Birra per chi recupera un notebook

Sparito un computer con dati finanziari importanti. Promessa una lauta ricompensa (alcolica) a chi lo restituirà

Roma – Un laptop rubato ormai non fa più quasi notizia . Ma quando la ricompensa promessa a chiunque restituirà il maltolto è una fornitura a vita di birra, la storia fa in breve il giro del mondo .

Succede a Wellington, in Nuova Zelanda. La scorsa settimana, nottetempo, qualcuno si è introdotto nella sede della Croucher Brewing , una fabbrica di birra locale, e ha sottratto un computer portatile: “Il laptop contiene molte informazioni sul nostro lavoro, importanti per noi ma di nessun valore per chiunque altro – spiega l’azienda in un comunicato – non è nemmeno un modello recente”.

Per recuperare questi preziosi dati, alla Croucher Brewing hanno pensato bene di prendere il ladro per il fegato la gola: dodici bottiglie di birra di prima scelta al mese, per il resto della sua vita, se restituirà il computer ai suoi legittimi proprietari. Resta da chiedersi cosa ne penserà la polizia . ( L.A. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Alessandrox scrive:
    Per ora BUONE NUOVE
    http://www.unita.it/view.asp?IDcontent=69897
  • webgm scrive:
    Facciamoci sentire.....
    Scusate ma io penso, che in qualsivoglia modo dovremmo farci sentire... A tale scopo la mia domanda è come possiamo fare per farci sentire, come come!!!!.....
  • Loris Batacchi scrive:
    Luca Sofri
    Luca Sofri ( Wittgenstein): «Diffido dagli eccessivi allarmismi di chi vede i blogger in galera, ma queste regole rigide sono una sciocchezza. I reati devono essere puniti ovunque siano commessi, in strada, sui giornali o sui blog. Detto questo, già ora non c'è affatto licenza di diffamazione in rete».Però il padre terrorista e assassino (ops, meglio dire omicida, altrimenti mi denunciano) lo vuole fuori dal carcere e poi fa l'intellettuale di sinistra... che schifo, tutti uguali.
  • vitomacadino scrive:
    Legge editoria
    Questo paese sta andando verso il totalitarismo non di destra non di sinistra ma della CASTA.Questi Bramini non vogliono essere disturbati mentre manovrano hanno fatto una fatica del diavolo per avere il controllo sui giornali e sulle televisioni che adesso vengono questi blogger che dicono alcune verità scomede allora devono fermarli.Non è un problema di diffamazione esiste una legge che tutela il diffamato.Il fatto vero che questo paese non ha ancora capito che cosa è la democrazia e cosa è la libertà di poter esprimere il proprio pensiero.
  • Otacon scrive:
    ...
    levi non si merita neanche le botte...
  • Anonimo scrive:
    messaggio anonimo
    Ma chi ha scritto questo disegno di legge.. hai mai passato più di 5 minuti su internet, per capire come funziona?!
    • Nome e Cognome scrive:
      Re: messaggio anonimo
      Io credo che lo sappiano fin troppo bene come funziona la Rete. Molto più di tanti utenti che la utilizzano. Ed è proprio per questo che la vogliono "imbavagliare": perchè Internet è un mezzo di diffusione delle idee troppo potente ed incontrollabile e questo comporta che la gente conosca la realtà dei fatti. I "grandi capi" hanno tutto l'interesse a tenere nascosti i fatti: permette loro di fare il bello e il cattivo tempo, di nascondere le leggi-vergogna e, in generale, tenere il popolo nell'ignoranza, cosicchè resti buono-buono e non dia troppi problemi alla "casta".
    • ... scrive:
      Re: messaggio anonimo
      Ceeeerto...vuvuvupuntotr(o)ionepuntocomCosaaaa ? Devo pagare per vedere la patatina ?Buuu internet è il male, va chiuso !
  • Nello Gala scrive:
    Non passa, per fortuna!
    Come volevasi dimostrare il R.O.C. non passerà....Leggendo le dichiarazioni dei ns "dipendenti" si capisce che lo cambieranno in una legge contro le truffe ai danni dei fondi sull'editoria....Sento una puxxa di "ritirata", si di cexxo....Che abbiano capito che era na str.....per altro contraria all'art.21 della costituzione!Una volta si rimandava a settembre se non si conosceva l'abc della materia di cui ci si okkupava, oggi li si manda in parlamento.........Ma neanche la costituzione si leggono prima di scrivere un decreto legge?Ps si avvicina il week-end ma un articolo lo si poteva dedicare alle dichiarazioni dell'on. Levi, padre di quest'accozzaglia anti-democratica! FREE INTERNET FOREVER!
  • nordest scrive:
    tor per tutti
    con quello dovremmo leggere i siti internet con questi politici rossi che si preoccupano solo dove va al cesso luxuria
    • Nicc0 scrive:
      Re: tor per tutti
      ma rossi de che? ma rossi dove? te lo dico io che sono rosso davvero: i politici (di qualunque parte) hanno un solo colore: marrone come la merda.
      • Martin Luther scrive:
        Re: tor per tutti
        - Scritto da: Nicc0
        ma rossi de che? ma rossi dove? te lo dico io che
        sono rosso davvero: i politici (di qualunque
        parte) hanno un solo colore: marrone come la
        merda.innegabilmente tutti a destra, a sinistra e nel predominante centro...
        • ... scrive:
          Re: tor per tutti
          Poi ci sono gli estremisti che sono sempre marroni ma tendenti alle salsicce piccanti, mentre gli altri agli spaghetti al nero di seppia.(Corollario del Teorema di Mangi) http://www.cartonionline.com/tv/boing/maggio/What_a_mess_Slup_e_Arale_home.jpg
      • Anonimo scrive:
        Re: tor per tutti
        - Scritto da: Nicc0
        ma rossi de che? ma rossi dove? te lo dico io che
        sono rosso davvero: i politici (di qualunque
        parte) hanno un solo colore: marrone come la
        merda.Innegabilmente, seppur con pochi voti, al governo c'e' la sinistra (i rossi).Non nascondiamo la testa nella sabbia pls.
  • Reddick scrive:
    Non è in pericolo solo internet!
    E l'ha capito anche qualche giornalista:http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=911
  • ... scrive:
    Quanto conta il parere...
    ...di questo magistrato ?Lo chiedo perchè in itaglia è sempre dovuto chiedersi come mai gli ignoranti legiferano mentre chi sa deve stare a cuccia.
  • allanon scrive:
    Meno male...
    ... che a qualcuno è rimasto ancora un briciolo di coraggio per opporsi a questo sistema italiota di intendere internet......speriamo solo che anche questo magistrato non faccia la fine degli altri che hanno "osato" opporsi ai poteri forti italiani :(
Chiudi i commenti