BT lancia l'iperconnessione GPRS

Il prossimo mese British Telecom conferma la partenza dei primi servizi che consentiranno anche a chi è sempre in viaggio di essere connesso alla rete in permanenza. Il trucco? Quasi tutto nel GPRS


Londra – Pare proprio che entro due o tre settimane partirà in Gran Bretagna la prima applicazione pensata per consentire una connessione permanente ad internet anche a chi è sempre in viaggio o si sposta di frequente. L’avvio delle prime applicazioni è stato confermato da BT Cellnet il cui sistema è studiato per creare un link sempre attivo tra chi si sposta e il proprio personal computer e per consentire la connessione permanente ad internet.

BT Cellnet , società del gruppo British Telecom , si servirà del sistema GPRS (General Packet Radio Service) a cui l’utente potrà accedere con una card di connessione inserita nel proprio portatile.

Da quanto si apprende, l’inizio delle attività è stabilito ufficialmente per il 26 giugno e la tariffazione sarà basata sul traffico generato, in particolare sulla quantità di bit scaricati dall’utente. Entro la fine dell’anno, hanno confermato quelli di BT Cellnet, arriveranno sul mercato i nuovi telefonini GPRS capaci di far correre i dati fino a dieci volte più rapidamente di quanto accade con le connessioni dial-up tradizionali.

Come si ricorderà, la tecnologia GPRS è in fase avanzata di sperimentazione in Italia e vi sono paesi, come l’Australia, che puntano moltissimo su di essa per avviare una nuova fase di crescita della “connettività diffusa”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti