Braccialetto elettronico, un convegno

Il Sindacato Autonomo della Polizia Penitenziaria ne illustrerà a Bologna usi e vantaggi

Bologna – Si tornerà a parlare di braccialetto elettronico in un convegno organizzato dal Sindacato Autonomo della Polizia Penitenziaria ( SAPPE ).

Il dispositivo, pensato come soluzione per ovviare all’affollamento delle carceri senza rinunciare al monitoraggio e alla sorveglianza, è stato sperimentato negli scorsi anni: ai progetti avviati dal 2001 in poi, però, non sono seguite implementazioni generalizzate.

SAPPE, che nei mesi scorsi aveva sostenuto l’importanza e il valore di questo sistema di controllo, è tornata a riattizzare il dibattito: nel corso del convegno presenterà il braccialetto elettronico e ne illustrerà le funzioni e le modalità di utilizzo da parte degli agenti della polizia penitenziaria.

Il convegno si terrà a Bologna il 27 giugno dalle ore 15, presso la Sala della Cappella Farnese.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • unaDuraLezione scrive:
    Ma le estensioni di FF...
    contenuto non disponibile
    • www.aleksfalcone.org scrive:
      Re: Ma le estensioni di FF...
      - Scritto da: unaDuraLezione
      ...non sono tutte di fatto open essendo scritte
      in linguaggio di alto livello?Che rapporto a il linguaggio utilizzato con la licenza di distribuzione?
      O ci hanno piazzato dentro eseguibili?Idee poco chiare?
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Ma le estensioni di FF...
        contenuto non disponibile
      • afiorillo scrive:
        Re: Ma le estensioni di FF...
        - Scritto da: www.aleksfalcone.org
        Che rapporto a il linguaggio utilizzato con la
        licenza di
        distribuzione?
        [...]
        Idee poco chiare?Ma c'avete tutti il culo stretto, in questo forum? Uno fa una domanda e subito cala il trollone-so-tutto-io-ma-non-vi-dico-un-cazzo.E comunque, bando alla netiquette: HA si scrive con l'acca davanti. Idee poco chiare?Ah, no, ho capito: è solo per spammare quel blog da sfigati. Allora va bene.
  • Gold Partner scrive:
    Closed Vs Open
    Nel mondo Closed Source abbiamo software come MacOSX, Autocad, Office, Photoshop... che sono la storia dell'informatica e capolavori nel loro genere.Nel mondo open invece avete solo immmondizia e progetti falliti.(win)
    • Giul scrive:
      Re: Closed Vs Open
      Ma LOL! Ma davvero dici? Accidenti, eppure di virus con l'open non ne prendo...- Scritto da: Gold Partner
      Nel mondo Closed Source abbiamo software come
      MacOSX, Autocad, Office, Photoshop... che sono la
      storia dell'informatica e capolavori nel loro
      genere.

      Nel mondo open invece avete solo immmondizia e
      progetti
      falliti.

      (win)
    • Paul scrive:
      Re: Closed Vs Open
      Su Punto Informatico invece purtroppo abbiamo soltanto tanti troll come te che non sanno un caz*o.
    • Giovanni scrive:
      Re: Closed Vs Open
      Non confondere open con free: sono due cose completamente diverse e i sa che non ce le hai chiare da come scrivi.Ad esempio MacOS X e' un sitema close source ma ha un sottosistema open basato su Darwin che non e' null'altro che una versione di Unix.Ora ognuno puo' pensarla come vuole, ma anche la community open ha fatto la storia, semplicemente perche' almeno ha creato la concorrenza che ha spinto i colossi come Microsoft a migliorare sempre piu' le proprie applicazioni. Mi ricordo che anni fa sviluppare un sito web per Explorer e per gli altri browser non era semplice... Microsoft seguiva delle linee guida tutte sue che non avevano niente a che fare con gli standard... poi uscirono una marea di browser conformi agli standard W3C e ci si accorse che i risultati erano molto migliori.. sta di fatto che MS alla fine si e' dovuta adeguare...Un'ultima considerazione sul mondo open rispetto al close e che mi sento di fare e' che la filosofia che sta dietro e' completamente diversa. L'open si prefige di non vanificare l'esperienza raggiunta da qualcuno... i risultati di una persona possono essere ripresi da un'altra e portati avanti liberamente, velocizzando quindi lo sviluppo delle cose, almeno in teoria.. il mondo close invece si propone di difendere le conoscenze acquisite da grossi sforzi economici... entrambe sono legittime... tanto e' vero che colossi del calibro di Microsoft, HP, Sun ecc pur continuando a vendere software close stanno facendo investimenti paurosi nel mondo open.Altra cosa sono poi le applicazioni free... ma qui poi si apre un altro capitolo e, dato che ho gia' scritto troppo evito...
    • www.aleksfalcone.org scrive:
      Re: Closed Vs Open
      - Scritto da: Gold Partner
      Nel mondo open invece avete solo immmondizia e
      progetti falliti.Idiozie da troll.Cresci.
    • BlackLukes scrive:
      Re: Closed Vs Open
      Firefox, evolution, vlc, blender, inkscape, openoffice, limewire ecc.Tutta spazzatura?--- Fight against Fanboyism! ---
  • qomo scrive:
    zuccherini
    zuccherini per attirare le simpatie dei tanti, tantissimi muli, sfruttati dai cravattai, che affolano la rete
Chiudi i commenti