Cassandra Crossing/ Software assassino

di M. Calamari - Il codice deputato a regolare una banale funzione di un'automobile ha delle falle. E ci scappa il morto. Ma è l'inerte consumatore il principale responsabile

Roma – Niente di emozionante o fantascientifico, l’assassino in oggetto non è un drone armato di missili o un cannone robotizzato , sui cui Cassandra ha già edotto i suoi 24 instancabili lettori, ma un semplice software commerciale scritto da normali (o forse subnormali?) programmatori.

La cosa interessante è invece che la definizione di “assassino” non è dovuta all’opinione di Cassandra ed alle sue categorie morali, ma ad una sentenza definitiva emessa da una Corte degli Stati Uniti, brevemente riportata su Slashdot, e che è stata praticamente ignorata dai media. Succede, particolarmente quanto grandi aziende sono coinvolte.

Navigando i link inclusi nell’articolo di Slashdot qualcuno potrebbe notare che, a parte quelli ad altri articoli, i documenti ed i post sui blog non sono più disponibili. Anche questo talvolta succede, come altre cose sono successe nel corso di questa pluriennale vicenda.
Grazie alla Rete però non è difficile ritrovare la cosa più interessante, cioè la trascrizione della testimonianza del perito tecnico che descrive il “carattere” del nostro assassino.

Cassandra non è interessata al caso particolare, e per togliere ogni attesa di emozioni vi racconta il finale: tre milioni di dollari hanno chiuso la questione.

Ma il nostro protagonista? Il software “omicida”? Cosa faceva?
Beh, aveva il banale incarico di decidere quanta benzina far arrivare al motore di un’auto di marca ben nota.

La sentenza dice che ad un certo punto, per motivi dimostrati oltre ogni dubbio, ha preso una cantonata nel calcolare quell’unico numero, la macchina ha accelerato da sola a tutto gas, si è schiantata ed una donna è morta.
Di questi casi pendenti nelle corti americane ve ne sono altri, ma questo è il primo che arriva a conclusione, ed è destinato a far storia e precedente. Merita di essere studiato e seguito come Cassandra ha fatto, prima per curiosità e poi per reale interesse per anni.

“Ci ha già raccontato il finale, quindi cosa resta da dire?” penseranno alcuni dei 24.
No, anche se per cinismo, al di là dell’umana comprensione, in un mondo come questo una vita che si spegne ed un prodotto difettoso non interessano più di tanto. Ma interessa capire il perché di vicende come questa.

Ed il perché deve essere ricercato nei metodi con cui sono fatti i prodotti ripieni di software invisibile, e nella qualità percepita o propagandata di questi prodotti rispetto a quella reale.

Come succede spesso nei software chiusi e proprietari, il software viene scritto in fretta, modificando software preesistenti e non documentati, già modificati molte volte; il lavoro viene svolto da programmatori in un altro continente, usualmente pagati poco e stressati molto. Poi di test se ne fanno, anche tanti, ma sempre partendo da un software di bassa qualità: in questo modo l’imprevisto spesso passa ogni filtro ed ogni test e rimane sempre in agguato fino al momento di funzionare in maniera scorretta o, come in questo caso, di uccidere.

Tante responsabilità potrebbero essere individuate, ma nel disinteresse di chi paga per i prodotti e potrebbe ben farsi sentire con la voce assordante dei propri soldi è da cercare la responsabilità maggiore.
Cari consumatori che ascoltate, se cercate il colpevole ultimo, non quello occasionale, non andate a caccia di multinazionali “cattive” che fanno solo il loro mestiere. Lo trovate facilmente in una splendida citazione : “Com’è accaduto? Di chi è la colpa? Sicuramente ci sono alcuni più responsabili di altri che dovranno rispondere di tutto ciò; ma ancora una volta, a dire la verità, se cercate il colpevole… non c’è che da guardarsi allo specchio.”

Marco Calamari
Lo Slog (Static Blog) di Marco Calamari
Cassandra Crossing/ Scuola formazione e pensiero

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Skywalkersenior scrive:
    Mi mettono sempre tristezza...
    ...queste notizie, soprattutto quando è noto che il costo della manodopera per l'assemblaggio di certi prodotti influenza per una minima percentuale sul costo totale.Se i salari di quelle persone fossero più alti, o gli orari ridotti fino a valori più umani, il prezzo di quegli aggeggi salirebbe di sì e no 5 dollari
    • Izio01 scrive:
      Re: Mi mettono sempre tristezza...
      - Scritto da: Skywalkersenior
      ...queste notizie, soprattutto quando è noto che
      il costo della manodopera per l'assemblaggio di
      certi prodotti influenza per una minima
      percentuale sul costo totale.
      Se i salari di quelle persone fossero più alti, o
      gli orari ridotti fino a valori più umani, il
      prezzo di quegli aggeggi salirebbe di sì e no 5
      dollariSenza contare che se salissero i salari dei lavoratori cinesi (o africani, o messicani) si ridurrebbe anche il divario con i nostri. Certo, ci potremmo permettere un po' meno cose di quelle che ci possiamo permettere oggi, ma probabilmente recupereremmo qualcosa in termini di competitivtà.
  • Taddeus scrive:
    qualità
    Con salari del genere ecco spiegata la pessima qualità dei loro ultimi prodotti e la mancanza di controllo di qualità...ho buttato 2000 euro per un pc "made in china" pieno di difetti e malfunzionante dal primo giorno e che si sono rifiutati di sostituire nonostante i ripetuti interventi dei loro tecnici...complimenti
    • panda rossa scrive:
      Re: qualità
      - Scritto da: Taddeus
      Con salari del genere ecco spiegata la pessima
      qualità dei loro ultimi prodotti e la mancanza di
      controllo di qualità...ho buttato 2000 euro per
      un pc "made in china" Vorrai dire 200 euro.Oppure non era un pc.Chi e' che ti ha tirato una simile sola?
      • Taddeus scrive:
        Re: qualità
        La sola è della Dell, XPS 2720 comprato a fine Giugno,costo 1999 euro, cambiato 6 volte LCD, Hard Disk, telaio, casse audio, OS, un vero catorcio di pc e ancora oggi non funziona a dovere...
        • panda rossa scrive:
          Re: qualità
          - Scritto da: Taddeus
          La sola è della Dell, XPS 2720 comprato a fine
          Giugno,costo 1999 euro, cambiato 6 volte LCD,
          Hard Disk, telaio, casse audio, OS, un vero
          catorcio di pc e ancora oggi non funziona a
          dovere...Ah, ma e' un all in one!E che cavolo... hai scritto PC.Ok, soldi buttati.
      • Taddeus scrive:
        Re: qualità
        http://www.youtube.com/watch?v=jAlTpvTTVY0
  • Dr Doom scrive:
    non vi preoccupate
    con i governanti che ci troviamo, fra non molto queste cose le vedremmo qui in itaGlia :'(
    • Leguleio scrive:
      Re: non vi preoccupate

      con i governanti che ci troviamo, fra non molto
      queste cose le vedremmo qui in itaGlia
      :'(No, finché rimarrà in vigore lo statuto dei lavoratori.Poiché le modifiche di Elsa Fornero, malgrado le intenzioni iniziali, sono state più che altro simboliche, bisogna prendere atto del fatto che qui e ora il sindacato ha ancora l'ultima parola su certe questioni. In futuro, non si sa.
      • Dr Doom scrive:
        Re: non vi preoccupate
        - Scritto da: Leguleio

        con i governanti che ci troviamo, fra non
        molto

        queste cose le vedremmo qui in itaGlia

        :'(

        No, finché rimarrà in vigore lo statuto dei
        lavoratori.
        Poiché le modifiche di Elsa Fornero, malgrado le
        intenzioni iniziali, sono state più che altro
        simboliche, bisogna prendere atto del fatto che
        qui e ora il sindacato ha ancora l'ultima parola
        su certe questioni. In futuro, non si
        sa.Quale parte di "fra non molto" non ti è chiara?
        • Leguleio scrive:
          Re: non vi preoccupate



          con i governanti che ci troviamo, fra non

          molto


          queste cose le vedremmo qui in itaGlia


          :'(



          No, finché rimarrà in vigore lo statuto dei

          lavoratori.

          Poiché le modifiche di Elsa Fornero, malgrado le

          intenzioni iniziali, sono state più che altro

          simboliche, bisogna prendere atto del fatto che

          qui e ora il sindacato ha ancora l'ultima parola

          su certe questioni. In futuro, non si

          sa.
          Quale parte di "fra non molto" non ti è chiara?La parte che non specifica tempi certi.La riforma Fornero è di appena un anno fa. Improbabile che vi mettano mano di nuovo in tempi brevi, sarebbe un fallimento. Per la parte restante, si possono fare previsioni <B
          su tutto. </I
          Io posso prevedere che fra 150 l'Italia non esisterà più. Tanto non esisterò più io, chi mai verrà a chiederemene conto, in caso di errore? :D
          • Dr Doom scrive:
            Re: non vi preoccupate
            - Scritto da: Leguleio



            con i governanti che ci troviamo,
            fra
            non


            molto



            queste cose le vedremmo qui in
            itaGlia



            :'(





            No, finché rimarrà in vigore lo statuto
            dei


            lavoratori.


            Poiché le modifiche di Elsa Fornero,
            malgrado
            le


            intenzioni iniziali, sono state più che
            altro


            simboliche, bisogna prendere atto del
            fatto
            che


            qui e ora il sindacato ha ancora
            l'ultima
            parola


            su certe questioni. In futuro, non si


            sa.

            Quale parte di "fra non molto" non ti è
            chiara?

            La parte che non specifica tempi certi.
            La riforma Fornero è di appena un anno fa.
            Improbabile che vi mettano mano di nuovo in tempi
            brevi, sarebbe un fallimento.Ne sei certo?Adesso abbiamo gente con "balls of steel" :D
      • thebecker scrive:
        Re: non vi preoccupate
        - Scritto da: Leguleio

        con i governanti che ci troviamo, fra non
        molto

        queste cose le vedremmo qui in itaGlia

        :'(

        No, finché rimarrà in vigore lo statuto dei
        lavoratori.
        Poiché le modifiche di Elsa Fornero, malgrado le
        intenzioni iniziali, sono state più che altro
        simboliche, bisogna prendere atto del fatto che
        qui e ora il sindacato ha ancora l'ultima parola
        su certe questioni. ti riferisci a questi sindacalisti (forse ex vedi foto)[img]http://notizie.tiscali.it/media/13/05/epifani4_650.jpg_415368877.jpg[/img]Si, Si gli interessa proprio difendere i lavoratori (vedi sempre foto), i sindacalisti italiani queste persone che fanno il loro lavoro in modo disinteressato :D(rotfl)(rotfl)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 novembre 2013 12.40-----------------------------------------------------------
        • Leguleio scrive:
          Re: non vi preoccupate



          con i governanti che ci troviamo, fra
          non

          molto


          queste cose le vedremmo qui in itaGlia


          :'(



          No, finché rimarrà in vigore lo statuto dei

          lavoratori.

          Poiché le modifiche di Elsa Fornero,
          malgrado
          le

          intenzioni iniziali, sono state più che altro

          simboliche, bisogna prendere atto del fatto
          che

          qui e ora il sindacato ha ancora l'ultima
          parola

          su certe questioni.

          ti riferisci a questi sindacalisi (forse ex vedi
          foto)

          [img]http://notizie.tiscali.it/media/13/05/epifaniA tutti. Non mi risulta che ci sia un sindacato in Italia che non apprezzi lo statuto dei lavoratori.
          • pietro scrive:
            Re: non vi preoccupate
            - Scritto da: Leguleio..
            A tutti. Non mi risulta che ci sia un sindacato
            in Italia che non apprezzi lo statuto dei
            lavoratori.bisognerebbe tradurlo in cinese
          • Leguleio scrive:
            Re: non vi preoccupate

            ..

            A tutti. Non mi risulta che ci sia un
            sindacato

            in Italia che non apprezzi lo statuto dei

            lavoratori.
            bisognerebbe tradurlo in cineseNon credo che, una volta tradotto, sia approvato dal governo cinese. Leggeranno il testo reso in eleganti ideogrammi e poi esclameranno: "Ma che è 'sta roba? Siamo mica comunisti!".
  • Leguleio scrive:
    Continuate, continuate
    Bravi, continuate con le ispezioni, ma mica solo con Dell. Anche le fabbriche subfornitrici di HP, Acer, Toshiba e Asus devono avere il loro bello scandalo sulla manodopera a basso costo e senza diritti sindacali. Se poi è manodopera minorile, uno scandalo col botto.Intanto la cinese Lenovo ha già raggiunto il primo posto fra i venditori a livello globale e si appresta a erodere ulteriori fette di mercato. A loro le ispezioni nei luoghi di lavoro non le fanno di certo. :D
    • rutto in faccia scrive:
      Re: Continuate, continuate
      - Scritto da: Leguleio
      Bravi, continuate con le ispezioni, ma mica solo
      con Dell. Anche le fabbriche subfornitrici di HP,
      Acer, Toshiba e Asus devono avere il loro bello
      scandalo sulla manodopera a basso costo e senza
      diritti sindacali. Se poi è manodopera minorile,
      uno scandalo col
      botto.

      Intanto la cinese Lenovo ha già raggiunto il
      primo posto fra i venditori a livello globale e
      si appresta a erodere ulteriori fette di mercato.
      A loro le ispezioni nei luoghi di lavoro non le
      fanno di certo.
      :DQual'è la fonte di queste informazioni?In ogni caso se credi che le condizioni di lavoro siano inadeguate puoi esporre una denuncia o richiedere le ispezioni
      • Leguleio scrive:
        Re: Continuate, continuate


        Bravi, continuate con le ispezioni, ma mica
        solo

        con Dell. Anche le fabbriche subfornitrici
        di
        HP,

        Acer, Toshiba e Asus devono avere il loro
        bello

        scandalo sulla manodopera a basso costo e
        senza

        diritti sindacali. Se poi è manodopera
        minorile,

        uno scandalo col

        botto.



        Intanto la cinese Lenovo ha già raggiunto il

        primo posto fra i venditori a livello
        globale
        e

        si appresta a erodere ulteriori fette di
        mercato.

        A loro le ispezioni nei luoghi di lavoro non
        le

        fanno di certo.

        :D
        Qual'è la fonte di queste informazioni?
        In ogni caso se credi che le condizioni di lavoro
        siano inadeguate puoi esporre una denuncia o
        richiedere le
        ispezioniQuali informazioni? Le trimestrali sulle vendite dei PC sono di pubblico dominio. Il resto sono considerazioni mie (e non credo solo mie).
        • rutto in faccia scrive:
          Re: Continuate, continuate
          - Scritto da: Leguleio
          Quali informazioni? Le trimestrali sulle vendite
          dei PC sono di pubblico dominio. Il riferimento era alla mancanza di ispezioni in certe aziende.
          Il resto sono
          considerazioni mie (e non credo solo
          mie).
          • Leguleio scrive:
            Re: Continuate, continuate


            Quali informazioni? Le trimestrali sulle
            vendite

            dei PC sono di pubblico dominio.
            Il riferimento era alla mancanza di ispezioni in
            certe
            aziende.Francamente non so nemmeno se le aziende sopraccitate abbiano dei subfornitori in Cina: non sono informazioni pubbliche. Facevo un discorso generale sul gusto molto occidentale di mettere il naso nei diritti sindacali dell'Oriente. Nulla cambia nelle fabbriche, sono mosse fatte solo per minare l'immagine delle casa madre, in compenso dall'Oriente arrivano i prodotti a basso costo di una ditta cinese come la Lenovo, che non deve nemmeno far finta di produrre rispettando i diritti sindacali: i PC glieli comprano ugualmente. :)
          • thebecker scrive:
            Re: Continuate, continuate
            - Scritto da: Leguleio


            Quali informazioni? Le trimestrali sulle

            vendite


            dei PC sono di pubblico dominio.

            Il riferimento era alla mancanza di
            ispezioni
            in

            certe

            aziende.

            Francamente non so nemmeno se le aziende
            sopraccitate abbiano dei subfornitori in Cina:
            non sono informazioni pubbliche.

            Facevo un discorso generale sul gusto molto
            occidentale di mettere il naso nei diritti
            sindacali dell'Oriente. Nulla cambia nelle
            fabbriche, sono mosse fatte solo per minare
            l'immagine delle casa madre, in compenso
            dall'Oriente arrivano i prodotti a basso costo di
            una ditta cinese come la Lenovo, che non deve
            nemmeno far finta di produrre rispettando i
            diritti sindacali: i PC glieli comprano
            ugualmente.
            :)Io mi chiedo quali computer nei loro uffici DanWatch e China Labor Watch usano. Visto che il 99% dei computer, l'hardware sono prodotti in paesi con manodopera a basso costo come la Cina. :)Se sono coerenti dovrebbero essere disposti a spendere di più per avere computer prodotti in occidente (se ne fanno ancora).Stesso discorso per le telecamere usate per fare il reportage? Dove le producono?
          • Leguleio scrive:
            Re: Continuate, continuate


            Facevo un discorso generale sul gusto molto

            occidentale di mettere il naso nei diritti

            sindacali dell'Oriente. Nulla cambia nelle

            fabbriche, sono mosse fatte solo per minare

            l'immagine delle casa madre, in compenso

            dall'Oriente arrivano i prodotti a basso
            costo
            di

            una ditta cinese come la Lenovo, che non deve

            nemmeno far finta di produrre rispettando i

            diritti sindacali: i PC glieli comprano

            ugualmente.

            :)

            Io mi chiedo quali computer nei loro uffici
            DanWatch e China Labor Watch usano. Visto che il
            99% dei computer, l'hardware sono prodotti in
            paesi con manodopera a basso costo come la Cina.
            :)Sono computer equosolidali. Costruiti in Paesi poveri fornendo una paga da Paesi ricchi, e prodotti su misura per loro, visto che nessun altro li acquisterebbe.
            Se sono coerenti dovrebbero essere disposti a
            spendere di più per avere computer prodotti in
            occidente (se ne fanno
            ancora).No no, vade retro occidente sfruttatore! Prodotti in Paesi poveri, da società costituite al 100 % di cittadini dei Paesi poveri, e con manodopera di umili origini, ma contratti di assunzione da far invidia ai dipendenti della FIAT.
            Stesso discorso per le telecamere usate per fare
            il reportage? Dove le
            producono?In equosolidalandia. :)
      • krane scrive:
        Re: Continuate, continuate
        - Scritto da: rutto in faccia
        - Scritto da: Leguleio

        Intanto la cinese Lenovo ha già

        raggiunto il primo posto fra i venditori

        a livello globale e si appresta a erodere

        ulteriori fette di mercato.

        A loro le ispezioni nei luoghi di lavoro

        non le fanno di certo.

        :D
        Qual'è la fonte di queste informazioni?
        In ogni caso se credi che le condizioni di
        lavoro siano inadeguate puoi esporre una
        denuncia o richiedere le ispezioniEsporre una denuncia a chi ? Al governo cinese ?
        • rutto in faccia scrive:
          Re: Continuate, continuate
          - Scritto da: krane
          Esporre una denuncia a chi ? Al governo cinese ?Organizzazioni per il rispetto dei diritti umani? (newbie)
          • krane scrive:
            Re: Continuate, continuate
            - Scritto da: rutto in faccia
            - Scritto da: krane

            Esporre una denuncia a chi ? Al governo
            cinese ?
            Organizzazioni per il rispetto dei diritti umani?
            (newbie)A beh.... Si si, certo certo serve un sacco...
          • rutto in faccia scrive:
            Re: Continuate, continuate
            - Scritto da: krane
            A beh.... Si si, certo certo serve un sacco...Se preferisci restare incatenato nel recinto dove ti ha chiuso il tuo padrone fai pure. :@
          • krane scrive:
            Re: Continuate, continuate
            - Scritto da: rutto in faccia
            - Scritto da: krane

            A beh.... Si si, certo certo serve un
            sacco...
            Se preferisci restare incatenato nel recinto
            dove ti ha chiuso il tuo padrone fai pure.
            :@Mica sono un applefan.
          • rutto in faccia scrive:
            Re: Continuate, continuate
            - Scritto da: krane
            Mica sono un applefan.Non importa chi sia il tuo padrone, sempre un servo rimani!
          • krane scrive:
            Re: Continuate, continuate
            - Scritto da: rutto in faccia
            - Scritto da: krane

            Mica sono un applefan.
            Non importa chi sia il tuo padrone, sempre un
            servo rimani!Okkey
    • bubba scrive:
      Re: Continuate, continuate
      - Scritto da: Leguleio
      Bravi, continuate con le ispezioni, ma mica solo
      con Dell. Anche le fabbriche subfornitrici di HP,
      Acer, Toshiba e Asus devono avere il loro bello
      scandalo sulla manodopera a basso costo e senza
      diritti sindacali. Se poi è manodopera minorile,
      uno scandalo col
      botto.

      Intanto la cinese Lenovo ha già raggiunto il
      primo posto fra i venditori a livello globale e
      si appresta a erodere ulteriori fette di mercato.
      A loro le ispezioni nei luoghi di lavoro non le
      fanno di certo.
      :Dquindi proponi di fregarsene dei lavoratori in nome della competitività?"Soltanto una persona ingiusta preferirebbe una politica salariale flessibile ad una politica monetaria flessibile" (John Maynard Keynes)
      • Leguleio scrive:
        Re: Continuate, continuate


        Bravi, continuate con le ispezioni, ma mica solo

        con Dell. Anche le fabbriche subfornitrici di
        HP,

        Acer, Toshiba e Asus devono avere il loro bello

        scandalo sulla manodopera a basso costo e senza

        diritti sindacali. Se poi è manodopera minorile,

        uno scandalo col

        botto.



        Intanto la cinese Lenovo ha già raggiunto il

        primo posto fra i venditori a livello globale e

        si appresta a erodere ulteriori fette di
        mercato.

        A loro le ispezioni nei luoghi di lavoro non le

        fanno di certo.

        :D

        quindi proponi di fregarsene dei lavoratori in
        nome della
        competitività?Parto da un proverbio un po' stantio: "Il medico pietoso fa la piaga verminosa". Qui la situazione è abbastanza simile: il sindacalista pietoso, che ha a cuore anche la sorte dei lavoratori cinesi, fa disastri persino peggiori a casa propria: le ditte le fa chiudere, se continua con queste denunce sui subfornitori.A volte essere menefreghisti è segno di lungimiranza.
        "Soltanto una persona ingiusta preferirebbe una
        politica salariale flessibile ad una politica
        monetaria flessibile" (John Maynard
        Keynes)Questo Keynes negli ultimi anni è come la rucola: si trova ovunque. Arridatece Marx e Engels.
        • bubba scrive:
          Re: Continuate, continuate
          - Scritto da: Leguleio


          Bravi, continuate con le ispezioni, ma
          mica
          solo


          con Dell. Anche le fabbriche
          subfornitrici
          di

          HP,


          Acer, Toshiba e Asus devono avere il
          loro
          bello


          scandalo sulla manodopera a basso costo
          e
          senza


          diritti sindacali. Se poi è manodopera
          minorile,


          uno scandalo col


          botto.





          Intanto la cinese Lenovo ha già
          raggiunto
          il


          primo posto fra i venditori a livello
          globale
          e


          si appresta a erodere ulteriori fette di

          mercato.


          A loro le ispezioni nei luoghi di
          lavoro non
          le


          fanno di certo.


          :D



          quindi proponi di fregarsene dei lavoratori
          in

          nome della

          competitività?

          Parto da un proverbio un po' stantio: "Il medico
          pietoso fa la piaga verminosa". Qui la situazione
          è abbastanza simile: il sindacalista pietoso, che
          ha a cuore anche la sorte dei lavoratori cinesi,
          fa disastri persino peggiori a casa propria: le
          ditte le fa chiudere, se continua con queste
          denunce sui
          subfornitori.
          A volte essere menefreghisti è segno di
          lungimiranza.ci sono altri strumenti (politiche monetarie), oltre alla svalutazione salariale e dei diritti dei lavoratori, per livellare la competitività con aziende estere



          "Soltanto una persona ingiusta preferirebbe
          una

          politica salariale flessibile ad una politica

          monetaria flessibile" (John Maynard

          Keynes)

          Questo Keynes negli ultimi anni è come la rucola:
          si trova ovunque.prova a chiederti perchè
          • Leguleio scrive:
            Re: Continuate, continuate


            Parto da un proverbio un po' stantio: "Il
            medico

            pietoso fa la piaga verminosa". Qui la
            situazione

            è abbastanza simile: il sindacalista
            pietoso,
            che

            ha a cuore anche la sorte dei lavoratori
            cinesi,

            fa disastri persino peggiori a casa propria:
            le

            ditte le fa chiudere, se continua con queste

            denunce sui

            subfornitori.

            A volte essere menefreghisti è segno di

            lungimiranza.
            ci sono altri strumenti (politiche monetarie),
            oltre alla svalutazione salariale e dei diritti
            dei lavoratori, per livellare la competitività
            con aziende
            estereEvidentemente non si applicano. Sono tutti rimedi che creano squilibri in altri ambiti oltre a quello della produzione di PC, non sono certo mosse indolori.


            "Soltanto una persona ingiusta
            preferirebbe

            una


            politica salariale flessibile ad una
            politica


            monetaria flessibile" (John Maynard


            Keynes)



            Questo Keynes negli ultimi anni è come la
            rucola:

            si trova ovunque.

            prova a chiederti perchèPer lo stesso motivo per cui si citavano a memoria gli scritti di Marx ed Engels, e prima ancora si citava Baboeuf: pigrizia mentale. Quando uno non è in grado di elaborare un'analisi dell'attualità sua, personale, ripete a pappagallo quella degli altri, magari convinto che sia una religione riconosciuta dallo Stato.
          • bubba scrive:
            Re: Continuate, continuate
            - Scritto da: Leguleio


            Parto da un proverbio un po' stantio:
            "Il

            medico


            pietoso fa la piaga verminosa". Qui la

            situazione


            è abbastanza simile: il sindacalista

            pietoso,

            che


            ha a cuore anche la sorte dei lavoratori

            cinesi,


            fa disastri persino peggiori a casa
            propria:

            le


            ditte le fa chiudere, se continua con
            queste


            denunce sui


            subfornitori.


            A volte essere menefreghisti è segno di


            lungimiranza.


            ci sono altri strumenti (politiche
            monetarie),

            oltre alla svalutazione salariale e dei
            diritti

            dei lavoratori, per livellare la
            competitività

            con aziende

            estere

            Evidentemente non si applicano.no, evidentemente non si vogliono applicare (perchè c'è chi li applica e li ha applicati e ha campato benissimo con la concorrenza estera
            Sono tutti rimedi
            che creano squilibri in altri ambiti oltre a
            quello della produzione di PC, non sono certo
            mosse indolori.sciocchezze, la svalutazione competitiva non ha mai prodotto grossi squilibri, al massimo puoi averere una leggera inflazione (che comunque puoi moderare con altri strumenti o puoi introdurre l'indicizzazione dei salari)




            "Soltanto una persona ingiusta

            preferirebbe


            una



            politica salariale flessibile ad
            una

            politica



            monetaria flessibile" (John Maynard



            Keynes)





            Questo Keynes negli ultimi anni è come
            la

            rucola:


            si trova ovunque.



            prova a chiederti perchè

            Per lo stesso motivo per cui si citavano a
            memoria gli scritti di Marx ed Engels, e prima
            ancora si citava Baboeuf: pigrizia mentale.
            Quando uno non è in grado di elaborare un'analisi
            dell'attualità sua, personale, ripete a
            pappagallo quella degli altri, magari convinto
            che sia una religione riconosciuta dallo
            Stato.fammi capire, quindi dovremmo tutti quanti reinventare la ruota per non basarci su quanto gia scoperto da chi è venuto prima di noi (perchè altrimenti siamo pigri mentalmente)?
          • Leguleio scrive:
            Re: Continuate, continuate




            A volte essere menefreghisti è
            segno
            di



            lungimiranza.




            ci sono altri strumenti (politiche

            monetarie),


            oltre alla svalutazione salariale e dei

            diritti


            dei lavoratori, per livellare la

            competitività


            con aziende


            estere



            Evidentemente non si applicano.

            no, evidentemente non si vogliono applicare
            (perchè c'è chi li applica e li ha applicati e ha
            campato benissimo con la concorrenza
            esteraHai fatto bene a parlare al passato. :)Dubito che queste ricette, e le chiamo volutamente così perché mi ricordano molto i rimedi della nonna, abbiano un qualche effetto in un mondo globalizzato. Appena finita la guerra in Italia vennero introdotte quelle che impropriamente si chiamano "gabbie salariali". Davvero si crede che reintroducendole nel 2013 si otterrebbero gli stessi effetti positivi? Beata ingenuità! Dopodiché si possono anche attuare, volendo, io non le ritengo un'eresia: ma non si dica che lo si fa per rilanciare l'economia in Italia, o per contrastare i salari delle fabbriche cinesi.

            Sono tutti rimedi

            che creano squilibri in altri ambiti oltre a

            quello della produzione di PC, non sono certo

            mosse indolori.

            sciocchezze, la svalutazione competitiva non ha
            mai prodotto grossi squilibri, al massimo puoi
            averere una leggera inflazione Ma leggerissima, neh?Due zeri è la base d'asta. E a salire....
            (che comunque puoi
            moderare con altri strumenti o puoi introdurre
            l'indicizzazione dei
            salari)L'inflazione è una brutta bestia che si sa dove comincia, in genere, ma non si sa dove può finire se scappa di mano. E spesso e volentieri scappa di mano.Non sono esperimenti da tentare.

            Per lo stesso motivo per cui si citavano a

            memoria gli scritti di Marx ed Engels, e
            prima

            ancora si citava Baboeuf: pigrizia mentale.

            Quando uno non è in grado di elaborare
            un'analisi

            dell'attualità sua, personale, ripete a

            pappagallo quella degli altri, magari
            convinto

            che sia una religione riconosciuta dallo

            Stato.
            fammi capire, quindi dovremmo tutti quanti
            reinventare la ruota per non basarci su quanto
            gia scoperto da chi è venuto prima di noi (perchè
            altrimenti siamo pigri
            mentalmente)?La ruota, no. Reinventare il motore a turbina non sarebbe male, perché è quello più adatto ai nostri tempi. Non capisco perché le tesi di un economista che ha studiato i postumi della Grande Depressione debbano essere applicate al mondo globalizzato di oggi.To', tu tieni per le teorie keynesiane, io tengo per il georgianismo, la teoria economica dell'americano Henry George. Siamo pari. :PDavvero credi che la discussione possa andare avanti su basi dogmatiche come queste? Spero ti saprai rispondere da solo.
          • bubba scrive:
            Re: Continuate, continuate
            - Scritto da: Leguleio

            no, evidentemente non si vogliono applicare

            (perchè c'è chi li applica e li ha applicati
            e
            ha

            campato benissimo con la concorrenza

            estera

            Hai fatto bene a parlare al passato. :)
            Dubito che queste ricette, e le chiamo
            volutamente così perché mi ricordano molto i
            rimedi della nonna, abbiano un qualche effetto in
            un mondo globalizzato.è proprio in un mondo globalizzato che le svalutazioni competitive funzionano maggiormente
            Appena finita la guerra in Italia vennero
            introdotte quelle che impropriamente si chiamano
            "gabbie salariali". Davvero si crede che
            reintroducendole nel 2013 si otterrebbero gli
            stessi effetti positivi? Beata ingenuità!l'indicizzazione dei salari diviene necessaria solo nel caso in cui hai iperinflazione, cosa che è difficile avere a meno di un grosso shock esterno (vedi crisi petrolifera anni 70) o politiche economiche dissennate (eccessiva spesa a deficit, eccessiva svalutazione, ecc..)
            Dopodiché si possono anche attuare, volendo, io
            non le ritengo un'eresia: ma non si dica che lo
            si fa per rilanciare l'economia in Italia, o per
            contrastare i salari delle fabbriche cinesi.ad oggi l'economia in Italia non è possibile rilanciarla in nessun modo, in quanto abbiamo uno svantaggio competitivo di circa il 30% sui mercati esteri (euro troppo forte), la spesa pubblica si gonfia a causa della spesa per interessi (i tassi sui nostri titoli non li decidiamo noi ma i mercati) e non è possibile spendere a deficit per via del limite del 3% (che poi sarebbe 0% visto che nel 2011 è stato inserito in costituzione il pareggio di bilancio)


            Sono tutti rimedi


            che creano squilibri in altri ambiti
            oltre
            a


            quello della produzione di PC, non sono
            certo


            mosse indolori.



            sciocchezze, la svalutazione competitiva non
            ha

            mai prodotto grossi squilibri, al massimo
            puoi

            averere una leggera inflazione

            Ma leggerissima, neh?
            Due zeri è la base d'asta. E a salire.... eh??? nel 1992 abbiamo svalutato la lira del 20% e l'inflazione è scesa dal 5% al 4%, l'euro, appena entrato in vigore si svalutò del 25%-30% rispetto al dollaro ma dal 1999 al 2001 l'inflazione salì soltanto dello 0.6%, dopo lo schock lehman-brothers del 2008 la Polonia ha svalutato di quasi il 30% e l'inflazione è scesa dal 4,2% al 3,4% tra il 2008 e il 2009, ecc..



            Per lo stesso motivo per cui si
            citavano
            a


            memoria gli scritti di Marx ed Engels, e

            prima


            ancora si citava Baboeuf: pigrizia
            mentale.


            Quando uno non è in grado di elaborare

            un'analisi


            dell'attualità sua, personale, ripete a


            pappagallo quella degli altri, magari

            convinto


            che sia una religione riconosciuta dallo


            Stato.


            fammi capire, quindi dovremmo tutti quanti

            reinventare la ruota per non basarci su
            quanto

            gia scoperto da chi è venuto prima di noi
            (perchè

            altrimenti siamo pigri

            mentalmente)?

            La ruota, no. Reinventare il motore a turbina non
            sarebbe male, perché è quello più adatto ai
            nostri tempi.

            Non capisco perché le tesi di un economista che
            ha studiato i postumi della Grande Depressione
            debbano essere applicate al mondo globalizzato di
            oggi.perchè i fatti dimostrano che funzionano; guarda l'Inghilterra, che fa quantitative easing e sta meglio di noi, idem gli USA, idem il Giappone; le politiche keynesiane hanno sempre funzionato, con l'eccezione di grossi shock esterni, come ad esempio una crisi petrolifera che manda alle stelle l'inflazione (e quindi non è possibile farla scendere con politiche keynesiane), per questo paesi come USA, Giappone, Inghilterra le adottano e stanno meglio di noi.
          • Leguleio scrive:
            Re: Continuate, continuate


            Hai fatto bene a parlare al passato. :)

            Dubito che queste ricette, e le chiamo

            volutamente così perché mi ricordano molto i

            rimedi della nonna, abbiano un qualche
            effetto
            in

            un mondo globalizzato.

            è proprio in un mondo globalizzato che le
            svalutazioni competitive funzionano
            maggiormenteMah, funzionano...Nel senso che l'aspirina funziona per abbassare la febbre. La malattia che l'ha provocata è sempre lì, e non si può andare avanti ad aspirine all'infinito.

            Appena finita la guerra in Italia vennero

            introdotte quelle che impropriamente si
            chiamano

            "gabbie salariali". Davvero si crede che

            reintroducendole nel 2013 si otterrebbero gli

            stessi effetti positivi? Beata ingenuità!
            l'indicizzazione dei salari diviene necessaria
            solo nel caso in cui hai iperinflazione, cosa che
            è difficile avere a meno di un grosso shock
            esterno (vedi crisi petrolifera anni 70) o
            politiche economiche dissennate (eccessiva spesa
            a deficit, eccessiva svalutazione,
            ecc..)Non so cosa intendi con "diviene necessaria", in economia il concetto di necessario é soprattutto un'opinione. Ti posso solo dire che di gente che propone di ritornare alle "gabbie salariali" (che non sono tanto un'indicizzazione dei salari, ma una differenza di reddito in base alla zona geografica in cui si lavora) come soluzione ce n'è ancora oggi: vedi qui, punto 2:http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Italia/2009/08/gabbie-salariali-11-8.shtml?uuid=4704f804-8647-11de-9c96-6d2591678fc5

            Dopodiché si possono anche attuare, volendo,
            io

            non le ritengo un'eresia: ma non si dica che
            lo

            si fa per rilanciare l'economia in Italia, o
            per

            contrastare i salari delle fabbriche cinesi.
            ad oggi l'economia in Italia non è possibile
            rilanciarla in nessun modo, in quanto abbiamo uno
            svantaggio competitivo di circa il 30% sui
            mercati esteri (euro troppo forte), la spesa
            pubblica si gonfia a causa della spesa per
            interessi (i tassi sui nostri titoli non li
            decidiamo noi ma i mercati) e non è possibile
            spendere a deficit per via del limite del 3% (che
            poi sarebbe 0% visto che nel 2011 è stato
            inserito in costituzione il pareggio di
            bilancio)Esatto. Mi sa che la gente si illude un po' troppo sulla materia. Se e quando queste restrizioni verranno allentate, si potrà riparlarne.


            sciocchezze, la svalutazione
            competitiva
            non

            ha


            mai prodotto grossi squilibri, al
            massimo

            puoi


            averere una leggera inflazione



            Ma leggerissima, neh?

            Due zeri è la base d'asta. E a salire....
            eh??? nel 1992 abbiamo svalutato la lira del 20%
            e l'inflazione è scesa dal 5% al 4%, A me risulta che è passata dal 5 % al 4,50 %, ha continuato a scendere nei due anni successivi e poi è balzata di nuovo al 5,39 %.Quella però è stata una svalutazione improvvisa, da un giorno all'altro, che ha coinciso con l'uscita dal "serpentone monetario". Un serpentone da cui sarebbero usciti quasi tutti, nei mesi successivi, era troppo stringente, e quindi il riallineamento è stato quasi automatico. Normalmente con "svalutazione competitiva", che più propriamente andrebbe definita "deprezzamento", ci si riferisce alle politiche durante gli anni Settanta e Ottanta, periodo nel quale dollaro e marco erano costantemente e alternativamente in rialzo sulla lira. Ovviamente c'era uno scopo preciso.E l'inflazione galoppava, galoppava...
            l'euro,
            appena entrato in vigore si svalutò del 25%-30%
            rispetto al dollaro ma dal 1999 al 2001
            l'inflazione salì soltanto dello 0.6%, Anche qui, ho dati un po' diversi e un po' più alti: ma forse dipende dal Paese di riferimento (ogni Paese EU ha la sua inflazione). E l'euro è entrato in vigore come valuta reale solo nel 2002, nel 1999 era ancora "virtuale".
            dopo lo
            schock lehman-brothers del 2008 la Polonia ha
            svalutato di quasi il 30% e l'inflazione è scesa
            dal 4,2% al 3,4% tra il 2008 e il 2009,
            ecc..La Polonia era in una posizione privilegiata rispetto agli Stati europei: è stata l'unica nazione a non avere sofferto della crisi. Per questo poteva permettersi il lusso di deprezzare, nel 2008.

            La ruota, no. Reinventare il motore a
            turbina
            non

            sarebbe male, perché è quello più adatto ai

            nostri tempi.



            Non capisco perché le tesi di un economista
            che

            ha studiato i postumi della Grande
            Depressione

            debbano essere applicate al mondo
            globalizzato
            di

            oggi.
            perchè i fatti dimostrano che funzionano; Hanno funzionato durante la Grande Depressione!Non è automatico che funzionerebbero anche oggi.
            guarda
            l'Inghilterra, che fa quantitative easing e sta
            meglio di noi, Per stare meglio di noi ci vuole poco. :)Ma tanto bene non sta: il tasso di disoccupazione è rapidamente schizzato in alto dopo il 2008, e solo in questi ultimi mesi sta diminuendo. Idem per una serie di altri indicatori.Il piano di salvataggio delle banche, sempre nel 2008, non è stato una passeggiata.
            idem gli USA, idem il Giappone; le
            politiche keynesiane Tu definisce politiche keynesiano dove gli economisti rilevano solamente "politica di deprezzamento della valuta".Sono due cose un po' diverse...
        • thebecker scrive:
          Re: Continuate, continuate
          - Scritto da: Leguleio


          Bravi, continuate con le ispezioni, ma
          mica
          solo


          con Dell. Anche le fabbriche
          subfornitrici
          di

          HP,


          Acer, Toshiba e Asus devono avere il
          loro
          bello


          scandalo sulla manodopera a basso costo
          e
          senza


          diritti sindacali. Se poi è manodopera
          minorile,


          uno scandalo col


          botto.





          Intanto la cinese Lenovo ha già
          raggiunto
          il


          primo posto fra i venditori a livello
          globale
          e


          si appresta a erodere ulteriori fette di

          mercato.


          A loro le ispezioni nei luoghi di
          lavoro non
          le


          fanno di certo.


          :D



          quindi proponi di fregarsene dei lavoratori
          in

          nome della

          competitività?

          Parto da un proverbio un po' stantio: "Il medico
          pietoso fa la piaga verminosa". Qui la situazione
          è abbastanza simile: il sindacalista pietoso, che
          ha a cuore anche la sorte dei lavoratori cinesi,
          fa disastri persino peggiori a casa propria: le
          ditte le fa chiudere, se continua con queste
          denunce sui
          subfornitori.
          A volte essere menefreghisti è segno di
          lungimiranza.




          "Soltanto una persona ingiusta preferirebbe
          una

          politica salariale flessibile ad una politica

          monetaria flessibile" (John Maynard

          Keynes)

          Questo Keynes negli ultimi anni è come la rucola:
          si trova ovunque. Arridatece Marx e
          Engels.A questo punto possiamo citare la Prima Direttiva di Star Trek:"Quando si entra in contatto con un pianeta che si sta sviluppando in modo normale verso una civiltà tecnologica, un ufficiale non deve fare nessun accenno alla propria identità o alla propria missione, né interferire con lo sviluppo sociale di tale pianeta, né far riferimenti allo spazio, ad altri mondi o a civiltà più avanzate»."http://www.hypertrek.info/index.php/ordinegenerale1Ovviamente sostituendo pianeta con stato/nazione.
          • bubba scrive:
            Re: Continuate, continuate
            - Scritto da: thebecker
            - Scritto da: Leguleio



            Bravi, continuate con le
            ispezioni,
            ma

            mica

            solo



            con Dell. Anche le fabbriche

            subfornitrici

            di


            HP,



            Acer, Toshiba e Asus devono avere
            il

            loro

            bello



            scandalo sulla manodopera a basso
            costo

            e

            senza



            diritti sindacali. Se poi è
            manodopera

            minorile,



            uno scandalo col



            botto.







            Intanto la cinese Lenovo ha già

            raggiunto

            il



            primo posto fra i venditori a
            livello

            globale

            e



            si appresta a erodere ulteriori
            fette
            di


            mercato.



            A loro le ispezioni nei luoghi di

            lavoro non

            le



            fanno di certo.



            :D





            quindi proponi di fregarsene dei
            lavoratori

            in


            nome della


            competitività?



            Parto da un proverbio un po' stantio: "Il
            medico

            pietoso fa la piaga verminosa". Qui la
            situazione

            è abbastanza simile: il sindacalista
            pietoso,
            che

            ha a cuore anche la sorte dei lavoratori
            cinesi,

            fa disastri persino peggiori a casa propria:
            le

            ditte le fa chiudere, se continua con queste

            denunce sui

            subfornitori.

            A volte essere menefreghisti è segno di

            lungimiranza.








            "Soltanto una persona ingiusta
            preferirebbe

            una


            politica salariale flessibile ad una
            politica


            monetaria flessibile" (John Maynard


            Keynes)



            Questo Keynes negli ultimi anni è come la
            rucola:

            si trova ovunque. Arridatece Marx e

            Engels.

            A questo punto possiamo citare la Prima Direttiva
            di Star
            Trek:

            "Quando si entra in contatto con un pianeta che
            si sta sviluppando in modo normale verso una
            civiltà tecnologica, un ufficiale non deve fare
            nessun accenno alla propria identità o alla
            propria missione, né interferire con lo sviluppo
            sociale di tale pianeta, né far riferimenti allo
            spazio, ad altri mondi o a civiltà più
            avanzate»."

            http://www.hypertrek.info/index.php/ordinegenerale

            Ovviamente sostituendo pianeta con stato/nazione.il problema è che gli anglo-liberisti (scuola di Chicago) che imperversano nel mondo, non vogliono far politiche monetarie per aumentare la competitività, non possono fare le stesse politiche salariali di paesi come la cina e quindi gli rimane soltanto di rompere le scatole ai paesi che producono a basso costo per livellare salari e diritti con gli altri paesi, in modo da livellare anche la competitività
Chiudi i commenti