BlackBerry, ritorno in musica?

Indiscrezioni parlano di una nuova iniziativa musicale a opera di RIM, che si preparerebbe a rilanciare il servizio di messaggistica BBM in chiave social. Prezzo modico: 5 dollari al mese

Roma – Costretta a fare i conti con una situazione economica non esattamente all’altezza della sua reputazione, la canadese Research In Motion sarebbe quasi pronta a lanciare un servizio “innovativo” a tema musicale – idealmente capace di integrarsi con il premiato network di messaggistica BlackBerry Messenger (BBM) e tutto all’insegna del social networking.

Atteso al debutto in stato di beta nel corso delle prossime settimane, il servizio musicale di RIM potrebbe al momento contare sull’accordo già siglato con una delle “Big Four” del mercato musicale statunitense – EMI, Warner Music, Universal Music, Sony-BMG.

Le solite fonti anonime ben informate descrivono colloqui fitti tra l’industria della musica e la società produttrice di BlackBerry , con il raggiungimento quasi prossimo di un’intesa con almeno altre due delle major USA. Se Spotify ha impiegato anni per ottenere il beneplacito dell’industria, RIM sarebbe riuscita a raggiungere lo stesso risultato in un tempo decisamente più breve.

Il confronto con Spotify è decisamente appropriato, visto che anche per il servizio musicale di RIM si parla di “streaming” di contenuti audio da server remoti. Il prezzo? Ulteriori indiscrezioni parlano di un costo di sottoscrizione mensile di 5 dollari, per un limite fissato di 50 brani massimi per ogni utente.

L’integrazione con BBM servirebbe però a “estendere” questo limite aggiungendo contatti al proprio network di condivisione musicale – ogni contatto aggiuntivo significherebbe avere accesso ad altri 50 brani. Al momento RIM non conferma né smentisce la nuova iniziativa, limitandosi a tessere le lodi di BBM come “piattaforma social dinamica” capace di raggiungere 45 milioni di utenti in tutto il mondo.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • AccaPi scrive:
    Falso problema
    e sempre più affidabili. Ed è chiaro che Oracle supporti i "propri" acquisiti dalla Sun, e che non sia obbligata a supportare quelli di HP.Si pone un problema di Anti-trust? Non so forse Oracle comincia a essere troppo grossa, ma del resto continua supportare piattaforme non "in-house" come X86 e Power PC appunto.Aggiungo che Itanium se valesse come rapporto prezzo/prestazioni/affidabilità non sarebbe in crisi visto che installandoci oggi applicazioni Java + Oracle 11 si può andare avanti tranquilli per anni e decidere a quale hardware passsare in futuro senza riscrivere il codice il giorno che servirà Oracle 12 per qualsiasi scopo.
    • AccaPi scrive:
      Re: Falso problema
      - Scritto da: AccaPiRimasta fuori mezza frase voleva essere:Queste piattaforme perdono soprattutto in termini di performance, ormai X86 e PowerPC sono molto oltre in termini prezzo
      e sempre più affidabili. Ed è chiaro che Oracle
      supporti i "propri" acquisiti dalla Sun, e che
      non sia obbligata a supportare quelli di
      HP.
      Si pone un problema di Anti-trust? Non so forse
      Oracle comincia a essere troppo grossa, ma del
      resto continua supportare piattaforme non
      "in-house" come X86 e Power PC
      appunto.

      Aggiungo che Itanium se valesse come rapporto
      prezzo/prestazioni/affidabilità non sarebbe in
      crisi visto che installandoci oggi applicazioni
      Java + Oracle 11 si può andare avanti tranquilli
      per anni e decidere a quale hardware passsare in
      futuro senza riscrivere il codice il giorno che
      servirà Oracle 12 per qualsiasi
      scopo.
    • uno nessuno scrive:
      Re: Falso problema
      - Scritto da: AccaPi
      Si pone un problema di Anti-trust? Non so forse
      Oracle comincia a essere troppo grossa,Oracle è OVVIAMENTE troppo grossa. Praticamente produce:- hardware- sistema operativo- il dbms più costoso e anche quello più diffusoPer togliere il "forse" cos'altro deve possedere, le nostre mutande???
      • Zap scrive:
        Re: Falso problema

        Oracle è OVVIAMENTE troppo grossa. Praticamente
        produce:
        - hardware
        - sistema operativo
        - il dbms più costoso e anche quello più diffuso
        Per togliere il "forse" cos'altro deve possedere,
        le nostre mutande???Penso che dobbiamo giudicare dai fatti: con MySQL e Java non si sono visti disastri. Da sempre nel mondo IT Oracle mi è sembrata un palyer ababstanza fair:ad esempio dichiara(va) di acquisire brevetti "solo" per difendersi e non per attaccare, anche se di recente nel caso Android+Java è andato all'attacco di Google: ma due elefanti un po' di contesa ci stà.Questo di Itanium è una storia poco chiara. Quanto è fatto per spingere i propri prodotti e affosare Itanium, quanto perché effettivamente Itanium era rimasta indietro tecnologicamente? Se non altro spingerà Intel e HP a fare del proprio melgio per restare competitivi.E' chiaro che senza Oracle a bordo un po' di appeal si perde.
        • bubba scrive:
          Re: Falso problema
          - Scritto da: Zap

          Oracle è OVVIAMENTE troppo grossa.
          Praticamente

          produce:

          - hardware

          - sistema operativo

          - il dbms più costoso e anche quello più
          diffuso

          Per togliere il "forse" cos'altro deve
          possedere,

          le nostre mutande???
          Penso che dobbiamo giudicare dai fatti: con MySQL
          e Java non si sono visti disastri.
          Da sempre nel mondo IT Oracle mi è sembrata un palyer
          ababstanza fair:fair... FAIR #?! Oracle? Di' la verita tu ti informi su Topolino normalmente!MySql e' stata acquisita da Sun (quella si' un azienda fair) e un annetto dopo Oracle si e' pappata Sun... e tutti si sono toccati i maroni.. inchiesta antitrust (poi finita con parere favorevole) e almeno DUE FORK di MySql perche', non a torto, in parecchi pensano che pianpiano mysql verra' affossato (embrace and destroy, stile M$).Peggio ancora per Java. Come noto inventata da Sun e "spinta" in modo parecchio libertario e fair... Arrivata Oracle si e' messa a battagliare su tutto.. in primis come noto con Google/Android Ancora peggio per OpenOffice.. come noto una decina di anni fa Sun si compra Staroffice, e poi ne rilascia i sorci e blabla nasce OpenOffice. Arrivata Oracle via alle battaglie e XXXXXX, nati sempre per tentare di spillare ogni $ da chiunque... e via alla nascita di The Document Foundation/libreoffice, per scongiurare i disastri (anche per via di JRE)..Per gli azionisti forse Oracle sara' anche piacevole & co... ma per il resto del mondo IT , e' una mezza carogna.
Chiudi i commenti