Blu-ray e DivX vanno a braccetto

Dopo PlayStation 3, DivX sbarca anche sui primi player Blu-ray, dove sembra destinato a diventare una presenza fissa. Acer ha invece svelato un super laptop disponibile anche con drive BD-ROM

San Diego (USA) – Come successo a suo tempo con i lettori DVD, la nuova generazione di player da salotto non poteva non essere investita dal codec video più celebre nel ciberspazio: DivX. Dopo essersi intrufolato sulla PlayStation 3 , DivX è ora pronto a saltare a bordo di sei player Blu-ray prodotti da Panasonic , Philips e Denon .

A darne notizia è la stessa DivX, che in questo comunicato spiega come i sei player abbiano ottenuto la certificazione DivX , qualcosa che al momento PS3 non può ancora vantare: il supporto a questa tecnologia fornito dalla console di Sony è oggi molto lacunoso, e non consente, ad esempio, la riproduzione di video compressi con il vecchio codec DivX 3.11 e quelli superiori a 2 GB. Secondo DivX, però, il “bollino” arriverà presto anche su PS3.

“La fine della guerra tra formati (che ha visto la sconfitta di HD DVD , ndr) apre nuove opportunità per i prodotti Blu-ray”, ha commentato Michelle Abraham, capo analista presso la società In-Stat . “In-Stat stima che, per il 2011, il numero di player Blu-ray venduti a livello globale raggiungerà i 23 milioni di unità. DivX ha buone chance di diventare una funzionalità standard dei dispositivi Blu-ray, così come lo è diventata per milioni di player DVD venduti in tutto il mondo”.

Blu-ray e DivX vanno a braccetto I primi modelli di lettore Blu-ray a sfoggiare il bollino DivX saranno il DMP-BD30EE di Panasonic, il BDP7200 di Philips (di cui si conosce già il prezzo, pari 349 dollari), e i DVD-2500BTC1B, DVD-3800BDC1B, DVD-3800BDSP e DVD-2500BTSP di Denon. Il lettore di Panasonic sarà il primo, nelle prossime settimane, a raggiungere il mercato europeo .

“Il lancio tempestivo di questo prodotto strategico arriva in diretta risposta alla forte domanda, tra i consumatori, di lettori capaci di riprodurre i video DivX”, ha affermato il dirigente di Panasonic Yuki Kusumi. “Siamo sicuri che questo prodotto diverrà molto popolare sui mercati europeo e russo”.

Gemstone 8920G Blu-ray sta cominciando a diffondersi anche sui notebook, quanto meno quelli di fascia più alta. Dopo HP e Dell è ora il turno di Acer ad annunciare un laptop multimediale, il Gemstone 8920G , con drive Blu-ray opzionale. L’8920G inaugura una nuova linea di portatili Acer di colore blu con display full HD da 16 o 18,4 pollici widescreen, interfaccia multimediale sensibile al tatto e supporto alla tecnologia audio Dolby Home Theater.

La recente acquisizione della statunitense Gateway e dell’europea Packard Bell ha catapultato Acer al terzo posto nella classifica USA dei maggiori produttori di PC. Le prime due posizioni sono occupate da HP e Dell.

Tornando a Blu-ray, i consumatori americani si lamentano del fatto che i player, dopo la dipartita di HD DVD, siano rincarati : secondo Tgdaily , oggi il prezzo medio di un lettore Blu-ray è di 400 dollari contro i 300 dollari di gennaio. Paradossalmente, come riporta The Inquirer , sembra essersi impennato anche il prezzo dei film HD DVD : dopo l’abbandono di Toshiba , infatti, i contenuti in questo formato sono diventati oggetto da collezione. Che HD DVD possa tutto sommato rivelarsi un buon investimento?

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Rossi Giuseppe scrive:
    espansione digitale
    Questo avviene per duplicazione o triplicazione, quadruplicazione di dati e così ci troviamo ad avere molti dati inutili, bisogna studiare un gigantesco cestino ch dopo i canonici 360 giorni distrugge i dati immagazinati.
  • LOL scrive:
    ECCO CHI E' LA FONTE DI TUTTO!!!
    Sono i post tutti uguali di NILOK a causare questa tracimazione di byte! SI salvi chi può! (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Guybrush scrive:
    Notizia un po' strana...
    ...l'informazione esiste solo se e' memorizzata da qualche parte.Ergo la capacita' di storage esistente (includendo in questo ipotetico conto ogni supporto esistente) puo' essere solo UGUALE o MAGGIORE, per definizione stessa di informazione.Affermare che c'e' piu' informazione di quella che puo' essere memorizzata mi pare un'affermazione priva di senso......o al limite mirata a vendere piu' unita' di storage :DGT
    • battagliacom scrive:
      Re: Notizia un po' strana...
      infatti anche io quando ho letto l'articolo ho storto il naso (in senso buono) e ho pensato che avevo capito male io.Evidentemente l'autore dell'articolo ha un negozio in cui vende server.
    • Cloche scrive:
      Re: Notizia un po' strana...
      Mi chiederei invece quanta di quella prodotta viene perduta.
  • Nilok scrive:
    Disinformazione
    Ave.Esistono talmente tanti dati archiviati DUPLICATI che, nella realtà, la cifra è NETTAMENTE inferiore a quelaa "suggerita" ma, anche fosse proprio quella, cercare di "far passare l'idea" dell'impossibilità di archiviare tutti i dati è fare disinformazione.Vengono stanziati un certo numero di miliardi di dollari/euro, ogni anno, SOLO per le Guerre in atto sul Pianeta ed io dovrei credere che la CIA, il KGB o i Servizi Segreti di altre grandi Potenze "NON POSSONO" memorizzare tutti i dati prodotti?Ho smesso di credere agli "asini che volano" molto MOLTO tempo fa.A presto.Nilok
    • Gauss scrive:
      Re: Disinformazione
      Hai veramente smesso di credere alle panzanate?Sicuro? Potresti aver appena iniziato invece....hai solo cambiato luogo di osservazione.
      • Nilok scrive:
        Re: Disinformazione
        Grazie per tutta questa Pubblicità Gratuita!A presto.Nilokhttp://informati.blog.tiscali.it/http://it.youtube.com/Nilok1959
  • Alex Supertramp scrive:
    A breve conservazione
    "Entro il 2011 solo metà delle informazioni potrà essere conservata, il resto non troverà spazio sui dispositivi di archiviazione." Come se interessasse a qualcuno... ormai fagocitiamo tutto in nome di un pranzo luculliano e veloce, a chi importa quanto detto appena una settimana fa? Altro che revisionismo storico!E poi chi è che stabilisce se un'informazione è "effimera" oppure no?Comunque non ho capito chi si è fregato i miei 44,9 GB di spazio!?!http://menteindisordine.wordpress.com/
  • picchiatello scrive:
    E' anche vero...
    Che l'uomo non ha scelto, nel tempo, i migliori formati di archiviazione preferendo magari quelli meno costosi e quelli che producono piu byte di storage ( anche per la vendita di memoria da parte dei produttori).
    • Ricky scrive:
      Re: E' anche vero...
      Considerando la tendenza e le innovazioni gia' dichiarate come fattibili nell'arco di pochi anni,avremo supporti su cui memorizzare veramente qualsiasi cosa.Il discorso e' ,quanta rumenta si memorizza ogni anno?Si dovrebbero creare delle discariche di dati digitali inutili...spesso sono addirittura dati inutili e RIDONDANTI,stesse cose salvate centinaia di volte un po ovunque.Ma chi dovrebbe tenere IL GRANDE INDICE?!Quello che indicizza tutto, scopre le ridondanze o le inutlita' e le elimina?
      • toOl scrive:
        Re: E' anche vero...
        Per me la ridondanza e' una manna dal cielo: mai avuto problemi con un disco fisso, vero? :-)Ridondanza = backup (tra l'altro)
        • Ricky scrive:
          Re: E' anche vero...
          Ridondanza = N file identici e non backup di un sistema...Certo e' utile avere 10.000 volte lo stesso file sparso per la rete...peccat che lo stesso sia magari solo un mero documento che magari manco serve piu' a nessuno.Questo non e' un backup...e sprecare spazio.Tu la cartella TEMP la preservi nei secoli eh? W la ridondanza...delle cose inutili.
Chiudi i commenti