Cellulari, le antenne non fanno male

Le antenne dei cellulari e delle stazioni base di telefonia mobile sono innocue. Lo stabiliscono nuovi studi pubblicati dai ricercatori dell'Università britannica dell'Essex

Londra – La letteratura relativa alle ricerche mediche sul binomio cellulari-salute si arricchisce di un nuovo studio, focalizzato stavolta sui possibili effetti generati dalle antenne installate sulle torri di telefonia mobile. Innocue, secondo alcuni ricercatori della Essex University .

Gli studiosi dichiarano di aver condotto un’indagine estremamente vasta e a largo… spettro, allo scopo di capire se stanchezza, tensione e ansia possono essere considerati sintomi riconducibili all’utilizzo dei telefoni cellulari.

Oggetto dello studio, 44 persone che avevano manifestato una particolare “sensibilità fisica” alla presenza di un telefono cellulare e altre 114 per le quali il cellulare non rappresentava alcun problema.

La ricerca non ha portato alla luce alcun legame ritenuto significativo tra l’attività delle antenne di telefonia mobile e parametri vitali come frequenza cardiaca, pressione arteriosa e capacità conduttiva della pelle. Analizzando inoltre le reazioni dei soggetti in funzione della presenza di telefonini accesi e spenti, non sono state rilevate differenze.

Quanto evidenziato dalla ricerca, secondo il professor David Coggon dell’ Università di Southampton , è coerente con altri studi in cui viene spiegato come quella che viene chiamata “elettrosensibilità” sembrerebbe in realtà essere riconducibile a ragioni psicologiche.

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti