Bitcoin, il mining è un business

Due app per Android beccate a scavare senza autorizzazione. Ma chi vuole fare sul serio ha bisogno di ben più che qualche smartphone. Ma qual è il destino che attende la criptomoneta?

Roma – Il mining è alla base degli algoritmi matematici capaci di generare i Bitcoin, e sviluppatori senza scrupoli non hanno problemi a infilare codice per mining nelle proprie app per cellulare senza avvertire in alcun modo l’utente. Due di queste app “infedeli” sono state recentemente scoperte da Trend Micro sul marketplace di Android, e sono ancora disponibili per il download da parte degli utenti.

Oltre al fatto di nascondere gli algoritmi di mining dietro funzionalità di facciata, la pericolosità delle due app deriva dal loro essere presenti sullo store ufficiale di Google: i download delle app si contano a milioni, mentre il mining “scatta” solo quando il cellulare viene messo sotto carica per massimizzare la velocità di calcolo e minimizzare la possibilità di essere scoperti.

Vista la scarsa potenza di calcolo degli smartphone, gli sviluppatori delle app di mining non potranno naturalmente contare su una gran quantità di Bitcoin alla fine della loro operazione, senza contare dell’abuso della fiducia degli utenti.

Chi invece intende conquistarsi una fetta importante del business di mining Bitcoin è Dave Carlson, imprenditore statunitense che ha deciso di investire in un cluster di chip specializzati (BitFury) e schede Raspberry Pi (con software custom) per arrivare a coprire tra il 7 e il 10 per cento dell’intero mercato di mining.

Carlson – che già possiede 5.000 Bitcoin e che non ha intenzione di liberarsene tanto presto – dovrà però fare i conti con un mercato sempre più incerto, dove la recente decisione delle autorità fiscali statunitensi (i Bitcoin sono una proprietà, non una moneta) si abbatte sul valore sempre altalenante della criptomoneta, e dove un ex-colosso dello scambio BTC come Mt.Gox deve fronteggiare l’accusa di aver mentito sulla reale perdita di Bitcoin e sulle cause che l’avrebbero generata.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ... scrive:
    ma tenersi i cazzi propri in casa?
    tra film porno, giochi piratati, backup, foto, etc etc quanto mai occuperete? 2G? 4G? e teneteveli su un paio di dischi in casa, cazzo!
    • prova123 scrive:
      Re: ma tenersi i cazzi propri in casa?
      Infatti! un HD WD rimovibile autoalimentato da 2TB USB3 costa 95 euro, ne compri 2 e li tieni sincronizzati ... ed i dati li hai SEMPRE disponibili e SOLO per te. Veramente non capisco perchè le persone vogliono martellarsi gli zebedei con la bottiglia di plastica. Bah...
      • bubba scrive:
        Re: ma tenersi i cazzi propri in casa?
        - Scritto da: prova123
        Infatti! un HD WD rimovibile autoalimentato da
        2TB USB3 costa 95 euro, ne compri 2 e li tieni
        sincronizzati ... ed i dati li hai SEMPRE
        disponibili e SOLO per te. Veramente non capisco
        perchè le persone vogliono martellarsi gli
        zebedei con la bottiglia di plastica.
        Bah...con tutto che concordo, pero' una motivazione sensata (a parte la pigrizia) esiste... la bandwidth. E' un ottimo cavallo di troja per continuare a rastrellare roba, e non darci xdsl con 10mbit di u/l :P
    • panda rossa scrive:
      Re: ma tenersi i cazzi propri in casa?
      - Scritto da: ...
      tra film porno, giochi piratati, backup, foto,
      etc etc quanto mai occuperete? 2G? 4G?Un paio di tera.
      e
      teneteveli su un paio di dischi in casa,
      cazzo!Esatto.E raccomando pure di acquistare i dischi all'estero.Si spende magari qualcosina in piu' in spedizione, ma la soddisfazione di non contribuire minimamente all'equo compenso non ha prezzo.
      • Allibito scrive:
        Re: ma tenersi i cazzi propri in casa?
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: ...

        tra film porno, giochi piratati, backup,
        foto,

        etc etc quanto mai occuperete? 2G? 4G?

        Un paio di tera.


        e

        teneteveli su un paio di dischi in casa,

        cazzo!

        Esatto.
        E raccomando pure di acquistare i dischi
        all'estero.
        Si spende magari qualcosina in piu' in
        spedizione, ma la soddisfazione di non
        contribuire minimamente all'equo compenso non ha
        prezzo.Alla faccia del patriottismo...
        • cicciobello scrive:
          Re: ma tenersi i cazzi propri in casa?

          Alla faccia del patriottismo...Così andranno all'estero meno soldi (se compri il dvd originale di un film americano, una buona parte dei soldi finiscono oltre oceano)
        • panda rossa scrive:
          Re: ma tenersi i cazzi propri in casa?
          - Scritto da: Allibito
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: ...


          tra film porno, giochi piratati, backup,

          foto,


          etc etc quanto mai occuperete? 2G? 4G?



          Un paio di tera.




          e


          teneteveli su un paio di dischi in casa,


          cazzo!



          Esatto.

          E raccomando pure di acquistare i dischi

          all'estero.

          Si spende magari qualcosina in piu' in

          spedizione, ma la soddisfazione di non

          contribuire minimamente all'equo compenso non ha

          prezzo.
          Alla faccia del patriottismo...Ti rode?Lieto di saperlo: la mia soddisfazione aumenta.
  • ironista scrive:
    Molte soluzioni, tanti utonti
    Se non si potesse spulciare tra i file privati delle persone di sicuro non sarebbe nata la tendenza che c'è oggi del cloud storage. Sanno tutto di noi e la cosa che più sconcerta è il fatto che proprio gli utenti hanno dato le chiavi in mano a queste compagnie.L'invito che faccio è quello di utilizzare pesantemente la crittografia e di limitare, per quanto possibile, la divulgazione in rete dei nostri dati personali.Per il cloud storage la soluzione migliore sembra essere quella proposta da Kim, con il suo MEGA. Interessante anche BitTorrent Sync, che è sì concettualmente differente, essendo peer-to-peer, ma volendo è possibile configurare in maniera molto semplice una macchina come server ed avere il vostro Dropbox fatto in casa.Se poi siete dei paranoici maniacali potreste addirittura utilizzare un livello aggiuntivo di crittografia grazie a TrueCrypt!Le soluzioni ci sono, sta a noi non farci fregare!
    • prova123 scrive:
      Re: Molte soluzioni, tanti utonti
      La soluzione migliore è Trucrypt su HD removilbili locali ... il cloud è inutile e antidiluviano.
      • krane scrive:
        Re: Molte soluzioni, tanti utonti
        - Scritto da: prova123
        La soluzione migliore è Trucrypt su HD
        removilbili locali ... il cloud è inutile e
        antidiluviano.Il problema e' che la banda in italia e' piu' antidiluviana ancora, siam rimasti ai tempi in cui c'erano i modem gialli con i morsetti per collegare i fili...
    • Allibito scrive:
      Re: Molte soluzioni, tanti utonti
      - Scritto da: ironista
      Se non si potesse spulciare tra i file privati
      delle persone di sicuro non sarebbe nata la
      tendenza che c'è oggi del cloud storage. Sanno
      tutto di noi e la cosa che più sconcerta è il
      fatto che proprio gli utenti hanno dato le chiavi
      in mano a queste
      compagnie.

      L'invito che faccio è quello di utilizzare
      pesantemente la crittografia e di limitare, per
      quanto possibile, la divulgazione in rete dei
      nostri dati
      personali.

      Per il cloud storage la soluzione migliore sembra
      essere quella proposta da Kim, con il suo MEGA.
      Interessante anche BitTorrent Sync, che è sì
      concettualmente differente, essendo peer-to-peer,
      ma volendo è possibile configurare in maniera
      molto semplice una macchina come server ed avere
      il vostro Dropbox fatto in
      casa.

      Se poi siete dei paranoici maniacali potreste
      addirittura utilizzare un livello aggiuntivo di
      crittografia grazie a
      TrueCrypt!

      Le soluzioni ci sono, sta a noi non farci fregare!Tipico atteggiamento di chi sostiene di essere nel giusto. :-)
      • krane scrive:
        Re: Molte soluzioni, tanti utonti
        - Scritto da: Allibito
        - Scritto da: ironista

        Se non si potesse spulciare tra i file privati

        delle persone di sicuro non sarebbe nata la

        tendenza che c'è oggi del cloud storage. Sanno

        tutto di noi e la cosa che più sconcerta è il

        fatto che proprio gli utenti hanno dato le
        chiavi

        in mano a queste

        compagnie.



        L'invito che faccio è quello di utilizzare

        pesantemente la crittografia e di limitare, per

        quanto possibile, la divulgazione in rete dei

        nostri dati

        personali.



        Per il cloud storage la soluzione migliore
        sembra

        essere quella proposta da Kim, con il suo MEGA.

        Interessante anche BitTorrent Sync, che è sì

        concettualmente differente, essendo
        peer-to-peer,

        ma volendo è possibile configurare in maniera

        molto semplice una macchina come server ed avere

        il vostro Dropbox fatto in

        casa.



        Se poi siete dei paranoici maniacali potreste

        addirittura utilizzare un livello aggiuntivo di

        crittografia grazie a

        TrueCrypt!



        Le soluzioni ci sono, sta a noi non farci
        fregare!

        Tipico atteggiamento di chi sostiene di essere
        nel giusto.
        :-)Si, infatti lo e'.
      • ironista scrive:
        Re: Molte soluzioni, tanti utonti
        - Scritto da: Allibito
        - Scritto da: ironista

        Se non si potesse spulciare tra i file privati

        delle persone di sicuro non sarebbe nata la

        tendenza che c'è oggi del cloud storage. Sanno

        tutto di noi e la cosa che più sconcerta è il

        fatto che proprio gli utenti hanno dato le
        chiavi

        in mano a queste

        compagnie.



        L'invito che faccio è quello di utilizzare

        pesantemente la crittografia e di limitare, per

        quanto possibile, la divulgazione in rete dei

        nostri dati

        personali.



        Per il cloud storage la soluzione migliore
        sembra

        essere quella proposta da Kim, con il suo MEGA.

        Interessante anche BitTorrent Sync, che è sì

        concettualmente differente, essendo
        peer-to-peer,

        ma volendo è possibile configurare in maniera

        molto semplice una macchina come server ed avere

        il vostro Dropbox fatto in

        casa.



        Se poi siete dei paranoici maniacali potreste

        addirittura utilizzare un livello aggiuntivo di

        crittografia grazie a

        TrueCrypt!



        Le soluzioni ci sono, sta a noi non farci
        fregare!

        Tipico atteggiamento di chi sostiene di essere
        nel giusto.
        :-)Ovvero?
  • TADsince1995 scrive:
    Sto provando Copy
    https://www.copy.com/home/Pare sia criptato AES-256...
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Sto provando Copy
      contenuto non disponibile
      • krane scrive:
        Re: Sto provando Copy
        - Scritto da: unaDuraLezione
        - Scritto da: TADsince1995

        https://www.copy.com/home/



        Pare sia criptato AES-256...

        c'è anche wuala, fatto dai tizi della Lacie
        (magari coi dischi di scarto, lol) che ha
        grossomodo le stesse
        caratteristicheGrazie a tutti e due, una di ste sere mi sa che mi metto a fare un bel confronto.
        • bubba scrive:
          Re: Sto provando Copy
          - Scritto da: krane
          - Scritto da: unaDuraLezione

          - Scritto da: TADsince1995


          https://www.copy.com/home/





          Pare sia criptato AES-256...



          c'è anche wuala, fatto dai tizi della Lacie

          (magari coi dischi di scarto, lol) che ha

          grossomodo le stesse

          caratteristiche

          Grazie a tutti e due, una di ste sere mi sa che
          mi metto a fare un bel
          confronto.ovviamente tutti hanno il "solito problema" :# you must not, and must not attempt to, use the services to do any of the following things. - copy or upload files or information unless you have a legal right to the files or information - We will respond to any notice of alleged copyright infringement if they comply with the law and are properly reported to us through our DMCA process (https://www.copy.com/about/dmca). We reserve the right to delete or disable content alleged to infringe
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Sto provando Copy
            contenuto non disponibile
          • bubba scrive:
            Re: Sto provando Copy
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: bubba


            ovviamente tutti hanno il "solito problema" :


            sì, ma sono obbligati dal DMCA pena la chisura
            del servizio, non troverai mai un host che non
            risponde alla richieste
            DMCA.qualcuno dovrebbe visto che e' una normativa AMERICANA... ma cmq :
            Fatto sta che con la crittografia non possono
            censurare un documento preventivamente (se lo
            stesso documento viene caricato da mille utenti
            diversi, ogni copia sarà differente ed
            irriconoscibile) nè farsi gli affari
            nostri.se non lo riconoscono come infringing e' ovvio che... Ironizzavo? sul fatto che e' lo stesso problema che si e' posto col Dropbox. Il tuo "disco remoto" non e' davvero tuo... xche io, col MIO "disco remoto" non rispondo di hash,contentid e dmca. Ovvio che con la crypto puoi sempre piantare le grane della plausible deniability e palle varie (e' da quello che nasce Mega)... ma sai come sono gli azzeccagarbugli... se si trovano in giro un link che dice <a href="https://discofigo.com/<HASH
            "
            Spiderman_2.avi </a
            loro si mettono ad abbaiare...
      • cicciobello scrive:
        Re: Sto provando Copy

        c'è anche wuala, fatto dai tizi della Lacie
        (magari coi dischi di scarto, lol) Sei così poco informato? Li fanno così:[img]http://imgs.xkcd.com/comics/the_cloud.png [/img]
    • gerry scrive:
      Re: Sto provando Copy
      - Scritto da: TADsince1995
      https://www.copy.com/home/

      Pare sia criptato AES-256...Io sto usando Seafile su un virtual server che gestisco io, mi trovo molto bene: http://seafile.com/en/home/
  • Sand into the machine scrive:
    Abbandonare la nave...
    Sono stato uno dei primi utentu dropbox ma,viste tutte le vacc@te fatte negli ultimi tempi sto seriamente pensando di abbandonarlo.Sto valutando questo http://www.bittorrent.com/syncCosa ne pensate?
  • sisko212 scrive:
    E usare Mega ?
    No ?...Ok dropbox è più comodo, ma Mega mi è più simpatico... e sopratutto non si permette di scansionare i miei files !
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: E usare Mega ?
      contenuto non disponibile
      • tucumcari scrive:
        Re: E usare Mega ?
        - Scritto da: unaDuraLezione
        - Scritto da: sisko212

        e sopratutto non si <b
        può
        </b
        permette <b
        re </b

        di

        scansionare i miei files

        !

        fixed.Se vuoi che il fix sia vero non usare dropbox! ;)
    • Allibito scrive:
      Re: E usare Mega ?
      - Scritto da: sisko212
      No ?...
      Ok dropbox è più comodo, ma Mega mi è più
      simpatico... e sopratutto non si permette di
      scansionare i miei files
      !Tuoi file? Spiegami meglio, tu metti il film di un altro che ti sei procurato in maniera illegittima e ti indigni se qualcuno lo scova?
      • cicciobello scrive:
        Re: E usare Mega ?

        Tuoi file? Spiegami meglio, tu metti il film di
        un altro che ti sei procurato in maniera
        illegittimaCome fai a dire "in maniera illegittima"? Se mette il rip di un dvd comprato, il dvd è SUO, e se lo è procurato in maniera legittima (l'ha comprato... magari da te)
        • krane scrive:
          Re: E usare Mega ?
          - Scritto da: cicciobello

          Tuoi file? Spiegami meglio, tu metti

          il film di un altro che ti sei procurato

          in maniera illegittima
          Come fai a dire "in maniera illegittima" ?
          Se mette il rip di un dvd comprato, il dvd
          è SUO, e se lo è procurato in maniera
          legittima (l'ha comprato... magari da te)Prima o poi a furia di fare queste accuse si becchera' una denuncia.
          • panda rossa scrive:
            Re: E usare Mega ?
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: cicciobello


            Tuoi file? Spiegami meglio, tu metti


            il film di un altro che ti sei
            procurato



            in maniera illegittima


            Come fai a dire "in maniera illegittima" ?

            Se mette il rip di un dvd comprato, il dvd

            è SUO, e se lo è procurato in maniera

            legittima (l'ha comprato... magari da te)

            Prima o poi a furia di fare queste accuse si
            becchera' una
            denuncia.Purtroppo lo salva l'infermita' mentale.
      • krane scrive:
        Re: E usare Mega ?
        - Scritto da: Allibito
        - Scritto da: sisko212

        No ?...

        Ok dropbox è più comodo, ma Mega mi è più

        simpatico... e sopratutto non si permette di

        scansionare i miei files !
        Tuoi file? Spiegami meglio, tu metti il film di
        un altro che ti sei procurato in maniera
        illegittima e ti indigni se qualcuno lo
        scova?Questa e diffamazione...
  • bubba scrive:
    un chiodo in piu' sulla bara
    un chiodo in piu' sulla bara del cloud come "disco personale remoto".Pur col blablering giustificativo di Dropbox, rimane il fatto che se fosse un harddisk (NAS whatever) IN CASA TUA, non ci sarebbe alcun ContentID da verificare, nessun warn triggered sulle necessita' degli azzeccagarbugli di hollywood...
    • prova123 scrive:
      Re: un chiodo in piu' sulla bara
      che ci puoi fare ... la gente è cogliona ... parla del cloud e si bea ... da beota!!
  • krane scrive:
    Plughin per criptare ?
    Nessuno li usa ? Avevo letto che esistono.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Plughin per criptare ?
      contenuto non disponibile
      • TADsince1995 scrive:
        Re: Plughin per criptare ?
        - Scritto da: unaDuraLezione
        - Scritto da: krane

        Nessuno li usa ? Avevo letto che esistono.

        Io usai boxcryptor
        https://www.boxcryptor.com/Bello, peccato che c'è per tutto tranne che per Linux. =
        Abort.
        • krane scrive:
          Re: Plughin per criptare ?
          - Scritto da: TADsince1995
          - Scritto da: unaDuraLezione

          - Scritto da: krane


          Nessuno li usa ? Avevo letto

          che esistono.

          Io usai boxcryptor

          https://www.boxcryptor.com/
          Bello, peccato che c'è per tutto tranne che per
          Linux. =

          Abort.Azzz... Bocciato !
        • ospite scrive:
          Re: Plughin per criptare ?
          - Scritto da: TADsince1995
          - Scritto da: unaDuraLezione

          - Scritto da: krane


          Nessuno li usa ? Avevo letto che
          esistono.



          Io usai boxcryptor

          https://www.boxcryptor.com/

          Bello, peccato che c'è per tutto tranne che per
          Linux. =

          Abort.Con Linux puoi usare encfs, facile ed immediato.
          • krane scrive:
            Re: Plughin per criptare ?
            - Scritto da: ospite
            - Scritto da: TADsince1995

            - Scritto da: unaDuraLezione


            - Scritto da: krane



            Nessuno li usa ? Avevo letto



            che esistono.


            Io usai boxcryptor


            https://www.boxcryptor.com/

            Bello, peccato che c'è per tutto tranne che per

            Linux. =


            Abort.
            Con Linux puoi usare encfs, facile ed immediato.Grazie, mi informero'.Il mio problema e' che uso dropbox in condivisione su macchine sia linux che windows.
          • Skywalker scrive:
            Re: Plughin per criptare ?
            Boxcrypor Classic è compatibile con EncFs.https://boxcryptor.desk.com/customer/portal/articles/573769-is-boxcryptor-available-for-linux-
          • krane scrive:
            Re: Plughin per criptare ?
            - Scritto da: Skywalker
            Boxcrypor Classic è compatibile con EncFs.
            https://boxcryptor.desk.com/customer/portal/articlGrazie, appena riesco esamino.
          • Uno scrive:
            Re: Plughin per criptare ?
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: ospite

            - Scritto da: TADsince1995


            - Scritto da: unaDuraLezione



            - Scritto da: krane




            Nessuno li usa ? Avevo letto




            che esistono.




            Io usai boxcryptor



            https://www.boxcryptor.com/



            Bello, peccato che c'è per tutto tranne
            che
            per


            Linux. =



            Abort.


            Con Linux puoi usare encfs, facile ed
            immediato.

            Grazie, mi informero'.
            Il mio problema e' che uso dropbox in
            condivisione su macchine sia linux che
            windows.EncFS anche su win e si risolvehttp://members.ferrara.linux.it/freddy77/encfs.html
  • Albedo 0,9 scrive:
    file hash
    "poiché il blocco dei link avviene solo nel caso in cui l'hash del file condiviso corrisponda a una risorsa già censurata in precedenza dietro apposita richiesta di takedown"O_oQuanti hash esistono per un'immagine, indipendentemente dalla risoluzione, qualità e codifica di salvataggio?
    • panda rossa scrive:
      Re: file hash
      - Scritto da: Albedo 0,9
      "poiché il blocco dei link avviene solo nel caso
      in cui l'hash del file condiviso corrisponda a
      una risorsa già censurata in precedenza dietro
      apposita richiesta di
      takedown"

      O_o
      Quanti hash esistono per un'immagine,
      indipendentemente dalla risoluzione, qualità e
      codifica di
      salvataggio?Temo che 7000 caratteri siano insufficienti a scriverne il numero.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: file hash
      contenuto non disponibile
      • Albedo 0,9 scrive:
        Re: file hash
        - Scritto da: unaDuraLezione
        - Scritto da: Albedo 0,9


        O_o

        Quanti hash esistono per un'immagine,

        indipendentemente dalla risoluzione, qualità
        e

        codifica di

        salvataggio?

        cambiando il risultato binario abbastanza volte
        sono esattamente 2^(lunghezza della codifica
        hash)Appunto... che senso ha (come da articolo) un controllo di quel tipo, se basta che aggiungo un byte al file video per ottenere un hash nuovo di pacca?
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: file hash
          contenuto non disponibile
          • Albedo 0,9 scrive:
            Re: file hash
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: Albedo 0,9


            Appunto... che senso ha (come da articolo) un

            controllo di quel tipo, se basta che
            aggiungo
            un

            byte al file video per ottenere un hash
            nuovo
            di

            pacca?

            il senso è 'facciamo quello che possiamo come
            prevede il
            DMCA'C'è anche l'interpretazione opposta: vi teniamo tranquilli con una giustificazione di comodo.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: file hash
            Meno male che non ho mai speso un soldo per Dropbox.
        • ospite scrive:
          Re: file hash
          - Scritto da: Albedo 0,9
          - Scritto da: unaDuraLezione

          - Scritto da: Albedo 0,9




          O_o


          Quanti hash esistono per un'immagine,


          indipendentemente dalla risoluzione,
          qualità

          e


          codifica di


          salvataggio?



          cambiando il risultato binario abbastanza
          volte

          sono esattamente 2^(lunghezza della codifica

          hash)

          Appunto... che senso ha (come da articolo) un
          controllo di quel tipo, se basta che aggiungo un
          byte al file video per ottenere un hash nuovo di
          pacca?Il senso è che loro sono obbligati a fare qualcosa e l'hash è il metodo più semplice ed economico per farlo. L'hash si crea velocemente (si può creare mentre si fa l'upload), è piccolo (quindi non occupa costosi terabyte di spazio) e non ha implicazioni sulla privacy.Una verifica più efficace tipo content-id di Youtube o simili implica l'analisi dettagliata del file con evidenti conseguenze sulla privacy (anche se automatizzate).
Chiudi i commenti