Browser, crescono le alternative a IE

Sebbene Internet Explorer rimanga il re incontrastato dei browser Web e la quota di mercato delle alternative sia una goccia nel mare, Mozilla e Netscape fanno segnare promettenti trend di crescita


Amsterdam (Olanda) – Sono anni che non si parla più di “guerra dei browser”, come ai tempi in cui Netscape dettava legge e Internet Explorer dava l’assalto al “grande vecchio”. Oggi le alternative non mancano di certo; Netscape, Opera e Mozilla, tanto per citare i più famosi, sono tutti disponibili sia per Windows che per Linux e Mac, ma per il momento devono accontentarsi di spartirsi le briciole lasciate da Internet Explorer: quest’ultimo, infatti, stringe fra le sue chele una quota di mercato che oggi sfiora il 95%.

Da quando Netscape perse la sua guerra con IE, nessun altro browser è mai più riuscito ad insidiare la posizione dell'”esploratore” di Microsoft. Non si può dire che oggi le cose stiano cambiando, ma è possibile che nel prossimo futuro lo strapotere di IE potrebbe ridimensionarsi, almeno in parte.

Secondo quanto riporta la società olandese OneStat.com , IE 6 ha rafforzato ulteriormente la sua leadership passando, in un arco di tempo che va da giugno a settembre, dal 46,4% al 52,3%. Nel contempo si è ridotta la popolarità di IE 5.5, che nello stesso periodo è passato dal 23,9% al 20,9%. Questi sono in parte conseguenza diretta del crescere della diffusione di Windows XP, che integra per l’appunto IE6: questo sistema operativo, secondo la società di ricerche di mercato WebSideStory , detiene al momento, con il 37% di share, la seconda posizione sul mercato subito dietro a Windows 98.

Il dato più interessante riguarda però Mozilla e Netscape, i due fratelloni di sangue che negli ultimi quattro mesi hanno mostrato trend di crescita che, sebbene non si possano definire eclatanti, sono certamente promettenti. Da giugno, la quota di Mozilla 1.x è infatti raddoppiata, passando dallo 0,4% allo 0,8%, mentre il neonato Netscape 7.0 è passato, nel giro di un mese, dallo 0,3% allo 0,5%. In totale, Netscape e Mozilla (tutte le versioni) totalizzano ora un 3% del mercato.

Queste percentuali sono ancora gocce nel mare se raffrontate a quelle di IE, tuttavia il trend di crescita di queste due alternative sembra destinato a puntare verso l’alto.

Opera si riconferma, con il suo 0,9%, il terzo browser più diffuso sulla piazza, ma la sua posizione, come si è visto poco fa, è messa in pericolo dallo slancio di Mozilla, un browser che rispetto a Opera ha il vantaggio di essere totalmente free.

Le statistiche fornite da OneStat.com sono state ottenute analizzando i dati di migliaia di server che utilizzano il suo software per l’analisi degli accessi e delle prestazioni di un sito Web. La ricerca si basa su di un campione di 2 milioni di visitatori provenienti da 100 paesi in tutto il mondo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    perchè solo questo poco clamore?
    questa notizia è il FULCRO su cui spellarli e metterci il sale ... e nessuno la nota, la commenta, la ricorda....sono dei fottuti!!!!e oggi? a metà 2003, che cosa sta succedendo? sta cambiando qualcosa?NO!!!!! :-((troll)
  • Anonimo scrive:
    I ladri che gridano "Al Ladro! "
    Le majors si lamentano che gli utenti p2p e chiunque acquisti o si procuri musica piratata li deruba. Per la legge tutto ciò è chiaro e non fa una piega. Già, ma chi ha rubato per primo? Chi mantiene i prezzi della musica assurdamente alti? Associazioni come la RIAA o la nostra SIAE di chi curano effettivamente gli interessi? Penso e temo che questi "paladini della legalità" siano unicamente interessati a conservare i privilegi che sono riusciti a ritagliarsi e farsi riconoscere come legali in tanti anni di "duro lavoro". Gli utenti e probabilmente anche gli artisti sono per loro solo polli da spennare. Qualsiasi persona con un masterizzatore è in grado di scrivere un CD in pochi minuti e ad un costo irrisorio, allora perchè i CD costano tanto, perchè continuano a costare più delle cassette? Per anni si sono arricchiti sui clienti, e adesso che hanno veramente paura gridano al furto, ma sono loro che hanno rubato per primi, sono loro che hanno dato l'esempio, che hanno legalizzato il furto rubando a noi, e adesso si producono in mosse patetiche, come rimborsi fittizi ...c'è poco da fare, se sono disposti a elargire quel tipo di somme, sarà perchè hanno guadagnato 10 volte tanto alle nostre spalle!E' una situazione veramente ridicola, i ladri che gridano !al ladro! E' un'ulteriore riprova che la giustizia non esiste, è soltanto il nome che diamo alle ragioni di chi ha la forza e i mezzi necessari per far sentire e valere le proprie ragioni. E i concetti economici di formazione dei prezzi? L'incontro tra domanda e offerta? NIENTE! vi va bene la musica ai prezzi che decidiamo noi utenti pecoroni? No? Pazienza il prezzo resta quello, vorrà dire che vi accontenterete di canticchiare sotto la doccia ...si intende a basso volume, altrimenti dovete pagare la SIAE!
  • Anonimo scrive:
    C'è da stupirsi?
    Non vendono i CD? Con quei prezzi. Il bello poi è che i proventi vanno solo in minima parte agli artisti, la buona fetta se la prendono le case discografiche. Oggi per un normale stipendiato italiano un CD vale mezza giornata di lavoro...
  • Anonimo scrive:
    non comprate assolutamente CD MUSICALI
    Questo vi dimostra, ancora una volta, di non comprare assolutamente CD AUDIO fintanto che i prezzi non scenderanno !!STRONKIAMOLE queste MAJOR di M......Ciao a Tutti e forza P2P ...
  • Anonimo scrive:
    fate pure
    Possono insabbiare il cazzzo che vogliono tanto continueremo a scaricare gli album da internet :)
  • Anonimo scrive:
    no... assolutamente...
    "ha affermato che "la sistemazione di questi problemi è stata una decisione industriale per evitare ulteriori costose e infinite contestazioni". "loro non c'entrano niente...http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=1558&numero=999
  • Anonimo scrive:
    le bukkine delle mamme loro...
    Finalmente. Ma tanto la cosa non finisce qui...
  • Anonimo scrive:
    67,3 madonna lo 0,0001 per mille del fatturato
    Certo che conviene chiuderla cosi' con 4 spicciolini :-D
  • Anonimo scrive:
    Ma sì!
    Anche io pagherò per non sentirmi più sotto accusa quando mi capiterà!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma sì!
      - Scritto da: Wafer
      Anche io pagherò per non sentirmi più sotto
      accusa quando mi capiterà!benvenuto nel terzo millennio... :(
  • Anonimo scrive:
    Per i difensori delle case discografiche - Bis
    che silenzio assordante.cheppoi una cosa mi viene da pensare.. immaginate quanto bene potevano fare quei sessanta e passa milioni di dollari ai musicisti alternativi che stentano a pagare l'affitto. eh?e invece no, servono a transare in anticipo una causa legale. che, se fosse stata persa, eh, forse forse, qualcuno poteva dire che le majors erano "ladri". ma non si tratta di questo: gli avvocati della majors hanno transato in via anticipata perche' si sa, queste lungaggini sono snervanti. solo per quello. e sia chiaro, quindi, le majors non sono "ladri".
    • Anonimo scrive:
      Re: Per i difensori delle case discografiche - Bis
      speriamo solo, che ora il prezzo dei cd scenda! :(
      • Anonimo scrive:
        Re: Per i difensori delle case discografiche - Bis
        Il prezzo dei cd scendere?Ho un solo commento :HAHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHHAHAHHAHAHAHA1° Per una major quei soldi sono brusacolini, tanto che sono soldi IN CD, quindi per loro la cifra diventa come minimo 1/102° Proprio per questo i prezzi aumenteranno, per ripagare anche quella spesa
  • Anonimo scrive:
    Briciole
    67 milioni di dollari...Sono solamente briciole per delle multinazionali come la Sony, Warner etc. Al punto che è quasi credibile che abbiano pagato non per paura di perdere la causa, ma per ridurre solamente i costi della difesa legale...Sono altre le cifre che dovrebbero rimborsare!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Briciole [OT ma non troppo...]
      ex musicista! tu che sei (eri) del settore: dicci qualcosa a proposito del file sharing - e' vero come dice pavarotti e i suoi amici che danneggia i giovani musicisti???
  • Anonimo scrive:
    Per i difensori delle case discografiche
    Mbè? Cosa è questa latitanza? Stamani siete a letto col termometro? O avete ancora voglia di farci credere che il costo di un cd nuovo è giustificato e che lobby e cartelli nel mondo discografico sono favolette da bambini? E non venite a raccontare che il costo del cd è sempre e comunque elevato. I costi ci sono per tutti i prodotti, ma sta a voi saperli gestire e tenere bassi. Come? Non è possibile? Allora leggete qui, magari imparate qualcosahttp://www.boycott-riaa.com/article/5531in particolare dove dice"I was one of those children that learned to program on the first generation of Apple computers and have been comfortable with personal computers since... The one I am typing on right now runs my internet broadcast, and deals with graphics for albums recorded on pc #2, based in the home studio, which we produce **from start to finish** in house, which people buy, and the money is documented on pc #3, managed by my partner and brother. I started this business to support my band but then it started to grow. We have had relative succes but the real winners have been artists that we have worked with. ***For a mere $1200*** that I took as contingency(I only take payment when an album generates income) we produced an album for a friend in Colorado. The first and second production runs of 300 copies sold out and we paid the majority(more than 50%) went to the artist himself. I'll do it again, and again. I have become the industry enemy. Myself and thousands like me are taking the art of music back to the cottage and out of the boardroom. I'm worth $40 an hour in the studio, but I don't get paid unless I generate income for the artist, it aint easy being fair but it's worth it. "Quest'ultimo passaggio merita di essere tradotto per chi non sa l'inglese:"Io costo 40 dollari l'ora in studio, ma non mi faccio pagare a meno che non io non generi un qualche introito per l'artista, non è facile essere corretti ma ne vale la pena"Mi auguro che le loro 300 copie domani diventino 1000 e poi 10000 e poi 100000...Molte persone in questo forum ed anche fuori di esso hanno ammesso di comprare solo CD in serie economica e/o solo quando il prezzo appare proporzionato, od hanno manifestato l'intenzione di volerlo fare non appena si attui un abbassamento dei prezzi ed una VERA concorrenza.Nella lotta tra clienti e grandi etichette chi ci andrà di mezzo stritolato saranno sicuramente i piccoli negozianti, le piccole etichette, i piccoli studi di registrazione. Proprio voi dovete capire che il sistema messo in piedi da chi detiene l'80% del mercato musicale e sa solo "assorbire" come un ameba ciò che potrebbe portare del nuovo è un sistema anche contro di voi. Cercate invece di fare quello che loro non fanno : TUTELARE E COLTIVARE IL VOSTRO BENE PIU' PREZIOSO : MILIONI DI POTENZIALI CLIENTI
    • Anonimo scrive:
      Re: Per i difensori delle case discografiche
      Please forgive the reply in English, but my Italian is only solid with food and music ierms. I am the Author of the f the article "Within Striking Distance" that was excerpted for this discussion. Oddly enough , I began this line of thought while traveling and spending a couple of weeks in Roma. I was impressed with the numbers of self employed individuals in the markets. I would love to discuss this more, if anyone would like the full text of the article I will send it via email with a request to ethan@oatpublishing.com. I plan on returning to Italy next summer to travel and perform with my band "True Audio Outland" hope to meet a few of you out there. Please feel free to contact me and if you like check out our website http:www.oatpublishing.com Ciao Ethan
  • Anonimo scrive:
    è risaputo
    che le majors hanno scelto all'epoca il formato del cd per aumentare i propri profitti...secondo voi x quale motivo una cassetta costa 12? mentre un cd ne costa 22? ? eppure a loro il processo di produzione costa uguale...altro che pagare multe, dovrebbero costringerli a livellare i prezzi, invece loro da volponi pagano un dazio e continuano a mettercelo sotto la coda, anzi a mettervelo, visto che io se acquisto cd sono solo quelli low price da max 10?.so di non dire niente di nuovo, oramai appunto sono cose risapute.
  • Anonimo scrive:
    in Italia una cosa del genere avverrà mai?
    Perché cose del genere qui non accadono mai? I "furbi" esistono solo li?
    • Anonimo scrive:
      Re: in Italia una cosa del genere avverrà mai?
      - Scritto da: Mah!
      Perché cose del genere qui non accadono mai?
      I "furbi" esistono solo li?Da agcm.itQuesti solo nel 2002, escludendo quelli in corso.Perchè non ci informiamo prima di parlare?MI sembra di sentire quelli che si lamentano per il traffico e poi usano l'auto per fare 500 m.Facile lamentarsi, ma se ci fosse un po' più di attenzione verso l'agcm questa avrebbe un lavoro più facile. I417-SELEA/ORDINE DEI FARMACISTI 14/02/2002 Violazione articolo 2 Sanzione:S15_1 I437-NOKIA ITALIA/MARCONI MOBILE-OTE 28/03/2002 Violazione articolo 2 I446-COMPAGNIE AEREE-FUEL CHARGE 01/08/2002 Violazione articolo 2 Sanzione:S15_1 I452-CARTE DI CREDITO 27/06/2002 Non violazione I463-PELLEGRINI/CONSIP 13/06/2002 Violazione articolo 2 Sanzione:S15_1
  • Anonimo scrive:
    scusate ma non so cosa sia successo !
    non so perchè sia venuto fuori 10 volte il msg
  • Anonimo scrive:
    ma noi pagheremo per loro...
    sicuro... nei prossimi CD si recupereranno la multa. poi vorrei sapere su che unità didattiche andranno a finire i soldi.. magari in attività legate al loro marchio...
    • Anonimo scrive:
      Re: ma noi pagheremo per loro...
      - Scritto da: bello
      sicuro... nei prossimi CD si recupereranno
      la multa. poi vorrei sapere su che unità
      didattiche andranno a finire i soldi..
      magari in attività legate al loro marchio...esatto! come NO LOGO insegna.bella merda.speriamo che ne gaudagnino i conservatori (scuole di musica) , che possano arricchire le collezioni di cd (se mai ne hanno avute).io credo invece che succederà come con le assicurazioni.Voi avete visto miglioramenti? Hanno solo continuato a salassarci.SOLO CHE I CD NON SONO OBBLIGATORI
      :-]
      • Anonimo scrive:
        Re: ma noi pagheremo per loro...
        - Scritto da: heh he eh he
        SOLO CHE I CD NON SONO OBBLIGATORI
        :-]ehhhe per me si!Se non mi compro (... sssì, diciamo così) almeno tre-quattro CD nuovi al mese mi vengono le crisi epilettiche...Lu
        • Anonimo scrive:
          Re: ma noi pagheremo per loro...
          - Scritto da: Luisella


          - Scritto da: heh he eh he


          SOLO CHE I CD NON SONO OBBLIGATORI
          :-]

          ehhhe per me si!

          Se non mi compro (... sssì, diciamo così)
          almeno tre-quattro CD nuovi al mese mi
          vengono le crisi epilettiche...

          LuE provare con il sesso?Forse a tè manca qualche cosa, coccole, letture, sesso appunto.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma noi pagheremo per loro...
            - Scritto da: ex sinistro
            E provare con il sesso?
            Forse a tè manca qualche cosa, coccole,
            letture, sesso appunto.eh te pareva...Una cosa mica esclude l'altra!Lu
      • Anonimo scrive:
        Re: ma noi pagheremo per loro...
        - Scritto da: heh he eh he
        io credo invece che succederà come con le
        assicurazioni.
        Voi avete visto miglioramenti? Hanno solo
        continuato a salassarci.Le assicurazioni DEVONO rimborsare anche i singoli utenti. Solo che nessuno lo dice. Per informazioni, leggere qui:-------------------------------------------17 Compagnie di Assicurazioni: SAI,GENERALI, HELVETIA, LLOYD ADRIATICO,AZZURRITALIA, MILANO, RAS, REALE MUTUA, ZURIGO, ALLIANZ SUBALPINA,ASSITALIA, TORO, UNIPOL, WINTHERTUR, AXA, FONDIARIA e GAN sono statecondannate per essersi accordate per tenure alti i prezzi delle loropolizze. A seguito della condanna, è possile richiedere indietro il 15% deisoldi che gli si sono versati dal 1995, o dall'anno di stipula del contratto(se più recente)Ecco qui il modulo:http://www.adusbef.it/trafftel.htm#_Hlk2757457-------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    Scaricare...
    Ho letto che le RIIA ha comunicato in un report che, in un mese sulla rete di Kazaa sono stati effettuati 2,6 miliardi di download.Bisogna far capire a questa gente ottusa che potranno perseguitare una società ma di rimbalzo ne nasceranno altre 10.Lottiamo per avere dei CD ad un prezzo equo(naturalmente per noi)Nel mio piccolo sto contribuendo ad aumentare il numero dei download scaricando nei momenti liberi del mio modem ADSL qualsiasi brano (pur non ascontandoli) rendondolo disponibile ad altri...
    • Anonimo scrive:
      Re: Scaricare...
      - Scritto da: M@rco



      Nel mio piccolo sto contribuendo ad
      aumentare il numero dei download scaricando
      nei momenti liberi del mio modem ADSL
      qualsiasi brano (pur non ascontandoli)
      rendondolo disponibile ad altri...
      Non ho mai scaricato un brano, non mi interessa, ma seguirò il tuo esempio, cosa che peraltro avevo già in mente di fare.Spero lo facciano in molti.Visto che pago alla SIAE una tassa su ogni CD che acquisto (solo per dati) e questo sì che è reato (si chiama guadagno illecito) questa è la mia guerra personale. Altro che le battaglie di Umberto Eco.
      • Anonimo scrive:
        Re: Scaricare...
        - Scritto da: ex sinistro


        - Scritto da: M@rco






        Nel mio piccolo sto contribuendo ad

        aumentare il numero dei download
        scaricando

        nei momenti liberi del mio modem ADSL

        qualsiasi brano (pur non ascontandoli)

        rendondolo disponibile ad altri...



        Non ho mai scaricato un brano, non mi
        interessa, ma seguirò il tuo esempio, cosa
        che peraltro avevo già in mente di fare.
        Spero lo facciano in molti.
        Visto che pago alla SIAE una tassa su ogni
        CD che acquisto (solo per dati) e questo sì
        che è reato (si chiama guadagno illecito)
        questa è la mia guerra personale. Altro che
        le battaglie di Umberto Eco.beh visto che siete entrati nel mondo della condivisione non dimenticate la qualità: meglio fare encoding con Lame! (studiate su http://www.esseerre.it/winmx3 sezione mpc)
        • Anonimo scrive:
          Re: Scaricare...
          Lame è su lame.sourceforge.net, ma è meglio se usi ogg-vorbis www.xiph.org
          • Anonimo scrive:
            Re: Scaricare...
            ....pienamente daccordo.... il .ogg e veramente migliore....(ed è anche migliore del lame, il codec mp3 radium).....informati prima di postare...Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Scaricare...
            confermo: ho masterizzato (e condiviso su kazaa ov corz) i miei vecchi LP con ogg a 200kbps occupando lo stesso spazio di mp3 a 128kbps - e cacchio prova a notare la differenza tra l'originale e il compresso!
          • Anonimo scrive:
            Re: Scaricare...
            - Scritto da: trunks
            ....pienamente daccordo.... il .ogg e
            veramente migliore....
            (ed è anche migliore del lame, il codec mp3
            radium).....informati prima di postare...
            CiaoInformati TU su cosa io sappia o non sappia, casomai, e abbi rispetto delle persone, come ti permetti? Ti ho forse offeso io? Io so che OGG esiste, ma attualmente non è da paragonare e soprattutto è in work in progress.Lame con preset di dibrom fa pelo e contropelo a ogg.MPC fa il contropelo a tutti.Ogg ha il pregio di essere opensource e avere grande possibilità di migliorare (mentre mp3 non può più farlo, pena la perdita di compatibilità).mp3 è comunque il più diffuso e quindi, dato che COMUNQUE è il più diffuso, consiglio a tutti di usare LAME per fare l'encoding, e di estrarre usando EAC, in modo da non trovarmi con ciofeche in Xing oppure estrazioni con i click o peggio che peggio fatte con la scheda sonora ..... :-S
          • Anonimo scrive:
            Re: Scaricare...
            - Scritto da: Me
            Lame è su lame.sourceforge.net, ma è meglio
            se usi ogg-vorbis www.xiph.orgsarà anche li, solo che se vai dove ti ho detto, ci capisci qualcosa.
    • Anonimo scrive:
      almeno stai muto
      senti va anche bene ... ma perché non stai muto?vuoi proprio vederti la gdf a casa?e magari hai anche scaricato il pornino di perugia?
      • Anonimo scrive:
        Re: almeno stai muto
        - Scritto da: p2p
        senti va anche bene ... ma perché non stai
        muto?
        vuoi proprio vederti la gdf a casa?La GDF, buona quella. Sarebbe davvero capace di ciò.
  • Anonimo scrive:
    go pirats go!
    cito un post censurato:"invece di dare tutti quei soldi perché non fanno una doppia mossa "aiutandosi" (aiutando il mercato...) dimezzando immediatamente il prezzo per i prossimi 7 anni?10 euro a cd nuovo, 7 euro per quelli vecchi di 2 anni, 5 auro per quelli di 10 anni fa.E negli usa ancora meno, dati i prezzi che hanno ............E CONCORRENZA REALEcon il fiato sul collo costantemente, c477o, con i controlli in azienda, con i controlli sugli accordi.SEMPRE.Loro sono di meno e vogliono fo77ere tutti e con il solo scopo di fare soldi e non di fare i soldi per la socità, per il loro paese o per la musica."parole sante!lo vedete dove si finisce abolendo il libero mercato come vogliono fare questi signori con le loro politiche commerciali?si finisce come in unione sovietica, alla fame!Fortuna che contano come il due di picche a briscola e si estingueranno a breve termine, liberando il mercato globale della loro inutile e dannosa presenza!Forza pirati, forza aduc, forza antitrust! Scanniamo questo nemico dell'umanità prima che possa pararsi il cu70 (non sto ironeggiando, purtroppo + proprio così!)
    • Anonimo scrive:
      Re: go pirats go!
      La concorrenza non esiste, è solo propaganda. Dovresti saperlo visto che qui in Italia (ma anche all'estero) è aumentato di prezzo tutto quello che è stato privatizzato.Il fine delle case discografiche è incassare e si mettono d'accordo per incassare di più. Sono solo 5-6 case, quindi è facile accordarsi.
      • Anonimo scrive:
        Re: go pirats go!

        La concorrenza non esiste, è solo
        propaganda. ma va? guarda che la propaganda di falsa concorrenza si chiama cartello, che è solo un monopolio con più prestanome di facciata. Io auspico la concorrenza reale, come c'è nei mercati ancora sani, e quello della musica non lo è! (OT) e IMHO nemmeno quelle delle privatizzazioni! (OT)
        Il fine delle case discografiche è incassare
        e si mettono d'accordo per incassare di più.
        Sono solo 5-6 case, quindi è facile
        accordarsi.giustappunto! cartello =/= libero mercatocartello = prezzi stabiliti a priori = furto = unione sovietica degli anni peggiorilibero mercato = l'unica forma di economia che ancora, tra i suoi alti e bassi, non è ancora fallita
        • Anonimo scrive:
          Re: go pirats go!
          - Scritto da: satan

          La concorrenza non esiste, è solo

          propaganda.
          ma va? guarda che la propaganda di falsa
          concorrenza si chiama cartello, che è solo
          un monopolio con più prestanome di facciata.

          Io auspico la concorrenza reale, come c'è
          nei mercati ancora sani, e quello della
          musica non lo è!
          (OT) e IMHO nemmeno quelle delle
          privatizzazioni! (OT)


          Il fine delle case discografiche è
          incassare

          e si mettono d'accordo per incassare di
          più.

          Sono solo 5-6 case, quindi è facile

          accordarsi.
          giustappunto! cartello =/= libero mercato
          cartello = prezzi stabiliti a priori = furto
          = unione sovietica degli anni peggiori
          libero mercato = l'unica forma di economia
          che ancora, tra i suoi alti e bassi, non è
          ancora fallitaNESSUNO VUOLE IL LIBERO MERCATOa meno che non significhi abbandono del protezionismo dei paesi piu poveri....insomma se uno si scontra coi cartellifinisce maleMattei DOCETOpenKeresnkjy (versione riformisata e socialdemocratica di OpenCurcio)
          • Anonimo scrive:
            Re: go pirats go!

            NESSUNO VUOLE IL LIBERO MERCATO
            a meno che non significhi abbandono del
            protezionismo dei paesi piu poveri....
            insomma se uno si scontra coi cartelli
            finisce malegiustappunto!e poi non stupiamoci delle crisi economiche se il libero mercato viene a cadere a causa dei cartelli delle multinazionali!Il libero mercato costa alle aziende dominanti, per questo lo vogliono addomesticare, ma così facendo si perde il servizio che il libero mercato rende: favorire l'ingresso di novità, ottimizzare i costi di quello che già esiste, redistribuire la ricchezza retroattivamente grazie al generale abbassamento dei costi dei beni, fare da parametro del benessere sociale (se la gente non ha soldi non compra, occorre pagarli di più e ottimizzare i costi in altra maniera! chi è ricco non compra in proporzione di più! piuttosto investe per entrare nel mercato, se riesce ad essere competitivo).Questa interruzione del feedback domanda (popolazione e loro denari) e offerta (aziende e loro metodi di produzione) non fa altro che produrre danni, che a farlo siano monopoli (vedi america latina) o dittature di qualunque colore (america latina, urss,...), questo storicamente... e anche se l'evoluzione umana o la tecnologia ci doteranno di preveggenza non credo che questa basterà a svincolarci dalla necessità del "parere" del mercato, dato che anche quelle capacità soggettive potrebbero essere più realisticamente e profiquamente impegnate nell'ottica del profitto che in quella dell'equilibrio...
  • Anonimo scrive:
    per una volta....
    che possiamo, approfittiamone,scaricate musica a più non posso,sono convinto che alla fine vinceranno loro...pecunia docet...ma almeno per adesso ne approfitto...ciaoquanto anno rubato e mai renderanno
  • Anonimo scrive:
    per la reda
    scusate.. ma non mi è chiaro il motivo per cui i 2 post del primo thread sono stati censurati.. forse è la stanchezza.. mah!
    • Anonimo scrive:
      Re: per la reda
      - Scritto da: Skaven
      scusate.. ma non mi è chiaro il motivo per
      cui i 2 post del primo thread sono stati
      censurati.. forse è la stanchezza.. mah!Altrimenti la RIAA è legittimata a bucare il sito di PI per diffamazione, è ovvio! :)Scherzi a parte, davvero censura anni 30 stamane..
    • Anonimo scrive:
      Re: per la reda
      - Scritto da: Skaven
      scusate.. ma non mi è chiaro il motivo per
      cui i 2 post del primo thread sono stati
      censurati.. forse è la stanchezza.. mah!forse quando dai del ladro a qualcuno non ledi la sua dignità?
      • Anonimo scrive:
        Re: per la reda
        - Scritto da: paragulag
        forse quando dai del ladro a qualcuno non
        ledi la sua dignità?scusami ma qui dentro ogni giorno di vedono insulti fra windowari e linuxisti e le censure scattano solo in caso di insulti _volgari_ ma dare del ladro alle majors in una news dove si dice che sono state condannate, mi sembra prima di tutto un'opinione personale ed in secondo luogo un commento per niente campato per aria.. anzi..
        • Anonimo scrive:
          Re: per la reda
          - Scritto da: Skaven
          scusami ma qui dentro ogni giorno di vedono
          insulti fra windowari e linuxisti e le
          censure scattano solo in caso di insulti
          _volgari_ ma dare del ladro alle majors in
          una news dove si dice che sono state
          condannate, mi sembra prima di tutto
          un'opinione personale ed in secondo luogo un
          commento per niente campato per aria..
          anzi..Sorry, ma non è esattamente così.Se leggi bene la news (ma pochi leggono davvero ciò che è scritto, si preferisce troppo spesso leggere quello che si vuole vedere, anche dove non c'è). Le Major NON sono state condannate. Tu puoi avere la tua opinione, per cartà, però non puoi travisare la notizia. Il pagamento è stato CONCORDATO, secondo le major per evitare una prosecuzione di causa ancora più costosa. Belive it or not se l'autorità antitrust americana ha accettato forse è anche perchè non era certa di provare quanto sosteneva.Chuss
          • Anonimo scrive:
            Re: per la reda

            troppo spesso leggere quello che si vuole
            vedere, anche dove non c'è). Le Major NON
            sono state condannate. Tu puoi avere la tua
            opinione, per cartà, però non puoi travisare
            la notizia. Il pagamento è stato CONCORDATO,
            secondo le major per evitare una
            prosecuzione di causa ancora più costosa.
            Belive it or not se l'autorità antitrust
            americana ha accettato forse è anche perchè
            non era certa di provare quanto sosteneva.
            Chuss
            questo è indice di onestà ?tu concorderesti ?..ladro anche tu!Che siano una lobby non ci sono dubbi, ma dove vivi? (fai il commerciante?)Mai pagato una RC auto? stessa cosa...Mai avuto a che fare con una Banca? stessa cosa...NON ESISTE CONCORRENZA.
          • Anonimo scrive:
            Re: per la reda [semi-OT]


            [...] Il pagamento è stato CONCORDATO, [...]
            [...] questo è indice di onestà ?
            tu concorderesti ?
            ..ladro anche tu!complimenti per l'equilibrio ]:8)
            Che siano una lobby non ci sono dubbi, ma
            dove vivi?
            (fai il commerciante?)^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^E con questo cosa vorresti dire?
          • Anonimo scrive:
            Re: per la reda
            - Scritto da: Polemico
            questo è indice di onestà ?
            tu concorderesti ?
            ..ladro anche tu!
            Che siano una lobby non ci sono dubbi, ma
            dove vivi? (fai il commerciante?)
            Mai pagato una RC auto? stessa cosa...
            Mai avuto a che fare con una Banca? stessa
            cosa...

            NON ESISTE CONCORRENZA.Amico bello, questa è solo la tua opinione... se tu lavorassi in una realtà economca di un certo livello (anche, come me, in altri settori, nel mio caso la meccanica pesante) sapresti che le cose sono un bel po' più complicate di come le si vuole vedere dal di fuori. La concorrenza esiste e in cose come la musica il prezzo lo fanno i consumatori, non comprando (ma anche non copiando che è una cosa illegale e, se me lo permetti ipocrita).Quanto al fatto che tu mi dia del ladro... MA PERCHE' il signorino non è stato censurato? Facciamo così, io ti dò del lattante e del pirla e siamo due a uno per me.Tanto il tuo livello è questo.
          • Anonimo scrive:
            Re: per la reda
            - Scritto da: Cheiugei
            Sorry, ma non è esattamente così.
            Se leggi bene la news (ma pochi leggono
            davvero ciò che è scritto, si preferisce
            troppo spesso leggere quello che si vuole
            vedere, anche dove non c'è). Le Major NON
            sono state condannate. Tu puoi avere la tua
            opinione, per cartà, però non puoi travisare
            la notizia. Il pagamento è stato CONCORDATO,
            secondo le major per evitare una
            prosecuzione di causa ancora più costosa.come no...e quando i 2 aerei americani hannofatto cadere la funivia ?anche in quel caso si sono accordati e hannopagato....e per questo non e' possibile direche sono colpevoli ?personalmente non credo che le 5 casediscografiche (tra le piu' famose e ricche oltretutto) non abbiano i soldi per pagareuna causa....probabilmente lo studio legale e' il loro e quindinon tirano fuori soldi in piu'....
            Belive it or not se l'autorità antitrust
            americana ha accettato forse è anche perchè
            non era certa di provare quanto sosteneva.questo non lo sapremo mai....rimane il fatto che le case discografiche nonsono arrivate al giudizio e quindi non sono statericonosciute ne innocenti ne colpevoli e hanno preferito pagare una specie di multa....forse hanno visto com'e' finita la causa della mse non hanno voluto rischiare, e questo,secondo me, indica che non hanno proprio lacoscienza pulita...
      • Anonimo scrive:
        Re: per la reda
        be' se lo fa di mestiere io credo di no, anzi penso che si senta anche soddisfatto che gli si riconosca il suo ruolo nella societa' - se io dico a un muratore che e' un muratore mica si offende...
        • Anonimo scrive:
          Re: per la reda
          Già, anche nel tuo caso se ti dò del pirla mica ti offendi vero? Solo sarei curioso di sapere chi ti paga per farlo... - Scritto da: bob
          be' se lo fa di mestiere io credo di no,
          anzi penso che si senta anche soddisfatto
          che gli si riconosca il suo ruolo nella
          societa' -
          se io dico a un muratore che e' un muratore
          mica si offende...
  • Anonimo scrive:
    vedremo quando inizierà la concorrenza
    vi siete mai chiesti perché i prezzi non siano diversi da cd a cd per esempio?come mai un cd di madonna deve costare come uno di Prince?sono identici?Un quadro di Van Gogh e uno di Leandro Barvuddi hanno forse lo stesso costo?Eppure mi pare che un cd di Alex Britti o della Dave Matthews band abbia lo stesso prezzo.Perché nemmeno qualche cent di differenza?Si paga a plastica? Perché allora dovrebbe costrare 10 euro di meno.E non perché sono cd vecchi di 15 anni (vedi promozione in corso, apprezzata ma ... quanto vecchi sono quei cd?)
    • Anonimo scrive:
      Re: vedremo quando inizierà la concorrenza..mai !!
      La concorrenza non c'era ... non c'e'... non ci sarà. La musicà del 2010 sarà totalmente sintetizzata.Sintetizzatori vocali !!! Già ci sono stati degli esempi...Sai le risate ??? Addio ugule migliardarie. ;-))
      • Anonimo scrive:
        Re: vedremo quando inizierà la concorrenza..mai !!
        ...il Capitalismo sta per finire... mancaormai ogni sorta di presupposto per cui esista.Di fatto l'economia modiale e' in mano a pochigrandi Monopolisti che hanno razziato tutto quello che rimaneva dopo la fine della guerra fredda....ma vi sarete accorti che qualcuno ad est si e' incazzato... non poco..
      • Anonimo scrive:
        Re: vedremo quando inizierà la concorrenza..mai !!
        - Scritto da: Sysop(cut)

        Addio ugule migliardarie. ;-))
        "ugole" "miliardarie", casomai.
  • Anonimo scrive:
    loro i ladri...
    le majors sono i ladri altro che pirateria,cmq per loro 67,3 milioni solo bruscolini,bisogna colpirli con sanzioni più severi,e non tarallucci e vino
    • Anonimo scrive:
      Re: loro i ladri...
      - Scritto da: Massimo


      le majors sono i ladri altro che pirateria,
      cmq per loro 67,3 milioni solo bruscolini,
      bisogna colpirli con sanzioni più severi,
      e non tarallucci e vino
      invece di dare tutti quei soldi perché non fanno una doppia mossa "aiutandosi" (aiutando il mercato...) dimezzando immediatamente il prezzo per i prossimi 7 anni?10 euro a cd nuovo, 7 euro per quelli vecchi di 2 anni, 5 auro per quelli di 10 anni fa.E negli usa ancora meno, dati i prezzi che hanno ............E CONCORRENZA REALEcon il fiato sul collo costantemente, cazzo, con i controlli in azienda, con i controlli sugli accordi.SEMPRE.Loro sono di meno e vogliono fottere tutti e con il solo scopo di fare soldi e non di fare i soldi per la socità, per il loro paese o per la musica.
Chiudi i commenti