BlackBerry, dispositivi in mano cinese

Affidando in outsourcing la progettazione, la produzione e la vendita dei prodotti con il proprio marchio, la storica azienda canadese potrà concentrarsi sul più redditizio comparto del software dedicato alla sicurezza e dei servizi

Roma – BlackBerry definisce l’accordo come capace di imprimere un'”accelerazione alla transizione che la trasformerà in una azienda dedicata al software per la sicurezza e ai servizi”, di fatto è il segno il marchio che ha scritto la storia della telefonia mobile sopravviverà solo in quanto marchio . L’azienda canadese ha affidato alla cinese TCL “il design, la produzione, la vendita e il supporto per i dispositivi mobile a marchio BlackBerry”.

L’annuncio del cambio di strategia per BlackBerry era stato diramato alla fine di settembre: per l’azienda canadese, un ripensamento del proprio posizionamento si era mostrato indispensabile alla luce della parabola discendente dei risultati ottenuti in una divisione, quella hardware, che prevede investimenti di risorse cospicui. La scelta di affidarla in outsourcing si è delineata con progressiva chiarezza nel periodo di reggenza Chen, responsabile di aver accordato fiducia ad Android e di aver deciso della dolorosa dismissione del modello Classic, filo diretto di BlackBerry con il passato.

BlackBerry aveva peraltro già gettato le basi per dare un futuro al proprio marchio con l’outsourcing e proprio con il produttore cinese TCL, già avvezzo alle collaborazioni con le aziende occidentali e detentore della quarta posizione per vendite sul mercato nordamericano, ha realizzato DTEK50 e DTEK60, dispositivi già presenti nella linea di produzione di TLC personalizzati con il brand e i software dell’azienda canadese . BlackBerry continuerà ad operare in questo solco: l’accordo di licenza a lungo termine prevede che la canadese “dia in licenza a TCL Communication il proprio software dedicato alla sicurezza e il proprio pacchetto di servizi, così come gli asset relativi al brand”, e “continuerà a mantenere il controllo e a sviluppare le proprie soluzioni di sicurezza e il proprio software” montati sui prodotti hardware distribuiti dall’azienda cinese.

L’accordo stipulato con TCL sarà esclusivo e globale , con delle significative eccezioni : l’accordo non copre India, Indonesia, Sri Lanka, Bangladesh e Nepal, fra i mercati più promettenti per BlackBerry, oltre che fertile terreno di conquista di nuovi bacini di utenza. Su questi mercati, in particolare in India e Indonesia, l’azienda canadese si sarebbe già mossa per negoziare ulteriori partnership.

Per il momento non è dato conoscere la tempistica della concretizzazione dell’accordo con TCL né è dato sapere se le indiscrezioni che circolano da tempo sui prossimi smartphone troveranno uno sbocco in prodotti finiti. BlackBerry riferisce che “maggiori informazioni sulla roadmap dei prodotti e sulla disponibilità dei dispositivi saranno rilasciate nel prossimi mesi”.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Shiba scrive:
    Non capisco. La notizia quale sarebbe?
    (Atto II)Bug che vengono corretti con tempestività fulminea. A qualcuno fa strano?
    • rico scrive:
      Re: Non capisco. La notizia quale sarebbe?
      Si, fa strano a chi non ha mai installato Linux, e aspetta con trepidazione gli aggiornamenti mensili di mamma Apple o papà Microsoft. Che arrivano sempre al momento sbagliato.
      • iRoby scrive:
        Re: Non capisco. La notizia quale sarebbe?
        Nooo tutti i fan Apple dicono ce se non c'è un'azienda solida dietro, come è la loro Apple, non puoi avere qualità e supporto nel tempo...Sfido i Mac e MacOSX a supportare tutto l'hardware che supporta Linux.
        • 10713 scrive:
          Re: Non capisco. La notizia quale sarebbe?
          - Scritto da: iRoby
          Nooo tutti i fan Apple dicono ce se non c'è
          un'azienda solida dietro, come è la loro Apple,
          non puoi avere qualità e supporto nel
          tempo...

          Sfido i Mac e MacOSX a supportare tutto
          l'hardware che supporta
          Linux.E quale sarebbe tutto questo hardware?
          • Elrond scrive:
            Re: Non capisco. La notizia quale sarebbe?
            - Scritto da: 10713
            - Scritto da: iRoby

            Nooo tutti i fan Apple dicono ce se non c'è

            un'azienda solida dietro, come è la loro
            Apple,

            non puoi avere qualità e supporto nel

            tempo...



            Sfido i Mac e MacOSX a supportare tutto

            l'hardware che supporta

            Linux.

            E quale sarebbe tutto questo hardware?Quasi nulla, visto che lo installi su sistemi embedded e su supercomputer, passando per router, pc, server, telefoni... Ci sono n-mila driver di periferiche di ogni genere direttamente nel kernel...Ma perchè vi piace fare la figura degli stupidi?
          • 10713 scrive:
            Re: Non capisco. La notizia quale sarebbe?
            - Scritto da: Elrond
            - Scritto da: 10713

            - Scritto da: iRoby


            Nooo tutti i fan Apple dicono ce se non
            c'è


            un'azienda solida dietro, come è la loro

            Apple,


            non puoi avere qualità e supporto nel


            tempo...





            Sfido i Mac e MacOSX a supportare tutto


            l'hardware che supporta


            Linux.



            E quale sarebbe tutto questo hardware?

            Quasi nulla, visto che lo installi su sistemi
            embedded e su supercomputer, passando per router,
            pc, server, telefoni... Ci sono n-mila driver di
            periferiche di ogni genere direttamente nel
            kernel...

            Ma perchè vi piace fare la figura degli stupidi?La figura l'hai fatta tu dato che non hai proprio capito la domanda. (rotfl)
    • finetto scrive:
      Re: Non capisco. La notizia quale sarebbe?
      - Scritto da: Shiba
      (Atto II)

      Bug che vengono corretti con tempestività
      fulminea. A qualcuno fa
      strano?Falso, l'exploit pubblico funzionante, tramite semplice navigazione internet con chrome, è stato pubblicato a metà novembre, è passato circa 1 mese da quanto è stata rilasciata questa patch, quindi la stessa tempistica di Microsoft in caso di 0-day exploit
      • vecchiaccio scrive:
        Re: Non capisco. La notizia quale sarebbe?
        Mi era sfuggito: puoi indicarmelo per favore?Grazie.
      • panda rossa scrive:
        Re: Non capisco. La notizia quale sarebbe?
        - Scritto da: finetto
        - Scritto da: Shiba

        (Atto II)



        Bug che vengono corretti con tempestività

        fulminea. A qualcuno fa

        strano?

        Falso, l'exploit pubblico funzionante, tramite
        semplice navigazione internet con chrome, è stato
        pubblicato a metà novembre, è passato circa 1
        mese da quanto è stata rilasciata questa patch,
        quindi la stessa tempistica di Microsoft in caso
        di 0-day
        exploitPerche' tra PI che dice che il bug e' risolto e un anonimo troll winaro che afferma il contrario, la gente dovrebbe dar credito all'anonimo troll winaro?
  • ... scrive:
    ops
    Ma non era invulnerabile? E la patch tanto decantate sono disponibili per sole due distro e le altre? Questa è soprattutto un'ennesima conferma che non esiste sistema sicuro e più un sistema inizia a diffondersi più diventa interessante scoprire i buchi, che esistono e tanti e cosa più che certa non sono stati ancora tutti scoperti
    • Alvaro Vitali scrive:
      Re: ops
      Più che frasi fatte le tue sono frasi a caso.Una rassegna di banalità tipiche di chi conosce Linux attraverso luoghi comuni e stereotipi vari.Nessun sistema è invulnerabile, ma almeno i sistemi open source vengono continuamente scansionati dalla comunità di sviluppatori alla ricerca di eventuali falle. Praticamente ogni giorno arrivano delle patch.Inoltre, per la miliardesima volta, Linux è un kernel, mentre qui si sta parlando di applicazioni con dei bug.
      • ... scrive:
        Re: ops
        - Scritto da: Alvaro Vitali
        Inoltre, per la miliardesima volta, Linux è un
        kernel, mentre qui si sta parlando di
        applicazioni con dei bug.Vero, LINUX è ... nulla perché serve solo da supporto alle applicazioni. Ma va beh, tu hai sempre ragione, tranquillo che fra poco raglierà anche panda
        • ma guarda che roba scrive:
          Re: ops
          - Scritto da: ...
          - Scritto da: Alvaro Vitali

          Inoltre, per la miliardesima volta, Linux è
          un

          kernel, mentre qui si sta parlando di

          applicazioni con dei bug.
          Vero, LINUX è ... nulla perché serve solo da
          supporto alle applicazioni.Scimunito un bug in kernel space rende potenzialmente vulnerabile un gran numero di distro, gstreamer impacchettata a cazzo da canonical e RH fotte canocical e RH. RINCOGLIONITO!
          Ma va beh, tu hai
          sempre ragione,Comincia tu a dare l' esempio: smettila di scrivere cazzate.
          tranquillo che fra poco raglierà
          anche
          panda
      • iRoby scrive:
        Re: ops
        Meno male che è finito il mantra di Linux=Comunismo.
        • ... scrive:
          Re: ops
          - Scritto da: iRoby
          Meno male che è finito il mantra di
          Linux=Comunismo.stanno preparando linux=pedofili e linux=spacciatori di droga
      • Akiro scrive:
        Re: ops
        Non ragioniam di lor, ma guarda e passa:D
    • e beh certo scrive:
      Re: ops
      - Scritto da: ...
      Ma non era invulnerabile?Chi?
      E la patch tanto
      decantate sono disponibili per sole due distro e
      le altre?Perchè quelle sono vulnerabili, sulle altre QUEL player, QUELLA libreria, QUEL browser, semplicemente non ci sono. Amen. Come al solito le peggiori sono sempre le distro commerciali.
      Questa è soprattutto un'ennesima
      conferma che non esiste sistema sicuroNon servono conferme.
      e più un
      sistema inizia a diffondersi più diventa
      interessante scoprire i buchi,Nah, più un sistema abbraccia l' approccio Sura Maria e più si installa di default monnezza che aumenta la superficie di attacco. Stiamo parlando di fedora, la distro spazzatura di RH e di ubuntu la distro dei bimbiminchia "voglio tutto facile facile".
      che esistono e
      tanti e cosa più che certa non sono stati ancora
      tutti
      scopertiSul tuo accrocco sono noti e M$ se ne sbatte.
      • vecchiaccio scrive:
        Re: ops
        Quindi fammi capire: anche se ho 3 LPIC differenti deve piacermi bestemmiare come un orso ad installare il PC di casa?Credo che a volte si passi più da bimbiminkia a criticare Ubuntu che ad usarlo. Questo è uno dei casi.
        • ... scrive:
          Re: ops
          Prendila così: gli unici bimbiminchia ad averla presa in qulo sono gli utumbari e i fedoriani.
          • vecchiaccio scrive:
            Re: ops
            Io la prendo così: fate informatica da quindici giorni ed andate allo stadio.Vero?
          • panda rossa scrive:
            Re: ops
            - Scritto da: vecchiaccio
            Io la prendo così: fate informatica da quindici
            giorni ed andate allo
            stadio.
            Vero?Quello che hai scritto sara' vero tra un paio di settimane (forse).
          • ... scrive:
            Re: ops
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: vecchiaccio

            Io la prendo così: fate informatica da
            quindici

            giorni ed andate allo

            stadio.

            Vero?

            Quello che hai scritto sara' vero tra un paio di
            settimane
            (forse).Per te non lo sarà mai COGLIONE di un ubuntista culorotto di merda.
          • panda rossa scrive:
            Re: ops
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: vecchiaccio


            Io la prendo così: fate informatica da

            quindici


            giorni ed andate allo


            stadio.


            Vero?



            Quello che hai scritto sara' vero tra un paio di

            settimane

            (forse).

            Per te non lo sarà mai COGLIONE di un ubuntista
            culorotto di
            merda.C'e' una certa contraddizione nella tua terminologia: prima mi dai dell'ubuntista, e poi dell'applefan.
          • Akiro scrive:
            Re: ops
            "quindici" ROTFL(linux)
      • 10713 scrive:
        Re: ops
        - Scritto da: e beh certo
        Nah, più un sistema abbraccia l' approccio Sura
        Maria e più si installa di default monnezza che
        aumenta la superficie di attacco. Stiamo parlando
        di fedora, la distro spazzatura di RH e di ubuntu
        la distro dei bimbiminchia "voglio tutto facile
        facile".Ah, quelli che si occupano d'altro col computer sarebbero dei bimbiminchia?E da dove verrebbe questa vanagloria?
        • ... scrive:
          Re: ops
          Se non ci capisci un cazzo occupati di altro senza passare per il computer.
          • 10713 scrive:
            Re: ops
            - Scritto da: ...
            Se non ci capisci un cazzo occupati di altro
            senza passare per il
            computer.Una cosa l'ho capita: chi sono gli imbecilli.
    • vecchiaccio scrive:
      Re: ops
      Ma non eri intelligente? E la furbizia tanto decantata non è disponibile nemmeno per te, figuriamoci per gli altri poveracci? Questa è soprattutto un'ennesima conferma che non esiste una persona intelligente su PI (salvo quelli che sanno di cosa stanno parlando) e più un cretino inizia a postare più diventa interessante scoprire i suoi buchi mentali, che esistono e tanti e cosa più che certa non sono stati ancora tutti elencati.
Chiudi i commenti