Boy Love Day, l'Italia sceglie la censura

Annunciato da Gentiloni è arrivato in queste ore il sequestro del traffico: per gli utenti italiani è più difficile accedere al controverso sito, denunciato da molti nei giorni scorsi

Roma – Il cosiddetto Boy Love Day in Italia non sarà festeggiato o, almeno, celebrare quella che viene definita “la giornata dell’orgoglio pedofilo” sarà meno semplice: il sito che nei giorni scorsi era stato preso di mira da più parti perché accusato di promuovere la pedofilia è stato formalmente bloccato dalle autorità italiane o, per essere più precisi, il traffico di utenti italiani eventualmente diretto verso quel sito è stato posto sotto sequestro preventivo.

L’annuncio del drastico provvedimento è arrivato dal ministro delle Comunicazioni Paolo Gentiloni, che ha ringraziato la Polizia Postale per aver bloccato “su tutto il territorio nazionale l’accesso al sito tedesco che inneggia alla pedofilia e che intende celebrare online un’abominevole giornata dell’orgoglio pedofilo, denominata Boy love day “.

Gentiloni ha anche apprezzato in questa vicenda la coesione e i comuni intenti dimostrati anche da provider e associazioni di volontariato e ha sottolineato come il blocco del sito sia stato agevolato dalle misure firmate dallo stesso Gentiloni lo scorso gennaio (vedi: L’Italia oscurerà molti altri siti ).

Don Fortunato di Noto, a capo dell’associazione Meter contro la violenza pedofila e da sempre in prima linea contro la pedopornografia, ha anche ringraziato la PolPost “per l’azione e la risposta immediata” e per “il blocco del sito internazionale www.ibld.net da tutti i server italiani”. “Ora – ha sottolineato – solo un costante monitoraggio della rete, dato che i contenuti pedofili possono essere spostati in altri server, può contrastare questo fenomeno. Individuiamo anche i soggetti di questo delirio, e di questa istigazione a delinquere”. Secondo di Noto è ora che il Parlamento rilanci le proposte di legge “contro i comportamenti apologetici che istigano alla pedofilia e alla liceità dei rapporti sessuali con minori. Cio’ non significa essere contro la libertà di pensiero”.

Va detto però che la legittimità dell’oscuramento di un sito che non presenti istigazione a delinquere né immagini illegali è destinata a rimanere controversa. Inutile dire, peraltro, che per chi davvero volesse accedere a quel sito esiste più di un mezzo per bypassare il blocco predisposto dai provider italiani.

Nella giornata di mercoledì, comunque, proprio sulla scorta delle polemiche sul Boy Love Day si sono succedute a ripetizione le votazioni di ordini del giorno e mozioni in molti comuni italiani, tutti uniti dall’idea che bisogna fare di più a tutela dei più piccoli.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ELENINA scrive:
    no vivisezione
    io i gatti li amo,ma una cosa che a me non piace sono gli esperimenti che fanno a loro,per la ricerca scientifica, e solo per cercare di soldi su pellicce ecc... io amo i gatti e nessuno potrà fargli del male,anche se questo probabilmente servirà a poco.
  • Fra scrive:
    Pensate prima di dare risposte banali
    A me piacciono tantissimo i gatti. Li adoro.Nonostante la dottrina cristiana assuma che gli animali non abbiano anima, penso che chi faccia vivisezione in modo cruento ed ingiustificato debba essere punito in modo esemplare. C'è qualcuno che ci gode a ficcare elettrodi negli animali fino a farli esplodere.Dovrebbero provare con loro per vedere cosa ne pensano dopo.Però penso. Penso che se avessi un figlio o un genitore o qualcuno di caro che avesse una malattia del genere sacrificherei volentieri un gatto per poter permettere di trovare un sistema per farli guarire.Riconosco che gli animali hanno i loro diritti, ma sono pur sempre animali. Quelli che contestano gli esperimenti sugli animali e poi comprano il visone alla moglie o hanno la macchina con i rivestimenti in pelle sono degli ipocriti. Ricordiamoci che sono delle bestie anche quelli che sperimentano sugli animali per i cosmetici e per le cose fondamentalmente inutili.Pensiamo però prima di giudicare: se foste in macchina e vedete un gattino che attraversa la strada e dall'altra parte un bambino e sentite che non ce la fate a frenare chi dei due mettete sotto?
    • NO VIVISEZION E scrive:
      Re: Pensate prima di dare risposte banali

      Però penso. Penso che se avessi un figlio o un
      genitore o qualcuno di caro che avesse una
      malattia del genere sacrificherei volentieri un
      gatto per poter permettere di trovare un sistema
      per farli guarire.Il problema è che non servirebbe a nulla, perchè è scientificamente sbagliato usare una specie diversa come modello per la specie umana.
      Riconosco che gli animali hanno i loro diritti,
      ma sono pur sempre animali.Gli esseri umani SONO animali, non sono qualcosa di diverso.
  • gio scrive:
    ma chissenefrega
    io li schifo pure i gatti...ma voi le salsicce, il prosciutto, non lo mangiate?
    • NO VIVISEZION E scrive:
      Re: ma chissenefrega

      io li schifo pure i gatti...E allora?Questa sarebbe una giustificazione?Quindi se tu mi schifi sono autorizzato a farti quel che mi pare?
  • Altgear scrive:
    Soliti animalisti....
    ...scommetto che, il 90% di quelli che sono qui a piangere per i gatti, mangiano carne, hanno giacche, scarpe, cinture e quant'altro in pelle. Quindi ? la vita di un gatto vale di più di quella di qualsiasi altro animale ? che tristezza....mi sembra di sentire le ragazzine idiote che "non mangiano carne perchè sono animaliste", e non hanno nemmeno il cervello di capire che comprarsi la fighissima cintura in pelle di Armani è la stessa cosa. Bah.
    • NO VIVISEZIONE scrive:
      Re: Soliti animalisti....

      ...scommetto che, il 90% di quelli che sono qui a
      piangere per i gatti, mangiano carne, hanno
      giacche, scarpe, cinture e quant'altro in pelle.E in base a quali prove oggettive puoi dire questo.Hai contattato tutti quelli che hanno scritto?
      Quindi ? la vita di un gatto vale di più di
      quella di qualsiasi altro animale ?No, è pari alle altre.
      che tristezza....mi sembra di sentire le
      ragazzine idiote che "non mangiano carne perchè
      sono animaliste", e non hanno nemmeno il cervello
      di capire che comprarsi la fighissima cintura in
      pelle di Armani è la stessa cosa.Solito PATETICO tentativo di sminuire l'animalismo.Chi si definisce animalista e poi sfrutta gli animali non è un vero animalista.Prova piuttosto a controbattere alle tesi dell'animalismo e vediamo cosa viene fuori.
    • XYZeta scrive:
      Re: Soliti animalisti....
      Sai che il computer che stai usando è alimentato da una rete elettrica la cui elettricità è fornita da centrali inquinanti che distruggono l'habitat di altri esseri viventi?SPEGNILO SUBITO!!! STAI COMPIENDO UNA CARNEFICINA!!!
    • DGM scrive:
      Re: Soliti animalisti....
      In effetti hai ragione sulle ragazzine... anzi spesso anche gli adulti hanno di questi comportamenti che più che altro definirei passaggi di moda anzichè attenzione verso gli animali...beh nel mio piccolo ti posso dire che non mangio carne più o meno da quindici anni se non qualche rara volta praticamente involontaria o per un breve periodo di bisogno mio molti anni fa, cerco di non usare prodoti animali di origine cruenta o di non usarne affatto, così come per i prodotti quali saponi scelgo quelli non testati su animali, etc... se dovessi comprare una nuova auto, anche bella e sportiva, la vorrei in metallo, gomma e plastica assolutamente senza pelle, ma qualcuno mi dirà che così comunque inquino... Sono un imprenditore e faccio una vita abbastanza attiva e porre queste attenzioni non mi costa moltissimo. Sicuramente nella mia vita, anche se spererei di farne a meno, ho avuto ed avrò bisogno di farmaci ed altro, che probabilmente sono stati testati su animali, e questo, oltre al fatto che ora proprio mi da fastidio mangiare la carne, è il mio piccolo contributo verso il mondo animale degno secondo me di notevole rispetto...un saluto a tutti
    • DGM scrive:
      Re: Soliti animalisti....
      Ma vedi io non mi ritengo proprio niente... cerco solo di fare quello che ritengo più giusto in quel momento... ripeto non sono un estremista... certo se posso aiuto gli animali anche quando sono malati se posso me ne faccio carico... ome ora... la tecnologia è vero non sempre è indispensabile anzi... ma sono nato in questo mondo e in questo momento storico e qui devo vivere... e adesso me ne vado anche perchè qui mi sembra che alcuni vedano solo bianco e nero e quindi perdo tempo che potrei invece impiegare per fare cose migliori magari anche cercando di rispettare la natura...Un saluto cordiale a tutti
    • Antonio Vattelapes ca scrive:
      Re: Soliti animalisti....
      Allora tutti i medicinali oggi in commercio sono nati da quali sperimentazioni? Hanno mischiato qualche sostanza e detto "Facciamola bere a qualcuno e vediamo se funziona" oppure hanno prima condotto degli esperimenti?
    • NO VIVISEZION E scrive:
      Re: Soliti animalisti....

      Allora tutti i medicinali oggi in commercio
      sono nati da quali sperimentazioni? Hanno mischiato
      qualche sostanza e detto "Facciamola bere a qualcuno
      e vediamo se funziona" oppure hanno prima condotto
      degli esperimenti?Gli esperimenti condotti preliminarmente su animali sono del tutto inutili, in quanto eseguiti su di un modello sbagliato.Difatti la sperimentazione animale NON è mai stata validata.E proprio per questo motivo che E' obbligatorio per legge fare gli sugli umani prima di mettere in commercio un farmaco.Se veramente gli esperimenti su animali fossero utili, non sarebbe necessario fare i test sui volontari.E' lapalissiano!
  • NO VIVISEZIONE scrive:
    La vivisezione è sbagliata
    La vivisezione è sbagliata per 2 motivi:- Reputa la specie umana superiore alle altre specie animali, ma questa posizione non ha nulla di scientifico, è solo un modo per giustificare le nostra arroganza e i nostri interessi.- Reputa scientifico l'utilizzo di modelli totalmente differenti dal modello umano. E' come se si cercasse di analizzare Linux studiano WIndows. Un'assurdità!Tanto per far capire a cosa mi riferisco, l'80% (ottanta percento) delle sostanze che passano i test sugli animali, devono poi essere abbandonate perchè risultano tossiche sui volontari che le provano (tali test sugli umani sono obbligatori per legge). E questi sono i falsi positivi.Per quanto rigurda invece i falsi negativi, ovvero sostanza utili all'uomo ma dannose per le cavie animali, non ne sapremo mai nulla in quanto vengono cestinate direttamente.http://www.infolav.org/lenostrecampagne/vivisezione/presentazione/index.htmhttp://www.novivisezione.org/http://www.antivivisezione.it/http://www.leal.it/http://www.ricercasenzaanimali.org/
    • Mech scrive:
      Re: La vivisezione è sbagliata
      Vero, se fatta senza criterio e senza usare metodi alternativi.Non so se questo è un caso che poteva evitare l'utilizzo di animali, ma da amico dei gatti, preferisco l'aiuto di 10 felini (dieci, non cinquanta o cento) ed allo stesso tempo pensare di salvarne altrettanti dall'abbandono, piuttosto che essere contrari senza se e senza ma.Un'alternativa etica consiste nell'utilizzare volontari talebani dell'antivivisezione e fare esperimenti su di loro.
    • NO VIVISEZIONE scrive:
      Re: La vivisezione è sbagliata

      piuttosto che essere contrari senza se e senza ma.L'essere contro "senza se e senza ma" deriva dall'errore scientifico che si commette utilizzando un modello sbagliato per l'uomo.
    • anonimo scrive:
      Re: La vivisezione è sbagliata
      - Scritto da: NO VIVISEZIONE
      La vivisezione è sbagliata per 2 motivi:

      - Reputa la specie umana superiore alle altre
      specie animali, ma questa posizione non ha nulla
      di scientifico, è solo un modo per giustificare
      le nostra arroganza e i nostri
      interessi.Sai? è lo stesso errore che ho sempre attribuito agli animalisti militanti..Per quale motivo pensate che l'uomo sia superiore a qualsiasi altro animale?Perchè non dovrebbe fare come quasiasi altro animale e non cibarsi di....altri animali?Ora a me piacciono molto gli animali, forse anche più delle altre persone, ma non mi faccio problemi a mangiare carne, o ad accettare che qualche animale non a rischio di estinzione venga sacrificato per la salute e il benessere dell'uomo.Il fatto che la vita prosperi sulla motre è un concetto che, lasciatelo dire, ho accettato molti anni fa..e una volta accettato questo anche la macellazione, la mungitura, la caccia e la pesca controllate, la raccolta delle uova e perfino la vivisezione hanno una ragion d'essere ben precisa..Io non considero l'uomo superiore ad altri animali.Io non considero nemmeno gli animali stessi superiori alle piante, visto che, sebbene non scodinzolino quando ti vedono, anche loro sono vive.Ora, appurato questo, io non trovo più giusto mangiare piante piuttosto che animali solo perchè questi hanno una vita più simile alla mia.
    • NO VIVISEZION E scrive:
      Re: La vivisezione è sbagliata

      accettare che qualche animale non a rischio di
      estinzione venga sacrificato per la salute e il
      benessere dell'uomo.E se quel'animale fossi tu, dato che la specie umana non è a rischio estizione, lo accettersti ancora così trenquillamente?
      Ora, appurato questo, io non trovo più giusto
      mangiare piante piuttosto che animali solo
      perchè questi hanno una vita più simile alla mia.Non si tratta della vita in se, ma della capacità di soffrire.E' questo che fa la vera differenza.
  • Addrush scrive:
    "celebrale"?
    Scusate l'intromissione ma, giusto per la correttezza che contraddistingue P.I., l'esatta grafia sarebbe "cerebrale".
  • DGM scrive:
    ...
    A volte penso che la cosa migliore sia, come fanno in certi stati, l'utilizzo di esseri umani maggiorenni e consenzienti agli esperimenti in cambio di quattrini.Sembrerà brutto ma in questo caso avremmo un modello di studio perfettamente compatibile con l'utente finale e senza aver causato sofferrenza a qualunque essere vivente che non avrebbe voluto.E' vero molte volte questi test sugli animali hanno permesso di creare farmaci o terapie utili all'uomo, ma molte altre sono stati abbandonati in corso d'opera addirittura sopprimendo definitivamente gli animali a quel punto divenuti "inutili" dopo non aver lasciato viver loro neppure un brciolo di vita normale.Ma si sa... molte volte i grossi laboratori sono spinti più dal guadagno che dalla reale necessità di aiutare e quindi questo loro atteggiamnto si riflette nell'operato.Ci vorrebbe molta ma molta più attenzione e sensibilità verso queste cose...
    • Andrea La Forgia scrive:
      Re: ...
      Certo, secondo te è meglio pagare un poveraccio indiano piuttosto che usare un gatto. Bel rispetto per i poveri.
    • chojin scrive:
      Re: ...
      Andrea La Forgia: Guarda che per come vanno le cose a breve dovremo andarci io o tu a farci vivisezionare per guadagnare qualche quattrino perchè i posti lavoro li daranno solo agli "indiani super geni hacker ingegneri scienziati maghi" .. ehh!
    • NO VIVISEZIONE scrive:
      Re: ...

      A volte penso che la cosa migliore sia, come
      fanno in certi stati, l'utilizzo di esseri umani
      maggiorenni e consenzienti agli esperimenti in
      cambio di quattrini.Ma questo avviene comunque.Non si può mettere nulla in commercio se prima non è stato testato anche sugli umani.
  • TDFS scrive:
    Che tristezza...
    Che nella storia della vivisezione si siano fatte delle porcherie purtroppo è cosa nota, ma se un esperimento è basato su delle conoscenze fondate (per esempio se è dimostrato che l'apparato uditivo di un gatto è simile a quello umano, o se al fine di progettare l'apparecchio, la vivisezione in questione serve davvero) e serve a migliorare la vita di un uomo, di un uomo che ha dei problemi e che soffre, perdonatemi, ma chi se ne frega se dei gatti soffrono!Questo non per dire che il fine giustifica ogni mezzo, ma preferite vedere un uomo soffrire o un gatto ?!?!?Se i test sono seri, condotti con onestà e con metodi scentifici (cosa che stando all'articolo non abbiamo certo modo di sapere) che siano fatti.
    • LDS scrive:
      Re: Che tristezza...
      Preferisco veder soffire un uomo. Ci sono tanti carcerati, medici e politici sui qualsi si possono fare esperimenti... perché farli su un povero felino innocente?
    • fulmine scrive:
      Re: Che tristezza...
      Bravo, LSD, offriti te volontario ! Pensa quanti felini potresti salvare ! Su, su, non essere timido, dai :D !
    • Paola scrive:
      Re: Che tristezza...
      - Scritto da: TDFS
      Che nella storia della vivisezione si siano fatte
      delle porcherie purtroppo è cosa nota, ma se un
      esperimento è basato su delle conoscenze fondate
      (per esempio se è dimostrato che l'apparato
      uditivo di un gatto è simile a quello umano, o se
      al fine di progettare l'apparecchio, la
      vivisezione in questione serve davvero) e serve a
      migliorare la vita di un uomo, di un uomo che ha
      dei problemi e che soffre, perdonatemi, ma chi se
      ne frega se dei gatti soffrono!Siamo su due pianeti diversi. Per me gli animali hannolo STESSO, IDENTICO, diritto alla vita degli uomini.
      Questo non per dire che il fine giustifica ogni
      mezzo, ma preferite vedere un uomo soffrire o un
      gatto ?!?!?parli così perchè per te la vita di un uomo vale di piu' di quella di un altro animale non umano.
      Se i test sono seri, condotti con onestà e con
      metodi scentifici (cosa che stando all'articolo
      non abbiamo certo modo di sapere) che siano
      fatti.L'onesta' i vivisettori non sanno nemmeno cosa sia.
    • chojin scrive:
      Re: Che tristezza...
      LDS: I criminali che hanno commesso crimini come gli omicidi andrebbero utilizzati indubbiamente come cavie per qualsiasi tipo esperimento anche di dubbia utilità. Invece specie qui in Italia gli assassini vengono idolatrati come fossero delle rockstar.
    • fulmine scrive:
      Re: Che tristezza...

      - Reputa la specie umana superiore alle altre specie
      animali, ma questa posizione non ha nulla di scientifico,
      è solo un modo per giustificare le nostra arroganza e i
      nostri interessi.Quando un gatto mi dira' "cogito, ergo sum", quando un ragno comporra' una sinfonia o quando una trota capira' la relativita' ristrettta, saro' d'accordo con te :)
      - Reputa scientifico l'utilizzo di modelli totalmente
      differenti dal modello umano.Tu neghi i fatti. La sperimentazione funziona, i risultati sono sotto gli occhi di tutti.Ma tu vuoi continuare a credere che gli scienziati pazzi perseverano nel loro errore solo per non ammettere davanti a te di avere torto :D ?
      Tanto per far capire a cosa mi riferisco, l'80% (ottanta
      percento) delle sostanze che passano i test sugli
      animali, devono poi essere abbandonate perchè risultano
      tossiche sui volontari che le provanoAboliamo la sperimentazione animale, cosi' queste sostanze finiscono direttamente sugli umani :D ?
      Per quanto rigurda invece i falsi negativi, ovvero
      sostanza utili all'uomo ma dannose per le cavie animali,
      non ne sapremo mai nulla in quanto vengono cestinate
      direttamente.Potremmo provarle su di te, che ne dici ;) ?
    • NO VIVISEZIONE scrive:
      Re: Che tristezza...


      - Reputa la specie umana superiore alle altre specie

      animali, ma questa posizione non ha nulla di scientifico,

      è solo un modo per giustificare le nostra arroganza e i

      nostri interessi.
      Quando un gatto mi dira' "cogito, ergo sum",
      quando un ragno comporra' una sinfonia o quando
      una trota capira' la relativita' ristrettta, saro'
      d'accordo con tePerfetto!Quindi un neonato o un ritardato mentale in quanto non in grado di eguagliare un essere umano intelletualmente normodotato può essere tranquillamente vivisezionato.Eccellente ragionamento!Il problema non è "Possono ragionare?" o "Possono parlare?", ma "Possono soffrire?" (Jeremy Bentham)

      - Reputa scientifico l'utilizzo di modelli totalmente

      differenti dal modello umano.
      Tu neghi i fatti. La sperimentazione funziona, i
      risultati sono sotto gli occhi di tutti.FALSO. La sperimentazione funziona solo quando è fatta sul modello giusto, ovvero quello umano.
      Ma tu vuoi continuare a credere che gli scienziati
      pazzi perseverano nel loro errore solo per non
      ammettere davanti a te di avere torto?Lo dicono i fatti.Il loro perseverare ha lo scopo di pubblicare articoli, pararsi il culo da rogne legali (ma noi lo abbiamo sperimentato sugli animali e a loro non faceva male...), inerzia mentale, interessi economici, ecc...

      Tanto per far capire a cosa mi riferisco, l'80% (ottanta

      percento) delle sostanze che passano i test sugli

      animali, devono poi essere abbandonate perchè risultano

      tossiche sui volontari che le provano
      Aboliamo la sperimentazione animale, cosi' queste
      sostanze finiscono direttamente sugli umani ?Guarda che ci finiscono comunque per legge sui volontari prima e sui pazienti ospedalizzati poi. Benvenuto nella realtà!

      Per quanto rigurda invece i falsi negativi, ovvero

      sostanza utili all'uomo ma dannose per le cavie animali,

      non ne sapremo mai nulla in quanto vengono cestinate

      direttamente.
      Potremmo provarle su di te, che ne dici ?Se fosse per una patologia di cui soffro, lo farei.
    • fulmine scrive:
      Re: Che tristezza...


      Quando un gatto mi dira' "cogito, ergo sum",

      quando un ragno comporra' una sinfonia o quando

      una trota capira' la relativita' ristrettta, saro'

      d'accordo con te
      Perfetto!
      Quindi un neonato o un ritardato mentale in quanto non in grado di
      eguagliare un essere umano intelletualmente normodotato può essere
      tranquillamente vivisezionato.Un neonato e' potenzialmente un essere umano. A 13 anni dalla nascita sapra' leggere, scrivere e impestera' il forum di PI esattamente come fai tu ora :)Un ritardato mentale solitamente e' molto piu' "avanzato" di un topo o un gatto.Questo tuo voler mettere sullo stesso piano gli esseri umani, i gatti, i lombrichi e i vermi parassiti mi lascia perplesso :)
      Il problema non è "Possono ragionare?" o "Possono parlare?", ma
      "Possono soffrire?" (Jeremy Bentham)Magai per te puo' suonare strano, ma meglio la morte di 100 gatti con gli occhioni teneri che mia figlia !
      FALSO. La sperimentazione funziona solo quando è fatta sul modello
      giusto, ovvero quello umano.Per molte patologie il modello animale e' molto simile o eguaglia quello umano.E continuero' a ripetere che e' meglio sperimentare prima sugli animali, e poi a "pericolo scampato" sugli esseri umani.Del resto senza cavie umane (Mortalita' altissima a causa del divieto di sperimentazione animale) la ricerca si fermerebbe.

      Ma tu vuoi continuare a credere che gli scienziati

      pazzi perseverano nel loro errore solo per non

      ammettere davanti a te di avere torto?
      Lo dicono i fatti.Fatti ? E' da molto che non visiti una farmacia, vero ;) ?
      Il loro perseverare ha lo scopo di pubblicare articoli, pararsi il
      culo da rogne legali (ma noi lo abbiamo sperimentato sugli animali
      e a loro non faceva male...), inerzia mentale, interessi
      economici, ecc...La tua alternativa sarebbe non pubblicare articoli, avere rogne legali e ammazzare molti esseri umani ? Accidenti ...

      Aboliamo la sperimentazione animale, cosi' queste

      sostanze finiscono direttamente sugli umani ?

      Guarda che ci finiscono comunque per legge sui volontari prima e
      sui pazienti ospedalizzati poi. Benvenuto nella realtà!Evidentemente non hai la minima idea di come funzioni la sperimentazione animale. Per testare un farmaco contro l'Alzheimer, bisogna sezionare il cervello al topo malato e controllare l'efficacia del farmaco.Ora tu vorresti iniettare direttamente l'intruglio chimico (Farmaco) in un malato di Alzheimer e poi sezionargli il cervello per controllare il risultato ? Discutibile come metodo :) ...
    • NO VIVISEZION E scrive:
      Re: Che tristezza...



      Quando un gatto mi dira' "cogito, ergo sum",


      quando un ragno comporra' una sinfonia o quando


      una trota capira' la relativita' ristrettta, saro'


      d'accordo con te

      Perfetto!

      Quindi un neonato o un ritardato mentale in

      quanto non in grado di eguagliare un essere umanogatti,

      intelletualmente normodotato può essere tranquillamente

      vivisezionato.
      Un neonato e' potenzialmente un essere umano.Un neonato e' un essere umano, non solo potenzialmente.
      A 13 anni dalla nascita sapra' leggere, scrivereE allora?Finchè è un neonato ha le facoltà mentali minori di un gatto adulto.E tu facevi riferimento esclusivamente alle facoltà mentali in atto.
      Un ritardato mentale solitamente e' molto piu'
      "avanzato" di un topo o un gatto.Quindi in tutti i casi in cui sia inferiore (e ce ne sono milioni di tali individui nel mondo) secondo te è lecito sperimentare su di loro senza porsi problemi etici.
      FALSO. La sperimentazione funziona solo quando è fatta sul modello
      giusto, ovvero quello umano.
      Per molte patologie il modello animale e' molto simile o
      eguaglia quello umano.
      E continuero' a ripetere che e' meglio sperimentare prima
      sugli animali, e poi a "pericolo scampato" sugli esseri
      umani.Difatti l'80% delle sostanze che apssano la sperimentazione animale poi sono tossiche sull'uomo.WoOW, funziona proprio bene, non c'è che dire!

      Il loro perseverare ha lo scopo di pubblicare articoli,

      pararsi il culo da rogne legali (ma noi lo abbiamo

      sperimentato sugli animali e a loro non faceva

      male...), inerzia mentale, interessi economici, ecc...
      La tua alternativa sarebbe non pubblicare articoli,
      avere rogne legali e ammazzare molti esseri umani ? Che la sperimentazione animale serva a salvare molte vite umane è una tua supposizione non supportata dai fatti, dato che il vero test è fatto sugli umani (difatti è obbligatorio per legge. Se bastesse la sperimentazione animale questo apsso sarebbe del tutto inutile. E invece, guarda caso, non lo è)Comunque mi fa piacere che tu mi stia dando ragione, confermando ciò che dico, ovvero confermando che quelli che ho indicato io sono i veri motivi.
      Evidentemente non hai la minima idea di come funzioni
      la sperimentazione animale. Per testare un farmaco
      contro l'Alzheimer, bisogna sezionare il cervello al
      topo malato e controllare l'efficacia del farmaco.Che poi però deve essere testato per legge sugli umani. Se bastasse la sperimentazione animale ciò non servirebbe. Quindi è ovvia la sua inutilità.
  • Guybrush scrive:
    A tutti quelli che difendono i gatti
    Premesso il fatto che considero la presenza dei felini una evidente prova dell'esistenza di un Essere superiore volgarmente chiamato Dio, vi invito a fare questo esperimento scientifico.Procuratevi un paio di cuffie insonorizzanti e dei tappi per le orecchie in lattice.Mettete i tappi, ora calate le cuffie e vuala': siete diventati ipoudenti al 90%, minimo.Niente radio, niente film senza sottotitoli, niente cellulare, niente pettegolezzi se non in chat, niente suoni o quasi.In compenso dormirete come pochi perche' nessun rumore riuscira' a disturbare il vostro sonno, specie durante la fase REM.Previo parere del medico, provate a prolungare l'esperimento per un numero di giorni lungo a piacere, poi togliete le cuffie e i tappi.Tenendo a mente quello che proverete nel momento in cui riaquisterete l'udito, chiedetevi quanto sia giusto lasciare che altri esseri umani debbano tenersi questa menomazione a vita, solo perché qualche delizioso felino possa continuare a ronfare beato e sordo.Oltretutto le cavie da laboratorio nascono gia' sorde o ipoudenti: costa meno.GT
    • Paola scrive:
      Re: A tutti quelli che difendono i gatti
      Bravo. Continua a credere che la vivisezione sia cosa buona e giusta. Continua ad abboccare alle cazzate dei vivisettori, che nel frattempo si riempiono i portafogli. La sperimentazione animale è una scienza falsa, inutile e crudele. L'uomo però si crede superiore e per questo si auto conferisce il potere di poter decidere cosa fare di poveri esseri indifesi e senza voce. fallo su di te l'esperimento. Piu' comodo su poveri animali, eh?
    • Guybrush scrive:
      Re: A tutti quelli che difendono i gatti
      [Paola]Nel mio piccolo sono rimasto temporaneamente assordato da un orecchio a causa della lacerazione del timpano. Vivaddio non è stato nulla di grave, ma per qualche giorno ogni fonte sonora sembrava spostata di alcuni metri rispetto alla posizione a cui ero abituato.Te invece trovati un sordo qualsiasi e digli, chiaro e tondo, che non te ne importa nulla della sua condizione e che deve rimanere sordo a vita: guai a chi tenta di sperimentare sugli animali qualcosa che potrebbe guarirlo dalla sua condizione.Poi ringrazia Dio che tanto è sordo e prega che non abbia letto il labiale.GT
    • NO VIVISEZIONE scrive:
      Re: A tutti quelli che difendono i gatti

      Te invece trovati un sordo qualsiasi
      e digli, chiaro e tondo, che non te ne
      importa nulla della sua condizione e che
      deve rimanere sordo a vita: guai a chi tenta
      di sperimentare sugli animali qualcosa che
      potrebbe guarirlo dalla sua condizione.Bravo, ha usato la parola "potrebbe".E' già un inizio.Ma il termine corretto è "non può".L'unico modello adatto all'uomo è l'uomo stesso.Il resto è ciarpame.
    • fulmine scrive:
      Re: A tutti quelli che difendono i gatti

      L'unico modello adatto all'uomo è l'uomo stesso.Eticamente improponibile, sopratutto dopo l'apertura dei campi di concentramento nazisti.
    • NO VIVISEZIONE scrive:
      Re: A tutti quelli che difendono i gatti


      L'unico modello adatto all'uomo è l'uomo stesso.
      Eticamente improponibile, sopratutto
      dopo l'apertura dei campi di
      concentramento nazisti.L'etica non c'entra nulla.La vivizezione è SCIENTIFICAMENTE SBAGLIATA, e non si può utilizzare l'etica per renderla valida. Rimane sbagliata!Tutto ciò che viene sperimentato sugli animali deve essere per legge sperimentato anche su volontari. LA realtà va contro il tuo "Eticamente improponibile".
  • anonimo scrive:
    Bravi criticate pure
    Criticate pure, quando poi vostro figlio, marito, moglie, fidanzata, padre, quello che vi pare, ha una malattia o nasce con un problema poi ne riparliamo se volete sfruttare le medicine e le scoperte scientifiche per farlo star meglio o se invece vi preoccupate di ratti, gatti e scimmie che hanno sofferto...vabbè che sono finite le scuole, ma cos'è l'invasione di ragazzine 13enni su p.i.?
    • NO VIVISEZIONE scrive:
      Re: Bravi criticate pure

      Criticate pure, quando poi vostro figlio, marito,
      moglie, fidanzata, padre, quello che vi pare, ha
      una malattia o nasce con un problema poi ne
      riparliamo se volete sfruttare le medicine e le
      scoperte scientifiche per farlo star meglio o se
      invece vi preoccupate di ratti, gatti e scimmie
      che hanno
      sofferto...Forse non hai capito che il vero progresso scientifico NON passa per la vivisezione.Finchè non capirai questo è inutiule perdere tempo a discutere con te
      vabbè che sono finite le scuole, ma cos'è
      l'invasione di ragazzine 13enni su
      p.i.?Tentativo veramente PENOSO di screditare chi non la pensa come te.Se ti sforzi forse riuscirai a trovare qualcosa di meglio
    • anonimo scrive:
      Re: Bravi criticate pure

      Forse non hai capito che il vero progresso scientifico NON
      passa per la vivisezione.
      Finchè non capirai questo è inutiule perdere tempo a
      discutere con teQuesto chi lo dice? Pensi che fare progresso senza poter sperimentare sia così semplice?Certamente non usano gli animali per divertimento.. o preferiresti usassero direttamente te come cavia?
    • NO VIVISEZIONE scrive:
      Re: Bravi criticate pure


      Forse non hai capito che il vero progresso scientifico NON

      passa per la vivisezione.

      Finchè non capirai questo è inutiule perdere tempo a

      discutere con te
      Questo chi lo dice? Pensi che fare progresso senza poter
      sperimentare sia così semplice?Lo dicono i fatti, non io.
      Certamente non usano gli animali per
      divertimento.. o preferiresti usassero
      direttamente te come cavia?Se ho la patologia su cui sperimentano, SI.
  • Riccardo Solimena scrive:
    Che schifo
    é una vergogna.... il fine non giustifica i mezzi. Bastardi lasciate quei poveri gatti!Gli esperimenti basterebbe farli su chi già è sordo.Passare da una risposta di 7 contro 0.nonsoquanto PRIMA CI SENTIVANO PERFETTAMENTE QUEI POVERI GATTIIIII !!! fatelo sulle vostre mamme "scenziati"...
    • MandarX scrive:
      Re: Che schifo
      ti quoto
    • fulmine scrive:
      Re: Che schifo
      Ma smettila ! Lo sai quanti gatti vengono spiacciacati ogni giorno sulle autostrade italiane ?Questi almeno hanno una casa, del cibo e sopratutto possono aiutare degli esseri umani !
    • NO VIVISEZIONE scrive:
      Re: Che schifo

      Ma smettila ! Lo sai quanti gatti
      vengono spiacciacati ogni giorno sulle
      autostrade italiane ?
      Questi almeno hanno una casa, del cibo
      e sopratutto possono aiutare degli esseri umani !Lo sai quanti bambini muoiono ogni giorno di fame in Africa? Almeno diecimila.Allora, seguendo il tuo geniale ragionamento, potremmo portarli qui da noi dandogli vitto e allogio e in cambio gli vivisezionamo. Geniale, non c'è che dire.
      • Riccardo Solimena scrive:
        Re: Che schifo
        Stavo per rispondere ma praticamente hai risposto già tu per me.Bravo. E che ci devi fare... anche nei campi di concentramento facevano così... ma lui sta con il suo bel culetto sulla sedia... ste cose non può saperle al massimo le ha viste su qualche fumetto come.Oppure non ha visto che spesso fanno esperimenti inutili sugli animali (e anche sugli uomini) tipo... quanto ci mette un essere vivente a morire senza calotta cranica o senza un fegato, oppure quanto urla se gli strappi via gli occhi...Questo mondo fà sempre più schifo e finchè c'è gente che la pensa come al nostro genio queste schifezze continueranno... e per tanti anni ancora...Tutti dobbiamo morire e chissà il destino cosa ha in serbo per ognuno di noi, ma come la vivresti genio se sapessi che un giorno cmq vada, qualcuno ti tagliuzzerà i testicoli per vedere se ti ricrescono naturalmente o al massimo se con un cip riescono a farteli ricrescere dello 0.03% rispetto a quanto li avevi prima?Ciao... e spero che il nostro caro amico ci pensi la prox volta prima di dire queste frasi idio...matiche.
  • Deaf Zak scrive:
    Gatti sordi...Poveri Ragazzi Sordi!!
    Ma nessuno pensa ai ragazzi? Già adesso tantissimi sordi sono impiantati e nessuna garanzia sul successo in quanto tuti continuano a mancare un punto fondamentale: 1) Sentire NON equivale a capire.2) a molti queste scelte viene imposta3) Il sordo è una persona malata, quando è una persona sanissima e bisognosa di un altro tipo di assistenza.Gatti?con tutto il rispetto per loro, mi spaventa di più la stessa cosa per le persone sorde....
    • NO VIVISEZIONE scrive:
      Re: Gatti sordi...Poveri Ragazzi Sordi!!

      Gatti? con tutto il rispetto per loro, mi spaventa
      di più la stessa cosa per le persone
      sorde....Già, peccato che sia l'unico metodo scientificamente valido, non quel ciarpame che viene propinato dai vari pseudoricercatori.
  • Gatto incazzato scrive:
    Se li ficcassero al culo gli elettrodi..
    cdo!
  • Paola scrive:
    La vivisezione è una vergogna!!!!!!
    E' vergognoso ed indegno torturare poveri esseri viventi e farli soffrire su un tavolo di laboratorio, per qualsiasi motivo!Dov'è il rispetto per la vita? Chi si crede di essere l'uomo per poter fare cio' che vuole con poveri esseri innocenti? Odio la vivisezione e tutti i vivisettori, che vogliono giustificare la loro pochezza umana con l'utilità di una falsa scienza.Ma per riempirsi il portafoglio cancellano ogni scrupolo dalla loro coscienza...
    • martini scrive:
      Re: La vivisezione è una vergogna!!!!!!
      Allora offri il tuo corpo alla scienza.
    • chojin scrive:
      Re: La vivisezione è una vergogna!!!!!!
      - Scritto da: Paola
      E' vergognoso ed indegno torturare poveri esseri
      viventi e farli soffrire su un tavolo di
      laboratorio, per qualsiasi
      motivo!
      Dov'è il rispetto per la vita? Chi si crede di
      essere l'uomo per poter fare cio' che vuole con
      poveri esseri innocenti?

      Odio la vivisezione e tutti i vivisettori, che
      vogliono giustificare la loro pochezza umana con
      l'utilità di una falsa
      scienza.
      Ma per riempirsi il portafoglio cancellano ogni
      scrupolo dalla loro
      coscienza...Sì, vabbè.. allora perchè non piangi per i milioni di frutti, piante, ortaggi che vengono uccisi ogni giorno in un qualsiasi mercato ortofrutticolo ? Il fatto che tu non li veda piangere come un umano non significa che non soffrano...
    • NO VIVISEZIONE scrive:
      Re: La vivisezione è una vergogna!!!!!!

      Sì, vabbè.. allora perchè non
      piangi per i milioni di frutti,
      piante, ortaggi che vengono uccisi
      ogni giorno in un qualsiasi mercato
      ortofrutticolo ? Il fatto che tu non
      li veda piangere come un umano non
      significa che non soffrano...I vegetali e alcuni animali come le spughe NON hanno il sistema nervoso, quindi NON possono soffrire.Tanto difficile da capire?Questo è uno dei più patetici tentativi di difendere la vivisezione che abbia mai sentito!
    • fulmine scrive:
      Re: La vivisezione è una vergogna!!!!!!

      I vegetali e alcuni animali come le spughe NON hanno il
      sistema nervoso, quindi NON possono soffrire.
      Tanto difficile da capire?E le formiche che schiacci camminando ?Il lombrichi sulla strada ? Gli acari nel tuo letto ?Sei crudele :D !!!
    • NO VIVISEZIONE scrive:
      Re: La vivisezione è una vergogna!!!!!!

      E le formiche che schiacci camminando ?E perchè mai dovrei farlo?
    • fulmine scrive:
      Re: La vivisezione è una vergogna!!!!!!


      E le formiche che schiacci camminando ?

      E perchè mai dovrei farlo?Perche' non puoi camminare con la testa bassa tutto il tempo e spostare l'erba per controllare con una lente di ingrandimento se sulla tua traiettoria c'e' un'acaro. Un moscerino spiaccicato sul parabrezza, un afide sotto la suola, i pidocchi ... Assassino :D !!
  • Riccardo D. scrive:
    ...
    Chiaro, mandiamo a san culo tutta la ricerca scientifica perché si stan utilizzando dei poveri gatti... -_-' tanto chi se ne frega se la qualità della vita dei sordi potrebbe migliorare, meglio la vita dei gatti di quella di noi umani! Che tristezza.
    • Gatto incazzato scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Riccardo D.
      Chiaro, mandiamo a san culo tutta la ricerca
      scientifica perché si stan utilizzando dei poveri
      gatti... -_-' tanto chi se ne frega se la qualità
      della vita dei sordi potrebbe migliorare, meglio
      la vita dei gatti di quella di noi umani! Che
      tristezza.Perché la vita umana dovrebbe valere di più di quella di un animale?
    • bt scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Riccardo D.
      meglio la vita dei gatti di quella di noi umani!Per me sì...
    • PI AL TAPPETO scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Riccardo D.
      Chiaro, mandiamo a san culo tutta la ricerca
      scientifica perché si stan utilizzando dei poveri
      gatti... -_-' tanto chi se ne frega se la qualità
      della vita dei sordi potrebbe migliorare, meglio
      la vita dei gatti di quella di noi umani! Che
      tristezza.Lascia stare, qui è pieno di disadattati frustrati emuli di brigitte bardot
    • K'Hrenek scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Riccardo D.
      Chiaro, mandiamo a san culo tutta la ricerca
      scientifica perché si stan utilizzando dei poveri
      gatti... -_-' tanto chi se ne frega se la qualità
      della vita dei sordi potrebbe migliorare, meglio
      la vita dei gatti di quella di noi umani! Che
      tristezza.Il rispetto per gli esseri viventi non deve essere utilitaristico e a senso unico.Senza contare che il gatto, come tutti i felini è "costruito" in modo diverso rispetto all'uomo, per cui la pserimentazione lascia il tempo che trova (come ogni tipo di vivsezione fine a sè stessa e utile semmai solo a soddisfare le patologie mentali di chi la pratica.E' invece veramente triste che ci sia ancora in giro chi beatamente crede che la vivisezione serva veramente a qualcosa.
    • fulmine scrive:
      Re: ...

      come ogni tipo di vivsezione fine a sè stessa e utile
      semmai solo a soddisfare le patologie mentali di chi la
      pratica.preferiresti sperimentare direttamente sugli essere umani ?Ti offri te come cavia ?
      E' invece veramente triste che ci sia ancora in giro chi
      beatamente crede che la vivisezione serva veramente a
      qualcosa.E' incredibile che ci sia ancora qualcuno che crede allo stereotipo dello scienziato pazzo che ama infliggere dolore alle cavie da laboratorio.Ah, un topo da laboratorio vive e muore molto meglio di un topo "libero", credimi ;)
    • Alucard scrive:
      Re: ...
      "preferiresti sperimentare direttamente sugli essere umani ?Ti offri te come cavia ?"Scusa ma queste cose a chi serviranno? Esseri umani giusto? Allora cosa strarazzo c'entrano i gatti?Che si prendano degli ergastolani e si vivisezionassero loro, come facevano i nazi con gli ebrei, che però erano innocenti.Se qualcuno venisse da me per vivisezionare la mia gatta, per sordi o per ciechi, lo caccerei via a calci in bocca.
    • fulmine scrive:
      Re: ...

      Scusa ma queste cose a chi serviranno? Esseri umani giusto?
      Allora cosa strarazzo c'entrano i gatti?Su cosa vorresti sperimentare, sui vasi di Murano :) ?
      Che si prendano degli ergastolani e si vivisezionassero
      loro, come facevano i nazi con gli ebrei, che però erano
      innocenti.Se la vita o la saluta di un gatto per te vale piu' di quella di un essere umano (Ergastolano o meno), allora hai seri problemi ...
      Se qualcuno venisse da me per vivisezionare la mia gatta,
      per sordi o per ciechi, lo caccerei via a calci in bocca.Te l'ha raccontato tuo cuGGino che gli scienziati pazzi entrano di notte nella tua cameretta e ti rubano la gattina per sezionarla :D ?
    • NO VIVISEZIONE scrive:
      Re: ...

      Chiaro, mandiamo a san culo tutta la ricerca
      scientifica perché si stan utilizzando dei poveri
      gattiQuella non è ricerca scientifica, è immondizia scientifica.La VERA scienza è ben altro!
    • NO VIVISEZIONE scrive:
      Re: ...

      Lascia stare, qui è pieno di
      disadattati frustrati emuli di
      brigitte bardotSempre meglio che essere disadattati frustrati emuli di Josef Mengele
    • NO VIVISEZIONE scrive:
      Re: ...

      preferiresti sperimentare
      direttamente sugli essere umani?E' lunico metodo scientificamente SERIO.
      Ti offri te come cavia ?No, perchè non sono sordo, se lo fossi lo farei.
      Ah, un topo da laboratorio vive
      e muore molto meglio di un topo
      "libero", credimiImmagino che te lo abbia rivelato un topo.Ma per piacere...
    • NO VIVISEZIONE scrive:
      Re: ...

      Se la vita o la saluta di un gatto
      per te vale piu' di quella di un
      essere umano (Ergastolano o meno),
      allora hai seri problemi ...Spendido esempio di specismo.Inoltre sperimentare su un gatto un dispositivo per l'uomo è semplicmente SBAGLIATO perchè il modello su cui si sperimenta è sbagliato.
    • fulmine scrive:
      Re: ...
      Caro amico "NO VIVISEZIONE", i tuoi argomenti sono i classici portati avanti da quelli "come te".Evidentemente tu non fai uso di medicinali, di nessun tipo di medicinale, dato che tutti sono stati sperimentati su animali.Sperimentati con successo, nonostante tu sostenga che il modello animale non si può usare !Sostieni che se fossi sordo faresti la cavia, ma dato che non lo sei declini la proposta. Puoi sempre donare il tuo corpo per altri esperimenti, per esempio farmici contro l'AIDS, protesi dell'anca, terapie geniche contro la mucoviscidosi ...E per concludere ribadisco che i topi da laboratorio vivono al calduccio, hanno sempre cibo e quando vengono ammazzati soffrono decisamente meno di quando finiscono tra le sgrinfie di un gatto ;) !
    • NO VIVISEZIONE scrive:
      Re: ...

      Caro amico "NO VIVISEZIONE", i tuoi argomenti
      sono i classici portati avanti da quelli
      "come te".Sono sempre gli stessi perchèla verità scientifica è una sola, e cioè che la sperimentazione animale è SBAGLIATA perchè usa un modello sbagliato
      Evidentemente tu non fai uso di medicinali,
      di nessun tipo di medicinale, dato che tutti
      sono stati sperimentati su animali.
      Sperimentati con successo, nonostante tu sostenga
      che il modello animale non si può usare !Quei medicinali sono validi SOLAMENTE perchè sono stati testati su volontari umani.La sperimentaziona animale precedente è inutile.
      Sostieni che se fossi sordo faresti la cavia,
      ma dato che non lo sei declini la proposta.Mi sembra ovvio. Sarei un idiota a propormi per una sperimentazione contro la sortità se non sono sordo.
      Puoi sempre donare il tuo corpo per altri esperimenti,
      per esempio farmici contro l'AIDS,
      protesi dell'anca, terapie geniche contro la
      mucoviscidosi ...Se fossi affetto da una di quelle patologie lo farei.D'altra parte, anche se questo sconvolgerà la anime ingenue, la sperimentazione viene fatta correntemente negli ospedali. Chi credete che siano i primi a testare su media scala (dopo i volontari su piccola scala) i nuovi farmaci?
      E per concludere ribadisco che i topi da
      laboratorio vivono al calduccio, hanno sempre cibo
      e quando vengono ammazzati soffrono decisamente
      meno di quando finiscono tra le sgrinfie di un
      gattoQuesta è solamente una tua FANTASIA per lavarti la coscienza.
    • fulmine scrive:
      Re: ...


      Caro amico "NO VIVISEZIONE", i tuoi argomenti

      sono i classici portati avanti da quelli

      "come te".
      Sono sempre gli stessi perchèla verità scientifica è una sola, e
      cioè che la sperimentazione animale è SBAGLIATA perchè usa un
      modello sbagliatoCome ti spieghi allora tutti i successi della sperimentazione ?
      Quei medicinali sono validi SOLAMENTE perchè sono stati testati su
      volontari umani.
      La sperimentaziona animale precedente è inutile.Tu saresti disposto a sperimentare su di te un farmaco che non e' mai stato sperimentato su un'animale ?
      Mi sembra ovvio. Sarei un idiota a propormi per una
      sperimentazione contro la sortità se non sono sordo.Stanno sperimentando una nuova valvola cardiaca sui maiali. Poveri maiali. Ti offri volontario ?
      Se fossi affetto da una di quelle patologie lo farei.Prima di tutto e' difficile credere che saresti diposto a farti mettere negli occhi delle lenti a contatto per curare la tua miopia mai testate su animali :) O testare un nuovo sistema di narcosi facendoti operare ad un rene :) Oppure ...Nel caso di patologia piu' gravi comunque sarebbe troppo tardi: Saresti gia' morto perche' i farmaci non si sono potuti sperimentare.

      E per concludere ribadisco che i topi da

      laboratorio vivono al calduccio, hanno sempre cibo

      e quando vengono ammazzati soffrono decisamente

      meno di quando finiscono tra le sgrinfie di un

      gatto

      Questa è solamente una tua FANTASIA per lavarti la coscienza.Ci ho lavorato 4 anni: A differenza di te so di cosa parlo ;)
    • NO VIVISEZION E scrive:
      Re: ...

      Come ti spieghi allora tutti i successi della
      sperimentazione ?I presunti successi derivano SOLO ed ESCLUSIVAMENTE dai successivi test sugli umani.
      Tu saresti disposto a sperimentare su di te
      un farmaco che non e' mai stato sperimentato su
      un'animale ?Certamente se il farmaco servisse per una mia patologia.
      Stanno sperimentando una nuova valvola
      cardiaca sui maiali. Poveri maiali.
      Ti offri volontario ?No, perchè non soffro di cuore, altrimenti lo farei.
      Prima di tutto e' difficile credere che saresti
      diposto a farti mettere negli occhi delle lenti a
      contatto per curare la tua miopia mai testate su animaliOvviamente non posso obbligarti a credermi, ma lo farei.


      E per concludere ribadisco che i topi da


      laboratorio vivono al calduccio, hanno sempre cibo


      e quando vengono ammazzati soffrono decisamente


      meno di quando finiscono tra le sgrinfie di un


      gatto

      Questa è solamente una tua FANTASIA

      per lavarti la coscienza.
      Ci ho lavorato 4 anni: A differenza di te
      so di cosa parloE' del tutto ininfluente.Puoi averci lavorato anche 400 anni, ma tu non sei uno di quei topi di laboratorio e quindi non puoi decidere per loro come loro preferirebbero vivere.Prova a liberarne uno e vediamo se cerca di ritornare nella gabbia.
  • dfd scrive:
    poveri gatti...
    I gatti come tutti i felini sono animali meravigliosi, non è giusto distruggere la loro vita per degli esperimenti di un qualcosa che nessuno mai utilizzerà. Scienziati pazzi, li provassero sui loro figli!
    • Giovanni Bevilacqua scrive:
      Re: poveri gatti...
      Chi se ne fregherebbe dei gatti, se potesse tornare a sentire o sentire per la prima volta dopo una vita di silenzio e di emarginazione? Io no di certo.
    • NO VIVISEZIONE scrive:
      Re: poveri gatti...

      Chi se ne fregherebbe dei gatti,
      se potesse tornare a sentire o
      sentire per la prima volta dopo
      una vita di silenzio e di emarginazione?A me fregherebbe moltissimo, invece!
    • fulmine scrive:
      Re: poveri gatti...
      Allora tu non usare i frutti della ricerca. Niente vaccinazioni e crepa a 40 anni di vaiolo, tetano, pertosse, difterite, o altro.E, se sopravvivi, spera di non dover mai aver bisogno di terapie antitumorali verso i 60 o gli 80 anni ;) !
    • NO VIVISEZIONE scrive:
      Re: poveri gatti...

      Allora tu non usare i frutti della ricerca.
      Niente vaccinazioni e crepa a 40 anni di
      vaiolo, tetano, pertosse, difterite, o altro.
      E , se sopravvivi, spera di non dover mai aver
      bisogno di terapie antitumorali verso i 60 o
      gli 80 anniOcchiolino !Quello che non ti è chiaro è che tali frutti sono validi SOLO perchè sono stati testati su volontari umani prima di essere immessi sul mercato.La precedente sperimentazione animale è solo fuffa, perchè è scientificamente sbagliata in quanto utilizza un modello sbagliato. E' come cercare di riparare Windows utilizzando un tool per Linux.
    • Giambo scrive:
      Re: poveri gatti...

      Quello che non ti è chiaro è che tali frutti sono validi SOLO perchè
      sono stati testati su volontari umani prima di essere immessi sul
      mercato.Ma prima di essere testati su di loro, prova a indovinare da chi sono passati ? In caso contrario pochi si offrirebbero volontari per sperimentare medicamenti ;) !
      La precedente sperimentazione animale è solo fuffa, perchè è
      scientificamente sbagliata in quanto utilizza un modello sbagliato. Palle. Sopratutto grazie alla genetica (Topi transgenici) si riesce a riprodurre la medesima situazione degli esseri umani.
    • NO VIVISEZION E scrive:
      Re: poveri gatti...


      Quello che non ti è chiaro è che tali frutti

      sono validi SOLO perchèsono stati testati su

      volontari umani prima di essere immessi sul

      mercato.
      Ma prima di essere testati su di loro,
      prova a indovinare da chi sono passati ?
      In caso contrario pochi si offrirebbero
      volontari per sperimentare medicamenti !I test su animali sono inutili perchè l'80% delle sostanze che passano i test su animali risultano poi tossiche sull'uomo.

      La precedente sperimentazione animale

      è solo fuffa, perchè è scientificamente sbagliata

      in quanto utilizza un modello sbagliato.
      Palle. Sopratutto grazie alla genetica
      (Topi transgenici) si riesce a riprodurre
      la medesima situazione degli esseri umani.Questa è un'ASSURDITA'.Modificare geneticamente un individuo di una specie diversa non lo rende un modello corretto per l'uomo perchè modifica un singola caratteristica senza alterare tutte le altre, con cui interagirà. Quindi il modello continua a rimanere sbagliato.E come mettere i pneumatici di una Ferrari su di una 500 e poi cercare di spacciarla per una Ferrari
  • gnaoooooooooo!!! scrive:
    rendono I GATTI SORDI?
    ma che sono matti questiTra un po dovremmo dire non c'e piu gatto di chi non vuol sentire!Il gatto deve essere contento e sicuramente dopo averlo "assordato" potra ascoltare questi ricercatori pensando che manica di s..."http://xs76.xs.to/pics/06153/cat-scream.jpg
    • Guybrush scrive:
      Re: rendono I GATTI SORDI?
      - Scritto da: gnaoooooooooo!!!
      ma che sono matti questi[...]

      http://xs76.xs.to/pics/06153/cat-scream.jpgLa sordita' nei felini e' una caratteristica che puo' essere ottenuta mediante selezione in allevamento.Non e' raro acquistare un gatto "di razza" con tanto di pedigree che soffre di un deficit auditivo.E comunque: per questo genere di sperimentazione (ridare l'udito ai sordi) la vivisezione è accettabile: non puoi coltivare in vitro un nervo uditivo e sperare che si comporti come un normale essere vivente, non ha senso (per ora). Inaccettabile è quando si causano sofferenze agli animali per testare ombretti, rossetti e cosmetici vari o più in generale per risparmiare qualche euro.GTGT
    • Alucard scrive:
      Re: rendono I GATTI SORDI?
      edit: sbagliato topic -_------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 giugno 2007 11.58-----------------------------------------------------------
Chiudi i commenti