BlueStacks traghetta Android su AMD

Le app della piattaforma mobile sui prodotti desktop e portatili dotati di APU di Sunnyvale. Un'esclusiva ottenuta a suon di investimenti. E che apre un nuovo mercato agli sviluppatori

Roma – Nuova iniziativa congiunta di BlueStacks e AMD, che uniscono le forze per portare sui PC x86 le “app” progettate per girare sui gadget mobile basati su Android. La collaborazione stretta fra le due società permetterà una migliore esperienza Android “a pieno schermo” ai possessori di APU AMD, dice BlueStacks.

Per chi ancora si domandasse il motivo di far girare le app per cellulare sullo schermo di un computer, AMD sottolinea l’imponenza dell’ecosistema Android – 500mila software variamente assortiti e in aumento – l’esigenza degli utenti di avere un mix di piattaforme a propria disposizione e magari la pura e semplice preferenza della “esperienza” Android sulle eventuali alternative (cioè software completi e con finestre ridimensionabili e gestibili a piacimento) per PC e Mac.

Con BlueStacks AMD ha realizzato l’AppZone Player, un marketplace su cui poter prelevare le app Android compatibili con il sistema di emulazione realizzato dalla software house: lo store è progettato specificatamente per trarre vantaggio dai driver OpenGL e dalla GPU Radeon di AMD.

L’interesse di AMD in BlueStacks, in effetti, va ben oltre la partnership tecnologica visto che la prima ha investito nella seconda una cifra non meglio precisata. Con l’AppZone e Android non poteva infine mancare il cloud: Sunnyvale sottolinea la possibilità di sincronizzare le “app” usate su PC e con i dispositivi Android tramite il servizio BlueStacks Cloud Connect.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • eaman1 scrive:
    Ma perche' intel se la mena con x86?
    Anni fa Intel produceva gli Xscale, ARM, che erano tra i piu' apprezzati e utilizzati sui device del momento: Palm, Pocket PC, devices vari.Si mettessero a fare di nuovo ARM su licenza: e' sempre piu' dignitoso che romperci le balle con gli Atom: non potranno mai competere con cpu che stanno sotto al watt di consumo. Pure la grafica integrata e' pietosa!
    • bradipao scrive:
      Re: Ma perche' intel se la mena con x86?
      - Scritto da: eaman1
      Anni fa Intel produceva gli Xscale, ARM, che
      erano tra i piu' apprezzati e utilizzati sui
      device del momento: Palm, Pocket PC, devices
      vari.

      Si mettessero a fare di nuovo ARM su licenza: e'
      sempre piu' dignitoso che romperci le balle con
      gli Atom: non potranno mai competere con cpu che
      stanno sotto al watt di consumo. Pure la grafica
      integrata e'
      pietosa!beh, Intel è fondata sull'x86 ed ha praticamente il monopolio di quella fascia di mercato. Al suo posto è quanto meno un obbligo cercare di difendere la propria posizione, piuttosto che issare bandiera bianca.
      • tucumcari scrive:
        Re: Ma perche' intel se la mena con x86?
        - Scritto da: bradipao
        - Scritto da: eaman1

        Anni fa Intel produceva gli Xscale, ARM, che

        erano tra i piu' apprezzati e utilizzati sui

        device del momento: Palm, Pocket PC, devices

        vari.



        Si mettessero a fare di nuovo ARM su licenza: e'

        sempre piu' dignitoso che romperci le balle con

        gli Atom: non potranno mai competere con cpu che

        stanno sotto al watt di consumo. Pure la grafica

        integrata e'

        pietosa!

        beh, Intel è fondata sull'x86 ed ha praticamente
        il monopolio di quella fascia di mercato. Al suo
        posto è quanto meno un obbligo cercare di
        difendere la propria posizione, piuttosto che
        issare bandiera
        bianca.Dovrebbe semplicemente essere meno pigra del bradipo... e produrre SoC degni di questo nome!Al momento in termini di rapporto MIPS/WATT non è all'altezza.Rimanere attestati comodamente sul mercato delle performance con proXXXXXri su cui puoi friggere le uova strapazzate non è la strada per essere adottati dal mercato consumer/mobile (dove i numeri sono molto grandi) e i numeri (se produci proXXXXXri) non è che contino poco!In parole povere ... hai idea (intanto che Intel "bradipa" sugli allori) di quanti ARM sono stati venduti ??Secondo te ci sono più PC o più device Mobile (tra telefonini tablet routerelli ecc. ecc. e devices vari)??In più c'è il piccolo dettaglio che il modo più sicuro di ridurre i costi (se fai proXXXXXri) è fare tanti pezzi!!Fai una bottarella di conti e dimmi un pochino se è il caso che intel bradipi!
  • iRoby scrive:
    Ci credo poco
    L'architettura x86 è veramente inadatta. È vecchia, nel senso che obbliga a circuiteria ridondante per la traduzione tra istruzioni x86 e la CPU RISC sottostante.Intel non riesce ad avere le stesse prestazioni di architetture native, specie per quanto riguarda i consumi.
    • bradipao scrive:
      Re: Ci credo poco
      - Scritto da: iRoby
      L'architettura x86 è veramente inadatta. È
      vecchia, nel senso che obbliga a circuiteria
      ridondante per la traduzione tra istruzioni x86 e
      la CPU RISC sottostante.
      Intel non riesce ad avere le stesse prestazioni
      di architetture native, specie per quanto
      riguarda i consumi.Un fondo di verità c'è, ma per il resto sono leggede da forum.Nel passato l'architettura x86 è stata data per spacciata diverse volte, eppure praticamente tutti i RISC sono morti. Persino Apple ha mollato il PowerPC per abbracciare la x86.La circuiteria di code translation (da codice x86 a microcode interno) ormai ha un impatto praticamente trascurabile sul silicio, che tra l'altro viene ripagato in termini di code density.La differenza tra x86 e ARM è che la prima è ottimizzata per le performance, mentre la seconda per i consumi. Ed infatti Intel sta "cercando" di competere anche nell'ambito dei Mips/Watt, dove ARM ha un bel vantaggio.
  • tucumcari scrive:
    cara vecchia?
    sul vecchia siamo d'accordo....Ma sul cara ... a meno che non ci si riferisca al prezzo! :D
    • coschizza scrive:
      Re: cara vecchia?
      se pero la vecchia x86 si dimostra piu veloce e con meno consumi della nuova ARM allora perche lamentarsi alla fine lo scopo finale è il prodotto e quello che deve fare, poco conta come lo si ottiene.
      • tucumcari scrive:
        Re: cara vecchia?
        - Scritto da: coschizza
        se pero la vecchia x86 si dimostra piu veloce e
        con meno consumi della nuova ARM allora perche
        lamentarsi alla fine lo scopo finale è il
        prodotto e quello che deve fare, poco conta come
        lo si
        ottiene.Intanto per il momento deve ancora dimostrarsi!!!Poi come sempre... chi vivrà vedràIn ogni caso non mi riferivo solo a ARM (che certo è una delle architetture di riferimento) mi riferivo al fatto che ridurre il die e basta non è la strada per andare in paradiso.. anche perchè (ovviamente) lo hanno già fatto e lo faranno anche gli altri!
      • qualcuno scrive:
        Re: cara vecchia?
        1) Consuma poco per l'architettura efficiente o per il proceso produttivo piú avanzato (32 nm)? 2) Consuma davvero cosí poco o sono le solite sparate della Intel ?
        • coschizza scrive:
          Re: cara vecchia?
          1 per entrambe le cose2 basta leggere i dati pubblicati da vari siti per farsi un idea
          • qualcuno scrive:
            Re: cara vecchia?
            - Scritto da: coschizza
            1 per entrambe le coseQuesto é tutto da dimostrare.
            2 basta leggere i dati pubblicati da vari siti
            per farsi un ideaPuoi linkarmi un sito che pubblica dati seri?Cerco un confronto con una cpu alternativa a paritá di funzioni e con la batteria delle stesse dimensioni.Se poi qualcuno pubblicasse una seria analisi della potenza dissipata in calore non sarebbe male.
          • coschizza scrive:
            Re: cara vecchia?
            su www.anandtech.com trovi tutto quello che cerchi
          • qualcuno scrive:
            Re: cara vecchia?
            Va beh. Ho capito.
Chiudi i commenti