post/5676/google-acquisce-on2-ma-perche
    • advange scrive:
      Re: Ah Maruccia hai toppato non citando...
      Di più: ON2 è anche l'azienda che ha sviluppato VP3 su cui è basato Theora...
    • Ciaspola scrive:
      Re: Ah Maruccia hai toppato non citando...
      resta da vedere se VP8 offre un decoder libero per il proprio formato, altrimenti siamo sempre lì...Oltretutto l'encoder VP8 costa un occhio della testa...
  • Bic Indolor scrive:
    Mozilla Standard
    Si, ok, H264 è pieno di brevettame e Theora è free. Ma questo non basta. Perché gli stessi promotori dei codec liberi non propongono un loro portale video, lo pubblicizzano come si deve e implementano solo codec liberi? Non dico la FSF o l'EFF, perennemente a corto di quattrini, ma la mozilla foundation? perché piccarsi di proporre un firefox che non legge nativamente l'H264 (e quindi presentarsi zoppo alla competizione fra browser) e non presentare loro la vera alternativa?
    • Samuele C. scrive:
      Re: Mozilla Standard
      ha-ha signor Troll! ..hai condito troppo e ti sei fatto sgamare :)
      • Bic Indolor scrive:
        Re: Mozilla Standard
        - Scritto da: Samuele C.
        ha-ha signor Troll!
        ..hai condito troppo e ti sei fatto sgamare :)Cioè... se non sei lusinghiero verso l'open/free sei un troll? Volevo solo dire perché IMHO non si è fatto abbastanza per promuovere i codec liberi.
        • doyoulikeme scrive:
          Re: Mozilla Standard
          Secondo me basta poco per decidere: questo è free e questo si paga, quale scegli?Con una pagina html sul sito Mozilla avresti risolto il problema, qualche documento in più per chi vuole produrli (tipo un tutorial e gli strumenti consigliati) e finito lì.Ma chi vuole ci arriva da solo, senza bisogno di questa pubblicità.
          • ruppolo scrive:
            Re: Mozilla Standard
            - Scritto da: doyoulikeme
            Secondo me basta poco per decidere: questo è free
            e questo si paga, quale
            scegli?Per fortuna c'è gente che usa la testa.
    • Informatore anonimo scrive:
      Re: Mozilla Standard
      - Scritto da: Bic Indolor
      Non dico la FSF o
      l'EFF, perennemente a corto di quattrini, ma la
      mozilla foundation? perché piccarsi di proporre
      un firefox che non legge nativamente l'H264 (e
      quindi presentarsi zoppo alla competizione fra
      browser) e non presentare loro la vera
      alternativa?perchè: http://www.webnews.it/news/leggi/7127/il-triangolo-googlemozillafirefox/(notizia datata, ma ancora valida.. solo con qualche zero in più)firefox non può pestare i piedi a google proponendo un altro codec sul quale, il tuo più grosso "benefattore", ha investito un sacco di soldi(tutti i video di youtube sono codificati in h264 e ricodificarli tutti non so quanto ci voglia..).. e poi pensiamo al googlefonino che sicuramente monterà il cip adetto alla decodifica!cmq penso che la scelta sia principalmente dovuta al fatto della decodifica HW e non SW(risparmi batteria su palmari ad esempio)
  • ruppolo scrive:
    Gli utenti non sono responsabili,
    caro Maruccia.È chi produce materiale che deve essere in regola, o chi produce device che usano tale codec.La strada comunque è quella, già imboccata: non solo Google, ma anche Apple, l'ha intrapresa. Quindi agli altri non rimane che incolonnarsi.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Gli utenti non sono responsabili,
      Forse ti sfugge che per supportare uno standard web, gli sviluppatori devono accolarsi la spesa per le royalty, se invece di impuntare su un formato simile, si adottava subito il Theorea, la cosa si risolveva subito.Perchè sinceramente, se vogliono mettere h.264 come codec per il tag video del html con queste pretese, non ci libereremo mai dalla adobe e affini.
      • LaNberto scrive:
        Re: Gli utenti non sono responsabili,
        non sono d'accordo. H264 è già largamente supportato e lo sarà sempre di più. È troppo ben scalabile per qualsiasi utilizzo
        • advange scrive:
          Re: Gli utenti non sono responsabili,
          - Scritto da: LaNberto
          non sono d'accordo. H264 è già largamente
          supportato e lo sarà sempre di più. È troppo ben scalabile per qualsiasi
          utilizzoCosa significa Non sono d'accordo? Sai che se oggi tu volessi sviluppare un browser con supporto ad H.264 per distribuirlo dovresti sborsare 5 milioni di dollari?Vogliamo crearci una nuova gabbia? Prego accomodatevi.
          • LaNberto scrive:
            Re: Gli utenti non sono responsabili,
            non credo, dato che di browser alyternativi e free ce ne sono a bizzeffe. Questo è FUD.Inoltre, non mi interessa. Io da utente sono interessato a cose che funzionino, e non ho tema di pagare per un buon prodotto.
          • gerry scrive:
            Re: Gli utenti non sono responsabili,
            - Scritto da: LaNberto
            Inoltre, non mi interessa. Io da utente sono
            interessato a cose che funzionino, e non ho tema
            di pagare per un buon
            prodotto.Bon, paga tu per tutti e siamo contenti :D
          • doyoulikeme scrive:
            Re: Gli utenti non sono responsabili,
            Guarda che se non paghi non puoi includere nulla nei browser, e dubito fortemente che gli sviluppatori vogliano pagare per qualcosa del genere.Forse tu utente puoi scegliere e non ti cambia molto, ma per chi fa un prodotto open source la cosa è ben diversa.Io ho deciso di non utilizzare i siti che fanno uso di quel tipo di tecnologie: se YouTube richiede un plug-in per essere visto, semplicemente non lo guarderò più.Non è il primo che tolgo dai miei preferiti, e non sarà di certo l'ultimo.Ho abbandonato i flash da 2 anni (il browser non me li scarica nemmeno) e sto decisamente meglio. Quando vado sui pc di altri colleghi vedo solo pubblicità (e loro nemmeno se ne accorgono).Il tempo oggi è sempre meno e ne perdiamo un sacco a "legarci" mani e piedi con queste cose.Poi ognugno ha un cervello ed è libero di pensarla come crede, ci mancherebbe.
          • LaNberto scrive:
            Re: Gli utenti non sono responsabili,
            Anche io escludo il Flash dalla navigazione con un plugin che mi permette di caricarlo alla bisogna, ma non per motivi "etici" - per quanto mi faccia sorridere il termine, ma per stabilità e velocità di esecuzione della pagina.E lo dico da sviluppatore Flash, figurati...
          • doyoulikeme scrive:
            Re: Gli utenti non sono responsabili,
            Io ho iniziato per motivi pratici, ossia siti pieni zeppi di pubblicità che mi consumavano un sacco di banda (sto ancora con il modem 56 nella mia zona...)
          • advange scrive:
            Re: Gli utenti non sono responsabili,

            non credo,Non è importante quello che tu credi
            dato che di browser alyternativi e free ce ne sono a bizzeffe.Il fatto che ci siano browser alternativi e free non toglie nulla alla mia affermazione: posso pagare 5 milioni di dollari per H.264 e poi rilasciare gratis.
            Questo è FUD.http://www.oneopensource.it/27/01/2010/h264-no-grazie-le-motivazioni-di-mozilla/C'è uno specifico paragrafo con il prezzo

            Inoltre, non mi interessa. Io da utente sono
            interessato a cose che funzionino, e non ho tema
            di pagare per un buon prodotto.Come ho spiegato a MeX il fatto che si paghi o meno è secondario: Safari e Chrome non si pagano, ma Apple e Google hanno pagato per noi. Hanno pagato 5 milioni che sono stati sottratti allo sviluppo: 5 milioni sottratti, indirettamente, a te.
          • LaNberto scrive:
            Re: Gli utenti non sono responsabili,
            ma visto che Safari funziona strabene e mi fornisce un'esperienza sul web esremamente positiva, e chrome prima o poi lo faraà, ne sono felice.Del resto, io pago MacOSX e ci trovo Safari, dov'è il problema?
          • advange scrive:
            Re: Gli utenti non sono responsabili,
            Dove sia il problema te l'ho spiego nell'altro post.Mi aspettavo e continuo ad aspettare da te le scuse per aver definito quello che avevo scritto FUD.Per il resto sei ovviamente libero di fai quello che vuoi.
          • LaNberto scrive:
            Re: Gli utenti non sono responsabili,
            bene così
          • monnalisa monamour scrive:
            Re: Gli utenti non sono responsabili,
            lanbè ... certo che sei proprio un XXXXXca55i XD
          • LaNberto scrive:
            Re: Gli utenti non sono responsabili,
            Può darsi. faccio solo notare che queste fini distinzioni filosofiche non importano all'utente finale. E l'utente finale copre più del 90% dell'utilizzo
          • Sgabbio scrive:
            Re: Gli utenti non sono responsabili,
            free non vuol dire che non ci guadagni...eh ?Poi il tuo ragionamento non mi sembra proprio sensato Oo
          • LaNberto scrive:
            Re: Gli utenti non sono responsabili,
            questa non l'ho capita, dillo in italiano
          • Sgabbio scrive:
            Re: Gli utenti non sono responsabili,
            Che anche se il software e free, non vuol dire che non ci sia il lucro.Tralasciano che tutte le volte che ti viene illustrato perchè il Theorea andrebbe meglio del H.264, rispondi sempre con "Non mi interessa".Dai....seriamente, mi sei sembrato l'utente apple più equilibrato di PI, non mi vorrai dire che stai scendendo ai livello di ruppolo, eh ?
          • LaNberto scrive:
            Re: Gli utenti non sono responsabili,
            non mi interessa il theora perché non vedo alcun interesse a imporre un nuovo standard quando l'H264 è già piazzato molto bene HW e SW, visto che i problemi di royalties non mi tangono e non sono un particolare sostenitore dell'OS se non quando conviene tecnicamente e/o economicamente (cosa che non sempre è vera o fattibile)
          • Sgabbio scrive:
            Re: Gli utenti non sono responsabili,
            Il problema è che l'adozione di quel codec dello standard, con i problemi legali citati, rischierebbe di far fallire il tag video dal suo scopo, ovvero vedere filmati in streming senza pesanti plug in proprietari.Perchè quanti potrebbero sostenere una spesa simile per la sola distribuzione ? Sarebbe il fallimento di uno standard.
    • mak77 scrive:
      Re: Gli utenti non sono responsabili,
      - Scritto da: ruppolo
      caro Maruccia.

      È chi produce materiale che deve essere in
      regola, o chi produce device che usano tale
      codec.anche chi lo distribuisce a fini commerciali, fino al 2015 (pare), ma dopo chiunque dovrà pagare. Il fatto stesso che MPEG LA non dia risposte chiare su cosa succederà dovrebbe allarmare tutti.Mettiamo che nel 2015 ci siano 100 milioni di video online codificati in h.264, e che MPEG LA decida di chiedere una licenza di 1 euro l'uno ad ogni distributore.Tra l'altro secondo alcuni famosi decreti italiani i blog che distribuiscono video sono comparabili a emittenti televisive sul piano giuridico... Figurati in che buco ci stiamo infilando...
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Gli utenti non sono responsabili,
        contenuto non disponibile
        • Marsh scrive:
          Re: Gli utenti non sono responsabili,
          - Scritto da: unaDuraLezione
          Nel 2015 ci saranno risorse hardware tali che
          convertire un video sarà una
          bazzecola.L'importante è che tu ne sia sicuro!Poi se le aziende vorranno implementare o meno la politica da te suggerita questo è tutto un altro paio di maniche :P
  • Xiph scrive:
    Theora
    Theora http://www.theora.orghttp://en.wikipedia.org/wiki/Theorahttp://www.xiph.org/ogghttp://en.wikipedia.org/wiki/Ogghttp://www.xiph.orghttp://en.wikipedia.org/wiki/Xiph.Org_Foundation
    • LaNberto scrive:
      Re: Theora
      Theora, rispetto a H264, è abbastanza inferiore, e non supportato da quasi nessun dispositivo.Al pari di OggVorbis, non interessa a nessuno
      • Mr. X scrive:
        Re: Theora
        - Scritto da: LaNberto
        Theora, rispetto a H264, è abbastanza inferiore,
        e non supportato da quasi nessun
        dispositivo.
        Al pari di OggVorbis, non interessa a nessunoQuindi meglio tenersi un codec con una spada di damocle del genere sulla testa anzichè svilupparne uno veramente royalty free che possa essere usato da tutti? interessante teoria
        • LaNberto scrive:
          Re: Theora
          Tanto la scelta del formato non la fa la free software foundation ma il mercato.Per esempio per l'audio mp3 e aac sono lo standard de facto e le fisime OS del 3% dell'utenza (forse) non possono cambiare questo.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Theora
            Vorrei farti notare che è il w3c che dovrà decidere quale codec adottare per il tag.
          • LaNberto scrive:
            Re: Theora
            sempre che poi gli utenti gli vadano dietro
          • Sgabbio scrive:
            Re: Theora
            Bhe i tempi delle estensioni proprietarie del html è finito, quindi dubito che ignoreranno una cosa preziosa come il tag video del html 5 sopratutto se vogliono liberarsi di pesanti plug in.
          • LaNberto scrive:
            Re: Theora
            questo di sicuro, ma non è una scelta degli utenti, ma una speranza di chi sviluppa (e mi ci metto anche io)
          • Sgabbio scrive:
            Re: Theora
            Quindi ovviamente non saresti contento se devi affidarti ad una tecnologia con troppe incognite legali.Se non scelgono H.246 come codec per il tag, sarà per questo motivo, anche perchè la stessa w3c vuole un codec libero e senza royalty.
          • LaNberto scrive:
            Re: Theora
            Attenzione! Il W3C non può imporre nulla. È il mercato che si regola in autonomia se la cosa fa comodo. Altrimenti IE6 sarebbe perito tra le fiamme il giorno dopo che era uscito.Guarda quanto ci vuole per terminare l'adozione di CSS2...
          • Sgabbio scrive:
            Re: Theora
            - Scritto da: LaNberto
            Attenzione! Il W3C non può imporre nulla. È il
            mercato che si regola in autonomia se la cosa fa
            comodo. Altrimenti IE6 sarebbe perito tra le
            fiamme il giorno dopo che era
            uscito.
            Guarda quanto ci vuole per terminare l'adozione
            di
            CSS2...Eh ? Scusa tralasciando che microsoft ha usato il suo monopolio per devastare i browser concorrenti, usando tag proprietari, mtre altri sviluppavano seguendo gli standard.I CSS2 sono già belli che adottati.... non è che ti confondi con i CSS3 ?
          • LaNberto scrive:
            Re: Theora
            guarda come IE interpreta i css2 e piangi
          • Sgabbio scrive:
            Re: Theora
            Pure 8 ?E' per questo che lo sviluppo di un sito web si è allungato...
      • mak77 scrive:
        Re: Theora
        - Scritto da: LaNberto
        Theora, rispetto a H264, è abbastanza inferiore,Dati? a me pare l'opposto:http://people.xiph.org/~greg/video/ytcompare/comparison.html
        e non supportato da quasi nessun
        dispositivo.questa è una questione interessante, ma credo che se Theora diventasse lo standard i produttori dei suddetti dispositivi virerebbero in pochi giorni.E probabilmente questa è l'unica motivazione valida per sostenere h.264, inferiore in tutto il resto (relativamente alle codifiche web ovviamente, per dispositivi ad alta capacità come i blu-ray è ancora consigliabile).
        • E. Purator scrive:
          Re: Theora
          E come fai a fidarti di un'opinione data da uno sviluppatore di Theora? Un po' come chiedere all'oste se ha il buon vino.Maddai su, Theora fa schifo e questo a causa dello standard che, TECNICAMENTE, è inferiore ad h.264. Prendetene atto e da questo bisogna fare le dovute riflessioni.- Scritto da: mak77
          - Scritto da: LaNberto

          Theora, rispetto a H264, è abbastanza inferiore,

          Dati? a me pare l'opposto:
          http://people.xiph.org/~greg/video/ytcompare/compa
          • Numbers scrive:
            Re: Theora
            Tra l'altro, se guardi, ha comparato i video con un H.263, invece di H.264 (rotfl)
          • LaNberto scrive:
            Re: Theora
            appunto
          • mak77 scrive:
            Re: Theora
            - Scritto da: Numbers
            Tra l'altro, se guardi, ha comparato i video con
            un H.263, invece di H.264
            (rotfl)Solo nel secondo esempio, il primo è h.264 e cmq la qualità di Theora è leggermente superiore. H.263 è usato su youtube per tua informazione, e visto che qui si parla di video per il web, la comparativa è corretta.E' triste notare la cecità delle persone quando si tratta di migliorare il web e renderlo libero, sembra che si preferisca sempre andare verso il peggio.
          • mak77 scrive:
            Re: Theora
            - Scritto da: E. Purator
            E come fai a fidarti di un'opinione data da uno
            sviluppatore di Theora? Un po' come chiedere
            all'oste se ha il buon
            vino.Non se posta una comparativa che chiunque possa riprodurre personalmente. Il vino lo puoi assaggiare no?In fatto è che tu non hai riportato alcun dato effettivo, ne una comparativa che sostenga ciò che dici. fosse anche prodotta dal consorzion MPEG LA, basta che chiunque la possa riprodurre.
      • Xiph scrive:
        Re: Theora

        non interessa a nessuno BALLE Tanto per fare un esempio, Wikipedia (valutato come il 6° sito più visitato al mondo, fonte http://www.alexa.com/topsites) utilizza Theora:http://commons.wikimedia.org/wiki/Commons:File_types
      • Jack Bauer scrive:
        Re: Theora
        - Scritto da: LaNberto
        Theora, rispetto a H264, è abbastanza inferiore,
        e non supportato da quasi nessun
        dispositivo.
        Al pari di OggVorbis, non interessa a nessunoAndiamo con calma; tecnologicamente Theora è inferiore rispetto ad H.264, il quale è inferiore ad un altro formato libero (BBC e Dirac dicono niente), quindi se dovessimo scegliere un formato per il suo livello tecnologico dovremmo senza dubbio munirci tutti di schroedinger (una dell implementazioni di Dirac); valutando qualitativamente i codec tuttavia è theora quello che da i migliori risultati a basso bitrate; nonché il più leggero in termini computazionali, rendendo possibile la fruizione di contenuti a dispositivi poco potenti, anche se privi di un chip dedicato (nessuno si chiede come fa l'iphone a visualizzare h264?).Il supporto a livello hw è una nota dolente, tuttavia Xiph sta svilupando il progetto in VHDL di un chip dedicato per la decodifica; del quale comunque si potrebbe fare a meno sul 90% dei dispositivi; il supporto software è possibile tramite libtheora, manca solo la volontà; e il supporto dei browsers beh Safari e Chrome supportano H.264 mentre Firefox Opera e lo stesso Chrome supportano Theora.Per ciò che concerne Vorbis, esso è tecnicamente e qualitativamente superiore rispetto a mp3; tuttavia l'adozione dello stesso ha ostacolato molti altri formati; basti pensare che aac si sta affermando solo ultimamente e solo perché e il formato ufficiale apple. Tuttavia vorrei far notare che Vorbis è un formato "sommerso", mi spiego, esso è fortemente utilizzato in ambito programmativo e videoludico, infatti esso è il formato elettivo del Unreal Engine nonché della versione 4 del idTech, oltre ad essere stato usato per i primi Guitar Hero e la serie Rock Band.Detto ciò vi sono player che supportano vorbis, sia hardware (iAudio) che software (Xine)
      • doyoulikeme scrive:
        Re: Theora
        Tanto inferiore non direi, comunque è totalmente libero e chiunque può creare contenuti senza doversi preoccupare di infrangere leggi.Con il tuo atteggiamento a quest'ora avremmo solo IE e Windows...
        • LaNberto scrive:
          Re: Theora
          cavolate. Siamo pieni di codec in tutte le salse, basta vedere che razza di roba trovi in rete, compresi wrapper totalmente inutili tipo OGM (posso capire il matroska che ha funzionalità fatte apposta per la pirateria video...).Non mi pare che ci sia scarsità di queste cose.E la "guerra" tra J264 e theora peggiorerà le cose, con Firefox che rimarrà indietro e alla fine adotterà il supporto di H264, perché il DVD HD sono H264, i filmati li trovi in H264, youtube codifica in H264, i cellulari usano H264, gli iPod H264, mi'nonna l'H264.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 febbraio 2010 10.48-----------------------------------------------------------
          • advange scrive:
            Re: Theora
            In realtà tutto dipende dalla decisione di Google, che potrebbe:- supportare H.264- supportare Theora- supportare un nuovo codecLe ultime due ipotesi spiegherebbero l'acquisto di ON2.Economicamente le ultime due richiedono uno sforzo iniziale superiore (anche pere sviluppare l'HW apposito), ma a lungo andare darebbe un indubbio vantaggio a Google.Anche se, in verità, non svantaggerebbe troppo Nokia e Apple (concorrenti di Google nel mercato mobile) dato che Theora è meno avido di risorse rispetto ad H.264.
          • LaNberto scrive:
            Re: Theora
            Googlw già supporta H264 in tutti i sensi, con Chrome e con Youtube
          • advange scrive:
            Re: Theora
            Onde evitare nuova lunga discussione analoga a quella con MeX avuta qualche giorno fa cerco di essere chiaro fin da subito.Quello che dici è verissimo.Quello che dico io è: l'unica possibilità di aver un codec libero è in Google; gli sforzi di Mozilla sono ottimi e hanno tutta la mia stima, ma da soli, anche insieme a tutta la FSF, non bastano.Solo Google può farlo: sul fatto che voglia farlo possiamo fare tutte le dietrologie di questo mondo, ma non credo portino a nulla.Attenendoci ai fatti sappiamo solo che:- Google in Chrome supporta entrambi (H.264 e Theora)- In youtube la sperimentazione è solo su H.264- Google ha acquistato l'azienda che ha dato il via a Theora.Rimarrebbe da considerare anche Nexus One: vado di fretta e non ho tempo di cercare, ma immagino che abbia l'accelerazione in HW per H.264.
    • Teo_ scrive:
      Re: Theora
      - Scritto da: Xiph
      Theora

      http://www.theora.org
      http://en.wikipedia.org/wiki/Theora

      http://www.xiph.org/ogg
      http://en.wikipedia.org/wiki/Ogg

      http://www.xiph.org
      http://en.wikipedia.org/wiki/Xiph.Org_FoundationChi li difende se iniziano a pestare troppo i piedi al consorzio di H.264?Se un giorno venissero scoperti incorporare brevetti altrui, chi pagherebbe? O meglio, chi rimborserebbe chi ha investito su questi codec?
    • E. Purator scrive:
      Re: Theora
      L'implementazione di Theora fa XXXXXX rispetto all'implementazione di h.264 che x264 (codec opensource) rappresenta. Non c'è paragone. E smettiamola di fare i talebani, grazie.- Scritto da: Xiph
      Theora

      http://www.theora.org
      http://en.wikipedia.org/wiki/Theora

      http://www.xiph.org/ogg
      http://en.wikipedia.org/wiki/Ogg

      http://www.xiph.org
      http://en.wikipedia.org/wiki/Xiph.Org_Foundation
      • Jack Bauer scrive:
        Re: Theora
        - Scritto da: E. Purator
        L'implementazione di Theora fa XXXXXX rispetto
        all'implementazione di h.264 che x264 (codec
        opensource) rappresenta. Non c'è paragone. E
        smettiamola di fare i talebani,
        grazie.Hai scritto una castroneria .. anzi forse più di una; quella che tu chiami implementazione si chiama encoder, l'implementazione di un codec si basa infatti su due parti, encoder e decoder, e x264 è unicamente un encoder.Detto ciò vorrei farti notare che Thusnelda, l'ultima implementazione stabile delle specifiche theora (libtheora-1.1) ha reso minimo il distacco prestazionale tra i codec theora e h264
        • Graziano scrive:
          Re: Theora
          E' davvero triste vedere sempre questo corri corri verso l'ultima tecnologia chiusa, brevettata e non libera, per quanto possa essere prestante.Appena qualcuno nomina un programma libero, un formato libero o un sistema operativo libero come GNU/Linux viene subito accusato di essere il solito "estremista".E' triste perche' se oggi queste persone che accusano e criticano stanno usando internet, il web, la mail ecc. possono farlo solo perche' tutte queste tecnologie, formati, protocolli, sono stati sviluppati e rilasciati come standard liberi e aperti.E' bene ricordarselo questo.Ogg Vorbis e Ogg Theora mirano a riportare a uno standard libero e aperto per tutti quella giungla di brevetti che stanno diventando i codec multimediali quindi ben venga.Ogg Vorbis poco supportati? Non mi pare.Un qualsiasi cellulare con symbian li legge grazie al programma libero OggPlay. Il mio cellulare android li legge nativamente SENZA BISOGNO DI INSTALLARE ALCUN PROGRAMMA.Ogg Theora? VLC lo supporta ed e' disponibile per Windows, GNU/Linux, Mac OS, BEOS, BSD...
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Theora
            contenuto non disponibile
          • dariocaruso scrive:
            Re: Theora
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: Graziano


            Appena qualcuno nomina un programma libero, un

            formato libero o un sistema operativo libero
            come

            GNU/Linux viene subito accusato di essere il

            solito

            "estremista".

            Secondo il tuo ragionamento anche Google è contro
            voi samaritani solo perché *evidentemente*
            ritiene H.264 talmente superiore da essere
            disposta a correre rischi per utilizzarlo
            piuttosto che scegliere Theora senza correre
            alcun rischio.

            E alla fin fine questi 'rischi' sono solo di
            natura legale visto che H.264 ha le specifiche di
            pubblico dominio già implementate in lettori e
            codificatori
            open.certo, tanto google può pagare la bolletta, ma il tuo sito che vende arance a 2 euro al pezzo???? deve mettersi a pagare mpeg per 1 video pubblicitario in home page?sefosse per quelli come te mandare un email costerebbe come mandare un sms-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 febbraio 2010 23.24-----------------------------------------------------------
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Theora
            contenuto non disponibile
Chiudi i commenti