C'è Gposta per te

di Gianluca Rossetti - Il Google-mondo di Larry Page e Sergey Brin, ovvero quando Google smise di essere solo un motore di ricerca e cominciò a entrare nel desktop


Roma – La fase di beta testing di Gmail, annunciata con tempismo premeditato il primo aprile 2004, non accenna a concludersi. Da otto mesi la killer application di Google è attesa al varco da un manipolo di scettici e da un esercito di entusiasti sostenitori. Lo spider che intende insinuarsi nelle comunicazioni personali deve dimostrare di esser veramente utile se vuole convincere gli utenti: un gigabyte di spazio di memorizzazione gratuito è un buon inizio, ma non impressiona più come un tempo, soprattutto con un limite per gli allegati di appena 10 megabyte.

È chiaro che dalle parti del Googleplex a Mountain View non c’è alcuna fretta per il rilascio della versione definitiva: meglio non rischiare la reputazione, rigorosamente senza macchia, come racconta la leggenda. Fino a oggi la strategia di Gmail si è concentrata su due fronti: rassicurare gli utenti sulle politiche relative alle informazioni personali, che se non altro sono state chiarite, e rinnovare in modo sostanziale il concetto di webmail, grazie a un’interfaccia che sotto certi aspetti ricorda Outlook Web Access e OddPost, interpretati con semplicità e funzioni di ricerca alla maniera di Google.

L’interfaccia
L’area di autenticazione di gmail.google.com è accessibile solo utilizzando Explorer (per Windows), Mozilla o Safari. Per Opera e Konqueror l’accesso a Gmail è ancora impossibile, ma la situazione è destinata a cambiare molto presto.

Gran parte del codice necessario per il funzionamento dell’interfaccia risiede sul sistema locale sotto forma di javascript, mentre i dati vengono trasferiti in background, senza bisogno di aggiornamenti di pagina. È il trionfo dell’oggetto XMLHttpRequest introdotto da Internet Explorer 5 come oggetto ActiveX (motivo per cui è necessario attivare il supporto ActiveX nel caso si utilizzi Explorer) e nativo nei browser basati su Mozilla dalla versione 1 in poi (compresi Firefox ed Epiphany). Safari, che utilizza il motore di rendering KHTML di Konqueror, ha aggiunto XMLHttpRequest dalla versione 1.2, mentre Opera lo implementa solo dalla versione 7.6, ancora in fase di beta testing. Data la stretta parentela di Safari e Konqueror è lecito aspettarsi che l’esclusione di quest’ultimo browser Linux sia ancora breve.

Come suggerisce il nome, l’oggetto XMLHttpRequest permette di connettere una rappresentazione HTML a dati in formato XML senza richiedere un aggiornamento della pagina. Grazie a questo semplice oggetto, nell’interfaccia di Gmail il trasferimento dei dati crudi avviene in background, mentre l’utente ha la sensazione che la pagina reagisca direttamente ai comandi.

Così, all’apertura di una conversazione (l’organizzazione dei messaggi di Gmail è in effetti del tutto analoga a quella dei client per le news), viene visualizzato solo il messaggio finale, ma con un clic su una linguetta è possibile aprire una o più caselle a scomparsa che, senza alcun caricamento esplicito, mostrano tutti i messaggi precedenti.

XMLHttpRequest non è l’unico modo per ottenere un’interfaccia web interattiva e compatibile senza utilizzare Java, ma è sicuramente la soluzione più semplice ed elegante. Funzionalità del tutto simili sono previste anche dalle specifiche “Load and Save” DOM 3 del W3C, che come al solito faticheranno a raggiungere una diffusione paragonabile allo standard di fatto.

L’interfaccia di Gmail non raggiunge la potenza del servizio di webmail a pagamento OddPost (non a caso acquisito da Yahoo! subito dopo il lancio ufficioso di Gmail), ma risulta comunque funzionale, e soprattutto non è limitata a chi utilizza Explorer. A questo proposito, sarà interessante scoprire cosa faranno gli sviluppatori di Yahoo!-OddPost per rendere compatibile il nuovo servizio di posta di Yahoo! con i browser non-Microsoft.

Per quanto riguarda la gestione dei messaggi, Gmail ricorda molto da vicino M2 di Opera, un client di posta elettronica che abbandona la tradizionale organizzazione a cartelle, in favore di veloci funzioni di ricerca, etichette e opzioni di visualizzazione personalizzabili (tra cui la vista a conversazioni e i filtri). Sono naturalmente presenti i classici Inbox, Spam, Sent mail e una cartella Drafts per i messaggi non ancora spediti.

Anche in questo caso niente di nuovo, ma a differenza di M2, Gmail è una applicazione remota che spia i messaggi di posta elettronica degli utenti, per organizzare il proprio database di ricerca e per inviare messaggi pubblicitari mirati. Ed è proprio questo il punto: Gmail appartiene a quella poco frequentata categoria di applicazioni che nel prossimo futuro avvicineranno desktop e web, magari grazie a XUL o all’emergente XAML (un ottimo esempio, da visitare con un browser Mozilla, è www.faser.net/mab/chrome/content/mab.xul ).
Le implicazioni di questo cambiamento, che solo oggi comincia a coinvolgere il grande pubblico, saranno nuove minacce alla privacy, già chiaramente evidenziate dal caso Gmail , e un orientamento sempre più evidente verso la rete, specialmente nell’incarnazione client/server.

Google Zeitgeist
La testa di ponte insinuata da Google nel regno Microsoft risulta subito evidente. Il primo approccio indiretto al desktop degli utenti è Gmail, seguito subito dopo dal motore di ricerca locale Google Desktop Search . Lo scopo è insidiare le nuove tecnologie di ricerca che fanno parte di Longhorn, e minacciano di scalzare Google dal primato conquistato. Non è un caso che si vociferi di un nuovo browser Google basato su Mozilla, di un sistema operativo ancora una volta a marchio Google, e di una razza di superuomini atomici con una grande G sul petto che partiranno alla conquista del mondo! Magari sarà il prossimo pesce d’aprile di Google. Dobbiamo preoccuparci?

Gian Luca Rossetti

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • AdessoBasta scrive:
    Evidente contraddizione

    so solo che loro pensano che questa sia una manovra che
    funge da deterrente per lo sharing di file musicali nella rete
    ma sono altresì convinto che questo episodio come molti in
    questi ultimi mesi non fermerà lo scambio di musica dalla
    rete, ormai l'mp3 è alla portata di tutti. Solo abbassando i
    prezzi dei CD musicali forse riuscirebbero a risolvere
    qualcosa. e
    PI: Tornerà online il tuo sito? Stai progettando altre attività
    in rete?
    G: Assolutamente no, non intendo più essere tra "i piani
    alti" di siti analoghi; al giorno d'oggi c'è gente che scioglie
    le persone nell'acido e gira indisturbato in strada, c'è gente
    che mette link ad mp3 e rischia 3 anni di reclusione
    pregiudicando il proprio futuro.Il primo è evidentemente diventato ormai un luogo comune tra tutti i fruitori di musica, originale o non che sia.La seconda è la realtà dei fatti: la grande massa degli utenti è definibile come "leecher", raccoglie cioé in rete quello che altri hanno inserito, entra a far parte dello share ma non mette in rete nuovi contenuti autonomamente.I "seeders" in proporzione sono pochi, facilmente individuabli e perseguibili e in fin dei conti sono loro che creano maggior danno alle major, inserendo prontamente in rete le novità.Da questo si deduce che la politica delle major e suoi derivati è più che azzeccata e dalla stessa dichiarazione qui sopra: EFFICACE.Non solo, quello che è peggio è che chi intende fare BUSINESS LEGALMENTE e non è una major della musica, ma riesce ad esempio a pubblicare musica ORIGINALE autorizzata da autori consensienti, rischia di doversi continuamente difendere dall'accusa di pirateria e vedere il proprio sito CHIUSO e subire un danno incalcolabile prima di poter dimostrare di essere innocente.Questo allontanta ulteriormente la possibilità di vedere (e scaricare) in rete musica LIBERA.Sarà forse che la pirateria non danneggia solamente (o affatto) le major ma piuttosto noi utenti?!
  • Anonimo scrive:
    Re: Non ci sperare....

    Si, ti sto dicendo esattamente questo.
    A me sono arrivati in casa con solo meta' del mandato,
    hanno preso quello che hanno voluto e se ne sono andati. In
    pratica non sapevo nemmeno il perche'. Per sapere il
    perche' ho dovuto spendere 1250 euri di ricorso al riesame,
    che ovviamente va fatto nel tribunale di competenza, lontano
    da dove abito, e quindi costava molto. OVVIAMENTE il
    tribunale del riesame ti da' torto, ma almeno e' costretto a
    consegnarti il fascicolo con le accuse. Le accuse erano di
    un tizio che si fingeva una donna, al quale era crashato il
    disco mentre era in chat e ha accusato me di esser eun
    hacker "perche' usava Linux" (testo dell'accusa,
    Linux=Hacker) . Alla fine , siccome le perizie dell'accusa
    facevano ridere, il procedimento e' stato archiviato e io non
    sono neanche andato in tribunale. Il problema e' stato che
    ho dovuto contattare TIVOLI per riavere il mio computer. Il
    guaio e' che del mio PC li' non c'era traccia. Un signore
    molto compassionevole ha semplicemente fatto capire al
    mio avvocato che era meglio lasciare stare, perche' sotto
    natale ci sono i regali da fare e qualcosa puo' sparire. Ho
    cercato di protestare col magistrato, il quale si e' pure
    arrabbiato dicendomi di ringraziarlo per aver archiviato,
    perche' se sono finito sotto inchiesta "tanto qualcosa c'era".
    Questa e' la storia. In tutto mi e' costata 12 milioni di lire,
    due computer e qualche milionata di lavoro.Dio mio, ma questa e' davvero una storia raccapricciante,devi assolutamente far sapere al paese quello che sta succedendo in Italia. manda una mail alla trasmissione ARIA PULITA di europa7 che loro si occupano dei casini come questi senza fare censure a niente e nessuno. bisogna che il mondo sappia.!!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    bell'intervista...finalmente la verità
    ...finalmente si è detto come le cose veramente stavano...complimenti admin...bravobyun personggio importante
  • Anonimo scrive:
    Spacciatore di bits.
    Attento a non vendere le mie "combinazioni" di bits o ti denuncio :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Spacciatore di bits.
      - Scritto da: Anonimo
      Attento a non vendere le mie "combinazioni"
      di bits o ti denuncio :DGia fatto bello mio! ;)
  • Anonimo scrive:
    mi fanno pena
    mi fa pena ki parla d punire 4 ragazzi perke condividono la loro passione per la musica...mi fanno pena perke nn hanno idea delle emozioni ke si provano ascoltando il loro pezzo preferito insieme a 4 amici.mi fanno pena perke pensano ke i diski nn li compra ki scarica...bherio dico ke è solo ki scarica ke kompra i cd. io ho un sacco d amici ke li comprano dai marokkini perke nn possono scaricare. io scarico e compro...non finanzio la mafia e continuo ad ascoltarmi la musica ke mi piace. perke se la musica piace davvero (kome a ki scarica) i diski originali li ha) mi fa un enorme pena ki dice d essere contro la pirateria...mi fa un enorme pena ki ha il coraggio d aver processato questi ragazzi e non li consoce nemmeno.
    • Anonimo scrive:
      Re: mi fanno pena
      kome kazzo parli
    • Ottav(i)o Nano scrive:
      Re: mi fanno pena
      A me fai pena te perchè non hai nemmeno i soldi per comprarti una tastiera nuova, visto che sulla tua la H non funziona e la O fa contatto ;-)- Scritto da: Anonimo
      mi fa pena ki parla d punire 4 ragazzi perke
      condividono la loro passione per la
      musica...
      mi fanno pena perke nn hanno idea delle
      emozioni ke si provano ascoltando il loro
      pezzo preferito insieme a 4 amici.
      mi fanno pena perke pensano ke i diski nn li
      compra ki scarica...bherio dico ke è
      solo ki scarica ke kompra i cd. io ho un
      sacco d amici ke li comprano dai marokkini
      perke nn possono scaricare. io scarico e
      compro...non finanzio la mafia e continuo ad
      ascoltarmi la musica ke mi piace. perke se
      la musica piace davvero (kome a ki scarica)
      i diski originali li ha)
      mi fa un enorme pena ki dice d essere contro
      la pirateria...
      mi fa un enorme pena ki ha il coraggio d
      aver processato questi ragazzi e non li
      consoce nemmeno.
    • Anonimo scrive:
      Re: mi fanno pena
      A me invece fa pena chi usa la k al posto del ch: pensa tu!Mah...
  • Anonimo scrive:
    hanno fatto bene
    io faccio musica come deejay e non capisco perchè uno che non fa una cavolo debba mettersi in mezzo per diffondere roba mia senza chiedermi se lo può fare. Perchè ?
    • TPK scrive:
      Re: hanno fatto bene
      Invidioso perche' i tuoi pezzi non erano linkati?
    • Anonimo scrive:
      Re: hanno fatto bene

      io faccio musica come deejay e non capisco
      perchè uno che non fa una cavolo
      debba mettersi in mezzo per diffondere roba
      mia senza chiedermi se lo può fare.
      Perchè ?Ehi anch'io uso pro-dj, per mixare tracce audio prese a caso, e mi roderebbe parecchio ritrovarle su qualche sito :@
    • Anonimo scrive:
      Re: hanno fatto bene
      - Scritto da: Anonimo
      io faccio musica come deejay e non capisco
      perchè uno che non fa una cavolo
      debba mettersi in mezzo per diffondere roba
      mia senza chiedermi se lo può fare.
      Perchè ?Perchè non ti rinchiudono per stupidità? 3 anni. Tanto son pochi vero? E comunque leggi bene l'articolo, dice: "hanno sempre approvato l'inserzione dei loro pezzi (spesso fornivano loro in anteprima i loro promo per posizionare il link nel forum). Inoltre molti link presenti erano remix fatti in casa dagli stessi utenti del forum o addirittura di persone che sono cresciute con il forum inserendo le loro produzioni e arrivando col tempo addirittura a stampare un disco!"... Capito ora? :)
      • Anonimo scrive:
        Re: hanno fatto bene
        E' curioso come questi sedicenti musicisti/dj si offendano quando qualcuno favorisce la diffusione dei loro pezzi. Considerato che con ogni probabilita' nessuna major firmera' con voi un contratto discografico, qualsiasi modalita' di diffusione del vostro lavoro DEVE essere la benvenuta. Questo e' il consiglio di un musicista... magari non bravo ma dannatamente realista. Saluti.
  • Anonimo scrive:
    Non ci sperare....
    Ho subito anche io un sequestro di computer, per una cretinata denunciata da un tizio che manco sapeva cosa fosse un hacker...gli si e' rotto il pc mentre era in chat con me e ha deciso che fosse colpa mia. Questo gia' ti fa capire la competenza di chi raccoglie la denuncia. Il PC non lo rivedrai mai. NOn lo rivedrai mai perche' innanzitutto la "scientifica" che esamina il PC e' un consulente esterno, mediamente un ex carabiniere che sa appena accenderlo. Nel mio caso hanno detto che il disco rigido era "criptato" perche' hanno cercato di vedere una partizione Linux usando windows. Poi,i casi sono due. Quando perdono la causa si sentono presi sul vivo, e per pura vendetta (per farti capire quanto siano potenti) te lo rompono, oppure te lo mandano alla procura di chissaddove (a me, per un'inchiesta di Verona, fini' al deposito di Tivoli) dicendo che sono cavoli tuoi andartelo a prendere. Oppure semplicemente non ti sanno dire dove sia, e ti fanno capire che se lo e' tenuto qualcuno di loro, "sa, era natale, ci sono i regali da fare". Tutto questo e' illegale, ma non fare l'errore di ricorrere al tribunale del riesame, perche' tanto da' sempre e solo ragione a loro e tu ci spendi solo dei soldi. So che e difficile, ma la cosa migliore e' lasciar fare al tuo avvocato e non presentarti neppure un aula, e non provare neppure a riavere le tue cose: piu' insisti e piu' si sentono potenti, in pratica ci godono a farti morire di rabbia..... nun te incazza', lascia perdere e comprati un altro PC, ti costa meno di un ricorso al riesame.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non ci sperare....
      stai dicendo che se, mentre mi sto facendo gli affari miei al pc, mi arriva la pula che mi r*bba tutto perche' gli frulla per la testa che possa essere chissà che pericoloso piratone informatico, la cosa migliore da fare e consegnargli tutto l' hardware , dimenticare e spendere altre migliaia di euro per un altro pc, sperando che non succeda un altro arbitrario sequestro? e' questo che stai diecendo? perche' se e' questo che stai dicendo, ormai in Italia siamo arrivati al punto che protestare non serve piu' a nulla, e se in un paese far sentire la propria voce non serve ormai a nulla, cos'altro rimane da fare ai cittadini?
      • Anonimo scrive:
        Re: Non ci sperare....
        Si, ti sto dicendo esattamente questo.A me sono arrivati in casa con solo meta' del mandato, hanno preso quello che hanno voluto e se ne sono andati. In pratica non sapevo nemmeno il perche'. Per sapere il perche' ho dovuto spendere 1250 euri di ricorso al riesame, che ovviamente va fatto nel tribunale di competenza, lontano da dove abito, e quindi costava molto. OVVIAMENTE il tribunale del riesame ti da' torto, ma almeno e' costretto a consegnarti il fascicolo con le accuse. Le accuse erano di un tizio che si fingeva una donna, al quale era crashato il disco mentre era in chat e ha accusato me di esser eun hacker "perche' usava Linux" (testo dell'accusa, Linux=Hacker) . Alla fine , siccome le perizie dell'accusa facevano ridere, il procedimento e' stato archiviato e io non sono neanche andato in tribunale. Il problema e' stato che ho dovuto contattare TIVOLI per riavere il mio computer. Il guaio e' che del mio PC li' non c'era traccia. Un signore molto compassionevole ha semplicemente fatto capire al mio avvocato che era meglio lasciare stare, perche' sotto natale ci sono i regali da fare e qualcosa puo' sparire. Ho cercato di protestare col magistrato, il quale si e' pure arrabbiato dicendomi di ringraziarlo per aver archiviato, perche' se sono finito sotto inchiesta "tanto qualcosa c'era". Questa e' la storia. In tutto mi e' costata 12 milioni di lire, due computer e qualche milionata di lavoro.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non ci sperare....
          Eggià!!!Comunque non è che alla pol post girano le balle e vengono a casa tua: ci deve essere un cretino che denuncia, e il problema è che chi raccoglie le denunce, non sapendo assolutamente nulla, dice di tirare su tutto e tanti saluti. Il consiglio dell'amico è giusto: lasciate perdere fin dall'inizio perchè vi costa di più in avvocati che non comprarvi tutto nuovo.D'altronde si sa: puoi fare quello che vuoi solo se c'hai soldi, se no ti gratti e subisci.Per quanto riguarda i regali di Natale, beh....è sempre Natale!!! :)Ciao ciao!
          • Anonimo scrive:
            Re: Non ci sperare....
            - Scritto da: Anonimo
            Eggià!!!
            Comunque non è che alla pol post
            girano le balle e vengono a casa tua: Anche questo non e' del tutto vero. A volte prendono un pregiudicato , gli chiedono il favore di scrivere il tuo nome sulla sua agenda, e poi mettono sotto accusa lui. Lui sa benissimo che e' una farsa, e in cambio riceve una qualche impunita' su piccoli delitti. COn questa scusa loro arrivano da te, e fanno quel che vogliono. Me lo spiegava il mio avvocato quando mi spiegava perche' era meglio prendersela persa. Non ci vuole proprio nessuna denuncia, e tu sei troppo ottimista. Alla polizia lo fanno anche quando hanno bisogno di computers nuovi. Ma davvero credi che le inchieste che leggi sui giornali siano vere inchieste contro veri delinquenti?
          • Anonimo scrive:
            Re: Non ci sperare....
            il mio pc non si tocca!più che darglielo mi ci incateno insieme
          • Anonimo scrive:
            Re: Non ci sperare....
            - Scritto da: Anonimo
            il mio pc non si tocca!

            più che darglielo mi ci incateno
            insiemeno raga,dovete essere piu' furbi...siccome quell iche vengono a casa vostra sono dei meri idioti in informatica e postano via tutto quello che pare un pc, semplicemente fategli trovare un pc scassato da buttare, e loro se ne vanno contenti credendo di avervelo messo nel sacco!Sfruttiamo la loro ignoranza, pittosto che dargli il pc a loro lo sasso fuori dalal finestar e glielo spacco in faccia!^^Miki
          • Anonimo scrive:
            Re: Non ci sperare....
            Io ho avuto un sequestro, perche qualche ragazzino nel mio vicinato, aveva detto non so a chi che masterizzavo e vendevo giochi per la playstation (bleah!). il pc è stato lontano dalla mia scrivania per un mese, ma grazie ma il mio avvocato era riuscito a farmelo rendere. Quando è rientrato, ho dato una controllata a tutto l'hardware, e ho scoperto che all'interno era stato manomesso: in pratica, hanno smontato il masterizzatore scsi e hanno cercato di collegarlo a un altro pc con un cavo ide. Me ne sono accorto perche alcuni piedini erano piegati, e il cavo all'interno era staccato.tornano dopo 4 mesi, con la stessa accusa. anche quella volta sono andati via senza portar via nulla (dopo avermi messo a soqquadro la casa), ma hanno voluto in cambio il nome di un pirata. morale della favola, il nome del pirata l'ho fatto: era un loro collega, molto conosciuto in zona per clonazione di card satellitari. voi cosa avreste fatto?
          • Anonimo scrive:
            Re: Non ci sperare....
            [cut]
            ... ho dato una controllata a tutto
            l'hardware, e ho scoperto che all'interno
            era stato manomesso: in pratica, hanno
            smontato il masterizzatore scsi e hanno
            cercato di collegarlo a un altro pc con un
            cavo ide. Me ne sono accorto perche alcuni
            piedini erano piegati, e il cavo all'interno
            era staccato.[cut]Essi torneranno e il loro perito (se non sono loro stessi a fare la im-perizia) ti infileranno una scheda ISA in uno slot PCI: una bella martellata e vedi come entra la schedozza.Ma sti tizi hanno studiato al CEPU? Tornassero ad usare lo sfollagente allo stadio che è meglio:D
  • Anonimo scrive:
    grande professionalita` della polizia...
    quanti secoli gli serviranno ancora per capire che e` sufficente prendersi i dischi e non tutto?ma e` possibile che devono continuare da 20 anni con questa procedura ridicola di sequestrare tutto l'hardware nel raggio di 1 km?
  • Anonimo scrive:
    Sequestro alla sorella
    In casa lavoriamo nell'informatica in 3 e abbiamo 6 computer: il mio, quello di mia mamma, quello di mio papa', il portatile di mia mamma, il portatile di mio papa', il server di rete.Ora, se ci sequestrano tutto ritengo corretto che fino alla restituzione del maltolto i carabinieri o chi effettui il sequestro CI MANTENGA TUTTI E TRE!!!Tu stato italiano di ME..A mi togli la possibilita' di lavorare? Benissimo allora MI MANTIERI TU!!!SCHIFOSO!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Sequestro alla sorella
      Io vorrei una precisazione da qualcunoMa è vero che se dovessero beccare uno in un condominio di 100 famiglie, potrebbero sequestrare tutti gli apparati informatici presenti nello stesso? In teoria sarebbero "autorizzati" ad entrare appartamento per appartameto? Potrei davvero incazzarmi dover vedere il mio ed i miei strumenti di lavoro per una ragazzino sbrufoloso di 30 anni che scarica emmepitre del cazzo!Ne ho sentito parlaresaluti
      • Anonimo scrive:
        Re: Sequestro alla sorella
        che magari abita pure 6 piani sotto di mesaluti
      • Anonimo scrive:
        Re: Sequestro alla sorella
        - Scritto da: Anonimo
        Io vorrei una precisazione da qualcuno
        Ma è vero che se dovessero beccare
        uno in un condominio di 100 famiglie,
        potrebbero sequestrare tutti gli apparati
        informatici presenti nello stesso? In teoria
        sarebbero "autorizzati" ad entrare
        appartamento per appartameto? Potrei davvero
        incazzarmi dover vedere il mio ed i miei
        strumenti di lavoro per una ragazzino
        sbrufoloso di 30 anni che scarica emmepitre
        del cazzo!si' .ps: d'altronde non vedo perche' mai voi italiani piagnucolosi dovete sempre lamentarvi. nel caso in cui dovesse succedere questo, diciamo, spiacevole equivoco, puoi sempre comprarti un altro computer. le città sono piene di negozi di informatica, ed i soldi a voi italiani non mancano, il vostro premier ha affermato che le tasse sono diminuite, gli stipendi sono stati rialzati ed il costo della vita si e' sicuramente abbassato.
        • Anonimo scrive:
          Re: Sequestro alla sorella

          il vostro premier ha
          affermato che le tasse sono diminuite, gli
          stipendi sono stati rialzati ed il costo
          della vita si e' sicuramente abbassato.Ah certo, siccome lo ha detto il premier...
          • Anonimo scrive:
            Re: Sequestro alla sorella
            ma cosa cosa? nn andiamo OT x piacere, cmq basta vedere l'euro PD, dalla frutta al cd vergine tutto AUMENTATO e i salari? sempre quelli se nn meno :@
        • Alessandrox scrive:
          Re: Sequestro alla sorella
          - Scritto da: Anonimo
          ps: d'altronde non vedo perche' mai voi
          italiani piagnucolosi dovete sempre
          lamentarvi. nel caso in cui dovesse
          succedere questo, diciamo, spiacevole
          equivoco, puoi sempre comprarti un altro
          computer. le città sono piene di
          negozi di informatica, ed i soldi a voi
          italiani non mancano, il vostro premier ha
          affermato che le tasse sono diminuite, gli
          stipendi sono stati rialzati ed il costo
          della vita si e' sicuramente abbassato.Vedi non e' tanto la perdita dell' l' HW che ci fa "piangere" ma dei dati in esso contenuti... immagina ore, giorni, mesi (senon anni) di lavoro perduto. Dimmi: quello in quale negozio lo ricompri?Forsetu non sei un italiano ma certo non rendi onore al tuo paese; se poi sei un' italiano allora bisogna solo avere pazienza... con gente come te non c'e'nessuna speranza.
  • Anonimo scrive:
    Natale alle porte
    Ricordate quando uscirete con la vostra tredicesima in tasca per fare tanti bei regalini che sotto l'albero quest'anno niente CD o DVD.. proviamo ogni tanto a non essere solo delle vacche da mungere..
  • Anonimo scrive:
    Bill Gates può invece?
    Microsoft utilizza software pirataSu Windows le prove del furtoI pirati del software sono il demonio e come tali vanno puniti. Non sono le parole testuali usate dal colosso informatico Microsoft, ma di fatto, le azioni legali che la società intraprende contro chi fa uso di software acquistato sul mercato nero, fanno intendere benissimo quale sia la posizione dell?azienda nei confronti di queste persone. Certo la credibilità di una società come questa verrebbe a cadere se proprio i suoi dipendenti, quelli che si occupano dello sviluppo del sistema operativo Windows, si comportassero da pirati.Sembra improbabile vero? Assolutamente no, e a dimostrarlo è stata la rivista tedesca ?PC Welt?. Il giornale ha infatti scoperto che, alcuni file WAV forniti come demo per windows mediaplayer e che fanno parte del sistema operativo XP, sono stati editati con una versione illegale di SoundForge.Per verificare quanto pubblicato sulla rivista basta andare nella cartella ?C:WINDOWSHelpToursWindowsMediaPlayerAudioWav? e aprire con un texteditor (è sufficiente anche il comune notepad) uno qualsiasi dei file .wav presenti. Nell?ultima riga del file di testo si leggerà:"LISTB INFOICRD 2000-04-06 IENG Deepz0ne ISFT Sound Forge 4.5"Cioè una versione di SoundForge 4.5 crakkata da Deepz0ne membro dello storico gruppo Cracker dei Radium. Che dire, Microsoft predica bene ma razzola molto male!
    • Anonimo scrive:
      Re: Bill Gates può invece?
      Davvero? Questa si che e' meravigliosa! E questa gente vuole insegnare a noi come si "vive" in campo informatico: bell'esempio!Grazie Bill, sei tutti noi!
      • Anonimo scrive:
        Re: Bill Gates può invece?
        - Scritto da: Anonimo
        Davvero? Questa si che e' meravigliosa! E
        questa gente vuole insegnare a noi come si
        "vive" in campo informatico: bell'esempio!
        Grazie Bill, sei tutti noi!purtroppo è cosi...e le prove sono alla portata di tutti..basta avere un win xp...
    • Anonimo scrive:
      Re: Bill Gates può invece?
      - Scritto da: Anonimo[cut]
      .......
      Per verificare quanto pubblicato sulla
      rivista basta andare nella cartella
      “C:WINDOWSHelpToursWindowsMediaPlayerAud

      "LISTB INFOICRD 2000-04-06 IENG Deepz0ne
      ISFT Sound Forge 4.5"

      Cioè una versione di SoundForge 4.5
      crakkata da Deepz0ne membro dello storico
      gruppo Cracker dei Radium. Che dire,
      Microsoft predica bene ma razzola molto
      male!Sai che risate se canarini + BSA perquisiscono le sedi in Italia della Microsoft :D:D:D
  • Anonimo scrive:
    Se entri nelle loro grinfie
    Di questi figliengrocchia, se non sei milionario in Euro, hai chiuso e ti rovinano la vita.Sone dei pidocchiosi questi delle Major e bisogna cacciarli dal tempio e cancellare le loro leggi lobbistiche.Che vadano nei campi a coltivar patate.
    • Anonimo scrive:
      Re: Se entri nelle loro grinfie
      Non comprate più musica, nemmeno on line. E' una vita che non entro in un negozio di cd musicali. Sappiamo bene che le istituzioni, sguinzagliano uomini in divisa che poi sono i primi a smerciare musica e film contraffatti, che si intascano il mal sequestrato, che girano in auto da 30.000 euro ecc. ecc.Visto che la democrazia non esiste più, almeno facciamo l'unica cosa che "democraticamente" possiamo ancora fare: non arricchiamoli più! Basta foraggiare i ladri con i nostri pochi soldi rimastici!
  • Anonimo scrive:
    La chiosa
    è angosciante:(
  • Anonimo scrive:
    Annullare la collaborazione....
    A mio parere e' nato tutto dal fatto che si e' venuto a creare un contatto diretto fra chi quel tipo di musica la produce e chi la ascolta bypassando il terzo incomodo (il distributore), questo che e' uno dei rischi piu' grossi che le major vogliono evitare e' stata la molla che ha spinto ad avviare la denuncia.Il significato del messaggio e' chiaro, e' diretto agli artisti e gli fa capire che devono avere a che fare solo con loro.
    • naevus scrive:
      Re: Annullare la collaborazione....
      un giorno gente che oggi affronta un processo penale per una legge 'fatta da ignoranti del settore' saranno ricordati come martiri della espansione della rete. grazie admin
    • Anonimo scrive:
      Re: Annullare la collaborazione....
      - Scritto da: Anonimo

      A mio parere e' nato tutto dal fatto che si
      e' venuto a creare un contatto diretto fra
      chi quel tipo di musica la produce e chi la
      ascolta bypassando il terzo incomodo (il
      distributore), questo che e' uno dei rischi
      piu' grossi che le major vogliono evitare e'
      stata la molla che ha spinto ad avviare la
      denuncia.
      Anche io la penso come te.
    • Anonimo scrive:
      Re: Annullare la collaborazione....
      peccato che lo faceva con roba non sua e soprattutto danneggiano le etichette indipendenti che fanno dance non certo le major
  • Anonimo scrive:
    Avranno magari violato la legge
    Però ragazzi miei se uno sbaglia su ste cose ci dovrebbe essere al massimo una multina tipo quando parcheggi in doppia fila. Mica "IL PROCESSO", mica stiamo in un romanzo di Kafka
    • Anonimo scrive:
      Re: Avranno magari violato la legge
      - Scritto da: Anonimo
      Però ragazzi miei se uno sbaglia su
      ste cose ci dovrebbe essere al massimo una
      multina tipo quando parcheggi in doppia
      fila. Mica "IL PROCESSO", mica stiamo in un
      romanzo di KafkaNo peggio, siamo in Italia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Avranno magari violato la legge

      Però ragazzi miei se uno sbaglia su
      ste cose ci dovrebbe essere al massimo una
      multina tipo quando parcheggi in doppia
      fila. Mica "IL PROCESSO", mica stiamo in un
      romanzo di KafkaDipende sempre di chi e' il parcheggio che hai occupato. :D
  • Anonimo scrive:
    Ha ragione
    c'è poco da dire.
  • Anonimo scrive:
    Sono contento.
    Lo scambio di materiale copiato sta distruggendo molti settori, sono contento che ogni tanto vi bastonino!!!Tengo a precisare che uso Windows con licenza originale, e non ho DVD ne CD musicali copiati, quindi penso di avere il diritto di parlare; i ladri d'arte siete VOI!!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono contento.
      Bravo fesso, fai il gioco delle major
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono contento.
        - Scritto da: Anonimo
        Bravo fesso, fai il gioco delle majorSei tu che pirati che fai il gioco delle major che presto o tardi verranno anche da te. Vuoi i cd a prezzi più bassi? mettili in ginocchio, boicotta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono contento.
      - Scritto da: Anonimo
      Lo scambio di materiale copiato stabla..bla..bla..cut..scommetto che sei lo stesso che si è infastidito dell'intromissione della Polonia nell'affare brevetti...
    • saruman scrive:
      Re: Sono contento.
      - Scritto da: Anonimo
      Lo scambio di materiale copiato sta
      distruggendo molti settori, sono contento
      che ogni tanto vi bastonino!!!
      Tengo a precisare che uso Windows con
      licenza originale, e non ho DVD ne CD
      musicali copiati, quindi penso di avere il
      diritto di parlare; i ladri d'arte siete
      VOI!!!!!!!!!HIHIIHIH stà distruggendo i settori eh? Allora prima di aprir bocca e dargli fiato, vai a vedere se è aumentato o no il fatturato delle vendite di cd musicali nell'ultimo anno e se è aumentata l'affluenza al cinema....del 7% per l'esattezza. Se non sai le cose chiudi la bocca e stai nel tuo che eviti figuracce....
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono contento.
      le classifiche che fanno ogni fine settimana alla tv?
      o i premi tipo il disco di platino per non so quante copie vendute?o i film che "sbancano" i botteghini?o le relazioni trimestrali dei titoli in borsa in rialzo? ("quest'anno il fatturato bla bla bla.. si prevede un miglioramento bla bla bla")ma vai a lavorare
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono contento.
      Ok allora paga 25 ? per un cd di vasco rossi (puah!!)(apple)
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono contento.
      ma 99 Trollazzo!!!!!!!!solo in italia si fa la galera chi scarica un mp3 ed invece chi ammazza i figli ed ha soldi per un buon avvocato si permette il lusso persino di ricattare i giudici.Sai cosa sei?"Nuddu 'misccatu cu nnenti"Ciao
    • TPK scrive:
      Re: Sono contento.
      - Scritto da: Anonimo
      Lo scambio di materiale copiato sta
      distruggendo molti settori, sono contento
      che ogni tanto vi bastonino!!!
      Tengo a precisare che uso Windows con
      licenza originale, e non ho DVD ne CD
      musicali copiati, quindi penso di avere il
      diritto di parlare; i ladri d'arte siete
      VOI!!!!!!!!!Secondo me uno che si vanta di avere Windows originale non dovrebbe avere il diritto di parlare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono contento.
        - Scritto da: TPK

        - Scritto da: Anonimo

        Lo scambio di materiale copiato sta

        distruggendo molti settori, sono
        contento

        che ogni tanto vi bastonino!!!

        Tengo a precisare che uso Windows con

        licenza originale, e non ho DVD ne CD

        musicali copiati, quindi penso di avere
        il

        diritto di parlare; i ladri d'arte siete

        VOI!!!!!!!!!

        Secondo me uno che si vanta di avere
        Windows originale non dovrebbe avere
        il diritto di parlare. rovesciato:-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono contento.
      hai windows originale perche sei stato costretto ad acquistarlo, o meglio era compreso nel prezzo...(preinstallato.."accetti la licenza? SI/NO" ..le solite cose dette e ridette)potresti parlare solo se tu fossi andato in un negozio a dire
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono contento.
        - Scritto da: Anonimo
        hai windows originale perche sei stato
        costretto ad acquistarlo, o meglio era
        compreso nel
        prezzo...(preinstallato.."accetti la
        licenza? SI/NO" ..le solite cose dette e
        ridette)
        potresti parlare solo se tu fossi andato in
        un negozio a dire "mi da un copia di winxp a 300euro? grazie"
Chiudi i commenti