Cassandra Crossing/ Parlare di libertà

di M. Calamari - La scelta del linguaggio e dei temi non è casuale. È frutto di un clima che, forse, nel Belpaese sta cambiando. Anche rispetto al passato

Roma – Come già noto ai miei 14 lettori, isolato causa vacanze in un (bel) paesino dove non passa nemmeno un autobus, mi sono ridotto a fruire massicciamente della carta stampata: persino quella di tipo domenicale.

Perciò, pur da drogato della società dell’informazione, sono stato esposto a dosi massicce di questa diversa forma di comunicazione, che utilizzando la nostra usuale terminologia informatica potremmo definire “di tipo legacy”, che pure in passato era in grado di smuovere coscienze e suscitare rivoluzioni, e oggi viene considerata dal pensiero popolare quella più “intellettuale”.

Questo semplice fatto ha dato il via, in maniera praticamente automatica, ad una serie di pensieri, abbondanti di opinioni quanto poveri di informazioni; i lettori di Cassandra sono avvertiti e perdoneranno quindi questo ben poco giornalistico approccio.

Fa bene ed è utile, come sosteneva già l’ormai troppo citato Tommaso Campanella, interessarsi del passato; è anche per questo che, tutte le volte che trovo un giornale od un libro vecchio od antico, dedico un po’ del mio sempre più prezioso tempo a leggerlo anche se parla di cose note o scontate. Epperciò noto con interesse arcaismi, cambiamenti di vocabolario, modalità di comunicazione, tipi e “colori” di propaganda.

Una delle cose più interessanti ed apprezzabili che ho trovato ultimamente è stata una rivista di propaganda nazista dedicata all’aviazione, stampata in italiano per italiani dall’ufficio propaganda della Luftwaffe e molto ben fatta. Un prodotto editoriale di qualità molto, molto alta. L’ho comprata appena vista su una bancarella in un mercatino dell’antiquariato, ad un prezzo che avrebbe giustificato un cambiamento di titolo da “Aquila” (Der Adler) a “L’Aquila d’oro”. I messaggi di propaganda veicolati tramite foto, testi e pubblicità erano interessanti, anche se un po’ ingenui per persone del terzo millennio ben più avvezze, almeno in parte, alla decodifica di flussi informativi.

La somma del tutto personale di queste ed altre letture “vintage”, unita all’indigestione di quotidiani moderni fatta in questi giorni mi ha portato a due considerazioni.

Nella stampa passata, particolarmente di paesi assolutistici come Germania nazista, Unione Sovietica stalinista, le categorie utilizzate nella cronaca erano spesso di tipo assoluto: il volere del popolo, la famiglia, il Re, il destino della Patria, il sol dell’avvenire e così via. C’erano anche, di solito solo in paesi con democrazie più o meno compiute, categorie più umane come libertà, diritti civili, uguaglianza, valore della cultura. “Niente di strano in questo – direte voi – è un’analisi piuttosto scontata e superficiale”.

È vero, ma il nocciolo è che, sempre dal mio punto di vista, le categorie del primo tipo sono sempre abbondanti nella stampa italiana (e se è per quello anche nella televisione), mentre le seconde sono oggi praticamente assenti. “Onestà, corruzione, voto del popolo, volontà popolare, Costituzione, Istituzioni” sono le categorie politiche di moda. Di “Libertà” invece, oggi, in Italia e sui giornali, non parla più nessuno. Visto che ne parlavano in secoli bui e passati, è possibile che qui ed oggi la cosa non interessi più a nessuno?

O non sarà perchè, vuoi per abitudine, vuoi per condizionamento, vuoi per timore, od addirittura per paura, parlare di libertà è diventato difficile? Già: è diventato difficile parlare di libertà, non solo nella Rete ma, purtroppo anche fuori.

E la cosa, a Cassandra, fa tanta paura.

Marco Calamari

Lo Slog (Static Blog) di Marco Calamari

Tutte le release di Cassandra Crossing sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • r1348 scrive:
    Que?
    "Caratteristiche hardware a parte, NVIDIA sostiene che le sue nuove GeForce sviluppano una potenza bruta 40 volte superiore a quelle della generazione precedente, e rappresentano un incremento prestazionale cinque volte superiore alle performance raggiungibili dalle corrispondenti soluzioni integrate di Intel."Solo a me non tornano i conti, o come al solito Nvidia sta sparando cifre a caso?
    • Alvaro Vitali scrive:
      Re: Que?
      - Scritto da: r1348

      Solo a me non tornano i conti, o come al solito
      Nvidia sta sparando cifre a caso?La seconda che hai detto!Tra l'altro, al posto di nVidia io mi preoccuperei visto che ormai dilagano i notebook con GPU AMD/ATI e Intel; quelli con GPU nVidia ormai sono una rarità.Evidentemente, i produttori di notebook stanno incontrando qualche problema nell'infilare simili termosifoni in spazi così ristretti.
      • Alfonso Maruccia scrive:
        Re: Que?
        Beh no, GF104 non è affatto un termosifone anzi. Stavo infatti pensando di comprare un paio di GeForce GTX 460 per il mio prossimo sistema desktop: configurazione SLI relativamente economica, potenza da vendere e consumi non astronomici :-P
        • r1348 scrive:
          Re: Que?
          Mah, Fermi mi sa in via generale di architettura poco efficiente, mi dispiace ma per ora la palma per le schede DX11 va ad ATI, il che è un peccato perché è da molto che attendo una HD5850 sui 200, ma per ora nulla... Inoltre ATI ha in cantiere delle nuove uscite a breve, fossi in te aspetterei...
          • Alfonso Maruccia scrive:
            Re: Que?
            Non ho bisogno di aspettare, ho abbastanza esperienza da potermi permettere di fare scelte autonome in fatto di hardware anche quando qualche dettaglio mi consiglierebbe il contrario :-P
          • Okok scrive:
            Re: Que?
            - Scritto da: Alfonso Maruccia
            Non ho bisogno di aspettare, ho abbastanza
            esperienza da potermi permettere di fare scelte
            autonome in fatto di hardware anche quando
            qualche dettaglio mi consiglierebbe il contrario
            :-POk hai raggiunto la maturità sei in grado di fare acquisti da solo ma per l'utilità del post?
          • rocco scrive:
            Re: Que?
            vero concordo uno sli di 460gtx va da paura veramente impressionante e si risparmia pure attualmente ho un crossfire di 5770 e sono parecchio deluso da driver sempre problemi diversi ad ogni aggiornamento driver cavolo l'hw ati no è male ma trai vari problemi driver sono veramente stanco... :(
          • cira scrive:
            Re: Que?
            - Scritto da: rocco
            vero concordo uno sli di 460gtx va da paura
            veramente impressionante e si risparmia pure
            attualmente ho un crossfire di 5770 e sono
            parecchio deluso da driver sempre problemi
            diversi ad ogni aggiornamento driver cavolo l'hw
            ati no è male ma trai vari problemi driver sono
            veramente stanco...
            :(Bravissimo... è quello che dico sempre anch'io a quelli che mi chiedono se è meglio Nvidia o ATI, i due HW sono il top di gamma, le differenze a mio avviso non si possono percepire ad occhio ma solo con test e risultati numerici, resta comunque il fatto che i driver Nvidia sono anni luce avanti e gli utenti LINUX (io compreso) possono solo confermare...
        • Alvaro Vitali scrive:
          Re: Que?
          Io sono un estimatore di nVidia, però ho visto in azione la GF 9800GS su un notebook Acer ... praticamente, sembra che stia per prendere fuoco da un momento all'altro.
          • ces scrive:
            Re: Que?
            - Scritto da: Alvaro Vitali
            Io sono un estimatore di nVidia, però ho visto in
            azione la GF 9800GS su un notebook Acer ...
            praticamente, sembra che stia per prendere fuoco
            da un momento
            all'altro.Come faranno a farle fungere su un notebook? Saranno castratissime, altro che 40 volte più performanti della generazione precedente...Aspettiamo i benchmark e qualche indicazione sui consumi.
          • Paolo Nocco scrive:
            Re: Que?
            Non andare su hardware così forte. Già le Go7900GTX fondevano. Infatti ho fuso le saldature delle Ram Gpu 2 volte. Mai più nvidia.
          • Alfonso Maruccia scrive:
            Re: Que?
            Sul mio Acer Aspire ho una GeForce 9600M GT. Nessun problema da segnalare, che carichi PCSX2 (emulatore di PS2 ad alto parallelismo), un gioco recente come Prototype o uno stress test come Furmark la temperatura è assolutamente sotto controllo....
          • Paolo Nocco scrive:
            Re: Que?
            Si, però dimentichi che parli di 2 generazioni di schede diverse, la mia una hi-end per l'epoca, la tua una mid-tier per l'epoca. Ovvio che col passare del tempo abbiano reso più efficienti (attraverso miniaturizzazione o nuove idee e tecnologie) le schede hi-end della generazione precedente, creando così le mid-tier della successiva. Se prendessi l'equivalente della 7900GTX per la tua generazione, dovresti pensare a una 9800MGTX...chissà se anche quella fonde le saldature della ram video...Non essere capzioso, su! :D
        • James Kirk scrive:
          Re: Que?
          - Scritto da: Alfonso Maruccia
          consumi non astronomiciLa 460 ha un prezzo fantastico ma sui consumi avrei qualche dubbio, unito ai seguenti altri due:- Calore generato (sempre Fermi è ...)- Rumore prodotto ... e poi, scusa l'intrusione nelle tue scelte ma è solo per un dibattito in merito, a che serve SLI oggi? Occorre una M/B costosa e, schede video a parte, destinata a restare vuota, un carcassone di case iperventilato, ed un alimentatore che pesa un kg.Io sono anni che uso sistemi Micro ATX per fare workstation da CAD-3D e funzionano benissimo con meno di 400W in totale silenzio.Ho provato anche qualche gioco peso e una scheda singola basta a pilotare un 24" a 1920x1200.
          • Alfonso Maruccia scrive:
            Re: Que?
            Dalle prove che ho letto GF104 è molto, molto meglio in quanto a consumi complessivi. Rumore? Basta prendere modelli con grossi dissipatori passivi e magari a liquido e il problema si risolve...Riguardo la motherboard, in effetti ho intenzione di prenderne una di qualità e oramai due canali PCIe 16x non si negano davvero più a nessuno :-PIl cassone non resterà certamente vuoto e ho comunque intenzione di adottare una soluzione sonora discreta.Una soluzione SLI in effetti è più "a prova di futuro" di una con scheda singola. Almeno la mia idea è questa.
          • Matteo scrive:
            Re: Que?
            Mah, io non sono mai stato un estimatore delle "soluzioni a prova di futuro". Prendi due schede in SLI e che fai? Per l'utilizzo ad alti livelli una basta, l'altra è solo corrente sprecata... con i problemi energetici/economici che ci sono mi sembra veramente un esagerazione fuori luogo. Poi coscienza propria.Morale a parte, dal lato pratico, Fermi sarà pure un trattore ma non è di certo una soluzione che valga il detto "a prova di futuro". La prossima generazione sicuro lo sarà (almeno lo spero per nVidia), come lo sarà anche la serie Radeon 6000. Le dx11 sembrano essere destinate alla longevità delle dx9, quindi una volta raffinato il proXXXXX costruttivo delle schede... l'acquisto "buono" ci sta. Ma ora ha davvero senso?
          • Matteo scrive:
            Re: Que?
            E.C.:ln 5 : un'esagerazuineln 13: proXXXXX produttivo
          • Alfonso Maruccia scrive:
            Re: Que?
            Inutile stare ad aspettare la "prossima generazione", perché la prossima generazione avrà sempre la generazione successiva che sarà meglio della precedente e correggerà i suoi difetti eccetera eccetera eccetera.Dal mio punto di vista Fermi è un'ottima architettura, una volta risolti i problemi dei consumi esagerati con la seconda iterazione (GF104). TUTTI i benchmark che ho sin qui visionato parlano chiaro, chi dice il contrario è in malafede o sta a libro paga ATI (esagerazione :-P).Sulla questione SLI: mai avuta una configurazione SLI, questa volta volevo provare con una scheda mainstream come la GTX 460 (magari uno di quei modelli overclockati con radiatori enormi come quello appena uscito da MSI) e vedere il risultato pratico....
          • ... scrive:
            Re: Que?
            - Scritto da: Alfonso Maruccia
            Inutile stare ad aspettare la "prossima
            generazione", perché la prossima generazione avrà
            sempre la generazione successiva che sarà meglio
            della precedente e correggerà i suoi difetti
            eccetera eccetera
            eccetera.

            Dal mio punto di vista Fermi è un'ottima
            architettura, una volta risolti i problemi dei
            consumi esagerati con la seconda iterazione
            (GF104). TUTTI i benchmark che ho sin qui
            visionato parlano chiaro, chi dice il contrario è
            in malafede o sta a libro paga ATI (esagerazione
            :-P).

            Sulla questione SLI: mai avuta una configurazione
            SLI, questa volta volevo provare con una scheda
            mainstream come la GTX 460 (magari uno di quei
            modelli overclockati con radiatori enormi come
            quello appena uscito da MSI) e vedere il
            risultato
            pratico....anche a me risulta quallo che dici, infatti penso che una bella gtx460 sara' la degna sostituta della mia attuale 8800gt
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Que?
            - Scritto da: Alfonso Maruccia
            Inutile stare ad aspettare la "prossima
            generazione", perché la prossima generazione avrà
            sempre la generazione successiva che sarà meglio
            della precedente e correggerà i suoi difetti
            eccetera eccetera
            eccetera.
            Quoto.
            Sulla questione SLI: mai avuta una configurazione
            SLI, questa volta volevo provare con una scheda
            mainstream come la GTX 460 (magari uno di quei
            modelli overclockati con radiatori enormi come
            quello appena uscito da MSI) e vedere il
            risultato
            pratico....In effetti l'interessante è passare dalla teoria alla pratica.Cmq, con qualche disponibilità economica in + ci proverei anche io, anche se magari proverei a usare due schede "medie" per avere prestazioni superiori a una mainstream.Oppure, in caso di problemi economici, prendere una mainstream adesso, ed aggiungere la seocnda quando cala il prezzo.Facci sapere Maruccia come va l'esperimento.
Chiudi i commenti