Cassandra Crossing/ Facebook e la bolla

di M. Calamari - Come si valuta un social network? Economicamente, si intende. E, soprattutto, come si fa a schivare un'altra bolla dot.com? Sempre che ci sia, la bolla: e se questa volta fosse tutto (spaventosamente) più reale?

Roma – I lettori di Punto Informatico non si saranno certo lasciati sfuggire la notizia dell’imminente (ma forse sarebbe meglio dire “nuovamente imminente”) quotazione in borsa di Facebook.

L’interessante valutazione di Facebook come dot.com , effettuata dalla serissima Goldman&Sachs, raggiunge infatti la rispettabilissima e paperoniana cifra di 50.000.000.000 dollari (leggasi “cinquanta miliardi di dollari”). Si tratterebbe di una delle più grandi collocazioni in Borsa degli ultimi anni.

Non è qui il caso di ripetere cosa Cassandra pensi di FB e dei suoi 500.000.000 utenti (leggasi “cinquecento milioni di utenti”), perché i miei 24 lettori lo hanno certo già sentito fino alla nausea e non intendo metterne alla prova ulteriormente la pazienza.

Ma 50.000.000.000 diviso 500.000.000 fa 100.

Cento dollari. Non una ricchezza ma nemmeno una cifra da buttare.

Merita perciò interrogarsi sul perchè le partite di Sofia (mia nipote, 9 anni) fatte a TikiFarm o CityVille dovrebbero valere una cifra che le permetterebbe di pagarsi un cellulare nuovo o, meglio, una piccola provvista di libri. Generalizzando, merita chiedersi cosa mai possa far valere 100 rispettabili dollaroni un utente attivo di FB. Oltretutto, considerando che la maggior parte degli “utenti” di Facebook sono inattivi perché account di prova, multipli od abbandonati, la cifra dovrebbe salire di molto, probabilmente verso i 500 o 1.000 dollari.

Cosa rispondersi?

È una nuova bolla speculativa che porta agenzie finanziare come Goldman&Sachs a vaticinare cifre astronomiche sperando di creare una profezia che si auto-avvera? Possibile che nessuno abbia imparato la lezione dell’implosione delle sopravvalutatissime dot.com , che tante vittime ha fatto tra finanzieri e piccoli azionisti? Si tratta allora del valore dei dati personali e della rete di relazioni che un utente regala a FB se utilizzati per fare profilazione e pubblicità mirata? La capacità di acquisto di un utente di FB sembrerebbe smentire senz’altro questa ipotesi.

Ma se non è un abbaglio finanziario od un valore pubblicitario cosa può essere? Possibile che il valore di FB come collettore di dati e relazioni personali abbia una componente nascosta che possa spiegare la paperoniana quotazione? Potrebbe forse essere il valore d’uso per un futuro tecnocontrollo pervasivo, bootstrappato da una massa critica di informazioni che per la prima volta nella storia solo FB è riuscito a raccogliere? O potrebbe piuttosto essere l’utilizzo delle dinamiche sociali come mezzo di controllo dei consumi e degli orientamenti di una fetta consistente di umanità?

Queste ipotesi sembrano assai più credibili. Probabilmente è meglio che provi a distrarre Sofia spiegandole la bellezza nascosta della battaglia navale su carta quadrettata, sperando di allontanarla da FB.

Voi, invece, ne sapete più che abbastanza per capire da soli.

Marco Calamari
Lo Slog (Static Blog) di Marco Calamari

Tutte le release di Cassandra Crossing sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • manu scrive:
    http://smartphoneandroid.blogspot.com/
    Sony Ericsson Xperia x8, Android dal colore personalizzabile
  • sentinel scrive:
    Il traduttore universale di Star Trek
    http://it.wikipedia.org/wiki/Traduttore_universaleDa oggi siamo ancora più vicino al mondo di Star Trek,il traduttore universale è sempre stato un gadget ganzissisimo!!!Adesso manca ancora il pezzo forte...Capitano Kirk ad Enterprise......TELETRASPORTO!;-)
    • Mastro Geppetto scrive:
      Re: Il traduttore universale di Star Trek
      - Scritto da: sentinel
      ...TELETRASPORTO!

      ;-)quello lo farà la Apple. Anzi i Macachi. Quando capiranno che Android è il futuro lanceranno il loro giocattolino dal settimo piano... altro che teletrasporto!:)
    • iupiter scrive:
      Re: Il traduttore universale di Star Trek
      il problema non e' come si traduce...e' che una XXXXXXccia anche tradotta rimane una XXXXXXccia.
  • Surak 2.0 scrive:
    inglese-spagnolo, ma..
    A quanto pare sono avanti pure con la versione in tedesco dato che il filmato fa una prova con un tizio che parla tedesco
  • ciao scrive:
    e per iOS?
    Non vedo l'ora di vedere questa mirabilia sul mio iPhone 4: speriamo arrivi presto anche lì!
    • Funz scrive:
      Re: e per iOS?
      - Scritto da: ciao
      Non vedo l'ora di vedere questa mirabilia sul mio
      iPhone 4: speriamo arrivi presto anche
      lì!Ma per iphone c'è l'altra app che inquadra i cartelli e sovrappone la traduzione... però quella è magica e innovativa eXXXXX e ha avuto 50 commenti, questa non se la caga nessuno. Eppure il riconoscimento del parlato e la sintesi vocale mi sembrano ben più difficili dell'OCR.Noto che negli USA hanno grossi problemi con lo spagnolo, visto che queste applicazioni partono tutte da lì ^^-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 gennaio 2011 15.00-----------------------------------------------------------
      • zizzo scrive:
        Re: e per iOS?
        "with cable"?:)Certamente è ammirevole lo sforzo e l'intenzione. Anche il risultato è per certi aspetti sorprendente. Basta fare attenzione a non entrare in un negozio con il commesso grosso e irrascibile quando si parla si sua sorella :DLo spagnolo?In USA c'è un'enorme massa di persone che parlano spagnolo (anche solo spagnolo) e... Mountain View si trova tra San Jose e Palo Alto...
      • zuzzurro scrive:
        Re: e per iOS?

        Ma per iphone c'è l'altra app che inquadra i
        cartelli e sovrappone la traduzione... però
        quella è magica e innovativa eXXXXX e ha avuto 50
        commenti, questa non se la caga nessuno. Eppure
        il riconoscimento del parlato e la sintesi vocale
        mi sembrano ben più difficili
        dell'OCR.Difatti, ma vorresti mica abbassarti ai livelli di un fanboy?Piuttosto: su Android c'è la ricerca vocale delle cose anche in Italiano, ma mancano ancora le VOICE COMMAND in italiano (quelle che ti permettono per esempio di dire "SCRIVI A "Casa" "Ciao, arrivo più tardi stasera BACI").Ci sono taaante alternative, però mi piacerebbe tanto che google si dasse una mossa (non ci va poi molto ad inserire anche nel dizionario Italiano quei tre comandi in inglese e via che si va...)
      • ciao scrive:
        Re: e per iOS?

        Ma per iphone c'è l'altra app che inquadra i
        cartelli e sovrappone la traduzione...Ma non ce l'aveva anche Android? Ricordo che la prima volta me la fecero vedere sul milestone.
        però quella è magica e innovativa eXXXXX Di sicuro!
        e ha avuto 50 commenti, questa non se la caga nessuno.Se non è per iOS a chi vuoi che importi? A quattro cantinari sfigati?
        Eppure il riconoscimento del parlato e la sintesi vocale
        mi sembrano ben più difficili dell'OCR.Sì, ma la cosa importante è lo stile: chi se ne frega se è facile o difficile.
      • Nome e cognome scrive:
        Re: e per iOS?

        Ma per iphone c'è l'altra app che inquadra i
        cartelli e sovrappone la traduzione...Google Goggles lo fa. Non in tempo reale come la app per iOS (devi scattare la foto e scegliere translate), ma in compenso si appoggia proprio a Google Translate anziché tradurre parola per parola dal dizionario interno.
    • dimmi chi sei scrive:
      Re: e per iOS?
      speriamo di no...apple non mi pare abbia portato molti dei suoi programmi su altri os, quindi...fatevelo fare da apple :D
      • Redpill scrive:
        Re: e per iOS?
        - Scritto da: dimmi chi sei
        speriamo di no...

        apple non mi pare abbia portato molti dei suoi
        programmi su altri os,
        quindi...

        fatevelo fare da apple :DApple produce software per Apple. Detto ciò sull'App Store ci sono una marea di applicazioni scritte da altri e che sono disponibili anche per Android e Microsoft.
      • ciao scrive:
        Re: e per iOS?
        Speriamo di sì: Google non può pensare di ignorare i numeri uno del mercato (e tali resteremo ancora a lungo).Avere qualcosa di così fantastico e non poterlo vender su AppStore significa aver lavorato per nulla.
        • reartu scrive:
          Re: e per iOS?
          - Scritto da: ciao
          Speriamo di sì: Google non può pensare di
          ignorare i numeri uno del mercato (e tali
          resteremo ancora a
          lungo).
          Avere qualcosa di così fantastico e non poterlo
          vender su AppStore significa aver lavorato per
          nulla.perchè no? guarda lo sta facendo.. vi sta ignorando.. e i numeri uno lo eravate.. surclassati da android di google e quindi spiegami perchè dovrebbe farlo visto che ci sta una guerra in preparazione tra apple e google?
          • Redpill scrive:
            Re: e per iOS?
            - Scritto da: reartu
            - Scritto da: ciao

            Speriamo di sì: Google non può pensare di

            ignorare i numeri uno del mercato (e tali

            resteremo ancora a

            lungo).

            Avere qualcosa di così fantastico e non poterlo

            vender su AppStore significa aver lavorato per

            nulla.

            perchè no? guarda lo sta facendo.. vi sta
            ignorando.. e i numeri uno lo eravate..
            surclassati da android di google e quindi
            spiegami perchè dovrebbe farlo visto che ci sta
            una guerra in preparazione tra apple e
            google?Le app di google sono già sull'app store uffiale di apple. E' solo questione di tempo. Al di là dei soliti discorsi da fan boy dell'una o dell'altra fazione l'app store rimane una enorme fonte di introiti per tutte le aziende. Sarebbe ridicolo affermare il contrario.
          • esemplare scrive:
            Re: e per iOS?
            - Scritto da: Redpill
            - Scritto da: reartu

            - Scritto da: ciao


            Speriamo di sì: Google non può pensare di


            ignorare i numeri uno del mercato (e tali


            resteremo ancora a


            lungo).


            Avere qualcosa di così fantastico e non
            poterlo


            vender su AppStore significa aver lavorato per


            nulla.



            perchè no? guarda lo sta facendo.. vi sta

            ignorando.. e i numeri uno lo eravate..

            surclassati da android di google e quindi

            spiegami perchè dovrebbe farlo visto che ci sta

            una guerra in preparazione tra apple e

            google?

            Le app di google sono già sull'app store uffiale
            di apple. E' solo questione di tempo. Al di là
            dei soliti discorsi da fan boy dell'una o
            dell'altra fazione l'app store rimane una enorme
            fonte di introiti per tutte le aziende. Sarebbe
            ridicolo affermare il
            contrario.ma prova a pensare cosa succede se le app piu fighe di google verranno messe solo per android.. a parte le persone come ruppolo e finalcut che non abbandonerebbero apple anche se ne andasse della loro vita gli altri si guarderebbero intorno cercando cosa gli da di piu a meno prezzo
    • rover scrive:
      Re: e per iOS?
      Non lo vedrai mai, secondo me.Che vantaggi ne trarrebbe Google?
    • Redpill scrive:
      Re: e per iOS?
      - Scritto da: ciao
      Non vedo l'ora di vedere questa mirabilia sul mio
      iPhone 4: speriamo arrivi presto anche
      lì!Già Dragon Dictation fa miracoli. Non penso ci vorrà molto per fare il passo successivo.
      • ciao scrive:
        Re: e per iOS?
        Infatti: però non posso sopportare Google con questa sua sciatteria.Mi sembra evidente che il vero mercato ce l'ha solo iPhone: perché perdere tempo con gli altri smartphone? Se lasci dietro iPhone ti stai tagliando le mani da solo.
        • reartu scrive:
          Re: e per iOS?
          - Scritto da: ciao
          Infatti: però non posso sopportare Google con
          questa sua
          sciatteria.
          Mi sembra evidente che il vero mercato ce l'ha
          solo iPhone: perché perdere tempo con gli altri
          smartphone? Se lasci dietro iPhone ti stai
          tagliando le mani da
          solo.su piangi e pesta i piedi applefan magari dall'alto del suo scranno jobs lancerà uno sguardo benevolo e ti dirà e ti rimetterà nel recinto pronto ad essere nuovamente munto lol ps. questa risposta è una ironia sul fatto che gli applefans vivono una realtà distorta e non si rendono conto del fatto che ios non comanda piu il mercato
Chiudi i commenti