Brevetti sul software, si muovono i DS

Il deputato diessino Pietro Folena, promotore del Forum dei parlamentari di opposizione sull'Innovazione, si scaglia contro la contestata direttiva UE sulla brevettabilità, che a settembre potrebbe essere approvata


Roma – Il parlamentare dei DS Pietro Folena si è scagliato nuovamente contro la proposta di direttiva comunitaria sulla brevettabilità del software, una proposta che come noto ha sollevato enormi polemiche e numerose contestazioni per le implicazioni sul mercato e il libero sviluppo che porta con sé.

Secondo Folena la proposta di direttiva, che a settembre potrebbe essere approvata, è uno “spettro che si aggira per l’Europa”. L’Europarlamento, ha spiegato Folena, rischia di far passare una normativa capace di dare “un duro colpo alle nostre piccole e medie imprese informatiche e metterebbe a rischio la libertà della scienza informatica”. Come si ricorderà i nodi essenziali della direttiva assomigliano da vicino a quelli della normativa già in vigore negli Stati Uniti.

“Brevettare un programma – ha affermato – è come brevettare una ricetta di cucina. Immediatamente si andrebbe a creare una situazione di monopolio. Sia la cucina che l’informatica non sarebbero mai progredite se si fosse permesso di adottare i brevetti. Non si può brevettare un’idea, ma anzi occorre favorire la massima diffusione e la massima libertà per garantire il progresso e la concorrenza”.

Secondo Folena le piccole e medie imprese informatiche italiane ed europee sarebbero penalizzate “nei confronti dei colossi americani, in grado di brevettare anche ogni dettaglio dei loro programmi”.

Nel dibattito, scaturito dopo l’interrogazione che lo stesso Folena aveva presentato sulla direttiva sul copyright (EUCD) lo scorso settembre, il parlamentare diessino ha parlato anche della direttiva sui brevetti chiedendo al Governo “cosa avrebbe comportato brevettare una ricetta di cucina assegnando ad una sola persona o ad una sola azienda la possibilità di realizzare un certa ricetta”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    [OT] OLE! SP4 for Win2k in italiano...
    ...mo me lo pappo...
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] OLE! SP4 for Win2k in italiano...
      ...dimenticavo:http://www.microsoft.com/windows2000/downloads/servicepacks/sp4/default.asp
      • Anonimo scrive:
        Re: [OT] OLE! SP4 for Win2k in italiano...
        - Scritto da: Anonimo
        ...dimenticavo:

        http://www.microsoft.com/windows2000/downloadIo aspetterei, ovviamente se tu non stai usando un server non di produzione ma di test. Mai mettere un SP così fresco in produzione... Sopratutto se di lingua fuori dall'inglese
        • Anonimo scrive:
          Re: [OT] OLE! SP4 for Win2k in italiano...
          - Scritto da: il_fabry
          Io aspetterei, ovviamente se tu non stai
          usando un server non di produzione ma di
          test. Mai mettere un SP così fresco in
          produzione... Sopratutto se di lingua fuori
          dall'ingleseveramente cè anche in italiano...quello in ing è uscito 10 gg fa...
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] OLE! SP4 for Win2k in italiano...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: il_fabry

            Io aspetterei, ovviamente se tu non stai

            usando un server non di produzione ma di

            test. Mai mettere un SP così fresco in

            produzione... Sopratutto se di lingua
            fuori

            dall'inglese

            veramente cè anche in italiano...
            quello in ing è uscito 10 gg fa...Appunto non in inglese e fresco... Per la produzione senza un test e' troppo presto... Spesso capitano dei casini in cui si ricorre con la classica pezza... Per i miei server aspetterei.. E intanto lo testerei in un server di non produzione (ammesso che abbia un server con s.o. in italiano)
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] OLE! SP4 for Win2k in italiano...
            - Scritto da: il_fabry

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: il_fabry


            Io aspetterei, ovviamente se tu non
            stai


            usando un server non di produzione ma
            di


            test. Mai mettere un SP così fresco in


            produzione... Sopratutto se di lingua

            fuori


            dall'inglese



            veramente cè anche in italiano...

            quello in ing è uscito 10 gg fa...

            Appunto non in inglese e fresco... Per la
            produzione senza un test e' troppo presto...
            Spesso capitano dei casini in cui si ricorre
            con la classica pezza... Per i miei server
            aspetterei.. E intanto lo testerei in un
            server di non produzione (ammesso che abbia
            un server con s.o. in italiano)è stato più forte di me... l'ho provato sul mio personale SO... e devo ammettere che subito ho notato un evidente miglioramento nella memory management con un risparmio già all'avvio di circa 7MB e il rilascio delle risorse più regolare per le applicazioni in .net ...
  • Anonimo scrive:
    caus americane
    Queste cause ridicole avvengono solo perchè in america è permesso brevettare un'idea, cosa veramente ridicola, qui in europa i brevetti vengono concessi solo a chi inventa qualcosa di veramente innovativo. Il sistema dei brevetti americano fa acqua da tutte le parti.
    • postmaster scrive:
      Re: caus americane
      - Scritto da: Anonimo
      Queste cause ridicole avvengono solo perchè
      in america è permesso brevettare un'idea,
      cosa veramente ridicola, qui in europa i
      brevetti vengono concessi solo a chi inventa
      qualcosa di veramente innovativo. Il sistema
      dei brevetti americano fa acqua da tutte le
      parti.concordo al 100%
    • Anonimo scrive:
      Re: caus americane
      - Scritto da: Anonimo
      Queste cause ridicole avvengono solo perchè
      in america è permesso brevettare un'idea,
      cosa veramente ridicola, qui in europa i
      brevetti vengono concessi solo a chi inventa
      qualcosa di veramente innovativo. Il sistema
      dei brevetti americano fa acqua da tutte le
      parti.anche io sono con te al 100%....come sopra!Non dovrebbe essere possibile rilasciare un brevetto su un idea che non e' stata neanche realizzata in concreto.Il brevetto dovrebbe essere concesso solo alla realizzazione pratica.gpl
  • Anonimo scrive:
    I Brevetti non sono una perdita
    Io ritengo che i Brevetti siano una cosa positiva, ma andrebbero gestiti in modo diverso, ossia, un brevetto e` valido fino a che la persona che ha fatto la scoperta e` viva, poi, al momento della sua scomparsa, diventa di dominio Pubblico. In fin dei conti, non mi sembra giusto che una persona che fa una grande scoperta, non possa guadagnare sui suoi sforzi. Dovrebbero vietare pero` i brevetti a nome delle Aziende, che non si puo` sapere quanto sopravviveranno.
    • Le-Chuck scrive:
      Re: I Brevetti non sono una perdita
      - Scritto da: Anonimo
      Io ritengo che i Brevetti siano una cosa
      positiva, ma andrebbero gestiti in modo
      diverso, ossia, un brevetto e` valido fino a
      che la persona che ha fatto la scoperta e`
      viva, Ma secondo te si puo' parlare di scoperta in un caso del genere? E' una cosa ovvia avere una interfaccia remota per un processo, non vedo perche' dobbiamo sottostare, quando sviluppiamo nuove tecnologie, alla spada di damocle del "l'ho inventato prima io" quando sono cose che potrebbero venire in mente ad un bambino. I brevetti, per come sono concessi facilmente, fermano di fatto il progresso tecnologico senza dare contributi rilevanti a quello scientifico!
    • ACD scrive:
      Re: I Brevetti non sono una perdita

      In fin dei conti, non mi sembra giusto che
      una persona che fa una grande scoperta, non
      possa guadagnare sui suoi sforzi. Ti consiglierei la lettura di http://internet.cybermesa.com/~berny/brevetti.htmlQuello che tu citi e' un falso mito... non esistono geni morti di fame, almeno non per il fatto di non poter brevettare il software
    • pippo75 scrive:
      Re: I Brevetti non sono una perdita
      condivido l'idea che i brevetti siano una cosa utile, pero' dovrebbero essere gestiti in maniera seria.Se io sviluppo ad esempio un algoritmo che mi permette di comprimere le immagini in maniera eccezionale, questo sviluppo mi sara' costato una certa cifra, con il brevetto per un TOT numero di anni proteggo i miei interesse anche se questo algortimo lo lascio libero.Pero' deve essere qualcosa di innovativo e non una semplice variante di quanto esiste già e sicuramente non bisognerebbe brevettare, ad esempio, una vita solo perche' ha un filetto diverso.p.s. dove lavoravo prima mi hanno detto che hanno brevettato una serie di colori per usare nei vari campi di una maschera di inserimento dati (fortuna vuole che quello che ha scelto i colori ha in genere brutti gusti).
  • postmaster scrive:
    HO SCRITTO ALLA EOLAS
    ... eh eh eh eh , ma non ho scritto ne complimenti .. ne in bocca al lupo .. eh eh eh eh
  • MemoRemigi scrive:
    ActveX ? Ma chi usa ste schifezze ?
    Bah !Comunque sta storia del brevetto sualla ruota rischia di distruggere il mercato, soprattutto di spazzare via le piccole imprese che non possono permettersi fior fiori di avvocati.
    • Anonimo scrive:
      Re: ActveX ? Ma chi usa ste schifezze ?
      chi usa ste schifezze ?gran parte degli utenti non-linari (ovvero il 97%)...mmmhhh... puzzi di (troll) a un miglio...
      • MemoRemigi scrive:
        Re: ActveX ? Ma chi usa ste schifezze ?
        - Scritto da: Anonimo

        chi usa ste schifezze ?

        gran parte degli utenti non-linari (ovvero
        il 97%)

        ...mmmhhh... puzzi di (troll) a un miglio...ma va, davvero non ci posso credere che qualcuno utilizzi quelle robe piene di buchi !
        • Anonimo scrive:
          Re: ActveX ? Ma chi usa ste schifezze ?
          Se volete vi do un esempio... L'activexviewer si usa anche per la visualizzazione di report con crystal report minore o uguale a 8.5. Basta fare una semplice ricerca su google activexviewer.cab su google...
        • Anonimo scrive:
          Re: ActveX ? Ma chi usa ste schifezze ?

          ma va, davvero non ci posso credere che
          qualcuno utilizzi quelle robe piene di buchi
          !ma che cazzateactivex e' una tecnologiai buchi casomai stanno nelle singole implementazionie mi risulta che per il plugin flash, l'implementazione piu' performante sia proprio quella activexcome molti altri plugingli activex non sono altro che oggetti com come dire che CORBA e' bucato
    • Anonimo scrive:
      Re: ActveX ? Ma chi usa ste schifezze ?
      Il real player e' pacchettizzato come activex, il player flash pure, quando embeddi un pdf idem, andiamo avanti?
      • Anonimo scrive:
        Re: ActveX ? Ma chi usa ste schifezze ?
        - Scritto da: Anonimo

        Il real player e' pacchettizzato come
        activex, il player flash pure, quando
        embeddi un pdf idem, andiamo avanti?il pericolo in realta' e' molto maggiore.......questi signori potrebbero anche chiedere il brevetto su altre tecnologie che si comportano come gli activex all'interno del browser....ad esempio un applet java o i plugin di netscape....se riescono nel loro intento potrebbero continuare con altre aziende mettendo in pericolo molti degli sviluppi fatti fino ad oggi.gpl
  • Anonimo scrive:
    che se la comprino e basta!
    Immaginate lo scenario: Eolas vince la causa.Microsoft se la compra e poi....Il precedente in America ha volore legale per cui qualsiasi "metodo distribuito ipertestuale che consente il richiamo automatico di una applicazione esterna che fornisce interazione e visualizzazione degli oggetti integrati all'interno di un documento ipertestuale"sara' brevetto esclusivo di Microsoft....E vogliono integrare i browser pure nelle cucine...E quando mi andra' in crash il frigo.........Ho paura!
  • ACD scrive:
    Ecco perche' i brevetti sw sono un male
    Si usa una tecnologia per anni, la si migliora, poi spunta una sw house che detiene un brevetto molto generico su qualcosa che magari e' anche banale, lo interpreta in un certo modo e fa causa a tutti quelli che usano quella tecnologia.Finche' e' Microsoft a difendersi, pace... i soldi non le mancano certo...Ma quale piccola-medio-grande (non grandissima) sw house puo' permettersi di sviluppare un sw, cominciare a distribuirlo, lavorarci su per anni e poi vedersi fare causa con spese dell'ordine di milioni di dollari?I brevetti sul sw sono la morte delle sw house che non siano iper-mega-ricche...Non vedo quale beneficio e quale innovazione ha portato questo presunto brevetto della Eolas. La tecnologia e l'innovazione sono andate avanti felici senza essere nemmeno a conoscenza della Eolas. Piuttosto, adesso si rischia di retrocedere di qualche anno...bah...andate a firmare la petizione contro i brevetti sul software, su petition.eurolinux.org
  • Anonimo scrive:
    Per una volta mi tocca...
    ....dare ragione a M$....Oggi non è proprio giornata.....
  • Anonimo scrive:
    E se avessero ragione...
    ..sarebbe colpa loro tutti sti dialer che ci sono in giro, voglio dire, se si prendono i meriti (e i soldi delle royalty) si prendano anche i demeriti! Scommetto che non sarà possibile visto che le responsabilità sono di chi li implementa... strano vero?
    • Anonimo scrive:
      Re: E se avessero ragione...
      Se per te ActiveX==dialer, beh, allora vuol proprio dire che sai veramente poco e che e' meglio se torni a studiare.E comunque, tornando al tema dell'articolo, allora non dovrebbe piu' esistere il tag (o ) in html.....ZioBill***campagna nazionale contro la diffusione di linux e dell'open source software***- Scritto da: Anonimo
      ..sarebbe colpa loro tutti sti dialer che ci
      sono in giro, voglio dire, se si prendono i
      meriti (e i soldi delle royalty) si prendano
      anche i demeriti! Scommetto che non sarà
      possibile visto che le responsabilità sono
      di chi li implementa... strano vero?
      • Anonimo scrive:
        Re: E se avessero ragione...

        E comunque, tornando al tema dell'articolo,
        allora non dovrebbe piu' esistere il tag (o
        ) in html.....?? Quale tag?
      • kermit scrive:
        Re: E se avessero ragione...
        E comunque, tornando al tema dell'articolo,
        allora non dovrebbe piu' esistere il tag (o
        ) in html.....ZioBill, di solito trolli con una certa distinzione... dimmi che hai sbagliato tre tasti di fila.La possibilità è la stessa che tutte le molecole d'aria nella stanza dove sono ora si radunino in uno spigolo facendomi esplodere, ma nn è impossibile... O_o'Ciao! .oO Kermit Oo.
      • Anonimo scrive:
        Re: E se avessero ragione...
        - Scritto da: Anonimo
        Se per te ActiveX==dialer, beh, allora vuol
        proprio dire che sai veramente poco e che e'
        meglio se torni a studiare.

        E comunque, tornando al tema dell'articolo,
        allora non dovrebbe piu' esistere il tag (o
        ) in html.....

        ZioBill
        ***campagna nazionale contro la diffusione
        di linux e dell'open source software***risparmiaci le tue solite m i n c h i a t e
      • Anonimo scrive:
        Re: E se avessero ragione...
        - Scritto da: Anonimo
        Se per te ActiveX==dialer, beh, allora vuol
        proprio dire che sai veramente poco e che e'
        meglio se torni a studiare.

        E comunque, tornando al tema dell'articolo,
        allora non dovrebbe piu' esistere il tag (o
        ) in html.....
        intendevo il tag OBJECT oppure il tag EMBED (che vengono cassati dal post)Zio(win)Bill
    • Anonimo scrive:
      Re: E se avessero ragione...

      ..sarebbe colpa loro tutti sti dialer che ci
      sono in giro, voglio dire, se si prendono i
      meriti (e i soldi delle royalty) si prendano
      anche i demeriti! Scommetto che non sarà
      possibile visto che le responsabilità sono
      di chi li implementa... strano vero?Usi mai la macchina, o il motorino, o che ne so la bicicletta? Mica è colpa della opel o della piaggio o della bianchi se superi i limiti di velocità o vai addosso a qualcuno e cagioni un danno?
  • Anonimo scrive:
    Follie dei brevetti
    Ormai sembra si stia degenerando...arriveremo al giorno in cui qualcuno reclamerà un brevetto sul sesso, come atto utile alla riproduzione sessuata. Ci sono cose assurde in questo mondo, credo che alcune cose non si possano brevettare, sono troppo diffuse e generiche.
  • Anonimo scrive:
    Ma da dove spunta eolas...
    ... e poi perchè punta proprio su microsoft???Non è che vuole soldi per speculare sulla solita cavolata opensorcina...???
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma da dove spunta eolas...
      - Scritto da: Anonimo
      ... e poi perchè punta proprio su
      microsoft???

      Non è che vuole soldi per speculare sulla
      solita cavolata opensorcina...???Spero che, dopo aver scritto la cazzata dellle 1.52 tu ti sia fatto una bella dormita e ti sia svegliato con la mente più lucida......
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma da dove spunta eolas...
      - Scritto da: Anonimo
      ... e poi perchè punta proprio su
      microsoft???

      Non è che vuole soldi per speculare sulla
      solita cavolata opensorcina...???Beh, se vuole soldi non può che rivolgersi a M$, ti pare ?
  • Anonimo scrive:
    Brevetto ActiveX
    . . . ma chie e' che vorebbe copiarlo ?
  • Anonimo scrive:
    Brevetti del cavolo.
    Questo succede quando si rilasciano i brevetti sulle cose più assurde, banali e ampiamente generiche... Mi fa paura un futuro dove si vorrebbero brevettare pure gli algoritmi...HotEngine
    • Anonimo scrive:
      Re: Brevetti del cavolo.

      Mi fa paura un futuro dove si vorrebbero
      brevettare pure gli algoritmi...Già si fà... algoritmi di compressione e di correzione di errore soprattutto
      • dotnet scrive:
        Re: Brevetti del cavolo.
        - Scritto da: Anonimo

        Mi fa paura un futuro dove si vorrebbero

        brevettare pure gli algoritmi...

        Già si fà... algoritmi di compressione e di
        correzione di errore soprattuttobeh... l'eventuale brevetto sul software non potrà mai riguardare l'algoritmo di per se, poichè non sarebbe una invenzione... semmai può essere brevettata una idea applicabile via software (ad esempio: la posta elettronica, l'ipertesto, e cose del genere...)... ma non mi sembrerebbe una novità...
        • Anonimo scrive:
          Chi di brevetto ferisce.........
          Di brevetto perisceContinua così fino in fondo! Così addio maxi dividendo MS fatto a posta per arricchire Zio Bill !!!!!!!!!!!!!!!!
    • postmaster scrive:
      Re: Brevetti del cavolo.
      - Scritto da: Anonimo
      Questo succede quando si rilasciano i
      brevetti sulle cose più assurde, banali e
      ampiamente generiche... Mi fa paura un
      futuro dove si vorrebbero brevettare pure
      gli algoritmi...

      HotEngineHo scritto una email alla Eolas, gli ho scritto che mi auguro spendano un sacco di soldi .. loro .. e la Microsoft .. e che falliscano entrambe....E' ora di finirla con sta storia dei brevetti sulle idee, su cose talmente generiche che dovrebbero pagare le royalties il 95 % degli uomini viventi sulla terra .. e' ora di finirla !
      • Anonimo scrive:
        Re: Brevetti del cavolo.
        - Scritto da: postmaster

        - Scritto da: Anonimo

        Questo succede quando si rilasciano i

        brevetti sulle cose più assurde, banali e

        ampiamente generiche... Mi fa paura un

        futuro dove si vorrebbero brevettare pure

        gli algoritmi...



        HotEngine

        Ho scritto una email alla Eolas, gli ho
        scritto che mi auguro spendano
        un sacco di soldi .. loro .. e la Microsoft
        .. e che falliscano entrambe....

        E' ora di finirla con sta storia dei
        brevetti sulle idee, su cose talmente
        generiche che dovrebbero pagare le royalties
        il 95 % degli uomini viventi sulla terra ..
        e' ora di finirla !guardati dal mondo unix-like (con annesso SCO e pinguino) prima di sparare su MS...
    • Anonimo scrive:
      Re: Brevetti del cavolo.
      Io ritengo che i Brevetti siano una cosa positiva, ma andrebbero gestiti in modo diverso, ossia, un brevetto e` valido fino a che la persona che ha fatto la scoperta e` viva, poi, al momento della sua scomparsa, diventa di dominio Pubblico.In fin dei conti, non mi sembra giusto che una persona che fa una grande scoperta, non possa guadagnare sui suoi sforzi.Dovrebbero vietare pero` i brevetti a nome delle Aziende, che non si puo` sapere quanto sopravviveranno.
Chiudi i commenti